Sei sulla pagina 1di 2

Il diritto al cibo

La fame è una violazione della dignità umana e un ostacolo al progresso sociale,


FAT T I S A L I E N T I politico ed economico. Il diritto internazionale riconosce ad ognuno il diritto
fondamentale di non soffrire la fame, e in 22 paesi il diritto al cibo è stato
Dichiarazione di Roma sulla incluso nella costituzione. I governi nazionali devono fare tutto il possibile per
sicurezza alimentare mondiale, assicurare alle popolazioni l’accesso fisico ed economico ad una alimentazione
1996 sufficiente, sicura e nutriente per condurre una vita sana ed attiva.
“Noi, Capi di Stato e di Governo…
riaffermiamo il diritto di ogni perso- UN APPROCCIO ALLO SVILUPPO BASATO SUI DIRITTI
na ad avere accesso ad alimenti sani
e nutrienti, in accordo con il diritto ad Nella storia, le tappe dello sviluppo si sono La violazione del diritto al cibo include gli
una alimentazione appropriata e con spesso basate su fatti concreti – migliorare il ostacoli all’accesso dovuti alla razza, il sesso,
il diritto fondamentale di ogni essere prodotto interno lordo o risolvere i conflitti la lingua, l’età, la religione o l’ideologia politi-
umano di non soffrire la fame.” civili. Ma è emerso un nuovo approccio che ca. Inoltre il cibo non dovrebbe essere usato
mette in risalto l’importanza dei diritti per esercitare pressioni politiche o economi-
umani basilari, chiamato sviluppo basato sui che attraverso, per esempio, l’embargo sugli
Patto internazionale sui diritti
diritti. alimenti o bloccando i convogli umanitari.
economici, sociali e culturali,
Un approccio alla sicurezza alimentare Prestare attenzione ai diritti umani non è
1966 basato sui diritti ritiene che le persone hanno solamente un ideale nobile, è anche un vero
“I Paesi facenti parte del Patto ricono- il diritto fondamentale di non soffrire la fame approccio allo sviluppo. Le ricerche mostrano
scono il diritto di ognuno ad un ade- e considera i beneficiari dello sviluppo non un collegamento tra la libertà civile e politica
guato standard di vita ... incluso il solo individui passivi ma partecipanti attivi. e la crescita economica, e la protezione dei
cibo adeguato ...” e convengono di Considera inoltre lo Stato come il primo diritti umani può impedire uno dei più dan-
intraprendere azioni appropriate per responsabile, al quale va chiesto di fare tutto il nosi ostacoli al diritto al cibo: la carestia.
realizzare questo diritto. possibile per assicurare alle persone un acces- Amartya Sen, premio Nobel in economia,
Articolo 11(1) so fisico ed economico, in qualsiasi momento, ritiene che è improbabile che avvengano
a una alimentazione sufficiente, nutriente e carestie quando i diritti civili e politici basila-
Dichiarazione universale sui sicura per condurre una vita sana e attiva. ri vengono rispettati.
diritti dell’uomo, 1948
“Ognuno ha il diritto ad uno stan- IL RUOLO PRINCIPALE:
dard di vita adeguato per la salute e
benessere propri e della propria
GOVERNI NAZIONALI
famiglia, incluso il cibo...” La sicurezza del diritto al cibo comprende
Articolo 25 (1) molti fattori, dall’accesso alla terra alle oppor-
tunità sufficienti per procurarsi un reddito. Il
Patto internazionale sui diritti economici,
sociali e culturali, entrato in vigore nel 1976,
Il diritto al cibo, non ha assegnato la responsabilità principale ai
cibo gratuito governi nazionali. Gli impegni degli Stati per
i diritti umani operano su tre livelli:
Si pensa erroneamente che il dirit-
L’impegno al rispetto pone limiti allo
FAO/18679/G. Bizzari

to al cibo obblighi lo Stato a nutri-


Stato nell’esercitare il proprio potere. Lo
re la propria gente. Non è questo il Stato non deve interferire con la vita dell’in-
caso. Lo Stato, piuttosto, deve dividuo. Nel caso in cui la legislazione nazio- Per usufruire del proprio diritto al cibo, questi agri-
rispettare e proteggere i diritti coltori di Haiti devono avere accesso alla terra.
nale lo consenta, si deve agire immediata-
degli individui affinché si nutrano mente per modificarla. le informazioni sulle trattenute fiscali o la
da soli. L’assistenza alimentare L’impegno alla protezione richiede rego- creazione di monopoli.
diretta viene richiesta principal- le contro la cattiva condotta di privati che L’impegno all’azione richiede l’interven-
mente nelle emergenze, come i vorrebbero negare alle persone la possibilità to dello Stato per l’identificazione dei gruppi
disastri naturali o le guerre. di procurarsi una alimentazione adeguata e vulnerabili e la programmazione di politiche
Quando un paese non può affron- sicura. Queste regole riguardano l’igiene ali- volte a migliorare l’accesso alle risorse per la
tare questa necessità con le pro- mentare, gli standard qualitativi e di etichet- produzione di cibo o di reddito. Come ultima
prie risorse, lo Stato deve chiedere tatura, le condizioni di lavoro e il possesso risorsa può essere necessaria l’assistenza
l’assistenza internazionale. della terra; devono anche dare protezione diretta per assicurare almeno la sopravviven-
contro condotte di mercato scorrette, come za della popolazione.
DARE AI DIRIT TI UNA FORZA COSTITUZIONALE

