Sei sulla pagina 1di 23

fibre e tessuti

CAPITOLO

copia consegnata a ........................................................................


OBBLIGO DI RISERVATEZZA
"Si fa obbligo di mantenere riservate e confidenziali e di non rivelare a qualsiasi terza parte, tutte le informazioni tecniche e commerciali relative al materia-
le distribuito, ai Prodotti ed alla loro distribuzione, così come informazioni relative in generale alla struttura del Gruppo Max Mara che dovesse apprendere
direttamente o indirettamente nel corso di tale evento.
In particolare, ed a titolo esemplificativo, é vietata la rivelazione di dette informazioni ad organi di stampa, agenzie pubblicitarie, come anche a fornitori di
qualsiasi genere, salvo preventiva autorizzazione scritta dell'Azienda, da riceversi caso per caso.
Qualora vengano forniti disegni, schizzi, specifiche tecniche, e in generale materiali illustrativi relativi a Max Mara Retail Project "Seminario sulle com-
petenze tecniche del personale di vendita", detti materiali si intenderanno consegnati solo ed esclusivamente al Retail Manager o al Responsabile della
Divisione Estera, con l’obbligo di attenersi rigorosamente ai tempi ed alle modalità indicate per la gestione dei materiali stessi.
Tale materiale, di proprietà di Maxima srl, è da utilizzarsi solo e soltanto a seguito di specifiche indicazioni da parte dell'Azienda.
Ne sono vietate la diffusione e la riproduzione, anche parziale. Eventuali usi difformi saranno sanzionati."
fibra FIBRE NATURALI ANIMALI

. LANA
Elemento costituito da materie di diversa natura, ma con caratteristiche
La lana è il pelo che ricopre il corpo delle pecore e delle capre. Vista al
particolari quali la flessibilità e la finezza che le rendono maggiormente
microscopio, nella sua struttura, si presenta come un cilindro con delle
adatte alla filatura e alla tessitura.
squame. La lana ha la proprietà di “feltrirsi”, peculiarità che dipende dalle
Le fibre si classificano in NATURALI e TECNICHE.
sue caratteristiche fisiologiche, determinate soprattutto dal numero e dalla
posizione delle squamette.
FIBRE NATURALI
Si hanno molte qualità di lana a seconda dell’animale, del clima, del
1. animali
- lana (pecora, coniglio, capra, cammello, ecc.) nutrimento e delle stagioni. Per questi motivi, a distanza di un anno, lo
- seta (baco da seta) stesso tipo di lana può avere qualità diversa e di conseguenza anche il
costo varia.
2. vegetali La fibra di lana è molto elastica e questo determina una bassa o nulla
- cotone gualcibilità del tessuto.
- lino
- canapa
- iuta
- ramié
- rafia

3.minerali
- amianto

FIBRE TECNICHE
1. artificiali
- raion viscosa
- cupro
- acetato

2. sintetiche Fibra di lana ingrandita


al microscopio eletronico
- poliammide
- poliestere
- poliacrilico

1 3
CLASSIFICAZIONE IN BASE ALLA RAZZA, FINEZZA, LUNGHEZZA diverse. Servono in parte minima per la fabbricazione dei pettinati ed in
massima parte per i cardati. Le lane ordinarie di dimensioni variabili, ma
Principali tipi di lana: in genere piuttosto grosse e lunghe, simili a peli, sono prodotte da tutte le
altre razze di pecore che sono le più numerose e varie e vengono impiegate
1. Lane ovine
per la fabbricazione di tappeti e materassi.
lane di pecora
lane di capra speciali:
Kid
Termine inglese che significa capretto. Il Kid mohair è la lana prodotta
dal capretto d’angora: fibra pregiata caratterizzata dalla superficie lucida
e liscia.

Mohair
E’ il pelo della capra d’Angora, il cui vello è costituito da piccole ciocche
Merino
leggermente ricciute. La fibra è molto lucida, morbida, liscia e forte.
Lana pregiata ricavata dall’omonima razza di pecora, originaria della
Spagna. E’ caratterizzata da un’estrema finezza, da fibre piuttosto corte e
Cachemire
fittissime ondulazioni (elasticità). Le lane merine sono in massima parte
impiegate per la fabbricazione dei pettinati.

Lamb’s Wool
Lana di prima tosa di agnelli di 6-8 mesi. Molto morbida e pregiata anche
se delicata, soffre lo sfregamento.

