Sei sulla pagina 1di 2

Attività in itinere T4S – SAL III

R5.1 Studio di un carotatore a percussione cordless

Nell’ambito dell’attività A.5.1 è proseguito lo studio di materiali non convenzionali per la realizzazione della
massa battente. Sono stati definiti i materiali con cui verrà realizzata la massa battente, in particolare: EOS
GP1 (acciaio PH-4), Acciaio Maraging, Lega Cromo Cobalto (realizzati mediante tecnica DMLS) e AISI 316L
(realizzato mediante tecniche convenzionali). Sono stati realizzati i primi provini in EOS GP1 e AISI 316L in
modo da essere integrati nel prototipo del corpo percussore con il quale saranno condotti i test
sperimentale.

E’ stato inoltre progettato il prototipo del corpo anteriore dell’utensile contenente il meccanismo con
massa battente. Tale prototipo sarà integrato successivamente in un opportuno banco prova per
l’esecuzione della misura delle prestazioni del meccanismo a massa battente.

Sempre nel corso dell’attività A.5.1 è stato progettato un banco prova per l’analisi delle prestazioni dei
motori a corrente continua. Una opportuno software di controllo realizzato in Labview è possibile
controllare la potenza del motore e misurare coppia, corrente assorbita, velocità di rotazione e
temperatura.

R5.2 Studio di una spazzola per la pulitura dei reperti

Nell’ambito dell’attività A.5.1 è stato avviato lo studio del magazzino utensili. Tale contenitore è stato
progettato per contenere tutti gli utensili necessari all’operatore, spazzole e scalpelli. Dapprima è stato
condotto uno studio preliminare atto a dimensionare correttamente la geometria del magazzino in modo
da risultare compatto e leggero ma robusto. Inoltre la geometria è stata studiata in modo da ottimizzare i
processi di realizzazione tramite macchine SLS. Sulla base di questo studio è stato successivamente
modellato in ambiente CAD un prototipo del contenitore sul quale è stata condotta un’analisi strutturale
dei componenti.

Sempre nel corso dell’attività A.5.2 è stato completato lo studio dei sistemi di tenuta per alberi rotanti ed è
stato sviluppato in ambinte CAD un apposito banco prova. Tale sistema consente di testare differenti
tipologie di tenuta al variare della pressione e consente di misurare la potenza dissipata dalla tenuta al fine
di ottimizzare l’elettronica din controllo dell’elettroutensile.

E’ stata inoltre avviata la progettazione del corpo utensile, focalizzata sul corpo riduttore, che dovrà essere
integrato in un opportuno banco prova per l’esecuzione dei test di pulitura.

R8.1 Progettazione e realizzazione del prototipo del carotatore a percussione e test preliminari

Nell’ambito dell’attività A.8.1 è stato realizzato il corpo anteriore dell’elettroutensile progettato nel corso
dell’attività A.5.1. La componentistica è stata realizzata utilizzando macchine per la prototipazione rapida
(tecnologia SLS e DMLS per le parti realizzate in plastica ed acciaio rispettivamente) e apparecchiature
tradizionali. Sono stati prodotti inoltre tutti i componenti facenti parte del banco prova per l’esecuzione dei
test prestazionali.

R8.2 Progettazione e realizzazione di un prototipo dimostrativo di una spazzola automatizzata per la


pulitura dei reperti

Nell’ambito dell’attività A.8.2 è stata realizzata in materiale plastico mediante tecnologia SLS la parte
anteriore del prototipo del dispositivo, e sono state fabbricate le componenti facenti parte del banco prova
per il test sperimentale degli organi di tenuta.