Sei sulla pagina 1di 1

VENERDÌ — 22 GENNAIO 2021 – IL RESTO DEL CARLINO 19 ••

Il servizio Attiva la linea per le segnalazio-


ni di emergenze da parte delle

Urbino Emergenza Covid,


attiva la linea
per le segnalazioni
Tutti gli orari
persone in isolamento perché
affette da covid. Il numero è il
3384056602. Si potrà chiama-
re da lunedì al sabato, ore 9-12 e
15-18, da tutti i comuni dell’Am-
bito territoriale sociale IV.

«Si parla tanto


Droga e sport, è ancora allarme di ferrovie e ciclabili,
ma le nostre strade?»
Le modifiche al regolamento illustrate da Federici, ordinario di Scienze Motorie e delegato rettorale
«Quasi quotidianamente, sul
Resto del Carlino si leggono arti-
Cos’hanno in comune il calcia- coli su una possibile metropoli-
tore Diego Armando Maradona,
tana leggera Fano-Urbino, sul
il campione olimpico di salto in
completamento del percorso
alto Javier Sotomayor e la tenni-
sta Martina Hingis, vincitrice di Urbino-Montecchio-Pesaro o su
diversi tornei dello Slam? Tutti e piste ciclabili da affiancare al
tre, così come tanti altri sporti- tracciato dei binari, anche se
vi, sono stati squalificati a lungo per affrontarne l’ultimo tratto,
perché risultati positivi alla co- in salita, a tanti servirebbe una
caina, durante dei test. Se que- bici elettrica. In tutto questo
sti esami si fossero svolti nel
parlare, della situazione delle
2021, però, gli atleti sarebbero
nostre strade quando si discute-
stati lontani dalle competizioni
per tre mesi al massimo, in quan- rà?».
to, a inizio gennaio, l’Associazio- Se lo chiede Pietro Clini, resi-
ne mondiale antidoping (Wada) dente a Fermignano, lamentan-
ha modificato il proprio regola- dosi per i problemi, i rallenta-
mento, producendo una sorta menti e tempi lunghi in cui ci si
di depenalizzazione sportiva può imbattere per muoversi sia
per l’uso di alcune droghe, se as-
in direzione Fano, sia verso Pe-
sunte fuori dalle competizioni:
cannaboidi, cocaina, ecstasy ed saro. «Si parla di rotaie, ciclabili
eroina. e altro, ma è mai possibile, nel
«Sono in totale disaccordo con 2021, che una superstrada co-
questa modifica, sul piano edu- minciata 40 anni fa non sia an-
cativo, etico e della salute. È co- cora completa? È possibile che i
me se la Wada stesse dicendo camion debbano procedere a
che ci si può drogare, basta non
passo d’uomo e che le auto deb-
farlo nel giorno di gara», com-
bano fare lo stesso, per questo?
menta il professor Ario Federici,
ordinario di Scienze Motorie e Superstrada in cui, per altro, ci
delegato rettorale allo Sport sono sempre dei lavori in corso.
dell’Università di Urbino. Sin Il tratto che collega Urbino e Fer-
dall’inizio della sua carriera, Fe- mignano a Canavaccio, per rag-
derici ha incentrato il proprio in- giungerla o uscirne, è molto traf-
segnamento sul veicolare ai gio- ficato dai camion ed è un pro-
vani i valori fondanti dello sport
blema, perché non è adeguato:
e un’appropriata educazione eti-
in alcuni punti, come il ponte di
ca e morale, tant’è che tra i suoi
incarichi c’è quello di referente Il professor Ario Federici, ordinario di Scienze Motorie e Sportive e delegato rettorale allo Sport dell’Università di Urbino San Marino di Urbino, se due di
marchigiano del Comitato nazio- loro che procedono in senso op-
nale Fair Play, e queste norme contesti esterni fosse un episo- Tuttavia, per Federici l’aspetto le, mostrano che il doping è un posto si incontrano, possono