Incrociate

Pelo della capra di Kashmir e del Tibet allevata anche negli altipiani dell’Asia
Centrale, nel Turkestan Russo e Cinese, in Mongolia e in India. E’ la fibra
più ricercata e stimata per la sua morbidezza e finezza che genera calore
solo al tatto. Il pelo viene ricavato mediante la pettinatura dell’animale e,
al naturale, ha un colore che va dal bianco al giallo bruno chiaro. Ha un
lana merina lana incrociata lana ordinaria
pelame superficiale (guard-hair) molto lungo ma grossolano e un sottopelo
(duvet) molto fitto, morbidissimo e finissimo. Per la formazione del filato si
Lane più lunghe e meno fini delle merine, hanno ondulazioni meno fitte e usano mischiare in percentuale i due pelami: guard-hair e duvet a seconda
più irregolari e sono prodotte dalle razze incrociate con le merine e razze del tessuto che si vuole ottenere.

1 4
Questa tipologia di lana si può trovare scritta in vari modi: casmere, loro periodo di gestazione è di circa 11 mesi e mezzo. L’Alpaca utilizzata
kachemire, cashmere ecc. nei colori naturali: bianco, bruno, marrone, grigio, nero ecc. In tutto si
conoscono 15 colori naturali. La tosatura viene fatta ogni due o più anni.
2. Lane di camelidi
Lama
Cammello
Lana molto pregiata dell’animale omonimo appartenente alla famiglia
La “lana cammello” si ottiene dal sottopelo dell’omonimo animale che
dei camelidi. Vive alle alte quote di alcuni paesi del Sud America ed è
in primavera si stacca naturalmente e viene recuperata dai raccoglitori di
allevato dalla popolazione Inca. Solo le femmine però vengono tosate ogni
pelo che seguono le carovane. Il pelo più pregiato è quello del cammello
anno e forniscono 4 chili di lana lucida, calda e leggera di colore rossiccio
che vive in Asia tra la Mongolia e il Golfo Persico. Il termine cammello
chiaro.
indica il tessuto in pelo di cammello dal caratteristico colore naturale
rossiccio solitamente cardato, follato e rifinito a pelo corto e morbido.
Vicugna (Vigogna)
Impropriamente si indicano come cammello tessuti, anche non pregiati,
Pelo dell’animale omonimo. Vive allo stato selvaggio, sicchè per averne
dal caratteristico color beige. La fibra superficiale è molto lunga ed ispida,
il pelo, è necessario catturarlo. La legge ne vieta la caccia, per preservare
il pelame sottostante (duvet o borra) è molto fine e morbido.
la specie. Ha il vello più fine e morbido di tutti i camelidi; formato da due
strati, uno interno fine e corto e l’altro esterno a fibre lunghe e grosse.
Alpaca Ogni vello pesa al massimo 500 gr e sono quindi necessari molti animali
per fornire sufficiente quantitativo per confezionare un solo capo di
abbigliamento. Attualmente le flanelle (un tempo ricavate da questa fibra)
vengono ricavate con altri tipi di lana.

3. Yak
Bovide che vive nelle regioni dell’Himalaya a oltre 4000 metri di altezza dal
cui sottopelo si ricava una fibra tessile molto apprezzata per la preparazione
di tessuti per coperte finissime e per la realizzazione di filati per maglieria
L’alpaca (chiamato fino a poco tempo fa Lama pacos) è una delle due simili come pregio al cammello o al cachemire.
specie domestiche di camelidi diffusa in Sudamerica, il cui pelo è lungo
e folto, l’altra è il lama. All’aspetto ricorda molto una pecora, anche se
4. Lane D’Angora
rispetto ad essa ha dimensioni maggiori e un collo molto lungo. L’Alpaca
è un ruminante e possiede tre stomaci per la digestione della fibra. In Si dice capra d’angora una razza di capre che produce un pelo lanoso,
media ogni animale mangia circa un kilogrammo di vegetali e come tutti soffice, fine, lungo e lucente chiamato mohair. Più generalmente si definisce
i camelidi non ha bisogno di grandi quantità di acqua. Esistono due razze angora un filato ottenuto dal pelo lungo e soffice di una razza speciale di
di alpaca: la razza Huacaya e la razza Suri, rappresentando quest’ultima conigli detti “conigli d’angora”, ampiamente impiegato, sia puro sia in
solo l’1 % della popolazione degli alpaca nel mondo. Il piccolo dell’alpaca mischia con lana e poliammide, per la produzione di maglieria esterna da
si chiama cria e le femmine danno alla luce un solo cria all’anno perché il donna. Viene raccolta mediante pettinatura dell’animale.

