Sei sulla pagina 1di 93
LA RACCOLTA DELLA ROCCIA BLU Traduaione del testo cinese i ven 1 commento a cura di ‘Twonas © J.C. Cisanr Titolo originale deltopera ‘THE BLUE CLIFF RECORD (Shambhala, Boulder & London) Traducione italiana di Fanarzio Prncanto © 1977, Thomas & J.C. Cleary © 1979, Casa Editrice Astrolabio - Ubaldini itore, Roma LA RACCOLTA della ROCCIA BLU Cento cast dello Zen modello di tutti i koan Traduzione det testo cinese PI YEN LU e commento « cura di ‘Thomas ¢ J.C. Cleary Prefazione di Taizan Maezumi: Roshi Volume II Ubaldini Editore - Roma Prefazione originale alla Raccolta della Roccia Bla Ta condotta di vita dei petfetti saggi, la grande eapacith dei successivi atriarchi, il metodo miracoloso di mutare le ossa, la metavigliose arte i nuttte lo spirito: il maestro ch'an Hsueh ‘Tou aveva il vere ncchis che trascende ogni setta ¢ va oltre gli schemis epli tenne ip strand Neto imperativo © non rivel® una norma abituale, Sollevd: marcello ‘« fenaglic per fondere e forgiare i Buddha e i pattatchi, ¢ mise ie vores imme trascendenti dei monact vestiti di pease. Una montagna dlargen, {9 lun muro di ferro: chi oserebbe cercare di penetratvi? Una zaneara che punge un toro di ferro non pud riuscte a entrnte, Se non incor fun Stande maestro, come potete comprendete a fondo le astrace sottighezze? {Eeco aui un vecchio, Yuan Wu; quando viveva alla Roccia Bh, gl allievi etano confusi e' gli chiesero insegnamenti. I] vecchic ne eke Hietd c guindi estese loro In sua compassione; estrasse Te fonte profon, ct ¢ ‘delucidd 'principi basilar. Incicando ditettamente, Patcolne, Come avrebbe potuto costruire una conoscenza basata sulle opiniani? PEnry, casi Pubblict sono attraversati da un solo filo sin dall'inisio; Vintera folla di vecchi viene giudicata, uno per volta, Hovete sapere che il gioiello di Cho ern senza inctinature; Hstang Ju ingannd sfacclatamente il re di Ch'in. Il sentiero finale & in realty Serva parole; i macstri della nostra scuola estendono la loro compassie, Pe, Pet liberate chi & caduto. Se vedete cosl, solo allora comprenciete ta loro completa gentilezea. Se, invece, vi incollate alle frel Sahota: nelle parole, non potrete evitare di stetminate Ia razta del Bocdine Plu Chao fu fortunato a trovarsi accanto alla sedia del maestro Pic; coltare quello che mai aveva ascoltato prima. I compagni della Via to compilarono in un volume, e questo stupido ha preseatate ke radice © i rami del fatto. In questo momento @ Pultimo giorno del mese nella tarda primave- 0 dellanno 1128. II monaco Pu Chao, partecipanteaght ele ‘successore dei patriarchi, sctive umilmente questa, prefarione Molto tempo fa un re offtl a un alteo re di barattate quindici cttd con 8 Prefacione originale un solo gioiello, Quando emissario giunse con il and, si accorse che Tfaltro era riluttante a separarsi dalle sue cittly allora recuperd il gioiello sostenendo che fosse screpolato e minaccid di mandatlo in frantumi se i re non avesse fatto onore al suo impe- no, Il re allora cedette, Fin quando non vogliamo abbandonate i nostri attaccamenti, non possiamo apprezzare il gioicllo incstimabile della nostra vera natura, Ogni caso della Raccolta della Rc Bla ci mostra non solo dove trovate il gioiello, ma anche come esttatlo, tapiarlo ¢ evialo per portare all luce ta sun intinsee belleza € magnificenza, SETTANTESIMO CASO Kuei Shan assiste Pai Chang ‘SUGGERIMENTO. Per un uomo veloce, una sola parola; per un cavallo veloce, un solo colpo di frusta, Dievimila anni, un solo pensiero; un solo ‘pensiero, diecimila anni, Dovete conoscetlo direttamente prima che sia sollevato. Ma ditemi, prima che sia sollevato come lo cercherete? To cito cso: guatdate! caso. Kuei Shan, Wu Feng ¢ Yun Yen si trovavano insieme ad assistere Pai Change! Pai Chang chiese a Kuei Shan: *Con Ia gola, Ie bocca ¢ le Iabbra'chiuse, come patlersi?”? Kuei Shan disse: “Vi prego, maestro, patlate voi invece”> “Non rifiuto di parlarti, ma temo che (se Jo facessi) in privato del discendenti®# NOTE 1, Haha! Dallinisio 2. B Mieie fovae un generale Kueh Shan prove alld 1 al Chang, : in Gon gentler fin troppo pateraes La pelle sul suo viso 2 specs ‘Sf machine af confoee col tango. € con Freq. Va sue 10 la fine oscuro € difficile da capite, Tu sel diretto a ovest, 10 Settantesin Caro COMMENTO. Kuei Shan, Wa Feng e Yun Yen si trovavano insieme ad assistere Pai Chang. Pai Chang chiese a Kuei Shan: "Con la pole, Ia bocea © le Iabbea chiuse, come parlerai?”, Kuei Shan disse: “Vi prego, maestro, Patlate voi invece". Chang disse: "Non rifiuto di parlarti, ma. temo che (se lo facessi) in futuro verret private dei discendenti”, Anche se Fai Chang agi in questo modo, Ja sua pentola eta gid stata portata via da qualeuno. ‘Pose (Ia stessa domanda) anche a Wu Feng. Feng disse: “Maestro, anche voi dovreste stat zitto”. Chang disse: "Dove non c& cssuno, riparo i miei ocehi con a mano © guardo fisso verso di te”. Lo chiese anche a Yun Yen, Yen disse: "Maestro, voi avete (un modo. per parlate) o no?”. Chang disse: “Ho perso i miei discendent?™ enuno di questi tre uomini ere un macstvo. Un antico disse: “Al livello della terra ei sono innumerevoli uomini ‘mort; Quelli che riescono ad attraversare la foresta di tovi sono abi- W. Cost i meestri della nostra scuola usano It foresta di rovl mettere alla prova la gente. Perché? Non potrebbero. mettere ‘lla prova In gente se si attaccassero a frasi basate sui sentimenti comunt. T ‘monaci vestiti di pezze devono tiuscite a mettere in mostta la loro abilita nelle frasi © a siconoscere il punto nelle parole. Quanto agli omini che trasportano tavole, essi spesso muoiono nelle parole ¢ 002. Se In gol, Ia bocen ele labora sono chivse, non’ e's pid ‘modo di dite qualcosa". Quanto a coloro che riescono ad adattarsi con successo, hanno onde che vanno conteo la corrente ¢ hanno la strada nica che porta diritto dentro la domanda, Non si tagliano le mani inciampando sulla sua punta afflata. Kuet Shan disse: “Vi prego, maestro, parlate voi invece”. Ditemi, cosa intendeva dite? Qui fu simile a scinille emesse da una pietra, simile un lampo di luce: respingendo Ia domanda di Pai Chang, rispose immediatamente, Ebbe il suo modo di titatsi fuori, senza sprect, fe il minimo sforzo. Per questo & detto: "Egli studia la frase viva; snon studia Ia frase morta", Ma Pai Chang non saccolse le sue parole ¢ disse solo: "Non tiffuto i parlarti, ma temo che (se lo facessi) in futuro vervei privato det Gecendent”. Ogni volta che i maestri della nostra scuola sivtano uomini, tirano fuoti i chiodi ed estraggono i picchetti. Quanto a colato che, in questi giorni, dicono che questa risposta non approve Keel Shan ¢ non capi e’sue parole, come sono lontani dal sapere che Proprio qui c’8 Ja sua via unica ‘del potenziale vivente, che si innalza come un muro alto mille piedi, che scambia Fospitante © Lospitate, che balza picna di vit Settantesimo Caro A A Hench Tou piacciono queste patole di Kuei Shan, piace la sua libertd di voltarsi e di manovrare elegentemente tiuscendo allo stesso tempo a tenersi saldo al suo tetritorio, Cost la sua poesia dice: POESIA "Vi prego, macstro, parlate voi invece” ** Questo contiene Vuniverso. Sid gid tagliato la mano contro la Punta afilata® Dalla testa della tigre spunteno le corna mentre emerge dalle erbe selvatie ** Davvero sorprendente, 2 innegabile che sia straordinario. * Sui dieci continenti ta primavera finisce e i fori si piegano e appas- siscono — ** Tutto @ puro e freseo, Nessuna lode 2 sufficiente. * Sulla foresta di corallo it sole 2 redioso e splendente. ** (Sui rami di corallo Ia luce @ riflessa) cento volte, mille volte pitt forte, Eppure non possiamo trovarlo sulla punta deile cento erbacce. La risposta di Kuei Shan copre il cielo e la terra, * COMMENTO Le risposte di questi tre uomini (alla domanda di Pai Chang) sono tutte diverse una dalPaltca, C’? quella (di Kuei Shan) che si erge come tun muro alto mille piedi; ¢'® quella (di Wu Feng) che ha lo splendore € Ja funzione allo stesso tempo; ¢ c'& quella (di Yun Yen) che non ud nemmeno salvare se stesso. “Vi prego, maestro, parlate voi invece”. Immediatamente, in questo verso, Hsueh ‘Tou ha meso in mostra il suo stratagemma, Egli vi penetra ancor pid € spinge cos) leggermente in modo da rendete pit facile agli uomini capite, dicendo: “Dalla testa della tigee spuntano le coma mentre emerge dalle erbe selvatiche’. La risposta di Kuei Shan sembra mettere delle corna sulla testa di una tigte feroce: c’® allora un modo per avvicinarla? 12° Settantesino Caso Non ayete sentito? Un monaco chiese a Lo Shan: “Com’é quando nascono insieme © muoiono insieme?”. Shan disse: “Come un bue senza corna”. I! monaco chiese: "Com’é quando nascono insieme ma ‘non muoiono insicmme?”. Shan disse: "Come una tigee con Ie cotna” Anche se Hsueh Tou ha completato la poesia con due versi, ha ampie capacita per sivoltatsi e mutate, Continua dicendo: “Sui dieci ontinenti Ja primavera finisce e i fiort si piegano e eppassiscono”, Sull'oceano ei sono dieci continenti dove eento anni fanno una primave- a, Le patole di Hsuch Tou hanno una graziosa eleganza, e gitano liberamente con grande facilita. Quando Ja primavera & finita, centinaia ali miglisia di mitiadi di fioti si piegano © appassiscono tutti in una volte, Solo la foresta degli albeti di cotallo non si piega e non appa sce: prende Ja luce del sole e Ja riflette avanti e indietco (tta i rami). Proprio in quel momento davvero sorprendente! Hauch Tou se ne serve per fate luce su Kuei Shan che dice: "Vi prego, maestro, patlate SETTANTUNESIMO CASO Wu Feng dice: “Tacete, Maestro” caso Pai Chang chiese anche a Wu Feng: "Con Ia gola, la bocca ¢ le labbra chiuse, come patlerai?”? Feng disse: "Maestro, anche voi dovreste tacere”? Chang disse: tion ’8 nessuno, riparo gli occhi con Ia mano guardo fisso verso di te"? a freecia 8 volata oltte Ia Cotes. 2 Cattra Ia bandie il tambura, Con una sola frase interrompe i fusso © mette a siposo mitiadi di impulsi. 3 Dove ia tern ® grande e Ie popolione 8 spats, uel che i COMMENTO Kuei Shan si tenne saldo al suo tettitorio; Wu Feng interruppe le miriadi di correnti, Pet (fate) cost poco bisogna essere un uomo che lo ptendc ditettamente, come uno scontro frontale delle avanguardie di due eserciti, Non 8 spazio pet le esitazioni, La funzione di Wu Feng 2 immediata e diretta: (Ia sua tisposta) & urgente e rapida, pericolosa e ardua. Non & come Kuei Shan, che @ tilassato, ameno ed esuberante. Gli odierni seguaci del Ch’an non fanno altro che muoversi sotto eli seaffali, incapaci di andate oltre di lui. Per questo & detto: “Voglio che tu’ ragglunga ["Intimo, non interrogate con domando”, 14 Settantanesinvo Caso La risposta di Wu Feng lo interruppe immediatamente; innegabil- mente fu straordinaria ¢ brillante, Pai Chang disse: "Dove non c’é nessumno, ripato gli occhi con Ja mano guardo fisso verso di te”, Ma litemi: questo & approvare Wu Feng 0 no? B uceidere 0 & portate alla vita? Avendolo visto ruotare cost tranquillo, Pai Chang vole solo fae un controllo, La poesia di Hsuch Tou dice: PORSIA, “Maestro, anche voi dovreste tacere”. ** Gi presente prima delle parole. Taterrompe le miriadi di correnti. * Osservate la strategia di Wu Feng sulle lince di battaglia det drago del serpente — %* Sereono un tambara dora ete banier dentate (di wn, grande senerale) per poter far questo, Ha tutto Vequipaggiamento: 2 esper- to e abituato alla battaglia. * if Fa pensare al generale Li Kuang; ** Non sono in molti ad avere questa meravigliosa abilita, Col suo cavatfo e 1a Ijucia (copre) mille miglia, diecimila miglia, e (sconfig- ge) mille womini, diecimila womini. * Sullorizconte delle dicimila miglia un solo falco pescatore spieca it volo. ** Lo vedono mtti? Ma dimmi, dove si posa? Sul bersaglio. Io colpi r® dicendo: “B volato oltre”* ‘cOMMENTO ‘Maestro, anche voi dovreste tacere’”, In un solo verso Hsueh Tou da una spinta e dice: “Ossetvate In sua strategia sulle linee di batts- alia del drago © del serpente”. B come se Wu Feng avesse posto due Tinee di battaglia a sfondare dentro e fuori, Ha Pabilitd di un coman- dante di battaglia, senza freni in tutte le direzioni, Un uomo con una stande strategia & libero di apparire e scomparire col suo cavallo € di Settantunesino Caso 15 passare con la lancia le linee di battaglin del drago ¢ det serpente, Come potteste riuscire ad accerchiarlo? Se non siete un uomo cost, come farete a sapere che c'® questa strategia? In tutte e tre queste poesie (70, 71 ¢ 72) eid che Hsuch Tou descrive & cost, come le frecce miracolose di Li Kuang. “Sull’otizzonte delle diecimila miglia un solo falco pescatore spicea il volo”. Che tuna freccia abbatta un’aquila & certo: non c' altea (possibiita) di salvezza, Nella poesia di Hsueh ‘Ton, la domanda di Pai Chang & come tun falco pescatore; Ja risposta di Wu Feng & come una freccia. Sono stato cos! occupato a lodate Wu Feng che, senza accorgermene, tutto il mio corpo & stato immerso nel fango e nelPacqua, NOTE DEL TRADUTTORE a, Famoso arciete © grande generale, Li Kuang ebbe una lunga cattera com batendo. contro. gli Unni alle frontiere scttentrionall. della. dinestia degli Han ecient, nelle werd del tecolo aC, Vedi Hl commento ala posse del caso 4 SETTANTADUESIMO CASO Pai Chang interroga Yun Yen caso. Pai Chang chiese anche a Yun Yen: “Con fa gola, la bocca ¢ le Iabbra ‘chiuse, come parlerai?”." ‘ "Yen disse: "Maestro, voi-avete (un mode per patlare) 0 no?" Chang disse: "Ho petso'i miet discendenti”? NOTE Bact dalls un tana, canal", Cast, dice? : 5 gS‘ ie i ne, Tango e wa clin ca Bavantt hon ragpienge il vega, deo non stave al negvi. : 3, Ouviomerte, comune siposta Come quest, meth © cavant @-metd te sano diet, ‘COMMENTO Yun Yen fu attendente di Pai Chang per vent'anni, Pit tardi si reed con Tao Wu da Yao Shan, Shan gli chiese; “Quando eri nella comont- th di Pai Chang, qual era il tuo. scopo?”. Yen disse: "Sfuggire alla nascita e motte’. Shan disse: "Sei sfuggito 0, no?”. Yen disse: "Non C8 nascitn e morte per questo”. Shan disse: *Vent’anni da Pai Chang ela ta forza delPabitudine non si & ancora dissoltal", Yen prese com- tmiato e and® a trovare Non Ch’uan, Pit tardi tomnd da ‘Yeo Shan ¢ final- mente capt ¢ fu illuminato. ee Ossetvate in che modo Vantico Yun Yen studid c investigd per vent’anni ed er ancora mezzo verde e mezzo giallo (immaturo). Si Settantaduesinvo Caro VT attaccava alla sua pelle e si legava alle sue ossa, e non riusciva a penettare. Era davvero cost: infatti davanti non raggiungeva il villag- Blo, e dictro non attivava al negozio, Forse avete sentito questa poes Se le tue parole uon lasciano i vecchi schemi, Come riuscirai a uscire da cid.che ti copre e'ti lega? ‘Nuvole bianche giacciono di traverso all’ingresso della valle, Facendo pérdere la fonte a molta gente, Nella tradizione Ts'1o Tung questa & detta ‘teasgressione’. Cos) essi dicono:, *Spalanca Ja torre della fenice ben custodita ma evita di tasgredite (Ia, ptoibizione del dite) il nome delfattuale imperatore” Per questo & detto: “Per atrivate & anzitutio necessario passare oltre 1a rovi. Se non Ia olttepassi, dallinizio alla fine ti attaccherai alle, sottigliczze senza riuscite a eliminate” Gome ho appens tio, ‘Davanti non siggiangeva il suo yllggioy dictro non arrivava al suo negozio". Yun Yen volle mettere alla prova Ia profondita dellaltro. Quando Pai Chang lo vide agire cost, immedia- tamente lo tenne fermo e lo colpt a motte La poesia di Hsuch ‘Tou dice: POESIA “Maestro, voi avete (un modo per parlare) 0 no?” ** Tl caso & perfetiamente manifesto. Yun Yen inseguiva le onde, rincorreva te increspature, si mischiava al fango e si confondeva con Vacqua. * U Ieone dalla criniera dorata non si accovaccia a terra ** Ouviamente. A che serve? Malissimo.* A due a due, a tre a tre, vieggiando sulla vecchia strate — ** "Con la gola, la bocca e le labbra chiuse, come parlerai? Voltati e mostra dello spirito! Anche se era propria sotto ai suoi piedi, to perse. * Sul monte Ta Hsing, Pai Chang scbioccd le dita invano ** Una volta morto Yun Yen non tornd di nuovo in vita, Malissimo! Tristssino! Houeh Tow egxinnge alira angoscia al suo grido di 18 Settantaduesino Caso COMMENTO “ ‘Maestro, voi avete (un modo pet patlare) 0 no?” / Il Ieone dalla ctiniera dorata non si accovaccia a terra". Hsueh Tow conclude il caso jn base ai fatti, Yun Yen 2 davvero uno, ma questo leone dalle stinieta dorata non si eccovacci seta (pronto 2 spicate un salto) uando il leone cattura Ja sua preda, nasconde i denti, dissimula gli Sig cal aceoracca ater pee faecal (@ saltate) Che a preda sia geande © piccola, un Jeone usa sempre tutta la sua potenza, volendo portare a tetmine la. sua azione. ‘Quando Yun Yen disse: "Maestro, vot avete (un modo per patlare) ©. 102", stava solo viaggiando sulla’ sua vecchia.strada. Ecco perché Houch ‘Tou dice che Pai Chang schioced le dita invano sul monte Ta Hosiung. NOTE DEL TRADUTTORE 44 Si schioceano fe dita a quakuno per farlo risvegiare, SETTANTATREESIMO CASO Ma Tsu ¢ le permutazioni delP’affermazioné € della negazione SUGGERIMENTO Nella spiegazione del Dharma, non c' spiegare né insegnare; nelPascol- to del Dharma, non ce udite né raggiungere. Poiché Ia spiegazione non spiega né insegna, come pud essere paragonata alla non spiegazio- ne? Poiché Vascolto non ode né raggiunge, come pud essere paragona- to al non ascolto? Eppure, la non spiegazione e il non ascolto ammonta- no ancora a qualcose Quanto a voi che vi trovate gui e mi ascoltate mentte spiego, come eviterete questo ertore? Per coloro che hanno Mocchio per olttepassare a barriers, come ptova cito questo vecchio caso: guatdate! caso H Un monaco chiese al grande maestto Ma: "Maestro, andando oltre le permutezioni dell'affermazione ¢ della negazione, indicatemi ditettamen- te Al signicata della venta dal?Occidente™! maestro Ma disse: "Oggi sono stanco © non posso spiegartelo. Vat a chiederlo'« Chih Tsang’? ee Quando il monaco lo chiese a Chih Tsang, ‘Tsang disse: "Perché non hai, chiesto al maestro?"* Tl monaco disse: “Il maestro. mi ha fatto venite qui a chiederlo a te"S Tsang disse: “Oggi ho mal di testa € non posto spiegartelo. Va’ a chiedetlo al fratello anziano Hai” Quando il monaco lo chiese al fratello anziano Hai (Pai Chang),’ Hai disse: “A questo punto, non capisco”* Quando il monaco, raccontd tutto questo al grande maestro Ma’ il maestro Ma disse: “La testa di ‘Tsang 2 bianca, Ia testa di Hai & mae 20 Settantstreesino Caso NOTE 1. Da dove be preso questa domanda? Da dove ha appteso qucste notisie? 2 Si rita di tre. passi, II monaco. 2 inclampato oltre senza. accorgereene. Ma ‘Tou nasconde il" suo’ corpo ma sivela Ja. sun ombra. Innegabilmente. qacsto vetchio Ma he passato il fardello a qualcun alto. 3. Avtebbe dovuto fare pres 4, La tigre dalla coda. brack monaco si sta legando con delle corde 3. Bea disposi ‘qualeun secanda profondi fantaquattzo uomini di saggezs (della. finea di ddenza di Ma Tsu) abbiano tute soflero di questo tipo i malts 7, BY nuovo i wonaco fo prea gone alte, Aggeatando it bottin, gida alesse stato es, 8. Non fa cesimonic, In ogni caso, Vorcurtt ai estende cenza fine, per sempre, 9. Nonastante tutto, questo mongco, ha un po’ di vise 10. Nel cuoze del iegno comanda Mimperatore; oltte 7 pass danno of COMMENTO. Nei tempi passati, quando studiavo con Chen Chueh a Ch'eng Ta (nello Szechuan), Chueh disse di questo caso: “Avete solo bisogno di guardate il primo rigo di Ma ‘Tsu c capicete naturalmente tutto in una volta’. Ditemi, questo monaco cap! quando chiese, o chiese perché hnon capl? Questa sua domanda ® innegabilmente profonda e di grande ortata, PPer uanto riguatda Pandare oltre Je petmutazioni dellafermerione ¢ della negazione, le quattro proposizioni fondamentali sono: ‘esiste’, ‘non esiste’,‘né esiste né non esiste’, ‘esiste € non existe’, Quando vi allontanate’‘da queste quattro proposizioni, interrompete Te foro cento negazioni. Ma se non fate altro che occupatvi a costruite teotie, non ticonoscerete il senso di questa storia: cercherete la-vostea-testa sénza vederla ‘Se fossi stato io, avrei aspettato fin quando Ma ‘Tsu avesse patlato, poi avrei stotolato’il mio tappeto e mi sarei inchinato tte volte, per vedlete come avrebbe risposto. Se in quel momento fossi stato Ma Tsu, ‘quando avessi visto quel monaco farsi avanti e chiedere: "Vi prego, maestro, andando oltre le permutazioni delPaflermazione e della negazio- ne, indicatemi ditettamente il significato della veruta dallOccidente”, sli avtei colpito la schicna col mio bastone o lo avrei gettato fuori con dei colpi, per vedere se si sarebbe risvegliato 0 no, Settantatreesino Caso 24 UI grande macstro Ma non fece altto che creargli complicazioni. uando quest’uomo si trovd di fronte a cid ¢ inciampd oltre perdendo: Jo, Ma Tsu Jo mand’ fo stesso a interrogate Chih ‘Tsang. Il monaco nnon sapeva davvero che il grande maestro Ma ticonosce profondamen- tei venti in attivo. I monaco, nelPignoranza, andd a intertogare Chih Tsang. Chih Tsang disse: "Perché non hai interrogato il maestro?*. I monaco disge: “II maestro mi ha fatto venire quia intettogare tc” Osservate questo suo modo di fare: quando % messo alle strette, si yolta immediatamente senza perdere altro tempo. Chih Tsang disse: “Opei ho mal di testa e non posso spiegartelo, Va" a interrogere il fratello anziano Hai’, Questo monaco and® dal fratello anziano Hai, che disse: "A questo punto, dopo tutto, non capisco”. Ma ditemi, petché un- uomo disse di vere mal di testa'e un uomo disse di non capire? Alla fine, di cosa si tratta? IL monaco allora tornd indietro e raccontd tutto’ al grande maestro Ma, II maestro disse: "Le testa di Tsang & bianca, Ja testa di Hai & neta’. Se vi raffiguraste ci) per mezzo di interpretazioni intellettuali, diteste che stavano prendendo in gito il monaco, Aleuné dicono che non fu altro che passare un fardcllo, Alcuni dicono che tutti e tre conosceva- no la domanda del monaco, © che quindi non risposero, Tutte queste interpretazioné corrispondono a battervi le mani davanti agli occhi ¢ a meutere del veleno nel puro ghee degli antichi dal sapore eccellente. Per questo Ma ‘Tsu disse (al Jeico Pang): "Quando ingoierai tutta Pacqua del Fiume Occidentale in un solo sorso, te lo spieghe1d”. Nel ‘e080 presente & la stessa cosa, Se tiuscite a capire "La testa di Tsang bianca, Ja testa di lai 2 nera”, riuscite a capire questo discorso sull'ac- ‘qua del Fiume Occidentale. Questo monaco prese il suo fardello di confusione © Jo scambid per delPinguietudine: continad a importunare questi tte adepti, facendoli entrare nel fango ¢ nellacqua, Alla fine il monaco non ne. alfertd nemmeno un barlume. Anche s¢ fu cost fino all’ultimo, in ogni caso i tee meestti della nostra scuola futono smascherati da un uomo che trasporta una tavola, In questi giotni gli uomini si rivolgono alle parole per trame sosten- tamento, Dicono che il bianco corrisponde alla fusione nella luce, entre il nero si tiferisce alla fusione nelloscutita. Non facendo altro che accuparsi di seguite i loro calcoli, queste persone sono ben lungi dal sapere che Fantico Ba ‘Tsu intetrompe le foro faolti mental on tun solo tigo. Dovete volgervi alla vera vita e cercare da voi stessi prima di poter ottenere un accordo stabile. Per questo Ma Tsu disse: “Con Lultima parola finalmente si raggiunge Ja barricra impenetra Ie*, Se interrompete il luogo di incrocio essenviale, non lasciate che il 22 Settantarreesino Caso sacto ¢ il profano passino, Discutere questo fatto & come avere una spada premuta contro la fronte: esitate e perderete il corpo ¢ la vita, E detto inoltre: “E come brandire una spada nel cielo: non 2 un problema di dove artiva o non arriva’. Per capire, andate nel luego def chiatore scintillante, Non avete sentito dire dagli antichi: "Mastello di laccal”, "Spirito di volpe selvatica!” 