Sei sulla pagina 1di 90

ECOGRAFO OFTALMICO

BIOMETRIA, PACHIMETRIA E B-SCAN


2008

MANUALE UTENTE Direttiva 93/42/CEE

XE CTT ME AN FEBBRAIO 2010


QUANTEL MEDICAL
Sede centrale: 21, rue Newton, Z.I. du BREZET
63039 Clermont-Ferrand Cedex 2 - FRANCIA
Tel: +33 (0) 473 745 745 - Fax: +33 (0) 473 745 700
E-mail: contact@quantel-medical.fr Sito web: www.quantel-medical.com
MANUALE UTENTE

AVVERTENZE

QUANTEL MEDICAL non potrà essere ritenuta responsabile per qualsiasi


danno o ferita derivante da un cattivo o mancato utilizzo delle istruzioni
riportate nel presente manuale.

QUANTEL MEDICAL si riserva il diritto di modificare le caratteristiche


dell’apparecchio senza preavviso.

La garanzia dell'apparecchio decade se questo viene aperto (anche


parzialmente), modificato o riparato in qualsiasi modo da persone non
espressamente autorizzate da QUANTEL MEDICAL.

------------------------------

PERICOLO: Secondo la Legge Federale Americana il presente apparecchio deve


essere venduto esclusivamente dietro prescrizione di professionisti
autorizzati.

PERICOLO: L’apparecchio non è adatto per un utilizzo fetale.

PERICOLO: Scollegare l’alimentazione alternata prima di pulire l’apparecchio.


Scollegare sempre l’alimentazione alternata dopo aver SPENTO
l’apparecchio.

PERICOLO: Collegare esclusivamente il sistema di alimentazione fornito da


QUANTEL MEDICAL.

Per eventuali chiarimenti, contattare il servizio assistenza.

Internazionale U.S.A.

QUANTEL MEDICAL QUANTEL MEDICAL Inc.

21, rue Newton, Z.I. du Brezet 601, Haggerty Lane


63039 Clermont-Ferrand cedex 2 BOZEMAN MT 59715
FRANCIA U.S.A.

Tel: +33 (0) 473 745 745 Tel: +1 888 660 6726

Fax: +33 (0) 473 745 700 Fax: +1 (406) 586 2924

E-mail: contact@quantel-medical.fr E-mail: info@quantelmedical.com


Sito web: www.quantel-medical.com Sito web: www.quantelmedical.com

Rev. 02-2010 P-3


MANUALE UTENTE

AVVERTENZE

COME EVITARE LA TRASMISSIONE DI INFEZIONI TRA PAZIENTI


Per evitare il contagio tra pazienti, la sonda deve essere disinfettata
dopo il trattamento di ogni paziente.
Nel seguente capitolo QUANTEL MEDICAL fornisce indicazioni sulla
prevenzione di infezioni e la pulizia dell’apparecchio:

7 - Come evitare la trasmissione di infezioni

-------------------------------

ATTENZIONE: Alcune persone sono estremamente allergiche all’alcol isopropilico.

ATTENZIONE: Il calcolatore della IOL di COMPACT TOUCH calcola i valori della IOL
negativi se inseriti dai dati.
Tali valori verranno visualizzati con un meno (-). Non ignorare il
segno visualizzato.

ATTENZIONE: Per non danneggiare l’apparecchio, non utilizzare agenti pulenti


abrasivi. Se possibile, togliere immediatamente le macchie prima che
secchino.

ATTENZIONE: La sonda non deve mai essere autoclavata o sottoposta a calore


eccessivo.

ATTENZIONE: Non comprimere la cornea durante la misurazione della lunghezza


assiale.

ATTENZIONE: Prima di aggiungere elementi alla configurazione di base, vedere il


capitolo “5.4 Collegamenti”.

ATTENZIONE: Non installare altri software sull’apparecchio, in quanto potrebbero


compromettere il software di COMPACT TOUCH. L’installazione di un
software diverso da quello di QUANTEL MEDICAL annulla la
garanzia. QUANTEL MEDICAL non potrà essere ritenuta responsabile
per qualsiasi errore causato da altri programmi installati.
-------------------------------

P-4 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

AVVERTENZE

ESPOSIZIONE DEL TESSUTO AD ENERGIA AD ULTRASUONI:


COMPACT TOUCH è stato ideato per un utilizzo esclusivamente
oftalmico. Non è previsto nessun altro utilizzo in quanto non esistono
controindicazioni nell’impiego della biometria ad ultrasuoni per uso
oftalmologico, neppure negli atti di FDA.
L’apparecchio regola la potenza in uscita in base ai parametri previsti
per il suo utilizzo specifico.
L’utente controlla esclusivamente la durata dell’esposizione
all’energia ad ultrasuoni.
Considerando l'esistenza di effetti sconosciuti, nonostante la
bassissima intensità della potenza in uscita applicata nella biometria
ad ultrasuoni,

NOTA: QUANTEL MEDICAL consiglia di limitare l’esposizione del paziente


durante la misurazione.

PERICOLO: L’apparecchio in oggetto non è progettato per un utilizzo fetale.

-------------------------------

Precauzioni da adottare in materia di rifiuti e smaltimento


dell'apparecchio e degli accessori:
Questo prodotto è conforme ai requisiti della Direttiva RAEE
(2002/96/CE). COMPACT TOUCH è un prodotto elettrico/elettronico
e non deve essere gettato nei rifiuti domestici.
Meets requirements of European Council Directive
2002/96/CE. Suitable for use in all EU members states. Non smaltire con i rifiuti
Conforme ‡ la Directive du Conseil des CommunautÈs
europÈennes 2002/96/CE. Compatible dans tous les pays domestici!
membres de l'Union EuropÈenne.

Categoria del prodotto:


In riferimento alle tipologie di attrezzatura presenti nell'allegato I della
Direttiva RAEE, il presente apparecchio viene classificato nella
categoria 8 tra gli “Apparecchi medicali (ad eccezione di tutti gli
apparecchi impiantati ed infetti)”.

Per smaltire completamente l'apparecchio ed i suoi accessori,


contattare QUANTEL MEDICAL.

Rev. 02-2010 P-5


MANUALE UTENTE

SOMMARIO
AVVERTENZE 3
SOMMARIO 6 X
1- INTRODUZIONE 9
2- SPECIFICHE TECNICHE 10
2-1 Classificazione 10
2-2 Requisiti elettrici 10
2-3 Specifiche tecniche dell’ecografo 10
2-3-1 Sonda per biometria 10
2-3-2 Sonda per pachimetria (opzione) 11
2-3-3 Sonda B-Scan 10 MHz (opzione) 11
2-3-4 Ecogrammi acquisizione 11
2-3-5 Accuratezza delle misurazioni 11
2-3-6 Accuratezza del calcolo della IOL 11
2-3-7 Limiti fisiologici di misurazione 12
2-3-8 Limiti di inserimento dati 12
2-4 Conformità 13
2-5 Dimensioni 13
2-6 Condizioni ambientali 13
2-7 Materiali utilizzati 13
2-7-1 Allogtgiamento 13
2-7-2 Sonde 13
2-8 Esposizione del tessuto ad energia ad ultrasuoni 14
2-8-1 ALARA Section 14
2-8-2 Valori sonici 14
2-8-3 Sonda A-Scan 16
2-8-4 Sonda per pachimetria (opzione) 17
2-8-5 Sonda B-Scan (opzione) 18

3- INDICAZIONI 20
3-1 Indicazioni sul pannello destro 20
3-2 Indicazioni sul pannello sinistro 21
3-3 Indicazioni sul pannello posteriore 22

4- DESCRIZIONE 23
4-1 Pannello destro 23
4-2 Pannello sinistro 24
4-3 Pannello frontale 25
4-3-1 Posizione 25
4-3-2 Descrizione 25

5- INSTALLAZIONE 26 X
5-1 Disimballare l’apparecchio 26
5-2 Lista dei componenti 26
5-3 Montaggio dell’aggancio della sonda 27 X
5-4 Alimentazione 28
5-5 Collegamenti 28
5-5-1 Alimentazione 28

P-6 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

SOMMARIO

Pag. Rev. 02/10


5-5 Collegamenti (continua)
5-5-2 Sonda per biometria 29
5-5-3 Sonda per pachimetria (opzione) 30
5-5-4 Sonda B1 - 10 MHz (opzione) 30
5-5-5 Interruttore a pedale 31
5-5-6 Porte USB 31
5-5-7 Porta rete 31
5-5-8 Collegamento Mouse/Tastiera 31
5-5-9 Impugnatura 31

6- IMPOSTAZIONI 32
6-1 Schermata General setup 33
6-2 Creare/modificare/cancellare un medico 34
6-2-1 Impostazioni della IOL 35
6-2-2 Informazioni complete sul medico 35
6-2-3 Cancellare un medico 36
6-2-4 Impostazioni B (opzione) 36
6-2-5 Impostazioni pachimetria (opzione) 36
6-3 Creare/modificare/cancellare un file del paziente 39

7- COME EVITARE LA TRASMISSIONE DI INFEZIONI TRA PAZIENTI 43


7-1 Come evitare la trasmissione di infezioni tra pazienti 43
7-2 Metodi di prevenzione 43
(Sezione specifica per USA)
7-2-1 Sonda A 43
7-2-2 Sonda B 45
7-3 Procedura di decontaminazione - predisinfezione e disinfezione
delle sonde 46
(Sezione specifica per l’Europa)
7-3-1 Preparazione degli agenti 48
7-3-2 Protocollo standard 49
7-3-3 Protocollo del paziente a rischio 51

8- BIOMETRIA 53
8-1 Preparazione della sonda A 53
8-2 Acquisizione 53
8-2-1 Acquisizione automatica 53
8-2-2 Acquisizione manuale 57
8-2-3 Biometria in modalità B (Compact Touch B e AB) 57

9- CALCOLO DELLA IOL 58


9-1 Formule e costanti 58
9-2 Parametri per il calcolo della IOL 59
9-2-1 Cheratometria 59
9-2-2 Ametropia post-operatoria 60
9-2-3 Selezione della IOL 60
9-2-4 Selezione della formula 60
9-3 Inteventi di chirurgia post-rifrattiva 61
9-3-1 Cheratometria 61
9-3-2 Calcolo della IOL post-rifrattiva 61
Rev. 02-2010 P-7
MANUALE UTENTE

SOMMARIO
9-3 Interventi di chirurgia post-rifrattiva (continua)
9-3-3 Caso 1: Storia del paziente conosciuta 62
9-3-4 Caso 2: Si conoscono solo le rifrazioni 63
9-3-5 Caso 3: Storia del paziente sconosciuta 63
9-3-6 Caso 4: Storia del paziente sconosciuta 64

10- FORMULE IOL 65


10-1 Variabili utilizzate 65
10-2 SRK II 65
10-3 SRK T 66
10-4 Double K / SRK T 67
10-5 Binkhorst II 68
10-6 Holladay 69
10-7 Hoffer Q 70
10-8 Shammas 71
10-9 Haigis 72

11- B-SCAN (OPZIONE) 75


11-1 Cineloop 76
11-2 Post-processing 77
11-2-1 Calibratore 77
11-2-2 Marker 78
11-2-3 Misurazione della superficie 79

12- PACHIMETRIA (OPZIONE) 80


12-1 Center only 80
12-2 Automatic 81
12-3 Continuous 81
12-4 Scanning 82

13- STAMPA 83
13-1 Biometria 84
13-2 Calcolo della IOL 84
13-3 Modalità B (opzione) 84
13-4 Pachimetria (opzione) 84
13-5 Dalla storia clinica 84

14- MANUTENZIONE 85
14-1 Manutenzione dell’apparecchio 85
14-2 Manutenzione delle sonde 85
14-3 Cambio della sonda per biometria/calibrazione 85

15- TEST DI MISRAZIOE/CALIBRAZIONE 86

ALLEGATO 1 87 X

CONVALIDA 89 X

P-8 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

1 - INTRODUZIONE

COMPACT TOUCH è un sistema di ecografia completo con quattro


funzioni base:

- Ecografia A scan per la biometria assiale (opzione).


- Ecografia B scan (opzione) con una sonda di esplorazione con
parte meccanica.

È richiesto un codice di attivazione. Si prega di contattare


QUANTEL MEDICAL o il distributore locale per maggiori
informazioni sull’ordine di questa opzione e per ricevere il
codice di attivazione.
- Calcolo della IOL con le 6 formule più conosciute.

- Pachimetria (opzione) per la misurazione dello spessore


corneale.
È richiesto un codice di attivazione. Si prega di contattare
QUANTEL MEDICAL o il distributore locale per maggiori
informazioni sull’ordine di questa opzione e per ricevere il
codice di attivazione.

COMPACT TOUCH è un sistema facile da utilizzare e comprende uno


schermo touch-screen come interfaccia con l’utente.
Il touch-screen regola l’acquisizione delle immagini.

Impostare COMPACT TOUCH è semplice. Una volta installato nel PC,


il software è pronto per essere utilizzato.

Di seguito le configurazioni possibili:


- COMPACT TOUCH A: solo con una sonda A
- COMPACT TOUCH B: solo con una sonda B
- COMPACT TOUCH AB: con una sonda A e B

Con entrambe le configurazioni COMPACT TOUCH A e COMPACT


TOUCH AB può essere disponibile una sonda per pachimetria.

ATTENZIONE: Seguire la procedura di installazione allegata dopo aver ricevuto


l’apparecchio con la sonda A o la sonda per pachimetria.

Rev. 02-2010 P-9


MANUALE UTENTE

2 - SPECIFICHE TECNICHE

2-1 CLASSIFICAZIONE
Si prevede un utilizzo continuo dell’apparecchio. Esso appartiene alle
seguenti classificazioni:
- Classe di sicurezza elettrica: Standard EN 60 601-1
- Classe di protezione: II
- Tipo: BF (protezione contro lo shock
elettrico)

Collegare esclusivamente il sistema di alimentazione fornito da


QUANTEL MEDICAL.

2-2 REQUISITI ELETTRICI


- Alimentazione: modulo esterno con adattamento voltaggio
automatico: non è richiesta nessuna selezione.

Voltaggio di ingresso: 100-240 Vac


monofase senza messa a
terra
Frequenza: 47-63 Hz
Consumo delle prese: 70 VA

Consumo
COMPACT TOUCH: 12 Vdc 5 A

Alimentazione Classe II

- Riferimento: TR60M12 Marchio: Cincon Electronics

2 - SPECIFICHE TECNICHE DELL’ECOGRAFO


2-3-1 SONDA PER BIOMETRIA

- Riferimento sonda: TP-01-b (tono sonda)


o TP-02-las (ProBeam)
- Frequenza: 11 MHz
- Lunghezza focale: da 20 a 25 mm
- Modalità emissione: Pulsata
- Diametro attivo: 5 mm
- Superfcie attiva: 20 mm2
- Risoluzione assiale: 0,15 mm (a - 6dB)
- Intervallo ripetizione 108 Hz
emissioni:

P-10 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

2 - SPECIFICHE TECNICHE
2-3-2 SONDA PER PACHIMETRIA (OPZIONE)
- Riferimento sonda: P1
- Tipo: A
- Materiale: Ceramica PZT
- Frequenza ceramica: 20 MHz
Ogni 40 ms (25 Hz) viene emessa una pulsazione fino a ritenere la
sonda in posizione corretta. La misurazione ha inizio: 50 emissioni in
25 ms:
frequenza ripetizione pulsazione durante la misurazione: 2000Hz.
Durata massima del burst a 25 Hz: 45 s.
Ripetere la misurazione per un nuovo burst.

2-3-3 SONDA B-SCAN 10 MHZ (OPZIONE)


- Riferimento sonda: B1
- Angolo settore: 50°
- Frequenza: 10 MHz
- Modalità emissione: pulsata
- Lunghezza focale: da 24 mm a 26 mm
- Diametro attivo: 7,5 mm
- Superficie attiva: 44 mm2
- Risoluzione assiale: 0,2 mm (a -6 dB)
- Risoluzione laterale: 0,6mm (a -6 dB)

2-3-4 ECOGRAMMI ACQUISIZIONE


- Punti asse x: 1536
- Punti asse y: 256
- Risoluzione elettronica: 0,03 mm a 1550 m/s

2-3-5 ACCURATEZZA DELLE MISURAZIONI


L’accuratezza della risoluzione elettronica è pari a: ±0,03 mm.

IMPORTANTE: L’accuratezza della sonda A-scan dipende da:


- un buon allineamento con l’asse visivo
- una bassa pressione sulla cornea quando si utilizza la Tecnica
con Contatto

2-3-6 ACCURATEZZA DEL CALCOLO DELLA IOL


Risoluzione display sulla IOL: ± 0,1 diottrie.

