Sei sulla pagina 1di 16

Il gi rnalino

Amici del cuore


dell’ASSOCIAZIONE MATERANA DEGLI AMICI DEL CUORE ODV
Numero 2/2020
1

ADERENTE AL CO.NA.CUORE (d.g.r. 1760 del 03/08/1999)

INFORMAZIONE PREVENZIONE ATTIVITA’ SOCIALE CONVEGNISTICA


Poste italiane - Spedizione in A.P. -Art.2 comma 20/C Legge 662/96 - Aut. DCO/DCMT/295/2002 del 03/06/02
Registrato al Tribunale di Matera al n. 195 del 09-05-2002 - Stampato presso la Tipografia IMD LUCANA snc - Pisticci
Direttore Responsabile: Antonella Ciervo, nata a Belluno il 20-04-1965
IBAN: BPER IT 30 W0 5387 16101 000000018460 Numero di c/c postale 10348753 Amici del cuore Matera
Via degli Etruschi 1 Matera - tel/fax 0835314390 tel 0835312331 fax 0835314714
www.amicidelcuorematera.it e-mail: amicidelcuorematera@alice.it
PEC: assamicidelcuoreonlusmatera@pec.basilicatanet.it Cod. Fiscale per 5xmille 93019560775

Editoriale
“Prendi un sorriso, regalalo a chi non l'ha mai avuto. Prendi un
raggio di sole, fallo volare là dove regna la notte" scriveva il Mahatma
Ghandi e queste parole sono fortemente attuali oggi, in un'epoca in cui
la pandemia ci sta costringendo a nuove abitudini abbandonando quel-
le che caratterizzavano la nostra vita. Perdiamo, per ora, gli abbracci,
la condivisione, il contatto fisico in nome di un benessere che ci può
salvare la vita. Un valore che Gli Amici del Cuore hanno fatto proprio da
sempre ma che oggi è ancora più importante. Lo dimostrano le pagine
che seguono e che entrano in modo differente nella realtà difficile e
drammatica del Covid. La nostra attività ha subìto dei cambiamenti
ma non ha rinunciato, finchè è stato possibile, a appuntamenti fonda-
mentali come le Giornate del Cuore senza sottovalutare aspetti come
la prevenzione. Uno dei pilastri degli Amici del Cuore è la cura intesa
come assistenza, vicinanza e condivisione; questo vuol dire soprattutto
fare tesoro di ciò che sta accadendo nelle nostre esistenze e trasfor-
marlo in corretta prevenzione ma anche in condivisione. Le parole di
PARTNER MATERA CARDIOSICURA
chi ha provato sulla propria pelle la forza oscura del virus toccheranno
ognuno di voi e dimostreranno che è fondamentale aprirsi agli altri PANATHLON CLUB MATERA
Club n. 113 (I) - Area 08
e superare un momento drammatico trasformandolo in esempio. Si PUGLIA-CALABRIA-
BASILICATA
tratta di percorsi di vita che devono appartenere a un itinerario com-
plessivo nel quale la prevenzione e la conoscenza svolgono un ruolo
fondamentale anche attraverso le pagine del Giornalino. In questi
mesi difficili la nostra attenzione e il nostro impegno non sono mai
mancati perchè sappiamo che sarà la storia a raccontare questa fase
dura, terribile e soprattuto inaspettata. Saranno però le piccole grandi
storie, i volti e i nomi di chi vive nella nostra città a fare la differenza
e a dimostrare che siamo tutti parte di un unico e immenso disegno
nel quale ognuno è chiamato a fare la propria parte anche con questo
strumento di comunicazione che è sempre più il braccio operativo di
un gruppo di persone straordinario e unito.
Stiamo per entrare in un nuovo anno che ci porterà novità e sfide
sempre nuove. Non tiriamoci indietro e ricordiamo che tutti insieme
sapremo guardare avanti con positività e voglia di farcela.
Buona vita a tutti noi
Antonella Ciervo
Amici del cuore 2

CUORE e COVID 19
documentata raramente.
Non si conosce ancora bene
la natura di questo coinvolgi-
mento, d’altronde l’argomen-
to è piuttosto recente e gli
esperti sono ancora al lavoro
perché per poter dare rispo-
ste certe è necessario avere
casistiche più ampie possibili.
Certo è che il coinvolgimento
cardiaco, come già detto,
peggiora di molto la prognosi
di questi pz anche in maniera
direttamente proporzionale
alla entità dell’aumento della
troponina: infatti la più alta
mortalità si è riscontrata in
La recente epidemia, che ha colpito principal- chi aveva la troponina più alta.
mente l’apparato respiratorio, ha visto però anche A tutto ciò si sono aggiunti i notevoli problemi
un importante coinvolgimento dell’apparato car- di assistenza ai pz cardiopatici già noti o presunti
diovascolare sia direttamente che indirettamente tali che necessitavano di esami clinici e strumen-
e sia come fattore di rischio che come bersaglio. tali. Intanto tutti si sono guardati bene dal recarsi
Infatti una pregressa cardiopatia e/o iperten- agli ambulatori medici e soprattutto in Ospedale
sione è stata molto spesso riscontrata nei soggetti dove i virus circolavano quasi indistubati, perlo-
ricoverati per infezione da coronavirus come se meno all’inizio della pandemia, ma anche quei
abbiano costituito un terreno fertile per il virus pochi che volevano accedervi ne erano impediti o
ed i pazienti (pz) deceduti hanno molto spesso comunque scoraggiati dai provvedimenti restrit-
ipertensione e cardiopatia in anamnesi oltre che tivi, che in parte perdurano anche attualmente.
essere in età avanzata Quindi omissioni e ritardi nell’esecuzione di visite
Inoltre una percentuale (19 – 28 %) non tra- ed esami strumentali, ritardi nell’accesso ai Pronto
scurabile di pz sintomatici ha presentato aumento Soccorso anche dei pz con infarto acuto e sappiamo
sierico della troponina T che è una proteina spe- quanto è importante in questi casi recarsi al più
cifica delle cellule muscolari del cuore ed è quindi presto in Ospedale. Difatti dalle prime valutazioni
indicativa di danno miocardico acuto, molto utile pare che gli infarti siano aumentati. Ancora oggi
quindi per la diagnosi di infarto acuto ma si po- l’assistenza ospedaliera ai cardiopatici è rallentata
sitivizza in tutte le altre situazioni di sofferenza un po' dovunque se non altro per l’accumulo delle
miocardica acuta anche non da causa ischemica prestazioni che non si sono potute eseguire nei
come ad esempio miocardite, scompenso, embo- mesi precedenti. Scopriremo nei prossimi mesi se
lia polmonare, insufficienza respiratoria acuta ed tutto ciò ha provocato o meno un aumento della
altre ancora. morbilità e mortalità cardiovascolare.
Molti pazienti hanno quindi subito un danno Desideriamo tutti un ritorno alla normalità, e
miocardico acuto e di questi circa il 50 % sono dece- magari una normalità anche migliore di prima.
duti. Questo danno miocardico non sembra su base Dr. Giuseppe Centonze
ischemica e una vera e propria miocardite è stata Direttore dell'Ambulatorio di Cardiologia Sociale
Amici del cuore 3

