Sei sulla pagina 1di 20

L

e casse, sul soffitto dell’ascensore, mandavano musica di


Ray Conniff. Il nero, davanti alla porta scorrevole, puz-
zava. La grassona, che pestava il calcagno del nero, odo-
rava. Il nero puzzava di sudore. La grassona odorava di profumo
Avon. L’ascensorista, coi baffi, sonnecchiava. Il manager con gli
occhiali Ray-Ban conversava con il giovane manager con la cra-
vatta vinaccia con strisce diagonali arancioncine. I due manager
erano bianchi. La Grassona che Odorava di Profumo Avon era
bianca.
Il Manager con gli Occhiali Ray-Ban disse al Giovane Ma-
nager con la Cravatta Vinaccia con Strisce Diagonali Aran-
cioncine:
«L’alberghetto era the best. Fa’ in modo di passare qualche
giorno in Normandia quando andrai di nuovo in Francia».
Al quarto piano, la Segretaria Bionda, Abbronzata dal Sole,
entrò nell’ascensore. Il Giovane Manager con la Cravatta Vi-
naccia con le Strisce Arancioncine guardò il culo della Segre-
taria Bionda, Abbronzata dal Sole. Il nero continuava a puz-
zare. La Segretaria Bionda, Abbronzata dal Sole non puzzava.
Il Giovane Manager con la Cravatta Vinaccia con le Strisce
Arancioncine punzecchiò, con il gomito, il Manager con gli Oc-
chiali Ray-Ban. Il Manager con gli Occhiali Ray-Ban guardò
anche lui il culo della Segretaria Bionda, Abbronzata dal Sole.
La Segretaria Bionda, Abbronzata dal Sole aveva capito che il
Manager con gli Occhiali Ray-Ban e il Giovane Manager con
la Cravatta Vinaccia con le Strisce Arancioncine le guardavano
il culo. La Segretaria Bionda, Abbronzata dal Sole finse di non

7
André Sant’Anna

capire che il Manager con gli Occhiali Ray-Ban e il Giovane


Manager con la Cravatta Vinaccia con le Strisce Arancioncine
le guardavano il culo. Il Nero che Puzzava sfiorò uno dei seni
della Segretaria Bionda, Abbronzata dal Sole, con il gomito. La
Segretaria Bionda, Abbronzata dal Sole allontanò il suo petto
dal gomito del Nero che Puzzava. La Grassona che Odora-
va di Profumo Avon avvicinò, lievemente, un braccio a quello
del Nero che Puzzava. Alla Grassona che Odorava di Profumo
Avon fece schifo il sudore del Nero che Puzzava.
Al secondo piano, una giovane madre, con il suo bebè, entrò
nell’ascensore. Il bebè sbavava e la sua bava colava giù per il
mento. La Giovane Madre voltò le spalle al Nero, che Puzza-
va. Il Nero, che Puzzava, finì con il cazzo accanto al culo della
Giovane Madre. Il Nero, che Puzzava, non aveva intenzione di
appoggiare il suo cazzo al culo della Giovane Madre. Solo che
l’ascensore era pieno e non c’era spazio per il cazzo del Nero,
che Puzzava. Il Nero, che Puzzava, rispettava le madri. Il Nero,
che Puzzava, si sentiva in imbarazzo, visto che aveva capito
che il suo cazzo era appoggiato al culo della Giovane Madre.
La Giovane Madre fingeva di non aver capito che il cazzo del
Nero, che Puzzava, era appoggiato al suo culo. La Grassona che
Odorava di Profumo Avon, spinta dal gomito del Manager con
gli Occhiali Ray-Ban, appoggiò i suoi seni sulle spalle del Nero,
che Puzzava. Il bebè continuava a sbavare in collo alla Giova-
ne Madre. Senza aprire gli occhi, l’Ascensorista coi Baffi disse:
«Piano terra», quando l’ascensore si fermò a piano terra.
La Giovane Madre, con il suo bebè che sbavava, uscì velo-
cemente dall’ascensore, liberando il cazzo del Nero che Puz-
zava. Il Nero che Puzzava sfiorò ancora una volta il gomito sul
petto della Segretaria Bionda, Abbronzata dal Sole, che uscì
dall’ascensore dopo aver guardato di sottecchi il Manager con
gli Occhiali Ray-Ban e il Giovane Manager con la Cravatta
Vinaccia con le Strisce Arancioncine. Il Giovane Manager con

8
Sesso

la Cravatta Vinaccia con le Strisce Arancioncine era giovane. Il


Manager con gli Occhiali Ray-Ban era giovane. Il Manager con
gli Occhiali Ray-Ban disse al Giovane Manager con la Cravatta
Vinaccia con le Strisce Arancioncine:
«Che culo, eh?!?!»
Al sentire il commento del Manager con gli Occhiali Ray-
Ban, l’Ascensorista coi Baffi alzò la testa e sorrise. L’Ascensori-
sta coi Baffi era del Nordeste. L’Ascensorista coi Baffi non aveva
mai fatto sesso con una segretaria bionda, abbronzata dal sole.
Il Manager con gli Occhiali Ray-Ban faceva sempre sesso con
segretarie bionde, abbronzate dal sole. Il Giovane Manager con
la Cravatta Vinaccia con Strisce Diagonali Arancioncine non
aveva mai fatto sesso con delle segretarie. Però, la fidanzata del
Giovane Manager con la Cravatta Vinaccia con Strisce Diago-
nali Arancioncine era bionda e abbronzata dal sole. Il Giovane
Manager con la Cravatta Vinaccia con le Strisce Arancioncine
faceva sesso con la sua Fidanzata Bionda, Abbronzata dal Sole,
nel fine settimana, quando i genitori della sua Fidanzata Bion-
da, Abbronzata dal Sole andavano alla casa al mare di famiglia,
nei dintorni di Ubatuba.
La Grassona che Odorava di Profumo Avon, dopo aver spinto
il Nero, che Puzzava, fuori dall’ascensore, iniziò a camminare, con
le gambe divaricate, verso la farmacia del centro commerciale.
Nel suo percorso, la Grassona che Odorava di Profumo Avon
passò proprio tra i due adolescenti mezzi hippy che camminava-
no mano nella mano. L’Adolescente Mezza Hippy si irritò con la
Grassona che Odorava di Profumo Avon e disse:
«Porca puttana!»
L’Adolescente Mezzo Hippy disse all’Adolescente Mezza
Hippy:
«Non ti scaldare. È brutta e grassa».
L’Adolescente Mezza Hippy non portava il reggiseno e i suoi
rosei capezzoli si potevano vedere sotto al fine tessuto bianco

