Sei sulla pagina 1di 20

Seminario 13/17

Un progetto di chi “VOLA per PASSIONE”

CARBURANTE E FISIOLOGIA

Aviosuperficie “A. Leonardi” 28/10/17 Sig. STEFANO STOPPIONI


ATTIVITA' COMPLETATE

 80 SEMINARI IN TUTT'ITALIA CON


OLTRE 4550 PILOTI PARTECIPANTI E...
 78000 MESSAGGI INTERNET SUI TEMI
PARI A CIRCA 120000 LETTURE DEGLI
ARGOMENTI
! DI PREVENZIONE;
 PAGINA FACEBOOK VOLARE SICURI CON
OLTRE 4870 ADERENTI.
 DECINE DI ARTICOLI E SERVIZI TV
 NESSUN COSTO PER AVIATORI
E ISTITUZIONI
Terni 28/10/17“Volare Sicuri” del gen. CARLO LANDI facebook.com/volaresicuriideae/ per info carlo.lan@tin.it
DATI DI FATTO

La valutazione del rischio dovrebbe essere integrata


nell'addestramento al volo preparando gli aspiranti
piloti ad essere consapevoli dei rischi potenziali del
volo, come identificarli e come gestirli con successo,
un elemento fondamentale è calcolare il rapporto
rischio/ obiettivo,
“il rischio che ci assumiamo è coerente con
l'obbiettivo del nostro volo?”

Terni 28/10/17“Volare Sicuri” del gen. CARLO LANDI facebook.com/volaresicuriideae/ per info carlo.lan@tin.it
DATI DI FATTO

OLTRE l'80% degli incidenti in aviazione


sono dovuti ad errori umani
gli umani non fannoRED questi errori

volontariamente;
INFORMARE una persona su come
evitare gli errori RIDUCE il numero
degli INCIDENTI...

Terni 28/10/17“Volare Sicuri” del gen. CARLO LANDI facebook.com/volaresicuriideae/ per info carlo.lan@tin.it
VOLARE SICURI
Seminario 13/17
Un progetto di chi “VOLA per PASSIONE”

CARBURANTE: Tipi e
Caratteristiche

Aviosuperficie “A. Leonardi” 28/10/17 Sig. STEFANO STOPPIONI


“Volare Sicuri” del gen. CARLO LANDI facebook.com/volaresicuriideae/ per info carlo.lan@tin.it
Aviazione Generale e Ultraleggeri
CARBURANTE… COME LO SCEGLIAMO :

CE LO DICE IL COSTRUTTORE DEL MOTORE (Lycoming–Continental-Rotax)


I Vari carburanti usati in aviazione

- JET A-1
-AVGAS 100 LL (Aviation Gasoline)
-UL 91
-MOGAS (Motor gasoline) 95, 98, 100 ottani, Quello che si compra dal
benzinaio.

Terni 28/10/17“Volare Sicuri” del gen. CARLO LANDI facebook.com/volaresicuriideae/ per info carlo.lan@tin.it
CARATTERISTICHE Carburanti Aviazione
Avgas 100 LL

Rappresenta oggi una percentuale insignificante della


produzione globale di benzine, essendo intorno allo
0,5%.
Caratterizzata da un peso specifico di 0,720 Kg/Lt, da
un valore ottanico di 100/130 dove il primo numero
indica il numero di ottano MON, che è la resistenza alla
detonazione della miscela aria benzina magra, mentre il
secondo numero è il RON, la resistenza alla detonazione
della miscela ricca.

Terni 28/10/17“Volare Sicuri” del gen. CARLO LANDI facebook.com/volaresicuriideae/ per info carlo.lan@tin.it
CARATTERISTICHE Carburanti
Aviazione (2)

Avgas 100 LL: ….ne esistevano più varianti, con più o meno
piombo e con diversi valori di ottano (96/100 – 80/87 – 91/96 –
100/130 – 114/145), ma l’ Avgas 100 LL a basso contenuto di
piombo, è ancora il carburante di riferimento x motori
aeronautici a pistoni. (Ad oggi non sappiamo se e quando sarà
tolto dal commercio il carburante a base di piombo)
TensioneVapore, altro dato importante per i carburanti
aviazione,
il valore dell’Avgas 100LL ha un range da 38 a 49 kPa
(sotto la soglia massima raccomandata dei 50 kPa)

Terni 28/10/17“Volare Sicuri” del gen. CARLO LANDI facebook.com/volaresicuriideae/ per info carlo.lan@tin.it
CARATTERISTICHE Carburanti Aviazione
UL 91
Carburante senza piombo con un valore Ron e Mon di 96/91,
è un carburante privo di etanolo concepito per preservare
i serbatoi ed i circuiti del carburante, ha una tensione
vapore contenuta in 38/49 kPa. (sembrava l’erede naturale
dell’avgas, ma pare non sia ancora pronta la formula
definitiva). Autorizzato dalla European Aviation Safety
Agency e risponde agli standard ASTM (American Society
for Testing and Materials) che definisce le norme utilizzate
nel mondo intero per garantire e migliorare la qualità dei
carburanti.