0 “Uomo cieco!"? Ditemi, questo & uguale o diverso da un colpo o un gtido? Se sapete che le miriadi di dilferenze ¢ di distinzioni sono tutte una, riuscirete naturalmente ad assumere oppositori da entrambi i lati, Volete capire "La testa di Tsang 8 bianca, Ja testa di Hai 8 neta?¥ Il mio scomparso maestro Wu ‘Tsu se: "Signor Spazzapolvere".” Ta poesia di Hsueh Tou dice: POESTA, “'La testa di Tsang & biauca, Ia testa di Hai é nera’”. ** Mexzo chiuso, mexzo aperto, Una mano solleva, Paltra scbiaccia, I suono di campane d'oro, il vigore delle campane ingioiellate. * I monaci vestiti di perze dallocehio chiaro non riescono a capire, ** Vai a viaggiare per altri trent'anni. Finisce con le narict perforate da qualeun alito. Per questo motivo, la mia bocca mi sembra storta, * LU Puledro ba calpestato a morte tutti sulla terra — ** Tra tutti i monasteri, solo questo vecchio Ma avrebbe potuto farlo, Portate fuori questo veccbio! * Lin Chi now & ancora un ledro che pud rubare alla, lace del sole. ** Un lebbroso si trascina dietro i suoi compagni. Anche se Ma Tsu e Lin Chi sono esperti, sono stati catturati da unaltra persona, Hsueb Tou. * Andare oltre le quattro proposizioni ¢ interrompere le tora cento nega- oni, ** Cosa dice? Anche tu devi controllare questo ¢ vedere da te. ‘Bab- bo? somiglia a ‘papi. * Tra gli d2i e gli womini solo io to so ** Perché usare ‘io’? Ti porterd via il bastone. Se non c’d né io ub aliro, né guadagno né perdita, cosa userai per sapere? * Settantatreesino Caso 23 COMMENTO, “La testa di Tsang & bianca, la testa di Hai 8 neta’”, Ma ditemi, cosa sanifiea questo? T monaci del mondo westit di pense non sesco no a balzate oltre questo, anche se 8 cost poco, Ossetvate quanto bene ‘Hsuch Tou chiude saldamente alla fine: dice che anche se siete monaci vestiti di pezze non riuscirete To stesso a capire, Questa piccola notizia & dette ill segreto nascosto degli immortali di’ spirito che non viene passato di padre in figlio. Dopo che il veechio Shakyamuni ebbe predi- cato gli insegnamenti della sua intera vita, alla fine trasmise in modo speciale il sigillo della mente, Esso 2 detto Ia spada ingioiellata del Re lel Diamante; * & detto il Rango del Corretto® Tali complicazioni furono un fatto inevitabile: (con esse) gli antichi mosteatono una picco- Ja parte della loro punta alfilata, Se siete una persona che riesce ad attraversare, forerete ¢ peneiterete per raggiungere Ia grande indipen- denza. Se non riuscite ad attraversare, allora come prima non c® un uogo in cui possiate tisvegliarvi ed entrare, e pid) patlerete pi vi allontanerete. “Il puledto ha calpestato. a morte tutti sulle terra". In India Prajnatara profetirad a Bodhidharma le parole (di Ma Teu):' "Anche se Ja Cina & vasta, non c@ altra strada: correri nelle orme dei tuoi discendenti, Un gallo dorato sapra come prendere nel becco un chiceo i miglio © offrite sostentamento agli arhat delle dieci ditezioni” * Inoltre, il Sesto Patriarca disse al (maestro di Ma ‘Tsu) maestro Jang: "Diora jin poi il Dharma di Buddha proceder’ da te, In futuro da te dliscenderd un puledro che calpester’ a morte tutti sulla terea’. In seguito egli difluse Tinsegnamento per tutto il paete come successore del Dharma nel Kiangsi, In quel tempo si chiamava Ma ‘Tsu, Cost sia Bodhidharma che il Sesto Patriatca predissero in anticipo Ma ‘Tsu, Osservate in che modo il suo modo di fate le cose fu, come si veda, speciale; non fece che dire: "La testa di ‘Tsang & bianca, la testa di Hai & mera”. Mille uomini, diecimila uomini non riescono a mettere i denti_in_ questo solo rigo sul bianca € sul nero. “Lin Chi non & ancore un ladro che pud rubare alla luce del sole”. Un giorno Lin Chi diede questo insegnamento all’assemblea: “In que sto cumulo di care rossa e'8 un veto uomo senza rango, Esce ed entra continuamente dalle porte dei vosiri sensi. Chi non ne ha mai avuto testimonianza, guardi, guardil”. In quel momento ci fu un monaco che si fece avanti ¢ disse: “Cos'® il vero uomo senza rango?”. Lin Chi scese dalla piattaforma della meditazione e afferx® con fotza il monaco dicendo: “Parla! Parlal”. TL monaco rimase senza parole, Lin Chi lo spinse via e disse: “I veto uomo senza tango: che pezzo di merda 2A Settamareesiona Caro secea I". In seguito Hsuch Feng ne sentl patlate e disse: “Lin Chi somiglia molto a un ladro che tuba alla luce del sole”, Hsueh Tou vuole inconttere questo Lin Chi, ma nellosservare la Jama attiva di Ma Tsu, & cettamente superiote a quella di Lin Chi, Ma ‘Tsu non & veramente un ladro che tuba alla luce del sole; Lin Chi non To & ancora. Hsueh ‘Tou li ha petforati entrambi in una sola. volta Passando a mettete in versi questo monaco, Hsuch Tou dice: "Anda. te oltte le quattro proposizioni ¢ intetrompete le loro cento negazion| — / Tra gli dBi e gli uomini solo io lo so”. Ma non andate a vivere nella grotta del fantasmal Un antico disse: “La risposta & nella doman. dda, Ja domanda ® nella risposta”, Questo monaco cra gid fuotl dellordé nario: come riuscirete ad andate oltre le quattro proposizioni ea intertompere, le loro cento negazioni? Hsueh Tou dice: “Solo io so esto fatto". Nemmeno i Buddha del passato, del presente © del futuro tiescono a vederlo, Poiché ognuno deve saperlo solo per s6, che cosa cercate voi tutti quando continuate a venite quassi (pet asco! tatmi)? Chen Ju di ‘Ta Kuei comment®: "Il monaco che chiese in questo modo ¢ Ma Tsu che tispose in questo modo andarono oltre le permuts. ioni dell’afermasione e della negazione. Chih Tsang ¢ il fratello anzia. no Hai non lo capitono per nulla”, Volete capite? Non avete sentito? "II Puledto ha calpcstato a mor- te tutti sulla terra” NOTE DEL TRADUTTORE % I ello del Re del Diamante & un simbolo della prajus, In saggenea b. Tl Rango del Corretto simboleggia i Vol, I © Prajnatera fu il maestro di, Bodhidharma ¢ il venti dliano, “Non c@ altra sada” allude a Ma Tas, il cud nome det Dhatnm fi Tao I, “La Via & una", *Un gallo dorato” allude al maestro i Ma ‘Tas, i ‘macsito Huai Jang di Nan Yueh, un omo che: veniva dal Chin Chow (Ia ‘Brsfettura d'éro"}; come un gallo che sa naturalmente quando cantee, wuote, it mirvenas vedi il Caso 42, sim pattiarce Huai Jang seppe quando a nel mondo pet fat forire il Dharma. I hes af rine, Wl, dele en tame i mod eee 1 ptedio dela 'pocsia di Hsueh ‘lou ¢ dell predidone det sexo. pelea 4 Hunt Jang signiis, oveismente, Mu ‘Tsu: in cinese "Ma signlica caval SBITANTAQUATTRESIMO CASO Chin Niu ¢ il secchio del riso SUGGERIMENTO Brandendo orizzontalmente una spada alflata, taglia il garbuglio di vi rampicanti davanti alla sua punta, ‘Tenendo in alto uno specchio turning $0, porta alla Tace in una fee i siglo ci Vaitocana, Bove lx progela condirione & sicura nelPintimo, si indossano sbiti e si mangia cibo. Dove i poteti spirituali vagano liberi, come si pud indugiate? Lo avete capito a fondo? Guatdate quello che & sctitto qui: caso. Ogni giorno, all’ora del pasto, il maestro Chin Niu prendeva di persona il secchio del riso e si metteva a danzare davanti alla sala dei monaci; tidendo, fragorosamente diceva: "Bodhisattva, venite a mangiare!”. Hsueh Tou disse: “Put agendo cost, Chia Niu non aveva un buon Un monaco chiese a Ch’ang Ching: “Quando Tuomo dei tempi antichi diceva:, ‘Bodhisattva, venite a mangiate!’, cosa intendeva?”? Ching disse: "E molto simile a una lode gioiosa in occasione di un pranzo"* NOTE 1. “Puol giocare con Ia Jenza da pesca come wuol — senza disturbare fe chiare conde; it suo signficato 8 spontancamente distinto". gli applice puro. ghee veieno allo stesso tempo e fa bene! Dispone in une sole volta, pomme © giotelli, ma che pad fare? —quelli con eu si incontra sono pockt, 26 Settantaguattresino Caro 2 Quo 8 un Indo che conse wn Into, uno ai, che seoorse uno spite, Se qualcuno viene parle i giusto c sbaglsto, @ una persona Biusta © shaglats. 3. Ta vert, ehiongue avicbbe da dubitare su questo. Sin dall'inisio non ha ‘apato dov'e Chin. Niu. Che dish Chiang Ching? 4 Walt "pond dt pbbtco per due it io ondine, © avoge it can COMMENTO, Chin Niu eta un venerabile adepto che discendeva da Ma Tsu. Ogni giomo, allora del pasto, prendeva di persona il secchio del riso € si metteva a danzare davanti alla sala dei monaci; ridendo fragorosamen- te diceva: "Bodhisattva, venite a mangiare!”. Fece questo pet yent'an- ni, Ditemi, qual era Ia sua intenzione? Stava solo chiamando gli altti a mangiare? Colpiva sempre il tamburo per Tora del pasto ¢ lo annuncia- ‘va personalmente, Ma allora che bisogno cera ancora di prendere il sccthio del riso ¢ di fare tutti queé giochi? Non eta pazzo? Non stava ‘spiegando il progetto’? Se stave spiegando questo fatto, perché non salt sul trono del fore del giciello per ‘battere sulla sedia e sollevare il plumino'? Perché doveva agite in questo modo? Oggi gli uomint sono lontani dal sapere che cid che gli antichi intendevano era al di fuori delle parole. Perché non dare uno sguardo allo scopo dichiarato della prima venata qui del maestro dei pattiar- chi? Qual era? E stato spiegato chiatamente: per una tresmissione separaia al di foori degli insegnamenti verbali, tresmettere individual- ‘mente il sigillo della mente. Anche i metodi abili delantico i avevano L'unico scopo di farvi ricevere direttamente questo. Pit, tardi sli uomini avrebbero solo fatto dei calcoli personali dicendo: “Perché tutte queste preoccupszioni? Quando avete freddo, voltatevi verso il fuoco; quando avete caldo, avvantaggiatevi della fresca ombra; quando sentite fame, mangiate; quando sentite sonno, dormite un po”. Se interpretassimo i significat in questo modo, sulla base dei sentimenti comuni, pet spiegate © commentare,allora intera scudlacdi Bodhidhar- ma sarebbe scomparsa dalla faccia della terra. Non capite che per ventiquattro ore al giorno, di momento in momento, gli antichi non sinunciarono mai a voler capire Questo Fatto? Hsueh Tou disse: "Par agendo cosi, Chin Niu non aveva un buon ‘ecuore”. Molti fraintendono questo rigo. Cid che prende il nome di supremo sapore del puro ghee si trasforma, incontrando persone di ‘questo tipo, in veleno, Se Chin Niu seese nelle erbacce pet aiutare gli Seitantaguattresino Caso 27 uomini, perché Hsueh Tou disse che non aveva un buon cuore? Pet- ché patld cost? I monaci vestiti di pezze devono avere un vivo potenzi Jc prima di iniziate a capite questo. Oggi gli vomini non si recano nel mondo degli antichi; dicono solo: "Che mente c’8 da vedere? Che Buddha '8?”. Se costruite simili idee avete distrutto il veechio adepto, Chin Nin, E necessaria un'osservazio- ne approfondita per iniziare a capire, Se oggi ¢ domani continuate con queste facili spiegazioni, non giungerete mai a termine. Pit tardi, quando Ch'ang Ching era salito sul suo trono, un mon co chicse: “Quando Pantico diceva: ‘Bodhisattva, venite a mangi cosa intendeva?”, Ching disse: "B molto simile a una lode gioiosa in ‘ccasione di un pranzo". Lionorato meritevole Ch'ang Chiing fu estre- mamente compassionevole: lascid colare dell’scqua ¢ indugid un bel *. In veriti fu una “lode giofosa in oceasione di un pranzo”, Ma ditemi: gioiose per cosa? Osservate In. poesia di Hisuch Tou che dice: POESIA Tra fort risate alombra delle navote bianche, + Nella saa risata e'° un coltello, Perché Ventusiasmo? 1 monaci det mondo vestiti di pexze non sanno a cosa si riduce. * Lo solleoa con entrambe le mani per darlo loro. ** Come. possono esserci simili cose? B meglio non ingiuriare Chin Nin, Pud essere chiahato un secchio di riso? Se siete um legittimo monaco vestito di pexxe a tutti gli effetti, non mangerete questo tipo di cibo. * Se Jossero figli del leone dalla criniera dorata, ** Prima devono essere al di la degli schemi. Anmetto che abbiano avuto degli occhi, ma temo solo che i loro occhi now siano stati veritieri. * Avrebbero visto Vingauno da tre miglia di distanza, + Non 2 valso mezzo centesimo. Una scena di acqua che cola ¢ di indugi. Dove fu Vinganno? Ciecbil * 28 Settantaquatresin Caso COMMENTO ‘idendo fragorosamente all’ombta delle nuvole bianche”, Ch’ang Ching dice: “Lode gioiosa in occasion di un pranzo”. Hsuch Tou dice: “Lo solleva con enttambe le mani per darlo loro”. Ma ditemi, stava solo dando loro del cibo pet mangiare o pensate che doveva essetci anche qualcos'altto di speciale? Se qui riuscite a conoscere il vero punto, sicte figli del leone dalla criniera dorata. Se loro fossero stati figli del leone dalla ctiniera dorata, Chin Niu non avzebbe pitt avuto. biso- gno di prendere il secchio di tiso, di danzare e di sidere forte: infatti ae riconosciuto il suo errore immediatamente e da tre miglia di stanza, Un antico disse: “Percepite prima dellatto © non doviete usace il sminimo sforzo”. Cosi i monaci vestiti di pezze devono sempre avete Ja funzione al di fuori dei modelli prima di poter essere detti autentici macstti della nostta scuola, Se si basano solo sulle parole e sui discor si, non eviteranno di perdere acqua e di indugiare in attaccamenti indulgenti. SETTANTACINQUESIMO CASO Wu Chiu,e i colpi ingiusti SUGGERIMENTO La punta soutle, la spada ingiofellata, perpetuamente rivelati, presenti At feote & nol, Pub ueciete gl ome € pus ported alla via Blk ced & qua, guadagnate © perdete insieme a noi. Se volete raccoglierlo, sicte libeti di raccoglierlo; se volete metterlo a terra, siete liberi di rmetterlo a terra Ma ditemi, com" quando non si cade nellospitinte e nelPospitato, ‘quando fo scambio 2 teciproco senza rimanere incollati? Per conttolla: te cito questo vecchio caso: guardate! caso. Un monaco andd da Wu Chiu dalla confraternita del maestro di Tiny Chou. Wu Chiu chiese:, “Com’e in confronto a qui il Sentiero del Dhatina di Ting Chou?” TL monaco disse: "Non & diverso"? Chiu disse: "Se non, & diverso, dovtesti tomate Ia", e poi Lo colpt? I monaco disse: “Ci sono degli occhi sul bastone:” non dovteste colpiee ali uomini a caso”. Chiu disse: "Oggi ne ho colpito uno", poi lo colpt di nuovo tre volte? “Allora il monaco uscl* ‘Chiu disse: “Da sempre ©’ qualcuno che ticeve dei colpi ingiusti”? UL monaco si voltd c disse: "Che posso fare? Il manico ? nelle vostee mani, maestro”® Chiu disse: “Se vuoi te lo consegnerd”? Il monaco « salt da Chiu, gli tolse il bastone delle mani e Jo colpt tre volte.” Chiu disse: “Colpi ingiusti, colpi ingiusti!”." 11 monaco disse: "C’ qualeu no che Ii riceve®? Chiu disse: “Colpisco a caso quest’vomo”.”? Immediatamente il mona- co si inchind."" Chiu disse: "Eppure sai_agite cos!” Il monaco tise fragorosamente ¢ uscl.” Chiu disse: “E tutto qui, 2 tutto qui.” 30 Settantacinguesino Caro NOTE 1. C2 uneco nelle sue pauole. Deve datnguere it profondo. dal poco. pro fondo. (ia ‘domands coin) una pertie per. sondate, Lombra. tun iunco, Sia davreto ingentando Laomo! . Fea gli uomint merit cc we uno vive. Uno o mezzo, (*Non divetso*) 2 identeo aun punterulo di fero. Sta cammminando sol tszeno dell reall Qeimet. ee Se i I, Sofo questo adepiopotevs ar. tutte, tn euceolo di leone, Di ale sta parla? (Petché non olplne) mille, decile? Pee utto i! tempo il monaco & stato tn worm della nostra casa, In lett 8 stato tattto ingustomente. Ha fntraviso Ta possbilith ese ne va. 7 Un muro che, mangia un melone anro. Chiu allo stesso tempo fea andare g,raccgli, Ache serve qualcino che, volta la scbinm cuando © collie? 8 Bes wecemostsntacngue yom Tanwo, Dopo ttto © un tlie monaco vestio dt perze 9. Chi sa quale di oo € il principe e quate it ministic? Chix oss, sdaiars nella boc del lene, Davioro non 4 ‘dstinguere bene dal ste, 10, Anche qui, solo un espero vlaglstorech'an avrebbe.potuto’ far" questo, spitato'e'ospitante st scambiano fe part, liberando o cafwtando n seconds Perché quest'aomo,attacca.in questo, modo? reat Se ae eee fetoe deve aver po vento Che Ie sepun, Ors sepiane che ha te COMMENTO Un monaco andd da Wu Chiu dalla confraternita del maestro di Ting Chou. Anche Chiu era un adepto. Se qui tutti voi riuscite a capire che ® una sola uscita e una sola enteata per questi dué omini, allora mille o diecimila in tealtd sono solo uno, B cost, sia che si agisca come ospitanti 0 come ospitati: alla fine i due si fondono insieme in un solo agente per una seduta di atienta investigazione. Come ospitanti 0 co- , chiedendo o rispondendo, dalPnizio alla fine sono stati due adept Osservate Wu Chiu che interroga il monaco: “Cam’é in confronto a ‘Sentiero del Dharma di Ting Chou?”, I! monaco disse immediata- Settantacinguesimo Caso 3 mente: "Non & diverso”, In quel momento, se non si fosse trattato di ‘Wu Chiu, satebbe stato difficile tener testa a questo monaco. Chiu disse: “Se non & diverso, dovresti tornare li", e poi lo colpl. Ma cosa poteva fare? Questo monaco cra un adepto € disse immediatament "Ci sono degli occhi sul bastone: non dovreste colpire gli uomini a caso”. Chia esegut fino in fondo Pimperativo dicendo: “Oggi ne ho colpite uno”, © colpendolo altre tte volte, A quel punto i monaco usel, Osservate in che modo i due uomini si voltarono tranguillamen- te: entrambi exano adepti. Per capite questo affare & necessatio distin guete T'iniziato dal laico, ¢ separate il givsto, dallo sbagliato, Anche se ‘questo monaco uset, il caso non era ancora finito. Daltiniaio alla fine Wu Chiu volle mettere sila prova la realt’ di questo monaco © vedere com’era. Ma questo monaco aveva sbatrato la porta, per cui Chiu non Paveva’ancora visto. Allora Wu Chiu disse: "Da Sempre c'8 qualcuno che, ticeve dei colpi ingiusti”. Il monaco volle voltarsi e mosttate un po? di vita; ma non lott con’ Wu Chi, € invece si volt) con Ja massima semplicita e disse: "Che posso fare?’ I] manico & nelle vostre mani, maestro”, Essendo un maestro della nostra scuola con un occhio sulla fronte, Wa Chiu osd sdraiare il suo corpo nella bocca della tigre feroce e’ dite: “Se vuoi, te lo consegnerd". Ul monaco era un uomo con vn telismano sotto il braccio, Com’s detto: “Vedere cos’ giusto e non farlo 2 mancanza di corageio”. Senza altte esitavioni, i! monaco sali da Wu Chiu, gli tolse il bastone dalle mani e Jo colpi tte volte. Quando Chiu disse: “Colpi ingiusti, colpi inglusti!”, ditemi, cosa intendeva? Prima Chiu aveva detto: “Da sempre c& qualcuno che riceve dei colpi ingiusti”, Ma quando il moneco lo colpt disse: “Colpi ingiusti, colpi ingiusti!”, Quando il. monaco disse: “C’ qualeano che ji riceve", Chiu disse: *Colpisco a caso que- suomo, Prima Chiu aveva detto di aver colpito una persona a cas Poi, quando lui stesso aveva ticevuto colpi, perché disse anche: "Col Sco a caso quest'uomo"? Se non fosse stato per Ia resutrezione indipen- dente di quest'vomo, egli non sarebbe riuscito a maneggiare Wu Chiu, Alora il monaco si inchind. Questo inchino fu estremamente veleno- s0: non fu di buon cuore, Se hon fosse stato War Chix, non sarebbe siuscito a scratare questo. monaco. Wa Chiu gli disse: “Eppure sei agire in questo modo”. I monaco rise fragorosamente © uscl. Wat Chiu disse: “E tutto qui, & mito qui Osservate in che modo in tutti gli incontri di questi adepti Vospitan- te ¢ Lospitato sono distinti ¢ chiari. Anche se interrotti, sanno_ lo stesso continuare, In effetti & solo un'azione di scambio reciproco. Ma quando vi_giungono non dicono che ci sia uno scambio reciproco, Poiché questi antichi erano al di la dei sentimenti contaminanti e del pensiero concettuale, non parlavano di guadegno né di perdita, Anche 32 Settatacingnesino Caso se si trattd di un’unica sessione di discotso, i due uomin balzavano entrambi pieni di vita, e avevano entrambi Pago ¢ il filo della nostra Tinea vitae. Se riuscite a — qui, anche voi sarete perfettamente Timpidi ventiquattro ore al giorno. tando il monaco usa (per Ia prima volta), erano entrambe fe parti che fasciavano andare, Quel che accede dopo etano entrambe le parti che teccoglievano, Questo ® detto scambio reciproco. Hsueh ‘Tou com- pone Ja sua poesia proptio in questo modo: POESIA, Chiamare @ facile — : S# Tutti sulla terra ne dubitano, La care rancida attrae le moscbe. Nessuno.dei monaci vestti di perce del mondo sa a cosa si riduce questo. * Mandar via 2 difficile. ee 48° Liberarsi di essi del tutto (8 difficile). 1 miraggi appaiono sul mare. * Osservate attentamente 10 scambio det punti d'azione, *°"Un'uscta, wentrata: entranbi sono adepli, Due uomini tengono tun solo bastone. Ma ditemi, dalla parte di chi si trova? * Le rocce antiche, anche se solide, possono.sempre-crollare — : += Come maneggerai il martello doro sulla sua manica? I mille saggi non to hanno trasnesso. * \wando si ergowo nelle sue profondita Voceano deve asciugarsi rie soeed quest? Ci soo deglt occbl sel bastone. Ammelterd solo che hanno rageiunto nell’intino, Vecchio Wu Chiu! Vecchio Wu Chiu! z s* Peccato che questo vecchio non sappia distinguere il bene dat male. * want tipi? E Seat etre womo senza ragione (per quello che fa). Centnaie, migliaia, miriadi di nvighia, * | | Settantacinquesino Caso 33 In verite non aveva ragione di dargli il manico ** Gid cos) prima delle parole. La vita di Wu Chiu era appesa a un filo. Merita trenta colpi. Ma ditemi, dov'era il suo errore? * COMMENTO “Chiamare ® facile — mandar via 2 difficile”. B tutto cadere nelle crbacce. Con Ja sua eccessiva compassione, Hsuch ‘Tou diceva spesso: "Chiamate i serpenti & facile; mandar via i setpenti & dificile”. Pro- prio adesso, ‘se. prendessi una zuccn (secca e vuota) ¢ vi sofia dentro, satebbe facile chiamate dei serpenti; ma quando volessi mands Ii via sarcbbe difficile, Allo stesso modo, & facile dare a qualoan altro ill proprio bastone; ma’riprenderselo e mandarlo via & difficile. Dovete avere In vostra abiliti: solo allora riuscitete a mandarlo via ‘Wu Chiu era un adepto capace di chiamate i setpenti e capace anche di mandarli via. Ma nemmeno il monaco era addotmentato. Quando Wu Chiu chiese: "Com’® in confronto a qui il Sentiero del Dharma ‘Ting Chou?", questo era chiamarlo, Quando i! monato disse: "Ci sono degli occhi Sul bastone: non dovreste colpite gli uomini a caso”, questa 2 Ia chiamata trasferita dalla parte del monaco, Quando Wit Chiu disse: "Se vuoi, te lo consegnerd", c allora i monaco salt da Wu Chin, affered il bastone ¢ To colpl tre volte, questo eta il monaco che Jo mandaya vie, E quanto alle risate fragorose e all’uscita del monaco, € a Wu Chiu che disse: “H tutto qui”, questo, chiaramente, 2 ognuno dei_due che manda via Paltro in modo approptiato. ‘Osservate in che modo i due si scambiarono i punti di azione, tessendo con perfetta continuita, fondendosi in un tutto, Dallinizio alla fine Pospitante e Pospitato’ sono chiaramente distinti. A. volte, petd, Pospitante agisce da ospitato ¢ a volte Pospitato agisce da ospitan- te, Nemmeno Hsueh Tou riesce a lodate cid a sufficienza. Cos parla delf'azione dello scambio reciproco ¢ ve lo fa osservare attentamente. “Le rocce antiche, anche se solide, possono sempre crollare”. Egli parla cost delle “rocce antiche"; sono ampic 84.000 leghe © spesse 84.000 leghe.* Ogni cinquecento anni vi si posa un dio ¢ le strofina con un panno leggetissimo, per poi allontanarsi per altri cinquecento anni. Lo sitofinio continua in questo modo fin quando Ia roccia_ si esaurisce: questo forma un’eta detta ‘eta del panno leggeto che strofina Ia roccia’. Hsuch Tou dice: "Le rocce antiche, anche se solide, possono sempre ctollare”. Anche se la roccia @ forte e salda, pud sempre essere ridotta al nulla, Ma i punto di azione di questi due uomini non pud rai essere cancellato dai tempi. 