9
André Sant’Anna

della sua camicetta. L’Adolescente Mezzo Hippy era magro e


aveva una barbina rada sul mento. La Coppia di Adolescenti
Mezzi Hippy si trovava nel centro commerciale per comprare
un fornello da campo. La Coppia di Adolescenti Mezzi Hip-
py si stava preparando per fare campeggio a Trindade, vicino
Paraty, dove, per la prima volta, avrebbero fatto l’amore. I due
adolescenti mezzi hippy erano vergini ed erano arrivati alla
conclusione che fosse giunta l’ora che entrambi perdessero la
verginità. L’Adolescente Mezza Hippy aveva paura che la pe-
netrazione del pene dell’Adolescente Mezzo Hippy, nella sua
vagina, le facesse male. L’Adolescente Mezzo Hippy aveva pau-
ra che l’Adolescente Mezza Hippy trovasse il suo cazzo molto
piccolo. L’Adolescente Mezzo Hippy aveva sedici anni. L’Ado-
lescente Mezza Hippy aveva quattordici anni.
La Grassona che Odorava di Profumo Avon andava alla far-
macia del centro commerciale per comprare Diet Shake, O.B.
e Aspirina importata. La Grassona che Odorava di Profumo
Avon soffriva di un’emicrania cronica terribile. L’emicrania del-
la Grassona che Odorava di Profumo Avon passava soltanto
quando la Grassona che Odorava di Profumo Avon prendeva
l’Aspirina importata dagli Stati Uniti.
Il Nero che Puzzava passò anche lui per la Coppia di Adole-
scenti Mezzi Hippy. Il Nero che Puzzava aveva soltanto i soldi
sufficienti per pagare il biglietto dell’autobus che avrebbe preso
alla fine del pomeriggio. Il Nero che Puzzava puliva i bagni
degli uomini del centro commerciale tutti i giorni. Il Nero che
Puzzava era amico del giornalaio dell’edicola che si trovava da-
vanti al centro commerciale. Il Nero che Puzzava, dopo essere
passato per la Coppia di Adolescenti Mezzi Hippy, andò fino
all’edicola, davanti al centro commerciale, e chiese Al Giorna-
laio dell’Edicola Davanti al Centro Commerciale una rivista
Anal Sex in prestito. Il Giornalaio dell’Edicola Davanti al Cen-
tro Commerciale prestò la rivista Anal Sex al Nero che Puzzava.

10
Sesso

Il Nero che Puzzava si sedette sul muretto accanto all’edicola,


davanti al centro commerciale. Il cazzo del Nero che Puzzava
divenne duro mentre sfogliava la rivista Anal Sex.
La Giovane Madre, con il suo bebè che sbavava in collo, uscì
dal centro commerciale e vide il Nero che Puzzava che sfogliava
la sua rivista Anal Sex. La Giovane Madre non faceva mai sesso
anale con il suo giovane marito. Il Nero che Puzzava non faceva
mai sesso anale. La Giovane Madre faceva altre modalità di
sesso con il suo giovane marito. Il Nero che Puzzava non face-
va sesso da molto tempo. Ma il Nero che Puzzava stava quasi
conquistando la bigliettaia dell’autobus nel quale lui, Nero che
Puzzava, tornava a casa tutti i giorni, alle sei del pomeriggio.
Il Bebè che Sbavava, figlio della Giovane Madre, non sapeva
neanche che cosa fosse il sesso, ma già provava desideri sessuali
inconsci per la Giovane Madre. Il Nero che Puzzava non sape-
va neanche cosa fosse una madre e, per questo, sentiva desideri
sessuali inconsci per la sorella maggiore che lo aveva allevato.
La Sorella Maggiore del Nero che Puzzava era stata prostituta
e prendeva un po’ di più dai sui clienti, quasi tutti neri che puz-
zavano, per fare sesso anale. Il Nero che Puzzava voleva molto
fare del sesso anale con la Bigliettaia dell’Autobus sul quale il
Nero, che Puzzava, Tornava a Casa Tutti i Giorni, alle Sei del
Pomeriggio.
Alla Grassona che Odorava di Profumo Avon piaceva fare
del sesso anale. Alla Grassona che Odorava di Profumo Avon
piaceva molto fare sesso, ma raramente la Grassona che Odo-
rava di Profumo Avon faceva sesso, visto che alla maggior parte
degli uomini non piace fare sesso con donne grasse.
La Grassona che Odorava di Profumo Avon lavorava in
un’azienda. Di quando in quando, la Grassona che Odorava
di Profumo Avon faceva sesso con il Capo delle Spedizioni
dell’Azienda, il cui stipendio era di trecento reais al mese. Lo
stipendio della Grassona che Odorava di Profumo Avon era

