Sei sulla pagina 1di 56

SEGGIOLINI DOSSIER BUCATO

       


  :      
         
  ’  ,    

www.altroconsumo.it 279 • Marzo 2014


Altroconsumo - mensile - 10 €
Altroconsumo + supplemento Soldi&Diritti - 21 €
Altroconsumo + supplemento Test Salute - 23 €
Altroconsumo + supplemento Soldi&Diritti e Test Salute - 33 €

DAI RUBINETTI
Anno XL - Altroconsumo: via Valassina 22, 20159 Milano - Poste Italiane s.p.a.Spedizione in a.p.- D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) art. 1, comma 1, DCB - MI

NON
FILTRARE
Inchiesta nelle case dei soci:
In caso di mancato recapito, restituire al Cmp di Milano Roserio per la restituzione al Mittente previo pagamento resi

gli impianti per trattare


l’acqua possono peggiorarla
Marzo 2014

Sommario 11
Nelle case dei soci
per verificare
la qualità dell’acqua
depurata dai filtri

Al processo sul disastro


4 Carsharing, un nuovo
8
ambientale di Bagnoli modo di spostarsi in città

DALLA TEST
TUA PARTE INCHIESTE
4 NOTIZIE, INFO, CONSIGLI 8 L’AUTO IN COMUNE serve a chi ne ha bisogno, ma
Al processo sui rifiuti - Un medico Quando il car sharing è dav- può far gola a molti.
per te - Rischio per i piccoli chef - vero vantaggioso in città.
Caduti da cavallo - Come aggiro la 24 COME ISOLARE CASA Rispar
m
garanzia - No alle cure miracolose 11 ACQUA CHIARA Guida agli interventi dome- 230€ i
Il filtro migliora l’acqua in casa? stici: i più utili, i meno efficaci.
4 OSSERVATORIO PREZZI L’inchiesta dice di no.
Autostrade sempre più roventi 30 BIMBI: SICURI IN AUTO?
16 VITADAALLEVAMENTO Un’inchiesta per capire se
7 A PRIMA VISTA C’è una legge che tutela il be- scegliamo e usiamo corret- Rispar
m
Quechua 5” Phone: il nuovo nessere degli animali. Ma con tamente i seggiolini. 578€ i
smartphone “da montagna” molti punti critici.
34 È ORA DI IMBIANCARE
20 DOVEFINISCEL’USATO? Ok alla pittura lavabile per gli
La raccolta degli abiti usati interni. Senza spruzzatore.

INDIPENDENTI
Contatti Ci finanziamo con le quote asso-
ciative e l’abbonamento alle no-
AL TELEFONO stre riviste, che non contengono
Tutti i numeri sono a pag. 51 pubblicità, né informazioni paga-
I nostri obiettivi sono l’informazione, la difesa te da produttori o da gruppi di
ATTRAVERSO IL SITO e la rappresentanza dei consumatori. Non ab- interesse politico e finanziario.
www.altroconsumo.it/contattaci biamo pubblicità. Per i test acquistiamo tutti i L’indipendenza è totale, a garan-
prodotti e ci affidiamo solo a laboratori com- zia della obiettività dei giudizi e
petenti e indipendenti da qualsiasi interesse. dei consigli.

2 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


Fatture
fantasma

Libero mercato all’italiana, quello per l’energia. Cioè


all’insegna del caos, dell’imbroglio, della non
trasparenza: il contrario di quello che serve per far
funzionare la concorrenza. Altroconsumo riceve ogni
mese decine di segnalazioni riguardanti le fatturazioni
sbagliate, i diritti negati (a partire da quello di
ripensamento), l’assalto di venditori che carpiscono
nuovi contratti a ignari cittadini. I quali, poi, sono
costretti a subire disagi e a perdere tempo, denaro e
pazienza per far valere i loro sacrosanti diritti. Mentre
le aziende fanno muro o declinano ogni responsabilità.
Gli stessi abusi sono rilevati anche dall’Autorità per
l’energia elettrica e il gas, che conferma la dimensione
collettiva del fenomeno: il 15% delle proteste che

41 53
arrivano al loro sportello riguarda la cattiva qualità del
servizio, il 33% fatture eccessive, il 15% il mancato
rispetto delle norme dei contratti. Come il caso,
L’impresa non esegue i lavori eclatante, di Eni, che non invia le fatture, ignorando le
Le nostre dritte per Il bucato scadenze previste, come segnalano migliaia di utenti
perfetto: la lavatrice giusta e il a regola d’arte: il socio non ci sta
che, in molti casi, non le ricevono da oltre un anno, o
detersivo più adatto per il gas, addirittura dal 2011.
Le conseguenze sono gravi e facilmente immaginabili,
tant’è che l’Autorità ha aperto un procedimento
VIVA sanzionatorio a cui anche Altroconsumo ha chiesto
VOCE ufficialmente di partecipare. La mancata fatturazione,
infatti, vìola parecchi diritti. In primis, il diritto dei
consumatori a essere adeguatamente informati sugli
38 FRIGORIFERI SMALL 51 CONDIVIDI UN’ESPERIENZA effettivi consumi di energia e relativi costi. La
Testiamo i modelli a doppia Non basta dire made in Italy - Il cor- frequenza di invio - almeno mensile, trimestrale,
porta, piccoli ed economici. riere delle consegne a vuoto - quadrimestrale - indicata nel contratto serve proprio a
regolare i consumi secondo le proprie disponibilità e a
Quell’impresa con la coda - Tessuti
tenere sotto controllo i costi. Inoltre, la fattura
41 LAVATRICI ALLA PROVA più infiammabili consente di fare confronti tra le offerte commerciali
Le lavatrici di ultima gene- dei vari operatori e scegliere secondo la propria
razione valgono il prezzo? 52 IL CONCORSO PER I SOCI convenienza. Molti consumatori hanno anche
Continua “100 premi per te” segnalato che, pur a fronte di puntuali e ripetute
richieste, non riescono a ottenere da Eni neppure le
44 IL BUCATO GIUSTO fatture di conguaglio, utili a valutare la convenienza
I detersivi devono rispettare 52 IL DUBBIO del passaggio a un altro operatore. E nel caso abbiano
l’ambiente. Il nostro test. Burro o margarina, qual è meglio già effettuato un cambiamento, Eni non invia il
scegliere? conguaglio definitivo, che dovrebbe arrivare non oltre
sei settimane dopo. Inutile cercare di protestare: Eni si
48 TEST: PIANI COTTURA sottrae a un altro suo preciso dovere, cioè quello di
Quelli a induzione sono belli, 53 SCELTE SICURE rispondere ai reclami entro i 40 giorni previsti dalla
comodi e sicuri. Ma molto cari. Tutti i vantaggi per i nostri soci legge. Tutto ciò è aggravato dal fatto che la società è
consapevole dei problemi legati al sistema di
fatturazione, visto che è già stata multata per la stessa
ragione dall’Autorità nel luglio 2011. Per questo,
abbiamo sollecitato la presentazione di una
EFFICACI DALLA TUA PARTE interrogazione parlamentare per chiedere quali
Il nostro metodo di lavoro si basa La nostra missione è esclusiva- misure il Governo intenda adottare perché Eni risolva
su criteri di rigore scientifico, ef- mente orientata a soddisfare le il problema, in modo da assicurare ai cittadini il diritto
ficienza e competenza. A test e necessità dei consumatori e a di informazione sui propri consumi e costi in tempo
inchieste lavorano tecnici quali- tutelare i loro diritti. Per questo reale, perché possano difendere i propri interessi e
ficati e specialisti di settore che offriamo servizi di consulenza giocare un ruolo attivo nel mercato dell’energia.
mettono la loro professionalità individuale ai nostri soci e por-
al servizio dell’informazione, del- tiamo la voce e le istanze dei
Rosanna Massarenti
la consulenza, della risoluzione consumatori presso gli interlo- Direttore
concreta dei problemi. cutori istituzionali e sociali.

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 279 Altroconsumo 3


Dalla tua parte R NOTIZIE R INFORMAZIONI R CONSIGLI R PREZZI R SICUREZZA R AMBIENTE R

Al processo sui rifiuti


Altroconsumo si è costituita parte civile al processo per il disastro ambientale nel sito
GIUSTIZIA

di Bagnoli: in questo modo seguiremo da vicino la vicenda. Presto un test su alcuni prodotti locali.

disastro ambientale, ma una vera e


propria frana dello Stato e delle
basilari regole della convivenza
civile. Una situazione complicata e
pericolosa da tutti i punti di vista,
nella quale non è facile intervenire.
Ma neanche non farlo è possibile. Per
questo, ci stiamo muovendo in due
modi. Nel momento in cui leggete,
dovrebbero essere già disponibili sul
sito www.altroconsumo.it i risultati
delle analisi di un certo numero di
prodotti alimentari e acqua
provenienti dalle zone a rischio: li
abbiamo già inviati in laboratorio e i
dati saranno pubblicati sul sito non
appena disponibili. Questo può
servire a capire il livello di rischio
concreto per i cittadini.
Nel frattempo, per poter seguire più
da vicino la vicenda e garantirne la
trasparenza, Altroconsumo si è
costituito parte civile nel processo
che riguarda una delle aeree dove si
denunciano reati tra i più gravi

T
erra dei fuochi", ovvero dove coinvolgimento della criminalità nell'ambito della gestione di rifiuti
sono dati alle fiamme cumuli organizzata. Rischio di industriali: Bagnoli.
di rifiuti abbandonati. inquinamento dell'acqua di falda e di Il processo penale coinvolge tutti i
Discariche abusive, residui prodotti alimentari. Manifestazioni responsabili a diverso titolo della
industriali anche tossici di cittadini esasperati che sfilano bonifica del sito di interesse
massicciamente sversati o sepolti, con le foto dei morti di tumore. nazionale di Bagnoli, che avrebbe
non solo al di fuori di ogni regola e In Campania sembra che si stia dovuto essere bonificato e
legge, ma con il sistematico consumando non soltanto un trasformato in area pubblica.

OSSERVATORIO PREZZI

Autostrade sempre più roventi 2012-2013 2013-214


Anche quest’anno la slitta di Babbo Monza-Melegnano (tratta a Tratte autostradali
aumenti aumenti aumenti
Natale ci ha portato il “pacco” regalo di pedaggio fisso la cui tariffa l’anno medi min-max medi
Autostrade. I pedaggi autostradali scorso era rimasta invariata. Un Bologna-Taranto 3,2% 4,2% - 5,6% 4,7%
sono aumentati, tra il 2013 e l'inizio del salasso per chi fa il pendolare tutti i Milano -Genova 3,9% 0% -4,5% 2,3%
2014 di più del 6% contro il più 3% giorni!); la Torino-Novara, aumentata
Milano- Roma 3% 4,8% - 8,3% 5,9%
registrato nel 2012-2013. del 15.8% e la Torino-Asti, aumentata
Come si può vedere dalla tabella qui a del 13.3%. Milano -Venezia 4,2% 3,1% - 23% 8,1%
fianco praticamente tutte le tariffe Anche all’interno della Milano- Napoli -Bari 2,8% 5% 5%
delle tratte autostradali importanti, Venezia abbiamo rilevato punte di Napoli -Reggio Calabria 0% 0% 0%
nel corso del 2013-2014, sono aumento dei pedaggi pari al 23%. Roma -Napoli 3,4% 5,3% 5,3%
aumentate significativamente. Tra le La Napoli Reggio Calabria è l’unico
Torino- Brescia 0% 13,3% 13,3%
chicche da segnalare ci sono caso in cui non si sono registrati
l’aumento di oltre il 70% della aumenti negli ultimi due anni. Torino- Milano 0% 15,2% - 16,8% 15,9%

4 Altroconsumo 259 Maggio2014


279 • Marzo 2012 www.altroconsumo.it
Fonte: Istat
R SALUTE R DAL MONDO R PRODOTTI R ALIMENTAZIONE R INIZIATIVE R TECNOLOGIA R CAMPAGNE R RISPARMIO R TARIFFE

Rischio per piccoli chef


Cucinare piace ai bambini. Ma questi
GIOCHI ELETTRICI

apparecchi, venduti da Imaginarium, sono pericolosi.

L
a moda gourmet dilaga anche subito che si tratta di veri e propri
tra gli under 18. E per apparecchi elettrici e non
Secondo l'accusa, i responsabili soddisfare la voglia dei più giocattoli: la tensione di utilizzo,
hanno causato un disastro piccoli di mettersi ai fornelli alcune infatti, è di 220 V (se fossero dei
ambientale, derivante aziende hanno lanciato sul giochi dovrebbero avere una
dall’aggravamento dello stato di mercato veri e propri tensione inferiore). Ma questi
contaminazione dei terreni; nonché elettrodomestici pensati per prodotti sono pericolosi anche per
– al fine di fare conseguire cucinare con loro. Ne abbiamo gli adulti, perché non rispettano le
illecitamente alla “Bagnoli Futura” "intercettati" alcuni per analizzarli leggi sulla sicurezza termica. I
s.p.a. i finanziamenti pubblici già e valutarne la sicurezza. In manici, infatti, si scaldano davvero
stanziati per la bonifica – con raggiri particolare ci siamo soffermati su troppo (fino a 97°C), rendendo il loro
avrebbero indotto lo Stato a due prodotti venduti dalla nota utilizzo pericoloso per chiunque,
proseguire nell'attività di bonifica, catena di giocattoli Imaginarium, adulto e ancor di più bambino.
ottenendo profitti a danno altrui. ovvero la piastra per preparare Per questo, ne abbiamo chiesto il
Inoltre, attraverso la miscelazione di sandwich con l'immagine ritiro da tutti i punti vendita
rifiuti pericolosi che venivano "Kikonico" e quella per fare in casa Imaginarium. Se li trovate ancora
ricollocati e smaltiti nel sito di le barrette energetiche. Chiariamo esposti, non comprateli.
bonifica (anziché come dovuto in
una discarica specializzata),
avrebbero realizzato sulle aree
oggetto dell’attività di bonifica una
discarica non autorizzata; ed ancora,
in quanto responsabili a diverso
titolo delle misure di messa in
sicurezza di emergenza sull’area
della Colmata di Bagnoli, non
avrebbero impedito la propagazione
degli inquinanti, in particolare lo
sversamento continuo in mare degli
inquinanti organici, causando un
disastro ambientale e determinando
una situazione di pericolo per
l’ambiente e per l’uomo. ¬

www.altroconsumo.it/alimentazione

Un medico per te ESAURITA UNA GUIDA PRATICA

La “Guida dimagrire” al
Sta per scadere la possibilità di ricevere
ASSICURAZIONE momento non è più disponibile:
vi invitiamo dunque a non
gratuitamente la polizza salute stipulata con Ima. richiedercela più.

D
Da aprile uscirà una nuova
ura un anno, è gratuita per contattare il tuo medico?
versione, aggiornata nei
tutti gli abbonati a Test Salute, Con una telefonata puoi consultare
contenuti. Cogliamo l’occasione
non si rinnova un medico, giorno e notte, 24 ore su
per ringraziare i nostri soci
automaticamente e in ogni caso non 24, sette giorni su sette. Hai bisogno
del grande apprezzamento
dovrai pagare nulla per averla. di un medico in un giorno festivo?
con cui hanno accolto
Stiamo parlando della polizza Ti viene inviato gratuitamente tra le
le nostre guide pratiche.
assicurativa di protezione per la 8 e le 20. Ma affrettati, l'offerta sta
salute fornita da Ima Italia per scadere: marzo è l'ultimo mese
Info: www.altroconsumo.it/
Assistance, che interviene nei in cui puoi attivarla sul sito. ¬
guidepratiche
momenti di difficoltà.
Hai un problema e non riesci a www.altroconsumo.it/polizzasalute

www.altroconsumo.it Maggio
Marzo 2012
2014 • 259
279 Altroconsumo 5
Dalla tua parte R NOTIZIE R INFORMAZIONI R CONSIGLI R PREZZI R SICUREZZA R AMBIENTE R

Caduti da cavallo
LE TAPPE

EUROPA Primo anniversario amaro dopo lo scandalo della carne di cavallo.


Delle promesse fatte ai consumatori, poche sono state mantenute.

COINVOLTI GRANDI NOMI


Dalle lasagne Findus in Gran Bretagna
ai tortellini Buitoni in Italia, in
moltissimi Paesi europei è stata
trovata carne di cavallo nei piatti
pronti. All'insaputa di tutti.

PIANO D'AZIONE 2013


Secondo il piano d'azione della
Commissione europea i controlli a
sorpresa e le sanzioni in caso di frodi
dovevano essere incrementati.

A
Prevista anche la creazione di una un anno dalla scoperta della in fase di dibattito o sono state
rete antifrode alimentare. Nulla di carne di cavallo nelle lasagne bocciate. Una di queste è
tutto ciò è stato ancora fatto.
e in altri prodotti con carne l'etichettatura d'origine della carne
macinata, il ritmo con il quale Nessun trasformata, che è stata sepolta da
l'Unione europea sta concretizzando una montagna di pareri contrari.
le promesse fatte ai consumatori passo «Di fatto, nulla è cambiato da
lascia a desiderare. All'epoca, in avanti allora», spiega Monique Goyens,
risposta a questa gigantesca frode direttore generale del Beuc
che si è propagata per tutta
concreto (l'organizzazione europea dei
l'Europa, le autorità Ue promisero consumatori), «Un altro scandalo
IN FRANCIA NUOVO SCANDALO di rinforzare i controlli e le sanzioni simile potrebbe ancora capitare».
Solo qualche mese fa è stato scoperto e di garantire l'autenticità degli Non stupisce, quindi, la scoperta,
un traffico di tranci di carne di cavallo alimenti a rischio. Ma la maggior solo alcuni mesi fa, di carne di cavallo
che venivano venduti in macelleria, parte delle misure pubblicate dalla proveniente da animali di laboratorio
nonostante gli animali fossero stati
utilizzati in laboratori farmaceutici. Commissione europea nel piano (quindi potenzialmente contaminata
d'azione contro le frodi sono ancora da farmaci) in Francia. ¬

RICORDO DI AGNESE
Il 22 gennaio è
Come aggiro la garanzia
improvvisamente mancata,
vittima di un tragico L'elenco delle aziende che aggirano le leggi
DIRITTI NEGATI

incidente, la nostra collega sulla garanzia si allunga. Denunciate Tim e GoPro.


Agnese Scozzaro.

N
Avvocato del nostro servizio onostante la legge parli garanzia sul prodotto di un anno,
di consulenza giuridica, chiaro, sempre più spesso ci contravvenendo all'obbligo di legge,
Agnese era una persona imbattiamo in aziende che, a che è di due anni. La seconda,
genuina e disponibile, aperta discapito del consumatore, cercano invece, anche se offre un pacchetto
al dialogo e al confronto, di applicare condizioni di garanzia "tutto incluso" con un tablet, scarica
sempre pronta ad aiutare i fantasiose. GoPro, società che la garanzia in caso di difetti degli
più deboli. vende videocamere sportive, e Tim apparecchi sui centri di assistenza
Ancora attoniti, siamo molto sono solo le ultime della lista: per dei costruttori, rendendo difficile al
vicini al dolore della famiglia. questo le abbiamo denunciate al consumatore il compito di capire
Garante. La prima annuncia una chi è responsabile del prodotto. ¬

4 259 • Marzo
6 Altroconsumo 279 Maggio2014
2012 www.altroconsumo.it
R SALUTE R DAL MONDO R PRODOTTI R ALIMENTAZIONE R INIZIATIVE R TECNOLOGIA R CAMPAGNE R RISPARMIO R TARIFFE

A PRIMA VISTA

Quechua 5'' Phone


Il Quechua 5" Phone, lanciato da
Decathlon, viene pubblicizzato
come “Smartphone
Mountainproof” ovvero
“resistente alla montagna”,
pensato per reggere a cadute e
pioggia (non all’immersione). Le
nostre prove confermano queste
doti, ma va anche detto che molti
altri telefoni normali le passano
senza difficoltà. Inoltre è un
telefono relativamente grosso
(pesa 245 grammi). Altre
dichiarazioni con cui si pubblicizza
sono un po’ meno accurate:
“Quechua Phone 5'' ha la batteria
con la maggiore capacità del
mercato”, si legge sul sito; dalle
nostre prove emerge una durata
della batteria buona, sì, ma non
eccezionale né la migliore
disponibile sul mercato.
Il Gps per alcune prove non è
soddisfacente e questa risulta
una delusione particolare per un
telefono che punta molto sulla
sua immagine da esploratore: è
lento nel trovare il segnale di
posizione. Lo schermo è ampio
(4,9”) e di buona qualità. Di scarsa
qualità, invece, la fotocamera e le
registrazioni video e audio. Anche
le cuffie in dotazione non sono un

Tutti a Ferrara granché. La memoria accessibile


dall’utente è scarsa: pari a solo
0,5 Gb. Il tutto al prezzo di 230
16, 17 e 18 maggio: torna il festival di Altroconsumo euro (più precisamente 229,90).

No alle cure miracolose SUL SITO

L'Agenzia del farmaco ha pubblicato


GUIDA AIFA A te la tessera
un manuale per riconoscere le terapie bufala. Registrati sul nostro sito: hai accesso
a molti servizi riservati a te e puoi

L
scaricare la tessera socio in formato
'Agenzia italiana del farmaco guida per tutti coloro che, non
pdf (vai su "modifica profilo").
ha pubblicato un libretto per trovando risposte soddisfacenti nelle
aiutare i pazienti a riconoscere cure mediche convenzionali, si
i rischi delle "terapie miracolose" e a affidano a trattamenti farlocchi o si
scegliere le fonti di informazione fanno convincere da storie di
affidabili. Dopo la vicenda Stamina, "guarigione" mai provate o false,
dalla quale l'Aifa ha sempre messo in rimettendoci soldi e salute. Lo potete
guardia non riconoscendo alcun scaricare anche sul nostro sito. ¬
valore scientifico al metodo
Vannoni, l'Agenzia propone una www.altroconsumo.it/salute

www.altroconsumo.it Maggio
Marzo 2012
2014 •• 259
279 Altroconsumo 57
Attualità

L’auto
ilano è capitale del car

M
sharing. Dopo “GuidaMi”,
l’esperienza apripista
iniziata nel 2004, nell’arco
degli ultimi mesi nel
capoluogo lombardo si sono riversate
centinaia di nuove auto per il noleggio a
tempo. Sono 450 le Smart a due posti
bianche e blu di Car2go, che fa capo al
gruppo Daimler (società produttrice dei
marchi Mercedes e Smart), cui si è

di tutti è in città
aggiunta la flotta di Fiat 500 rosse a
quattro posti (e in arrivo presto a cinque
posti) del servizio Enjoy di Eni.
In futuro entrambe le offerte saranno
disponibili in altre città, iniziando
probabilmente da Roma e Torino. Il
Il car sharing dà la possibilità di guidare a noleggio meccanismo è semplice quanto
rivoluzionario: l’auto in condivisione si
a prezzi abbordabili. E può essere anche l’occasione paga solo per l’utilizzo effettivo, la si
per sbarazzarsi del mezzo di proprietà. parcheggia dove si vuole e la si usa solo
quando serve. È a disposizione di tutti,
basta prenotarla con l’app dedicata o al
telefono. Si paga con carta di credito o

8 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


prepagata. Un servizio pratico, allettante coinvolte: avremmo apprezzato di più la sharing ha preso vita a Milano con
per chi non può permettersi i costi fissi rete di mobilità condivisa se fosse stata l’esordio di GuidaMi, il servizio offerto da
legati al possesso dell’auto o per chi pensa anche sostenibile, ovvero con un parco Atm, che oggi rivela la sua formula
di sbarazzarsi del mezzo di proprietà auto meno inquinante (per esempio di piuttosto rigida anche se con innegabili
perché lo usa poco. Un’iniziativa veicoli ibridi) di quello delle oltre 1.400 pregi. Tra i limiti principali l’iscrizione
sicuramente interessante, anche se forse vetture a benzina e diesel approdate a costosa (120 euro) e il prelievo dell’auto
non così educativa, per una città che negli Milano, nonostante si tratti di veicoli nuovi solo nei parcheggi disponibili.
ultimi anni ha fatto della lotta alle a emissioni ridotte. Anche perché questo è Interessante, invece, l’incentivo per chi
automobili e al traffico il proprio cavallo di solo l’inizio: in primavera sono in arrivo decide di rottamare la vecchia auto a
battaglia: il rischio infatti è che l’auto in altri concorrenti, si è parlato di Bmw e favore del car sharing. Dal 2004 esiste
condivisione si traduca nel reclutamento dell’azienda italiana Twist, se avranno i un’opzione di car sharing su veicoli anche
di nuovi automobilisti, che in alternativa si requisiti previsti dal bando comunale (nel elettrici (E-vai), integrata al sistema
sarebbero spostati sempre con altri mezzi momento in cui scriviamo Bmw sembra ferroviario, offerta da Trenord e Sems,
(bici o mezzi pubblici). Inoltre, dopo i non avere superato il bando). Comunque in che prevede dei punti di prelievo in alcuni
numerosi atti di vandalismo, i gestori città si attende una corposa sfilata di nuove luoghi strategici della città, tra cui gli
hanno chiesto al Comune di Milano di vetture, per ognuna delle quali Palazzo aeroporti di Linate e Malpensa e diversi
escludere dalla zona di noleggio le vie Marino incassa 1.100 euro, in cambio di paesi della provincia. Un sistema poco
periferiche più problematiche: ma in tal vantaggi per gli utenti: sosta gratuita nelle capillare e meno economico, che compete
caso l’auto in città non sarà più per tutti. aree previste a pagamento (strisce gialle e a fatica con i nuovi servizio di car sharing.
blu) e accesso all’area C senza pedaggio.
Una mobilità sostenibile? Anche per le case automobilistiche è un Car2go ed Enjoy a confronto
Ci convince poco anche l’intento a favore investimento: i clienti provano la macchina, Nel momento in cui scriviamo (febbraio
dell’ambiente dichiarato da Palazzo poi magari decidono di comprarla. 2013) i due concorrenti principali in città
Marino e dalle case automobilistiche Questo è il presente, ma in verità il car sono Car2go ed Enjoy. Sono equivalenti,

ATTENZIONE ALLE PENALI E AI DIVIETI


Abbiamo analizzato i contratti delle due offerte di car sharing: fate attenzione a ogni
riga, perché esistono limitazioni e clausole che vincolano il guidatore. E chi sgarra paga.
Enjoy offre condizioni contrattuali più vantaggiose di Car2go.

