Sei sulla pagina 1di 32

MESE per MESE

Anno IlI - n. 17 - Febbraio/Marzo 2020

OMAGGIO
Bimestrale indipendente gratuito d’informazione,
economia, cultura e spettacolo
www.mesepermese.it OMAGGIO
Fiano Romano Simone Di Ventura Diretto da
ESC
IGOR RIGHETTI LUS
IVO

© Reporters Associati & Archivi - Roma


“Entrare, uscire e
Ottorino Ferilli, spostarsi a Monterotondo
il sindaco del “fare” è un incubo”

REPORTAGE ESCLUSIVO
Alberto
Sordi
segreto
MAGICA ISTANBUL,
la città tra due continenti

In uscita l’atteso primo libro sulla vita


privata del grande attore scritto
dal cugino Igor Righetti
Come far accettare un nuovo
pet ai nostri amici animali
Web, come creare siti in modo semplice
Leggi il giornale Lazio segreto, Tivoli tra imperatori e cardinali
anche con il tuo
smartphone Capelli, le tendenze colore della primavera-estate
Le mostre, i concerti e gli spettacoli da non perdere
STAMPA OFFSET STAMPA SU T-SHIRT E OGGETTISTICA

new
CATALOGHI - BROCHURE - OPUSCOLI - LIBRI AMPIA SCELTA DA CATALOGO DI MAGLIE,
VOLANTINI - LOCANDINE - MANIFESTI TESSUTI, OGGETTISTICA E MATERIALI VARI

STAMPA DIGITALE
IN QUADRICROMIA E ALTRI COLORI COME BIANCO, Loc. Campo Morino - ACQUAPENDENTE (VT)
AMBROSINI
SRLS

ORO, ARGENTO - LUCIDATURA PER LAVORAZIONI DI www.tipografiaambrosini.it - info@tipografiaambrosini.it


GRANDE IMPATTO VISIVO Tel. 0763 711040
MESE per MESE
Bimestrale indipendente gratuito d’informazione, economia, cultura e spettacolo
“Mese per Mese”
raggiunge un bacino di oltre 1 milione
di abitanti. Ecco dove ci trovi
Bimestrale - Anno III – n. 17– Febbraio/Marzo 2020
Oltre a tutte le attività commerciali, stazioni ferroviarie,
Direttore responsabile
IGOR RIGHETTI
studi medici, dentistici e veterinari, “Mese per Mese” lo
direttore@mesepermese.it trovi, sempre gratuitamente, anche in numerose edicole.
“Mese per Mese” è dove sei tu. Siamo a Parioli, Prati,
Coordinamento redazionale
Trieste-Salario, Talenti, Montesacro, San Giovanni, Ardeati-
Vittoria Lapi
no, Romanina, Tor Di Quinto, Ponte Milvio, Tomba di
Segreteria e ricerca iconogra�ica Nerone, La Giustiniana, La Storta, Olgiata, Le Rughe,
Susanna Fiornovelli
Formello, Vigna Clara, Collina Fleming, Porta di Roma,
Art director Bufalotta, Saxa Rubra, Prima Porta, Settebagni, Montero-
Grigore Scutari
tondo e Scalo, Fiano Romano, Capena, Castelnuovo di
Uf�icio commerciale e pubblicità Porto, Passo Corese, Morlupo, Poggio Mirteto, Montelibret-
Carla Pagliai (responsabile)
commerciale@mesepermese.it - Tel. 06 90627082
ti, Mentana, Fonte Nuova, Guidonia Montecelio, Palombara
Sabina, per un bacino di oltre 1 milione di abitanti. “Mese
Collaboratori per Mese” è scaricabile anche dal sito del quotidiano
Paolo Celli, Luca e Stefano Ciuti,
Alessio Fanfano, Elisabetta Fernandez, Andy Luotto, online “Mesepermese.it”. Il prossimo numero uscirà ad
Andrea Militello, Sara Morelli, Giancarlo Padovan, aprile. Buona lettura!
Fiamma Passarelli, Michele Pezone, Francesco Reale,
Maria Sannino, Valentina Sera�ino, Giovanna Serpico,
Giovanni Spinelli, Maurizio Torrioli

Mascotte della redazione


Byron Righetti

Direzione e redazione
Viale Bruno Buozzi, 9
00015 - Monterotondo (Roma)
Tel. 06 90627082
E-mail: redazione@mesepermese.it
Sede legale
Via Leonardo da Vinci, 52 - 00015 Monterotondo (Roma)
C/o Associazione CSA - Tel. 06 83957154
Testata giornalistica registrata - Reg. Trib. di Tivoli n° 4 del 21 marzo 2018
Tutti i diritti sono riservati - Distribuzione gratuita
Stampa: New Print Ambrosini, Loc. Campo Morino,
via E. Fermi, 10/12 - 01021 Acquapendente (Viterbo)

Mese per Mese è pubblicato dall’Associazione Culturale


“Pensieri in libertà”, via Leonardo da Vinci, 52
00015 Monterotondo (Roma)
info@mesepermese.it
Numero di registrazione ROC
(Registro degli operatori di Comunicazione) 0052429

“Mese per Mese” e “Mesepermese.it” rispettano


l’informativa ai sensi degli artt. 13 e 14 del GDPR 2016/679
(c.d. regolamento europeo per la privacy).

Copyright
Tutti i diritti sono riservati. L’utilizzo parziale dei contenuti pubblicati sul mensile è
consentito, senza alcuna alterazione degli stessi, su supporto cartaceo e/o informatico,
soltanto con citazione della fonte Mese per Mese. Ogni violazione sarà perseguita a
norma di legge. La redazione si è curata di ottenere il copyright delle immagini
pubblicate. Nel caso in cui ciò non sia stato possibile l’Associazione culturale “Pensieri
in libertà” è a disposizione degli aventi diritto per regolare eventuali spettanze.
I lettori, inviando contenuti multimediali di propria produzione e/o, comunque, nella
loro disponibilità (testi, foto, �ilmati ecc.) alla Redazione di Mese per Mese, autorizzano
espressamente ed incondizionatamente la stessa Redazione e l’Associazione culturale
“Pensieri in libertà” alla loro pubblicazione sul mensile e sul quotidiano online
Mesepermese.it. I lettori, inoltre, si assumono ogni responsabilità in materia di
copyright e di diritto d’autore sui contenuti multimediali inviati. I contenuti inviati dai Il direttore di “Mese per Mese” Igor Righetti assieme
lettori (fotogra�ie, video, testi ecc.) sono a titolo gratuito. I lettori quindi non possono
pretendere alcun tipo di rimborso spese, tributo o indennizzo. all’imitatrice e attrice Emanuela Aureli

TRATTAMENTO ALLA
CHERATINA 15 €

Via Olimpia, 27 - Monterotondo - 00015 (RM)


06 640 004 35 - 338 428 9733
www.ricciecapricciparrucchieri.it
www.acconciaturadasposa.com
ESCLUSIVO

© Reporters Associati & Archivi - Roma


Alberto Sordi
segreto

In uscita il primo libro sulla vita privata


del grande attore scritto dal cugino Igor Righetti.
Chi era fuori dal set, dalle interviste e
dalle apparizioni televisive ufficiali?
Di Vittoria Lapi

Sul set di “Costa Azzurra”


del 1959 diretto da Vittorio Sala

Il volume, pubblicato da Rubbettino in occasione del giornalista professionista e docente universitario di


centenario della nascita di Sordi e atteso da tempo Comunicazione, autore e conduttore del fortunato
dai suoi milioni di fan, svela amori nascosti, manie, programma quotidiano “Il ComuniCattivo” andato in
rimpianti e maldicenze. All’interno decine di foto onda per 12 anni consecutivi su Rai Radio 1 con versioni
inedite e la prima canzone a lui dedicata. televisive su Rai2 e all’interno del Tg1 libri su Rai1. Del
resto, chi meglio di un parente che ha frequentato Alber-
I milioni di fan di Alberto Sordi lo attendevano da tempo to Sordi assieme alle rispettive famiglie può conoscere
per conoscere, �inalmente, il lato privato del loro mito e le veramente fatti e antefatti? Di Alberto Sordi si sa soltanto
risposte alle tante domande rimaste senza risposta. che fosse riservatissimo. Con il pubblico, a cui era molto
Uscirà l’8 aprile, pubblicato da Rubbettino, il primo libro legato e riconoscente, e con i suoi collaboratori ha condi-
sulla vita privata di Alberto Sordi scritto da chi l’attore lo viso la sua vita professionale, ma mai quella privata.
ha conosciuto bene e frequentato in tante situazioni Il libro, dal titolo “Alberto Sordi segreto”, esce in occasio-
familiari e non sul set, per motivi professionali o per ne del centenario della sua nascita e farà scoprire, per la
interviste uf�iciali, ma in quanto cugino: Igor Righetti, prima volta, chi fosse il grande attore fuori dal set, dalle
parente da parte della madre dell’attore Maria Righetti, interviste e dalle apparizioni televisive uf�iciali.
Rivela, inoltre, le tante menzogne raccontate su di lui. Il
volume, unico sia per gli aneddoti e le curiosità sia per le
decine di foto esclusive provenienti dagli album di fami-
glia di Igor Righetti e da Reporters Associati & Archivi,
presenta anche le testimonianze di alcuni cugini
dell’attore: da parte della madre Maria Righetti e del
padre Pietro Sordi.
I ricordi inediti di diversi amici di Alberto Sordi e di
celebri personaggi del cinema e della tv con i quali ha
lavorato contribuiscono a rendere pubblica la vita reale,
e mai raccontata, dell’attore. Non manca l’intervista a un
noto personaggio della tv con cui l’attore ebbe una love
story nei primi anni Settanta.
Alberto Sordi non amava l’ostentazione e la sua vita
privata era blindata. A quei parenti che ha frequentato di
più ha sempre fatto una raccomandazione: “I vostri
ricordi con me e con i nostri cari”, ci diceva, rivela Igor
Righetti, “raccontateli soltanto quando sarò in ‘orizzon-
tale’. Allora mi farete felice perché sarà anche un modo
per non farmi dimenticare dal mio pubblico che ho
amato come fosse la mia famiglia e per farmi conoscere
alle nuove generazioni”. tante falsità raccontate da chi ha bisogno di trarne
Spiega l’autore: “Così abbiamo fatto. Io l’ho ricordato vantaggi esclusivi. Un volume che farà scoprire a tutti
spesso nei miei articoli sui vari giornali con cui collaboro coloro che hanno amato e che amano tuttora Alberto, le
e su quelli che dirigo come ‘Mese per Mese’ e il quotidia- sue abitudini, la sua umanità verso i più bisognosi, il suo
no ‘Mesepermese.it’ nonché nei miei programmi radiote- modo di affrontare la vita, il suo rapporto con la famiglia,
levisivi sulle reti Rai. Ho aspettato, però, il centenario la spiritualità, i giovani, l’amore per Roma e per l’Italia, il
della sua nascita per celebrarlo con questo libro lontano suo rapporto con le donne, il suo pensiero sulla politica e
dai luoghi comuni, dalle tante inesattezze e invenzioni sui politici. Perché Alberto è entrato nel cuore di tutti e,
dette �inora da chi afferma di essere stato grande amico probabilmente, è stato ed è tuttora l’attore italiano più
e con�idente di Alberto, dal pressappochismo e dalle amato.

Nel 1958 con Marisa Allasio durante una pausa del �ilm
di Dino Risi “Venezia, la luna e tu”. Nel 1964 è stato
riedito con il titolo “I due gondolieri”

Associati & Archivi - Roma


Archivi - Roma
© Reporters Associati©&Reporters
Ph: Ufficio stampa Mediaset
Con Anna Longhi nel 1978 durante
una pausa del �ilm “Dove vai in
vacanza?” nell’episodio “Le vacanze
intelligenti”. Anna Longhi era una
grande amica di Alberto

© Reporters Associati & Archivi - Roma


© Reporters Associati & Archivi - Roma

Fece della riservatezza una ragione di vita e, per questo,


rifuggiva dai pettegolezzi e dalle dicerie che, spesso, non
sono altro che mere speculazioni. La sua era una forma
di pudore e di rispetto, ma anche di tutela. Soltanto con
le sorelle Savina (nata nel 1911) e Aurelia (1917), con il
fratello Giuseppe (1915) e con alcuni parenti più stretti
che aveva frequentato �in da bambino assieme alla sua
famiglia come mio nonno Primo Righetti, che aiutò tanto
Alberto agli inizi della sua dif�icile carriera, e mio padre
Alessandro, suo cugino e capoclaque nei teatri di rivista,
che lui chiamava affettuosamente Sandro, si lasciava
andare ad alcune con�idenze”.
Aggiunge Igor Righetti: “Per conoscere davvero una Ph: Ufficio stampa Mediaset
persona, così come accade per tutti, bisogna partire dalle
origini, dalla sua famiglia, bisogna averla vissuta da
quando questa persona era in tenera età. E se questa
persona diventa famosa, il principio vale ancora di più.
Nel libro si trovano anche le risposte alle molte domande
che milioni di estimatori di Alberto Sordi si sono sempre
posti: come nasce la leggenda della sua presunta avari-
zia, perché non si è mai sposato, che cosa pensava della
televisione, che cosa rappresentava l’amore per lui, se ha
mai sofferto per non aver avuto una moglie e dei �igli,
perché ha sempre ri�iutato di fare pubblicità a qualun-
que prodotto, perché non ha mai voluto interpretare
personaggi politici, come nascevano i protagonisti dei
suoi �ilm come Guglielmo Bertone detto “il dentone”,
perché è stato chiamato Alberto ma non sopportava il
soprannome di “Albertone”, i suoi rimpianti, le sue
manie, la sua passione per il collezionismo di opere
d’arte e mobili antichi, i suoi piatti preferiti e quelli non
graditi, che cosa avrebbe fatto se non fosse riuscito a
Ph: Ufficio stampa Mediaset
© Reporters Associati & Archivi - Roma
Un’altra eccezionale immagine
inedita: nel 1978 con la
bellissima Claudia Cardinale

emergere come attore, il suo rapporto con i genitori Un piacevole volume utile anche alle nuove generazioni
Maria e Pietro, con le due sorelle e il fratello. E ancora: perché la memoria storica di un grande attore come
chi erano i suoi veri amici, con quali colleghi attori c’era Sordi non vada perduta e, al contrario, rigeneri. Il pubbli-
una certa ruggine e quali invidiavano il suo successo Igor Righetti
co al quale conlegato,
era così Patriziacosì
de Blanck
comeei ilsuoi
fotografo
collaboratori,
delle star Alessandro Canestrelli all’inaugurazione
ottenuto senza aver frequentato l’Accademia di recitazio- il personale dipendente e i giornalisti accreditati,
della rassegna fotogra�ica “Alberto Sordi fuori dal set”
non
ne?”. sannoallestita
quasi all’Istituto
nulla della vita privata
paritario di Alberto
Santa Maria Sordi, in
di Monterotondo
Il libro viene arricchito con il cd della prima canzone quanto fece della riservatezza una ragione di vita e, per
dedicata a Sordi “Alberto nostro”, della quale Igor Righet- questo, rifuggiva dai pettegolezzi e dalle dicerie.
ti è autore e compositore assieme al cantautore Samuele
Socci. Un brano nato per integrare a livello musicale
questo primo libro sulla vita privata di Alberto Sordi e
per colmare il vuoto di una canzone a lui dedicata.