NOTA: Utilizzando la formula SRK II, l’accuratezza pari a ± 0,2 mm nella


misurazione comporta una differenza della IOL pari a 0,5 diottrie.
Utilizzando le 4 formule restanti, l’accuratezza pari a ± 0,15 mm
nella misurazione comporta una differenza della IOL pari a 0,5
diottrie.

Rev. 02-2010 P-11


MANUALE UTENTE

2 - SPECIFICHE TECNICHE
2-3-7 LIMITI FISIOLOGICI DI MISURAZIONE
Limiti fisiologici di misurazione (in auto.) Minimo (mm) Massimo (mm)

Profondità camera anteriore a 1532 m/s 1,5 10

Fachico Spessore lenti a 1641 m/s 1,5 10

Lunghezza totale = AC + L + V 14 45

Profondità camera anteriore a 1532 m/s 1,5 10

Pseudo-fachico Spessore lenti a 1641 m/s 0,5 10

Lunghezza totale = AC + IOL + V 14 45

Afachico Lunghezza totale = AC + IOL + V 14 45

NOTA: I valori indicati corrispondono ai criteri di controllo con blocco automatico.


Con un’immagine bloccata manualmente ed un’impostazione manuale dei
marker, non esistono limiti all’interno di una profondità di acquisizione pari a
45 mm.

2-3-8 LIMITI DI INSERIMENTO DATI


COMPACT TOUCH accetta come dati validi i valori compresi negli
intervalli elencati di seguito.

NOTA: Alcuni di essi non rientrano nell’intervallo dei valori fisiologici


oftalmici normali.
Intervallo ammissibile
PARAMETRI
Minimo Massimo

Camera anteriore, lenti e velocità vitreo 500 m/s 5000 m/s

Velocità cataratta densa 500 m/s 5000 m/s

Velocità IOL in PMMA, acrilico e silicone 500 m/s 5000 m/s

Cheratometria in millimetri 5 mm 13 mm

Cheratometria in diottrie 25,0 D 68,0 D

Lunghezza totale nella schermata di calcolo della IOL 15 mm 40 mm

Camera anteriore nella schermata di calcolo della IOL 0 mm 9,9 mm

Ametropia post operatoria -20,0 D +20,0 D

Costante SRK A 113.00 120.59

Fattore chirurgico HOLLADAY calcolato da A -1,61 +2,69

ACD HOFFER-Q 2,05 6,48

BINKHORST II profondità camera anteriore post operatoria: ACDb 1 mm 8 mm


Costante per formula HAIGIS: a0 -10 +10
Costante per formula HAIGIS: a1, a2 -1 +1
1,16 < a0 + 3,37a1 + 23,39a2 < 7
1,16 < a0 + 2,53a1 + 20,00a2 < 7
Costanti HAIGIS: Limiti combinati per un intervallo ACD (da 1,16 a 7 mm) 1,16 < a0 + 3,50a1 + 27,00a2 < 7

P-12 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

2 - SPECIFICHE TECNICHE

2-4 CONFORMITÀ
- Alimentazione e custodia dell’apparecchio
in conformità con: IEC 60 601-1
- Direttiva europea: 93/42/CEE
- Compatibilità elettromagnetica: IEC 60 601-1-2 (vedere allegato 1)

2-5 DIMENSIONI
- Larghezza: 37,5 cm (14.76 in)
- Profondità: 10 cm (3.94 in) - Peso: 4,280 Kg (9,44 lbs)
- Altezza: 27 cm (10.63 in)

2-6 CONDIZIONI AMBIENTALI


La temperatura della stanza dove si utilizza l’apparecchio deve essere
compresa tra:
10° C e 35°C (50°F e 95°F)
L'umidità relativa senza condensa non deve superare il 95%.
La temperatura di trasporto e conservazione dell’apparecchio deve
essere compresa tra:

-20° C e 70° C (- 4°F e 158°F)

2-7 MATERIALI UTILIZZATI


2-7-1 ALLOGGIAMENTO
- Parte superiore: Plastica in poliuretano conforme allo standard UL 94 V0
- Parte inferiore: Copertura in acciaio verniciato
- Pannello frontale LCD: Copertura in acciaio verniciato

2-7-2 SONDE
Corpo e materiale a contatto con il paziente.
A-Scan
- Corpo: Delrin 100
- Materiale a contatto: Insulcast I-124 Epoxy Produttore: Permagile Industries
Pachimetro (opzione)
- Corpo: Delrin 100
- Materiale a contatto: REXOLITE 1422 Produttore: Blatek

B-Scan (opzione)
- Corpo: alluminio verniciato
- Materiale a contatto: TPX-MX002 Produttore: Mitsui

Rev. 02-2010 P-13


MANUALE UTENTE

2 - SPECIFICHE TECNICHE

2-8 ESPOSIZIONE DEL TESSUTO AD ENERGIA AD ULTRASUONI


COMPACT TOUCH è stato ideato per un utilizzo esclusivamente oftalmico.

ATTENZIONE: L’apparecchio in oggetto non è progettato per un utilizzo fetale.

2-8-1 ALARA SECTION (ALARA: As Low as Reasonably Possible)


SEZIONE ALARA (ALARA: più bassa possibile)

Se utilizzata come consigliato, l’energia sarà sempre attenuata dal


tessuto tra il trasduttore ed il focus. I valori qui proposti si riferiscono al
punto focale, il punto di massima intensità.
Non è possibile variare l’energia in uscita del trasduttore. Tuttavia, per
ridurre al minimo l’esposizione, le misurazioni devono essere
effettuate il più velocemente possibile.
Se si desidera una maggiore accuratezza, l’intensità nel corpo ad ogni
punto del trasduttore deve essere calcolata in base alla formula
consigliata da FDA:
It= Iw exp(-0,069fz)

laddove lt corrisponde all’intensità stimata in situ, Iw corrisponde


all’intensità misurata in acqua nel focus del trasduttore (indicato nelle
tabelle), f corrisponde alla frequenza degli ultrasuoni espressa in
megahertz, z corrisponde alla distanza dalla parte anteriore della
sonda al focus del trasduttore espressa in centimetri, quindi al punto di
misurazione. Questa formula era anche utilizzata per il calcolo dei
valori diminuiti.

2-8-2 VALORI SONICI

I parametri relativi al trasduttore variano in base al tipo di trasduttore. I


valori misurati e calcolati riportati corrispondono in realtà a 3
trasduttori, i cui valori differiscono leggermente da quelli specificati e
dai valori del trasduttore dell'apparecchio in oggetto. Tuttavia, i valori
riportati nelle specifiche tecniche forniscono risultati abbastanza
accurati per ogni fine pratico, in quanto si tratta di intensità molto
basse.

Si consiglia di ridurre sempre al minimo l'intervallo di


esposizione limitando il più possibile il tempo di trasmissione
degli ultrasuoni.

P-14 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

2 - SPECIFICHE TECNICHE
Vengono descritti di seguito i simboli utilizzati nelle tabelle:
Ispta, 3 Intensità ridotta media temporale picco spaziale (milliwatt per
centimetro quadrato).

Isppa, 3 Intensità ridotta media impulso picco spaziale (watt per


centimetro quadrato).
Il valore di lPA.3 nella posizione di MI massimo globale (lPA.3@MI)
dovrebbe essere sostituito a lsppa,3 se presente MI massimo
globale.

Ml Indice Meccanico. Il valore MI nella posizione di lsppa,3


(MI@lsppa.3) può essere sostituito a MI (valore massimo
globale) se lsppa.3 è < 190 W/cm2.

Picco ridotto di pressione negativa (megapascal) associato al


Pr.3 modello trasmesso a formare il valore indicato in MI.

Potenza ultrasonica (milliwatt). Per la condizione di


funzionamento che da origine a lspta3, wo è la potenza media
Wo totale; per la condizione di funzionamento registrata in base a
lSPPA.3, wo è la potenza ultrasonica associata al modello
trasmesso a formare il valore indicato in lSPPA.3.

Frequenza portante (MHz). Per MI e lSPPA.3, fc è la frequenza


portante associata al modello trasmesso che origina il valore
fc massimo globale del rispettivo parametro. Per lSPTA.3, per le
modalità combinate con tipi di raggi con diversa frequenza
portante, fc è definita come l’intervallo totale delle frequenze
portanti dei relativi modelli trasmessi.
zsp Distanza assiale alla quale viene misurato il parametro
(centimetri).

Rispettivamente le dimensioni -6dB in-plane (azimutale) e out-


x-6, y-6 of-plane (elevazionale) nel piano x-y dove si trova zsp
(centimetri).

Durata di impulso (microsecondi) associata al modello


PD trasmesso che origina il valore riportato del rispettivo
parametro.

Frequenza ripetizione di impulsi (Hz) associata al modello


PRF
trasmesso che origina il valore riportato del rispettivo
parametro.

EBD Dimensioni del raggio di entrata per i piani azimutale ed


elevazionale (centimetri).

EDS Dimensioni di entrata dello scan per i piani azimutale ed


elevazionale (centimetri).

Rev. 02-2010 P-15


MANUALE UTENTE

2 - SPECIFICHE TECNICHE
2-8-3 SONDA A-SCAN
Riferimento sonda: TP-01-b / TP-02-las (ProBeam)
Tipo: A-scan
Materiale: ceramica PZT
Frequenza: 11 MHz
Frequenza ripetizione pulsazioni: 108 Hz

Intensità degli ultrasuoni nel tessuto nel focus misurato del trasduttore
(22 mm dalla punta della sonda)

ISPTA.3 : 0,140 mW/cm2


ISPPA.3 : 11,611 W/cm2
Indice Meccanico: 0,16
Potenza ultrasonica: 0,013 mW

Massima Globale: Tabella uscita acustica per Track 1


Modalità scansione non automatica

Modello trasduttore: TP-01-b / TP-02-las (ProBeam)


Modalità operativa: A-Scan
Applicazione: Biometro oftalmico

I SPTA.3 I SPPA.3
Uscita acustica MI 2 2
(mW / cm ) (W / cm )

Valore massimo 0,16 0,140 11,611

P (Mpa) 0,480
r.3

W (mW) 0,013 0,013


0

f (MHz) 8,83 8,83 8,83


c

Z (cm) 2,00 2,00 2,00


sp

Parametri x-6 (cm) 0,168 0,168


acustici Dimensione
associati Raggio 0,166 0,166
y-6 (cm)
PD (µm) 0,11 0,126

PRF (Hz) 108 108

Az, cm 0,5
EBD
E1, cm 0,5

P-16 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

2 - SPECIFICHE TECNICHE

2-8-4 SONDA PER PACHIMETRIA (OPZIONE)


Riferimento sonda: P1
Tipo: A
Diametro punta: 1,2 mm
Punto focale: 0,5 mm dalla punta
Materiale: ceramica PZT
Frequenza ceramica: 20 MHz
Angolo: 45 gradi

Intensità degli ultrasuoni nel tessuto nel focus misurato del


trasduttore (2 mm dalla punta della sonda)

ISPTA. : 0,097 mW/cm2


I3 : 0,655 W/cm2
SPPA.
3
Indice Meccanico: 0,04
Potenza ultrasonica: 0,0009 mW

Modello trasduttore: Pachimetro


Modalità operativa: A-Scan
Applicazione : Pachimetro oftalmico

(mW/cm×) (W/cm×)
Uscita acustica MI
ISPTA ,3 ISPPA ,3

Valore massimo 0,04 0,097 0,655

P MPa 0,15
R,3

W mW 0,0009 0,0009
O

f MHz 13,14 13,14 13,14


C

Z cm 0,200 0,200 0,200


SP

x cm 0,100 0,100
-6
Dimensione
Parametri Raggio
acustici y cm 0,104 0,104
-6
associati
PD µs 0,05 0,05

PRF Hz 2800 2800

Az cm 0,12
EBD
E1 cm 0,12

Rev. 02-2010 P-17


MANUALE UTENTE

2 - SPECIFICHE TECNICHE
ACCURATEZZA
Il display visualizza le cifre fino ad un micron. Tuttavia, in un intervallo
di spessore corneale da 200 a 999 micron, l’accuratezza delle
misurazioni corrisponde a ± 5 micron. La risoluzione acustica
massima (capacità di distinguere due echi separati) è pari a 81
micron ed è limitata dalla frequenza centrale del trasduttore. Per
strutture superiori ai 200 micron, la riproducibilità della misurazione è
pari a ± 5 micron. Non sono inclusi errori causati dal funzionamento o
dall’incertezza dei valori della velocità del suono.

L’operatore dovrà ridurre al minimo il margine di errore tenendo la


sonda perpendicolare alla cornea e applicando la minore pressione
possibile.

Il valore automatico della velocità del suono, 1620 m/s, è considerato


il valore standard della velocità della cornea. Altri valori possono
essere utilizzati solo se specificatamente documentati per il tipo di
trattamento dell’occhio in questione.

L’accuratezza delle emissioni specificata nella suddetta tabella è pari


a: Potenza 29%, Pressione 14,6%, Intensità 29%, Frequenza
portante 2% come definito dallo spettro della pulsazione.

2-8-5 SONDA B-SCAN (OPZIONE)


Riferimento sonda: B1
Tipo: Modalità B
Materiale: Materiale composto
Frequenza: 10 MHz
Frequenza ripetizione pulsazioni: 2844 Hz
Intensità degli ultrasuoni nel tessuto nel focus misurato del
trasduttore (27 mm dal trasduttore)
ISPTA.3 : 0,22 mW/cm2
ISPPA.3 : 24,3 W/cm2
Indice Meccanico: 0,196
Potenza ultrasonica: 0,208 mW

Massima Globale: Tabella uscita acustica per Track 1


Modalità scansione non automatica

Modello trasduttore: Sonda oftalmica 10 MHz


Modalità operativa: Modalità B
Applicazione: Oftalmica

P-18 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

2 - SPECIFICHE TECNICHE

Uscita acustica MI ISPTA .3 ISPPA .3


( mW / cm2) ( W / cm2)

Valore massimo 0,196 0,22 24,3

Pr.3 (Mpa) 0,56 --- ---

W0 (mW) 0,208 0,208


fc (MHz) 8,85 8,85 8,85
Zsp (cm) 2,7 --- 2,7
Parametri
Acustici --- ---
Associati Dimensione
x-6 (cm) 0,094
y-6 (cm)
Raggio
--- --- 0,09

PD (µ s) 0,09 --- 0,09


PRF * (Hz) 2844 --- 2844
EBD Az (cm) --- 1,41 ---

Ele. (cm) --- 0,75 ---

Rev. 02-2010 P-19


MANUALE UTENTE
3- INDICAZIONI

3-1 INDICAZIONI SUL PANNELLO DESTRO


 Identificazione

Attenzione! Fare riferimento ai documenti allegati.

L'identificazione fornisce tutte le informazioni:


- QUANTEL MEDICAL (indirizzo e telefono)
- Apparecchio: * Numero seriale
* Classe sicurezza elettrica (Standard EN 60 601-1)
* Specifiche alimentazione
* SIMBOLO CLASSE II:

* TIPO: BF SIMBOLO:

 Indicazione collegamenti
Sonda
pachimetro Sonda A Sonda B Interruttore
(opzione) (opzione) a pedale

P-20 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

3- INDICAZIONI

3-2 INDICAZIONI SUL PANNELLO SINISTRO




 Standby

 Collegamento USB/RETE
Due collegamenti USB (tipo 2.0)

Un collegamento LAN

 Collegamento mouse/tastiera
Mouse: collegamento verde
Tastiera: collegamento viola

Rev. 02-2010 P-21


MANUALE UTENTE
3- INDICAZIONI

3-3 INDICAZIONI SUL PANNELLO POSTERIORE


 

 Normativa Federale USA


CAUTION : FEDERAL USA LAW RESTRICTS THIS DEVICE TO SALE BY OR ON THE
ORDER OF A PHYSICIAN OR AN OPTOMETRIST LICENCED BY THE LAW OF THE
STATE IN WHICH HE PRACTISES TO USE OR ORDER THE USE OF THIS DEVICE

DANGER : EXPLOSION HAZARD. DO NOT USE IN PRESENCE OF


FLAMMABLE ANESTETICS OR OXIGEN. RICH ATMOSPHERE
CAUTION : ELECTRIC SHOCK HAZARD. DO NOT OPEN. REFER
SERVICING TO QUALIFIED SERVICE PERSONNEL.