MULTA E RIMOZIONE SE PERDI LE CHIAVI


Se si prende una multa, oltre Smarrire la chiave
a pagarla c’è anche un costo dell’automobile diventa un
per la gestione della pratica: salasso: la chiave della 500
Enjoy chiede 15 euro, Car2go costa 250 euro, quella della
20 euro. È prevista Smart addirittura 350 euro. DIVIETI E LIMITAZIONI
un’aggiunta anche per la rimozione forzata.
DOPO 50 KM COSTA CARO Nell’automobile a noleggio non è
LA FRANCHIGIA C’È Alla tariffa a tempo va aggiunta concesso tutto. Ecco alcuni divieti:
Tutte le vetture sono coperte una tariffa chilometrica qualora • fumare nel veicolo;
da una polizza kasko, la si superino i 50 km di tragitto: • trasportare animali;
principale differenza è che lo chiedono entrambi gli
Car2go prevede una operatori. • percorrere le corsie preferenziali e le
franchigia (parte di zone a traffico limitato (ZTL) non
risarcimento del danno a carico 48 ORE DI RESPONSABILITÀ incluse nell’area C;
dell’assicurato) di massimo 500 euro, Quando si lascia il veicolo • far guidare i compagni di viaggio;
mentre Enjoy offre una copertura senza bisogna verificare che non ci • trasportare bambini, se non
franchigia. In caso di incidente è una siano limitazioni alla sosta utilizzando un seggiolino proprio, da
differenza importante. nelle 48 ore successive fissare sulla macchina;
(lavaggio della strada,
• lasciare l’auto sporca, pena il
IN CASO DI INCIDENTE mercati rionali...), pena il pagamento della
pagamento di 50 euro;
Bisogna seguire alla lettera multa conseguente.
quanto indica il contratto. • posteggiare l’auto, a fine noleggio,
Enjoy specifica che in certi casi FARE BENZINA fuori dall’area di copertura del car
si deve aspettare l’arrivo In genere il serbatoio è sharing;
dell’operatore a cui carico, per fare benzina però • è prevista una penale piuttosto cara
consegnare il modulo CID; per Car2go chi ci sono regole particolari, (250 euro)se si valicano i confini
guida deve assicurarsi, invece, che l’incidente diverse per le due società: nazionali: a segnalarlo sarà il Gps.
sia messo a verbale da un agente di Polizia. consultatele.

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 279 Altroconsumo 9


Attualità
ma non identici. Innanzitutto Enjoy costa la si usa poco, infatti, noleggiare l’auto può come l’essere presi al domicilio o la
meno (25 centesimi al minuto, contro i 29 diventare conveniente (vedi il riquadro in maggiore sicurezza per le donne nelle ore
di Car2go). Entrambe possono anche basso in questa pagina). notturne, ma offre il vantaggio di
essere parcheggiate in stand by, senza muoversi liberi come se l’auto fosse
terminare il noleggio, per il tempo Rispetto al taxi conviene sempre propria.
desiderato (a una tariffa ridotta di 10 A chi usa il taxi oggi il car sharing
centesimi al minuto per Enjoy, a tariffa conviene parecchio. Ipotizzando un Uber, l’alternativa con autista
normale per Car2go ), senza il rischio che percorso medio di 5 km, coperto in poco Un’ulteriore alternativa è Uber, il servizio
altri la portino via mentre si fanno le più di 20 minuti (insomma, se non c’è di auto a noleggio con autista, che si è fatto
commissioni. molto traffico), il car sharing è più avanti a Roma e a Milano. Costa più del
Una importante differenza è il diverso economico. Una corsa feriale come quella taxi, ma molto meno di un autonoleggio
numero di passeggeri: due sulla Smart, che abbiamo ipotizzato su un taxi costa classico. Si accede all’app e si sceglie la
quattro (per ora) sulla 500. circa 10 euro, mentre con Enjoy e Car2go berlina: un’offerta particolare, dedicata a
In entrambi i casi, ma soprattutto con si spendono 5-6 euro. una clientela esigente. I tassisti la
Enjoy, il car sharing conviene rispetto Un’alternativa che non interessa a tutti, considerano concorrenza sleale: da cui le
all’auto di proprietà, a certe condizioni: se perché non garantisce le stesse comodità, sonore proteste delle scorse settimane. ¬

MEGLIO IL CAR SHARING O LA SECONDA AUTO?


Il car sharing permette di risparmiare denaro se diventa l’occasione per abbandonare l’auto di proprietà. Ma è possibile farlo?
In una città come Milano, con un trasporto pubblico efficiente, usare l’auto solo quando serve (invece di possederne una) può
essere davvero conveniente. Se si fanno pochi chilometri, magari anche tutti i giorni, averne una costa di più rispetto
al noleggio: fino a 3.000 km l’anno, Enjoy è più conveniente, sotto i 2.300 lo sono entrambe, considerando che non si paga
più la manutenzione, l’assicurazione, la benzina... e non si deve ammortizzare l’acquisto del mezzo. Il taxi è sempre più caro.

SOTTO I 3.000 KM ALL’ANNO IL CAR SHARING CONVIENE

Enjoy
A Milano una corsa
di 5 km (circa 20 minuti)
0 km auto di proprietà in un giorno feriale
car sharing (Enjoy) 3.000 km
diurno costa
10,76 €
COSA OFFRONO I DUE SERVIZI

0,25 € 0,10 € non è prevista 60 €


al minuto al minuto tariffa all’ora tariffa giornaliera
iscrizione in sosta provvisoria
0€
Enjoy 4 passeggeri

Enjoy
5 ,0 0 €
per un percorso
di 20 minuti
www.enjoy.eni.com

0,29 € 0,29 € 14,90 € 60 €


al minuto al minuto tariffa all’ora tariffa giornaliera
iscrizione in sosta provvisoria

5
19 € 2 passeggeri
CAr2go
,8 0 €
CAr2go per un percorso
di 20 minuti
www.car2go.com

10 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


Inchiesta

Filtrare?
Meglio di no
a si filtra, spesso, per essere

L
più sicuri di quello che si
beve. "Per bere acqua
buona", come ci ha detto una
socia, che ha fatto installare
un filtro domestico per limitare l'acquisto
di acqua minerale e il trasporto di pesanti
Siamo andati nelle case bottiglie fino al quarto piano. Spesso la
di una trentina di soci decisione di acquistare il filtro scatta
perché in casa sono arrivati dei bambini.
a verificare Ma lo si farebbe, se si sapesse che l'acqua
il funzionamento che esce dal filtro a volte è addirittura
meno buona di quella che ci entra?
degli impianti: Dalla nostra inchiesta è emerso infatti che
l'acqua filtrata può essere inquinata da
in quasi un terzo microrganismi, mentre quella
dei casi la qualità dell'acquedotto è risultata sempre in
regola. E il motivo è semplice: alcuni
dell'acqua peggiora. microrganismi, contrariamente a quanto
avviene nell'acqua corrente, possono
proliferare nel filtro. Per non parlare del
nostro socio di Genova, che si è ritrovato
nell'acqua arsenico rilasciato
dall'impianto, in quantità superiore, anche
se di poco, ai limiti di legge sull'acqua
potabile; così come altri due si sono

LA NOSTRA INCHIESTA
Installare un filtro per l'acqua potabile ne migliora
davvero la qualità?

UNA VISITA DI CONTROLLO


Sono 28 i soci che avevano fatto installare impianti
per filtrare l'acqua domestica di tipi diversi e ci
hanno aperto la porta di casa loro. Per ogni impianto
un tecnico specializzato ha effettuato due
campionamenti: un prelievo di acqua non trattata e
uno di acqua filtrata. I due campioni sono quindi stati
analizzati in un laboratorio indipendente, per
verificare se il filtro mantiene le promesse di
miglioramento dell'acqua previste nel suo caso. I
risultati sono nelle tabelle alle pagine 14 e 15.
I nomi e le informazioni sull'acquisto sono quelli che
ci hanno comunicato i soci.

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 279 Altroconsumo 11


Inchiesta
ritrovati nichel, che prima non c'era: lo filtri sono in grado di trattenerli, ma in conferma che l'acqua dell'acquedotto è
abbiamo scoperto con questa inchiesta e questa inchiesta non sono mai risultati buona: in nessun caso i campioni di acqua
lo abbiamo segnalato al ministero della presenti nell'acqua di rubinetto oltre le non filtrata presentavano problemi con i
Salute. Non vogliamo fare allarmismo: non quantità (minime) ammesse dalla legge e molti e stringenti parametri previsti dalla
si tratta di problemi che debbano spesso non sono risultati neanche legge, che ne garantiscono la qualità.
necessariamente far ammalare, anche se il rilevabili. I risultati dettagliati sono nelle
nichel può dare problemi a chi è allergico. schede alle pagine seguenti. Perché l'acqua può peggiorare
Tuttavia è ben paradossale pagare (fino a Della qualità dell’acqua che arriva nelle
3.000 euro) per rischiare di ottenere Non pensare alla salute nostre case è responsabile l’acquedotto,
un'acqua peggiore di quella che fornisce Lo abbiamo detto tante volte e anche i dati ma solo fino al contatore. Dal contatore al
l'acquedotto. di questa inchiesta lo confermano: l'acqua rubinetto (quindi di eventuali rilasci di
È vero che frequentemente si acquista potabile, nonostante tutto quello che se ne inquinanti legati al cattivo stato delle
l'impianto non per proteggere la salute, ma dice, in Italia deve sottostare a limiti tubature) è responsabile il proprietario
perché l'acqua del rubinetto ha un cattivo stringenti imposti dalla normativa (D.Lgs dell’immobile (o l’amministratore del
sapore (sa di cloro, per esempio) o perché 31/2001) ed è nella stragrande condominio), mentre dal rubinetto al
è molto calcarea e si teme che rovini gli maggioranza dei casi di buona qualità. Per bicchiere siamo responsabili solo noi stessi,
elettrodomestici. In questi casi molti filtri legge è controllata con frequenza dai nel caso decidiamo di ‘purificare’ l’acqua
svolgono la loro funzione, rimuovendo il gestori degli acquedotti e dalle Asl. da bere prima di consumarla. Ma è bene
calcare o il sapore cattivo, ma possono Non soltanto le nostre inchieste, ma anche averlo chiaro: trattare l’acqua di acquedotto
comunque provocare dei problemi: oltre i risultati delle analisi dei campioni che con filtri attraverso cui l'acqua passa apre la
all'inquinamento batterico, per esempio, riceviamo dai soci che sfruttano il nostro strada alla contaminazione batterica; gli
togliendo il calcare si può ottenere servizio di analisi dell'acqua (vedi box a impianti che si vantano di migliorare il
un'acqua impoverita di sali, anche di quelli pagina 15) mostrano che il timore che sapore dell’acqua, infatti, rimuovendo
utili alla salute, e più ricca di sodio. l'acqua che esce dai nostri rubinetti possa proprio i composti del cloro, aggiunti con
Quanto ad altri inquinanti (metalli, dare problemi alla salute sono quasi funzione disinfettante, che danno il
solventi, trialometani), è vero che molti sempre infondati. Anche questa inchiesta caratteristico sapore sgradevole,

DAI SOCI
"Sono tornato al rubinetto: e oggi è migliore"
Perché aveva deciso di comprare un filtro?
Perché l'acqua sapeva molto di cloro. Prima abbiamo fatto ricorso
a una brocca filtrante, ma non eravamo soddisfatti per due motivi:
primo, il filtro rilasciava una polvere nera; so che non è pericolosa,
ma non è neanche piacevole; secondo, la brocca ha una capienza
limitata: in pochi bicchieri finisce.

Sapeva che potevano esserci dei rischi?


Sicuramente non di rilascio di sostanze pericolose. Sapevo che
potevano esserci problemi di proliferazione di microrganismi se
Stefania Stefani, Isorella (BS) non si usa il filtro per qualche giorno.

"Ma adesso devo pagare la manutenzione" E ora che abbiamo trovato


una percentuale di arsenico
Perché aveva deciso di comprare un filtro? superiore a quella
Volevo essere più tranquilla sull'acqua che bevo, senza essere ammessa dalla legge che
obbligata a comprare acqua minerale: l'acqua del rubinetto a casa cosa ha deciso?
mia è molto calcarea e ha un leggero sentore di cloro. Ho smesso di usare il filtro
e sono tornato a bere
Ci sono stati problemi dopo l'acquisto? acqua di rubinetto.
Sì, perché quando ho acquistato e fatto installare l'impianto Il bello è che ho scoperto
l'accordo prevedeva che la manutenzione annuale fosse inclusa che l'acqua di Genova è
nel prezzo. Poi però, arrivato il momento della prima migliorata e oggi sa molto
manutenzione, ho scoperto che la ditta che me l'ha venduta aveva meno di cloro: adesso
chiuso i battenti, senza avvisare nessuno. lasciandola riposare per un
paio di ore il cattivo sapore
E quindi come fa per la manutenzione, che è importante? sparisce, quando ho
Mi sono rivolta direttamente al produttore, ma ora mi costa 85 comprato il filtro non era
euro ad uscita: e in più mi hanno suggerito di farla ogni sei mesi... Emanuele Strina, Genova
così.

12 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


inevitabilmente la rendono più vulnerabile Ma non basta: un filtro non ben progettato compresa nel prezzo, più spesso è esclusa.
alla proliferazione batterica. È così che sui può cedere le sostanze di cui sono Bisogna fare attenzione al momento
materiali dell’impianto, per quanto ben composte o ricoperte le parti che vengono dell'acquisto, controllando il contratto e le
progettati e manutenuti siano, si possono a contatto con l'acqua: è la spiegazione condizioni e chiedendo un preventivo
sviluppare colonie batteriche, che vengono dell'acqua filtrata risultata inquinata da scritto dei costi, che specifichi
rilasciate nell’acqua erogata. Lo arsenico o nichel. esplicitamente che cosa è incluso. Nelle
Pseudomonas aeruginosa, in particolare, presentazioni i produttori hanno l’obbligo
che è il microrganismo (un'alga) che Prezzi: alti e variabili di specificare tra l'altro le finalità cui
abbiamo trovato, anche se in piccola A volte il filtro è acquistato su consiglio di l'apparecchiatura è destinata, il periodo di
quantità, in ben sei campioni di acqua amici, a volte proposto durante una fiera o utilizzo e i valori garantiti dal trattamento.
filtrata, è un organismo molto persistente. in un centro commerciale, a volte perché un
Una volta colonizzato un impianto (o anche agente è venuto a casa e ha fatto una prova Che cosa fare?
solo un raccordo, una valvola, uno strato...) pratica, magari dopo una telefonata in cui è Chi ha dubbi generici può chiedere alla
difficilmente si riesce a debellare, se non stata annunciata una vincita: lei, proprio lei società che fornisce l'acqua i risultati delle
con una profonda sanificazione è stata scelta per la prova gratuita! E i analisi periodiche. Se l'acqua sa di cloro, si
dell’impianto stesso. Non è detto che questi prezzi? Decisamente non sono leggeri. E può lasciarla riposare per qualche tempo in
microrganismi facciano ammalare, anzi, oscillano molto, a seconda del tipo, ma una brocca: il cloro è infatti volatile ed
una persona sana normalmente non ne anche per lo stesso sistema: i nostro soci ci evapora rapidamente. Chi ha altri problemi
risente: ma il rischio di effetti sulla salute è hanno raccontato di avere speso tra i 250 e i può verificare sul nostro sito quali analisi
comunque maggiore per queste acque che 3.000 euro (qui includiamo tutti i tipi di possano servire a precisarne la causa, a
per l’acqua di rete. Per questo, tra l'altro, apparecchi), spese di installazione incluse. seconda del problema. Per il calcare, meglio
per chi usa un filtro per l'acqua domestica, Nelle schede abbiamo inserito i prezzi gli additivi anticalcare (in polvere, in
è consigliabile - oltre a curare con il indicativi aggiornati a oggi. Ci sono poi le tavolette...) da aggiungere agli
massimo scrupolo la manutenzione, prima spese di manutenzione (a cadenza variabile elettrodomestici o filtri da montare
regola per prevenire rischi - lasciare a seconda dell'impianto) e di sostituzione all'ingresso degli elettrodomestici più
scorrere per un po' l’acqua prima dell'uso. dei filtri: non sempre la manutenzione è vulnerabili al problema.

INTERVISTA

ACQUA IONIZZATA sfruttando i principi dell'elettrolisi, divide i


minerali presenti nell'acqua, separando da un
ALCALINA: COSA È? lato un'acqua alcalina, da bere, e dall'altro
un'acqua acida da scartare o da destinare ad
Da qualche tempo sono entrati in altri usi. Questo significa però che si beve
commercio dispositivi elettrici, detti un'acqua alterata nella composizione
"ionizzatori alcalini", che offrono la minerale, cioè particolarmente ricca di alcuni
produzione in casa di acqua ionizzata sali (quelli alcalini), ma impoverita di altri.
alcalina, cui vengono attribuite doti
eccezionalmente favorevoli (a volte quasi Ci sono dati scientifici a conferma dell'utilità
miracolose, stando a certe pubblicità) per la di bere quotidianamente acqua alcalina?
nostra salute. Chiariamo subito una cosa: gli unici (e
Ne abbiamo parlato con Giorgio Temporelli, scarsi) studi riguardano l'uso di acqua
Giorgio Temporelli, consulente tecnico alcalina per trattare alcune specifiche
fisico, esperto di acqua e consulente per i trattamenti dell'acqua
tecnico per i trattamenti malattie. Non esiste invece alcun dato che
(www.giorgiotemporelli.it). possa suggerire che il consumo quotidiano
di acqua alcalina porti benefici di alcun tipo
A che cosa servono gli ionizzatori? appropriata durante le diete, per assumere in una persona sana.
Gli ionizzatori d’acqua sono apparecchiature medicine, per l’alimentazione degli anziani; Ma non basta: non c'è neanche nessuna
compatte che, alimentate con l’acqua di rete essa verrebbe assorbita velocemente dal certezza sul fatto che ciò non possa alla
del rubinetto di casa, sono in grado di fegato e dagli altri organi interni e lunga provocare problemi.
erogare acque con varie gradazioni di pH, contribuirebbe a rallentare l’invecchiamento In effetti l'aspetto più importante per
cioè di acidità: da altamente acida (pH dell’organismo. un'acqua potabile è che sia equilibrata dal
inferiore a 7) ad alcalina forte (pH superiore a A sostegno di queste doti, però, non esiste punto di vista del contenuto di sali minerali,
7). L’acqua acida, secondo i produttori, una documentazione riconosciuta in ambito proprio quell'equilibrio che risulta alterato
avrebbe caratteristiche sterilizzanti, quindi scientifico. dagli apparecchi alcalinizzanti.
sarebbe indicata per lavarsi le mani, pulire Mentre Il grado di acidità dell'acqua che
alimenti ed utensili da cucina, sterilizzare Come funzionano? beviamo per il nostro organismo ha molto
piccole ferite e per annaffiare le piante. Lo ionizzatore non aggiunge alcuna meno significato di quanto si è portati a
L’acqua alcalina, invece, sarebbe molto sostanza chimica né minerale all'acqua: credere.

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 279 Altroconsumo 13


Inchiesta
COME LEGGERE LE TABELLE

Anno di installazione e prezzo Rilascio di sodio Vale per i fil- microrganismi da noi riscon- vo dei due proprietari. Arseni- n.d.: dato non disponibile (il
di acquisto Dati dichiarati dai tri a resina, in cui il calcio e il trati nell'acqua filtrata non im- co e nichel sono indicati filtro non lavora su questi in-
proprietari; n.d.: indica che il magnesio presenti nel calca- plica necessariamente un dan- quando ritrovati in misura quinanti).
dato non è disponibile. re sono sostituiti dal sodio no per la salute. superiore alla norma nell'acqua
aggiunto al filtro; quantità filtrata. Metalli, solventi, trialometa-
Durezza Abbiamo misurato la sempre sotto i limiti di legge. Problema riscontrato In un ni Sotto la soglia di legge nell'ac-
quantità di calcare all'ingres- apparecchio le resine erano Nitrati Tutta l'acqua in ingres- qua in ingresso, i filtri con valu-
so e all'uscita dal filtro. Per gli Inquinamento da microrgani- esaurite perché veniva utiliz- so era sotto la soglia di legge tazione positiva abbattono
apparecchi magnetici questa smi Abbiamo verificato la pre- zato dopo la scadenza ("da per i nitrati; i filtri a osmosi in- eventuali tracce inferiori; n.r.:
quantità è uguale perché non senza di microrganismi nell'ac- cambiare nel 2013"). Lo "Pseu- versa (non gli altri tipi) posso- non rilevabili in ingresso.
rimuovono il calcare, ma mo- qua sia prima sia dopo il domonas aeruginosus" è il no abbattere ulteriormente
dificano la sua struttura fisica. passaggio attraverso il filtro. microrganismo che abbiamo questi inquinanti, in misura Ottimo Mediocre
n.d.: dato non disponibile (il Nell'acqua in ingresso non ab- ritrovato nell'acqua in uscita maggiore o minore (da cui di-
Buono Pessimo
filtro non è concepito per ri- biamo mai riscontrato proble- da alcuni filtri. "Non soddisfa- pende la valutazione). n.r.: non
Accettabile
muovere il calcare). mi di rilievo; la presenza dei cente" è un giudizio soggetti- rilevabili nell'acqua in ingresso;

PER ABBATTERE IL CALCARE


C'è chi acquista un filtro centralizzato (generalmente per tutta l'acqua di casa) al preciso scopo di eliminare il calcare che incrosta
gli elettrodomestici: questa è in effetti un'azione utile, che ne allunga la durata e diminuisce i consumi di elettricità.

Rilascio di sodio
acquisto (euro)

Microrganismi
prima e dopo
installazione

Prezzo di

Durezza

(gradi F)
Anno di

(mg/l)
Problema
CITTÀ Nome e marca dell' impianto riscontrato
ADDOLCITORI A RESINE
BOVISIO MASCIAGO (MB) Manta Ecologica Manta Soft 2008 n.d. 31 - 31 0 C Resine esaurite
FIESSO D’ARTICO (VE) Electronic Sxt Fleck 5600 SXT 2013 n.d. 28 - 6 116 B
IVREA (TO) BWT Micro Rondomat 18 - BK Data 2012 832 28 - 13 79 D Pseudomonas a.
MOMBAROCCIO (PU) Acquanuova Ecosoftener 2007 3.179 35 - 1 0 D Pseudomonas a.
MONTELUPO FIORENTINO (FI) SIATA XPCL-01/07 2002 n.d. 35 - 13 114 B
REGGIO EMILIA Waterboss Chibro 2008 1.600 32 - 0 106 C
SALA BAGANZA (PR) Hytek hydrotechnologies 2012 900 26 - 7 84 B
SONA (VR) Culligan Medallist 915/50 2010 2.500 28 - 0 117 B
ADDOLCITORI MAGNETICI
MODENA Antical C25FX Mignon magnetico 2009 950 36 0 B "Non soddisfacente"
MONTESCUDAIO (PI) AQsystem ATK 2013 300 41 0 B "Non soddisfacente"
RUBIERA (RE) AQA total 1500 by Cillichemie 2004 2.500 36 0 B

A RESINE: DA RABBOCCARE PERIODICAMENTE MAGNETICI: GLI UNICI SENZA RISCHI BATTERICI


I più comuni apparecchi per addolcire l'acqua, vale a dire ridurne il Detti anche "elettrofisici" o "condizionatori elettromagnetici".
contenuto di calcare (carbonato di calcio) sono quelli che sfruttano Piuttosto compatti, si installano su un tratto esterno della
le "resine a scambio ionico". Le resine sono sostanze ricche di ioni tubazione a monte dell’impianto che si vuole proteggere dal
di sodio: l'acqua, che quando è calcarea è ricca di ioni di calcio, calcare. L'acqua di passaggio viene sottoposta a un campo
passando su queste resine cede ioni di calcio e magnesio, che magnetico che dovrebbe far sì che i cristalli di calcite (che formano
vengono sostituiti da ioni di sodio, creando così il carbonato di il calcare) si disgreghino in modo da non formare incrostazioni.
sodio, che non lascia depositi sulle tubature. L'impianto procede Hanno il vantaggio di non interferire sulla composizione chimica
quindi regolarmente alla "rigenerazione" delle resine, vale a dire a dell’acqua, agendo solo temporaneamente sullo stato fisico delle
risostituire gli ioni di calcio e magnesio delle resine con ioni di sodio molecole. Non è possibile misurarne l'efficacia, perché la quantità
(contiene un contenitore pieno di sale, da rabboccare di calcare è la stessa, prima e dopo il passaggio. A oggi, non ci sono
periodicamente). Gli svantaggi di questo sistema sono che è sistemi per valutarli: due dei proprietari però si sono detti non
ingombrante (può trovare spazio in una cantina o in un garage) e soddisfatti (le incrostazioni c'erano ancora). Non presentano rischi
che spesso rilascia un'acqua ricca di sodio. Oggi il costo è tra 1.500 di inquinamento batterico (il filtro è esterno al tubo). Oggi il costo è
e 2.000 euro, più 150-300 di installazione. tra 500 e 2.000 euro, più 150-300 euro per l'installazione.

14 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


Se hai dubbi, togliteli con noi
Altroconsumo ti permette di fare dall'acqua di casa tua e ti sarà suggerito in
analizzare in laboratorio l’acqua di casa tua, automatico il tipo di analisi chimico-fisiche
a un prezzo speciale. da effettuare.
Un servizio unico, sicuro e imparziale.
Puoi acquistare un pacchetto di analisi a
Vai su altroconsumo.it/alimentazione/ un prezzo convenzionato vantaggioso, che
acqua e chiedi un preventivo. La procedura va da 33 a 309 euro, a seconda dei
è semplice e intuitiva. E se non sai quali parametri scelti. Se coinvolgi il condominio
specifici parametri far analizzare, non puoi dividere la spesa tra tutti.
preoccuparti: inserisci i problemi presentati

www.altroconsumo.it/alimentazione/acqua

PER ELIMINARE INQUINANTI E MIGLIORARE IL SAPORE


Ci sono due tipi di filtro in grado di trattenere le molecole di eventualii inquinanti presenti nell'acqua: a osmosi e a carbone attivo.
Quelli a osmosi agiscono anche verso le molecole più piccole, eliminando metalli inquinanti come arsenico, cromo o ferro.