IL MIO LOCKDOWN
Questa strana parola, sconosciuta ai più fino a ma è la realtà: questi due mesi di “confinamento”
tre mesi fa, significa “confinamento” nella nostra sono stati salutari e di gran pace per molte perso-
lingua che spesso sacrifichiamo a vantaggio dell’in- ne che si sono completamente rilassate ed hanno
glese. Abbiamo cominciato ad usarla i primi giorni riscoperto i veri valori della vita. Hanno acquisito
di Marzo quando siamo stati obbligati al “confina- più valore la vita, gli affetti familiari, i figli ed i
mento”. Il COVID-19, un essere invisibile venuto nipoti, le piccole cose di tutti i giorni come fare la
chissà come dalla lontana Cina, si è insinuato tra colazione, pranzare o pregare tutti insieme. Per
la nostra gente e poi in tutto il mondo, seminando quanto mi riguarda non abbiamo potuto recarci
malattia, morte, dolore. Dal piccolo focolaio di dai nostri figli e dai nipotini che vedevamo solo
CODOGNO è diventato un incendio che mai nessun
uomo del ventesimo secolo si sarebbe aspettato.
Le nostre vite sono state stravolte nel giro di po-
chi giorni! I nostri governanti, non sapendo come
arginare questo fiume in piena del contagio, sono
stati costretti a mettere dei freni a tutti i nostri
comportamenti ed abitudini. Da un giorno all’altro
ecco il “LOCKDOWN”. Non ci si poteva muovere da
casa per nessuna ragione! In questo modo abbiamo
avuto delle situazioni raccapriccianti di famiglie
frazionate; figli lontani dai genitori per studio o per
lavoro, coniugi separati da sedi di lavoro diverse,
parenti in varie città italiane se non proprio all’e-
stero. Tutto si è fermato, bloccato, senza possibilità
di cambiamento! Purtroppo quando si vuole rag-
giungere un scopo bisogna essere intransigenti, non tramite videochiamata, ci siamo però sentiti più
si può scendere a compromessi, non bisogna fare vicini che mai. Eravamo tutti nelle stesse condizioni:
eccezione per nessuno. Il presidente del consiglio preoccupati dello stato di salute gli uni degli altri.
Giuseppe Conte, diventato antipatico a molti, è I figli ci raccomandavano di non uscire di casa per
stato costretto ad essere rigido per salvare l’Italia nessuna ragione per non contagiarci, noi faceva-
dal totale annientamento. mo altrettanto. Hanno dovuto lottare molto per
Per far rispettare le regole c’erano le forze frenare la dinamicità del padre che si è convinto a
dell’ordine che sanzionavano tutti coloro che tra- farsi portare i giornali a casa rinunciando all’unica
sgredivano; poteva costare caro anche fare la spesa ragione per uscire. Per me è stato un periodo di
a più di 200 m. da casa. In questo modo siamo rilassamento totale perché uscivo solo una volta
stati tutti segregati ognuno in casa sua: in Italia o la settimana per fare la spesa e poi sempre in casa
all’estero senza poter rientrare a casa propria in a fare tutto con tranquillità. La cosa più strana e
patria. Ciò che sto per dire può sembrare assurdo bella è stata quella di avere mio marito insieme

Le attività di cui leggete in questo Giornalino non sono “sulla carta”, sono iniziative reali,
concrete che necessitano di persone che si possano prestare in tali iniziative e di adeguato
sostegno economico. Se vi sentite parte di questo mondo ciò che vi chiediamo è di conti-
nuare ad essere presenti fino in fondo RINNOVANDO IL TESSERAMENTO.
Amici del cuore 4

24 ore su 24, ciò che non è mai capitato in 44 anni


di matrimonio. Quando lavoravamo c’era il lavoro
che ci separava, poi gli hobby ed impegni vari che
si sono incrementati con il pensionamento. Mio
marito non ha un attimo di tregua, è sempre im-
pegnato per mille faccende extrafamiliari, dando
fretta ed ansia a chi lo circonda. Non è mai dispo-
nibile ad accompagnarmi a fare la spesa e se lo fa
vuole che mi sbrighi perché lui ha i suoi impegni.
Grazie al LOCKDOWN si è calmato! Ha cominciato
a dedicarmi più tempo e ad interessarsi di più alle
cose della sua famiglia, a fare la spesa insieme a
me! Abbiamo fatto insieme quello che per un po’ se è tanto triste sentire notizie ferali io sono stata
non ho potuto fare da sola come per esempio ri- bene perché in compagnia di mio marito che non
spolverare e riordinare i libri nella libreria. Abbiamo era mai stato tanto tempo con me. Purtroppo tutto
scoperto insieme tanti oggetti dimenticati, ma ben questo dal 4 maggio è finito! Mio marito ha ripreso
conservati, che hanno sollecitato dei ricordi della la vita di prima, scappa via a prima mattina, ritorna
nostra vita passata. Facevamo tutto con calma per il pranzo e la sera per la cena. Si fa di nuovo
dall’alzarci la mattina, al far colazione, al prepara- tutto in fretta perché ormai ci sono i soliti impegni
re il pranzo scoprendo nuove ricette, al riposino che richiamano e attirano fuori casa. Non vorrei
pomeridiano ed infine al bel gesto di recitare il proprio che ci fosse un ritorno del LOCKDOWN ma
rosario tutti i pomeriggi. Mi sono sentita tranquilla certamente per me sarà un periodo memorabile.
e rilassata perché lo era anche mio marito. Anche Anna Maria Gambardella

