Sei sulla pagina 1di 75

PROPRIETA FLUIDI

'

DEI

Approccio MECCANICA
=

DEL CONTINUO


PARTICELLA FLUIDA -
volume di fluido contenente un numero sufficientemente elevato di molecole


PROPRIETÀ MEDIE


REPRESENTAMVE ELEMENTARI VOLUME (REV )

DENSITÀ #so SPECIFICO

Densità
e- III III )
g
( %)
massa
.

Peso
specifico tiff =


=

Pg
P .

lÈ÷
:P
÷ i
|
=p ( TEMP Press ) .
i

\
,

i-tl.CI
o
IN generale : te
g.
↳ occhio alle eccezioni ! µ, a

Ho e)
°

se ste 0 →
pe cost
-
T

Valori tipici ( A TEMPIPRESS .


AMBIENTE ) :

laoo Htm '


Mms
può 8µg 9800
-
.

farà 12 µm '
far =
12 µm '

COMPRIMIBILI TA
'
( P)
f. =p

I V fluido pressione ( iniziale )


°
Volume di a
P

Applico Pig Viado


°



-¥=° E
E: Modulo Elastico volumetrico IEJ '
Pat ¥ ET comprimibilità ↳

/ t t
già 0 .

( 109Pa )

a
L' 10 pa
Enzo
-

105

Per
Esempio : AP - 1bar i

V -
cost dm O
P
- -
massa
-

dm -

dpivtpdv = o →

¥ ¥ =
-

É

[
-4
0,01 %
PER I LIQUIDI : =

E
= 10 = → TRASCURABILE →
fuori casa

109
=
'
Pa
LIQUIDI
Elianto •

puoi cost

:

( Pfm
Èrano
cost
GAS
gas MP nel
-
• : - ÷ 1,4

Kate #

'
ARIA 1bar 105 Pa E ndo Pa
Esempio

=
: a

DP Dt
DP = con E 0.01
E P
P

P 103 Pa cost
paas
• e =

INCOMPRIMIBILI (E)

LIQUIDI RISPETTO Al GAS
PESANTI (8)

velocità del
'
CELERITA ONDE DI PRESSIONE e
suono

µ MA
Chao
=
1400
( =
MOLTO ELEVATE
P cara = 330 m/s

" "

elevata •
variazione si istantaneamente in tutto il fluido ( come E I
pressione
• •
propaga
c se

UFL
NUMERO DI MACH : Ma =

Se Ne « 1 vale l' approssimazione di celerità infinita

rilevante
TENSIONE SUPERFICIALE incurvature
importanti
°
con

Interfaccia tra tensione


un
liquido e un altro fluido si comporta come una membrana in

a
"

{ [ ¥}
F F
• di TENSIONE superficiale o =

-7

Io.hr#iQ072N/m

A contatto con
parete solida :

µ / '
.
.it .
.
.
'

Pe
.

Equilibrata da pi
-

api
'

è
-

è .

Gas

LI
pe ape o
({ {) +
( LAPLACE )
@ RISULTANTE ¥0

ap
-

DZ e

y
- -

RILEVANTE ( Az > 1 mm ) se
Da 1 am

VISCOSITÀ DINAMICA

AU T
A
)
°

ANNAMARIA Applico fara T su


piastra
=
piastra velocità
dy ;
in movimento

con su

- nutrire un
profilo velocità

marce


Newton F- A viscosità ( dinamica ) (µ ) =
Pa 's
:
µ dy µ :

M Il
viscosità cinematica va [ • ) =

s
i

p
VALORI TIPICI :

-3 "

luna; lo Per
www..to mala

suis
's
to
Maria Pais
-

-
10
varia
-
.

{
Mia '

µ -

µ ITEMP) ti
µ Gas .

¥y %!
a

TEMA a sforzo TANGENZIALE E -

at =
µ [ Ntt ]
a.
2

D 21 > Tz
"
ingenerate : o -

µ !! oppure
Z>
µ
dm
b.
1

• direzione normale

'
'

GRADIENTE DI VELOCITA e di VELOCITA di DEFORMAZIONE DEL FLUIDO

: "

4 3 4 '

• . . . .
3
da

°

× si II. ii.
dy
; i i
:
i '

FLUIDI : SFORZI e d
VELOCITA
'

di deformazione (diversamente dai solidi )

LEGGE DI NEWTON :
T.im?Yn-- µ )

REOLOGIA •
TIPI DI FLUIDI

1 NEWTONIANO
3
E

%
a


^

-
""

2 ALLA BINGNAM
4
in
^ 3 PSEUDO PLASTICI •
NON Newtoniani

To MAPP 4 DILATANTI


• I
PIANO REOLOGICO

SFORZI NEI SISTEMI continui

{{IÌ }

F
rt: versare vi.

normale
.
*
An a
✓df →


µ Ìn da
si → df
( Iii Pa )
- Sforzo ( unitario )
01 1 × :

n
K

a

µ
normale alla superficie
| pp pp pp pp pp
da

golf: fetida
miserie
f. .
In dnln.az )
-

In che modo È dipende da rt ?



z a
Io
)

(
Di massa
gravità Coriolis

y ¢n
DX
,


FORZE
n
DI SUPERFICIE

§
dz
!i

F +

F =
MA

Ènp ~

dzedy ( area ) INFINITESIME DI ORDINE 2


massa
sup .

di
• se 0 0
dy
I →
Ìone ~

dzedeydz ( volume ) INFINITESIME DI ORDINE 3

{
Fseep TRASCURABILI

'
0


↳A →
massa
~

dtldydz ( volume ) INFINITESIME DI ORDINE 3

y lo
Z
da =

superficie faccia normale in

dare - -
da corrine

day
- -

da corrige
daz = -
dacoortz

SOMMATORIA FORZE DI SUPERFICIE :

tonda
→ →

lordare - -

tonda tornò

. {
ftp.o tonda otidacooùn dydfcosnj.dz#coonz=o
- -

È4 day = -

dydacorùy
Ìy carving

Ìzcoanz

→ → dm =
dm corvini + •
TEOREMA DI CAUCHY
olzdaz = -

dz da cosi riz

Definiamo lo STATO
fluido TENSORE DEGLI
°
TENSIONALE in un sforzi

-
-

due dure dzse


i direzione del versare normale
E- ( Ion À À)
:
-
.
dnydyy dzy
ij j :
componente
due dyz dzz
-
-

NOTAZIONE COMPATTA : dm = È ìn

Il teorema di è EQUILIBRIO
Cauchy un ALLA TRASLAZIONE

se scrivo EQUILIBRIO ALLA ROTAZIONE trovo i

long dyse rz
' =

Anz
°
dzse SFORZI TANGENZIALI
Zy
=
=
.
.

Me Zz Zy
olyz =
dzcy =
2h


E =
Zz My Zie e 6 COMPONENT

dove =
so

24 In Oz
se

-
-

loyy =

Oy
D SFORZI NORMALI
OSSERVAZIONE : on -1 INVARIANTE ( indipendentemente da orientamento assi )
srytoz
Azz =

Oz
sont sryt Oz
PRESSIONE :
P =

3
STATICA DEI FLUIDI

(
FISSO * EQUILIBRIO assoluto
Fluido
fermo rispetto sistema

di
a un
riferimento mobile a EQUILIBRIO Relativo

DI
°

Velocità nulla : TI =
o a
2 ×
=
o •
SFORZI TANGENZIALI NULLI
dn


solo SFORZI NORMALI È '
tnn =

-
-
:

• dm corvini

fuggi! )
corvini

I dm
à:

à - .

enormi ^

-
Incassi -

- -

non
.

O cornu 0

Fi
n

Ìn Est

CAUCHY :
con o Oy O
n . coony
0 O
Oz .
cozriz -

- .

-
-


Frannie

dm =

oycosriy 2

Oz corviz
-

1 2
ALLA PRESSIONE (
superficie )
=
Sforzo ( in modulo ) SEMPRE PARI la
giacitura
°
One on oz =p qualunque della
=

og
-
sia

- -

P o 0

IN STATICA :
§ = 0 P 0 STATO TENSIONALE Isotropo

0 0
-
p -

EQUAZIONE INDEFINITA DELLA STATICA

INDEFINITA valida infinitesimo DIFFERENZIALE ( locale )


per volume
:

BILANCIO DI

2-
FORZE :
Ènassa '

Ésup ' MAI


,

FASTI ( Fsf)

1 FORZE DI MASSA SPECIFICA : È =


tassa Ènlpdndydz )
in dv
che sto considerando

massa
fluida
( ptffndn ) è
• area

ÈIP : i . . . . .

-
se
2 In ]
pdydzì -

( p-ihfd.ie/dydzI=-ffedndydzI
dy I
zsedredydzj
-

[y)
=
du
. .
.
-

-
y
I

[z ]
=

zzdredydz K
-
.
. .

→ - di

Fsup
0
Finanza + =

pftdndydz.LI?-itfPyJ- ¥ dndydz
= o

pfm
'

SUPERFICI ISOBARE ( p cost )


- e
perpendicolari a FI

EQUAZIONE GLOBALE DELLA STATICA

"

PÈI Tp
est

sul volume di vele :
=

A-
dv ↳ ÈIDV ppdv TH DI Gauss :
{ ppdv { Priola
= -

Ìn
papà .iq/apnda;o . .
E .ie:O

IT È II -
RISULTANTE DELLE FORZE di massa AGENTI SU V

È = RISULTANTE DELLE FORZE CHE AGISCONO SULLA SUPERFICIE


DI CONTORNO (A)
LEGGE DI STEVINO

IPOTESI :
1) FLUIDO IN condizioni STATICHE
a

PTÌ '
pp

2) Forze massa = GRAVITÀ •


È = -

pfgz )

3) FLUIDO INCOMPRIMIBILE a cost 8 -


cost
pe
-

osservazione
ipotesi a
-
-

su

F-
pigra
F-
Ugna
=

ofz
' =

pigmei .
mgz manna

Ffa -

pv = -

plgz ) = -

grz
.
- .
-

E 0
am
→ →

È=
Pz -
.

II = 0 = k a -

gk
p
g
Zz
i
-

-
ZZ -
. -

11
PÈI -
-

pp . -

pgpz Tp
>

pg
- t

Pz +
ftp.0
¥
>
.
pztp =
0

✓ ( f)z +
=
0 z a

§ =
le •
CARICO Piero METRICO

>
zie = cost ( in x.
g. z )


LEGAME TRA PRESSIONE E QUOTA Z

SUPERFICI ISOBARE ( cost ) •


2- = cost ( PIANI ORIZZONTALI )
pe
PRESSIONI assolute RELATIVE :

105Pa
prete pass -

patna patine
1 atm = 1bar -

se ho aria a

papa

prete o

pass E Io, -10 )

PR
"
E / ) e
preso
pafm.to posso
avere
-

i l ' l l l lN III I lati 1 Il 1 I It' f


CARICO piezometrica

Ass Path REL

Pag
fu REL REL
× .
Relativo : le -
Zat

h =

Za

PCIR 0
* A
^ µ In 14
a Ass
Patna
REL
ho

ASSOLUTO : È? za + ¥ =
za
+

g.