1 5
. SETA FIBRE NATURALI VEGETALI
. COTONE

E’ prodotta dalla secrezione del baco da seta “filugello”. E’ estremamente


pregiata, in quanto è l’unica fibra continua naturale, oltre che per le sue
componenti merceologiche. Anche la lavorazione è estremamente costosa
e produce numerosi cascami (scarti) che vengono utilizzati per produrre Il cotone è la peluria che avvolge i semi della pianta del cotone; il più
materiale tessile (un filo naturale di seta può raggiungere i 1200 m di pregiato è il cotone egiziano. E’ una fibra altamente igienica, anallergica
lunghezza prima di essere lavorato). Le sete gregge si distinguono secondo e traspirante. In Italia il cotone è coltivato prettamente in Sicilia ed è di
la provenienza: italiana, francese, spagnola, giapponese, cinese (che ne buona qualità.
sta mantenendo il monopolio) e persiana. Quelle italiane sono le migliori
grazie alla loro finezza, regolarità ed elasticità; elementi importanti per la Denominazioni derivanti da trattamenti:
valutazione commerciale. 1. COTONE MERCERIZZATO
Alcuni dei nomi più noti dei tessuti che conferiscono peculiari caratteristiche Si ottiene trattando a freddo in una soluzione concentrata di soda caustica
agli articoli di seta, sono: il cotone. Ne acquista lucentezza, maggiore tenacità, si tinge meglio ed è
Crepe de Chine più stabile nelle dimensioni. Perde di elasticità.
Crepe Georgette
Chiffon 2. FILO DI SCOZIA
Crepe Marocaine Si tratta di un cotone makò mercerizzato.
Twill
Broccato 3. FILO DI PERSIA
Taffetas Si tratta di un cotone simile al filo di scozia ma più morbido e lucente.
Organza
Shantung. 4. COTONE MAKO

1 6
Si definisce tale un cotone di qualità superiore già allo stato naturale. morbida in seguito al lavaggio. Si stropiccia molto.

FIBRE VEGETALI MINORI


. JUTA
Simile alla canapa ma di aspetto più grossolano, si ricava dallo stelo
dell’arbusto appartenente alla famiglia delle “tigliacee”. Le fibre fini si
utilizzano per abbigliamento generalmente in mischia, mentre le fibre
ordinarie per tela da sacco, corde e stuoie.

. LINO
Fibra cellulosica estratta dallo stelo della pianta omonima, mediante
macerazione oppure artificialmente, mediante agenti chimici. Riconoscibile
per la freschezza e la stropicciatura causata dalla scarsissima elasticità
della fibra. Ha la proprietà di essere un ottimo conduttore di calore quindi
al tatto si ha una sensazione di freschezza. A causa della sua rigidità si
sgualcisce facilmente. Perde progressivamente questa caratteristica con
ripetuti lavaggi.

. RAMIE
Si ricava dai ramoscelli della pianta (Ramia). Privati dalle foglie vengono
successivamente battuti; a differenza del lino e della canapa non possono
essere macerati poiché si decompongono. Si presenta di qualità superiore
al cotone e al lino ma di costosissimo utilizzo. Si coltiva in Cina, India ed
Isola di Giava.

. CANAPA
Fibra cellulosica estratta dall’omonima pianta, mediante battitura e
macerazione. Si presenta ruvida e grossolana allo stato iniziale, molto

1 7
. RAFIA definite nylon. La composizione dipende dalla natura delle molecole o degli
elementi che vengono sintetizzati, quindi assai complessa e diversificata.
Qui di seguito riportiamo tre delle famiglie principali:

. RAYON VISCOSA
Ottenuta dalla cellulosa delle piante, ha circa le stesse caratteristiche del
cotone, ma non sempre la stessa resistenza all’usura, specialmente nei
trattamenti a umido.

