Sei sulla pagina 1di 14

DOMANDE & RISPOSTE

Le risposte degli esperti


Gli indirizzi delle fonti affidabili
1
TEMPI DI INCUBAZIONE
WORLD HEALTH ORGANIZATION
www.who.int
Vorrei sapere quali sono i tempi di EUROPEAN CENTRE FOR DISEASE PREVENTION AND
incubazione del Coronavirus. CONTROL
La stragrande maggioranza delle perso- www.ecdc.europa.eu
ne infettate sviluppa i sintomi della ma- CHINESE CENTER FOR DISEASES CONTROL AND
lattia entro quattordici giorni dal mo- PREVENTION
mento dell’esposizione. Dopo quel limite, www.chinacdc.cn/en
in rari casi, è ancora possibile che la per- NATIONAL HEALTH COMMISSION OF THE PEOPLE'S
sona diventi sintomatica; questa situa- REPUBLIC OF CHINA (SITO IN LINGUA CINESE)
zione tuttavia non solo è meno frequen- www.nhc.gov.cn
te, ma anche meno importante per la CENTERS FOR DISEASE CONTROL AND PREVEN-
diffusione dell’epidemia. Ecco perché TION - U.S. DEPARTMENT OF HEALTH & HUMAN
una durata della quarantena di 14 giorni SERVICES
è ritenuta misura necessaria e sufficien- www.cdc.gov
te per consentire alla persona esposta di PRESIDENZA DEL CONSIGLIO, DIPARTIMENTO PER
tornare in società, ovviamente nel caso LA PROTEZIONE CIVILE
rimanga completamente asintomatica. www.protezionecivile.gov.it
Prof. Marcello Tavio, MINISTERO DEGLI ESTERI
Presidente SIMIT, www.viaggiare sicuri.it
Società Italiana di Malattie Infettive e MINISTERO DELLA SALUTE
Tropicali, e Direttore dell'Unità www.salute.gov.it
Operativa di Malattie Infettive degli ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ
Ospedali Riuniti di Ancona www.iss.it
CENTER FOR INFECTIOUS DISEASES AND POLICY –

2
SUPERFICI INFETTE
UNIVERSITY OF MINNESOTA
www.cidrap.umn.edu
PROMED INTERNATIONAL SOCIETY FOR INFEC-
Quanto tempo sopravvive il coronavi- TIOUS DISEASES
rus fuori dall’ospite? E per quanto tem- https://promedmail.org
po sopravvive anche sulle superfici? JOHNS HOPKINS UNIVERSITY CSSE
Dimostrare che un virus cresce o è ancora https://gisanddata.maps.arcgis.com/apps/op-
vitale dopo alcuni giorni su una superficie sdashboard/index.html#/
non vuol dire che quel virus sia in grado di bda7594740fd40299423467b48e9ecf6
infettare, perché per essere infettivo il ISTITUTO NAZIONALE MALATTIE INFETTIVE “LAZ-
virus deve avere una determinata carica, ZARO SPALLANZANI”
deve essere presente in modo vitale. Il www.inmi.it
virus per replicare ha bisogno di cellule

41
CORONAVIRUS IL SOLE 24 ORE

viventi quindi quando sta su una superfi-


cie, come è stato dimostrato per il corona-
virus ma anche per tantissimi altri virus,
4
VACCINO INFLUENZALE
possiamo ancora trovarlo presente, ma Il vaccino antiinfluenzale può proteg-
non più infettante. Quindi nel giro di po- gere dal coronavirus?
che ore le eventuali superfici perdono di Il vaccino influenzale di per sé non pro-
infettività. E visto che l’infettività si tra- tegge dall’infezione da Sars-Cov-2, ma
sferisce per esempio portando le mani alla evitando o mitigando un eventuale epi-
bocca o toccando altre mucose, il consi- sodio influenzale ci permette di mante-
glio è sempre quello di lavarsi bene le mani nere una migliore integrità e competen-
e di non metterle in bocca o sugli occhi. za delle nostre vie aeree. In tal senso,
Massimo Andreoni, benché non ve ne sia prova al momento,
professore di Malattie Infettive è ragionevole pensare che la vaccinazio-
all’Università Tor Vergata di Roma e ne anti-influenzale possa conferire
Direttore Scientifico della Società un’indiretta protezione parziale.
Italiana Malattie Infettive e Tropicali Giovanni Di Perri,
Professore Ordinariodi Malattie infettive.

