Sei sulla pagina 1di 56

Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali

Lez 3 TORINO

FSE
per il futuro

Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed


impianti con nuove tecnologie e
materiali
LEZIONE 3 - IL PROGETTO DEI COMPONENTI
OPACHI
- regime estivo -
Arch. Luca Raimondo

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

…oggi vedremo…

• Introduzione: analisi di alcuni archetipi bioclimatici

• L’inerzia termica: i parametri di progetto e le soluzioni


tecnologiche

• Le strategie di raffrescamento passivo

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

• Introduzione: analisi di alcuni archetipi bioclimatici

• L’inerzia termica: i parametri di progetto e le soluzioni


tecnologiche

• Le strategie di raffrescamento passivo

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

ARCHETIPI BIOCLIMATICI E…

Termitaio
Copertura massiva
per il controllo solare

Foto e sezione schematica


con indicazione dei canali di
ventilazione

involucro

cultura clima
raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

ARCHETIPI BIOCLIMATICI E…

involucro
La Kasbah
cultura clima

Foto: www.aspoitalia.it

La Kasbah di Ouarzazate, in Marocco, sul bordo del deserto del Sahara


(edifici del ‘600)
Muri molto spessi in pietra e finestre piccole assicuravano inerzia termica sufficiente
per mantenere una temperatura sopportabile anche nel clima caldissimo del luogo.

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

ARCHETIPI BIOCLIMATICI E…

involucro
Cliff dwellings di Mesa Verde,
Colorado cultura clima

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

ARCHETIPI BIOCLIMATICI E…

Pueblo di Acoma, New Mexico involucro


(USA)
cultura clima

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

ARCHETIPI BIOCLIMATICI E…

F. L. Wright, Casa “Emiciclo solare”,


Wisconsisn - 1944

Le pareti soleggiate
sono in pietra

Foto e planimetrie dei due livelli involucro

raimondo.luca@gmail.com
cultura clima
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

ARCHETIPI BIOCLIMATICI E…

involucro
Tipì degli indiani
d’America cultura clima

Modelli di controllo climatico:


a) chiuso nel periodo freddo, b) espulsione fumo per
effetto camino; c) ventilazione passante; d) barriere
protettive dai venti freddi.

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

• Introduzione: analisi di alcuni archetipi bioclimatici

• L’inerzia termica: i parametri di progetto e le soluzioni


tecnologiche

• Le strategie di raffrescamento passivo

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

IL SISTEMA INVOLUCRO
In estate, l’involucro edilizio ha una funzione di controllo
termico ed un comportamento “dinamico”
GIORNO

La temperatura esterna L’involucro assorbe La temperatura interna


aumenta il calore sale lentamente
NOTTE

La temperatura esterna L’involucro cede La temperatura interna


scende il calore scende lentamente

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

INERZIA & INERZIA

In estate le sollecitazioni termiche provengono sia


dall’esterno che dall’interno

Radiazione solare
attraverso
comp.trasparenti

Radiazione solare su
componente opaco

sollecitazioni termiche sollecitazioni termiche


esterne interne

Incremento
temperatura esterna
Apporti interni gratuiti
raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

INERZIA: SOLLECITAZIONI ESTERNE

L’onda termica generata dall’incremento della


temperatura dell’aria esterna o dalla radiazione
solare incidente sull’involucro genera un flusso
termico verso l’ambiente interno

PARAMETRI DI PROGETTO:
(chiusure esterne)

Massa e capacità termica


frontale [ kg/m2 - kJ/(m2K) ]
Sfasamento [ h ]

Attenuazione [ - ]

Trasmittanza termica
periodica [ W/(m2K) ]

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

PARAMETRI DI PROGETTO

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

PARAMETRI DI PROGETTO

0,5

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

PARAMETRI DI PROGETTO

Sfasamento termico

Lo sfasamento è l’arco di tempo (ore) che serve all’onda termica per


fluire dall’esterno all’interno attraverso una struttura.

Viene calcolato come la differenza di tempo che intercorre tra l’ora in cui
si ha la massima temperatura all’esterno e l’ora in cui si ha la massima
temperatura all’interno.

Maggiore è lo sfasamento, più


lungo sarà il tempo di
passaggio del calore
all’interno dell’edificio.

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

PARAMETRI DI PROGETTO

Smorzamento dell’onda termica (o attenuazione)

Lo smorzamento esprime il rapporto tra la variazione massima della


temperatura interna !Ti e quella della temperatura esterna !Te in
riferimento alla temperatura media della superficie interna.

