Sei sulla pagina 1di 2

Autobiography in Five Chapters by Portia Nelson

Chapter I

I walk down the street.


There is a deep hole in the sidewalk
I fall in.
I am lost...
I am hopeless.
It isn't my fault.
It takes forever to find a way out.

Chapter II

I walk down the same street.


There is a deep hole in the sidewalk.
I pretend I don't see it.
I fall in again.
I can't believe I'm in the same place.
But it isn't my fault.
It still takes a long time to get out.

Chapter III

I walk down the same street.


There is a deep hole in the sidewalk.
I see it is there.
I still fall in...it's a habit
My eyes are open; I know where I am;
It is my fault.
I get out immediately.

Chapter IV

I walk down the same street.


There is a deep hole in the sidewalk.
I walk around it.

Chapter V

I walk down another street.

ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Autobiografia in cinque corti capitoli

Capitolo primo
Cammino lungo una strada.
C’è una buca profonda nel marciapiede.
Ci casco dentro.
Sono perduto,
non posso farci nulla,
non è colpa mia.
Ci metto una vita per uscirne.

Capitolo secondo
Cammino lungo la stessa strada.
C’è una buca profonda nel marciapiede.
Faccio finta che non ci sia.
Ci casco dentro.
Non posso credere di essere ancora nello stesso posto.
Ma non è colpa mia.
Mi ci vuole un sacco di tempo per uscirne.
Due gambe femmininili escono da una cornice come se la stessa fosse una buca

Capitolo terzo
Cammino lungo la stessa strada.
C’è una buca profonda nel marciapiede.
La vedo benissimo.
Ci casco dentro di nuovo;
è un’abitudine.
Ma i miei occhi sono aperti:
so dove sono.
È colpa ma.
Ne esco immediatamente.

Capitolo quarto
Cammino lungo la stessa strada.
C’è una buca profonda nel marciapiede.
Ci cammino intorno.

Capitolo quinto
Me ne vado per un’altra strada.