Sei sulla pagina 1di 1

Tommaso Sanson

Matricola: 5912
Settimana: 13/04/2020 – 19/04/2020

LE PICCOLE FORME:
LA FORMA DI CANZONE E IL LIED; IL TEMA CON VARIAZIONI

SINTESI

Le piccole forme sono delle particolari forme musicali che vengono definite piccole per
distinguerle da quelle di maggiori dimensioni o che prevedono la presenza di più movimenti.
Un esempio di piccola forma è la Canzone, che prevede la successione di due parti contrastanti
realizzando il modello della Canzone binaria.
Esiste anche il modello ternario, in cui il tema è organizzato in modo da realizzare una struttura in
tre parti.
In tedesco, il termine “canzone” è tradotto con la parola “lied”. Quando parliamo di Lied si intende
la forma più tipica del romanticismo tedesco. Un Lied può essere per voce sola e pianoforte, per
voce e orchestra, per coro e pianoforte, per coro a cappella ecc.
La canzone è una forma avente una struttura morfologica elementare con grandi capacità di
autosufficienza, a cui non è necessario un successivo sviluppo. Tuttavia, la canzone concorre alla
costruzione di strutture più ampie come ad esempio il Tema con Variazioni, nel quale il tema è
solitamente in forma di canzone, essa sia binaria o ternaria.

Non si può definire in modo preciso e assoluto il significato di variazione, perché esso, in
apparenza, ha molti punti in comune con lo sviluppo.
Con quest’ultimo termine s’intende un processo di approfondimento tematico in cui ogni parte del
Tema può essere oggetto generante nuove idee compositive.
La Variazione si ha quando, dopo l’esposizione del tema, esso viene arricchito da ornamentazioni
melodiche o ritmiche, modificato o mutato in alcuni dei suoi elementi costitutivi.

La Variazione si basa sulla modificazione di uno, due o tutti e tre gli elementi costitutivi
fondamentali del tema: Melodia, Armonia e Ritmo.

Basandosi su ciò possiamo definire a grandi linee tre procedimenti di variazione:

• Variazione per Ornamentazione: interessa generalmente la melodia; in linea di massima


possiamo dire che interessa uno o due elementi, lasciandone uno inalterato, sempre
riconoscibile.
• Variazione per Elaborazione: più complesso rispetto al precedente. Uno dei tre elementi
viene mantenuto inalterato, ma usato per costruire qualcosa di nuovo, anche distante dal
tema originario.
• Variazione per Amplificazione: il più complesso dei tre in quanto può interessare
contemporaneamente tutti e tre gli elementi tematici fondamentali (Melodia, Armonia,
Ritmo). Quest’ultimo procedimento può essere ricondotto allo sviluppo, perché si può
prendere una qualsiasi cellula del tema e da essa generare qualcosa di nuovo e
lontanissimo dalla fisionomia del Tema originario. Tuttavia si distingue dallo sviluppo
perché con il tema, seppur in modo quasi irriconoscibile, viene sempre mantenuto un
legame.