Za

Pete
10,33
420 → = un
✓ v v es :

2- = O XHZO

PIANO DEI CARICHI IDROSTATICI •


ASSOLUTO
• LUOGO DEI PUNTI CON PRESSIONE (ASSIRE L ) PARI A ZERO
• RELATIVO

ANDAMENTO PRESSIONE a
IDROSTATICO

"'
fili il 1 Il 1 I l l l l l l l l 1
[ =L
il
z + s
patch -

z )

PCIR
l ' l 1 1 il 14

2- = O
CALCOLO PRESSIONI
^ a

1) paetllr -

z ) h -
z -
a AFFONDAMENTO
h
a

( distanza tra il
punto e il D. c. 1 .
) Agi
2- a
v
✓ Z

2) zai
Pf =
z
, -11¥
a

Za )
B
Pa =p, -18 ( ZB
• -

E
A


Taz
Ap =
v 2-

la delle diminuisce di t
pendenza pressioni con l'annata

A-

cost
PRECISAZIONE pas petti -2g za )
- o no
GAS
pa a
paas
a- -
pa =p,
: -

. -

calcolo SPINTE SU SUPERFICI PIANE

LS .

PCIR
O •
a

d )
'
sponda • ' '
d l l l l l
l '
l l ' l ' l l l ' io
Q a

"
" pena a

"
'
i. a :c
di
g

* se
A se

C- CENTRO DI SPINTA

DI pìtda = -
rantola

= teniamola

5. =
folti binari
favola ↳ da -
Momento statico
My
detto
My -

Inda =
sega

Jintsindmy - Titina
sega sindnaìag
F- àtaooa taci per
• 5. =

ntpooa

ftp.dA-fsetadaa-xsind
MOMENTO SPINTA RISPETTO A LINEA DI SPONDA :
Snc =
frlds =

=
( Trisha da =

tsiudfasrda fatrda =

Iy MOMENTO DI
D' AREA
inerzia

DI
o

ORDINE 2
momento

Sue =

Trinity S -

tsindsraa
srsindnaaseèssindty

Is
Rc e

Kara
le
Eye cost CARICO piezometrica costante
e
LEGGE DI STEVINO : =
Zt

& A

Paaècoot > o
paas-icootc.co
GAS

GAS GAS
Y '
l l l ' 1 i
PGAS l l
; O I ' i O
Paas
= X
i
pc
X a v

al 11 I 1111 Il 1 Il

|
b.
h P> °
Lia T ha ×
✓ a ✓
,
2- =
O ← o

SPINTE SU SUPERFICI PIANE ( STATICA )

asse LINEA DI SPONDA


y
=

PCI
| Il . il 1111 li ' l ' l l ' l ' l l l l '
57 parato
S
G
Ig Iy
• NE =

C
My
"

GA
¥ y
Ing
-

Ins
Era poi =

o
My Kaa
se


F- a
Ny
-
.

panda -

not Msifwyda -
got


Ià fasida
Ass , centra, µ g. momento principale , inerzia
gg
[ ( dipende solo dalla
gonna della
superficie )
za
Iy
.

Efesia
b.

Ct

Iy MIA +
Ig IYG TG
-4
KC ' = i
kg + b
Nè kg
Ncaa XGA rara sega

Ivy
G


My
Iny
-
-

fang da

<
X
Mgry 0
'

PER SUPERFICI SIMMETRICHE FISSO ASSE SU ASSE SIMMETRIA '


bè 0

• C GIACE SU ASSE SIMM .

ORDINE DEI PUNTI :


"
°

( .

G
^ ) LINEA DI SPONDA (o ) 0
Il 1 Il III. l ' l l l '
2) BARICENTRO (G)
3) CENTRO DI SPINTA (c)
a
se

ESEMPIO : I
] X SEZIONE RETTANGOLARE

4 a

Ct bsl
& • • se
Igor 12

b
< a
MISURATORI DI PRESSIONE
TIPI DI STRUMENTI
• Piezometri
• Manometri a fluido
Manometro semplice
Manometro differenziale
• Manometri analogici
• Manometro Bourdon
• Manometro a membrana
• Trasduttori di pressione
Piezometri

[ecoursesonline.iasri.res.in] [studfiles.net]

• Permettono di visualizzare l’altezza del piano dei carichi (relativi)


• Pratici solo se il carico piezometrico non è troppo elevato
• Non necessitano di calibrazione
Manometro semplice
Ii , Pettorali" paese
In > 8
pm Rèo

[
Apoftegmi
𝛾𝑚 tm
• > 1 m ℎ= 𝐻
'
Zpiza '

ÌÉ
.
. 𝛾

• che
g
a. VAI ⇐o
pàpa , arcion

I
[commons.wikimedia.org]
rm h -
.

• Utile se il carico piezometrico è elevato


• Possibile contaminazione dovuta al contatto tra i fluidi
• Non necessitano di calibrazione
Manometro differenziale
"

i:* : ֈa ::

ménage ÷:
∆ℎ =
𝛾𝑚 − 𝛾
𝛾

.io#EiG
[ecoursesonline.iasri.res.in]

%: :
∆ℎ =
𝛾 − 𝛾𝑚
𝛾

• Misura solo la differenza tra i carichi piezometrici in A e B


• Adatti rispettivamente per Δh grandi (sx) e piccoli (dx)

• Non necessitano di calibrazione


Manometro Bourdon

[commons.wikimedia.org] [www.researchgate.net/publication/318378486]

(talvolta indicato come manometro metallico)


Manometro a membrana

[Fonte: wika.it] [pcfarina.eng.unipr.it]

VANTAGGIO: assenza di contatto fluido/sensore (es: per fluidi incrostanti)


Trasduttore di pressione

[oppo.it]

• Convertono il segnale di pressione in un segnale elettronico


• Possono essere connessi a datalogger, sistemi di controllo…
SPINTE SU SUPERFICI CURVE

DI polari
-
TI NON E
'

costante

:÷÷÷::c: :::[ ÷:
" "

si .
÷.


DEVO SCEGLIERE UN VOLUME DI CONTROLLO

→ →

G. +
Fè o POSSO SCEGLIERE ALTRI VOLUMI

E-tifate -
.
o fatto -1nF -1 o

→ →


città - -
TÌ je TI -

tt
se -

To
In
È tratti
Bo ti
→ Do

8 57J .it 8 te
E
• -1

si →
ti

t
To •

→ →
È
G a Ct
p

To
→ - È II. E:-

✓ tt a

→ → →
Cr to

Gatto + In -
O

È

I SITI . - È ti -

✓ a

APPLICAZIONE : SPESSORE DI UNA CONDOTTA

Ipotesi : PRESSIONI ELEVATE a


L » D

Pmeàpàth
e ti
=
= Taz 8D
Pnax può ap
- =
-

i
-

14 i

< >

°
h »D
apnea »
ap

trascuro
Ap
a
p
- cost ( come PER i CAS )
'

• EFFETTO GRAVITA TRASCURABILE


si D si

> < > e


Ti se

ti
gtxttotttieo 57 to -

Il
- r s

② µ
E- TI -
-

PDL
A

→ →

To T 1
LI A

} { PDL

S' 2T
-
5- • te

② Nel materiale : TENSIONE MAX AMMISSIBILE (a) (%)


• te olsl )

PD

{ PDL = oste a se
zo
MARIOTTE

ti

P
"

spessore se
D i
APPLICAZIONE : SPINTA DI ARCHIMEDE ( GALLEGGIAMENTO )

I l ' l l l l l l l ' '


Il 1 Il
XFL fluido ( fittizio ) V

Applico globale volume di


equivalente

su
F eq
a
s =
<
N GALL →

E FI stai t.ru l )
"

te -
'
-
o E-
+ ,
e
→ te → →

G
I sani
-


→ a
te e

/ µ i
;

EQUILIBRIO RELATIVO

Fluido ( con accelerazione Ì )


fumo rispetto 5. R
'
a un .
mobile

(p ) Èi È TÌ ÌÉ à U
Fluido incomprimibile cost
soggetto fare
° +
di
- - = -

a massa :
.

EQUAZIONE INDEFINITA statica :


È = PP È = -

pgpz ppu
-

pro TP X divido X
pg pg
-
-
z
-

per
- -

pza
IGTU ftp.0 +

( { f)
2- + + = O a za
foga ¥ -
. cast

Esempio CENTRIFUGA
separazione liquidi liquido solido
e
di due
-
:
o

w
du
et accelerazione è uh U °
ntrda
centripeta due
= -
= = -

dr

^
=
ne
• U -
fdu f- utrdz
-

2

A
-

na
tzwr
_

• ve -
+ cost
2
V ✓
2- o_O •

AI

=
.

• a
z '

{ ¥ '
- - cost Ue -

tzwti + cost

hizgtt [
- s
what P
R z
a - cost NEL PUNTO A z 0 0,2=0 a cost -
O D
Z = O
p
- - - -

:
.
,

y
zag
✓22
SUPERFICIE LIBERA ( O ) e
Z • È PARABOLOIDE
p
- =

2g
ùrz
2- R 2- =
A
-2g
,

F-

Ègrà È
>

fine -
.

Ì -
è =

òf
- ùr

9 La centrifuga della
gravità

l'
effetto

Fu
IÈI " "
amplifica per
.

aftw ri -

g 1 +
accelerare i
tempi
1
CINEMATICA DEI FLUIDI

2 la descrizione metro LAGRANCEANO


approcci del
'

per
• EULERIANO

{ Ff
salvo
yoizoit )
=


LAGRANCIANO : scelta una
particella ne descrivo matematicamente la traiettoria :
'
ylro.yo.zo.tl
=
Zlzeoryo Zort ) .

{ { wln.y.z.tt
=
nlze.y.z.tl

EULERIANO : scelto un punto qualsiasi
°
descrivo Td particelle che attraversano
quel punto vln.y.at
=
)
=

ACCELERAZIONE : VARIAZIONE TEMPORALE DELLA VELOCITA


'
DI UNA PARTICELLA IN MOTO

Ita )

Farti Ùft ,
sett) ) e ACCELERAZIONE CONVETTIVA

à:*
Dt
÷ io
:
sink)
Ita) •
a

DERIVATA TOTALE
v

ACCELERAZIONE

(o SOSTANZIALE )
LOCALE

SISTEMA cartesiano : À? II tuffi vtftytw !! =

§; + v 7

CLASSIFICAZIONE MOTO DI UN FLUIDO

tetti yizit ) variazioni


spaziali temporali

moto VARIO :
. e

Jett (sriyiz )

Moto PERMANENTE :


Moto UNIFORME : A RIGORE " T' = cost
IN PRATICA : NO VARIAZIONI LONGITUDINALI Di 7
solo VARIAZIONI TRASVERSALI

1/1/1/1/111/1/1/11 ,

:
D
D

1/1111/11/1/1/11 '
li '


MOTO IRROTAZIONALE : rotti O


Moto PIANO : ZD Fette y t ) .
,


CORRENTE vuoto direzione di scorrimento J J (sit ) di
TRAIETTORIE PARALLELE
prevalente
-
:
con una r

• CORRENTE GRADUALMENTE VARIATA : traiettorie aventi curvature trascurabili

corrente

CORRENTE
.si a-
e i

GRADUALMENTE i

VARIATA
CORRENTE GRADUALMENTE VARIATA

VELOCITA DI DEFORMAZIONE (ROTAZIONE


'

( }{ }
aI au au du
de au 2h am

sono legate al
gradiente di velocità : TE
È I Ì Ì!
JI au au aw
JZ Zz Zz jz
-
1) VELOCITA
'
DI DEFORMAZIONE LINEARE

In du
Es : CASO ZD dire
nè mai In
con 30 ve 0 -0
e ma e
.

