Sei sulla pagina 1di 39

Le problematiche dei gruppi

sanguigni rari

Dott.ssa Nicoletta Revelli

Laboratorio di Immunoematologia
Centro Trasfusionale e di Immunoematologia dei Trapianti
Fondazione IRCCS Ospedale Maggiore Policlinico - Milano

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Perché nasce l'esigenza di istituire una
Banca di Sangue Raro?

La Banca di Sangue Raro


è essenziale per far fronte
a richieste di sangue nei
casi di complessa
immunizzazione

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Soggetti sottoposti a frequenti trasfusioni
Pazienti affetti da patologie ereditarie (talassemia, sickle-cell
disease)
Pazienti affetti da patologie acquisite (anemia emolitica
autoimmune, patologie ematologiche, neoplasie)

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Cos’è il sangue raro?

Per sangue raro si intende un tipo di sangue che possiede una combinazione
di antigeni non comune
La frequenza del fenotipo raro nei donatori è molto bassa
• negativi per combinazione di antigeni multipli dei sistemi comuni (1:1000-1:5000)
• negativi per antigeni ad alta incidenza, estremamente rari (<1:5000 )

Donatori di sangue raro rappresentano una risorsa per tutta la comunità

Standards: American Rare Donor Program (ARDP), Council of Europe, International


Donor Panel (IDP), International Society of Blood Transfusion (ISBT), Council of
Europe, Japanese Red Cross

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Donatori di gruppo raro per combinazione di
antigeni multipli

KEL RH KIDD DUFFY MNS


CCDee
Gruppo A e 0 ccDEE Jk(a+b-) Fy(a+b-) S-s+
K-k+
ccdee Jk(a-b+) Fy(a-b+) S+s-
ccDee

Rari
Molto rari

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
SISTEMA FENOTIPO
RH CCDEE, CCdee, ccdEE, CCdEE, delezioni
KEL Ko, Kvar, Kp(b-), Js(b-), k-
JK Jk(a-b-)
Donatori
FY Fy(a-b-)
LW LW(a-), LW(a-b-) estremamente rari
DO Hy-, Gy(a-), Jo(a-)
negativi per antigeni
IN In(b-)
MNS U-, En(a-), S-s- ad alta incidenza
CO Co(a-b-), Co(a-)
LU Lu(a-b-), Lu(b-)
SC Sc:-1, Sc:-1,-2
Tutti i gruppi AB0
GE Ge:-2, Ge:-2,-3, Ge:-2,-3,-4
CROM Cr(a-), Es(a-), Tc(a-), Dr(a-), IFC-, WES(b-), UMC e i fenotipi Rh
YT Yt(a-)
DI Di(b-), Wr(b-)
901 Serie Lan-, At(a-), Jr(a-), Emm-, AnWj-
GLOB PP1Pk-, P-, LKE-
Hh Oh
JMH JMH-
VEL Vel-
Ok Ok(a-)
Dott.ssa Nicoletta Revelli
Genova 5 marzo 2011
Distribuzione dei gruppi rari in alcune aree geografiche
Vel-, Yt(a-), LW(a-)
Di(b-), Jr(a-)
Jk(a-b-), Oh

Ge:-2,-3,
Wr(b-), Es(a-), Globo:-1,-2
EnaFR-, Yt(a-),
Di(b-), Ge:-2,-3 U-, hrs-, hrb-, Lu:-8, Js(b-), Fy(a-b-), Hy-
At(a-), Jo(a-), Cr(a-), Tc(a-), Sl(a-)
Dott.ssa Nicoletta Revelli
Genova 5 marzo 2011
Il reperimento di
sangue può essere
molto difficile quando
un paziente con
anticorpi multipli
possiede un assetto
antigenico molto raro
specifico per una
comunità

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Gruppo
raro
Gruppo
raro

Quando è presente un gruppo raro solo pochi donatori possono donare il


sangue ad un paziente con anticorpi

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Migrazioni e problematiche trasfusionali

La crescente immigrazione presente in Italia comporta lo sviluppo


progressivo di una società multietnica.
Nelle società multietniche il numero di pazienti di etnie diverse in
possesso di gruppi sanguigni rari è molto elevato.
La consistenza numerica degli immigrati stranieri presenti in Lombardia
è passata dai 420mila individui del 1 gennaio 2001 al milione e
170mila del 1 luglio 2009 (dati ORIM).
I soggetti stranieri provengono per la maggior parte dall’Europa
Centro-Orientale, dall’Africa settentrionale e centrale, da alcuni Paesi
asiatici e dall’America centro-meridionale.

