Sei sulla pagina 1di 1

Cosa rimane, in Italia, dell’arte della memoria tra Sette-

cento e primo Ottocento? O, in altri termini, è vero che


l’influsso di quell’antica disciplina inaugurata da Simoni-
de, e poi soggetta a molteplici declinazioni storiche, non
va oltre i seguaci di Leibniz? Addentrandosi in un campo
«Morgana» d’indagine finora poco esplorato, si affrontano qui questi
collana di studi e testi rinascimentali
diretta da lina bolzoni due principali interrogativi; ne scaturisce un complesso
Vincenzo Allegrini quadro d’assieme, dal quale emergono non solo elementi
Ultimi volumi pubblicati: di rottura, ma anche linee di continuità: retaggi o, con
15. «Tra mille carte vive ancora». Ricezione del Furioso tra un’immagine vichiana, «frantumi» di una tradizione che
continua ad agire in forme differenti. Le opere di Vico,

I FRANTUMI DELLA MEMORIA


immagini e parole, a cura di Lina Bolzoni, Serena Pezzini e
Giovanna Rizzarelli Muratori, Conti, Genovesi, Bettinelli e Leopardi vengono
16. Daniel Javitch, Saggi sull’Ariosto e la composizione
dell’Orlando Furioso
i frantumi della memoria così analizzate dal punto di vista storico, tematico e les-
sicale, con una particolare attenzione al ricorrere di alcu-
ne metafore, come la piega, il frammento, il giocoliere, il
17. Maiko Favaro, L’ospite preziosa. Presenze della lirica nei
trattati d’amore del Cinquecento e del primo Seicento Percorsi dell’ars reminiscendi geometra, il ‘notomista’, l’eco, il teatro, il magazzino, il
thesaurus e il reliquiario. Un corpus ampio, dunque, che
18. Ida Campeggiani, Le varianti della poesia di Michelangelo. «Morgana»
collana di studi e testi rinascimentali
da Vico a Leopardi si è scelto di indagare attraverso la lente pluriprospettica
«Scrivere per via di porre» della storia delle idee, e sullo sfondo di fenomeni dalla
19. Le sorti di Orlando. Illustrazioni e riscritture del Furioso, a
diretta da lina bolzoni portata epocale: la crisi della retorica e la ‘scritturalizza-
cura di Daniela Caracciolo e Massimiliano Rossi zione’ della memoria; l’incrinarsi del rapporto armonico
20. Laura Sanguineti White, Seduzione e privazione. Il cibo nel tra segni, parole e cose; il perfezionamento degli strumen-
Decameron ti tipografici e la nascita del moderno mercato editoriale;
il ‘collasso’ dell’Enciclopedia; la ridefinizione, in ambito
21. Daniela Caracciolo, «Regal pensier con saggia penna in Ed io chi dedicarrò il mio Candelaio? A Sua Santità? no. A Sua Maestà Cesarea?
carte». Giulio Cesare Capaccio tra arte e letteratura gnoseologico ed estetico, delle funzioni della memoria e
no... A voi tocca, a voi si dona... dotta, saggia, bella e generosa mia signora Morgana.
della fantasia.
22. Celio Calcagnini, L’Ombra o sul cammino, a cura di Nicola Giordano Bruno
Gardini
23. Giulio Cesare Cortese, La Rosa. Favola, a cura di Andrea Morgana è la fata della tradizione cavalleresca, immagine dell’Occasione – di
Lazzarini conoscenza o di godimento – che va colta all’istante o si allontana per sempre. Vincenzo Allegrini, attualmente assegnista di ricerca
A questa figura femminile, sfuggente e piena di fascino, s’intitola questa collana, all’Università di Verona, si è formato presso l’Università
24. Forme della consolatoria tra Quattro e Cinquecento. Poesia

Vincenzo Allegrini
frutto di una collaborazione fra studiosi di diversi paesi e discipline.
del lutto fra corte, accademia e sodalitas amicale, a cura di
Dedicata soprattutto alla letteratura italiana del Rinascimento, essa intende
di Roma La Sapienza e la Scuola Normale Superiore. La
Sabrina Stroppa e Nicole Volta sua attività di ricerca si concentra soprattutto su questio-
occuparsi anche di ciò che sta tradizionalmente ai margini, di ciò che viene
25. Alessandro Benassi, «La filosofia del cavaliere». Emblemi, sentito come ‘altro’, come diverso. ni di intertestualità e semantica leopardiana, sull’eredità
imprese e letteratura nel Cinquecento Oltre ai rapporti con le altre letterature europee, “Morgana” è interessata a di Leopardi nella lirica del Novecento e sui rapporti tra
percorrere quelle zone di frontiera in cui l’esperienza letteraria si intreccia con la filosofia, scienza e letteratura tra Sette e Ottocento. Ha
26. Parola all’immagine. Esperienze dell’ecfrasi da Petrarca a filosofia, le arti, la scienza.
Marino, a cura di Andrea Torre dedicato inoltre qualche escursione alla letteratura del
Comitato scientifico (nuova serie): Jean Philippe Antoine, Maria Pia Ellero, Cinquecento (Folengo, Montaigne) e da anni collabora
David Quint, Matteo Residori, Massimiliano Rossi, Sergio Zatti. maria pacini fazzi editore con il Laboratorio Leopardi presso la Scuola Superiore di
Studi Avanzati della Sapienza.

ISBN 88-6550-7680
isbn 978-88-6550-768-1

9 788865 507681

22
,0
0