Metalli (NI, As, Cr)


acquisto (euro)

Microrganismi
prima e dopo
installazione

Trialometani
Prezzo di

Solventi
Durezza

(gradi F)
Anno di

Nitrati

Problema
CITTÀ Nome e marca dell' impianto riscontrato
OSMOSI INVERSA
ASSAMINI (CA) Aquanova Osmy 2008 2.800 11 - 1 n.r. n.r. n.r. n.r. D Pseudomonas a.
CASTELNUOVO MAGRA (SP) Frizzy - Osmo Purity bis 2008 1.500 25 - 8 n.r. n.r. n.r. B B
GARBAGNATE MILANESE (MI) Culligan AC 30 2002 n.d. 9-3 B B C n.r. B
GIUSSANO (MB) Acqua Life Gold Slim SZ 2010 3.088 34 - 2 B B B B B
ISORELLA (BS) OsmoSlim 2011 2.890 22 - 3 n.r. B n.r. n.r. D Pseudomonas a.
MARENE (CN) Beta Group - OSMO3 System 2009 2.995 24 - 7 n.r. B n.r. C C Pseudomonas a.
MILANO Cillit-Bonaqua gold S 2010 600 27 - 5 C B B C B
MODENA Oro Blu 2010 1.400 36 - 32 C n.r. n.r. n.r. B
RONCIGLIONE (VT) Bravo -UV 2010 1.200 13 - 0 n.r. B n.r. B B
TIVOLI TERME (RM) Frizzy - Osmo C108 2011 3.000 29 - 17 n.r. n.r. n.r. C B
TORINO Acquapura 2010 2.990 26 - 8 C B n.r. C D Pseudomonas a.
FILTRI COMPOSITI
BRESSANA BOTTARONE (PV) Delfino Jazz, filtro Delfy pure 2009 2.700 57 - 56 C C n.r. B B
GENOVA General Ecology Seagull IV X-1F 2010 280 n.d. n.d. E n.r. A B Arsenico
MONTESCUDAIO (PI) AQsystem AQ5 2013 350 40-41 n.d. E n.r. A C Nichel
NETTUNO (RM) Safewater kitchen 2013 2.900 13 - 12 C C n.r. C B
PIOMBINO (LI) Amway eSpring 2012 900 n.d. n.d. E n.r. B C Nichel
TODI (PG) Niagara aquapur 50 2002 n.d. 2 C n.r. n.r. B B

A OSMOSI: FILTRANO ANCHE MOLECOLE PICCOLE FILTRI COMPOSITI: SE IL PROBLEMA È IL GUSTO


Sono impianti piuttosto delicati e costosi, composti di più serie di Spesso dotati di filtri a carboni attivi, trattengono le molecole di
filtri per trattenere i diversi inquinanti. Negli anni si sono ridotti di dimensioni maggiori, come i composti del cloro, responsabili del
dimensione e oggi si trovano filtri che si possono installare sotto il cattivo sapore. Molto suscettibili all'inquinamento batterico: spesso
lavello della cucina per filtrare l'acqua a uso alimentare. Il costo è sono abbinati a una lampada a raggi UV che sterilizza l'acqua.
circa tra 1.500 e 2.500 euro, più 150-300 di installazione. Costo variabile: il semplice filtro a carbone attivo 80-200 euro.

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 279 Altroconsumo 15


Inchiesta

Carne responsabile
Il benessere degli animali
è un elemento importante
anche per la qualità della
carne. C’è una legge
europea, ma anche molti
aspetti critici.

n numero enorme di

U
animali, circa 70 miliardi,
viene allevato ogni anno nel
mondo per la nostra
alimentazione. La maggior
parte della carne, del latte, dei formaggi e
delle uova che acquistiamo proviene da
allevamenti intensivi, cioè che utilizzano
tecniche industriali per ottenere la
massima quantità di prodotto al minimo
costo, utilizzando il minor spazio
possibile. Negli ultimi anni, questa pratica
è stata oggetto di numerose critiche, sia di
carattere ambientale, sia di carattere etico
per le condizioni in cui sono costretti gli
animali. A partire dagli anni novanta
l’Unione Europea ha emanato diverse
norme sul benessere degli animali negli
allevamenti, per evitare il più possibile
pratiche crudeli e per garantire uno
standard minimo di qualità di vita degli
animali. L’esigenza di regolamentare lo
standard di benessere non nasce solo su
istanze etiche ma anche per rispondere a
esigenze di sicurezza alimentare e di
qualità: molti studi hanno dimostrato che
condizioni di vita difficili portano a un
aumento di malattie negli allevamenti e a
un generale abbassamento della qualità

16 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


della carne, dovuto alla reazione Qui in basso alcuni esempi di
fisiologica dell’animale davanti a etichette che possono confondere
situazioni di stress. L’eccessivo il consumatore rispetto al sistema
sfruttamento, inoltre, richiede un uso di allevamento. Immagini
massiccio di farmaci antibiotici, che non bucoliche, diciture vaghe o
solo possono contaminare ciò che patriottiche non sono garanzia di
mangiamo, ma entrano nell’ambiente. migliori condizioni per gli animali.

La legge europea
Dalle condizioni di vita nell’allevamento
(requisiti minimi di spazio necessario,
luce, acqua, cibo…), al trasporto (spazio
nel camion, presenza di abbeveratoi, soste
obbligatorie…), alle regole per una
macellazione senza sofferenza (metodi per
rendere incosciente l’animale, presenza di
zone appartate dedicate…), la legge
europea comprende e regolamenta
moltissimi aspetti che possono essere
critici o fonte di sofferenze per gli animali, Alcuni produttori si impegnano
imponendo norme minime per la loro per garantire uno standard di
protezione. A questo si aggiungono i benessere migliore rispetto ai
controlli pubblici, che in Italia sono di requisiti di legge. E non si
competenza dei servizi veterinari dimenticano di dircelo.
territorialmente competenti all’interno del
“Piano nazionale per il benessere
animale”: questi sono tenuti a verificare
che gli allevatori osservino le disposizioni
di legge e a garantire la loro formazione.
Anche l’Efsa, l’Autorità europea per la
sicurezza alimentare, si occupa di questa
materia, grazie a uno specifico gruppo di
esperti di salute e benessere degli animali ECCO COSA PUOI FARE
che fornisce periodicamente pareri
indipendenti alla Commissione europea, Le condizioni di vita degli animali incidono sulla qualità della carne. Trattarli bene
aggiornandola sulle eventuali criticità significa limitare l’eventualità che possano ammalarsi e il ricorso a farmaci che possono
ancora non risolte. Per questo, le regole lasciare residui. Con le nostre scelte possiamo innescare una spirale virtuosa.
sul benessere degli animali sono Impara a mangiare meno carne. La
continuamente aggiornate. nostra è ormai un’alimentazione
iperproteica, che impone un ritmo di
La strada è ancora lunga produzione non più sostenibile (oltre a
Va tutto bene dunque? “Non direi. Gli
farci ammalare per l’eccessivo consumo
animali nei nostri allevamenti vivono
di grassi saturi).
ancora in condizioni che provocano molte
sofferenze”, dichiara Annamaria Pisapia,
Scegli con consapevolezza, leggendo
direttore della sede italiana di Compassion
l’etichetta o chiedendo informazioni al
in World Farming, un’organizzazione non
tuo supermercato o macellaio di fiducia.
governativa che si occupa del benessere
degli animali. “La legge europea in alcuni
Varia i tipi di animali e le razze. Acquista
casi non è sufficientemente protettiva, e
anche carni alternative e tagli meno noti
anche quando lo è spesso non viene
per evitare inutili sprechi.
rispettata. Per esempio, quando nel 2012
sono entrate in vigore le nuove
Preferisci carni con informazioni chiare
disposizioni sulle gabbie delle galline
in etichetta sulla tracciabilità del
ovaiole (più grandi, dotate di nidi,
prodotto. Non farti ingannare da
paglia...) in Italia nessuno aveva attuato le
immagini bucoliche quanto generiche.
migliorie richieste. C’è voluto un richiamo
da parte dell’Europa per mettere fine a
questa situazione e ancora adesso il Ci sono cibi, anche prelibati, frutto di
ministero non ha pubblicato i dati ufficiali pratiche crudeli. Il fois gras, per esempio,
sulle conformità, quindi non sappiamo è ottenuto ingozzando di cibo le oche per
come stiano davvero le cose”. molti giorni, con un tubo inserito nella
Uno dei motivi principali per cui gli gola. È bene esserne consapevoli.
allevatori sono riluttanti ad adeguarsi alle

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 279 Altroconsumo 17


Inchiesta
norme sul benessere è il loro costo, spesso
Il benessere delle galline troppo oneroso per chi lavora in un
mercato dove la carne è un bene
Le uova sono al momento l’unico alimento di origine animale abbondante e sempre meno caro. “La Vogliamo
normativa sul benessere animale è
etichettato secondo il metodo di produzione. Ci sono quattro
tipologie: le trovate anche sul codice marchiato sul guscio. dettagliata e stringente, ma il mondo l’etichetta
produttivo non riesce a starle dietro”,
conferma Guerino Lombardi, responsabile
sul metodo
del centro di referenza sul benessere di
animale dell’Istituto Zooprofilattico della
Lombardia e dell’Emilia Romagna,
produzione
“Bisogna trovare una soluzione: in questi
anni, vuoi anche per il particolare
contesto economico, molti allevamenti
hanno chiuso per l’impossibilità di
affrontare gli adeguamenti richiesti”.

Ancora pratiche vietate


Compassion in World Farming ha
recentemente denunciato la pratica
illegale del taglio della coda negli
allevamenti italiani di suini. Questa
pratica è stata per anni utilizzata per
prevenire episodi di cannibalismo tra

DALL’ALLEVAMENTO ALLA MACELLAZIONE


La legge europea prevede il rispetto di regole precise, per
garantire un livello di benessere minimo adeguato.

UOVA DA ALLEVAMENTO BIOLOGICO


Le galline ovaiole hanno accesso quotidiano all’esterno con
spazio di almeno 4 metri quadrati per gallina, nidi, trespoli,
lettiere, massimo 6 galline per metro quadrato al coperto,
mangime biologico (codice 0 sul guscio).

UOVA DA ALLEVAMENTO ALL’APERTO


Accesso quotidiano all’aperto con spazio di almeno 2,5 metri
quadrati per gallina, nidi, trespoli, lettiere, riparo in caso di
intemperie, abbeveratoi. Ricovero notturno al coperto (codice
1 sul guscio).

UOVA DA ALLEVAMENTO A TERRA


Le galline sono allevate a terra, senza gabbie, ma in capannoni
chiusi senza accesso all’esterno. La densità massima prevista
dalla legge è di 9 galline per metro quadrato. Previsti nidi,
trespoli e lettiere (codice 2 sul guscio).
ALLEVAMENTO
L’allevamento deve essere in regola con le norme
UOVA DA ALLEVAMENTO IN GABBIA sul benessere animale che si basano sul concetto
Le galline in batteria sono chiuse in gabbie impilate in file delle 5 libertà: assenza di fame, sete e cattiva
verticali. Consentite 13 galline per metro quadrato Dal 2012 nutrizione; presenza di ricoveri adeguati e
sono obbligatori “arricchimenti ambientali” come un piccolo comfort; assenza di malattie e ferite; assenza di
posatoio, lettiera e nido (codice 3 sul guscio). paura e ansia; possibilità di esprimere
comportamenti naturali.

18 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


animali, ma con le nuove norme sulla una pratica usata per evitare che i suini si l’eccessivo consumo di carne e non
presenza di arricchimenti ambientali negli feriscano e quindi soffrano e si ammalino sprecare sono comportamenti semplici ma
allevamenti dovrebbe essere riservata di più. È vero che in teoria è vietata, ma in efficaci, soprattutto se sempre più persone
soltanto a casi eccezionali. “In realtà pratica la legge dice che in particolari vengono informate e sensibilizzate. Su una
queste mutilazioni sono la routine negli condizioni è ancora ammissibile farla. cosa siamo tutti d’accordo: bisogna
allevamenti intensivi, dove gli animali, Quindi è l’allevatore che valuta, con l’aiuto colmare una grave lacuna di trasparenza
vivendo in recinti angusti, spogli, privi di di un veterinario, la necessità di praticarla. dell’etichetta, rendendo obbligatoria
paglia, non sono in grado di esprimere i Ma è anche vero che, se le strutture e la un’indicazione univoca sul metodo di
loro bisogni naturali e quindi iniziano a gestione globale dell’allevamento fossero produzione della carne e dei latticini che
mordersi a vicenda”, spiega Annnamaria adeguate, non sarebbe più necessaria”. consumiamo, così come c’è oggi per le
Pisapia, “Abbiamo girato una video uova. Spiega ancora Guerino Lombardi
inchiesta in 11 allevamenti italiani: Più trasparenza in etichetta “Nel nostro istituto monitoriamo il
nessuno rispettava la legge europea. I Insomma, al di là delle diverse posizioni, benessere delle vacche da latte con l’idea
maiali erano sempre mutilati e vivevano in più o meno critiche, emerge con chiarezza di creare un indice numerico che esprima
spazi stretti e spogli”. Basterebbe, quindi, la necessità di migliorare ancora le il grado di benessere dell’allevamento, che
arricchire l’ambiente di materiali e spazi condizioni degli animali d’allevamento. possa poi essere riportato in etichetta”.
adeguati per garantire un maggior “Lo scopo finale della normativa è Qualcosa si sta muovendo: il progetto di
benessere di questi animali ed evitare le determinare i requisiti minimi di qualità creare una scala numerica in grado di
mutilazioni preventive. “Ci sembra che degli allevamenti e di stimolare gli rendere immediata l’indicazione del livello
manchi la volontà politica di cambiare le allevatori a fare di più”, continua del benessere animale è allo studio a
cose, sanzionando davvero gli allevatori Lombardi dell’Istituto zooprofilattico. livello europeo. L’impegno dovrebbe
che non rispettano le regole”, rincara Anche le nostre scelte alimentari concludersi con la formulazione di una
Pisapia. Non è del tutto d’accordo Guerino influenzano il benessere animale: nuova etichetta che contempli anche
Lombardi:“Il taglio della coda in realtà è scegliere con attenzione, ridurre l’aspetto del benessere animale. ¬

TRASPORTO
Anche durante il trasporto bisogna garantire
benessere. I mezzi di trasporto utilizzati devono
essere ben ventilati e in grado di proteggere gli
animali dalle intemperie, facili da pulire,
progettati in modo tale che gli animali non
possano ferirsi. Gli animali devono potersi
abbeverare e riposarsi con soste adeguate,
soprattutto nei viaggi lunghi. Se non sono
trasportati in modo corretto possono ferirsi o
procurarsi ematomi, rendendo più basso il
valore commerciale della loro carne.

MACELLAZIONE
Anche la macellazione deve avvenire secondo regole
precise che evitino inutili sofferenze. Tra le diverse
pratiche obbligatorie c’è anche quella di stordire
l’animale prima di abbatterlo. Una scorretta gestione del
momento della macellazione può peggiorare la qualità
della carne. Condizioni di eccessivo nervosismo e agenti
stressanti (digiuno e trasporto prolungato,
affaticamento, lotte...), per esempio, possono far
apparire nella carne difetti come grumi di sangue o
rendere la carne scura, molto compatta e asciutta (per
un improvviso abbassamento dei livelli di glicogeno).

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 279 Altroconsumo 19


Inchiesta

TI BUTTO
ma per riciclarti
La raccolta degli abiti smessi serve ad aiutare chi ha bisogno e reintroduce
nel mercato preziose risorse. Pensaci, quando smetti di usare un vestito.

n aiuto per le persone 600 grammi di vestiti smessi a persona

U bisognose. Di solito è questo


il motivo che spinge i
cittadini a donare alle
parrocchie gli abiti smessi o
all’anno, un dato inferiore alla media
europea, soprattutto se si considera che il
consumo di prodotti tessili nostrano è
piuttosto elevato (circa 14 chili a persona
a metterli nei cassonetti per la raccolta in un anno). Se incentivata, la raccolta di
degli indumenti usati. Un comportamento abiti usati potrebbe facilmente
meritevole, che dovremmo adottare tutti: raggiungere i 5- 6 chili l’anno a persona,
con un piccolissimo sforzo - quello di riducendo così notevolmente l’impatto
raccogliere ciò che non ci serve più e ecologico di questi rifiuti. Per questo,
portarlo al cassonetto più vicino - incrementare la raccolta dei vestiti, e RIVENDUTI
contribuiamo anche a inquinare meno. I quindi ridurre la percentuale di tessile che
vestiti usati, infatti, oltre a essere donati finisce nella pattumiera comune, è
così come sono a chi ne ha bisogno, diventato un obiettivo delle
possono anche essere rivenduti (sempre amministrazioni locali. Purtroppo, però, i
per una buona causa) o riciclati per farne, cittadini non sono abbastanza informati
per esempio, materiali per l’edilizia della sua importanza.
ecologica. Purtroppo, però, non è tutto
oro quel che luccica: i capi di Che fine fanno quelli raccolti
abbigliamento usati rappresentano anche Molti capi che accumuliamo nell’armadio
un business, come ci racconta Stefania hanno una durata abbastanza breve, e
Tiozzo dell’onlus Humana nell’intervista a presto diventano rifiuti. Il riciclo di
pagina 22. Per questo, quando si dona, è indumenti permette di risparmiare le
importante accertarsi delle finalità non risorse necessarie alla produzione di
lucrative di chi gestisce i cassonetti. nuovi. Esistono organizzazioni che si Gli indumenti raccolti
occupano del servizio di raccolta dei vengono igienizzati e
Ne ricicliamo troppo pochi tessuti e delle scarpe, attraverso la suddivisi per qualità e
Anche i vestiti smessi possono essere distribuzione di appositi sacchi presso i tipologia.
riciclati, al pari di altri rifiuti preziosi condomini e provvedendo poi al ritiro in La maggioranza (68%) viene
come carta, plastica, vetro e alluminio. Il giorni stabiliti, oppure attraverso riutilizzata come usato e
riciclo degli abiti usati, però, è poco cassonetti in strada dove deporre i vestiti finisce nelle bancarelle
avviato, nonostante la legge Ronchi ne vecchi. Molte sono a carattere benefico ambulanti, dove viene
abbia sancito il trattamento come rifiuto (come Croce Rossa, Caritas...), altre invece rivenduta a prezzo ridotto.
nel lontano 1994. lo fanno solo per riciclare.
Secondo la stima di Humana, onlus che Prima di essere riciclati, gli indumenti
promuove la cultura della solidarietà e usati raccolti sono sottoposti a una
dello sviluppo sostenibile, soltanto il cernita. I capi in buone condizioni sono
12% dei rifiuti tessili viene riciclato. In riproposti sul mercato come abiti di
Italia, si raccolgono soltanto un chilo e seconda mano. Quelli non più

20 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


Dove finiscono i vestiti che gettiamo nel cassonetto

10%
20-30%

50-70%

DONATI AI BISOGNOSI INVIATI OLTRECONFINE RICICLATI SPEDITI IN DISCARICA

Alcune associazioni I capi estivi in buono stato Il 25% dei vestiti smessi Il 10% dei capi smessi, se
caritatevoli (come Croce generalmente sono spediti viene riciclato. Le stoffe inviato all’inceneritore, viene
Rossa, Caritas...) si ad associazioni senza scopo sono vendute a ditte bruciato per recuperare
occupano di raccogliere gli di lucro in Africa e qui specializzate e autorizzate energia. Purtroppo, però, in
abiti usati per poi donarli alle distribuiti gratuitamente al riciclaggio. Se ne ricava Italia è ancora molto diffuso
persone bisognose, anche oppure venduti a prezzi pezzame ad uso industriale l’uso delle discariche, dove
tramite l’intervento di molto contenuti. Il denaro oppure, per la maggior un tessuto impiega
associazioni del terzo ricavato è reinvestito in parte, si ottengono fibre, moltissimi anni per
settore. progetti nei Paesi in via di riutilizzate nel settore decomporsi (circa un anno
sviluppo. I capi invernali edilizio (tapparelle, pannelli per cotone o lana, fino a
sono smerciati in Europa. isolanti...). centinaia di anni per un
tessuto sintetico).

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 279 Altroconsumo 21


Inchiesta

riciclando fonte: Fondazione per lo sviluppo sostenibile, rapporto “L’italia del riciclo 2011”

= + +
si risparmiano

1 kg 6.000 ℓ 200 g 300 g


di acqua di pesticidi
di vestiti di fertilizzanti

STEFANIA TIOZZO, RESPONSABILE COMUNICAZIONE HUMANA ITALIA

spendono 18 centesimi per ogni chilo di abiti il resto serve per guadagnarci. Il cittadino
da smaltire da moltiplicare per le tonnellate pensa di sostenere una causa sociale e poi
di abiti smessi. Invece, se lo doniamo a non è così: in realtà è ingannato.
un’associazione no profit facciamo una
scelta costruttiva: nel caso di Humana Come si fa a capire se il contenitore sotto
l’obiettivo è la cooperazione internazionale, casa è autorizzato o abusivo?
ma ne esistono altre con diverse attività. E Devono essere indicati i recapiti telefonici e
facendo questa seconda scelta ne beneficia il sito web dell’azienda. C’è da insospettirsi
anche l’ambiente: un capo recuperato è se è indicato soltanto un numero di cellulare
riutilizzabile sia come indumento sia come o se manca l’indirizzo fisico della società. E
fibra. Per ogni chilo di abiti recuperati si poi deve essere indicata la finalità
risparmiano 6 mila litri di acqua e si riducono dell’iniziativa. Sul nostro sito (humanaitalia.
pesticidi, fertilizzanti e anidride carbonica. org) c’è un esempio di come dovrebbe
Un abito usato ha un triplice apparire un contenitore autorizzato. Per chi
impatto: sociale, economico Perché allora si parla soprattutto di desidera maggiori informazioni sulle nostre
beneficenza e poco di benefici ambientali? attività può contattarci via email o
e ambientale. È vero, perché l’ambiente in effetti non è la telefonicamente: noi rendiamo ufficiale la
Aderendo alla raccolta funzione primaria per cui nasce la raccolta documentazione di tutti i progetti finanziati
facciamo una scelta dei vestiti usati, anche se contribuisce ad
aumentare la quota di differenziata gestita
perché siano il più trasparenti possibile. Chi
ha dubbi sulla conformità del contenitore
costruttiva, a favore di tutti. dai Comuni. Dal canto nostro, cerchiamo di sotto casa può anche verificarne la
dare tutte le informazioni sull’importanza regolarità telefonando al proprio Comune,
della raccolta dell’usato attraverso i che possiede la mappatura completa dei
contenitori, il nostro sito, le newsletter e le contenitori autorizzati.
pubblicazioni, ma è vero che si dovrebbe
Ci racconti cosa fa un’associazione come fare di più. È un vero peccato, perché il Collaborate anche con le catene di
Humana? tessile ha un potenziale molto elevato, ma abbigliamento?
Ci occupiamo di cooperazione poco riconosciuto. Serve una maggiore Abbiamo realizzato diverse campagne. Le
internazionale, siamo presenti in 43 paesi. collaborazione da parte dei Comuni. aziende fanno un’operazione di marketing
La raccolta degli abiti usati è uno strumento per vendere i propri prodotti, ma allo stesso
per realizzare i progetti, anzi è il principale Gli abiti usati attirano anche i truffatori? tempo offrono la possibilità ai clienti di
canale per raccogliere i fondi necessari. Il Purtroppo sì. Per evitare gli abusivi, bisogna sostenere un progetto con un obiettivo
40% dei proventi arriva proprio dagli abiti sempre verificare a chi si stanno donando i sociale: tu mi porti il tuo capo usato e io ti
raccolti, il resto sono donazioni. vestiti smessi, leggendo le informazioni sul regalo un buono acquisto da spendere in
contenitore degli abiti usati, perché non negozio. Ma i consumatori devono
I vestiti usati, oltre a essere un rifiuto, sono sempre sono autorizzati. Ce ne sono poi informarsi bene, perché a volte le aziende
anche una risorsa? alcuni che sono in regola, ma sono poco devolvono solo una minima quantità del
Se buttiamo un vestito usato generiamo un trasparenti sull’attività che svolgono: ricavato a cause sociali. Noi rendiamo
costo a carico dell’amministrazione magari all’obiettivo sociale viene destinata sempre noti i risultati di questo genere di
comunale: in media le amministrazioni solo una piccola parte dei proventi, mentre operazioni, attraverso la stampa.

