Sei sulla pagina 1di 5

CORSO PREACCADEMICO

Settore disciplinare:
FLAUTO

Disciplina Flauto (livello A)


Codice disciplina 614
Tipologia della disciplina Disciplina individuale
Obiettivi di apprendimento Conoscenza basilare dello strumento nelle sue principali componenti.
Impostazione ed elementi fondamentali di tecnica: postura, primi esercizi propedeutici alla respirazione e
all’imboccatura.
Impostazione e sviluppo della corretta lettura della notazione musicale.
Esecuzione di facili note e prime scale.
Approccio a studi ed esercizi del repertorio propedeutico al flauto.

Al termine del Periodo di studio lo studente esegue e interpreta, anche in pubblico, il repertorio studiato,
utilizzando le tecniche acquisite nel corso degli studi, con considerazione di indicazioni agogiche, dinamiche ed
espressive. In particolare:
1. Dimostra padronanza tecnico-musicale dei brani che esegue, anche in quelli che richiedono una certa
velocità
2. Sa calibrare il suono nell’intensità e nella timbrica e fa uso di agogica ed articolazione in modo adeguato ai
diversi stili dei brani
3. E’ in grado di leggere a prima vista ed eseguire con il proprio strumento un semplice e breve brano
4. E’ in grado di eseguire a memoria almeno un brano musicale, anche di livello molto semplice
5. Riesce ad ottenere, mentre suona, un equilibrio psico-fisico ( respirazione, percezione corporea, gestualità,
rapporto tra tensione e rilassamento, coordinazione muscolare, armoniosità d’insieme) funzionale all’esecuzione
tecnico-musicale dei brani.
Bibliografia raccomandata T. Wye : The beginner flutist (vol.1 e 2)
M. Moyse: Le debutant flutiste
G. Gariboldi: 30 studi facili e progressivi 1° e 2°
G. Gariboldi: 38 studi
L. Hugues: La scuola del flauto Op.51 – 1° grado
E. Kohler: 20 lezioni Op. 93.
E. Kohler: 15 Studi Op. 33
Piccoli brani per due flauti o flauto e pianoforte

Ultima revisione 02/03/2012 Pagina 1 di 5


CORSO PREACCADEMICO
Settore disciplinare:
FLAUTO

Unità di corso FLAUTO (LIVELLO A.1)


Codice unità di corso CODI/13PA1
Tipologia dell'unità di corso Disciplina individuale
Lingua d'insegnamento Italiano
Durata Annuale
Tipo esame Esame di promozione PA
Programma d'esame Esecuzione di:
a) una scala legata e staccata, scelta dalla Commissione tra le tonalità di Do M, Sol M e Fa M.
b) Due studi tratti dalla bibliografia.

Unità di corso FLAUTO (LIVELLO A.2)


Codice unità di corso CODI/13PA2
Tipologia dell'unità di corso Disciplina individuale
Lingua d'insegnamento Italiano
Durata Annuale
Eventuali propedeuticità Flauto (livello A.1)
Tipo esame Esame di promozione PA
Programma d'esame Esecuzione di:
a) Due scale Maggiori con relative minori, legate e staccate, scelte dalla Commissione tra quelle fino a due
alterazioni.
b) Due studi tratti da:
L. Hugues: Scuola del Flauto op.51, I grado (dal n. 1 al n. 10)
E. Köhler: 20 lezioni Op. 93
c) Prova di lettura a prima vista

Unità di corso FLAUTO (LIVELLO A.3)


Codice unità di corso CODI/13PA3
Tipologia dell'unità di corso Disciplina individuale
Lingua d'insegnamento Italiano
Durata Annuale
Eventuali propedeuticità Flauto (livello A.2)
Tipo esame Compimento livello A Corsi Preaccademici
Programma d'esame Esecuzione di:
a) Due scale maggiori e minori, legate e staccate, sorteggiate tra quelle sino a tre diesis e bemolle
b) Due studi sorteggiati tra sei scelti dalla bibliografia
c) Un facile brano o tempo di Sonata per flauto e pianoforte o due flauti.
d) Prova di Lettura a prima vista

NOTA: Almeno un brano dev'essere eseguito a memoria

Ultima revisione 02/03/2012 Pagina 2 di 5


CORSO PREACCADEMICO
Settore disciplinare:
FLAUTO

Disciplina Flauto (livello B)


Codice disciplina 615
Tipologia della disciplina Disciplina individuale
Obiettivi di apprendimento Sviluppo della tecnica di articolazione.
Primi elementi di tecnica attraverso scale e arpeggi, fino a 3# e 3b.
Studi di intonazione, negli intervalli e nelle basilari armonie.
Educazione al riconoscimento e all’intonazione corretta degli intervalli anche in relazione alla dinamica.
Attenzione al fraseggio e alla qualità del suono attraverso gli esercizi di note lunghe.
Introduzione ai diversi stili attraverso facili pezzi del repertorio.
Primi cenni di tecnica di memorizzazione.