11
André Sant’Anna

di ottocento reais al mese. Prima di fare sesso con il Capo delle


Spedizioni dell’Azienda, la Grassona che Odorava di Profumo
Avon portava sempre il Capo delle Spedizioni dell’Azienda a
prendere delle birre e a mangiare qualche porzione di salame
piccante e di provolone alla milanese. La Grassona che Odorava
di Profumo Avon adorava il salame piccante e il provolone alla
milanese. La Grassona che Odorava di Profumo Avon mangiava
soltanto un po’ di salame piccante e di provolone alla milanese,
quando portava il Capo delle Spedizioni dell’Azienda a pren-
dere delle birre e a prendere alcune porzioni di salame piccante
e di provolone alla milanese, prima di fare sesso. La Grassona
che Odorava di Profumo Avon mangiava poco salame piccante
e poco provolone alla milanese perché aveva paura di ingrassare
ancora di più. Dopo le porzioni di salame piccante e di provo-
lone alla milanese, la Grassona che Odorava di Profumo Avon
e il Capo delle Spedizioni dell’Azienda andavano a fare sesso
al Motel L’Amour. Il Capo delle Spedizioni dell’Azienda non
sentiva molta attrazione sessuale per la Grassona che Odorava
di Profumo Avon. Il Capo delle Spedizioni dell’Azienda non
sentiva molta attrazione sessuale per la Grassona che Odorava
di Profumo Avon perché la Grassona che Odorava di Profumo
Avon era grassa. Il Capo delle Spedizioni dell’Azienda faceva
sesso con la Grassona che Odorava di Profumo Avon perché gli
piaceva molto la sua compagnia. La Grassona che Odorava di
Profumo Avon sapeva molte cose che il Capo delle Spedizioni
dell’Azienda non sapeva, oltre a pagare le birre e le porzioni di
salame piccante e di provolone alla milanese per lui, Capo del-
le Spedizioni dell’Azienda. La Grassona che Odorava di Pro-
fumo Avon leggeva poesie di Bruna Lombardi al Capo delle
Spedizioni dell’Azienda. Il Capo delle Spedizioni dell’Azienda
adorava fare il bagno nella vasca dell’idromassaggio del Motel
L’Amour. Alla Grassona che Odorava di Profumo Avon e al
Capo delle Spedizioni dell’Azienda piaceva vedere i film di ses-

12
Sesso

so esplicito del canale privé del Motel L’Amour. Una volta, la


Grassona che Odorava di Profumo Avon vide un film nel cana-
le privé del Motel L’Amour nel quale una donna era penetrata
da due uomini allo stesso tempo. Uno degli uomini metteva
il cazzo nella fica della donna, mentre l’altro uomo metteva il
cazzo nel culo della donna. La Grassona che Odorava di Pro-
fumo Avon avrebbe adorato essere penetrata da due uomini
allo stesso tempo. La Grassona che Odorava di Profumo Avon
non amava il Capo delle Spedizioni dell’Azienda. Il Capo delle
Spedizioni dell’Azienda non amava la Grassona che Odorava
di Profumo Avon.
Dopo essere usciti dall’ascensore, il Manager con gli Oc-
chiali Ray-Ban e il Giovane Manager con la Cravatta Vinaccia
con Strisce Arancioncine andarono al ristorante giapponese,
nel piano interrato del centro commerciale, dove incontrarono
il Gestore di Marketing della Multinazionale che Fabbricava
Profilattici. La multinazionale che fabbricava profilattici si tro-
vava in un periodo di alta lucratività, visto che le nuove pubbli-
cità della televisione, prodotte e diffuse gratuitamente, benché
non mostrassero la marca della multinazionale che fabbricava
profilattici, poiché facevano parte di uno sforzo collettivo della
società per evitare la diffusione dell’AIDS, stavano generando
un grande aumento nella vendita di profilattici. I profilattici
fabbricati dalla multinazionale che fabbricava profilattici erano
i più noti sul mercato. Le pubblicità della televisione, che face-
vano parte di uno sforzo collettivo della società per evitare la
diffusione dell’AIDS, prodotte e veicolate gratuitamente, non
avevano fini commerciali. L’agenzia pubblicitaria, nella quale
lavoravano il Manager con gli Occhiali Ray-Ban e il Manager
con la Cravatta Vinaccia con le Strisce Arancioncine, non aveva
fatturato nessun soldo con la campagna di prevenzione contro
l’AIDS, prodotta e veicolata gratuitamente. Nel frattempo, il
team di creazione dell’agenzia pubblicitaria, nella quale il Ma-