22 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


utilizzabili, invece, ricevono una nuova La moda low cost
vita come fibre tessili o sono Anche la moda low cost, purtroppo, LE CATENE E L’USATO
convertiti in altri prodotti, ad contribuisce all’eccesso di rifiuti tessili e al
esempio stracci per la pulizia. Le suo mercato illecito. La moda a basso La moda del riciclo ha coinvolto anche
fibre riciclate di cellulosa, cotone e prezzo, infatti, favorisce la diffusione dei diverse catene di abbigliamento, come
lana possono essere riutilizzate in capi usati, perché quando si spende poco H&M, Ovs, Intimissimi, Calzedonia, per
molti indumenti. per un vestito si è più inclini a cambiare il citarne alcune, che negli ultimi anni
Ricordiamo anche che la raccolta dei guardaroba con facilità. Senza contare che hanno avviato campagne di raccolta
vestiti usati da parte di queste associazioni il basso prezzo, che a noi conviene e mette degli abiti usati.
permette anche di dare lavoro a persone in moto i consumi, ha in realtà un costo Per le aziende si tratta anche di una
in situazione di disagio sociale. umano molto elevato, perché deriva dalla strategia di marketing, visto che di
produzione in Paesi come Cina, Vietnam, solito spingono il cliente a un acquisto di
Attenzione agli abusivi Bangladesh o Sri Lanka, dove la forza merce nuova, offrendo in cambio un
I contenitori per la raccolta di vestiti usati lavoro è spesso poco tutelata e buono spesa. Resta il fatto che queste
che si trovano per strada sono autorizzati sottopagata. Per questo è ancora più iniziative hanno il merito di
dal Comune, ma capita anche di trovarne importante imparare alcune regole per sensibilizzare e informare una clientela
di abusivi. Si tratta di contenitori piazzati ottenere il meglio dagli abiti che non poco consapevole dell’uso degli abiti
sui marciapiedi e nei parcheggi per i quali indossiamo più. usati come risorsa. Solo H&M rivela una
non è stato rilasciato alcun permesso di certa trasparenza e inserisce la raccolta
occcupazione del suolo Le regole per non sprecare nulla di indumenti usati in una strategia
pubblico né pagato il corrispettivo dovuto. Il cambio del guardaroba in primavera e in globale di responsabilità sociale. Per
A volte questi contenitori rappresentano autunno è un’ottima occasione per fare la altre catene (Intimissimi, Prénatal,
un pericolo o un intralcio per auto e cernita dell’usato. Si stima che circa un Calzedonia e Oviesse ) non abbiamo
pedoni, perché sono collocati in luoghi quinto degli abiti nell’armadio non trovato sufficienti indizi di buona
non adatti. vengano utilizzati praticamente mai. condotta etica. L’impegno etico e
I Comuni autorizzano solo un certo Insomma sono un rifiuto pronto per sociale richiede risorse, che non tutte le
numero di cassonetti, tutti gli altri sono essere buttato. Tutta questa stoffa può aziende sono in grado di garantire. Un
abusivi e devono essere rimossi. essere riutilizzata e avere nuova vita: segnale positivo è la collaborazione
La Polizia locale si occupa di dare le tutto è meglio del destino in pattumiera. diffusa con I:CO, un’organizzazione che
dovute sanzioni, ma il ripetersi di questi - Se il capo è in buono stato prova a si occupa della raccolta di abiti usati in
incidenti fa pensare che dietro alla rivenderlo presso un negozio dell’usato o a tutto il mondo.
raccolta ci sia un cospicuo giro d’affari. scambiarlo con amici e parenti.
Gli abiti usati di questi cassonetti non - Metti l’usato in sacchetti ben chiusi
finiscono ai poveri, ma fanno il giro di (anche gli accessori e le scarpe) e portali
interi continenti, diventano merce, che nei contenitori della raccolta; assicurati,
viene smistata all’interno di un circuito però, che si tratti di un servizio
industriale dei vestiti di seconda mano. autorizzato: cerca sempre il logo delle
Il settore si sta rivelando un business associazioni caritatevoli. Se hai dubbi,
appetibile, che attira associazioni e contatta il tuo Comune e chiedi se quel
privati, che a volte approfittano di una cassonetto è autorizzato. Puoi anche
legislazione poco chiara, che non facilita denunciare alla Polizia municipale
chi opera correttamente. Per questo è eventuali casi sospetti.
importante accertarsi dell’ufficialità del - Ricorda che i contenitori degli abiti usati
cassonetto in cui si depongono i vestiti. non sono una discarica: non portare rifiuti
di altro tipo. ¬
Un traffico illecito
I vestiti usati possono finire in un traffico
illecito ed essere introdotti illegalmente in
altri Paesi, aggirando le tariffe doganali e
le moratorie.
L’importazione illegale ha anche effetti
Impara con noi
dannosi sullo sviluppo dei settori tessili Non sempre è facile capire dove devono
nei Paesi in via di sviluppo, cui spesso essere gettate le confezioni vuote degli
sono destinati gli abiti di seconda mano. alimenti e dei detersivi.
Diverse inchieste hanno rivelato Nell’indifferenziata? Con la carta? Oppure
l’esistenza di flussi di indumenti esportati con la plastica o il vetro?
grazie a un sistema di falsificazione di Segui il nostro video: la raccolta
bolle di trasporto e di registri. Il traffico differenziata non avrà più segreti per te e
clandestino favorisce anche gli illeciti diventerà un gesto facile e intuitivo.
ambientali, perché spesso gli scarti
vengono incendiati o abbandonati lungo le
rotte dei camion che li trasportano
oltreconfine. www.altroconsumo.it/casa-energia

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 279 Altroconsumo 23


Guida

Il piacere tutta una questione di sbalzi

della casa isolata


È
termici. Una casa in cui sono
ridotti al minimo è una casa
ben isolata. Si hanno così
poche perdite di calore in
inverno e un limitato ingresso di caldo in
estate, e la temperatura interna si
Guida agli interventi su tetto, pareti e pavimenti, che
mantiene il più possibile costante e riducono le dispersioni di energia e i costi in bolletta.
omogenea. In un’abitazione di questo
genere regnano il comfort e l’efficienza
energetica, le bollette si alleggeriscono e
l’ambiente ringrazia. L’altro lato della dell’investimento: per dieci anni infatti si partire dal 1° gennaio 2015. Restano invece
medaglia è che gli interventi strutturali di può detrarre, tramite la dichiarazione dei del 65% fino al 30 giugno del prossimo
isolamento termico degli edifici sono redditi, in totale il 65% della spesa per gli anno, se l’intervento riguarda tutto il
molto costosi e con questi chiari di luna interventi di riqualificazione energetica (e condominio. Nonostante queste
poche famiglie possono permetterseli, di ristrutturazione in generale) effettuati consistenti agevolazioni e la prospettiva di
nonostante con i bonus fiscali si riesca a entro la fine di quest’anno; le detrazioni ridurre i consumi e di più che dimezzare
recuperare nel tempo più della metà scendono al 50% se l’opera eseguite a le bollette, ben l’88% delle famiglie italiane

24 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


QUANTO SONO VERDI I MATERIALI ISOLANTI?
Anche gli isolanti hanno un impatto ambientale. cinque volte inferiori rispetto a quelle del COME LEGGERE
Se ne parla poco perché si insiste (giustamente) poliuretano. Naturale però non significa LA TABELLA
sul fatto che l’isolamento termico degli edifici ha che non abbiamo subìto processi di lavorazione
risvolti ecologici molto positivi. e trasformazione, prima di essere utilizzati Impatto basso

nell’edilizia. Infatti, anche se inferiore, hanno Nella media


Impatto alto
Non tutti gli isolanti sono uguali, in termini di comunque un certo impatto sull’ambiente.
efficacia, di costi e neanche di impatto ambientale.
Per esempio il poliuretano - il materiale isolante
che, a parità di spessore, garantisce la maggiore L’IMPATTO AMBIENTALE DEGLI ISOLANTI
protezione contro le dispersioni termiche - è Confronto tra materiali a parità di performance
quello con un profilo ecologico meno verde,

dell’atmosfera (kg)
Energia impiegata
tenendo conto di tutto il ciclo di vita: produzione,

Consumo d’acqua

Rifiuti pericolosi

Emissioni di CO₂
utilizzo e smaltimento.

Acidificazione

Inquinamento
dell’aria (m³)
Questo non deve indurre a credere che sia meglio
non usarlo, perché in fin dei conti la maggiore
efficacia (e quindi il risparmio di energia che

Peso

(litri)
(MJ)

(kg)

(kg)
garantisce) e il più alto impatto ambientale Materiali
rispetto ad altri prodotti sono aspetti che si cellulosa 10 101 26 0 1 0,01 97
compensano. Anche il polistirolo (polistirene canapa 9 167 24 0,04 9 0,07 1.148
espanso), che condivide con il poliuretano l’origine naturali
lino 4 249 51 0,07 5 0,04 562
petrolchimica, non può essere annoverato tra i
maggiori amici dell’ambiente, come del resto altri fibre di legno 12 240 29 0 11 0,06 1.661
materiali sintetici. lana di vetro 11 89 33 0,01 3 0,02 442
lana di roccia 10 255 43 0 17 0,27 3.133
CHE PIÙ VERDE NON SI PUÒ artificiali
polistirene espanso 4 393 32 0,02 15 0,09 3.094
Fanno meglio gli isolanti di origine naturale, in
primis la cellulosa, le cui emissioni di CO₂ sono poliuretano 4 386 235 0,15 15 0,11 1.430

è convinto che non sono questi i tempi per I risparmi in bolletta naturalmente
effettuare interventi per migliorare dipendono dalla classe energetica e dalla
l’efficienza energetica della propria casa. zona climatica, ma vanno dal 25 al 35%.
Lo afferma l’Osservatorio sull’efficienza
energetica, che prevede però che a farli Non per tutte le tasche
saranno oltre 2,5 milioni di famiglie, per La realizzazione del cappotto termico
una spesa media per nucleo di circa comporta una spesa cospicua, anche
quattromila euro. perché bisogna allestire un cantiere con
ponteggi. Per una villetta a un piano, con
Il sistema più efficiente una superficie in pianta di 150 metri Risparmi e comfort
“Isolamento termico” è un’espressione quadrati, si deve mettere in conto un
generica che contiene in sé un ventaglio esborso totale (materiali, cantiere e • Più confortevole ed efficiente dal punto
molto esteso di interventi, ciascuno dei manodopera inclusi) di circa 10-12 mila di vista energetico, sì, ma anche più sicura
quali comporta variabili tecniche e euro, al quale andranno poi applicati e sana. Ecco allora le guide che fanno per te.
impegno di spesa diversi. i benefici fiscali. Il costo al metro quadro In regalo per i soci con un contributo spese
Il primo sistema che viene in mente a tutti è di circa 70 euro. di 1,95 euro per ciascuna. Ordinale online.
quando si parla di questo argomento è il Questo spiega come mai gli interventi www.altroconsumo.it/guidepratiche
cosiddetto “cappotto termico”, che condominiali siano spesso contrastati da
• Sul nostro sito, nella sezione “Casa ed
consiste nel foderare con pannelli isolanti persone poco inclini a sostenere la quota
energia”, trovi tutti le indicazioni su come
tutta la superficie verticale di un edificio. parte di una spesa così elevata, e questo
Intervenire sui punti critici dell’abitazione
L’intero rivestimento viene poi ricoperto fa capire anche la ratio del decreto sulle
che ti permettono di risparmiare energia
da un intonaco, che funge sia da ristrutturazioni edilizie, che prevede in e di alleggerire le bollette.
protezione per i pannelli sia da finitura. questo caso l’estensione delle detrazioni Per avere informazioni aggiornate sugli
Il cappotto, quindi, non ha solo il al 65% fino a giugno 2015. sgravi fiscali vai all’indirizzo
vantaggio di isolare efficacemente e www.altroconsumo.it /imposte-tasse
uniformemente l’intero corpo di un Più abbordabili, ma meno efficaci
edificio, ma ha anche quello di proteggerlo Non ha questo problema chi vuole isolare
dal degrado, nel ruolo di vero e proprio il proprio appartamento dall’interno, www.altroconsumo.it
intervento di riqualificazione estetica. facendo applicare sulle pareti perimetrali

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 279 Altroconsumo 25


Guida

PITTURA TERMICA: L’ISOLANTE CHE NON C’È


Promettono risparmi energetici notevoli isolando le pareti, interne fianco). Il nostro test su quattro marche di termopitture dimostra
o esterne, della casa. Sono le pitture termoisolanti, dette anche che non lo sono neanche lontanamente: rispetto a una pittura
vernici termiche: contengono miscrosfere o nanoparticelle di normale la migliore delle vernici termiche, AtriaThermika,
ceramica o vetro. alza la temperatura media della parete di meno di un grado.
In teoria queste particelle creerebbero uno strato d’aria tra la Abbiamo applicato i prodotti del test su pareti non isolate (con
parete e la pittura, che sarebbe in grado di ridurre le dispersioni differenza elevata di temperatura tra interno ed esterno), in modo
termiche e di migliorare la temperatura superficiale della parete, da evidenziare maggiormente quale effetto le termopitture
cioè abbassarla d’estate e aumentarla d’inverno. riescono a garantire. I risultati mettono in luce che si spingono
Molti si chiedono se questi prodotti possano essere addirittura troppo in là nelle promesse. Infatti dimostrano che la temperatura
un’alternativa al cappotto termico (vedi riquadro nella pagina a superficiale è influenzata in maniera marginale dalla vernice.

IL TEST IN QUATTRO MOSSE


Su due pareti suddivise Ciascun quadrato della griglia Per mezzo di sonde è stata Per misurare le differenze
in griglie, abbiamo applicato è stato imbiancato con due monitorata per sette giorni la di temperatura tra pitture,
le quattro pitture termiche mani di pittura, seguendo temperatura media delle pareti abbiamo anche condotto analisi
e una normale, per confronto. le indicazioni del produttore. verniciate con le diverse pitture. termografiche istantanee.

ATRIATHERMIKA Termoisolante interno THERMOSCHIELD Exterior


91 euro per 5 litri, circa 12 euro al metro quadro 124 euro per 5 litri, circa 8 euro al metro quadro
• Pittura per interni a base di resine acriliche miscelate con • Pittura per esterni, a base acrilica, con microsfere cave di
perline di ceramica. ceramica.
• In etichetta dichiara un risparmio energetico del 20% e nella • Thermoschield attribuisce al suo prodotto addirittura le stesse
scheda tecnica evidenzia una forte riduzione dello scambio proprietà della pelle nel garantire l’equilibrio termico. Promette
termico rispetto alle superfici trattate con la pittura tradizionale. un miglioramento dell’isolamento termico fino al 40%.

Risultati del test Le nostre prove non confermano questi claim. Risultati del test Mancano studi che supportino le qualità vantate.
Pur essendo il prodotto del test che si comporta meglio, è in grado La sua capacità di innalzare la temperatura media di una parete
di aumentare la temperatura media superficiale di soli 0,74°C. non isolata è modesta: riesce ad aumentarla in media di 0,44 °C.

BOERO Idropittura termoisolante SURFAPORE Thermodry Exterior Paint


49,90 euro per 5 litri, circa 5 euro al metro quadro 207 euro per 10 litri, cica 3,45 al metro quadro
• A base di resine sintetiche in emulsione e microsfere di vetro • Pittura acrilica per esterni a base di nanotecnologie
cave. • Sbandiera un’elevata capacita di riflessione energetica e una
• Promette la creazione di un “effetto barriera” che sarebbe buona resistenza alla dispersione di calore, qualità che
capace di inibire le variazioni termiche, riducendo anche la assicurerebbero un “significativo” risparmio energetico.
formazione di condensa e di muffe (contiene “biocidi”) e la
trasmissione di rumori (effetto fonoassorbente). Risultati del test Surfapore ha dimostrato di riuscire ad
aumentare la temperatura di una parete non isolata di soli 0,43°C.
Risultati del test L’esito delle prove sconfessa questi slogan: il Evidentemente troppo poco per poter vantare un risparmio
miglioramento termico che offre è in realtà insignificante. energetico importante.

26 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


uno strato isolante. Si tratta di un
intervento meno oneroso (25-30 euro al
metro quadro) rispetto al cappotto, che
però è anche meno efficace: consente
tuttavia un più rapido riscaldamento e
raffrescamento dell’ambiente, e un
miglioramento del comfort dell’abitazione.
Se le pareti sono state attaccate da muffe o
soffrono di umidità, questa forma di
isolamento delle pareti è sicuramente
indicata, come lo è nel caso in cui non si
possa intervenire dall’esterno, per
esempio perché la facciata dello stabile ha
Pareti caratteristiche architettoniche storiche e
di pregio. Se non fatto a regola d’arte,
Le pareti esterne di un edificio possono essere isolate in tre potrebbe non incidere sui cosiddetti
modi: dall’esterno, in intercapedine e dall’interno. “ponti termici”, cioè quei punti di
discontinuità (pilastri, travi, davanzali...)
ISOLAMENTO DALL’ESTERNO che provocano gran parte delle perdite di
Il “cappotto termico” è tra le soluzioni di isolamento calore. Più abbordabile (15-20 euro al
dall’esterno quella più nota. I pannelli isolanti sono incollati e/o metro quadro), ed esente
fissati meccanicamente alla parete tramite tasselli o profili. dall’inconveniente dell’aumento di volume
Materiali utilizzabili. Pannelli di lana di roccia, polistirene, delle pareti, è invece l’isolamento tramite
sughero e poliuretano. inserimento di materiale isolante sfuso tra
Avvertenze. La superficie massima dei singoli pannelli le cavità delle pareti perimetrali, sempre
termoisolanti è meglio che non superi il metro quadrato. Il
sistema a cappotto deve essere certificato.

ISOLAMENTO DELLE CAVITÀ TRA MURI


Viene utilizzato prevalentemente come isolamento in caso di
ristrutturazione. In pratica si inseriscono (tecnicamente si
parla di “insufflaggio”) materiali isolanti sfusi di diversa densità
e tipologia nelle pareti esistenti. L’isolamento in intercapedine
ha il vantaggio di non incidere sulla larghezza interna dei locali
o sulla dimensione finale della parete.
Materiali utilizzabili. Prodotti sfusi di polistirene sinterizzato,
perlite, fibre di cellulosa, poliuretano, sughero, vermiculite, lana
di roccia, lana di vetro.
Avvertenze. Per l’insufflaggio occorre eseguire sulle pareti dei
muri perimetrali dei piccoli fori, a circa 5 cm dal soffitto a un
intervallo di circa un metro l’uno dall’altro, che poi verranno
richiusi. È importante che l’insufflaggio non lasci dei vuoti. Solai e pavimenti
ISOLAMENTO DALL’INTERNO SOFFITTO
Pannelli isolanti singoli o preaccoppiati vengono incollati o Si possono utilizzare dei pannelli da fissare direttamente sulla
fissati meccanicamente sulla superficie interna delle pareti superficie o creare un’intercapedine tramite
perimetrali. Ha il vantaggio di essere un intervento rapido, per controsoffittatura, inserendo dei pannelli, srotolando feltri o
cui non è necessario allestire un cantiere. L’intervento provoca addirittura insufflando materiali sfusi.
però una leggera diminuzione dello spazio abitabile. È inoltre Materiali utilizzabili. Tutti i materiali termoisolanti a pannello,
necessaria una risistemazione di radiatori, prese e interruttori senza limitazioni di utilizzo.
elettrici.
Materiali utilizzabili. Isolanti a pannello di qualunque tipo. PAVIMENTO
Avvertenze. Poiché possono verificarsi fenomeni di condensa, Dovendo sopportare carichi di peso non indifferenti, oltre che
è consigliabile applicare una “barriera al vapore” (a pannelli) umidità e possibili infiltrazioni, è cruciale la scelta del materiale
sulla faccia calda dell’isolante, verso l’interno. termoisolante da posare a terra.
Materiali utilizzabili. La scelta si riduce a pochi prodotti, in
COSTO DELL’INTERVENTO E RISPARMIO ENERGETICO particolare a pannelli con buona resistenza alla compressione:
L’isolamento può costare da 55 a 75 euro per metro quadro. pannelli di polistirene e di vetro cellulare.
Per una casa indipendente con consumo di 1.400 m³ di gas e
bolletta energetica annua di 1.200 euro (ipotesi che vale per COSTO DELL’INTEVENTO E RISPARMIO ENERGETICO
tutti i casi illustrati nell’articolo), si può risparmiare dal 10% al L’intervento ha un costo che va da 40 a 60 euro al metro
35% di energia, a seconda dell’importanza e della qualità quadro. Consente un risparmio di energia di circa il 15%, con un
dell’intervento. Il taglio in bolletta va da 120 a 440 euro l’anno. taglio in bolletta di 180 euro annui.

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 279 Altroconsumo 27


Guida
che queste intercapedini ci siano: il che
dipende dalla tecnica edilizia utilizzata
nella costruzione dell’edificio. Questo
intervento consente un taglio dei consumi
di energia di circa il 10%.
Più facile isolare i pavimenti di edifici
rialzati e il margine di risparmio
energetico che si ottiene è molto alto; più
complicato se si tratta di stabili che
poggiano controterra, anche se a volte
diventa necessario in presenza di problemi
di umidità. Anche per il tetto non c’è un
intervento che si può consigliare, visto che
dipende dalla forma del tetto e dal tipo di
Tetto isolante che si può mettere in opera. ¬

Fare un intervento d’isolamento del tetto è estremamente


importante, perché tra le superfici esterne è quella che di
solito è maggiormente responsabile della dispersione di calore
in inverno e del surriscaldamento d’estate.
EFFICACIA E COSTO DEGLI ISOLANTI
Alcuni interventi di isolamento erodono lo spazio abitabile
COPERTURA PIANA a disposizione. È importante sapere che occorrono spessori
È possibile intervenire dall’interno oppure dall’esterno. In diversi, a seconda del materiale usato, per raggiungere
questo secondo caso, se si tratta di un terrazzo praticabile, performance paragonabili: per esempio 12 cm di poliuretano
all’intervento di impermeabilizzazione bisogna aggiungere equivalgono in termini di prestazioni a 22 cm di fibra di legno.
quello di pavimentazione.
Materiali utilizzabili. Lana di roccia, polistirene, sughero (solo
all’interno) e poliuretano.
Avvertenze. Se si scelgono pannelli, bisogna accertarsi
LO SPESSORE (in centimetri) necessario ai diversi materiali
che siano integri e che vengano posati con i giunti ben
isolanti per raggiungere la stessa performance.
accostati.

A FALDA CON SOTTOTETTO NON ACCESSIBILE Poliuretano 12


L’isolante va posato sul pavimento del sottotetto e non
sulla parte inclinata, per evitare dispersioni di calore fino Polistirene estruso 15
al tetto. Lino 16
Materiali utilizzabili. Lana di vetro, lana di roccia, polistirene.
Avvertenze. Nel caso in cui si opti per più strati di materiale, Fibra di canapa 16
i giunti dei due strati a contatto vanno posizionati sfalsati.
Se si sceglie un materiale che non ha bisogno di pavimentazione
Lana di vetro o di roccia 18
soprastante, occorre verificare che non ci siano infiltrazioni Fibra di cellulosa 18
d’acqua nel sottotetto o zone ad elevata umidità.
Sughero 18
A FALDA CON SOTTOTETTO ACCESSIBILE Polistirene sinterizzato 18
Conviene isolare dall’interno, fissando l’isolante
parallelamente alla pendenza del tetto. È anche possibile Fibre di legno 22
realizzare un sistema a cappotto dall’interno oppure
fissare pannelli isolanti direttamente sulle assi che reggono
il tetto.
Materiali utilizzabili. Lana di roccia, polistirene sinterizzato, COSTO AL MQ
(min - max) dei vari
Sughero biondo 137-223 €
sughero, lana di legno, fibra di legno, isolanti riflettenti,
poliuretano. materiali isolanti Lana di roccia+alluminio 120-234 €
Avvertenze. Se si posizionano i pannelli sulle travi, si al metro quadro,
potrebbero verificare muffe e condense, a causa della nella grande Polisterene estruso 11-29 €
discontinuità del manto isolante. distribuzione. Polisterene sinterizzato 14-30 €
Si considerano
COSTO DELL’INTERVENTO E RISPARMIO EGERGETICO spessori diversi Lana di roccia 13-25 €
Il costo va da 40 euro al mq (superficie piana) a 80 euro per per raggiungere
metro quadro (tetto a falda), ipotizzando isolanti economici la stessa
Isolante termoriflettente 14 €
come polistirene o lana di vetro. Si può risparmiare il 20% di performance, per Pannelli di lana di vetro 9-10 €
energia (240 euro annui). Se l’intervento è importante fino cui i prezzi sono tra
al 40% di energia (480 euro). loro confrontabili. Rotolo di lana di vetro 4-11 €

28 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


DIFENDI I TUOI INTERESSI E I TUOI
RISPARMI. SCEGLI LA GUIDA CHE
STA DALLA TUA PARTE.
Questo mese con la “Guida alla Banca”, Altroconsumo
ti offre tutte le informazioni utili per orientarti nella

Banca
scelta dell’istituto bancario e dell’investimento giusto;
Guida alla con modelli e lettere tipo per difendersi da possibili
scorrettezze e far valere i propri diritti. Oppure, dal
Catalogo che trovi allegato alla rivista, puoi scegliere
una guida utile per affrontare i problemi della vita di
ogni giorno. E con un piccolo contributo di € 1,95 avrai
EDIZIONE dalla tua parte tutta l’esperienza di Altroconsumo.
AGGIORNATA

RICHIEDI ONLINE
LA TUA GUIDA IN REGALO.
LA RICEVERAI PRIMA.
altroconsumo.it/guidepratiche
Opp
Op pure
pure
Oppure

Usa il tuo smartphone

Chiama lo 02 6961506 e comunica il tuo codice


Socio, la tua scelta e il codice di riferimento che trovi
sul tagliando qui di fianco

192 pagine Compila e rispedisci il tagliando qui di fianco ad


Altroconsumo - Guide Pratiche - Ufficio Milano Isola
14 45 € gratis per te
14,45 Casella Postale 10376 - 20110 Milano

Scegli la guida che preferisci


preferisci. È un regalo di Altroconsumo
Altroconsumo.
Guida alla Banca - G749 - 14
14,45
45 Euro in regalo per te Fai da te - Livello avanzato - G416 - 18
18,45
45 Euro in regalo per te

Trovare lavoro oggi - G415 - 14,45


14 45 Euro in regalo per te Manuale delle pulizie - G387 - 14,45
14 45 Euro in regalo per te

Affittasi - G382 - 18
18,45
45 Euro in regalo per te Conosci il tuo computer - G399 - 18,45
18 45 Euro in regalo per te
IN REGALO
Difendi i tuoi diritti - 1° vol - G402 - 14,45
14 45 Euro in regalo per te

Difendi i tuoi diritti - 2° vol - G409 - 14


14,45
45 Euro in regalo per te

Comprare e vendere casa - G394 - 18,45


18 45 Euro in regalo per te

Guida alla gravidanza - G392 - 18,45


18 45 Euro in regalo per te
CODICE VA14030
L’abc del paziente - G410 - 14
14,45
45 Euro in regalo per te Cognome

Esami medici - 1° vol - G401 - 18,45


18 45 Euro in regalo per te Nome

Esami medici - 2° vol - G405 - 18


18,45
45 Euro in regalo per te Codice Socio

Sapore ed equilibrio - G398 - 14,45


14 45 Euro in regalo per te

Guida alle allergie - G386 - 14,45


14 45 Euro in regalo per te
OFFERTA VALIDA SINO AL 31 MARZO 2014.
Fai da te - Livello base - G411 - 18
18,45
45 Euro in regalo per te Trovi le condizioni dell’offerta a pagina 55 della rivista.
Inchiesta

Bambini: proteggili in viaggio


Un terzo degli intervistati a volte non assicura i figli in auto.
Per colpa di capricci, tragitti brevi o perché li tengono in
braccio i nonni. Ma così si mette a rischio la loro vita.