3
GRAVIDANZA
Clinica di Malattie Infettive
dell’Università degli Studi di Torino

Coronavirus e gravidanza. Che rischi


ci sono per le donne incinte?
Le informazioni in proposito si limitano
5
DISINFETTANTI
ad una dettagliata descrizione di nove Cosa possiamo usare per disinfettare?
casi di donne cinesi in gravidanza Dati disponibili sul Coronavirus umano
nell'area di Wuhan. Innanzitutto è im- cosiddetto convenzionale (agente patoge-
portante rilevare che nessuna delle no del raffreddore comune) indicano
partorienti ha presentato una forma l’ipoclorito di sodio (candeggina o varichi-
grave di malattia; in alcune è stata veri- na), il perossido d’idrogeno (acqua ossige-
ficata la presenza di alterazioni tipiche nata) e detergenti a base alcolica (etanolo).
di un'infezione virale acuta (linfopenia, Giovanni Di Perri,
ipertransaminasemia, disturbi minori Professore Ordinario di Malattie infettive.
alle alte vie aeree – e.g. tosse), e i bimbi Clinica di Malattie Infettive
sono nati in condizioni di assoluta nor- dell’Università degli Studi di Torino
malità fisiologica. Da rilevare inoltre che
in nessun caso è stato verificato il pas-
saggio del virus dalle madri ai bimbi.
Giovanni Di Perri,
6
DENTISTA
Professore Ordinario di Malattie infettive. È sicuro andare dal dentista in tempi
Clinica di Malattie Infettive di coronavirus?
dell’Università degli Studi di Torino Certo, ma in buone condizioni di salute

42
DOMANDE & RISPOSTE

e non con un’infezione respiratoria in che sono più che adeguate per ridurre
corso. Il dentista, come ogni professio- praticamente a zero il rischio di conta-
nista dell’area sanitaria, ha certamente gio a partire da una tazzina usata in
cura di lavorare lui/lei stesso/a in con- precedenza da una persona infetta.
dizioni di buona salute. Marcello Tavio,
Giovanni Di Perri, Direttore,Malattie Infettive Emergenti e
Professore Ordinario di Malattie infettive. degli Immunodepressi, Azienda Ospedaliero
Clinica di Malattie Infettive Universitaria “Ospedali Riuniti”, Ancona
dell’Università degli Studi di Torino

7 9
ALIMENTI
FERMENTI LATTICI Il virus si trasmette per via
I fermenti lattici possono essere di alimentare?
aiuto contro il coronavirus? Il Sars-Cov-2 non si trasmette per via
Non ci sono dati disponibili da com- alimentare; questo virus infatti, per
mentare al riguardo. Per chi ne fa uso entrare e vivere a spese della cellula
regolare non vi sono motivi per inter- ospite (parassitismo obbligato) ha
romperne l'assunzione. Si ritiene che i bisogno delle chiavi che si trovano sulla
fermenti lattici possano sostenere la superficie della cellula stessa, i cosid-
nostra immunità, ed in questo senso un detti recettori; i recettori specifici per
minimo di razionale esiste, ma non è questo tipo di virus sono contenuti
certamente al momento ammissibile sulla membrana esterna delle cellule
alcun effetto. delle vie respiratorie e non in quelle del
Giovanni Di Perri, tratto gastroenterico.
Professore Ordinario di Malattie infettive. Marcello Tavio,
Clinica di Malattie Infettive Direttore,Malattie Infettive Emergenti e
dell’Università degli Studi di Torino degli Immunodepressi, Azienda Ospedaliero
Universitaria “Ospedali Riuniti”, Ancona

8
CONSUMAZIONI AL BAR 10
È sconsigliabile bere caffè e bibite al FRUTTA E VERDURA
bar? Bicchieri, tazzine saranno conta- La frutta e verdura che acquisto è
giose? sicura?
È sconsigliabile rinunciare ai benefici Anche nel caso in cui la frutta e la verdu-
della socialità se NON ce n’è bisogno. ra fossero contaminate a causa di espo-
Nello specifico, le stoviglie usate nei sizione a mani o secrezioni respiratorie
bar o nei ristoranti sono generalmente di una persona infetta, il comune lavag-
sottoposte a un lavaggio accurato, in gio con acqua corrente, eventualmente
presenza di detergenti e temperature associato a bicarbonato o aceto, è in