13
André Sant’Anna

nager con gli Occhiali Ray-Ban e il giovane Manager con la


Cravatta Vinaccia con le Strisce Arancioncine lavoravano, ave-
va vinto un leone d’argento al festival di Cannes, con la campa-
gna di prevenzione contro l’AIDS, prodotta e veicolata gratu-
itamente. Ma la cosa migliore di tutte è che la multinazionale
che fabbricava profilattici, attraverso il Gestore di Marketing
della Multinazionale che Fabbricava profilattici, aveva dato la
gestione pubblicitaria della sua linea di shampoo per bambini
all’agenzia pubblicitaria nella quale lavoravano il Manager con
gli Occhiali Ray-Ban e il Giovane Manager con la Cravatta
Vinaccia con le Strisce Arancioncine. La multinazionale che
fabbricava profilattici produceva anche shampoo.
Durante il pranzo di lavoro, il Manager con gli Occhiali
Ray-Ban, il Giovane Manager con la Cravatta Vinaccia con le
Strisce Arancioncine e il Gestore di Marketing della Multi-
nazionale che Produceva Profilattici parlarono di sesso, mente
mangiavano sushi e sashimi. Il Gestore di Marketing della Mul-
tinazionale che Produceva profilattici disse che aveva adorato
fare sesso con una segretaria bionda, abbronzata dal sole, che
aveva la fica completamente depilata, che non era la Segretaria
Bionda, Abbronzata dal Sole, il cui culo era stato ammirato dal
Manager con gli Occhiali Ray-Ban e dal Giovane Manager con
la Cravatta Vinaccia con le Strisce Arancioncine, nell’ascensore
del centro commerciale. Il Manager con gli Occhiali Ray-Ban
pensava che la cosa più bella del mondo fosse osservare una
segretaria bionda, abbronzata dal sole, che praticava sesso orale
su di lui, Manager con gli Occhiali Ray-Ban. Il Giovane Ma-
nager con la Cravatta Vinaccia con le Strisce Arancioncine non
disse al Manager con gli Occhiali Ray-Ban, né al Gestore di
Marketing della Multinazionale che Produceva Profilattici che
lui, Giovane Manager con la Cravatta Vinaccia con le Strisce
Arancioncine, faceva sesso orale con la sua Fidanzata Bion-
da, Abbronzata dal Sole. Il Giovane Manager con la Cravatta

14
Sesso

Vinaccia con le Strisce Arancioncine amava la sua Fidanzata


Bionda, Abbronzata dal Sole. Il Gestore di Marketing della
Multinazionale che Produceva Profilattici era bianco e aveva la
stessa età del Manager con gli Occhiali Ray-Ban.
Dopo essere passata per il Nero, che Puzzava e che sfogliava
la rivista Anal Sex, la Giovane Madre, con il suo Bebè che Sba-
vava, notò un nero, che non puzzava, e che portava una tonaca
stampata e un cappuccio colorato. La Giovane Madre, con il suo
Bebè che Sbavava, notò anche le Cinque Nere, che Non Puzza-
vano, intorno al Nero, che Non Puzzava. Le Cinque Nere, che
Non Puzzavano, anch’esse portavano delle tonache stampate.
Le Cinque Nere, che Non Puzzavano, portavano delle collanine
colorate nei loro capelli delicatamente intrecciati. La Giovane
Madre, con il suo Bebè che Sbavava, pensò che il Nero, che Non
Puzzava, e le Cinque Nere, che Non Puzzavano, fossero figure
molto interessanti. Il Nero, che Non Puzzava e le Cinque Nere,
che Non Puzzavano, dopo essere passati per la Giovane Madre,
con il suo Bebè che Sbavava, entrarono nel centro commerciale.
Tutti quanti, nel centro commerciale, guardavano il Nero, che
Non Puzzava, e le Cinque Nere, che Non Puzzavano. Il Nero,
che Non Puzzava, era una star del reggae e si trovava a San
Paolo per uno spettacolo. Le Cinque Nere, che Non Puzza-
vano, erano le mogli del Nero, che Non Puzzava. Il Nero, che
Non Puzzava, faceva sesso con tutte le Cinque Nere, che Non
Puzzavano. L’Adolescente Mezza Hippy e l’Adolescente Mez-
zo Hippy erano fan del Nero, che Non Puzzava. L’Adolescente
Mezzo Hippy, che stava imparando a suonare il sax, sognava
di vivere in Giamaica, fumare l’erba, suonare il reggae e fare
sesso con cinque adolescenti mezze hippy, che non puzzassero.
Una delle cinque adolescenti mezze hippy, che non puzzavano
e avrebbero fatto sesso con l’Adolescente Mezzo Hippy, sarebbe
stata l’Adolescente Mezza Hippy. L’Adolescente Mezzo Hip-
py amava l’Adolescente Mezza Hippy. L’Adolescente Mezzo

15
André Sant’Anna

Hippy e l’Adolescente Mezza Hippy non sarebbero andati


allo spettacolo del Nero, che Non Puzzava, perché, il giorno
dopo, avrebbero fatto sesso per la prima volta, in una tenda sulla
spiaggia di Trindade, vicino Paraty, e volevano andare a dormire
presto.
La Segretaria Bionda, Abbronzata dal Sole, pensò che i ve-
stiti del Nero, che Non Puzzava, fossero ridicoli. La Segretaria
Bionda, Abbronzata dal Sole, non sentiva attrazione sessuale
per i neri. La Segretaria Bionda, Abbronzata dal Sole, non ama-
va il reggae. La Segretaria Bionda, Abbronzata dal Sole, avreb-
be preferito morire piuttosto che fare sesso con un nero. La
Segretaria Bionda, Abbronzata dal Sole, avrebbe praticato sesso
orale sul Manager con gli Occhiali Ray-Ban senza problemi. La
Segretaria Bionda, Abbronzata dal Sole avrebbe trovato bello
se il Manager con gli Occhiali Ray-Ban avesse trovato bello
osservarla mentre praticava sesso orale su di lui, Manager con
gli Occhiali Ray-Ban.
La Sorella Maggiore del Nero, che Puzzava, se fosse stata
ancora viva, avrebbe trovato bello il Nero, che Non Puzzava. La
Sorella Maggiore del Nero che Puzzava era stata assassinata da
un cliente bianco, che puzzava. Il Cliente Bianco, che Puzzava,
della Sorella Maggiore del Nero, che Puzzava, aveva sgozzato
la Sorella Maggiore del Nero, che Puzzava, con una lama. Il
Cliente Bianco, che Puzzava, della Sorella Maggiore del Nero,
che Puzzava, non aveva voluto fare sesso anale con lui, Clien-
te Bianco, che Puzzava. Alla Sorella Maggiore del Nero, che
Puzzava, faceva molto schifo l’odore del Cliente Bianco, che
Puzzava. Dopo aver ucciso la Sorella Maggiore del Nero, che
Puzzava, il Cliente Bianco, che Puzzava, della Sorella Maggiore
del Nero, che Puzzava, disse:
«Negra schifosa!»
Dalla vetrina del ristorante giapponese del centro commer-
ciale, il Manager con gli Occhiali Ray-Ban vide il Nero, che