Terni 28/10/17“Volare Sicuri” del gen. CARLO LANDI facebook.com/volaresicuriideae/ per info carlo.lan@tin.it
CARATTERISTICHE Carburanti Aviazione
UL 91 (segue) Ha i suoi punti forti in

 assenza di etanolo o altri alcol ed eteri, talvolta anche nocivi e


dannosi per i componenti quali giunture durit e carburatori;
qualità costante del prodotto;
assenza di additivi non omologati x aviazione;
riduzione del rischio vapor lock (tappo di vapore che si crea in
una canalizzazione di carburante liquido in condizioni di elevata
temperatura, di bassa pressione e di elevata volatilità del
carburante (il rischio è l'arresto del motore);
minori residui gomma che si possono depositare nelle parti
calde del motore;
potere calorifico maggiore che si traduce in un minor consumo
e una maggior percorrenza del velivolo.
Terni 28/10/17“Volare Sicuri” del gen. CARLO LANDI facebook.com/volaresicuriideae/ per info carlo.lan@tin.it
MOGAS
BENZINA 95 Ottani (Ron 95 Mon 85) a norma EN228 con Bio obbligo della direttiva
2003/30/CE (vedi tabella seguente)
Gli stati membri dell’UE richiedono di ridurre fino al 10%, con la massima gradualità, le
emissioni di gas effetto serra e questo comporta l’utilizzo di biocarburanti a base di
etanolo che le compagnie petrolifere sono costrette ad impiegare ed immettere in
consumo.
EVOLUZIONE DELLA QUOTA MINIMA DI IMMISSIONE IN CONSUMO DI
BIOCARBURANTI
2015 5%
2016 5,5%
2017 6,5%
2018 7,5% di cui almeno 1,2% di biocarburanti avanzati
2019 9% di cui almeno 1,2% di biocarburanti avanzati
2020 10% di cui almeno 1,6% di biocarburanti avanzati
2021 10% di cui almeno 1,6% di biocarburanti avanzati
DAL 2022 IN POI 10% di cui almeno 2% di biocarburanti avanzati

Terni 28/10/17“Volare Sicuri” del gen. CARLO LANDI facebook.com/volaresicuriideae/ per info carlo.lan@tin.it
Cos'è la volatilità della benzina?
capacità della benzina di evaporare quando sottoposta a una
determinata pressione. La volatilità della benzina deve esser tale da
evaporare solo al di sotto di determinate pressioni (solitamente ½
atmosfera) perché altrimenti c’è il pericolo di formazione di bolle di
vapore nelle tubazioni e di formazione di miscela esplosiva nei serbatoi
nella parte vuota.
E’ pericoloso utilizzare benzina autotrazione (AvGas) in aviazione è più volatile e
quindi, nel caso si utilizzi, è importante volare a quote basse per non sottoporre il
carburante a pressioni elevate dove la volatilità aumenta. LA BENZINA AL
DISTRIBUTORE CAMBIA SECONDA DELLE STAGIONI!!

Volatilità benzina periodo estivo (01/05–30/09) kPa 45/60


16/03-30/04 e 01/10-15/11 kPa 50/80
Volatilità benzina periodo invernale 16/11 - 15/03 kPa 60/90

Terni 28/10/17“Volare Sicuri” del gen. CARLO LANDI facebook.com/volaresicuriideae/ per info carlo.lan@tin.it
Benzina Verde 100 Ottani (Ron 100 Mon 88) NO BIO Tensione Vapore 58,5
Tra i carburanti Mogas è preferibile l’utilizzo della 100 ottani in quanto priva di etanolo
e con tensione vapore più bassa (anche se sempre al di sopra del limite aviazione)
Un altro punto per preferire la 100 ottani alla 95 ottani è il valore AKI (Anti-Knok
Index), che è dato dalla media del Ron e del Mon, la 95 ottani ha un valore AKI di 90,
mentre la 100 ottani ha un valore AKI di 94
Ecco alcuni esempi di quello che raccomandano i costruttori per quanto riguarda il
valore AKI:
Rotax prevede per i motori 912A/F/UL(80cv) minimo Ron 90 (Aki min.87)
EN228 Normal-Super-Super+
Rotax prevede per i motori 912S/914 F/UL(100cv) minimo Ron 95 (Aki min.91)
EN228 Super-Super+
Rotax prevede per i motori 912 Isc /IS(115cv INIEZ.) minimo Ron 95 (Aki
min.91) EN228 Super-Super+