2k '

'
C D
°
' l l l
ad
Ju
°
n
dsridt
-

ribdt
'
-

dea, BB an du
DEFORMAZIONE devi dt
dy =
e =
= =
:

du de
-

LAB du du
✓ • o l l t to '
A B B
<

dir
a

velocita
'

DI DEFORMAZIONE : Èzi DÈI §? =


Èn '

§] Èz '

§?

2) VELOCITA
'
DI DEFORMAZIONE ANGOLARE

Es : caso ZD con
§! > 0 ,

¥y >O

'
D

BÀC
"

In C ANGOLO - X DIMINUISCE
.

menata e ar
d
vbdt asedzedt
d.net/dk)--BB'-- 2,
> .

> = =
dt
'
oltre AB dze du du
>
=

J
§]
> • '
B dt

ANALOGAMENTE : DX =

. Molti . ,
A B

§
"

^^
^^
VELOCITA
'
DI DEFORMAZIONE ANGOLARE chef VELOCITÀ DI RIDUZIONE DI UN ANGOLO
+
dv TRA DUE RETTE PERPENDICOLARI
vào và# andn '
si .

.az?=EldK-idk dt
.
si -
-

IIII -135 )
3) VELOCITA '

DI ROTAZIONE

du du au
Es . so = -
< O
di 2g 2n
.

'

d
°

ci
<

<
. .

(
.
D VELOCITA '
DI ROTAZIONE =
12 Velocita '

DI DUE RETTE PERPENDICOLARI

< di

f- ( VEL
<

f)
_ '

:

B Wz =
.
Rot .
AB -1 VEL . Rot . Ac )
7dm

{g)
• .

=L !! I:)
A

wz.fi : I:)
B
.
un
-
-

.
^
^
"

IIII II )
"

¥
: v
, # [ dn
analogamente :
wy -
-
. ii. =

frotta fare
_

{ ( Igf II )
'
• VORTKITA
un -
-

wz

TENSORE DELLE VELOCITA ' DI DEFORMAZIONE (D)


- -

an

an IIII :) Il :-. :)

III. I :) Diritti::3;)
si
a- .

>
y

SIMMETRICA 2W

Zz
-
-

TENSORE DELLE VELOCITA ' DI ROTAZIONE (r )


- _

°
IIII ) El : È )

=/ }
-

o
wz un
⇐ io
El : I :) - -

wz o un arieti: I;) -

ANTI
SIMMETRICA
-

Wy -

Wu 0
O

-
-

DEFORMAZIONE
LEGAME CON GRADIENTE DI VELOCITA '
Ù '
D '
il Ù GENERA VELOCITA '
DI
j
:

ROTAZIONE
CAMPO DI Moto : FAMIGLIE DI CURVE

TRAIETTORIE insieme di
particella moto
-

in
punti percorsi da
:
una .

LINEE DI FLUSSO
fino t linee
tangenti in
ogni punto velocità e SONO DISTINTE IN
di
vettore
-
a
:
al

D

#
MOTO VARIO ,

ALTRIMENTI COINCIDONO

LINEE DI FUMO scelgo un


punto insieme delle
particelle transitate ( in istanti precedenti ) in
quel punto
-
:
:

TUBO insieme
DI FLUSSO data
superficie di linee di
flusso
il
perimetro della

una che
passano superficie
:
per

-
\ PARETI TUBO DI FLUSSO •
linee di
flusso tangenti a T

÷: %: :*:# russo
-


✓ definire
Serve a la PORTATA :

PORTATA VOLUMETRICA attraversa


volume di fluido che

Q : una

superficie nell' unità di tempo


T
• PORTATA MASSICA in :
-

[ a) =
! lui ) -
.

I iii.
pa
LEGAME CON VELOCITA
'

- v di
\
→ → →

I # Un = V -
m

da

È due vndtda

A - dv
un
da - -
Venda
✓ di


da

.ae/da--favndA--fati.nTdA
LAVORIAMO CON SEZIONE TRASVERSALE ( =
NORMALE A DIREZIONE moto )

favola a

una ✓ E D=
favola =
VA U = VELOCITÀ MEDIA : ✓ = =

A
a a
modulo di

l
forma indefinita )
'

EQUAZIONE DI CONTINUITA

'

E il
principio di conservazione della Min Mat AM ( nel volume )
-
massa : -

1 2
z
A

dz 1 [ in direzione ]
-
n
dmwedin.ndt-pdamdtdam.vn da

¢
dmout-lpn-IIIdydz.lt
! !"
!!
' "

pm .am an . II.lndydzdt
-

."
. -

dy
-

du
ga

[n) -

{[ dndydzdt
[
y
) -

II dredydzdt a
dm
,
-

domani
-

( II LI II ) dtedydzdt
+ +
dsedydz.edu

[z ) -

II dndydzdt ( II II-III )+
-
-

ftp.t-divlpii
= F. Ipi ) dvdt
2 MASSA NEL VOLUME AL TEMPO t
pdv pdsrdydz
-
_
:

MASSA NEL VOLUME AL tempo ttdt : ( pt # dt ) dv


DIFFERENZA
(FIN -
INIZIO )
: dm =

¥ dvdt

^ = 2 . -

ripido -
.

{ fdvdt
>
ftp./pJ ) =
o EQUAZIONE DI CONTINUITA
'

IN FORMA INDEFINITA
at

CASO FLUIDO INCOMPRIMIBILE (p - cost ) :


2¥ -1 È (pt )
- -
O

pitto . f. f- o
In
-1
Jv
+
aw =
0
In az
2g

EQUAZIONE DI CONTINUITÀ IN FORMA GLOBALE

%fd.ve/Y-lptIdV=o.fIfow=fapT.ndA
• = -

fapi.it da ( Gauss )

caso FLUIDO INCOMPRIMIBILE :


§! =
0 s
p fait stola-
= O

L.vn/avndA=os/da=OroEQ,n=EQout
FS :
-

Qi
D di @
3

A2

Q ( SE FLUIDO INCOMPRIMIBILE )
,
-1
Qj a
}

EQUAZIONE DI CONTINUITÀ PER LE CORRENTI

°
Moto ID • a- als , t )

✓ =
visti
-
' _


TUBO DI FLUSSO

Min Martian
-

l l
impari l l l
1
, patagsds
- t.sn
dmmiindt in -

pa
<

>
da
dmin-pQ.lt 2Pa dsdt

due .

dm.ae/pa+fIds)dt as
2Pa dott
• .

dsdt = dsdt
da at

MASSA NEL VOLUME dm


è flads ) EQUAZIONE DI

d. Mi -12pA dtds
i
,

2pA 2Pa
'
• CONTINUITA PER
2T + O

dgtfadt ) ds
=
a

LE correnti
dm
.
( pa -'
at as
( coso generale )

CASO FLUIDO INCOMPRIMIBILE :

2¥ -0 a

[ {[ + = 0

Moto PERMANENTE DA
dato a
• =
O a
Q = v. A =
cost
lungo si
spesso PARETI INDEFORMABILI 21
jf
EQUAZIONE INDEFINITA DELLA DINAMICA

forza specifica ( per unità di massa )

Ìuassa Ènp ' - MÌ °

Ènassa Èim Ènpdndydz


' -
'
Ènanà Èndv
z

Ìdn ) dydz

È dydz Iotti

F
-
. =

super

Ìndydz Òndydz

→ F = -

01i l rapa


2dm
È .

dvedydz
sapere gia

dz •
Ènp;
-

È .in#z.Eip=-lYI-iYi-iII)dv

se

dy ftp.z - -

dndydz
dire
la

y

NÈ =p Àdv .
-

Ore Zz Zy
'" 2dg ada
Ìl
PITT
"

Ì) E En
plein pò Zz Rg
- - + '
- -

oppure
- -

az
du 2cg

Zy In Oz
( variazioni
.

)
-

di
legame tra SFORZI
'

e velocita

#
À? tv I
legame di
tipo NON LINEARE
.

at

valida
per QUALSIASI FLUIDO e Qualsiasi moto

.to/..w. nte
monte

:[ ÷
u u w 3

1
p

§!

àsfseaaaon
(
pt ) 0 1
a +
EQUAZIONI CONTINUITA ' =
:

!!
' "

(
reolologiche )
5 EQUAZIONI costitutive
MANCANO TIPO DI FLUIDO
equazioni
di
o
EQUAZIONE GLOBALE DELLA DINAMICA

{ PÈDV { PÌDV ( -
-
-

p .

ÌDV '

{ PÈIDV - I ( come in statica )

CAUCHY

"

{ p -

IdV : -

fetida
A
Entità


A

! -

"" = -

È:# =
-


. -

fiatone fpfjdk-fpffdv-f.pe -

tour

=
'
-

t.it/aptinda.-fffIdv--ti-

I

1
Ì

M I

cìt È -1ft -
'
Ì -
o •
EQUAZIONE GLOBALE DINAMICA

È =/ ,
p Èndv

RISULTANTE FORZE DI massa ( spesso chiamata forza peso )

È =

fa Ìn da d
RISULTANTE DELLE FORZE SU SUPERFICIE DI CONTORNO


NORMALI ( it ) e TANGENZIALI (2)

MI fa pitvnda a FLUSSO DI QUANTITA


'

Di Moto

✓~ da =
da PORTATA VOLUMETRICA ATTRAVERSO da [ volume Amato )

pvnda -

pdoùdin PORTATA IN MASSA ATTRAVERSO da [ massacrato )


dinit QUANTITÀ
pttvnda = FLUSSO DI MOTO ATTRAVERSO d.A

caso ID ( correnti ) : TI và j VMEV I


a-
mio faptindanfapvada
D
_
.
.