Al termine del Periodo di studio lo studente esegue, anche in pubblico, il repertorio studiato, utilizzando le
tecniche acquisite nel corso degli studi, con considerazione di indicazioni agogiche, dinamiche ed espressive. In
particolare:
1. Dimostra padronanza tecnico-musicale dei brani che esegue, anche in quelli che richiedono una certa
velocità
2. Dimostra padronanza nel modo di produrre diversi tipi di suono e/o di tocco e sa calibrare il suono
nell’intensità e nella timbrica e fa uso di agonica ed articolazione in modo adeguato ai diversi stili dei brani
3. Esegue un repertorio che, nel suo insieme, comprenda almeno 4 stili compositivi differenti, anche
appartenenti a diverse epoche, che interpreta con prassi adeguata alle caratteristiche di scrittura del brano, con
consapevolezza armonica, polifonica e del fraseggio
4. Dimostra capacità interpretativa e comunicativa nell’esecuzione del proprio repertorio
5. Almeno un brano del repertorio che presenta viene eseguito a memoria
Bibliografia raccomandata M. Moyse: De la sonorité
M. Moyse: 100 studi facili e progressivi- 1° vol.
L. Hugues: La scuola del flauto Op. 51 – 2° grado
E. Kohler: 15 Studi Op. 33
E. Kohler: 12 studi Op. 33
R. Galli: 30 esercizi Op. 100
S. Mercadante: 20 Capricci
J. Andersen: 18 studi Op. 41
R. Galli: 30 esercizi Op. 100
Sonate del periodo barocco e brani facili per flauto e pianoforte, o 2 più flauti, o flauto e altri strumenti.

Unità di corso FLAUTO (LIVELLO B.1)


Codice unità di corso CODI/13PB1
Tipologia dell'unità di corso Disciplina individuale
Lingua d'insegnamento Italiano
Durata Annuale
Eventuali propedeuticità Flauto (livello A.3)
Tipo esame Esame di promozione PA
Programma d'esame Esecuzione di:
a) Due scale Maggiori con relative minori, legate e staccate, sorteggiate tra quelle fino a quattro alterazioni
b) Due studi tratti dalla bibliografia.
c) Un brano per flauto e pianoforte o due flauti o altro organico
d) Prova di Lettura a prima vista

Unità di corso FLAUTO (LIVELLO B.2)


Codice unità di corso CODI/13PB2
Tipologia dell'unità di corso Disciplina individuale
Lingua d'insegnamento Italiano
Durata Annuale
Eventuali propedeuticità Flauto (livello B.1)
Tipo esame Compimento livello B Corsi Preaccademici
Programma d'esame Esecuzione di:
a) Due scale maggiori e minori, legate e staccate, sorteggiate fra quelle sino a cinque diesis e bemolle
b) Due studi sorteggiati tra sei scelti dalla bibliografia
c) Un brano di media difficoltà o Sonata antica per flauto e pianoforte
d) Prova di Lettura a prima vista
NOTA: Almeno un brano dev'essere eseguito a memoria

Ultima revisione 02/03/2012 Pagina 3 di 5


CORSO PREACCADEMICO
Settore disciplinare:
FLAUTO

Disciplina Flauto (livello C)


Codice disciplina 616
Tipologia della disciplina Disciplina individuale
Obiettivi di apprendimento A) Ampliamento della tecnica con scale e arpeggi.
Conoscenza di vari generi e stili attraverso i più significativi esercizi del repertorio flautistico.
Ampliamento della tecnica, con sviluppo e approfondimento delle scale e degli arpeggi , dei salti del registro
medio.
Conoscenza dei vari metodi per flauto.
Sviluppo delle tecniche di memorizzazione.
Approccio estemporaneo a brani di adeguata difficoltà.
B) Consolidamento e sviluppo della tecnica in tutti i suoi aspetti, approfondimento del registro acuto, cura
dell’omogeneità dei vari registri dello strumento, approfondimento delle articolazioni e del fraseggio per
consentire allo studente di affrontare, con sufficiente cognizione e autonomia di studio, pezzi relativamente
complessi del repertorio.
Analogamente verrà incoraggiata l’autonomia del pensiero critico e interpretativo nell’affrontare i diversi generi e
stili.
Consolidamento e personalizzazione delle tecniche di memorizzazione.
Cognizioni di tecnica di lettura a prima vista.