. RAYON CUPRAMMONIO / CUPRO


Viene estratto dai linters del cotone (cellulose nobile), più pregiato della
Viene ricavata dalle foglie di una palma diffusa in Africa Settentrionale. Si viscosa, è maggiormente resistente all’umido.
presenta a nastri grossolani e regolari; facile alla tintura, le fibre ordinarie si
usano per legare innesti e piante mentre le fibre fini si usano per fabbricare . ACETATO
in genere borse e cappelli. E’ quasi sempre usata in mischia con altre fibre Si ottiene dai linters del cotone trattati con acido acetico, possiede buone
vegetali. proprietà isolanti, fresco in estate e caldo in inverno ed è soprattutto
lavorato a mischia con altri filati.
FIBRE TECNICHE ARTIFICIALI (maggiormente utilizzate): Rayon Viscosa,
.TRIACETATO
Cupro, Acetato
Il triacetato si può definire un acetato con un’alta percentuale di acido
Sono ottenute dalla sintesi di elementi o di prodotti chimici, genericamente acetico. Fra i rayon è quello che si stropiccia di meno e si asciuga più
rapidamente. Assorbe poco il sudore corporeo e unitamente al fatto
che cede poco il calore, diventa scarsamente adatto alla produzione di

1 8
abbigliamento estivo. Caratteristiche del tessuto sono la grande fluidità, è .ELASTAN
adatto ad abiti drappeggiati e capi anche più formali; resistente a muffe, La fibra elastan, che ha come antenata la gomma, è stata realizzata nel 1947
tarme e batteri. dalla ditta Du Pont con il suo marchio Lycra. Tutte le fibre elastaniche sono
a base di uretani segmentati, ma il metodo di produzione è gelosamente
FIBRE TECNICHE SINTETICHE custodito dai vari produttori in quanto attualmente risulta essere una delle
fibre più competitive e in costante aumento di produzione. La peculiarità
Tutte quelle fibre ottenute interamente per via chimica partendo da
di questa fibra è data dall’alto grado di elasticità posseduta. E’ la fibra che
materie prime quali: il carbone, il gas, il petrolio. Queste fibre vengono
normalmente utilizzate, oltre che singolarmente, in mischia con altri filati meglio accompagna i movimenti del corpo. E’ anche per questo diventata
nobili per accrescere le capacità merceologiche di cui sono provviste. la fibra regina di tutte le attività sportive. Raramente è usata da sola, anzi,
Si classificano in: acriliche (acrilan, dralon orlon etc..), poliammidiche spesso è presente con una minima percentuale (2%), che è sufficiente ad
(Nylon, Poliammide etc..), poliestere (Terital, microfibre etc..), altre assicurare libertà di movimento. Generalmente il filato è ricoperto con altre
(Elastofibre come il Lycra). fibre per migliorare la mano, l’assorbimento dei coloranti e tesserla meglio.
Dapprima utilizzata in grande quantità solo per i costumi da bagno, intimo,
calze e collant, è ora rientrata in quasi tutti i tessuti rendendoli “stretch”,
. POLIAMMIDICA
compresi gabardine e flanella di lana. Sopporta bene l’immersione in acqua
(Poliamide) di mare e di piscina e per la manutenzione occorre prestare attenzione
Alta resistenza all’abrasione, di ottima elasticità, lavabile, si stroppiccia solo alle alte temperature; non cala al lavaggio, ma la luce diretta del sole
pochissimo. le fa ingiallire. Non si stropiccia, ha un basso potere assorbente, aiuta a
mantenere il calore corporeo, resiste a muffe, tarme e insetti.
. POLIESTERE
Fibra molto leggera (per questo utilizzata nei plissé), molto resistente agli
acidi e allo stroppicciamento.
filato
. POLIACRILICHE Elemento tessile ottenuto da un insieme di fibre a lunghezza limitata
Fortemente resistente ai lavaggi, allo stroppicciamento ed agli acidi. Se mediante torsione.
subisce un trattamento voluminizzante, è molto confortevole e assomiglia I filati possono essere:
alla lana. - filati puri: composti al 100% della stessa fibra
- filati misti: ottenuti dall’accostamento o torsione di due o più filati di
.TERITAL natura diversa.
Fibra sintetica poliestere, la più conosciuta in tutto il gruppo del poliesteri.
Viene solitamente utilizzata in mischia con altre fibre naturali, per esaltarne A seconda della serie di operazione che si fanno subire alle fibre, si possono
le caratteristiche. Per esempio il Terital misto a cotone è molto usato per la ottenere i filati cardati e i filati pettinati.
confezione di camicie ed impermeabili.