-

U ( velocità media )
Art B- COEFFICIENTE
' '
M
Ppv DI
=

RAGGUAGLIO DEL

FLUSSO DI QDM

4- MOTO LAMINARE
3

§
1 Moto TURBOLENTO

È = -

fu dv •
INERZIA locale

MASSA
pdv CONTENUTA IN dv

ÓÙDV QDM CONTENUTA IN dv

§É dv VELOCITÀ VARIAZIONE QDM CONTENUTA IN dv

• Ì opposta alla variazione :

¥-20 DI > 0 ( IN DIREZIONE DI Ù) e viceversa

caso MOTO PERMANENTE :


TIE 0
DINAMICA DEI FLUIDI PERFETTI

SFORZI TANGENZIALI • 2=0 •


No ATTRITI

NO

-
-

0 0
p

Io -
-
O
p
0 ilpi pjpti )
O 0
-
p -

=
[ °

= '

I e

Equazioni costitutive DI UN FLUIDO PERFETTO

Fringe ozep

EQUAZIONE INDEFINITA DINAMICA :

→ → →

ah ady +21oz
PIÉI -
Ì) .

In
+

2g az

piriti .fi festa ! ii +


PIÈ -

F) =

p

EQUAZIONE DI EULERO

|
INCOGNITE : il ✓ W

5 INCOGNITE
p

P
.pro .ee# determinato

± .ua» . . ⇐←
µ, _

=p , sonar,

CONTINUITA
'

:
{{ t
pt = 0 1 b 5 EQUAZIONI

) 1
f- plp
DI STATO cost
p
: -

oppure

DV ( variazione è
COORDINATE INTRINSECHE
Age in modulo )
Dt

'

# v "milioni accelerazione
b. A
panetto Ani di
centripeta

.li#

+ R in direzione )

/
-

Ma
Abe
/
-

-
,
0
-
-
s :
TANGENTE
×
-
-

IR
-

/ i
- i NORMALE ( verso centro di curvatura )
' n :
/
, , ,
in
, ,

CERCHIO
b : BI NORMALE
OSCULATORE
TEOREMA DI BERNOULLI

Hyp :
°
FLUIDO PERFETTO a
PIÈ -
F) Pp =

.FI =
GRAVITA
'
• Ìn = -

lgz )

FLUIDO cost
INCOMPRIMIBILE
p
° a -


MOTO PERMANENTE
§! - O

plein -
F) =

p Fi gz -

pag z
-

pt -

Tp paga

-1
E =
e
z
-

p
g a

oz.io/f)=- AI
g

Ì
lzx f) a.

I zx
¥ =L
l'È : It' %)

fgwnaos I :-. { ; È
v -

re
-
- = -
. -

% . -

III. +
E :L

% .ie :-. II. -

TERMINE CINETICO

Idea ;) II . -

.
.
¥ f: . -

÷ .

H : CARICO TOTALE
IN
• = O di
H =
cost CARICO TOTALE COSTANTE LUNGO S
as

ht cost
2g

2- i

¥ ttzg = cost BERNOULLI

| 1

I 1 a 1 1 /1 In / I 1 LINEA CARICO TOTALE

2 2

¥ Va

2g 2g

ii. E
l l
l l l l ' l l
l l 1 LINEA piezometrica

8 Pa
1 si

Traiettoria
22
già
2- 1

Zz

✓ v ZIO
CARICO TOTALE 4=2
-1¥ -1¥
2g

ENERGIA specifica (
per
unità di
peso )

F-
Pot , GRAV
=
Mg Z = z
E vngz
=

PESO
Pot Gran
, mg
1mV 2
? Ecin
{

E. =
MV =
2
=
°
Ha ENERGIA MECCANICA TOTALE
peso
un
mg 2g
Epot , Press P
[ Peso
= -

Pot, Press y

¥
BERNOULLI :
He zt
§ t

2g
- cost d ENERGIA TOTALE SI CONSERVA LUNGO LA TRAIETTORIA

↳ sto fifo cost


moltiplica per X
a
CASO GAS : 2- +
-

ftp.tzpv?--costp-i1zpv2-
2-

cost to
BERNOULLI PER I GAS

COSA SUCCEDE SULLA SEZIONE TRASVERSALE AL moto ? (PIANO M -


b )

÷:
1:
PER CORRENTI GRADUALMENTE VARIATE (¥ ' 0 )

{
7h e 0
am
to
he cost SU SEZIONE TRASVERSALE a DISTRIBUZIONE IDROSTATICA DELLA PRESSIONE :
spiana =

pga
gg = ,
26

TEOREMA DI BERNOULLI ESTESO A UNA CORRENTE

÷.÷.
?
D "
D
D
Ha zx
§ ' =
COSTANTE LUNGO S

• 2g
D
°
v CAMBIA PER OGNI TRAIETTORIA a H DIVERSI PER OGNI TRAIETTORIA
>

www.t .

Cerco H EQUIVALENTE PER TUTTA LA CORRENTE ( LEGATO ALLA VELOCITA MEDIA ✓ =

§ )

DEF POTENZA DI UNA CORRENTE e pe JQH ENERGIA TRASPORTATA DAL FLUIDO NELL' UNITÀ DI TEMPO ATTRAVERSO UNA SEZIONE

ENERGIA PESO ENERGIA ENERGIA VOLUME ENERGIA


Ha a TH = ,
a JQH = -
= [W]
Peso volume PESO VOLUME TEMPO TEMPO

dpetdah-costlmgosp-fdp.cat ( lungo a)

µ_
A F-
ftp.t/Hda--rfalhtjIdaaraIIInInte VARIATA

% " !
! ""
% " ! " •
" " "" " "

da

rfa ; da da - vola

✓ rffoida-ar%fa.la aria 2
-
.

=L tu a
2g
2
"
pedalata ) -
- cost (
lungo s )
2g

TEOREMA DI BERNOULLI PER UNA CORRENTE e


H =L -1L
[ = cost (
lungo a)

fida RAGGUAGLIO
X = a COEFFICIENTE DI DELLA POTENZA CINETICA
✓ 3A
=
2 MOTO LAMINARE


DIPENDE DALLA FORMA DEL PROFILO DI VELOCITA
'

: L
21 Moto TURBOLENTO
PROCESSI DI EFFLUSSO

g.at#)
SU ( SERBATOIO
Stramazzo
)
\
°
LUCE : APERTURA PARETE condotta ) ATTRAVERSO CUI PASSA UN FLUIDO
.
, . .

• A BATTENTE : PERIMETRO LUCE TOTALMENTE A CONTATTO CON IL FLUIDO


a strana, per, , µ, # a. amen, a ama, con . , , ,

°
LUCE IN PARETE SOTTILE

PCI
114 n n
111 '

A b- ZB - at S -
BATTENTE di

-
-
✓ a
a-
= 8=0,5 1- al
8
.

'
'
ti i SEZIONE CONTRATTA
✓ i. ✓
B


2- = O

In A :
va
= 0

In B : TRAIETTORIE RETTILINEE • le >


cost su sezione contratta

p
-
. cost su sezione contratta a
Pio ( atmosferica )

paio

BERNOULLI d.
HA =
HB

za-ipj-tfg-zb.tl}
'

"Ìg zat ¥ =L

Vpj 2g ( le ZB ) le BATTENTE
• -
-

ZB -

Zqldts ? È 2g Vtorr TORRICELLI


=

Velocita
'


=
DI

tfeff (v VTORR
'
VELOCITA REALE ' .


COEFFICIENTE DI RIDUZIONE DELLA VELOCITA
'
=
0,97/0,98 i 1

Acontratta
PORTATA Q
Vteff Acontpatia COEFFICIENTE CONTRAZIONE cè rocce 0.61 se al « A
'
:
DI
'
:

A LUCE

Q
2g ( Cc Alice (✓ (c ( 0,6
=
-
'
COEFFICIENTE D' EFFLUSSO :
✓ •

@ = (a Alice 27

EFFLUSSO LATERALE CON VENA SOMMERSA

|
§ [ Pj VÈG fece
^

A Haiti, a
zat
+ =
+
+ za

Ig
"
^
a =L +

ha
^ B
di . ha
43 2g (by ha ) 2g
'

' -
E
✓ v

( GAS : Aci -

GP •
và 2g ? )
EFFLUSSO LATERALE ( IN ARIA )

GRAVITA GETTO
'

SI INCURVA

µ
^


PRESSIONE = cost SU SEZIONE COSTANTE
I 1
\

,
p ( come sue bordo )
a

IN B: 0
A. pò

→ O

BERNOULLI : Hai HB
d. « e

p zat ¥ -1

¥ = +
È tutt za § = E

¥
'

45 '
Zglhizts
a

IN TEORIA VARIA
ZB

IN PRATICA : VARIAZIONI PICCOLE 8


Azz n al « le e TRASCURO Az
,

FACENDO RIFERIMENTO AL BARICENTRO


VB
=
2g Q
VEFF Acontr =
Cv 2g CC A luce
'

:
'
-

a
catture 29
• -

• COEFFICIENTE DEFLUSSO =
0.6

Luce a stramazzo A ca A 2g E A Alle )


- e
:
con

' '
\ Il 111
^ l ' ' n
h ho

1/11/11
✓ ' r

TUBO DI Pitt • MISURATORE DI VELOCITA


'

Voo
D -
-
D F- 43=0
A RISTAGNO )
• .


\ BERNOULLI :
Ha =
HB
-
D
F- 2 2

Kathy
VB
=
lupi VA =
Va
2g

Vos
zgllip hai
• -
-

Iaas pop ! .
-
cost .
và a
"
;
"
( ahi § )
41111 le
,

IIIH
amm mm

B no
22 o

VELOCITA
'
MISURATA IN QUALUNQE MODO

PRESA
PRESA DINAMICA
( IN QUESTO caso MANOMETRO DIFFERENZIALE )
STATICA
DA
7-

{

=
TUBO DI PITOT
@

MA

A
Misure di velocità
• Tubi di Pitot
• Mulinelli
• Anemometri a ventola
• Anemometri a coppette
• Anomemetri a filo caldo
• Velocimetro Doppler Acustico (ADV)
• Velocimetro Laser Doppler (LDV)
Tubi di Pitot

• Sistema semplice, non necessita di calibrazione


• Può essere interfacciato con diversi strumenti per misurare Δp
Mulinelli

• Usati per correnti liquide (es: corsi d’acqua)


• Principio: misura (anche elettronicamente ) della velocità di rotazione della girante
• Necessità di calibrazione (velocità rotazione ↔ velocità corrente)
Anemometro a ventola

arma

• Usati per gas


• Principio: misura (anche elettronicamente ) della velocità di rotazione della girante
• Necessità di calibrazione (velocità rotazione ↔ velocità corrente)
Anemometro a coppette

• Usati in campo meteorologico (velocità e direzione del vento)


• 3 coppette → indipendente dalla direzione del vento
• Necessità di calibrazione
Anemometro a filo caldo

• Usati per gas


• Principio: misura calore asportato dal fluido in moto
• Necessità di calibrazione
Acoustic Doppler Velocimeter (ADV)

• Emissione di ultrasuoni, riflessi da impurità nel fluido


• Principio: effetto doppler (misura frequenza dell’onda sonora)
• Necessità di calibrazione
Laser Doppler Velocimeter (LDV)

• Intersezione di due laser (identici) → frangia di interferenza (fronti luce/ombra)


• Principio: misura tempo attraversamento fronti (particelle, impurità)
• Necessità di calibrazione
VENTURI METRO
°
MISURATORE DI PORTATA

LCT
Il l 11

'
H ,
n

" KP
In
'
l l l l l l a
il 1 1 l' 1 I 1 I 1 i
28
. ,
vi , avi
+ e
l

' l l
2g 2g

;D
^

-7 .