Le mostre fotogra�iche e gli eventi su


Sordi ideati e curati da Igor Righetti
Igor Righetti è all’opera per organizzare alcune
grandi rassegne fotogra�iche che si terranno
quest’anno in Italia e all’estero, per diversi incon-
tri-spettacolo ed eventi teatrali. “Mese per Mese” e
“Mesepermese.it”, editi dall’Associazione culturale
“Pensieri in libertà”, seguiranno tutti gli eventi con
speciali dedicati.

Per chi fosse interessato a ospitare le rassegne


fotogra�iche, gli incontri-spettacolo e gli eventi
teatrali ideati, curati e presentati da Igor Righetti
scrivere aeventialbertosordi@mesepermese.it.

Igor Righetti ha inoltre realizzato la pagina Social


uf�iciale dedicata ad Alberto Sordi (www.facebo-
ok.com/albertosordiforever) che in pochi mesi conta
già oltre 11 mila followers in continuo aumento,
unica pagina riconosciuta anche da Facebook con il
caratteristico bollino blu del social network. Sulla
pagina ci saranno anche le date, gli orari e le città in
cui si terranno gli eventi curati da Igor Righetti per
ricordare Alberto Sordi con tante foto e video.
Il folto pubblico intervenuto all'inaugurazione della mostra
La Polizia di Stato informa
In collaborazione con il mensile
ufficiale “Poliziamoderna”

Quando l’odio
diventa reato

Di Vittorio Rizzi*

L’apologia del nazismo e i continui attacchi antisemiti, i cori razziali Materia che richiede una formazione mirata degli operatori e che
nelle curve degli stadi, il pericolo della violenza di matrice supre- rappresenta il cuore della missione istituzionale dell’Oscad (Osser-
matista, l’orribile contatore dei femminicidi, gli atti di bullismo vatorio per la sicurezza contro gli atti discriminatori), best practice
contro disabili, le vigliacche discriminazioni contro le comunità gay. italiana, originale nel panorama internazionale, che opera dal 2010
Notizie che leggiamo tutti i giorni: crimini legati dal �ilo rosso nel Dipartimento della pubblica sicurezza per ottimizzare l’azione
dell’odio contro chi è diverso per razza, religione, genere, orienta- delle forze di polizia a competenza generale nella prevenzione e nel
mento sessuale. Episodi che, al di là di numeri e statistiche, sono il contrasto dei reati di matrice discriminatoria.
segno di passioni malate che non possono essere sottovalutate e La s�ida perché tolleranza e inclusione diventino aspetti fondanti
che vanno subito arginate. della nostra società è ancor più complessa se è vero che alle minac-
Fin dall’antichità l’umanità si interroga sul concetto di odio nel suo ce del mondo reale si af�iancano oggi i pericoli dell’odio on line,
signi�icato ontologico, �iloso�ico e morale. L’uomo è naturalmente l’hate speech, con potenzialità devastanti sulle vittime a fronte di
cattivo o naturalmente buono? Qual è la forza che tiene unito il strumenti di contrasto che non hanno ancora quella tempestività
mondo, il bene o il male? La storia del pensiero e la scienza hanno che imporrebbe la velocità diffamante del web.
dato risposte diverse, spesso contraddittorie, a questioni così
complesse. L’antidoto più potente non può essere allora che la cultura per
Secondo il �ilosofo Zygmunt Bauman odio e paura sono vecchi combattere l’ignoranza di chi ha paura del diverso, di chi si chiude
quanto il mondo e non smetteranno di accompagnarlo. Esiste un negli stereotipi e non sa guardare oltre. E le forze di polizia giocano
circolo vizioso in cui si odia perché si ha paura del diverso e quella un ruolo centrale nel bloccare ogni forma di intolleranza prima che
paura alimenta e rinforza l’odio, in un mondo liquido dall’indivi- degeneri in sofferenza, distruzione e morte con crimini che hanno
dualismo sfrenato, dove nessuno è un compagno di viaggio ma tutti già infamato la storia dell’umanità. Niente deve essere sottovaluta-
sono antagonisti da cui guardarsi. L’incertezza che domina la nostra to, la mente va mantenuta sempre lucida perché “il sonno della
società ampli�ica la paura del diverso (sempre esistita) e nasce il ragione genera mostri”.
bisogno di scaricare su di un bersaglio (sia migrante o ebreo, gay o
Igor Righetti con il suo ultimo libro *Vittorio Rizzi, direttore centrale della polizia criminale, presidente
musulmano, disabile o nero) tutto l’odio e la rabbia repressa.
“Italia supposta” assieme a dell’Oscad
Marta Calcaterra
Tutte queste potrebbero sembrare mere speculazioni �iloso�iche se
non fosse che di odio sono piene ogni giorno le nostre cronache e
che i temi dell’odio sono in cima a tutte le agende di chi si occupa di
politica, sicurezza e formazione. È importante, quindi, iniziare ad
affrontare l’odio come categoria criminologica.
A testimonianza di quanto spesso il concetto sia divisivo, non esiste
una de�inizione giuridica dei crimini d’odio, pur trattandosi di reati
fortemente connotati dal pregiudizio per una caratteristica della
vittima che attiene a un aspetto profondo della sua identità e di
quella del gruppo cui appartiene. Reati che si distinguono per la
plurioffensività (colpiscono cioè non solo la persona ma tutta la
comunità a cui appartiene e che è connotata dalla sua “diversità”), il
cosiddetto under-reporting (non denunciare comportamenti
discriminatori, banalizzarli) e l’under-recording (non registrare
questi segnali e questi comportamenti come reati d’odio) e per il
rischio di escalation.
8 | MESE per MESE Febbraio/Marzo 2020 www.mesepermese.it
I. P.

Fai emergere la tua attività commerciale


con i professionisti di “Mese per Mese”
Il team di professionisti del bimestrale “Mese per Mese” e del quotidiano “Mesepermese.it”
(grafici, fotografi, giornalisti, creativi pubblicitari, social media manager, addetti stampa, orga-
nizzatori di eventi, videomaker, sviluppatori di siti web) coordinato dal giornalista professioni-
sta Igor Righetti, autore e conduttore radiotelevisivo nonché docente universitario di Comuni-
cazione e Marketing, mette a disposizione di aziende, imprenditori, professionisti e privati le
proprie competenze e la propria professionalità per numerose attività legate alla promozione,
alla comunicazione e al marketing. Strategie di comunicazione realizzate su misura per far
conoscere aziende e prodotti. Mai come in questi ultimi anni il detto “La pubblicità è l’anima del
commercio” è stato più vero.
Ma la concorrenza è sempre più agguerrita e per emergere c’è bisogno di una comunicazione
originale, creativa, elegante e che si faccia notare.

L'evento-spettacolo “Alberto Sordi segreto” ha riempito anche


la piazza di Porto Santo Stefano, nel comune
di Monte Argentario

Fai della promozione della tua attività un investimento


Ecco alcune nostre attività
Ideazione e progettazione grafica di un marchio aziendale (logo design)
Ideazione e creazione di una campagna pubblicitaria e di payoff (slogan)
Realizzazione grafica di manifesti, volantini, locandine, brochure, flyer e inviti
Servizi fotografici professionali per aziende, prodotti, attività commerciali e privati
Attività di ufficio stampa per la promozione di un’azienda, di un evento, di un’inaugurazione di una
nuova attività commerciale
Apertura e gestione di pagine Social di aziende e personaggi
Ideazione e organizzazione di una apertura di una nuova attività commerciale
Ideazione e organizzazione di eventi-spettacolo esclusivi e grandi rassegne fotografiche di forte
impatto mediatico con la partecipazione di famosi personaggi dello spettacolo
Video aziendali di grande efficacia comunicativa
Realizzazione siti web, e-commerce e applicazioni personalizzate per smartphone Android e iPhone
Strategie di marketing mirate
Workshop intensivi per aziende, imprenditori e professionisti su come “Comunicare in modo effica-
ce in pubblico e scoprire quando il nostro interlocutore mente” e su “Come rilasciare un’intervista
vincente in radio e in tv”

Prezzi speciali per le nuove attività commerciali


Per informazioni: 06 90627082 / E-mail: info@mesepermese.it
BUON VIAGGIO! I reportages di Igor Righetti dal mondo

Istanbul, la città magica


tra due continenti

Punto d’incontro tra Occidente e Oriente,


ha ufficialmente 16 milioni di abitanti, eppure i mezzi
pubblici funzionano e la metropoli turca
appare molto pulita. E non dorme mai
Di Igor Righetti (www.igorrighetti.it)

Foto di Carla Pagliai

Ero già stato in questa città asiatica ed europea adagiata sulle sponde
del Bosforo alcune volte negli anni passati. Questa volta l’ho trovata
ancora più vivace e proiettata verso il futuro seppur sempre ancorata
alle sue tradizioni. Grazie al cambio favorevole (1 euro vale circa 6 lire
turche) e a un costo della vita più basso del nostro, si possono fare
acquisti senza rinunce e la città risulta economica. Crocevia di popoli,
Istanbul trasuda 26 secoli di storia che ha lasciato tante contamina-
zioni culturali, religiose e architettoniche. Uf�icialmente ha 16 milioni
di abitanti, ma in realtà almeno 5 in più: eppure i mezzi pubblici sono
ef�icienti e la metropoli è molto più pulita di Roma che di abitanti ne
L’interno della suggestiva Basilica Cisterna, basilica pagana
ha meno di 3 milioni. Istanbul, a differenza delle nostre grandi città,
riconvertita a serbatoio d’acqua
non dorme mai e si può mangiare a qualunque ora del giorno e della
notte. I colori e i profumi delle spezie, i tramonti infuocati sul Bosforo, 21 mila maioliche Iznik sulle tonalità del turchese e del blu. Ha ben sei
le vedute mozza�iato, l’invito alla preghiera dei muezzin (le persone minareti e il sof�itto è illuminato da 260 �inestre. Fu commissionata
addette alla moschea che dal minareto ricordano ai fedeli l’obbligo di nel ‘600 dal giovane sultano Ahmet I ed è un capolavoro d’architettu-
effettuare la preghiera islamica nelle ore dedicate alle cinque ra turca-ottomana. Può essere visitata gratuitamente.
preghiere canoniche) concorrono a creare un’atmosfera magica, ricca Davanti alla Moschea Blu si fa notare Aya Sofya (Santa So�ia),
di mistero e dalle emozioni uniche. In questo mio nuovo viaggio a imponente basilica costruita tra il 532 e il 537 per volere di Giustinia-
Istanbul, però, ho notato l’aumento delle donne, anche giovani, col no sull’aerea dove in precedenza altri imperatori avevano fatto
velo, elemento che mi ha lasciato un po’ perplesso in quanto nelle mie edi�icare due chiese consacrate alla Divina sapienza. Era la chiesa
visite precedenti era molto meno diffuso. Dall’aeroporto ai ristoranti cristiana più grande di Costantinopoli. Nel 1400 fu trasformata in una
incontrerete centinaia di persone con bende sulla testa. Non allarma- moschea e dal 1935 è diventata un museo. All’interno presenta una
tevi: non si tratta di un’epidemia bensì di persone che si sono sottopo- cupola maestosa e meravigliosi mosaici composti da 30 milioni di
ste al trapianto di capelli che a Istanbul viene effettuato in oltre 350 tessere dorate.
cliniche a prezzi low cost. Molti di questi centri specializzati offrono
anche il volo aereo, hotel 5 stelle e visita della città inclusi nel prezzo
del trapianto.
Rispetto a molte capitali europee a Istanbul ci si sente sicuri grazie ai
tanti agenti di polizia che sono ovunque e ai controlli con metal detec-
tor anche per entrare nei centri commerciali o nel celebre Grand
Bazaar. Il cuore della città vecchia è il quartiere di Sultanahmet. Il
centro storico della città, dichiarato patrimonio dell’umanità
dall’Unesco, è ricco di fascino. Una delle moschee più belle del mondo
è la Sultan Ahmet Camii, più nota come Moschea Blu, rivestita da oltre
10 | MESE per MESE Febbraio/Marzo 2020 www.mesepermese.it
Alle spalle della basilica di Santa So�ia, sul promontorio del Serraglio
che domina il Bosforo, c’è il grandioso Palazzo Topkapi che in lingua
turca signi�ica “porta del cannone”. Per quattro secoli, �ino alla metà Vanity Dream
dell’800, è stato il simbolo del potere dell’impero ottomano. La
costruzione fu terminata nel 1478. Qui vi hanno dimorato e governa-
Di TSVAILA KASIM
to ventisei dei trentasei sultani dell’impero ottomano. Nel 1924 Via Olimpia, 26
Topkapi venne trasformato in museo. Il complesso, circondato da Monterotondo (Roma)
mura, è formato da numerose costruzioni che si sviluppano intorno a Cell. 347 0708 791
quattro ampi cortili. Il tesoro imperiale lascia senza �iato: dai candela-
bri di oro massiccio con incastonati 6.666 diamanti al trono ricoperto
di lamine d’oro �ino al diamante del mercante di cucchiai di 86 carati
circondato da 49 brillanti. Imperdibile è la Basilica Cisterna, vicina a Trattamenti viso e corpo
Santa So�ia: basilica pagana riconvertita a serbatoio d’acqua dove
sono rimaste le 336 colonne di 9 metri ciascuna in uno spazio lungo Ricostruzione unghie
140 metri e largo 70. Qui si entra nella profondità della storia. Fu Manicure e pedicure
scoperta nella metà del 1500 dall’archeologo francese Petrus Gyllius
e “riscoperta” soltanto alla �ine dell’Ottocento. La struttura fu chiama- Radiofrequenza
ta dagli ottomani anche Palazzo di Yerebatan per le numerose colon-
ne di marmo che sembrano crescere dall’acqua. Fu fatta costruire nel
Pressoterapia
532 d.C. dall’imperatore Giustiniano per l’approvvigionamento idrico Depilazione
della città. L’illuminazione e la presenza dell’acqua sul fondo rendono
l’atmosfera suggestiva. Una moschea ricca di fascino è quella di Laser diodo 808
Solimano che domina il Corno d’oro e si ammira da ogni punto della
città. Il complesso fu realizzato nel 1550: all’interno c’erano scuole,
un ospizio per i viaggiatori, una mensa per il popolo, bagni pubblici, La Moschea Blu
un ospedale e, ovviamente, una grande moschea. Ha una cupola
imponente e quattro minareti ed è la prima moschea imperiale della
città. A Istanbul la tappa �issa è il Grand Bazaar (Kapalıçarşı, in
turco), il mercato coperto più grande e famoso del mondo. Sotto le
volte affrescate si respira il vero spirito turco, tra colori, profumi e
ogni genere di mercanzia. Ben 31 mila metri quadrati con oltre 4 mila
esercizi commerciali, ma anche ristoranti, moschee, hammam.
Perdersi fa parte dell’esperienza. Ha 18 porte di entrata e sessanta
strade. Il primo bazar fu costruito in legno nel 1461. All’inizio veniva-
no vendute soltanto la lana e la seta. Nelle bancarelle subito fuori dal
Grand Bazaar, però, i prezzi sono più bassi e si fanno ottimi acquisti.