1 9
. FILATI CARDATI TORSIONE DEI FILATI
Si utilizzano le fibre più corte, con un ciclo di lavorazione minore rispetto Per diventare filato le fibre devono subire la torsione, affinché esse
ai pettinati. Le fibre non hanno un orientamento preciso. Il prodotto finale acquistino una coesione tale da dare al filato la resistenza necessaria per
si presenta gonfio, peloso e non sempre regolare nel titolo. Dal loro uso si essere impiegato.
ottengono tessuti vaporosi, soffici e caldi.
La torsione può avvenire in due sensi:
. FILATI PETTINATI
Si utilizzano le fibre più lunghe. Prima della tessitura si sottopongono a . A DESTRA O NORMALE
“pettinatura” che è un’operazione che orienta le fibre in un solo verso. E’ siglata dalla lettera “Z”. Lo si verifica prendendo un filato tra le
II prodotto finale si presenta liscio, compatto ed omogeneo. Dal loro uso dita e tenendo fermo un capo; si gira l’altra estremità del filo nel senso
si ottengono tessuti rasati, lisci e meno caldi che vengono denominati di svolgimento delle fibre: se si svolge in senso orario la torsione e
“pettinati” o “freschi”. DESTRA.

. PROPRIETA’ MECCANICHE DELLE FIBRE . A SINISTRA O CONTRARIA


TENACITA’: resistenza alla trazione. Siglata dalla lettera “S”. Lo si verifica prendendo un filato tra le dita e tenendo
ESTENSIBILITA’ fermo un capo; si gira l’altra estremità del file nel senso di svolgimento
ELASTICITA’: capacità di lasciarsi deformare in modo reversibile. delle fibre: se si svolge in senso antiorario la torsione è SINISTRA.
RESILIENZA: capacità di assorbire il lavoro meccanico in modo elastico,
cioè senza subire una deformazione.
FLESSIBILITA’: capacità di recupero delle sollecitazioni laterali di
flessione e/o torsione. Torsione leggera

TITOLO DEI FILATI Torsione pesante


Termine utilizzato per indicare il grado di sottigliezza di un filato; più alto
è il titolo, più sottile è il filato.
Senso di torsione
INTRECCIO
Insieme di una serie di fili paralleli e tesi (ordito) nella quale viene
variamente inserita, in modo perpendicolare alla prima, un’altra serie di
fili (trama).

1 10
. TORSIONE DEI FILATI RITORTI . ORDITURA
Per filati ritorti si intendono quei filati ottenuti dall’unione di due o più fili L’orditura è l’operazione preliminare alla tessitura. Con questa operazione
torti di natura uguale o diversa ottenendo infinite combinazione di tipo di si prepara, sul telaio, la “catena” o “ordito” che rappresenta, nel senso della
filato. La torsione del ritorto genera tipi di filati differenti fra loro: lunghezza parallelamente alla cimossa, i fili di tessuto, i quali vengono
- Torsione normale: gabardine classico raccolti su un rocchellone detto “subbio”.
- Torsione Soffice: maglieria
. ORDITO (LUNGHEZZA)
- Torsione Crepe o Cordonetto: flowool.
E’ chiamato anche catena ed è costituito da un numero determinato di fili
ed è disposto longitudinalmente nel senso della lunghezza della pezza.
. FILATI RITORTI FANTASIA L’ordito determina l’altezza del tessuto o larghezza. La lunghezza standard
Sono i filati ottenuti dall’unione di filati diversi per colore o per titolo o per di una pezza di tessuto è di circa 50 mt. Tuttavia con filati molto sottili si
torsione o per tipo. Fanno parte di questa categoria i seguenti filati: possono ottenere pezze di lunghezza variabile fino a 200 mt.
- Bouclé: filato che forma degli “anelli”
- Bottonato: filato normale in cui vengono aggiunti dei fiocchi . TRAMA (LARGHEZZA)
- Frisé o Arricciato: bouclé con anelli molto piccoli L’insieme dei fili che corrono perpendicolarmente a quelli dell’ordito e
formano l’altezza della stoffa. Sono di solito meno ritorti e meno forti di
- Mouliné: filati ottenuti mescolando lane di colori diversi; un tempo
quelli dell’ordito.
utilizzati solo nelle lane, ora anche in altri filati
- Ondé: é un filato con torsione molto lunga e sottile che forma delle . IL TESSUTO GREGGIO
onde.
Il tessuto ottenuto con il telaio o macchine per tessere è determinato
dall’intreccio della trama con l’ordito ed è un tessuto greggio, in quanto
non è ancora stato sottoposto alle operazioni finali di finissaggio.
COSTRUZIONE DI UN TESSUTO
. IL TELAIO . LE CIMOSSE
E’ la macchina destinata alla tessitura sulla quale viene costruito il tessuto Le cimosse sono costituite dai bordi laterali del tessuto nel senso della sua
partendo dalla sistemazione del filato in ordito o catena. lunghezza. Le cimosse possono essere “parlate” cioè riportano il nome
Esistono vari tipi di telai: dello stilista o dell’industria di abbigliamento. Questo fenomeno è più
- A mano (ora utilizzato principalmente per arazzi) diffuso nell’abbigliamento maschile: Ermenegildo Zegna fa scrivere il suo
- Meccanici nome e la cimossa viene lasciata all’interno della tasca del pantalone.
- Circolari per maglia
- Rettilinei ad aghi per maglia.