µ
È E
µ
IDEE È v
di →
a

BERNOULLI :
lu
'
L
"Ìg that d
Ig MOTO TURBOLENTO • L' 1

vi. vi
2g
=
hi -

ha 4-
fa ,
va =

Lilia :
-

Ii ) -
-
en -

era

• =

zgf ! ; fi ) Ih -

,
-

hai a a- te sa
Misure di portata
• Venturimetri
• Diaframmi / Boccagli
• Contatori volumetrici
• Misuratori elettromagnetici
• Misuratori a ultrasuoni
Venturimetri

• Sistema semplice, non necessita di calibrazione


• Può essere interfacciato con diversi strumenti per misurare Δp
Diaframmi e boccagli

• Sistema semplice (assenza parti meccaniche/elettroniche)


• Necessità di calibrazione (portata ↔ Δp)
• Induce dissipazione di energia
Contatori volumetrici

• Sistema relativamente semplice ed economico


• Necessità di calibrazione (portata ↔ Δp)
• Precisione limitata
Misuratori elettromagnetici (a induzione)
CAMPO
° ACQUA
MAGNETICO
E

DIFF DI POTENZIALE

• Sfrutta l’interazione tra molecole di fluidi polari (tipicamente: acqua) con campo
magnetico (U) → genesi di una differenza di tensione (U)
• Necessità di calibrazione (portata ↔ tensione)
• Precisione elevata
Misuratori a ultrasuoni

• Misura la differenza tra i tempi di transito di un’onda ultrasonica in un fluido in moto


in direzioni opposte
• Necessità di calibrazione (portata ↔ Δt)
• Precisione elevata
DINAMICA DEI FLUIDI REALI

F) È
Equazione indefinita dinamica
PIÈ
=

della
-

! : :p ! ! ! ! !
Ne Zz Ty Gip Zz Ty

¥
.

ry era E- p
TENSORE IDROSTATICO DEVIATORE DEGLI SFORZI

( LEGATO AL Moto )

f ( Di;) { (§ it ¥;)
PER Di, DEFORMAZIONE
'

UN FLUIDO REALE TENSORE VELOCITA DI


rij
' =
:

( f ( Di ;)
PER UN FLUIDO NEWTONIANO incomprimibile) : LINEARE

÷
. -

ardi, sei, IIII;)


F) È

PIÈ µ EQUAZIONE DI NAVIER STOKES ( fluido incomprimibile )
=

p
- -
-

I. lo .pe ) .

III. IÌ
+ latravano Di 7

EQUAZIONE GLOBALE DINAMICA : CI -1


È -1 TI -1 Ìe O

È =

fa Ìn da se il FLUIDO E
'

PERFETTO : È PÙ '
E -

SAPÙ da = È solo SFORZI NORMALI

SE IL FLUIDO È NEWTONIANO : È = È+ È SFORZI NORMALI + TANGENZIALI

• F-
{µ Ttdv
=p ! I Flow

= -

µ ! I. ùda

• ÷ -

affida le -

a I
'
T E la RISULTANTE DEGLI SFORZI TANGENZIALI

( SULLA SUPERFICIE DI CONTORNO )


FLUIDI NEWTONIANI ( INCOMPRIMIBILI ) :


NAVIER Stokes -
:
PIÈ -
Ì) -

pp ADÌ
-


ÌÈ .int o I. È .it È -

fu :[ da fà -1¥:)
E. tttt FINTÌÌ -
o

M
a

T ( viscosità condizione di aderenza )

÷
e
SULLA PARETE
-
0 >

profilo di velocità :
Fiero
MA

FEO OPPOSTA AL Moto ( Resistenza )
unirvi

-
Fa

DISSIPAZIONI ENERGIA di H DIMINUISCE IN DIREZIONE DEL MOTO

AH J
Il
=
' ' '

li
' ' ' '

If a 11 I LCT

PENDENZA MOTRICE
= =
DI pendenza lct : j.dk
111111 l' It'It'
It' iiiiy poplitea da

CADENTE PIEZOMETRICA

in µ
→ la

(
s >

PERDITE DI CARICO (DISTRIBUITE ) :

AH =
IL

LEGAME TRA TE J ( esempio con D= costi moto


, uniforme )

" dinamica Ìt È -1ft TI TI


Ea
-1 O
globale
=
:

I
.

J
µ
"
direct pffffdv.no
111111111111111111111

Ì . -

«p .
Mi Màppav attenta MIO -

www.xnxx
T •
IN DIREZIONE DEL NOTO :
-
Grind + IT
,
-

Ita
-
T -
O G -
TV
-

te ne
) a

-
-

tv sina.tt , Ita - -
Teo

In =
×
talsindtttn-ta-t.io It pa
NN
.
-
=

] ,
,µ , µ -

è
G
z
a
tale E) + RA-
-

pza
-

to

ZA L
>


-
v • z . .
T' tratta -
2- a) + ( pa Pz ) a -

T -
sralz , -
z
,
+
PIE )
F- JA ( lu -

ha ) a
Fratta Hai -

F- TAJL

Terry
L
T ' l
A
sforzo A PARETE G- % ) ) )
i

ALAT
perimetro phtttat-PL.pe RAGGIO IDRAULICO

Tff ¥
JVJ ]
zoo =
=p .

] a F- TRI
ALAT
AREA SEZIONE
RAGGIO IDRAULICO :
R =

PERIMETRO (BAGNATO)

Ì
sezione circolare (PIENA ) :
P A- ¥ =

[ ¥ =

ebbe
¢
a

sezione RETTANGOLARE LARGA (b » lr ) R '

zb +

zar
e
II. =

2 v

PROFILO DEGLI SFORZI TANGENZIALI TÌI = TV J 1%1=8 RJ opposti al


motori

1
1 µ
J

)

"
A «t SUL VOLUME BLU : t.JVJ-tltrt.LI J

'
¥: n.

awww
a

e- res
'
%" : amici
.es
FI
ore
N a.

, TO

l
> f s

<
6
<
<
2 ,
<

~
.
µ A AM I •
MM A 1 ~.

E [(2)
E
-
<


ANDAMENTO LINEARE CON 2


sforzo MAX A PARETE ( ro )


SFORZI ANCHE ALL' INTERNO DEL FLUIDO ( TRA TRAIETTORIE )

RISULTATO VALIDO SIA PER Moto LAMINARE CHE TURBOLENTO

REGIMI DI MOTO

"
scala geometrica caratteristica
REGIMI °
LAMINARE

[ %
2

,
distinti dal Numero DI REYNOLDS Re : Re =
=


TURBOLENTO

se Re e
Recrit MOTO LAMINARE

Recate Zaoo PER CONDOTTE CIRCOLARI

se Re »
Recrit moto TURBOLENTO

ESPERIENZA DI REYNOLDS

1) LAMINARE : Re <
Recrit
COLORANTE

È
µ

VALVOLA (a % vi. Re T )

} "

TRAIETTORIA ORIZZONTALE E BEN DISTINTA

H2O D POCHISSIMO MISLELAMENTO


2) TRANSIZIONE : Re 7
Recar

µ
µ

} TTL TRAIETTORIA ANCORA DISTINTA , MA COMPAIONO Fluttuazioni

Hzo a COMPONENTI TRASVERSALI DI J

3) TURBOLENTO : Re »
Reca ,

µ
µ

Ftp mi ( dohffjjft.ffh.FIParenti )
Distinta ?
traiettoria NON Forte miseramente

Hzo ,

A bassi Re il moto laminare è stabile ° eventuali


perturbazioni di J smorzate
vengono .

Per Re alti il ( vortici moto medio )


le
perturbazioni di J si amplificano vuoto diventa instabile moto TURBOLENTO in moto casuale
e e
a

NAVIER -

Stokes
PITTI -
À) =

Tp ti
-

a termine viscoso 2

È PIÌ però
-
- +


TERMINE CONVETTIVO 1

ORDINI DI GRANDEZZA :

SCALA CARATTERISTICA DELLE VELOCITA


'

no :

È
pt fini §? È {
1 T CONVETTIVO PJ ~ ~

fino
.

=P
.
: -

l: scala caratteristica DELLA GEOMETRIA

2 T viscoso
.
:
µ È nuIIa ✓
µ me:
ni ,
'
/
? l
1 T CONVETTIVO P e puo TERMINE CONVETTIVO
%
e
nf Re Ren
.

= n n
- = a
2
µ# µ
gg
TERMINE viscoso
T . viscoso
µ /


Re BASSI e
T CONVETTIVO
.
« T . Viscoso °
PERTURBAZIONI SMORZATE a MOTO LAMINARE

°
Re ALTI
°
T , CONVETTIVO » T . Viscoso
a
PERTURBAZIONI AMPLIFICATE di
moto TURBOLENTO

MOTO LAMINARE : Moto caratterizzato DA TRAIETTORIE REGOLARI E INDIPENDENTI ( NO MESCOLAMENTO )

UD '
" mi 10
"
mi
10
Re Bassi
Reca ,
Zooo
Re =
esempio :
varia
.

se
va,
=

si
so
'
>

Re E 2000 103 sud E 10 ( RARO )


420
r
:

APPLICAZIONI :
-

FLUIDI viscosi ( olio )


-

CAPILLARI

-
SANGUE

MOTI DI FILTRAZIONE
PROFILO DI VELOCITÀ ( in moto LAMINARE )

°
È LEGATO AGLI SFORZI TANGENZIALI

da
-141
""
e i
µ
-
.

-
<
^
da
nn <
R

r SE
no
µ A AM


KM A 1 →
zero
.

fa e.
= -

JET
<

<
'
E -

rffj.fi -

r{ J 2

^ = a
µ %? = -

TI >

( due -

In frdr sei -

{[ è + cost

CONDIZIONE AL CONTORNO :

TJ È
n' 0 A PARETE ( 2=12 ) ro -
-1 costa o

4M
'

JJR
costa
4M

• neri .

II le ii. -

I:/ ! -
è
)
>
>

>

DA µ µ in
}
m nn µ µ

>
>
>

UMAX

ANDAMENTO PARABOLICO

ttmax
• Ue
r
2
velocità media

nmaxk-danmax.FI [ - =

È
a-
fuma su=I
ÉD
"
PORTATA : a- v. a @ = . -

LEGGE DI POISEUILLE

DISSIPAZIONI ENERGETICHE ( IN MOTO LAMINARE )

TJDZ 32M U &


✓ =

32M
a
j ,

J D2
a j ×
§,
oppure JL
D"

J a EFFETTO DELLA VISCOSITÀ



µ


Jd v. A LEGAME LINEARE


JX
§ ,
FORTE DIPENDENZA DA D

PARALLELISMO CON LEGGE DI OHM : Ave Rt e >


AH = J L.