La Torre di Galata

Un giardino di Arles
dipinto da Van Gogh
Ovviamente sempre contrattando il prezzo. Come tutti i luoghi molto
affollati e frequentati dai turisti bisogna fare particolare attenzione ai
borseggiatori.

Consigli pratici e che cosa acquistare


A Istanbul ci si può spostare con bus, tram, metropolitana e taxi. I taxi
sono molto economici ma, per evitare brutte sorprese, è sempre bene
chiedere prima di salire di attivare il tassametro o concordare un
importo. Per gli acquisti nei mercati e nelle bancarelle bisogna
sempre contrattare il prezzo che viene detto dai venditori. E se l’og-
getto vi interessa davvero tanto fate gli attori: apparite inorriditi dal
costo elevato, abbassate di molto il prezzo che vi viene detto e se il
venditore calo di poco fate �inta di andare via. Una strategia che
funziona quasi sempre soprattutto al mattino quando devono ancora
raggiungere l’incasso pre�issato della giornata. Ovunque si trova
abbigliamento di grandi marchi italiani e internazionali a prezzi
stracciati. Ovviamente si tratta di falsi, ma in molti casi identici all’ori-
ginale, con tanto di etichette “made in Italy”. I ristoranti sono molto Una delle 18 porte del
economici: si può mangiare bene dai 10 ai 20 euro a persona. Chi Grand Bazaar
vuole spendere meno e degustare i piatti tipici e regionali può
rivolgersi alle tante “lokante” presenti in città, con servizio self
service. Oltre ai tanti souvenir tipici come l’amuleto di vetro blu con L'ingresso del
l’occhio del diavolo che protegge dal malocchio, a Istanbul si trovano grandioso
negozi di miele eccezionale a prezzi irrisori. Di grande pregio l’arti- Palazzo Topkapi
gianato turco con oggetti fatti a mano: tappeti, accessori in pelle e
cuoio, porcellane e ceramiche dipinte, abbigliamento in lana di capra
d’angora, tessuti, cuscini, gioielli e bigiotteria, teli da hammam
(morbidi, leggeri e altamente assorbenti), saponi naturali con essen-
ze profumate, antiquariato, lampade colorate dalle forme più bizzarre
che creano giochi di luci di grande suggestione. Chi va a Istanbul non
può tornare a casa senza aver preso il celebre tè turco (nei supermer-
cati si trova anche in eleganti lattine o in confezioni da 500 grammi o
da 1 chilo e costa meno rispetto a quello venduto nei negozi). C’è poi
il set da tè, il set di spezie, la caffettiera turca. Per gli amanti dei dolci
si possono acquistare le confezioni di baklava e lokum.

Igor Righetti davanti all'imponente


basilica di Santa So�ia, costruita
tra il 532 e il 537

Il casinò veneziano di “Msc Divina”

Lungo Hollywood boulevard può anche accadere di essere rapiti


da King Kong davanti al museo delle cere Madame Tussauds
ISCHIA
FU
ER
TE S O L -

RA
FU TU
E R TEVEN

Fuertesol Village
- FUERTEVENTURA / CANARIE -

ECCEZIONALI PROMO
“PRENOTA PRIMA”
PER TUTTI I LETTORI DI Il teatro della “Msc Divina” ha
una capienza di 1.600 persone

“MESE PER MESE”

PRENOTA ORA E RISPARMIA


UTILIZZA IL CODICE SCONTO CONCESSO:

MXM2020
RICHIEDI IL PREVENTIVO A:
gestione@casthotels.com
CASTHOTELS ISCHIA
081 908 044 www.casthotels.com/mxm2020.html
L’esterno della Moschea Blu.
Ha ben sei minareti
e il sof�itto è illuminato
da 260 �inestre

Dove soggiornare Documenti


Il Best Western Hotel Empire Palace è un hotel con un buon rapporto Per entrare in Turchia per i turisti italiani è suf�iciente la carta
qualità-prezzo e un’ottima posizione: si trova nel cuore di Sultanah- d’identità valida per l’espatrio. Per viaggi di tipo turistico, infatti, non
met, a poche centinaia di metri da alcune delle maggiori attrazioni è richiesto il visto d’ingresso né il passaporto, a patto che il soggiorno
della città come la Moschea Blu, la basilica di Santa So�ia, la Basilica non superi i 90 giorni.
Cisterna, il Grand Bazaar. Le camere sono dotate di tv, minibar, aria
condizionata, connessione gratuita wi-�i e la colazione è inclusa. Lingua
Possibilità di chiedere il trasporto per l’aeroporto. Best Western Italia La lingua uf�iciale in Turchia è il turco. L’inglese viene “masticato” dai
conta 160 alberghi in 120 differenti destinazioni italiane: hotel molto commercianti nei quartieri turistici. I tassisti, invece, conoscono
confortevoli e ideali per chi viaggia per lavoro o per vacanza, localiz- soltanto alcune parole inglesi. Il suggerimento è quello di portare con
zati in centro città o in location strategiche per aeroporti e punti di sé una mappa della città e l’involucro della carta magnetica del
connessione. Hotel dedicati a ogni esigenza di soggiorno: business, proprio albergo sul quale compare l’indirizzo dell’hotel.
woman, kids, green, wellness, pet e rider friendly. Sul sito della
compagnia alberghiera è possibile scegliere tra offerte tematiche, Il reportage alla scoperta di Istanbul continua sul prossimo numero.
promozioni e tariffe ideali per il proprio soggiorno in albergo. Best
Western Rewards è il programma fedeltà del gruppo. Permette di
accumulare punti per ogni soggiorno trascorso negli oltre 4 mila Tramonto sul Bosforo dal Ponte di Galata
hotel in tutto il mondo e offre cinque differenti livelli di appartenenza.
I “cadeau” sono le soluzioni regalo di Best Western con sei diverse
proposte di soggiorno e prezzo. Ceo di Best Western Italia dal 2004 è
Giovanna Manzi (www.bestwestern.it - #bestwesternitalia -
@bestwesternitalia).

Sotto le volte
affrescate del
Grand Bazaar
Ottorino Ferilli,
il sindaco del “fare”
Tante e di grande importanza le opere realizzate
in questi anni, ma prima di terminare il secondo
mandato il primo cittadino vuole migliorare il
trasporto pubblico da e verso la città

Di Igor Righetti

Quali le priorità sulle quali state lavorando? zioni migliori per creare lavoro e valore. Questo è un Paese, l’Italia, che
Stiamo de�inendo gli ultimi step del piano di mandato del sindaco. In va avanti grazie al lavoro delle piccole e medie imprese e dell’arti-
questi mesi abbiamo avviato la riquali�icazione della pista ciclabile di gianato. Interventi concreti, in servizi e opere, sono leve per chi vuole
via Tiberina; l’obiettivo, oltre alla riquali�icazione, è il congiungimento investire e produrre. E la formazione, in quanto i nostri giovani hanno
dell’anello ciclabile presente in tutta Fiano. Questo per dare concre- bisogno di opportunità, non soltanto di parole e pacche sulle spalle.
tezza alle tante parole che, molto spesso, sento quasi come spot. Il
punto di forza, ineccepibile, di questa amministrazione comunale è Come migliorare la vita e i rapporti sociali degli anziani di Fiano
stato proprio questo: dire e fare. Stiamo continuando, inoltre, con Romano?
l’ampliamento della rete gas sul territorio; riquali�icando la viabilità Gli anziani a Fiano sono giovani. Sono innovatori e riescono a essere
attraverso manutenzione stradale ordinaria e straordinaria; comple- punto di riferimento per molte persone in situazione di disagio. Ma
tando, su tutto il territorio, il piano di ef�icientamento energetico; sono anche affamati di sapere. Si aggiornano e partecipano attivamen-
terminando la messa in sicurezza di tutti gli edi�ici scolastici e abbia- te alle iniziative del Comune. Li abbiamo dotati di spazi adeguati per
mo, da poco, messo a bando la gestione di tutti gli impianti sportivi ogni tipo di attività. Ma, sono certo, che continuando ad ascoltarli
per dieci anni. In termini di servizi alla persona sono diverse le troveremo il modo di produrre servizi per un benessere maggiore.
attenzioni concretizzate verso le situazioni di disagio sociale. E molto
abbiamo fatto per i bambini: collaborando con la scuola abbiamo C’è un sogno che vorrebbe realizzare?
potenziato la capacità di prevenire il disagio sociale, invece di curarlo. Sento di averne realizzati tanti, anche dal punto di vista familiare dato
che sono diventato da poco nuovamente papà. La consapevolezza di
Quali le criticità di Fiano Romano? avere la responsabilità di crescere dei �igli non la separo dalla respon-
Fiano Romano è stata considerata da molti, e per molto tempo, una sabilità di far vivere bene i miei cittadini. Il con�ine è sottile. I sogni se
città dormitorio con il grave problema del disservizio idrico. Con non si vivono in maniera individuale e si condividono allora, e soltanto
l’adduzione al Peschiera siamo riusciti, grazie a una lunga ed allora, diventano progetti. Mi piacerebbe, prima di terminare il secon-
estenuante battaglia contro Acea, a restituire dignità al territorio e alle do mandato, migliorare il trasporto pubblico, da e verso Fiano. Ma non
famiglie. Fiano Romano ha una posizione geogra�ica strategica poiché posso farlo da solo; devono partecipare tutti gli organi sovracomunali
con il raccordo e lo snodo autostradale è base per molte grandi azien- competenti.
de e per manifestazioni importanti. Necessita di un maggiore sguardo
dall’alto; nel senso che molto spesso i paesi con�inanti con Roma sono Quali le iniziative culturali di Fiano Romano?
visti come satelliti intorno alla capitale. Non è così. Ogni comunità, Dal teatro al cinema, dall’arte alla fotogra�ia, dai libri alle performance
piccola o grande che sia, anche se vive a ridosso di grandi città ha musicali, Fiano è diventato ormai luogo di interesse per chi desidera
bisogno di progetti e investimenti che rispettino territorio, ambiente, nutrirsi di cultura. L’Amministrazione comunale ha lavorato costante-
storia e cultura. Tra l’altro, molto spesso, è proprio dalla provincia che mente con le associazioni culturali per raggiungere tale livello. Sono
emergono attività e pratiche virtuose che “i grandi”, poi, replicano. certo che questo percorso intrapreso con grande passione non si
fermerà.
Quali effetti sulla popolazione hanno avuto le sue vittorie da
politico per Fiano Romano? Gli abitanti di Fiano Romano amano gli animali domestici. Quali
Chiamarle vittorie mi imbarazza un po’. Ho avuto, probabilmente, la programmi per i cani abbandonati e per migliorare la vita dei
capacità di fare poco il politico e di muovermi come persona autentica. quattro zampe in città?
Ho ricevuto grande affetto dai miei cittadini, e lo dico molto onesta- Siamo stati tra i primi comuni della Provincia a realizzare aree per gli
mente, anche quando le situazioni da affrontare erano particolarmen- animali. Lo abbiamo fatto anche cercando di far comprendere, a chi
te dif�icili. Probabilmente ciò ha determinato un’attenzione maggiore non era d’accordo, la necessità di rispettarsi come individui, come
anche e soprattutto da parte dei media che hanno saputo narrare i comunità, veicolando un messaggio chiaro: il tema dei diritti degli
cambiamenti di una comunità che si è ripresa il suo posto. animali ha a che fare con i diversi aspetti della convivenza fra uomo e
animali, una convivenza che può diventare valore solo se si lavora tutti
Come creare nuovi posti di lavoro per i giovani? insieme.
Non trascurando le esigenze delle imprese, di tutte quelle aziende che, Lanceremo campagne di sensibilizzazione sull’argomento e organiz-
a fatica, investono per produrre valore e servizi. La pubblica ammini- zeremo alcuni eventi soprattutto con i bambini, perché è con loro che
strazione ha il dovere di sostenere le industrie, le pmi, gli artigiani. Ha si deve lavorare quando si vuole far cambiare qualcosa nella società,
il dovere di investire in infrastrutture che possano determinare condi- nel mondo.
www.mesepermese.it Febbraio/Marzo 2020 MESE per MESE | 15
“Entrare, uscire Sicurezza
La fortissima carenza di uomini e mezzi a disposizione del comandante

e spostarsi a
Lamanna, il quale fa il massimo con le risorse che ha, non migliora di certo il
quadro. Un maggior controllo degli incroci, delle strade e una maggiore

Monterotondo
presenza della polizia municipale aiuterebbe non poco a risolvere le criticità
legate al traf�ico. Tra l’altro, a causa di raggiunti limiti di età e per richieste di
trasferimento, diversi uomini in forza al comando dei vigili di Monterotondo

è un incubo” lasceranno il lavoro, rendendo ancora più dif�icile e problematica la situazio-


ne. In questi giorni, tra le vie del centro di Monterotondo e dello Scalo, si
aggiravano solamente due vigili e una volante per il presidio e controllo del
territorio, quando la normativa vigente prevedrebbe il dispiego di circa 50
vigili urbani mentre il nostro comando non dispone neanche della metà degli
agenti. Durante la settimana, con l’alto numero di lavoratori, pendolari e
studenti che provengono dai comuni limitro�i, Monterotondo diventa una
città di quasi 50 mila abitanti. Numeri drammatici da gestire in queste
Di Simone Di Ventura* condizioni.

