Sei sulla pagina 1di 40

Istituto Comprensivo di Nereto

Scuola primaria

Plesso di Torano Nuovo


CLASSI ID e II D

LABORATORIO LINGUISTICO INFORMATICO ESPRESSIVO

Anno scolastico 2010/2011 Insegnanti:

De Iulis Marcella e Furia Michela


PREMESSA
Attraverso il percorso proposto le insegnanti hanno cercato di far scoprire il piacere
di leggere collegando questa esperienza alla dimensione del
gioco, con il quale non solo si impara, ma si esplora e si
alimenta l’immaginazione, si impegna la sensorialità, si crea e
si fa esperienza di un’altra dimensione, quella fantastica, che
nutre e completa la realtà.

In questo contesto si è proposta la lettura collettiva dei libri


A spasso col mostro e Gruffalò e la sua piccolina di Julia
Donaldson e Axel Scheffler.

Le attività hanno puntato a stimolare una molteplicità di canali per consentire una
modalità di fruizione attiva da parte dei bambini. Si sono utilizzati quindi anche il
computer e la lingua straniera. In questa ottica si è inserito l’uso del laboratorio più
motivante e socializzante rispetto alla lezione frontale e quindi in grado di attivare il
protagonismo e l’operatività di ciascun alunno.

L’esperienza laboratoriale ha mirato :

 Aiutare a far maturare ed affinare ciò che ogni alunno


possiede
 Stimolare la creatività
 Favorire la capacità di cogliere relazioni e collegamenti
interdisciplinari
 Valorizzare o rinforzare la motivazione ad apprendere

OBIETTIVI GENERALI

COGNITIVI

 Educare all’ascolto, alla concentrazione, alla riflessione


 Favorire la capacità espressiva utilizzando molteplici canali comunicativi
passando dal linguaggio verbale al linguaggio iconico e a quello mimico-gestuale.
 Suscitare amore e gusto per la lettura.
 Favorire un approccio gioioso, non solo scolastico, al libro.
 Arricchire il patrimonio lessicale.

EDUCATIVI
 Sviluppare l’autonomia, la creatività, il senso di responsabilità
 Creare nuove conoscenze e abilità
 Migliorare la capacità comunicativa e relazionale
 Potenziare la capacità di lavorare in gruppo apportando il proprio contributo
personale e creativo
DESTINATARI
Alunni delle classi I D e II D
ORGANIZZAZIONE
Il laboratorio si è svolto a classi aperte. Si è lavorato di volta in volta in grande
gruppo o in piccoli gruppi di compito di livello o elettivi a seconda delle attività
proposte
ARGOMENTI
 I libri del Gruffalò
TEMPI
da ottobre a maggio per tre ore settimanali

METODOLOGIA

Circle time, role play, cooperative learning, didattica ludica, tutoring

STRUMENTI
Libri di testo; CD, DVD, computer, stereo, materiale vario di cancelleria

VERIFICHE
Osservazione, schede operative, conversazioni, disegni, testi di vario tipo, giochi,
drammatizzazioni

VALUTAZIONE
Nella valutazione si è tenuto conto della partecipazione, della motivazione, dei
comportamenti nei lavori di gruppo e dei risultati conseguiti in rapporto agli obiettivi
formativi programmati.

AUTOVALUTAZIONE
Sono stati previsti dei momenti di autovalutazione e riflessione sul percorso
effettuato al termine delle varie attività per dar modo ai bambini di analizzare quanto
appreso e auto valutare i progressi compiuti.
PRIMA SCENA:

IL TOPO INCONTRA

LA VOLPE
Un giorno un topino allegro e gioioso andò a
passeggiare nel bosco frondoso.
La volpe lo vide :<<Che buon bocconcino!>> pensò,
osservando il bel topolino.
<<Ciao topo, lo sai, la foresta è insidiosa…dai vieni
da me che ti offro qualcosa!>>
<<Sei molto gentile, ma dico di no: mi vedo per cena
con il
Gruffalò.>>
La volpe gli
chiese:<<E chi
sarà mai?>>
<<Ma come,
davvero tu non
lo sai?
Ha zanne tremende, artigli affilati, e denti da
mostro di bava bagnati.
<<E dove lo incontri?>>
<<Accanto alla roccia dall’acqua lisciata…e a cena
divora volpe impanata!>>
<<Volpe impanata? Ehm… ho da fare!>>
E la volpe sparì senza farsi pregare.<<Che volpe
sciocca, pensate un po’: crede che esista il
Gruffa
lò!>>
SECONDA SCENA:

