Sei sulla pagina 1di 8

Vieni, Spirito Santo,

manda a noi dal cielo


un raggio della tua luce. 
 
Vieni, padre dei poveri,
vieni, datore dei doni,
vieni, luce dei cuori. 
 
Consolatore perfetto;
ospite dolce dell'anima,
dolcissimo sollievo. 
 
Nella fatica, riposo,
nella calura, riparo,
nel pianto, conforto. 
 
O luce beatissima,
invadi nell’intimo
il cuore dei tuoi fedeli. 
 
Senza la tua forza,
nulla è nell'uomo,
nulla senza colpa. 
 
Lava ciò che è sordido,
bagna ciò che è arido,
sana ciò che sanguina. 
 
Piega ciò che è rigido,
scalda ciò che è gelido,
drizza ciò che è sviato. 
 
Dona ai tuoi fedeli,
che solo in te confidano,
i tuoi santi doni. 
 
Dona virtù e premio,
dona morte santa,
dona gioia eterna. 
 
Amen
I primi discepoli: la sequela dall’ascolto

Dal Vangelo di Luca (Lc 5,1-11)


1
Mentre la folla gli faceva ressa attorno per ascoltare la parola di Dio, Gesù, stando presso il lago di
Gennèsaret, 2vide due barche accostate alla sponda. I pescatori erano scesi e lavavano le reti. 3Salì in
una barca, che era di Simone, e lo pregò di scostarsi un poco da terra. Sedette e insegnava alle folle
dalla barca. 4Quando ebbe finito di parlare, disse a Simone: "Prendi il largo e gettate le vostre reti
per la pesca". 5Simone rispose: "Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla;
ma sulla tua parola getterò le reti". 6Fecero così e presero una quantità enorme di pesci e le loro reti
quasi si rompevano. 7Allora fecero cenno ai compagni dell'altra barca, che venissero ad aiutarli. Essi
vennero e riempirono tutte e due le barche fino a farle quasi affondare. 8Al vedere questo, Simon
Pietro si gettò alle ginocchia di Gesù, dicendo: "Signore, allontànati da me, perché sono un
peccatore". 9Lo stupore infatti aveva invaso lui e tutti quelli che erano con lui, per la pesca che
avevano fatto; 10così pure Giacomo e Giovanni, figli di Zebedeo, che erano soci di Simone. Gesù
disse a Simone: "Non temere; d'ora in poi sarai pescatore di uomini". 11E, tirate le barche a terra,
lasciarono tutto e lo seguirono.
Domande per la riflessione personale

1. Mentre la folla gli faceva ressa attorno per ascoltare la parola di Dio: Che cosa ascolta la gente
di oggi? Ed io?
2. Gesù, stando presso il lago di Gennèsaret, vide due barche accostate alla sponda: Quando Dio
mi ha visto? Quando si è avvicinato a me?
3. I pescatori erano scesi e lavavano le reti: dove e come mi trova il Signore?
4. Salì in una barca, che era di Simone: Che barca è la Chiesa, specialmente in questo periodo?
Come mi ci sento? Cosa faccio?
5. "Prendi il largo e gettate le vostre reti per la pesca": In che cosa dovrei prendere il largo?
6. "Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla”: Quali sono i mie
fallimenti, dove e quando “non ho preso nulla”?
7. “Sulla tua parola getterò le reti": Mi fido del Signore? Quando e come è successo?
8. Presero una quantità enorme di pesci e le loro reti quasi si rompevano: Quali sono le grazie di
Dio nella mia vita? Le riconosco?
9. “Signore, allontànati da me, perché sono un peccatore”: Quando e come mi riconosco
peccatore? Qual è la mia esperienza con la misericordia di Dio?
10. Lo stupore infatti aveva invaso lui e tutti quelli che erano con lui: Che rapporto ho con la paura?
E con lo stupore? Dove nasce la mia fede?
11. Così pure Giacomo e Giovanni, figli di Zebedeo, che erano soci di Simone: Chi sono stai e sono
i miei compagni di viaggio?
12. "Non temere; d'ora in poi sarai pescatore di uomini": Dove il Signore mi invia a pescare? Quali
sono le mie paure?
13. Tirate le barche a terra, lasciarono tutto e lo seguirono: Che cosa ho lasciato e lascio per
seguire il Signore? Come e in quanto tempo rispondo al Signore?

Link del filmato

https://www.youtube.com/watch?v=FPmTWHffKPY