Sei sulla pagina 1di 88

AffidabilitàTitolo presentazione

e disponibilità degli
impianti sottotitolo
Milano, XX mese 20XX
Corso di IMPIANTI DI PRODUZIONE E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA
Prof. Enrico Cagno
Analisi Affidabilistica
Scopo

Scopo dell’analisi affidabilistica è comprendere le problematiche di guasto che, su base


statistica, affliggono un impianto rendendolo indisponibile alle attività produttive.

Dall’analisi affidabilistica è possibile:


– stimare il costo della non disponibilità e, con questo, il costo del ciclo di vita;
– valutare economicamente la validità di interventi volti a ridurre l’indisponibilità;
– ottimizzare la disponibilità operativa e stimare la durata di vita di un
componente e/o di un sistema.

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
1
Analisi Affidabilistica
Continuità di funzionamento

Costo di inefficienza di esercizio (o di mancanza)


– Inefficienza tecnica causata da guasti
– Cause esterne di natura organizzativa (mancanza ordini di lavoro, materiali,
manodopera, … )

Costi Costo
totale
Costo di
impianto

Costo di
inefficienza

Continuità di funzionamento

Margine di contribuzione della mancata produzione

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
2
Analisi Affidabilistica
Continuità di funzionamento - Problematiche

M1 Produzione di parti meccaniche su 2


60 macchine automatiche ciascuna con
100 potenzialità pari a 60 pezzi/ora.

M2 Produzione richiesta pari a 100 pezzi/ora


60 per 6.000 ore/anno.

Dati sulla continuità: Tempo medio al guasto = 1.000 ore


Tempo medio di riparazione = 50 ore
Dati economici: Ricavo unitario = 10 €/pezzo
Costo Materie prime = 7,5 €/pezzo
Costo Energia = 0,25 €/pezzo
Costo Utensili = 0,25 €/pezzo
Costo Macchina = 100.000 €
Costo riparazione = 500 €
Vita utile = 5 anni; tasso = 10%

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
3
Analisi Affidabilistica
Continuità di funzionamento - Problematiche

Domande:

1. Quanto vale il costo annuo di inefficienza tecnica?

2. Sarebbe conveniente utilizzare macchine con tempo medio al guasto pari a 1.500
ore e costo unitario pari a 150.000 €?

3. Sarebbe conveniente acquistare una terza macchina in modo da poter garantire


la produzione di 100 pezzi/ora anche in caso di guasto di una delle due attuali?

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
4
Analisi Affidabilistica
Tempo, Requisiti e Condizioni

L’affidabilità di un componente o di un sistema non è una proprietà assoluta, ma dipende


da:
• Tempo di missione: quanto tempo deve funzionare?
• Requisiti di funzionamento: cosa vuol dire guasto?
• Condizioni di utilizzo: in quali condizioni operative?

Lo studio del problema affidabilistico si configura pertanto come lo studio, su basi


statistiche, delle interazioni tra questi elementi.

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
5
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
(e Sistemi)
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Esperimento

Si misura il tempo di vita di ciascuna lampadina appartenente


ad un campione di 262 lampadine.

Fissato un intervallo temporale di osservazione, in questo


caso pari a 100 ore, il diagramma del numero di guasti
osservati (Ng) per singolo intervallo mostra l’andamento dei
guasti nel tempo t (tempo solare o tempo operativo).

Nt = 262 lampadine
Ng(t) = numero lampadine guaste in t
Nv(t) = numero lampadine vive in t

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
7
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Esperimento – Tabella e Istogramma di frequenza dei guasti

Num. di
Età [ore]
guasti [∆Ng]
0-100 0

100-200 7

200-300 17

300-400 37

400-500 30

500-600 50

600-700 62

700-800 38

800-900 15

900-1000 6

Totale 262

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
8
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Densità di guasto (f)

Probabilità (f) che il componente (o il sistema) si guasti ad un istante (Δtà0)


prefissato (ora, giorno, …) a partire dall’istante di inizio servizio.

Num. di
Età [ore] f
guasti [∆Ng]
0-100 0 0,000

100-200 7 0,027

200-300 17 0,065

300-400 37 0,141 = 37/262


400-500 30 0,114

500-600 50 0,191

600-700 62 0,237

700-800 38 0,145

800-900 15 0,057

900-1000 6 0,023

Totale 262

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
9
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Tempo medio di funzionamento prima del guasto (MTTF) – Mean Time To Failure

Età [ore] Età media f Calc.


0-100 50 0,000 0,0

100-200 150 0,027 4,0

200-300 250 0,065 16,3

300-400 350 0,141 49,4

400-500 450 0,114 51,3

500-600 550 0,191 105,1

600-700 650 0,237 154,0

700-800 750 0,145 108,8

800-900 850 0,057 48,5

900-1000 950 0,023 21,8

Totale 1 559,2 MTTF [h/guasto]

N.B.: se fossero stati disponibili i tempi di tutti i guasti (e non solo all’interno di un intervallo temporale di
osservazione), si sarebbe potuto calcolare direttamente la media aritmetica per ottenere il MTTF

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
10
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Probabilità Cumulata di guasto (F)

Probabilità (F) che il componente (o il sistema) si guasti entro un istante prefissato


(ora, giorno, …), cioè non sopravviva in funzionamento corretto fino a quell’istante.

Num. di
Età [ore] f F
guasti [∆Ng]
0-100 0 0,000 0,000

100-200 7 0,027 0,027

200-300 17 0,065 0,092


= 0,092 + 0,141
300-400 37 0,141 0,233
= (0+7+17+37) / 262
400-500 30 0,114 0,347

500-600 50 0,191 0,538

600-700 62 0,237 0,775

700-800 38 0,145 0,920

800-900 15 0,057 0,977

900-1000 6 0,023 1

Totale 262

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
11
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Probabilità Cumulata di guasto (F)

Ore

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
12
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Probabilità Cumulata di guasto (F)

Ore

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
13
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Affidabilità (R) - Reliability

R F

Ore

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
14
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Affidabilità (R) - Reliability

Probabilità che il componente (o il sistema) funzioni correttamente (C) senza


guastarsi per un periodo di tempo assegnato (t) in predeterminate condizioni
ambientali (A)

È il complemento a 1 della probabilità cumulata di guasto

R=1-F
R = funzione (C, A, t)

Quando:
• è fissato in modo univoco il criterio per valutare il corretto funzionamento
• sono stabilite e mantenute invariate le condizioni ambientali

R = funzione (t)

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
15
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Affidabilità (R) - Reliability

Probabilità che il componente (o il sistema) funzioni correttamente senza guastarsi


per un periodo di tempo assegnato in predeterminate condizioni ambientali.

Num. di
Età [ore] f F R
guasti [∆Ng]
0-100 0 0,000 0,000 1

100-200 7 0,027 0,027 0,973

200-300 17 0,065 0,092 0,908

300-400 37 0,141 0,233 0,767 = 1 – 0,233


400-500 30 0,114 0,347 0,653

500-600 50 0,191 0,538 0,462

600-700 62 0,237 0,775 0,225

700-800 38 0,145 0,920 0,080

800-900 15 0,057 0,977 0,023

900-1000 6 0,023 1 0, 000

Totale 262

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
16
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Tasso di guasto (z)

Probabilità che il componente (o il sistema) che abbia funzionato fino ad un certo


istante prefissato, si guasti nel periodo di tempo (ora, giorno, …) immediatamente
successivo.

Il tasso di guasto è una misura del rischio immediato di guasto di un componente o


sistema che ha già “vissuto” per un determinato tempo.

E’ pari al rapporto tra il numero di guasti in un intervallo di tempo ed il numero degli


individui ancora funzionanti all’inizio del periodo considerato.

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
17
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Tasso di guasto (z)

Probabilità che il componente (o il sistema) che abbia funzionato fino ad un certo


istante prefissato, si guasti nel periodo di tempo immediatamente successivo.

Num. di
Età [ore] f F R z
guasti [∆Ng]
0-100 0 0,000 0,000 1 0,000

100-200 7 0,027 0,027 0,973 0,027

200-300 17 0,065 0,092 0,908 0,067


= 0,141 / 0,908
300-400 37 0,141 0,233 0,767 0,155 = 37 / (262*0,908)
400-500 30 0,114 0,347 0,653 0,149

500-600 50 0,191 0,538 0,462 0,292

600-700 62 0,237 0,775 0,225 0,513

700-800 38 0,145 0,920 0,080 0,644

800-900 15 0,057 0,977 0,023 0,712

900-1000 6 0,023 1 0, 000 1

Totale 262

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
18
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Tasso di guasto (z)

Tre tipologie di guasto:


• Guasti congeniti (errori di progettazione/produzione … si evidenziano principalmente in
rodaggio)
• Guasti accidentali (eventi aleatori, tasso costante)
• Guasti per usura (corrosione, fatica, degradazione, …)

Tasso di
guasto
FASE 1 FASE 2 FASE 3

Mortalità
Infantile Vita Utile →│ WareOut Età del
(») componente

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
19
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Tasso di guasto (z)

Ogni entità può avere uno specifico andamento del tasso di guasto

Z(t)

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
20
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Tasso di guasto (z)

I componenti meccanici/elettromeccanici soggetti a usura o stress presentano una curva


di guasto crescente.

Se, però, consideriamo il sistema complessivo (costituita da più componenti sostituibili), la


sua vita utile può essere considerata come caratterizzata da un tasso di guasto costante,
grazie all’effetto degli interventi di programmati di manutenzione sui componenti
(supponendo che dopo la sostituzione si abbia una condizione di as good as new).

Z(t)

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
21
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Tasso di guasto (z) e Affidabilità (R)

Le relazioni esistenti possono essere così riassunte:

b) f (t) = z(t)R(t)
c) F (t) = 1 - R(t)

Densità di probabilità
F(t) R(t)
Se z(t) = cost = l

Tempo
Esempio
l= 3,7 * 10-4 [guasti/h]
con l = 1/MTTF [guasti/h] t = 1.000 [h]
R = e -3,7E-4*1000 = 0,69
Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
22
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti

Se cercassimo una misura dell’affidabilità, ovvero una misura della probabilità che un
componente (o il sistema) si guasti ad un determinato tempo, F(t) sarebbe tutto quello di cui
avremmo bisogno («quando avviene il guasto»).

Spesso, però, il problema affidabilistico (e conseguentemente manutentivo) si pone in modo


diverso: per quanto tempo il componente (o il sistema) è in grado di funzionare
correttamente, sebbene ogni tanto si guasti e sia necessario ripararlo, rispetto al tempo di
buon funzionamento atteso? («quanto dura (in totale) il guasto»)

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
23
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Disponibilità (A) - Availability

Rapporto tra il tempo per cui il componente (o il sistema) può funzionare


correttamente e il tempo totale per cui è richiesto il servizio.

Guasto Guasto Guasto

Up Down Up Down Up
Tempo

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
24
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti Esempio 1
Calcolo della Disponibilità

Calcolare la disponibilità di un impianto il cui stato di funzionamento in 8760 ore è riportato


in figura.

Funziona
A B C D E

Non funziona

A=85 ore
B=130 ore
C=35 ore
D=200 ore
E=100 ore

[A = (8.760-550)/8.760 = 0,9372]
Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
25
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Indicatori di affidabilità e manutenibilità

Le decisioni, però, necessitano di dati robusti (indicatori che si riferiscono a valori


medi), derivati da campagne di test e/o lunghi periodi di osservazione …

Tempo medio di funzionamento prima del guasto


MTTF = Mean Time To Failure [h/guasto]

Tempo medio tecnico di intervento di riparazione


MTTR = Mean Time To Repair [h/guasto]

(Tempo medio tecnico di intervento di sostituzione)


(MTTS = Mean Time To Substitution)

Guasto Guasto Guasto

MTTF MTTR MTTF MTTR MTTF


Tempo

MTBF = Mean Time Between Failures


Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
26
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Disponibilità (A) - Availability

Rapporto tra il tempo per cui il componente (o il sistema) può funzionare


correttamente e il tempo totale per cui è richiesto il servizio
(nel ML/T » un valor medio percentuale).

UpTime MTTF MTTF


A= » =
UpTime + DownTime MTTF + MTTR MTBF

Guasto Guasto Guasto

MTTF MTTR MTTF MTTR MTTF


Tempo

MTBF = Mean Time Between Failures

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
27
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Indicatori di affidabilità e manutenibilità

Tempo medio di funzionamento prima del guasto


MTTF = Mean Time To Failure = 1/l con l = tasso di guasto

Tempo medio tecnico di intervento di riparazione


MTTR = Mean Time To Repair = 1/µ con µ = tasso di manutenzione

(Tempo medio tecnico di intervento di sostituzione)


(MTTS = Mean Time To Substitution = 1/s con s = tasso di sostituzione)

Guasto Guasto Guasto

MTTF MTTR MTTF MTTR MTTF


Tempo

MTBF = Mean Time Between Failures


Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
28
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Disponibilità (A) - Availability

Rapporto tra il tempo per cui il componente (o il sistema) può funzionare


correttamente e il tempo totale per cui è richiesto il servizio
(nel ML/T » un valor medio percentuale).

UpTime MTTF MTTF µ


A= » = =
UpTime + DownTime MTTF + MTTR MTBF l + µ

Guasto Guasto Guasto

MTTF MTTR MTTF MTTR MTTF


Tempo

MTBF = Mean Time Between Failures


Esempio
l= 3,7 * 10-4 [guasti/h]
µ = 4,5 * 10-2 [guasti/h]
A = 0,99

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
29
Affidabilità e Disponibilità dei Componenti
Affidabilità o Disponibilità?

Componenti non riparabili (sostituzione)


Affidabilità

Componenti riparabili (ripristino “as good as new”)

Se è prevalente il costo del guasto “in sé” (sostituzione componenti,


manutentori, …)
Affidabilità

Se è prevalente il costo connesso con il guasto, cioè il costo di inefficienza


(mancata produzione, mancato servizio, …)

Disponibilità

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
30
Affidabilità e Disponibilità dei Sistemi
Affidabilità e Disponibilità dei Sistemi

Si definisce sistema un insieme di elementi interagenti realizzati per raggiungere


determinati obiettivi.

Scopo di un sistema è di fornire una determinata prestazione.

Dal punto di vista dell’affidabilità interessa studiare la probabilità di quegli eventi, originati
dai guasti ai componenti del sistema, che portano, nel tempo, al mancato conseguimento
della prestabilita funzione del sistema.

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
32
Affidabilità e Disponibilità dei Sistemi
Schema a blocchi
System

System level

Top Sub -system Up


Sub - system
level

Unit

Unit level

Card/Assebly

Module level

Down Component / part


Bottom
Component
Part level

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
33
Affidabilità e Disponibilità dei Sistemi
Schema a blocchi

E' da sottolineare il fatto che, in generale, questi schemi non trovano corrispondenza
nella descrizione fisica o nello schema funzionale dell'impianto.

Essi rappresentano graficamente la dipendenza logica dell'evento "guasto del sistema",


dall’ evento "guasto di un certo componente", cosa che non è, in generale, corrispondente
all’articolazione fisica e funzionale del sistema considerato.

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
34
Affidabilità e Disponibilità dei Sistemi
Schema a blocchi

Al fine di classificare sistemi complessi dal punto di vista affidabilistico occorre verificare:

• Se i blocchi (componenti fisici) sono riconducibili o non riconducibili, mediante azioni di


ripristino (sostituzione o riparazione), nello stato di funzionamento, una volta che
sono passati allo stato di guasto:

• Sistemi non riparabili: costituiti da componenti non ripristinabili (non riparabili


o non sostituibili). Il primo passaggio dallo stato di funzionamento a quello di
guasto del sistema è irreversibile
• Se ne esprime l’affidabilità (R=Reliability), ovvero la probabilità che il
componente non si guasti entro il tempo di missione t

• Sistemi riparabili: costituiti da componenti ripristinabili (riparabili o sostituibili):


si ha un'alternanza di intervalli di tempo con il sistema rispettivamente nello
stato di funzionamento e di guasto
• Se ne esprime la disponibilità (A = Availability), ovvero la percentuale del
tempo di missione trascorsa in condizioni di buon funzionamento.

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
35
Affidabilità e Disponibilità dei Sistemi
Schema a blocchi

Al fine di classificare sistemi complessi dal punto di vista affidabilistico occorre verificare:

• Se il sistema tollera (è ridondante) o non tollera (non è ridondante) lo stato di guasto


di un componente (o più).

• Sistemi non ridondanti: sono quelli che risultano guasti non appena si guasta
un componente

• Sistemi ridondanti: sono quelli che non si guastano se si guasta un


componente (o più).

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
36
Affidabilità e Disponibilità dei Sistemi
Classificazioni Sistemi

Un sistema di componenti si può classificare in base:

Al modo in cui sono interconnessi i componenti:

• Sistema serie: tutti i componenti devono funzionare perché il sistema funzioni;


• Sistema parallelo: è sufficiente che un componente funzioni perché il sistema
funzioni

Alla modalità operativa di eventuali componenti in stand-by (solo sistemi parallelo):


• Stand-by freddo: nel caso in cui il componente di riserva sia disattivo quando il
componente normale è operativo;
• Stand-by caldo: nel caso in cui il componente di riserva sia comunque utilizzato,
magari a regime ridotto, quando il componente normale è operativo. In questo
modo il componente di riserva è subito pronto ad intervenire

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
37
Affidabilità e Disponibilità dei Sistemi
Sistemi in Serie

Se un elemento qualsiasi non funziona, l’intero sistema non funziona

1 2 .. n

Rserie(t) = R1(t) x R2(t) x … x Rn(t)

in generale:

Rserie(t) = Pi Ri(t)

Tutte le formulazioni presentate, relative allo schema affidabilistico, per il calcolo dell’Affidabilità (R) a livello numerico sono
valide, in prima battuta, anche per il calcolo della Disponibilità (A).
Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
38
Affidabilità e Disponibilità dei Sistemi Esempio 2
Sistemi in Serie

L’affidabilità di un sistema serie è sempre minore della minima affidabilità dei suoi
componenti

0,7 0,8 0,9

Rserie(t) = 0,7 x 0,8 x 0,9 = 0,504

N.B.: L’affidabilità di un sistema serie è sempre minore della minima


affidabilità dei suoi componenti
(minore-uguale …)

Rserie(t) = 0,504 < 0,7 = min (0,7; 0,8; 0,9)

Tutte le formulazioni presentate, relative allo schema affidabilistico, per il calcolo dell’Affidabilità (R) a livello numerico sono
valide, in prima battuta, anche per il calcolo della Disponibilità (A).
Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
39
Affidabilità e Disponibilità dei Sistemi
Sistemi in Parallelo

Basta che un solo elemento funzioni perché il sistema funzioni

Rpar(t) = 1-[(1-R1(t)) x (1-R2(t)) x … x (1-Rn(t))]

1
in generale:

2
Rpar(t) = 1 - Pi [1-Ri(t)]
…..

Tutte le formulazioni presentate, relative allo schema affidabilistico, per il calcolo dell’Affidabilità (R) a livello numerico sono
valide, in prima battuta, anche per il calcolo della Disponibilità (A).
Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
40
Affidabilità e Disponibilità dei Sistemi Esempio 3
Sistemi in Parallelo

L’affidabilità di un sistema parallelo è sempre maggiore della massima affidabilità


dei suoi componenti.

0,7 Rpar(t) = 1-[(1-0,7)x(1-0,8)x(1-0,9)]


Rpar(t) = 0,994
0,8
N.B.: L’affidabilità di un sistema parallelo è sempre maggiore
della massima affidabilità dei suoi componenti
(maggiore-uguale …)
0,9
Rpar(t) = 0,994 > 0,9 = max (0,7; 0,8; 0,9)

Tutte le formulazioni presentate, relative allo schema affidabilistico, per il calcolo dell’Affidabilità (R) a livello numerico sono
valide, in prima battuta, anche per il calcolo della Disponibilità (A).
Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
41
Affidabilità e Disponibilità dei Sistemi
Sistemi k/n (o «a Ridondanza Maggioritaria»)

Rappresentano il caso generale dei sistemi di tipo parallelo in cui, affinché il sistema
funzioni è necessario che funzionino almeno k degli n elementi in parallelo.

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
42
Affidabilità e Disponibilità dei Sistemi Esempio 4
Sistemi Ridondanti (o sistemi k/n)

Si considerino tre pompe parallele identiche (A, B, C), di affidabilità 0,8, sono in grado di
erogare ciascuna il 50% della portata richiesta da un’utenza.

RA = RB = RC = 0,8
Stato del sistema Probabilità di stato
A B C
A 50 Up Up Up 0,8 x 0,8 x 0,8 =0,512
® Up Up Down 0,8 x 0,8 x (1-0,8) =0,128
Up Down Up 0,8 x (1-0,8) x 0,8 =0,128
Down Up Up (1-0,8) x 0,8 x 0,8 =0,128
B 50 100 Probabilità funzionamento 0,896
®
Up Down Down 0,8 x (1-0,8) x (1-0,8) =0,032
Down Up Down (1-0,8) x 0,8 x (1-0,8) =0,032
C 50
® Down Down Up (1-0,8) x (1-0,8) x 0,8 =0,032
Down Down Down (1-0,8) x (1-0,8) x (1-0,8) =0,008
Probabilità non funzionamento 0,104

Totale 1

Tutte le formulazioni presentate, relative allo schema affidabilistico, per il calcolo dell’Affidabilità (R) a livello numerico sono
valide, in prima battuta, anche per il calcolo della Disponibilità (A).
Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
43
Affidabilità e Disponibilità dei Sistemi
Schema Fisico e Schema Affidabilistico (cambiando il criterio di buon funzionamento)
Schema
Fisico A 50 A 50
® ®

B 50 150 B 50 100 Ridondante (k/n)


® Serie ®
Schema Affidabilistico

C 50 C 50
® ®

Schema
Fisico A 50 A 50
® ®

B 50 50 B 50 … Servizio
® Parallelo ® parzializzabile
Schema (dove può essere accettato
Affidabilistico un livello di produzione
C 50 C 50
® ® servizio/prodotto ridotto,
ma può anche essere
generata una mancata
produzione)
Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
44
Calcolo Affidabilità Esercizio 1a

Calcolare l’affidabilità del sistema per un tempo di missione di 1.000 ore.

lA = 2,5 • 10-5 (guasti/ora)


lB = 3,4 • 10-4 (guasti/ora)

A B

A B

[R = 0,9065]
Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
45
Calcolo Affidabilità Esercizio 1a
Risoluzione

S
RA = e -2,5E-5*1000 = 0,9753 A B
RB = e -3,4E-4*1000 = 0,7118

RS = Pi Ri = 0,6942
A B
Alternativamente
RS = e - ls t = Pi e - li t = e - Sli t
lS= S li = 3,65E-4 guasti/ora
S P
RS = e -3,65E-4*1000 = 0,6942

RP = 1 - P i (1-Ri) = 0,9065 S
(è una probabilità a T=1.000 h)

P
Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
46
Calcolo Disponibilità Esercizio 1b

Calcolare la disponibilità del sistema.

lA = 2,5 • 10-5 (guasti/ora) µA = 1,7 • 10-4 (guasti/ora)


lB = 3,4 • 10-4 (guasti/ora) µB = 2,1 • 10-3 (guasti/ora)

A B

A B

[A = 0,9377]
Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
Calcolo Disponibilità Esercizio 1b
Risoluzione

S
AA = µA / (lA + µA) = 0,8718
AB = µB / (lB + µB) = 0,8607 A B

A B
AS = Pi Ai = 0,7503

S P

S
AP = 1 - P i (1-Ai) = 0,9377
(è una percentuale di tempo!)
P
Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
Calcolo Affidabilità Esercizio 2

Calcolare l’affidabilità del seguente sistema dopo 800 ore di funzionamento.


l1 = 3,4 x 10-5
l2 = 2,1 x 10-4

1
2

[R = 0,9499]
Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
49
Calcolo Affidabilità Esercizio 2
Risoluzione

L’affidabilità R del sistema vale:


RS = , con l = tasso di guasto [guasti/ora] e t = tempo [ore] (800 ore)

Per l’elemento 1 l’affidabilità vale à RS,1 = 0,9732


Per l’elemento 2 l’affidabilità vale à RS,2 = 0,8453

L’affidabilità per i sistemi in parallelo si calcola: Rs =

Essendo gli elementi 2 in parallelo ed uguali (l'uguaglianza, in questo caso, va intesa


come equivalenza dal punto di vista affidabilistico: entrambi gli elementi 2 hanno lo stesso
valore del tasso di guasto) allora l’affidabilità vale à Rparal,2 = 0,9761

L’affidabilità per sistemi in serie vale: Rs =

Quindi l’affidabilità complessiva del sistema è:


Rs,tot = RS,1×Rparal,2 = 0,9732×0,9761= 0,9499

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
50
Calcolo Affidabilità Esercizio 3

Determinare l’affidabilità del sistema rappresentato in figura, usando le informazioni in


tabella 1 e 2.
Sono inoltre noti i seguenti dati:

• lA = 2 *10-5 (g/h)
• Statistica guasti B come in Tabella 1
• μA = 6 *10-4 (g/h)
• μC = 4 *10-4 (g/h)
• Statistica tempi di riparazione B come in Tabella 2
• TTR (h) di D come riportato nel Grafico 1
• Disponibilità C = 95%
• Disponibilità D = 98%
Si consideri un tempo di missioni pari a 10.000 h.

[Rsist = 0,575 oppure … 0,559]


Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
51
Calcolo Affidabilità Esercizio 3

Schema Affidabilistico

C B A D

A B D

C C C

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
52
Calcolo Affidabilità Esercizio 3

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
53
Calcolo Affidabilità Esercizio 3
Risoluzione 1. Vita B > 9.000 h

Supponiamo che il componente B abbia una vita maggiore di 9.000 h:


Schema Affidabilistico

C B A D

A B D

C C C

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
54
Calcolo Affidabilità Esercizio 3
Risoluzione 1. Vita B > 9.000 h

Affidabilità del componente A:

lA = 2 * 10-5 (g/h)
R = ! "#$ = ! " & ∗()*+ ∗()))) = 0,8187

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
55
Calcolo Affidabilità Esercizio 3
Risoluzione 1. Vita B > 9.000 h

Affidabilità componente B
Statistica guasti B
Periodo di
occorrenza Ng f MTTF
(h)
0-1000 3 500 5% 27,27
1000-2000 6 1500 11% 163,64
2000-3000 10 2500 18% 454,55
3000-4000 7 3500 13% 445,45
4000-5000 12 4500 22% 981,82
5000-6000 9 5500 16% 900,00
6000-7000 5 6500 9% 590,91
7000-8000 2 7500 4% 272,73
8000-9000 1 8500 2% 154,55 #
55 3990,91 MTTF = 3990,91 à ! =
$%%&

#
!' = = 2,5 ∗ 10./ (g/h)
$%%&

R = 0 .12 = 0 . 3,4∗#567 ∗#5555 = 0,0821


Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
56
Calcolo Affidabilità Esercizio 3
Risoluzione 1. Vita B > 9.000 h

Affidabilità del componente C:

μC = 4 *10-4 (g/h)
! à &
A= $= % − 1 = 2,105 ∗ 1001 (g/h)
!" # '
67 ∗&5555
R= 2 0#3 = 2 0 4,&51∗&5 = 0,8102

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
57
Calcolo Affidabilità Esercizio 3
Risoluzione 1. Vita B > 9.000 h

Affidabilità componente D Tempi di


riparazione
D (h/g)
150 MTTR=
100
200
∑ "#$%& '&%('()&*+#
250 =
150 ,-
300
100 185 (h/g)
150
200
250

μD = 5,4 *10-3 (g/h) e disponibilità A=98%


/ à ,
A= 2= 3 − 1 = 1,103 ∗ 10;< (g/h)
/0 1 4

R = = ;1> = = ; ,,,-?∗,-@A ∗,---- = 0,3322

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
58
Calcolo Affidabilità Esercizio 3
Risoluzione 1. Vita B > 9.000 h

A questo punto possiamo calcolare l’affidabilità R del sistema

C B A D
0,8102 0,0821 0,8187 0,3322

A
0,8187

A B D
0,8187 0,0821 0,3322

C C C
0,8102 0,8102 0,8102

T=10.000 h

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
59
Calcolo Affidabilità Esercizio 3
Risoluzione 1. Vita B > 9.000 h

Affidabilità sistema

C B A D
0,810 0,082 0,819 0,332

A
0,819

parAC parBC parCD


0,966 0,826 0,873

RparBC = 1 − 1 − 0,0821 ∗ 1 − 0,8102 = 0,826


RparAC = 1 − 1 − 0,8187 ∗ 1 − 0,8102 = 0,966
RparDC = 1 − 1 − 0,3322 ∗ 1 − 0,8102 = 0,873

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
60
Calcolo Affidabilità Esercizio 3
Risoluzione 1. Vita B > 9.000 h

Affidabilità sistema
SerieCBAD !"#$%#&'() =
0,018
A 0,8102 ∗ 0,0821 ∗ 0,8187 ∗ 0,3322 = 0,018
0,819
Serie
(parAC parBC
parCD)
!"#$%#(45$(&45$'&45$&)) = 0,966 ∗ 0,826 ∗ 0,873
0,696 = 0,697

Par(Serie (CparBC
SerieAD) Serie
! 45$(("#$%#&'()) "#$%# 45$(&45$'&45$&)
A
(parAC parBC
0,819
parCD)) = 1 − 1 − 0,018 ∗ 1 − 0,697 = 0,702
0,702

!"%9:#;5<"#$%#((("#$%#&'())45$ "#$%# 45$(&45$'&45$&) ) =


0,8187 ∗ (0,702)=0,575

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
61
Calcolo Affidabilità Esercizio 3
Risoluzione 2. Vita B max 9.000 h

Supponiamo ora che il componente B abbia vita massima di 9000 ore.


Schema Affidabilistico:

C B A D

A B D

C C C

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
62
Calcolo Affidabilità Esercizio 3
Risoluzione 2. Vita B max 9.000 h

Affidabilità Sistema

C B A D
0,8102 0 0,8187 0,3322

A
0,8187

A B D
0,8187 0 0,3322

C C C
0,8102 0,8102 0,8102

T=10.000 h

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
63
Calcolo Affidabilità Esercizio 3
Risoluzione 2. Vita B max 9.000 h

Affidabilità Sistema

C B A D
0,8102 0 0,8187 0,3322

A
0,8187

parAC C parCD
0,966 0,810 0,873

!"#$%#&'() = 0,810 ∗ 0 ∗ 0,819 ∗ (0,332) = 0

!56$(& = 1 − 1 − 0,8187 ∗ 1 − 0,8102 = 0,966 à come prima

!56$'& = 1 − 1 − 0 ∗ 1 − 0,8102 = 0,8102 à pari a RC

!56$&) = 1 − 1 − 0,3322 ∗ 1 − 0,8102 = 0,873 à come prima

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
64
Calcolo Affidabilità Esercizio 3
Risoluzione 2. Vita B max 9.000 h

Affidabilità Sistema

Serie !"#$%#('($)*,*,'($*,)
A (parAC, C ,
0,8187 parCD) = 0,966 ∗ 0,8102 ∗ 0,873 = 0,683
0,683

!"%89#:(;"#$%#) "#$%# '($)*,*,'($*, =


0,8187 ∗ (0,683)=0,559

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
65
Macchine Automatiche Esercizio 4

M1 Produzione di parti meccaniche su 2


60 macchine automatiche ciascuna con
100 potenzialità pari a 60 pezzi/ora.

M2 Produzione richiesta pari a 100 pezzi/ora


60 per 6.000 ore/anno.

Dati sulla continuità: Tempo medio al guasto = 1.000 ore


Tempo medio di riparazione = 50 ore
Dati economici: Ricavo unitario = 10 €/pezzo
Costo Materie prime = 7,5 €/pezzo
Costo Energia = 0,25 €/pezzo
Costo Utensili = 0,25 €/pezzo
Costo Macchina = 100.000 €
Costo riparazione = 500 €
Vita utile = 5 anni; tasso = 10%; PVa = 3,791

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
66
Macchine Automatiche Esercizio 4

Quesiti:

1. Quanto vale il costo annuo di inefficienza tecnica?

2. Sarebbe conveniente utilizzare macchine con tempo medio al guasto pari a 1.500 ore
e costo unitario pari a 150.000 €?

3. Sarebbe conveniente acquistare una terza macchina in modo da poter garantire la


produzione di 100 pezzi/ora anche in caso di guasto di una delle due attuali?

[1. C1 = 51.972 €/a; 2. No, NPV=-35.991,47€; 3. Sì, NPV=52.254,03€]


Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
67
Macchine Automatiche Esercizio 4
Risoluzione – Quesito 1

Quanto vale il costo di inefficienza tecnica?

AM1 95,24%
AM2 95,24%
Margine contribuzioe 2,00 €/pz
Numero di guasti anno 5,71 guasti/macchina anno

Stati Sistema
Mancata Mancata
Produzione Richiesta
M1 M2 Probabilità Produzione Ore/a Produzione
pz/h pz/h
pz/h pz/a
Up Up 90,70% 120 100 0 5442,18 -
Up Down 4,54% 60 100 40 272,11 10.884,35
Down Up 4,54% 60 100 40 272,11 10.884,35
Down Down 0,23% 0 100 100 13,61 1.360,54
23.129,25

Mancato margine 46.258,50 €/anno


Costo manutenzioni 5.714,29 €/anno
Costo totale 51.972,79 €/anno

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
68
Macchine Automatiche Esercizio 4
Risoluzione – Quesito 2

Sarebbe conveniente utilizzare macchine con tempo medio al guasto pari a 1.500 ore e costo unitario pari a 150.000 €?

MTTF 1500 ore/guasto


Costo Macchina 150.000 €
AM1 96,77%
AM2 96,77%
Margine contribuzione 2,00 €/pz
Numero di guasti anno 3,87 guasti/macchina anno

Stati Sistema
Mancata Mancata
Produzione Richiesta
M1 M2 Probabilità Produzione Ore/a Produzione
pz/h pz/h
pz/h pz/a
Up Up 93,65% 120 100 0 5619,15 -
Up Down 3,12% 60 100 40 187,30 7.492,20
Down Up 3,12% 60 100 40 187,30 7.492,20
Down Down 0,10% 0 100 100 6,24 624,35
15.608,74

Mancato margine 31.217,48 €/anno


Costo manutenzioni 3.870,97 €/anno
Costo totale 35.088,45 €/anno

Confronto Configurazione 1 vs 2
∆Investimento (1vs2) - 100.000,00 €
∆Costo Esercizio (1vs2) 16.884,34 €/a
Pva 3,791
∆Costo Totale (1vs2) - 35.991,47 €
Conviene Configurazione 1

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
69
Macchine Automatiche Esercizio 4
Risoluzione – Quesito 3
Sarebbe conveniente acquistare una terza macchina in modo da poter garantire la produzione di 100 pezzi/ora anche in caso di
guasto di una delle due attuali?

AM1 95,24%
AM2 95,24%
AM3 95,24%
Margine contribuzione 2,00 €/pz
Numero di guasti anno 5,71 guasti/macchina anno

Stati Sistema
Mancata Mancata
Produzione Richiesta
M1 M2 M3 Probabilità Produzione Ore/a Produzione
pz/h pz/h
pz/h pz/a
Up Up Up 86,38% 180 100 0 5183,03 -
Up Up Down 4,32% 120 100 0 259,15 -
Up Down Up 4,32% 120 100 0 259,15 -
Down Up Up 4,32% 120 100 0 259,15 -
Down Down Up 0,22% 60 100 40 12,96 518,30
Down Up Down 0,22% 60 100 40 12,96 518,30
Up Down Down 0,22% 60 100 40 12,96 518,30
Down Down Down 0,01% 0 100 100 0,65 64,79
1.619,70

Mancato margine 3.239,39 €/anno


Costo manutenzioni 8.571,43 €/anno
Costo totale 11.810,82 €/anno

Confronto Configurazione 1 vs 3
∆Investimento (1vs2) - 100.000,00 €
∆Costo Esercizio (1vs2) 40.161,97 €/a
Pva 3,791
∆Costo Totale (1vs2) 52.254,03 €
Conviene Configurazione 3
Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
70
MacchineAM1Automatiche 95,24%
AM2 95,24% Esercizio 4
Risoluzione
AM3
– Quesito 3 95,24%
Margine contribuzioe 2,00 €/pz
Numero di guasti anno 5,71 guasti/macchina anno

Stati Sistema
Mancata Mancata
Produzione Richiesta
M1 M2 M3 Probabilità Produzione Ore/a Produzione
pz/h pz/h
pz/h pz/a
Up Up Up 86,38% 180 100 0 5183,03 -
Up Up Down 4,32% 120 100 0 259,15 -
Up Down Up 4,32% 120 100 0 259,15 -
Down Up Up 4,32% 120 100 0 259,15 -
Down Down Up 0,22% 60 100 40 12,96 518,30
Down Up Down 0,22% 60 100 40 12,96 518,30
Up Down Down 0,22% 60 100 40 12,96 518,30
Down Down Down 0,01% 0 100 100 0,65 64,79
1.619,70

Mancato margine 3.239,39 €/anno Per n=3 (ovvero per un caso con 3 macchine):
Costo manutenzioni
Costo totale
8.571,43 €/anno
11.810,82 €/anno
• 1 Stato in cui 3 up
• 3 Stati in cui 2 up e 1 down
Confronto Configurazione 1 vs 3 • 3 Stati in cui 1 up e 2 down
∆Investimento (1vs2) - 100.000,00 € • 1 Stato in cui 3 down
∆Costo Esercizio (1vs2) 40.161,97 €/a
Pva 3,791
∆Costo Totale (1vs2) 52.254,03 €
Conviene Configurazione 3
Ovvero
• 1 * (95,24%)^3
• 3 * (95,24%)^2*(1-95,24%)
• 3 * (95,24%) *(1-95,24%) ^2
• 1 * *(1-95,24%) ^3

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
71
Sistema Elettromeccanico Esercizio 5

Si consideri un sistema elettromeccanico avente il seguente schema idraulico:

1 2

1 3

1 2

1 = valvola R1=0,9
2 = pompa (portata=20 l/sec) R2=0,8
3 = valvola motorizzata R3=0,95 (parte meccanica)

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
72
Sistema Elettromeccanico Esercizio 5

ed il seguente schema elettrico:

8 4
Enel
G

5 5

5 5 5

6 M6 6 M6 7 M7

4 = generatore di emergenza R4=0,8


5 = interruttori R5=0,95
6 = motori elettropompe R6=0,85
7 = motore elettrovalvola R7=0,8
8 = Enel R8=0,99
Tutti i valori di R sono riferiti a 10.000 h
Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
73
Sistema Elettromeccanico Esercizio 5

Si vuole determinare:
• Lo schema affidabilistico del sistema
• L’affidabilità del sistema con richiesta pari a 20 l/s e 40 l/s

È bene non confondere lo schema fisico degli impianti con lo schema affidabilistico:
• Lo schema fisico rappresenta le connessioni realmente esistenti tra gli elementi che
compongono il sistema.
• Lo schema affidabilistico rappresenta le connessioni logiche; lo schema affidabilistico
potrebbe mutare al variare delle richieste che il sistema fisico deve soddisfare (es.
passaggio da parallelo a serie)

[R20 = 0,5283]
[R40 = 0,2165]
Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
74
Sistema Elettromeccanico Esercizio 5
Risoluzione

Enel G

E.E.

H2 O M6

M7

M6

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
75
Sistema Elettromeccanico Esercizio 5
Risoluzione

Enel IEnel

V IM7 M7 VM
Gen IGen

V IM6 M6 P

V IM6 M6 P V IM6 M6 P

V IM6 M6 P

Richiesta 20 l/sec. Richiesta 40 l/sec.

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
76
Sistema Elettromeccanico Esercizio 5
Risoluzione

0,99 0,95 0,90 0,95 0,85 0,80

0,90 0,95 0,8 0,95

0,80 0,95 0,90 0,95 0,85 0,80

0,94 0,58

0,90 0,72

0,76 0,58

I numeri vengono visualizzati con max due cifre decimali, ma non sono state effettuate approssimazioni che inficiano i risultati presentati.

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
77
Sistema Elettromeccanico Esercizio 5
Risoluzione

Richiesta 20 l/s
0,58
0,5283
0,99 0,90 0,72

0,58

Richiesta 40 l/s

0,99 0,90 0,58 0,58 0,72 0,2165

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
78
Manotengo SpA (TdE 2014-09-24) Esercizio 6

La Manotengo SpA è una società di servizi di manutenzione specializzata in impianti di


generazione vapore, per i quali sottoscrive contratti vincolati a garantire un livello minimo
di disponibilità. Il sottosistema più complesso dell’impianto ha uno schema affidabilistico
come riportato in figura e con i seguenti valori dei parametri fondamentali:

lA = 0,0004 [guasti/ora]
lB = 2,50 ∗ 10'([guasti /ora]
lC = 1 ∗ 10') [guasti /ora]

µA =0,35 [guasti /ora]


µB = 0,065 [guasti /ora]

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
79
Manotengo SpA Esercizio 6

1. Determinare il tempo medio di riparazione del componente C da garantire necessario


a garantire una disponibilità del 98,5% dell’intero sottosistema.
[126,78 h/g]

2. Supponendo che si possa migliorare la disponibilità del componente C dello 0,7%


(cioè A(C’) = 1,007* A (C)) con una modifica impiantistica del costo 3.500 €, di quante
ore potrà variare il MTTR del componente B (permettendo quindi all’azienda una
pianificazione più tranquilla della propri squadre di manutenzione presso i clienti),
ferma restando la disponibilità complessiva del sistema?
[24,75 h/g]

3. Commentare i risultati.

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
80
Manotengo SpA Esercizio 6
Risoluzione
Determinare il tempo medio di riparazione del componente C da garantire necessario a garantire
una disponibilità del 98,5% dell’intero sottosistema.

Aa 99,89%
Ab 96,30%
Asistema 98,50%

Asistema = Aa * [1- (1-Ab)^2] * Ac


Ac= Asistema /{Aa * [1- (1-Ab)^2]}
Ac 98,75%
µc 0,007887401
MTTR 126,78

Supponendo che si possa migliorare la disponibilità del componente C dello 0,7% (cioè A(C’) =
1,007* A (C)) con una modifica impiantistica del costo 3.500 €, di quante ore potrà variare il MTTR
del componente B (permettendo quindi all’azienda una pianificazione più tranquilla della propri
squadre di manutenzione presso i clienti), ferma restando la disponibilità complessiva del sistema?

Ac' 99,44%
Costo 3.500 €
Aa 99,89%
Ab ?
Asistema 98,50%

Asistema = Aa * [1- (1-Ab)^2] * Ac


[1- (1-Ab)^2] = Asistema /(Aa *Ac)
[1- (1-Ab)^2] 99,17%
Ab 90,88%
µB 0,0249
MTTR B' 40,13
MTTR B 15,38
∆MTTR B'-B 24,75

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
81
Pompaggio Olio (TdE 2015-07-07) Esercizio 7

Un impianto di pompaggio olio è composto da due diverse sezioni, una meccanica ed una
elettronica, che devono necessariamente funzionare entrambe perché l’impianto funzioni.
L’impianto dovrebbe funzionare 24 ore/gg su 365 gg/anno, ed ogni ora di mancato
funzionamento comporta un costo di mancata produzione di 121 €/ora.
La parte meccanica è caratterizzata da quattro pompe, che assicurano la necessaria
prevalenza per aspirare l’olio dal serbatoio. L’impianto funziona se almeno tre pompe
funzionano correttamente e ciascuna di esse ha una disponibilità del 99%.
La parte elettronica è costituita da un alimentatore elettrico E1 e da una scheda di
controllo C1 (che devono funzionare entrambi correttamente affinché la parte elettronica
funzioni), rispettivamente caratterizzati da una disponibilità del 95% e del 91%.

Si valuti, e si commenti, se sia più conveniente acquistare (alternativamente):


1. Un nuovo alimentatore E1, uguale al precedente, da disporre in parallelo semplice al
primo, per un costo annuo equivalente di 9.000 €/anno;
[Sì; -36.789,65 €/a]

2. Un quinto sottosistema di pompaggio identico a quelli già installati, con costo annuo
equivalente pari a 7.000 €/anno da disporre in parallelo agli attuali.
[No; 6.466,53 €/a]

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
83
Pompaggio Olio Esercizio 7
Risoluzione

Per il sistema di pompaggio AS IS


Per il sistema di pompaggio (5/3)

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
84
Impianto di Pompaggio 1 Esercizio 8

Sistema: 2 pompe uguali in parallelo:


• Servizio parzializzabile P1
• Costo del disservizio = 0,15 euro/m3
• Richiesta utenza = 100 m3/h
®
• Funzionamento continuo (365 gg/anno x 24 h/gg)
• Dati relativi a una pompa
– Potenzialità = 50 m3/h
– MTTF = 5000 h; MTTR = 240 h ®
– Costo = 16.000 euro
• Pva (15 anni; 8%) = 8,559
P2

Conviene aggiungere una terza pompa in parallelo ?

[Conviene; DC = -32.026 €]
Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
85
Impianto di Pompaggio 1 Esercizio 8
Risoluzione
Conviene aggiungere una terza pompa in parallelo ?

AP1 95,42%
AP2 95,42%
AP3 95,42%
Costo disservizio 0,15 €/m3

Stati Sistema - 2 Pompe


Mancata Mancata
Produzione Richiesta
M1 M2 Probabilità Produzione Ore/a Produzione
pz/h pz/h
pz/h pz/a
Up Up 91,05% 100 100 0 7975,93 -
Up Down 4,37% 50 100 50 382,84 19.142,24
Down Up 4,37% 50 100 50 382,84 19.142,24
Down Down 0,21% 0 100 100 18,38 1.837,66
40.122,14

Costo diss. 2 Pompe 6.018,32 €/anno

Stati Sistema - 3 Pompe


Mancata Mancata
Produzione Richiesta
M1 M2 M3 Probabilità Produzione Ore/a Produzione
pz/h pz/h
pz/h pz/a
Up Up Up 86,88% 150 100 0 7610,62 -
Up Up Down 4,17% 100 100 0 365,31 -
Up Down Up 4,17% 100 100 0 365,31 -
Down Up Up 4,17% 100 100 0 365,31 -
Down Down Up 0,20% 50 100 50 17,53 876,74
Down Up Down 0,20% 50 100 50 17,53 876,74
Up Down Down 0,20% 50 100 50 17,53 876,74
Down Down Down 0,01% 0 100 100 0,84 84,17
2.714,40

Costo diss. 3 Pompe 407,16 €/anno

Confronto Configurazione 2 vs 3
∆Investimento (2vs3) - 16.000,00 €
∆Esercizio (2vs3) 5.611,16 €/a
Pva 8,559
∆Costo Totale (2vs3) 32.025,92 €
Conviene Configurazione 3 Pompe

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
86
Impianto di Pompaggio 2 Esercizio 9

Sistema: 2 pompe uguali in parallelo


• Servizio parzializzabile P1
• Costo del disservizio = 0,15 euro/m3
• Richiesta utenza = 100 m3/h
®
• Funzionamento continuo(365 gg/anno x 24 h/gg)
• Dati relativi a una pompa
– Potenzialità = 50 m3/h
– MTTF = 5000 h; MTTR = 240 h ®

Conviene ridurre i tempi tecnici di riparazione ?


P2
• Riduzione MTTR = 120 h
• Maggior costo personale = 10.000 euro/anno

[DC = +7.062 €/a]


Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa
Prof. Enrico Cagno
87
Impianto di Pompaggio 2 Esercizio 9
Risoluzione
Conviene ridurre i tempi tecnici di riparazione (Riduzione MTTR 120h con costo aggiuntivo 10.000 €/anno)?

AP1 95,42%
AP2 95,42%
Costo disservizio 0,15 €/m3 Nota bene
Stati Sistema - AS IS 10000 € > 6018 €
Mancata Mancata
M1 M2 Probabilità
Produzione Richiesta
pz/h pz/h
Produzione Ore/a Produzione Da cui emerge che non conviene
pz/h pz/a
Up Up 91,05% 100 100 0 7975,93 - ridurre i tempi tecnici di riparazione, a
Up Down 4,37% 50 100 50 382,84 19.142,24
Down
Down
Up
Down
4,37%
0,21%
50
0
100
100
50
100
382,84 19.142,24
18,38 1.837,66
tale risultato si sarebbe potuto
40.122,14 giungere analizzando criticamente i
Costo disservizio 6.018,32 €/anno
dati iniziali.
MTTR 120 ore/guasto
Costo Intervento 10.000 €/anno
AP1 97,66%
AP2 97,66%
Costo disservizio 0,15 €/m3

Stati Sistema - Riduzione Tempi Riparazione


Mancata Mancata
Produzione Richiesta
M1 M2 Probabilità Produzione Ore/a Produzione
pz/h pz/h
pz/h pz/a
Up Up 95,37% 100 100 0 8354,19 -
Up Down 2,29% 50 100 50 200,50 10.025,02
Down Up 2,29% 50 100 50 200,50 10.025,02
Down Down 0,05% 0 100 100 4,81 481,20
20.531,25

Costo disservizio 3.079,69 €/anno


Costo Intervento 10.000,00 €/anno
Costo totale 13.079,69 €/anno

Confronto Configurazione 1 vs 2
∆Intervento (1vs2) - 10.000,00 €
∆Costo Esercizio (1vs2) 2.938,63 €/a
∆Costo Totale (1vs2) - 7.061,37 €/anno
Conviene Configurazione 1

Impianti di Produzione e Organizzazione di Impresa


Prof. Enrico Cagno
88