EFFETTO DELLA GEOMETRIA DELLA SEZIONE

SEZIONE CIRCOLARE : Re ? due


%) DI

SEZIONE RETTANGOLARE LARGA : R -

{ a U-
§} È [E

DI c( sezione )
IN GENERALE : U- c c-
geometria della
MOTO TURBOLENTO : INSTABILE .
NASCONO FLUTTUAZIONI DI velocita
'
( NON SMORZATE DAL TERMINE viscoso ) a
VORTICI

Re »
Recrit

CARATTERISTICHE
'
QUALITATIVE :
-

VELOCITA ,
PRESSIONE . . .
SOGGETTE A FLUTTUAZIONI

-
STRUTTURE COERENTI ( VORTICI ) CHE NON CONTRIBUISCONO AL voto MEDIO

DISSIPAZIONI ENERGETICHE MAGGIORI CHE IN Moto LAMINARE

-
INTENSO MISLELAMENTO DEL FLUIDO

DECOMPOSIZIONE DI REYNOLDS
ulti

That

iillllllllllllnhhhhn
→ 7

non >

sj.to )

>

Tilt , )

tutti

[
1
-
. austri HI con
< n> =
lttdt
NOTO AGITAZIONE ,
+
MEDIO TURBOLENTA

COMPONENTE TURBOLENTA < n' Lt) > =


0 e I VORTICI NON CONTRIBUISCONO AL MOTO MEDIO

VORTICI TRASPORTANO QUANTITA


'
I DI Moto

> v' a
y a
ney PORTATA MASSA (TURBOLENTA ) ATTRAVERSO
>
IN da :

sdtt-O.it?
D
'
n
>

v'
ding guida IN MEDIA din
=p
- < > <
>

>
da Flusso ( TURBOLENTO ) DI ADN ATTRAVERSO da ( in direzione n )
>

dtyse
'
¥0
privata dty >
MEDIA <
>
=
IN
,

riunirvi
SFORZO TURBOLENTO :

• COMPONENTE
PERCHÉ
zjn.de?fn=priv
NON SONO
( Flusso Forza ) '

Tipi
QDM
'

n' v
e a
°
IN MEDIA e < FO
f.
>
-
-

INDIPENDENTI

NORMALE ALLA
SPERIMENTALMENTE :
SUPERFICIE

< 0 .
.

:( .
n' viso
' .

-
\
| i

ii.÷
. - i
.
-

' °
l s

iii.
.

'
'
' .
.
. .
✓ / '
o -
, ,
'

it ,
e ,

crisi pcriv 's


.

'
.

i
.
. .
" i . criv , a 0 a - < o
.

I
'
\ ' -
.
.
;
,
e ,
tg
-

iii!
[ ETURB )
l ' "
.
l '

RESISTENZA AGGIUNTIVA
e

i opposti AL
' '

moto o
. .
.

\ il o i

"
l

'
n
i: .

÷
" -
i
.
,
:
iii.
'
i
-

> 0 < o

Esempio
'
: v > o s I VORTICI SPOSTANO FLUIDO CON cui > Bassa VERSO ZONE con cui > ALTA E
VENGONO RALLENTATE

µ co
'
(DI SOLITO )

VALE IL VICEVERSA : v' co '


riso ( DI solito )

SFORZI TURBOLENTI O DI REYNOLDS :

<
ring >
=p
< n' v' s
crine > =

panini > orgia ) =


pcviw
'
>

"
'S
pluto
'
<
sei > =

cry
'
> =

per
>
coz > =

pcw

SFORZI COMPLESSIVI e NORMALI <


Ps
+ <
anse > + <
:
sforò

d-
TANGENZIALI <
: <
Tv ] ,
+
ETURB >
DEVIATORE SFORZI

( VISCOSI E TURBOLENTI )
TENSORE IDROSTATICO

) ) if )
<
p o 0

ios .

o
ops
0
.
-

Crisis cri, > =

.ee/IIIi-II;i-pcvivis
cps

SOSTITUISCO NELLE EQUAZIONI DI NAVTER -

STORES :

"

"
da: :3:
"
:[ le : )
"
armi -

non > +

'
n' v dev'
2

p ( In
"

plfmy % ) È )
✓ ' acps Ì > ac ✓ " >
µ PIU
- - -

+ +
>

gg e EQUAZIONI DI REYNOLDS
gg

II. t.Y-nrw.es/IiiHTiii:aii
"
era
)
-

Z z

PER RISOLVERLE ( CFD) flan >.<


'
CHIUSURA n' v
esempio
DI
servono LE LEGGI i : < > =
va , . .. )


PER DESCRIVERE IL MOTO MEDIO ( cu> ) NON si PUÒ TRASCURARE L' EFFETTO DELLA TURBOLENZA ( n' v
'

)
esempio
<
,
su > , aw > : >
,

OSSIA GLI SFORZI DI REYNOLDS

EQUAZIONE GLOBALE IN CONDIZIONI DINAMICHE • IN MEDIA ?

È + Ètm TI + =
0 È ÉTÉ =
,"
tutte
queste forze sono caratterizzate da fluttuazioni •
APPLICO LA MEDIA

MEDIA :
c . . .
7 °
I TERMINI LINEARI NON CAMBIANO ( esempio : È )

F-
ftp.t da
peep
> +
pitt
= 0

È>
#( piloti facp TI da
facp stata È>
fa pstida
'
• < =
ap
> +
da = > -1 > a < = < BASTA USARE LA PRESSIONE MEDIA

TI
fa pivnda fischi ? :<tiri; I'cvns fini
'

Juve ( cit > +7 ) ( cum > un )


'

TERMINE NON lineare +


-

+ -

:
, ,

a b c d

< MI -
-

fa pltvn > da LE MEDIE DI BEC SONO UGUALI A ZERO

fa più >
cum> da +

fagottini > da

d.
LTTURB >

tt TI >
fa f CÙ da Flusso QDM ( calcolato MEDIE )
'
> <
MEDIANDO OTTENGO a < =
Un > MEDIO DI con velocita

fa PCÙVM

• at > =
> da RISULTANTE SFORZI TURBOLENTI ( INFLUENZATO DALLE TURBOLENZE )
TURB

tanto > state >


NEL complesso là > + CI > +
LÌ , se
>
tetto =
o

• LT > E

RISULTANTE SFORZI TANGENZIALI

( VISC .
+ TURB ) .

• cct > + ctt > + LÌ > + < TI > + LÌ > '


0 STESSA STRUTTURA MA CAMBIA è>
DISSIPAZIONI
VALE ANCHE < TE TVJ : SE CT > AUMENTA IN MOTO TURBOLENTO (
zu sei zturp )
o a
j AUMENTA
• ENERGETICHE
,
MAGGIORI
PROFILO SFORZI TANGENZIALI ( Moto TURBOLENTO )

unione
>
ma LE > = <
2ns
> + <
TTURB
pz ,

"
r • PROFILO LINEARE ( come in moto laminare )
Il
v

11 Il
~ ~

Tra i

SUBSTRATO viscoso
[TURB
8 SUBSTRATO
II. QUASI ECCETTO VICINO A PARETE •
(o LAMINARE)
' ' l ' ' l ' l ' i ' l ' li ' l ' il ✓I i i i LAMINARE
Ztupp PREVALGONO OVUNQUE
intuitivi Re
.
.> s .

PROFILO DI VELOCITA
'
( Noto TURBOLENTO )

unione
"
'
nr IR ce > =
Cruise > +
crtor, >
= -

µ daII' +
pari v' s

Il 11
" .
11
~ ~
den >

- viveur ,
=p da
+
perii > i

< e > =
ero >
I = -
TRJ
? Rif
• cz > = -

{J 2

1=2 .

µ daII' +
perii > =

-82J

%? ! -

% r -

[ cùis scuse -

In E- fafiùvsdr + cost

CONDIZIONE AL CONTORNO :

A PARETE ( v - R) : su > scorte


ftp://?n'v'sdr
4M µ

cnn.%dE.info/Iriviiii i
°
i

COME IN
MOTO LAMINARE Effetto <
ZTURB>
U PROFILO LOGARITMICO
U
-

Il
• ~
PARABOLICO
>

>

lt Il
Ìn
hs
>

tt
Il
,
.

D 7 a

Rei 100 Re 1000 -


Re -
10000

LAMINARE LAMINARE TURBOLENTO

velocità relativamente costanti tendono


moto TURBOLENTO : nella zona centrale , rapidamente
a zero vicino a
parete

LE DISSIPAZIONI DIPENDONO ANCHE DALLA SCABREZZA Della PARETE


SCABREZZA DI UNA PARETE

A livello
microscopico IRREGOLARITÀ
Fatate
-

E STESSE DISSIPAZIONI ENERGETICHE DI UNA PARETE


(o NIKURADSE )

SCABREZZA EQUIVALENTE DI
,a con ASPERITÀ UNIFORMI di
DIAMETRO E

IN MOTO TURBOLENTO : PARETE di LISCIA 1


SCABRA 2

^
SUBSTRATO viscoso LISCIA : Ecc 6

{ À:S
invieranno
mummie

Ìone
2
sara :c » .
=p
.

[ RTICI STAZIONARI e DISSIPAZIONI MAGGIORI

Re F f e LA PARETE PUÒ PASSARE DA LISCIA A SCABRA

• LUNGHEZZA viscosa

6=1
È a
velocita' DI ATTRITO :
nè §
MA E
< 5 PARETE LISCIA
Reà
-

Re, > 70 di
PARETE SCABRA

f- ln ( uff )
<

%
'
ke 04 costi di von KARMAN
LISCIA = -1 C
:

con c' e
5,5

SI; fa (f) 8,5


" "
ln
-
SABRA : =
+ c C

y a

| / ' l
logaritmico

1 l l l l l l 1 1 I
vs
i

nuorina ( lineare

COEFFICIENTI DI RAGGUAGLIO

],§
°

LAMINARE
%
,

• U su

¥:[
'

1) FLUSSO DI ADN : ( MIB pau ) p .


=

f fa (f) da

Ig ) È}
'
"
2) carico totale : ( He z
-1¥ + a a = =

¥ fa (f) da

=/
§ ( moto LAMINARE )

1,02 ÷ 1,05 = 1 ( moto TURBOLENTO )

{
2 ( Moto LAMINARE )

µ =

1,06 ÷ 1,08 =
1 ( moto TURBOLENTO )
PERDITE DI CARICO DISTRIBUITE e
AGISCONO SU TUTTA LA LUNGHEZZA DEL TRATTO CONSIDERATO

¥ -
-

-
a

AH
AHD
=
JL


-


-
L
-
LCT LAVORIAMO CON lo -8 @J -
J
E T
-
-

^
<

ANALISI
-
-

DIMENSIONALE
-

-
zeri S
SU To
-

~.
it 4" e
'
l

pi greco )
D- e _ e TEOREMA DI BUCKINGHAM (o teorema
✓ e

5 s
To
FENOMENO CHE COINVOLGE N GRANDEZZE ( a ;) DIMENSIONALI

(M di

è flaz ,
a , , an
) : numero
grandezza
indipendenti )
. . .