43
CORONAVIRUS IL SOLE 24 ORE

grado di ridurre enormemente la carica virali come quella offerta da un vaccino,


virale; la via alimentare non costituisce che però ancora non c’è.
una via di trasmissione valida per que- Marcello Tavio,
sto tipo di infezione; in questo caso il Direttore,Malattie Infettive Emergenti e
rischio di trasmissione è legato esclusi- degli Immunodepressi, Azienda Ospedaliero
vamente alla remota possibilità che Universitaria “Ospedali Riuniti”, Ancona
frutta e verdura siano manipolati dalla
persona infetta e vengano manipolati
immediatamente dopo: in questo caso
la trasmissione avverrebbe comunque
12
CINA E ANZIANI
tramite le mani contaminate, incauta- Anche in Cina i morti sono persone già
mente portate in contatto con le muco- malate/anziane?
se dell'ospite. Ma è una possibilità re- In Cina c’è sicura evidenza di decessi in
mota e sicuramente poco efficiente di persone già ammalate e/o anziane, ma
trasmissione.come fomiti, ovvero og- anche in pazienti più giovani e in appa-
getti inanimati contaminati. rente buono stato di salute. Ovviamen-
Marcello Tavio, te, in presenza di pazienti fragili per età
Direttore,Malattie Infettive Emergenti e e/o comorbosità il rischio di compli-
degli Immunodepressi, Azienda Ospedaliero canze e di morte aumenta considere-
Universitaria “Ospedali Riuniti”, Ancona volmente. Un organismo più giovane,
invece, reagisce molto meglio alla ma-

11
HERPES E CORONAVIRUS
lattia e raramente ha bisogno delle
terapia di supporto degli organi vitali
assicurata dalla Terapia intensiva.
Herpes e coronavirus. C’è un legame? Marcello Tavio,
Fra Herpesvirus e Coronavirus l’unica Direttore,Malattie Infettive Emergenti e
vera rassomiglianza riguarda il fatto degli Immunodepressi, Azienda Ospedaliero
che appartengono a questo specifico Universitaria “Ospedali Riuniti”, Ancona
genere di microrganismi; una differen-
za sostanziale è che gli Herpesvirus si
integrano nelle cellule dell’ospite, pron-
ti a riattivarsi in caso di condizioni favo-
13
METROPOLITANA
revoli, come ad esempio in caso di im- Prendere la metropolitana può rap-
munodepressione più o meno prolun- presentare un rischio?
gata; nel caso dei Coronavirus invece La condivisione di spazi pubblici, come
l’integrazione non avviene, e la guari- la metropolitana, aumenta leggermente
gione dall’infezione porta all’eliminazio- il rischio di trasmissione da persona a
ne del virus dall’ospite; la reinfezione persona di qualsiasi malattia respirato-
tuttavia è possibile, a meno che non si rie di origine virale, incluso Covid-19.
stabilisca una immunità forte, duratura Ovviamente non è il mezzo in sè, ma il
e di ampia copertura verso vari sottotipi fatto di trovarsi in contatto diretto e non

44
DOMANDE & RISPOSTE

protetto con una persona già ammalata. ma, a scuola: basso , ma non trascurabi-
Si consiglia quindi, semplicemente, di le. Nel dubbio usare le precauzioni da
adottare le giuste precauzioni per pro- contatto (vedi decalogo del Ministero).
teggersi, come indicato dal decalogo del Questo discorso vale per la totalità
Ministero, e ricordando che la mascheri- degli sport che non prevedono uno
na serve all’ammalato e non al sano. stretto contatto con gli altri sportivi
Marcello Tavio, (non vale per il pugilato, ad esempio).
Direttore,Malattie Infettive Emergenti e Marcello Tavio,
degli Immunodepressi, Azienda Ospedaliero Direttore,Malattie Infettive Emergenti e
Universitaria “Ospedali Riuniti”, Ancona degli Immunodepressi, Azienda Ospedaliero
Universitaria “Ospedali Riuniti”, Ancona

14
RISCHI DA BRONCOSPASMO 16
Sì, chi soffre di broncospasmo e asma CONGIUNTIVITE
bronchiale è più a rischio di complican- Chi è affetto da congiuntivite deve
ze, ed è il motivo per cui a queste perso- indossare una mascherina?
ne viene sempre suggerito di vaccinarsi Chi ha la congiuntivite in molti casi ha
contro i virus influenzali all'inizio di ogni anche un’affezione respiratoria di vario
ciclo epidemico; in questo caso il vacci- tipo e più comunemente il raffreddore;
no non protegge dal Sars-Cov-2 ma quindi è tenuto a usare la mascherina e
dalla coinfezione con l'influenza, che è lavarsi o disinfettarsi frequentemente
sempre bene evitare. le mani per proteggere gli altri.
Marcello Tavio, Marcello Tavio,
Direttore,Malattie Infettive Emergenti e Direttore,Malattie Infettive Emergenti e
degli Immunodepressi, Azienda Ospedaliero degli Immunodepressi, Azienda Ospedaliero
Universitaria “Ospedali Riuniti”, Ancona Universitaria “Ospedali Riuniti”, Ancona

