Sei sulla pagina 1di 24

CORSI DI

PROTOTIPAZIONE VIRTUALE
PROTOTIPAZIONE VIRTUALE E
SIMULAZIONE DEI SISTEMI
MECCANICI
BIOPROTESI
P1: Introduzione alla prototipazione virtuale

Pier Paolo Valentini @ 2015


Il ruolo dell’ingegnere

Problema Soluzione

IDEE
STRUMENTI
METODI
Computer-Aided Engineering (e-Design)

L’ingegneria assistita dal calcolatore (CAE- Computer-Aided


Engineering) supporta gli STRUMENTI e i METODI di progettazione

Minore tempo di progettazione


Maggiori standard qualitativi
prodotto/processo/servizio
Minori costi di progettazione
Gli stumenti assistiti dal calcolatore

Si basano sul felice connubio di grafica


computerizzata e strumenti numerici di calcolo.

La grafica computerizzata diventa necessaria per


descrivere compiutamente le caratteristiche
morfologiche degli oggetti, nonché per aumentare
l’efficacia comunicativa.

La grafica, inoltre, permette una più agevole


impostazione delle condizioni al contorno per
l’esecuzione degli strumenti numerici di calcolo

Tutto inizia dalla modellazione geometrica. Ad


essa (a seconda delle esigenze) possono essere
associate analisi di costo, prestazioni, manifattura,
resistenza, etc.

La costruzione ragionata dei modelli geometrici (es.


parametrica) permette la facile implementazione di
modifiche per studi comparativi e di ottimizzazione.
L’utilizzo del calcolatore risulta fondamentale per lo sviluppo e l’impiego di strumenti a
supporto di ogni fase di sviluppo prodotto.
Costruire un prototipo virtuale…

Forme e geometrie Simulazioni e analisi delle


Modellazione geometrica prestazioni

Idee
Osservazioni Gestione dati
Riflessioni PDM - PLM
Knowledge-based
engineering

Prototipo Virtuale
(Digital Mock-up)
I principali strumenti CAE

CAD – Disegno Assistito dal Calcolatore  Modellazione geometrica e preparazione


documentazione tecnica
CAM – Computer-aided manufacturing  Simulazione e supporto alla costruzione fisica del prototipo
IMS – Injection Moulding Simulation  Simulazione dei processi di stampaggio
CAC – Computer-aided Costing Simulazione dei costi di produzione
CAA – Computer-aided Assembling  Simulazione dei requisiti di assemblabilità
FEM – Elementi Finiti  Simulazione strutture soggette ad azioni meccaniche, analisi vibroacustiche
Multibody  Simulazione movimento (cinematica/dinamica)
CFD – Fluidodinamica computazionale  Simulazione campi di moto (velocità, pressione,
temperatura) dei fluidi confinati o meno
EMS – Electro-Magnetic Simulation  Simulazione dei fenomeni elettromagnetici
PDM – Product data management  Sistema integrato di gestione dati
VR & AR – Virtual Reality & Augmented Reality  Realtà virtuale e aumentata
Rendering – Resa fotorealistica

La modellazione geometrica

 La modellazione geometrica riguarda la creazione di modelli simbolici


di oggetti e sistemi reali.

 Essa avviene mediante la codifica della matematica delle forme in


programmi computerizzati che permettono di eseguire complesse
operazioni senza che i dettagli siano espliciti all’utente

 L’impiego di interfacce di visualizzazione e manipolazione


contribuisce nella intuitività di impiego  larga diffusione e relativa facilità di
utilizzo

 Le strategie di modellazione possono essere differenti


 Le strategie di rappresentazione e descrizione delle geometrie
modellate possono essere differenti
Modellatori esatti e approssimati

MODELLATORI APPROSSIMATI MODELLATORI ESATTI

Le rappresentazioni simboliche delle geometrie si Essi si basano sulla definizione delle forme
basano su approssimazioni delle forme modellate, tridimensionali descritte a partire dalla
basate, ad esempio, sull’approssimazione delle definizione di insiemi di entità geometriche
forme tridimensionali mediante una sequenza di precise come curve e superfici. Sono adatti ai
poligoni adiacenti (generalmente quadrangolari o settori per i quali l’accurata rappresentazione
triangolari) chiamata mesh.  grafica, videogames geometrica risulta fondamentale  ingegneria
Modellatori approssimati in ingegneria

I modellatori approssimati hanno il grande vantaggio di permettere rappresentazioni grafiche


molto realistiche con un basso onere computazionale. Pertanto, trovano impiego anche
in applicazioni ingegneristiche in tutte le attività di visualizzazione, training e navigazione
nelle quali le forme da gestire sono complesse.

Inoltre TUTTO ciò che appare a schermo è comunque trasformato secondo


una logica approssimata  le schede video gestiscono solo poligoni
Stumenti CAE: la modellazione geom. (CAD)

La modellazione è la base
per la maggior parte degli
strumenti assistiti dal
calcolatore.

La descrizione morfologia è
necessaria per lo sviluppo dei
prototipi virtuali e per avere
sufficienti informazioni per la
prototipazione fisica (o la
produzione.
Strumenti CAE: analisi di costruibilità (CAM)

Le simulazioni di costruibilità
(Computer-Aided
Manufacturing) mirano a
simulare le lavorazioni
meccaniche necessarie per
ottenere fisicamente il
componente.