2 D4 Settautecinquesino Caso “Quando si ergono nelle sue profonditd Loceano deve asciugatsi”. Anche Foceano, con le sue grand e grosse onde che inondano i cicli, anche lo stesso oceano si prosciugherebbe inevitabilmente se vi pone- ste dentro questi due vomini, questo punto Heh Tou ba complet- to In sua poesia. ‘All fine continua dicendo: "Vecchio Wu Chiu! Vecchio Wu Chiu! J Quanti tipi?”. A volte prendere, a volte lasciate andate; a volte tuccidete, a volte date Ia vita, Alla fine, quanti tipi sono? “In verita non aveva ragione di dargli ii manico". 'Questo bastone & stato usato da tutti i Buddha del passato, del presente ¢ del futuro, dalle successi- ve generazioni di meestr patiaral,e dal maesti dela nostea sevls, per estrarre i chiodi ¢ tirar fuori i picchetti per gli uomini, per liberare cid che & incollato e slegare cid che & legato, Come pud essere dato alla leggera a qualeun altro? Hsueh Tou intende dite che dovreb- be essere usato solo da se stessi. Per fortuna & accaduto che in quel momento il monaco si apr a lui: s¢ all"improvviso avesse suscitato un tuono sul terreno asciutto, avremmo osservato in che modo Chiu Pa vrebbe incontrato. Quando Wa Chin gli passd il manico, non fu davve- ro senza ragione? NOTE DEL TRAQUTTORE SETTANTASEIESIMO CASO ‘Tan Hsia chiede: “Hai gia mangiato?” SUGGERIMENTO Soitile come riso in polvere, freddo come il ghiaccio gelido, arresta il cielo ¢ la tetra ¢ va oltre Ia luce e il buio. Osservate doy’ basso ¢ dov’t in sovinppit; livellatelo dov’t alto ¢ dove non & abbastanza, Tl trattenere ¢ il Iasciare andare sono enttambi qui, ma c’® un modo ‘per appatire 0 no? Per controllare cito questo veechio caso: guardatel ‘CASO ‘Tan Hsia chiese a un monaco: "Da dove, vieni?”! Il monaco disse: “Dai piedi della montagna’.? Hisia disse: "Fai git mangiato o no?*? Il monaco disse: “Ho mangiato”* Hsia disse: “La persona che ti ha portato il cibo per mangiate aveva gli occhi o no?” Il monaco rimase senza parole® , ing Ch’ing chiese a Pao Fu: “Dare a qualcuno del cibo da mangiare 2 un grande contraccambio del debito della gentilezza: per- ché non avrebbe avuto gli occhi?”.” Fu disse: *II-donatore e il riceven- fe sono-entrambi-ciechi"* Ch'ang Ching disse: "Se avessero,esautito Pattivita, sercbbero lo stesso ciechi”? Fu disse: "Puoi dire che io sia cieco?” NOTE 1. davvero impossible non avete wn Iuoge da cui si proviene, Se woe s: ‘da dov'e vento, non sath difile. A 2. STE meso 1 sandal di papia « ha cammiato nel tuo stomaco, # solo che 36 Settantaeiesimo Caso om capil, C2 urveco nelle sue parle, mt a tlene per af Bello © verde ; >. Unstone esol can oc te, tne. Pac pop fo aero ela blincla?.Voole sapere vet vel Bone aed at wconato cl pit, Dopo tutto, i & fo forse le big stato" on mato eesa, foro bet or Bae pan Be ee Sl at alt tallfa du als ee Fock te Ulan el. meinem metave che fosse rovesciata Ia sedia della meditazione, Petché non ct motivo per quel oe Bre a aie ease rece fs oan ag Hore dete In meth, BE tee i torpo 08 pe eto i corp'? Un Ce ee et je ate Fae en a it iotola Smo col 9, Com ne sa del bene © del male? Non si ancora sisemato: che Soe ‘entrambi nelle erbacce, Fur ha la testa di un drago ma la coda di vn Oey Nel syne inet dige “Seaver enuto foul sc Eat in stesso clechi?™ felt ave deo solo: “tu fnttanbl adept perdhé “antl ot Sivarono at negoio"? ico 1 s9n0 villaggi, dietro non ‘COMMENTO "Tan Hsia’ ca il maestro ch’an ‘Tien Jen di ‘Tan Heia nella provinci Teng dell'Hunan; non so da quale localitA provenisse. Dapptima stu 48 confuiaesio, con Tintenvione di rent Changan pet pene der patte agli esami per i posti di funzionatio, Poi, inaspettatamente, fmentre si trovava in un locenda per viaggiator, sognd che una luce bianca aveva tiempito In stanza. Un indovino disse: “B un presagio di ‘buon suspicio per comprendere il yuoto”. Pet caso TA si trovava_ un viaggiatore ch'an che gli disse: "Buon uomo, dove vai?”. Disse: "Ad sete scelto come funzionario”. Il vinggiatore ch’an disse: “Come pub paragonarsi 10 sceglicre una carrieta allo scegliere 1a Buddhita?”. Tan Hsia “Dove dovrei andate per sceglicre Ia Buddhita?”, Il Viaggiatore ch'an disse: “In questo tempo il grande maesto Ma & apparso nel mondo nel Kiangsi. B questo il luogo per scegliere a Buddhita: dovresti andatei, buon uomo™, ; ‘Allota Tan Hsia and® direttamente nel Kiangsi. Nel momento in cui vide il grande maestro Ma sollevd il bordo del, suo turbante (per guardate Ma). Il maestro Ma lo ossetvd ¢ disse: "Non sono io il tuo tnaestro. Va? da Shih Tou a Nan Yueh", ‘Tan Hsia si affrettd verso Settantasciesino Caso 37 Nan Yueh dove si sottomise a Shih T’ou con Ia stessa idea (che aveva da Ma Tsu). Shih Tou gli disse di andare alla stall, e Tan Hsia si inchind ringreziando. Entrd nella sala dei lavoratori ¢ lavord insieme alla comunit’ per tre anni. Un giomo Shih T’ou annuncid all'assembles: pulite le erbacce davanti allaltate del Buddha". Il giorno, seguent tutti si procugarono una zappa per tagliate le erbacce. Solo Tan Hsia prese una ciotola, In riemp! d’acqua e si lavd Ia testa; poi si inginoc- chid davanti al maestro Shih ‘Tou. Shih Tou lo vide © si mise a ridere, poi gli rase la testa. Quando Shih T’ou inizid a spiegargli i precetti, ‘Ton Hsia si tappd le orecchie ¢ usc. Poi ‘Tan Hsia si diresse verso il Kiangsi per andare di nuovo a trovare Ma Tsu. Prima di incontrarst con Ma ‘Tsu per rendergli omag- Bio, andd nella sale dei monaci ¢ si sedette a cavalcioni sul collo della statua sacta (di Manjusri). In quel momento tutti. rimasero turbati e corsero a fatlo sapere a Ma Tsu. ‘Tsu andd di persona nella sala per datgli un'occhiata e disse: "Mio figlio 2 cost naturale”. Hsia scese immediatamente e si inchind dicendo: "Grazie, maestro, per avermi dato un nome del Dharma”. Per questo fu chiamato Tien Jan (che significa naturale). I vecchio Tan Hsia cra. spontaiieamente fuori del ‘comune in questo modo. Com’® detto: "Scegliere la cartiera di funziona- fio non & buono quanto scegliere In Buddhita”. I suoi detti sono riportati nella Reccolta della trasmissione della lampada Le sue parole si innalzano come un muro alto mille piedi. In ogni tiga ha Pabilita di titar fuoti i chiodi c di estratte i picchetti per pli vuomini, come quando chiese a questo monaco: "Da dove vieni?”. Tl monaco disse: “Dai piedi della montagna”, ma non comunicd da dove veniva, Sembrd che avesse gli occhi e che avrebbe capovolto le cose esaminando Pospitante. Se non fosse stato Tan Hsia, sarebbe stato difficile farlo entrar. Ma Tan Hoia disse: “Hai gid mangiato 0 no?*. Alfinizio non era riuscito a vedere questo monaco, per cui questo @ il secondo tentative di esaminarlo, Il monaco disse: “Ho mangiato”. Sin dall'inizio quest’uo. ‘mo confuso ¢ ignorante non aveva capito. Hsia disse: "La persona che tia portato il cibo per mangiare aveva gli occhi 0 no?*, e il monaco rimase senza parole. Cid che Tan Hsia intendeva dire era: “A cosa serve date del cibo a un individuo come te?*, Se questo monaco fosse siato un uomo (con gli occhi) avrebbe dato aan Hsia una spinta per vedere cot'avrebbe fatto. In ogni caso, Tan Hsia non lo lascid andarc, ‘coal il monaco (fu lasciato 18a) battere le palpebre stupidamente ¢ senza parole. Quando Pao Fu e Ch'ang Chiing si trovavano insieme nella comuni- ta di Hsueh Feng, spesso tichiamavano Vattenzione sui casi pubblici ‘Domani andremo a 38 Seitantascesimo Caso i antichi per discuterli, Ch’ang Ching chiese a Pao Fu: "Date halen el Eo de mungfae Se spi contacto della gentilez- ‘a: perché non avrebbe avuto gli occhi?®. Non dovette esaminare fino in fondo i fatti del caso; riusei a comprenderlo. tutto usando queste parole per porze la sua domanda, Volle mettere alla prova la verita di Pao Fu. Pao Fu disse: "It donatote e il ricevente sono entrambi Giechi". Come fu dtettol Qui discus solo te eirontanse, immediate dentro Ia sua casa, Pao Fu ha un modo in cui affermarsi. anda Ciang Cring dines “Se sper esaurito Mattivita, sarebbe- : "Puoi dite che io sia cieco?”, Pao Fu intendeva dite: "Jo ho li occhi, tanto che sono riuscito a’ dirti tutto, Dici ancora che sono cieco?”.'In ogni caso & mezzo chiuso € mezzo gperto. In quel momento, se fossi stato al suo posto, quando disse: "Se avesseto esaurito Pattivitd sarebbero lo stesso ciechi?”, gli ture det slant: “Tu ee cco”, Che pecetl Se In quel momen Pao Fu avesse pronunciato Ja sola. parola ‘cieco’, avre tan pee dale complcrion! dt gue Tou. Anche Hoveh Tou sa questa idea per comporre la. sua poesia: POESIA (Chiang Ching) esaurisce ta sua attivita, (Pao Bu) non diventa cieco — ¥* Hanno detto solo la meta. Ognuno voteva mettere Vaio alla pro- va. Le parole sono ancora nelle nostre orecchie. * B come) tenere abbassata la testa di un bue per fargli mangiare Verba. ©. Sedan’, soldi carton sella panione, Melt «andl fate, meta nord del jiume, Senza accorgersene, banno urtato la punta € si sono tagliati le mani. * Ventotto e sei patriarchi — a ' % Se avete una regola,attenctevi alla regola, Hsueb Toussta trascinan. doa terra gli antichi saggi; non coinvolge un solo wom. Il loro prexioso ricettacolo viene mostrato, ma si scopre che 2 un + Tuath sulla tera si battono il peto (per it dolore). Ridatemi-it ino bastones i bao tascinlo fetta coche wow Pose nen meno mostrare il mio volto, * Settantasciesino Cato 39 Lerrore 2 profondo — * Estrenramente profondo. I monaci del mondo vestiti di pere non riescono a liberarsi di esso, Ma ditemi, quanto 8 profondo? * sNon-c'® lnogo in cui cercaro ** Anche se @ sotto ai tuoi piedi, non pud essere trovato, * Gli dei e gli esseri umani affondano insieme nella terra arida ** Tutti i monaci vestiti di perze det mondo vengono sepolti nella stessa fossa. C’® qualeuno vivo? To lascio andare ta mia mossa, Cielo! Cielo! * COMMENTO sce, Ja sua attivita, (Pao Fu) non diventa cie~ ig Ching disse: "Se esaurissero Ja loro attiviti, sarebbero lo stesso ciechi?”. Pao Fu disse: “Puoi dire che sono cieco?”. Tutto uesto fy come “tenere abbassata Ja testa di un bue per fargli mangia. re V'erba”, Per far bene dovete aspettare fin quando mangia per conto suo: come potete spingere in basso Ia testa di un bue per farlo mangia. te? Quando Hsuch Tou si esprime in versi in questo modo, ® ovvio che. possiamo capite cosa intendeva Tan Hsia, “Ventotto e sei patriarchi — / Il loro prezioso ricettacolo viene ‘mostrato, ma si scopre che 2 un ettore”. Non solo Hsueh Tou trascina a terra Chiang Ching, ma allo stesso tempo seppellisce i ventotto patriarchi dell'India ¢ i'sei pattiarchi di questo paese. In quarantanove anni, il vecchio Shakyamuni predicd Vintera grande tesoretia degli Insegnamenti; alla fine trasmise solo il prezioso ricettecolo. Yung Chia disse: “Questa non 2 una vuota esibizione per mettere in mostra Ia forma: sono le vere tracce del bastone ingioiellato del Tathagats". Se adortate Fidea di Pao Fu, allora anche se mostrate il prezioso ricettaco- Jo tutto sara un. errore, “Lettore & profondo — / Non c'é Iuogo in cui cetcarlo". Questo non pud esservi spiegato: dovete solo andarvi a sedete tranquilli ¢ investigate nei suo versi ¢ capire. Se Verrore ® profondo, perché non c® Tuogo in cui cercarlo? Non si tratta di tn piccolo etrore: pli affetta la Grande Cosa dei Buddha © dei pattiarchi © Ia sommerge interamente nella tetta atida. Per questo Hach Tou dice: “Gli die ali esseti umani affordano insieme nella terta atida” “(Ch’ang Chiing) ¢s co”. Ch’ SBITANIASETTESIMO CASO Yun Men e¢ la torta SUGGERIMENTO Voltandosi verso Lalto, pud forare Le natict di chiunque sulle terra, come un falco che cattura un piccione. Voltandosi verso il basso, le sue nate sono in mano altrui, come una tartaruga che si nasconde nel suo_guscio Se qui qualeuno si fcesse avanti dicendo: "Fondamentalmente non esiste Palto e if basso: a che serve voltatsi?”, gli dirct semplicemente: "So che tu stai andando a vivere nella grotia del fantasma". ‘Ma ditemi, come distinguerete Viniziato dall'ingenuo? Dopo un atti mo di silenaio, Yuan Wu disse: "Se avete precetti, andate secondo i precetti; se non avete precetti, andate secondo lesempio". caso. Un monaco chiese a Yun Men: "Cos'® il discotso. che va oltte i Buddha ¢ i patriatchi?".! Men disse: “Torta”? NOTE 1. Ante, Inprorvinamente Can twono sulla cia fait, Preme, 2. La'fingoa'® prcmuta:coatto I palate, Se-n'andso. ‘COMMENTO. Questo monaco chiese a Yun Men: "Cos'e il discorso che va oltte i Buddha © i pateiarchi?". Men disse: “Torta”, Non sentite i vostti peli a iti por il freddo? 1 monact vestiti di pezze hanno interrogato sui Buddha e hanno interrogato sui patriarchi, hanno interrogato sul Chan e hanno intetrogato sul Teo, haiino’ interrogato sul- volge yerso Talto © sul volgetsi verso il basso: non c’ pitt nulla su cui interrogate, eppure questo moneco pose una domanda interrogando sul dliscorso che va oltte i Buddha e i pattiarchi. Yun Men eta un adepto: cost, quando Pacqua si alza fe barche navigano alte, e quando c’® molto fango Vimmagitié-del Buddha & grande. Per questo tispose: “Torte”. Si pub dire che fa Vie non ® messa in pratica iavano, e che il suo sforzo non and® perduto, Yun Men insegnd anche allassembler dicendo: "Voi non capite, ¢ quando vedete womini che parlano dellintenzione dei maestti patriarca- i chiedete immediatamente teorie sul discorso che va oltre i Buddha © i patriacchi. Ma cosa chiainate ‘Buddha’, cosa chiamate ‘pattiatchi’ pet patlase immediatamente del discotso che trascende i Buddha e i pattiar- chi? Poi interrogate sulla fuga dal triplo mondo, ma vi tenete saldamen- te al triplo mondo per eapite. Quale visione, ascolto, sentimento © conoscenza vi sono ac ostacolarvi? Quali fenomeni del suono ¢ della forma vi sono alfinché voi possiate capite? Su che basg date spazio alle teorie sulle diffetenziarioni? I saggi antichi non postono far nulla per voi, anche se possono tendersi ad aiutate gli esseri viventi, Anche se dicono che Vinteto Corpo & totelmente reale, che in ogni cosa vediamo questo &inflettabile, Quando vl dicos, Ta ele, che pu cupszioni ci sono?", questo fo ha gid seppellito”. Se rit ueste affermazioni, riconoscerete 1a “Torta”, ‘Wu Tsu disse: "La metda di asino & come la merda di cevallo”. Questo & cid che Yung Chia chiamd "Andare direttamente alla radice fondamentale, come 2 stato sigillato dai Buddha — frugate tra le foplic e cercate 11a i tamoscelli non posso farlo”. Quando giungete a questo punto, se volete taggiungere PIntimita, non ponete domande. Osservate in che modo il monaco chiese: "Cos’t il discorso che va oltte i Buddha e i pattiarchi?”, e Yun Men disse: “Torta”, Yun Men conosce vergogna? E consapevole di essere indulgente? C’8 un tipo di persona falsa che dice: "Yun Men vide il coniglio e liber® il falco; pet questo disse “Torta’”, Se accettate questa idea, che “Torta” ® il discotso che va oltre i Buddha e i patriarchi, come pud essetci una strada viva? Non capitelo come torta e non capitelo come andare oltre i Buddha ¢ i patriarchi: questa, allora, & fa strada viva, (La “Torta” di Yun Men) & come le “Tre, libbte di lino” (di Tung Shan, caso 12), ¢ il "Saper battere il tamburo” (di Ho Shan, caso 44}: anche se disse’ solo “Torta”, & difficile vedere Ia sua realta, Gli vomini dei tempi successivi hanno spesso fatto tazionalizzazioni dicendo: “Le parole roe ¢ i discorsi soutli tornano tutti alla. verita iscite a capire 42 Settantasttesinno Cato primaria”. Se interpretaté in questo modo, sarebbe meglio che diventa- ste un conferenaicte ¢ trascotreste Ja vostra vita raccogliendo molte conoscenze ¢ molte interpretazioni, Gli odiernt seguact del Ch'an dico- no: “Quando si va oltte i Buddha e i pattiarchi si calpesteno sia i Buddha che, i patriarchi: ecco perché Yon Men gli disse “Torta’”. Ma se 2 “Torta”, come spiega questo Vandare oltre i Buddha ¢ i patriat- ghia Cercate’ di investigare @ fondo e di capite. "ln vati luoghi le poesie su questo caso sono estremamente numero: se, ma tutte per commentate si volgono alla domands. Solo Hsueh ‘Tou ha composto una poesia nel modo migliore: & ovvio che sia fuori del comune, La poesia dice: POESIA T viaggiatori cb'an che interrogeno sul discorso trascendente sono parti- colarmente numerosi. ** Uno dopo Waltro si fanno avanti e costruiscono questo tipo di idea, (numserosi come) ta canapa o it miglio. * La sua breccia si apre — la vedete? ¥* Gia aperta prima delle parole. Hsueb Tou non nota Vadore delta sua merda, Nenmeno ta torta ingoxzata to fermi "* Ha sostituito # inoi occhi con palline di legno. * Finora ¢'2. state confusione in tutto it mondo. ** Bard un cerchio e dird: “Non avete capito in questo modo?” A che Serve maiticare le parole degli altri? La grande terra’® desolata e * uccide gli’ uomini con la tristexza, cost io colpisco. * COMMENTO S “I. vinggiatori ch’an che intettogano sul discorso trascendente sono particolarmente numerosi”. I seguaci del Ch’an amano particolarmente jnterrogare su questo detio (il “discorso che va oltre i Buddha .e i patriatchi”), Non avete sentito? Yun Men disse: "Tutti voi portate un Settantasetesine Caro 48 bastone sulle spalle ¢ dite: ‘Sono immerso in meditazione, sto studian- do la Vie’, ¢ poi andate in cerca di una verita che vada oltre i Buddha ei pattiarchi, Ma io vi chiedo, durante le ventiquettro ote del giotno, ‘quando camminate, state in piedi, seduti o sdraiati; quando cacate ¢ re tra pli insetti nocivi di nascosto sul bordo della sttada; quen- do siete alla cassa del banco del mecellaio al mercato; ce ‘ancora ‘qualche verita che va oltre i Buddha e i patriarchi? Chi sa parlace di ‘essa si faccia avanti, Se non c'8 qualeuno (eapace), nof intetrompetemi dalPagite in questo © in quel modo, come mi piace”. Poi Yun Men scese dalla sun sedia. ‘Aleani non sanno pid distinguere il bene dal male: disegnano un cerchio, aggiungono fango alla sporcizia ¢ si -mettono catene mentre indossano gioghi. “La san breccia si apre — la vedete?”, Che grande breccia c'8 in questo monaco che pone 1a sya domanda! ‘Yon Men Ja vide aptirt nella sun. domanda, coal disse “Torta” per blocatle con certezza, Ma il monaco non fu daccordo a fermarsi € continud invece 4 potre domande, Cos! Hiuch Tou dice: “Nemmeno Ie tort ingozzta lo fetma”. “Finora c& stata confusione in tutto il mondo”. Gli odierni seguaci del Ch’an si volgono solo alla “Torta” pet capire, oppure si volgono all’ “andere oltre i Buddha ¢ i pattiarchi” per costeuite teorie. Ma se non. in-alcuno-di questi due luoghi, alla fine dov's? Tra trent’anni, quando avtd-cambiato le ossa, ve Jo’dird, SETTANTOTTESIMO CASO Sedici Bodhisattva vanno a farsi il bagno Nei tempi antichi c'erano sedici bodhisattva.! Quando per i monact fu Ht momento Java, bodhisativn st sero in fla per fart i sano? AlFimprovviso si risvegliarono alla base dellacqua. meritevoli del Chan, come intenderete i fatto che dlisero mento sottle tivela Vllumingzione,' noi abbiamo taggiunto Ia posizh ze ai ili di Buddha"? Per capitlo dovete essere esttematnente acti © penetranti NOTE 1 festa fa ae we Seas a, ot ae : Aina igen "Dopo ave sbbattat, 4 Non Pn ave Sauna, Cone cape 5 Qui Iona dl mondo vest di pee eeteeno senea ruse « wove 6, Peel it walle : + Un oly basione, un ido. meglio non veltei te spall i ct sa ‘conte, cl sal andando #sbatee conte Het ma vee ent Hiatal vito Teh COMMENTO. All'Assemblea di Surangama, Bhadrapala e i sedici bodhisattva pratica- ono tutti In pura condotta, e ognuno presentd Ia base sulla quale aveva avuto Pesperienza della porta del Dharma della perfetta petvasivi, Settanottesimo Caso 45 12, Essa 2 classificata come uno dei venticingue (tipi di) perfetta perva- sivitl, (Reccontarono che) quando per iv monaci fu if momento. di favarsi, si erano.messl in file. per levarsi,¢ allimprovvise a crano risvepliati alla base dlell'acqua. Ma se rion avevano lavato via la sporci- zie e'non si erano Invat il corpo, ditemi, cosa lavarono? ‘Se turn & capite, in pace dentto di voi capitete Vassenza di qualsiasi cosa esisten- te, Allora inymille o in diecimila non riusciranno pit ad avvicinarvi. B detio che: "Lassemza di raggiungimento & Ja vera saggezza; se c& ualcosa che viene raggiunta, & solo saggezza apparente’. Non avete sentito? Bodhidharma disse al secondo ami Ja tua mente e te Ia pacificherd". Il secondo pattiarca disse: "Se cerco In mente, non riesco a trovatla”, E cost poco, ma & la radice fondamentale della vita dei monaci vestiti di pezze. Non ct pit biso- 4gno di tutte queste complicazioni: tutto quanto & necessatio & parlare del risveglio improvviso alla base dell'uomo, c capirete bene spontanes- mente, Se non Iavarono via la sporcizia e non lavarono i loro cotpi, ditemi 4 cosa si risvegliarono? Quando giungete in questo mondo, nulla & approptiato, e bisogna evitare anche Ia patola Buéldha. Essi' dissero: “Hl sentimento sottile rivela T'lluminazione, ¢ noi abbiamo. ra Ja posizione di figli di Buddha”. ‘Rivela’ significa ‘tende evidente’. Il sentimento sottile & Pilluminazione. Una volta risvegliati al sentimento sottile ottenete la posizione di figli di Buddha, ossia vi ttovate nello stadio della Buddhita, Anche oggi gli uomini vanno a fatsi un bagno, si Javano nelPacqua € sentono in questo modo. Perché non si risvegliano? Sono tutti confusi e ostacolati dagli oggetti dei sensi: si attaccano alla loto pelle si legano alle loro ossa. Ecco perché non ricscono a risvegliarsi immedia- tamente qui ¢ adesso, Qui, se nel lavarsi, nel sentimento o nella base delfacqua non c nulla di ragginnto, ditemi: questo 8 “Il sentimento sottile rivela Pilluminazione” o no? Se qui riuscite a vedere direttamen- te, questo 2 “II sentimento sottile rivela Plluminazione, e not raggiun siamo Ja posizione di figli di Buddha”. Anche oggi gli uomini sentono, ‘ma ne percepiscono Ia sottigliezza? “Il sentimento sottile non ® il comune sentimento ¢ il comune soggetto che sente, in cul il contatto & considetato sentimento e In sepatazione no, Quando Hisuan Sha, attrayetsando le montagne, inciampd (cos) risve- sliandosi), ¢ quando “Te Shan colpisce, none questo il. sentimento sottile? Pur essendo cosl, per realizzarlo dovete esscte esttemamente seuti e penetranti, Se cercate solo sul vostro corpo, che rapporto e2? Se siete estremamente acuti © penetranti, che bisogno c® di andare a lavarsi? Farete apparite sulla punta di un eapello il tegno del re del sioiello © suoterete Ia grande Ruota del Dharina in ogni granello di 46 Settantottesino Caso polvere, Se riuscite a penetrare in nn Iuogo, penetrate in mille Iuoghi, in dicimila Ivoghi nll sesso momento. Non agarapoatevt nolo antio 0'a un solo angolo; tutti i luoghi sono Je porte attraverso le quali Avalokitesvara entra nella ve ‘Anche per gli antichi c'era il “risvegliarsi al Sentiero udendo suoni, . illuminate la Mente vedendo forme’. Se un solo uomo si tisveglia, il motive ® questo. Ma perché i sedici bodhisattva si risvegliarono nello stesso momento? Perché gli antichi praticavano insieme © facevano cspericnze insicme, si risvegliavano insieme ¢ capivano insieme. Hsueh ‘Tou raccoglie. il signifcato del loro insegnamento per indirizeate, gli uomini dove “I sentimento sottile rivela Villuminazione” per fat loro eapite. Ma Hsueh Tou va oltre Pocchio del loto insegnamento per cevitare agli uomini di rimanete intrappolati nella rete dell'insegnamen- to, mezzi ubriachi ¢ mezzi sobri. Vuole che le petsone divengano direttamente pulite, chiare ¢ senza legami, La poesia dic PORSIA Ho bisogno di un solo monaco vestito di perxe che eapisca questo fatio — ** Ce n'2 uno proprio qui. Gli dard tremila colpi at matting € ottocen- to colpi alla sera, Balza fuori dalla trappola infrangibile! Now ne serve nenmeno’ uno. * Allungate le gambe salla panca e stendetevi ** Dopotutto 2 un dormiglione. Per eoni non discute mai il Cb'an, * Iu sogno una volta avete partato di risveglio alla perfetta perva- sivitd — ** Gia addormentato, continua a parlare di sogni. Ma ammetterd che To abbia visto in sogno. Perché parlava nel sonno? * Anche se vi siete lavati nell'acqua profumata, vi sputerd in faccia. + Bub! Agginnge un altro strato di fengo sopra alla, sporcizia. Non venire a cacare sulla terra pulital * COMMENTO “Ho bisogno di un solo monaco vestito di pezze che capisca questo fatto”. Ma ditemi, che capisca quale fatto? Una volta che fo sentono Settamtottesino Caso 417 menzionate, gli adepti vieggiatori chan Jo portano immediatamente fuori, Serve solo un monaco vestito di peere come questo: a che serve formare una folla? .,"Alllungate le gambe sulla panca e stendetevi". Un antico disse: ‘Nella chiara illuminazione non esiste nulla di simile al risveglio. (IL concetto di) ‘essersi tisvegliati’ si rivolta ¢ illude gli uomini. Quando allungate i piedi e dormite, non ci falso e non e’> il vero, ¢ allora non ct una sola pteoceupazione nel cuore. Quando si ha’ fame si ‘mangia; quando si ha sonno si dorme”, _ Hsueh Tou intende dite che se parlate di andare a lavarvie di sisvegliaevi a “IL sottile sentimento rivela Tillominazione”, dal punto di vista di questo tipo di monaco vestito di pezze ® come parlare di un sogno in un sogno. Ecco perché Hsueh ‘Tou dice: “In sogno una volta avete patlato di risveglio alla perfetta pervasiviti — Anche se vi siete Javati nelPacqua profumata, vi sputerd in faccia”. Anche se_sembra acqua profumata, in tealtd & acqua sporca che allimprovviso vi inzup- a la testa, Di quale ‘perfetta pervasiviti’ potete continuate a parlare? Hsuch Tou dice che, a ragione, la faccia di questo tipo di womo viene inzaccherata da uno’ sputo. To dico che questo 2 aggiungere un altro strato di fongo sulla sporci SETTANTANOVESIMO CASO ‘T’ou Tzu e tutti i suoni ‘SUGGERIMENTO Quando Ia sua grande funzione si manifesta dinanzi a voi non si attiene si modelli ¢ alle regole. Vi cattura vivi senza sptecate sforzi superflui, Ma ditemi, chi ha mai agito in questo modo? Per controllare cito questo vecchio ‘caso: guardatel caso ‘Un monaco chiese a T'ou Tzu: “Tutti i suoni sono come i suoni del, Buddha: giusto o sbagliato?”