16
Sesso

Non Puzzava, e le Cinque Nere, che Non Puzzavano. Il Ma-


nager con gli Occhiali Ray-Ban disse al Giovane Manager con
la Cravatta Vinaccia con le Strisce Diagonali Arancioncine e
al Gestore di Marketing della Multinazionale che Produceva
Profilattici:
«Guarda un po’ quel creolo che fa il furbo».
Il Gestore di Marketing della Multinazionale che Produ-
ceva Profilattici disse al Manager con gli Occhiali Ray-Ban e
al Giovane Manager con la Cravatta Vinaccia con le Strisce
Arancioncine:
«Ma una di quelle negrone io me la farei pure».
Il Giovane Manager con la Cravatta Vinaccia con le Strisce
Arancioncine aveva letto nel supplemento Mais! della Folha de
São Paulo, che due americani, che non puzzavano, avevano fatto
una ricerca scientifica sull’intelligenza degli esseri umani. Ba-
sandosi su test di IQ , i due americani, che non puzzavano ed
erano intelligentissimi, erano arrivati alla conclusione che gli
esseri umani bianchi erano più intelligenti degli esseri uma-
ni neri. Quando il Giovane Manager con la Cravatta Vinaccia
con le Strisce Arancioncine vide il Nero, che Non Puzzava, e le
Cinque Nere, che Non Puzzavano, credette davvero di essere
più intelligente del Nero, che Non Puzzava, e molto, ma pro-
prio molto più intelligente delle Cinque Nere, che Non Puzza-
vano. Il Giovane Manager con la Cravatta Vinaccia con le Stri-
sce Arancioncine disse al Manager con gli Occhiali Ray-Ban e
al Gestore di Marketing della Multinazionale che Produceva
Profilattici:
«Farmela, me la farei. Ma con il preservativo. Questa gen-
te dell’Africa è un cazzo di gruppo a rischio. Ha ha ha ha ha
ha ha».
In realtà, il Giovane Manager con la Cravatta Vinaccia con
le Strisce Arancioncine voleva fare una battuta intelligente in
omaggio al prodotto fabbricato dalla multinazionale che pro-

17
André Sant’Anna

duceva profilattici, il cui gestore di marketing era il Gestore di


Marketing della Multinazionale che Produceva Profilattici.
Il Nero, che Non Puzzava, e le Cinque Nere, che Non Puz-
zavano, non erano africani, visto che venivano dalla Giamaica.
Il Giovane Manager con la Cravatta Vinaccia con le Strisce
Arancioncine pensò che il Nero, che Non Puzzava, e le Cinque
Nere, che Non Puzzavano, fossero africani perché il Nero, che
Non Puzzava, e le Cinque Nere, che Non Puzzavano, portava-
no delle tonache stampate, visto che il Nero, che Non Puzzava,
portava un cappuccio colorato e le Cinque Nere, che Non Puz-
zavano, portavano delle collanine colorate nei capelli delicata-
mente intrecciati.
Il Giovane Manager con la Cravatta Vinaccia con le Stri-
sce Arancioncine aveva visto molti africani, che non puzzavano,
con tonache stampate e cappucci colorati, nella metro di Parigi,
durante le sue vacanze premio. Colui che aveva regalato le va-
canze premio al Giovane Manager con la Cravatta Vinaccia con
Strisce Arancioncine era il Manager con gli Occhiali Ray-Ban,
che era superiore diretto del Giovane Manager con la Cravatta
Vinaccia con le Strisce Arancioncine ed era molto soddisfatto
del Giovane Manager con la Cravatta Vinaccia con le Strisce
Arancioncine, che aveva condotto in modo brillante le trattative
con la multinazionale che produceva profilattici, conquistando
il contratto pubblicitario della linea di shampoo per bambini
della multinazionale che produceva profilattici. Quando era
stato in Francia, il Giovane Manager con la Cravatta Vinaccia
con le Strisce Arancioncine trovò le donne francesi molto belle.
L’unica cosa, nelle donne francesi, che disturbava il Giovane
Manager con la Cravatta Vinaccia con le Strisce Arancioncine
era che la maggior parte di loro, donne francesi, non si depilava
le ascelle. Il Giovane Manager con la Cravatta Vinaccia con le
Strisce Arancioncine non era stato in Normandia, quando era
stato in Francia. Quando il Giovane Manager con la Cravatta