Al termine del Periodo di studio lo studente:


-esegue e interpreta, preferibilmente a memoria, un repertorio significativo, di difficoltà adatta, dimostrando,
con l’esecuzione, di possedere adeguate conoscenze relative al contesto storico nel quale sono stati composti i
brani e alle principali caratteristiche formali e strutturali.
-ascolta e valuta se stesso;
dimostra, in un tempo dato, di saper affrontare autonomamente lo studio di un brano non conosciuto;
In particolare:
1. Utilizza una gestualità funzionale alle proprie intenzioni interpretative (espressive e stilistiche)
2. Dimostra di possedere tecnica adeguata e capacità di operare una corretta interpretazione del testo ai fini
dell’interpretazione di significative composizioni tratte dalla letteratura del proprio strumento, di livello pari a
quanto richiesto per l’ammissione al triennio di alta formazione musicale
3. E’ in grado ottenere una prestazione buona o ottima anche in situazioni pubbliche, mantenendo la necessaria
padronanza tecnica e una buona concentrazione artistico – musicale per una durata minima di circa 20 minuti,
suddivisa in 2 -3 brani
4. Mantiene un repertorio personale di almeno 15 minuti, che conosce a memoria e può eseguire in ogni
momento
5. E’ in grado di interpretare correttamente e consapevolmente un brano che presenti una scrittura polifonica a
più parti, eseguite con il proprio strumento nel caso di strumenti polifonici, oppure in rapporto polifonico con
altri strumenti, nel caso di strumenti monodici
6. Sa realizzare autonomamente un brano assegnato, individuando un metodo di lavoro appropriato alle
caratteristiche del brano e al tempo disponibile, scegliendo soluzioni tecniche adeguate alle proprie idee
interpretative e risorse tecniche, proponendo un progetto interpretativo personale.
Bibliografia raccomandata M. Moyse: De la sonorité
M. Moyse: 100 studi facili e progressivi- 1° e 2° v ol.
M. Moyse: 50 studi melodici – 1° e 2° vol.
M. Moyse: 25 studi melodici
T. Wye: Studi sull’articolazione
L. Hugues: 40 studi Op. 101
L. Hugues: Studi Op. 75
E. Kohler: 8 studi Op. 33
J. Andersen: 24 studi Op. 30
G. Briccialdi: 25 studi (Ed. Ricordi)
A. B. Furstenau: 26 esercizi Op. 107
(Dal XVIII al XX Secolo – brani di media difficoltà): Composizioni e Sonate per flauto e pianoforte, Concerti per
flauto e orch. (rid. fl e pf), brani per flauto e altri strumenti. Ad esempio:
Sonate barocche: TELEMANN, VIVALDI, VINCI, PLATTI, LOCATELLI, BACH, HÄNDEL, etc.
Concerti: VIVALDI, PERGOLESI, STAMITZ, TARTINI, QUANTZ, HAYDN etc.
Composizioni per flauto e pianoforte: CASELLA: Barcarola e scherzo, ROUSSEL: Joueurs de Flûte, P.
HINDEMITH Sonata, CHAMINADE Concertino, DONIZETTI Sonata, etc.
Brani per flauto solo: TELEMANN 12, Fantasie; C. Ph E. BACH Sonata in la min., HONEGGER Danse de la chèvre,
DEBUSSY Syrinx, etc.

Ultima revisione 02/03/2012 Pagina 4 di 5


CORSO PREACCADEMICO
Settore disciplinare:
FLAUTO

Unità di corso FLAUTO (LIVELLO C.1)


Codice unità di corso CODI/13PC1
Tipologia dell'unità di corso Disciplina individuale
Lingua d'insegnamento Italiano
Durata Annuale
Eventuali propedeuticità Flauto (livello B.2)
Tipo esame Esame di promozione PA
Programma d'esame Esecuzione di:
a) Due scale Maggiori con relative minori, legate e staccate, sorteggiate tra quelle fino a quattro alterazioni
b) Due studi tratti dalla bibliografia.
c) Un brano per flauto e pianoforte o due flauti o altro organico
d) Prova di Lettura a prima vista

Unità di corso FLAUTO (LIVELLO C.2)


Codice unità di corso CODI/13PC2
Tipologia dell'unità di corso Disciplina individuale
Lingua d'insegnamento Italiano
Durata Annuale
Eventuali propedeuticità Flauto (livello C.1)
Tipo esame Esame di promozione PA
Programma d'esame Esecuzione di:
a) Due scale con arpeggi, Maggiori con relative minori, sorteggiate.
b) Due studi tratti dai Metodi consigliati
c) Un brano per flauto e pianoforte o altri organici, tratto dalla bibliografia.
d) Prova di Lettura a prima vista

Unità di corso FLAUTO (LIVELLO C.3)


Codice unità di corso CODI/13PC3
Tipologia dell'unità di corso Disciplina individuale
Lingua d'insegnamento Italiano
Durata Annuale
Eventuali propedeuticità Flauto (livello C.2)
Tipo esame Compimento livello C Corsi Preaccademici
Programma d'esame Esecuzione di
a) Due studi scelti tra:
E. Kohler: 8 studi Op. 33,
J. Andersen: 24 studi Op. 30
G. Briccialdi: 25 studi
A. B. Fűrstenau: 26 esercizi Op. 107
A. Piazzolla, Cinque Tango Studi
b) un brano di media difficoltà per flauto e pianoforte.
c) un brano, con eventuale accompagnamento, assegnato dalla Commissione tre ore prima della prova
d) prova di lettura a prima vista.

Colloquio su caratteristiche costruttive del flauto Böhm.

Ultima revisione 02/03/2012 Pagina 5 di 5

Potrebbero piacerti anche