Sei sulla pagina 1di 10

LOGICA 347

Logica, semiotica e semantica

La nostra esposizione della logica sarebbe incompleta senza un breve


cenno alla relazione tra la logica e la semantica. Osserviamo, a m o’ di
prefazione, che il termine semantica oggi viene usato correntemente,
in più sensi differenti, dalle persone comuni, dagli insegnanti e dai lin­
guisti. Ma i filosofi, che hanno inventato il concetto, usano questo ter­
mine in un modo preciso e ristretto; per loro «semantica» denota uno
dei tre rami della scienza generale del linguaggio. Questa scienza ge­
nerale, detta «semiotica», è suddivisa in tre parti, una delle quali è ap­
punto la semantica. Le altre due sono la pragmatica, che si occupa del­
le relazioni di chi parla e chi ascolta con le parole che pronuncia o
ascolta, e la sintassi, che si occupa delle relazioni tra parola e parola.
Di contro, la semantica si occupa delle relazioni tra il linguaggio e ciò
a cui il linguaggio si riferisce o che da esso viene denotato. Più in ge­
nerale, le relazioni di riferimento e senso vengono ricondotte all’idea