IL TOPO INCONTRA

LA CIVETTA
Avanti andò il topo e incontrò la civetta, che scese
dall’albero senza gran fretta.
L’uccello pensò:<<Ma che dolce spuntino!>> e senza
indugiare si fece vicino.
<<Ciao topo, di’ un po’, stasera sei solo?ti va una
cenetta… da prendere al volo?>>
<<Sei molto ospitale, ma sono impegnato: dal
Gruffalò a cena
son stato
invitato.>>
L’uccello gli
chiese:<<E chi sarà
mai?>>
<<Ma come,
davvero tu non lo
sai?>>
<<Ha ginocchia nodose e terribili unghione e un
bitorzolo verde in cima al nasone.
<<E dove lo incontri?
Qui in riva al fiume… Ah e mangia civette con tutte
le piume!
<<Con tutte le piume?>> tremò la civetta, e … vuum!
Volò via come una saetta.
<<Stolido uccello, e gran credulone! Il Gruffalò è
solo una mia invenzione!>>
TERZA SCENA:

IL TOPO INCONTRA

IL SERPENTE
Avanti andò il topo nel bosco frondoso, contento
felice, allegro e gioioso.
Un grigio serpente sbucò tra l’erbetta: <<Ma guarda
quel topo…>> pensò <<che cenetta!>>
<<Ehi topo, che fai solo nella foresta? Dai, vieni da
me, che
facciamo una
festa!>>
<<Sei molto
gentile, ma
dico di no.
Mi incontro
per cena con
il Gruffalò.>>
<<Con il Gruffalò?>> chiese.<<E chi sarà mai?>>
<<Ma come, davvero tu non lo sai?>>
Ha occhi arancioni, la lingua molliccia, e aculei
violacei sulla pelliccia.
<<E dove lo incontri?>>
<<Qui in riva al laghetto … Ah! E adora i serpenti
cotti al funghetto.>>
<<Serpenti al funghetto? Per dindirindina! E scivolò
via tra l’erba fina.>>
<<Che sciocca la biscia! Nemmeno si sogna che il
Gruffalò è solo una bella menzogna …>>
Quarta scena

Il topo incontra il
Oh – oh
Ma ecco che il topo, non molto lontano, si trova
davanti un tipo un po’ strano, con zanne tremende e
artigli affilati e denti da mostro di bava bagnati,
ginocchia nodose e terribili unghione e un bitorzolo
verde in cima al nasone!
E occhi violacei e lingua molliccia … e aculei violacei
sulla pelliccia!
“Aiuto, aiuto! Si salvi chi può, ma allora esiste il
Gruffalò!”
quinta scena

Il topo parla con il


Il mostro esclamò:”Ehi, topo! Ho fame! Saresti
assai buono mangiato col pane”
“ Ti sbagli mio caro. Io son la creatura di cui tutti
qui hanno paura. Lo so che non sembra, ma non è una
bugia: appena mi vedono scappano via! E se non ci
credi, vieni con me”
“ Okay” disse il Gruffalò ridendo tra sé.
Avanzarono i due nella foresta ombrosa, finché il
Gruffalò disse:” Ehi, sento qualcosa!”
sesta scena

Il topo e il

Incontrano il

serpente
Li vide il serpente e rimase di stucco, gli sussurrò il
topo:…” e non c’è trucco!”
“ Corbezzoli, è vero!” esclamò la biscia e scivolò via
tra l’erba liscia.
Il Gruffalò fece:” Ma è stupefacente!”
E il topo rispose:” Non sono uno che mente!”
Camminarono i due senza gran fretta, poi il
Gruffalò disse:”Toh, una civetta!”
settima scena