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Extracomunitari residenti in Italia per paese di provenienza
(dati ISTAT 2010)

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Extracomunitari residenti in Italia per paese di provenienza
N 2005 2010

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Alcune di queste popolazioni sono caratterizzate dall’assenza di
fenotipi ad alta incidenza o da specifiche combinazioni di antigeni
comuni (ben rappresentati invece nella popolazione di donatori di
sangue caucasici prevalenti nel territorio) e devono quindi essere
considerate ad elevato rischio di immunizzazione post-trasfusionale.

La maggior probabilità di immunizzazione è correlata anche


all’elevata diffusione di alcune malattie ematologiche, come la
drepanocitosi e la talassemia che richiedono un supporto
trasfusionale continuo (la percentuale di immunizzazione post-
trasfusionale nei soggetti politrasfusi affetti da queste patologie risulta
essere tra il 29% e il 72% in base all’etnia considerata).

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
La diversa composizione etnica del territorio rappresenta un potenziale
problema trasfusionale per il reperimento di unità di gruppo raro
compatibili per i soggetti immunizzati.
Negli individui di etnia africana sono frequentemente osservati anticorpi
diretti verso i sistemi KEL, KIDD, DUFFY, MNS: in alcune popolazioni nel
12% dei soggetti sono contemporaneamente assenti i corrispondenti
antigeni, contro una percentuale inferiore all’1% nelle persone di etnia
caucasica.
Inoltre nei soggetti di etnia africana è stata riscontrata più
frequentemente rispetto ai caucasici l’assenza di alcuni antigeni Rh ad
alta incidenza e la presenza di varianti Rh(D). Anche i soggetti con questi
assetti possono immunizzarsi quando trasfusi con sangue di soggetti di
un’altra etnia positivi per l’antigene.

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
In Italia i donatori di sangue sono ancora quasi tutti di origine italiana: solo il
2,4% dei nostri donatori è straniero mentre la popolazione straniera nel
territorio circostante tocca il 15%.
I donatori stranieri sono scarsamente rappresentati nella nostra regione.

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Vanno attuate strategie mirate per incoraggiare la
donazione delle minoranze etniche sollecitando il
superamento di barriere culturali e la crescita
della solidarietà sociale

Ad esempio gli Afroamericani, affetti da


falcemia, trasfusi con sangue di donatori di
origine europea, sono le persone più
pesantemente immunizzate al mondo. Trovare
del sangue compatibile diventa spesso una
difficile impresa ed alle volte non è possibile
sottoporli a questa terapia, con conseguenze
facilmente intuibili.

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
E’ importante rendere consapevoli
queste popolazioni dei problemi a
cui possono andare incontro.
Ciò sarà anche strumento forte di
integrazione sociale e contribuirà a
consolidare le nostre risorse
trasfusionali a volte scarse.

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Le nostre iniziative per la donazione di sangue nelle comunità
straniere
Abbiamo avviato iniziative di
promozione specifiche rivolte agli
stranieri
Principali comunità coinvolte:
srilankesi, latinoamericani, filippini
e africani
Punti chiave per il successo:
contatti con i nostri donatori
stranieri
sostegno di figure leader nelle
comunità e nelle celebrazioni
partecipazione ad eventi delle
comunità
Dott.ssa Nicoletta Revelli
Genova 5 marzo 2011
Dott.ssa Nicoletta Revelli
Genova 5 marzo 2011
Registri di donatori di gruppo raro e banche di sangue raro

European Bank of Frozen


Blood Council of Europe
Amsterdam

New York WHO IDP


Blood Center Bristol
BNSPR Banque Nationale de Japan
ARDP American Rare Sang de Paris Shanghai Blood Red Cross
Donor Program Center
Philadelphia