 RAEE
Direttiva europea per lo smaltimento di apparecchi elettronici

Meets requirements of European Council Directive


2002/96/CE. Suitable for use in all EU members states.
Conforme à la Directive du Conseil des Communautés
européennes 2002/96/CE. Compatible dans tous les
pays membres de l'Union Européenne.

P-22 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

4- DESCRIZIONE
I collegamenti hanno forme diverse per evitare errori di installazione.

ATTENZIONE: NON FORZARE I COLLEGAMENTI.

4-1 PANNELLO DESTRO

Interruttore principale

Alimentazione
12Vdc

Interruttore a pedale
Sonda B (opzione)

Sonda per biometria: TP-01-b/TP-02-las


Sonda per pachimetria (opzione)
INTERRUTTORE PRINCIPALE
Per fornire alimentazione all'apparecchio, l'utente deve posizionare
l'interruttore principale in posizione “1” e per togliere alimentazione in
posizione “0”.
ATTENZIONE: Per prevenire la perdita di dati, è necessario spegnere l’apparecchio
con il pulsante “Start” (vedere paragrafo 4-3). Non spegnere mai
l'apparecchio con l'interruttore principale senza prima utilizzare il
pulsante “Start”; in questo modo l’apparecchio si spegne
automaticamente dopo aver terminato il processo (quando il LED di
alimentazione è arancione). È ora possibile spegnere l’apparecchio con
l’interruttore principale.
ALIMENTAZIONE
Collegamento alimentazione 2,5 mm
COLLEGAMENTO INTERRUTTORE A PEDALE
Collegamento audio vicino all’impugnatura.

COLLEGAMENTO SONDA B-SCAN


È possibile collegare una sonda A/B (10 Mhz)

COLLEGAMENTO SONDA PER BIOMETRIA


La sonda per la biometria ha un collegamento LEMO quattro denti. Si tratta
di un collegamento push-pull con sistema di chiusura.
COLLEGAMENTO SONDA PER PACHIMETRIA
È possibile collegare una sonda per pachimetria nel collegamento BNC.
Rev. 02-2010 P-23
MANUALE UTENTE
4- DESCRIZIONE

4-2 PANNELLO SINISTRO

Porte USB
Porta RETE

Mouse

Tastiera

COLLEGAMENTI USB 2.0


Vi sono 2 collegamenti USB: stampante, chiavetta o tastiera esterna...

COLLEGAMENTO RETE (RJ-45)


Utilizzato per collegare COMPACT TOUCH ad una rete.

COLLEGAMENTO MOUSE (PS2)


Utilizzato per collegare COMPACT TOUCH ad un mouse.

COLLEGAMENTO TASTIERA (PS2)


Utilizzato per collegare COMPACT TOUCH ad una tastiera.

P-24 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

4- DESCRIZIONE

4-3 PANNELLO FRONTALE


4-3-1 POSIZIONE


    
4-3-2 DESCRIZIONE
1 - Schermo touch-screen LCD a colori.
2 - Pulsate di Start
3 - LED alimentazione:
Arancione: COMPACT TOUCH è acceso
Verde: COMPACT TOUCH è avviato
4 - Rotella: aumentare/diminuire i valori
oppure, spostare i marker
oppure, muoversi da un campo all’altro in una schermata specifica.
5 - Aggancio sonda B1 (incluso aggancio sonda per biometria)
6 - Aggancio sonda per biometria
7 - Test-Block biometria: 10 mm a 1550 m/s
8 - Aggancio sonda per pachimetria
9 - Test-Block. pachimetria.

Rev. 02-2010 P-25


MANUALE UTENTE
5- INSTALLAZIONE
5-1 DISIMBALLARE L’APPARECCHIO
L’apparecchio viene fornito con uno speciale rivestimento antiurto. Se
il trasporto dello stesso è avvenuto a bassa temperatura, non
accenderlo immediatamente dopo averlo disimballato.

ATTENZIONE : Se l'apparecchio si trova ad una temperatura inferiore ai 10°C (50°


F), accenderlo potrebbe provocare gravi danni. Disimballare
l'apparecchio e lasciarlo a temperatura ambiente per almeno mezza
giornata per assicurarsi che i componenti interni si scaldino
gradualmente.

5-2 LISTA DEI COMPONENTI


Prima di procedere all’installazione, verificare che siano presenti
nell’imballo i seguenti componenti:
CONFIGURAZIONE BASE:
- Unità COMPACT TOUCH - Alimentazione esterna 12 Vdc
- Cavo alimentazione - Manuale utente
- Custodia

COMPACT TOUCH A:
- Configurazione base
- Sonda per biometria (Rif:TP-01-b) o sonda ProBeam (Rif: TP-
02-las) con custodia
- Aggancio sonda per biometria (Rif: XEAXTPSD)

COMPACT TOUCH B:
- Configurazione base
- Sonda B1 (10 MHz) con custodia
- Aggancio sonda B1
- Interruttore a pedale
- Mouse
COMPACT TOUCH AB:
- Compact Touch B
- Sonda per biometria (Rif: TP-01-b) o sonda ProBeam (Rif: TP-02-las)
con custodia
OPZIONI:
- Sonda per biometria (Rif: TP-01-b) con custodia
- Sonda ProBeam (Rif: TP-02-las) con custodia (Rif: XEPRBBIOL)
- Impugnatura per la sonda per biometria TP-01-b (Rif: XEAAAPAM)
- Aggancio sonda B1 (Rif: XECTTPSD)
- Sonda per pachimetria
- Tastiera esterna (Rif: XECLVUSBAZ e XECLVUSBQW)
- Dispositivo di archiviazione USB (Rif: XECLEUSB)

P-26 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

5- INSTALLAZIONE

5-3 MONTAGGIO DELL’AGGANCIO DELLA SONDA


ATTENZIONE: Scollegare il cavo di alimentazione sulla destra prima di effettuare
qualsiasi operazione sull'apparecchio. Rimuovere tutti i collegamenti.

- Munirsi dell’aggancio della sonda, della vite con esagono incassato e


della chiave di Allen fornita con COMPACT TOUCH.
Aggancio sonda
per COMPACT TOUCH A per COMPACT TOUCH B o AB

Astine

- Capovolgere delicatamente COMPACT TOUCH.


- Posizionare l’aggancio della sonda (dalla parte dell’interruttore
principale). Inserire l’astina nel punto corretto.
- Fissare con la vite con esagono incassato (vedere di seguito)

Astina e punto di inserimento

Punto di inserimento vite

Rev. 02-2010 P-27


MANUALE UTENTE
5- INSTALLAZIONE
5-4 ALIMENTAZIONE
L’alimentazione è un modulo esterno con adattamento voltaggio
automatico: Non è richiesta nessuna selezione.
- Intervallo voltaggio di ingresso 100-240 Vac
monofase senza messa a terra.
Per maggiori informazioni vedere il Capitolo 2 - Specifiche tecniche.
IMPORTANTE: Il modulo di alimentazione fornito viene specificatamente utilizzato con
COMPACT TOUCH:
Riferimento: TR60M12 Marchio: Cincon Electronics
Non utilizzare altri tipi di alimentazione.
5-5 COLLEGAMENTI
Tutti i collegamenti si trovano sui pannelli destro e sinistro
dell’apparecchio. Hanno forme diverse per evitare errori di installazione.

ATTENZIONE: NON FORZARE I COLLEGAMENTI


Sonda per
biometria Alimentazione
TP-01-b / TP-02-las Interruttore
12Vdc
a pedale

Sonda per Sonda Tastiera


pachimetria B 10 MHz (opzione)
(opzione)

Porte
USB
Porta
Rete

Mouse

ATTENZIONE: Collegare solo ai dispositivi conformi allo standard


internazionale: IEC 950 per i segnali di entrata e di uscita.
5-5-1 ALIMENTAZIONE
Comprende il collegamento all’alimentazione di 2,5 mm.
ATTENZIONE: Collegare esclusivamente il sistema di alimentazione 12 Vdc fornito con
COMPACT TOUCH.

P-28 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

5- INSTALLAZIONE

5-5-2 SONDA PER BIOMETRIA


La sonda per biometria ha un collegamento push-pull con sistema di
chiusura.
Prima di inserire il collegamento, ruotarlo leggermente per trovare la
posizione corretta.

ATTENZIONE: Non tirare il cavo per scollegare la sonda. Tirare la presa per sbloccare.

L’aggancio per la sonda


viene fissato a destra del
COMPACT TOUCH o
(vedere figura).

5-5-2-1 SONDA STANDARD (TP-01-B:Tono-SONDA)


La sonda per biometria è unidirezionale. Le sue dimensioni ridotte
consentono di installarla sul tonometro di Goldmann sul cono ottico. La
presa del cavo del tonometro non disturba il bilanciamento
dell’apparecchio e la pressione dello stesso resta facilmente regolabile.

FRAGILE FRAGILE

Al fine di maneggiare più facilmente l’apparecchio, è possibile utilizzare


un'impugnatura, posta a 45 gradi o verticalmente:
IMPUGNATURA PER SONDA A-Scan TP-01-b
FRAGILE
FRAGILE

Per ordinare l’impugnatura della sonda contattare il distributore locale


o Quantel Medical. Il codice dell’ordine è XEAAAPAM.

Rev. 02-2010 P-29


MANUALE UTENTE
5- INSTALLAZIONE
5-5-2-2 SONDA PROBEAM (TP-02-las)
La sonda ProBeam è una sonda opzionale con raggio di puntamento
laser.

ATTENZIONE: La sonda ProBeam emette una radiazione laser, perciò evitare


l'esposizione diretta degli occhi.
Etichetta su ProBeam:

Utilizzo:
Nella schermata di acquisizione, se l’interruttore a pedale è premuto
per ottenere un’immagine non bloccata (con l’eco di emissione), il
raggio di puntamento laser di ProBeam è ACCESO.
Il paziente fissa il punto rosso proiettato sul muro (o sul soffitto). In
questo modo l’occhio da esaminare e ProBeam sono correttamente
allineati.

Con ProBeam
(buon allineamento)

Senza ProBeam
(cattivo allineamento)

5-5-3 SONDA PER PACHIMETRIA (OPZIONE)

Il collegamento della pachimetria si trova sul


pannello destro. La sonda per pachimetria deve
essere inserita nell’apposito collegamento BNC.

Un foro nel pannello frontale viene utilizzato come


aggancio per la sonda (vedere la figura).

5-5-4 SONDA B1 10 MHZ (OPZIONE)


Il collegamento della sonda B si trova sul pannello
destro. Il punto rosso sul connettore del
collegamento della sonda deve corrispondere al
punto rosso sul connettore del collegamento di
Compact Touch. L’aggancio per la sonda è fissato
sulla destra di COMPACT TOUCH (vedere la
figura).

P-30 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

5- INSTALLAZIONE

5-5-5 INTERRUTTORE A PEDALE


Il collegamento dell’interruttore a pedale si trova sul pannello destro.

5-5-6 PORTE USB


Le porte USB (sul pannello sinistro) vengono utilizzate per
collegare le seguenti periferiche:
- dispositivo di archiviazione dati USB
- stampante esterna con cavo USB
- tastiera aggiuntiva USB

5-5-7 PORTA RETE


La porta rete (sul pannello sinistro) viene utilizzata per collegare
COMPACT TOUCH ad una rete.

5-5-8 COLLEGAMENTO MOUSE/TASTIERA


È possibile connettere un mouse e/o una tastiera a tali collegamenti
(sul pannello sinistro).

ATTENZIONE: Questi collegamenti non hanno un formato plug and play. Per
riconoscere il mouse e la tastiera, questi devono essere collegati
prima di accendere l’apparecchio.

5-5-9 IMPUGNATURA
L’impugnatura nera può essere utilizzata come sostegno per muovere
l’apparecchio in avanti o indietro. Premere entrambi i lati sull’asse
rotante e ruotare l’impugnatura nella posizione desiderata. Un click
indicherà l’avvenuto posizionamento.

Asse rotante

Rev. 02-2010 P-31


MANUALE UTENTE

NOTA: Per accedere ad una funzione, vi sono due possibilità:


- Premere lo schermo con il dito o con una penna touch,
- Utilizzare un mouse.
Per le indicazioni sull’utilizzo del touch screen con le dita o con la
penna vedere i seguenti capitoli.
Nella parte inferiore dello schermo, vengono sempre visualizzati i
seguenti pulsanti:

Tornare alla schermata precedente.


Aprire la schermata delle impostazioni (vedere sotto).

Aprire la schermata del paziente (vedere paragrafo 6-3)

Aprire la schermata della biometria (vedere capitolo 8)

Aprire la schermata del calcolo della IOL (vedere capitolo 9)

Aprire la schermata della modalità B (vedere capitolo 11) Il


pulsante è presente solo se inserita l’opzione.

Aprire la schermata della pachimetria (vedere capitolo 12) Il


pulsante è presente solo se inserita l’opzione.
Stampare vari documenti in base al contesto (vedere capitolo
13)
Salvare le modifiche o i dati. Un beep conferma il salvataggio.

In base al contesto, è possibile visualizzare una tastiera


alfanumerica o numerica. Tale tastiera può essere spostata
utilizzando il pulsante con la mano ( ). Premere il pulsante
rosso per chiudere ( ).

Premere per visualizzare la schermata Setup (Impostazioni):

P-32 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

6- IMPOSTAZIONI
6-1 SCHERMATA GENERAL SETUP (IMPOSTAZIONI GENERALI)
Premere il pulsante GENERAL SETUP (IMPOSTAZIONI GENERALI). Si
visualizza la seguente schermata:

OPZIONI SELEZIONABILI NEI VARI CAMPI:


Position of marker # 1 in Contact (Posizione del marker n. 1 in Contact): +0,00 mm
Possibilità di aumentare “+” o diminuire “-“ di 0,01 mm (in
base al risultato arrotondato del calcolo a 1550 m/s)
Vi sono due posizioni del marker n.1:
- per la sonda A standard
- per ProBeam (sonda A con raggio di puntamento laser)
Per modificare i valori, premere il campo corrispondente, poi
il nuovo pulsante visualizzato (test biometria o ProBeam, in
base al campo della sonda selezionato), quindi girare la
rotella nel campo 0,00 per cambiare la posizione del primo
marker in contact. Vedere il capitolo 15 Test di
misurazione/Calibrazione per inserire il valore corretto.
Le due finestre di controllo “active” (attivo) consentono di
verificare se le sonde sono attive. Nella schermata di
acquisizione sono visibili solo le sonde attivate.
Language (Lingua): - English - Français
Keyboard type (Tipo tastiera):
È possibile modificare il tipo di tastiera: Qwerty o Azerty.
EMR (Electronic Medical Record - Record Medico Elettronico):
È possibile modificare la cartella di salvataggio dei file EMR.
Cliccare sul campo. Nella parte inferiore dello schermo, si
visualizza il pulsante “EMR Directory” (Directory EMR):
Cliccare sul pulsante e selezionare la cartella.
Starting page e Physician selected (Home page e Medico selezionato):
Al momento dell’avvio di COMPACT TOUCH è possibile
selezionare la schermata visualizzata in automatico.
Operator list (Elenco operatori):
Inserire nome e cognome degli operatori che effettuano gli
esami.
Rev. 02-2010 P-33
MANUALE UTENTE

6-2 CREARE/MODIFICARE/CANCELLARE UN MEDICO


Premere il pulsante NEW PHYSICIAN (NUOVO MEDICO) per inserire
un nuovo medico o il pulsante PHYSICIAN SETUP (IMPOSTAZIONI
MEDICO) per modificare il medico selezionato. Si visualizza la
seguente schermata (esempio con modifica):

I campi “Last name” (cognome) e “First name” (nome) sono


alfanumerici. Premendo uno dei suddetti campi, si visualizza
automaticamente una tastiera.
La maggior parte dei campi della schermata inferiore ha valori
predefiniti.
Utilizzare la rotella per scorrere tali valori in ogni campo o modificarli.

VALORI IMPOSTATI PER LA BIOMETRIA:

Display Mode: “D1” (dinamica regolabile) o “D2” (dinamica fissa e


bassa a 20dB).

Dyn: da 25 a 90 dB. Dinamica in automatico visualizzata


sull’immagine in biometria.

TGC: Il “Time Gain Control” serve a ridurre l’aumento


quando si avvia la punta dell’emettitore e ridurlo
progressivamente all’aumento generale pari a 18 mm
di profondità. Il valore massimo è pari a 30 dB.

Default Gain: 70 dB: aumento automatico che verrà utilizzato


all’avvio della procedura di acquisizione.
Mode: - Manual - Auto - AutoSave (Modalità blocco)

P-34 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

6- IMPOSTAZIONI
Technique: - Contact (tecnica di acquisizione a contatto con la
cornea)
- Immersion (con un’interfaccia di acqua con involucro
sclerale)

Velocities: Camera Anteriore (AC): 1532 m/s in auto.