}
dimensionamento

ESISTE UN LEGAME TRA N -


M GRANDEZZE ADIMENSIONALI

tta-glttz.tt } . . . .
rttn -
n )

• SI TROVA SPERIMENTALMENTE


RIDUCO IL NUMERO DI GRANDEZZE COINVOLTE


INDIVIDUO NUMERI ADIMENSIONALI SIGNIFICATIVI ( Reynolds )

) N ( Milt )
flhd.p.lk E 6 M 3 N M 3
- - a - -

g- . ,

di
[ G) =
Mitte te
paiubdc
a
[U )
-

=
Lt sa
mal
-

Ipa )
-
.

[ D) =L
[ Vb ) =P fb
}

[ g) = Mi '

[ D) =L
[µ ) -
M L' T
- ti

paubdc ma l-3atb.ie
b
[ )
-

,
t

[ E) =L

te -

paurose Ì!! Ìtgaxbtc .

{ I :L
⇐ o
.
tre
pure
to

f- ÉÌ {
1

È!!
i

ta -
µ
ibtc .
IÌ o
tre
A =
1

; re
-

papà -1 c- 1 PUD

{ {
0

§!!
O

[ ÌO
{ Ìgatbtc
E E
Ts -
1 s a
te SCABREEA RELATIVA
pagoda 0 ( =L
d

( Re § ) Gerda
To
• -

g . ]
.

µ
PÓ a) FATTORE DI ATTRITO (o indice di resistenza )

{
,

t J DJ
to 29 "
= =

'
=

1g va
a
f- t.gl Re § ) ,

pure
'
U
fu , 4.
a
g
.

DJ

t-vzzg-dlre.FI ) U
2

29 DARCY WEISBACK
ESPLICITO J e
Je ) LEGGE DI -

con d- dire , §)

DIAGRAMMA DI MOODY
COLEBROOK -
WHITE
DIAGRAMMA DI MOODY ( scala BILOGARITMKA )

da

÷ §; zgu;
-

piè
-

§ ) Jed
-

d' te dire
§
- -

LAMINARE
a

-
-
ti _
Te :
.

jg É [¥ u POISEUKLE
= •

=
=

-
.
-
-
-
-

D= ) ( Rc )
- .

- - TURBOLENTO :
-
TUBO LISCIO :

-
_
-
- a LISCIO e SCABRO
-

§)
-

-
-
-

-
_
-

T, =
MOTO TURBOLENTO DI TRANSIZIONE : D= d (Re ,
- .

e
-
- -

=
-

-
-

( § )
-

-
- -
-

T2 '
NOTO TURBOLENTO COMPLETAMENTE SVILUPPATO : D= )
-
TUBO LISCIO
= =

Re SUBSTRATO viscoso
/ / /
' a

/ / I / l' "
/ I
/ /
Zoo
/ I 1
TURBOLENTO g
1µg
i
laminare E
- . .

mammina a
anni , irriti e
TURBOLENTO COMPLETAMENTE SVILUPPATO
TUBO LISCIO ( Ecc g)
( o
TUBO SCABRO ) ( Ess s)

di TUBO LISCIO Z
ZVISC
+
TTURB
=
:

• T1 : 2
MOTO TURBOLENTO ZTURB
+
Tvisc
=


Tz Evisc
+
E
ETURB
: =

tuo

Re « zaao Jdu

§)
'
Re MOLTO ALTO (TUBO scabro ) a D= costa f( a
j a U

[ UT ]
° % a
Reti di a
j
r
2g
DJ
1- a
perdite carico totale ED in termini cinetici
va su
espressa
EQUAZIONI PER d- dire . § ) 2g i

64
-

LAMINARE a) =

Re

TURBOLENTO a
} = -
2.
lagno ( !!R
+
3%7 ) COLEBROCK -
WHITE

""
• TUBO LISCIO : 1=0,316 Rè BLASIUS

1,75

J a U
PERDITE DI CARICO CONCENTRATE ( o LOCALIZZATE )

DOVUTE A VARIAZIONI (BRUSCHE ) DI GEOMETRIA

VORTICI
STAZIONARI
VORTICI

\
STAZIONARI

gpyauaagamena.gg aggrega
nei → ne
,
, Nguyen
,

%
%
ANCHE INDOTTE :
esempio VALVOLE
→ ' 4 →

( )
U
K K k( ( Re ) conta
DI SOLITO
geometria ) in teoria moto laminare K- K
geometria
-

Atteone in
-
ma
poco
con
, ,

2g
,

BRUSCO ALLARGAMENTO
IPOTESI :

a)
2
Il JI AH
' " '
/ "

JZCJ,
!
-

1- Distribuzione idrostatica delle


avi
-

µ pressioni
,
ma
^ ,

A
"ÌÉ' "% ! ' "
LCT
-
-
_
,

""

/ Ma
.

i v
G
!
-
È 2g
up
z-an.sni-J.ro ateneo

Moto
.
.

3-
permanente I -0

a §
.
- i -

<
-
-
- "
no no

4- Moto turbolento

Ea .
GLOBALE : È +
Èatttatm; iii. O -

DIREZIONE DEL Moto :


-

Gsindtttn -
it
,
-1M , -
M, -0 -

Cosima - -

tvsind = -
tal sin d =
tale -

za )

tipa

tipa
=L

Ma -

Mèppallh -

va )

✓Alza zatta ( pipa ) -1 PQIU


-

,
-

va ) -
O divido
per
ta

f! ( Ue
"
za -
zza
Pj + -

va ) ed f- pg

PIP { PIP
Q
va
?
( V , va )
?
Z, _
zzx + -
ed =
j Z, _
zzx =L , -

ha
ga

s ha -

ha =

{ ( U2 -

va ) Uzl va a U2 -

va LO s ha > ha RECUPERO DI CARICO piezometrica

Hae ha #
Ing FIG vi Vi
{ ( va
-

VOGLIO hi -
-

ha -
=
hi -

ha -1 ha -

ha =
-

va )
2g
vi vi lui -244+42 vi
2kg
- -

=
Iv , -
u. ) , =

2
2g 2g
"

VI ZUNt-UI.ro -

AH
lu ' -

U2 )
= =
FORMULA DI BORDA
K
2g ALLARG
2g
ì

a"
:L : il :L : it : .tl?I-nI-u:
- -
PERDITA DI SBOCCO '
COME BRUSCO ALLARGAMENTO CON Ufo
LCT

"
^
LCP
4
2

"
Hetty
^
=

"
se
, ✓
= U
~

=/ " UN' U2
( Ig )
55 -

U K
AH = DH - a
Ks, -1
2g

7
2g
a

SE VOGLIO RIDURLA a DIVERGENTE

nn
i
n r
.

/ ' '✓
2g AH
1111111

' '
, il 2 2
UFIN ✓
AH = a

2g 2g

PERDITA DI IMBOCCO

topini È
' " E TRATTO 1 :
-

( fai !! ( % !
a

¥;
-
2 4 WEFF
"
atti verrete ; uteor ' ° "
I li
'
l
UTEOR

-4/-7
-
,
,
- -

zaffi
il
-
X
-

=
vi
= =
.

2g
= due -
su
vi
( ¥ e) 2g # ! !
-
= -
hai.UA suoi = con cè
< E I
^ '

=L ! .nl ! -

Ii "
:
TRATTO 2 ( BRUSCO ALLARGAMENTO DA Uc d. u ) :

: :L :-p :L I :-. :
" '
sui "

IN TOTALE : AH
,
= AH
,
-1
dtlz =

0,5µg ( King > 05


)
'
NOTARE CHE
ksb > Kim,
°
L' ALLARGAMENTO DISSIPA PIU ENERGIA

PERDITA DI IMBOCCO AH = KU
2g

IMBOCCO A SPIGOLO VIVO IMBOCCO RACCORDATO imbocco CON TUBO ADDIZIONALE INTERNO

↳⇐
D

i i ÷: i
%, =
HO CONTRAZIONE i MAGGIOR CONTRAZIONE >

'

K 0,5 K = O 0,5
-
CE

SOSTITUENDO Cc NELLE FORMULE DI DH



AH e
1,1
Fg {g
e

• K IL
BRUSCO RESTRINGIMENTO

AH =
KÙ E DIPENDE DAI DIAMETRI di K - KLD '
Di )
^
2g


K
da
Un
^

/
"

÷ ÷

\
.

- DVD ,
1

CONVERGENTI DIVERGENTI

= -
i
-

Da
-
'


-

= s SE L E SUFFICIENTE •
Ateo
-
.

Da -

E 7

o
È
^

Div
da •
kekldd; io )
v

EQUAZIONE DI BILANCIO ENERGETICO

HIN AHCONC AHDISTR HFIN


-
-
=
^
i

i ii ii È it
za
jfht-EL-uj.az
ui "
" ' ' ' '
'
l' IIIIÌIIII IL
orszg
-
-

11111111111111111 za
-

CALCOLO Q
^
Di Da Zz

{

Z
nù è
vita ¥ s' =D
,
.az
vi
-


; ;

BILANCI ENERGETICI CON TURBINE OMPE

111111 Il 11 Il 1 In
1/11/1/1/111
' il

SALTO DISPONIBILE
, y
÷
y aut
-

y AHT SALTO UTILE

tlttllll pt-JQdt.lt Pee


-

717 con 7<1


.

Hw -
JL -

Ant
-

Ig =

Han
?
°
AHT - ( Min -

Han ) -
JL -

2g
|
DISSIPAZIONI Ricavi
A

{
costo ricavi i
=
INFLUENZA DIAMETRO CONDOTTE : DX =

dissipazioni
° ' ri
Pee
-
-

AHT
°
o ricavi -

,
D
Dottrinale

'

11111111111
=

"
l '

l
'
,

µ
a
PREVALENZA POMPA
= dtlp

lf PREVALENZA GEODETICA

DHP
7
e

p
Q
Pera
ahp Pee'
g. µ
=
v

"
p

v'
H
Hin Jltdtlp
-
-
=

FIN
2g
Ù
DHP
- ( Han -

Kin ) + Jlt
2g
y costi
DISSIPAZIONI
A

{
costo
INFLUENZA DIAMETRO CONDOTTE : DX
-

dissipazioni o
aut a Pee a
°
costi
energetici i =
ad

Ddtimale

ANDAMENTI ALTI METRICI DELLE CONDOTTE

( DHD, Ig )
" "

LUNGHE CONDOTTE : L
'
AH -
JL T b PREVALE SU Atteone a LCTELCP » VARIAZIONE
str

^ CARICHI
Patm
ASSOLUTI
si
^
CONDIZIONI NORMALI :
Hiw Hei
-
>
AH
, è
"
JL
'* l In ,

ptetaf
RKHI ' l l ' l l l l l 1 i 1 i 1 ,

Patron
§!
,
(n 5 5,33 ) a
Qo
.
÷
jn
-

[ .