.' ‘T’on Tzu disse: “Giusto”? II monaco disse: “Maestro, il vostro buco del culo non emette peti?” Allora Trou Tzu lo colpl+ Il monaco chiese ancora: “Parole rozze o discorsi sottili, tutto forma al significato ptimatio: giusto o sbagliato?”’ T’ou Tzu disse: “Giu- st IL monaco disse: "Posso chiamatvi asino,-maestro?”.’ Allora Tou Tas lo-colpl? Nore 1. Anche questo mongco se come alftate bal della tigre, Tuont fagorost {i Gels impo, Non ‘ote cattivo odore deli sua merd Bir eowpletamente tufando fe persone comunk. Ti ha venduto il suo corpo. To fi meso cpovalt-da un Lsor Che succede nella tus mente? ‘ge la'ce Hesamih al yntxols appt non vee ce i lo dsl eaipel & squadata, Che dee? Dopo tat, & stato scone. Uaccpot Dovretbe eee coipto: non evita ila isle" andae. Settantanovesimo Caso 49 5. Aiferra i ball della tigre una seconda volte, Sta afferrando it bottino gri- dando. di essere stato linbeoglato: perché? ist, ovest, sud ¢ nord: riflessi sl chi foro sempre resent a aoa 6. Ti ha di-muove venduto il suo corpo. Una fossa per intrappolare te tig. Che euccede nella ua mente? 7. Vede'tolo che Testremith del punter dello seapello & haa corna sulla tes 8 Un calpol ‘Now secvich a nulls Peiché Tou Tou i fetma pi gue, sputa sulla gente, lo andate. Dovtebbe essere colpito. il suo bartonc sl rompa? COMMENTO. ‘Tou Tau eta semplice e veritiero; aveva eloquenza che si distingueva tra la folla, Ogniqualvolee gli venive posta une domanda, gli si vedeva- nno Je budella appena apriva la bocca. Senza sprecate sforzi superflui tagliava immediatamente la lingua a chi lo interrogava, Si pud dire che, mettendo in moto i suoi piani dalla sua tenda nél quattier gencra- He, decise la vittoria a mille migla di distanza. Questo monaco aveva ttatto dal Buddhismo Je sue idee sul suono e suila forma e se le era incollate alla fronte; ogni volta che incontrava qualcuno interrogava immediatamente su esse. Ma ‘T’ou ‘Tau, un adepto, riconosce profonda- mente i venti in, attivo. Sapendo che ‘T’ou Tzu era veritieto, il monaco sin dall'inizio pr 19 una trappola in cui farlo cadere: di qui Ie sue successive osservazio- ni, Ma fu invece T’ou ‘Tau ad usate Ia trappola della tigre per pescare fe parole successive del monaco. II monaco ticevette Ia tisposta di Trou Tau dicendo: "Maestro, ii vostro buco del culo non emette peti?®. Accedde che appena T’ou Tzu cald Ia sua lenza il monaco salt su esst, Chiungue satebbe stato incapace di maneggiare questo mona- (0, mma T’ou Tan aveva Pocchio, lo insegui e fo colpt. Questa abilitd da ‘segugio che morde il cinghiale’ & possibile solo a un adepto, Che si voltasse a destta o a sinistra, T’ou Tzu lo seguiva, voltandosi tranquilla- mente, Quando i monaco costrut Ia trappola volendo afferrate i baffi della tigre, era lontano dal sapere che T’ou Tau eta sopra alla trappola ¢ lo ayrebbe colpito. Poggio pet quel monaco: aveva a testa ne non awveva In coda. Appena T'ou alzd il bastone, i monaco avrebbe dovuto capovolgere Ia sua sedia pet Ja meditazione. Allora, anche se ‘I’ou Tzu avesse usato tutte ta saa capacita, sarebbe lo stesso caduto tremila miglia lontano. Al monaco chiese anche: "Parole rozee o discorsi sottili, tutto torna al significato primario: giusto 0 sbagliato?™. ‘Tou ‘Tau disse di nuovo: 50° Settantanovesimna Cato “Givsto. B esattamente come a risposta precedente: non c aleuna differenza. Quando il monaco disse: "Poss0 chiamatvi asino, maestro?”, ‘Pou Tau To colpt di nuovo, Anche se il moneco si, stava costruendo tun nido, fu lo stesso eccezionale, Se il vecchio seduto sul trono di legno intagliato fosse stato senza un occhio sulla fronte, gli sarcbbe stato impossibile frantumare questo monaco. Ma T’ou ‘Tew ebbe un Tuogo in cui voltarsi. Quando questo monaco costrul una teotia, voleva heggiare il negozio di T’ou Tau; ma alla fine, come prima, non riusel a tener testa al vecchio. Non avete sentito il detto di Yen Tou? “In battaglia ogmuno occu- pa una posizione cardine". Tou Tzu lascid andare molto lentamente raccolse molto in fretta. In quel momento, se il monaco avesse saputo come voltarsi € mostrare un po’ di vite, non sarebbe stato capace di aagire come un uomo con Ja bocea piena di sangue? Un monaco vestito di pezze 0 non agisce oppure (una volta initiate) non abbandon Poiché il monaco rinse a balzare indietto, le sue natici furono perfor te da T’ou Tzu. La poesia dic POESIA Ton Tau! Tou Tzul: ** Ovviamente non c' nessuno sulla terra conte questo vecchio veritie- ro. Rovina i figli ¢ te fglie delle famighie altrui. * La ruota della sua abilita non ba ostacoli % Che diffcoltd c'® nel maneggiarlo? Ce w'2 un po'. * Lascia uno e ottiene due — %* Tira fuori gli acchi dalle orbite. Dove vedrai Ton Tau? * Lo stesso per quello ¢ lo stesso per questo, ++ Agisci in questo modo e avrai un colpos non agire in questo modo ‘e-avrai un colpo fo stesso. Se prendi il posto di questo snonaco, ti colpird. * Che peccato: innumerevoli persone che giocano nella marea, ¥# T monasteri producono uno 0 mezzo: produssero questo individuo, T monaci del mondo vestiti di pezte agiscono cosh,* Alla fine cadono nella marea e muoiono. Settamtanovesimo Caso 51 ** Malet Che possono fare? Non riescono a uscire dalla trappola. Una persona triste non dovrebbe parlare a persone tristi, * Se inprovuisamente venissero alla vita + La mia sedia della meditarione barcolla: mi ba fatto trasalire. Anchiio cado indietro di tremila miglia. * L conto fiumi invertirebbero il loro corso con un rombo impetuoso. ** Pericolo! E inutile fermarsi a pensare. To non oserei aprire la Bocca. Anche il vecchio T’ou Tan deve rompere it bastone prima che tutto sia a posto. * COMMENTO. “Pou Tra! ‘Tou Tal / La ruota della sua abilith non ha ostacoli”. ‘Trou Tzu diceva spesso: “Dite sempre che ‘I’ou ‘Tzu & vetitiero, ma se alPimprowviso scendeste di tre, passi dalla montagna © qualcuno. vi chiedesse: ‘Cos’ Ia sinceritd di ‘T’ou Tzu”, cosa rispondereste?”. L’an- tico Hsueh ‘Tou disse: "Dove Ja ruota della sua abilitd gira Pattore & ancota illuso”. La ruota delPabilitd di Tou Tau gia cos) tranquilla, “Lascia uno e ottiene due”. Non avete senti- to? Un, monaco chiese: "Cos't i Buddha?®. Tou Tan disse: “Bud- dha”. Chiese ancora: “Cos’t il Sentiero?”. T’ou Tau disse: “Il Sentie- 10", Chiese ancora: “Cos’é il Ch’an?”. T’ou Tzu disse: “Il Ch’an”. Chiese ancora: "Com’t quando la luna non & ancora piena?”. Tou ‘Tzu disse: “Sputare fuori sette 0 otto”. Quando T’ou Tzu riceveva delle persone usava sempre questa abilita. Quando rispose al monaco (del caso) usd solo la parola “Giusto”. I monaco fu colpito entrambe le volte. Per questo Hsueh Tou dic stesso per quello e fo stesso per questo”. I primi quattro ve subito completato Ia lode di Hsuch Tou per Tou Tau. Alla fine Hsuch ‘Tou mette in versi il monaco dicendo: “Che pecca- to: innumerevoli persone che giocano nella matea”, IL monaco osd ‘impadronitsi della bandiera & ad tamburo di ‘T’ou Tzu dicendo: “Mae- stro, il vostro buco del culo non emette peti?”, e: “Posso chiamarvi 10, maestro?”, FE qui che giocd nella marca. Quando il monaco ebbe esau sue manovre intelligenti, come prima mori in mezzo alle parole di T’ou Tzu, cost T’ou Tzu:lo°colpt. Per questo il monaco “Alla fine cade_nella.marea ¢.muote”. 52 Setantenoverima Caro Hsueh Tou libers il monaco ¢ dice che se improvvisamente venisse alla vitae expovolgesse la sedia delle meditezione, anche Tou Tat dovichbe cadete indietto di tremila migli, ¢ allota “I cento fami invertrebbero i loro corso con un rombo' impetuoso”. Non. solo. Ia ‘nia sedia della meditazione batcolls, ma le montagne e i fui tema ‘no ¢ il cielo e Ia terra sono improvwisamente oscurati. Se ogtuno di voi fosse cost, suoneti i tambusi della ritirata. Dove andrete-a mette- ze al sicuto il vostto corpo e a stabilite Jn vostea vita? ‘OTTANTESINO CASO Chao Chou-e il neonato caso Un monaco chiese a Chao Chou: “Anche un neonato ha le seste spscienza?"# Chao Chou disse: "CE come) lanciare una palla nelPacqua che sconre veloce”? IL monaco chiese anche a "Tou ‘Tzu palla nellacqua che scarte veloce’?"? ‘momento, un-flusso senza-intettuzioni” * Nore, 4, Gon un intetito simile a un tampo di tac, di quale neonato parla? 2 B andata. Nemmeno un’ fako veloce pid segphungetls: Deel tates con 3 GU edepit devono investigate insieme anche questo, Caplsci? andate, 4 8 un womo che ctex complersion. CoMMENTO Nella scuola degli Tnsegnamenti Votteva coscicnza & posta come vera base. T mom, i fiumiy la grande tre il sole, In tuna Te elle Nengono a essere grazie a esta, Arriva come avanguatdia e patte come retroguardia. Gli antichi dicono che "Il triplice mondo @ solo Ja tente iadi di cose sono solo Ia coscienza”, Se si fa esperienea dello stadio della Buddhit, le otto coscienze vengono trasformate nelle quat, ‘to, sageczze* Nella scuola degli Insegnamenti questo prende il sont i “cambiare le forme, non eambiare Pessenza” Ve facoled sensoriali, gli oggeti del sensi e la coscienza della sensazio- 54 Ottanerio Caso ne sono tte cose diverse. In origine non siamo capaci di disctiminare tra gli oggetti dei sensi di frontc a noi, Ma Je sottili facoltd possono produrre Ia coscienza, ¢ la coscienza pud rivelare Ia discrimina- ne delle forme. E questa la sesta coscienza: il pensiero concettuale. Tem concleza Sil mangs Ese pub. gunbere a inporestel delle cose immaginarie del mondo e caucare a una persona aflision! © dolori, cosicché essa non ottenga Ja liberti ¢ Pindipendenza. Quanto all’ottava coscienza, essa & detta alayavijnana o anche coscienza-deposi- to, Hise contene I semi del benp'e dae ‘Questo moneo conosceva Te Klee deg Ineanamenti verbal, e co selneserl per nteropie Chao Chou teendot “Anche un nests hx Ja sesta coscienza o no?". Anche se un neonato & dotato delle sei eens e anche se i suoi occhi Soro Te a sentono,, all non ditcrminn anova tm fst ogget dl Sensi Tp questo momen: to non sa del bene ¢ del male, del lungo ¢ del corto, del giusto ¢ dello shagliao, del pusdagno cella perdita. Une pervona che stdin, il Sentero deve divenite come un neonatoy Alla Lode e histo, eet se ¢ fama, circostanze sfavorevoli ¢ ambienti favorevoli non possono influenzarlo. "Anche se i suoi occhi vedono la forma, egli & come ciecos anche se le sue orecchic sentono i suoni, egli & come sordo”, F. come. un piso, come un iva; its mene immobile come i mone Sumeru, B questo il luogo in cui i monaci acquisiceone in realta il potere. Un antico disse: .,"Quando le mie vesti stracciate mi coprono la testa, le iadi di preoccuy hanno fine: in quel momento non capisco assolutamente nulla’ se riuscite ad essere cosi avrete ein) ae Aa on an ln pu ee torrcame pina, le montagne tone montagne ef tence ail tena penser che To lepers E come i che si muovono nel cielo senza mai fetmarsi ¢ senza dire: "Ho tanti nomi ¢ forme”, E come il cielo che copre ogni cosa, 2 come Ia terra the tonene ogni cout! esendo, pr dll mente, ex aleve dinno nottinento ale mid a esge vena ‘ce: lo tgalots uesto € questo”. Poiché il cielo ¢ Ia terra sono senza mente, cssi lurano eterni; cid che ha la mente, invece, & limitato, Una persona che hha taggiunto il Sentiero & cos). In mezzo alla non-ttivitg comple le sue attivitd, accettande ogni circostanza sfavorevole o favotevole con tn cuore pieno a competion. Ma anche quando givngevano a questo punto gli antichi continuava- ‘no a timproverarsi dicendo: “Quando hai perfettamente © interamente compreso, non c’t-nulla da comprendere; nel luogo oscuro, astruso & fascist devi aco esere inprowetts. Dleerso macy Tate ove sono hnteramente comprese © tut git ewer sone chiarsmens em Ottentsime Caso 35 capiti; quando si giunge a sentite questo, si trasalisce nel buio*. Est diceva inoltre: “Senza un solo romore epli va oltre il comune ed entra ll sateen 1 drago che lace tem profondamente I chiteza dello stagno blu”. Se gli esseti umani fossero sempre cos, come potteb- be simanere un solo ‘nome al mondo? Ma pur stando cost le cose, devono continusre ad uscite dal proprio nido prima di poter atrivate. Forse avrete letto il sutra (Hua Yen) nel punto in cul dice: “Un bodhisattva delottavo stadio, P'Tmmobilita, fa girare Ia grande Ruota ddel Dharma in un atomo di polvere, usando la saggezza della now-attivi- ti, Th ogni momento, che egli stia camminando o sia in piedi, seduto 0 Sdralato, non si attacca al guadagno o alla perdita, ma si lescia muove- ree fluite nel mare dell’Oni lo" i monaci vestiti di peize arrivano qui devono continuate a non attaccatsi: seguono occa. stone. in libert, Quando bevono il, beyono il 8; quando mangiono, mangiano, Le due parole ‘concentrezione’ e ‘non-concentrazione’ non possono applicarsi a questo fatto trascendent TL maestro Tao Shan della Grotta di Pietra insegnd alla sua comuni- {8 dicendo: “Non avete visto un piccolo appena uscito dal grembo? Forse un bambino ha mai detto To so come leggere le seritture’? In quel momento non sa cosa significa avere la natuea di Buddha o non avere la natura di Buddha. ano che cresce apprende ogni tipo di conoscenza; allora si fa avanti dicendo ‘sono capace’ ¢ ‘capisco’, senza sapere che questo & darsi da fare con polveti illisorie. ‘Tra le sedi Bintiche ei contemplezionc, quelle del bambino 2 Ia migliore. Quando betta simboleggia la persona che studia il Sentiero, con il suo distec. c0 dalla mente discriminante che afferra e respinge, Ecco perché io lo { neonat. Posso fare un patagone prendendo tun bambi. 10, ma se dico,che i bambino & il Sentieto, gli uomini del tempi coierni fraintenderebbero”. Nan Ch'uan disse: "Dopo i diciotto anni, fui eapace di condutre ta ‘mia vita". Chao Chou disse: "Dopo i diciotto anni, fui capace di infrangere Ie famiglia e di frantumare la casata". Disse anche: "Sono stato af Sud per vent’anni: solo i due pasti di avena e tiso erano momenti di applicazione non selezionata della mente”, "Te'to Shan chiese a un monaco: * Nella sua concentaaone il bodhi sattva odora Felefante profumato che attravetsa il fiame con molta za’. Da quale serittura sono tratte queste parcle?”. I monaco, : "Dal Nizoana Sitra". Shan disse: “Lo odors prima o dopo della sua concentrazione?”. Il monaco disse: “Avete spatso, maestro”, Shan disse: “Vallo a sicevere in riva al fume”, Inoltre, Ia sctittura Surangama dice: “La plenezza (delle sei coscien ze) entra per immergersi nella plenezza (della Coscienza Deposito), andando nel regno della coscienza”, 36 Ottanesinvo Coso Inoltte, [a serittuca Lankavetara dice: "Nascita di segni — essere costacolati dalPaflerrate. Nascita di concezione — falso pensicro. Nasci- ta di flusso — inseguire la falstd, volgersi ¢ scotrere. Devi uscite dal terzo aspetto, Ia ‘nascita di flusso'; solo allora sarai gioiosemente vivo indipendente” © Cost Kuei Shan chiese a Yang Shan: “Come va col tuo discepolo Chi?”. Yang Shan disse: "Stai chiedendo della sua comprensione petcet- iva o della comprensione attiva? Se chiedi della sua comprensione attiva, non Jo so, Se chiedi della sua comprensione percettiva, & come tuna brocea d'acqua che viene versata in un’altra brocca dPacqua”. Se tapete essere cosl, potete essere maestto di un'intetn regione. Quando Chao Chou disse: "Lanciare una pella nell’acqua che score vyeloce”, si stava gid girando armoniosamente, Quando Ia Janciate nel- Pacqua che scorte veloce, in un batter docchio & andate, Come dice la scrittura Suranganra: "Guardata da_lontano ‘¢ dallalto, Vacqua che scorte veloce & tranquilla e ferma”. Un antico disse: “In un fiume che scorte veloce le cottenti d’acqua non si fetmanio mai ¢ sono inconsape- voli Puna dellaltra — tutte le cose sono cost”, Il significato della risposta di Chao Chou @ perfettamente identico a queste (citezioni). TI monaco chiese a Tou Tau: "Cosa significa, ‘Lanciare una palla nelacqua che scorre veloce’?”. Tou Tau disse: “Di momento in. mo- ‘mento, un flusso senza intertuzioni", accordandosi in modo spontaneo € perfetto alla domanda del monaco.’ La pratica di questi antichi, Chao Chou ¢ Tou ‘Tau, andava cost a fondo che essi rispondevano come se fossero uno. Non facevano pitt uso-di.caleoli: non appena ft interroga- te sanno git a cosa vi riducete, Anche se la sesta coscienza di un bambino & inattiva, di momento in momento essa non si ferma, ma scorre come un fiume nascosto. Di ‘questa risposta di T’ou Tau possiamo dite che egli ticonosce profonda ‘mente i venti in attivo, La poesia di Hsueh Tou dice: POESIA La sesta coscienza inattiva — egli pone una domauda, %* Pur avendo gli occbi, & come cieco; pur avendo le arecchie, 2 come sordo, Lo specchio luminoso & sul suo piedistallo; la perla lumino- sa 2 wel palmo della sua mano. In un solo verso Hsuch Tou ba detto tutto, * Entrambi gli adepti hanno riconosciuto da dove egli viene — Ottantesino Caso 57 ™ Che bisogno c'é? Eppure bisogna distinguere Viniziato dallinge- nuo. Fanne esperienza, e poi sapra, * Sullacqua che scorre veloce ¢ senza fine, gettare una palla: ** Cocrente dall'inizio alla fine. B andata, Cosa dice? * Dove scende, essa non rinane — chi riesce a vederla? +e Guarda &ti-accecherai. ¥ andata. “Valla a ricevere in riva al fine”, * COMMENTO “La sesta coscienza inattiva — egli pone una domanda”, Quando gli antichi studivano il Sentero, ess sl poctavano a questo pant; eB detto ‘raggiungimento della non-attiviti’. Erano uguali a un neonato: pur possedendo occhi, otecchie, naso, lingua, corpo e mente, non discri- minayano tra i sei oggettt dei ‘sensi, Insomma, erano’ norrattivi, Quan- do giungcte in questo regno, riuscite a sconfiggere draghi © serpenti, a morire seduti o a motite in piedi. Proprio adesso, uomini, dovete prendere le mitiadi di fenomeni davanti. ai vostti occhi e ‘metterli subito a tiposo. Che bisogno c di andare oltre Vottavo (stato di un Bodhisattva) prima di poter essere cost? Pur non essendovi_attivita, ome ei tempi antichi le montagne sono montagne © i Gumi s0: ‘no fiumi. In una poesia precedente (su Chao Chou e ‘T’ou Tau, nel caso 41), Hsueh "Tou ha detto: "Nella vita c& un octhio “- eppure & ieticg alla morte / Peiché iusare il reagente per mettere un adepto alla ptova?”. Poiché Chao Chou ¢ T’ou Tau erano adepti, epli dice: “En- trambi gli adepti hanno riconosciuto da dove egli viene — / Sull'ac- qua che scorre veloce e senza fine, getiare une palla”. ou ‘tau disse: "Di momento in momento, un flisso senza interruzioni”. Capite tutti cons slanicn questo in red? Alla fine such ‘Tou fa st che lt uuomini vi mettano sopta fo sguardo e guardino per proprio conto. Per gqesto dice: “Dove scene, es non zimane — chi rece a vederla?” juesto il verso vivente di Hsueh Tou. Ma diem, cosa signin in realt 28 Ottantesino Caro NOTE DEL TRADUTTORE one, concen, a! tfomano elle at, sage cone seq. Le ipne' gs cockte euciae on Sum Rade st, flai“€ I) Aan nee Caper dt Ragan, base oy ven Coon he Suen Mo Neat five a Goose delay Tot dee Coos ee eaketo Spec Fae vad dp ois in Bhat, dea alle sce Boa {en uonie vege ete) Gan 2) Tbr le comm Der) ace che eat a) Sogn ants 3 Imps dpa Seen cite dre mnt, Gantry 8 fam ‘Bb Ses Wing Sano ener, Consens dll Sogo Gh come cies fi deca ae Weer meta Sg ao A Ue ete Esto connie: Bw dt cop Gr et Di “han egal meni ne pone ler, no He re peveto riven sen agua La nse dl coceone Ia inert ef ented ete eR va pl stone dela peste ef etiont elt ee Sed tonne per © icone. Sel acre da tr se aloe Si ie Yen Pi Fen 3) OTTANTUNESIMO CASO Yao Shan colpisce con una freccia Palce degli alci SUGGERIMENTO Cattuta Ia bandera e si impadronisce del tamburo — i diecimila saggi znon tiescono a trovatlo, Interrompe le oscurita che creano confusione — i diecimila metodi non tiescono a prendetlo. Questo non ® il ‘meraviglioso funzionamento dei poteri spirituali, e non & nemmeno Ia quiddita del?essenza fondamentale, Ma ditemi, su cosa si basa pet raggiungere tali' meraviglie? caso. Un monaco chiese a Yao Shan: “Su un campo uniforme, nell’erba basta, alee e cervo formano un branco: come si pud colpite con una freccia Valce degli alci?”.' Shan disse: "Guarda — una freceial”? Il monaco si lascid cadete a tetra? Shan disse: “Attendente, tra fuori quest'uomo”* Allora il monaco scappd viad Shan disse: " st'uomo gioca con una palla di fango — che fine ci sari2"* Hsueh Tou commentd dicendo: "Anche se visse per tre passi, dopo cingue passi dovette morite”? NOTE 1, Kota ne, uncer, generale, vem sna Uemetio. Alea la testa che ha va paio di corna, Tira fuori una freccia dalla parte posteriote della testa 2. Va subito e Jo prende, Se non corti veloce in wlscess, & dificile incontta. Jo. Un colpo! 60 Ottentunesine Caso 6, Bie ch Po Sat Bi acto and. Age sco Pipe, ma 7. Ui no el, Flee preme, Anche se aves fatto cento psi dl corse amebbe petso To’ steso i corpo le vite. ro uvalira volte ra-ancora Teggers; Ja seconda free COMMENTO Nella tradizione Ts'ag Tung questo caso & detto ‘domanda che usa le cose’, B detto anche ‘domanda che mete alla prova Vospitante’, usata allo scopo di illustrare il suo attuale stato di mente. Normalmente ® facile colpire con una freccia un alce © un cetvo. Solo Palee degli alci, ossia il te det cervi, & molto difficile da colpire. Questo (re) alee affila sempre le corna’sulle rocce dei dirupi (ove vive), cosicché divengono affilate come lame di spade. Esso difende il branco di cetvi con il proprio corpo, in modo tale che le tigti non possano nemmeno avvicinatsi Allo stesso modo, questq monaco scmbra intelligente © sveglio quan- do pone questa domanda a Yao Shan per rivelare cid che lui avrebbe fatto per primo. Shan disse: “Guatda — una freccia!”