Lenti (L): 1641 m/s in auto.
Densità/Lunghezza: 1641 m/s in auto.
Vitreo (V) 1532 m/s in auto.
Possono essere inseriti diversi materiali di impianti per
le lenti e per il vitreo.
6-2-1 IMPOSTAZIONI DELLA IOL
Nella schermata Physician Setup, premere il pulsante IOL Setup
(Impostazione della IOL).
COMPACT TOUCH può calcolare fino a quattro impianti alla volta. Se
si desidera modificare un nome o un valore della IOL, selezionare gli
impianti dal pulsante IOL File (File IOL). È inoltre possibile cancellare
una IOL o crearne una nuova.
Il medico può modificare i valori delle costanti e personalizzare il file
della IOL.

NOTA: A, SF e ACD sono collegati. La modifica di uno dei parametri


incide sugli altri.

I valori automatici Haigis (a0; a1 e a2) vengono calcolati in base alla


costante A.
Tutti i parametri sono modificabili nei limiti descritti al paragrafo 2-3-6.

Per maggiori dettagli vedere il capitolo “Formule della IOL” nel


presente manuale.
IMPORTANTE: Si consiglia di salvare la tabella della IOL prima di procedere a
qualsiasi modifica o operazione di manutenzione dell’apparecchio.

6-2-2 INFORMAZIONI COMPLETE SUL MEDICO


Nella schermata Physician Setup o New Physician, premere il
pulsante More
Physician
(Maggiori
informazioni
sul medico).
Tutte le informazioni
verranno stampate
nei report.
Rev. 02-2010 P-35
MANUALE UTENTE

6- IMPOSTAZIONI
6-2-3 CANCELLARE UN MEDICO
Nella schermata Physician Setup o New Physician, premere il
pulsante More Physician, quindi Delete Physician (Cancellare il
Medico).
IMPORTANTE: Tutti i dati del medico saranno definitivamente cancellati.
6-2-4 IMPOSTAZIONI B (OPZIONE)
È richiesto un codice di attivazione. Si prega di contattare QUANTEL
MEDICAL o il distributore locale per maggiori informazioni sull’ordine di
questa opzione e per ricevere il codice di attivazione.
Nella schermata Physician Setup o New Physician, premere il pulsante B
Setup (Impostazioni B).
Verranno inseriti nella pagina i parametri automatici per l’utilizzo della sonda
B:
- Gray level correction - correzione livello grigio (livelli bianco e nero)
- Acquisition parameters by default - parametri di acquisizione automatici (Gain, Dyn,
TGC, zoom, dimensione dello schermo di scansione e formato Cineloop).

6-2-5 IMPOSTAZIONI PACHIMETRIA (OPZIONE)


È richiesto un codice di attivazione. Si prega di contattare QUANTEL MEDICAL o il
distributore locale per maggiori informazioni sull’ordine di questa opzione e per
ricevere il codice di attivazione.
Nella schermata Physician Setup, premere il pulsante Pachimetry Setup
(Impostazione della pachimetria). Per impostare i valori iniziali, premere il pulsante
Default (Automatico).

P-36 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

6- IMPOSTAZIONI
SELEZIONE AUTOMATICA
Il campo di selezione automatica specifica il layout automatico della
schermata di acquisizione della pachimetria. Esistono 4 possibilità:
- Center Only (Solo Centro),
- Automatic (Automatico),
- Continuous (Continuo),
- Scanning (Scansione).
MAPPATURA
I seguenti valori sono valori di mappatura predefiniti. Questi descrivono la
sequenza di acquisizione per la pachimetria.
- 9C8L -> 9C4L -> 5C8L -> 5C4L -> 9C -> 5C -> 8L -> 4L
C: misurazione in un cerchio con diametro 3 mm centrato da un punto
centrale (C0).
L: misurazione in un cerchio con diametro 6 mm centrato da un punto
centrale.

NOTA: Se una sequenza contiene valori C, il primo è sempre C0 in relazione alla


misurazione del punto centrale.
Le figure di seguito mostrano tutte le sequenze di mappatura predefinite per
l’acquisizione della pachimetria.

Per creare una sequenza di mappatura premere il pulsante Enter sequence


(Inserire Sequenza):
- Cliccare sul pulsante Clear All (Cancella Tutto) per cancellare tutti i punti
(eccetto C0) ed avviare una nuova sequenza.
- Cliccare su ogni punto per selezionare o deselezionare.
- Alla fine, premere Quit sequence (Esci dalla sequenza) e confermare le
modifiche.
Rev. 02-2010 P-37
MANUALE UTENTE

6- IMPOSTAZIONI
NUMERO DI MISURAZIONE
Questo parametro definisce il numero di misurazioni di acquisizione
per la modalità Center Only. Inserire un numero compreso tra 1 e 10.
Nella schermata di acquisizione “Center Only” si visualizzerà il
numero di righe specificato.

NOTA: Si consiglia di inserire almeno 5 misurazioni per ottenere un valore


medio accurato.

IOP
Questo parametro definisce la tabella di correzione della IOP da
utilizzare. Selezionare la tabella più idonea.
Vi sono 3 tabelle di correzione predefinite:
- Ehlers
- Doughty
- Dresdner
- Premere il pulsante IOP per visualizzare le varie tabelle.
È possibile creare una nuova tabella e modificare o cancellare una
esistente (eccetto le 3 tabelle predefinite).

Tabella di correzione Tabella di correzione Tabella di


EHLERS DOUGHTY correzione
DRESDNER
Pachimetria Correzione
Pachimetria Correzione Pachimetria Correzione (µm) (mmHg) Pachimetria Correzione
(µm) (mmHg) (µm) (mmHg) (µm) (mmHg)
405 7
445 7 555 -1 460-485 +3
425 6
455 6 565 -1 486-512 +2
445 5
465 6 575 -2 513-536 +1
465 4
475 5 585 -3 537-562 0
485 3
485 4 595 -4 563-587 -1
505 2
495 4 605 -4 588-612 -2
525 1
505 3 615 -5 613-637 -3
545 0
515 2 625 -6
565 -1
525 1 635 -6
585 -2
535 1 645 -7
605 -3
545 0
625 -4

645 -5

665 -6

685 -7

705 -8

P-38 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

6- IMPOSTAZIONI

VELOCITÀ
Questo parametro definisce la velocità degli ultrasuoni nel tessuto
corneale. Il valore automatico è 1620 ed è possibile inserire dal
tastierino numerico valori compresi tra 1000 e 2000 m/s.

VALORE BIAS
Questo parametro definisce il valore di correzione dello spessore
corneale misurato. Può variare da 0 a 100 ed essere inserito dal
tastierino numerico.

OPERATORE BIAS
Questo parametro definisce il tipo di correzione applicato al valore
bias. Premere il campo per selezionare un valore:
Per cent (Per Cento): applica la correzione del valore bias
specificata nella percentuale.
Plus (Più): aggiunge il valore bias al valore dello
spessore corneale misurato.
Minus (Meno): sottrae il valore bias dal valore dello
spessore corneale misurato.

BLOCCO
Questo parametro definisce la modalità di acquisizione della
misurazione. Può essere “Easy”, “Medium” o “Hard”.

BUZZER
Questo parametro ATTIVA o DISATTIVA il beep di acquisizione.

6-3 CREARE/MODIFICARE/CANCELLARE UN FILE DEL PAZIENTE


Premere l’icona PATIENT FILE per creare o modificare un paziente.

Rev. 02-2010 P-39


MANUALE UTENTE
6- IMPOSTAZIONI
È possibile effettuare una ricerca inserendo le prime lettere del nome
del paziente nel campo corrispondente. Verrà visualizzato un elenco di
pazienti con l’iniziale inserita. Digitare * per visualizzare l’elenco
completo.
Per selezionare e visualizzare un file del paziente, selezionare il nome
nell’elenco sulla destra dello schermo.
Per creare un nuovo paziente, inserire i dati (nome, cognome, numero
di identificazione e/o data di nascita).

Per inserire maggiori informazioni (sesso, indirizzo e recapito


telefonico), premere il pulsante More Patient Information (Maggiori
Informazioni sul Paziente).

Per cancellare un paziente, premere il pulsante More Patient


Information (Maggiori Informazioni sul Paziente), quindi Erase
patient file (Cancella file del paziente).

ATTENZIONE: Cancellando il file del paziente, verranno eliminati tutti gli esami
effettuati.

CHERATOMETRIA
Le misurazioni della cheratometria dell’occhio destro e sinistro si
trovano in campi separati. Uscendo dal campo della cheratometria
(premendo un altro campo), viene effettuato il calcolo per ottenere la
media delle misurazioni.
Inserire il valore K1 e poi K2 se diversi.

NOTA: L’intervallo possibile per la cheratometria è da 5 a 13 mm (da 25 a 68


diottrie). I valori K1 e K2 devono essere inseriti con la stessa unità di
misura: mm o diottrie.

INTERVENTI DI CHIRURGIA POST-RIFRATTIVA

Alcuni anni dopo un intervento di chirurgia rifrattiva (RK, PRK o Lasik),


il paziente può sviluppare una cataratta ed avere bisogno di una IOL.
In molti casi la IOL calcolata è errata in quanto:
- La cheratometria misurata con i mezzi classici è spesso
sovrastimata.
- Utilizzando il valore K, il calcolo della potenza della IOL è
sottostimato; dopo l’impianto il paziente soffrirà di iperopia.
Il programma si propone di:
- effettuare una stima accurata della curva della cornea
- calcolare il valore esatto della IOL
Sulla base delle informazioni del paziente disponibili, possono essere
utilizzati metodi e formule diversi.

P-40 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

6- IMPOSTAZIONI

In automatico la schermata del file del paziente mostra il caso


generico in cui vengono inseriti i dati classici della misurazione della
cheratometria.

Premendo il pulsante REFRACTIVE (RIFRAZIONE), potranno essere


inseriti i seguenti dati nella parte inferiore dello schermo:
- Cheratometria pre-operatoria
- Rifrazione pre-operatoria
- Rifrazione post-operatoria
- Curva lenti a contatto
- Rifrazione con lenti a contatto

Inserire solo le informazioni disponibili.

Sulla base delle informazioni del paziente disponibili, possono essere


utilizzati metodi e formule diversi (vedere capitolo sul calcolo della
IOL).

Rev. 02-2010 P-41


MANUALE UTENTE

6- IMPOSTAZIONI

STORIA CLINICA
Premere il pulsante Exam History (Storia Clinica) per ottenere
l’elenco degli esami effettuati sul paziente selezionato.

È possibile:

Visualizzare un esame (con i parametri originali utilizzati durante


la scansione). Tali parametri non possono essere modificati:
Premere il pulsante Load Exam File (Carica il File dell’esame).

Modificare un esame (tutti i parametri verranno inizializzati e


saranno disponibili solo i parametri automatici del medico
selezionato): Premere il pulsante Modify Exam File (Modifica il
File dell’esame).

Cancellare un esame: Premere il pulsante Erase Exam File


(Cancella il File dell’esame).

IOL IMPIANTATA
Premere il pulsante Implanted IOL (IOL Impiantata) per gestire
singolarmente l’occhio interessato.

Per selezionare l’esame della IOL desiderato nel menù a tendina


(indipendente per ogni occhio) dovrà essere effettuato un calcolo della
IOL.

- Premere il pulsante New OD Impl. IOL per inserire i dati della IOL
impiantata nell'occhio destro (premere New OS Impl. IOL per
l'occhio sinistro).
È possibile inserire i seguenti dati: Potenza (D),
Target ametropia (D)
Rif. della IOL
Formula e rifrazione post-operatoria SE (D) (occhiali e cornea)

- Premere Del OD Impl. IOL per cancellare l’attuale IOl impiantata


nell’occhio destro
(premere Del OS Impl. IOL perl’occhio sinistro).

P-42 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

7- COME EVITARE LA TRASMISSIONE DI INFEZIONI TRA PAZIENTI

7-1 COME EVITARE LA TRASMISSIONE DI INFEZIONI TRA PAZIENTI

IMPORTANTE: Per evitare il contagio tra pazienti, la sonda deve essere pulita
dopo il trattamento di ogni paziente.
Generalmente si utilizza disinfettante liquido Cidex, disponibile negli
ospedali. Seguire le istruzioni riportate sull’etichetta. Possono essere
utilizzati anche altri disinfettanti approvati da FDA.
Per la disinfezione, le sonde B non devono essere totalmente immerse
nel liquido. Disinfettare solo l’estremità. La profondità massima di
immersione per le sonde B è di 2 cm.
Le sonde A-scan possono essere immerse.

NON IMMERGERE LA PRESA


NON AUTOCLAVARE LA SONDA O IL CAVO

Dopo la pulizia, lavare l’estremità della sonda con acqua pulita per
rimuovere ogni traccia di soluzione.
Seguire le istruzioni riportate sull’etichetta dei disinfettanti. Tutte le
superfici devono essere asciutte dopo la pulizia con un panno adatto.

7-2 METODI DI PREVENZIONE


SOLO PER USA
7-2-1 SONDA A
PROTEZIONI PER IL TONOMETRO CON SONDE PER BIOMETRIA
Queste coperture vengono utilizzate per proteggere le estremità del
tonometro ad applanazione.
Esistono modi molto semplici per assicurare che le estremità della
sonda non vengano contaminate.
In caso di rischio virtuale, il metodo in oggetto consente di non pulire la
sonda dopo ogni paziente.
Tuttavia è necessario seguire giornalmente il protocollo standard.
Se esiste un rischio reale, questo metodo preventivo si aggiunge al
protocollo che deve essere applicato in caso di rischio. Vedere pagine
seguenti.

MONOUSO:
Da sostituire per ogni paziente.

PLURIUSO:
Protezione per il tonometro

Rev. 02-2010 P-43


MANUALE UTENTE

7- COME EVITARE LA TRASMISSIONE DI INFEZIONI TRA PAZIENTI


1 - Inserire una piccola quantità di gel nella protezione. Il gel fornisce
un’interfaccia abbastanza spessa (2 - 3 mm) da poter utilizzare la
tecnica di misurazione AD IMMERSIONE.
Assicurarsi che non vi siano bolle d’aria nell’interfaccia.

2 - Inserire delicatamente la sonda per 2 - 3 mm.

3 - Tirare la sonda: la protezione rimane sulla sonda.

4 - L’interfaccia in gel fornisce:

- Contatto delicato con la cornea


- Possibilità di utilizzare il metodo AD IMMERSIONE che
separa l’eco corneale dall’eco emesso dalla sonda.

P-44 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

7- COME EVITARE LA TRASMISSIONE DI INFEZIONI TRA PAZIENTI


7-2-2 SONDA B
ATTREZZATURA
Prevenzione: - Membrana in LATTICE
- Membrana in nitrile (per gli allergici
al LATTICE)

I fingercot (protezioni per sonda) sono strumenti semplici per prevenire


la contaminazione delle sonde.

In caso di rischio basso:


L’utilizzo dei fingercot rende superflua l’applicazione del protocollo
standard dopo ogni paziente. Tuttavia è necessario continuare ad
applicarlo giornalmente.

In caso di rischio elevato:


L’utilizzo dei fingercot si aggiunge al protocollo che deve essere
applicato in caso di rischio elevato (vedere capitolo 5).

IMPORTANTE: I fingercot sono monouso e devono essere sostituiti dopo il


trattamento di ogni paziente.

PROCEDURA

Fig 1 Fig 2 Fig 3

1- Applicare una 2- Posizionare il fingercot. Il gel assicura un buon


piccola quantità di contatto con la sonda senza bolle d’aria. (fig.2,3).
gel ad ultrasuoni
sull’estremità della
sonda B (fig. 1).

Rev. 02-2010 P-45


MANUALE UTENTE

7- COME EVITARE LA TRASMISSIONE DI INFEZIONI TRA PAZIENTI

Fig 4 Fig 5

3 - Srotolare il fingercot lungo il corpo della sonda (fig. 4, 5).

Fig 7 Fig 8

4 - Assicurarsi che non vi 5 - Prima di procedere con l’esame,


siano bolle d’aria sotto la applicare nuovamente il gel
membrana in lattice (fig. 7). sull’estremità della sonda (fig. 8).

7-3 PROCEDURA DI DECONTAMINAZIONE - PREDISINFEZIONE E


DISINFEZIONE DELLE SONDE

SEZIONE SPECIFICA PER L’EUROPA

INTRODUZIONE

- Il protocollo standard deve essere impiegato per garantire una pre-


disinfezione ed una disinfezione soddisfacenti della sonda dopo
l’utilizzo.