La carenza di vigili urbani sta avendo effetti drammatici anche sul controllo
Viabilità e via delle Fornaci del territorio in termini di sicurezza generale, non solo stradale. Pensiamo ai
fenomeni di micro e macrocriminalità avvenuti, anche di recente sul nostro
È mai possibile che in una cittadina all’avanguardia come Monterotondo ci territorio, e non soltanto relativi allo spaccio di sostanze stupefacenti che
vogliano, in molti casi, delle ore per uscire o entrare dal centro abitato o non fanno sentire al sicuro i cittadini. Le forze dell’ordine, come il nostro
anche soltanto per spostarsi tra diverse zone della città? Ormai è diventato comando dei carabinieri, svolge un lavoro enorme nonostante le carenze di
un incubo! personale e mezzi a disposizione, ma non riesce a controllare tutto il territo-
Le criticità legate alla viabilità non possono essere più rinviate dall’agenda rio in quanto vengono interessati per le questioni più disparate che possono
delle priorità della giunta Varone. Approvato in giunta comunale il piano del riguardare la sicurezza e incolumità dei cittadini. Potenziando e rafforzando
traf�ico qualche mese fa, non si sono avuti più sviluppi e la situazione sta il corpo dei vigili urbani libereremmo i carabinieri da molte incombenze che
divenendo insostenibile in tutta la città. Le zone centrali tra via Matteotti, via possono essere svolte anche dalla polizia locale. Pensiamo, per esempio, al
Kennedy, via XX Settembre, zone meno centrali quali Spineti con il vero e fenomeno della movida del centro storico. Questa amministrazione comuna-
proprio imbuto che si crea in via Tirso, in prossimità delle uscite dalle scuole, le ancora non riesce a trovare soluzioni ef�icaci per garantire un bene prima-
e soprattutto agli ingressi di Monterotondo la viabilità è al collasso. A partire rio e irrinunciabile come la quiete e la tranquillità dei residenti e tutelare
dalla prima porta della città vale a dire Monterotondo Scalo dove la pista anche i nostri esercenti, per lo più giovani, che intraprendono con coraggio
ciclabile ideata dall’allora giunta Alessandri non ha prodotto i risultati attività imprenditoriale e commerciale. Garantire il controllo e il presidio
sperati in termini di abbassamento del traf�ico veicolare e sviluppo di mobili- �isso dei vigili dopo le 22, ad oggi inesistente, signi�icherebbe aumentare la
tà alternative e meno inquinanti, anzi ha raggiunto soltanto l’obiettivo di sicurezza e il decoro del nostro centro storico, per larghi tratti divenuto terra
restringere la carreggiata e rendere la Salaria ancora più pericolosa. Fino ad di nessuno e al di fuori della legalità, cosi da permettere ai vigili urbani di
arrivare a Monterotondo centro, dove le vie di entrata e uscita dalla città esercitare le funzioni di prevenzione, controllo e repressione delle violazioni
sono diventate un tormento per i cittadini, come l’ingresso su via Nomentana commesse alla legge e ai regolamenti comunali.
davanti alla rotonda del centro commerciale Pam.
Per anni le varie giunte succedutesi hanno parlato di blocco del turnover per
Al problema si somma, inoltre, l’aumento delle emissioni di Co2 nell’aria spiegare l’impossibilità di nuove assunzioni. Ora che lo scoglio turnover
dovuto al traf�ico congestionato e agli ingorghi della viabilità. Strano che una sembra superato è divenuto come al solito un problema di cassa. Non ci sono
giunta come quella attuale, così attenta alle tematiche dell’ambiente e soldi per fare i concorsi. Basta. Occorre che questa giunta ci metta la faccia e
dell’ecomobilità, non si interessi a tutto questo. Per arrivare, dulcis in fundo, dia un cambio di passo investendo in maniera seria sulla sicurezza urbana e
a quello che sta diventando un dramma per tutti i cittadini che utilizzano delle strade della nostra città apportando le giuste risorse economiche in
l’automobile per entrare e uscire da Monterotondo, ovvero la chiusura di via bilancio.
delle Fornaci per i lavori di consolidamento e messa in sicurezza del versante Tante comunque le soluzioni alternative che si possono adottare. In molti
soggetto a movimento franoso. Consegna dei lavori prevista per questo mese Comuni, anche del Lazio e della Sabina, per esempio, si sta diffondendo la
con riapertura della strada, ma continuano gli intoppi burocratici e i ritardi pratica di unire le forze di polizia locale dei vari comuni per mettere insieme
nei lavori. Abbiamo avuto, in serie, le dimissioni del collaudatore per presun- risorse e mezzi ed ef�icientare il servizio in base alle crescenti esigenze dei
ta incompatibilità con l’incarico ricevuto, le dimissioni del geologo incaricato territori. Si potrebbe pensare di strutturarlo anche qui da noi. Ne parlammo,
dall’amministrazione comunale e, in�ine, le dimissioni del progettista e a febbraio di un anno fa, in un convegno organizzato dalla lista “Monteroton-
direttori dei lavori. Si vocifera che ci siano forti tensioni e incompatibilità con do Bene Comune” e aperto alla cittadinanza, con la presenza di illustri
la ditta af�idataria dei lavori (af�idati direttamente e senza gara pubblica in esperti in materia. Occorre poi potenziare e ripensare la �igura del vigile di
somma urgenza per un importo di 350.000 euro), che sembra contesti il quartiere, più vicino alle esigenze del territorio e dei quartieri e che dia
progetto originario approvato dal Comune (strano che la stessa ditta non maggiore presidio sulle strade della città.
abbia sollevato alcuna perplessità o eccezioni al momento di accettare
l’incarico e incassare la somma). Un vortice di dimissioni “sospette” che non Scalo
ci fanno stare affatto tranquilli. La paura, a questo punto più che fondata, è La coesione sociale tra i territori è fondamentale per avere una cittadina
che la consegna dei lavori e la riapertura della strada prevista per febbraio veramente all’avanguardia e senza discriminazioni e diseguaglianze tra i
non avverrà nei tempi sperati. E speriamo anche che i lavori siano de�initiva- residenti dei vari quartieri. Lo Scalo, nonostante la programmazione di varie
mente risolutivi per l’atavica problematica e non un mero palliativo. Per non opere pubbliche promesse e programmate da anni e tuttora non realizzate,
parlare delle aziende e imprese del territorio coinvolte dalla chiusura della sta sembrando sempre di più un quartiere dormitorio che fatica a trovare la
strada e che hanno subito danni enormi da tale situazione. Bisogna inoltre propria identità sociale. Mancano spazi aggregativi per i giovani, opere e
considerare che a breve ci sarà la chiusura della tangenziale-bretella San parchi pubblici, un museo, teatri che rafforzino il senso di comunità tra i
Martino per lavori di rifacimento del manto stradale. La chiusura contempo- residenti. Occorre mettere realmente lo Scalo e i suoi residenti al centro del
ranea di via delle Fornaci e della tangenziale San Martino rischia di paralizza- programma amministrativo di questa giunta. Nel consiglio comunale del 18
re il traf�ico di Monterotondo. febbraio si è discusso una mozione presentata dalle forze di opposizione
Vanno anche aumentati, a mio avviso, gli spazi destinati a parcheggio assenti “Monterotondo bene comune” e Lega con la quale sono stati impegnati
o insuf�icienti in molte parti della città, a partire dalle aree della stazione sindaco e consiglio comunale a individuare un luogo a Monterotondo Scalo
ferroviaria di Monterotondo Scalo. Per non parlare delle strade colabrodo entro il 2020 dove inserire una biblioteca comunale. Serve portare la cultura
piene di crateri sul manto stradale, vie che non vengono manutenute e al di fuori dai soliti salotti di Monterotondo centro. Vediamo questa giunta
riasfaltate da anni, se non tramite i famosi “rattoppi” adottati da questa come risponderà. Lo Scalo deve diventare una priorità di questa giunta.
giunta (si veda quanto accaduto nell’ultimo periodo di campagna elettorale).
Serve, quindi, un piano serio di riquali�icazione del manto stradale delle *Simone Di Ventura, consigliere del centrodestra e del civismo locale del
nostre vie cittadine. Comune di Monterotondo

16 | MESE per MESE Febbraio/Marzo 2020 www.mesepermese.it


Pè di ch’ai fatto un pranzo luculliano
scejete un ristorante d’arta quota;
A Roma tra li mejo è Cannavota
a Piazza S. Giovanni in Laterano
G. Lancia

L’antica hostaria amata dagli


artisti come Alberto Sordi,
Federico Fellini e Giulietta Masina

Cura e
dedizione

A cura di Eleonora Ponzio Funari


Sante Funari, detto Cannavota, quando decise di mettersi
in proprio poteva contare su un progetto chiaro: valorizzare
e integrare diversi aspetti legati alla gastronomia.
La dimensione sociale, quella culturale e quella naturale dei
territori. Tutto attraverso i prodotti che con creatività e
dedizione guarnivano i suoi piatti o che faceva trovare a
tavola. Ancora oggi il nostro vino della casa arriva dai
I sapori genuini e autentici della
Castelli romani, prodotto ormai da più di quarant’anni da
una famiglia a noi cara, oppure la carne, da una piccola
cucina romana di una volta
azienda de L’Aquila che vanta allevamenti etici e qualità
d’eccellenza. Carne con cui mia nonna prepara ancora il
brodo, il ripieno degli agnolotti o dei cannelloni, molti
secondi piatti che trovate in carta e specialità periodiche
come l’abbacchio o la coda alla vaccinara, coratella e trippa.
Abbiamo sempre avuto una particolare attenzione per i
prodotti e per i produttori. Quest’ultimi ci riempiono di
storie da raccontare per permetterci di condirvi il pasto.
Piacere per il palato e per le orecchie che ascoltano! Abbia-
mo bisogno di piccole realtà, specialmente oggi che tutto
perde di sapore perché immaginato, creato, venduto e
comprato in serie. Il guanciale che usiamo per la nostra
carbonara così come per l’amatriciana e la gricia proviene
da un’attività familiare arrivata alla quarta generazione,
sotto le pendici del Terminillo. Un gusto unico che fa scopa
con la sostenibilità a cui tengono molto. Le verdure di Luigi,
rigorosamente piene di terra, quando giungono da noi, da
capare e lavare con cura, altro che bustoni pronti! Cicoria di
campo, puntarelle, broccoletti e carciofi del mercato rionale.
Non posso adesso elencare tutti gli ingredienti che ormai
fanno parte della nostra identità, ho potuto solo provare a
farvi venire un poco di acquolina in bocca o un pizzico di
curiosità. Venite a trovarci per verificare voi stessi. Vi
aspettiamo!

