Sei sulla pagina 1di 1

RIVISTA MUSICA - WWW.RIVISTAMUSICA.

COM

ditor alma siderum di Guillaume


CD Dufay, i mottetti dei fiamminghi Jo-
« Veni Domine. Advent & Christmas at squin Desprez (Missus est Gabriel)
the Sistine Chapel » mezzosoprano Ceci- e Jean Mouton (Quaeramus cum
lia Bartoli Coro della Cappella Sistina, di-
pastoribus), dell’immancabile
rettore Massimo Palombella
DEUTSCHE GRAMMOPHON 479 7524 « princeps musicae » Palestrina (Ca-
DDD 64:36 nite tuba in Sion Rorate, coeli, de-
HHHHH super, Hodie Christus natus est
Più una confer- per doppio coro, Dies sanctificatus
ma, ormai, che illuxit nobis ma anche l’offertorio
una sorpresa. So- Reges Tharsis et insulae per l’Epi-
no già alcuni anni fania), di Giovanni Maria Nanino
che la rivitalizzata (Hodie nobis caelorum Rex-Gloria
Cappella Musicale in excelsis Deo), dello spagnolo
Pontificia Sistina, Victoria (Quem vidistes pastores?
sotto la direzione illuminata di Mas- Dicite, quidnam vidistis? e O Ma-
simo Palombella, è uscita fuori dal- gnum mysterium) per chiudere in
le sacre mura della Città del Vatica-
bellezza con Gregorio Allegri (Na-
no portando la musica sacra della
tradizione, il livello più alto e più sceris, alme puer su testo del futu-
puro perlomeno nell’ambito cattoli- ro Urbano VIII) e Marenzio (l’inno
co, in giro per il mondo. Oltre alle per i Vespri natalizi Christe, Re-
molte tournée (ad esempio negli demptor omnium).
Stati Uniti) fanno fede del nuovo Le partiture, provenienti in gran
orientamento (massima visibilità parte dal fondo musicale della Cap-
unita a massima qualità) le registra- pella Sistina oggi presso la storica
zioni discografiche affidate alla glo- Biblioteca Apostolica Vaticana, so-
riosa etichetta della Deutsche no un valido test per vagliare la
Grammophon. Dopo l’antologica morbidezza esecutiva della Sistina,
Cantate Domino ed il decantato Pa- che coniuga la austerità della musi-
lestrina di alcuni mottetti e della
ca sacra ecclesiale con la sincerità
esemplare e paradigmatica Missa
degli accenti, la liturgia con la de-
Papae Marcelli, ecco ancora un CD
antologico, impreziosito dalla pre- vozione profonda, il dogma con la
senza a sorpresa del mezzosoprano religiosità.
Cecilia Bartoli che interpreta l’ar- L’esecuzione poggia su credenziali
caico Beata viscera Mariae Virgi- filologiche legate allo studio dei te-
nis di Perotinus, insigne maestro sti musicali originali (manoscritti o
parigino della duecentesca Scuola a stampa), del tactus, delle agogi-
di Notre Dame. che, alla collocazione del coro o da-
Una partecipazione straordinaria, vanti all’altare della spettacolare
seppur di pochi minuti, che rivela Cappella Sistina o sulla cantoria do-
una Bartoli partecipe, padrona as- ve di prassi il coro si esibiva alla
soluta di un’emissione quasi più na-
presenza papale. Ed avvince il con-
turale che lirica, come si addice ad
una perorazione che vuole essere trollato cambiamento di colori nel
ancor prima preghiera che opera costante trasmutarsi della tavolozza
d’arte. canora, un mare multicolore in cui
Il resto del CD è tutto consacrato al- la parola divina sembra prendere
le musiche dell’Avvento e del Nata- corpo come d’incanto secondo i
le, secondo una secolare tradizione dettami della ventiduesima sessione
fortemente legata al luogo ed all’en- del Concilio tridentino. Tutti i brani
semble corale polifonico della Cap- registrati sono stati composti per la
pella Sistina. Accanto ad inserti di Sistina.
canto gregoriano in stile di cantus Lorenzo Tozzi
planus (l’Introito Gaudete Domino
per la terza domenica dell’Avvento)
si segnalano la prima registrazione
completa dell’Inno dei Vespri Con-

140 musica 298, luglio-agosto 2018