Sei sulla pagina 1di 6

Articoli Leadership M07A02

Come migliorare continuamente


per il successo
Ti viene mai voglia di migliorare alcuni aspetti della tua vita, ma poi
solo al pensiero del cambiamento che devi fare ti senti paralizzato a
procedere?

O magari tentenni ogni volta che devi affrontare un miglioramento,


trovando sempre qualcuno o qualcosa che ti allontana dagli obiettivi
che vorresti raggiungere?

Se è così, allora penso che sia arrivato per te il momento iniziare a


scoprire la filosofia del "kaizen" (dal giapponese "miglioramento
continuo"), che è una delle strategie di successo che ti aiuterà ad
aumentare la qualità e l'efficienza della tua vita e del tuo lavoro.

Il successo personale non è perseguire la perfezione, ma è un


processo di miglioramento continuo che produce frutti inaspettati.

Anche se più frequentemente utilizzato nel mondo degli affari per


migliorare un processo eliminando gli sprechi e aumentando
l'efficienza, il concetto di miglioramento continuo ha un valore
immenso per le persone che vogliono costruire le abitudini migliori e
raggiungere i loro obiettivi.

L'idea base del kaizen è quella di raggiungere grandi obiettivi


attraverso il raggiungimento di piccoli passi intermedi.

Decenni di ricerca sulla motivazione convergono su un punto: le


persone resistono al cambiamento estremo.

È qualcosa di scritto nel nostro cervello. Se qualcosa cambia troppo


rapidamente, è un pericolo. La nostra mente cerca un modo per
Pagina 1
© Copyright SviluppoLeadership.com 2011-2012
Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Questo articolo può essere divulgato a terzi a scopo informativo , citandone
sempre la fonte, ma non può essere riprodotto con alcun mezzo per scopi commerciali, senza l’autorizzazione scritta dell’
Autore.
Articoli Leadership M07A02

combattere o fuggire e ha il desiderio di tornare al comfort di quello


che ci è familiare.

Il kaizen è efficace, perché riconosce che le persone, le organizzazioni


e i processi che riescono a fare cambiamenti graduali, nel lungo
periodo ottengono risultati migliori rispetto a quelli che cercano una
serie di cambiamenti estremi.

Approfondiamo il concetto di kaizen o miglioramento continuo.

Come è nato il kaizen o miglioramento continuo

Non molte persone conoscono William Edward Deming, ma vi posso


assicurare che per il mondo aziendale è stato il padre della recente e
moderna filosofia industriale.

Laureato in fisica e studioso di statistica, appena dopo la Seconda


Guerra Mondiale, fu inviato in Giappone e coinvolto nelle attività di
analisi sulla realtà economica del Paese. Siccome aveva collaborato
con i migliori scienziati e studiosi giapponesi, in seguito, nel 1950, fu
invitato da costoro a insegnare in Giappone i metodi statistici per la
qualità aziendale e industriale.

Alla fine degli anni settanta, tutto il mondo seppe che i Giapponesi
avevano compreso e messo in pratica gli insegnamenti di W. E.
Deming, anche se, paradossalmente, fino al 1989, Deming in
Giappone era riconosciuto e onorato come l’uomo che aveva
contribuito in modo fondamentale alla rinascita dell’economia,
mentre negli Stati Uniti era per lo più ignorato.

Le sue riflessioni sull’economia americana erano inascoltate e


scomode, perché egli aveva fatto notare che gli Stati Uniti erano

Pagina 2
© Copyright SviluppoLeadership.com 2011-2012
Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Questo articolo può essere divulgato a terzi a scopo informativo , citandone
sempre la fonte, ma non può essere riprodotto con alcun mezzo per scopi commerciali, senza l’autorizzazione scritta dell’
Autore.
Articoli Leadership M07A02

l’unico paese che non aveva dovuto ricostruire il sistema industriale


dopo la guerra.

Il successo che essi avevano ottenuto negli anni cinquanta e sessanta,


non era dovuto all’eccellenza della produzione, ma al fatto che erano
gli unici che potevano produrre e vendere qualcosa.

I Giapponesi, invece, partendo da una situazione di crisi ebbero una


forte crescita, guardando all’esterno del loro paese e migliorando la
loro qualità. In America, invece, dopo sonni tranquilli, nel 1980 il
prodotto interno lordo pro capite USA precipitò dal primo al settimo
posto della graduatoria mondiale e, di colpo, Deming diventò famoso
per le sue teorie in ogni angolo del mondo.

Una delle cose che Deming insegnò ai giapponesi fu “il ciclo PDCA”
(Plan, Do, Check, Act) (Pianifica, Esegui, Controlla, Agisci) detto anche
ciclo di Deming, un modello esecutivo per il miglioramento continuo.

Volendo applicare questo modello anche alla tua vita per un


miglioramento continuo allora ecco i quattro passi del ciclo:

 pianifica il tuo obiettivo e l’impegno a migliorare;


 esegui e sviluppa una potenziale soluzione;
 controlla i risultati, per capire se la tua azione ti sta avvicinando
o allontanando all’obiettivo;
 agisci di conseguenza su quello che hai imparato dai tuoi errori
e riallineati;
 dopo il passo 4 ritorna al passo 1 perché è un ciclo infinito.

