Sei sulla pagina 1di 20

Meccanica e Costruzione delle

Macchine per l’Industria Alimentare

INTRODUZIONE AL CAD
INTRODUZIONE AL CAD

Prof. A. Pirondi
Introduzione alla modellazione solida

La progettazione assistita è…
è

•Realizzazione di Parti
• Realizzazione di Assemblati e verifiche dimensionali
• Messe in Tavola
• Studi cinematici
• Viste sezionate ed esplosi di assieme
• Analisti strutturali
•…
Introduzione alla modellazione solida

Modellazione Geometrica

Modellazione Geometrica:
•E’ un insieme di metodi matematici che servono a descrivere la
forma precisa di un oggetto.
• Fornisce la “DESCRIZIONE MATEMATICA” di un oggetto reale.

“Al di sotto” dell’interfaccia grafica (GUI) di un qualsiasi modellatore solido, Oggetti


Matematici (Modelli ed Equazioni) descrivono in modo preciso la forma e le dimensioni di
un oggetto reale.

Modellazione Solida:
•La Modellazione Solida è un sottoinsieme della modellazione
geometrica.
pp di Oggetto
• Consiste nello sviluppo gg Solidi.
Introduzione alla modellazione solida

Livelli Operativi
In Modellazione si opera
p su tre livelli:
1° Livello Il compito della “MODELLAZIONE” è quello di
SPAZIO REALE determinare un Oggetto Matematico capace di
rappresentare un Oggetto Reale.

2° Livello
SPAZIO di MODELLAZIONE 3° Livello
SPAZIO DELLE
Oggetti fisici che RAPPRESENTAZIONI
costituiscono
tit i il nostro
t mondo
d Oggetti matematici
tridimensionale. (idealizzazione degli
oggetti fisici).

Il compito della “MODELLIZZAZIONE” è assegnare ad


un Oggetto Matematico una Rappresentazione
(Oggetto Virtuale) adatta per essere manipolabile con Modelli Geometrici a Monitor.
un elaboratore.
Introduzione alla modellazione solida

La Modellazione

La modellazione di un oggetto attraverso un software modellatore solido è


caratterizzata da 3 aspetti fondamentali, che bisogna considerare prima di dare
inizio al processo di modellazione al calcolatore:

 Basata su FEATURES

Strutturata in relazioni PARENT-CHILD

Può essere PARAMETRICA

Il primo passo, propedeutico alla modellazione vera e propria, è lo schizzo su carta


Introduzione alla modellazione solida

Le FEATURES
Con il termine FEATURE, si intende la generica operazione di modellazione che il programma
modellatore solido riconosce e permette di creare/costruire/aggiungere.
creare/costruire/aggiungere

Per definizione una FEATURE è una qualsiasi operazione, fatta per


creare e/o modificare la forma o la geometria del solido che si sta
modellando aggiungendo o rimuovendo materiale o porzioni
modellando,
geometriche al solido stesso (come se si stessero effettuando delle lavorazioni
meccaniche sul materiale).

Un modello inizia sempre con una FEATURE (operazione) detta FEATURE di
BASE (operazione di base)

In g generale la p prima FEATURE è sempre p una


PROTRUSIONE lineare (estrusione base) o di rivoluzione
(estrusione/base in rivoluzione).

Sopra la FEATURE di BASE


si costruiscono le altre
FEATURE, ad esempio la
FEATURE “FORO”
Introduzione alla modellazione solida

Le FEATURES (esempi)
Le FEATURES più comuni (I)

Feature REVOLVE

Feature SHELL

Feature ROUND

F t
Feature CHAMFER
Feature HOLE
Introduzione alla modellazione solida

Le FEATURES (esempi)
Le FEATURES più comuni (II)

ESTRUSIONE BASE SHELL RIB

ESTRUSIONE BASE DEFINIZIONE DELLO SKETCH 2D REVOLVED CUT


La
a Relazione
ela o e PARENT-CHILD
N C

Modellare un oggetto attraverso un modellatore solido consiste nella


reali a ione di FEATUREs concatenate l’una
realizzazione l’ na all’altra con una
na relazione
rela ione di tipo
PADRE – FIGLIO (PARENT – CHILD). La prima FEATURE è detta “di BASE”, e tutte
le successive sono ad essa collegate e riferite.

Qualsiasi modifica venga fatta alla generica feature di un qualsiasi modello,


tale modifica si ripercuote a catena sulle feature FIGLIO (CHILD).
Il modello geometrico di un qualsiasi
Autodesk Inventor ®
corpo può essere schematizzato e
rappresentato attraverso un ALBERO
delle FEATURES, che riporta le PTC PRO/Engineer®
singole feature del modello.
modello
Solidworks ®
La Relazione PARENT-CHILD
(esempio)
ffeature di base
b
+ feature di arrotondamento
+ feature di smusso.


feature di base
+ feature di smusso
+ feature di arrotondamento.
CAD PARAMETRICO
La modellazione parametrica, e più in generale il disegno parametrico, impongono
la definizione
defini ione di regole/relazioni,
regole/rela ioni che leghino fra loro dimensioni e proprietà di un
n
oggetto, l’obiettivo finale è quello di preservare le “finalità di progetto” di un
oggetto, in funzione delle sue variazioni dimensionali.

(A) – Variazione della posizione RELATIVA (A)


(rispetto alla piastra) del foro.

La modifica fatta alla piastra,


piastra in
funzione delle relazioni aggiunte in
fase di modellazione, comporta
comunque una variazione della
posizione del foro:
(B)

( ) – Variazione della p
(B) posizione
ASSOLUTA (rispetto al sistema di
riferimento assoluto) del foro.
SolidWorks®
Ogni operazione viene eseguita all
all’interno
interno
di AMBIENTI (eviroments):

1. Creazione di PARTI (Part environment *.SLDPRT)

2 Creazione di ASSIEMI (Assembly environment *.SLDASM)


2. SLDASM)

3. Creazione di DISEGNI o messe in tavola (Draft environment *.SLDDRW)


Ambiente di Lavoro
Barra dei menu Barra del titolo
Ribbon Bar

Area di Lavoro

Albero delle Features


Sistema dei
piani di riferimento

Barra di stato
Barra degli Strumenti Ambiente PART
Pulsanti “a
a NASTRO
NASTRO”

I pulsanti della RIBBON BAR possono contenere più di uno strumento.

Gli strumenti nascosti sono accessibili tramite una di menù detti “a NASTRO”, che
si attivano al passaggio del mouse.

Nel caso della barra dell’ambiente PART, ogni strumento rappresenta una
particolare tipologia di feature.
Barra degli Strumenti Ambiente DRAFT
Barra degli Strumenti Ambiente ASSEMBLY
PROPERTY
O MANAGER
M N G

Il PROPERTY MANAGER contiene informazioni e comandi che assistono alla


creazione di una feature, o alla sua modifica, oppure, più in generale, al
completamento di un qualsiasi comando di disegno.
Ambiente di SKETCH

Barra degli Strumenti SKETCHER


ALBERO DELLE FEATURES

L’albero delle features mostra le singole CARATTERISTICHE

feature che compongono la parte che si sta  Cronologia


modellando.
 Selezionabilità

 Controllo delle Features

Potrebbero piacerti anche