Piazza S. Giovanni in Laterano, 20 - 00184 ROMA


Tel. 06 7720 5007 - ristorantecannavota@gmail.com
Ristorante Cannavota - www.cannavota.it
I. P.
Sostanze nocive
nella cosmesi

La salute passa
anche dalla pelle

La “rivoluzione della cosmesi” in Italia, l’anti-ageing direttamente Olio di oliva (sostanza ricavata dalla polpa dei frutti dell’ulivo) il quale
dalla natura contiene ingredienti attivi antiossidanti quali l'acido oleico, vitamine e
composti fenolici, clorofilla, steroli. È contenuto nei prodotti della Linea
Sarebbero circa 185 le diverse sostanze chimiche che ogni donna giornal- Donna Clem: aiuta l'idratazione naturale e con la sua azione lenitiva proteg-
mente si “spalma” sulla propria pelle quando si fa bella. ge dagli arrossamenti, è efficace anche sulle mani con pelle secca o affette
Ricordiamo le cause che determinano la formazione delle rughe e in da altre problematiche dermatologiche.
generale l’invecchiamento della nostra pelle.
Cause biologiche: queste sono legate all’invecchiamento naturale e ai Germe di grano (sostanza estratta dalla spremitura a freddo del chicco di
fenomeni ossidativi della pelle quando è presente un uso costante di grano) il più grande e importante antiossidante naturale impiegato nella
prodotti contenenti ingredienti come nickel, parabeni, sls e siliconi. cosmesi per combattere il colorito asfittico e l'invecchiamento della pelle;
ottimo per il trattamento della cuperose, delle dermatiti, eczemi e psoriasi.
Cause meccaniche: queste sono dovute alla contrazione dei muscoli mimici Mantiene il film ipolipidico e quindi combatte il fenomeno delle smagliatu-
facciali, responsabili delle linee orizzontali e/o verticali note anche come re. È contenuto nei prodotti della Linea Donna Clem.
“rughe” di espressione. Linea Viso: il trattamento antiageing, prima fase detersione. Con uso del
Altre cause sono annoverabili tra irritabilità, stress, mancanza di stima di sé, panno micropeeling dermocosmetico che riesce a purificare la pelle in
stati ansio-depressivi, cattiva alimentazione, stati di disidratazione, in profondità catturando le cellule morte; del detergente lenitivo che deterge
genere mancanza di amore! e strucca perfettamente viso e occhi, lasciando la pelle pulita, morbida e
idratata; dello scrub, prezioso trattamento a base di principi attivi bio e
Sono noti gli elementi dannosi annoverabili tra nickel (metallo pesante microsfere naturali di nocciolo di albicocca.
tossico che contamina per contatto e via respiratoria); parabeni (elementi di
origine chimica ad alto potere conservante, distruggono le cellule accele- Seconda fase idratazione: con uso del siero antiage a base di acido ialuroni-
rando l’invecchiamento cutaneo); siliconi (impediscono la traspirazione, co combatte i radicali liberi contrastando i segni dell’invecchiamento
mascherano disidratazione, opacità e impurità); sls (schiumogeno irritante, cutaneo; del gel nutritivo viso il quale usato quotidianamente restituisce
secca la pelle privandola del film idrolipidico naturale); peg (emulsionante alla pelle del viso più idratazione, tono ed elasticità; della crema viso
e spesso anche tensioattivo); benzyl alcohol (componente nelle fragranze, antiageing la quale crea un immediato e duraturo effetto lifting naturale
solvente e conservante); alluminio (dannoso per tutte le forme di vita lasciando la pelle liscia e vellutata; del lips quale vero e proprio trattamen-
compreso cervello e ossa). to anti-ageing delle labbra, arricchito di acido ialuronico.
La Filosofia della sinergia: i prodotti della Linea Donna Clem offrono il
Da qui scaturisce la lotta e l’impegno a contrastare gli effetti negativi meglio quando sono usati in “sinergia tra di loro” e non uniti in cocktails con
prodotti dall’uso di tali sostanze; ecco il perché della Linea Donna Clem che prodotti di base chimica; infatti se utilizzati nella corretta sequenza
invece basa i suoi prodotti con l’uso di ingredienti provenienti da base metodologica e temporale, ciascuno apporta le singole proprietà garanten-
naturale e soprattutto del tipo biologico con benefici importanti dovuti a: do i risultati attesi dal trattamento cosmetico complessivo.
Acido ialuronico (sostanza prodotta naturalmente dal corpo umano) il quale DOVETE PERMETTERVI LA LINEA DONNA CLEM PERCHÉ LA VOSTRA PELLE
vanta incredibili proprietà idratanti, cicatrizzanti, antinfiammatorie e anti-a- MERITA IL MEGLIO
geing; regolatore della produzione di sebo causa di brufoli e acne è Ricordate “la salute passa anche dalla pelle”
contenuto nei prodotti della Linea Donna Clem. È molto efficace contro
l’ìperpigmentazione in quanto è in grado di prevenire o ridurre le macchie Vostra Donna Clem*
*Donna Clem, co-fondatrice di My Way International s.r.l.
della pelle dovute al sole o all'invecchiamento. (www.mywayinternational.it – donnaclemantiageing@gmail.com)
Sport/Pattinaggio su ghiaccio
Da Monterotondo alle Olimpiadi giovanili di Losanna
Andrea e Giulia Tuba (17 e 16 anni) studiano all’Istituto Santa Maria
Hanno rappresentato l’Italia alla Olimpiadi giovanili invernali di Losanna 2020 come unica coppia della
danza su ghiaccio. Andrea e Giulia Tuba, rispettivamente diciassette e sedici anni, hanno calamitato
l’attenzione degli sportivi italiani soprattutto con la loro free dance al ritmo dei Rolling Stones, ottenendo
migliaia di visualizzazione sul web. La loro partecipazione alla competizione olimpica, assieme ad altri
1.800 atleti provenienti da tutto il mondo, era soltanto un sogno �ino a qualche anno fa, un sogno che si è
realizzato.
Il pattinaggio su ghiaccio è uno sport praticato soprattutto al Nord. La vostra convocazione in Nazio-
nale per i Giochi olimpici invernali assume un valore molto importante.
Andrea e Giulia: eravamo in lizza con altre quattro coppie italiane del Nord, anche più grandi di noi nella
categoria Junior. Ottenendo i tre punteggi migliori nel 2019 abbiamo conquistato Losanna 2020; eravamo
consapevoli delle dif�icoltà a cui saremmo andati incontro s�idando le formidabili coppie della Ice Lab di
Bergamo, ma eravamo molto convinti dei nostri mezzi e con un allenamento durissimo siamo riusciti a
superarli.
Raccontateci la vostra giornata tipo. Riuscite a conciliare l’impegno sportivo con lo studio?
Andrea e Giulia: la mattina andiamo a scuola e frequentiamo l’Istituto Tecnico Aeronautico presso l’Istituto
Paritario Santa Maria di Monterotondo. Nel primo pomeriggio abbiamo le prime due ore di sessione di allenamento con i pattini, per poi proseguire
con un’ora di attività �isica (palestra e danza). Concludiamo la giornata con altre due ore di ghiaccio. La nostra specialità è la danza di coppia: dobbiamo
curare tutti i particolari non soltanto il pattinaggio, ma anche la danza. Riusciamo a studiare la sera o il �ine settimana e quando siamo fuori per impegni
agonistici, recuperiamo le ore perse con il nostro professore Gianluca Renzi.
A proposito della vostra esperienza olimpica: vi siete classi�icati al nono posto su dodici coppie, ottenendo punteggi all’altezza della compe-
tizione e superando anche coppie fortissime come quelle francesi.
Andrea e Giulia: innanzitutto è stata un’emozione unica far parte della squadra olimpica italiana, condividere con loro il viaggio verso Losanna, la
s�ilata d’apertura e tutti i momenti trascorsi al villaggio olimpico dove abbiamo avuto la possibilità di conoscere ragazzi provenienti da tutto il mondo.
Per quanto riguarda le due performance, cioè l’obbligatorio e la free dance, siamo molto soddisfatti del risultato ottenuto considerando la dif�icoltà
della competizione. Ma il momento più bello per noi è stato senza dubbio quello della s�ilata del 9 gennaio alla Vaudoise Arena, un impianto magni�ico
con un’organizzazione svizzera perfetta.
Il vostro prossimo obbiettivo da raggiungere sarà…
Andrea e Giulia: dopo aver assaporato quelle giovanili, vorremmo partecipare alle Olimpiadi invernali di Milano Cortina del 2026 e lavoreremo
duramente per raggiungere questo meraviglioso traguardo.
M. T.
Amici animali
“L’uomo è un animale addomesticato
che per secoli ha comandato sugli altri animali
con la frode, la violenza e la crudeltà”
(Charlie Chaplin, 1889-1977, attore, regista,
sceneggiatore e compositore britannico) “Mese per Mese” ama gli animali

Salute e benessere Di Valentina Sera�ino*, medico veterinario


Come far accettare l’arrivo di un nuovo pet ai nostri animali?
Spesso nella quotidianità della profes- sono davvero rari i casi in cui gli animali non accettano l’ultimo
sione ci vengono chiesti consigli sulla arrivato. Spesso la nuova convivenza apporta gioia e positività.
convenienza o meno di allargare la Ricordiamo allora di prenderci il tempo necessario, non preten-
famiglia inserendo un altro amico a diamo che le cose funzionino immediatamente, non dobbiamo
quattro zampe e su come si possa sottovalutare le novità neanche con il più buono e comprensivo
prevedere la reazione del soggetto, o dei pet. Sono necessarie alcune settimane af�inché il nostro anima-
dei soggetti, che già ne fanno parte le di casa capisca che il nuovo arrivato non prenderà il suo posto e
riguardo all’eventuale new entry. che per lui non cambierà niente nel suo rapporto con noi. Teniamo
Facciamoci innanzitutto alcune anche separata la new entry dal resto del “branco” in modo che si
domande: quale animale vive con noi? studino a vicenda con calma, senza rischiare di farsi male, per cui
Da quanto tempo? Quanto tempo gli dedichiamo solo una parte di casa al nuovo arrivato, quando possi-
dedichiamo? Quanto tempo resta a bile, e cominciamo poi gradualmente a farli conoscere sempre in
casa da solo? È ben accettato da tutti i componenti della famiglia? nostra presenza, cioè non lasciandoli mai da soli in questa delicata
Quanto spazio ha a disposizione? Ha problemi di salute o esigenze fase di osservazione reciproca. Anche il tono della nostra voce sarà
particolari che richiedano attenzioni speci�iche? Come si relaziona importante, non dobbiamo sgridare il nostro pet se attua compor-
quando viene a contatto con conspeci�ici o con animali di diversa tamenti un po’ azzardati col nuovo arrivato.
specie? Le risposte a queste domande, vi sorprenderete, sono Se non vogliamo commettere errori possiamo sempre chiedere
tutt’altro che scontate e consigliamo sempre di dare la massima aiuto al nostro medico veterinario che potrà consigliarci al meglio
importanza ai comportamenti messi in atto dai nostri amici, quale animale farà al caso nostro, con quali dinamiche potremo
perché la loro felicità, il loro grado di benessere dipende in tutto e agire, ancora prima del nuovo arrivo. Il veterinario potrà anche
per tutto da noi. L’arrivo di un nuovo animale modi�ica, inoltre, decidere di aiutarci consigliando l’utilizzo di sostanze naturali
l’assetto di tutti i componenti della famiglia umana che dovranno quali i feromoni che creano uno stato di rilassatezza e benessere
cercare nuovi equilibri e venire incontro alle nuove esigenze che si nei nostri animali e, qualora non sia suf�iciente, nei casi più
creeranno, per cui è giusto che la scelta sia ben accolta da tutto il complessi ci indirizzerà verso un collega comportamentalista.
nucleo familiare.
Come in un piccolo ambiente arti�iciale è facile vedere atteggia-
menti manifesti di aggressività verso altri, o anche verso se stessi,
dei soggetti che non vivono nelle adeguate condizioni di benessere
(pensiamo a gabbie anguste, acquari o terrari inadatti, cibo scarso
o non idoneo alle esigenze, sovrappopolamento che porta ad atti
di aggressioni �inanche di cannibalismo) di uccelli, rettili o piccoli
mammiferi, così lo stesso disagio si può manifestare nella nostra
casa, con dinamiche anche più complesse che a volte passano
inosservate.
Così può capitare che il gatto, da educato e sornione, diventi schivo
e dif�idente, magari cominci a urinare nei posti più impensati della
casa soltanto perché è arrivato un suo conspeci�ico a dividere il
*Valentina Sera�ino, direttore sanitario dell’ambulatorio
suo spazio, un piccolo gattino che magari abbiamo trovato. Anche
veterinario Pet Care di Monterotondo (Roma)
i cani possono mostrare un certo grado di gelosia, sentimento non
www.ambulatorioveterinariopetcare.it. Pagina Facebook:
soltanto umano, e possono dimostrarcelo in vari modi, a seconda
ambulatorio veterinario monterotondoscalo.
della �iducia che ripongono in noi.
In generale possiamo affermare che i sentimenti negativi quali la
gelosia e il rancore o anche la tristezza e la rabbia li provano anche
i nostri pet e sta a noi cercare di non farglieli provare o almeno far
sì che durino il minor tempo possibile.
Detto questo non voglio scoraggiare l’adozione di nuovi animali, al
contrario, ma consiglio vivamente di prendere tutte le precauzioni
del caso per non trovarsi a dover gestire situazioni complesse
senza essere preparati e per fare in modo che la nuova convivenza
parta con il piede giusto. Nella pratica, infatti, osserviamo che

20 | MESE per MESE Febbraio/Marzo 2020 www.mesepermese.it


Amici animali

Le pet star dei social


Le più amate del web scoperte da “Mese per Mese”
Di Sara Morelli
n i
i o ni 3,9 milio
i l rs
4,3 mllowers followe
di fo

Doug the Pug, il carlino amato dalle star


americane
Nala, la gattina dallo strabismo irresistibile Doug the Pug è un cane di razza carlino che vive a Nashville, nel
Nala è un gatto siamese-soriano tigrato grigio di 7 anni. Fu Tennessee, con la sua amica umana Leslie Mosier. Oltre a vantare
adottata quando aveva soltanto 5 mesi. Attualmente detiene il un ampio seguito sui social, il suo account Instagram è veri�icato
record mondiale come gatto più amato sul web, certi�icato anche e anche sponsorizzato. Il pelosetto ha fatto apparizioni in diversi
dal Guinness world records. La sua irresistibile particolarità è festival musicali e anteprime di �ilm in compagnia di celebrità
quella di essere strabica, caratteristica che rende la sua espres- come Ed Sheeran, Justin Bieber, John Legend, Cole Sprouse e il
sione sorpresa e sognante in quasi tutte le foto che la ritraggono. cast di Stranger Things. Negli ultimi tre anni ha vinto alcuni
I suoi grandi occhioni azzurri e il suo strabismo suscitano una premi tra cui l’”Instagrammer of the year” agli Shorty awards del
dolcezza alla quale non si può resistere. 2017.
INSTAGRAM: @nala_cat INSTAGRAM: @itsdougthepug

Le foto dei vostri amici animali


Prince, il cagnolino che ama leccare i piatti nella lavastoviglie Washington, il coniglietto che riconosce il suo nome

Prince è un mini doberman molto dolce e giocherellone. Ha 3 anni, Il coniglietto nano testa di leone color blue nella foto si chiama
ma sembra ancora un cucciolo. Nella famiglia di Sara Ramundo di Washington e ha 4 anni e mezzo. Vive a Monterotondo (Roma) con
Riano (Roma) è trattato come un �iglio, anzi, come un principe visto il suo amico umano William Moretti e la sua famiglia. Ama stare in
il nome che porta, e lui ricambia donando tanto affetto. Prince ha una compagnia: quando viene chiamato, riconosce il suo nome e si
passione particolare: leccare i piatti nella lavastoviglie. precipita. È un divoratore di carote, lattuga e mele.