LE NOSTRE ATTIVITÀ
SI FINANZIANO SOPRATTUTTO
COL TESSERAMENTO.
Rinnovate l’iscrizione
all’Associazione per l’anno 2021,
solo 25 euro
per continuare a ricevere
il Giornalino, per partecipare
alle nostre gite e per sentirvi
un po’ protagonisti
di tutte le iniziative promosse.
Potete utilizzare le modalità
consuete o potete contattarci
ai nostri recapiti; offrendo, per
quel che possibile, voi stessi:
la vostra disponibilità, le vostre
idee, la vostra voce.
Incontriamoci! Ascoltiamoci!
Amici del cuore 5

IL SOLE SPLENDE ANCORA…


Questa terra è tormentata ha l’aspetto di un Abbiamo rallentato la nostra corsa? Abbiamo
cane bastonato. capito il valore degli affetti?
Tutti gli uomini sono impauriti; ognuno è rin- Una stretta di mano non dà solo germi…….
chiuso nella sua “casa”. È il piacere d’incontrarsi, è il sentire il calore del
Si è ristretto il territorio del dominio; non ab- fratello, dell’amico.
biamo più la libertà….. Un abbraccio è il segno che io sono con te: ti
Ormai bisogna ridimenzionarsi accettare la na- voglio bene.
tura terrena d’ognuno. Un viso sorridente è l’augurio di una buona
Non siamo onniscienti ed onnipotenti! giornata.
Siamo lì lì per arrivare in cima ma “un nulla” ci Questa paura un giorno finirà…. Tutti insieme,
spinge nel baratro. tenendoci per mano, guarderemo lassù…… e
Il nostro cervello è grande ma….. non uguaglia diremo: “IL SOLE SPLENDE ANCORA”
un cervello superiore. Anna Maria Gambardella
Ci sentiamo piccoli, insignificanti, siamo impo-
tenti ed indifesi.
Combattiamo ogni giorno col nemico: è cattivo,
subdolo ed invisibile.
Un silenzio tombale ci avvolge! Le strade, i par-
chi, i giardini: deserti!
Ci sentiamo sospesi tra la terra ed il cielo. Già
il cielo………
Guardiamo lassù ed imploriamo aiuto! Solo
lassù c’è chi pùò aiutarci.
Attraverso la mente e la mano d’un uomo Dio
forse ci aiuterà ancora.
Ha voluto metterci alla prova!
Abbiamo compreso la nostra piccolezza? Abbia-
mo apprezzato le cose banali della vita?

Caro amico,
ti informo che con il tuo 5xmille abbiamo
portato a termine quanto programmato:
vedi
• Ambulatorio di Cardiologia Sociale;
• Acquisto tenda PMA (Posto Medico
Avanzato) in caso di calamità e
screening ad extracomunitari;
• Screening Istituti Superiori di Matera;
• Corso BLS-D Vigili Urbani di Matera;
• Corso BLS-D Volontari dell’Associazione
Amici del cuore 6

DOLCI NEMICI
di infiammazione organica. Quello in eccesso,
infatti, è in grado di legarsi ad alcune molecole
del nostro organismo, che vengono riconosciute
come estranee generando reazioni immunitarie
e fenomeni infiammatori. Tutto questo favorisce
l’invecchiamento e potenzialmente danneggia le
funzioni organiche. Inoltre, lo zucchero influisce
negativamente anche sulla pressione e sul cole-
sterolo. Una alternativa è lo zucchero di canna
integrale che è più consigliabile rispetto a quello
I carboidrati, sono la base della sopravvivenza bianco raffinato perché innalza meno la glicemia
però importante saperli scegliere e mangiarne
pochi. Anche se il corpo assimila nello stesso modo
tutti i carboidrati, questi nutrienti sono suddivisi
in complessi e semplici. I carboidrati complessi,
di origine vegetale, sono chiamati amidi e fibre; si
trovano nei cereali, nella verdura e in vari tipi di
pane, semi e legumi. I carboidrati semplici (anche
chiamati zuccheri semplici) sono contenuti nello
zucchero da tavola, nella frutta, nei dolci, nelle
marmellate, nelle bibite, nei succhi di frutta, nel
miele, nelle gelatine e negli sciroppi. ma avendo meno potere dolcificante si è portati a
Lo zucchero da tavola favorisce il diabete e usarne di più. Tra i dolcificanti più usati c’è il frut-
l’obesità. Inoltre, è una delle principali cause tosio che è uno zucchero semplice presente nella
frutta e nel miele, superiore al saccarosio se ne può
usare leggermente meno perché dolcifica di più ma
alcuni studi ne hanno sconsigliato l’uso per delle
alterazioni metaboliche. Il miele invece è il dolci-
ficante più antico, costituito per l’85% da zuccheri
semplici, tra cui i più importanti sono il fruttosio e
il glucosio. Nel miele sono presenti tracce di ammi-
noacidi e grassi e anche sali minerali e vitamine. Il
miele è leggermente meno calorico dello zucchero
ma il suo potere dolcificante si attenua con il calore.
Un dolcificante naturale di uso recente è la stevia,
una pianta perenne della famiglia dei crisantemi,
originaria del Sudamerica. Hanno potere dolcifi-
cante sia le sue foglie fresche che secche e ridotte
in polvere. Questo dolcificante dolcifica 300 volte
più dello zucchero, ma ha retrogusto più o meno
marcato di liquirizia che non è gradito a tutti, infine
l’aspartame che è un dolcificante di sintesi privo di
retrogusto sgradevole e 200 volte più dolcificante
dello zucchero però ha anche qualche raro effetto
Amici del cuore 7