1 11
DEFINIZIONE DI TESSUTO .TELA
Esistono numerose classificazioni dei tessuti, che soddisfano le più svariate L’intreccio tela conferisce alla stoffa un aspetto piano. E’ l’intreccio più
esigenze, sia tecniche che commerciali. Noi però ci limitiamo ad indicare legato, infatti i fili d’ordito eseguono sulle trame una evoluzione costante
quelle che possono essere importanti per una maggior comprensione nello e continua.
studio dei tessuti per abbigliamento.

A seconda della destinazione d’uso, distinguiamo:


- TESSUTI PER ABBIGLIAMENTO
- TESSUTI PER ARREDAMENTO
- TESSUTI TECNICI

Relativamente al tipo di telaio impiegato nella fabbrica, si definiscono:


- TESSUTI LISCI
- TESSUTI OPERATI
- TESSUTI SEMPLICI
- TESSUTI COMPOSTI

. SAIA O SAGLIA

ARMATURE Questa armatura ha la caratteristica di formare dei diagonali.


Per la formazione di un tessuto sono necessari due elementi fondamentali:
l’ordito o catena, composta da fili affiancati e paralleli, e le trame, che si
dispongono trasversalmente. L’intreccio dell’ordito con la trama genera
l’armatura di un tessuto. Esiste un numero infinito di armature, che tuttavia
possono essere ricondotte a 4 tipi fondamentali:
- A TELA
- A SAIA / SAGLIA
- A BATAVIA
- A RASO

1 12
. RASO O SATINO O SATIN TESSUTI FANTASIA, TESSUTI UNITI, TESSUTI STAMPATI
Il raso conferisce alla stoffa un aspetto liscio e generalmente lucente.
. TESSUTI FANTASIA
Il tessuto fantasia si ottiene con l’incrocio di filo d’ordito con la trama
di colore diversa che forma il disegno. E’ un tinto in filo. Un particolare
tessuto fantasia è lo Jacquard, ricavato da telai appositamente costruiti per
creare dei disegni molto complessi e particolari, tipo gli stampati. Altri tipi
di disegni verranno presi in considerazione nel capitolo “Nomenclatura
tessuti”.

. TESSUTI UNITI
Il tessuto unito si presenta di un solo colore e può essere: tinto in fiocco o
tops, tinto in filo, tinto in pezza e tinto in capo.
Tessuti diversi, tinti con lo stesso colore, possono dare tonalità diverse. Ma
anche tessuti dello stesso tipo se tinti in momenti diversi possono risultare
. BATAVIA con tonalità differenti, ecco perchè può succedere che nell’ ambito di più
Questa armatura è considerata tra le principali, essendo un derivato della capi di uno stesso modello si verifichino visibili diversità di colore.
saia o saglia. Si lavora a rapporto pari ed è quindi da considerarsi con due
diritti. . TESSUTI STAMPATI
A differenza delle fantasie, sono tessuti uniti sui quali vengono
impregnati, tramite cilindri o quadri, disegni di ogni genere. I costi variano
proporzionalmente in base al tessuto utilizzato, al numero di colori e al fatto
che siano realizzati tramite cilindri (molto costosi) o con quadri di stampa
(meno costosi). Inoltre va aggiunto il costo dell’acquisto del disegno, per
avere l’esclusiva.

