Sei sulla pagina 1di 8

Vieni, Spirito Santo,

manda a noi dal cielo


un raggio della tua luce. 
 
Vieni, padre dei poveri,
vieni, datore dei doni,
vieni, luce dei cuori. 
 
Consolatore perfetto;
ospite dolce dell'anima,
dolcissimo sollievo. 
 
Nella fatica, riposo,
nella calura, riparo,
nel pianto, conforto. 
 
O luce beatissima,
invadi nell’intimo
il cuore dei tuoi fedeli. 
 
Senza la tua forza,
nulla è nell'uomo,
nulla senza colpa. 
 
Lava ciò che è sordido,
bagna ciò che è arido,
sana ciò che sanguina. 
 
Piega ciò che è rigido,
scalda ciò che è gelido,
drizza ciò che è sviato. 
 
Dona ai tuoi fedeli,
che solo in te confidano,
i tuoi santi doni. 
 
Dona virtù e premio,
dona morte santa,
dona gioia eterna. 
 
Amen
Il giovane ricco: lasciare per il Regno

Dal Vangelo di Luca (Lc 18,18-29)


18
Un notabile lo interrogò: "Maestro buono, che cosa devo fare per avere in
eredità la vita eterna?". 19Gesù gli rispose: "Perché mi chiami buono? Nessuno è
buono, se non Dio solo. 20Tu conosci i comandamenti: Non commettere
adulterio, non uccidere, non rubare, non testimoniare il falso, onora tuo padre
e tua madre". 21Costui disse: "Tutte queste cose le ho osservate fin dalla
giovinezza". 22Udito ciò, Gesù gli disse: "Una cosa ancora ti manca: vendi tutto
quello che hai, distribuiscilo ai poveri e avrai un tesoro nei cieli; e vieni!
Seguimi!". 23Ma quello, udite queste parole, divenne assai triste perché era
molto ricco. 24Quando Gesù lo vide così triste, disse: "Quanto è difficile, per
quelli che possiedono ricchezze, entrare nel regno di Dio. 25È più facile infatti
per un cammello passare per la cruna di un ago, che per un ricco entrare nel
regno di Dio!". 26Quelli che ascoltavano dissero: "E chi può essere salvato?".
27
Rispose: "Ciò che è impossibile agli uomini, è possibile a Dio". 28Pietro allora
disse: "Noi abbiamo lasciato i nostri beni e ti abbiamo seguito". 29Ed egli
rispose: "In verità io vi dico, non c'è nessuno che abbia lasciato casa o moglie o
fratelli o genitori o figli per il regno di Dio, 30che non riceva molto di più nel
tempo presente e la vita eterna nel tempo che verrà".
Domande per la riflessione personale
1. Un notabile lo interrogò: Che domande faccio al Signore?
2. Maestro buono, che cosa devo fare per avere in eredità la vita eterna?: Chi sono o sono stati i
miei maestri? Che cosa cerco? Che cosa è la vita eterna? Che rapporto ho con essa?
3. "Perché mi chiami buono? Nessuno è buono, se non Dio solo: Che cosa è buono per me? E per il
mondo?
4. Tu conosci i comandamenti: Non commettere adulterio, non uccidere,…: Conosco i
comandamenti? Che rapporto ho con la legge?
5. "Tutte queste cose le ho osservate fin dalla giovinezza": Che rapporto ho con la mia storia, con il
mio passato? Come era e come è la mia fede?
6. Una cosa ancora ti manca: vendi tutto quello che hai, distribuiscilo ai poveri e avrai un tesoro
nei cieli: Che cosa mi manca ancora? Che cosa dovrei vendere?
7. Vieni! Seguimi!: Quando e come il Signore me lo dice? Che cosa significa seguire Dio nella mia
vita?
8. Udite queste parole, divenne assai triste perché era molto ricco: Che cosa mi fa triste della mia
vita? Quali sono le “ricchezze” che mi impediscono di seguire il Vangelo?
9. Quanto è difficile, per quelli che possiedono ricchezze, entrare nel regno di Dio: Che rapporto ho
con la ricchezza? Che cosa significa essere ricchi? Come dovrebbe regolarsi un cristiano su
questi argomenti?
10. E chi può essere salvato?: A chi appartiene la salvezza? Ci penso mai?
11. Ciò che è impossibile agli uomini, è possibile a Dio: Ho mai sperimentato questa frase nella mia
vita? È vera?
12. Noi abbiamo lasciato i nostri beni e ti abbiamo seguito: Quando ho seguito il Signore nella mia
vita?
13. …che non riceva molto di più nel tempo presente e la vita eterna nel tempo che verrà: Che cosa
il Signore mi ha donato come ricompensa?
14. Come mi colloco nella parabola? Sono capace di seguirLo o me ne vado triste?

Link del filmato

https://www.youtube.com/watch?v=2APZfQXCMbA