Sei sulla pagina 1di 4

Capitolo 15 Galileo Galilei.

In questo periodo ci furono diverse innovazioni nel campo della stampa e nel campo
militare, ma soprattutto ci furono diverse scoperte nel campo marittimo.
Ci furono nuove imbarcazioni come la caravella, o strumenti che aiutarono ai navigatori a
saper fare il punto della situazione come la bussola o l’astrolabio, il timone di poppa, ma
soprattutto, il pendolo, poiché è essenziale per saper calcolare la longitudine.
Fino a quel momento il vero problema era proprio il calcolo di quest’ultimo che per farlo
serviva l’orario esatto.
Era meglio navigare soprattutto per il commercio dato che potevano portare più merce,
erano più sicuro e anche più veloci.
Il prezzo della merce era di più quando la merce si andava a prendere a piedi ora con la nave
il prezzo diminuisce.
Il pendolo fu una inventato dal fisico Huygens e tramite i vari studi di G.G.
Grazie a quest’ultimo scienziato ci fu una rivoluzione del metodo sperimentale.
Il nuovo metodo sperimentale era suddiviso in 4 fasi:
.1 Osservazione del fenomeno
.2 Creazione delle ipotesi su quello si è osservato
.3 Prova esperimento
Il quarto punto può cambiare poiché si tracciano le conclusioni, ma se non si confermano le
conclusioni si ricomincia tutto da capo, ri-osservando il fenomeno…
Inoltre nella fine del 600 si diffuse una nuova idea di scienza.
Non doveva più esserci una divisione dei compiti tra quelli teorici e tecnici.
Nasce così lo scienziato moderno che doveva saper svolgere tutti e 1 i compiti.
Adesso nacque una nuova era: l’età della rivoluzione scientifica.
La rivoluzione più nominata di questo periodo fu la rivoluzione copernicana confermata dai
fisici astronomi keplero e galileo.
I quali, quest’ultimi, adottarono un approccio matematico allo studio fisico.
Non solo ci furono delle scoperte nel campo fisico o astronomico bensì nel campo della
biologia ci furono diverse innovazioni grazie all’uso del microscopio di G.G.
Prese il nome di microscopio grazie ad un altro scienziato del 625 e successivamente venne
perfezionato da un altro scienziato dell’800.
Da questo nacque anche una nuova scienza: la micro-biologia.
Notevoli scienziati fecero diverse scoperte:
William: circolaz. del sangue;
Pascal: invenzione dell’algebra moderna e della prima calcolatrice;
Boyle: Pompa dell’aria.
Nacquero anche diverse Accademie scientifiche, che servivano principalmente per
scambiare idee e informazioni.
Accademia dei Lincei (fondata a Roma nel 1603)
Accademia reale delle Scienze (fondata a Parigi nel 1666)
Royal Society (fondata a Londra nel 1660).
Francia monarchia assoluta (Luigi XIV età 5, madre e ministro)
Aumento delle tasse.
Paesi bassi commerciavano con gli USA
Inghilterra monarchia costituzionale

Astronomia: corpi celesti


Astrologia: mitologia.
Francia e Inghilterra maggiori potenze marittime.
Guerra dei 30 anni
Scopo: ottenere il controllo delle rotte marittime
Vincitore: Francia
Grazie a queste rivoluzioni scientifiche e guerre di religione, la chiesa era circondata da
nemici (protestanti, eretici ed ora gli scienziati).
Crisi Agraria
Secolo di ferro: vivere difficile, costruzione delle armi guerra dei 30
Secolo d’oro: scoperte scientifiche, nuove costruzioni ecc...
Età barocca: esagerazione fino alla perfezione (S. Pietro).
Censimento in chiesa davano nome, padre, madre e nonni.
Entravano nell’esercito per questioni finanziarie.

Abbiamo parlato di Barocco in letteratura e barocco in Storia, possiamo caratterizzarlo come


un periodo di esagerazione e di molti cambiamenti. Questi cambiamenti giunsero anche nel
campo artistico, ma con altri significati e obiettivi.
L’obiettivo principale era quello di stupire la persona che sta davanti all’opera.
In se la parola Barocco venne dato successivamente da dei uomini del 700 (periodo del
ritorno dell’età classica) ma in un modo dispregiativo.
In questo periodo ci furono diverse cose che diedero una nuova visione del mondo: Galileo
Galilei è un esempio, egli inventò il metodo sperimentale da cui presero spunto diversi
scienziati, scrisse anche dei testi/trattati che andarono contro alla chiesa poiché per lui non
sapeva interpretare il messaggio di Dio e delle sacre scritture.
Il papa, infatti, usò l’arte per mostrare la sua potenza (S. Pietro, Cappella Sistina) come fece
successivamente anche il Re Luigi XIV con Versailles.
Abbiamo dei notevoli artisti in questo periodo, per esempio il primo è:
Caravaggio (1602 - 1604)
pinacoteca vaticana
Roma
Era un quadro diverso dal solito, anche se non era pieno periodo barocco, lui si definì pre-
artista del barocco, poiché possiamo osservare un’altra caratteristica del barocco nella sua
opera: la teatralità. Lo sfondo dell’opera era tutto nero e possiamo osservare il protagonista
che era Gesù Cristo che stava per essere seppellito nella sua tomba.
Egli aveva il braccio caduto e il ginocchio piegato che stava per significare la morte, prese
spunto da Raffaello nel 1510 e poi altri autori presero spunto da Caravaggio come per
esempio: Le persone che erano attorno ad egli usavano dei gesti “Teatrali ed esagerati”,
caratteristiche del periodo Barocco.
Caravaggio lavorò poco per il papa, era un uomo libero di lavorare con chi volesse.
Il secondo artista importante fu:
Gian Lorenzo Bernini era un’artista molto famoso e ricco, era talmente ricco che dava delle
grandi feste nella sua casa.
Apollo e Dafne (1622 - 1625)
Galleria Borghese
Roma
I soggetti di quest’opera erano dei soggetti mitologici e non religiosi.
Era una scultura la cui struttura era dinamica cioè come se si stesse muovendo, assunsero
posizioni stravaganti.
La storia di questa scultura è un litigio tra Apollo il Dio greco e Dafne una ninfa greca, poiché
Dafne stava per scappare da Apollo, ed egli l’afferrò, perciò Dafne si trasformò per sfuggire
da Apollo in un albero di alloro.
Era una statua in marmo.
Baldacchino di San Pietro (1624 - 1633)
Basilica di San Pietro
Materiale bronzo.
Bernini decise di ricreare il Baldacchino della Basilica di San Pietro poiché i materiali erano
deperibili, cioè fatta di Legno e Tessuti.
Allora lui con del Bronzo riprende le colonne, inoltre il Baldacchino era messa in una
posizione tale che l’illuminazione del sole davano l’impressione di altri materiali.
Estasi di Santa Teresa (1647 - 1652)
Chiesa di Santa Maria della Vittoria
Roma
Era una scultura e qua siamo in pieno periodo barocco, infatti quest’opera sembra una
scena teatrale, i raggi solari che scendono dall’alto danno l’impressione di visioni di Dio e di
Angeli.
Attorno alla scultura ci sono delle Colonne.
Ci furono successivamente altri autori molto importanti come Pietro da Cortona che rifece
tutto il tetto della sua casa