!ti_m
fa = !te_m
!te_m !ti_m
d ia in te r n a
ra t u ra m e
te m p e
!Te !Ti

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

PARAMETRI DI PROGETTO

Trasmittanza termica periodica

La trasmittanza termica periodica rappresenta l’attitudine di un


componente a trasmettere calore in regime dinamico, ovvero
considerando il tipico comportamento di una struttura nel periodi estivo.

Dipende dal livello di isolamento termico e dalla capacità di accumulo e


cessione del calore della struttura.

Y = U * fa

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

PARAMETRI DI PROGETTO

…i parametri si calcolano mediante


le matrici di trasferimento…
raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

PARAMETRI DI PROGETTO
La diffusività termica (o "conducibilità termometrica") è il rapporto fra la
conducibilità termica e il prodotto fra densità e calore specifico della data
sostanza.
Misura l'attitudine di una sostanza a trasmettere, non il calore, ma “una
variazione di temperatura”.

ISOLANTE ISOLANTE
PESANTE LEGGERO

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

PARAMETRI DI PROGETTO

Confronto dei valori di diffusività termica di materiali isolanti

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

INERZIA: SOLLECITAZIONI INTERNE

Il flusso termico generato dall’incremento della


temperatura dell’aria interna viene assorbito dalle
strutture: queste si riscaldano, rimanendo in
equilibrio termico con l’ambiente interno

PARAMETRI DI PROGETTO:
(chiusure esterne e partizioni interne)

Capacità termica
areica [kJ/(m"K)]
NOTA: nei cicli giorno/notte, per il
calcolo, si considerano i primi 10 cm
di spessore a partire dall’interno (o
fino al raggiungimento dell’isolante)

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE

Elementi di involucro ad elevata inerzia termica


possono essere ottenuti utilizzando:

diffusività
1.

termica
BASSA
Materiali ad elevata massa volumica;

2. Materiali ad alto calore specifico


e bassa conducibilità;

3. Materiali a cambiamento di fase (PCM);

1. 2. 3.
raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE - MONOSTRATO

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE - MONOSTRATO

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE - MONOSTRATO

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE - MONOSTRATO

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE

Impiego del laterizio: tamponamento in blocchi

Blocco Porotherm Bio

Sfasamento: da 10 a 20 ore! Esempio di blocchi di


laterizio porizzato

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE

Esempi di strutture verticali “pesanti”


Blocchi porizzati
isolanti

Murature con
isolamento in
intercapedine

Blocchi in laterizio con


isolamento a cappotto

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE

Esempi di strutture verticali “pesanti”


Impiego del laterizio: tamponamento o faccia a vista

Esempi di parete con


raimondo.luca@gmail.com mattoni faccia a vista
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE

Esempi di strutture verticali “leggere”


(assemblate a secco)
Impiego di strati ad alto calore specifico e diversa massa volumica

Strutture in
legno:
isolamento in
spessore

Strutture in
legno:
connessione
1° solaio

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE

Esempi di strutture verticali “leggere” Parete con struttura in


(assemblate a secco)
metallo, isolamento in lana
di vetro e finitura in lastre di
gesso e cemento (esterno)

Parete con struttura in legno


e tamponamento in materiali
isolanti naturali

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE

Esempi di strutture inclinate in legno


(assemblate a secco)

Strutture in
legno: strati
con massa
volumica
differente

Strutture in
legno:
connessione
parete/solaio
inclinato

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE

Esempi di strutture inclinate in legno


(assemblate a secco)

Isolamento termico nello


spessore dei puntoni

Isolamento termico sopra i


puntoni

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE - STUDIO

Valentina Augeri, Pietro Stefanizzi

1.

2.
raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE - STUDIO

Fonte: Valentina Augeri, Pietro Stefanizzi


raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE

Esempi di coperture verdi

Verde estensivo Verde intensivo

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE

Esempi di coperture verdi: estensivo


orizzontale e inclinato stratigrafia

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE

Esempi di coperture verdi: intensivo


leggero stratigrafia

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE

Esempi di pareti verdi: bassa


montaggio
manutenzione

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE

Impiego di materiali a cambiamento di fase

GHIACCIO PCM
Tfusione= 0°C (sali o paraffine)
Tfusione= 21-26°C

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE

Impiego di materiali a cambiamento di fase

La La
temperatura temperatura
sale… scende…

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE

Impiego di materiali a cambiamento di fase

Blocchi o additivi per cls

Pannelli di finitura o per


controsoffitti
PCM express per la
valutazione delle
condizioni di confort
termico in ambiente
raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE

PCM in commercio …

NOTA: attualmente non più a catalogo Knauf

Ecco come funziona:


Delle sfere microscopiche di plastica contengono all’interno del loro nucleo una sostanza fatta di cera, in grado di accumulare calore. Esse
accumulano e scaricano calore con la variazione di temperatura che si verifica tra il giorno e la notte.
Quando durante il giorno la temperatura nella nella stanza sale, le microcapsule iniziano il loro “lavoro”. Il calore eccedente scorre nella
parete, la cera si scioglie e le capsule accumulano il calore. In questo modo vengono intercettati i picchi di calore diurni e si ha una
temperatura piacevolmente armonica.

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE

PCM in commercio …

Il pannello a “inerzia
termica” di DuPont

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE

PCM in commercio …

3.

4.
1.

2.
raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SOLUZIONI TECNOLOGICHE

Impiego del laterizio e PCM

PCM
laterizio

Superfici
trattate

Andrea Campioli, Monica Lavagna, Laterizio


innovativo ad alte prestazioni termiche
Innovativo blocco
Wienerberger

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

• Introduzione: analisi di alcuni archetipi bioclimatici

• L’inerzia termica: i parametri di progetto e le soluzioni


tecnologiche

• Le strategie di raffrescamento passivo

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

SISTEMI DI RAFFRESCAMENTO PASSIVO

Definizione:

per RAFFRESCAMENTO PASSIVO si intende il


mantenimento delle condizioni di comfort
termoigrometrico degli ambienti interni nel periodo estivo,
senza l’utilizzo di sistemi di climatizzazione utilizzanti fonti
di energia non rinnovabile.

Esso può essere attuato attraverso:


Controllo degli apporti termici (solari ed interni)
Dissipazione naturale del calore interno

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

RAFFRESCAMENTO PASSIVO

CONTROLLO DEGLI APPORTI TERMICI

Solari (da componenti opachi e trasparenti)


Convettivi (infiltrazioni)
Interni (apparecchi e attrezzature elettriche)

DISSIPAZIONE NATURALE DEL CALORE VERSO UN POZZO


TERMICO
Aria esterna
Terreno RAFFRESCAMENTO
NATURALE
Volta celeste

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

RAFFRESCAMENTO PASSIVO

TECNICHE DI RAFFRESCAMENTO PASSIVO: CLASSIFICAZIONE


diretto
Radiativo
indiretto

diretto
Evaporativo
indiretto
Raffrescamento
naturale corporeo

Microclimatico strutturale

ventilativo ambientale

Geotermico

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

RAFFRESCAMENTO PASSIVO

ESEMPIO “SISTEMA” DI RAFFRESCAMENTO RADIATIVO

Il calore accumulato
durante il giorno viene
irradiato verso la volta
celeste durante la
notte: fondamentale
l’inerzia termica della
cupola

Harraneya,
Shabramant (1915),
cupole e volte per
dissipazione
radiativa e controllo
della radiazione
solare.

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

RAFFRESCAMENTO PASSIVO

ESEMPIO “SISTEMA” DI RAFFRESCAMENTO


GEOTERMICO DIRETTO

I sassi di Matera

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

RAFFRESCAMENTO PASSIVO

ESEMPIO “SISTEMA” DI RAFFRESCAMENTO


GEOTERMICO INDIRETTO

Ville palladiane di Costoza (VI) con i ventidotti


sotterranei per il raffrescamento

raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

RAFFRESCAMENTO PASSIVO

ESEMPIO SISTEMA DI RAFFRESCAMENTO MICROCLIMATICO


VENTILATIVO

M.Cucinella, Palazzina ad uffici, Recanati, 1994


PERIODO DIURNO: raffrescamento ventilativo
ambientale/corporeo

PERIODO NOTTURNO: raffrescamento


ventilativo strutturale
raimondo.luca@gmail.com
Obiettivo Nzeb: sistemi integrati ed impianti con nuove tecnologie e materiali
Lez 3 TORINO

RAFFRESCAMENTO PASSIVO

ESEMPIO SISTEMA IBRIDO: VENTILATIVO, EVAPORATIVO


E GEOTERMICO
Giorno
giorno
Vento
vento Notte
notte

TORRE DEL VENTO IRANIANA


Terreno Porta

Tunnel
Fontana

raimondo.luca@gmail.com