Framingham è una cittadina ameri-


cana che fornisce dati sulla salute dei
propri abitanti da decenni, recente-
mente sono state analizzate quattro-
mila persone, verificando il consumo
di bevande zuccherate (ma anche diet
) consumate nell’arco di un decennio.
Anche se non è possibile stabilire un
nesso diretto di causa ed effetto, è però
stato notato che il consumo di una o più
di queste bevande al giorno aumentava
di tre volte il rischio di demenza e ictus.
La quantità giornaliera raccomandata
dagli esperti italiani per un’adeguata
alimentazione) fissano al 15% il limite
collaterale come vomito , mal di testa o dolore massimo dell’introito calorico giornaliero derivante
addominale. da zuccheri semplici. Possiamo dunque considerare
Un’attenzione particolare meritano le bibite zuc- prudente una quantità media giornaliera intorno al
cherate che non solo fanno ingrassare, ma anche 10%. Questa quantità, in una persona adulta con un
invecchiare il cervello, facendo crescere il rischio fabbisogno di circa 2 mila calorie giornaliere, corri-
di demenza. Lo affermano due studi della Boston sponde a 50 grammi, cioè 10 zollette o cucchiaini.
University. Si tratta di indagini ampie, con soggetti Umberto Palazzo
Responsabile Comunicazione
che hanno partecipato al Framingham Heart Stu-
A.F.T. Accademia Federiciana per
dy’s che comprende figli e nipoti dei partecipanti La Trombosi e le Malattie Cardiovascolari
al Framingham Study del 1948. Presidente Dott. Andrea Sacco

CENTRO DI FORMAZIONE AMICI DEL CUORE


PROMUOVE LA FORMAZIONE BLSDa
ALLE MANOVRE DI PRIMO SOCCORSO

www.amicidelcuorematera.it
amicidelcuorematera@alice.it

Via Traetta 8 - 75100 Matera


Amici del cuore 8

LA GIORNATA MONDIALE
DEL CUORE

Il Sindaco saluta i volontari intrattenendosi con loro.

In quest’anno, così tormentato dal virus CO- PRICARD per la ricerca cardiologica. Nella postazio-
VID-19, l’associazione materana amici del cuo- ne medica alcune infermiere volontarie affiancate
re ha avuto un periodo di stasi solo durante il dai medici, tutti opportunamente protetti da ma-
LOCKDOWN. Successivamente ha ripreso, con scherine, guanti e termoscanner, hanno rilevato il
tutte le precauzioni e nel rispetto delle norme, la
sua consueta attività. E’ stato riaperto al pubblico
l’ambulatorio di cardiologia sociale dai primi gior-
ni di settembre e ad ottobre, come accade ogni
anno, c’è stata “la giornata mondiale del cuore”. I
giorni dedicati a questa ricorrenza sono stati due e
precisamente il 10 e 11 ottobre. I volontari dell’as-
sociazione hanno provveduto a collocare in piazza
Vittorio Veneto la grande tenda che funge da posta-
zione medica avanzata. Quest’anno hanno dovuto
anche segnalare con la grafica sul pavimento e le
transenne il “PERCORSO COVID” onde evitare con-
tatti tra le persone ed assicurare il distanziamento.
In tale occasione c’è stata la vendita delle “NOCI
SALVACUORE” il cui ricavato va devoluto al fondo
Amici del cuore 9

valore pressorio e la colesterolemia e glicemia con avuto l’onore di ospitare il neo-sindaco Domenico
una piccola goccia di sangue. Molte sono state le Bennardi che si è sottoposto regolarmente allo
persone che pazientemente hanno atteso il loro “screening” e si è complimentato con il presidente
turno per lo screening ed anche per contribuire Paolo Loiodice e tutti i volontari che, con tenacia
all’acquisto delle noci. Quest’anno abbiamo anche e dedizione, sostengono l’associazione nelle sue
varie attività.
Anna Maria Gambardella

Il Sindaco di Matera Dr. Domenico Bennardi si intrattiene con


il Presidente dell'Associazione Paolo Loiodice

Il Sindaco di Matera si sottopone allo screening proposto da-


gli Amici del Cuore durante la Giornata Mondiale per il Cuore I volontari annotano i risultati dello screening

Nei giorni 10-11 ottobre in Piazza


Vittorio Veneto, come ogni anno
abbiamo effettuato il controllo
del colesterolo, glicemia, P.A. e
la raccolta fondi “Le noci del cuore”. Il ricavato,
come sapete, in parte viene utilizzato a Matera
e in parte alimenta il Fondo Pricard, destinato a
giovani ricercatori di tutta Italia.
Grazie per la generosità!
Amici del cuore 10

