Sei sulla pagina 1di 21

Corso di Laurea: LETTERATURA, MUSICA E SPETTACOLO (D.M.

270/04)
Insegnamento: LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lezione n°: 2
Titolo: STORIA DELLA LINGUA
Attività n°: 1

Storia della lingua latina


Corso di Laurea: LETTERATURA, MUSICA E SPETTACOLO (D.M. 270/04)
Insegnamento: LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lezione n°: 2
Titolo: STORIA DELLA LINGUA
Attività n°: 1

Storia della lingua latina


Queste lezioni dedicate allo studio della lingua latina hanno come scopo chiarire i fenomeni
linguistici e letterari che andremo a studiare con una consapevolezza maggiore di quanto ad
esempio, caratterizzi lo studio del latino al liceo. Sono qui riproposti gli argomenti letteratura e
autori che tanti di voi hanno già avuto modo di affrontare negli anni scorsi. Ma la prospettiva ora
cambia: osserveremo con attenzione e scenderemo nel dettaglio dell’analisi linguistica;
considereremo i generi letterari in una prospettiva di ampio respiro e comparativa, acquisiremo
strumenti di analisi e lettura delle testimonianze scritte di cui potremo giovarci anche in altre
circostanze e con altre discipline.
A proposito della lingua, condurremo un’operazione artificiosa, come spesso quando si
tratta di assimilare concetti complessi, distinguendo due ambiti che in realtà sono idissolubilmente
fusi e che si compenetrano reciprocamente nella lingua:
 la prospettiva diacronica, dello sviluppo della lingua nel tempo, che ci permetterà di ‘tagliare
a fette’ il latino in una successione di strati: latino arcaico, latino classico, latino imperiale,
latino volgare…
 la prospettiva sincronica, che ci permetterà di riconoscere il latino parlato dal latino letterario
dal latino tecnico…
Corso di Laurea: LETTERATURA, MUSICA E SPETTACOLO (D.M. 270/04)
Insegnamento: LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lezione n°: 2
Titolo: STORIA DELLA LINGUA
Attività n°: 1

Concetti base dell’evoluzione linguistica


Per comprendere le lezioni che seguono è necessario aver presente alcuni concetti di base della
linguistica:
• SOSTRATO: in linguistica fa riferimento alla lingua della popolazione autoctona, su cui si
diffonde la lingua dei dominatori, che comunque ne viene influenzata (per es. il latino che si
impone sull’etrusco).
• SUPERSTRATO: su una lingua dominante di sovrappone uno strato linguistico che non si
impone, ma lo influenza (per es. il germanico sul latino, nel medioevo)
• Un PRESTITO è una parola presa da una lingua da un’altra.
• CULTISMI sono parole che non hanno seguito la regolare evoluzione fonetica.
I rapporti tra le lingue riflettono i rapporti di forza tra i popoli: la lingua non è altro che una
delle forme dell’espressione culturale. Perciò, ad esempio, è piuttosto normale che i parlanti con
meno potere siano più accomodanti dei parlanti con più potere. Studiare una lingua, così come
studiare la scrittura di un popolo, e come evolve o si sviluppa in contatto con altri popoli e nel
tempo, è semplicemente un altro odo di fare storia.
Corso di Laurea: LETTERATURA, MUSICA E SPETTACOLO (D.M. 270/04)
Insegnamento: LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lezione n°: 2
Titolo: STORIA DELLA LINGUA
Attività n°: 1