15
PISCINE
17
SUDORE
La piscina è un luogo dove è facile pren- Il sudore è veicolo di trasmissione?
dere il coronavirus? Meglio evitarla? Assolutamente no: anche se si tratta di
No. L’acqua della piscina, nel senso un paziente ammalato, il virus sarebbe
stretto, non può trasmettere il Sars- presente nel sudore in quantità talmente
Cov-2, quindi il rischio di ammalarsi basse da non poter provocare, per quan-
usando la piscina è pari a zero. Diverso è to noto attualmente, alcun contagio.
il caso in cui si entri in contatto con una Marcello Tavio,
persona già ammalata che frequenta la Direttore,Malattie Infettive Emergenti e
stessa struttura; in quel caso il rischio è degli Immunodepressi, Azienda Ospedaliero
lo stesso che si avrebbe al bar, al cine- Universitaria “Ospedali Riuniti”, Ancona

45
CORONAVIRUS IL SOLE 24 ORE

18
INTEGRATORI
sovrainfezioni batteriche.
Prof. Sergio Lo Caputo,
Clinica Malattie Infettive, Università di Foggia
Gli integratori servono?
No. Gli integratori non possiedono
nessuna utilità pratica nel caso del
Covid-19 nè come trattamento nè
21
IMPORT DALLA CINA
come prevenzione. Può esserci il virus anche su oggetti
Marcello Tavio, provenienti dalla Cina?
Direttore,Malattie Infettive Emergenti e Assolutamente no, non c’è nessun
degli Immunodepressi, Azienda Ospedaliero pericolo, il virus non resiste a lungo
Universitaria “Ospedali Riuniti”, Ancona sulle superfici, soprattutto quelle di
oggetti che vengono spediti ae viaggia-

19
VITAMINA C
no per lungo tempo.
Prof. Sergio Lo Caputo,
Clinica Malattie Infettive, Università di Foggia
La vitamina C può rafforzare le difese
dal Coronavirus?
L’aggiunta di vitamina C in pazienti
affetti da infezione da Covid-19 è
22
UOMINI E DONNE
stata sperimentata in Cina senza Il virus colpisce per lo più anziani, ma
risultati di rilievo, l’effetto antiossi- fa distinzione di genere?
dante e sul sistema immunitario è Il virus può colpire soggetti di
stato confermato da alcuni studi ma tutte le età anche se sembrerebbe
l’assunzione di vitamina C per preve- essere meno aggressivo nei casi
nire l’infezione da Covid-19 è asso- pediatrici. Le persone anziane più
lutamente inutile frequentemente possono avere
Prof. Sergio Lo Caputo, altre patologie croniche ( diabete,
Clinica Malattie Infettive, Università di Foggia broncopatie, cardiopatie, neopla-
sie) che possono aggravare il de-

20
ANTIBIOTICI
corso della polmonite da Covid-
19. Tutti i soggetti di qualsiasi età
ma con deficit del sistema immu-
Si possono usare gli antibiotici per nitario sono più a rischio di avere
prevenire l’infezione da coronavirus? forme più gravi di infezioni da
L’assunzione di antibiotici per preve- Covid-19. Al momento dai lavori
nire l’infezione da Covid-19 è total- scientifici pubblicati su casistiche
mente inutile poiché non sono attivi cinesi non emergono differenze di
sui virus. La terapia antibiotica è stata genere.
aggiunta in pazienti ricoverati con Prof. Sergio Lo Caputo,
polmonite da Covid-19 per prevenire Clinica Malattie Infettive, Università di Foggia

46
DOMANDE & RISPOSTE

23
TAMPONE
tà infettante e la possibilità di contrarre
l’infezione attraverso il loro contatto.
Prof.ssa Paola Cinque,
Il tampone, è faringeo? Valuta la pre- Unità Operativa di Malattie Infettive,
senza di virus, oltre ai batteri? Istituto Scientifico San Raffaele, di Milano
Il tampone è faringeo e serve a preleva-
re le secrezioni del faringe contenenti
anche il coronavirus, se c'è. Il tampone è
lo strumento per la raccolta, che viene
25
INFLUENZA E COVID 19
poi inviato al laboratorio, dove possono Influenza e Covid-19, similitudini e
essere cercati sia batteri, che virus, che differenze: le cose da sapere
il coronavirus, utilizzando di volta in Entrambe le malattie coinvolgono il
volta procedure diverse. sistema respiratorio, ma sono causate
Prof.ssa Paola Cinque, da virus completamente diversi. Le
Unità Operativa di Malattie Infettive, modalità di trasmissione sono le stesse,
Istituto Scientifico San Raffaele, di Milano mediante goccioline contenenti il virus
che vengono emesse con la tosse, lo

