Sei sulla pagina 1di 3

GEOGRAFIA UMANA

La GEOGRAFIA: è spesso considerata la scienza dello spazio (cioè la


disciplina che si occupa dell'utilizzo dello spazio terrestre).
Letteralmente: "descrizione della terra" (che è tutt un compito che
spetta a tutte le scienze). La geografia potrebbe esser meglio definita:
Geografia=sapere che si interroga sul perché i fenomeni fisici e umani
differiscono da una parte all'altra della superficie terrestre.
Geografia: riguarda lo spazio e ciò che in esso agisce.
La nostra conoscenza della città/quartiere in cui viviamo: si basa sulle
conoscenza geografica (consapevolezza dell'ubicazione, rapporto
spaziale, mutamento delle varie aree e luoghi che frequent).
Svolgiamo la nostra attività in luoghi particolari (per scelta, con valore
positivo o negativo, gusto personale).
Lo stesso vale per decisioni prese da aziende (dove ubicare una
fabbrica, un magazzino: es. in relaz alle vie di trasporto); dove realizz
un centro commerciale, un parco etc.
Geografia: riguarda lo spazio e ciò che in esso agisce.
Es. noi ci relazioniamo con alcuni luoghi non solo in funzione a dove
sono situati, ma soprattutto in funzione dei fenomeni che li riguardano
(es: attività che vengono praticate).
3 parole: alto Adige, montagne, sciare: indicano il contenuto di un'area
geografica (cioè gli aspetti fisici e culturali che la geografia indaga).

La geografia si distingue in:


⁃ G
EOGRAFIA FISICA: riguarda gli aspetti dell'ambiente fisico (si
interessa alle forme fisiche della terra, loro distribuzione,
condizione atmosferica, modelli climatici; tipi di vegetazione ;
etc)
⁃ G
EOGRAFIA UMANA: riguarda le popolazioni e società umane (il
suo ambito di interesse sono gli esseri umani: dove si trovano, in
che modo interagiscono con lo spazio, che tipi di paesaggi
antropici costruiscono nei paesaggi naturali che occupano). La
geografia umana aiuta a comprendere il mondo in cui viviamo e le
vicende che riguardano popoli e paesi diversi dal nostro (es.
società e culture hanno creato dei paesaggi umani nelle diverse
parti/nelle varie regioni della terra: molto diversi tra loro, in relaz
appunto alla società e cultura).

LO SPAZIO
Per il geografo, lo spazio può esser inteso in 2 modi:
⁃ s
pazio assoluto: è sempre uguale a se stesso e matematicamente
determinabile (non cambia in base ai fenomeni che operano in
esso). Es.lo spazio di Euclide. Lo spazio assoluto è fondamentale
per realizz alcune carte e per spiegare fenomeni fisici-ambientali.
⁃ s
pazio relativo: varia in base ai fenomeni (attività e interrelazioni
tra esse, che sono sempre in mutamento, quindi anche lo spazio
relativo muta con il passare del tempo). Alcuni studiosi
considerano anche lo "spazio relazionale".

Vi sono alcune PROPOSIZIONI connesse con il concetto di spazio:


1. I
luoghi hanno una ubicazione, direzione e distanza in relazione ad
altri luoghi.
2. U
n luogo ha una dimensione (può essere grande o piccolo). La scala
è importante.
3. U
n luogo possiede sia una struttura fisica sia un contenuto culturale.
4. L
e caratteristiche dei luoghi si sviluppano e variano nel corso del
tempo.
5. g
li elementi di un luogo sono in correlazione con altri luoghi.
6. i
l contenuto dei luoghi è strutturato e spiegabile
7. I
luoghi possono essere raggruppati in unità definite regioni (in base
alle loro somiglianze e differenze).

L'ubicazione, la direzione e la distanza rappresentano i modi con cui


possiamo valutare lo spazio che ci circonda e identificare la nostra
posizione in relazione ad altri elementi o luoghi di interesse.