- È necessario utilizzare il protocollo per il paziente a rischio per


garantire una pre-disinfezione, disattivazione e disinfezione
soddisfacenti della sonda dopo l’utilizzo su un paziente a rischio di
trasmissione della malattia di Creutzfeld-Jacob.

P-46 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

7- COME EVITARE LA TRASMISSIONE DI INFEZIONI TRA PAZIENTI

ABBIGLIAMENTO OPERATORI
- Abbigliamento monouso.
- Guanti monouso, sterilizzati per la disinfezione.
- Occhiali e maschera protettivi.

MATERIALE
- Spazzolino in seta morbida (spazzolino chirurgico per unghie).
- Vaschetta per il lavaggio in autoclave in acciaio inossidabile (o
plastica) da 3 x 500 ml.
-Contenitori da 2 l e 4 l.
- Guanti monouso (e.g. Kimwipes®).
- Acqua demineralizzata o distillata.
- Candeggina concentrata 9,6% a.c. (~36° chl)

PRODOTTI
NOTA: Unità di misura: - % a.c. = percentuale di cloro attivo
- °chl = grado clorometrico di Gay-Lussac

- PRE-DISINFETTANTE:
* Ipoclorito di sodio 0,5% a.c. (~1,5°chl).

- DISINFETTANTE:
* Ipoclorito di sodio 2% a.c. (~6°chl).

NOTE
- L’apparecchio DEVE ESSERE SPENTO prima di scollegare le
sonde.

- Evitare di spruzzare liquidi sulle prese della sonda (estremità


del cavo che collega all'apparecchio).

Rev. 02-2010 P-47


MANUALE UTENTE

7- COME EVITARE LA TRASMISSIONE DI INFEZIONI TRA PAZIENTI

7-3-1 PREPARAZIONE DEGLI AGENTI


DISINFETTANTE: PREPARAZIONE IPOCLORITO DI SODIO 2% A.C.
- Versare 1 l di acqua tiepida (da 20 a 30°C) del r ubinetto nel contenitore da 2 l.
- Versare 250 ml di candeggina concentrata 9,6% a. c. (~36°chl).
- Riempire il contenitore (750 ml) con acqua tiepida del rubinetto e agitare.

NOTA: La soluzione di ipoclorito di sodio 2% può essere conservata per


6 mesi nel contenitore in una stanza a 20°C. Non es porre alla luce
solare.

PRE-DISINFETTANTE: PREPARAZIONE IPOCLORITO DI SODIO 0,5%


A.C
- Versare 1 l di acqua tiepida (da 20 a 30°C) del r ubinetto nel contenitore da 4 l.
- Versare 1 l della soluzione di ipoclorito di sodio 2% preparata seguendo la
suddetta procedura.
- Riempire il contenitore (2l) con acqua tiepida del rubinetto e agitare.

NOTA: La soluzione di ipoclorito di sodio 0,5% può essere conservata


per 6 mesi nel contenitore in una stanza a 20°C. No n esporre alla
luce solare.

SOSTITUZIONE DEL CONTENUTO DELLA VASCHETTA DI LAVAGGIO

IMPORTANTE: Attendere 10 minuti dopo l’ultima disinfezione prima di svuotare


il contenuto delle vaschette di lavaggio.

Tale contenuto dovrebbe essere sostituito ogni giorno.

NOTA: Per un utilizzo frequente, il contenuto della vaschetta dovrebbe essere


sostituito all’inizio della mattinata e all’inizio del pomeriggio.

P-48 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

7- COME EVITARE LA TRASMISSIONE DI INFEZIONI TRA PAZIENTI

7-3-2 PROTOCOLLO STANDARD


NOTE

- L’apparecchio DEVE ESSERE SPENTO prima di scollegare le


sonde.

- Evitare di spruzzare liquidi sulle prese della sonda (estremità


del cavo che collega all'apparecchio).

SONDA B SONDA A

A) DECONTAMINAZIONE - PRE-DISINFEZIONE

1 - Immergere i primi 2 cm 1 - Immergere la sonda


della sonda in una ed il cavo (ma non la
soluzione di ipoclorito di presa) in una soluzione
sodio 0,5% per 15 minuti. di ipoclorito di sodio
0,5% per 15 minuti.

2 - Pulire l’estremità della sonda nella


soluzione di ipoclorito di sodio 0,5%
per 1 minuto, utilizzando lo spazzolino.
- Pulire la parte restante del corpo della
sonda non immersa utilizzando un panno
inumidito con la soluzione.

B) LAVAGGIO

3 - Lavare la sonda ed il cavo con acqua


demineralizzata o distillata. Non bagnare
le prese.

C) DISINFEZIONE

4 - Immergere i primi 2 cm 4 - Immergere la sonda


della sonda in una ed il cavo (ma non la
soluzione di ipoclorito di presa) in una soluzione
sodio 2% per 15 minuti. di ipoclorito di sodio
- Pulire la parte restante 2% per 15 minuti.
del corpo della sonda non
immersa utilizzando un
panno inumidito con la
soluzione.

Rev. 02-2010 P-49


MANUALE UTENTE

7- COME EVITARE LA TRASMISSIONE DI INFEZIONI TRA PAZIENTI

SONDA B SONDA A
D) LAVAGGIO

5 - Lavare la sonda ed il cavo con


acqua demineralizzata o distillata. Non
bagnare le prese.

E) ASCIUGATURA

6 - Asciugare con un panno in tessuto


non tessuto o con un panno monouso se
l’acqua del lavaggio era stata
precedentemente sterilizzata.

7- La sonda è pronta per essere


utilizzata

ATTENZIONE: Attendere 10 minuti dopo l’ultima disinfezione prima di svuotare


il contenuto delle vaschette di lavaggio.

IMPORTANTE: Rispettare i tempi di preparazione ed utilizzo consigliati dal


produttore

P-50 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

7- COME EVITARE LA TRASMISSIONE DI INFEZIONI TRA PAZIENTI

7-3-3 PROTOCOLLO DEL PAZIENTE A RISCHIO


NOTE

- L’apparecchio DEVE ESSERE SPENTO prima di scollegare le sonde.

- Evitare di spruzzare liquidi sulle prese della sonda (estremità del cavo
che collega all'apparecchio).

SONDA B SONDA A
A) DECONTAMINAZIONE - PRE-DISINFEZIONE

1 - Immergere i primi 2 1 - Immergere la sonda


cm della sonda in una ed il cavo (ma non la
soluzione di ipoclorito presa) in una soluzione
di sodio 0,5% per 15 di ipoclorito di sodio
minuti. 0,5% per 15 minuti.

2 - Pulire l’estremità della sonda per i


primi 5 cm nella soluzione di ipoclorito
di sodio 0,5% per 1 minuto, utilizzando
lo spazzolino.
- Pulire la parte restante del corpo della
sonda non immersa utilizzando un panno
inumidito con la soluzione.
B) LAVAGGIO

3 - Lavare la sonda ed il cavo con acqua


demineralizzata o distillata. Non
bagnare le prese.

C) DISATTIVAZIONE
4 - Immergere i primi 2 4 - Immergere la
cm della sonda in una sonda ed il cavo (ma
soluzione di ipoclorito non la presa) in una
di sodio 2% per 60 soluzione di
minuti a 20° C . ipoclorito di sodio
- Pulire la parte restante 2% per 60 minuti a
del corpo della sonda non
20° C .
immersa utilizzando un
panno inumidito con la
soluzione.

Rev. 02-2010 P-51


MANUALE UTENTE

7- COME EVITARE LA TRASMISSIONE DI INFEZIONI TRA PAZIENTI

SONDA B SONDA A
D) LAVAGGIO

5 - Lavare la sonda ed il cavo con acqua


demineralizzata o distillata. Non
bagnare le prese.

E) DISINFEZIONE
6 - Immergere la
6 - Immergere i primi 2 cm
sonda ed il cavo (ma
della sonda in una
soluzione di ipoclorito di non la presa) in una
sodio 2% per 15 minuti. soluzione di
- Pulire la parte restante del
ipoclorito di sodio
corpo della sonda non 2% per 15 minuti.
immersa utilizzando un
panno inumidito con la
soluzione.

F) LAVAGGIO

7 - Lavare la sonda ed il cavo con acqua


demineralizzata o distillata. Non
bagnare le prese.

G) ASCIUGATURA

8 - Asciugare con un panno in tessuto


non tessuto o con un panno monouso se
l’acqua del lavaggio era stata
precedentemente sterilizzata

9- La sonda è pronta per essere


utilizzata.

ATTENZIONE: Attendere 10 minuti dopo l’ultima disinfezione prima di svuotare il


contenuto delle vaschette di lavaggio.

IMPORTANTE: Rispettare i tempi di preparazione ed utilizzo consigliati dal


produttore.

P-52 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

8- BIOMETRIA

8-1 PREPARAZIONE DELLA SONDA A


- Per evitare il contagio tra pazienti, la sonda deve essere pulita dopo il
trattamento di ogni paziente. Vedere i seguenti capitoli: “Precauzioni”
e “7 - Come evitare la trasmissione di infezioni tra pazienti”
- La cornea deve essere anestetizzata.
Tecnica con contatto:
- La sonda verrà posizionata con delicatezza
direttamente al centro della cornea. Il film lacrimale
dovrebbe essere sufficiente a fare contatto per la
trasmissione degli ultrasuoni.
- Il contatto deve essere molto delicato, senza alcuna
pressione.
ATTENZIONE: Assicurarsi che la calibrazione della sonda sia
corretta (vedere capitolo 15).
Tecnica ad immersione:
La tecnica di immersione prevede l’utilizzo di involucri
sclerali:
Sono disponibili vari diametri in relazione al diametro
della cornea del paziente (da bambini a miopi).
Selezionare la dimensione più idonea.
L’involucro deve essere posizionato direttamente sulla
sclera sopra il limbus.
Riempire con soluzione fisiologica o BSS.
Posizionare la sonda nel liquido, vicino alla cornea,
sull’asse visivo.
8-2 ACQUISIZIONE
8-2-1 ACQUISIZIONE AUTOMATICA
Premere il pulsante but.Si visualizza la seguente schermata:

Rev. 02-2010 P-53


MANUALE UTENTE
8- BIOMETRIA
Per ogni pulsante relativo ai parametri (da OD/OS alla Tecnica), è
possibile visualizzare le opzioni nella parte superiore dello schermo.
Tali opzioni comprendono:
OD/OS: - Occhio dx - Occhio sx

Probe selecyion - Bio - ProBeam - B10


Selezione sonda:
NOTA: Selezionare la sonda corretta per
evitare misurazioni errate.
Eye type - Fachico - Denso/lungo - Afachico
Tipo occhio:
-PMMA - Acrilico - Silicone
- Altro tipo creato dall’utente
Vitreous Type
Tipo vitreo: - Occhio normale - Altro tipo creato dall’utente
Mode
Modalità: - Manual - Auto - Auto + Save
Technique
Tecnica: - Con contatto - Ad immersione

Premere il pulsante o l’interruttore a pedali per ottenere


un’immagine non bloccata con l’eco di emissione. Se si utilizza la
sonda ProBeam, il raggio di puntamento laser è ACCESO. Chiedere al
paziente di fissare il punto rosso proiettato sul muro (o sul soffitto).
IMMAGINE NON BLOCCATA:
Selezionando fachico, auto e ad immersione, la linea continua
rappresenta la soglia minima che l’eco deve raggiungere.
Esempio:
L’altezza dell’eco è sufficiente, ma il livello crescente della retina non è
abbastanza definito. Dovrebbe essere più perpendicolare alla base.

Interruttore a pedale: in un’immagine non blloccata:


In modalità AUTOMATIC: annulla il blocco automatico se premuto
In modalità MANUAL: premere o l’interruttore a pedale per
bloccare l’immagine
IMMAGINE BLOCCATA:
Dopo aver corretto la posizione della sonda, l’eco della retina è stato
ottenuto in modo soddisfacente e l’A-scan è stata bloccata.
P-54 Rev. 02-2010
MANUALE UTENTE

8- BIOMETRIA
Modalità display: D1 Modalità display: D2

In Auto + Save: Dopo 10 A-scan, un segnale acustico diverso indica il


completamento dell’acquisizione.

Interruttore a pedale: In un’immagine bloccata:


- premere per più di 1 secondo per salvare l’immagine e passare alla
successiva (modalità Auto e Manual) o salvare l’esame dopo aver effettuato
10 misurazioni (modalità Auto + Save).
- premere velocemente per sbloccare l'immagine.

NOTA: Se necessario, le posizioni del marker verranno regolate cliccando nella parte
A-scan (parte blu del display).

Quando vengono effettuate le misurazioni, vengono visualizzate sullo


schermo due aree:
- Area ecogramma (parte blu)
- Area risultati
Nell’area dell’ecogramma, si visualizzano i seguenti pulsanti:
- Previous Marker: per selezionare il marker precedente
- Next Marker: per selezionare il marker seguente
- Ignore / Include: per escludere o includere nel calcolo la
linea selezionata
- Result Choice : il risultato selezionato verrà utilizzato per il
calcolo della IOL
Nell’area dei risultati, si visualizzano i seguenti pulsanti:
- Erase All: per cancellare i risultati dell’occhio
selezionato
- Eye Type: per modificare il tipo di occhio
- Vitreous Type: per modificare il tipo di vitreo dell’occhio
- Ignore / Include : per escludere o includere nel calcolo la
linea selezionata
- Result Choice : il risultato selezionato verrà utilizzato per il
calcolo della IOL
RILEVAZIONE ECO SCLERALE
- In modalità di acquisizione Automatic, la sclera deve essere presente
nell’immagine per consentirne il blocco.
Insieme al test di scorrimento della retina, dovrà essere presente all’eco
sclerale. La sua ampiezza dovrà essere superiore alla soglia, nel caso in cui
la sonda sia allineata con la macula. In caso di mancanza della punta
sclerale, la sonda viene allineata con il nervo ottico, in una posizione non
corretta.
- Eccezione: In caso di Dense/Long, la sclera non viene esaminata (in tal
caso è difficile essere perpendicolare alla retina e alla sclera).

Rev. 02-2010 P-55


MANUALE UTENTE
8- BIOMETRIA

Premendo il pulsante nella pagina, i risultati selezionati (nel


video) verranno utilizzati per il calcolo della IOL.

NOTA: Se una linea viene esclusa nella tabella, è possibile includerla


premendo l’icona ignore/inc . Se il medico torna alla schermata di acquisizione,
l’apparecchio sostituisce le A-scan ignorate con le nuove. Quindi, le A-scan
corrispondenti vengono cancellate. In modalità Auto + Save, le A-Scan cancellate
verranno sostituite dalle nuove quando il medico avvia la misurazione.

CALCOLO STAT-2
- La camera anteriore più estesa corrisponde ad una pressione
inferiore sull’occhio quando si effettua la biometria con tecnica con
contatto.
- Il vitreo più piccolo corrisponde all'eco della retina più definito, quindi
la sonda deve essere in una posizione perpendicolare alla retina.
- Stat-2 può abbinare 2 ecogrammi considerando i seguenti segmenti:
[ the longest value of (Ant. Chamber + Lens) ] + [ the shortest vitreous
length ]. Esempio:

* the longest value of [Ant. Chamber + Lens ]: vedere riga 2:


2,82 + 3,41 = 6,23 mm
* the shortest vitreous length: vedere riga 3 e 10: 18,29 mm
Nell’esempio: Stat-2 = 6,23 + 18,29 = 24,52 mm.

P-56 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

8- BIOMETRIA

8-2-2 ACQUISIZIONE MANUALE


Acquisizione manuale:
Per bloccare l’immagine in modalità manuale, premere l’interruttore a
pedale. Il programma è impostato per riconoscere l’occhio e regolare
automaticamente i quattro marker.
Se la modalità automatica non trova i criteri corretti, non verrà impostato
alcun marker ed i segmenti verranno visualizzati a zero. L’utente dovrà
impostare i marker manualmente o ripetere il blocco delle immagini.

Per salvare l’immagine bloccata


L’immagine può essere salvata:
- premendo il tasto Save
- premendo l’interruttore a pedale per più di un secondo.