LA NOSTRA
INCHIESTA
I seggiolini auto per
bambini vengono
installati in modo
corretto? Ma
soprattutto,
vengono sempre
utilizzati? E gli
utilizzatori ne sono
soddisfatti?
Abbiamo cercato di
capirlo attraverso un
questionario
(distribuito a maggio
2013) rivolto ai
genitori con figli di
età compresa tra 0 e
12 anni.
I risultati riportati
nell’articolo si
basano sulle
risposte di un
campione di 1.256

30 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


PIÙ CURA NELLA SCELTA

Anche se la maggioranza delle persone decide di comprarlo nuovo, una parte degli
intervistati ha scelto di prendere un seggiolino usato o l’ha ricevuto in regalo. In questi
casi accertatevi sempre che il prodotto non abbia più di dieci anni: alcuni produttori ne
sconsigliano addirittura l’uso dopo cinque anni. La struttura (in materiale plastico)
potrebbe essere deteriorata a causa dell’esposizione a caldo, freddo e umidità.

I NUMERI DELL’INCHIESTA

79% 54%
degli intervistati considera importante il degli intervistati che riceve o compra un
prezzo come parametro di scelta seggiolino usato non sa quanto è vecchio
nell’acquisto del seggiolino e per quanti anni è stato usato

63% 6% Per capire se il seggiolino ha


più di 10 anni controllate
degli intervistati con bimbi dai 18 ai 36 kg degli intervistati con figli sotto ai 18kg l’etichetta verificando la data
ammette di usare l’alzatina: sarebbe più rivela di usare l’alzatina senza schienale: di scadenza o la data di
sicuro usare ancora un seggiolino scelta sbagliata e davvero poco sicura produzione.

Il seggiolino va sempre scelto Gruppo 0 Gruppo 0 e 0+ Gruppo 0/1 e Gruppo 0+/1/2 Gruppo 1 Gruppo 1/2/3 Gruppo 2/3
in base al peso del bambino. 0-10 Kg 0-10 e 0-13 Kg 0+/1 0-25 Kg 9-18 Kg 9-36 Kg 15-36 Kg
0-18 Kg
Per garantire la massima
sicurezza al bambino, si può
cambiare fino a quattro
seggiolini, così che siano 1 anno
sempre adeguati al peso. 2 anni
Dopo aver usato una navetta 3 anni
del gruppo 0, si può scegliere 4 anni
un seggiolino fino a 13 chili. Si 5 anni
passerà poi a un modello del 6 anni
gruppo 1 (9 -18kg), per finire 7 anni
con un seggiolino gruppo 2/3 8 anni
(15 - 36 kg). Ma anche due 9 anni
(uno del gruppo 0 e 0+ e uno 10 anni
multiuso del gruppo 1/2/3) 11 anni
vanno bene. 12 anni

e in auto non legate i vostri provinciale. Lo fareste? Sicuramente no. nostra inchiesta, purtroppo, ci dice che

S
bambini ai seggiolini state Eppure quando si tratta di bambini in non lo facciamo né sempre né sempre in
mettendo a rischio la loro auto, sono molte le persone che prendono modo corretto.
vita. E siete responsabili di la sicurezza alla leggera.
quello che potrebbe capitare Lo dimostrano i dati: gli incidenti stradali Una scelta non superficiale
in caso di incidente. Lasciare un bambino sono la prima causa di morte per i bambini Uno degli sbagli più comuni è quello di
libero di scorrazzare in auto, permettergli tra 1 e 14 anni. Per ogni bambino che scegliere (per comodità o per il costo
di liberarsi dal seggiolino quando vuole, muore ce ne sono 4 che restano invalidi in decisamente più basso rispetto agli altri
legarlo per comodità solo con la cintura di modo permanente e 27 che devono essere seggiolini) l’alzatina, cioè la seduta rialzata
sicurezza anziché sederlo su un sistema di ricoverati in ospedale. ma senza lo schienale, per trasportare i
ritenuta è come decidere di fargli Per contenere questa triste statistica è propri figli in auto. Anche se il suo uso per
attraversare da solo una strada importante usare bene i seggiolini. La i bambini al di sopra dei 18 kg è consentito

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 279 Altroconsumo 31


Inchiesta

ATTENZIONE NELL’INSTALLAZIONE

Prima di installare il seggiolino sulla propria auto, consultate il libretto di istruzioni. In


questo modo eviterete di commettere errori che possono mettere a rischio il vostro
bambino. Meglio scegliere un seggiolino con l’Isofix, il sistema di montaggio approvato a
livello internazionale che offre attualmente il modo più sicuro, facile e veloce per
installare un seggiolino in auto. Con Isofix, infatti, il seggiolino non si fissa semplicemente
al sedile, ma diventa parte integrante della scocca dell’auto.

I NUMERI DELL’INCHIESTA

76% 38%
di chi trasporta un bambino sul sedile di chi usa un seggiolino può beneficiare
anteriore con il seggiolino installato nel del sistema isofix perché ha sia l’auto sia il
senso di marcia ha disattivato l’airbag seggiolino predisposti

19% 12% L’Isofix non è obbligatorio per i


seggiolini e non tutte le auto sono
compatibili con questo sistema. Le
degli intervistati non sa se il suo degli intervistati ha installato vetture omologate dal 2006
seggiolino auto ha la predisposizione per il correttamente il seggiolino nel sedile dovrebbero essere predisposte: prima
sistema Isofix posteriore centrale di comprare un seggiolino verificate se
la vostra auto è compatibile.

UTILIZZARLI SENZA ERRORI


Sono tanti gli errori che si commettono quando si tratta di bambini in auto. Il primo e più
grande è proprio quello di non usare il seggiolino. Spesso con la giustificazione che il
tragitto è breve, ma il 40% degli incidenti mortali si verifica su percorsi inferiori a 3 km.
La nostra inchiesta rivela anche che in italia l’abitudine ad allacciare i bambini al seggiolino
è legata molto all’eta dei piccoli: più crescono e meno si tiene in considerazione questa
norma di sicurezza. E non solo. Al Sud la percentuale di genitori che allacciano sempre i
bambini al seggiolino è molto più bassa che al Nord.

I NUMERI DELL’INCHIESTA

41% 69%
dei bimbi sotto ai 12 mesi viaggia su dei bambini è stato trasportato almeno
seggiolini posizionati frontalmente. Errore una volta negli ultimi tre mesi senza
grave: devono essere posizionati al contrario seggiolino, in braccio o solo con la cintura

28% 12% Allaccia tuo figlio con attenzione.


Regola l’altezza del poggiatesta e
di chi non allaccia i bambini ai seggiolini confessa di non allacciare sempre il bimbo controlla che la cintura passi sulla
ammette che la ragione principale sono le (o di permettere che si slacci) durante brevi spalla (non sul collo) e sulle gambe
proteste e i capricci dei piccoli spostamenti in zone a basso traffico (non sull’addome).

32 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


Sei soddisfatto? I CONSIGLI A BORDO
Bébé Confort 83 Usa sempre un Il posto migliore per il
Inglesina 82
1 seggiolino: anche il più 4 seggiolino è quello
Britax Römer 82 scarso è preferibile rispetto a posteriore centrale,
lasciare il bambino senza nulla naturalmente se l’auto ha in
Prénatal 82
o con le sole cinture di questa posizione la cintura a
Chicco 80 sicurezza. Far viaggiare un tre punti e se la conformazione
Graco 80 bambino su un seggiolino a del sedile lo consente.
Brevi 80 norma e montato bene riduce
di sette volte il rischio di morte. La maggior parte dei
Peg Perego 80 5 seggiolini auto viene
Foppapedretti 80
I bambini osservano il installata in modo scorretto.
Bébécar 79 2 comportamento degli Anche se credi di saperlo fare,
Cam 79 adulti e tendono a imitarlo. I leggi comunque le istruzioni di
Giordani 79 bambini saranno più propensi installazione, seguile
a usare il seggiolino e a scrupolosamente e
Jané 79
indossare a loro volta le conservale: potrebbero
Nania 78 cinture senza fare capricci se servirti ancora.
lo fai sempre anche tu.
Facciamo una premessa: in questa tabella non parliamo di In caso di incidente,
sicurezza, ma solo di soddisfazione. I consumatori che 6
abbiamo intervistato hanno dato anche un giudizio (su 100) 3 Non avere fretta di
passare al seggiolino del
cambia il seggiolino.
Anche se non sembra rovinato
sul prodotto usato. Tra i vari parametri considerati c’è il gruppo successivo: fallo solo alcune parti potrebbero
comfort per il bimbo, ma anche la facilità di installazione e di se tuo figlio ha raggiunto il essere state compromesse.
pulizia e la chiarezza del libretto di istruzioni. peso indicato.

dalla legge, vi diciamo chiaramente che è


una scelta poco sicura: le alzatine infatti
non salvaguardano i bambini in caso di
impatto laterale. La nostra inchiesta rivela Un urto a 15 km l’ora
inoltre che il 6% dei seggiolini auto non
sono appropriati al bambino che può essere letale per Sul sito c’è di più
trasportano. Perché faccia il suo dovere, un bambino non legato Qual è il seggiolino migliore? In realtà, non
un seggiolino va scelto anzitutto in base al esiste una soluzione ideale per tutti: il
peso del bambino. Il 79% degli intervistati seggiolino andrebbe acquistato e valutato
pensa che anche il prezzo sia un insieme all’automobile. Il nostro sito ti dà
parametro importante nell’acquisto, ma verrà installato frontalmente rispetto al una mano: online trovi il servizio per
non deve essere l’unico: considerate che senso di marcia (ma questa posizione è confrontare prezzi, caratteristiche tecniche
scegliendo i nostri Migliori Acquisti (con sconsigliata fino ai 15 mesi), l’airbag va e sicurezza di più di 100 modelli di seggiolini,
un investimento complessivo di circa 220 riattivato (il 67% degli intervistati non lo fa). di gruppi diversi. Per ciascun modello trovi
euro) potete garantire sicurezza e comfort Un quarto degli intervistati ammette di una scheda tecnica con tutti gli
ai vostri bimbi con circa 1,50 euro al mese. non allacciare sempre il proprio bambino approfondimenti e le nostre valutazioni.
al seggiolino per tragitti brevi in città. Il
Nella stessa sezione puoi consultare
Al posto giusto, nel modo giusto motivo? Il 75% pensa che il rischio sia
anche la guida all’acquisto per capire quale
Installare bene il seggiolino è essenziale: molto basso. Un grave errore. Gli incidenti
gruppo di seggiolini è più adatto al tuo
inutile comprare il modello più evoluto se capitano, eccome: il 12% degli intervistati bambino, in base all’età, al peso e all’altezza
poi lo montiamo in modo sbagliato. La dichiara di aver avuto un incidente e per orientarti in mezzo alla vasta offerta
nostra inchiesta rivela che nel 6% dei casi i stradale con a bordo un bambino. E le dei produttori.
seggiolini sono installati scorrettamente statistiche nazionali parlano di oltre 8.350
(per via di airbag, senso di marcia o età del bambini feriti nel 2012. C’è un’altra Per farti capire come lavoriamo è
bambino). Se si considerano i bambini più situazione che mette in pericolo i piccoli: disponibile online il video che mostra i test
piccoli (fino a un anno) questa nel 69% dei casi negli ultimi tre mesi era che facciamo sui seggiolini auto,
percentuale sale addirittura al 35%. Le capitato che a trasportarli fossero amici o sottoponendoli a valutazioni più severe di
idee sull’installazione dei primi seggiolini parenti con auto sprovviste o con quelle richieste per l’omologazione.
(gruppi 0, 0/1 ) non sono molto chiare: seggiolini inadatti. Situazioni a rischio: in Guarda le nostre prove e capirai che puoi
montateli sempre in senso contrario alla caso di scontro a 30 km l’ora un bimbo di fidarti dei consigli che ti diamo.
marcia. Se decidete di posizionarlo sul 16 kg assume un peso equivalente a 130 kg.
sedile davanti è necessario disattivare Le braccia di un adulto non riescono a www.altroconsumo.it/auto-e-moto
l’airbag. E ricordate: quando il seggiolino trattenerlo. Il seggiolino sì. ¬

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 279 Altroconsumo 33


Test

Rinfresco le pareti
Le pitture lavabili superano le nostre prove er gli appassionati di bricolage l’arrivo

P
della primavera spesso coincide con una
quasi senza “sbavature”. Alla larga dalle pistole rinfrescatina alle pareti di casa, rovina-
a spruzzo: deludenti nelle prestazioni e rumorose. te dall’umidità invernale, dai fumi di
cottura, dai vapori in bagno o semplice-
mente dai “baffi” lasciati dai termosifoni. Attenti allo-
ra alla scelta della pittura e ai costi, affinché l’indu-
striosa attività di imbianchino della domenica non si
trasformi in un passatempo dispendioso, o peggio in
un pasticcio. Meglio quindi orientarsi verso pitture
IL NOSTRO TEST
lavabili adatte a ogni tipo di stanza, che sono in genere
facili da applicare e resistenti. A meno che non si ab-
Abbiamo messo confronto 10 pitture bianche
biano particolari esigenze. Infatti non tutte le pareti
per interni, le cosiddette lavabili.
sono uguali: quelle di bagno e cucina sono sottoposte
In laboratorio sono state svolte
a maggiori stress, per via di fumi, vapori e condense.
diverse prove per valutare la facilità
Le pitture più adatte a questi due ambienti sono le “tra-
di applicazione, il risultato dopo
spiranti”. Il nostro test del 2011 (AC 246, marzo 2011) le
l’applicazione, l’aderenza, la
aveva promosse, giudicandole resistenti ed efficaci
resistenza ai raggi ultravioletti
contro l’umidità. Una novità abbastanza recente del
e all’umidità.
mercato è rappresentata dalle pitture termoisolanti.
Abbiamo valutato anche quanti
Le abbiamo provate per voi: i risultati a pag. 26, nell’ar-
metri quadri si possono coprire
ticolo sull’isolamento termico degli edifici.
con un litro di pittura (e anche di
fissativo), per calcolare
Non esenti da solventi
il costo reale di utilizzo.
In questo test ci concentriamo sulle pitture lavabili,
il che non significa che possiamo strofinare con una
IL POTERE COPRENTE
spugna la parete per rimuovere eventuali macchie,
Che potere coprente hanno questi
prodotti? Per verificarlo li abbiamo
sottoposti alla prova del nero.
Su un cartoncino nero abbiamo
applicato una quantità
di vernice standard, contando
quante mani fossero
necessario per ottenere
un bianco uniforme.

34 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


COME LEGGERE LA TABELLA
La nostra scelta Pitture lavabili
Pitture lavabili Per tutte le senza di colature, bolle,
pitture del test abbiamo striature, bucciature...
usato il fissativo raccoman-
dato in etichetta dal pro- Aderenza Tramite un ap-
duttore. Nei casi in cui que- posito strumento, chiama-
sta indicazione mancava, to aderometro, viene sta- 80
abbiamo scelto il fissativo bilito il grado di adesione
prodotto dalla stessa casa: della pittura al supporto su BOERO Fai Da Te
Auchan (per il quale abbia- cui è stata applicata. EcoSwan Lavabile (3 litri)
mo usato Isocasa isolante), 24,90 euro
Carrefour (Mister color Resistenza ai raggi UV e Migliore nelle due prove più
Ecofix ecologico) e Gran- all’umidità È stata misura- importanti del test: lavabilità e
brico (Adifix isolante per ta in un’apposita stanza, aderenza. È la pittura più cara,
esterni e interni). secondo la normativa vi-
gente. I pannelli sono espo- ma si può risparmiare con il
Costo di utilizzo I prezzi in sti a 250 cicli e i risultati sono formato da 10 litri (62,99 euro).
tabella includono il costo stati valutati dopo 100 ore È certificata Ecolabel.
dell’imbiancatura per mq e 250 ore di esposizione.
con una mano di fondo e due Questa prova simula anche
di pittura. La cifra è otte- la resistenza della pittura al
nuta tenendo conto del passare del tempo.
costo al litro rilevato nei
negozi e del risultato dei test
sulla resa dei prodotti. Migliore del Test:

65
ottiene i migliori risultati
nelle nostre prove
Ecolabel Marchio europeo
simboleggiato dalla dalla Miglior Acquisto:
buona qualità e il miglior
AUCHAN Idropittura
margherita stellata. Garan- rapporto con il prezzo Lavabile per interni (4 litri)
tisce che il prodotto, in que- 15,99 - 16,50 euro
sto caso la pittura, ha un Scelta Conveniente:
qualità accettabile, prezzo Prestazioni discrete ed emissioni
basso impatto ambientale molto vantaggioso
lungo tutto il suo ciclo di vita. nella media per un prezzo
Ottimo al metro quadro davvero
Qualità buona
Risultato dopo l’applicazio- Buono imbattibile, soprattutto
ne Giudichiamo l’aspetto Accettabile nel formato grande
visivo della pittura: unifor- Mediocre (31, 50 euro per 14 litri).
mità della brillantezza, as- Pessimo

PITTURE LAVABILI PER INTERNI PREZZO CARATTERISTICHE RISULTATI


Risultato dopo l’applicazione

QUALITÀ GLOBALE (su 100)


Emissioni COV - Composti
Costo di utilizzo (€/mq)

Facilità di applicazione
Resistenza ai raggi UV
orgnaici volativi (g/l)
In euro min-max

Potere coprente

MARCA e modello
Contenuto (litri)
(gennaio 2014)

e all’umidità
Lavabilità
Aderenza
Ecolabel

BOERO Fai Da Te EcoSwan Lavabile 24,90 3,91 3 V 3 C B A A A B 80


MAX MEYER Pure White 35,49 2,70 4 V 15 C A A A A B 77
OBI Bianco Artico 24,99 2,47 4 1 B A A A A D 75
MAX MEYER Bianca Lavabile Classica 24,90-27,50 1,20 4 30 C B A A A C 74
LUXENS Idropittura lavabile Camere e Soggiorni 12,90-15,90 1,14 4 15 C A A B A B 73
BOERO GS Idropittura Lavabile Elevato Potere
19,70-26,90 3,48 4 29 C A B C A B 68
Coprente
CARREFOUR Lavabile Finitura vellutata 17,50 1,58 5 15 B A B B A D 66
AUCHAN Idropittura Lavabile 15,99-16,50 0,99 4 14,75 B B C C A C 65
NATIVA Lavabile M24 100% Naturale 44.9 7,09 3,5 2.3 C B C B B E 56
GRANBRICO Granlavabile 15.7 1,91 4 22 D B C D A C 55

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 279 Altroconsumo 35


Test
PER UN RISULTATO MIGLIORE
Le superfici da pitturare non devono presentare
tracce di umido né essere sporche o impolverate.

Se la superficie da imbiancare è porosa o piena di


crepe stuccate, passate prima uno strato di
fissante; se è stata colpita da muffa o segnata da
macchie di fumo, usate un isolante.
Riimbiancare una parete. La pittura nuova
potrebbe essere incompatibile con quella
vecchia: prima provatela su una zona limitata (e
nascosta) della superficie. Assicuratevi anche che
la parete sia pulita: rimuovete polvere e grasso
con acqua e detersivo (da risciacquare) o
ammoniaca. Se scegliete questa seconda
soluzione, ricordatevi di mettere i guanti, perché
l’ammoniaca può essere irritante per la pelle.
In entrambi i casi, lasciate sempre asciugare le
superfici prima di continuare il lavoro.
Sulla carta da parati. Se la carta da parati è molto
sporca è meglio rimuoverla. Se invece decidete
di imbiancarci sopra, pulitela bene e incollate le
STARE ALLA GIUSTA DISTANZA
parti che eventualmente hanno perso aderenza. Per ottenere risultati ottimali, la pistola a spruzzo va tenuta alla giusta distanza
Fate prima una prova per vedere se la pittura dalla parete, circa venti centimetri.
copre bene il colore o la fantasia della
carta da parati. Se si avvicina
Per pareti di nuova costruzione. Occorrono troppo, arriva sulla
almeno sei mesi prima che siano del tutto privi di parete troppa
umidità. Stuccate bene buchi e crepe e lasciate pittura e si rischiano
asciugare; poi levigate la superficie e spolveratela sbavature e
prima di tinteggiare. Stendete il fissativo (il colature.
cosiddetto “primer”) per creare uno strato di
fondo. Può essere utile passare una prima mano
di pittura abbondantemente allungata con acqua,
in modo tale che la superficie risulti meno porosa Se invece la pistola
e più facile da trattare. si allontana troppo
dalla parete, si va
incontro a un
risultato deludente:
la superficie
apparirà ruvida e
puntinata.

Sull’etichetta delle
pitture lavabili per
interni, la normativa
europea prescrive
di indicare il limite ma solo che con un panno umido si possono togliere prevede dal 2010 che quelle della categoria testata
massimo (30 g/l) polvere e ditate. Anche il termine di idropitture (cioè non possano superare una certa quantità di solven-
e la quantità a base di acqua), usato per definire questi prodotti, ti e sostanze dannose per la salute (in particolare
effettivamente genera confusione: può indurre a credere che siano Cov, composti organici volatili). Sui barattoli i pro-
presente nel privi di solventi, resine, leganti e altri additivi, e quin- duttori sono obbligati a indicare sia il limite massi-
prodotto di di innocui ed ecologici. Nient’affatto: semplicemente mo previsto (30 grammi per litro) sia il contenuto
composti organici significa che tutte queste sostanze sono solubili in di Cov effettivamente presente nel prodotto, come
volatili (Cov). Come acqua. Vero è che rispetto al passato le pitture ad ac- si vede sul particolare di un’etichetta riprodotto
nell’esempio sopra. qua sono oggi molto più sicure. La normativa europea qui a fianco. Ma già nel nostro precedente test le

36 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


PISTOLE A SPRUZZO PREZZO CARATTERISTICHE RISULTATI COME LEGGERE
LA TABELLA

QUALITÀ GLOBALE (su 100)


Dimensioni Sono date
soprattutto dall’ingombro
del compressore.

Qualità di costruzione
in euro
Lunghezza
min-max dimensioni Facilità d’uso Ergonomia,
MARCA e modello del
(gennaio (cm) maneggevolezza, facilità
cavo (m)

Facilità d’uso
2014) di movimento, collocazio-

Prestazioni

Resistenza

Sicurezza
ne e comodità dei tasti,

Rumore
semplicità nel cambiare
gli accessori: sono alcuni
degli elementi conside-
BLACK & DECKER HVLP 400 89,90-119,95 4 26,5 x 24,5 x 23 E C D B B B 47 rati per valutare la facilità
d’uso degli apparecchi.
EARLEX HV 2900 109,90-141,25 6 200 x 275 x 140 C D D B B B 46
Prestazioni Il giudizio si
WAGNER WALL PERFECT W665 159,95-175 3,6 185 x 345 x 170 C D D C B B 42 basa sull’uniformità della
LUX (Obi) FSS900 LD 59,90-69,99 3,4 275 x 380 x 175 39
pittura una volta applica-
D D D B B B
ta, sulla presenza o meno
NUAIR (Leroy Merlin) HVLP di colature e sulla poten-
69,90 1,8 300 x 175 x 310 C D E D E C 10
600W za di queste apparecchia-
ture.