MELANOMA E SOLE
Il melanoma cutaneo è una tumore ad elevata
malignità, visibile sulla pelle sin dalle sue prime
espressioni Può originare sia da cellule della cute
normale sia da cellule dei nei già presenti sulla
pelle stessa. Tra i tumori cutanei è il più maligno e
il meno frequente rappresentando il 5% di questi.
Da diversi decenni la sua incidenza è in rapido e
costante aumento e tale aumento è superiore a
quello registrato per tutti gli altri tipi di tumori
maligni. Il rischio del melanoma è maggiore nei
soggetti di razza bianca (in particolare in quelli
con carnagione chiara, occhi azzurri e capelli
biondi o rossi che facilmente si scottano) e tende
ad aumentare dai poli verso l’equatore, essendo
massima in Australia, dove coesistono entrambi i
principali fattori di rischio: forte esposizione al sole
e maggior numero di individui con pelle chiara. Altri
fattori di rischio sono la presenza di numerosi nei
e la ereditarietà (il 5-10% dei melanomi insorge in mezzi di informazione possono svolgere un ruolo
un contesto familiare). importante per richiamare l’attenzione della gen-
L’insorgenza del melanoma sembra correlata ad te su questo tema. Ma un ruolo decisivo hanno i
una esposizione solare intensa ed intermittente, medici di base i quali oltre a svolgere un’attività di
cioè quella che facciamo di solito durante i week- screening possono indirizzare pazienti selezionati
end, e allo sviluppo di ustioni solari specie se in età verso centri specialistici dedicati. Alcune regioni
infantile. Al contrario, la fotoesposizione cronica svolgono per i medici di base giornate di aggior-
tipica dei nostri contadini e marinai rappresen- namento sulla diagnosi del melanoma cutaneo.
terebbe un fattore di protezione. La sua precoce Sicuramente utile è lo “Skin cancer day” giornata
asportazione consentirebbe la guarigione nel 100% nazionale per la prevenzione dei tumori della pelle,
dei casi, questo obiettivo può essere centrato che si celebra ogni anno su tutto il territorio nazio-
attraverso la sensibilizzazione della popolazione nale, presso strutture dermatologiche accreditate
al problema dei nei e delle lesioni pigmentate che accolgono gratuitamente i pazienti. La diagnosi
della pelle, ma ancora più importante sarebbe la precoce di melanoma passa anche attraverso il
prevenzione volta a indurre una più consapevole miglioramento delle tecniche diagnostiche. Tra di
esposizione al sole, soprattutto nell’età infantile I queste la Dermoscopia occupa un ruolo centrale,
Amici del cuore 11

in quanto consente un miglioramento sino al 90% tia con un aggravamento della prognosi proporzio-
della accuratezza diagnostica rispetto all’utilizzo nale all’aumento di spessore. In questi casi oltre ad
del solo esame clinico; ciò avviene tuttavia solo una escissione allargata, sarà opportuno eseguire
per dermatologi “esperti” in questa tecnica, quelli la biopsia del linfonodo sentinella e in caso di po-
cioè che si sottopongono ad opportuni corsi di sitività si dovrà procedere allo svuotamento della
apprendimento. Il trattamento del melanoma pri- stazione linfonodale interessata. La tecnica del lin-
mario è di tipo chirurgico, si tratta di una procedura fonodo sentinella si basa sul fatto che le cellule del
abbastanza semplice che in genere può essere melanoma si diffondono preferibilmente attraverso
eseguita in anestesia locale e in Day Hospital; tut- le vie linfatiche. Pertanto andando ad esaminare
tavia la prognosi e finanche la strategia chirurgica il linfonodo detto sentinella, cioè quello disposto
sono condizionate da un aspetto molto importante a valle del torrente linfatico, dove cioè dovrebbe
che è lo spessore del melanoma: se il melanoma localizzarsi l’eventuale metastasi, si ottiene una
ha uno spessore inferiore o uguale a 0,80 mm è valutazione abbastanza oggettiva della eventuale
presumibile che la neoplasia sia ancora limitata alla diffusione della malattia a della sua gravità.
cute con una prognosi ottima e un rischio minimo A causa della possibilità di progressione della
di progressione; il trattamento chirurgico si limita malattia i pazienti affetti da melanoma devono
ad una escissione semplice della neoplasia stessa. essere sottoposti ad adeguati controlli periodici
Diversamente, per lesioni di spessore maggiore di che devono durare tutta la vita.
0,80 mm vi è un rischio di progressione della malat- Dr. Nicola Arpaia

BILANCIO ANNO 2019


Potete consultare i rendiconti completi contattandoci in sede
o sul sito web www.amicidelcuorematera.it
ASSOCIAZ. MATERANA AMICI DEL CUORE ONLUS

Rendiconto Finanziario
Dal: 01/01/2019 al: 31/12/2019
Conti Finanziari
Conto Descrizione Saldo iniziale Entrate (A) Uscite (B) Differenza Gir. Entr/ Retif Gir. Uscite Saldo
101 Cassa 266,85 14.375,00 7.897,02 6.477,98 3.800,00 10.280,00 264,83
102 Cassa assegni 0,00 2.020,00 0,00 2.020,00 0,00 2.020,00 0,00
201 BPER: Banca - c/c n. 000000018460 4.675,56 24.137,80 30.194,41 - 6.056,61 14.462,97 0,00 13.081,92
202 BancoPosta - c/c n. 000010348753 1.695,28 11.383,20 6.999,26 4.383,94 0,00 5.300,00 779,22
301 UBI Banca Carime - c/c n. 000000002239 1.990,12 0,00 2.077,45 - 2.077,45 100,00 12,67 0,00
401 Altri crediti diversi 0,00 0,00 0,00 0,00 750,30 750,30 0,00
Totali 8.627,81 51.916,00 47.168,14 4.747,86 19.113,27 18.362,97 14.125,97

Crediti
Descrizione Saldo iniziale Importo Incassato Differenza (C) Saldo
Clienti 3.000,00 3.810,00 3.810,00 0,00 3.000,00
Clienti Privati/Soci 0,00 3.205,00 3.205,00 0,00 0,00
Totali 3.000,00 7.015,00 7.015,00 0,00 3.000,00

Debiti
Descrizione Saldo iniziale Importo Pagato Differenza (D) Saldo
Collaboratori 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00
Fornitore 0,00 28.604,91 28.604,91 0,00 0,00
Totali 0,00 28.604,91 28.604,91 0,00 0,00