X
3
a
B. .
2
COME IN 1 MA IL TRATTO AB È IN DEPRESSIONE e
Qo
D
2
3 COME IN 2 ( CD IN DEPRESSIONE ) MA SERVE INNESCO a
Qo

1
Patm

.ir/llrrniill/lI/-# .
E

'
j

i i l
'
'
F # 4 CAMBIA LA LINEA DEI CARICHI : J'CJ • Q
'
c Qo
Patm
X TRATTO EF : CORRENTE A SUPERFICIE LIBERA

( MOTO A CANALETTA ) °
LC SEGUE IL TRATTO EF
4

t'

^
l / I i i i i l l l i / i
/ ,

Patm
si
5
'
'
^ Ass
' ' l
5 > H Q 0 SERVIREBBE 520 IMPOSSIBILE
ZE
e - •

,,
Patm
.

SOLUZIONI APPROSSIMATE DELLE EQUAZIONI DI NAVIER -


Stokes

PIFIIÌ ) -

p
-

µ
¥
sfitti -

t' +
gz-ifp.ve
E II-Iii E
'

g
.
-

ADIMENSIONALIZZAZIONE : t' =

¥ 0
a tifato

{ " 4. Z }
{ riga , è} =

L
.

fuga } .
pigrizia } L


j? rotativo
Uo

P
p
? • p .
ptpo
Po

{ pzip? %
È UE
%
↳ →
*
[ * '
✓ È# O MOLTIPLICO PER
g
=

p
-

+ +
e v .

'
To at l

-1 ' Il 11 Il ii.
d' ll
gljzipo.pro

'
L
_

av U
È#
-
-
-
-

[
-

O
[
* * =
+
- - . -

+ .

fuori
. .
. .

sta
VOL
voto vi
TI
-
-
- _ -

Tilt
Il
-

-111
-
-

il 1-
↳ ↳ ↳ ↳
st
¥ .
En
¥

NUMERO DI STROUHAL : St =

voto
=

% IMPORTANTE PER FENOMENI PERIODICI


PER Moti SUPERFICIE LIBERA

NUMERO DI FROUDE :
Fà IMPORTANTE A

IL po

NUMERO DI EULERO En =

può
:


NUMERO DI REYNOLDS : Re -

%
MOTI DI LENTO SCORRIMENTO (CREEPING Flow STOKES Flow )

°
MOTI DI LUBRIFICAZIONE

• *
FLUIDI viscosi ( OLI ) V

Vol

CANALI PICCOLI L a 8 Re -
s 1
v


VELOCITA
'
Piccole vo o

MOTO STAZIONARIO ( no variazione nel


tempo )
SE
} It It .

I
*
t En
piani ¥ ,
zt -

{ % # =
0 TUTTI I TERMINI ADIMENSIONATT SONO DELL' ORDINE DELL' UNITA
'

~ L

» 2
PICCOLE VARIAZIONI di z

Pp µ ¥
'

En #
=
1- the s s -
EQUAZIONE Moti DI LENTO SCORRIMENTO ( LINEARE )
p
Re

1 Po V

En ~ •
~
D
po
~
µ ¥ IN QUESTO MODO POSSIAMO STABILIRE LA PRESSIONE DEL FLUIDO viscoso DA INIETTARE
Re
può # L

MOTI A POTENZIALE


sono MOTI IRRAZIONALI DI FLUIDI INCOMPRIMIBILE


p
- cost a
divieti -0 ( = 0 )
• rotti ) -
O ( xii - o ]
'
Piu RESTRITTIVA
CONDIZIONE SIMILE A FLUIDO PERFETTO MA
'
PIU SEMPLICE MATEMATICAMENTE

>
-

# d

-

>
.
'
i
-
-
-
.
.
.
.
-_
f it
-
i
° = d
1 -
-
, 1 ,
e
,

_
° .

atrofia )

limite °

(rottolo )
(rotto » )

LONTANO DA PARETE e
FUORI DALLO STRATO LIMITE

NOTO A POTENZIALE VALE


FUORI DALLA SCIA


caso ZD :
ne
se
am
va
sia

sy
con E- plug ) potenziale di velocita '

( DERIVA DA rotti -0 a
§! ¥-
e- 0
) È =
4

ah 2. ✓ 4 227 EQ .
DI LAPLACE

diritto :
e -
O a -1
'
' o a
24=0 ( lineare )
are ay are ay
)
CONTORNO
'

SERVONO AL Vo

CONDIZIONI VELOCITA NOTA Uo
Esempio
: a =
: ne
2k
.

24
r A PARETE
un # O a
#0
am

§
"
BERNOULLI ( IRRAZIONALE ) z -1 -1 = cost ovunque in z
:
my ,

2g

DI solito si EFFETTUANO STUDI AERODINAMICI SU GAS


d
pt { pv ! cast ovunque

Esempio : CILINDRO INVESTITO DA UNA CORRENTE


REALE

%)

p po
-

DL
COEFFICIENTE DI PRESSIONE
Cp
=
a :

I Epuri
"
.

=
iI
a. potenziale LI : :[Iniziò
.jo
>
a s ⑤

È
, a
a

cpco papa

.
-
.

÷
unum ,
#
po
Moto a potenziale intorno a un cilindro

Dove il pedice ∞ indica velocità e pressioni del flusso


Coefficiente di pressione Indisturbato, lontano dal cilindro

Fronte retro
Dati sperimentali

Turbolento
L’approssimazione
di moto irrotazionale
𝛽 funziona solo a monte!
Laminare

Moto irrotazionale

1
Moto irrotazionale
Fronte retro
Dati sperimentali

Resistenza al flusso (‘’drag’’)=0 Re alto

Moto reale

Re basso

Resistenza al flusso (‘’drag’’)≠0 Moto irrotazionale

Scia dovuta a separazione dello strato limite

La scia e la forza di pressione che essa genera sono dovute ad un fenomeno chiamato «separazione dello strato
limite». Si tratta quindi di capire cosa è uno strato limite e successivamente cosa è la separazione dello strato
limite, fenomeno importantissimo per descrivere i flussi attorno a corpi. 2
CONTINUITA
'

§] +

Egeo
Strato limite (boundary layer) su lastra piana
:

"" " ÌÌÈÉ è: .


÷ .

÷ !!;) ! !! !
!
" "" sina.in#tuasaeno

. "
Scala verticale amplificata
"

IINÌÉÌÌÌI"Éinm ) Inea
-

-
- -
su lastra PIANA :

ter
:{ IIII % ÌIÌ! so strato limite laminare substrato laminare

in :{ MÌ a-
poteva %

mediafire.in:1
.
Immagini tratte da: Cengel, Cimbala,
Meccanica dei fluidi 2ed, McGraw-Hill ©2011
Scala verticale più realistica
oppure
{ =

[ <
=

{e

STRATO LIMITE : LAMINARE e TURBOLENTO

In flussi «reali» la transizione a turbolento è molto più veloce e talvolta anche indotta
con scabrezze (trip wire)
3
STRATO LIMITE SU PARETE CURVA

d"
1 ACCELERAZIONE :

du
> o io
{{ < 0
p
FAVOREVOLE

2
DECELERAZIONE :
{{ < o a
%! > 0
p AVVERSO

~ O

NAVIER -
Stokes ( lungo n ) :
II tu
?? VII+ +

} Ie -
v
§? -
si
§} €0

PERMANENTE

A PARETE Ireneo )
§ ?! uff
-
e

ba

:
^ ap a
sin I
co co
am '

by a

ba
D

z
ap
son
, o a
2
! > o la PARETE )
Ì
2g
°

.

(
FLESSO
Ha
,

'

3
ap » 0
.

INVERSIONE DEL Moto


2h e
si

p
n -

°
'

-

scia

FORZE AERODINAMICHE SU CORPI INVESTITI DA CORRENTI FLUIDE

↳ E * 111111111 Ef

-

• I o
RESISTENZA ( DRAG ) :
FD
°
aI
• .
PORTANZA ( LIFT ) : Fl
D

COEFFICIENTI ADIMENSIONALI :

Cd
A
FD
fa
¥4
F

Gàzpuoaa
Re Bassi •
↳ a
¥ .

{µ # .
'
,
°

è '

Fa '
=
Re ALTI s
↳ ncost s
a
n
puo \
D

Re
E
CE
Epura
La PORTANZA è la componente della forza totale normale alla direzione del moto
(importantissima per il dimensionamento di ali)

PORTANZA (LIFT)

Immagine modificata da: Cengel, Cimbala, RESISTENZA (DRAG)


Meccanica dei fluidi 2ed, McGraw-Hill ©2011

Entrambe le forze nascono da contributi di sforzi normali (pressione) e sforzi tangenziali

La forma dell’oggetto determina in ogni punto il valore di e quindi il contributo


degli sforzi di pressione e tangenziali sulle forze di resistenza e portanza.

Le forze di pressione nascono dalla distribuzione di pressione che si forma attorno al corpo.
Rispetto alla portanza, una distribuzione simmetrica della pressione, rispetto alla direzione
del moto, annulla il contributo degli sforzi di pressione, mentre una distribuzione
asimmetrica implica una risultante degli sforzi di pressione diversa da zero.
Gli sforzi tangenziali quantificano l’attrito tra ala e fluido e, come nelle condotte,
Immagine tratta da: Cengel, Cimbala, sono influenzati da viscosità e scabrezza. 4
Meccanica dei fluidi 2ed, McGraw-Hill ©2011
Forza di resistenza: due casi limite

Gli sforzi tangenziali dominano


la forza di RESISTENZA

Gli sforzi normali (pressione) dominano


la forza di RESISTENZA

SCIA
Immagini tratte da: Cengel, Cimbala, 5
Meccanica dei fluidi 2ed, McGraw-Hill ©2011
Forza di resistenza (moto intorno a un cilindro)

Separazione no
Forze di pressioni dominanti

Forze di attrito dominanti


Separazione si
Immagine tratta da: Cengel, Cimbala,
Meccanica dei fluidi 2ed, McGraw-Hill ©2011

Che succede qui? 6


Resistenza con strato limite laminare vs turbolento

DRAG CRISIS

(1) Basso Re (SL laminare)

1
2

La diminuzione di CD è dovuta alla transizione dello strato limite


turbolente da laminare a turbolento.

(2) Alto Re (SLRe


Alto turbolento)
Immagini tratte da: Cengel, Cimbala, 7
Meccanica dei fluidi 2ed, McGraw-Hill ©2011
Scabrezza e Distacco dello strato limite

8
Effetto della geometria del corpo

9
Misure aerodinamiche in galleria del vento

Immagine tratta da: Altinisik et al. , Journal of Fluids


Engineering, 137(8): 081104, ASME, 2015.

10
11
Portanza e angolo di attacco

Stallo!
Immagini tratte da: Cengel, Cimbala,
Meccanica dei fluidi 2ed, McGraw-Hill ©2011

12