Qualità di costruzione
Sebbene la pistola a spruzzo Abbiamo valutato lo spes-
Nuair durante il normale sore della plastica, il tipo
funzionamento non abbia di assemblaggio e di giun-
Le pistole avuto problemi di sicurezza ture e la qualità della co-
struzione interna.
termica né elettrica,
a spruzzo l’abbiamo penalizzata
non sono perché è entrata in crisi nella
prova di resistenza. In Migliore del Test:
adatte pratica residui di plastica e
ottiene i migliori risultati
nelle nostre prove
polvere di carbone si sono
a lavori depositati sull’esterno del
Miglior Acquisto:
buona qualità e il miglior
di fino né motore, segno che si tratta
di un apparecchio di scarsa
rapporto con il prezzo
Scelta Conveniente:
per dipingere qualità e pertanto qualità accettabile, prezzo
molto vantaggioso
potenzialmente pericoloso.
i soffitti Ottimo
Qualità buona
Buono
Accettabile Non comprare
Mediocre
Pessimo

emissioni misurate dal laboratorio avevano confer- zioni facili e rapide, oltre che finiture perfette. Sembra
mato i notevoli passi avanti compiuti per questo aspet- che imbiancare con una pistola a spruzzo sia un gio-
to dalle pitture di ultima generazione, tali da aver co da ragazzi. Non è così: il test dimostra che sono
minimizzato i rischi per la salute. Motivo per cui le dispositivi poco pratici, complicati da usare, ingom-
misurazioni questa volta non sono state effettuate. branti (soprattutto il compressore), rumorosi, dalle
prestazioni inaffidabili. E per di più costosi.
Lo spruzzatore va in bianco Funzionano meglio sulle grandi superfici, meglio se
Al test sulle pitture lavabili abbiamo associato quello lineari, ma non sono adatti a lavori di fino o al sof-
sulle pistole ad aria compressa che spruzzano vernici fitto. Per poter avere un risultato accettabile poi bi-
e tinture, novità del mercato. Si possono usare con sogna essere sicuri di aver svolto correttamente tut-
diversi tipi di vernici e si prestano a molteplici usi, te le operazioni preliminari — dalla diluizione della
anche se danno il meglio di sé quando sono utilizzate vernice al riempimento del serbatoio, dalla forza da
con gli smalti su superfici di legno o di metallo (come esercitare sullo spruzzatore alla distanza dello spruz-
la carrozzeria dell’auto). È importante ricordare che zo (vedi illustrazioni nella pagina a fianco) —, cosic-
le pitture del test che possono essere usate con la ché le probabilità di errore sono alte. Tanto è vero
pistola a spruzzo hanno bisogno di essere diluite (e che nessun modello riesce a superare il nostro test
rese pertanto più liquide), secondo le indicazioni ri- in maniera lusinghiera, neanche Black&Decker che
portate dal produttore sulla confezione. Si vendono pure è il più alto in classifica, penalizzato per la dif-
comunque delle pitture concepite appositamente per ficoltosa procedura per avvitare il serbatoio allo
le pistole ad aria compressa. spruzzatore: e quando non è montato esattamente
La pubblicità dipinge, è il caso di dire, questi appa- rimane uno spazio vuoto che impedisce alla pistola
recchi come il mezzo migliore per garantirsi esecu- di andare in pressione. ¬

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 279 Altroconsumo 37


Test RISPARMI
230€

Il piccolo freddo
Alla prova frigoriferi a doppia porta, di soli 150 cm di altezza. Adatti
a single e coppie, economici. Il migliore costa 230 euro meno del più caro.

uesta volta parliamo di frigoriferi abba-

Q
stanza piccoli, relativamente economi-
ci (soprattutto se si punta sul nostro
Miglior Acquisto, che è anche il Miglio-
re del Test), perfetti per un single o per
una coppia che non acquista grandi quantità di cibo
in una volta sola, non fa grande uso di surgelati e
vuole risparmiare spazio in cucina.
Si tratta infatti di modelli “a doppia porta”, ma parti-
colarmente bassi: circa 150 cm al posto dei 180 cm dei
modelli più comuni. Il volume interno di conseguen-
za è inferiore, e rischia di deludere, rispetto alle di-
mensioni esterne, anche a causa dei nuovi sistemi per
isolare al meglio gli apparecchi e ottenere una buona
etichettatura energetica: infatti le pareti tendono a
essere più spesse, rispetto al passato, proprio per ot-
tenere una buona coibentazione. In tabella (pag. 40)
abbiamo indicato il volume interno reale di tutti i mo-
delli, misurato da noi ed espresso in litri: i più capien-
ti superano di poco i 167 litri per il frigo e sfiorano i
52 per il freezer. Come confronto, i più grandi tra i
combinati (vedi il box nella pagina qui a fianco) supe-
rano i 237 litri per la parte frigo, e arrivano fino a 93
per il freezer (i dati sono tratti dal nostro ultimo test
sui combinati, AC 272, luglio 2013, potete consultare
il nostro sito per trovare altri modelli).
In cambio, tutti questi modelli hanno una etichetta
energetica A+ o A++, che consente all’acquisto di go-
dere delle detrazioni fiscali previste per chi compra
elettrodomestici a risparmio energetico nell’ambito
di una ristrutturazione domestica (tutte le indicazio-

IL NOSTRO TEST
Abbiamo sottoposto a un ventaglio completo dei panetti appositi (vedi la foto a lato), che
di prove 10 frigoriferi a doppia porta alti 150 cm. simulano il comportamento degli alimenti,
Tutte le prove sono state svolte in un collegati a sensori di temperatura, i cui dati
laboratorio indipendente specializzato. Molte rilevano e registrano i dati. Per esempio, questo
prove hanno riguardato la temperatura interna serve a verificare se quando si introduce nel
dei frigo e dei freezer. freezer nuovo cibo (sia già congelato, sia da
congelare) la temperatura dei cibi congelati già
MISURARE LA TEMPERATURA presenti non si alzi al di sopra dei -18°C.
Per controllare la temperatura interna nelle Oppure se gli alimenti non si riscaldino troppo
diverse zone del frigo e del freezer si utilizzano quando la temperatura esterna sale.

38 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


ni su come sfruttare le detrazioni Irpef di questo tipo
sono sul nostro sito, www.altroconsumo.it, sezione
“casa e energia”).
Questi modelli sono dotati di frigo e freezer separati,
come peraltro quasi tutti i frigo oggi sul mercato: il
freezer, benché di dimensioni relativamente ridotte
(soprattutto a confronto con i tre capienti cassetti dei
frigo combinati, quelli con la parte freezer in basso),
ha sempre quattro stelle, vale a dire che serve non
soltanto a tenere al freddo alimenti già surgelati (fino
a un anno), ma anche a congelare alimenti freschi.
Ricordiamo che i freezer con un numero di stelle in-
feriore a quattro non sono in grado di congelare ali-
menti freschi, ma solo di conservare alimenti già con-
gelati, per un tempo che diminuisce quanto minore
è il numero di stelle.

Le prove smascherano i difetti Sul sito molti servizi per i soci


Nel nostro test la maggior parte delle prove riguarda
la capacità dei frigo di raggiungere e mantenere una Collegandoti al sito di Altroconsumo e registrandoti come socio
buona temperatura interna, in diverse condizioni: (è facile, rapido e ovviamente gratuito) puoi ottenere molte altre
per esempio a diverse temperature esterne, subito informazioni e consigli, facili da consultare e riservati a te.
dopo l’aggiunta di altri alimenti non raffreddati e via
dicendo. Puoi confrontare caratteristiche, risultati delle prove e prezzi - anche
I risultati principali sono riassunti nella tabella alla online -di centinaia di altri prodotti
pagina seguente; vediamo rapidamente i più impor-
Puoi consultare i risultati più dettagliati delle nostre singole prove
tanti, che ci indicano alcuni apparecchi non partico-
larmente premiati dal giudizio di qualità, tra cui al- Trovi i consigli giusti su come far valere la garanzia in caso di problemi
cuni decisamente sconsigliabili.
J Il test che più ha dato filo da torcere ai nostri mo-
delli è quella sulla stabilità della temperatura interna www.altroconsumo.it/frigoriferi
del freezer: il giudizio pessimo segnala prodotti che

A OGNUNO IL SUO
Inutile sprecare soldi e occupare spazio per un frigorifero più grande di quello che serve. In basso, i modelli presenti sul mercato
italiano, che vede prevalere nettamente i primi due. Da tenere presente che anche il consumo di energia varia con le dimensioni.

IL
NOSTRO
TEST

DOPPIA PORTA COMBINATO SIDE BY SIDE FRIGO DA TAVOLO


Ha il freezer in alto, senza Freezer in basso. Adatto a una Molto poco diffusi: il vero Alti circa 90 cm. Il vano freezer
cassetti. Il prezzo è intorno ai famiglia di 3-4 persone, che vantaggio è la grande parte può avere anche solo una stella
400 euro (dipende anche dalle utilizza spesso surgelati. Il freezer che occupa un intero (-6°C), cioè conserva surgelati
dimensioni, variabili); il consumo prezzo medio è circa 600 euro, lato (l’anta più piccola). Il prezzo per una settimana al massimo
energetico annuo in media è il consumo energetico annuo è intorno ai 1.200 euro, il e non può congelare. Prezzo
intorno ai 328 kWh (62 euro medio intorno ai 366 kWh (70 consumo annuo oltre 400 kWh circa 170 euro, consumo 200
all’anno di costo della corrente). euro all’anno di corrente). (80 euro all’anno). kWh (40 euro all’anno).

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 279 Altroconsumo 39


Test
FRIGO A DOPPIA PORTA PREZZI CARATTERISTICHE RISULTATI

QUALITÀ GLOBALE (su 100)


temperatura del freezer

Temperatura suggerita
temperatura del frigo
consumo su 15 anni)

Rumore e vibrazioni

Impatto ambientale
Costo medio annuo

(ingombro minimo)

Volume utilizzabile

Volume utilizzabile
Dimensioni (hxlxp)

di raffreddamento
(novembre 2013)
In euro min-max

di congelamento
in euro (prezzo +

del freezer (litri)

Comodità d’uso

dai produttori
MARCA e modello

Stabilità della

Stabilità della
del frigo (litri)

Isolamento
Capacità

Capacità
ZOPPAS PRT23102WA 280-340 89 150 x 56 x 67 156 41 A A A B B C B B C 67
HOTPOINT ETM 15220V 400 -510 117 150 x 60 x 62 155 52 A D A A A C D B D 61
HOTPOINT ETM 15210V 380 110 150 x 60 x 62 155 52 A D A A A C D B D 61
INDESIT TIAA 10 V 296-450 106 150 x 60 x 68 168 52 A E A D B C B B C 59
INDESIT TIAA 10 V SI 300-440 109 150 x 60 x 68 168 52 A E A D B C B B C 59
IGNIS DPA 26/2 190 -350 90 144 x 56 x 55 152 42 A E B A B C D B C 57
IGNIS DPA 26/2 SL 310 93 144 x 56 x 55 152 42 A E B A B C D B C 57
BEKO DSA25012 180-260 93 156 x 57 x 62 146 45 C C A C B C C C D 53
WHIRLPOOL ARC2353/2 300 -350 109 149 x 54 x 63 159 41 B A E B C C C C D 40
CANDY CFD 2460 E 220 -330 104 162 x 65 x 71 148 35 A B C B C D E A E 38

COME LEGGERE non riescono a reagire in modo adeguato al cambia-


LA TABELLA
La nostra scelta mento della temperatura esterna, consentendo al cibo
Costo medio annuo Cal-
colato sommando prezzo
Frigo a doppia porta congelato di aumentare troppo di temperatura quan-
do la stanza in cui si trova il frigo diventa più calda;
e consumo, ipotizzando un problema che può diventare critico in estate.
una durata di 15 anni: su J Nella misura della capacità di raffreddamento, va-
questo dato è calcolato il lutiamo il tempo in cui il freezer e il frigo portano un
Miglior Acquisto. alimento, rispettivamente, a -18° e 3°C. Un giudizio
pessimo indica che ci sono volute 40 ore: troppo.
Stabilità della tempera-
tura del freezer Se la tem- J In molti modelli, la regolazione suggerita nel libret-
peratura del locale sale to delle istruzioni porta a temperature inadeguate.
oltre i 25°C, i cibi conge-
lati devono rimanere co- Come sbrinare un frigo (se non è no-frost)
munque a -18°C. Stessa Nessuno di questi frigo è no-frost: questo significa che
cosa se la temperatura bisogna sbrinarli periodicamente, togliendo il ghiac-
scende sotto i 20°C. Il pes-
simo è per i freezer che cio che si accumula sulle pareti (uno strato di ghiaccio
durante la prova sono aumenta i consumi dei frigo e freezer). Un’operazione
arrivati vicino a -13°C. non molto amata dai proprietari, ma necessaria.
J Scegli di pulire e sbrinare frigo e freezer quando
Impatto ambientale Cal- ormai sono quasi vuoti: il momento ideale potrebbe
colato sui consumi ener- essere poco prima della partenza per un viaggio; di-
getici. Peggiore è il giudizio
ricevuto, maggiore è la sua versamente, preferisci i periodi meno caldi o comun-
influenza sul calcolo della que non farlo quando hai cibi particolarmente sensi-
qualità globale. bili allo sbalzo di temperatura (pesce e carne cruda).
J Spegni il frigorifero e, se possibile, stacca la spina.
Migliore del Test: J Se hai un freezer di riserva puoi spostare lì i cibi
ottiene i migliori risultati surgelati; gli alimenti contenuti nel frigorifero potran-
nelle nostre prove
no resistere per il tempo necessario all’interno di una
Miglior Acquisto: borsa-frigo, per quelli surgelati meglio inserire anche
buona qualità e il miglior
rapporto con il prezzo qualche siberino (panetto del ghiaccio).
Scelta Conveniente: 67 J Per accelerare il processo puoi utilizzare una pen-
qualità accettabile, prezzo
ZOPPAS PRT23102WA tola di acqua calda, che con il calore e il vapore che
molto vantaggioso
280 -340 euro si diffonde renderà più facile far sciogliere gli accu-
Ottimo muli di ghiaccio; puoi anche utilizzare una spatola di
Buono
Qualità buona Il Migliore del Test ha anche un
buon rapporto tra qualità e costo, legno o gomma, ma senza eccessiva forza, per non
Accettabile Non comprare danneggiare la superficie interna.
Mediocre il che gli vale il doppio titolo.
J Al termine, asciuga con un panno l’interno e riac-
Pessimo
cendi l’apparecchio. ¬

40 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


Test RISPARMI
578€

Lavatrici di qualità
Da 1.200 giri in su, i giudizi sono positivi, ma i prezzi
alti. Un Migliore Acquisto a 1.000 giri c’è: lava
bene e costa poco più di 300 euro.

o dice il mercato: accanto alle lavatrici

L
a 1.000 giri, attualmente le più vendute,
si fanno largo i modelli a 1.200 giri,
mentre rimane ancora marginale la dif-
fusione delle lavatrici a 1.400 - 1.600
giri. Nel test trovate modelli appartenenti alle tre di-
verse gamme: salta subito all’occhio che per una la-
vatrice a 1.400 giri, terza classificata, si può arrivare
a pagare più di 1.000 euro.
Ormai i produttori hanno puntato i fari sui modelli
dai 1.200 giri in su e con una capacità di carico a par-
tire dai 7 chili, investendo nel miglioramento delle
prestazioni di lavaggio, ad esempio a temperature
basse, innovando alcune parti della lavatrice per ren-
derle più efficienti oppure fornendo la possibilità di
gestire l’avvio tramite internet. Tutto ciò ovviamente
ha una ricaduta sul prezzo. Vogliamo sperare che in
futuro una lavatrice di alta gamma non diventi una
scelta obbligata se si vuole la qualità in fatto di pre-
stazioni.
Per fortuna, questo test dimostra che oggi non è an-

IL NOSTRO TEST
Abbiamo messo alla prova 15 lavatrici a carica DIFFICILE SMACCHIARE
frontale, capaci di lavare tra i 5 e 12 kg di bucato alla Abbiamo lavato diverse pezze di tessuto, sporcate
volta e dotate di centrifuga tra i 1.000 e 1.600 giri al con sostanze chimiche che riproducono la
minuto. I test hanno verificato l’efficacia di lavaggio, composizione delle macchie più comuni, come
il risciacquo, la centrifuga, il rumore, la facilità d’uso cioccolato, té, rossetto, erba, caffé. Lo sporco
e l’impatto ambientale. artificiale, dopo un ciclo di lavaggio, è stato
Il giudizio sull’efficacia di lavaggio passa per la esaminato con un uno strumento che rileva il grado
capacità di togliere le macchie dai tessuti, compito di rimozione della macchia di sporco, in base alla
che lavatrice e detersivo svolgono insieme. luce riflessa dalla stoffa.

Cinque macchie
artificiali prima del
ciclo di lavaggio

Risultati con un
modello dalla scarsa
efficacia di lavaggio

Risultati
con una lavatrice
dalle buone prestazioni
di lavaggio

41 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


Test
COME LEGGERE
QUANTA BIANCHERIA STA NEL CESTELLO? LA TABELLA

Abbiamo ipotizzato quattro cesti della biancheria per aiutarti a quantificare il


bucato. Scegli una lavatrice in grado di rispondere alle tue esigenze, ossia
Più giri di Costo annuo Abbiamo
ipotizzato un utilizzo di 4
con una capacità di carico di un chilo superiore al bucato. centrifuga e volte a settimana e l’am-
mortamento del prezzo
chili di carico? di acquisto su 10 anni.

Il prezzo sale Lavaggio a 40°C Sia i capi


in cotone che quelli sin-
tetici a sono stati lavati a
40°C. Per il cotone, il ce-
6 kg 8 kg stello è stato riempito fino
all’80% della sua capaci-
tà.

Efficienza centrifuga Pe-


2 paia di pantaloni 3 paia di pantaloni sando la biancheria, iene
1 lenzuolo 2 lenzuola misurata l’umidità residua
4 camicie 3 camicie nei capi al termine della
2 federe da cuscino 3 federe da cuscino centrifuga e confrontata
6 panni per asciugare i piatti 4 panni per asciugare i piatti con quella presente nel
3 asciugamani 4 asciugamani del bucato prima del la-
vaggio. Minore è la dif-
ferenza, migliore sarà il
giudizio.

Risciacquo Abbiamo mi-


surato l’alcalinità dell’ac-
qua che rimane nei capi
dopo il lavaggio e valu-
tato la presenza sui capi

10 kg 12 kg di residui di detersivo.
Molti modelli in tabella
dispongono dell’opzione
extra risciacquo, che as-
sicura capi senza residui
di detersivo, ma aumen-
3 paia di jeans 2 paia di pantaloni bambino ta il consumo di acqua.
3 lenzuola 3 paia di pantaloni adulto
4 camicie 3 lenzuola Ru m o re U n pa n e l d i
6 federe da cuscino 6 camicie esperti ha dato una valu-
3 panni per asciugare i piatti 6 federe da cuscino tazione sui decibel pro-
4 asciugamani 6 panni per asciugare i piatti dotti dalle lavatrici in fase
5 asciugamani di centrifuga. Solo un
modello è discreto.

Impatto ambientale Il
giudizio tiene conto dei
consumi di acqua e di
cora così: Indesit, 1.000 giri, 8 chili di carico, merita elettricità. Peggiore è il
il titolo di Migliore Acquisto e costa quasi 600 euro
in meno di un modello di qualità peggiore.
Scopri i servizi online giudizio ricevuto, mag-
giore è la sua influenza
sul calcolo del punteggio
Sul nostro sito altroconsumo.it, trovi molte di qualità globale. Beko
Prestazioni migliori informazioni in più su tanti altri modelli di lavatrici. è l’unico modello a con-
Alcuni accorgimenti renderanno la vostra lavatrice sumare molto.
più efficiente. Confronta i modelli e poi scopri tutto sulla
- Lava a 40°C: il nostro test ha messo in evidenza che lavatrice che ti interessa: le caratteristiche, i Migliore del Test:
la maggior parte dei modelli lava bene già a questa dettagli delle prove, i prezzi e i negozi più vicini e ottiene i migliori risultati
nelle nostre prove
temperatura. convenienti.
Miglior Acquisto:
- Usa poco detersivo: in questo modo sarà più efficace buona qualità e il miglior
il risciacquo, ancora punto di debole di alcuni model- Trovi anche i principali siti di vendita online, con il rapporto con il prezzo
li. Troverai a seguire un test sui detersivi per lavatri- nostro giudizio sulla loro affidabilità. Scelta Conveniente:
ce, scegli quello più efficace con la dose minima. qualità accettabile, prezzo
Fai attenzione alla guida all’acquisto: tutti gli molto vantaggioso
- Fai il bucato solo quando il cestello è pieno, rispar-
mierai energia elettrica e acqua. aspetti da approfondire prima di scegliere il Ottimo
Qualità buona
- Scegli una lavatrice al massimo di 1.200 giri di cen- modello più adatto per te o per la tua famiglia. Buono
Accettabile Non comprare
trifuga: i panni usciranno ben strizzati e l’elettrodo-
Mediocre
mestico durerà di più (la centrifuga è una dei princi- www.altroconsumo.it/lavatrici Pessimo
pali fattori di stress meccanico). ¬

42 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


LAVATRICI TRA 1.000 E 1.600 GIRI PREZZI CARATTERISTICHE RISULTATI

Rumore durante la centrifuga

QUALITÀ GLOBALE (su 100)


Classe energetica dichiarata

Lavaggio sintetico a 40°C


Opzione extra risciacquo
Prezzo in euro min-max

Velocità max centrifuga

Risciacquo sintetico

Centrifuga sintetico
Costo annuo in euro

Impatto ambientale
Risciacquo cotone

Centrifuga cotone
MARCA e modello

Lavaggio cotone

Durata lavaggio
(ottobre 2013)

Carico (kg)
(giri/min)

a 40°C
LG F12A8TDA 549 - 669 137 1.200 8 A+++ V A B C C A A C C C 69
BOSCH WAQ244H2 533 - 700 137 1.200 7 A+++ V A B C B B A C D C 69
SAMSUNG WF12F9E6P4W 849 - 1.159 213 1.400 12 A+++ V B A B D B B B D C 66
LG F14A8FDSA 760 158 1.400 9 A+++ V B B C C B A B D C 65
HOTPOINT ARISTON AQ114D69D 699 - 949 167 1.600 11 A+++ V B C C D B B B E B 61
INDESIT XWA 81082 XWWGG 329 - 449 111 1.000 8 A++ V A C C D C C C D C 60
AEG L76471FL 750 131 1.400 7 A+++ V B C C C A B C D C 58
BOSCH WAE20260IT 380 91 1.000 7 A+++ V B B C C C B C D C 57
SAMSUNG WF702B2BKWQ 380 89 1.200 7 A+++ V B B D C B B D D C 54
CANDY GC1071D-01 269 - 349 84 1.000 7 A+ V B C D C C C D E B 53
WHIRLPOOL SPA9020 569 - 907 142 1.200 9 A+++ C C D D B B A D B 52
ZOPPAS PWH71211A 310 82 1.200 7 A++ V D C C C B B C E C 48
BEKO EV5100 179 - 280 67 1.000 5 A+ B C C D C C D E D 47
ELECTROLUX-REX RWP1071TFW 289 - 439 82 1.000 7 A++ V D C D C B C C D B 47
IGNIS LOE6001 244 - 349 65 1.000 6 A++ E C E C C B B E B 40

La nostra scelta Lavatrici 1.000-1.600 giri

69 69 60
LG F12A8TDA BOSCH WAQ244H2 INDESIT XWA 81082 XWWGG
549 - 669 euro 533- 700 euro 329 - 449 euro
Lava molto bene a 40°C e il risciacquo Ottime prestazioni nel lavaggio ed è Unico modello a 1.000 giri con buone
è sufficiente. Silenziosa durante la l’unico modello a ottenere un buono prestazioni. Non risciacqua bene i capi
centrifuga. Buono anche il prezzo. nel risciacquo. Centrifuga rumorosa. sintetici. Centrifuga rumorosa.

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 279 Altroconsumo 43


Test
RISPARMI
18€

Lavare bene
Non significa solo togliere le macchie e
rispettare i colori, ma anche proteggere
l’ambiente. Il test su polveri, liquidi e caps

IL NOSTRO TEST
Per capire qual è il detersivo verificata con un apposito on le lavatrici e i detersivi di nuova ge-

C
universale più efficace abbiamo strumento chiamato nerazione sembrerebbe impossibile
messo alla prova i diversi formati fotocolorimetro. Visto che i detersivi non avere un bucato più che perfetto.
disponibili delle principali marche che abbiamo preso in considerazioni Eppure accade: con alcuni detersivi del
presenti sul mercato: per ogni marca per il nostro test sono universali li nostro test il pulito non è affatto assicu-
abbiamo testato sia la versione in abbiamo provati anche sui capi rato. Per non parlare del rispetto dell’ambiente: sono
polvere, sia quella liquida o liquida bianchi: dopo tre lavaggi abbiamo pochi i prodotti che cercano di mediare tra formula-
concentrata (o gel) e, se disponibili, misurato il grado di bianco dei capi. zioni ecologiche e risultati soddisfacenti.
anche le capsule o caps. Per aiutarvi con un acquisto che pesa non poco sulla
spesa (i detersivi per bucato sono tra le voci più care)
CONFRONTO A COLORI abbiamo messo a confronto le cinque marche più ven-
Il lavaggio dovrebbe portare via le dute in Italia e abbiamo testato tutte le tipologie di
macchie, non i colori. Perché il prodotto disponibili: il detersivo Dixan, per esempio,
detersivo sia davvero di buona è stato provato sia nella versione classica in polvere,
qualità deve sapere rispettare i sia in quella liquida e in gel sia nell’ultima nata, le
colori, senza sbiandirli, anche dopo caps “ecodosi”.
numerosi lavaggi. Per testare
questo aspetto abbiamo sottoposto Usate la dose giusta
alcune pezze colorate con colori Che si tratti di polvere, liquido, tavolette o caps, una
tenui e colori forti (nella foto cosa è certa: il detersivo va sempre dosato in modo
accanto) a 25 lavaggi a 30°C: la corretto. Oggi più che mai. Le lavatrici di nuova ge-
tenuta di ogni colore è stato poi nerazione, infatti, hanno cestelli con capacità di ca-
rico molto variabili (da 5 a 12 kg): perché il detersivo

44 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


POLVERE, LIQUIDO, CAPS: PREGI E DIFETTI
C’è chi non abbandonerebbe mai la polvere, chi usa solo il liquido e chi è stato conquistato dalle caps, ultime nate
nell’industria del pulito. Se volete il bucato perfetto, sappiate che ogni tipologia di detersivo ha vantaggi e svantaggi.

Polvere Liquido Caps

PRO PRO PRO


- sono solitamente più economici rispetto - il detersivo è già predissolto in acqua: si - comode e facili da usare
agli altri tipi di detersivo scioglie molto bene anche a basse - non c’è spreco di detersivo perché vanno
- il fustino o i sacchi ricarica hanno un temperature (15°C) messe direttamente nel cestello
minore impatto ambientale rispetto ai - può essere usato anche come pre - con carico e sporco standard il dosaggio
flaconi in plastica trattamento direttamente sulle macchie è predefinito
- non contengono conservanti e si - le fomulazioni liquide sono migliori
mantengono meglio nel tempo: se dovete quando si tratta di rispettare i colori CONTRO
fare scorta, scegliete un detersivo di - sono le ultime nate, ma anche i prodotti
questo tipo CONTRO più cari (25 - 30% in più rispetto a un
- sono solitamente più cari liquido della stessa marca)
CONTRO - i concentrati costano di più, ma spesso - con piccoli bucati o bucati poco sporchi,
- c’è chi sostiene che non si dissolvono vengono usati in dosaggi simili a quelli dei una capsula è una dose eccessiva, che non
bene nell’acqua, soprattutto a basse liquidi normali perdendo così tutto il si può ridurre; se il bucato è 7-9 kg invece
temperature; in realtà questo poteva vantaggio economico ne servirebbero una e mezza
essere una pecca delle prime polveri o di - i flaconi in plastica non sono amici - l’involucro è molto delicato, se hai le mani
un eccessivo dosaggio dell’ambiente umide potrebbe sciogliersi tra le dita
- rispetto ai liquidi ne serve di più - sono più difficili da dosare inoltre una volta aperta la confezione e con
- alcune polveri non funzionano bene a l’umidità il film può iniziare a dissolversi
temperature basse (20°C) - gli imballaggi, mezzi vuoti, non sono eco

sia efficace deve essere proporzionato al peso del bu- tappi che dovrebbero fungere da dosatori, infatti,
cato, oltre che al tipo di sporco e alla durezza dell’ac- spesso sono privi della tacca che dovrebbe segnalare
qua. Non fate l’errore di credere che mettendo più la dose media (circa 65 ml); gli stessi consigli valgono
detersivo nella vaschetta il risultato migliori. In real- anche per i liquidi concentrati e i gel;
tà il sovradosaggio è da evitare per due buoni motivi: � anche con le caps potreste avere qualche difficoltà
anzitutto perché un eccesso di detersivo rischia di di dosaggio; per un carico, per esempio, intorno a 7-9
restare nei capi e - a lungo termine - di rovinarli; in
secondo luogo perché crea un grosso danno all’am-
biente. Le varie tipologie di detersivo vanno dosate
in modo differente:
� la polvere non va mai versata “a occhio”: controlla-
te le indicazioni in etichetta e fatevi aiutare da un Spesso sui tappi
misurino; la polvere non va messa direttamente nel dei detersivi liquidi
cestello con la biancheria, ma sempre nell’apposito 80 ml ci sono tacche
spazio nel cassetto della lavatrice (di solito è il prin- 75 ml fuorvianti.
cipale, il più largo); 67 ml Sul tappo di Dixan la
� nel caso del detersivo liquido la cosa migliore è ri- tacca segna 80 e 75
empire la palla dosatrice con il quantitativo corretto ml: due dosi
e posizionarla direttamente nel cestello con la bian- eccessive.
cheria; fate attenzione a non esagerare con la dose: Ava, invece, ha una
secondo una recente analisi questo tipo di detersivo sola tacca che segnala
si tende a usare in misura molto maggiore di quanto la dose media 67 ml:
in realtà ne serva. La colpa è anche dei produttori: i bene.