18
Sesso

Vinaccia con le Strisce Arancioncine andrà di nuovo in Francia,


in luna di miele con la sua Fidanzata Bionda, Abbronzata dal
Sole, andrà in Normandia e dormirà nell’alberghetto the best
consigliato dal Manager con gli Occhiali Ray-Ban.
Il Nero, che Non Puzzava, aveva già fatto sesso con varie
donne francesi. Tutte le donne che avevano fatto sesso con il
Nero, che Non Puzzava, avevano adorato fare sesso con il Nero,
che Non Puzzava. Il Nero, che Non Puzzava, aveva già fatto
sesso in tutte le maniere possibili: sesso orale, sesso anale, sesso
di gruppo, ménage à trois, ecc…
Il Nero, che Puzzava, non sapeva neanche che cosa fosse la
Francia. Il Nero, che Puzzava, le rare volte in cui faceva sesso,
era un po’ rude con le donne con le quali faceva sesso. Le donne
che facevano sesso con il Nero, che Puzzava, non raggiungeva-
no mai l’orgasmo. Il Nero, che Puzzava, non sapeva pronunciare
la parola “orgasmo”.
Il cazzo del Nero, che Non Puzzava, era più grande di quello
del Giovane Manager con la Cravatta Vinaccia con le Strisce
Diagonali Arancioncine, che era più grande del cazzo del Ma-
nager con gli Occhiali Ray-Ban, che era più o meno della stessa
misura del cazzo del Gestore di Marketing della Multinazio-
nale che Produceva Profilattici. Il Cazzo del Nero, che Puzzava,
era più grande del cazzo del Nero, che Non Puzzava, del cazzo
del Giovane Manager con la Cravatta Vinaccia con le Strisce
Arancioncine, del cazzo del Manager con gli Occhiali Ray-Ban
e del cazzo del Gestore della Multinazionale che Produceva
Profilattici. Il cazzo più piccolo di tutti era quello dell’Adole-
scente Mezzo Hippy.
Nel chiosco di giornali, davanti al centro commerciale, c’era-
no, oltre alla rivista Anal Sex, varie riviste sessuali: Hot (scene
di sesso di gruppo), Black and Blondie (uomini neri che fanno
sesso con donne bionde), Le ArRapate (foto di donne con la fica
totalmente depilata), Sesso Animale (donne che fanno sesso con

19
André Sant’Anna

cani, cavalli e pony), Teen Sex (donne vestite da collegiali che


fanno sesso), Extravagance (per sadomasochisti), Busty (donne
con seni giganteschi), Alone (uomini muscolosi nudi con cazzi
duri), Fat Chicks (donne molto grasse che mostrano la fica), Lei
& Lei (sesso tra donne).
L’Adolescente Mezzo Hippy si sarebbe vergognato di com-
prare una di queste pubblicazioni. Ma, con una leggera vergo-
gna, l’Adolescente Mezzo Hippy comprava, tutti i mesi, la rivi-
sta Playboy e la rivista Lui & Lei, che mostravano i seni, i culi e
i peli pubici delle donne. Le donne che comparivano nude nella
rivista Playboy erano attrici di televisione, cantanti, presentatri-
ci di programmi per bambini, atlete, amanti di politici, amanti
di calciatori, modelle famose o americane bionde, abbronzate
dal sole. Le donne che comparivano nude nella rivista Lui &
Lei non avevano nulla di speciale oltre ai seni, al culo e ai peli
pubici. L’Adolescente Mezzo Hippy aveva letto una volta, in
una sezione di consigli sessuali della rivista Lui & Lei, che la
misura del pene del partner sessuale non interferiva nel piacere
ottenuto dalla donna che era penetrata. L’articolo, il cui titolo
era Le dimensioni non sono un documento, diceva che l’importante
era che il partner sessuale fosse affettuoso con la donna e che
lui, partner sessuale, non fosse egoista e cercasse sempre di sti-
molare le zone erogene della donna. Secondo un altro articolo
della rivista Lui & Lei, dal titolo Punti di piacere totale, le zone
erogene delle donne erano: le orecchie, la nuca, i piedi, i seni, le
cosce, le natiche e il clitoride.
All’Adolescente Mezza Hippy facevano molto schifo le rivi-
ste di sesso esposte nell’edicola, davanti al centro commerciale.
L’Adolescente Mezza Hippy sarebbe rimasta delusa di scoprire
che l’Adolescente Mezzo Hippy comprava la rivista Playboy e
la rivista Lui & Lei tutti i mesi. Per l’Adolescente Mezza Hippy,
la rivista Playboy e la rivista Lui & Lei erano “cose da adole-
scenti”. L’Adolescente Mezzo Hippy anche lui trovava che la

20
Sesso

rivista Playboy e la rivista Lui & Lei erano “cose da adolescenti”.


Per questo, l’Adolescente Mezzo Hippy si vergognava un po’
quando comprava la rivista Playboy o la rivista Lui & Lei. Tutta-
via, l’Adolescente Mezzo Hippy comprava comunque la rivista
Playboy e la rivista Lui & Lei.
L’Adolescente Mezza Hippy comprava, tutti i mesi, la rivi-
sta Capriccio. L’Adolescente Mezza Hippy si vergognava un po’
quando comprava la rivista Capriccio, che era rivolta ad adole-
scenti per nulla hippy. La rivista Capriccio, secondo il profilo
tracciato dal dipartimento dei media dell’agenzia pubblicitaria
nella quale il Manager con gli Occhiali Ray-Ban e il Giovane
Manager con la Cravatta Vinaccia con le Strisce Arancionci-
ne lavoravano, era rivolta ad Adolescenti di sesso femminile,
delle classi B e C+, vergini, che vestivano griffato, che ascolta-
vano Madonna e i Guns’n’Roses, studiavano in scuole private
e facevano parte della “tribù” dei mauricinhos e patricinhas. Se-
condo il profilo tracciato dal dipartimento media dell’agenzia
pubblicitaria nella quale lavoravano il Manager con gli Occhiali
Ray-Ban e il Giovane Manager con la Cravatta Vinaccia con
le Strisce Arancioncine, le patricinhas erano delle adolescenti di
sesso femminile, di classe B e C+, che vestivano griffato, ascol-
tavano Madonna e i Guns’n’Roses e studiavano in delle scuole
private. L’Adolescente Mezza Hippy era un’adolescente di sesso
femminile, di classe B o C+, vergine, che studiava in una scuo-
la privata. L’Adolescente Mezza Hippy non vestiva griffato, né
le piacevano Madonna e i Guns’n’Roses. Per cui, l’Adolescen-
te Mezza Hippy non era una patricinha (l’Adolescente Mezza
Hippy odiava le patricinhas). (All’Adolescente Mezza Hippy
piaceva il reggae). (L’Adolescente Mezza Hippy si metteva
cose rilassate, principalmente camicette di fino tessuto bianco).
Per questo, l’Adolescente Mezza Hippy si vergognava un po’
quando comprava la rivista Capriccio. Comunque, l’Adolescen-
te Mezza Hippy comprava la rivista Capriccio. L’Adolescente