Il latino lingua morta


Il latino è, oggi, una lingua morta. Una lingua si definisce lingua morta quando non viene utilizzata
come sistema di comunicazione naturale e usuale da alcuna comunità di parlanti che l’abbia
appresa come lingua madre. Con il greco antico, fa parte delle lingue classiche, cui oggi non
corrisponde una comunità di parlanti. E tuttavia….
Il latino è stato parlato dal primo millennio avanti Cristo fino ad una data di difficile
determinazione, perché sfumata nelle diverse regioni dell’Impero romano: si parla latino nel
Medioevo? È latino la madre lingua dei parlanti del Medioevo? Dove e fino a che epoca?
Ci ritorneremo, per ora basti prendere coscienza che il altino fu parlato in una regione
vastissima: nonostante le popolazioni locali avessero una lingua madre diversa, ha saputo attuare
una forma di penetrazione linguistica (per certi versi simile a quella dell’inglese oggi nel mondo),
proponendosi come lingua del diritto, della cultura, del potere e ha continuato ad essere parlato in
vaste regioni d’Europa. Nell’epoca di massima espansione dell’Impero romano, tra II e III sec. D.
C., il latino era parlato in Africa, su tutta la costa settentrionale, in Europa, da Gibilterra al Danubio
e dall’Adriatico ai Balcani. A est, oltre il Danubio, in Dacia; a nord, oltre la Manica, nella Britannia.
Corso di Laurea: LETTERATURA, MUSICA E SPETTACOLO (D.M. 270/04)
Insegnamento: LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lezione n°: 2
Titolo: STORIA DELLA LINGUA
Attività n°: 1

Diffusione del latino


Dopo la caduta dell’Impero romano, nel Medioevo, la latinizzazione linguistica continuò tramite
quell’importantissimo veicolo di diffusione che fu la Chiesa, una delle massime istituzioni del
Medioevo. La latinizzazione dell’Irlanda e di vaste regioni dell’Europa dell’est avvenne mediante la
cristianizzazione, mediante l’evangelizzazione dei monaci che diffondevo la Verità rivelata
trasmessa dai testi sacri, in latino.
Alla stessa Chiesa siamo debitori di quanto conosciamo della letteratura classica: la sua fu
un’azione (mi riferisco alla copia di testi degli antichi papiri in codici pergamenacei e cartacei che
ancora sopravvivono nelle nostre biblioteche e sulla base dei quali furono e sono tratte le edizioni a
stampa) di recupero – trasmissione – salvataggio non solo della lingua latina, ma anche dei testi
letterari che la veicolavano, al di là e nonostante il fatto che si trattasse di una tradizione pagana.
Nello stesso tempo, la perdita di unità politica e culturale diede libero spazio ad
un’evoluzione linguistica che è stata progressiva e autonoma nelle varie regioni europee e ha
portato il latino a trasformarsi in lingue diverse (nel senso che erano diverse dal latino ed erano
reciprocamente differenti), tuttora parlate, non solo in Europa ma anche in stati extra - europei, da
centinaia di milioni di parlanti.
Corso di Laurea: LETTERATURA, MUSICA E SPETTACOLO (D.M. 270/04)
Insegnamento: LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lezione n°: 2
Titolo: STORIA DELLA LINGUA
Attività n°: 1

Diffusione del latino in età imperiale


Corso di Laurea: LETTERATURA, MUSICA E SPETTACOLO (D.M. 270/04)
Insegnamento: LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lezione n°: 2
Titolo: STORIA DELLA LINGUA
Attività n°: 1

Latino lingua franca


Corso di Laurea: LETTERATURA, MUSICA E SPETTACOLO (D.M. 270/04)
Insegnamento: LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lezione n°: 2/S1
Titolo: L’ INDOEUROPEO
Attività n°: 1

L’Indoeuropeo
Corso di Laurea: LETTERATURA, MUSICA E SPETTACOLO (D.M. 270/04)
Insegnamento: LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lezione n°: 2/S1
Titolo: L’ INDOEUROPEO
Attività n°: 1

Il latino lingua indoeuropea


Corso di Laurea: LETTERATURA, MUSICA E SPETTACOLO (D.M. 270/04)
Insegnamento: LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lezione n°: 2/S1
Titolo: L’ INDOEUROPEO
Attività n°: 1