Terni 28/10/17“Volare Sicuri” del gen. CARLO LANDI facebook.com/volaresicuriideae/ per info carlo.lan@tin.it
QUELLO CHE DOBBIAMO SAPERE
QUALITA’ E DIFFERENZE TRA AVIO E MOGAS
- PER I CARBURANTI AVIO OCCORRONO REQUISITI DI ASSICURAZIONE DI
QUALITA’ PER LA PRODUZIONE, IL DEPOSITO E LA DISTRIBUZIONE
- PRODUZIONE (LOTTI ) QUALITA’
- CERTIFICATI DI ANALISI PER LOTTO E PER RILASCIO SERBATOI
- STOCCAGGIO DEPOSITI CON BRACCI FLOTTANTI – FILTRI – DOPPIA
MICROFILTRATURA AL CARICO E ALLO SCARICO DELLE ATB CHE VANNO IN
CONSEGNA, CONTRASSEGNI, SIGILLI E CAMPIONI
- BENZINE DI RIFERIMENTO;
- SERBATOI DI STOCCAGGIO CON FREQUENZA DI PULIZIA OGNI 5 ANNI ;
- FILIERA DEDICATA E CONDIZIONATA FINO ALL’IMMISSIONE NELL’AEREO.
- MOGAS filiera non garantita, controlli non previsti - - - -scarico solo a caduta nel
gruppo pompa e dell'arrotolatore tubo mt. 40 contiene circa lt 140 di prodotto possibilità
etanolo: - PERICOLI : perché assorbe acqua - POSSIBILE ghiaccio - vapor lock - mancanza
di potenza - minor autonomia.
SCADENZA PRODOTTO: 6 MESI in Cisterna 12 MESI in Fusti. Nuova norma : JIG 1530
I PRODOTTI SCADUTI SONO SOGGETTI A RICERTIFICAZIONE PRODOTTO TRAMITE
ANALISI DI LABORATORIO
SI DEVE PRELEVARE UN CAMPIONE MEDIO E FARLO ANALIZZARE DA LABORATORIO
ACCREDITATO.

Terni 28/10/17“Volare Sicuri” del gen. CARLO LANDI facebook.com/volaresicuriideae/ per info carlo.lan@tin.it
Informazioni Generali riguardanti i Fusti e norme di uso legate al
rifornimento, in sicurezza :
• Verificare sempre il tipo di carburante immesso sia quello corretto .
• Non fumare o fiamme libere nei dintorni dell’aereo e dell’impianto di
rifornimento.
• Rifornire solo in esterni. I vapori di benzina al chiuso sono
pericolosissimi (e le possibili fonti di scintille ancora maggiori).
• Le connessioni a terra dovrebbero esser eseguite in questo ordine:
tanica a terra, terra a velivolo, tanica a velivolo, pistola a velivolo
prima di togliere i tappi. Al termine delle operazioni la sequenza va
eseguita in ordine inverso.
• Tenere a portata di mano un estintore di adeguata capacità ed in piena
efficienza.
• Tutte le utenze elettriche del velivolo devono essere spente.
• Chi effettua il rifornimento non dovrebbe avere con se accendini od
oggetti elettronici.
• In caso di segni indicanti l’arrivo di un temporale, interrompere il
rifornimento e riprenderlo solo una volta terminato l’evento.

Terni 28/10/17“Volare Sicuri” del gen. CARLO LANDI facebook.com/volaresicuriideae/ per info carlo.lan@tin.it
Informazioni Generali riguardanti i Fusti le norme di uso legate al
rifornimento, in sicurezza :

• Non rifornire sotto la pioggia (contaminazione del carburante).


• Non utilizzare alcun utensile che possa generare scintille (ad esempio
cadendo a terra).
• I tappi carburante, una volta tolti, devono essere messi in luoghi al
riparo da possibili contaminazioni.
• Se avviene una perdita di carburante, interrompere l’operazione ed
eliminare i residui. Attendere la completa evaporazione prima di
riprendere il rifornimento.
• Non rifornire con passeggero a bordo.
• Evitare il contatto diretto con il carburante (specie se si hanno ferite,
anche superficiali).
• Rifornire a motore spento.
• Verificare che la pistola o i tubi di connessione siano ben puliti per
evitare di introdurre sporcizia nei serbatoi.
• Filtrare adeguatamente il carburante.