Totali Saldo iniziale Entrate (A+C) Uscite (B+D) Differenza Saldo


Totale 11.627,81 51.916,00 47.168,14 4.747,86 17.125,97

Pagina 1 / 1
ASSOCIAZ. MATERANA AMICI DEL CUORE ONLUS ASSOCIAZ. MATERANA AMICI DEL CUORE ONLUS

Via degli Etruschi 1 Via degli Etruschi 1


75100 MATERA (MT) 75100 MATERA (MT)
Partita IVA 01244270771 - Codice Fiscale 93019560775 Partita IVA 01244270771 - Codice Fiscale 93019560775

Rendiconto Economico Rendiconto Economico


Amici del cuore

Stagione/Esercizio: ANNO 2019 Stagione/Esercizio: ANNO 2019


Dal: 01/01/2019 al: 31/12/2019 Dal: 01/01/2019 al: 31/12/2019
Codice Descrizione Istituzionale Commerciale Promiscua Totale Codice Descrizione Istituzionale Commerciale Promiscua Totale
A ENTRATE 47.596,00 4.320,00 0,00 51.916,00 B.06.001 Materiali di consumo per struttura -216,60 0,00 0,00 -216,60

A.01 QUOTE ASSOCIATIVE 3.000,00 0,00 0,00 3.000,00 B.06.002 Materiali di consumo per attività -919,00 0,00 0,00 -919,00

A.01.001 Quote associative 3.000,00 0,00 0,00 3.000,00 B.06.004 Cancelleria e stampati -432,58 0,00 0,00 -432,58

A.02 CONTRIBUTI PER PROGETTI E/O ATTIVITA (art. 32.330,15 0,00 0,00 32.330,15 B.06.005 Carburanti e lubrificanti -1.020,00 0,00 0,00 -1.020,00
5 L. 266/91)
B.06.006 Materiale sanitario - farmaci -1.117,33 0,00 0,00 -1.117,33
A.02.001 Contributi da soci 335,00 0,00 0,00 335,00
B.07 GODIMENTO BENI DI TERZI -9.723,00 0,00 0,00 -9.723,00
A.02.002 Contributi da non soci 14.875,00 0,00 0,00 14.875,00
B.07.001 Affitti -9.723,00 0,00 0,00 -9.723,00
A.02.004 Contributi da enti pubblici (comune, provincia, regione, stato) 793,00 0,00 0,00 793,00
B.08 ONERI FINANZIARI E PATRIMONIALI -4.576,91 0,00 0,00 -4.576,91
A.02.006 Contributi da altre Odv 530,00 0,00 0,00 530,00
B.08.003 Costi c/c bancario -235,49 0,00 0,00 -235,49
A.02.007 Contributi dal cinque per mille 15.346,87 0,00 0,00 15.346,87
B.08.004 Costi c/c postale -145,92 0,00 0,00 -145,92
A.02.008 Contributi altro 450,28 0,00 0,00 450,28
B.08.010 Valori bollati -38,50 0,00 0,00 -38,50
A.05 ENTRATE DA ATTIVITA’ COMMERCIALI 4.090,00 0,00 0,00 4.090,00
PRODUTTIVE MARGINALI (Raccolta fondi) B.09 BENI DUREVOLI -700,83 0,00 0,00 -700,83
A.05.001 Vendite occasionali o iniziative occasionali di solidarietà (D.M. 4.090,00 0,00 0,00 4.090,00 B.09.001 Acquisto beni durevoli -700,83 0,00 0,00 -700,83
1995 lett.a)
A.06 ALTRE ENTRATE (comunque ammesse dalla 1.156,13 1.260,00 0,00 2.416,13 B.10 IMPOSTE E TASSE -171,66 0,00 0,00 -171,66
L.266/91) B.10.001 Imposte e tasse -171,66 0,00 0,00 -171,66
A.06.002 Interessi su conti correnti bancari 0,06 0,00 0,00 0,06
B.12 ALTRE USCITE/COSTI -5.236,37 0,00 0,00 -5.236,37
A.06.003 Altre entrate 1.156,07 0,00 0,00 1.156,07
B.12.002 Quote associative a odv collegate o Federazioni (specificare) -260,00 0,00 0,00 -260,00
A.06.004 Corsi di formazione BLSD 0,00 1.260,00 0,00 1.260,00
B.12.004 Altri costi -280,00 0,00 0,00 -280,00
A.06.005 Prestazioni di servizi di natura commerciale 0,00 3.060,00 0,00 3.060,00
B.12.007 Spese per missioni del Presidente -1.253,79 0,00 0,00 -1.253,79
A.08 PARTITE DI GIRO 7.019,72 0,00 0,00 7.019,72
B.12.009 Sanzioni e ammende -73,40 0,00 0,00 -73,40
A.08.001 Partite di giro (entrate) 7.019,72 0,00 0,00 7.019,72
B.12.010 Commissioni e diritti vari -2,00 0,00 0,00 -2,00
B USCITE -47.168,14 0,00 0,00 -47.168,14
B.12.011 Costi sostenuti durante l'attività dei volontari -414,10 0,00 0,00 -414,10
B.02 ASSICURAZIONI -2.864,79 0,00 0,00 -2.864,79
B.12.013 Mat. di ferram., edile, elettrico, ecc. -114,87 0,00 0,00 -114,87
B.02.001 Assicurazioni volontari - art. 4 L.266/91 -515,69 0,00 0,00 -515,69
B.12.014 Spese varie -2.405,61 0,00 0,00 -2.405,61
B.02.002 Assicurazioni altre (veicoli, immobili, attrezzature) -2.349,10 0,00 0,00 -2.349,10
B.12.016 Ritenute fiscali su compensi lav. autonomo -156,00 0,00 0,00 -156,00
B.04 ACQUISTI DI SERVIZI -10.461,10 0,00 0,00 -10.461,10
B.12.017 Erogazioni liberali -350,00 0,00 0,00 -350,00
B.04.001 Manutenzioni e riparazioni -5.666,88 0,00 0,00 -5.666,88
B.13 PARTITE DI GIRO -7.019,72 0,00 0,00 -7.019,72
B.04.002 Trasporti -21,50 0,00 0,00 -21,50
B.13.001 Partite di giro (uscite) -7.019,72 0,00 0,00 -7.019,72
B.04.004 Consulenza fiscale e del lavoro -1.230,00 0,00 0,00 -1.230,00
B.14 PAGAMENTI IN CONTO CAPITALE -1.942,36 0,00 0,00 -1.942,36
B.04.005 Spese postali e telegrafiche -1.160,00 0,00 0,00 -1.160,00
B.14.001 Rimborso rate mutui - Quota capitale -1.902,08 0,00 0,00 -1.902,08
B.04.008 Prestazioni di lavoro autonomo occasionale -2.382,72 0,00 0,00 -2.382,72
B.14.002 Rimborso rate mutui - Interessi -22,88 0,00 0,00 -22,88
B.04.009 Spese tipografiche -4.083,60 0,00 0,00 -4.083,60