24
RESISTENZA ALL’ESTERNO
starnuto o la saliva. Le manifestazioni
cliniche sono simili per alcuni aspetti,
per esempio la presenza di tosse e la
Quanto resiste all’esterno del corpo febbre, tuttavia il virus del Covid-19
umano, depositandosi su superfici , può interessare direttamente anche le
questo virus? vie respiratorie più profonde, a diffe-
All’esterno del corpo umano, i coronavi- renza dei virus influenzali, causando
rus possono rimanere infettanti per un una polmonite. Di conseguenza il nume-
periodo variabile e a seconda del tipo di ro di casi gravi e di decessi sono supe-
superficie e delle condizioni ambientali, riori per il Covid-19. Esistono dei farma-
come la temperatura e l’umidità. È stato ci per curare l’influenza, ma non per il
dimostrato che alcuni coronavirus Covid-19. Abbiamo inoltre un vaccino
diversi dal Sars-Cov-2, depositati su per l’influenza, che va ripetuto annual-
superfici di metallo, plastica o vetro, mente, ma non ancora per il Covid-19.
perdevano rapidamente queste pro- Prof.ssa Paola Cinque,
prietà, anche se in alcuni casi rimaneva- Unità Operativa di Malattie Infettive,
no in grado di infettare le cellule di Istituto Scientifico San Raffaele, di Milano
laboratorio per alcuni giorni, anche fino
a 9 in condizioni ambientali particolari.
Questo è tuttavia uno scenario artifi-
ciale e, nella vita reale, dobbiamo tenere
26
MUTAZIONE VIRUS
conto del fatto che la quantità di virus È possibile che il virus possa mutare
sulle superfici si riduce notevolmente diventando più letale o con sintomi
nel tempo, e quindi anche la sua capaci- più gravi?

47
CORONAVIRUS IL SOLE 24 ORE

Il virus Sars-Cov-2, così come gli altri vengono diffuse nell’ambiente, ma ri-
coronavirus umani o animali, tende a mangano intrappolate nella maschera
modificare il proprio materiale geneti- stessa. La mascherina dovrà essere
co e quindi a mutare nel tempo. Duran- tenuta soprattutto quando si è a contat-
te questa epidemia sono state già to con altre persone. Dopo 6-8 ore la
studiate le sequenze di moltissimi maschera dovrà essere sostituita e la
virus ed è stato osservato che man vecchia buttata nel contenitore dei rifiuti.
mano che il virus si diffonde da un La mascherina chirurgica ci difende poco
focolaio ad un altro, si evolve per la da un eventuale contagio; a tal fine do-
comparsa di nuove mutazioni. Non si vranno essere usate mascherine speciali
tratta di un evento inaspettato, data la (filtranti) chiamate FFP2 o meglio ancora
natura di questi virus, tantomeno peri- FFP3. Queste ultime vengono utilizzate
coloso. Al momento non sono state dal personale sanitario, sostituita dopo 8
osservate mutazioni che potrebbero ore di utilizzo ed eliminata nel contenito-
rendere il virus o più aggressivo, e re dei rifiuti speciali ospedalieri.
quindi causare una malattia più grave, Prof. Antonio Cascio,
o anche meno aggressivo. L’evoluzione Ordinario di Malattie Infettive e Tropicali
naturale dei coronavirus è comunque (MED/17), Direttore UOC Malattie
un argomento di grande interesse, Infettive e Tropicali e Centro Regionale
tenuto d’occhio attentamente dai di Riferimento AIDS AOU Policlinico
ricercatori. “P. Giaccone”, Palermo
Prof.ssa Paola Cinque,
Unità Operativa di Malattie Infettive,
Istituto Scientifico San Raffaele, di Milano 28
ANIMALI DOMESTICI

27
MASCHERINA
Posso contrarre l’infezione dal mio
animale domestico?
No. Al momento non vi è alcun dato
Devo indossare una mascherina per scientifico che dimostri la pericolosità
proteggermi? Come devo indossarla e in tal senso dei comuni animali dome-
cosa devo fare per utilizzarla bene? stici (cani, gatti, cavalli, ovini, caprini,
Dove va buttata la mascherina dopo etc etc). Può essere molto pericoloso
l’uso? invece tenere in casa animali esotici
La mascherina cosiddetta “chirurgica” soprattutto se importati illegalmente;
non serve per proteggere noi stessi, questa è una regola generale… In base
bensì gli altri qualora fossimo noi ad alle attuali conoscenze il nuovo corona-
avere un’infezione delle vie aeree. La virus avrebbe avuto origine da una
maschera dovrà coprire sia la bocca che il ricombinazione di un virus del pipistrel-
naso in maniera tale che le piccole goc- lo e di uno del pangolino e non vi sono
cioline di saliva che si generano quando certezze che altri animali possano tra-
parliamo, tossiamo o starnutiamo non smetterli.