Il topo e il

Incontrano la

civetta
L’uccello li vide rimase di stucco: un Gruffalò vero,
non era un trucco!
“ Civetta, sei tu!” La salutò il topo
“ Ciao ciao caro amico, vediamoci dopo!”
“Han tutti paura!”disse il mostro interdetto
E il topo rispose: “ Te l’avevo pur detto”
Andarono avanti tra l’erba e tra i sassi, poi il
Gruffalò disse:” Mmmh, sento dei passi”
ottava scena

Il topo e il

Incontrano la volpe
La volpe li vide e rimase di stucco: un Gruffalò
vero, non era un trucco!
“ Addio caro topo!” d’un fiato esclamò e in fondo
alla tana se ne scappò.
Il topo concluse: “ Lo vedi da te. Qui attorno han
tutti paura di me. Ma ora mi sa che ho una gran
fame…che voglia di Gruffalò col salame!
“ Gruffalò hai detto? Ehm ho un impegno …”
E via scappò il mostro senza ritegno
nona scena

Il topo felice

nel bosco
Tra i fiori e le foglie e gli aghi di pino si siede
felice il bel topolino.
Poi trova una ghianda … “ Mmmh è squisita! Che
bella giornata! Che dolce è la vita!”
Classe ID:
Alessandra, Marin, Eric, Patrizio (Badr), Sofia,
Giulia, Matteo, Belen, Davide
Classe IID:
Benedetta, Francesca, Marco, Alessio, Giosuè,
Liliana, Ayoub, Giorgia, Alessandra, Federica,
Eleonora, Lorenzo, Francesco, Loris, Noemi

Seguono alcune delle attività preparate dalle


insegnanti e proposte in classe
Color by numbers: 1 yellow 2 brown 3 blue 4 pink 5 green

6 purple 7 grey 8 orange


HELLO! I’M
GRUFFALÒ,
WHAT’S YOUR
NAME?
HELLO! I’M
SNAKE

HELLO! I’M
OWL

HELLO! I’M
FOX

HELLO! I’M
MOUSE
1 Fermo
un
giro
10 8
9
7 6

12
14 15 16 17 18
FAI
TRE
PASSI
13 INDIE
TRO

36 35 34 33 32
FAI
TRE
37 PASSI
INDIE
TRO

38
Fermo
un
giro
39 40 41 42 43 44

63 62 61 60 59 58
ARRIVO Fermo
HAI un
VINTO! giro
5 4 3 2 1 PAR
ALT! TEN
FERMO ZA
UN
GIRO

20 21 22 23 24
TORNA
ALLA
19 PAR
TEN
ZA

25

31 30 29 28 27 26
VAI
AL
47

46 47 48 49 50
TORNA
45 AL
3
51

57 56 55 54 53 52
TORNA
AL 9
SPIEGAZIONE

Gioca con il tuo gruppo.

Per prima cosa preparate il cartellone di gioco


unendo i due fogli.

Tirate il dado a turno e seguite le indicazioni sulle


caselle

Vince il primo che arriva al traguardo!


Metti alla prova la tua memoria con questo simpatico
gioco. Lavora con il tuo gruppo

1. Prepara il mazzo delle carte ritagliando e colorando


le figure
2. Mescola con cura
3. Disponi le carte con il disegno in giù sul banco
4. A turno con i tuoi compagni gira le carte
5. Vince chi trova più coppie

Dopo l’attività:

I componenti del mio gruppo


erano:________________________

Abbiamo lavorato:

o Senza litigare
o Abbiamo litigato qualche volta, ma poi abbiamo fatto
pace
o Non siamo andati per niente d’accordo e non siamo
riusciti a finire l’attività

Questo gioco mi è sembrato

o Divertente
o Noioso
Le immagini sono tratte da raccolte Free download.
I disegni sono stati realizzati autonomamente dai
bambini attraverso l’utilizzo del programma paint.
Le foto si riferiscono a lavori realizzati in gruppo
dai bambini.