Prince Brenda Camper


Brenda, la barboncina che come premio vuole la mela Washington
Brenda è una barboncina toy di 2 anni, color whisky, che ama dormi- Camper, la tarantola che accudisce i grilli invece di mangiarli
re. Vive a Fiano Romano con Giorgia Pantaleoni e la sua famiglia.
Quando vuole giocare porta il peluche ai suoi amici umani per far Camper è una tarantola �ireleg messicana. “Lei - precisa la sua amica
capire loro che le venga lanciato. Detesta le crocchette mentre è umana Lucrezia Valente di Roma - non è come tutte le altre taranto-
ghiotta di würstel, straccetti con riso e zucchine e come premio ama le: quando le metto nel suo terrario i grilli vivi di cui dovrebbe
mangiare la mela. cibarsi, invece di mangiarli li accudisce con tanto amore”.
Avete un cane, un gatto, un criceto, un canarino, un pesce rosso, una gallina, un maialino, un coniglio o qualunque altro amico animale?
Inviateci le foto con i loro nomi raccontandone le caratteristiche e le loro particolarità a redazione@mesepermese.it. Saranno pubblica-
te gratuitamente in questo spazio.
22 | MESE per MESE Febbraio/Marzo 2020 www.mesepermese.it
“Non bisogna avere paura di sconsigliare un intervento”
Marco Gasparotti, il chirurgo plastico di fama internazionale, spiega le nuove
frontiere della chirurgia estetica, gli interventi più richiesti e quando non farli

Quali fattori bisogna guardare prima di sottoporsi a un interven-


to?
Senza dubbio bisogna guardare a chi ti opera e af�idarsi a uno speciali-
sta serio. È possibile controllare la professionalità del medico sul sito
uf�iciale dei chirurghi plastici: sicpre.it.
Di Susanna Fiornovelli
Quando un intervento di chirurgia estetica viene sconsigliato?
Dopo una separazione con il partner o se si è in stato di insicurezza o
Quali sono gli interventi di chirurgia estetica più diffusi in Italia? fragilità emotiva.
Quelli legati al miglioramento della propria autostima: labbra, seno,
lifting facciale. I principali pazienti sono appartenenti alla seconda o In che modo il chirurgo estetico aiuta il paziente nella sua scelta?
alla terza età (sessanta o settanta anni) oppure donne dopo la Con l’onestà professionale: non bisogna avere paura di negare o
gravidanza che cercano di ricostruire un �isico scultoreo. sconsigliare un intervento.

Quali sono gli interventi più richiesti dalle donne e quali dagli La correzione degli inestetismi per restituire l’armonia a un viso
uomini? o a un corpo è un’arte: quando li rende innaturali?
Le richieste sono simili o uguali. A parte i classici come naso e labbra, Quando si giunge all’esasperazione. La chirurgia plastica va indossata
per gli uomini cresce la richiesta di addominoplastica, mentre le nel modo giusto.
donne spesso richiedono l’intervento al seno.
Quando la chirurgia estetica è utile e quando no?
Botulino sì o botulino no? È utile quando toglie i problemi, è nociva quando alimenta dubbi e
Il botulino è parte integrante della chirurgia plastica, un medico non complessi.
può esserne contrario, ma va fatto con buon senso e senza esaspera-
Quando un paziente chiede continui ritocchi un medico dovreb-
zione. La chirurgia estetica deve portare all’eleganza e alla naturalez-
za, non alla depressione e all’insicurezza. be fermarlo?
Le richieste continue vanno fermate sempre, soprattutto se sono
Quali sono le nuove frontiere della chirurgia plastica? richieste di interventi importanti. Non vanno operati i depressi, gli
Sicuramente gli studi sulle staminali rigenerative per il ringiovani- insicuri o le persone convinte da altri. Questi soggetti si riconoscono
mento dei tessuti. al primo sguardo.

Casadasoli.it: la piattaforma
gratuita per vendere e
comprare casa tra privati

“Vendi o compra la tua prossima casa


senza provvigioni e da privati”

Il nuovo portale web dove pubblicare Anche costruttori e intermediari possono


gratuitamente annunci per af�itto e pubblicare gli annunci a patto di non chiedere
compravendita tra privati, in tutta Italia commissioni all’acquirente

www.casadasoli.it Casadasoli @casadasoli.it linkedin.com/company/casa-da-soli


Dal mondo dell’informatica A(www.hostingsolutions.it)
cura di Alessio Fanfano, Marketing & sales di Hosting Solutions

Come creare siti in modo semplice


Spesso si tende a pensare che l’unica WordPress, Joomla! e PrestaShop, tutti scaricabili gratuitamente,
possibilità per essere presenti nel utilizzabili on-line e con elementi aggiuntivi acquistabili per
mondo di Internet sia quella di avere migliorare il proprio sito.
competenze tecniche o af�idarsi a Tali elementi possono essere trovati direttamente nella propria
professionisti. Sebbene questo sia interfaccia ricercandoli nella apposita sezione. Anche in questo la
innegabile, ciò non si può dire nel cento scelta può ricadere tra quelli gratuiti e quelli a pagamento. Per fare
per cento dei casi in quanto esistono un esempio, se il proprio sito ha bisogno di un calendario al suo
servizi che consentono anche ai diretti interno oppure di un sistema che consenta di effettuare e organiz-
interessati di creare siti in modo gratui- zare prenotazioni, esiste una grande quantità di plugin impostabili
to o a costi contenuti. Questi servizi a proprio piacimento.
vengono spesso offerti dai provider, ovvero da coloro che rivendo- I Site builder (letteralmente “costruttori di siti”) rappresentano
no strumenti per una presenza web professionale e aggiornata, invece soluzioni ancora più semplici e dirette. Essi consentono di
unitamente ad altri tipi di servizi necessari e correlati come, per gestire il proprio sito partendo da un tema di base modi�icabile a
esempio, la registrazione del proprio dominio o l’aggiunta di proprio piacimento, spostando gli elementi presenti e aggiungen-
caselle e-mail legate a quest’ultimo. done di nuovi senza bisogno di passare da un pannello di controllo.
Stiamo parlando dei Cms e dei Site builder che permettono di Anche in questo caso, prima di
creare il proprio blog o sito Internet in modo semplice, veloce e in pubblicare in Rete il sito creato o
totale autonomia utilizzando le tante risorse disponibili. Vediamoli modi�icato, sarà possibile visua-
per capirne le differenze. lizzare un’anteprima per
I Cms sono sistemi di gestione dei contenuti (dall’inglese Content controllare che tutto sia al suo
management system) che, grazie a interfacce intuitive, consentono posto e utilizzabile da chi
lo sviluppo di un sito Internet passo dopo passo partendo da zero. visiterà il sito.
Con un po’ di prove e di “allenamento”, i Cms diventano facilmente Dal punto di vista della semplici-
utilizzabili anche per coloro che non hanno una formazione speci�i- tà tecnica, i Site builder sono
ca in merito vista la possibilità di vedere passo dopo passo un’ante- soluzioni alla portata di tutti, ma
prima di ciò che si sta creando. è giusto anche segnalare come,
Esistono Cms per ogni tipo di sito e altri che sono più adatti a rispetto a un Cms, il numero di
progetti più speci�ici come un negozio on-line. I più famosi sono strumenti sia più limitato.

La parola all’urologo A cura di Andrea Militello, urologo e andrologo (www.urologia-andrologia.net -


www.andrologiamilitello.it)

Le differenze tra i farmaci contro la disfunzione erettile


La disfunzione erettile è un problema dire, riabilitativo dei corpi cavernosi. Tutti gli altri farmaci, Viagra,
sempre più presente e forse anche sempre Levitra, lo Spedra, il Rabestrom sublinguale hanno un’azione imme-
più denunciato dall’uomo anche in giovane diata, nell’arco di 30 40 minuti, o anche meno; il farmaco entra in
età. Alla base possono esserci problemi circolo e svolge la propria azione essendo poi metabolizzato
metabolici, endocrini, vascolari ma anche - e nell’arco di 4-6 ore.
forse più spesso di quanto si possa pensare - Per saperne di più vai sul quotidiano online “Mesepermese.it”.
di natura psicogena ed emozionale.
Esiste un percorso diagnostico che deve essere affrontato assieme
al proprio andrologo di �iducia, ma spesso, inutile nasconderselo,
l’approccio terapeutico in tutti i casi è quello di sostenere l’erezione
con i farmaci conosciuti come inibitori delle 5 Fosfo diesterasi,
5-PDEi. Conosciamo ormai da anni i farmaci dedicati all’erezione.
Ricordiamo che la prima compressa di Viagra fu introdotta nel Fai emergere il tuo stile e la tua personalità!
1998. I principi attivi sono il sildena�il (che identi�ichiamo con il
primo nome commerciale di Viagra), il tadala�il (che riconosciamo
con il primo nome commerciale di Cialis), il vardena�il (noto come
Levitra) e l’ avana�il (lo Spedra). Capita che alcune volte il paziente
tenda ad automedicarsi e i farmaci più utilizzati, forse perché sono
stati i primi a essere introdotti in commercio, sono quasi sempre il
Viagra e il Cialis. Ma quali sono le differenze sostanziali tra tutti
questi farmaci? Essenzialmente la molecola che si distacca dalle
altre è il tadala�il ossia il Cialis. Questa molecola ha un’azione che di
Bigiotteria, creazioni artistiche esclusive fatte a mano.
solito interviene entro mezz’ora o un’ora, ma che si protrae per 36
ore, chiaramente sotto stimolo. Per questo motivo alcune persone Abbigliamento donna, borse e accessori moda in tessuti naturali
non hanno un’immediata risposta, ma spesso riferiscono le risposte Via Montecristo, 17 (strada adiacente al bar Vittoria)
e quindi una valida erezione del farmaco a distanza di ore dalla sua 00015 Monterotondo (Roma)
assunzione. Per queste sue caratteristiche il farmaco è usato anche Tel. 06 9441 8818 - bakikkestyle@gmail.com
a bassi dosaggi in maniera quotidiana con uno scopo, possiamo Bakikke Style @Bakikke_Style

24 | MESE per MESE Febbraio/Marzo 2020 www.mesepermese.it


L’arte della seduzione A cura di Elisabetta Fernandez, sociologa, sessuologa, dottore di ricer-
ca in “Teoria e Ricerca sociale” (www.elisabettafernandez.it)

Eroticamente corpo, meravigliosamente umano


Tutto il corpo, dalla testa �ino ai muovono verso la parità, anche in questo ambito; anzi si ipotizza
piedi, può produrre sensazioni che fra loro l’utilizzo del partner arti�iciale precederà più veloce-
erotiche; anche se spesso si mente che per gli uomini. Robot sempre più so�isticati arrivano sul
sottovaluta il potenziale erogeno mercato, attraversati da tanti sensori collegati con il cervello
di molte zone, alle quali non si computerizzato, androidi che possono mostrare emozioni e anche
attribuisce una giusta considera- insoddisfazione, nel caso si sentissero trascurati e conseguentemen-
zione ma che, se sollecitate, sono te essere in grado di reagire. Alla mente torna la trama di un �ilm che
alquanto sensibili. Le gambe il grande Alberto Sordi diresse e interpretò nel 1980, “Io e Caterina”,
forniscono un ottimo esempio, in particolare nella parte posteriore in cui un uomo d’affari di mezza età, con inclinazioni maschiliste e
e interna della coscia, �ino al ginocchio; non da meno sono i piedi. Il deluso dalle donne, decide di acquistare un robot femmina per
perineo per la medicina cinese rappresenta il centro dell’energia prendersi cura delle faccende domestiche. Inizialmente, l’androide è
erotica della donna: è in questa zona che si interviene con l’ago- sottomessa e obbediente, ma presto si rivelerà gelosa e invadente
puntura per curare i casi di frigidità, è un punto la cui stimolazione molto più delle altre donne della vita del protagonista.
è importante per raggiungere un buon livello di eccitazione. Non si
può dubitare dell’erogenicità dell’addome e, in particolare, L’epilogo della vicenda dimostra che non è bene �idarsi troppo
dell’ombelico che richiama la vita prenatale. Il dorso, poi, è una dell’apparenza in nessun caso, specialmente di fronte a un qualcosa
zona la cui eccitabilità è considerevole, poiché rimanda ai tempi in che sia privo di un’umanità. La tecnologia, il cui dominio va in
cui gli esseri umani si accoppiavano in posizione dorso-ventrale. Se misura sempre più consistente estendendosi e intensi�icandosi
s�iorare le ascelle procura sensazioni piacevoli, altrettanto si può aprendo nuovi percorsi e conseguenti possibilità di azione, continua
dire per l’accarezzamento dell’interno del gomito. Sensibile alle a produrre una serie di cambiamenti, ma il corpo riveste, comunque,
stimolazioni è anche la nuca, in ragione delle numerose terminazio- un ruolo centrale: è veicolo nel mondo, indispensabile nelle relazio-
ni nervose presenti; le orecchie, il cui taglio presso alcune tribù ni e in particolare nella sessualità. Quel corpo fatto di carne e sangue
primitive è il corrispettivo della circoncisione, per molti sessuologi che vibra per un’emozione, piange, ride, grida e sussurra nell’atto
rappresentano un invito alla penetrazione e producono sensazioni d’amore, è insostituibile!
erotiche. I piacevoli momenti del discorso amoroso sono sempre
suggellati dal bacio, infatti le labbra e tutta la zona orale sono parti
erogene, poiché l’area del cervello che riceve le sensazioni dalla
bocca è vicina a quella nella quale arrivano i messaggi dalla zona
genitale. Tutto questo rincorrersi di zone ad alto potenziale erotico
è un altro dei motivi per ri�lettere su come il corpo sia indispensabi-
le. La tecnologia, però, propone alternative e i cultori del fetish ne
sono affascinati, sembrerebbe addirittura che la sexy real dool,
ovvero la versione inerte della donna dei sogni di indomiti feticisti,
prodotta nel 1996 dalla Abyss creations LLC, cederà de�initivamen-
te il passo alla versione ancora più costosa, il sex robot.
In breve tempo la povera bambola di silicone si accingerà a percor-
rere il viale del tramonto? La concorrenza è forte, gli androidi del
sesso sono �igli degli studi sull’intelligenza arti�iciale e procedono a
ritmi velocizzati; si prevede che entro il 2050 si avranno più
rapporti sessuali con i robot che con altri esseri umani e le donne si

Punte e doppie punte Di Luca e Stefano Ciuti, hair stylist dei vip (www.ciutieciuti.it)
tutto abbinato ad acconciature voluminose e lucide rispetto a
quelle più minimal del passato. L’effetto dei volumi, quindi, sarà
molto evidente. Per l’estate, a differenza delle colorazioni crazy
(rosa, lilla, blu ecc.), si potranno applicare extension colorate per
una maggiore durata del colore stesso.