48
DOMANDE & RISPOSTE

Prof. Antonio Cascio, sentare febbre a causa di comuni patolo-


Ordinario di Malattie Infettive e Tropicali gie (non necessariamente per il corona-
(MED/17), Direttore UOC Malattie virus) e per tale motivo ritrovarci in ospe-
Infettive e Tropicali e Centro Regionale dali affrontando non poche difficoltà. Chi
di Riferimento AIDS AOU Policlinico “ ha la necessità di viaggiare dovrà: 1)cer-
P. Giaccone”, Palermo care di evitare i contatti ravvicinati con
persone che non si conoscono soprat-

29
LAVAGGIO MANI
tutto se presentano i segni del raffred-
dore; 2) evitare i luoghi chiusi e affollati;
3) lavarsi frequentemente le mani; 4)
Quali sono le regole per la disinfezio- non mettersi le mani o altri oggetti in
ne/lavaggio delle mani? bocca o nelle narici; 5) indossare una
Acqua e sapone vanno benissimo. Me- mascherina chirurgica in caso di raffred-
glio il normale sapone rispetto ai ad altri dore per cercare di non conteggiare
detergenti. Il lavaggio delle mani deve nessuno e non apparire come una perso-
essere sufficientemente lungo per na che non stia attento a questa proble-
garantire a tutta la superficie delle mani matica, specialmente in questo periodo;
incluse le unghia di essere adeguata- 6) indossare la mascherina FFP2 o FFP3
mente deterse. Vanno benissimo anche qualora si vada in posti in cui abbiamo
i gel idroalcolici reperibili nelle farmacie contezza che dovremo avere rapporti
e nei supermercati. ravvicinati con persone infette.
Prof. Antonio Cascio, Prof. Antonio Cascio,
Ordinario di Malattie Infettive e Tropicali Ordinario di Malattie Infettive e Tropicali
(MED/17), Direttore UOC Malattie (MED/17), Direttore UOC Malattie
Infettive e Tropicali e Centro Regionale Infettive e Tropicali e Centro Regionale
di Riferimento AIDS AOU Policlinico “ di Riferimento AIDS AOU Policlinico “
P. Giaccone”, Palermo P. Giaccone”, Palermo

30
VIAGGI ALL’ESTERO
31
LAVAGGI NASALI
Viaggi all’estero. Li posso fare? A cosa Lavaggi nasali sì o no?
devo stare attento? No. Assolutamente no. Non è utile, al
Si può continuare a viaggiare coscienti contrario i lavaggi potranno inutilmente
che potremo essere fermati alla frontiera irritare le mucose nasali.
di altri Paesi che in questo periodo ci Prof. Antonio Cascio,
vedono come “untori”. Dovremo anche Ordinario di Malattie Infettive e Tropicali
mettere in conto che ci potrà esser chie- (MED/17), Direttore UOC Malattie Infet-
sto di rimanere in quarantena per lunghi tive e Tropicali e Centro Regionale
periodi. Se saremo particolarmente di Riferimento AIDS AOU Policlinico “
sfortunati potremmo ammalarci e pre- P. Giaccone”, Palermo

49
CORONAVIRUS IL SOLE 24 ORE

32
ANTICORPI
Struttura operativa Malattie Infettive
Ospedali Riuniti, Ancona

Chi guarisce è immunizzato?


Al momento non ci sono informazioni
definitive al riguardo. Se pensiamo agli
35
ASINTOMATICI
altri coronavirus possiamo dire che I test che hanno rilevato i positivi, riguar-
l’infezione produce una risposta anti- dano anche persone asintomatiche?
corpale che permette di controllare la Fino a ieri (27.02.2020) le persone identi-
malattia acuta ed impedire la croniciz- ficate secondo i criteri epidemiologici
zazione nella maggioranza dei casi. come potenzialmente a rischio di esposi-
Dott.ssa Anna Marigliano, zione venivano testate pur non essendo
Struttura operativa Malattie Infettive sintomatiche; al momento attuale i test
Ospedali Riuniti, Ancona vengono riservati alle persone che rientra-
no nei criteri epidemiologici e che svilup-

33
FORME LIEVI
pano sintomatologia anche nel corso
dell’isolamento domiciliare in cui sono
posti in virtù del loro rischio espositivo.
Le forme lievi non sono pericolose x il Dott.ssa Anna Marigliano,
portatore, ma sono comunque conta- Struttura operativa Malattie Infettive
giose? O no? Quindi come fare? Ospedali Riuniti, Ancona
Il paziente pauci sintomatico ma con
tampone positivo è potenzialmente
contagioso per gli altri per cui deve
osservare l'isolamento domiciliare per
36
DECORSO MALATTIA
14 gg come da indicazione ministeriale. I clinici sono in grado attraverso degli
Dott.ssa Anna Marigliano, esami di individuare il decorso della
Struttura operativa Malattie Infettive malattia e quantificare il rischio di
Ospedali Riuniti, Ancona eventuali complicanze?
Essendo una sindrome simil-influenza-

