Sei sulla pagina 1di 4

Lettura e analisi della partitura – 3.

L'analisi 1

ISSM Conservatorio Guido Cantelli, Novara

Giuseppe Gregori
Lettura e analisi della partitura
per il Corso di direzione per orchestra di fiati
3.

3. L'ANALISI

3.1 Un primo sguardo

Dare il primo sguardo d'insieme è la prima cosa da fare.


Anche se nella pratica scolastica il primo approccio all'analisi è la classificazione degli
accordi, cosa che noi non faremo, non si può non considerare questo un aspetto
importante, il nostro lavoro si focalizzerà sugli aspetti più inerenti alla concertazione e
all'interpretazione per l'esecuzione dei brani in programma.

Immaginiamo ora d'avere sotto un unico sguardo l'intera opera che si vuole analizzare,
dall'inizio alla fine, come in un unico blocco, un'unica 'immagine' che ci possa dare l'idea
dell'opera nella sua globalità.

3.2 La forma

È evidente che ci sono diversi aspetti da considerare (questo secondo i principali trattati
d'analisi):
- la classificazione degli accordi nella sintassi armonica
- l'articolazione melodica dei vari temi
- la ritmica pulsiva
- l'elaborazione dei motivi
- gli aspetti simbolici
- la forma

Vediamo però che ponendo lo sguardo sulla globalità del brano ci viene più facile iniziare
dalla forma in quanto è l'elemento più macroscopico.

Snakes! , Th.C. Duffy

Sez. I 1-28 = introduzione


Sez. II 29[B]-54 = tema
Sez. III 55-60 = parte aleatoria
Sez. IV 61-65 = chiusa

stringendo la visuale sulla Sezione II, che è la parte centrale del brano:
||: 29-36 :|| = esposizione struttura di base
2 Lettura e analisi della partitura – 3. L'analisi

||: 37-43 :|| = ripetizione con inserimenti melodici


||: 47-54 :|| = ripetizione con altri interventi melodici

Bosnian Folk Song, F.J. Allen


Composta nel 1997, per un ensemble di scuola media, incorpora due canti popolari
bosniaci in questa composizione, tratti da una raccolta di canti popolari raccolti da Bela
Bartok. Il primo è una vecchia canzone che è ben noto in tutta la Bosnia. Il secondo brano
utilizzato è una canzone di festa, utilizzato per contrastare la serenità che si trova nella
prima canzone.

struttura A1-B-A2
A1
Sez. I 1-6 = introduzione
Sez. II 7-41 = esposizione tema principale (4+4/4+4) e riproposta dello stesso tema
B
Sez. III 42-66 = secondo tema (in parte derivato dal primo)
A2
Sez: IV 67-90= sviluppo e riesposizione tema principale
Sez- V 91-98 = chiusa

Serenade op. 22 (c), D. Bourgeois

Originariamente composta per organo nel 1965, per essere suonata al suo matrimonio
(intitolata originariamente Wedding March).

Sez. I 1-21 = esposizione tema


Sez. II 22[4]-31 = sviluppo tematico
Sez. III 32[6]-44 = ripresa del tema
Sez. IV 45[9]-50 = chiusa

“Ye Banks And Braes O' Bonnie Doon”, P.A. Grainger

Anche in questo caso si tratta di un brano popolare, questa volta scozzese.


Il fiume Doon scorre con grazia tra il Loch Doon e il Firth of Clyde in Stirlingshire, Scozia.
E 'stato l'ispirazione per Robert Burns' poesi The Banks of Doon , scritto nel 1783
(1788?), che raccontano di una giovane donna abbandonata.
L'impostazione di Grainger dà sostegno armonico continuo alla melodia di sole cinque
note, che descrive il costante flusso di fiume tra le sponde e le coline. Originariamente
scritto nel 1903 per un coro di voci singole, Whistlers e harmonium; la versione per
orchestra a fiati è datata 1932.

struttura strofica
Sez. I 1-16 = esposizione tema (4+4/4/4) prima strofa
Sez. II 17-32 = ripetizione tema (id.) seconda strofa
Lettura e analisi della partitura – 3. L'analisi 3

Cajun Folk Song, F. Ticheli

I Cajuns sono discendenti deigli Acadians, un gruppo dei primi coloni francesi che ha ini-
ziato a stabilirsi Acadia (oggi Nuova Scozia) intorno 1604. Nel 1755 sono stati cacciati da-
gli inglesi, infine il reinsediamento nel sud della Louisiana. Oggi ci sono quasi un milione
di discendenti di lingua francese delle Acadians vivono in Louisiana e parti del Texas, con-
servando molti dei costumi, tradizioni, storie e canzoni dei loro antenati.

Primo movimento, La Belle et le Capitaine

La La Belle et le Capitaine racconta la storia di una giovane ragazza che finge la morte per
evitare di essere sedotta da un capitano. La sua melodia in modo dorico è straordinaria-
mente libera, muovendosi tra battute in due e in tre.

Sez. I 1-16 = esposizione tema (-6 battute tra la bb. 6 e 7)


Sez. II 17-39 = seconda esposizione (+6 battute bb.23-28)
Sez. IV 39-49 = diversione
sez. III 50-74 = terza esposizione (uguale alla seconda) e chiusa

Secondo movimento, Belle

Belle parla di un uomo che parte per il Texas solo per sapere della malattia della sua ama -
ta. Al ritorno trovandola priva di conoscenza, egli impegna il suo cavallo per cercare di
salvarla, senza alcun risultato. La melodia popolare a volte è variata ritmicamente e
strutturalmente e una melodia (bb. 12-21) si aggiunge per varietà.

Sez. I 1-4 = preambolo


Sez. II 5-30 = tema
Sez. III 31-87 = diversione ed elaborazione
Sez. IV 88-91 = tema aumentato
Sez. V 92-103 = riesposizione del tema
Sez. VI 104-132 = finale

Flashing Winds, J. Van der Roost

struttura A1-B-A2
A1
Sez. I 1-9 = introduzione
Sez. II 10[A]-17 = premessa (8) al tema
Sez. III 18[B]-81 = tema principale
B
Sez. IV 82[G]-95 = tema secondario
Sez. V 96-103 = premessa (8) al tema
A2
Sez. VI (18[B]-41) = ripresa tema principale
Sez. VII 104-127 = Coda
4 Lettura e analisi della partitura – 3. L'analisi

Variations on a French Folk Song, F. Cesarini

Sez. I 1-19 = introduzione


Sez. II 20-28 = Tema
Sez. III … = Variazioni I-X

An Original Suite, G. Jacob

Primo movimento, March

Sez. I 1[3]-20 = tema uno (2 volte)


Sez. II 21-35 = tema due
Sez. III 58-75 = tema quattro (altra diversione) (31/2+ 31/2/ 31/2+ 31/2/4)
Sez. IV 76-83 = tema uno - ripresa (1 volta)
Sez. V 84-97 = tema due
Sez. VI 98-102 = chiusa

Secondo movimento, Intermezzo

Sez. I 1-17 = esposizione tema (4+4/4+5)


Sez. II 18[A]-34 = ripetizione tema (id.) armonizzato diversamente
Sez. III 68[E]-75 = ripresa tema seconda parte (4+5)
Sez. IV 76[F]-90 = coda

Terzo movimento, Finale

Sez. I 1[3]-24 = tema principale (7+9+7[2+5])


Sez. II ||:25[B]-44 = trema secondario (4+4/4+4/4)
Sez. III 45-66 = tema principale – ripresa
Sez. IV 67-74 = tema secondario (4+4)
Sez. V 75-78 = chiusa