Nota:
Cliccando con il tasto destro del mouse sull’immagine, si visualizza un
menu con le seguenti opzioni:
• Copy: per copiare l’immagine negli appunti di Windows.
• Delete: per cancellare l’immagine.
• Export to jpg: per salvare l’immagine in formato jpg (4 qualità:
risoluzione bassa, media, alta e completa).
• Add to report: per creare un report con l’immagine.
• Send by mail: per inviare l’immagine via e-mail.
• Background color: per modificare il colore dello sfondo
dell’immagine.
• Selected color: per modificare il colore dei marker selezionati,
degli strumenti.
• Cineloop color: per modificare il colore dello sfondo dell’immagine
quando Cineloop è attivo.

8-2-3 BIOMETRIA IN MODALITÀ B (COMPACT TOUCH B E AB)


È richiesto un codice di attivazione. Al fine di attivare la modalità B, si
prega di contattare QUANTEL MEDICAL o il distributore locale per
maggiori informazioni sull’ordine dell’opzione e per ricevere il codice di
attivazione.

Selezionare la sonda B10 ed effettuare lo scan.


Sull’immagine B-scan, premere CV - e CV + (Crossing Vector) per
ottenere la migliore posizione.
Premere il pulsante CV->A per trasferire il CV all’immagine A-scan per
scopi biometrici.

Rev. 02-2010 P-57


MANUALE UTENTE
9- CALCOLO DELLA IOL
9-1 FORMULE E COSTANTI
Sono integrate nel software COMPACT TOUCH sei formule. Ognuna
di queste ha una costante specifica:

- La formula Binkhorst-II utilizza la ACDb.


Profondità camera anteriore post operatoria fornita dal produttore.
NOTA: Questo valore viene denominato ACDb nel file della IOL di COMPACT
TOUCH per differenziarlo dall’ACD calcolata per la formula Hoffer-Q.
- Le formule SRK-II e SRK-T utilizzano la costante A, fornita dal
produttore della IOL.
- La formula Holladay utilizza la costante SF (Surgeon Factor - Fattore
Chirurgo).
La SF viene calcolata in base alla A: SF = ( A x 0,5663 ) - 65,60

- La formula Hoffer-Q utilizza la ACD, profondità camera anteriore


post-operatoria. La ACD viene calcolata in base alla A o alla SF:
ACD = ( SF + 3,595 )/0,9704.

- La formula Haigis utilizza 3 costanti. a0; a1; a2.


In automatico, tali costanti vengono calcolate in base alla A:
a0 = (0,62467 x A) - 72,434
a1 = 0,40
a2 = 0,10

- Nota sulla costante A e sulle costanti Haigis:

È possibile inserire nuovi valori, manualmente, sotto la responsabilità


dell’utente. I valori delle costanti possono essere ottimizzati grazie ad
analisi statistiche realizzate con mezzi esterni, su un elevato numero
di pazienti, almeno 50.
Le rifrazioni post-operatorie sono collegate alle misurazioni pre-
operatorie ad ultrasuoni. Un’analisi di regressione lineare doppia
comprende le 3 costanti HAIGIS: a0, a1 e a2.

- Sito internet:
Insieme al Dott. Haigis, offriamo agli utenti la possibilità di ottimizzare
le costanti nel seguente sito internet:
<http://www.augenklinik.uni-wuerzburg.de/>

Il servizio richiede una Password. Per conoscere le condizioni


dell'accesso contattare il distributore locale o QUANTEL MEDICAL.

P-58 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

9- CALCOLO DELLA IOL


9-2 PARAMETRI PER IL CALCOLO DELLA IOL
9-2-1 CHERATOMETRIA
La cheratometria viene inserita nel Patient file:

Cliccare sul campo K1.


Inserire i valori numerici
con la tastiera o
muovendo la rotella (di
0,01).

Procedere allo stesso


modo con K2 se il valore
è diverso da K1.

Il software calcola dunque la media K = (K1 + K2)/2.

ATTENZIONE: Per la chirurgia post rifrattiva vedere paragrafo 9-3

IMPORTANTE: Entrambi i valori devono essere inseriti con la stessa unità di misura:
In millimetri: 5 < K1 < 13 In diottrie: 25 < K1 < 68

I valori della cheratometria dovranno essere inseriti in diottrie o millimetri.

Potenza della cornea in diottrie: Dc = ( nc - 1 )/R

Con: R: Raggio di curvatura corneale in metri.


nc : Indice di rifrazione della cornea:
* Per le formule: SRK-II; SRK-T; Holladay; Binkhorst-II e Hoffer-Q: nc = 1,3375
* Per la formula HAIGIS : nc = 1,3315

IMPORTANTE: quando si applica la formula HAIGIS:


È necessario inserire i valori della cheratometria in mm, in particolare
se il valore dell’indice, utilizzato dal cheratometro, non è noto.

Se i valori vengono inseriti in diottrie, si visualizza il messaggio di


allerta:
Attenzione: è necessario inserire i valori K in mm per applicare la
formula Haigis.

Rev. 02-2010 P-59


MANUALE UTENTE

9- CALCOLO DELLA IOL


9-2-2 AMETROPIA POST OPERATORIA
I valori possibili sono compresi tra - 20 e + 20 diottrie.

Cliccare sul campo dell’ametropia nella schermata di calcolo della IOL .

Inserire i valori numerici con la tastiera o muovendo la rotella.


Il software calcola quindi la tabella di rifrazione abbinando il valore più
vicino alla rifrazione desiderata.
NOTA: La modifica del valore AME nella prima colonna comporta la
modifica degli altri 3 campi AME in base allo stesso valore.
Questi non sono modificabili singolarmente.

9-2-3 SELEZIONE DELLA IOL


Cliccare sul campo della IOL nella schermata di calcolo della IOL .
Si visualizza un menu a tendina. Selezionare la IOL con un clic o con
l’aiuto della rotella.
NOTA: Dopo aver premuto il pulsante “Erase Data” (Cancella Dati) nel
file del paziente, verrà reimpostata la IOL automatica.
9-2-4 SELEZIONE DELLA FORMULA
Cliccare sul campo della formula nella schermata di calcolo della IOL .
Esistono 6 formule possibili:
- SRK-II - SRK-T
- Holladay - Binkhorst-II
- Hoffer-Q - Haigis
NOTA: Nella schermata del calcolo della IOL, in automatico, la IOL e le
formule visualizzate sono quelle selezionate nel file utente. Possono
essere entrambe modificate come indicato sopra. In tal caso, dopo
aver premuto il pulsante “Erase Data” (Cancella Dati) nel file del
paziente, verranno reimpostati i parametri automatici.

P-60 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE
9- CALCOLO DELLA IOL

9-3 INTERVENTI DI CHIRURGIA POST-RIFRATTIVA


9-3-1 CHERATOMETRIA
Nella schermata del file del paziente, premere il pulsante Refractive
(rifrazione) per visualizzare la parte inferiore dello schermo: I valori K,
in alto, sono quelli correnti misurati con mezzi classici.

Nella parte inferiore, è possibile inserire i seguenti dati:


- Cheratometria pre-operatoria
- Rifrazione pre-operatoria
- Rifrazione post-operatoria
- Curva lenti a contatto
- Rifrazione con lenti a contatto

Inserire solo le informazioni disponibili.

Sulla base delle informazioni del paziente disponibili, possono essere


utilizzati metodi e formule diversi.

Valutazione della rifrazione post-operatoria


La rifrazione post-operatoria può essere facilmente determinata dal
grado di correzione degli ultimi occhiali.

NOTA: La rifrazione attuale potrebbe essere alterata dalla cataratta...


quindi la valutazione diretta potrebbe essere compromessa.

9-3-2 CALCOLO DELLA IOL POST-RIFRATTIVA


In automatico, non viene selezionato nessun metodo. Cliccando nel
campo corrispondente, è possibile selezionare i seguenti metodi:
- Derivazione storica
- Metodo Double K/SRK-T
- Metodo di derivazione di rifrazione
- ROSA
- SHAMMAS
- Metodo delle lenti a contatto

Rev. 02-2010 P-61


MANUALE UTENTE
9- CALCOLO DELLA IOL
9-3-3 CASO 1: STORIA DEL PAZIENTE CONOSCIUTA
Tutti i dati storici dell’occhio destro sono disponibili:

* Cheratometria pre-operatoria: 49,25 D * Rifrazione lenti pre-operatoria: -10,00 D


* Rifrazione lenti post-operatoria: -1,00 D

Correzione sul piano corneale= Rifr. Post-Op - Rifr. Pre-Op = -0,99 -(-8,93) =
7,94 D

Metodo di derivazione storica:


Formula:
Khd = Pre-Op K - Correzione
Khd = 49,25 - 7,94 = 41,31 D

Vedere “Calculated Khd=41.31 D” nella schermata di calcolo della IOL.

Metodo Double K/SRK-T:


Questa formula è stata pubblicata da Jaime Aramberri, MD.
Non si tratta solo di un metodo, ma di una formula specifica che si basa
sulla formula SRK-T. Il metodo utilizzato per calcolare il corretto valore K
post-op. è il metodo di derivazione storica.
La caratteristica originale della formula double K consente di utilizzare valori
K diversi per le due parti della formula SRK-T:

1°) il valore Kpre per il calcolo della ELP (Effective Lens Position -
Posizione Attuale delle Lenti),

2°) il valore Khd per il calcolo della potenza della IOL.


Vedere il paragrafo 10-4 Formula Double K/SRK-T per maggiori
informazioni.

P-62 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

9- CALCOLO DELLA IOL


9-3-4 CASO 2: SI CONOSCONO SOLO LE RIFRAZIONI
Si conoscono i valori della rifrazione pre-operatoria e post-operatoria.
* Rifrazione pre-operatoria: -10,00 D
* Rifrazione post-operatoria: -1,00 D

Correzione sul piano corneale= Rifr. Post-Op - Rifr. Pre-Op = -0,99 -(-
8,93) = 7,94 D
La cheratometria attuale viene misurata con mezzi classici:
K = 44,25 D
Metodo di derivazione di rifrazione:
Formula:
Krd = K - Correzione 0,23
Krd = 44,25 - 0,23 x 7,94
Krd = 42,42 D
Vedere “Corrected Krd=42.42 D” nella schermata del calcolo della
IOL.

9-3-5 CASO 3: STORIA DEL PAZIENTE SCONOSCIUTA


- La cheratometria attuale viene misurata con mezzi classici:
esempio: K= 44,25 D
- Il valore è corretto.

Esistono 2 formule di regressione:

1°) Formula ROSA:


Rr = R (0,0276 TL +0,3635)

dove: * TL = Total Length (Lunghezza Totale)


* R = 337,5/K
KR = 337,5/Rr

Es.: TL = 25,5 mm
R = 337,5/44,25 = 7,6271
Rr = 7,6271 x (0,7038 + 0,3635)
Rr = 8,14 quindi KR = 41,46
Vedere “Corrected KR=41.46 D” nella schermata del calcolo della
IOL.
NOTA: Il metodo Rosa utilizza solo formule SRK.
- SRK-T è selezionata se TL<= 29,4 mm
- SRK-II è selezionata se TL> 29,4 mm.

Rev. 02-2010 P-63


MANUALE UTENTE

9- CALCOLO DELLA IOL


2°) Formula SHAMMAS:
KS = 1,14 K - 6,8

KS = 1,14 x 44,25 - 6,8


= 50,45 - 6,8
KS = 43,65 D

Vedere “Corrected KS=43.65 D” nella schermata di calcolo della IOL.

NOTA: Il metodo Shammas utilizza solo formule Shammas.

9-3-6 CASO 4: STORIA DEL PAZIENTE SCONOSCIUTA

METODO LENTI A CONTATTO:

- La cheratometria post-operatoria viene calcolata con una lente a contatto


dura in PMMA:

* Rifrazione post-op.: Rifrazione occhiali post-op. = -1,00 D


* Rifrazione occhiale con lenti a contatto: CLRefr = +1,00 D

Nella schermata di calcolo della IOL viene effettuato il seguente calcolo:


Metodo lenti a contatto:

Curva base = BC = 40,00 D

DRefr= CLRefr - Post-Op Refr


= +1 - (-1,00) = +2

Formula:
Kcl = BC + DRefr

Kcl = 40,00 + 2 = 42,00 D


Vedere “Calculated Kcl=42.00 D” nella schermata di calcolo della IOL.

P-64 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

10- FORMULE IOL


10-1 VARIABILI UTILIZZATE
Variabili presenti in ogni formula:
AL: Lunghezza assiale.
K: Potenza media della cornea in diottrie = (K1 + K2)/2.
R: Curvatura corneale in mm = 337,5 /K (K in diottrie).
ACD: Profondità camera anteriore post-operatoria.

10-2 S.R.K.-II
Potenza emmetropica: P = A - 2,5 AL - 0,9 K + C

C = correzione per la prima formula S.R.K. dove C=0.

Valori C a confronto con lunghezza assiale:

Se AL < 20 mm allora C=+3

Se 20 <= AL < 21 allora C=+2

Se 21 <= AL < 22 allora C=+1

Se 22 <= AL < 24.5 allora C= 0

Se AL >= 24.5 allora C = - 0.5

Potenza ametropica SRK-II:

con: P= potenza emmetropica


I= potenza impianto desiderata
Rt = rifrazione target
Rf = fattore rifrazione.

Rifrazione = Vs (I):

Rt = (P-I) / Rf dove Rf = 1,25 se P > 14


Rf = 1 se P <= 14

Impianto = Vs (Rt):

I = P - (Rt.Rf) dove Rf = 1,25 se P > 14


Rf = 1 se P<= 14

Rev. 02-2010 P-66


MANUALE UTENTE

10- FORMULE IOL

10-3 S.R.K.- T
Spessore retinico: Rethick = 0,65696 - 0,02029 x AL
Lc = AL eccetto:
Se AL > 24,2 Lc = -3,446 + (1,716 x AL) - (0,0237 x AL2 )

Kd = 337,5 / Rmm
Rmm = 337,5 / Kd

C1 = -5,40948 + 0,58412 x Lc + 0,098 x Kd

Rc = [ Rmm2 - (C1)2/4 ]
Se Rc < 0 allora Rc = 0

C2 = Rmm - SQRT [Rc]

ACD = 0,62467 x A - 68,74709 dove A = Costante SRK

ACDE = C2 + ACD - 3,3357

n1 = 1,336
n2 = 0,3333

L0 = AL + Rethick = 0,97971 x AL + 0,65696

S1 = L0 - ACDE
S2 = n1 x Kd - n2 x ACDE
S3 = n1 x Kd - n2 x L0
S4 = 12 x S3 + L0 x Kd
S5 = 12 x S2 + ACDE x Kd

(1336 x S3 - IOL x S1 x S2)


REF_X =
(1,336 x S4 - 0,001 x IOL x S1 x S5)

[1336 x (S3 - 0.001 x REFt x S4)]


IOL_FOR_TGT =
[S1 x (S2 - 0.001 x REFt x S5)]

Rev. 02-2010 P-66


MANUALE UTENTE

10- FORMULE IOL


10-4 DOUBLE K / SRK-T (DEL DOTT. JAIME ARAMBERRI)
Lunghezza assiale di correzione: Lcor Lcor = AL eccetto:
Se AL > 24,2 Lcor = -3,446 + (1,716 x AL) - (0,0237 x AL× )

Curvature corneali:
Si utilizzano 2 valori di cheratometria:
- Chirurgia rifrattiva pre-corneale:
Rpre = 337,5 / Kpre Kpre = 337,5 / Rpre

- Chirurgia rifrattiva post-corneale:


Rpost = 337,5 / Kpost Kpost = 337,5 / Rpost

Calcoli con Kpre o Rpre:


Larghezza corneale calcolata: CW
CW = -5,40948 + 0,58412 x Lcor + 0,098 x Kpre

Altezza corneale: H
Rc = [ Rpre× - (CW)× / 4 ] If Rc < 0 then Rc = 0

H = Rpre - SQRT [Rc]


Costante profondità camera anteriore: ACDconst
ACDconst = 0,62467 x A - 68,74709 dove A = costante SRK
ACD post-operatoria stimata: ACDest
ACDest = H + Offset dove Offset = ACDconst 3,3357
Costanti: na = 1,336 V = 12 nc = 1,333 C2 = nc - 1
Spessore retinico: Rethick = 0,65696 - 0,02029 x AL
Lunghezza assiale ottica: L0PT = AL + Rethick = 0,97971 x AL + 0,65696
Calcoli con Kpost o Rpost:
S1 = L0PT - ACDest
S2 = na x Rpost - C2 x ACDest S4 = V x S3 + L0PT x Rpost
S3 = na x Rpost - C2 x L0PT S5 = V x S2 + ACDest x Rpost

1336 x S3
IOL emmetropica: IOL emme = _____________
- S1 x S2

(1336 x S3 - IOL x S1 x S2)


REF_X = ________________________
(1,336 x S4 - 0,001 x IOL x S1 x S5)

[1336 x (S3 - 0,001 x REFt x S4)]


IOL_FOR_TGT = ______________________________
[S1 x (S2 - 0.001 x REFt x S5)]

Rev. 02-2010 P-67


MANUALE UTENTE

10- FORMULE IOL

10-5 BINKHORST II
VARIABILI UTILIZZATE

- Lb: lunghezza assiale corretta per Binkhorst II.