34
VACCINO
le, eventualmente complicata da pol-
monite, i clinici utilizzando gli strumenti
di sempre (obiettività clinica, esami
Che cosa si sa del vaccino? ematochimici e strumentali radiologici)
Al momento attuale non ci sono vaccini sono in grado di monitorarne il decorso
efficaci nè terapie specifiche; sono stati e porre in atto le eventuali strategie
avviati alcuni trials per testare farmaci diagnostico-terapeutiche aggiuntive in
antivirali e ad oggi Cina, Australia e Stati base alla gravità della malattia.
Uniti sembrano aver già avviato studi Dott.ssa Anna Marigliano,
per la messa a punta del vaccino. Struttura operativa Malattie Infettive
Dott.ssa Anna Marigliano, Ospedali Riuniti, Ancona

50
DOMANDE & RISPOSTE

37
KIT DI ANALISI
paese a rischio, con familiari di casi sospetti.
Prof. Claudio M. Mastroianni
Full Professor in Infectious Diseases
Esistono dei kit o delle analisi del Department of Public Health
sangue da eseguire privatamente per and Infectious Diseases
capire se si è contratto il coronavirus? Director of Infectious Diseases Unit
I test utilizzati per la ricerca del nuovo Azienda Ospedaliero-Universitaria
coronavirus (Sars-Cov-2) devono essere Policlinico Umberto I
eseguiti presso laboratori di riferimento Sapienza University of Rome, Italy
nazionali al fine di garantire risultati rapidi e
attendibili. Si tratta di analisi che richiedo-
no competenze specifiche e adeguati livelli
di biosicurezza, per cui è assolutamente
39
IL LIMITE DEI 14 GIORNI
sconsigliato eseguirli in laboratori privati. Visti i casi di covid19 che si sono svilup-
Prof. Claudio M. Mastroianni, pati in breve tempo, è possibile che il
Full Professor in Infectious Diseases tempo di incubazione sia maggiore di 14
Department of Public Health GG ? Diciamo almeno sette giorni in più?
and Infectious Diseases Allo stato attuale non ci sono dati
Director of Infectious Diseases Unit per stabilire che il periodo di incuba-
Azienda Ospedaliero-Universitaria zione dell’infezione sia superiore ai
Policlinico Umberto I 14 giorni.
Sapienza University of Rome, Italy Prof. Claudio M. Mastroianni
Full Professor in Infectious Diseases

38
SINTOMI RILEVANTI
Department of Public Health
and Infectious Diseases
Director of Infectious Diseases Unit
Quali sono le combinazioni/ sintomi Azienda Ospedaliero-Universitaria
che devono far sospettare un'infezio- Policlinico Umberto I
ne e quindi decidere di contattare il Sapienza University of Rome, Italy
servizio sanitario? Per esempio: tosse
senza febbre, come ci si deve compor-
tare? Oppure: febbre senza tosse,
come ci si deve comportare?
40
VIRUS E CALDO
I sintomi che devono far sospettare l’infezio- Coronavirus COVID-19 sparirà con
ne sono generalmente la combinazione di più l’arrivo del caldo?
sintomi quale febbre, rinorrea, mal di gola, Non si può affermare con certezza che il
tosse con difficoltà respiratoria. È importante nuovo coronavirus sparirà con il caldo. Nei
comunque ribadire che ci deve essere sem- periodi invernali la probabilità di trasmissio-
pre un collegamento epidemiologico con un ne è più elevata in quanto le persone vivono
paese a rischio, esposizione a casi accertati o in ambienti chiusi e affollati. L'arrivo della
sospetti, contatti con persone rientrate dal stagione estiva diminuisce le occasioni di

51
CORONAVIRUS IL SOLE 24 ORE

contatto, ma non possiamo sapere se la


eventuale diminuzione dei contagi con l'arri-
vo della bella stagione possa essere dovuto
41
FEBBRE
all'efficacia delle misure di contenimento La febbre è una condizione essen-
intraprese o al comportamento del virus. ziale per la sintomatologia da Coro-
Prof. Claudio M. Mastroianni navirus?
Full Professor in Infectious Diseases La febbre è uno dei sintomi principali,
Department of Public Health ma in alcuni casi possono esserci perso-
and Infectious Diseases ne paucisintomatiche che presentano
Director of Infectious Diseases Unit un modico rialzo febbrile non sempre
Azienda Ospedaliero-Universitaria Poli- avvertito dalla persona stessa e che
clinico Umberto I comunque si associa ad altri sintomi
Sapienza University of Rome, Italy respiratori.