. Come esperto maestro degli insegnamenti, egli 2 innegabilmente meraviglioso, simile alle. scintille emesse da una pictra, simile n un lampo di luce, Non avete sentito (cosa accadde) quando San P'ing andd a trovare per Ja prima volta Shih Kung? Appena Kung lo vide artivare, fece immediatamente il movimento del tendere un arco e disse: "Guarda ‘rund freccia!”, San P'ing apr? il proprio petto (alla ‘freccia’) ¢ disse: “Questa & In freccia che uccide Puomo; qual 2 Ia freccia che porta Poomo alla vita?”. Kung pizzicd tre volte In corda dell'srco, e vedendo- Jo San P'ing si inchind in omaggio. Kuang disse: “Dopo trent’anni con un solo acco ¢ duc frecce, finalmente sono tiuscito a colpire mezzo saggio". Poi spezzd il suo arco e le sue frecce. In seguito San P'ing presentd Paccaduto a ‘Ta 2 la freccia che porta la gente alla vita, perché tirarla su una corda arco?”, ¢ P'ing rimase senza parole. Tien disse: “Di qui a ttent’anni sark ancora diflicle trovare qualeuno che sollevi queste parole” Fa Teng compose una poesia che dice: Otiantunesino Caso 6 Nei vecchi giorni avevano il maestro Shib Kung — Preparati arco e frecce, si sedeva, Coutinud cos) per trent’anni — Nessuno cap) (jin quando) San P'ing venue e colpi il bersaglio, E padre,e fighio raggiunsero Varmonia Ripensatidovi attentamente, (mi accorgo che) Sin dalVinizio, stavano colpendo i tumulo (anziché il bersaglio posto su di esso). 1La strategia di Shih Kung cra identica a quella di Yao Shan. San Ping aveva un occhio sulla fronte, per cui colpiva il bereeglio non appena veniva data una sola frase. Eta come Yao Shan che disse: “Guarda —— luna freccia!”, al che questo monaco si lascid cadre a tetra, facendo finta di essere un alce. Anche questo monaco sembrava essete. uh adepto, ma 2 solo che aveva una testa ma non aveva una coda. Una volta posta la trappola, volle farci cadete dentro Yao Shan. Ma cost poteva fare? Yao Shan’era un adepto e continud a premere inesorabile mente. Quando Shan disse: “Attendente, trascina fuori questucimo", fu come se avesse spinto in avanti le sue linee di battaglia. Allora il monaco scappd via: poteva essere nel giusto, ma ci nonostante non fu pulito ¢ libero, ¢ aveva mani ¢ piedi incollati, eco perché Yao Shan disse: “Quest’womo gioca con una palla di fango — che fine ci sari”, Se in quel momento Yao Shan non avesse avuto Ja parola finale, sarebbe stato ctiticato dagli altri in tutti i tempi Shan disse: "Guarda — una freccial”, e il monaco cade, Ditemi, questo & capire 0 no? Se dite che & capize, perché allora Yao Shan 1) di tui in quel modo, come di un uomo che gioca con una alla di fango? Fu estremamente cattivo, proprio come (quello che segue) Un monaco chiese a Te Shan: "Com" quando un allievo che ha in mano una spada aflilata cerca di prendere Ia testa del maestro?” Te Shan allungd il collo verso di lui e gridd, Il monaco disse: "La teste del maestro ® caduta”, Te Shan abbassd Ia testa e torn’ nella sun dimora di abate, Tnoltte: Yen ‘T’on chiese a un moneco: “Da dove yieni?”, TI monaco disse: "Dalla capitale occidentale”. Yen Tou disse “Dopo la morte di Huang Ch’ao, hai preso la sua spada?”. It monaco disse di 31. Yen T’ou allungd il colo verso di tui e gridd. Il monaco disse: "La testa del maestro 2 caduta". Yen Tou si fece una grossa risata, Casi di, questo tipo sono tutti trappole per catturere le tigti, proptio come il presente caso. Per fortuna Yao Shan non. fu ingannato dda questo monaco: poiché Io serutd fino in fondo, non fece altro che continuare @ premere. Hsueh Tou dice: “Anche se questo monaco visse pet tte passi, dopo 62 Ottantunesino Caso ‘inque passi dovette motire”. Anche se questo monaco seppe benissi- mo come guardare Ja freccia, si lascid immediatamente cadere a terta; ¢ quando Yao Shan disse: “Atiendente, trascina fuori quest’uomo mot- to", scappd via immediatamente. Hsueh Tou dice: "Ho paura che non vivta oltre te passi". Se il monaco in quel momento avesse saltato oltre cinque passi, nessuno al mondo sarebbe stato capace di trattare "con lui. In un incontro tra adepti, dallinizio alla fine dev'esserei uno scam- bio comtitan dt apitane apis Slo ators a condetaons Tk iberta ¢ Pindipendenza. Poiché in quel momento il monaco non tiuscl 4 continuare dal¥inizio alla fine, egli incontea il biasimo di Hsuch ‘Tou, Ma alla fine Jo stesso Hsueh Tou usa le sue parole per In poe: sia, che dice: POESIA Lalee degli. alci — Eat och ie alto € garda! Egli solleva la testa che ba un paio dé corna. * Dovreste dare uno sguardo. ** Cos’? questa cosa? Corre nel livello secondario. Se vuot colpire, colpisci, ma allora perché guardare? * (Lao Shan) Ja partire una freccia — 4#"Sal Bersplo. Devi capire che Yao Shan 2 un esperto. * (HL monaco) fa tre passi di corsa, *¥ Salla pieno di vita, ma solo per tre passi. B morto da molto tempo. * Se fosse vissuto per cingue passi, 5 ¥* A che scopo? Fa un salto di cinque passi. Come mai, senza aspettar- To, trova la vita in mezzo alla morte? * Avrebbe formato un branco e avrebbe dato la caccia alla tigre. ** I due si riflettono Wun Valtro. Devi cadere indietro di tremila ‘miglia. I monaci del mondo vestti di pezze lasciano andar via la tigre. * Leocchio corretio sempre stato dato a un cacciatore. +* Che puoi fare? Yao Shan non acconsente di conoscere queste paro- Ottantunesine Caso 63 te. B cost ontano per Yao Shan — e allora per Hsueb Tou? Non riguarda Yao Shan, non riguarda Hsuch Tou, won riguarda mee non riguarda te, * : A voce alte Hsueh Tow disse: "Guarda — una freccia!® ** Una punizione per tutti i loro reati. Devi cadere indietro di tremi- la miglia da loro prima di essere nel ginsto. To colpisco dicendo: "Ha gid ostruito la tua gola”.* COMMENTO “Lialee degli alei — dovreste dare uno sguatdo”. I monaci vestiti di pezze devono avere Vocchio dellalce. degli alei e le corna dell’alce degli alci, devono avere metoci ¢ strategie. Anche se si trattasse di una tigre feroce con le ali o di un grande gatto con le corna, Palce degli alei Fiesce ancora a mettere in salvo il proprio corpo e a tenere a distanza il peticolo. Tn-quel momento, quando il monaco, si lascid cadere, stava dicendo di se stesso: "Io sono alce degli ale” "Yao Shan fa partite una freccia — il monaco fa tre passi di corsa”. Quando Yao Shan disse: "Guarda — una frecia!”, il monaco cadde a terra. Quando Yao Shan disse: “Attendente, trascina fuori quest’uomo morto", il monaco scappd via, Fece molto bene, ma in ‘ogni caso riuscl solo a correre per tte pass, "Se fosse vissuto per cinque passi, / Avrebbe formato un branco avtebbe dato a caccia alla tigre”, Hsueh ‘Tou dice: “Ho paura che dopo cinque passi dovette motte. Se in quel momento fosse riuseito « saltare oltre cingue passi, sarebbe stato capace di taccogliere il suo branco e di andare a caccia della tigre”. Le cotna delPalee degli alci sono affilate come lance: quando una tigre Io vede, anch'essa prende ppauta ¢ fugge, Quest’alce & il te dei cervi: gnida sempre il branco nello spingere Ia tigte su un’altea_montagna. Infine Hsueh Tou loda Ya Shan per aver avuto un modo di affermarsi in quella situazione, "Lrocchio corretto 2 sempte stato dato a un cacciatore”. Yao Shan & come un cacciatore che sa come lanciare tuna freccia, e questo monaco & come (Ia sua preda,) Palce. Poi, sali nella sala ¢ raccontata questa storia, Hsueh ‘Tou Pavvolse in un unico fardello, pronuncianda ad alta voce un solo verso: “Guarda — una freccia!". Subito quelli che si trovavano seduti e in piedi (ad ascoltar- lo) futono ineapaci di muoversi. $4 Ottantunesinno Caro NOTE DEL, TRADUTTORE patte posteiore della testa”: Ja fteccia penetre testa dalla parte: antetiore; fui ta spinge dentro © Ia fa uit dak atte. OTTANTADUESIMO CASO Ta Lung ¢ il corpo di realti duro e saldo SUGGERIMENTO Solo coloro che hanno gli occhi possono conoscere fa lenza da pesca, Solo gli adepti, possono maneggiate i metodi al di fuori degli schemi Ma ditemi, cos’é la Tenza da pesca? Cosa sono i metodi al di Ik degli schemi? Per controllare cito" questo vecchio caso: guardatel caso Un monaco chiese « Ta Luny cotpo di realtA duro e saldo?". Lang disse: "I fiori di montagna sbocciano come broccato, i totren- ti della valle sono di un blu pieno come Vindaco”? “LL cotpo fisico imputtidisce: cos’ il NOTE 1. Ta sun aflamaione fi divide in due. Eppure & gusto separa 2 Uh nwo sean ent he ae tha tle yerShteae Plo, BL yo rete due Quando encode use dl tte, COMMENTO. Se per cercare questa cosa: vi volgete alle parole, & come cercate i colpite Ja luna agitando un bastone — non ha aloun rapport 5 66 Ontentaduesino Caso to coi fatti. Un antico affermd chiaramente: "Se.volete raggiungere Vintimo, non ponete domande. Perché? Perché la domanda & nella risposta e Ja risposta & nella domanda”, ‘Questo. monaco raccolse un cumulo senza forma ¢ Io scambid per un cumulo di confusione: nel porre questa domands Ia sua sconfitta non, fu Teggera. Come avrebbe potuto qualeun altro, se non Ta Lung, riusciee a coptite il cielo coprire Ia terra? I] monaco che interroga in resto modo e Ta Lung che risponde in questo modo sono un tuts no, Ta Lung non mosse un solo capello: fu come vedere un coniglio ¢ far partite un falco, come vedere un buco © meitervi un tappo. Questo tempo e questa stagione sono nel canone in dodici parti del. Triplice Veleolo? #inneyabie che le un visosta fa suaordinase; 2 solo cle Ie sue parole non hanno, sapore © che egli ostruisce le’ bocche degli uomini. Per questo & detto: "Quando Ie bianche navole occupano la valle, molti uccelli che tornano di notte non riescono a trovare il loro nido* Alcuni dicono che si trattd. solo di una risposta scotrevole, Chi ccapisce in questo modo non & altzo che uno stetminatore della tazza del Buddha. Egli & jungi del sapere che con un metodo e un oggetto, li antichi spezzavano legami e frantumavano catene, e che ogni patola © ogni frase era of puro © gemme grezze, Se un uomo ha Pocchio ¢ il cervello di un monaco vestito di pezze, 4 volte trattiene ¢ a volte lascia andate. Risplendendo ¢ funzionendo allo stesso tempo,,con la petsona e Voggetto entrambi sottratti, le due parti Iasciano andare ¢ le due parti raccolgono, Ponendosi di fronte alla situazione, egli muta accordandosi a essa, Senza Ja grande funzione « Ia grande capacita, come potrebbe riuscite ad avvolgere il cielo ¢ ta terra in questo modo? I molto simile a uno specchio luminoso sul suo piedistallo: quando artiva uno stranieto, appare uno straniero, ¢ quan- do arriva un nativo, appare un nativo, Questo caso & uguale alla storia (caso 39) della Siepe in Fiore, anche se il significato non lo stesso. Qui Ia domanda del monaco fu ignorante, pet cui Ia sisposta di Ta Lung fw esatta e appropriata. Non avete sentito (questa storia, caso 27)? Un monaco chiese a Yun Men: "Com’® quando albero appassisce le foglic cadono?”. Men. disse “Hl corpo esposto nel vento doro”. Questo prende if nome di ‘incon- to delle punte di freccia’, Qui il monaco chiese a ‘Ta Lung: “Il corpo fisico imputridisce: cos't i! corpo di realta duro e saldo?”. Ta Lung disse: "I fiori della montagna sbocciano come broccato, i torrenti della valle sono di un blu pieno come Vindaco”. E proprio come “tu vai ers ovest «Chin, io vado vero eat a Ls poiché Iu aise in juesto modo, io non agisco in questo modo. Confrontanda la risposta Ee Lang con qula di Yon Men, esse sono opposte fi face epics Ottantaduesino Cato 67 Yun Men che agisce in questo modo, ma 2 difficile capite Ta Lung che sce altrimenti. In ogni caso, In Hngua di Te Lung ® molte eae POESIA Chiedere senza sapere. ** Est ¢ ovest non distint. Giocare con una cosa senza saperne il ome, Compra il eappello che gli va bene in testa» Rispondere, ancora non cepire, ** Sud e nord non differenziati, Ha agitat il cranio del mon sud del fiume, a nord del fiume. Costas init La luna 2 fredda, il vento 2 alto — ** Com’a? Oggi 2 esattamente il tempo ¢ la stagione, Gli uomini del mondo hanno gli occhi ma non hanno mai visto, banno te oreccbie ma non hanno mai sentito. * Sulla roccia antica, it ginepro & gelido, ** Ancora meglio quando non piove. Un flauto senza fori che colpisc wna tavola per battere il feltro, * ce eee ee ‘nce Cont placate sulla strada ba incontrato un uomo che ba rageinnto ** Anche tu devi arrivarci di persona prima di essere a posto, Rik ini il mio bastone, Vengono cos), formando una folks a E non usd ta parola o il silenzio per rispondere. “* Dove vedrai Ta Lung? Cosa useresti per rispondergli @ modo? * La sua mano afferra il frustino di giada bianca, * Dorebbe essere fatto in pei. * amen B frantuma la perla det drago nero “Rimane per essere guardato dagli womini futuri. Male! * Se non Vavesse frautumata, ** Lasciando andare la sua mossa, Ancora, continua cost, * moe Papicninea le sue incrinature, ** Cosa fa, gioca cow una palla di fango? Se bra sen rit decrepi- 10° sud re rempions icine, emir Fomor pit dere 68 Ottentaduesino Caso La nazione ba wn codice di leggi ** Chi conosce la legge la teme. “Di mattina tremila colpi, di sera ottocento colpi*. * Tremila artcoli di infraxioni ** Ha detto solo la meta. Ce ne sono ottantaquattromila. Innumerevo- 1 eoni di inferuo senza pause non arriverebbero a met. * COMMENTO Qui Hsuch Tou compone i suoi versi con molta abilita. Prima, metten- do in versi le parole di Yun Men (“il cotp9 esposto nel vento d'oro"), disse: "Poiché le domanda ha la fonte, / Anche la risposta, & necllo Poiché in questo caro non & cost, Hsueh Tou, dice invece: “Chiedere senza sapere / Rispondete, ancora non capite”. La risposta di'Ta Lung fu una visione fugace da un Tato, ¢ fu semplicemen- te sorprendente. La sua tisposta fu cost chiata che chiunque fo interto- save ip questo modo etx git incor nella sconftts anor pra dt ppotre la domanda. Con Ia sua tisposta slusct a piegare il monaco ¢ a tuniformarsi perfettamente con lui: edattandosi alla sua capacita disse giustamente: “I fiori di montagna fioriscono come broccato, i torrenti della valle sono di un blu pieno come Vindaco”. Come capirete voi tutti cid che ‘Ta Lung intende dire? Come visione fugace da un lato, Ia sua risposta fu davyero straordinat Cost Hsueh Tou. si presenta con ia sua poesia per far capire agli ‘uomini che Ja Juna & fredda, che il vento & alto e che esso batte ancora ntio il gelido ginepro sulla roccia antica. Ma ditemi, come capirete id che intende dire Hsuch ‘Tou? Per questo ho appens detto che & un flauto senza fori che colpisce una tavola per battere il feltro. La poesia 2 completata con questi solt quattro versi, ma Hsuch Tou aveva ancota paura che gli uomini avtebbero compiuto racionslizzazio- hi, pet cul disse: "Com'® placevole: sulla strada ha inconttato un tuomo che ha raggiunto il Sentiero, / E non usd la parole o il silenzio pet tispondere’, Questo fatto, alfora, non 2 il sentieto, Vudize, il Uiscetnimento 0 la conoscertza; e non & neppure le discriminazioni del pensieto che compie caleoli, Per questo & stato detto: Diretto ¢ veritiero, senza portare null'altro con te, Muovendoti da solo — cosa c'8 da cui dipendere? Sulla strada, se incontri quoleuno che ba raggiunto il Sentiero, Non asare la parole o i silensio per rispondere, Onamedvesino Caro Questa & una poesia di Hsiang Yen a cui Hsuch ‘Tou ha liberament attinto, Non avete sentito? Un monaco chiese a Chao Chou: “Senza uusare Je parole 9 il silenzio per rispondere, mi chiedo con cosa. st dlebba sispondete”. Chou disse: "Fammi vedere il tuo. vaso di lacca”, Questi (detti di Hsiang Yen ¢ di Chao Chou) sono uguali all’affermazio- ne di ‘Ta Lung (nel caso): non enteano nel raggio dei vostei sentimenti ° é ee pensigri concettuali. me questo? “La tue mano alferta il frustino dl giada bianca JE frantunoa a perla dl drago nero". In questo modo dev'essere cau ‘ordine dei patriarch, interrompendo tutto nelle diect ditezioni. Que- ween braid ipuatde il heat ne spada, per il quale & necessario avere questo tipo di strategia. Altrimenti, voltereste le spalle a tutti saggi sin dalf'antichita, Quando artivate qui dovete cme privi “ik ‘minima preoccupazione; poi, naturalmente, avrete il vantaggio. I cos), quindi, che un uomo trascendente si comporta, “Se non avesse frantu- rata", necessatiamente “avrebbe aumentato le sue inctinatute”, e quit A exrebhe appaiso abbattuto © decrepit, : Ma alla: fine, come potete essere nel giusto? “LA: nazi wu codices legi'—/ Teena atc dh inftaonit* Cl sons emia suddivision; delle cinque punizioni, © nessuna ® pit gtande (della punt. ione) per non essere tispettost. Questo monaco comimise unVinfrazione ozo tot treme ariol in una sola volta, Come mai? Pexché non si comport® con gli altri in base alla cosa proptia. Quanto a 1 ovviamente lui ees fu cost, Si accseceeaecetcccaae NOTE DEL TRADUTTORE 2 Queso precise piel lpgendatio si ttove nelle profon de proprio dentro Je favei del drago neto. eee OTTANTATREESIMO CASO Yun Men, i Buddha antichi ¢ il pilastro AsO nse: te Yun Men, insegnando. alla comunit’, disse: “I Buddha antichi Hlttro sf fondono: che livello di aitivitd mentale & questo?" Lul Fresso disse a nome loro: ? “Sulla montagna del sud si raccolgono le ruvole? sulla montagna del nord cade 1a piogeia’ NOTE gia. Noo 8 rappoto. Si spena e at sot 2, Hontan teri sg ala exe cnentle, quteano nee can ecientle Mister forma eomposta nh pod esere alla, 3, Balas ot fo, acta non poweno exsere iste, Un coielo non sete 4 RUNES, pemmeno une goa, Meth a sul del fame, meth a nord del * frame, ‘COMMENTO. Jal grande maestro Yun Men disceseto pitt di ottanta womini di Dal grade caweete annd_dopo ln sua morte, quando apricono te Stir tombe ¢ lo. goetdarono, (suo corpo non ‘ea decomposto, ma) integto e sano come prima, It campo della sua visione era stato lumino: inter iaro, 1a sua mentalith © 1a soa prospettiva leste, Tutti 1 suck incegnamenti, le sue osservazioni alternative e le parole pronunciate, 2 frome di alte erano diretti, solitati ed elevati. Tl caso presente & simile file scintille emesse da una pietta, a un lampo di luce; infatti & “uno Otiantatreesino Caso Th spitite che appate, uno spitito che scompare”.* Il bibliotecatio Ch'ing disse: "Cun discorss come questo nellintero grande tesoro degli Tnsegnamenti?”. Gli uomini del giotno d'oggi basano Ie loto vita sulle intepretarioni emotive ¢ dicono: "I Buddha & Ia guida dei tre regni,. il padre compassionevole dei quattro ordini di esseri_viventi, Petché allora i Buddha antichi-si fondono con il pilastto?”. Se interpretate in. questo modo, non riuscitete mai a trovarlo. Alcuni definiscono (il detto di Yun Men) ‘chiamare dal nulle’. Essi sono Iungi dal sapere che le patole dei macstti dinsegnimento della nostra scuola eliminano Ia coscienza concettuale, eliminano fe valutazioni emiotive, elimitiano Ia rascita e morte, eliminano Ja contaminazione della dotirina ed entrano nella condizione cottetta® senza consetvate assolutamente nulla, Non appena razionalizzate e calcolate, vi legate mani e piedi. ‘Ma ditemi, cosa intendeva dite il vecchio Yun Men? Rendete la mente ¢ gli oggetti una sola cosa cost comé sono: allora il bene & il ‘male, il giusto ¢ lo sbagliato non potrahno scuotervi. Allora sara esatto sia che diciate “ce” sia che diciate “non 8"; © sata esatto sia che abbiate un’attivitl mentale sia che non Fabbiate. Quéndo activate qui, ‘ogni singolo battito delle mani & il vero imperativo. I! mio scomparso maestro Wu Ten disse:, "Yun Men, in apparenze cosi grande, in realtd fron aveva molto netbo”, Se fossi stato io, gli avrei detto solo: “Lotta. vo livello di attivita, mentale” Yun Men disse: “I Buddha antichi, ¢ il pilastro si fondono: che _ Tivello di attivit mentale 2 questo?”. In quel momento, lo tenne ayvolto in alto di fronte a voi, Quando un monaco gli chiese cosa intendesse dire, Yun Men disse:: “Una cinghia che vale trenta centesi mi”, Ha Pocchio per giudicate il cielo ¢ Ia terra, Poiché nessuno cap!, patld Tui stesso a nome foro: “Sulla montagna del sud si raccolgono le nuvole, sulla montagna del nord cade la pioggia”. In questo modo api una via d’entrata per gli allievi fututi. Hezo peiché Hue Tou sep il Iuogo in cul porte if ilo e ln tres affinché gli vomini capiscano. Ma non appena vi impantanate nei calco- , inciampate ¢ lo perdete anche se ® proptio davanti a vol. Dovete soltanto andare alla fonte del significato fondamentale di Yun Men per capite chiaramente la sua-mente elevata. Cost Ja poesia dice: POFSIA Le nuvote della viontagna del sud, ** In tutto il cielo e la terra, non possono essere viste. Un coltello non riesce a tagliare. * 2 Otantatreesino Caso La pioggia della montagna del nord — Non cade nemmeno una goccia, Meta a sud del fame, meta a nord del fume. * I Ventotto e i Sei to vedono davanti a sé ‘ ** Ovunque guardi, io non riesco a vederlo. Hsueh Tou trascina gli altri. La lanterna 2 appesa al pitastro. * In Corea sono saliti nella sala, +** Sorgere a oriente, calare a occidente. La corporazione orientale non vede i profi della corporazione occidentale. Da dove prende que- ste notitie? * In Cina non banno ancora colpito it tamburo. ; %* Quindici minuti di riterdo, Ridatemi la storia, Alvinizio won ch arrios, poi va troppo Tontano. * ‘Nella sofferenza, felicita — ** Chi avrebe potuto saperlo? * Nella felicita, sofferenza — +*°'Un caso doppio. Chi lo avrebbe fatto notare? La sofferenza 2 sofferenza, 1a felicita 2 felicita. Dove sono due teste, tre volti? * Chi dice che Yoro 2 come la merda? %* Chi ba gli occhi lo riconosce. Cerca di pulirlo e guarda, Ub-ob! Che peccato! Ma dinmi, sono i Buddha antichi o @ il pilestro? * ‘COMMENTO. “Le guvole della montage, del sud, / Ta pi Ia montagna del nord”, Heuch Tou compta il cappelio che gli sta bene in testa, osserva i venti per disporre le sue vele. Sulla lama della, speda_scrive delle note pet voi, Quanto a "I Ventotio (patriatchi ch’an indiani) e i Sei (pattiarchi ch’an cinesi) Jo vedono davanti a sé", non fraintendete! ‘Questo mette in versi semplicemente "I Buddha antichi e il pilastto si fondono: che livello di attivitd mentale & questo?”, : Poi Hsuch Tou apre una strada ¢ crea complicazioni per farvi capite cosa intende dire Yun Men. “In Corea sono saliti nella sala, / In Ci non hanno ancora colpito il tamburo”. Hsueh Tou va dove’ rombano i Onantatreesnao Caso 73 tuoni ¢ dove volano le comete e dice: “Nella sofferenza, felicitd — Nala fcc, soferena® Hsueh ‘Tou sembra avele siagucehiony Pie ne ¢ gill’ © i mette qui. nfine c& questo piccolo verso: "Chi dice che Foro & come Is tnerda?”, Questo verso & tratto dalla poesia di Chan Yueh initlata ‘Petcorrere la strada 2 difficile", da cui Hsuch Tou ha attinto: Ch’an Yueh serisse:™ Gli nomini now possono misurare ta profondita deloceano 0 Ve i nol nox posono 4a profondite delWoceano o Valtez- Passto © presente, eure pi verde eb lon associatevi.con it poco profondo e con rfciale — Dove ta terra > basse pud solo mane aoe Chi dice che Voro & come la merda? Nessun'altra notizia di Chang Er e Cb'en Yus Percorrere la strada @ difficile; Per-le-diffcolta-del viegeio, vedetevela da soli! B il teritotio non & ampio e In gente poca? Santi che dimorate sulle NOTE DEL TRADUTTORE he eas bg cb cme A i {esi ¢ imptevedibili che confondono il nemi Fone, dalfeptie e-dlla soferenra, Naik" waione oie fle te A are dimousate che il coitate Hf contaminate sf contain theorems she slaty. bi wel Tran Stan He "Gace sem ga wn ang h Yessone™ (dal War f Phen Chuch, "Rivdasone el sepeto" dl ngs © Chang Hr ¢ Chien Ya sono due amici proverbiali che Iigarono © si tivol- tno ny, into Plo, Baste ped dea cag Sle dns Os (neat ee secio ni} ade Cen Ye seer ens eh ” Ottantatreesimo Caso suo eect un terior atea sidato wt allo stat indipntente dt. Chao ina ‘east ne per ie pena ola dl clos Cin the cee i wt sagt oo de lca Chao} Chang fine mitt dt Cho goto fGen Pech Pin tt en Ya tesormd modi Chang elsord cone forse tno def. general dl fon "dinaia Han (Che. secette. pols hin, quis dsrane Hndpendonte rego dt Chao © nce Chen Yo OTTANTAQUATTRESIMO CASO Vimalakitti ¢ Ja porta del non dualismo ‘SUGGERIMENTO Anche se dite ‘e’, non v'e alcuna cosa che ‘& pud affermare, Anche se ite (non 2, non vt aleuna cosa che ‘non @ pud nepare. Quando ‘®'¢ ‘non & sono lasciati indieto e il guadagno e la perdita sono dimen, ticati, siete puliti e nudi, liberi © a vostro agio, Ma ditemi, cos’t davanti a voi e dietto di voi? Se ci fosse un monaco vestito di pezze che si facesse avanti e dicesse: “Davanti. 