non riesce ad accettarle: «Co- dio esclusivamente privato, ac- più grave della vicenda sta altro- problema presente anche in Ita- servire anche diversi minuti per-
me educatore, allenatore e do- cettando che si tratti di «sostan- ve, nel «messaggio fortemente lia: nel 2019, 33 dei 1245 atleti ché entrambi passino. Mi è suc-
cente devo portare un momen- ze spesso abusate nella società analizzati sono risultati positivi. cesso anche di recente, con le
diseducativo che si dà ai ragaz-
to di riflessione su tali regole, al di fuori del contesto dello «Metà di questi casi riguarda
zi, di una rinuncia al contrasto auto ferme a lungo in attesa,
che hanno creato sconcerto. Le sport«. Uno dei pochi aspetti po- cannabis e stimolanti. Non cre-
del dramma mai risolto della mentre un tir accostava e l’altro
sanzioni saranno di soli tre me- diamo, poi, che sia una questio-
sitivi dell’aggiornamento è che droga. Ne esce sconfitto lo stes- faceva manovra per sgombera-
si, rispetto ai due-quattro anni ne lontana da noi, perché diver-
l’atleta potrà avere due mesi di so mito ed esempio di lealtà e si dei ragazzi che avevano parte-
previsti in precedenza, quando re. E poi serve tanto tempo an-
sconto se completerà un percor- onestà dell’atleta, come perso- cipato a una ricerca effettuata
l’atleta dimostri che l’uso di dro- che per arrivare a Pesaro: da Fer-
so di riabilitazione». naggio pubblico, e viene disatte- dall’Area Vasta 1 dell’Asur e pub-
ghe è avvenuto fuori dalle com- mignano sono almeno 50 minu-
Secondo il docente urbinate, si sa la definizione stessa di sport, blicata nel 2016, riguardante gli
petizioni, periodo che va dalle ti. Visto il gran traffico che c’è,
tratta di un «salto mortale sul con il suo obiettivo di tutela del- studenti delle scuole superiori
23.59 del giorno prima della ga-
piano etico per giustificare ciò della provincia, avevano dichia- non si potrebbe allungare la bre-
ra al controllo successivo, non la salute, pur nella ricerca della
che accade nella società dello performance». rato di usare sostanze dopanti. tella di Urbino fino a Trasanni?
alterando le prestazioni. In defi-
sballo, purché avvenga lontano Ciò su cui è necessario lavora- Consiglierei al presidente della
nitiva, il codice non proibisce di I dati dei test eseguiti durante
dalle gare, come se l’unico re, per contrastare questo feno- nostra Provincia di interessarsi
usarle, come se il drogarsi in gli ultimi anni, a livello naziona- meno, è l’educazione: da giova-
obiettivo fosse la liceità del risul- di più ai problemi locali, come,
tato finale e non la modalità di ni si è molto fragili, tra risultati
L’OPINIONE MASSIMA ALLERTA che non arrivano, stress e diffi- viabilità, sanità e servizi vari,
come ci si arrivi. I controlli do-
«Sono in totale «Controlli dovrebbero coltà quotidiani. Un obiettivo che al dedicare post sui social
vrebbero esserci anche in fase prioritario degli educatori dovrà network ad altre cose, come la
disaccordo con di preparazione e non tollerare esserci anche in fase essere quello di smorzare l’esa-
mai l’uso di queste sostanze per- non giustificata protesta dei tep-
il cambiamento, di preparazione e non sperazione e la ricerca della pre-
pisti statunitensi che hanno fat-
ché si tratta di doping psico-fisi- stazione estrema, del successo
sul piano educativo, co e di alterazione del risultato tollerare mai l’uso a ogni costo». to irruzione in Campidoglio».
etico e della salute» già nella sua fase iniziale». di queste sostanze» Nicola Petricca n. p.

Potrebbero piacerti anche