Sei sulla pagina 1di 1

ELETTORATO PASSIVO è 18 camera , 25 Senato Nel senato, ai sensi dell’art. 59 Cost.

, modificato in ultimo
dalla L. Cost. n. 1/2020, vi è la presenza dei Senatori a vita, e dunque di membri non elettivi. E’ Senatore di
diritto e a vita, salvo rinuncia, chi ha rivestito la carica di presidente della repubblica. Inoltre, Il Presidente
della Repubblica può nominare senatori a vita cittadini che hanno illustrato la Patria per altissimi meriti nel
campo sociale, scientifico, artistico e letterario. Il numero complessivo dei senatori in carica nominati dal
Presidente della Repubblica, non può in alcun caso essere superiore a cinque. 68 (o) discussione in aula In
aula la discussione procede per 3 letture che rispecchiano le fasi della discussione in commissione: 1. la
prima lettura è introdotta dal relatore e consiste nella discussione generale, e può chiudersi con il voto di
un “ordine del giorno di non passaggio degli articoli”, che decreterebbe la conclusione negativa del
procedimento; 2. se questo non avviene, senza bisogno di votazione si passa alla seconda lettura, che
prevede la discussione articolo per articolo e degli eventuali emendamenti, e infine la votazione del testo
definitivo di ogni articolo; 3. terminata questa fase l’aula procede alla terza lettura che consiste
nell’approvazione finale dell’intero testo. Le votazioni avvengono per voto palese e al maggioranza richiesta
e quella relativa. 2b. PROCEDIMENTO PER COMMISSIONE DELIBERANTE (LEGISLATIVA) È una particolarità
del nostro ordinamento, prevista dall’art 72.3 cost. Consente alla commissione di assorbire tutte le fasi del
procedimento di approvazione sostituendo l’aula: à la commissione esaurisce tutte e tre le letture senza
che il progetto di legge debba essere discusso e votato dall’assemblea. Data la sua particolarità è circondato
da tre garanzie: 1) Alcune materie sono escluse dal procedimento per commissione deliberante: l’art 72.4
infatti prescrive il procedimento ordinario per le proposte di legge costituzionale, per le leggi in materia
elettorale, per le leggi di delegazione legislativa, per le leggi di ratifica dei trattati internazionali e per le
leggi di approvazione dei bilanci. Per queste materie vi è dunque una riserva di assemblea. 2) Per la
composizione della commissione deliberante l’art 72.3 Cost. dispone che sia seguito il criterio della
rappresentanza proporzionale dei gruppi parlamentari. 3) qualsiasi momento se ne fanno richiesta il
governo o 1/10 delle minoranze politiche della camera, il progetto può essere rimesso all’assemblea.