Natal Blood
Transfusion
Service

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
La Banca di Emocomponenti di Gruppi Rari
Centro di Riferimento della Regione Lombardia

Attiva da Gennaio 2005


In base alla convezione stipulata con la
Regione, la Banca ha sede presso la
Fondazione IRCCS Cà Granda Ospedale
Maggiore Policlinico di Milano
Il progetto è stato rinnovato anche per
il triennio 2011-2013 e coinvolge 15
DMTE lombardi

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
La costituzione di una Banca di Emocomponenti di Gruppo Raro
è un obiettivo che per essere realizzato richiede:

Un ingente impegno economico della Regione o dello Stato


Un elevato grado di specializzazione del laboratorio di immunoematologia
Una collaborazione da parte di tutti gli attori della rete trasfusionale del
territorio

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Obiettivi della Banca
Identificare donatori di gruppo sanguigno raro per
antigeni eritrocitari e piastrinici
Gestire le unità congelate di gruppo sanguigno raro
della Regione Lombardia
Allestire un Registro Regionale di donatori rari
Allestire un laboratorio di immunoematologia in grado
di eseguire indagini di II livello e studiare casi di
complessa immunizzazione eritrocitaria e piastrinica
Gestire richieste di unità di gruppo raro per soggetti
con quadri di complessa immunizzazione

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Criteri di inclusione dei donatori

Età ≤ 55 anni

Gruppi sanguigni 0eA

Fenotipi Rh CCDee, ccdee, ccDee, ccDEE

N. di donazioni >2

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Rinnovo delibera Banca degli Emocomponenti di
Gruppo Raro (triennio 2011-2013)

Mantenimento dell’inventario di unità a fenotipo raro con la


tipizzazione eritrocitaria e piastrinica di altri 12.000 donatori di
sangue
Costituzione di un registro di donatori IgA-carenti screening di circa
9.000 donatori maschi di gruppo AB selezionati da tutti i DMTE
Regionali) per soddisfare le esigenze trasfusionali dei pazienti con
deficit di IgA
Completamento dell’inventario di unità a fenotipo raro con
tipizzazione mirata in donatori di etnia non caucasica

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Perché introdurre la biologia molecolare in
immunoematologia?

Aumenta la disponibilità di donatori estensivamente tipizzati


Fornisce un fenotipo esteso per pazienti immunizzati

…al DNA

dall’agglutinazione...

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Quale tecnica di biologia molecolare ad alta produttività
abbiamo scelto?

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Sistemi di 11 gruppi sanguigni Antigeni
Rh C, c, E, e
KEL K, k, Jsa Jsb, Kpa Kpb
Kidd Jka Jkb
HEA 33 antigeni
Duffy Fya Fyb, Fyx, GATA
polimorfici
MNS M, N, S, s, U, Uvar
eritrocitari
Dombrock Doa Dob, Hy, Joa
Lutheran Lua Lub
Landsteiner Wiener Lwa Lwb
Diego Dia Dib
Colton Coa Cob
Scianna Sc1/2
+ 1 spot per il riconoscimento dell’HbS

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Antigeni
HPA-1(a/b)
HPA-2(a/b)
HPA-3(a/b)
HPA-4(a/b) HPA 22 antigeni
HPA-5(a/b) polimorfici piastrinici

HPA-6(a/b)
HPA-7(a/b)
HPA-8(a/b)
HPA-9(a/b)
HPA-11(a/b)
HPA-15(a/b)
Dott.ssa Nicoletta Revelli
Genova 5 marzo 2011
Fasi di lavoro

Tipizzazioni di I livello eseguite in biologia molecolare con


l’impiego di una tecnologia ad elevata produttività
(MicroArray)
Conferma delle tipizzazioni in sierologia con lo strumento
Galileo – Immucor
Conferma delle tipizzazioni o eventuali discrepanze con
SSP-PCR (BaGene e Innotrain) e ASP-PCR (ThromboType - GTI)

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Rendiconto totale attività banca

Sono stati tipizzati 54.430 donatori ed identificati 10.723 donatori


rari
7.642 per combinazione di antigeni eritrocitari in tutta la Regione
Lombardia
422 donatori identificati rari per antigeni ad alta incidenza
33 donatori identificati rari per fenotipo Rh
2.626 donatori rari per antigeni piastrinici