I CONSIGLI DEGLI PSICHIATRI


Sette contromisure per battere l’epidemia informativa
L’epidemia da coronavirus ha due facce, una di ve reazioni psicologiche alla diffusione di
tipo biologico e una cognitiva. Questa è più notizie sul virus, unitamente alle misure che le
nascosta perché non si può misurare con un autorità hanno assunto al fine di contenere il
termometro, ma è altrettanto pericolosa. Gli contagio. Un mix ansiogeno che ha modifica-
esseri umani, infatti, hanno una paura che li to le nostre abitudini e la percezione di salute
accomuna: il timore di essere travolti da e benessere individuale. Non siamo dunque
un'epidemia. È una paura così radicata da ‘attaccati' solo da un virus influenzale severo
arrivare a far compiere azioni incontrollate, ma anche da una epidemia cognitiva che ri-
quelle di chi non sa più cosa fare e le prova schia di generare non solo spavento e confu-
tutte per salvarsi. Questo timore atavico è sione ma anche panico di massa e ansia da
amplificato dalla cosiddetta «infodemia», la untori. Ciascuno di noi si è interrogato sulla
diffusione virale e velocissima, che in passato chiusura delle scuole, delle chiese, dei musei,
naturalmente non esisteva, di notizie parziali, o sulla sospensione di eventi culturali e spor-
contradditorie, quando non addirittura false, tivi, eventi che ci rendono più fragili davanti
che può causare un crollo di fiducia nei rap- ad una minaccia invisibile, e la conseguente
porti tra le persone e nelle Istituzioni, e rende- paura del contagio sia dalle che verso le perso-
re più potente l'effetto sulla psiche di un feno- ne con cui veniamo in contatto (familiari,
meno che è sempre esistito. colleghi, amici).
In Italia, il Paese europeo con il maggior Ad accrescere i timori anche casi di suicidi: a
numero di casi accertati, si sono registrate (e Wuhan, un cittadino contagiato dal coronavi-
ancora si registrano) ingiustificate ed eccessi- rus ma non accettato in ospedale per sovraf-

52
DOMANDE & RISPOSTE

Prof. Claudio M. Mastroianni rus ce lo faremo tutti?


Full Professor in Infectious Diseases Allo stato attuale dei fatti
Department of Public Health non è possibile prevedere
and Infectious Diseases se il virus avrà una diffusione
Director of Infectious Diseases Unit pandemica.
Azienda Ospedaliero-Universitaria Poli- Prof. Claudio M. Mastroianni
clinico Umberto I Full Professor in Infectious Diseases
Sapienza University of Rome, Italy Department of Public Health
and Infectious Diseases

42
RISCHIO PANDEMIA
Director of Infectious Diseases Unit
Azienda Ospedaliero-Universitaria
Policlinico Umberto I
È possibile che prima o poi il coronavi- Sapienza University of Rome, Italy

follamento, si sarebbe suicidato per evitare di t Contenere la paura, mantenere la calma ed


rientrare a casa e poter contagiare i propri evitare di prendere decisioni fino a quanto il
familiari. A Gedda, un cinese sottoposto ad panico non è passato;
uno stretto isolamento in ospedale si sarebbe u Affidarsi solo alle testate giornalistiche
suicidato nonostante fosse negativo ai test del ufficiali e autorevoli;
coronavirus pare per la condizione di isola- i Non fare tesoro di ciò che si intercetta onli-
mento estremo a cui era stato sottoposto. In ne e sui social, soprattutto se «condiviso» da
India un uomo si è ucciso perchè convinto di amici solo virtuali, che non si conoscono;
essere infetto dal coronavirus, nonostante i o Rivolgersi al proprio medico e non fare do-
test fossero negativi, ma soffriva di una infe- mande su gruppi social;
zione urinaria. Tre reazioni estreme a pericoli p Se compaiono sintomi come panico, ansia o
differenti, collegati allo stato di allarme deter- depressione rivolgersi allo specialista al fine di
minato dalla infodemia. un’adeguata diagnosi.
Ecco dunque le nostre sette regole per af- Enrico Zanalda
frontare e vincere le paure causate dalla info- Presidente SIP – Società Italiana di Psichiatria,
demia: direttore del Dipartimento di Salute
eAttenersi alle comunicazioni ufficiali delle Mentale ASL TO3
autorità sanitarie; Massimo Di Giannantonio
rRiconoscere che le cose ‘spaventose' che Presidente Eletto SIP – Società Italiana
attraggono la nostra attenzione non sono di Psichiatria, ordinario di Psichiatria
necessariamente le più rischiose, – Università di Chieti-Pescara

53