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 279 Altroconsumo 45


Test
kg servirebbe una caps e mezza, una quantità impos- CAPS: LONTANE DAI BAMBINI
sibile da dosare; ricordate poi che vanno posizionate
sul fondo del cestello prima di inserire il bucato nella L’aspetto colorato e invitante delle caps potrebbe farle somigliare a
lavatrice. caramelle agli occhi di un bambino e i casi di intossicazione ci sono stati.
Ecco perché il ministero della Salute ora prescrive imballaggi più sicuri.
L’impatto del fustino
Un buon detersivo deve anche essere rispettoso Il detersivo in capsule è comodo e regolamentato le confezioni
dell’ambiente. I prodotti del test sono stati valutati veloce. Ma può essere pericoloso: i (contenitori rigidi o buste in plastica)
prendendo in considerazione ingredienti e imballag- colori vivaci, le forme invitanti, la in cui vengono vendute le capsule,
gio. Per quest’ultimo vale la regola generale che meno consistenza possono attrarre la stabilendo nuove norme che nell’arco
imballaggio si usa, meglio è per l’ambiente. Un con- curiosità dei più piccoli. Se un bimbo di un anno miglioreranno la sicurezza
fezione ridotta facilita lo smaltimento e riduce le spe- dovesse riuscire a prenderle in mano degli imballaggi.
se di trasporto. sarebbe possibile rompere la pellicola Dal 15 marzo 2014, infatti, le aziende
Purtroppo questa logica stride con le logiche del mar- che racchiude il detersivo e poi dovranno produrre solo confezioni
keting e della pubblicità, che considerano scatole e toccarsi gli occhi. O peggio, opache o oscurate, in modo che non
fustini piccoli meno visibili sugli scaffali e dunque mettersele in bocca e sciogliere con sia visibile dall’esterno il contenuto
meno stimolanti per le vendite. Il fenomeno dei fusti- una certa facilità l’involucro in invitante. O, in alternativa, con una
ni mezzi vuoti riguarda tutte le tipologie di detersivo plastica idrosolubile ingerendo il chiusura speciale che ostacoli
e se per le polveri si può addurre una spiegazione detersivo. In più di un’occasione l’apertura ai bambino.
chimica (la polvere tende a compattarsi nelle settima- abbiamo segnalato i nostri dubbi sulla Successivamente, dal 30 giugno
ne successive al confezionamento) per i liquidi e le sicurezza domestica delle capsule. 2014, saranno vendute solo le
caps non c’è davvero alcuna scusa. Ora il ministero della Salute ha confezioni sicure.

Gli ingredienti da evitare


Per valutare l’impatto di un detersivo sull’ambiente
bisogna tenere conto dei suoi ingredienti. Esistono
infatti alcuni componenti che sono più dannosi per
l’ambiente rispetto ad altri: nel nostro test abbiamo
scelto di controllare la presenza di nove sostanze che
proprio andrebbero evitate nelle formulazioni.
Ecco i nomi, così come li trovate scritti nella lista de-
gli ingredienti (non è in etichetta, ma i produttori de-
vono renderla disponibile e di solito si trova sui siti
ufficiali): Lynear alkyl benzene sulfonates (Las), So-
dium lauryl sulphate, BHT, Limonene, Coumarin,
Citronellol, Geraniol, Optical brighteners (sbiancanti
COME LEGGERE LA TABELLA
ottici), Phospnates (fosfati).
Si tratta di ingredienti che sono stati classificati come
cancerogeni, o tossici per la riproduzione o resposa- Sul nostro sito Tipo di prodotto P= polve- verdura sono ossi duri da
bili di mutamenti genetici, oppure particolarmente a re, L= liquido C= caps, G=gel. eliminare. Per buoni risu-
rischio di allergie o essere deleteri per la vita acqua- potete latti meglio pretrattare o,
Macchie su collo e polsini Il dopo il lavaggio, passare la
tica. In questo elenco sono state anche inserite alcune confrontare grigio sporco su colli e pol- macchia con il sapone di
fragranze: anche se non sono tossiche le profumazio-
ni creano un danno all’ambiente (perché non sono l’efficacia sini è difficile da togliere. I
risultati sono deludenti.
marsiglia e asciugare al sole.

biodegradabili) e sono inutili perché non servono a


migliorare le prestazioni del detersivo, ma solo a of-
di altri detersivi Macchie di grasso La mag-
Impatto ambientale I deter-
sivi più efficaci sono quelli
frire fragranze al bucato. gior parte dei prodotti dà con il peggiore impatto am-
buoni risultati contro maio- bientale perché contengo-
nese e grasso di carne. Il no fragranze e conservan-
segreto è pretrattarle. ti. Usatene poco.
Alla ricerca della qualità verde
I detersivi per il bucato che non arrecano danno Macchie proteiche Sono le
all’ambiente non sono la norma. Però la situazione è macchie lasciate da uova, Migliore del Test:
migliorata rispetto a tempo fa, a dimostrazione che è latte e cioccolato (il più ottiene i migliori risultati
difficile da eliminare): con nelle nostre prove
possibile creare prodotti con formulazioni più rispet-
molti prodotti restano. Miglior Acquisto:
tose per l’ambiente. buona qualità e il miglior
È irrealistico pensare che un detersivo sia completa- Macchie di amido Contro le rapporto con il prezzo
mente privo di sostanze chimiche, ma non è altrettan- macchie di riso, patate, sal- Scelta Conveniente:
to impossibile che un prodotto offra buoni risultati di se funzionano solo i deter- qualità accettabile, prezzo
sivi con specifici enzimi. Tre molto vantaggioso
lavaggio e abbia una composizione accettabile in ter-
bocciati in questa prova. Ottimo
mini di impatto ambientale: il Miglior Acquisto Dixan Qualità buona
classico, nella versione liquida, per esempio riesce bene Buono
Macchie vegetali Il caffé è Accettabile
in entrambe le cose. I produttori, dunque, possono e la macchia più resistente, Non comprare
Mediocre
devono dare il loro contributo ecologico, scegliendo ma anche erba, frutta e
Pessimo
attentamente come comporre le formulazioni. ¬

46 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


La nostra scelta Detersivi universali

67 60
DASH Actilift AVA
polvere Forza naturale
6,35 - 9,85 euro caps
Il Migliore del Test offre 4,60-4,90 euro
ottime prestazioni contro Queste capsule hanno
tutte le macchie, il miglior rapporto tra la
rispettando sia i colori sia qualità e il prezzo: solo
il bianco. Si può fare di più 0,26 euro a lavaggio.
per l’impatto ambientale Migliore Acquisto.

61 55
DIXAN classico DIXAN Power gel
liquido classico
5,96 - 8,71 euro 5,39- 7,90 euro
Miglior Acquisto. Uno dei È la nostra Scelta
pochi prodotti che supera conveniente: un
le prove di impatto lavaggio con questo
ambientale, sia per detersivo costa solo
l’imballaggio sia per le 22 centesimi.
sostanze contenute.

DETERSIVI PER LAVATRICE FORMATO PREZZI RISULTATI

QUALITÀ GLOBALE
Impatto ambientale
Sostanze chimiche
Macchie proteiche

Rispetto dei colori


Macchie di grasso
In euro min - max

Macchie di amido

Macchie vegetali
tipo di prodotto

Grado di bianco
per confezione

(gennaio 2014)
numero di dosi

Prezzo medio
a confezione

colli e polsini

Imballaggio

Marca e modello
per dose
Macchie

(su 100)
DASH Actilift P 27 6,35 - 9,85 0,31 C A B A B C A C D D 67
DASH Actilift L 18 5,49 - 8,06 0,35 C B B A B C B C D D 63
DIXAN classico P 25 5,87 - 8,99 0,30 C B A A B C B C D D 62
DIXAN classico L 28 5,96 - 8,71 0,27 C B B B B C A B B B 61
DASH Actilift ecodosi C 15 4,69 - 7,60 0,39 C B B B C C A D B B 61
AVA Forza naturale C 18 4,60 - 4,90 0,26 C B C A C B B C B B 60
CHANTE CLAIR econcentrato 4 X C 25 4,59 - 6,99 0,25 C B C B B B B B D D 58
DIXAN Duo-caps classico C 18 5,09 - 6,38 0,32 C B B C C C A D B B 57
DIXAN Power gel classico G 28 5,39 - 7,90 0,22 D C C A C B B B B B 55
CHANTE CLAIR Lavatrice Marsiglia L 30 5,65 - 7,10 0,21 D B D B C B B B D C 43
AVA Forza Naturale L 30 5,99 - 6,49 0,21 D B D B C C C B D D 41
AVA power L 20 5,23 - 5,96 0,28 D C D B C C C B B B 41
CHANTE CLAIR econcentrato 4 X L 25 5,34 - 6,58 0,23 C B D D C B B B B B 40
AVA Forza naturale P 25 6,50 - 6,99 0,27 D C D C C C C C A B 38
OMINO BIANCO idrocaps C 20 4,90 - 6,44 0,29 D C D D B C B C D D 34
OMINO BIANCO Lavatrice
L 35 5,39 - 7,49 0,19 D B D E C B C B B B 31
Estratti di Aloe Vera

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 279 Altroconsumo 47


Test RISPARMI
740€

Cuoci a induzione
Con un piano cottura a induzione scaldi velocemente, in modo sicuro e non
disperdi energia. Ma devi potenziare il contatore della luce e la bolletta pesa di più.

IL NOSTRO
TEST Produzione di calore
Il piano in vetroceramica unicamente sul fondo
Abbiamo messo alla rimane più freddo della pentola
prova 8 piani a rispetto alla pentola
induzione per
verificarne le
prestazioni. Alcune Bobina a induzione
prove pratiche
hanno previsto
amche la cottura di
alimenti.

CALDO
OMOGENEO? Campo elettromagnetico
Lo scopo della prova
sulla distribuzione
del calore è di
determinare se la
zona di cottura è in
grado di mantenere
una temperatura
piani cottura a induzione sono larga- mediamente piuttosto cari, ma sul mercato adesso si
media omogenea e

I
mente utilizzati in molti paesi europei. possono trovare anche modelli a prezzi decisamente
una distribuzione
Da noi invece, a causa soprattutto competitivi, come le cucine a induzione che abbiamo
uniforme del calore.
dell’impatto economico dell’energia sul testato di marca Beko (315 euro) o, ancora più econo-
Per valutare questo
portafoglio familiare, queste cucine mica, di Ikea (279 euro).
parametro sono
sono ancora poco apprezzate dai consumatori, che
state cotte alcune
continuano a preferire il gas. Perché, se è vero che Come funziona
frittelle su ogni
l’induzione offre un alto rendimento, con dispersioni Il piano cottura a induzione si presenta con una su-
piano a induzione
minime di calore, è anche vero che il costo dell’ener- perficie totalmente piatta, liscia, lucida e generalmen-
del test, valutando
gia elettrica nel nostro Paese, e soprattutto la neces- te nera. Funziona con la corrente elettrica, ma non si
l’uniformità della
sità di aumentare la potenza del contatore domestico tratta di una cucina elettrica classica: il calore viene
colorazione (vedi
per poter installare un apparecchio di questo tipo, infatti generato da un campo elettromagnetico. Quan-
foto). Più la frittella
rende la scelta dell’induzione non competitiva rispet- do si posa un recipiente metallico ferroso sopra la
risulta di un colore
to al gas. Ma può essere, questo sì, una valida alter- piastra, un induttore elettrico presente all’interno del
dorato e uniforme,
nativa alle piastre elettriche dove l’allacciamento alla piano genera correnti nel fondo della pentola, scal-
migliore è la
rete del gas non c’è. Ne abbiamo messi alla prova otto dando il cibo al suo interno. Il piano, invece, resta
distribuzione del
scoprendo che non serve spendere molto per avere mediamente freddo. Il risparmio energetico è dunque
calore sulla piastra.
un buon apparecchio. In generale, i piani cottura a assicurato dal fatto che l’energia utilizzata genera ca-
induzione con più funzionalità o miglior design sono lore solo dove serve, cioè sulla superficie della pen-

48 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


tola, e quando serve: una volta tolta dal piano la rea-
zione magnetica si interrompe (i piani sono dotati di INDUZIONE, QUANTO MI COSTI!
sensori che rilevano la presenza della pentola).
Per sapere quanto costa passare a un piano a induzione, abbiamo ipotizzato i
Vantaggi e svantaggi consumi energetici di una famiglia di quattro persone che utilizza l’energia
Il principale aspetto positivo dell’induzione è la pos- elettrica principalmente di sera e il gas anche per il riscaldamento.
sibilità di scaldare in tempi velocissimi in modo deci-
samente più sicuro - non ci sono fiamme - ed efficien-
PIANO COTTURA A GAS
te rispetto al gas. Con l’induzione, infatti, il 90%
dell’energia assorbita viene trasformata in calore, Utilizzando il piano cottura a gas, la
consumando circa un quarto dell’energia rispetto a nostra famiglia spende in un anno per i
un piano a gas: bastano poco più di 6-8 minuti per suoi consumi energetici 1.868 euro.
scaldare 2 litri d’acqua a 90 gradi. Il piano cottura,
poi, è molto facile da pulire e, non scaldandosi, non
crea incrostazioni di cibo fuoriuscito.
Ma l’induzione ha anche alcuni svantaggi. Il più evi-
dente riguarda l’aspetto economico: oltre al costo
iniziale dell’apparecchio (mediamente superiore a
quello di altri sistemi di cottura), per poter utilizzare PIANO COTTURA A INDUZIONE
al massimo la potenza del piano occorre installare un (con un contatore a 4,5kW)
contatore di energia con potenza maggiore dei 3 kW Si abbassa il consumo di gas, ma pesa
standard, con un aggravio sulle spese fisse in bollet- di più quello dell’energia elettrica. La
ta (facciamo un po’ di conti nel riquadro a lato). Come spesa lievita a 2.136 euro annui.
potete vedere dalla colonna “potenza massima” (ta-
bella alla pagina successiva), i piani cottura richiedo-
no, alla massima potenza di utilizzo, energia per 7-8,9 Costo attivazione Incremento
4,5kW
kW. Alcuni modelli (nel nostro test sono i primi due del nuovo totale di spesa
classificati, cioè Bosch e Siemens), hanno un sistema contatore: 170€ all’anno: 267€
di limitazione della potenza pensato proprio per evi-
tare di sovraccaricare il contatore di casa. Ma anche
così, soprattutto se sono accesi altri elettrodomestici,
non è scongiurato il rischio black out. Ricordiamo poi PIANO COTTURA A INDUZIONE
che questi apparecchi funzionano solo con pentole (con un contatore a 7kW)
che abbiano un fondo piatto e ferroso (potete accer- La spesa energetica della nostra
tarvene facendo la prova con una calamita: se non si famiglia sale ancora leggermente fino
attacca, non vanno bene). Infine, anche se non ci sono a un totale 2.180 euro l’anno.
studi che indichino la pericolosità dei campi magne-
tici generati dalle cucine a induzione, si raccomanda 7kW Costo attivazione Incremento
di mantenere una distanza di almeno 5-10 cm dai for-
del nuovo totale di spesa
nelli e di discutere con il proprio medico dell’oppor-
contatore: 360€ all’anno: 311€
tunità di usarle se si portano apparecchi elettrome-
dicali come pace-maker o defibrillatori.

In vendita esistono delle

Servizi personalizzati piastre che dovrebbero


adattare le pentole non
ferrose all’uso dei
Ti sei già registrato sul sito di Altroconsumo? Fallo fornelli a induzione.
subito. Troverai molti approfondimenti sui piani a Peccato che, in base alle
induzione e sulle possibili alternative (gas, elettrico, nostre prove, questi
elettrico in vetroceramica o con radiante alogeno). adattatori non sono in
grado di condurre il
Con i nostri calcolatori scopri i dettagli delle tariffe calore in modo efficace:
di luce e gas, le confronti e trovi quella che ti fa dopo 27 minuti, i due litri
risparmiare. d’acqua che abbiamo
messo sulla piano a
Con il nostro modello di lettera, inoltre, ti sarà più
induzione, non erano
facile contestare una bolletta di importo superiore
ancora arrivati al punto
alla lettura del contatore.
di ebollizione. Con una
pentola idonea l’acqua
ha cominciato a bollire
www.altroconsumo.it/casa-energia
dopo soli 9 minuti.

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 279 Altroconsumo 49


Test
PIANI COTTURA
PREZZI CARATTERISTICHE RISULTATI

QUALITÀ GLOBALE (su 100)


INDUZIONE

Funzione scaldavivande

• Sciogliere il cioccolato
Dispositivo di sicurezza
Dimensioni in cm (lxp)

Consumo in stand-by

Consumi complessivi

(termica ed elettrica)
controllo fuoriuscite

• Friggere patatine
• Far bollire l’acqua
di potenza cottura
Potenza massima
In euro min-max

di calore residuo
necessaria (kW)

• Distribuzione
(gennaio 2014)

Totale cottura
MARCA e modello

Tecnologia
Indicatore

Sicurezza
del calore
Livelli
BOSCH PIE645F17E 730 58 x 51 7,2 9 +boost V V C B B B B A B B 70
SIEMENS EH675FE17E 1.000 58 x 51 7,2 9 +boost V V C B B B B A B B 70
BEKO HII 64400 AT 315 58 x 51 7,6 9 +boost V V C A A E B C C B 63
IKEA FOLKLIG 279 58 x 51 7 9 +boost V V V C D A B C B B B 61
HOTPOINT KIC 644 X 500 - 550 57 x 50 7,2 9 +boost V V V D A B C C C B D 59
MIELE KM6115 1.470 57 x 50 7,4 9 + 2 boost V V V V D D B B C B B B 57
SMEG SI3644B 900 58 x 51 8,9 9 +boost V V V C D B C C C C B 55
SAMSUNG CTN464FB01 570 57 x 50 7,2 15 + boost V V V V C C D D C E D C 51

COME LEGGERE LA TABELLA


La nostra scelta Piani a induzione
Livelli di potenza cottura Friggere patatine In questo
Consentono di regolare la caso abbiamo valutato il
potenza delle zone cottura. comportamento dei piani a
La funzione “boost” au- induzione accesi alla loro
menta la potenza oltre il suo massima potenza per un
normale limite massimo, per lungo periodo di tempo (45
un certo tempo di funzio- minuti), calcolando il nume-
namento. Bosch e Siemens ro di porzioni di patatine che
hanno anche il limitatore di si possono friggere in que-
potenza del piano e la pos- sto lasso di tempo.
sibilità di visualizzare il con-
su m o su l d isp lay. Sicurezza Abbiamo misu-
rato la temperatura dei
Dispositivo di sicurezza piani dopo lo spegnimento
Blocca l’accensione fortu-
ita o la modifica accidenta-
della spia che indica la pre-
senza di calore residuo. 70 70
le dell’impostazione. Tutti i modelli hanno pas- BOSCH PIE645F17E SIEMENS EH675FE17E
sato il test della sicurezza
Tecnologia controllo fuo- termica. Abbiamo verifica- 730 euro 1.000 euro
riuscite Spegne automati- to anche l’accessibilità alle Migliore del Test e Miglior Acquisto. Migliore del Test. Buoni i risultati
camente il piano cottura se parti elettriche interne Costa 740 euro meno del modello del test, ma davvero molto caro.
rileva il versamento acci- sotto tensione. Penalizzia- più caro, che è peggiore.
dentale di liquidi sul pannel- mo Hotpoint per l’insuffi-
lo di controllo. ciente protezione delle
parti elettriche in fase di
Far bollire l’acqua Abbiamo montaggio del piano (che
valutato la velocità e il con- deve avvenire da parte di
sumo di energia del piano un tecnico esperto).
per portare da 15° a 90° un
certo quantitativo di acqua
(determinato a seconda del Migliore del Test:
ottiene i migliori risultati
diametro della zona cottu- nelle nostre prove
ra).
Miglior Acquisto:
buona qualità e il miglior
Sciogliere il cioccolato Ab- rapporto con il prezzo
biamo verificato come si
scioglie il cioccolato, se in Scelta Conveniente:
qualità accettabile, prezzo
modo graduale e omoge-
neo, o se tende a bruciarsi
molto vantaggioso
63 61
attacandosi al fondo della Ottimo
pentola o creando grumi. Buono
Qualità buona BEKO HII 64400 AT IKEA FOLKLIG
Indica la sensibilità delle Accettabile 315 euro 279 euro
piastre a basse potenze. Mediocre Scelta Conveniente. Prestazioni Scelta Conveniente. Prestazioni
Pessimo discrete, se non friggete spesso. discrete a un prezzo competitivo.

50 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


Viva voce Condividi le tue esperienze. Le tue domande, i nostri consigli

Consulenze
www.altroconsumo.it/
contattaci
è il canale attraverso il
quale chiedere informazioni
e consulenze online.
Se preferite chiamarci,
ecco quali numeri utilizzare.

Giuridica
02 69 61 550
dal lunedì al venerdì
h. 9/13 -14/18

Fiscale
02 69 61 570
dal lunedì al venerdì

Non basta
h. 14/17

Economica
02 69 61 580

dire made in Italy


dal martedì al giovedì
h. 9/12

Farmaci
02 69 61 555
dal lunedì al venerdì
h. 9/13 -14/18
C'è una correlazione tra l'uso di materie prime
PROVENIENZA DEGLI ALIMENTI
“Miglior Acquisto” al cento per cento italiane e una migliore qualità?
02 69 61 560
dal lunedì al venerdì
h. 9/13 -14/18 una cena tra amici la conversa- zate. Per esempio, nella loro pasta,
A zione è caduta sull'argomento Barilla, Voiello, De Cecco, Garofalo e
Tariffe Rc auto e moto "made in Italy a tavola". Quando un Agnesi privilegiano il grano italiano,
02 69 61 566
dal lunedì al venerdì
po' provocatoriamente ho affermato No, è però ma usano anche quello statunitense,
che l'origine italiana non è di per sé canadese, francese... Hanno tenuto a
h. 9/13 - 14/18 un valore e che non può essere con- importante precisare che l’acquisto della materia

Tariffe telefoniche
siderata da sola una garanzia di qua-
lità, mi hanno tutti guardato male,
sapere prima non avviene in base alla speci-
fica origine, quanto piuttosto in base
02 69 61 590
dal lunedì al venerdì
come se avessero di fronte un tradi- da dove alle caratteristiche di qualità necessa-
tore della patria. Altroconsumo ha rie alla loro produzione.
h. 9/13 -14/18
mai condotto un'inchiesta i cui risul- vengono Granarolo usa nella sua mozzarella
tati possano essermi utili ad argomen- solo latte di allevamenti lombardi ed
tare in futuro la mia posizione? emiliani. Galbani dipende: Santa Lucia
Matteo C., Verona è prodotta anche con latte di Francia,
Belgio e Lussemburgo, mentre Valle-
ABBONAMENTI Che il made in Italy rappresenti per i lata usa prevalentemente latte italia-
consumatori un valore è dimostrato no. Confrontando le risposte dei pro-
Telefono
dalla reazione dei commensali. Pecca- duttori con i risultati dei nostri test,
02 69 61 520
to che la bandiera tricolore esibita sul- non abbiamo riscontrato alcuna cor-
le confezioni dica molto poco sulla relazione tra l’uso di materie prime al
qualità di quei prodotti. Lo scorso cento per cento italiane e una miglio-
anno abbiamo realizzato un'inchiesta re qualità. Questo però non deve por-
al fine di verificare se esiste una cor- tare a credere che l’origine degli ali-
SEDE ASSOCIAZIONE relazione tra origine e qualità. Ai pro- menti, in particolare delle materie
Altroconsumo duttori di mozzarella e pasta che ave- prime con cui sono preparati, non sia
via Valassina 22 vamo analizzato nei nostri test un dato da indicare. Anzi, continue-
20159 Milano abbiamo chiesto di indicarci da dove remo a batterci perché le etichette
provenissero le materie prime utiliz- siano sempre più trasparenti. ¬

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 278 Altroconsumo 51


Viva voce
VENDITE ONLINE

IL CONCORSO
PER I SOCI Il corriere delle consegne a vuoto
Continua il concorso “100
premi per te”. A settembre entre negli Stati Uniti Amazon vino, nient'altro. Nulla per avvisare
2013 a tutti i soci sono stati M sperimenta le consegne in che per noi quella mattina era impos-
assegnati tre numeri mezz'ora con i droni, da noi siamo sibile essere in casa e concordare un
personali con i quali si
ancora a siti internet che evadono gli altro momento. Chiamo il numero ver-
partecipa alle estrazioni dei
premi mensili (purché si sia ordini a diciotto giorni dall'acquisto de della Giordano vini, dove mi danno
in regola con l’adesione). online e a corrieri che, invece di or- un numero fisso del corriere, al quale
Per aumentare le ganizzare la data e l'ora di consegna, però non risponde mai nessuno. Non
possibilità di vincita, si procedono per tentativi, con il risul- sapendo cos'altro fare, richiamo Gior-
possono ottenere nuovi tato di non trovare il destinatario. È dano Vini, chiedendo di avvisare il
numeri aderendo alle
questa la situazione in cui si è trovato corriere che avrebbe potuto suonare
nostre iniziative che lo
prevedono. In palio ci sono Giorgio Rizzardi di Reggio Emilia. a mia suocera, che abita nello stesso
robot da cucina, «Ho acquistato sul sito giordanovini.it palazzo. Ma quando il corriere è tor-
videocamere digitali, cesti ventuno bottiglie di vino, di cui tre nato, qualche giorno dopo, non tro-
di prodotti enogastronomici, personalizzate, da regalare a un'amica Giorgio Rizzardi vandoci, invece di suonare a mia suo-
buoni carburante... Il – racconta il nostro socio–. Nell'ordine cera, lascia un biglietto con su scritto:
concorso si concluderà con
ho precisato di contattarmi telefonica- "È la seconda volta che prendiamo
l'assegnazione di tanti
ricchi premi: uno scooter, mente per la consegna. Dopo diciotto appuntamento ma non c'è nessuno in
una bici elettrica, un home giorni trovo un messaggio in segrete- casa". Ma quale appuntamento?
cinema e molto altro ria, in cui mi fanno sapere che l'indo- Non sapendo come uscirne, chiamo
ancora. Trovi tutte le mani mattina avrebbero portato il Altroconsumo, i cui legali mi consiglia-
informazioni e i numeri sul no di protestare con una raccomanda-
nostro sito. Ricordati che
ta. È bastato questo a sbloccare la si-
per visualizzare i propri
numeri è necessario prima tuazione. Finalmente, dopo due mesi
effettuare il login sul sito. di peripezie, il vino è arrivato. Alla
salute di Altroconsumo!». ¬
www.altroconsumo.it/
imieinumeri

Anche tu hai un problema simile?


