Sei sulla pagina 1di 9

Congiuntivo presente

1. Temo che (essere)   così come dice lui.

2. Tutti sperano che domani (esserci)   il sole.

3. Immagino che (voi trovarsi)   bene in questa classe.

4. Desidero che voi (andare)   a incontrarlo.

5. È necessario che tu (cambiare)   subito vita.

6. Non è giusto che Cinzia (dovere)   andare via.

7. Anna, che cosa chiedi a un uomo?

–Voglio che mi (corteggiare)   , che mi (aprire)   la porta, che mi

(portare)   fuori a cena. E (pagare)   lui.

1. Non vuole che io   (sapere) certe cose.

2. Fate attenzione: non voglio che   (morire, voi) così giovani.

3. Non è facile che   (potere, lei) trovarci.

4. Vuoi che   (rimanere, io) qui?

5. Preferisco che tu   (rimanere) con noi.

6. È necessario che tutti   (tradurre) queste frasi.


7.È preferibile che   (dire, voi) tutto.

8. Cosa vuoi che   (bere, io)?

9. È inutile che ci   (proporre, loro) tanti piani?

10. Dove vuoi che   (sedersi, io)?

Penso che Federico e Monica   (dare) una festa per il compleanno di Monica e mi

sembra che la   (fare) a casa loro perché credo che   (avere) una casa

molto grande. Credo che   (andarci) molti dei nostri compagni di corso. Io non so

ancora se posso andarci perché i miei ultimamente credono che io   (uscire) troppo

e   (bere) troppo alcol. Ma se pensano che io   (rimanere) a casa sabato sera

si sbagliano perché penso che   (essere) giusto divertirsi il fine settimana poiché

studio tutta la settimana. Ma alla fine penso che i miei non mi   (dire) niente e
mi   (dare) il permesso di andarci. L’unica cosa è che non voglio andarci da sola.

Forse potrei chiedere a Serena perché credo che   (andare) anche lei alla festa.

1. Tu chi vuoi che   (vincere) la partita?

2. Voglio che tu   (conoscere) quella ragazza.

3. Non è giusto che   (fare, voi) questo.

4. Perché vuoi che   (tacere) tutti?

5. Capisco che ti   (piacere) questa ragazza.

6. È necessario che tu   (avere) pazienza.

7. Non credo che lui   (essere) capace di perdonare.

8. Vuoi che   (andare) io ad aprire la porta?

9. Vuoi che ti   (dare, io) un bicchiere d’acqua?

10. Preferisco che i bambini   (stare) seduti?

1. Loro vogliono che   (vincere) noi.

2. Credo che nemmeno loro ne   (conoscere) le cause.

3. Non credo che Anna   (leggere) tanto come dice.

4. Non credo che loro   (avere) la macchina.

5. Non è facile che Franco   (tacere).


6. Spero che ti   (piacere) questi regali.

7. Bisogna che questo lo   (leggere) tutti.

8. È meglio che   (conoscere, voi) subito la situazione.

9. Ho paura che   (fare, noi) tardi.

10. Mi dispiace che anche loro lo   (sapere).

1. Vuoi che   (fare) io il lavoro?

2. Mio padre non vuole che io   (leggere) queste cose.

3. Luigi non vuole che io   (conoscere) i suoi progetti.

4. Mi dispiace che loro non   (fare) niente.

5. È conveniente che   (tacere, noi).

6. È meglio che io   (essere) un po’ più modesto.

7. Credono che   (avere, noi) molti soldi.

8. Mi dispiace che   (dovere, loro) partire così presto.

9. Non credo che   (potere, voi) pagare tanti soldi.

10. Non credono che io   (volere) questi libri.

1. È impossibile che   (leggere, voi) questo libro in due ore.

2. Vogliono che   (conoscere, noi) tutti i loro amici.

3. È un peccato che   (morire) così i pesci.


4. Temo che lei   (dovere) fare il lavoro da solo.

5. Ho paura che non   (potere, noi) uscire adesso.

6. Mi dispiace che tu   (dire) queste cose.

7. È possibile che Pietro   (rimanere) qui.

8. Spero che non   (bere, voi) tutto il vino.

9. Mio padre non vuole che io   (uscire) il sabato.

10. Credono che tu   (sapere) tutto.

1. Sembra impossibile che Anna   (conoscere) tanta gente.

2. Spero che tu   (fare) quello che hai promesso.

3. Voglio che   (tacere, voi) un momento.

4. È giusto che   (avere, voi) fiducia.