Terni 28/10/17“Volare Sicuri” del gen. CARLO LANDI facebook.com/volaresicuriideae/ per info carlo.lan@tin.it
Fusti e IBC: I fusti hanno tipicamente una capacità di 25/50 e 200 litri possono essere
usati sia per il trasporto internazionale via mare, rotaia o strada o come depositi temporanei.
Solitamente l’omologazione è solo per il trasporto.

Materiali di costruzione
I fusti usati per il deposito di combustibile avio devono essere fatti d’acciaio. Devono essere
rivestiti con una vernice idonea o un rivestimento che rispetti EI 1541.
In nessuna circostanza si deve far uso di fusti di plastica o internamente galvanizzati.
Tutti i materiali usati per la chiusura/aggraffatura delle parti superiori e inferiori dei fusti
devono essere compatibili con il combustibile avio come pure i materiali di chiusura di
coperchi e chiusure.
10.4.2.2 Equipaggiamento di riempimento
Il sistema di riempimento per ogni classe di prodotto deve essere completamente isolato
per fornire una protezione completa contro la contaminazione incrociata.
Il nome della classe e il codice colore del prodotto devono essere esposti chiaramente su
tutto l’equipaggiamento di riempimento, serbatoi, condutture, etc. (in accordo con EI 1542).
Dato che il combustibile avio nei fusti o IBC viene normalmente fornito direttamente agli
aeromobili (e potrebbe non venir filtrato durante il rifornimento), l’equipaggiamento di
riempimento per avgas o combustibile jet …...

Terni 28/10/17“Volare Sicuri” del gen. CARLO LANDI facebook.com/volaresicuriideae/ per info carlo.lan@tin.it
…..deve includere un sistema di filtrazione come quelli usati per la filtrazione “into-plane”,
ossia:
- un rilevatore di filtro che rispetti EI 1583, 6a edizione, o;
- un filtro/separatore d’acqua che rispetti EI 1581, 5a edizione, o
- solo per avgas, un microfiltro che rispetti EI 1590, 2a edizione.

Controllo qualità
Ogni fusto o IBC vuoto (incluso quelli nuovi) deve essere esaminato internamente prima del
riempimento per garantire che sia in una condizione soddisfacente, ossia pulito e privo di
ruggine, acqua, oli di fabbricazione o altri contaminanti e, per i fusti, privo di difetti al
rivestimento.
Prima del riempimento, i fusti devono essere codificati a colore (in accordo con EI 1542) e,
per i fusti e IBC, chiaramente contrassegnati con la classe di combustibile, specificazione di
chi ha prodotto il combustibile, numero di lotto, data di riempimento, data di ritest (se
applicabile), quantità, luogo di riempimento e dichiarazione di “combustibile con piombo” se
applicabile.

Terni 28/10/17“Volare Sicuri” del gen. CARLO LANDI facebook.com/volaresicuriideae/ per info carlo.lan@tin.it
Deposito Stoccaggio
Si raccomanda l’uso di edifici ben arieggiati per il deposito.
Il deposito al di fuori degli edifici è accettabile, ammesso che siano presenti mezzi di
protezione contro l’esposizione ambientale (precipitazioni, luce solare).
I fusti dovrebbero essere depositati orizzontalmente con i tappi al di sotto del livello del
liquido. I fusti inferiori devono essere tenuti in posizione (ad es. tramite zeppe) per evitare
il collasso della pila. Quando ciò non è possibile, i fusti possono essere immagazzinati in
verticale (tipicamente su pallet) ammesso che siano tenuti sotto copertura o con coperture
superiori per non più di tre mesi (prima del rilascio).
Gli IBC dovrebbero essere immagazzinati in verticale (tipicamente su pallet) e sotto
copertura.
Le partite dovrebbero essere immagazzinate in lotti separati per facilitare le ispezioni
periodiche e rilasciate a rotazione secondo la data di riempimento, preferibilmente il primo
dentro – il primo fuori.

I lotti che rimangono in magazzino 12 mesi dopo la data di riempimento e a intervalli di sei
mesi successivamente, devono essere campionati e il prodotto sottoposto a un test periodico.

Terni 28/10/17“Volare Sicuri” del gen. CARLO LANDI facebook.com/volaresicuriideae/ per info carlo.lan@tin.it
Grazie per l'attenzione
Cliccate Mi Piace Sulla Pagina Facebook
VOLARE SICURI e..... spazio alle

DOMANDE ?
Punti di Contatto:
Carlo Landi cell. 3293609524
email carlo.lan@tin.it

Terni 28/10/17“Volare Sicuri” del gen. CARLO LANDI facebook.com/volaresicuriideae/ per info carlo.lan@tin.it