Contatta il nostro servizio di
consulenza giuridica.

02 69 61 550
lunedì - venerdì h. 9-13 14-18

IL DUBBIO
Burro o margarina, qual è meglio scegliere?
«Dal punto di vista della qualità del ■ Il terreno cruciale su cui i due
prodotto, delle calorie e degli effetti sulla condimenti si combattono è quello della
salute, tra il burro e la margarina, qual è qualità dei grassi. Un tempo si credeva che
meglio scegliere?». a far male alla salute fossero i grassi
Simone Biagi, Roma animali, e quindi è diventata molto
popolare la margarina. Poi si è scoperto
■ In generale è preferibile il burro, mentre che fanno male tutti i grassi saturi, anche
per chi ha il colesterolo alto è meglio la quelli di origine vegetale, contenuti nella
margarina, che è priva di colesterolo. margarina.
Per entrambi i condimenti grassi la regola
aurea è non esagerare, né nelle quantità né ■ La margarina viene prodotta a partire da
nella frequenza dell'uso: tutti i giorni non va oli di semi (di solito di pessima qualità), che
bene, ma solo una volta ogni tanto e in vengono sottoposti a trattamenti chimici
modica quantità. Dal punto di vista delle al fine di modificarne la struttura, da liquida
calorie, burro e margarina sono a solida. In definitiva, il burro è più naturale
confrontabili. e saporito, oltre che fonte di vitamine A e D.

52 Altroconsumo 279 • Marzo 2014 www.altroconsumo.it


Scelte sicure
Per farti risparmiare sugli acquisti e offrirti un
DIMENTICA I CALCINACCI trattamento vantaggioso su utenze domestiche e
assicurazioni, contrattiamo condizioni di favore

Quell'impresa con la coda con i migliori operatori del mercato, rimanendo


totalmente indipendenti.
LA TUA ASSICURAZIONE
rtigiani, imprese, maestranze
A sono tenuti a eseguire il lavoro
Rc Auto e Rc Moto
Tariffe personalizzate sulle polizze Rc auto,
"a regola d'arte". Il che significa non Rc moto e Rischi diversi auto e moto.
solo farlo bene, ma portarlo a termine GENIALLOYD Info: 800-999.999
in tutto e per tutto, se non vogliono ZURICH CONNECT Info: 848-585.032
essere accusati di inadempimento e Viaggi
costretti a risarcire il danno (art. 1218 Polizza Viaggi Nostop Vacanza, con uno sconto del
del Codice civile). Un esempio di cosa 20% per viaggi in Italia e all’estero, vacanze e stage.
questo comporta ce lo dà il caso oc- EUROP ASSISTANCE Info:
corso al nostro socio Paolo Carniel di www.europassistance.it o 800-443.322
Treviso. I TUOI SOLDI
«Sul tetto della mia abitazione ho fat- Carta di credito Altroconsumo
to installare da Enel Green Power dei Restituzione dello 0,2% dei soldi spesi; non devi
pannelli fotovoltaici. L'installazione cambiare banca né aprire un nuovo conto.
è terminata in serata. L'indomani, alla Info: 800-663.399 (da telefono fisso)
luce del giorno, noto che l'impresa ha o 015-2434.614 (da estero e cellulare)
lasciato indietro una spiacevole coda Conti deposito
del suo lavoro: sul terrazzo giace un ING DIRECT Conto Arancio: + 0,2% lordo sul tasso
brutto ammasso di calcinacci. Sotto Paolo Carniel, Treviso d’interesse base. Info: www.ingdirect.it/altroconsumo
quel terrazzo si trova l'ambulatorio o 800-337.337 (nuovi clienti); 800-717.273 (già clienti)
di mia moglie, e francamente non è SPARKASSE Conto Dolomiti Flex: + 0,2% lordo sul
uno spettacolo che si addice a un am- Green Power, configurando una re- tasso d’interesse base. Info: www.dolomitidirekt.it/
biente medico. Sollecito più volte sponsabilità per inadempimento ai altroconsumo.html o 800-378.378
Enel Green Power a rimuovere i cal- sensi dell'articolo 1218 del Codice ci- Conti correnti
cinacci. Per via telefonica le risposte vile e invitando la società a conclude- BCCFORWEB Conto corrente completo: il miglior
conto corrente dei nostri test, senza spese né bolli e
che ricevo sono molto rassicuranti: re i lavori a regola d'arte, in pratica a
con un tasso di interesse annuo lordo vantaggioso.
"La rimozione avverrà al più presto" rimuovere i calcinacci, entro il più
Info: www.bccforweb.it/altroconsumo
mi sento dire dall'addetta di turno. breve tempo possibile.
Cosa che però non avviene. Mando Solo allora, ormai a cinquanta giorni I TUOI ACQUISTI
una raccomandata con ricevuta di dall'installazione dei pannelli fotovol- I vini dei nostri test a prezzi vantaggiosi
ritorno, ma anche questa non sortisce taici, Enel Green Power si decide a CLUBVINITOP e EVERYWINE . I migliori vini dei nostri
test a un prezzo scontato. Info: www.clubvinitop.it e
alcun effetto». mandare a casa del socio un addetto
www.everywine.biz
Per risolvere la questione, il nostro a togliere i residui del lavoro eseguito,
I pneumatici dei nostri test a prezzi speciali
socio si rivolge al servizio giuridico di portandolo finalmente a termine,
PNEUS ONLINE Sconto del 3,6% per chi acquista
Altroconsumo, che interviene presso come prescrive la legge. ¬ online i migliori pneumatici dei nostri test.
Info: www.pneumatici-pneus-online.it
LE TUE TASSE
Modello 730
CON GLI AMMORBIDENTI Possibilità di compilare il modello 730 online o
attraverso l'assistenza diretta del Caf CGN, a tariffe

Tessuti più infiammabili agevolate. Info: https://730online.cgn.it/altroconsumo


LA TUA CASA
Analisi dell’acqua e rilevazione del radon
Per far analizzare l’acqua o l’aria di casa.
i segnalo la strana etichetta del fatti in modo da non esserlo. In Euro-
V l'ammorbidente liquido concen- pa, però, praticamente nessun tessu-
Info: 02-6961.560
Fornitura di elettricità
trato Lenor, che testualmente recita: to si dichiara antifiamma. TRENTA Family Energia Trenta con tariffazione
"Attenzione, gli ammorbidenti liquidi L’avvertenza viene usata per lo più riservata. Info: www.trenta.it o 02-6961.561
possono aumentare l'infiammabilità sul mercato americano e canadese,
IL TUO TELEFONO
dei tessuti". A me sembra inquietante. dove vigono specifiche norme sull’in-
Tariffe di telefonia mobile
Giuliano Corbetta, Milano fiammabilità degli indumenti. Gli
POSTEMOBILE Piano ricaricabile 9xTutti (9 cent/mi-
obblighi diventano particolarmente
nuto per le chiamate e 9 cent/sms, senza scatto alla
L’avvertenza è cautelativa, e nasce dal stringenti nel caso degli indumenti risposta né costi fissi) e opzioni a prezzi vantaggiosi.
fatto che le sostanze chimiche conte- da notte per bambini, motivo per cui Piano LIB Con Te con canone mensile scontato
nute in un ammorbidente potrebbero l'ammorbidente riporta l'indicazione a 5,55 euro (8 cent/minuto per le chiamate verso
diminuire le qualità antifiamma di "Non usare sui pigiami per bambini tutti, 8 cent/sms, 1 Gb navigazione). Info: www.poste-
tessuti pensati per resistere all'aggres- e su capi fatti di fibre soffici". E su mobile.it (vai su “Privati” e poi su “Convenzioni”).
sione del fuoco. In altre parole, la pa- cosa si usa allora un ammorbidente?
tina dell'ammorbidente potrebbe ren- Semplice, non lo si utilizza, come www.altroconsumo.it/vantaggi
dere più infiammabili alcuni tessuti consigliamo noi. ¬

www.altroconsumo.it Marzo 2014 • 279 Altroconsumo 53


RICEVIAMO DA LIDL

“Nel numero di gennaio 2014 di Altroconsumo è stata pubblicata alle


pp 14,15,16,17,18,19 un test comparativo su determinati prodotti
alimentari (Spaghetti, passata di pomodoro, latte UHT parzialmente
scremato, confettura di albicocche) in vendita presso alcune catene
distributive, tra le quali figura “Lidl Italia”. Sulla base di un’attenta
lettura di tale test comparativo, che risulta eseguito dai redattori di
Altroconsumo, Lidl Italia ha rilevato alcuni errori che hanno influenzato ASSOCIAZIONE Presidente: Paolo Martinello
in modo determinante il risultato finale dell’indagine. Altroconsumo è un’associazione senza fini Vicepresidente: Marino Melissano
di lucro fondata a Milano nel 1973. Direttore: Luisa Crisigiovanni
In particolare LIDL Italia osserva quanto segue: Altroconsumo, in piena autonomia e Tesoriere: Enzo Passaro
1) In primo luogo, i test sensoriali pubblicati sulla rivista Altroconsumo indipendenza, si pone come scopo Consiglio: Valentina Apruzzi, Franca Braga,
si fondano generalmente su valutazioni soggettive di persone che l’informazione, la difesa e la Giulia Candiani, Raffaele Cauzzi, Liliana
rappresentanza dei consumatori. Cantone, Silvia Castronovi, Luisa Crisigiovanni,
possono non avere una competenza specifica in materia. Per essere È membro della CI (Consumers’ Graziella De Faveri, Andrea Doneda, Letizia
affidabili e credibili i test sensoriali e gli assaggi devono essere eseguiti International), di ICRT (International Ghizzi Panizza, Paolo Martinello, Rosanna
da tecnici esperti sulla base di disposizioni pubbliche precise come Consumers’ Research and Testing) e del Massarenti, Francesco Mattana, Marino
BEUC (Ufficio europeo delle associazioni di Melissano, Natalia Milazzo, Giovanni Pessina,
avviene ad esempio per i decreti ministeriali che regolano gli assaggi consumatori). Marco Pierani, Daniela Nocchieri, Valeria
dell’olio di oliva e dei vini. Altroconsumo si finanzia esclusivamente Riccardi, Vincenzo Somma, Lorena Valdicelli.
2) In secondo luogo per quanto riguarda l’etichettatura non si attraverso le quote associative. Sede nazionale
via Valassina 22 - 20159 Milano.
comprende per quale motivo LIDL Italia Srl non abbia avuto la stessa Tel 02/66.89.01 - Fax 02/66.89.02.88
valutazione degli altri concorrenti quando l’etichettatura che
obbligatoriamente compare sulle confezioni dei prodotti LIDL è la
ALTROCONSUMO EDIZIONI S.R.L.
stessa degli altri operatori. Peraltro, in alcuni casi, le etichette dei Il mensile Altroconsumo, i bimestrali Soldi laboratori per l’esame. I campioni gratuiti
prodotti LIDL riportano anche le informazioni facoltative relative ai & Diritti, Test Salute e HiTest, così come le vengono rifiutati.
valori nutrizionali. guide pratiche hanno come unico obiettivo I risultati delle prove condotte da
l’informazione e la difesa dei consumatori. Altroconsumo, Soldi & Diritti, Test Salute e
3) Inoltre i rilevatori hanno commesso errori nelle modalità di calcolo Le riviste non contengono una sola riga di HiTest riguardano esclusivamente i
del prezzo degli spaghetti. Il prezzo di tali prodotti è sempre stato pubblicità, né informazioni pagate o prodotti presi in esame, anche se è
uguale a 0,65 Euro in tutta Italia, in linea con la politica di LIDL che da ispirate da produttori e venditori o da possibile trarne valutazioni di carattere
gruppi di interesse politico e finanziario, a generale e consigli utili per gli acquisti.
sempre offre ai propri clienti prodotti di ottima qualità a prezzi garanzia della trasparenze e dell’obiettività
competitivi. Inoltre la variazione massima del prezzo della passata di dei giudizi. Direttore editoriale: Andrea Doneda
pomodoro è pari a 0,75 euro anziché 0,85 euro. I test comparativi su beni di consumo e Direttore responsabile: Rosanna
servizi finanziari e assicurativi sono Massarenti
Gli errori sopra indicati, hanno l’effetto di confondere il consumatore l’elemento che contraddistingue le riviste.
sull’effettiva qualità e convenienza dei prodotti commercializzati da I laboratori e gli esperti incaricati di Redazione: Natalia Milazzo, Alessandro
LIDL Italia Srl. svolgere le prove sono indipendenti dai Sessa, Marzio Tosi (capiredattori), Beba
produttori e da qualsiasi tipo di interesse Minna, Simona Ovadia (vicecapiservizio),
Per questi motivi LIDL Italia Srl chiede che vengano pubblicate le commerciale. Luca Cartapatti, Manuela Cervilli, Michela
precisazioni sopra riportate, a tutela dei tanti clienti che ogni giorno Tutti i campioni utilizzati per la Di Mario, Matteo Metta, Adelia Piva, Sonia
scelgono i nostri punti vendita per i loro acquisti, nonché dei lettori realizzazione dei test vengono acquistati Sartori, Roberto Usai.
anonimamente e inviati direttamente ai
della vostra rivista i quali hanno il diritto di conoscere l’effettiva
convenienza e qualità dei prodotti in vendita presso LIDL.”
ABBONAMENTO E QUOTA ASSOCIATIVA
Altroconsumo, Soldi & Diritti e Test Salute sono diffusi solo in abbonamento.
Abbiamo volutamente scelto di utilizzare un panel di consumatori L’importo dell’abbonamento comprende anche la quota di associazione. Sono soci solo le
per testare il gradimento degli alimenti da parte di chi abitualmente persone fisiche. Le persone giuridiche possono abbonarsi e accedere ai servizi individuali
forniti dall’associazione.
li utilizza: la credibilità di un test è data infatti non dal tipo di giudice,
Per abbonarsi è sufficiente inviare una lettera indirizzata a Altroconsumo Edizioni srl -
ma dalla affidabilità metodologica della procedura, che, come Casella postale 10376 - 20110 Milano oppure collegarsi al sito altroconsumo.it cliccando
sempre, abbiamo garantito. alla sezione “contattaci”.
Pagamento a mezzo domiciliazione bancaria o carta di credito: questa forma di pagamento
Le etichette di Fior di pasta (Penny Market) e Tre Mulini (Eurospin)
è indispensabile quando si sceglie la rata trimestrale. In ogni caso, la durata
hanno ottenuto un giudizio migliore perché più complete sulle dell’abbonamento è a tempo indeterminato e le future variazioni di costo verranno
informazioni nutrizionali e con l’indicazione delle porzioni. comunicate anticipatamente sulla rivista.
Garanzia di soddisfazione: se entro 15 giorni dal ricevimento del primo numero della rivista
I prezzi pubblicati derivano da rilevazioni effettuate da nostri
si cambia idea e non si vuole più essere abbonati alle riviste e Soci Altroconsumo, si ha
incaricati in diverse città italiane: abbiamo visitato più di 30 punti diritto di recedere e nulla sarà dovuto. Per esercitare il diritto di recesso basta scrivere una
vendita in quattro città distribuite lungo tutta la penisola. lettera a: Altroconsumo - Ufficio Abbonamenti - Via Valassina, 22 - 20159 Milano o
collegarsi al sito www.altroconsumo.it (cliccando sulla voce “contattaci”). Inoltre, in
qualsiasi momento si può recedere dall’abbonamento e dall’associazione con una lettera
all’ufficio Abbonamenti sarà restituito quanto eventualmente già pagato per il periodo
successivo al recesso.
Guide Pratiche gratuite: Le Guide Pratiche sono comprese nell’adesione ad Altroconsumo.
Per riceverle in regalo è necessario essere in regola con la quota di adesione. L’importo di 1,95
euro relativo alle spese amministrative verrà regolato con le stesse modalità con cui si paga
TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI l’adesione ad Altroconsumo. Le Guide possono essere vendute al prezzo indicato in quarta di
Altroconsumo Edizioni vieta espressamente la riproduzione anche parziale degli articoli copertina e/o inviate in omaggio ai Soci Altroconsumo.
e dei risultati dei test per fini commerciali e pubblicitari.
Anche la riproduzione degli articoli per fini non pubblicitari deve essere autorizzata per Per ricevere i numeri arretrati è sufficiente telefonare o scrivere all’Ufficio Abbonamenti
iscritto dal direttore. Qualsiasi uso e/o riproduzione delle illustrazioni è vietato senza Altroconsumo. Il costo è pari al doppio del prezzo di copertina. Non è possibile richiedere
l’accordo scritto dell’editore. più di due esemplari dello stesso numero. I suoi dati personali saranno utilizzati da
Altroconsumo e/o da terzi da esso incaricati per la gestione dell’abbonamento, nonché per
gli scopi associativi. Essi verranno trattati con mezzi informatici e potranno essere, a
termini di legge, da lei consultati, modificati, integrati o cancellati.
QUANTO COSTA Annuale Trimestrale
ALTROCONSUMO EDIZIONI SRL Altroconsumo 91,00 € 22,75 €
Sede legale, direzione, redazione e amministrazione: via Valassina 22 - 20159 Milano Altroconsumo + Soldi&Diritti 134,00 € 33,50 €
Tel. 02/66.89.01 - Fax 02/66.89.02.88 - Reg. Trib. Milano n. 116 del 8/3/1985 Altroconsumo + Test Salute 136,60 € 34,15 €
Copyright© Altroconsumo - n. 291252 del 30/6/1987 Altroconsumo + Soldi&Diritti + Test Salute 179,60 € 44,90 €
Stampa: Amilcare Pizzi - via Pizzi 14, Cinisello Balsamo la quota associativa, compresa nell’abbonamento,
DIRETTORE RESPONSABILE: Rosanna Massarenti è pari a 15,40€ all’anno e 3,85€ al trimestre

54 Altroconsumo 279 • Marzo 2013 www.altroconsumo.it


SCELTE SICURE

IN TUO SOCCORSO
SEI ABBONATO A TEST SALUTE?
ALTROCONSUMO TI OFFRE UN'ASSISTENZA
GRATUITA. APPROFITTANE.

Non stai bene e cerchi un medico


che ti visiti? È notte e vuoi chiedere
un consiglio? L'ospedale ti dimette
e non sai come tornare a casa?
Sono alcune delle situazioni in cui
il nostro servizio ti viene in soccorso.

p Puoi avere un medico a casa


gratis di notte e nei giorni festivi.
▪ Puoi chiedere consigli al telefono
24 ore su 24, 7 giorni su 7.
▪ Puoi avere assistenza per
i bambini, in caso di un tuo ricovero.

Attenzione, la polizza vale solo


se è stata attivata sul nostro sito.

Attiva la polizza con un clic


altroconsumo.it/polizzasalute
Trovi anche tutti i dettagli su prestazioni e condizioni sulla privacy.

I suggerimenti e i giudizi di Altroconsumo sono come sempre indipendenti. Tutti i prodotti


e i servizi che proponiamo sono stati sottoposti alle nostre analisi e ai nostri test comparativi.
I TUOI PUNTI
DI FORZA.
Assi
As sist
si sten
st enza
en za
a recla
ecla
ec lami
mii
Dife
Difend
fe ndiia
nd iamo
iamoo i tuoi
uoi di
uo diri
ritt
ritti,i,i, ti su
tt sugg
gger
ggeria
eriamo
iamo solluz
uzio
ionii con
ioni
io oncr
crret
cret
ete,
te,
e i tuo
uoii pr
prob
ob
ble
lemi
m div
mi iven
e ta
entano
no le
n st
no stre
re bat
atta
t gl
taglie
ie..
ie
Il tuo pun u to o di fo
forz
for rza è ri
rza rice
iceve
vere
ere sem
empr pree un
un’a
’aass
ssis
iste
is teenz
n a coomp
m leleta
ta sui ui rec
ecla
lami
lami; ut
mi
mi; utilili i su
sugg
gger
gg erim
erimen
im enti
enti
perr co
pe cont ntes
nt esta
es tare
ta r una bol
re o leettta sb
sbag
bag
aglililiat
atta,
a, rec
eced
eder
ed eree da
er da un cocont
ntra
nttra
rattt o fa
tt f ce
cendndo
nd o va
vale
lere
le re i pro
ropr
prii
pr
diri
di ritt
ri
itt
tti;i; uti
tilililizz
izz
zzar
a e l’l’Ap
ar p Or
App Ora a Ba
Bast
stta! per e farr senentire
tiiree la tu
tuaa vo
voce
ce,, fa
ce far pa
far part
rtee di un gr
rt grup up
uppo
ppo
e co
cont
ntar
nt tare
are di più
ar iù..

C mp
Co mpar
ara
ara e ri
risp
spar
sp arrmi
miaa
Orie
Or ient
ientia
ntiaamo i con onsu
suma
sum to
ma ori nel
elle
lle
le scelt
cceelt
ltee di ogn
gnii gi
gior
orno
or
rno
no,, fa
face
cend
ce
end
ndot
otii ri
ot risp
sp
parmi
armi
armiar
aree gr
ar g az
azie
ie ai te
test
stt
comp
compar
mp arat
ar ativ
at
tiv
ivi.i.i
Il tuo pun
unto to di fo
forz
rzaa è sc
rz sceg
eglililier
eg ier
eree semp
semp
se mpre re il pr
prod
odot
oddot
otto
tto
to o il se
serv
r iz
rvizio
izio
io con il miigl glio
i r rapp
raapp
ppor
orrto
orto
to quauali
alilità
ità
tà/
prez
pr ezzo
ez zo.. I va
zo vantntag
ntag
ggi
g escscllusi
lusi
lusivi
ivi
vi,i, le
le tariff
iffe
ffe age
gevovola
vo late
late,, le con
te onve
venz
ve nzio
nzion
io ni, i no
ni,
ni nost
stri
st ri tes
estt co omp
mpararat
ar ativ
attiv
ivi,
vi,i,
i ca
calc
lcol
lcolat
ol attor
orii on lin
inee e l’l Ap
Appp Yo YouFuFFiin
nd sono o i tutuoi
o allllea
oi eati
eati per mig
igliliior
orar
aree la qua
ar ualilità
liità del
ella
la vit
ita.
a
a.

80 Avv
vvoc
ocat
oc atii
at
S am
Si mo se semp
mpre
mpre
mp e al tu
tuo o fian
anco
c . Ch
co Chee sii tra
ratt
ttii di pro
tt rodo
dott
do
dott
ttii di
dife
fett
fe ttos
osi,i,i, mul
os ulte
lte con
onte
test
testab
st abilililii
ab
o affitt
ttua
uari
ua ri mor
oros
osi,i,i, i nos
os ostr
tri av
tri
tr avvo
voca
vo cati
cati han
annono la ri
risp
isp
spos
o ta più pro
os rofe fess
fes io
ssiona
nale
na le per
er te.
Il tuoo pun
unto
to di forz
to fo
orzrzaa è un tea
eam
m di 80 av avvovoca
vo cati
ca ti pro
rontnttii ad
nt d ascscol
olta
olltare
tare i tuo
ta uoii pr
prob
oble
ob lemi
le m e tro
mi ro--
vare
va re le so
solu
l zi
lu zion
onii su mis
on isur
uraa pe
ur perr te
te. Pe
te. Perr fa
farr vale
vale
va lere
re i tuo
uoii didiri
ritt
rittii e ri
tt riso
solv
so lver
lvere
ere fa
fast
stid
stidio
idiose
io se gra
rane
ne
q ot
qu otid
idia
idiaane
ne.
e.

Info
In form
fo rmaz
rm azio
az ione
io
one
e ind
ndip
ipen
ip endent
en dent
de nte
e
Offrria
Off iamo
mo sem
mprre in
info
form
fo rmaz
rmazio
azioni
io nii indip
nd
dip
i en
ende
d nt
de nti e pe
perr qu
ques
esto
es to no
onn osp
spit
ittia
i mo
m pub
ubbl
bbl
blic
icit
icit
icitàà..
ità.
Il tuo pun
untoto di fo
forz
rzaa è av
rz averere
er e se
semp
mpre
mp re un pare
paare
rere
re imp
mpararzi
ar ziial
zial
alee, chi
e, h ar
a o e co
comp
mp pet
eten
ente
en te.. Og
te Ogni
ni
noti
no tizi
ti
tizi
zia,
a, suggge
g ri
rime
ment
me nto,
nt o, ind
ndicicaz
ic azio
azione
io ne
e han
anno
no com
ome e sc
scop
opo
op o fa
fare
re il tu
re tuoo in
inte
te
ere
esse.
sse. La no
ss ost
stra
ra
in
info
nfo
form
rmaz
rm azio
az ione
io ne è tut
uttata far
arin
inaa de
in dell no
nost
stro
stro sac
a co
c e non si pi pieg
egaa a ne
eg ness
s un com
ss ompr
prom
pr omes
om esssoo.