Il ciclo PDCA è stato la base del “kaizen” giapponese, un concetto


espresso per la prima volta al di fuori del Giappone nel 1985 in un
libro del giapponese Masaaki Imai.

Pagina 3
© Copyright SviluppoLeadership.com 2011-2012
Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Questo articolo può essere divulgato a terzi a scopo informativo , citandone
sempre la fonte, ma non può essere riprodotto con alcun mezzo per scopi commerciali, senza l’autorizzazione scritta dell’
Autore.
Articoli Leadership M07A02

Da allora, il kaizen è diventato una filosofia molto nota e ampiamente


utilizzata nel mondo aziendale.

Anche se ampiamente applicato nelle organizzazioni in tutto il


mondo, possiamo anche applicare i concetti di kaizen nella nostra
vita personale, infatti, il concetto di miglioramento continuo è
l'essenza stessa dello sviluppo personale e del successo.

Dieci consigli per applicare il miglioramento continuo

Ti elenco allora i dieci consigli di base di Imani, necessari per iniziare


ad attuare un cammino di kaizen, applicandolo in tutte le cose che
fai.

1. Elimina le idee fisse tradizionali, anche perché l’idea stessa di


kaizen è non convenzionale. Purtroppo la maggior parte delle
persone non pratica il miglioramento continuo neanche in una
sola area della loro vita, figuriamoci in tutte le aree. Le idee
convenzionali e fisse ti portano a pensare che non sia necessario
continuare ad apprendere per tutta la vita.

2. Pensa a come realizzare un obiettivo e non ai motivi per cui non è


realizzabile. Concentrati sul risultato e poi pensa a tutti i modi con
cui il risultato potrebbe essere realizzato. Non cercare scuse e, se
è il caso, metti in discussione le abitudini correnti.

3. Non cercare la perfezione per partire, ma muoviti subito, anche


se solo per raggiungere il 50% del risultato. Se altre persone in
passato avessero aspettato la perfezione, staremmo ancora
leggendo a lume di candela. Una volta che arrivi a un certo punto
(il 50%, il 70% o un altro numero che abbia un senso), riparti da

Pagina 4
© Copyright SviluppoLeadership.com 2011-2012
Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Questo articolo può essere divulgato a terzi a scopo informativo , citandone
sempre la fonte, ma non può essere riprodotto con alcun mezzo per scopi commerciali, senza l’autorizzazione scritta dell’
Autore.
Articoli Leadership M07A02

questo, cioè agisci, ma regolati man mano che vai avanti


pensando sempre ad arrivare all’eccellenza.

4. Se commetti un errore, correggilo subito. Siccome l’errore


accade, accettalo e regolati di conseguenza, correggendolo. Se hai
capito e accettato il punto 4, in realtà hai già ammesso in anticipo
la necessità di correzioni.

5. Aumenta la saggezza superando le difficoltà. Quando gli ostacoli


si presenteranno, sarai una persona migliore per aver fatto tutto
quello che ci voleva per superarli. Le sfide della vita sono di solito
indesiderabili, ma possono essere forti opportunità di
apprendimento e di esperienza.

6. Chiedi “Perché?” almeno cinque volte, cercando le cause più


profonde. La domanda “perché?” è molto potente e, se una
persona ha un “perché” abbastanza forte, può compiere qualsiasi
cosa. La domanda “perché?” può servire a rafforzare la tua
convinzione su qualcosa, aiutandoti a scoprire che in realtà non è
così importante come hai pensato che fosse, facendoti arrivare
alla radice del problema. Ogni volta che ti chiedi “perché?”, scopri
un nuovo livello, scendi sempre più in profondità e, dopo quattro
o cinque risposte, otterrai quella vera. Prova e vedrai!

7. Cerca la singola conoscenza di dieci persone piuttosto che le


tante conoscenze di una sola. Se vuoi scoprire come avere
successo in qualcosa, chiedi a qualcuno che l’ha già fatto e, meglio
ancora, raccogli da più persone che l’hanno già fatto. Attraverso le
biblioteche, il web e altre risorse oggi disponibili, oggi hai più
opportunità che mai per raccogliere la saggezza degli altri.

Pagina 5
© Copyright SviluppoLeadership.com 2011-2012
Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Questo articolo può essere divulgato a terzi a scopo informativo , citandone
sempre la fonte, ma non può essere riprodotto con alcun mezzo per scopi commerciali, senza l’autorizzazione scritta dell’
Autore.
Articoli Leadership M07A02

8. Ricorda sempre che il concetto di kaizen è infinito. Esso è un


processo di apprendimento e di crescita, costante e continuo.

La vita è un viaggio, non una destinazione: praticare la filosofia del


miglioramento continuo ti aiuterà ad affrontare meglio questo
viaggio!

Riferimento a è una delle 40 strategia estratta dal libro. Con link.

Pagina 6
© Copyright SviluppoLeadership.com 2011-2012
Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Questo articolo può essere divulgato a terzi a scopo informativo , citandone
sempre la fonte, ma non può essere riprodotto con alcun mezzo per scopi commerciali, senza l’autorizzazione scritta dell’
Autore.

Potrebbero piacerti anche