Sei sulla pagina 1di 23

Capitolo 1

Le grandezze
fisiche

Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017


Le grandezze fisiche

Solo le quantità misurabili sono grandezze fisiche:

Una grandezza fisica è una proprietà di un corpo o


di un fenomeno che può essere misurata.

Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017


La misura di una grandezza fisica

Misurare una grandezza significa stabilire quante volte


l’unità di misura è contenuta nella grandezza in esame.

L’unità di misura è una quantità di riferimento della


grandezza fisica a cui si assegna il valore 1.

Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017


La notazione scientifica
Una misura si esprime sempre con un’uguaglianza:
simbolo della
l = 1,80 m unità di misura
grandezza misurata numero

Nella notazione scientifica


il numero è scritto come
prodotto di due fattori: un
coefficiente compreso tra 1
e 10 e una potenza di 10.

L’ordine di grandezza di un numero è la potenza di


10 più vicina a quel numero.
Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017
Il Sistema Internazionale di unità (SI)
Le unità di misura delle grandezze fisiche sono fissate
per convenzione e sono definite come quantità
rigorosamente costanti.

Il sistema SI ha stabilito
sette grandezze fisiche
fondamentali, con le loro
unità di misura.

Le unità di misura di tutte


le altre grandezze sono
definite a partire da
queste sette.

Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017


I prefissi

Ogni prefisso rappresenta un


multiplo o un sottomultiplo dell’unità
di misura a cui è associato.

Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017


L’intervallo di tempo

Per misurare un intervallo di tempo si conta quante volte la


durata di un fenomeno periodico si ripete tra l’inizio e la fine
dell’intervallo.

Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017


Il secondo
E’ l’unità di misura degli intervalli di tempo nel sistema SI.

Il secondo (s) è l’intervallo di tempo impiegato da una


particolare onda elettromagnetica, emessa da atomi di
cesio, per compiere 9 192 631 770 oscillazioni.

Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017


La lunghezza

Per misurare una lunghezza si calcola la differenza tra i


valori riportati sulle tacche dello strumento di misura, in
corrispondenza delle estremità dell’oggetto da misurare.

Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017


Il metro
E’ l’unità di misura della lunghezza nel sistema SI.

Il metro (m), è la distanza percorsa dalla luce nel vuoto


in un intervallo di tempo pari a 1/299 792 458 di secondo.

Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017


La massa
La massa è la quantità di materia posseduta da un corpo.

Lo strumento di misura è una


bilancia a bracci uguali: due corpi
hanno la stessa massa se, messi
sui due piatti della bilancia, li
lasciano in equilibrio.

Per misurare la massa di un corpo si sommano i


campioni di massa nota che, inseriti sull’altro piatto,
tengono in equilibrio la bilancia.

Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017


Il kilogrammo
E’ l’unità di misura della massa nel sistema SI.

Il kilogrammo (kg), è la massa di un cilindro di platino-


iridio, di altezza e di diametro uguali a 3,900 cm,
conservato a Sèvres, in Francia.

Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017


L’area
L’area è una grandezza derivata nel sistema SI.

Si chiamano grandezze derivate le grandezze fisiche


che sono definite a partire dalle grandezze fondamentali.
Le loro unità si deducono da quelle delle grandezze
fondamentali
1 dm

L’unità di misura dell’area è il metro


quadrato (m2), cioè l’area di un
quadrato di lato 1 m:
1 m2 = 1 m x 1 m.
1 dm2

1m

Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017


Conversioni di aree
Esprimiamo l’area A = 125 cm2 in diversi multipli e sottomultipli:

a) da cm2 a mm2:
A = 125 x (10 mm)2 = 125 x 102 mm2 = 1,25 x 104 mm2

b) da cm2 a dm2:
A = 125 x (10-1 dm)2 = 125 x 10-2 dm2 = 1,25 dm2

c) da cm2 a m2:
A = 125 x (10-2 m)2 = 125 x 10-4 m2 = 1,25 x 10-2 m2

Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017


Il volume
Il volume è una grandezza derivata nel sistema SI.

L’unità di misura del volume


è il metro cubo (m3), definito
come il volume di un cubo di
lato1 m:
1 m3 = 1 m x 1 m x 1 m.

Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017


Conversioni di volumi

Esprimiamo il volume V = 746 mm3 in diversi multipli e


sottomultipli:

a) da mm3 a cm3:
V = 746 x (10-1 cm)3 = 746 x 10-3 cm3 = 0,746 cm3

b) da mm3 a dm3:
A = 746 x (10-2 dm)3 = 746 x 10-6 dm3 = 7,46 x 10-4 dm3

Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017


Il litro
Il litro (L) è una unità di misura del volume di liquidi e gas
che non fa parte del sistema SI, ma è equivalente a un
sottomultiplo del metro cubo.

Un litro è uguale a un decimetro cubo: 1 L = 1 dm 3.

Il litro contiene 1000 millilitri (mL); un dm3 contiene 1000


cm3, quindi:

un millilitro è uguale a un centimetro cubo: 1 mL = 1 cm3.

N.B.: Il simbolo del litro (L) si scrive eccezionalmente con la


lettera maiuscola per non essere confuso con il numero 1.

Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017


La densità
La densità è una grandezza derivata nel sistema SI.

La densità d di un corpo è uguale


al rapporto tra la sua massa m e il
suo volume V:

L’unità di misura della densità è il kilogrammo al metro cubo


(kg/m3), rapporto tra l’unità di massa e l’unità di volume.

Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017


Densità dei materiali
La densità dei liquidi e dei solidi è una proprietà che dipende
soprattutto dal materiale:

Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017


Conversioni tra unità di densità

Talvolta la densità è espressa in g/cm3.


Per trovare il valore corrispondente in kg/m3 bisogna
convertire separatamente i grammi in kilogrammi e i
centimetri cubi in metri cubi, come nell’esempio:

g 103 kg 3 kg kg
0,917 3  0,917 6 3  9,17 10 3  917 3
cm 10 m m m

Per passare da g/cm3 a kg/m3 si moltiplica per 1000;


per passare da kg/m3a g/cm3 si divide per 1000.

Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017


Le dimensioni fisiche delle grandezze

La scrittura […] significa «dimensioni fisiche di …»:

 [t] di un intervallo di tempo


 [l] di una lunghezza
 [m] di una massa


I numeri puri 2, 2,  non hanno dimensioni fisiche
perché non si misurano con strumenti.

Esempio: le dimensioni fisiche dell’area di un triangolo

1  1
                
A  bh  b h  b h  l l   l 2

2  2
Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017
Correttezza dimensionale
Le formule che legano le grandezze fisiche devono
rispettare le seguenti regole di correttezza dimensionale:

 si possono sommare o sottrarre solo quantità


con le stesse dimensioni fisiche;

 i due membri di un’uguaglianza devono avere


le stesse dimensioni fisiche.

Esempio: la formula del perimetro di un triangolo:

2 p  AB  BC  AC
l   l   l   l 
Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017
Dimensioni fisiche e unità di misura
Le unità di misura delle grandezze derivate si ricavano
dalle loro dimensioni fisiche, associando ad esse le
unità fondamentali.

Esempio: le dimensioni fisiche della velocità v, definita


come il rapporto tra la distanza D percorsa e il tempo t
impiegato a percorrerla, sono:

 D   D  l 
  
v     
 lt 1

 t  t  t 

Perciò la sua unità di misura nel sistema SI è il metro al


secondo (m/s).

Amaldi, L’Amaldi per i licei scientifici.blu © Zanichelli editore 2017