2 Faltare del Bucldha ¢ Ja porta principale, dietto ® la camera da letto Stanze private delfabate’, ditemi, quest’uomo avrebbe gli occhi o no? Sc sapete giudicare quest'vomo, ammettetd che abbiate visto di persona gli antihi caso, Vimalakisti chiese a Manjusti:' "“Cos'e Fentrata di un bodhisattva nella porta del Dharma del non dualismo?”? Manjusti disse: “Secondo quello che penso io,’ in tutte le cose,! nessuna paola, nessun discorso’ nessuna limostrazione € nessun ricono- iment Insciare indietto tutte le domande erisposte;” questa 8 Pen trata nefla porta del Dharma del non dualismo”. Poi Manjusti chiese a Vimalakitti: “Ognuno di noi ha gid parlato. Adesso sei tu a doverci dite, buon uomo, cos’ Lenteata dl un’ Bodhy, sattva nella porta del Dharma del non dualismo”? Hsueh Tou disse: “Cos'ha detto Vimalakieti?’.” E disse anche: “Completamente esposto™# 76 Ottantequattresimo Cato NOTE Qves'sowo sta facendo un gran chino, Doveebbe chivdee Ia occ Qeeel tema uae VOaTAMEN andy exdensa Cosa di fon atlo essere spicgato. Porta la gogna, Pas imines fasandoe neuf del meget Soeeinnm “tte fe cose? Scheer 10 tutte queste cationi? ee mee cy fe ts eae ferite he Pariser fon. fect eto 8 Fate ae fie a clpte. Vimalaktt proprio mentte Jo 3 mio, sem Meco nel evo petto diccinilaftecee © dice Je verith 11, Hossa elm anche adeso b con, auch Toy tend il ato o_o i 8a oS ue alla nate focecong fered ala tem, iment ieee a vein cosa H due qe? seam ha vito nepure Jn ogo, come pub dt "completamente Peelelot Nemmeno A Ieone dala ‘cine dost sls yenaye wer 2 é 2 ‘COMMENTO. | Dhar- imalakirti fece parlare molti grandi bodhisattva sulla porta del | sere sin duomo. Quella volta, ttt e trentadue {bodes sostennero opinioni ae Goce canes ee Pee ella, reale © quella convenzionale, sion £8, quella eal Gisiderarono. come fa porta del Dharma del on oie justi disse: "Secondo quello che i njusri, Manjusti disse: “Secondo qu Alle fe egrie com nesta pal neon dcr nessana Atmostravione e nessun riconoscimento, lasciare indietro tutte fe doman- we risposte; questa @ Ventrata nella porta del — ee dealismot, Poiché gli altri trentadue avevanio sate, pat ce “ee tmeno delle parole, Manjusti usd, non-parle per fare meno, elle role, D'un «ol colpo sparzd via ogni, cosa, non volendo nulla, © Consider’ questo Ja porta del hana i ot dual, Cenament ‘She questa ex la tertaruga sacra che trascinava Ja coda, on ace Ta Te nce stave Tasclando ecce. J propio come Ottantaquattresino Caso 77 uuna scopa che spazza la polvere; della scopa rimangono. Poiché alla fine, come allinisio, erano timeste alcune tracce, Manju: sti chiese a Vimalakitti: "Ognuno di noi ha gid patlato. Adesso dicet tw, buon uotno, cos’® Pentrata di un bodhisattva nella porta del Dh ma del non cualismo”. Vimalakitti rimase in silenzio, Se siete vivi, ‘non andrete mai ad affogate nellacqua morta. Se costruite simili idee (morte), siete come un cane impazzito che tincotre una zolle di terra’ Hsueh Tou non disse che Vimalakieti rimase in silenzio, né disse che sedete silenzioso sulla sua sedia, Hsuch ‘Tou andd diitto al punto ctitico © disse: "Cos'ha detto Vimalakisti?”, Quando Hsueh ‘Tou patld fn questo modo, vide Vimnalakirti? Non io vide neppure in sogno. Vimalakirti cra un antico Buddha del passato, che aveva anche una famiglia e una casa. Ajutd il Buddha Shakyamuni a insegnate ¢ trasfor- ‘mate, Aveva un’intelligenza inconcepibile, una prospettiva inconcepibi- Ie, poteti sovrannatutali inconcepibill e Vaso meraviglioso di essi, Nel Jn sua stanza fece sccomodare trentaduemila troni di leoni ingioiellati ¢ vuna gran folla di ottantamila persone, senza che essa fosse troppo spaziosa 0 troppo affllate. Ma ditemiy che princiglo & questo? Pud esser detio fa meravigliosa funtione dei poteri sovrannatutali? Non frsintendetes se & Ja porta del Dharma del non dualismo, solo raggiun- zendo insieme © testimoniando insieme pud esserci una comune ¢ reciptoca realizzazione € conoscenza, Solo Manjusti riusct a dare una tisposta, Ma anche cos), riusd ad evitate la condanna di Hsueh Tou? Hsueh’ Tou, patlando come fece, dovette anch’egli incontratsi con due uomini (Vimalekirti © Manjust), Huch Tou disse: “Cos’ha detio Vimalakiri?”, e: "Completamente ‘sposto”, Ditemi, dove fu Pesposizione? E cost poco, ma non ba nulla a che fare con il guadagno ¢ la perdita, né cade nel giusto e nello sbagliato. E come trovarsi su una roccia alta diecimila piedi; se tiuscite ad abbandonare fa vita e a saltare, potrete vedere Vimelakitti in perso- nna. Se non tiuscite ad abbandonatla, siete come un atiete preso in un recinto, Heueh ‘Tou ert un uomo che aveva abbandonato questa vite, per cut lo mette in versi dicendo: anche se la polvere & tolta, le tracce POESIA Bab! per il vecchio Vimalakini — ** Perché ingiuriarlo? AI mattino tremila colpi, alla sera ottocento colpi. Inginriarlo won risolve nulla. Si merita trenta colpi. * 18 Ottanaquattresino Caso Spinto dalla compassione: per gi esseri viventi, soffre di vuota of- fliione, E *# Perché avere compassione per loro? Hanno per sé ta spada ingioiel- Tata del Re det Diamante. Per questo vano afare Vinalakirti aumen- 40 la loro iguoranea. Si prese il distarbo ma non risolse nulla, * ‘Anmalato a Vaisali, 7 5 A nome di chi Ja questo? Coinvolge tutti. * Com tntto it corpo deperito ed emaciato® ** Lasciando per un attimo da parte la sua malattia, perebé la sua Bocca aveva un'espressione arcigna? Now riesce a mangiare né a respinare. * Manjusri, it maestro di sette Buddha, arriva "© Quando arriva un ospite, bisogna accudirlo. Quando arriva un le- dro, bisogna colpirlo, Manjusri porta con sé una folla. B necessario un ‘adepto per farlo, * Alla stanza unica che & stata ripetutamente spatcatas + Bsiste ancora. Sin dallinizio Vimalakirti ba passato la’ vita in wna arotte di fantasnii. * Interroge sulla porta del non dualismo. , 3 Se alsa’ poteoa.eser deri, sorebbe stato desta da tut. To colpisco dicendo: “Anche tu bai cercato senza trovarla”. * Allora Vimalakirti barcolla ¢ cede. 4 Cielo! Cielo! Cosa dici? * Egli non barcolla e non cade — 7 * Trova la vita in mezzo alla morte; c'8 ancora un po' di respiro in lui. * Il leone dalla criniera dorata non ba un posto in cui cercare. %% Bab! Tu capisci? * COMMENTO Hsuch Tou dice: "Bah! per il veechio Vimalakicti!”. Perché inizia ingiuriandolo? Gid alPinizio Hsueh Tow afferca Ia spada ingioiellata del Re del Diamante e fo taglia fuori. A Vimalakirti devono essere dati tremila colpi al mattino e ottocento alla sera, Ottantaquatiresino Caro 19 In sanscrito Vimalakiti significa ‘reputazione incontaminata’ 0 ‘puto none’, Eta conosciuto anche come Tathagata del Chicco Dotato. Forse avrete sentito parlare di-un monaco che chiese al maestro Chien di ‘Yun Chu: “Se era il Tathagata del Chicco Dorato, perché ascoltd il Dharma nella comunita del Tathagata Shakyamuni?”. Chien disse. "E- ali non fece aflermazioni su sé e sugli altri. Chi ha raggiunto te grande Niberazione non ha nulla a che fare col ‘divenite Buddha’ ‘non divenite Buddha’, Ese dici che pratica Ia coltivazione ¢ si sforza di raggiungere il Sentiero della Buddhita, questo ha ancor meno a vedere coi fatti”. Come dice Ia Sctittura della Perfetta Iluminazione: "Se uusate la vostea mente comune per det vita a idee comuni, non entrerete ‘mai nel grande oceano del Tathagata della tranquilla estinzione”. Yung Chia disse: “Che abbia 0 no ragione, gli uomini non possono saperlo. Che vada contro o vada insieme, gli di non possono scoprit- Jo, Se va insicme, si volge verso lo stadio della fruizione della Buddhi- 18; se va contro, entta nei mondi degli esseri senzienti". I maestro di meditazione Shou disse: "Anche se riuscite a perfezionarvi ¢ a entrare in questo mondo, non riuscitete ancora a seguite le vostte inclinazioni. Solo quando avrete fatto esperienza dello stato santo senza perdite ppottete andare contro o andate insieme”, Per questo Hsuch ‘Tou “Spinto dalla compassione per gli esseri viventi,soffre di vuota aflizio- ne’, Nella scrittura, Vimalakirti dice: "Poiché ‘gli esseri senzienti han: no malattie, avrd anch’io una malattia’. Hsuch ‘Tou dice: "Aminalato , perché Vimalakirti manifesté Ia sua malattia nella citta di ‘Con tutto il corpo deperito ed emaciato”. Vimalakisti si serv della sua malattia fisica per un'ampia predicazione del Dharma, Disse: “Que- ‘to corpo non ha petmanenza, non ha forza, non ha potere né solidit & una cost che decade rapidamente; non si pud aver fede in esso. Produce sofferenze e problemi, e una massa di malattie. E qualcosa composto dagli aggtegati, dagli elementi ¢ dai tramiti sensoriali uniti insieme “II _macstto di sette Buddha activa", Manjusti era il maestro di sette Buddha, ma obbedi all’ordine dell’Onorato del Mondo di andare da Vimalakicti ¢ informarsi gulla sua malattia, “Alla stanza unica che & stata ripetutamente spazzata”. Vimalakirti aveva tolto tutto dalla sua stanza, lasciando solo il suo giaciglio. Quando Manjusri artiv®, Io inter- ogo sulla porta del Dharma del non dualismo; per questo Hsueh Toa dice: “Interroga sulla porta del non dualismo”. “Alora Vimalakitti batcolla © cade”. La bocea di Vimalskicti assun- se unvespressione arcigna. Gli odierni sepuaci del Chan dicono che il timanete senza parole fu il barcollate e il cadete. Non volgetevi erronea- mente allo zero della bilancia! 80 Ottantaquattresino Caso wgendovi su una roccia alta diecimila piedi, Hsueh Tou dice poi: li non barcolla e¢ non cade”, Con una mano solleva, con Paltra spinge in basso, Hsuch Tou ha questo tipo di abilita, ¢ il modo in ax 4a usa 2 alflato e chiato. Queste parole mettono in versi il suo prece- dente commento: “Cos'ha detto Vimalakirti?”. z = “Tl Leone dalla criniera dorata non ha un posto in eui cercare". Non fu cos} solo quella volta, ma & cos) anche adesso. Voi vedete il vecchio Vimalakitti? Anche se il mondo intero, le montagne, i fiumi, le etbe, gl alberi le foreste si trasformassero in un leone dalla crinieta dorate {che voi potreste cavaleare, come fa Manjusti), non rluscireste lo stes: so a trovarlo, NOTE DEL TRADUTTORE, 4 Linmapie dun cane che, clpio da. une sll dl. ten dae de un Nome, fonts Homo © race nabbioeo Inno a tovt nel Retype Sint (Panties srs Maburiatunay, esa elegels chaps dl eelunge nal a icra peehe dipende dais ill oto on raggunge mal I best per al uiete, dvenendo tanto, e anche. ply ineice'© confuso is pare Vinal, Ve estan ess ta tant sciture del Duddhisno- Mahayana, L’eremita disse: “Che puoi fare di me?” I] monaco tinuncid,? Heueh ‘ou disse: “Tutto questo va bene, ia questi due ledti smalvagi seppeto solo come coptisi-le orecchie per rubare fa campana” 82 Ottantacinguesinro Caso NOTE 1, Quest'uomo & esperto nel glocare con le ombre. Dentro il nido di exbacee, eaten 2 ce tvoione ine, "Ascttando le peole, dows eapite ln Tone >, evan nan fl tno 1 gay a 4. Questo € ancora qualcoss, Nell sua viata c€ una spuds. Pub lslre andate ‘ ; : ‘ano andare, To ali derel uno schiefo sullorecchio. B male che il monaco lo abbin le ‘ssi andate. Aggiunge un altro strato di ghiaccio sopra alle. neve. . In questo modo fu fermato, Nessuno del due espl. Cielo! Cielo! Le “parole sono ancora -nelle ‘nostre orecchie. Sono, stati condannati da Hsueh ‘Tou. Ma dimmi, in quel momento come avrebbero dove cule te elithe a such "Ten?" Noun mone seo ‘COMMENT. Dalla linea di discendenza Ta Hsiung (di Pai Chang Huai Hai) furono prodotti quattro eremiti; ‘Ta Mei Pal Yun, Hu Chie Tung Feng, Osservate come questi due uomini avevano occhi conoscitori ¢ mani capaci, Ditemi, dov't il luogo difficile da capire? Anche se prodotil per venite incontro alle situazioni, il metodo unico, loggetto unico, Ja parola unica, la frase unica degli antichi balzano naturalmente pieni di vita, poiché’ i loro occhi sono perspicaci e veri. Fsueh Tou scelse {questo caso affinché gli uomini siconoscessero il. giusto dallo sbagliato € disctiminassero tra guadagno e petdita, Ma in ogni caso, dal suo panto di vista di vor che ‘ srrivato, it essendo ceoae’ ho i guadagno ¢ di perdita, in fin dei conti non v'e guadagno né perdita. Se‘conaierategl‘entich in termini ei guadagoo el perdite, peretc interamente if punto. Tutti gli uomini del tempo d'ogpt devono com- ptendere il luogo in cui non v'? guadagno o perdita. Se non fate altro che potte la vostra mente allo scegliere ¢ al distinguere tra le parole e Te frasi, quando giungerete mai a termine? Forse avete sentito che il grande maestro Yun Men disse: “Viaggiato- tia piedi, non vagate a vuoto pet il paese, cercando solo di sceglicre € i efirrsre vane parole. Non appera al muove la bocca dl qualche vecchio maestro, voi immediatamente interrogate sul CI ii Ottantcinguesino Caso 83 te sul Tao, interrogate sulla trascendenza ¢ sulladattamento, intetrog te sul come e sul cosa. Voi fate grossi volumi di commentari ch tccumulate nel vostro stomaco, ponderando e facendo ealcoll, Ovun- que andate mettete insieme fe vostre teste accanto alla stufa per tre © pet cingue, balbettando in continuazione. Queste, dite, sono parole di Cloquenza; queste, parole che si tiferiscono alle’ cose; queste, parole che derivano dallessenza, Cercate di capire i vecchipadri e madri della vostta casa. Una volta che avete trangugiato il vostro pasto, palate solo di sogni e dite: ‘Ho capito il Dharma del Buddha’, Dovete ere che se continuate a viaggiare a piedi in questo modo, non slungerete mai a termine”. Quando gli antichi per un attimo lo prendevano ¢ giocavano con. esso, come potevano esserci idee come quelle di vittoria e sconGitta, gradagno.c perdita, gusto. © sbayliato? “Pung Feng era stato a trovate Lin Chi. Al tempo della storia aveva costruito una capanna in alto sulle montagne. Il monaco vi andd ¢ chiese: "Se improvvisamente incontraste qui una tigte, che suecedereb- be: Allora Feng rugel come ton tigre; s! vole ditettamente alla cose pet agire. Anche il monaco seppe come andare incontro a un efrore con un etrore, per cui fece un gesto di paura. Quando I'eremita tise di cuore, il monaco disse: “Vecchio ladro!”. Feng disse: “Che puoi fare aii me?”, Tutto questo va bene, ma nessuno dei due caph, Dai tempi fantichi fino a oggi si sono scontrati con le ctitiche degli altri. Cos Hsueh Tou disse: “Tutto questo va bene, ma quest due ldsi malvagi seppero solo come coprirsl le orecehie per tubare Ja campana". Pur essendo entrambi dei ‘adi, nessuno dei due sfruttd 1a possibilita per agite; per questo si stavano coprendo le orecchie per tubare fa cam na. Con questi due anzisni, & come se avessero disposto linee di bat lia di-un milione di uomini, ma avessero lottato solo per guadagnare la scopa (per-spazzare via i morti). Per disentere questa fatto, ® necessario avere Ia eapacita di uccidere Ja gente senza il battito di-un ciglio. Se lasciate sempre andare senza ‘mal catturare, se uccidete sempre senza mai pottare alla vita, non eviterete le risate sdegnose degli altri, Ma pur essendo cost, questi antichi non ebbero trope preaccupazioni. Osservate come entrambi ‘idero la Toto possibilith ed agitono. Wu ‘Tu patld della concentraio- ne dei poteri sovrannaturali in azione, della concentrazione della fiacco- Ie delle saggezz, della concentrantone del Re dell Ocoamento, H solo che gli uomini dei tempi successivi non hanno i picdi in terra; si volgono solo a criticare gli antichi e dicono che c°& guadagno e perdita, ‘Aleuni dicono che Peremita petse chiaramente il suo vantaggio, ma questo non ba nulla a che: vedere coi fat Hsueh Tou disse: “Quando questi due uomini si incontrarono, fu 84 Onantacinguesine Cao tutto lasciare andate”. Quando il monaco disse: "Se improvvisamente inconttaste qui una tigre, che succedetebbe?”, e Feng rugel come una tigre, questo fu Iasciate andate, E quando lui'disse: “Che puoi fare di ae? anche questo fs lacie andare. In tutte due. tas) cade nel livello di attiviti secondatio. Hsueh ‘Tou disse: “Se vuoi agite, agisci”. Gli uomini di questi giorni ascoltano queste parole e dicono che in quel momento Veremita aviebbe dovuto eseguite Vimperative per il monaco, Ma non bisogna punite e bettere alla cieca il monaco, Quanto-a ‘Te Shan che colpiva immediatamente gli uomini appena oltrepessavano il cancello, ¢ a Lin Chi che gridava immediatamente ‘agli uomini appena olttepassavano il eancello: ditemi, qual era Pinter ione di questi antichi? Alla fine Hsuch Tou compone la sua poesia proprio in questo modo. Ma ditemi, voi alla fine come evitetete di copricvi Je orecchie per rubare la campana’? < POESIA Se non lo afferrate appenu lo vedete, % Siete inciampati oltre. # gid mille, diecimila miglia lontano, * Ci-penserete-sopra- mille miglia lontano, ** Rimpiangendo di non essere stati attenti sin dali Cielo! Cielo! * Belle strisce — ** Prendi quello che ti arriva e vattene, reverendo. Cosa poteva fare — non seppe in che modo agire. * Manon ba ancora gli artigli e i denti ** Temo solo che li userd in modo ignorante. To ti parlerd quando i tuoi artighi e i tuoi denti saranno prowti. * Now avete visto Vincontro’ inprovviso sul monte Ta Hstung? %* Se hai una regola, segui la regola; se non bei regole, segui Vesem= Pio. * Hi vasto suono ¢ luce scuote ta terra — ** Questa tigre, dopo tutto, procede in questo modo. Eppure 2 qualco- $4. Quanti figli sono uomini potenti? * I grandi womini di potere capiscono 0 no? **" Hsueh Tou & molto gentile. Se riesci ad aprire gli occhi, nascercte insieme e morirete insieme. Hsueh Tou crea complicazioni. * Ottentacinguesiono Caso 85 Prendono ta coda delta tigre e afferrano i baffi della tigre. ** Tu come la prenderai quando apparird allmprovviso? Oui tutli i onaci del mondo vestiti di pexze sono ingannati, Se uno si fare avanti allimprovviso, io to sfiderd. Ti sto facendo voltare e sputa te il tuo respiro. Ha! To colpisco dicendo: "Perché now bai detto ‘Vecchio ladro!’?". * COMMENTO “Se non Jo affertate appena Jo vedete, / Gi pensetete sopra mille miglia Iontano”, Proprio al momento del pericolo il_ monaco non Jo seppe usare; quando Veremita disse: "Che puoi fare di me?”, il mona co avrebbe dovuto datgli una parte delle sue provviste. Se in quel momento fosse riuscito a far mostra della sua abilita, leremita avie dovuto avere un'ultima parola, Tutti ¢ due pli womini scppcro solo lasciare andate; non riuscitono a raccogliete. “Se non 10 alferrate appe- fa lo vedete” sono git nuvole bianche per diecimila, miglia; petché continud a dire "Ci penserete sopra mille miglia lontano"? “Belle strisce — // Ma non ha ancora gli artighi ¢ i denti’. ® cost, sma una tigte sa anche come nascondere i suoi denti e celare i suof artigl, Cosa poteva fate, perd? Non sapeva in che modo motdere gli uomini “Non avete visto P'incontto improvviso sul monte Ta Hsiung? / I vasto suono ¢ Iuce scuote la terra”. Un giotno Pai Chang chiese a Huang Po: "Da dove vieni?". Po disse: "Dai piedi della montagna”. Chang disse: "Vedi qualche tigre?” Allora Po ruggh come ‘una tigre. Chang prese Ia scure che aveva accanto ¢ fece il gesto di spaccare della Tegna. Po Vafferrd e gli diede uno schiaffo. Quella seta Chang sall nella sala ¢ disse: “Ai piedi delle montagna Ta Hsiung c® una tigte; tutti voi dovete farvi attenvione quando andate e-venite. Oggi anche io sono stato morso” In seguito Kuei Shan chiese a Yang Shan; "Che dite della storia della tigre di Huang Po?”, Yang disse: "Qual @ In vostra autorevole opinione, maestro?”. Kuci Shan disse: "In quel momento Pai Chang avrcbbe dovuto colpirlo a motte con un colpo di, scute; come fece & giungere a cid?”, Yang Shan disse: “Non @ cosi”. Kuei Shan disse: ‘Che dice allora?". Yang Shan disse: “Non solo montd sulla testa della tigre, ma seppe anche come afferrare la sua coda". Kuei Shen disse: “Pronunci davveto ftasi molto ripide, Chi". Hsueh “Tou attinge 4 questo episodio per illuminate il caso. 8 Ottantcingnesino Caso "Ul vasto suono ¢ luce scuote In tetra”. I cos) poco, ma trasforma a volonti, Hsuch Tou vuole avere una strada in cui ‘mostratsi tra le parole, “I grandi uomini di: potere capiscono ono?” Voi capite? “Prendono Ia coda della tigre ¢ afferrano i baffi della tigre”, Anche lui questo deve venire in vostro possesso, Anche se ptendete la coda la igre e aflerne 1 sal bulk non evlterne ae nad perfori immediatamente le natici, NOTE DEL ‘TRADUTTORE 4, Ta Hsiung era il nome della montegna si cui viste € insegnd il meesixo ct Pal Gang ts la ne eee 4s nse ance come Pal a san ipiden, cil mactco Hua! Hal fu conse secondo Fusanes, anche con gusto tase. lel fa iq tea a fe ee cesort_di Ma Tu "Teo Ip matsto ai Pal Changs Petemita a Pung Feng ht un successore di Lin Chi, che succedette « Huang Bo, il pity grande dice. polo di Pai Chang. Quatto del succesori di LineChi forone, Gena OTTANTASEIESIMO CASO Yun Men, la dispensa della cucina ¢ la porta principale SUGGERIMENTO Halt trattiene il mondo senza la minima perdita; intettompe le mitiadi “di flussi senza trattenere una goccia. Aprite Ja bocca e siete in ertore; {sitate nel pensiero e lo perdete, Ma ditemi, cos'® Focchio che penetra a barriera? Per controllare cito questo alfinché capiate, caso Yon Men pronuncid alcune parole dicendo: "Ognuno ha una Ince; * {fuando Ia guardate, non la vedete ed essa & scuta © debole? Cos’? la Tuce di ognuno?”>’ ‘Lai stesso rispose a nome loro: “La dispense della cucina e Ia porta principale’.* Disse anche: “Una cosa-buona-non-® buona come: nessuna ~eosa” NOTE ) SA ta 2 ee te fi Lina & qualcosa, 88 Ottantaeiesimo Caso COMMENTO. Nella sua stanza Yun Men pronuncid alcune parole pet date insegoa- menti agli uomini: “Tutti voi, Ia dove siete, avete un raggio di luce che tisplende in continuszione, ora come nei tempi antichi, molto Tontano dal vedere o dal sapere, Ma pur essendo una luce, quando vi si interroga su di essa non capite: non & scura e debole?”. Per vent’anni trasmise questa lezione, ma non vi fu mai qualcuno che capt cosa intendesse dite, Pid tatdi Hsiang Lin chiese a Yun Men di parlare a nome loro. Men disse: “La dispensa della cucina ¢ la porta principale”. Disse anche: “Una cosa buona non & buona come nessuna cose”, Di solito id che diceva al posto di altri era una frase sola. Perché qui ce ne sono due? La prima frase apte chiaremente una strada per voi affinché capiate. Se ceteate il vero, non appena lo sentite menzionate vi alzate c ve ne andate. Yun Men temeva che gli uomini si sarebbero attaccati dui, cost disse anche: "Una cosa buona non & buona come nessuna cosa”, Come prima, lo ha spazzato via per voi Non appena vi sentono dire ‘luce’, gli uomini dei tempi odierni ‘mostrano un bagliote negli occhi ¢ dicono: "Dov't Ja dispensa della cucina? Doy’? la porta principale?”, Ma questo non ha nulla a che vedete coi fatti. Per questo & detto: “Percepite il significato sull'amo; non dimorate sullo zeto della bilancia”. Questo fatto non & negli occhi © nell'ambiente esterno. Per iniziate a capite dovete intetrompete il conoscere il vedere, dimenticate i guadagno e In perdita, e divenize puri, nudi e petfettamente a vostto agio; ognuno di voi deve inves te pet conto proprio, Yun Men disse: “Voi andate e venite alla luce del sole; distinguete Je persone alla luce del sole, Allimprovviso & mezzanotte, e non c’ il sole, la Tuna o la fuce di una lampada. Se & un Iuogo in chi siete gid stat allota ovviamente 2 possibile; tea in un Juogo in cui non siete mai stati, potete sluscite ad afferrate qualcosa?”