21
André Sant’Anna

Mezza Hippy si interessava molto al sesso e la rivista Capriccio


pubblicava sempre articoli rivolti ad adolescenti di sesso fem-
minile, vergini, molto interessate al sesso. Una volta, l’Adole-
scente Mezza Hippy aveva letto un articolo nella rivista Capric-
cio, intitolato: Verginità. Il momento giusto per perderla. L’articolo
(Verginità. Il momento giusto per perderla) diceva che la cosa più
importante nel primo rapporto sessuale di un’adolescente ver-
gine era che il partner sessuale dell’adolescente vergine amasse
l’adolescente vergine e che l’adolescente vergine amasse il suo
partner sessuale. Anche l’Adolescente Mezzo Hippy aveva letto
nell’articolo (Verginità. Il momento giusto per perderla) che il do-
lore avvertito da un’adolescente vergine, nel momento in cui era
penetrata per la prima volta, era relativo. Che, se il partner ses-
suale fosse affettuoso, il primo rapporto sessuale sarebbe potuto
essere meraviglioso. Come avvertimento, l’articolo (Verginità. Il
momento giusto per perderla) spiegava che l’adolescente vergine
avrebbe dovuto prendere certe precauzioni, come pretende-
re che il partner sessuale si mettesse il preservativo. L’articolo
(Verginità. Il momento giusto per perderla) consigliava anche, alle
adolescenti vergini, che esse, adolescenti vergini, si preparassero
emozionalmente, visto che, spesso, il primo rapporto sessuale
può essere traumatico e causare dei seri danni alla vita sessuale
delle donne. L’Adolescente Mezza Hippy amava l’Adolescente
Mezzo Hippy e, per questo, si sentiva sicura e pronta per essere
penetrata.
Peccato che la Grassona che Odorava di Profumo Avon non
si trovasse nell’edicola, davanti al centro commerciale, nel mo-
mento in cui il Giapponese dell’IBM attraversò il largo viale,
davanti al centro commerciale, ed entrò, discretamente, nell’edi-
cola davanti al centro commerciale. Il Giornalaio dell’Edicola
Davanti al Centro Commerciale sapeva essere discreto con i
suoi clienti. E il Giapponese dell’IBM, discretissimo, non do-
vette neanche aprire la bocca per avere, incartata in una bu-

22
Sesso

sta di plastica opaca, la sua copia di Fat Chicks (donne molto


grasse che mostrano la fica). Il Giapponese dell’IBM era un
giapponese dal bell’aspetto. Il Giapponese dell’IBM era un bel
giapponese. Il Giapponese dell’IBM era un giapponese ricco. Il
Giapponese dell’IBM era un giapponese colto. Il Giapponese
dell’IBM era un giapponese moderno. Il Giapponese dell’IBM
non era giapponese, né brasiliano. Il Giapponese dell’IBM era
californiano. Il Giapponese dell’IBM era l’uomo più potente
dell’IBM in Brasile.
Fu un peccato che il Giapponese dell’IBM non vide la
Grassona che Odorava di Profumo Avon che usciva dal centro
commerciale. Se il Giapponese dell’IBM avesse visto la Gras-
sona che Odorava di Profumo Avon, certamente se ne sarebbe
innamorato all’istante. Il Giapponese dell’IBM, avrebbe detto,
con accento americano, alla Grassona che Odorava di Profumo
Avon:
«Sei la donna della mia vita!!!»
All’inizio, la Grassona che Odorava di Profumo Avon sa-
rebbe stata sospettosa. Ma, dopo una cena, in un locale jazz, al
suono di un quintetto di neri, che non puzzavano, la Grassona
che Odorava di Profumo Avon avrebbe accettato la richiesta
di matrimonio del Giapponese dell’IBM. La stessa sera in cui
la Grassona che Odorava di Profumo Avon avrebbe accettato
la proposta di matrimonio del Giapponese dell’IBM, il Giap-
ponese dell’IBM avrebbe portato la Grassona che Odorava di
Profumo Avon al Motel Taj Mahal. Il Motel Taj Mahal sareb-
be stato molto meglio del Motel L’Amour, dove la Grassona
che Odorava di Profumo Avon faceva sesso con il Capo delle
Spedizioni dell’Azienda. Il Motel Taj Mahal, oltre ad offrire la
vasca idromassaggio e un canale privé di film di sesso esplici-
to, offriva anche sauna; piscina riscaldata con cascata artificiale;
macchina Polaroid affinché il Giapponese dell’IBM fotografas-
se la Grassona che Odorava di Profumo Avon nuda; accessori

