Sei sulla pagina 1di 1
Ques! posta aperta Rispondi ai seguenti quesiti, oralmente o per iscritto. 1 Fornisci la definizione di sistema inerziale, scrivi e commenta le equazioni delle trasfor- | mazioni di Galileo. 2 Esponi il principio di relativita galileiano. 3 Enuncia il principio di relativita einsteinia- no. Questo si contrappone al principio gali- leiano? 4 Commenta criticamente i postulati che Einstein pone alla base della relativita istretta. 5 Per quale motivo i postulati einsteiniani ren- dono necessario Vabbandono delle trasfor- mazioni “classiche” galileiane? 6 Scrivi le trasformazioni di Lorentz, esponen- do sotto quali ipotesi esse si riducono alle trasformazioni galileiane, 7 Dimostra come la dilatazione relativistica degli intervalli di tempo pud essere dedotta dalle trasformazioni di Lorentz. 8 Dimostra come la contrazione relativistica delle lunghezze pud essere dedotta dallle tra- sformazioni di Lorentz. 9 Confronta il concetto di simultaneita tra event in fisica classica e in relativita. 10 Esponi la legge di composizione relativisti. ca delle velocita (Jimitati alla composizione lungo Tasse x, specificando quali ipotesi si assumono relativamente ai sistemi di riferi- mento che si considerano). 11 In che cosa consiste Veffetto Doppler relativi- stico? Quale equazione esprime la relazione tra frequenza propria e frequenza osservata da un osservatore in moto rettilineo unifor- me? 12. Definisci lenergia cinetica relativistica, con- frontandola con la definizione di energia cinetica “classica”: per quale motivo di natu- ra dinamica la velocita di una particella in relativita non pud assumere valori arbitra- riamente grandi? ‘B Illustra il concetto di energia a riposo, detta anche intrinseca. Esiste una grandezza “cor- rispondente” allenergia intrinseca in fisica classica? 14 Esponi i motivi per i quali in relativita si introduce la conservazione della massa- energia, mentre in fisica classica si parla separatamente di conservazione della massa e di conservazione dell’energia. | 15 Fomisci un esempio di situazione fisica in cui una certa massa si trasforma in energia, 16 Scrivi la relazione quantita di moto-energia e applicala a una particella in quiete: che relazione si ottiene? E se la particella & un fotone, con massa a riposo nulla? Problemi 1 Particella che decade Una particella prodot- ‘a in un acceleratore si muove con velocita =0,750¢; sapendo che la sua vita media, misurata in quiete, 2 2,30 x 10 s, calcola i metri percorsi, in media, nel sistema del Iaboratorio prima di decadere. 2Astronavi verso la Terra Le astronavi Enterprise ¢ Constellation si dirigono verso la Terra lungo F'asse x, con velocita aventi ver opposti: in modulo, la velocita dell Enterpri- se rispetto alla Terra & 0,40c, quella della Constellation rispetto alla Terra & 0,70c. Calcola la velocita relativa di un’astronave rispetto allaltra, utilizzando la legge di com- posizione delle velocita galileiana e quella relativistica. 3 V’acceleratore di Stanford Nell’acceleratore lineare di Stanford (SLAC), lungo 3,0 km, gli elettroni sono accelerati fino a raggiun- gere un'energia cinetica finale di 47 GeV. Calcola la velocita degli elettroni utilizzando Yespressione classica € quella relativistica per l'energia cinetica. Determina quindi la lunghezza dell'acceleratore, misurata da un osservatore nel sistema di riferimento degli elettroni. Mie eee ss Veduta dellacceleratore di Stanford, twejqosd 2 sasonb ‘3501