B.05 UTENZE -765,89 0,00 0,00 -765,89


B.05.001 Telefoniche -765,89 0,00 0,00 -765,89

B.06 MATERIALI DI CONSUMO -3.705,51 0,00 0,00 -3.705,51

Pagina 1 / 3 Pagina 2 / 3
12
Amici del cuore 13

AISM - ASSOCIAZIONE ITALIANA


SCLEROSI MULTIPLA - SEZIONE DI MATERA

AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, provinciali, i Coordinamenti regionali, 50 Gruppi


è l’unica organizzazione in Italia che si occupa in operativi, e grazie all’energia e all’entusiasmo di
modo strutturato e organico di tutti gli aspetti legati oltre 13.000 volontari.
alla sclerosi multipla (SM), attraverso una prospet- È questa forza che fa di AISM l’interlocutore più
tiva d’insieme che abbraccia il tema dei diritti delle vicino perché nessuno sia lasciato solo, ma soste-
persone con SM, i servizi sanitari e socio-sanitari, nuto da risposte qualificate. Grazie a interventi di-
la promozione, l’indirizzo e il finanziamento della retti di sostegno all’autonomia e all’empowerment
ricerca scientifica. individuali, che si integrano con la promozione e
Nata nel 1968 per rappresentare i diritti e le la qualificazione della rete territoriale dei servizi,
speranze delle persone con SM, AISM è da allora ciascuno, in ogni fase di vita e di malattia, è posto
il punto di riferimento più autorevole per chi è al centro di un progetto individuale riabilitativo e
colpito dalla patologia, ma anche per i familiari, gli socioassistenziale.
operatori sociali e sanitari e tutti coloro impegnati Per la RICERCA, per individuare terapie e tratta-
a cambiare la realtà della sclerosi multipla. menti efficaci a rallentare il decorso della malattia e
Per le PERSONE, per garantire loro la possibilità per trovare, domani, una cura risolutiva, mettiamo
di realizzare il proprio progetto di vita, il nostro in campo tutte le risorse, grazie anche, dal 1998, al
compito è fornire accoglienza, informazione, orien- lavoro della Fondazione Italiana Sclerosi Multipla
tamento, supporto e servizi. Ogni giorno, in modo (FISM).
capillare, grazie a una rete che conta 98 Sezioni In questi ultimi 20 anni lo scenario di chi affronta
Amici del cuore 14

ogni giorno la SM è molto cambiato, grazie all’im- CON SM IN ITALIA, 500.000 le persone coinvolte
patto positivo di farmaci e interventi terapeutici. A dalla malattia stimate considerando familiari e
determinare questo risultato ha concorso la nostra caregivers, 2/3 delle persone con SM sono don-
capacità di indirizzare la ricerca scientifica verso ne – 80 mila (di cui 33 mila le donne con SM tra
l’eccellenza e l’innovazione, a livello nazionale e i 16 e i 44 anni)
internazionale. Abbiamo guidato il talento e la Questi sono i numeri della SM
passione dei ricercatori negli ambiti di ricerca più La sclerosi multipla (SM) è una malattia cronica,
promettenti, e abbiamo investito oltre 20 milioni imprevedibile, spesso invalidante, una delle più
di euro nel solo triennio 2015-2018. gravi del sistema nervoso centrale. Nel panorama
Per i DIRITTI, per rappresentare le persone europeo, l’Italia viene identificata come una delle
con SM, per tutelare ed affermare la loro piena zone ad alto rischio per questa patologia.
inclusione sociale, esercitiamo un’azione costante La SM può esordire a ogni età della vita, ma è
di advocacy, dialogando e confrontandoci con le diagnosticata per lo più tra i 20 e i 40 anni e nelle
Istituzioni, con gli Enti di riferimento e con l’intera donne, che risultano colpite in numero triplo rispet-
collettività, per promuovere programmi e azioni to agli uomini. Per frequenza è la seconda malattia
concrete in grado di incidere sulle politiche sociali, neurologica nel giovane adulto e la prima di tipo
sanitarie e socio-sanitarie. infiammatorio cronico.
È un intervento diretto e mirato a migliorare il La causa o meglio le cause sono ancora in parte
quadro normativo di riferimento, che determina sconosciute. I sintomi più diffusi sono difficoltà
un vero cambiamento, con una ricaduta sulla motorie, disturbi visivi, perdita di equilibrio, spa-
condizione di vita delle persone con SM e con esse sticità, mancanza di forza, fatica, disturbi delle sen-
delle persone con altre gravi patologie e disabilità. sibilità, sessuali, cognitivi, dell’umore, della parola
Fondamentale il lavoro continuo e capillare di e della funzione degli sfinteri. Di sclerosi multipla
informazione, sensibilizzazione e cultura sulla non si muore ma l’imprevedibilità del decorso, le
malattia, che nasce dall’ascolto diretto e costante implicazioni fisiche che ne derivano (nell’80% dei
dei bisogni delle persone con SM, e favorisce la casi porta ad una disabilità) hanno conseguenze
consapevolezza e l’adesione alla causa associativa psicologiche, sociali ed economiche. La sclerosi
da parte di una comunità sempre più ampia. Co- multipla può essere invalidante nel fisico ma anche
munità capace di sostenere lo sviluppo di una co- dal punto di vista relazionale: il 64% delle persone
scienza collettiva su questa condizione complessa colpite ha modificato la propria attività lavorativa,
che ha costituito un’autentica emergenza sociale il 38% la propria vita di relazione.
e sanitaria per il paese. In Italia, ogni anno, 3.400 persone vengono
LA SCLEROSI MULTIPLA colpite dalla sclerosi multipla. Una nuova diagnosi
Una diagnosi ogni tre ore, 126.000 PERSONE ogni 3 ore. Nella nostra provincia le persone con
Amici del cuore 15