. La fusione della diflerenza e del uguaglianza (di Shih ou) dice Proprio dentro ta luce ee il buio, Ma non vederlo come buio; Proprio deniro il buio cla luce, ‘Ma non incontrarla come Wee $e interrompete la luce e il buio, ditemi, cos'8? Per questo 2 detto: “Ti flore dell mente emerte luce, isplendendo su eute Te ttre nelle dieci direzioni”, Pan Shan disse: “La luce non risplende sugli oggetti, n€ li oggetti esistono, Quando Ia luce e gli opgetti sono entrambi dimenticati, cos’® questo?”. E stato anche detto: Ottawtasciesino Caro 89 Questo stesso vedere e sentire non é vedere e senlire — Ma non ¢'® altro suono e alira forma che possano esservi offerti Qui, se riuscite a capire che non o'¢ nulla, Siete siberi di separare, 0 no, Vessenza ¢ Vaxione. Se capite a fondo Maffermazione finale di Yun Men, potete tornare a quella precedente per vagate vostto piacimento. Ma alla fine, non stabilite qui Ta vostra vita. L'antico Vimalakirti disse: "Tutte le cose sono stabilite su una base non dimorante". Non dovete venire qui per iocare con le luci ¢ le ombre ¢ dare libers azione al vostro spitito, E, heppure servir’ a qualcosa dat vita a una comprensione basata_ sul concetto di nulla, Un antico disse: "& meglio dar vita a una vi delfcsistenza gtande come il monte Sumetu, che generare una visione del nulls picola come ‘un seme di senape". Gli uomini det due veicoli (infetiori® eedono spesso, in modo ‘unilaterale, in questo modo di vedere. POESIA Risplendente in modo spontanco, esteso nella luce solitaria ** Le miriadi di forme e di immagini, Vospitante ¢ Vospitato si imscbano. Aferra te te narci e le espovolge, Che fate, womini ciechi? * Apre una strada per voi ¥* Perché solo una strada? Diect soli risplendono uno accanto alla tro, B rinscito a disporre una strada, * I fori cadono, Palbero non ha ombra — ** Che termine 2 al creare complicazioni? Dove to cercherai? Riem- pie di inchiostro wero un catino di lacca neva, * Quando osserva, chi non vede? ** Cieco! Non devi sempre afferrarti agli steccati e strisciare lungo i muri, Due womini ciechi, tre uomini ciecbi... * Vedere 0 non vedere — ** Entrambe le estremitd sono tagliate via. Cieco! * Montando at contrario su un bue, entrare nelVattare det Buddba, %* Dentro la porta principale egli unisce le pale delle mani. Ridant- 90 Ontantaseiesino Caso mi la storia. To colpisco dicendo: “Dov'® andato?”, Anche Hsueb Tou continua a vivere nella grotte dei fantasmi. Tu capisci? A mexeanotte sorge il sole, a mexcogiorno si suona Ia veglia di mexcanotte. * COMMENTO “*Risplendente in mado spaventoso, esteso nella luce solitatia”. In orii- ne, proprio [8 dove siete, c'8 questo raggio di luce; & solo che i vostro uso di esso & scuto, Ecco perché il grande maestro Yun Men mostrd per voi questa luce proprio davanti ai vostri volti. Ma ditemi, cos'e Ja uce di ognuno? "La dispensa della cucina ¢ le porta principale”. Beco dove Yun Men meite in mostra Ia luce solitatia, P’an Shan disse: “La ‘menteduna @ solitaria © piena; Ia sua luce racchiude le mitindi di forme”. Questa 2 la vera, eterna e unica tivelazione. Poi “Apre una strada per voi". Yun Men temeva ancora che gli uuomini si sarebbero attaccati a “La dispensa della cucina, Ia porta principale’. Ammettendo per. il momento la dispensa della cucina, ‘quando i fioti del mattino cadono e Palbero non ha ombra, quando if sole 2 calato In Tuna ® buia e tutto il cielo e Ja terra sono, una neta vastit — vedete ancora? “Quando ossetva, chi non vede?”, Ditemi, chi & che non vede? Qui, dove "proprio dentro la Iuce ee il buio” € "proprio dentro il ,buio ’® Ia luce", entrambi sono come un paso avanti ¢ un passo indietro". Dovete vedere da voi stessi. Heuch Ton disse: “Vedere o non vedere”, mettendo in versi "Una ‘cosa buona non & buona come nessuna cosa”. Immersi nel vedere, non vyedete lo stesso; immersi nellilluminazione, non capite to stesso. “Montando al contrario su un bue, entrate nelPaltarc del Buddha”. B entrato nel catino di lacea nera. Dovete personalmente cavaleare un bue ed entrate nellaltare del Buddha per capire cosa sta dicendo, NOTE DEL TRADUTTORE sce ai disgepoli buddhist ei, saggi qtoilluminai, 1 cai sforei sono dlireti solo alestinaione della passione e ella sofferenza personales exe? comprendono tolo it vaoto deo enon comprendono il uote delle cove, che uguale alle cose stesse; e sono incini a cadere Toots quiescenss del nulla soggetivo, inebriat dalla trance. T bodhisttva eee, comptendend che lsistenca ® yuota in se non & esa tale dallennic one, non temono li vita né cereano Ta morte, ma danno origine a una grande icera ¢ compassione verso gli essetivivent,alfinché ean siano tutti ibe: acct allen del nulla, questa compassione & impossible, OTTANTASETTESIMO CASO Medicina e malattia si sconfiggono Yuna con Paltra ‘SUGGERIMENTO Un tomo dall'occhio chiaro non ha nido: a volte in cima alla vetta solitaria lo erbe erescono a profusione; a volte nudo ¢ libero nel mercato affollato, Allimprovviso appare come un titano irato con, tre teste ¢ sei bracci; all'improvviso come i Buddha del Volto del Sole 0 del Volto della Luna emette Ja Iuce della compassione onnicomprensi- va. In un solo atomo manifesta tutte Ie forme fisiche; per salvate gli esseri secondo le loro qualita si mischia col fango e con Pacqua. Se improvvisamente produce un’apertura verso Falto, nemmeno Pocchio del Buddha pud vederlo; se mille sagei appatissero, dovecbbero cadcre indietro anche loro di tremila miglia, C’8 qualcuno che ha raggiunto € ccompreso questo? Per controllare, cito questo affinché capiate. AsO. 1a. e malat. icing; * voi ‘Yun Men, dando insegnamenti alla comunita, disse: “Medi tia si sconfiggono una con Valtza:! la terra intera & Ia m cosa siete?”. NOTE 1, Una forma compesita non pud essere afferata. 2 La micca amatn ® amara alla tadice, Lo ha rivoltato da un lao. 3. AT melone dolce & dolce fino al picciolo, Dave hi appreso queste notiic? 32 Otamtesetesino Cato COMMENTO Yun Men disse: “Medicina © malattia si sconfiggono una con Patra: Ja terra intera & Ja medicina; voi cosa siete?™. Avete tutti una via duscita? Per ventiquaute'ore al giorno, concentratevi su ‘innalzatsi co me un muto alto mille miglia, I colpi di Te Shan cadono come Pioggia, le grida di Lin Chi tombano come toni — lasciando per il momento questo da parte, Shakyamuni 2 lui stesso Shakyamuni Maitreya 2 lui stesso Maitreya. Chi non sa a cosa si riduce questo, spesso capisce chiamandolo ‘medicina © malattia si fondono ['una con Taltra’. Per quarantanove anni, in pitt di trecento assemble, Onorato nel Mondo adattd il potenciale per fissare gli insegnamenti: tutto. que. sto fu come dare Ja medicina secondo Ia malattia, come scambiare frutti dolei per zucche amaze. Avendo purifigato le vostte facolth atti ve, vi ha teso puliti © libe “La terra intera 2 la med Dove affonderete i denti in questo? Se riuscite ad affondarvi i denti, ammetterd che avete un Iuogo in cui voltarvi ¢ dar mostra di un po’ di vita; allora vedtete Yun Men in petsona. Se vi guardate intomno ed esitate, non riuscirete a mettere i denti in cid; Yun Men & colui che sta sotto i vostti piedi “Medicina ¢ malattia si sconfiggono Puna con Taltta”. Questa & solo luna proposizione comune. Se vi legate all’esistenza, lui parla di non-esi- stenza per vols se siete attaccati alla nomesistena, parla di eslstenan per vol. Se non siete attaccati allesistenza né alla non-esistenza, lui manifesta per voi il corpo dotato dai sedici piedi in un muechio di sporcizia e di immondizia, apparcndo ¢ scompatendo. Proptio adesso tutta questa grande tetra @ un'ampia profusione di smixiadi di fotme, fino a, € compreso, il proprio sé. Allo stesso tempo una medicine — in quel momento, come chiamerete il vostro sé? Se lo chiamate solo medicina, nemmeno per quando il Buddha Maitreya ne. seer quaggiti avrete visto Yun Men, neppure in sogno. Alla fine, coma? "Betcepite il sigifcato sullsmo; non attaccatev alo: zero del. la bilancia”. STraee Un giotno Manjusti ordind a Sudhana di raccogliere delle etbe medi- inali Disse: “Se c'& qualcosa che non una medicina, portamela”. Sudhana cercd ovungue, ma non trovd nulla, che non fosse na ied nna, Cost tornd indietro ¢ disse a Manjusti: “Non c'® nulla che non sia tung medicina”. Manjusti disse: “Raccogli qualcosa che 2 una medic a”, Allora Sudbana raccolse un filo d'erba e lo diede a Manjusti, Manjusti lo tenne in alto ¢ lo mosttd all'assemblea, dicendo: "Questa medicing, pud uccidere gli uomini e pud anche porta gli uomial alla vita”, Ottantasetesino Caso 98 Questo discorso sulla medicina e la malattia che si sconfiggono Puna con Paltra & estremamente difficile da capire. Yun Men lo usd. spesso la sua stanza per aiutare gli uomini, Un giorno Panziano Chin O andd a visitate Hsueh Tou, ‘Chin O eta un adepto, un venerabile meritevole della successione di Yun Men. Essi discussero per tutta Ie notte laffermazione “medicina e malattia si sconfiggono Puna con Val. tra” prima di rluscite finalmente ad essutitne la perfezione. A questo punto nessuna dotta interpretazione, nessun pensieto e nessun giud Possono essere usati, In seguito Houch Tou compose una poesia in segno di commiato, che diceva: Medicina ¢ malattia si sconfiggono Yuna con Valtra — diffecilissimo da capire Le diecimila porte chiuse non hanno davuero un punto di partenta. Ul viandante Chin O 2 venuto in visitas In una notte abbiamo esaurito te onde dell'oceano della sapiewza La successiva poesia di Hsuch Tou 2 efficacissima, Cid che intende dite 8 nell’ospitante 0 & nell'ospitato? Dovete capirlo’ da voi POESIA La terra intera ® medicina: ** A chi faresti riconoscere questo punto? Agitare sabbia e sporcitia Mettito su wn ripiano alto. * Perché gli antichi ¢ i moderni sono caduti cost in errore? ** Cb unleco nelle sue parole. Con un colpo di pennello sono tutti cancellati. * Jo non faccio it carro dietro le porte chiuse — %* Il grande Hsueh Tou usa tutte le sue forxe per aintare Passemblea, ma dalla sua porta esce sfortuna. Nella calna vastitd, nemmeno un capello ® sospeso. Chi ba del tempo libero? Si trascina a vivere in tuna grotta di Jantasmi. * La strada che le attraversa & naturalmente tranquilla ¢ vuota. ** Mettici sopra un piede © cadrai nelle erbacce. Quando arrivi su cavallo, vedrai la strada. Egli raccoglie tiberamente: 8 innegabilmen le straordinario, * 24 Ottanasettesino Caso Sbagliato! Sbagliatot ** Due spade gemelle volano xello spazio, Una sola freccia colpisce due aquite. * Anche se sono alte come il cielo, le vostre narici sono state perforate, ** La tua testa & caduta, Io colpisco dicendo: “Sono stati perforatil”.* COMMENTO. “La terra inteta & medicina: / Perché gli antichi e i moderni sono caduti cost in extore?”, Dai tempi antichi sino a oggi chi di vol ha eapito chiamandola medicina si & immediatamente sbagliato, Hsuch Tou disse: “C’& un tipo di persona che non sa come interrompere le impronte di Ta Mei, ma dice solo che (Ta Mei) aveva troppa fretta di andare"* Heh Tou seppe come interompere le impronte di Yun fen. Poiché bast® solo questo suo vetso per gettare chiungue al mondo nella confusione, Yan Men disse: “Quando il mio bastone & le onde, potete andare liberamente in tutte fe direzioni; quando Ia terta intera & le onde, osserverd per vedere se gollegeiate o affondate’. “Io non faccio'il catro dietto le porte chiuse — / La strada che le attraversa & naturalmente tranguilla e vuota’, Hsueh Tou parla per aprievi una strada: "Se costruite il vostro carto dietto le porte chivse, € lo portate fuori dalla porta ed ess0 si adatta ai solchi, eon questo cosa avete ottenuto? To non sto costruendo i carro dietro le porte chiuse qui. Quando esco dalla porta, & naturalmente tranquilla © yuo- ta", Houch Tou tivela una sottile fessura affinché gli uomini guardino, Facendo ancora fretta, Hsueh Tou dice poi: "Sbagliato! Sbagliato!”. Sia Vaffermazione ptecedente che questa successiva di Yun Men sono sbagliate. Chi potrebbe sapere che anche Hsuch ‘Tou che vi apre una strada 8 in etrote? Se Ie vostee natict sono alte come il cielo, perché vengono perforate lo stesso? Volete capite? Allora immergctevi in ‘questo pet quaran’anni. Se avete un bastone, vi dard*un bastone; se non avete un bastone, non eviterete di farvi perforare Je natici'da- ali altri. Ottantaretesino Caro 95 NOTH DEL TRADUTTORE Quando Ta Mei fa in punto di morte disse: "Nel venite, non c® nulla da ‘ercate;nefandare, ‘non c® nulla da inseguite™,” Sentendo. per cao it yer oon soi, dase: “solo quests mltalie, Custonicle bene: io sto per andarmene", Pit tardi Hsueh ‘Tou disse di cid; “Ones? yom. fa trosandato nella vita e'sciocco nella morte. ‘Solo questo, e mulatto’ che cova 8 questo? C8 qualcosa da insegnare, o no? Aleani non sanno in ehe odo imerrompere, le impronte dt ‘¢ dicono solo’ che aveva ttoppe OTTANTOTTESIMO CASO Huan Sha ¢ la guida e aiuto per gli esseri viventi SUGGERIMENTO I metodi affermati della nostra scuola sono cosi: essi frantumano il due in tre. Per il discorso profondo che entra nel principio, anche voi dovete essere pungenti e penetranti, Prendendo il peso della situazione, colpisce la casa ¢ fa in pezzi-te catene d'oro* ¢ Ja barricta nascosta, Agisce secondo V'impetativo, in modo da nascondere tutti i solchi e’le tracce. Ditemi, dov’é In confusione? Per chi ha Pocchio sulle fronte, presen. to questo affinché capisca. caso Huan Sha, dando insegnamenti alla comunita, disse: “I vecchi adepti patlano sempre di guidare ¢ aiutate gli esscri viventi:! Supponendo incontrino tre tipi di malati, come Ii, guiderebbero?? Con un eieco, potrebbero alzate il, martelletto o sollevare il piumino, ma lui non vedrebbe.’ Con un sordo, non capirebbe lo scopo delle parole Con un muto, se lo volessero far parlare, lui non ne satebbe capace® Come guiderebbero uomini come questi? Se non sicscono. guidare uomini come questi, il Dharma del Buddha non ha effetto”* Un monaco chiese a Yun Men insegnamenti su questo? Yun Men disse: “Inchinati”.* I monaco si inchind e si rialzd? Yun Men fece il ‘gesto di colpitlo col suo bastone; il monaco si titd indietto. Yun Men disse: "Non sei cieco”.® Poi Yun Men gli disse di ayvicinatsi; quando il monaco si avyicing,!* Men disse: "Non sei sordo’. Poi Yun Men disse: “Capisci?”." Tl monaco disse: “Non capisco”."” Yun Men diss “Non sei muto" A queste patole il monaco ebbe un'intuizione.* Ottantottesino Caso 91 a sieges oa ge oe peas mae fees Ben ta caer ee etic eeat a eases! Pe See ce min | sc Lami or >. bic atawre, Bal coe inky a wei Bc ie lig 1 i Ee a ewe! she ROOT ree EAE ce et a 5. Bie eee cn tan gel at I en, aca urias lee © gee ve, Ron cb 6, Games nn as pion fe tom rr Cone od ek 1 ee ee en omen a we 1 eae te oa rt, 2 § Qua J eyed oie 10: Davvero cico. B ‘meglio non dite che questo monaco 2 cievo. 411, 11 econdo-mestolo di acqua spores bagna il troneco, Ee anvato Avslkie teovara, Ih quel momento fl monaco avtebbe ‘develo. ilar 12, Davie sorde. Belo non dite che monaco 8 dorks 13; Berché’ Yan Bien non ote le sue prowlste? Tn quel momento il monaco va, Bt ett ate, sooo. in caso dopo, Cieol Cielo! 15, Daeeto mito, Le eon boc baba, 3 mg 16, TTende it ceveando? non dite che questo. mo- andato. Quele ciotola sta Wo arco quando il Isdro se n't COMMENTO Huan Sha aveva investigato fino a raggiungore il punto in cui si liminano le contaminazioni emotive e il pensiero concettusle, in cui si liviene puri e nuci, liberi e senza legami; solo per questo poté parlare cost. A quel tempo, quando (il Chan’ fioriva e) i vari monasteri somigliavano Puno allaltro, Hsuan Sha dava spesso insegnamenti alla sua comunita dicendo: “I vecchi maestri perlano ovunque di guidare aiutare gli esteti viventi, Se dovessero incontrare tre tipi di malat, come li guiderebbero? Con un cieco, pottebbero alzare il mattelletto 0 sollevare il piumino, ma lui non vedtebbe. Con un sordo, non capirel. be Io scopo delle parole. Con un muto, se fo volessero far parlate, lui non ne sarebbe capace, Come guiderebbero uomini come questi? Se ‘non riescono a guidare uomini come quest, il Dhatma del Buddha non ha effetto”. Se adesso voi intendete cid come cleco, sordo e muto, non 7 98 Ottantottesine Caso riyscizete mai a trovatlo, Per questo 2 detto: “Non Iegatevi alle paro- Je", Per giungcre qui, dovete capite cid che intende dire Hsuan Sha. Huan Sha usava spesso questa affermazione per siutare gli uomini, Crera un monaco che eta stato da Hsuan Sha per molto tempo. Un ‘siorno, quando Hsuan Sha salt nella sala, questo monaco chiese: "Mi petmettete di presentare una teoria sulla storia dei tre tipi di malati, ‘maestto?”, Hsuan Sha disse: *Fa’ pure”, Il monaco disse addio se nie andd, Sha disse: "Shagliato! Non ® cost”. Tl monaco aveva capito 0 no cid che Hsuan Sha intendeva dire? Fa Yen disse in seguito: "Qu do ascoltai il maestto ‘Ti Tsang che parlava di questo monaco, capi finalmente la stotia dei tre tipi di malati*. Se dite che questo. monaco rnon aveva capito, allora perché Fa Yen avrebbe patlato cosi? E se dite ‘che aveva capito, petché Hsuan Sha disse ‘shagliato’? Un giomo Ti Tsang disse a Hsvan Sha: "Maestro, ho sentito dite che avete un detto sui tre tipi di malati, B cost 0 na?*. Sha disse: "E cost", Tsang disse: “Io ho gli, occhi, le orecchie, il naso ¢ la lingua, Come guiderete me, maestto?”. Hsuan Sha si fetmd immediatamente. Se riuscite a capire cosa intendeva dire Hsuan Sha, come pud essere id nelle patole ¢ nelle frasi? La comprensione di Ti Tsang eta naturale ‘mente fuori def comune. In seguito un monaco presentd questa storia a Yun Men, Men capl immediatamente Ie sue intenzioni disse: "Inchinati”. Il monaco’ si inchind € si rialz. Yun Men lo colpi col suo bastone; il monaco si tird indietro, Men disse: "Non sei cieco”. Poi Men gli disse di avi natsis quando il nfoneco si avvicind, Men disse: "Non sei sordo”, Poi disse: “Capisci?”. Quando il monaco disse: "Non capisco”, Men diss "Non sei muto”. A queste parole il monaco raggiunse’ Pintuizione. Quella, volta, se il monaco avesse davvero cercato la veritd, quando ‘Yun Men gli disse di inchinarsi avrebbe immediatamente rovesciato Ia, pet la meditazione. Allora come avrebbero potuto appatire tutte queste complicazioni? Ma ditemi, la comprensione di Yun Men e Ja comprensione di Hsuan Sha sono uguali o differenti? La comprensio. ne di questi due uomini 2 la stessa, Osservate in che modo gli antichi appativano.e creavano milioni di i espedienti. “I significato & sull'amo", Quanti sforai per far questo solo fatto a tutti gli uomini di oggi? ~ UI mio scompatso maestro Wu Tsu disse: “Un uomo pud parlare, anche se non capisce; un uomo, anche se eapisce, non pud patlare. Se questi due vomini venissero in visita, come fares discriminate’ tte loro? Se non tiuscite a distinguerli, non riuscirete davvero a lib id che & attaccato ¢ a slegate cid che & legato per gli alti, Se rivscite a distinguetli, non appena li vedete attivare attraverso ia potta, vi mettete i sandali di paglia e camminete diverse volte dentro il ioro Ottantotesimo Caso 99 stomaco, Se ancota non vi siete risvegliati per vostto conto, quale ciotola cercate? ® Andate vial”. ae ‘Satebbe meglio che non cercaste di capire in termini di cieco, sordo. fe muto. Per questo 2 detto: "I suot occhi vedono le forme pur cssendo cieco, e le sue orecchie ascoltano i suoni pur essendo sotdo”, B stato anche detto: Anche se riempie i suoi occhi, eglt non_vede ta forma; Anche se riewpie le sue oreccbie, egli non sente il suono — Manjusri gli copre sempre gli occhi, Avelokitervara gli tappa le orecchie. A. questo punto, solo se i vostri occhi vedono come se fossero ciechi le vostre orecchie sentono come se fossero sorde rinscitete ad essere alla pari con cid che Hsuan Sha intende dite. Sapete tutti dove sono il ieco, il sordo e il muto? Osservate attentamente la poesia di Hsueh Tou, che dice: POESIA Cieco, sordo, muto— ; ** Gid I, prima ancora che sia detto, Le we apertare (occhio, oree- chie, Bocca) sona tutte Muminate. B gid stato fatto in wn pexzo. Privo di suono, senza nessun adattamento alle potensialita, ** Dove cercherai? Puoi fare qualche giudizio? Cosa hanno a che fare con cid? * Nel cielo, sulla terra — ** Con il principio esatto, Hsueb Tou sulle sue. Anchtio sono cos), Risibile, lamentevole. ¥ Ridere per cosa? Lanentarsi per cosa? Mexzo chiaro, mezzo scuro. * Li Lil non sa riconoscere ta vera forma; ** Cieco! Un artigiano abile non lascia tracce. Davvero cieco! * Come pud Sbib K’uang riconoscere la melodia mistica? *¥ Sordo! Non 2 stata stabilita nessuna ricompensa per il grande risul- ‘ato. Davvero sordo, * 100 Outentottesime Caso Come si pud paragonare questo at sedersi da soli sotto una fine- sea hota? ** Devi essere cos} per riuscire. Non trascinarti a vivere in una grotta i Jamas. Hsueh Tou frantuma immediatamente il eatino di lacca. * Le foglie cadono, i fori sbocciano — ogmuno ab suo tempo. ** Che tempo e che stagione & questo? Non devi interpretarlo come dlsinteresse, Logg ya dal mati ala sera e anche il domani ve del matting alla sera. * Hsuch Tou disse di novo: *Capite 0 n0?". ** Pronuncia di nuovo le parole della poesia. * Un martelto di ferro senza foro. f %* Prendi quello che ti arriva ed esci! Malissimo — Hsueh Tou ba lesciato andare, cost io colpisco. * COMMENTO. “Cleco, sordo, muto —~ / Privo di suono, senza nessun adattamento alle potenzialiti”, Tutto il vostto vedere e non vedere, sentire ¢ non sentite, parlare © non patlare, Hsueh ‘Tou V'ha spazzato vie in un attimo per voi. Infatt, le idee in termini di cecita, sorditt e mutismo, © i calcoli e i giudizi’su cid che @ giusto per adattatsi ai potenziall sono messe a tacete ¢ interrotte tutte in una volta; nessuna di esse pud essere applicata. Questo fatto trascendemte pud essere chiamato vera cecit’, veta sorditd e vero mutismo, senza potenziali ¢ senza adattamenti, "Nel cielo, sulla tetta — / Risibile, lamentevole”, Hsueh ‘Tou solle va con una ‘mano © preme con Valtta. Ma ditemi, ridete per cost? Lamentatsi per cosa? Vale davyeto la pena di ridete con gioia per il fatto che questa cecita non & davvero cieca, che questa sotdita non & dayyero sords e che questo matisino non & davvero muto? Vale davve- 10 Ia pena di lamentarsi per essere chiaramente non cieco eppure cieco lo stesso, per essere chiaramente non sordo eppute sordo lo stesso, per essere chiaramente non muto eppure muto lo stesso? ‘Li Lit non a riconoscere la vera forma”. Se non tiuscite a distingue- te il verde dal giallo 0 il rosso dal bianco, siete davvero cieco. Li Lit era tun uomo del tempo dell'Imperatore Giallo (terzo millennio a.C.); da Oneantottesino Caso 10 cento passi di distanza rivsciva a vedere Ia punta di un capello — i suoi occhi etano chiatissimi. Quando l'Imperatore Giallo attraversd i Fiume Rosso fece cadere una perla nell'acqua; ordind a Li Lit di cereatla, ma non ei tiysel. Ordind a Ch’i Hou di cercarla, ma nemme- no Tui ci riusc Alla fine ordind di cercarla a Hsiang Wang, ¢ hui alla fine la ritrovd. Per questo @ detto: "La gloria di Hsiang Wang splende- va luminosa pe¥ tutti i tempis le azioni di Li Lit erano come onde che invadono il cielo”, Nemmeno Tocchio di Li Lit riesce a riconoscere la vera forma di questo Iuogo elevato. “Come pud Shih K’uang ticonoscere la melodia mistica?". Nel perio- do Chou (primo millennio a.C.) il daca Ching di Chin aveva un figlio (alcuni dicono che fu il maestto di musica del duea P'ing di Chin) di nome Shih Kuang Tax Yeh, abilissimo nel distinguere le cingue note ¢ i sei toni, Riusciva a udire i rumoti delle formiche che combattevano dalfatro lato di una montagne. In quel tempo (gli stati di) Chin © di Chiu combattevano per Pegemonia, Shih K’uang non ebbe che da strim- pellate Ja sua chitatra e mettete in movimento le sue corde pet sapere ‘che Ch'u non aviebbe avuto successo nella guerra,,.Ma pur essendo co3l, Hath Tou dice che nemmeno lui sarebbe capace di distinguere Ja melodia mistica. Le persone che, pur non essendo sorde, sono Io stesso sotde, anche se fossero come Shih K’uang non riuscitebbero a ticonoscere fa melodia mistica di questo Iuogo elevato. Hsueh Tou dice: "fo non sono Li Lii e non sono nemmeno Shih Kuang — cotne si pud paragonare questo al sedersi da soli sotto una finestta vuota? Le foglie cadono, i fiori sboceiano — ognuno al suo tempo”. Se giungete in questo mondo, anche se vedete non ® come vedere; anche se sentite non & come sentite; anche se parlate non & come patlare. Quando avete fame mangiate e quando avete sonno dormite, Lasciate cadeze le foplie ¢ sbocciare i fori. Quando fe foglie cadono 8 autunno; quando i fiori sbocciano & primavera: ogni cosa ha il suo tempo e Ia sua stagione. Dopo aver pulito tutto per voi, Hsueh Tou apre un sentiero unico ¢ lice: “Capite 0 no?”