Sei sulla pagina 1di 5

Network design and

transportation (cap 2)
Progetto di reti (1)
Le reti possono essere configurate in modo diverso (numero di livello, connessioni tra
nodi, etc.).

Il progetto di una rete logistica è una attività di tipo strategico ed è molto importante
perché impatta sul costo totale della rete (configurazioni diverse hanno costi diversi) e
vincola le attività di tipo operativo.

Progettare una rete significa scegliere:


- Numero e localizzazione di ogni tipo di nodo (impianti, magazzini, negozi, etc.)
- Dimensione di ogni nodo (capacità dell’impianto, superfice del magazzino, etc.)

2
Progetto di reti (2)
Il progetto di una rete è un’attività compiuta pochissime volte.

Più frequentemente si affronta un problema di redesign, ovvero, data una rete esistente,
si deve decidere di riposizionare alcuni nodi, aumentarne o diminuirne la dimensione,
etc.

Inoltre:
1) Quando si studia il posizionamento di impianti produttivi o centri di distribuzione,
solitamente le posizioni dei negozi sono considerate date;
2) Quando si studia il posizionamento dei negozi, si assume dato il resto della rete.
Questo problema si chiama retail management.

In 1) la domanda finale è considerata come un dato esogeno e le distanze hanno un


impatto solo sui costi.
In 2), invece, la domanda è un risultato della decisione di posizionamento ed è molto
importate il cosiddetto logistic range.

3
Progetto di reti (3)
Il progetto di una rete è un problema tipicamente strategico e di lungo termine.

La presenza di erogatori di servizi logistici tende però a rendere più flessibile la situazione,
trasformando tale problema in un problema tattico di più breve termine. Infatti, costruire
un impianto o affittare un magazzino sono due problemi con orizzonti molto diverso di
revisione della decisione (il primo problema comporta costi fissi, il secondo variabili).

Anche quando il problema rimane strategico, è necessario usare una funzione di


anticipazione per rappresentare, in modo aggregato, l’effetto delle decisioni strategiche
sulle decisioni tattiche che verranno prese nel seguito(ad esempio, l’impatto sui trasporti
del posizionamento degli impianti e magazzini).

4
Progetto di reti (4)
Nel seguito studieremo:

1) Il ruolo dei nodi intermedi nella riduzione dell’incertezza della domanda (2.1.1)

2) Modelli di programmazione matematica per ottimizzare i flussi trasportati tra i nodi,


per determinare la miglior posizione dei magazzini e scegliere la loro dimensione (2.2)

Per il ruolo dei nodi intermedi nell’ottimizzazione dei trasporti e dell’assortimento (2.1.2)
fare riferimento a quanto visto nelle lezioni precedenti del prof. Zotteri.

Potrebbero piacerti anche