SM sono oltre 400, solo a Matera ci sono oltre 130


persone. Delle 126 mila persone con SM in Italia,
il 10% sono bambini e il 50% sono giovani sotto i
40 anni. È la seconda causa di disabilità nei giova-
ni dopo gli incidenti stradali. L’Italia è il paese a
rischio medio-alto di sclerosi multipla: è di oltre
5 miliardi di euro l’anno il costo sociale medio
della malattia. È una grande emergenza sanitaria
e sociale.
Appare chiaro quindi come la SM delinei un
quadro davvero complesso ed è facilmente imma-
ginabile come una persona che riceve una diagnosi
di SM possa sentire “Il vuoto, tanto silenzio, rabbia, • Organizzazione di incontri informativi via Skype
paura… “e abbia bisogno di sapere che esiste un o piattaforma;
punto di riferimento, un’associazione, la sua asso- • Svolgimento attività di supporto alla mobilità;
ciazione dove incontrare persone con esperienze • Supporto psicologico a distanza;
simili, scambiare punti di vista ed emozioni dove • Incontri di socializzazione all’aperto;
trovare informazioni e orientamento, aiuto e tutela • Attività di consegna farmaci.
dei diritti. Attualmente la sezione è in contatto con per-
È una malattia che rende più fragili, che non è sone con SM e volontari del territorio provinciale.
possibile affrontare da soli, ma con tutto il suppor-
to necessario, che va da cure appropriate, da una
buona e costante terapia riabilitativa, da un sistema
socio-sanitario attivo e inclusivo, da una buona
qualità di vita e oggi più che mai un’informazione
corretta sulla SM, il sostegno alla ricerca e alla
persona sono fondamentali, anche per superare l’e-
mergenza Covid-19, che ognuno di noi sta vivendo,
e che colpisce ancora più forte chi vive in condizioni Via Pentasuglia 47 – Matera Via Nazionale 93/z – 75100 Matera
di fragilità, come le persone con sclerosi multipla,
che in questo periodo hanno dovuto affrontare
ulteriori complicazioni.
È per loro che dobbiamo parlare ancora di più
di SM e far sì che la sclerosi multipla non sia uno
delle tante storie che viaggiano ai margini della vita,
ma una delle storie importanti, perché in grado di
trasmettere valore.
AISM fa questo da oltre 50 anni, tutti i giorni.
LA SEZIONE DI MATERA Via del Corso, 9 - 75100 Matera
SEDE VIA CARLO COLLODI,9 – 75100
STORIA E NUMERI DELLA SEZIONE (SERVIZI, FRU-
ITORI, PERSONE IN CONTATTO, ETC)
La sezione provinciale di Matera si è regolar-
mente costituita il 22 novembre 1982 e i servizi
di Lopergolo Raffaele
offerti dalla sezione alle persone con sclerosi mul- Recinto Manzoni 10 - Via Mattei 9 – Matera

tipla e patologie similari sono:


• Attività di sportello per risposte e orientamento
alle persone con SM; Via Giolitti 71 – Matera – Tel. 0835.330294
Via Einaudi 22 - 75100 Matera
Amici del cuore
Carissimi amici, Cari amici, 16
quest'anno, così particolare e doloroso per
al fine di aggiornare il nostro archivio soci
molti, pian piano volge al termine.
Ci eravamo illusi di poter tornare alla e rendere più veloci le nostre comunicazioni
"normalità" e pertanto avevamo preventiva- riguardo a convegni, iniziative sociali, visite
to di svolgere la consueta "festa sociale" per cardiologiche presso il nostro ambulatorio,
augurarci buone feste e soprattutto felice vi chiedo di inviarci con sollecitudine il vostro
"anno nuovo". indirizzo e-mail, numero di cellulare ed even-
Come di consueto, vi avrei informato di tuali altre variazioni di indirizzo al nostro sito:
tutto quello che abbiamo fatto con il vostro amicidelcuorematera@alice.it.
aiuto economico in questi mesi così difficili
per tutti. Grazie per la collaborazione.
Era già stata fissata la data per il 13 dicem-
bre (seconda domenica del mese come sem-
pre) ma purtroppo è precipitata la situazione
negli ultimi tempi (aumentando il numero
dei contagi) e pertanto non c'è "niente da
festeggiare".
Nostro malgrado siamo costretti a stare
in casa lontano da amici e parenti con la spe-
ranza di poter avere la meglio sul virus che
avanza "inesorabile".
Riuscire a superare quest'anno sarà già una
grande fortuna ed una grandissima vittoria
sarà sconfiggere il virus.
Alla fine di ogni guerra tutti sono in festa ed
allora anche noi Amici del Cuore rimandiamo
la nostra festa al giorno in cui sarà vinta la
guerra e potremo trarre un sospiro di sollievo.
Continuate a starci vicini ed a partecipare
ad ogni nostra iniziativa soprattutto sostenen-
do chi ha bisogno.
Vi abbraccio tutti con affetto ed arrivederci
a presto.
Buone e sante feste natalizie.
Paolo Loiodice

Potrebbero piacerti anche