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Donatori rari identificati per antigeni eritrocitari

422; 5% 33; 0%
3115; 39% 802; 10%
934; 12%

S+ s- gr.A
2005-2010: No. 8097 S+ s- gr.0
S- s+ gr.A
S- s+ gr. 0
Alta incidenza
2791; 34% Fenotipo

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Donatori identificati rari per Donatori identificati rari
antigeni ad alta incidenza dal 2005 per fenotipo Rh dal 2005
al 2010 al 2010

Specificità Numerosità Specificità Numerosità Fenotipo Numerosità


Co(a-b+) 36 k- 90
CCdee 18
Fy(a-b-) 70 Kp(a+b-) 2
ccdEE 7
Fy(a-b-)/hr(B-) 1 Lu(a+b-) 34
CCDEE 6
Fy(a-b-)/Js(b-) 3 Lu(a-b-) 30
--D-- 2
Fy(a-b-)/U- 1 PP1Pk- 1
Ge:-2 3 Vel- 10 Totale 33

Jk(a-b-) 1 Yt(a-) 137

Totale: 422

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Donatori rari identificati per antigeni piastrinici

Aprile 2009-2010: No. 2626


232; 9%
360; 14%

188; 7%

HPA-1a
HPA-2a
1846; 70% HPA-3a
HPA-5a

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Casi di complessa immunizzazione
Suddivisione dei casi di complessa
Totale (2005-2010)
immunizzazione
Complessa alloimmunizzazione eritrocitaria
131
(miscele di anticorpi verso antigeni comuni)
Complessa alloimmunizzazione eritrocitaria
41
(anticorpi verso antigeni ad alta incidenza)
Alloimmunizzazione eritrocitaria(anticorpi verso
12
antigeni a bassa incidenza)
Autoimmunizzazione eritrocitaria 63
Miscela di allo – autoimmunizzazione eritrocitaria 52
Identificazione varianti AB0 ed Rh 160
Identificazione anticorpi anti-piastrine 94
Sospetta NAITP 26
Identificazione anticorpi eparina dipendenti 95
Altro 48
Totale 722

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Attività di congelamento/scongelamento di unità di gruppo raro

Totale 2008 -2010


Totale unità congelate
per alta incidenza 517
per combinazione d’antigeni 170

Totale unità scongelate


per alta incidenza 108
per combinazione d’antigeni 113

Dall’inizio dell’attività sono state congelate 933 unità.

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Tabella confronto inventario
CTI (Lombardia), National Frozen Blood Bank (Bristol - UK), Frozen Blood Council (UE)

National Frozen Frozen Blood Banca Rari


Antigene raro
Blood Bank (UK) Council/Europe Lomabardia

Oh 12 11 14 Lu(a+b-) 32 49 100 Do(a-) 9 -- --


CDE/CDE 5 -- 14 Lu(a-b-) 37 13 30 Vel- 30 120 19
CdE/CdE -- 2 -- Kp(a+b-) 37 39 -- Ge- -- 22 21
CwD-/CwD- -- -- -- Kp(a-b-) -- -- -- Lan- -- 2 --
-D-/-D- -- -- 7 Js(a+b-) 18 -- 4 Jr(a-) 3 15 --
Rhnull -- 5 -- Ko 12 4 -- k- -- -- 87
Rh:-51 -- -- -- K:-11 -- -- -- Yt(a-) -- -- 144
LW(a-b+) -- 11 -- Fy(a-b-) 69 75 81

LW(a-b-) -- -- -- Jk(a-b-) 19 3 --

S-s-U- 37 21 1 Di(b-) -- 1 --

S-s-U(+) -- -- -- Sc:-1 7 -- --

pp 2 38 7 Co(a-) 44 24 41

Pk- 5 3 2 Co(a-b-) -- -- --

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Hanno collaborato

DMTE della Regione Lombardia

Associazioni dei donatori di sangue


della Regione Lombardia

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011
Grazie per l’attenzione…

Dott.ssa Nicoletta Revelli


Genova 5 marzo 2011