Ucraina

Congo
Bolivia Etiopia
Brasile Bangladesh
Malawi
Colombia India
Nigeria
Cuba Iran, Repubblica
Sudafrica Islamica
Repubblica Uganda Pakistan
Dominicana
Sri Lanka
Ecuador
Guatemala In 22 paesi il diritto al cibo è stato incluso
nella costituzione, per tutti i cittadini o per
Haiti
i bambini in particolare. Sfortunatamente nessun paese ha ancora istituito misure legislative specifi-
Nicaragua che per implementare questo diritto. Le leggi dovrebbero indirizzarsi verso aree di interesse pubblico come il
Paraguay possesso della terra, accesso all’acqua, livello salariale minimo, sistemi di sicurezza sociale, credito, mercati
rurali, produzione alimentare e qualità degli alimenti.

LIBERO MERCATO: UNA SFIDA DALLA TEORIA ALLA


La liberalizzazione del mercato da un lato favo- l’Uruguay Round sulle negoziazioni commer- REALTÁ: LAVORARE
risce e dall’altro mette in pericolo la realizza- ciali nel 1994 ha individuato dei provvedimen- INSIEME PER
zione del diritto al cibo. Se i paesi ricchi taglia- ti per i paesi incapaci a fronteggiare aumenti COMBAT TERE LA FAME
no i sussidi agli agricoltori, i prodotti agricoli improvvisi dei prezzi delle importazioni ali-
dei paesi poveri diventano più competitivi e mentari. I paesi meno sviluppati e con bilancio L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per
questi paesi possono così produrre una quan- alimentare negativo avrebbero ricevuto mag- i diritti dell’uomo è incaricato di monitorare
tità maggiore di cibo e guadagnare di più dalle giori aiuti alimentari, assistenza tecnica e finan- la realizzazione – e le violazioni – del diritto al
esportazioni. Ma durante l’adeguamento dei ziaria, credito all’esportazione e finanziamenti cibo adeguato, mentre le agenzie di sviluppo
mercati alle nuove politiche, i paesi che dipen- a breve termine. e le istituzioni finanziarie forniscono assisten-
dono da importazioni alimentari a buon Sfortunatamente un blocco dei prezzi mon- za tecnica, finanziaria e alimentare. Esse sono:
mercato possono veramente passarsela male. diali cerealicoli nel 1995-1996 dimostrò che Organizzazione delle Nazioni Unite per
Una direttiva ministeriale formulata durante quella direttiva non era efficace. Durante quel l’alimentazione e l’agricoltura
periodo, i costi delle importazioni erano cre- Programma alimentare mondiale
sciuti del 35 percento, ma per la mancata chia-
GUERRA: UNA VIOLAZIONE Fondo internazionale per lo sviluppo
rezza sull’attuazione della direttiva e per l’as-
agricolo
Il conflitto armato viola il diritto al cibo senza di volontà politica quei paesi ricevettero
distruggendo raccolti, stock alimentari, un’assistenza minore, e non maggiore. La diret- Organizzazione mondiale della sanità
bestiame e attrezzature agricole. La FAO tiva deve essere rafforzata ed applicata inte- Organizzazione internazionale del lavoro
ha calcolato che negli ultimi tre decenni gralmente. Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia
la guerra ha avuto un costo di 4 300 Molti paesi in via di sviluppo necessitano di
milioni di dollari all’anno – quanto basta Ufficio dell’Alto commissariato delle
aiuti anche per attuare le politiche e per Nazioni Unite per i rifugiati
per tirar fuori 330 milioni di persone dal- creare le strutture necessarie per la competiti-
l’elenco dei sottoalimentati. Programma delle Nazioni Unite per lo
vità dei settori agricoli in un contesto di mer-
sviluppo
● In Rwanda, nel 1995, la guerra ha cato aperto.
Banca Mondiale
disperso tre agricoltori su quattro e Un principio basilare del diritto al cibo è assi-
dimezzato i raccolti. curare l’accesso equo. Un mercato più libero Le Organizzazioni non governative (ONG)
● In Afghanistan circa 700 km quadra- dovrebbe alla fine mettere su un piano di sono altrettanto importanti e molto efficaci
ti del paese sono minati, riducendo così parità le nazioni sviluppate e quelle in via di nel portare alla ribalta della coscienza globa-
drasticamente la coltivazione e ucci- sviluppo. Ma fino ad allora le politiche naziona- le i problemi relativi al diritto. Infatti una rete
li e internazionali dovranno garantire l’equa di ONG sta già facendo pressione per un
dendo o ferendo 300 persone ogni
ripartizione dei profitti e la protezione delle Codice di condotta sul diritto umano al cibo
mese.
popolazioni vulnerabili. adeguato.
AD/I/Y 1302It/1/7.01/10000

C O N TAT T I Per ulteriori informazioni rivolgersi a:


Ufficio legale Informazioni per i media Organizzazione delle Nazioni Unite
Tel. +39 06 570 43478 Tel. +39 06 570 53625 per l'alimentazione e l'agricoltura
Fax +39 06 570 54408 Fax +39 06 570 53729 Viale delle Terme di Caracalla
margret.vidar@fao.org media-relations@fao.org 00100 Roma, Italia
www.fao.org