. La forza di Hsueh Tou & esaurita e il suo spitito & alaticato; pud solo riuscite a dite: "Un mattello di ferro senza foro (per il’ manico)". Siate Testi a mettete i vostri occhi sv juesto verso; solo allora riuscirete a vedere. Se esitate, Jo avete perso i: nuovo, (IL maestro Yuan Wu alzd il piumino e disse:) Vedete? (Poi diede un colpo alla sua sedia per Ia meditazione ¢ disse:) Sentite? (Poi scese dalla sedia e disse:) Riuscite a parlare? 102 Ottanottesine Caso NOTE DEL TRADUTTORE “Catene oro’ & una clssica metafore buddhista, per il codice, morale © Je regole di comportamento, uno dei tre stud buddhist. Anche se. una ‘alla societh per divenire monaco 0 monaca, ed & cost i ‘secolare, si dice sempre che ® legata dalle rene dors” det precett. L'attaccamento ai precet, orgoglio per il proprio modo di vivere ols credenza nell'ficacia della. semplice moralita ‘del temple ‘itualiemo sono considerati_una forma di fepame allinsegne mento buddhista, Net Chan questo ® ellargto fino a rife a rut eli Insegnamenti buddhist, e a qualsiast senso ai realizzacione, dt atteccamento alla’santish, che dev'essere uasceso. prima dt essere, realmente liber. Lim. delle ‘catene Coro’ & simile a quella della ‘polvere d'oro negli, oc ‘anche se Toro (it Dharma det Buddha) & prezioso, Je catene dro Te qualita della a Ta ‘efoto’, dalla quale si mangla ¢ si beve, simboleggia une linea onamentg una dovena che al cen al este pet otenee it “ute OTTANTANOVESIMO CASO Le mani e gli occhi del Bodhisattva della Grande Compassione SUGGERIMENTO Se ill vostro intero corpo fosse un occhio, non riusciteste To stesso a vederlo, Se il vostro intero corpo fosse un orecchio, non tiuscireste fo stesso a sentirlo, Se il vostro inteto cotpo fosse una bocea, non riuscite- ste lo stesso a parlarne, Se il yostro intero corpo fosse ia mente, tion tiuscireste Jo stesso a percepirlo. ‘Adesso, lasciando per il momento da parte P ‘intero corpo’, se all’im- provviso hon aveste gli occhi, come vedreste? Senza le orecchie, come entireste? Senza Ia bocea, come patlereste? Senza In mente, come petcepireste? Se qui tiuscite a dispiegare un sentiero unico, saree un compagno di, studi degli antichi Buddha, Ma lasciando per il momento da parte [o ‘studio’, sotto-chi. studierete? ‘CASO ‘Yun Yen chicse a Tao Wu: "Per quale motivo ill Bodhisattva della Grande Compassione usa molte mani ¢ occhi?”! ‘Wn disse: "E come qualeuno che nel mezzo della notte torna indie- to € cerea a tastoni un pilastto"? Yen disse: "Capisco"’ ‘Wa disse: “Come capisci?”* Yen disse: "In tutto il corpo ci sono mani € occhi"? Wa disse: “Hai detto gid qualcoss, ma 2 solo Vottanta per cento” Yen disse: “Tu cosa dici, fratello ‘anzieno?” Wu disse: “Per tutto il corpo ci sono mani e occhi"* 104 Ottantanovesioo Coso NOTE 1. Quelle vol Tuo Wu aveebie dovuto daali un po! delle sve prowste Ferchd contin sempre @ ete? Cas tied, eucendeg © PO 2 Perch Tho Wu non wid le sue provvstch Un cio ce guia una fll lla stessa fossa. Yon Yen non evita dt Yen dovette essere sfidato. Si oe Bea Sn et fie get eae a a orc aati Gn ft § ris ‘Tao Wu dovette essere sfidato wis see Non c& sporcisis dif re conto Ia punta ¢ foi del ean. Ti ha seapatg gl ox tie tgues B avata scent pet anes ee mando ‘babbo! il pa f “ ° : COMMENTO, Yun Yen e Teo Wu stuciavano insieme sotto Yao Shan. Per quatantan- pi il fianco di Yun Yen non toccd il suo tappeto. Da Yao Shan dlccece Fintera scuola T’ao-Tung. Ci furono tre uomini con i quali il Sentiero del Dhatina font: disceso da Yun Yen ci fur Tung Shan; diseess de ‘Tao Wu ci fu Shih Shuang; ¢ disceso da Ch’aan ‘Tau ci ft Chia Shan, Ul Bodhisattva della Grande Compassione (Avalokitesvata) ha. ott {aquatttomila braccia simboliche. La Grande Compassione ha tutte que, ste mani ¢ occhi — e voi? Pai Chang disse: "Tutti i dettl e le setittute ritornano al. proptio-sé", Yun Yen seguiva spesso Tuo Wu, per studiate ¢ porte domande all fine ‘di determinare con certezza la sua conoscenca, Un. giorno git chiese: "Pet quale motivo il Bodhisattva della Grande Compassione sa molte mani ¢ occhi?”. Gid alPinisio ‘Tao Wu avrebbe dovute date un colo di bastone sulle schena, per cvtare tutte le complicazio ni che ‘© apparse poco dopo. Ma Tao Wu eta compastionevole, € non poté agite cost. Diede invece a Yun Yen una spiegazione del motivo, intendendo fargli capite immediatamente, Anziché (colpislo) Teo Wu disse: "E come qualcuno che nel mezzo della notte tone indietro © cetca a tastoni un pilastro”. Cercate a tastoni un pilastro Ottantanovesino Caso 105 nella profondith della notte sents lampada: ditemi, dove sono gl ‘occhi? Yun Yen disse immediatamente: “Capisco”. Wa disse: “Come capi- sci?". Yen disse: “In tutto il cotpo ci sono mani e occhi". Wu disse: {Hai gid detto qualcosa, ma & solo Tottanta per conto”. Yen disse: “Tu cosa dici, fratello anziano?". Wu disse: “Per tutto il corpo ci sono mani" deci”. Ma ditemi, & giasto ‘in tutto il corpo’ o 2 iusto ‘per tutto il corpo’? Anche se. sembtano coperti di fango, sono Io stesso puliti ¢ Iuminosi. Spesso gli uomini dei tempi odicrni costraiscono interpretazio- ni emotive e,dicono che ‘in tutto il corpo’ & sbagliato, mentre "per tutto il corpo! 2 giusto, Ma stanno solo masticando le parole ¢ le frasi degli antichi. Sono morti nelle parole degli antichi, lontani dal capire che il significato degli antichi non & nelle parole, e che tutti i discorsi sono usati come qualcosa che non pud essere cvitato, Oggi la gente aggiunge annotazioni © costtuisce schemi, dicendo che se si riesce a penetrare in questo caso, si pud ritenere di aver raggiunto una cono: scenza sufliciente a mettete fine agli studi, Andando-a tastoni con le mani sul loro coxpo, sulla lampada ¢ sul pilastro, si formano uinter- pretazione letterale di ‘per tutto il corpo!. Se eapite in questo modo, degradate gli antichi di_non poco. Per questo & detto: “Lui studia la frase viva; non studia Ja frase morta”, Doyete interrompere Te contaminazioni emotive e il pensiero concettuale: solo allora tiuscitete a capire questo detto sulla Grande Compassione. Forse avete sentito che ‘Ts'a0 Shan chiese a un monaco: “Com’é and (il Dhaemakaya, il corpo di realta) manifesta la forma in accor- bal eesery come i lana trfless) nell'acqua?”. Tl monaco dis “Come un asino che guatda una sorgente”. Shan disse: “Hai detto gid molto, ma & solo Pottanta per cento", I monaco disse: "Voi cosa dite, maestro?”, Shan disse: "B come la sorgente che guarda lasino™. Que” sto, hao stesso significato del caso, Se per capite vi rivolgete alle parole, non rivscirete mat a uscire dalla tixppola dio Ware di Yun Wen" Hooch tou in quanto adepto, non muore pit nelle parole; cammina proprio sulle teste di ‘Tao Wu e di Yun Yen per comporte la sua pocsia, che dice: POESIA ‘In tutto it corpo? ® giusto — ** Quattro membra, otto giunture. Non ancora questa la dimora ultima dei monaci vestiti di pezee. * 108 Ottantanovesimo Caso Per tutto il corpo’ 2 giusto — + C2 meza fronte, Sei ancora nel nido, Cieca! * Portarlo allattentione 2 ancora centomita miglia lontano. «Nom servird a nulla lasciare andare Tao Wu e Yun Yen. Perché ., S00 centomila miglia? * Spiegando te ali, it grande Uccello si libra sulle nuvole det sei com posts — ** Un piczo mondo — io avevo ereduo che fore sreordinao ‘ontrolla! * Fa muovere i venti contro le acque dei grandi_aceani. ** Un po! di polvere — io avevo creduio che nessuno al mondo sarebbe riuscito a tenerti testa, Shagliato! * Quale granello di polvere si alza alimprovoiso? * Aggiunge ancora annotaciont per gli uontink chan. Taglial Lo ba raccolto, ma dove to ba messo? * Quale cinifo di capelli non si 2 fermato? * Eccerionale! Speciale! Soffiato via. Taglial * Non capite? %* Di nuovo cost. * La rete di gioielli @ appesa ¢ forma disegni; riflessi sopra riflessi ** Cost il grande Hsueh Tou sta facendo questa cosa: malissimo! Cone prima sta creando complicazioni. * Da dove vengono le mani e gli occhi del bastone? 4% Bab! Tende Varco quando il ladro se n’® gia andato, To non posso lasciarti andare. Nessuno al mondo ba un modo per mostrare sn po’ di vita, Hsueh Tou ba lasciato andare, ma deve ricevere lo stesso un colpo. To colpisco di nuovo ¢ dico: "Dinrmi, & ginsto if mio 0 2 giusto quello di Hsueh Tou?”. * : Bab! ** Dopo tre 0 quattro grida, che fare? * Otantanovesinvo Caso 307 COMMENTO. “Tn tutto il corpo’ & giusto — / ‘Per tutto il corpo’ & giusto”. Sia che diciate che tornare indietto con Ia mano che cerca a tastoni il pilastro & quello, o che diciate che correre con Ja mano sul corpo & quello, se fate interpretazioni come queste non fate altro che trascinat- via vivere in una grotta di fantasmi, Alla fine né ‘in tuito il corpo’ né ‘per tutto il corpo’ & giusto, Se volete capire questa stotia della Gran- le Compassione facendo uso della coscienza emotiva, siete dayveto ancora centomila miglia lontani, Hsuch ‘Tou sa giocete con una frase: gsusctando die: "Porto alfattensione & encore centile migha lontano’ Nei versi successvi euch ‘Tou mete in. poesa oid che of fe straordinario con Tao Wu e Yun Yen, dicendo: “Spiegando le ali, il grande Uccelo si libra sulle nuvole dei'set composti* — Pa muovere i venti contro Je acque dei grandi oceani”. I! grande Uccello ingoia i diaghi: con Ie sue ali manda i venti a battete contro Je acquc; Je facque si aprono, e allora I'Uccello eattara il drago ¢ Jo ingoia, Hsueh Tou dice che se riuscite a far muovere i venti contro le acque come il grande Uccello, sarete davvero coraggiosi e forti. Se queste azioni sono viste con Te mille mani e occhi del Bodhisatt- vva della Grande Compassione, 2 solo un po’ di polvere che si alza alfimprovviso, 0 come un ciuffo di capelli incessantemente soffiato dal vento. Hsueh ‘Tou dice: "Se considerate il far correre le mani sul corpo come Je mani e gli occhi delle Grande Compassione, a cosa serve questo?®, Tn effetti cid non & ancora del tutto sufficiente per questa storia deila Grande Compassione, Cost Hsueh Tou dice: “Quale granel- Jo di polyere si ala allimprovviso? / Quale ciuffo di capelli non si fermato?™. Heuch ‘Tou disse di sé che un adepto cancella subito le sue tracce. Gi nonostante, alle fine della poesia, come al solito, si scompose ¢ fece un paragone: come prima, & ancora nella gebbia. "Non capite? / La rete, di gioielli & appesa ¢ forma gioieli; riflessi_ sopra riflesi”. Hyuch Tou richiama Vattenzione sui, laminost gioielli della sete di Indra per usaeli come disegni appesi. Ma ditemi, in che punto le mani e ali occhi. giungono a riposo? Nella scuola Iiua Yen vengono indicati quattto mondi del Dharma: primo, il mondo del Dharma del principio, per spiegare Voguaglianza Ti un’ colo’ sapere; secondo, il mondo del Dharma del fenomeno, per spiegare che i principio nella sua integrith diviene i fenomeni. Terzo, if mondo del Dharma del principio ¢ dei fenomeni senza ostacoli, pet spiegare come il principio e i fenoment si fondono senza ostruzionis 108 Ottantanovesinro Caso quanto, il mondo del Dharma della non-osttuzione tra i fenomeni, per piegate che ogni fenomeno, ovungue, entra in tutti i fenomeni, e che tutte fe cose, ovunque, abbracciano tutte Ie cose, mescolandosi tutte simultaneamente senza ostacoli. Per questo & detto: "Non sppene sor. ige un colo granello di polvere, Ia terra intera & contenuta in esso; ogni Homo contiene infiniti mondi del Dharma, Td essendo cost per ogni atomo, 2 cost per tutti gli atomi. ‘Quanto alla rete di gioielli, davanti alla Sala del Dharma del Bene di Indra € una rete fatta di gioielli. Centinaia di migliia di. giciel ifettono in ogni singolo gioiello, ed ogni goiello st rilente i eee ling di poteli Tl gieello af centro e i givielt intorno si flerions avanti ¢ indict, moltiplicando e rimoltplicando Ie imag nil senza fine. Questo & ustto per illustrare il mondo del Dharma della on-ostruzione tra i fenomeni. ‘Nei vecchi piorni il macstz0 nazionale Hsien Shou prepard una dimo- straaione usando degli specchi ¢ una lampada. Pose dice specehi Intor- ho alla circonferenzn (di una stanza) e misc al centro una Jampada. Osservando un qualungie specchio, si vedevano nove specchi che tispe chiavano la lampada; e gli specchi ¢ 1a Jampada apparivano tutti ugualmente ¢ perfettamente chiar. ‘Cos! quando FOnorato nel Mondo raggiunse per Ja prima volta fa vera illuminazione, senza lasciate il luogo dell'lluminazione sall in tut: Wii cli dei trentatre regni celesti, ¢ in nove riunioni in sette Iuoghi spose la scrittura Hua Yen. HMeuch Tou si serve della rete di gioielli di Indra per impattire tia i feno- Tinsegnamento del mondo del Dharma della non-ostruzion meni. I sei aspetti® sono molto chiati; essi sono Vonnivi separato, Puguaglianza, Ia diflerenza, Ia fotmazione ¢ Ja di hie, Se #i solleva un solo aspetto, tutti ¢ sei sono compresi in sso. Poiché gli esseri viventi nelle foro attivita quotidiane ne sono inconsape- voli, Hsuch Tou solleva i gioielli luminosi della rete di Indra appesa « Formate disegni per descrivere questo detto sul Bodhisatwa della Gran- de Compassione. H proprio cosi: se riuscite bene, nella rete di gioleli, fs capire il bastone e il meravi jonamento dei poteri sovranna tutali che entrano ed escono senza ostecoli, riuscirete a vedere le mani gli occhi del Bodhisattva, Beco perché Hsueh Tow dice: "Da dove Yengono le mani ¢ gli occhi del bastone?”. Per farvi raggiungere In tea Tizzazione al bastone c farvi ottenere 1a soddisfazione a un grido. ‘Quando ‘Te Shan colpiva gli uomini non appena oltrepassavano il cancello, quando Lin Chi urfava agli uomini non appena oltrepassaya: ho il cancello, ditemi: dov'erano le mani e gli occhi? E ditemi, perché Ffouch Tou va avanti sino alla fine pronunciando la parola “Babt"? Tavestigatel Ottantanovesine Caso 109 NOTE DEL TRADUTTORE » T sei composti sono i sei senel: Tocchlo, Porecchioy it meso, Ia lingua, i forpo © larmente, con | loro rispetivi camp, sensorial GRE gape a tutte le cose. vengono deinity nei tetmini della caprodu- Fee ME Nllpendenteso della cocsistenza relaiva di tutte Je cose. La me- Teoh “lamin & quella della casa: Ja casa seppresenta {agpetto onniincla- {Ne entre le sue, ttavi ¢ Le part simillrappresentano Taspeito separate, "Gistintos poh le trai, ccc, si uniscone pet formate, una cise ¢ nul site. esto il Toro aapetto” di uguaglianrs, ma poiché dipendono una Hehe ccm parti ingole ehe on sono Identiche, questo 2 il loro sspet dar a iiaceensal in quanto collettivamente cteano iia casa, questo ® Vesper to della formation, ma_poich€ ogni parte ba In propria posiione in. [Baidualmente: now giea nulla, questo & Tespetto della disintegrezione. Detto {aval tevmini, un composto contiene. svatiath clement o quality quesio Ered ennkincsivo, Le diverse quali) © clement, non eno Guest # Taspetto separato, o distinto. Le diverse furzioni o signticatl non disparits Puna con Falta; questo & Taspetto.dellogueplianza,, Da tha Tvogo. fa_coprodusione interdipen- ees Geto. E"Faspetts della formasione. Ognana di queste condixiont SGemtes uEHe optia nate, senza muoversi; questo & Paspetto dalla dis Cietlone. (Questa spiegasione ® tcatta dalla sezione aul Fa Yen Ch'on del Jeu Tien Yen Mr, "Lrocchio degli uomini ¢ deli dt? NOVANTESIMO CASO Ehih Men ¢ il corpo di saggezea SUGGERIMENTO Nemmeno i mille saggi* hanno trasmesso Ja frase unica ptima del suono, IL filo unico che & proprio di fronte @ noi & perpetuamente non spezzato, Purificato e nudo, libero e senza legami, con i capelli arraffa- tie le orecchie attente — ditemi, che dire di cid? Pet controllare, cito questo alfinché capiate, caso, Un monaco chiese a Chih Men: "Cos il corpo di sapgezza?”. Chil Men disse: “Unvostrica che ingoia la luna limpida’? TH monaco chiese: "Qual ® la funzione della saggezza?”? Chih Men disse: "Una coniglia che diventa incinta’* NOTE 1. In tutto il corpo non vi_ sono immagini al mondo, Per quale motivo usa i, ‘corpo’? 2, Lascanda’ per il momento de parte ‘la luce ingls Taare dele caret sl bse Chit Men aggionge uno steato al ghiaccio sulla neve. 3. Gade indietro- dt treraila. miglia! Paiché vuole Ia. “funzione'? 4 Pericolo! ‘Une ‘zucca amata® amara fino alla tadice, un melone dolce & dale fino al piccolo, ‘ascinatti a vivere nelle ombre delle lace, non usciral_ dalla rete i Chih Men. Se c qualcuno che riesce a uscre, dimnmi, & questo il coxpa of seggezza 0 & la fanzione della seggezza? In es ‘senza ® agpiungere fango allo spore, esse, Taga la Hingua di ett adi AE forme’, cos Novantesimo Caro AML COMMENTO Quando Chih Men disse: “Un'ostrica che ingoia In luna limpida”, ¢: "Una coniglia che diventa incinta”, in entrambe Ie frasi usd un senso del mezzo autunno; ma anche cos), cid che Vantico intendeva dire non era nelPostrica 0 nella coniglia, Poiché Chih Men era un venerabile adepto della comunitt di Yun Men, ognuna delle sue ftasi doveva contenete tte frasi; ossia a frase che conticne il cielo ¢ Ja terra, Ja frase che intertompe le mitiadi di fussi e la frase che segue le onde, Tnolite, senza usare manovre preotdinate, ognuna delle sue frasi spontateamente approptiata. Cost andd al punto del pericolo per rispon: dere alle domande del monaco, mostrando un po’ della sua punta afflata: fu innegabilmente sttaordinatio. In ogni caso, questo antico non giocava mai con le ombre di una luce: indicava ‘solo un po’ di stiada per expite, TL monaco disse: "Cos’8 il corpo di saggezza?”. Chih Men disse: “Un’osttica che, ingoia Ja Juna limpida’. Le ostriche contengono perle Tuminose: (si dice che) quando ta Inna del mezzo autunno sorge, le osttiche galleggiano sulla superficie, aptono Je bocche © ingoiano Ia luce della luna; ed & proprio questo che produce Je perle, Se nel ‘mezzo autunno cla hina, le petle sono molte; senza la luna, le perle sono poche. UL monaco, chiese anche: “Qual & Ja funzione della saggezza?". Chih Men disse: "Una coniglia che diventa incinta’. Qui il significato non & divetso, La coniglia appattiene al (principio femminile, negativo) Yin {al quale appattiene anche le luna); nel merzo autunno, quando sorge Ja hana, le coniglie aprono le bocche divenendo cost gravide. Anche qui, se’ c& Ia luna i piccoli sono molti; senza In luna sono pochi. La risposta di questo antico fu libera da molte preoccupazioni; fece solo un uso temporaneo di questi significati per rispondere riguardo alla luce della saggezza. Anche se la sua risposta fu cost, intendeva dite non era nelle parole ¢ nelle frasi. Tt solo che gli uomini dei tempi posteriori si rivolgono alle sue parole per vivere. Forse avrete sentito che P’an Shan disse: La mentesluna 2 solitaria e piena: La sua luce ingoia miriadi di forme, La luce non risplende sugli oggetti, E neppure gli oggetti esistono — Quando la luce & gli oggetti sono entransbi dimenticati, Cos'e? Gli uomini dei tempi odierni non fanno altro che sgranate gli occhi © 112 Nowantesimo Caro chiamarla luce: dai loro sentimenti producono interpretazioni, spingen- do chiodi nello spazio vuoto. ‘Un antico disse: “Giorno € notte tutti voi emettete una grande luce dalle porte dei vostti sei sensi; essa splende sui monti, sui fiumi © sulla grande tetra, Non sono solo i vostel oechi a emettere la luce: il niaso, la Tingua, if corpo e Ja mente emettono anch’essi luce”. Per giungere qui dovete semplicemente ripulire le vostre sei facolth sensoria Ii affinch€ siano prive della minima preoccupazione, purificate © nude, libete © senza legami: solo allora capirete dov’é questa storia, Hsueh Tou compone Ia sua poesia in questo modo. PORSIA Un pero di ota solidita, al. di 1a delle parole e dei sentiment; ** Agita la tua mente e sei in errore, muovi i tuoi pensieri e sei ostacolato, Nemmeno Vocchio di Buddha riesce a vederlo, * Da questo gli nomini e gli ddi vedouo Subbuti. ** A Subbuti dovrebbero essere dati trenta colpi. A che serve usare questo vccbio? Anche Subbuti deve cadere indieiro di trena mila. * antic che ingot a congin miseries — projond, rojond sign calo: ** Douresti essere proprio tu Puomo che capisce. Che intenxioni ave- va? Che bisogno c'8 di ‘profondo, profondo signifcato'? * Essendo stato dato agli uomini ch’an, li fa combattere e lottare. ** Quando gli scudie le lance sono gid a riposo, ce grande pace sotto il cielo, Capiscit To colpisco, dicendo: “Quanti colpi puoi ricevere, reverendo?”. * ‘COMMENTO. “Un pezzo di vuota solidita, al di 1a delle parole © dei sentiment, Con un solo verso, Hsuch ‘Tou lo ha messo bene in poesia: & naturale che riesca a capite cid che intendevano gli antichi.. Di cosa sono colmi Novantesino Caso 113 i sei sensi? B solo questa massa unica, vuota ¢ Suminosa, solida ¢ dquiescente. Non e'& bisogno di andare in ciclo per cercatla. Non Bisogno di cerearla in qualcun altto. La luce perpetua appate sponta nea davanti a noi: proprio qui, in questo stesso posto, essa si innalza come un muro alto un miglio, al di 18 delle definizioni verbali ¢ del senso mentale. La pocsiavdi Fa Yen sulla perfetta realtd dice: Quando it ragionamento giunge a termine, le parole ¢ i sentinsenti sono dimenticati; Come si pud riuscire a descrivere questo? Ovungue vedo, ta tuna della gelida notte Cade come pud sulla valle pin avanti T fratti sovo naturi ¢ carichi di scimmie, Le montage vanno cost lontano che mi sembra di aver perduto ta strad@. Quando alzo la testa, c7 wn frammento di illuminazione rimasto — Tn realed, qui & a ovest del luogo in cui vivo. Per questo & stato detto: La mente 2 la facoltd, le cose sono gli oggelti; Entrambi sono come incrinature su uno specchio. Quando la contaminatione degli oggetti é cancellata, la luce appare per la prima volta. Quando la mente e le cose sono entrambe dimeuticate, la natura ® reale, Ed & anche detto: Ho sempre vissuto in wna capanna di cane divisa in tre parts Nella luce spirituale del Sentiero unico, te miriadi di oggelti sono « riposo, Non usare il giusto lo shagliato per giudicarmi — La vita fugace e le raziondlizzazioni non hanno mulla a che fare on thie. Anche queste:pioesie vi fanno vedere "Un pezzo di vuota solidta, al di It delle parole e dei sentimenti". "Da questo gli uomini ¢ gli di vedono Subhuti’, Forse ayete senti- to dite che Subhuti era tranguillamente seduto su una roccla quando tutti gli, dBi fecero cadere, su di lui dei fiori in segno di lode: il venerabile Subhuti disse: “Chi sta, gettando su dime questi fioti in segno di Jode?”. Un dio disse: “Lo sono Brahma”, Subhuti disse: