Sei sulla pagina 1di 6

Britten-Nocturnal

I) Musingly (meditativo)

Utilizza frase per frase il materiale tematico del tema di Dowland variandolo
Gli intervalli sono grossomodo rispettati, utilizzo di cromatismi per ornare la linea melodica
Utilizza valori lunghi, respiri o altri artifici musicali per fermarsi e separare le varie frasi
La suddivisione della Variazione I nelle frasi del tema di Dowland è riconducibile dai respiri
introdotti da Britten e dalla chiusura delle varie frasi con valori larghi, quasi a segnare una
fermata
Questa variazione rispetta quasi interamente gli intervalli utilizzati nel tema ed anche
l’andamento della melodia

SEZIONI MATERIALE DINAMICHE


I a
bb. 1-15 pp

Valori stretti, parte più


liberaslancio

Valori larghi, fermatastop,


distensione

II c
bb. 16-27 pp
ppp
II) Very agitated (molto agitato)

Contrasto dinamico con la prima variazione


Frasi costituite da due elementi: una linea melodica di terzine interrotta da un accordo
Ogni frase ha la sua lunghezza, che si amplia man mano avvicinandoci al culmine
Pattern di terzine (crome, semiminime e minime)

SEZIONI MATERIALE DINAMICA


I a
bb. 1-11 f

II “… ” mf
bb. 12-22 f
ff
mf
p
ppp

III) Restless (inquieto)

Accompagnamento ostinato
Poliritmia: accompagnamento in tempo ternario (a) e melodia in tempo binario (b)
Melodia, generalmente piccole oscillazioni intervallari

a: b:
IV) Uneasy (ansioso)

Scrittura monofonica
Modulo ritmico che si infittisce sempre di più in contrasto col tremolo che crea distensione
Archi di tensione (intervalli ascendenti) e distensione (intervalli discendenti)

SEZIONI MATERIALE DINAMICA


I a
bb. 1-4 mf

II d
bb. 5-6 pp
cresc
fz dim
Quartine ascendenti e
discendenti

bec
II e
bb. 7-12 p
ppp
pp

V) March-like (quasi una marcia)

Pattern ritmico
Due elementi:

a: b:
VI) Dreaming (sognante)

Contrasto caratteriale con quella precedente


Utilizzo di accordi aperti (corde a vuoto) all’inizio ed alla fine di ogni frasesezionatura
interna
Alternanza frasi accordali (a) e frasi con armonici (b)

a:

b:

VII) Gently docking (cullante)

Costanza di un modulo ritmico (ribattuti)

a: corde vuote

b: ribattuti

VIII) Passacaglia

Basso ostinato
Tanti archi tensivi fino al Lively per poi distendere ed arrivare al tema di Dowland

SEZIONI MATERIALE DINAMICA


I a
bb. 1-16 ppp
ff
b

II c
bb. 17-26 p
f

III d
bb. 27-29 pp

IV e
bb. 30-35 pp
p
mp
mf
f
ff
V Scale ascendenti e discendenti ff
bb. 36-42 mf
mp
p
VI Tema di Dowland pp
bb. 43-63 ppp

Potrebbero piacerti anche