Latino lingua indoeuropea


Così, all’inizio dell’Ottocento, i grammatici si resero conto che non solo il latino e il greco avevano,
nonostante il diverso alfabeto, un’origine comune, rivelata da tanti suoni comuni e da forti analogie
strutturali nella morfologia e nella sintassi, ma che una certa affinità collegava anche altre lingue
europee e anche asiatiche, permettendo di delineare una ‘lingua madre’ cui venne dato il nome di
Indoeuropeo. A dare impulso a questi studi furono soprattutto le ricerche sull’antico indiano (nella
variante più antica del Vedico e in quella più recente del Sanscrito), la lingua con attestazioni più
antiche (1500 anni avanti Cristo), che mostrava alcune analogie lessicali con le lingue parlate
dall’Islanda all’India.
La nascita della linguistica storico comparativa spazzò via le precedenti teorie per le quali il
latino derivava dal greco, trapiantato in Italia e ‘contaminato’ e fuso con le lingue italiche. Del resto il
greco era la lingua diffusa in età ellenistica nell’intero bacino del mediterraneo, la lingua della civiltà e
da essa il latino derivò il suo alfabeto. Ma vanno distinti gli elementi di concordanza di tipo ereditario e
quelli generati dal lungo contatto culturale.
Gli studi sull’indoeuropeo si muovono sulla linea delle ricostruzioni e deduzioni, perché trattano
di fenomeni anteriori di diversi millenni le prime attestazioni scritte e si muovono nell’arco di centinaia
se non migliaia di anni (questi sono i tempi dell’evoluzione linguistica).
Corso di Laurea: LETTERATURA, MUSICA E SPETTACOLO (D.M. 270/04)
Insegnamento: LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lezione n°: 2/S1
Titolo: L’ INDOEUROPEO
Attività n°: 1

Latino lingua indoeuropea


La scoperta dell’Indoeuropeo va intesa non tanto come l’individuazione di un popolo, quanto come un
concetto linguistico: oggi si intende a concepirlo come un insieme di dialetti parlati da varie tribù,
situate originariamente in una zona continentale dell’Asia (vedi cartina nella slide 1), tra V e IV
millennio avanti Cristo.
Da questa regione centrale del continente euro-asiatico, collocabile nelle steppe a nord del mar
nero e del Mar Caspio, attraverso una serie di successive ondate migratorie, questi dialetti si diffusero
in vaste regioni di India ed Europa, andando a fondersi con le lingue parlate dalla popolazione
indigena (quello che viene definito dai linguisti sostrato linguistico) e generando: sanscrito, iranico,
armeno, ittita, slavo, baltico, greco, germanico, italico, latino, celtico.
Alcuni rami della famiglia indoeuropea si sono estinti fin nell’antichità, ad es. l’ittita, altri si sono
e si vanno progressivamente riducendo, come lingue celtiche oggi rappresentate solo da Scozzese,
Gaelico, Irlandese e Bretone, altre sono invece ancora ben rappresentate, come le lingue slave.
Per quanto riguarda l’Italia, gli storici hanno individuato nel II millennio l’epoca in cui alcune
tribù indoeuropee, valicando le Alpi, si insediarono nell’Italia settentrionale, dove si stabilirono i Veneti
(la cui lingua, documentata fin dal VI sec. a.C., chiamiamo venetico).
Corso di Laurea: LETTERATURA, MUSICA E SPETTACOLO (D.M. 270/04)
Insegnamento: LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lezione n°: 2/S1
Titolo: L’ INDOEUROPEO
Attività n°: 1

Latino lingua indoeuropea


Corso di Laurea: LETTERATURA, MUSICA E SPETTACOLO (D.M. 270/04)
Insegnamento: LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lezione n°: 2/S1
Titolo: L’ INDOEUROPEO
Attività n°: 1

Latino lingua indoeuropea


Corso di Laurea: LETTERATURA, MUSICA E SPETTACOLO (D.M. 270/04)
Insegnamento: LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lezione n°: 2/S2
Titolo: LE LINGUE ROMANZE
Attività n°: 1