5. Preferisco che lei   (sedersi) su questa sedia.

6. Volete che   (dare, noi) queste cose a Paola?

7. Spero che Laura adesso   (stare) bene.

8. Dubito che   (volere, noi) la stessa cosa.

9. Voglio che   (dare, voi) questi giornali a Sofia.

10. Perché non vuoi che io   (venire) da te?

1. È possibile che lui   (fare) questo.


2. Non è necessario che io   (tacere): lo sanno tutti.

3. Non credo che lui   (avere) questo scopo.

4. Non credono che   (essere, noi) catalani.

5. È necessario che la scienza   (andare) avanti.

6. Non vogliamo che   (andare, voi) da loro.

7. Preferisco che tu non   (dare) questo a Gianni.

8. Dubito che tu   (potere) imparare tutto a memoria.

9. Volete che   (morire, noi) dalla fame?

10. È possibile che Carlo   (venire) fra poco

1. Che tu   (tacere) è impossibile, lo so.

2. È probabile che fra poco io   (avere) freddo.

3. Conviene che   (essere, voi) affettuosi.

4. Non credo che   (andare, loro) a letto così presto.

5. Mi dispiace che   (stare, voi) male.

6. È un peccato che   (morire) così giovane.

7. Ti pare logico che io   (dovere) fare questo?

8. Vogliono che   (proporre, voi) qualcosa.

9. Non credo che lui ci   (proporre) niente.

10. Voglio che tu   (sedersi) qui.


Congiuntivo passato

1. Siamo felici che (voi decidersi)   ad accettare il nostro invito.

2. Credo che Anna (arrivare)   ieri mattina.

3. Ho paura che mia cugina non (riuscire)   a superare l'esame.

4. Non so se quella ragazza (fare)   il suo compito.

5. Non capisco perché Paola (trasferirsi)   a Firenze.

6. Mi pare che Luisa (arrivare)   ieri mattina.

7. Mi dispiace che nessuno (avvertirti)   della festa.

8. È probabile che Laura (lasciare)   gli occhiali da sole al bar.

9. È improbabile che tu (fare)   tutto da solo.

10. Ho paura che Mario (prendere)   l'influenza.

Congiuntivo presente o passato

1. Nonostante Benedetto (essere)   vecchio e malato, lavora molto.

2. Sebbene lui (essere)   in Italia qualche volta, non è mai venuto a trovarmi.

3. Benché Giulia (lasciarlo)   da tre anni, Romeo continua a pensare a lei.


4. Nonostante che (passare)   tanto tempo, me la ricordo benisssimo.

5. Benché non (fare)   freddo, preferisco mettermi il giubbotto.

6. Voglio dirvi ciò che penso prima che voi (andarsene)   .

7. Ti presto i libri a patto che tu (rendermeli)   entro la fine del mese.

8. Benché lo (desiderare)   , non può partire


9. Siccome Alessandra non è ancora arrivata, temo che anche questa volta

(perdere)   il treno.

10. Non credo che Carlo   (sapere) quello che è successo.

1. Signora, sebbene Lei   (essere) inglese, parla l’italiano perfettamente,


complimenti!

2. Qualunque cosa tu   (dire), io non cambio idea.

3. Chiunque   (vedere) quello spettacolo ne parla bene.

4. Qualunque cosa   (combinare) il mio gatto, non lo sgrido mai.

5. Nonostante   (esserci) molte difficoltà organizzative, tutto è andato per il


meglio.

6. Ovunque tu   (decidere) di andare, telefonami subito.

7. Signori, benché   (capire, io) la difficile situazione, vi invito a misurare le


parole!

8. Partiamo domani, a meno che non   (esserci) sciopero dei treni.

9. La riunione si farà in collegamento video, affinché tutti i delegati   (potere)


seguirla.

10. Signori, benché   (essere) tardi, vi prego di rimanere ancora qualche


minuto.
11. Sebbene non   (raggiungere) l’accordo previsto, i rapresentanti
sindacali si sono detti ugualmente soddisfatti.

1. Il presidente si è dichiarato ottimista, nonostante   (esserci) un forte deficit


nel bilancio.

2. I ragazzi vogliono uscire senza che il papà   (accorgersene).

3. Ho tenuto il mio Felix per un mese malgrado non   (amare) i gatti.

4. Ho parlato così duramente a Sara perché lei non   (fare) lo stesso sbaglio.

5. Guarda, ho già capito la situazione senza che tu   (aggiungere) altro.

6. Gli studenti potranno sostenere l’orale purché   (superare) lo scritto.

7. Comunque   (andare) le cose, ne è valsa la pena.

8. Domani andrò a passeggio, a meno che non   (piovere).

9. Gli spettatori possono entrare purché   (comprare) un biglietto valido.


10. L’orario di accesso alla biblioteca verrà anticipato affinché gli

studenti   (potere) recarvisi prima delle lezione.