Lb = LA + 0,1984 mm

- ACD-b: camera anteriore corretta solo per CAMERE POSTERIORI.

Se Lb < 26 allora ACD-b = ACD x (LA / 23,45)

Se Lb >= 26 allora ACD-b = ACD x (26 / 23,45)


quindi ACD-b = 1,1087 x ACD

R: Curvatura cornea in mm = 337,5/K (K in diottrie)


Ref: Rifrazione target.
Lb: Lunghezza assiale corretta.
AC: Camera anteriore post-operatoria.

AC = ACD per IOL camera anteriore


AC = ACD-b per IOL camera posteriore.

- FORMULA CHE ESPRIME IL VALORE DELL’IMPIANTO


CONFRONTATO CON LA RIFRAZIONE RICHIESTA: REF

IOL = Vs (Ref) se Ref =0 IOL= IOLem (emmetropia)

1336 [ 1,336R - 0,3333Lb - 0,001Ref (16,032R - 4Lb + Lb.R) ]


IOL =
(L - AC) [ 1,336R - 0,3333AC -0,001Ref (16,032R - 4AC + AC.R ]

- FORMULA CHE ESPRIME IL VALORE DELLA RIFRAZIONE


CONFRONTATO CON L’IMPIANTO RICHIESTO: IOLAM

Ref = Vs (IOL)

1336(1,336R-0,3333Lb) - IOL.(Lb-AC) (1,336R - 0,3333AC)


Ref =
1,336(16,032R - 4Lb + LbR) - 0,001IOL(Lb-AC) (16,032R- 4AC + AC.R)
P-68 Rev. 02-2010
MANUALE UTENTE

10- FORMULE IOL

10-6 HOLLADAY
VARIABILI:

R: Curvatura cornea in mm = 337,5/K (K in diottrie)


Ref: Rifrazione target.

Lh: lunghezza assiale corretta per HOLLADAY.

Lh = AL + 0,200 mm

SF: Surgeon Factor - fattore chirurgo: specifico per la formula Holladay.

SF = (A x 0,5663) - 65,60 dove A è la costante SRK

ACh: camera anteriore corretta per HOLLADAY.

Rag = R eccetto se R < 7mm allora Rag = 7 mm

AG = (12,5 / 23,45) AL quindi: AG = 0,533.AL

eccetto se AG > 13,5 allora AG = 13,5 mm

ACD = 0,56 + Rag - [ SQRT (Rag2 - AG2 /4 ) ]

ACh = ACD + SF

- FORMULA CHE ESPRIME IL VALORE DELL’IMPIANTO


CONFRONTATO CON LA RIFRAZIONE RICHIESTA (O AMETROPIA):
REF
IOLam = Vs (Ref)

Se Ref =0 IOLam = IOLem (emmetropia)

1336 [1,336.R - 0,3333Lh - 0,001Ref (16.032R - 4Lh + Lh.R) ]


IOLam =
(Lh-ACh) [1,336R - 0,3333ACh - 0,001Ref (16,032R - 4ACh + ACh.R]

- FORMULA CHE ESPRIME IL VALORE DELLA RIFRAZIONE


CONFRONTATO CON L’IMPIANTO RICHIESTO: IOLAM

Ref = vs (IOLam)
1336 (1,336R - 0,3333Lh) - IOLam(Lh - ACh)(1,336R - 0,3333ACh)
Ref =
1,336 (16,032R - 4Lh + Lh.R) - 0,001 IOLam (Lh - ACh)(16,032R - 4ACh + ACh.R)

Rev. 02-2010 P-69


MANUALE UTENTE

10- FORMULE IOL


10-7 HOFFER-Q
VARIABILI:

P: POTENZA impianto (D)


R: Errore di rifrazione sul piano corneale (D).
Rx: Ametropia richiesta: Errore di rifrazione sulla lente (D).
K: Cheratometria media (D)
CD: Profondità camera corretta (mm).
ACD: Profonità camera anteriore dal file utente con la IOL personalizzata.
AL: Lunghezza assiale (mm)

PROFONDITÀ CAMERA ANTERIORE:

Se AL <= 23, M = +1 e G = 28
Se AL > 23, M = -1 e G = 23.5

Se AL > 31, AL = 31
Se AL < 18.5, AL = 18,5

CD = ACD + 0.3(AL - 23.5) + (tan K)2 + 0.1M(23.5 - AL)2 tan[0.1(G - AL)2] -


0,99166

POTENZA EMMETROPIA:

R = Rx / (1 - 0,012Rx)

P = [1336 / (AL - CD - 0,05)] - {1,336 / [(1,336 / (K + R)) - ((CD + 0,05) /


1000)] }

FORMULA CHE ESPRIME IL VALORE DELLA RIFRAZIONE


(RX) CONFRONTATO CON L’IMPIANTO RICHIESTO: IOLAM

Rx = vs (IOLam)

1,336
R =[ ]-K
[1,336 / (1336 / (AL - CD - 0,05) - IOLam) + (CD + 0,05) / 1000]

Rx = R / (1 + 0,012R)

P-70 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

10- FORMULE IOL


10-8 SHAMMAS

CORREZIONE CHERATOMETRIA:

KS = 1,14 Kpost - 6,8


Dove Kpost è la misura della cheratometria con mezzi classici.

CALCOLO DELLA IOL PER EMMETROPIA :

IOLemm = ( 1336 / (L - 0,1(L - 23) - C -0,05)) - ( 1 / ( ( 1,0125 /K) - ((C + 0,05) / 1336 )) )

IOLemm = 1336 - 1
L - 0,1(L - 23) - C -0,05 1,0125 - C + 0,05
K 1336
Dove:
L= lunghezza assiale in mm
K = cheratometria in diottrie
C = ACD (Shammas) = 0,5835.A - 64,40

FORMULA PER CALCOLARE IL VALORE DELL’IMPIANTO


CORRISPONDENTE ALLA RIFRAZIONE RICHIESTA (R)

IOL Am = Vs (R)

IOLAm = 1336 - 1
L - 0,1(L - 23) - C -0,05 1,0125_ - C + 0,05
K +R 1336

FORMULA PER CALCOLARE IL VALORE DELLA RIFRAZIONE


CORRISPONDENTE AL VALORE DELLA IOL.

Refr. = Vs (IOL)

R = ( 1336 - IOL (L - 0,1(L - 23) - C -0,05) ) /


(( L - 0.1(L - 23)) / 1,0125) - ((IOL (C + 0,05) (L - 0,1(L - 23) - C -0,05)) / 1352,7)) - K

R= 1336 - IOL (L - 0.1(L - 23) - C -0,05) - K


L - 0.1(L - 23) - (IOL (C + 0,05) (L - 0,1(L - 23) - C -0,05)
1,0125 1352,7

Rev. 02-2010 P-71


MANUALE UTENTE

10- FORMULE IOL


10-9 HAIGIS
Formule per il calcolo della IOL in base a HAIGIS (W. Haigis)

1. Potenza della IOL per rifrazione Dl:

Tutti i calcoli si basano sulla "Thin-lens-formula":

Dl = n - n
(1)
L-d n z-d
con
Rx
z = Dc +
1 - Rx . dx
dove
(2)
Nc - 1
Dc =
R

e Dl: potenza delle lenti di impianto


Dc: potenza corneale
Rx: rifrazione desiderata
n: indice di rifrazione di acqueo e vitreo (=1,366)
Nc: indice di rifrazione fittizio della cornea cornea (=1,3315)
Dx: distanza al vertice tra la cornea e gli occhiali(=12 mm)
R: raggio corneale
L: lunghezza assiale (misurata con ultrasuoni)
d: ACD ottica

2. Rifrazione Rx per potenza IOL:

Da (1), la seguente equazione per la rifrazione Rx derivante per una


lente DI di impianto e ACD d ottica:

q - Dc
Rx = (3)
1+ dx . (q + Dc)

dove

n . [n - Dl . (L - d)]
q=
n . (L - d) + d . [n - Dl . (L - d)]

P-72 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

10- FORMULE IOL

3. ACD d ottica:

La ACD d ottica deriva da quanto segue:

se AC=0 allora d = (a0 + u . a1) + (a2 + v . a1) . L (4)

oppure d = a0 +a1 . AC + a2 . L (5)

con AC : profondità camera anteriore acustica pre-operatoria


misurata con ultrasuoni

L: lunghezza assiale pre-operatoria, misurata con ultrasuoni

e u : -0,241 v : 0,139

I parametri a0, a1 e a2 sono costanti che descrivono la IOL impiantata.

4. Costanti IOL a0, a1, a2:

In modalità standard o automatica, le costanti a0, a1 e a2 derivano da

a1 = 0.4
a2 = 0.1 (6)
a0 = 0,62467• A - 72,434

con A: costante del produttore di lenti.

In modalità ottimizzata, le costanti a0, a1 e a2 sono ottenute in un


processo di ottimizzazione separato. Per ogni paziente, la rifrazione
postoperatoria attuale viene utilizzata per calcolare l’ACD ottica
corrispondente. Tali valori vengono poi abbinati alla misurazione ad ultrasuoni
preoperatoria dell’ACD (acustica) e della lunghezza assiale. L’analisi di
regressione lineare doppia include le costanti a0, a1 e a2.

Limiti globali: 1,16 < a0 + 337a 1 + 23,39a2 < 7


1,16 < a 0 + 2,53a1 + 20,00a2 < 7
1,16 < a 0 + 3,50a1 + 27,00a2 < 7

Rev. 02-2010 P-73


MANUALE UTENTE

10- FORMULE IOL

5. Esempi:

A-constant A=118,0
> a0 = 1,277 ; a1 = 0,400 ; a2 = 0,100;

1. L = 21,44; AC = 2,69 ; R = 7,45;


target refr. Rx = -0,250
> d = 4,497 ; D L= 26,862

2. L = 23,27; AC = 3,14 ; R = 7,69 ;


IOL implanted DL = 22,000
> d = 4,860 ; R x= -0,398

3. L=27,09; AC = 3,48 ; R = 7,76 ;


target refr. Rx = 2,730
> d = 5,378 ; D L= 5,768

6. Copyright:

La presente descrizione è © di W.Haigis, 1998-2000. È vietata la


pubblicazione anche parziale senza il consenso scritto dell’autore.
Würzburg, 25 gennaio 2000; Dott.W.Haigis

P-74 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

11- B-SCAN (OPZIONE)


È richiesto un codice di attivazione. Si prega di contattare QUANTEL
MEDICAL o il distributore locale per maggiori informazioni sull’ordine
di questa opzione e per ricevere il codice di attivazione.

Premere il pulsante . Si visualizza la seguente schermata:

Cliccando su uno dei quattro campi (Gain, Dyn, TGC e


Zoom), è possibile modificare il valore tramite la tastiera
o la rotella (sul pannello frontale).

Per visualizzare un’immagine a tutto schermo


Per ridimensionare l’immagine in base al display.

Per visualizzare l’elenco delle immagini salvate.


Selezionando una di queste, compare il pulsante Delete
image (Cancella Immagine). È dunque possibile
cancellare un’immagine.
Per visualizzare l’elenco degli strumenti (calibratore, marker e
area) disponibili per un'immagine e le misurazioni
corrispondenti.

La sonda b-scan 10 MHz è focalizzata a 20 mm (per creare immagini dell’occhio e


dell’orbita). La sonda 10 MHz può essere utilizzata direttamente sulla palpebra.
Innanzitutto, applicare una piccola quantità di gel sulla palpebra. Poi, posizionare la
sonda sull’occhio. Per raggiungere certe zone del globo, chiedere al paziente di
guardare in direzione diverse.
ATTENZIONE: Una eccessiva pressione sulla sonda B-scan causa disagio al paziente.

Rev. 02-2010 P-75


MANUALE UTENTE
11- B-SCAN (OPZIONE)

Cliccando con il tasto destro del mouse sull’immagine, si visualizza un menu


con le seguenti opzioni:
- Copy: per copiare l’immagine negli appunti di Windows.
- Export to jpg: per salvare l’immagine in formato jpg.
- Background color: per modificare il colore dello sfondo dell’immagine.
- Selected color: per modificare il colore dei marker selezionati, degli
strumenti.
- Cineloop color: per modificare il colore dello sfondo dell’immagine
quando Cineloop è attivo.

Per bloccare e sbloccare l’immagine premere il pulsante .


NOTA: Premere l’interruttore a pedale per più di un secondo per salvare l’immagine.

11-1 SEQUENZA CINELOOP


Il Cineloop è un prezioso strumento che registra una sequenza fino a 100
immagini nei 10 secondi che precedono il blocco della stessa. L’utente
può rivedere l’intera sequenza di seguito o come immagini singole.
Premere il pedale per completare l'acquisizione. Sulla sinistra dello
schermo verrà visualizzata una finestra con il numero di immagini
memorizzate.

Per rivedere l’intera sequenza: Premere per avviare la sequenza


automatica di immagini. Premere lo stesso pulsante per arrestare la
sequenza.
Per rivedere le immagini singolarmente, premere il campo della sequenza e
muovere la rotella per selezionare l’immagine desiderata.

Per salvare la sequenza: Premere per salvare in:


- modalità AVI: da aprire con Windows Media Player (ad
esempio),
- COMPACT TOUCH : da aprire con il software COMPACT TOUCH.

NOTA: È possibile salvare tutta la sequenza o solo una parte.

ATTENZIONE: Quando la sequenza Cineloop viene salvata nel formato


Compact Touch, verificare sempre la dimensione del salvataggio.

P-76 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

11- B-SCAN (OPZIONE)


11-2 POST PROCESSING
11-2-1 CALIBRATORE
Per aggiungere un calibratore, premere il pulsante CALIPER.
Per ottenere il primo calibratore, posizionare il puntatore verso il punto
desiderato e premere il tasto sinistro del mouse per selezionarlo.
Ripetere per il secondo calibratore.
In ogni punto selezionato verrà visualizzato il riferimento del calibratore "C#".

Il riferimento del calibratore "C#" viene visualizzato nell’elenco della finestra di


post-processing.
Spostare un calibratore:
Cliccare sul calibratore desiderato per selezionarlo (il calibratore
selezionato verrà sottolineato in rosso).
Lasciare il pulsante del mouse.
Spostare il mouse per riposizionare il calibratore.
Fare clic con il tasto sinistro per confermare la nuova posizione.
Se vengono posizionati più calibratori nello stesso punto, verrà visualizzato
un punto interrogativo.
Per selezionare il calibratore da tenere in quel punto: quando si visualizza il
punto interrogativo, fare clic con il tasto destro per selezionare il calibratore.
Fare clic con il tasto sinistro per confermare.
Per cancellare un calibratore, selezionarlo nell’elenco e premere il
pulsante "Del. select" (Cancella selezione).

Rev. 02-2010 P-77


MANUALE UTENTE
11- B-SCAN (OPZIONE)
11-2-2 MARKER
Per aggiungere un marker, premere il pulsante MARKER.

Posizionare il puntatore e fare clic con il tasto sinistro per impostare la


punta della freccia.
Regolare la direzione e fare clic con il tasto sinistro per confermare il
marker. Viene visualizzato ilriferimento del marker "M #" ad un’estremità del
marker stesso:

Il riferimento del marker "M#" viene visualizzato nell’elenco della finestra di


post-processing.

Spostare un marker:
Cliccare sul marker desiderato per selezionarlo (il marker selezionato
verrà sottolineato in rosso).
Lasciare il pulsante del mouse.
Spostare il mouse per riposizionare il marker. Fare clic con il tasto
sinistro per confermare la nuova posizione.
Se vengono posizionati più marker nello stesso punto, verrà visualizzato un
punto interrogativo.
Per selezionare il marker da tenere in quel punto: quando si visualizza il
punto interrogativo, fare clic con il tasto destro per selezionare il marker.
Fare clic con il tasto sinistro per confermare.
Per cancellare un marker, selezionarlo nell’elenco e premere il pulsante "Del.
select" (Cancella selezione).
P-78 Rev. 02-2010
MANUALE UTENTE

11- B-SCAN (OPZIONE)


11-2-3 MISURAZIONE DELLA SUPERFICIE
Per calcolare la superficie e l’area del campo selezionato, premere il pulsante
AREA.
Selezionare un campo:
Posizionare il puntatore e fare clic con il tasto sinistro per impostare un
marker. Ripetere se necessario. Fare clic con il tasto destro per confermare il
marker finale. Viene visualizzato il riferimento dell’area "A #" nel primo punto
selezionato lungo l’area evidenziata:

Il riferimento “A#" viene visualizzato nell’elenco della finestra di post-processing.