Le lingue romanze
Corso di Laurea: LETTERATURA, MUSICA E SPETTACOLO (D.M. 270/04)
Insegnamento: LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lezione n°: 2/S2
Titolo: LE LINGUE ROMANZE
Attività n°: 1

Le lingue romanze
Con il termine Romània già negli ultimi secoli dell’impero si era soliti indicare tutto il mondo di
lingua latina, il mondo romano in contrapposizione con i barbari (ricordiamo l’origine
onomatopeica della parola stessa), che per definizione si configuravano come coloro che erano
fuori dalla civiltà, dal diritto.
In linguistica il termine indica lo spazio geografico occupato da tutte le lingue che sono
derivate dal latino, che rappresentano il campo d’indagine della filologia romanza e che
costituiscono anche una testimonianza particolare in quanto unico esempio di un gruppo di
lingue geneticamente affini di cui si sia conservata la fonte comune e cioè il Latino.
Se confrontiamo la carta che segue con quella precedente, dell’estensione del latino
parlato nel secondo secolo d. C., vedremo che in realtà le lingue romanze occupano solo una
porzione ridotta: soprattutto si è ‘persa’ tutta la sezione a est dell’impero. Si tratta della zona
dell’impero (quella che diverrà Impero romano d’Oriente) grecofona, in cui dunque il destino
linguistico dei popoli subirà un percorso molto diverso.
Vediamo così che un elemento presente fin dalle origini del latino (la lingua greca), ne
attraversa tutta la storia e ne condizionerà fortemente l’evoluzione linguistica.
Corso di Laurea: LETTERATURA, MUSICA E SPETTACOLO (D.M. 270/04)
Insegnamento: LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lezione n°: 2/S2
Titolo: LE LINGUE ROMANZE
Attività n°: 1

Le lingue romanze
Corso di Laurea: LETTERATURA, MUSICA E SPETTACOLO (D.M. 270/04)
Insegnamento: LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lezione n°: 2/S2
Titolo: LE LINGUE ROMANZE
Attività n°: 1

Il cammino della lingua


Corso di Laurea: LETTERATURA, MUSICA E SPETTACOLO (D.M. 270/04)
Insegnamento: LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lezione n°: 2/S2
Titolo: LE LINGUE ROMANZE
Attività n°: 1

Esiti romanzi
Corso di Laurea: LETTERATURA, MUSICA E SPETTACOLO (D.M. 270/04)
Insegnamento: LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lezione n°: 2/S2
Titolo: LE LINGUE ROMANZE
Attività n°: 1

Lingue neolatine nel mondo


Corso di Laurea: LETTERATURA, MUSICA E SPETTACOLO (D.M. 270/04)
Insegnamento: LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lezione n°: 2/S3
Titolo: ESERCITAZIONE
Attività n°: 1

Esercitazione obbligatoria

Esercizio: le origini
indoeuropee

 Si completi la tabella
 Tempo a disposizione: 30 minuti
 Obbligatorietà SI
Corso di Laurea: LETTERATURA, MUSICA E SPETTACOLO (D.M. 270/04)
Insegnamento: LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lezione n°: 2/S3
Titolo: ESERCITAZIONE
Attività n°: 1

Le origini indoeuropee
SANSCR LATINO GRECO SLAVO IRLAN TEDESCO ITALIANO INGLESE FRANCES
ITO DESE E
Mata Mater Meter Mati Mathir Mutter Madre Mother mère

Pitar Pater Pater Otac Athair Vater Padre Father Père

Catur Quattuor Tessares Četiri Ceithre Vier Quattro Four Quatre

Bhratar Frater Fratria Brat Deartháir Bruder Fratello Brother Frère


Satam Centum ekaton Sto Cead Hundert Cento Hundred Cent
Duhita [filia] doch' ---- [figlia]
………… ………… ………… …………
Vid uvidet' view Vedo wisdom

………… ………… ………… …………


Nish Noc Nos Notte
………… ………… ………… ………… …………