Capelli, le tendenze colore della primavera-estate


I colori della prossima primavera-estate mischiano al biondo, il
caramello, il viola e il cioccolato scuro. Ci sarà un grande ritorno
dei colori naturali che puntano alla morbidezza e alla luminosità.
Possono essere fatti eventuali shatush naturali, diversi quindi
dalla tecnica classica, dal marrone al rosso. Il vero must sarà
l’effetto glow, lucido e brillante, che rende il capello lucente. Il

www.mesepermese.it Febbraio/Marzo 2020 MESE per MESE | 25


Vino e dintorni A cura di Giovanni Spinelli*, sommelier professionista, componente
dell’Associazione stampa agroalimentare italiana

Nelle vigne del Signore


Raramente un vigneto che viene La rimozione del vigneto ha suscitato perplessità e discussioni
estirpato fa notizia. A meno che non si circa le sue motivazioni ed è stata letta come uno sgarbo da parte
tratti di qualche super big del settore di Papa Francesco verso Benedetto XVI, perché avvenuta all’indo-
oppure, anche se per pochi �ilari, il mani del caso dei due Papi sollevato dal libro del cardinale Robert
vignaiolo in questione non sia sua Sarah, che sulla questione del celibato li ha visti contrapposti. Per
santità il Papa. I mille metri quadrati noi questa vicenda è stata uno pretesto per parlare di vino e di
del vigneto di Benedetto XVI a Castel agricoltura in maniera trasversale, come piace a chi scrive, sottoli-
Gandolfo, nei giardini delle Ville Ponti- neando come la Chiesa da secoli si occupi di far fruttare le proprie
�icie, sono stati sradicati, come riportato anche dal quotidiano “Il magioni per consumi interni di prodotti della terra e dell’alleva-
Messaggero”, per far posto ad altre iniziative di cui non è stata data mento. Potrà mai un piccolo vigneto scatenare tensioni interne,
notizia o motivazione. La decisione è partita dalla nuova direzione trasformando il vino da simbolo di pace e fratellanza a oggetto di
delle Ville Ponti�icie, espressamente nominata da Papa Francesco a scontro ecclesiastico? Dif�icile dirlo, ma resta il fatto che Trebbiano
giugno 2019, la quale ha attivato una profonda opera di trasforma- e Cesanese di Af�ile non colmeranno più, semmai lo abbiano fatto
zione e rinnovo dei giardini. Non stiamo parlando, quindi, di una in passato, il calice di Papa Ratzinger, ne allieteranno le sue sempre
vigna qualsiasi, ma dei �ilari dove Papa Ratzinger amava intratte- più rare incursioni in quell’angolo remoto dei giardini ponti�ici. Là
nersi in meditazione e ri�lessione, e che possiamo considerare dove per secoli i ponte�ici hanno trascorso i caldi mesi estivi si
simbolo di un ponti�icato cominciato ad aprile 2005 declamando la perderà un vigneto, ma si spera di guadagnare (come sembra che
citazione del Vangelo “Sono un semplice e umile lavoratore nella sia) un polo culturale e scienti�ico messo a disposizione dell’uomo
vigna del Signore”. Il vigneto donato della Coldiretti nel 2012 direttamente per volere di sua santità il Papa per la ricerca e lo
comprendeva due tipologie di vitigni, Trebbiano e l’autoctono sviluppo di questo prezioso ecosistema. Fatto sta che attualmente
Cesanese di Af�ile, inseriti all’interno dei giardini delle Ville Ponti- è stata realizzata una stradina senza sbocchi che porta verso il
�icie che possono vantare una produzione agricola e alimentare nulla. E così sia!
composta da 1.400 ulivi, 80 bovini che producono mille litri di latte
giornalieri e prodotti caseari, 800 galline e 35 arnie con altrettante *Giovanni Spinelli
famiglie di api, oltre a un ricco patrimonio di alberi, erbe e �iori, https://www.facebook.com/giospinelli
curati da un team di circa 30 persone tra giardinieri e potatori che https://www.instagram.com/renowined_/
si occupano di 30 ettari dei 55 totali delle Ville Ponti�icie. https://www.instagram.com/internationalwineservices/

Dettagli romani A cura di Fiamma Passarelli , guida abilitata di Roma e Provincia, direttore tecnico
agenzia viaggi e turismo (www.romesdetails.com, www.facebook.com/�iapassar)

Tivoli tra imperatori e cardinali


La fondazione di Tivoli è assai più antica vano in generale tutte le suggestioni ricevute nei molteplici viaggi
di Roma e risale al 1215 a.C. Secondo il che egli svolse nei suoi ventuno anni di regno. Ventuno anni spesi
mito fu Catillo il greco a creare questa viaggiando per conoscere l’impero �ino agli anditi più reconditi, per
piccola colonia che nel libro VII dell’E- conoscerne i popoli, per ascoltarne le voci, per sedare laddove
neide fu de�inita “Superbum”. Certamente fosse stato necessario, rivolte come quella dei giudei tra il 132 d.C.
Tivoli oggi è conosciuta per i due siti e il 135 d.C. per mettere in sicurezza i con�ini costruendo opere
patrimonio dell’Unesco: Villa Adriana e quali il Vallo in Britannia.
Villa d’Este, ma pochi la ricordano per il Un uomo che fece della sua residenza a Tivoli la materializzazione
Mausoleo dei Plauti, immortalato da di una idea universalistica di Roma quale dispensatrice di ordine,
Ettore Roesler Franz, o per il cosiddetto Tempio della Sibilla che pace e cultura, che fu osteggiata dai senatori, i quali covarono forti
domina l’orrido scolpito dalla copiosa cascata che il �iume Aniene risentimenti nei confronti di un principe che teneva saldamente il
ha disegnato, oppure per la tomba della vestale Cossinia, o per il potere nelle sue mani isolando ciò che rimaneva del Senato, ossia
tempio di Ercole così grandioso da essere paragonato per impor- l’antica memoria di una integrità ormai non più rappresentata
tanza al tempio della Fortuna Primigenia di Palestrina e visitato più degnamente dai suoi componenti. Adriano amò la cultura in tutte le
volte dal divo Augusto durante il suo regno. sue declinazioni, amò le religioni misteriche e le pratiche
Tivoli è la città in cui il letterato e umanista Enea Silvio Piccolomini, magico-religiose che evocavano la vita dopo la morte, per cui nella
diventato Papa nel 1458 con il nome di Pio II, fece costruire una sua villa creò
rocca difensiva così imponente da dominare ancora oggi il paesag- monumenti che La rocca Pia
gio del centro cittadino, rocca il cui nome è appunto Pia, in suo orientati astrono-
onore. Quattro degli acquedotti di Roma passano per Tivoli e micamente, in
l’abbondanza di acque, l’amenità del luogo, la presenza di sorgenti particolari giorni
di acque sulfuree convinsero l’imperatore Adriano che Tivoli fosse dell’anno, produ-
il luogo migliore per risiedervi e dare sfogo al suo talento di cevano surreali
architetto, tenendosi nel frattempo lontano dal senato di Roma, giochi di luce
causa prima della morte “prematura” di molti suoi colleghi impera- evocanti, per
tori. La villa ricreava in scala i luoghi e i paesi che maggiormente esempio, il ritorno
lasciarono un segno nella sensibilità colta di Adriano: il Serapeo e il di Osiride dagli
Canopo richiamavano l’Egitto; il Pecile richiamava Atene e la inferi.
Grecia; l’accademia, il teatro greco e latino, Roccabruna richiama- Per saperne di più vai sul quotidiano online “Mesepermese.it”.
26 | MESE per MESE Febbbraio/Marzo 2020 www.mesepermese.it
Culture
Episodi senza commento (seconda edizione)
Giovanni Piccardo (Edizioni S. Maria)
È uscita la seconda edizione di “Episodi senza commento”, volume scritto da Giovanni Piccardo, direttore e fonda-
tore dell’Istituto paritario Santa Maria di Monterotondo, da sempre propulsore culturale del territorio. I testi
sono anche tradotti in lingua inglese e francese. Come scrive Mark Temple, editor alla Oxford University press, “il
libro è una serie di ri�lessioni in prosa e in versi, alcune fattuali e altre �ittizie, basate sulle esperienze dello scritto-
re che, durante gli anni, ha meditato e valutato numerosi eventi personali nonché questioni �iloso�iche e sociali. Il
risultato è una lettura interessante e divertente che tocca argomenti a cui tutti possono relazionarsi”. Aggiunge
Temple: “Sia per gli argomenti discussi sia per il valore linguistico questo è un ottimo testo scolastico perché
consente agli alunni ampie opportunità per la scrittura di temi e di analisi critica, spunti per scrivere creativa-
mente e sviluppare le loro capacità di traduzione”.
“Il libro di Giovanni Piccardo, raccolta di poesie, brani di varia ispirazione e di prosa poetica, brani di analisi e di ri�lessione introspettiva -
afferma Alberto Secci nella sua prefazione - è essenzialmente una lunga lettera. Una lettera incalzante, coraggiosa, che nasce nel profondo delle
ri�lessioni esistenziali e intercetta, o tende a intercettare, tre diversi destinatari: prima di tutto il mondo umano, ossia il generico lettore
lontano e sfumato, disattento ma pensoso, che ha avuto occasione di ripiegarsi in pensieri simili a quelli che la pacata conversazione di Piccar-
do propone; in secondo luogo, le �iglie: ma potrebbero essere, idealmente, qualsiasi altra persona che, in qualche modo, lo chiama a un ruolo
di consigliere protettivo, lo chiama a fare “il padre”; il terzo destinatario, sicuramente il più presente nelle orazioni intonate, è se stesso: il se
stesso che indaga e che domanda, che attende delle risposte per capire, per capirsi; e, quando questo non è possibile, restano, comunque,
parole mediate per consentire all’interrogativo esistenziale di essere formulato in maniera esplicita”.
Si tratta, dunque, di un volume di grande interesse, di ampio e profondo coinvolgimento, istruttivo e costruttivo, tutto da leggere.

Il metodo Matrioska. Una scuola per il futuro


Mariangela Ceriati (Emia Edizioni)
Bullismo, dif�icoltà di apprendimento, problemi comportamentali: questi gli endemici problemi che af�liggono
bambini, insegnanti e genitori nelle scuole, da ormai troppi anni. Invece di migliorare, la situazione si è croniciz-
zata e non lascia intravedere nessuna soluzione. Continua da così tanto tempo che non ci si aspetta più nulla, né
che esista qualcosa che risolva i problemi, né che si possano davvero risolvere. Ci vorrebbe un miracolo.
In Italia ci piacciono i miracoli. Siamo dif�identi di fronte alle magie. Eppure, quando assistiamo a una di esse,
rimaniamo incantati. Il punto è che i miracoli avvengono a opera di un’entità superiore, invisibile e immateriale;
per le magie, invece, c’è bisogno del mago. Il mago agisce sulla realtà per modi�icarla. Usa dei trucchi e i risultati
ci lasciano a bocca aperta. Meraviglia, stupore, incredulità. Restiamo affascinati. Vorremmo sapere come fa.
Anche la scienza è in grado di compiere magie, che non sono trucchi, ma sono il frutto di osservazione attenta,
intensa applicazione, duro lavoro e di una conoscenza più ampia. E proprio partendo dalla scienza ecco la magia. Dal cilindro esce “Il metodo
Matrioska”. Bambini, insegnanti, genitori tutti coinvolti in un rivoluzionario “Metodo educativo globale, basato sulla persona, orientato sulla
conoscenza”, che parte dalla gioia, dal ben-essere e, ai bambini, insegna le materie sulla base della “formula della felicità”. Mondo cognitivo e
mondo emotivo si prendono per mano. I risultati sono straordinari. Per quei genitori e quegli insegnanti che non si accontentano dei miracoli
e vogliono imparare i trucchi (scienti�ici) del mago, che vogliono assistere alle meravigliose, sorprendenti magie che fanno uscire dal cilindro
bambini felici, resi capaci di imparare con gioia, capaci di con-vivere serenamente con i compagni, condividendo solidarietà e appartenenza,
senza bullismo, capaci di inventare robot, di prepararsi ad andare su Marte e anche, contemporaneamente, di imparare a rispettare se stessi,
gli altri e il loro ambiente, il metodo Matrioska crea una realtà diversa. Ed è bello starci dentro.