Spostare un marker:
Cliccare sul marker desiderato per selezionarlo (il marker selezionato
verrà sottolineato in rosso).
Lasciare il pulsante del mouse.
Spostare il mouse per riposizionare il marker. Fare clic con il tasto
sinistro per confermare la nuova posizione.
Se vengono posizionati più marker nello stesso punto, verrà visualizzato un
punto interrogativo.
Per selezionare il marker da tenere in quel punto: quando si visualizza il
punto interrogativo, fare clic con il tasto destro per selezionare il marker.
Fare clic con il tasto sinistro per confermare.
Per cancellare una misurazione, selezionarla nell’elenco e premere il
pulsante "Del. select" (Cancella selezione).

Rev. 02-2010 P-79


MANUALE UTENTE

12- PACHIMETRIA (OPZIONE)


È richiesto un codice di attivazione. Si prega di contattare QUANTEL MEDICAL o il
distributore locale per maggiori informazioni sull’ordine di questa opzione e per
ricevere il codice di attivazione.
Rimuovere la sonda per pachimetria dal supporto. Pulire la sonda come
indicato nel capitolo “7 - Come evitare la trasmissione di infezioni tra
pazienti”.
La cornea deve essere anestetizzata. La sonda verrà posizionata
direttamente sulla cornea. Il film lacrimale dovrebbe essere sufficiente a
fare contatto per la trasmissione degli ultrasuoni.
NOTA: Qualora risulti impossibile l’acquisizione, versare alcune gocce di soluzione
fisiologica sulla cornea del paziente.

OD/OS: per cambiare occhio.


Erase all: per cancellare tutti i valori misurati.
Acquisition mode: per passare alla modalità di acquisizione
successiva (Center Only, Automatic, Continuous,
poi Scanning).
Freeze: Selezionare un tipo di blocco (easy, medium o
hard).
12-1 CENTER ONLY
Premere il pulsante o l’interruttore a pedale per avviare
l’acquisizione. I valori misurati verranno visualizzati nella colonna
CCT. I valori medi, minimi, massimi e la deviazione standard
verranno calcolati e visualizzati nella tabella dei risultati (a destra
dello schermo).

Un valore specifico può essere “ignorato” premendo il pulsante IGNORE


(IGNORA) sulla riga evidenziata. I valori medi, minimi, massimi e la deviazione
standard verranno calcolati nuovamente. Per includere un valore ignorato,
selezionare la riga e premere il pulsante INCLUDE (INCLUDI).

P-80 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

12- PACHIMETRIA (OPZIONE)

12-2 AUTOMATIC
Premere il pulsante o l’interruttore a pedale per avviare l’acquisizione. I
valori misurati verranno visualizzati in sequenza nella mappatura. Dopo
ogni misurazione, il cursore andrà automaticamente nella posizione
successiva e si procederà con l’acquisizione successiva fino all’ultima
misurazione. Per ognuna di esse, il valore attuale e bias verranno
visualizzati nella parte sinistra dello schermo.

12-3 CONTINUOUS
Premere il pulsante o l’interruttore a pedale per avviare l’acquisizione. I
valori misurati verranno visualizzati in sequenza nella mappatura.
L’acquisizione continua anche quando la sonda entra in contatto con la
cornea. Sollevare la sonda per passare alla misurazione successiva. Per
ognuna di esse, il valore attuale, bias, mini e mini bias verranno
visualizzati nella parte sinistra dello schermo.

NOTA: Il layout dello schermo per le modalità automatic e continuous dipende dalle
impostazioni del parametro di mappatura specificate nella pagina di
impostazione del singolo medico

Rev. 02-2010 P-81


MANUALE UTENTE

12- PACHIMETRIA (OPZIONE)


12-4 SCANNING
Campo Depth Alert: Premendo il campo Depth Alert (allerta profondità),
verrà visualizzato automaticamente il tastierino
numerico per l’inserimento di un valore limite.
Premere il pulsante o l’interruttore a pedale per avviare
l’acquisizione. I valori misurati verranno visualizzati nella parte
sinistra dello schermo: valore attuale, mini, maxi e relativo bias.
Premere nuovamente il pulsante o l’interruttore a pedale per
interrompere l’acquisizione.

NOTA: Quando il valore misurato è inferiore al valore di Depth Alert specificato, il


campo lampeggia ed emette un segnale acustico. Premere ESC per uscire.

P-82 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

13- STAMPA

COMPACT TOUCH consente di stampare un report delle seguenti schermate:


- Acquisizione - Calcolo della IOL - Pachimetria - Storico esami

Esempio di stampa da acquisizione con biometria.

05 Dec 2008

Clinique des Tuileries


PHYSICIAN #1
Avenue de Paris - 63000 CLERMONT FERRAND - France
Phone : 04 73 00 00 00 - Fax: 04 73 11 11 11

Patient : PATIENT 1 Id Number : 123456


Address : Rue du Brezet - 63000 CLERMONT FERRAND

Phone : 04 73 22 22 22 Gender : Male Date of birth : 01 Jan 1900

Eye : OD Exam Date : 05 Dec 2008

Speed A.C.=1532 L.(Phakic)=1641 V.(Normal Eye)=1532 (m/s)


#1 A.C.=2.91 L.=1.76 V.=24.05 T.L.=28.73(mm)
#2 A.C.=3.41 L.=5.46 V.=20.03 T.L.=28.9(mm)
#3 A.C.=2.64 L.=6.56 V.=20.11 T.L.=29.31(mm)
#4 A.C.=2.57 L.=6.32 V.=19.95 T.L.=28.84(mm)
#5 A.C.=2.49 L.=5.78 V.=21.68 T.L.=29.95(mm)
#6 A.C.=3.91 L.=8.57 V.=17.08 T.L.=29.56(mm)
#7 A.C.=2.64 L.=7.14 V.=19.84 T.L.=29.62(mm)
#8 A.C.=3.68 L.=5.42 V.=19.88 T.L.=28.97(mm)
#9 A.C.=2.49 L.=1.68 V.=25.47 T.L.=29.64(mm)
#10 A.C.=3.6 L.=6.81 V.=19.92 T.L.=30.33(mm)
Avg A.C.=3.03 L.=5.55 V.=20.8 T.L.=29.38(mm)
Stat-2 A.C.=3.91 L.=8.57 V.=17.08 T.L.=29.56(mm)
Std-Dev A.C.=0.55 L.=2.22 V.=2.39 T.L.=0.53(mm)

V.0.4
Quantel Medical - Compact Touch V.1.0 1/1

Rev. 02-2010 P-83


MANUALE UTENTE
13- STAMPA
13-1 BIOMETRIA
Dalla schermata della biometria, effettuare un'acquisizione e premere il
pulsante . È possibile visualizzare in anteprima sullo schermo il report.
Premere il pulsante Print (Stampa).
Se vengono misurati entrambi gli occhi, i risultati saranno stampati sulla
stessa pagina.

13-2 CALCOLO DELLA IOL


Selezionare una misurazione nella schermata della biometria, poi nella
schermata di calcolo della IOL premere il pulsante . È possibile
visualizzare in anteprima sullo schermo il report. Premere il pulsante Print
(Stampa).
Se vengono misurati entrambi gli occhi, i risultati saranno stampati sulla
stessa pagina.

13-3 MODALITÀ B (OPZIONE)


Dalla schermata della modalità B, effettuare un'acquisizione e premere il
pulsante . Si apre una finestra, nella quale è possibile:
- stampare l’immagine selezionata. Verranno stampate tutte le
immagini selezionate in precedenza (due immagini per la prima
pagina e tre immagini per le pagine seguenti).
- aggiungere un’immagine.
- annullare la stampa.

13-4 PACHIMETRIA (OPZIONE)


Dalla schermata della pachimetria, premere il pulsante . È possibile
visualizzare in anteprima sullo schermo il report. Premere il pulsante Print
(Stampa).
Viene effettuata la stampa dell’occhio in esame, anche se sono stati
misurati entrambi gli occhi.

13-5 DALLA STORIA CLINICA


Nella schermata del paziente, si visualizza la pagina dello storico degli
esami.
Selezionare l’esame da stampare e premere il pulsante Load Exam File
(Carica File Esame).
È possibile visualizzare in anteprima sullo schermo il report. Premere il
pulsante Print (Stampa).

P-84 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

14- MANUTENZIONE

14-1 MANUTENZIONE DELL’APPARECCHIO

ATTENZIONE: Scollegare l’alimentazione prima di pulire l’apparecchio.

ATTENZIONE: Utilizzare esclusivamente un panno bagnato per la pulizia.


Non utilizzare solventi o alcol.

ATTENZIONE: Alcune persone sono estremamente allergiche all’alcol isopropilico.

14-2 MANUTENZIONE DELLE SONDE


Le sonde sono fragili e devono essere maneggiate con cura. Potrebbero
rompersi se lasciate cadere su una superficie solida.

Controllo periodico:
Esaminare il cavo ed il corpo della sonda per verificare l’eventuale
presenza di fessure che potrebbero permettere l’ingresso di liquidi.

Se si hanno dubbi sull’integrità della sonda NON UTILIZZARLA; contattare


il distributore locale o il Servizio Assistenza QUANTEL MEDICAL.

ATTENZIONE: Non autoclavare la sonda.

Per la pulizia della sonda:


Vedere capitolo: 7 - Come evitare la trasmissione di infezioni

14-3 CAMBIO DELLA SONDA PER BIOMETRIA/CALIBRAZIONE


Ogni volta che si sostituisce una sonda, questa deve essere ricalibrata
(vedere capitolo 15 - Test di misurazione/calibrazione).

Per maggiori informazioni, contattare QUANTEL MEDICAL o il vostro


distributore locale.

Rev. 02-2010 P-85


MANUALE UTENTE

15- TEST DI MISURAZIONE/CALIBRAZIONE

• Premere per tornare alla home page. Quindi premere il


pulsante GENERAL SETUP (IMPOSTAZIONI GENERALI).
• Selezionare la BIOMETRY MODE - Modalità biometria (o la
PROBEAM MODE - Modalità ProBeam). Viene visualizzato un nuovo
pulsante (Biometry Test o ProBeam Test). Premerlo.

• Versare una goccia d’acqua nel Test block e posizionare la sonda


perpendicolare al centro.
Il Test block è di forma rotonda in grado di inserirsi leggermente nella punta
concava della sonda.
Si avvia adesso un controllo. L’obiettivo è conservare in memoria
l’immagine migliore con l’eco più elevata dalla parte posteriore. Questo
corrisponde alla posizione migliore, perpendicolare alla parte postriore.

L’obiettivo è verificare la misurazione del Test Block:


10,00 < posizione migliore < 10,11 mm
Il valore viene calcolato con la velocità media: 1550 m/s.

• Se la misurazione non è compresa tra 10,00 e 10,11, il marker deve


essere modificato per ottenere il valore corretto.

- Selezionare la posizione del marker #1 a contatto


- Premere il pulsante Clear (Cancella) per cancellare il valore nei
campi Best e Current.
- Regolare il potenziometro per ottenere la misurazione corretta.
- Premere Ok per confermare, salvare la calibrazione e chiudere la
finestra.

Premere OK per tornare a GENERAL SETUP (IMPOSTAZIONI GENERALI).

Premere ESC o per tornare alla schermata di elenco dei medici e salvare
le modifiche premendo YES.

IMPORTANTE: Se si utilizza una sonda per biometria o una sonda ProBeam, è


necessario calibrare le due sonde, selezionando quella adatta nella schermata della
biometria, al fine di ottenere la calibrazione corrispondente.
P-86 Rev. 02-2010
MANUALE UTENTE

ALLEGATO 1

COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA (EMC)


NA: non applicabile NE: non effettuato NR: non richiesto
Voltaggio alimentazione: 230 V @ 50 Hz e 110 V @ 60 Hz

Tipo test Metodo test Standard Specifiche Conformità con i


requisiti
Emissioni CISPR11/A1/A2 EN 60601-1- 30 MHz - 230 MHz = 40 CONFORME
irradiate 2/A1 (Ed 01/06) dBµV/m (230 V @ 50 Hz)
(*) 230 MHz - 1 GHz = 47 (110 V @ 60 Hz)
dBµV/m
(Classe A, limite 10
metri)
Emissioni CISPR11/A1/A2 EN 60601-1- Accesso alimentazione CONFORME
condotte 2/A1 (Ed 01/06) Limiti: Gruppo 1 Classe A (230 V @ 50 Hz)
(*) (110 V @ 60 Hz)
Fluttuazioni di IEC 61000-3-3 EN 60601-1- PST < 1 PLT < 0,65 CONFORME
tensione 2/A1 (Ed 01/06) Accesso alimentazione (230 V @ 50 Hz)
Armoniche 50 IEC 61000-3-2 EN 60601-1- Classe A NA; P<75 W
Hz 2/A1 (Ed 01/06) Accesso alimentazione (230 V @ 50 Hz)
Immunità alle IEC 61000-4-2 EN 60601-1- Dirette 6 KV contatto CONFORME
scariche 2/A1 (Ed 01/06) Indirette 6 kV CONFORME
elettrostatiche Nell’aria 8 kV CONFORME
(*) (Criterio A) (230 V @ 50 Hz)
Immunità ai IEC 61000-4-3 EN 60601-1- 80 MHz - 2,5 GHz (10 CONFORME
campi 2/A1 (Ed 01/06) V/m) (230 V @ 50 Hz)
elettromagnetici (AM 80% 1 kHz onda
a sinusoidale)
radiofrequenza (Criterio A)
irradiati ENV 50204 Test 900 MHz, Riscaldamento CONFORME
(*) complementare 200 Hz, (10 V/m) (230 V @ 50 Hz)
(Criterio A)
Immunità a IEC 61000-4-4 EN 60601-1- +/- 2kV su accesso CONFORME
transitori 2/A1 (Ed 01/06) alimentazione
elettrici veloci +/- 1 kV su accesso CONFORME
(*) Ethernet (230 V @ 50 Hz)
(Criterio A) (110 V @ 60 Hz)
Immunità EC 61000-4-5 EN 60601-1- Accesso alimentazione: NA (Classe 2)
all’impulso 2/A1 (Ed 01/06) +/- 2kV in modalità
comune
+/- 1 kv in modalità CONFORME
differenziale (230 V @ 50 Hz)
(Criterio A) (110 V @ 60 Hz)

Criterio A: il disturbo non può essere simile ad un occhio


(*): test coperti da Cofrac

Rev. 02-2010 P-87


MANUALE UTENTE
ALLEGATO 1

Tipo test Metodo test Standard Specifiche Conformità


con i requisiti
Immunità ai disturbi condotti indotti IEC 61000-4-6 EN 60601-1- 150 kHz - 80 MHz (10 V)
da campi a radiofrequenza 2/A1 (Ed 01/06) (AM 80% 1kHz onda
(*) sinusoidale)
Su accesso alimentazione CONFORME
Su accesso cavo int. a CONFORME
pedale
Su accesso cavo Ethernet CONFORME
Su accesso sonda B CONFORME
Su accesso sonda CONFORME
biometria
Su accesso sonda CONFORME
pachimetria (230 V @ 50 Hz)
(Criterio A)
Immunità ai campi magnetici IEC 61000-4-8 EN 60601-1- 3 a/M (Criterio A) CONFORME (30
2/A1 (Ed 01/06) A/m)
(230 V @ 50 Hz)
(110 V @ 60 Hz)
Immunità a variazioni e interruzioni IEC 61000-4-11 EN 60601-1- Accesso fornitura
di tensione 2/A1 (Ed 01/06) Riduzione/periodi Criterio
(*) > 95% / 0,5 A CONFORME
- 60% / 5 A CONFORME
- 30% / 25 A CONFORME
> 95% / 250 C CONFORME
(230 V @ 50 Hz)
(110 V @ 60 Hz)

Criterio A: il disturbo non può essere simile ad un occhio


(*): test coperti da Cofrac

P-88 Rev. 02-2010


MANUALE UTENTE

CONVALIDA

Versione Software 1.01

Data pubblicazione Febbraio 2010

Data revisione 8 febbraio 2010

Redatto da R. DION

Revisionato da C. CHABRIER

Convalidato da P. QUERO

Rev. 02-2010 P-89

Potrebbero piacerti anche