23
André Sant’Anna

sessuali come peni di gomma, vagine artificiali e vari tipi di


frustino; letto vibrante; luci stroboscopiche; sculture di ghiaccio
in forma di pene; carta da parati con immagini del Kama Sutra.
Nel Motel Taj Mahal, il Giapponese dell’IBM avrebbe fatto
sesso anale con la Grassona che Odorava di Profumo Avon.
Nel Motel Taj Mahal, la Grassona che Odorava di Profumo
Avon avrebbe praticato sesso orale sul Giapponese dell’IBM.
Nel Motel Taj Mahal, il Giapponese dell’IBM avrebbe leccato
tutto il corpo della Grassona che Odorava di Profumo Avon. Il
Giapponese dell’IBM avrebbe adorato il gusto di sudore nelle
pieghe tra gli strati di grasso della Grassona che Odorava di
Profumo Avon. Dopo sposati, il Giapponese dell’IBM avrebbe
portato la Grassona che Odorava di Profumo Avon a passare
la luna di miele a Los Angeles e, la notte di nozze, il Giappo-
nese dell’IBM avrebbe contrattato un travestito nero, che non
puzzava, per condividere il letto della coppia e realizzare il desi-
derio segreto della Grassona che Odorava di Profumo Avon. Il
Travestito Nero, che Non Puzzava, avrebbe messo il suo cazzo
nella fica della Grassona che Odorava di Profumo Avon mentre
il Giapponese dell’IBM avrebbe messo il suo cazzo nel culo
della Grassona che Odorava di Profumo Avon. Il Giapponese
dell’IBM avrebbe fatto anche sesso anale con il Travestito Nero,
che Non Puzzava, mentre leccava il sudore nelle pieghe tra gli
strati di grasso della Grassona che Odorava di Profumo Avon.
Dopo Los Angeles, il Giapponese dell’IBM e la Grassona che
Odorava di Profumo Avon sarebbero andati a New York, dove
avrebbero cenato nei più raffinati ristoranti di Manhattan e
avrebbero fatto molto sesso. La Grassona che Odorava di Pro-
fumo Avon avrebbe comprato varie scatole di Aspirina ame-
ricana. La Grassona che Odorava di Profumo Avon sarebbe
tornata, in Brasile, ancora più grassa. Il Giapponese dell’IBM
avrebbe adorato la Grassona che Odorava di Profumo Avon
ancora più grassa. A New York, il Giapponese dell’IBM avreb-

24
Sesso

be comprato una boccetta di profumo Chanel nº 5 per la Gras-


sona che Odorava di Profumo Avon, che si sarebbe trasformata
nella Grassona Ancora Più Grassa che Odorava di Chanel nº
5. La Grassona che Odorava di Profumo Avon avrebbe amato il
Giapponese dell’IBM. Il Giapponese dell’IBM avrebbe amato
la Grassona che Odorava di Profumo Avon.
Fu un peccato che la Grassona che Odorava di Profumo
Avon non si trovasse nell’edicola, davanti al centro commercia-
le, nel momento in cui il Giapponese dell’IBM attraversò il lar-
go viale, davanti al centro commerciale, ed entrò, discretamente,
nell’edicola davanti al centro commerciale.
La Segretaria Bionda, Abbronzata dal Sole, che non aveva
notato il Giapponese dell’IBM che usciva dall’edicola, davanti
al centro commerciale, stava uscendo dal centro commerciale,
quando incontrò la sua migliore amica: la Commessa di Ab-
bigliamento Giovane del Negozio di Abbigliamento Giovane.
La Segretaria Bionda, Abbronzata dal Sole, e la Commessa di
Abbigliamento Giovane del Negozio di Abbigliamento Giova-
ne camminarono lungo il marciapiede, davanti al centro com-
merciale, fino alla rosticceria dell’angolo. Mentre la Segretaria
Bionda, Abbronzata dal Sole, mangiava un coscetto di pollo
con Catupiry e beveva yerba mate gelata, la Commessa di Ab-
bigliamento Giovane del Negozio di Abbigliamento Giovane
raccontava la sua avventura sessuale della sera prima:
«Secondo me, un uomo ce lo deve avere grande. E Marce-
lo, poverino, ha un pisellino piccolo così. Se lo avessi saputo,
non ci sarei andata. Ma, sai, possiamo verificare soltanto sul
momento, quando è troppo tardi. Pensa un po’, sono avan-
zate due dita di preservativo fuori dal pisello. Sono venuta
solo quando Marcelo ha usato la lingua. Anche così, è stato
un orgasmo supermicroscopico. L’orgasmo clitorideo non mi
soddisfa. Sono vaginale, quel che mi piace è il pisellone tutto
dentro».

25
André Sant’Anna

Marcelo non aveva il cazzo poi così piccolo. Il cazzo di Mar-


celo era addirittura un po’ più grande del cazzo del Giovane
Manager con la Cravatta Vinaccia con le Strisce Arancionci-
ne. La Commessa di Abbigliamento Giovane del Negozio di
Abbigliamento Giovane non aveva alcun motivo per mentire
sulle dimensioni del cazzo di Marcelo. La Commessa di Ab-
bigliamento Giovane del Negozio di Abbigliamento Giovane
mentì sulle dimensioni del cazzo di Marcelo senza alcun moti-
vo. Marcelo era innamorato della Commessa di Abbigliamento
Giovane del Negozio di Abbigliamento Giovane.
Il Negoziante della Rosticceria, che aveva sentito il raccon-
to della Commessa di Abbigliamento Giovane del Negozio
di Abbigliamento Giovane, ebbe un’erezione, immaginando il
suo cazzo enorme (quasi della stessa misura del cazzo del Nero,
che Puzzava) dentro alla fica della Commessa di Abbigliamen-
to Giovane del Negozio di Abbigliamento Giovane. Prima di
servire un altro coscetto di pollo con formaggio Catupiry alla
Segretaria Bionda, Abbronzata dal Sole, il Negoziante della
Rosticceria si lisciò il suo cazzo enorme con la lunga unghia
affilata del suo dito mignolo della mano destra, da fuori dei
pantaloni.
Il coscetto di pollo con Catupiry della rosticceria, nella quale
il Negoziante della Rosticceria lavorava, era delizioso.
Marcelo era il giovane marito della Giovane Madre e padre
del Bebè che Sbavava in collo alla Giovane Madre.

26