Sei sulla pagina 1di 4

Participi e aggettivi

La differenza: (1) i participi non possono essere modificati con la morfologia


tipica degli aggettivi, cioè con il suffisso -issimo o con molto, assai: *mangiatissimo,
*molto parlato. (2) solo il participio passato usato come attributo di un nome può essere
la sede di un pronome clitico. La notizia comunicatagli. (3) i participi sono compatibili
sia con ausiliare essere che venire. Gli aggettivi invece possono essere usati solo con
essere. Gianni è/viene ascoltato da tutti.

Gli aggettivi e i participi all'interno del SN


 La funzione restrittiva e la funzione appositiva:
ESEMPI: Le tubature vecchie hanno ceduto. / Le vecchie tubature hanno ceduto.
 Se nel SN c'è un complemento del nome, l'aggettivo può trovarsi in qualsiasi
posizione: Quell' accurata descrizione di Roma / quella descrizione accurata di Roma /
quella descrizione di Roma, accurata.

Aggettivi argomentali
 Quando gli aggettivi esprimono l'argomento esterno (l'agente) della testa
nominale possono apparire solo dopo la testa.
ESEMPI: l'invasione tedesca della Polonia / il patto croato con la Francia / la
dichiarazione imperiale al popolo
 Nel caso dei nomi obbligatoriamente passivi l'uso degli aggettivi esprimenti un
argomento della testa è impossibile: la cattura degli iracheni da parte degli americani /
*la cattura irachena da parte degli americani
 Tutti gli aggettivi che nei SN proiettati da nomi di oggetti esprimono una
relazione R devono seguire la testa: l'operazione emergenziale; il sistema assembleare;
un'indagine investigativa, ecc.

Aggettivi avverbiali
 Gli aggettivi possono esprimere nei SN ciò che nelle strutture frasali
corrispondenti sarebbe espresso da avverbi: il patto odierno dei croati con i francesi; il
probabile incontro tra ministri degli esteri dei paesi dell'UE / la prossima cattura dei
terroristi da parte delle forze dell'ordine / l’improvvisa invasione dell’Austria da parte
della Germania

Participi
I participi hanno una distribuzione per lo più analoga a quella degli aggettivi.
 In alcuni casi i participi passati non possono apparire prima della testa: il nemico
catturato/*il catturato nemico; la lampada accesa/*l'accesa lampada – nella maggior
parte dei casi, però, il participio passato può trovarsi anche in posizione prenominale, in
modo particolare con certi specificatori come ormai o già. I sintagmi di questo tipo sono
stilisticamente marcati (l. letterario): Il generale raccolse il suo esercito distrutto e
ordinò la ritirata. / Il generale raccolse il suo distrutto esercito e ordinò la ritirata.

Ordinamento reciproco degli aggettivi


 Agg possessivo + agg avverbiale o qualificativo è grammaticale: la sua
improvvisa scomparsa / la sua terribile distruzione
 Agg appositivi + agg restrittivi: un bel ragazzo simpatico
 Gli aggettivi che vanno obbligatoriamente dopo la testa, non possono essere
preceduti da un altro aggettivo: *una centrale pericolosa nucleare

La coordinazione all'interno del SN


Gli aggettivi possono essere coordinati fra loro:
 Gli agg argomentali sono coordinabili tra loro: la distruzione austriaca e tedesca
di Asiago
 Anche gli agg avverbiali e gli agg attributivi: l'improvvisa e terribile distruzione
di Zara
 Gli agg coordinati per asindeto (= rapporto di coordinazione tra due o più
elementi frasali che si succedono senza l’uso di congiunzioni): Ho incontrato un ragazzo
alto, bruno, simpatico, carino ed elegante (non ci sono limiti al numero di aggettivi che
possono essere espressi in questo modo).
Sintassi del SA

Il SA segue il nome nel caso non marcato (normale, canonico) e lo precede nel
caso marcato (diverso da quello solito).
Esemplificazione:

i. un ricordo meraviglioso; una donna attraente; una storia triste; un libro


bellissimo; uno studente diligente
ii. un meraviglioso ricordo; un'attraente donna; una triste storia; un bellissimo
libro; un diligente studente

I complementi del SA sono obbligatoriamente postnominali: Ha la voce simile a sua


madre. La strega fa vedere a Merida un quadro molto simile alla Creazione di Adamo. È
un convegno difficile da organizzare. Eppure lui è rimasto sempre fedelissimo alla
moglie Chiara.

In un sintagma nominale possono trovarsi anche più di un SA. Tali sintagmi


possono essere coordinati tra loro, per es. […] che servì da esempio lessicografico anche
per le lingue francese, spagnola, tedesca e inglese. Lucio è un ragazzo intelligente
estroverso e simpatico.
In posizione postnominale non c'è (teoricamente) un limite al numero di aggettivi che
possono apparire. Invece, in posizione prenominale ci sono di solito solo due aggettivi:
[…] e proprio questa mi sembra una ricca e nuova occasione.
Nella coordinazione, l'ordine dei SA è libero, ma c'è una tendenza a usare il SA più breve
per primo, il più lungo per l'ultimo. un giudice che ha la fama di persona onesta e
incorrutibile; potenziale suocera cattiva e insopportabile.

Nella subordinazione invece l'ordine è costante cioè fisso: dei bambini croati
simpatici; processi petroliferi tradizionali / *dei bambini simpatici croati; *processi
tradizionali petroliferi.
La preposizione tra introduce una coppia di aggettivi semanticamente compatibili,
ad es. Ha al suo attivo più di 40 mostre tra personali e collettive; Ha un sorriso tra triste
e beffardo.

Semantica del SA

Gli aggettivi postnominali possono avere funzione restrittiva, cioè denotativa o


referenziale: animali selvatici; cani randagi; cavalli selvaggi. Questi aggettivi
definiscono una sottoclasse della classe definita dal nome testa del sintagma.
Stanno di solito in posizione prenominale gli aggettivi che hanno un valore
connotativo rispetto al nome. Tali aggettivi possono esprimere un'opinione o un giudizio
del parlante: Mario è partito per l'America con una sua amica divertente. / Mario è
partito per l'America con una sua divertente amica. In quest'ultima frase è espressa
un'opinione del parlante sull'amica di Mario.
Sono prenominali anche gli aggettivi che esprimono una caratteristica inerente del
nome: bianca neve, buia notte, piccolo bambino.
Se gli aggettivi vengono usati in senso figurato (metaforico) altresì si trovano in
posizione prenominale:
1. notizie certe (= sicure) / certe notizie (= alcune)
2. libri nuovi (= non vecchi) / nuovi libri (= altri)
3. un uomo grande (di statura alta) / un grand’uomo (= un eroe, un uomo famoso)
4. un ufficiale alto (alto di statura) / un alto ufficiale / (= di grado elevato)
5. un uomo povero (= senza soldi) / un pover’uomo (= poveraccio, sventurato)
6. persone diverse (= non uguali) / diverse persone (= parecchie)
7. un amico vecchio (= anziano) / un vecchio amico (= di vecchia data)
8. una bassa soddisfazione (= meschina)