Ad esempio è possibile
calcolare e valutare il percorso
utensile di una fresatura per
stimarne i tempi e le criticità di
realizzazione.

La descrizione morfologica del


pezzo è fondamentale.
Strumenti CAE: Analisi di stampabilità

Le analisi di stampabilità
mirano a simulare il
processo di iniezione per
valutare la corretta
esecuzione o mettere in luce
problematiche (spessori
elevati, mancato riempimento,
raffreddamento anomalo,
etc.)

La descrizione morfologica
del pezzo e i parametri di
stampaggio sono necessari
Strumenti CAE: Analisi dei costi

L’analisi dei costi mira a stimare i costi di materiale e di produzione


del componente modellato.
Il calcolo viene eseguito con modelli di costo semplificati che tengono
conto dei parametri di processo e dei tempi di lavorazione
Anche in questo caso la morfologia del componente è fondamentale
Strumenti CAE: Analisi di assemblabilità

L’assemblabilità è un
requisito importante per
verificare l’effettiva
possibilità di montaggio, i
corretti spazi di manovra,
l’assenza di interferenze, il
corretto passaggio di
condotti e cavi, etc.

Un assieme si costruisce a
partire dalla modellazione
delle sue parti sulle quali
vengono applicati vincoli di
montaggio (superfici a
contatto, perni inseriti in fori,
etc.)
Strumenti CAE: Analisi strutturali (FEM)

Le analisi strutturali hanno


come obiettivo quello di
stimare il campo di
deformazioni e tensioni
meccaniche all’interno di
un componente soggetto a
carichi e vincoli esterni.

L’approccio numerico più


diffuso (elementi finiti) ha
bisogno di una
discretizzazione della
geometria in elementi (mesh)
Strumenti CAE: Analisi del movimento

Le analisi del movimento


hanno come obiettivo
quello di stimare il
comportamento cinematico
e dinamico di meccanismi)

L’approccio numerico più diffuso


(multibody) si basa sulla
schematizzazione del
meccanismo in corpi rigidi, la
definizione di relazioni di
accoppiamento e di forze agenti.

La morfologia è meno importante


(tranne per problemi di contatto),
ma le relazioni di accoppiamento
diventano fondamentali)
Strumenti CAE: Analisi fluidodinamiche

Le analisi del
fluidodinamiche hanno
come obiettivo quello di
stimare il comportamento
di un fluido esterno o
interno ad una geometria

In questo caso il volume di


interesse è il «negativo» di quello
modellato, ma la descrizione
morfologica è decisamente
importante.
Strumenti CAE: Analisi elettromagnetiche

Le analisi
elettromagnetiche
hanno come obiettivo
quello di stimare la
generazione del
campo magnetico e
delle relative forze
meccaniche tra i
componenti

Anche in questo caso,


specie per problemi
tridimensionali, la
descrizione morfologica
risulta fondamentale.
Strumenti CAE: Analisi multifisiche

Le analisi multifisiche
riescono a simulare i
componenti tenendo in
conto
contemporaneamente di più
fenomeni fisici.

Esempi sono l’aeroelasticità,


l’interazione fluido-struttura, i
problemi biomeccanici, etc…
Strumenti CAE: Interazioni uomo-prodotto/processo

Le analisi di interazione
mirano a simulare cosa
accade quando un uomo è
inserito in un contesto di
prodotto e processo.

Hanno bisogno di modelli


biomeccanici e
comportamentali per stimare i
carichi articolari, le attivazioni
muscolari e i rischi di
salute/ergonomia.

La variabilità delle situazioni


rende il settore molto ampio e
le soluzioni
complesse
Strumenti CAE: Product data management

Il PDM è uno strumento che


consente di raccogliere ed
organizzate TUTTA la
documentazione tecnica di
prodotto.

Nel PDM convergono i modelli


geometrici, le analisi, le tavole
costruttive e la documentazione
tecnica (collaudi, certificazioni,
manuali) a corredo

Essendo un gestore
informatizzato può interfacciarsi
con altri strumenti informatici
aziendali
Strumenti CAE: La resa fotorealistica

La resa fotorealistica
(rendering) permette di
ottenere delle immagini o
filmati di oggetti e/o
ambienti con particolari
caratteristiche di realismo.

Ha il principale compito di
favorire la comunicazione e
verificare le funzionalità
estetiche del prodotto,
nonché la sua integrazione in
un ambiente reale
Strumenti CAE: Realtà Virtuale

La realtà virtuale è una


metodologia di interazione
(visiva e in certe applicazioni
anche multisensoriale)
dell’utente con un ambiente
interamente virtuale.

Al momento gli esempi di


interazione sono limitati ma la
metodologia è promettente

La corretta modellazione
dell’intero ambiente virtuale
può essere onerosa
Strumenti CAE: Realtà aumentata

La realtà aumentata è una


metodologia di interazione
simile alla realtà virtuale
dove però oggetti virtuali si
fondono («aumentano») il
mondo reale.

E’ potenzialmente più
promettente della realtà
virtuale per applicazioni
ingegneristiche

Da un lato c’è la necessità di


modellare solo gli oggetti
virtuali, ma dall’altro c’è la
necessità di collimare il mondo
reale e quello virtuale.