Mostra-concorso fotografico “Wonderscape”


all’Istituto Santa Maria di Monterotondo
Da un’idea del docente di fotogra�ia Massimo Marzano, si è tenuta
la mostra “Wonderscape” (contrazione dei termini inglesi wonder-
ful e landscape la cui traduzione signi�ica magni�ici paesaggi) che
ha visto coinvolti quindici studenti del biennio del liceo linguistico
per le arti dello spettacolo, dedicato ad Alberto Sordi, dell’Istituto
Paritario Santa Maria. La mostra-concorso prevedeva la votazione
con un bollino “like” (il celebre pollice di Facebook) stampato su
adesivo e consegnato ai visitatori i quali li hanno usati per
esprimere la propria preferenza. Le quindici foto erano esposte
volutamente senza il nome degli studenti-fotogra�i. Al termine
delle votazioni, durate due settimane, è risultato vincitore l’alunno
Da sinistra: il direttore Giovanni Piccardo, del 2° anno Simone Santocori, con un emozionante scorcio del
Simone Santocori e Massimo Marzano mare della Sardegna da lui intitolato “Un giorno ci rincontreremo”.

www.mesepermese.it Febbraio/Marzo 2020 MESE per MESE | 27


L’agenda - Mostre, spettacoli e concerti da non perdere
A cura di Carla Pagliai gli Yes hanno mantenuto un pubblico fedelissimo, continuando
costantemente ad attrarre nuovi fan nei loro 47 anni di carriera con
ROMA vari cambi di componenti della band, ma rimasti fedeli al loro perso-
nalissimo genere. Il concerto si svolgerà il 29 aprile all’Auditorium
della Conciliazione.
Raffaello in mostra alle Scuderie del Quirinale
Nelle Scuderie del Quirinale, dal 5 marzo al 2 giugno, in collaborazio-
ne con la Galleria degli Uf�izi, sarà allestita la mostra “Raffaello” L’originale sound di Pat Metheny
promossa dal Comitato nazionale per la celebrazione dei 500 anni Pat Metheny, chitarrista di fama internazionale che ha spinto la chitar-
dalla morte di Raffaello Sanzio, dalla Regione Marche e dal Comune di ra jazz oltre ogni limite creando un sound e uno stile compositivo ed
Urbino. Una rassegna monogra�ica con oltre duecento capolavori tra esecutivo unico nella storia dello strumento, si esibirà l’11 maggio
dipinti, disegni e opere di confronto che trova ispirazione soprattutto all’Auditorium Parco della Musica. Per il nuovo tour in Italia, Pat
nel fondamentale periodo romano dell’artista morto il 6 aprile del Metheny sarà af�iancato dal batterista Marcus Gilmore, nipote del
1520, a 37 anni. La mostra racconta con ricchezza di dettagli tutto il batterista Roy Haynes (che gli ha regalato il suo primo set di batteria
suo complesso e articolato percorso creativo attraverso un vasto all’età di 10 anni) e dal pianista James Francies, che a soli 24 anni è
corpus di opere per la prima volta esposte tutte insieme. oggi uno dei pianisti e tastieristi emergenti della scena moderna.

“C’era una volta Sergio Leone” MENTANA


Fino al 3 maggio, all’Ara Pacis, può essere visitata la mostra “C’era una
volta Sergio Leone”. Un omaggio speciale con cui la capitale sceglie di Arriva il bookcrossing
celebrare i 30 anni dalla morte e i 90 anni dalla nascita di uno dei più Il Comune di Mentana, in un’ottica di promozione e sviluppo culturale
grandi registi del cinema italiano. La rassegna è suddivisa in diverse e in continuità con le attività di potenziamento dei servizi della biblio-
sezioni: “Cittadino del cinema”, “Le fonti dell’immaginario”, “Laborato- teca, vuole promuovere e favorire le iniziative e le occasioni di lettura
rio Leone”, “C’era una volta in America”, “Leningrado e oltre” (dedicata e diffusione di libri sul territorio attraverso il bookcrossing, l’installa-
all’ultimo progetto incompiuto) e “L’eredità Leone”. L’esposizione è zione di espositori in alcuni luoghi strategici della città. Spiega l’as-
arrivata in Italia dopo il successo dello scorso anno alla Cinémathèque sessore alla Cultura di Mentana Barbara Bravi: “Libri che si incrocia-
Française di Parigi, istituzione co-produttrice dell’allestimento no, si scambiano, si leggono. Poi si riportano ma, volendo, possono
romano assieme alla Fondazione Cineteca di Bologna. La mostra essere tenuti e il lettore può portare un altro libro che ha letto e che,
racconta un universo scon�inato, quello di Sergio Leone, che affonda le magari, vuole che altri lettori leggano”.
radici nella sua stessa tradizione familiare: il padre, regista nell’epoca
d’oro del muto italiano, sceglierà lo pseudonimo di Roberto Roberti e,
VITERBO
a lui, Sergio strizzerà l’occhio �irmando a sua volta “Per un pugno di
dollari” con lo pseudonimo anglofono di Bob Robertson.
Viterbo sotterranea: viaggio nella profondità della
Civis Civitas Civilitas, Roma antica modello di città storia
Una mostra dedicata alla rappresentazione della città nel suo valore Viterbo sotterranea regala forti emozioni a grandi e bambini con
più pieno di espressione della civiltà romana. Un viaggio negli spazi e speciali visite guidate alla scoperta di ben due distinti luoghi under-
negli edi�ici delle città dell’impero rappresentati nei plastici in gesso ground: oltre al classico percorso, porte aperte anche al nuovo
del Museo della Civiltà romana, in gran parte realizzati da Italo percorso monumentale che emoziona e stupisce non soltanto per la
Gismondi per la mostra augustea della romanità del 1937. I modelli grandezza degli spazi, ma anche per la suggestione che questi evoca-
raf�igurano in parte lo stato di fatto dei monumenti negli anni Trenta no grazie alla loro antica storia. Dai cunicoli etruschi a quelli medioe-
del Novecento, in parte le loro ricostruzioni. Ai Mercati di vali, dai rifugi della Seconda guerra allo “studiolo” realizzato all’epoca
Traiano-Museo dei Fori imperiali �ino al 6 settembre. dai tombaroli, dal “butto medioevale” �ino ad arrivare in un ambiente
di grande fascino: il più antico luogo di culto sotterraneo del centro
storico di Viterbo. La visita alla città sotterranea si è da poco arricchi-
La prima retrospettiva romana di Ahmed Alsoudani ta con il “Museo dei Cavalieri Templari”: in mostra cimeli, oggetti
Un’importante retrospettiva ripercorre la carriera dell'artista ameri-
originali, ricostruzioni e modellini che raccontano l’affascinante
cano di origine irachena Ahmed Alsoudani. La mostra “In Between”
storia templare e il loro rapporto stretto con Viterbo. Il museo e il
raccoglie una quarantina di opere dell’autore dal 2004 a oggi. Segna,
nuovo complesso monumentale sotterraneo si possono ammirare
inoltre, il debutto a Roma dell'artista. La ricerca espressiva di Ahmed
tutti i giorni, dalle 10 alle 20, con una visita guidata che conduce alla
Alsoudani utilizza la forza comunicativa dell’arte quale strumento
scoperta di questi luoghi magici.
utile ad abbattere non soltanto le barriere sociali e culturali, ma in
www.tesoridietruria.it - welcome@tesoridietruria.it
prospettiva anche quelle etniche e religiose. Dal 26 marzo al 20
settembre a Palazzo Cipolla.

Yes, la storica band torna all’Auditorium della Conci-


liazione
Gli Yes, una della più importanti prog-rock band della storia, torna in
Italia per tre tappe del “The album series tour 2020” che conterrà per
intero l’album “Relayer” e una selezione dei più grandi successi. Gli
Yes sono nati nel 1968, padri fondatori sono stati Jon Anderson e
Chris Squire. Caratterizzati da uno stile prog sinfonico unico nel rock,
da composizioni molto lunghe e dall’uso di testi mistici e cosmici, la
band ha conosciuto il grande successo nel 1971 con due tra i loro
dischi più famosi, “Fragile“ e “The Yes Album”. Hanno pubblicato 21
album e vinto molti premi prestigiosi tra cui vari Grammy. Tra le icone
più in�luenti del rock (apprezzati oggi quanto lo erano negli Anni ’70)
28 | MESE per MESE Febbraio/Marzo 2020 www.mesepermese.it
RETE AZIENDE FORMELLO è il portale web che
raccoglie tutte le realtà imprenditoriali della zona industriale
di Formello. Un mondo di ser vizi ti aspetta per soddisfare
qualunque tua esigenza.
Nel sito potrai trovare la descrizione di ogni singola azienda e tutte le informazioni per contattarla.
Collegati al sito www.reteaziendeformello.it e scopri un mondo di servizi su misura per te!

PER TUTTE LE AZIENDE AFFILIATE, RETE AZIENDE FORMELLO OFFRE UN GRANDE SCONTO
SUI PREZZI DI LISTINO DELLE INSERZIONI SU “MESE PER MESE”. PER MAGGIORI
INFORMAZIONI CHIAMA IL NUMERO 349 5749606

SALA CONFERENZE OLMETTI


La Sala Conferenze Olmetti è perfetta per eventi aziendali come Team/Incentive Meeting, Presentazione prodotti/
servizi, conferenze stampa, formazione, training, etc. Facilmente raggiungibile tramite la Cassia Veientana
(Cassia Bis) o la via Cassia (SS2), si trova ad appena 10 minuti dal GRA nel quadrante nord di Roma. La
struttura è nuovissima e dotata di strumentazioni di ultima generazione, l’arredamento è sobrio e moderno.

SERVIZI INCLUSI NEL PREZZO:


•Wi-fi con Connessione in fibra ottica
•Video proiettore ad ottica ultracorta
•Lavagna smart interattiva
•Assistenza tecnica sui dispositivi
•Computer Apple
•Climatizzazione
•Dispenser di acqua naturale
•Sedie imbottite con scrittoio
•Bagno con accesso per disabili
•Turni: 9:00-12:30 / 14:00-17:30

Per informazioni e prezzi contatta il numero: 3495749606


Oppure scrivi una mail all’indirizzo: commerciale@reteaziendeformello.it
GOURMET, l’arte di mangiare bene
La ricetta di Andy Luotto
Polpette di melanzane con salsa di peperoni e menta
Preparazione
Per le polpette di melanzane
Tagliare le melanzane a cubettini e saltare in padella con olio e aglio. In una ciotola abbastan-
za grande mescolare le melanzane con il pane tagliato a pezzi piccoli, il parmigiano tritato, le
foglie di menta e le mandorle. Salare e pepare. Aggiungere le uova e impastare bene con le
mani. Formare delle polpettine. Infarinare e mettere in uovo sbattuto e poi impanare nel
pangrattato. Friggere in abbondante olio extravergine di oliva.

Per la salsa
Arrostire al forno 2 bei peperoni. Pelare e frullare con pochissimo aglio, peperoncino, 3
Dif�icoltà: media cucchiai di olio extravergine di oliva, un cucchiaio e ½ di zucchero, un cucchiaio di aceto
Tempo: 40 minuti bianco e sale. Frullare il tutto �ino a ottenere una bella salsa. Se questa è fredda e le polpette
calde la ricetta è ancora più gustosa!
Ingredienti per 4 persone
- 2 melanzane
- 4 fette di pane raffermo
- casereccio (mollica) Per la salsa
- 2 uova - 2 peperoni rossi
- Farina q.b. - Aglio
- Foglie di menta - Peperoncino
- Parmigiano - Zucchero
- Mandorle - Aceto bianco
- Pangrattato - Olio extravergine di oliva Immagine tratta dal libro di Andy Luotto
- Sale e pepe - Sale “Faccia da chef” (Anteprima Edizioni)

MESE per MESE


DAI VISIBILITA’ ALLA TUA ATTIVITA’, NON SBAGLIARE IL TUO INVESTIMENTO!
LO TROVI IN OMAGGIO DOVE SEI TU, NELLA CAPITALE E NELLE PROVINCE
DI ROMA E RIETI PER UN BACINO DI OLTRE 1 MILIONE DI ABITANTI

DIRETTO DA IGOR RIGHETTI


LA QUALITA’ CHE FA LA DIFFERENZA!
Tel. 06 90627082 - info@mesepermese.it - www.mesepermese.it
IDEART, GIOIELLI UNICI ED
ESCLUSIVI REALIZZATI
A MANO IN ITALIA

È produttrice di gioielleria e oreficeria in oro 18 e 14k.


Realizza creazioni artistiche esclusive: catene vuote e
massicce realizzate a macchina e a mano, anelli, solitari,
ciondoli, verette, croci, orecchini, bracciali anche con
acqua marina e perle.
L’attuale società nasce nel 1986 come “AR744” produt-
trice di semilavorati e prodotti finiti con il marchio
Ideart. L’azienda opera la vendita al dettaglio e all’in-
grosso. Gioielli di alta arte orafa, raffinati e dalle linee
ricercate, realizzati in Italia. I designer di Ideart creano
gioielli glamour, di tendenza e dalla grande personalità.

EMOZIONE cm 19 / gr 4,40. Emozionarsi per DESIDERIO cm 20,50 / gr 4,00. Il desiderio di


le piccole cose. Emozionarsi per i gesti cambiare, di vivere una vita frenetica e piena. ABBRACCIO cm 18,50 / gr 3,50. Il calore di
semplici, che sono spesso quelli che ti Il desiderio di essere se stessi, senza filtri e un abbraccio, il gesto più classico dell'amore
cambiano la vita. non avere paura del giudizio degli altri. e dell’amicizia che ci accompagna nella vita di
tutti i giorni.

AMORE cm.21 / gr 3,50. L'amore è il grande


classico. L'amore inspiegabile, il sentimento
più forte e puro in assoluto.
COCCOLA cm 20 / gr 4,10. Quella sensazio-
ne di quando rientri a casa e trovi chi ti ama
che ti aspetta. Quella sensazione di quando
sai già di trovare una persona che per te
UNIONE cm 19 / gr 2,60. L'unione è ciò che farebbe qualsiasi cosa.
porta avanti l’essere umano. L'unione di un
pensiero, di una squadra o, semplicemente,
FELICITA’ cm 18 / gr 3,50. La felicità è di due persone che creano un percorso
l'emozione più importante che accompagna la insieme.
vita di tutti noi.

VENDITA ALL’INGROSSO E AL DETTAGLIO - SPEDIZIONE IN TUTTA ITALIA


@ideartjewellery Sede: via Alberto Moravia, 9 - 52024 - Loro Ciuffenna
San Giustino Valdarno (Arezzo) - Tel. 055 9772 298 - Fax 055 9772 735
Ideartufficiale E-mail: f.lligori@ideartjewellery.com
ZE
SALA CONFEREN
V
L A B O R A T O R I O C I N E -T
LABO RATO RIO MULT IMED IALE