Sei sulla pagina 1di 1

Evita le carni lavorate perché sono ricche di grassi e sale.

Ove possibile, optare per versioni a basso contenuto di grassi oa ridotto contenuto di grassi di latte e
latticini.

Evita i grassi trans prodotti industrialmente. Questi si trovano spesso in alimenti trasformati, fast food,
snack, cibi fritti, pizza surgelata, torte, biscotti, margarine e creme spalmabili.

Mangia meno sale e zucchero

Quando si cucina e si prepara il cibo, limitare la quantità di sale e condimenti ad alto contenuto di sodio (ad
es. Salsa di soia e salsa di pesce).

Limita l'assunzione giornaliera di sale a meno di 5 g (circa 1 cucchiaino) e usa sale iodato.

Evita gli alimenti (ad esempio gli snack) ad alto contenuto di sale e zucchero.

Limitare l'assunzione di bibite o bibite e altre bevande ad alto contenuto di zucchero (ad es. Succhi di frutta,
concentrati di succhi di frutta e sciroppi, latte aromatizzato e bevande allo yogurt).

Scegli frutta fresca invece di snack dolci come biscotti, torte e cioccolato.

Evita di mangiare fuori

Mangia a casa per ridurre il tuo tasso di contatto con altre persone e ridurre le possibilità di essere esposto
a COVID-19. Consigliamo di mantenere una distanza di almeno 1 metro tra te e chiunque stia tossendo o
starnutendo. Ciò non è sempre possibile in ambienti sociali affollati come ristoranti e caffè. Goccioline di
persone infette possono atterrare sulle superfici e sulle mani delle persone (ad esempio clienti e personale)
e, con molte persone che vanno e vengono, non è possibile sapere se le mani vengono lavate abbastanza
regolarmente e le superfici vengono pulite e disinfettate abbastanza velocemente.

Consulenza e supporto psicosociale

Sebbene una corretta alimentazione e idratazione migliorino la salute e l'immunità, non sono proiettili
magici. Le persone che vivono con malattie croniche che hanno sospettato o confermato COVID-19
potrebbero aver bisogno di supporto con la loro salute mentale e dieta per assicurarsi che si mantengano in
buona salute. Cercare consulenza e supporto psicosociale da professionisti sanitari adeguatamente formati
e anche da consulenti laici e tra pari basati sulla comunità.