. FINISSAGGIO DEI TESSUTI


Il finissaggio dei tessuti è la lavorazione che nobilita il tessuto e che da
come risultato finale l’aspetto che si vede sui capi.

1 13
. IMPERMEABILIZZAZIONE E TRATTAMENTI: TESSUTI LACCATI, RESINATI, GOMMATI, OLEATI MARCHI A TUTELA DELLE FIBRE TESSILI NATURALI
Trattamenti su tessuti, a base di sostanze idrofughe, emulsioni di paraffina,
. PURA LANA VERGINE
sali di alluminio, resine particolari ecc, che permettono all’acqua di
scivolare sulla superficie senza penetrare. A seconda che siano date in Il marchio più diffuso e utilizzato è quello della “Pura
modo più o meno intenso sui tessuti si ottengono: tessuti antigoccia, tessuti Lana Vergine”, che ha come simbolo un gomitolo bianco.
impermeabili, tessuti resinati, tessuti gommati. Precisiamo che il trattamento La parola “Pura” sta ad indicare che nel manufatto non
antigoccia serve per fare scivolare la goccia d’acqua sul tessuto e quindi si trovano fibre al di fuori della lana, mentre la parola
rallentarne l’impregnatura, ma non è un trattamento impermeabilizzante. “Vergine” identifica la “Lana Nuova”, cioè lana mai
usata.

. TINTURA . MISTO LANA VERGINE


La tintura, a seconda di ciò che si vuole ottenere, può essere eseguita prima Il simbolo che lo identifica è il Gomitolo Nero. La
della filatura, sul pelo in fiocco o tops (detta tinta in fiocco o tops), prima percentuale di lana vergine non può mai essere inferiore
della tessitura sul filo (detta tinto in filo), a tessitura effettuata sulla pezza al 60%.
di tessuto (detta tinta in pezza) oppure sul capo finito (detta tinto in capo)
e conferisce una tinta uniforme, diversa da quella naturale. La tintura deve
rispondere a certi requisiti: essere solida ovvero aderire alla fibra, deve . PURA SETA
essere resistente all’azione dell’aria, della luce, del calore, della pioggia, E’ un emblema adottato dall’Associazione Internazionale
degli sfregamenti, del sudore e dei prodotti impiegati durante le operazioni della Seta (ISA), che ne detiene l’esclusiva. Può essere
di lavaggio e pulizia, inoltre deve essere necessariamente identica su tutta applicato unicamente a manufatti di seta o seta schappe
la superficie e in tutto il suo spessore. Da notare che tessuti diversi con lo (cascame di seta pettinato).
stesso colore possono dare tonalità diverse, ma anche tessuti dello stesso
tipo se tinti in momenti diversi, possono risultare con tonalità differenti. . COTONE 100% fibra naturale
La tinta bianco non esiste, si sbianca il colore naturale fino ad ottenere il
E’ un emblema adottato dall’Istituto Internazionale per il
bianco desiderato.
Cotone (IIC). Serve ad identificare prodotti di puro cotone
La solidità dei colori dipende dal tipo di colorante e anche dalla qualità
di buona qualità, ovvero cotone di primo impiego, con
del tessuto. In generale più i colori sono brillanti, più c’è pericolosità di l’esclusione assoluta di cascame, di cotone recuperato,
solidità. Può tuttavia dipendere anche dalla terna di colori utilizzati. ecc.

. ETICHETTATURA DEI CAPI . COMMISSIONE TUTELA LINO “PURO LINO”


Sui capi sono presenti varie etichette, che definiscono il tipo di tessuto, Viene concesso solo se i manufatti di lino corrispondono a determinati
specificandone le percentuali dei filati presenti nel tessuto. requisiti, come la solidità delle tinte per gli articoli finiti (devono essere
infatti tinti con coloranti dalle massime solidità in relazione all’impiego a
cui saranno destinati i singoli manufatti).

1 14
MARCHI REGISTRATI . TEFLON
Finissaggio “fibra per fibra” per tessuti, che respinge
. GORETEX l’acqua e le macchie, anche oleose, mantenendo la
Marchio brevettato. Trattasi di una pellicola o membrana traspirabilità degli stessi. Resistente al lavaggio ad acqua
finissima incollata al tessuto che conferisce allo stesso e a secco. Il tessuto così trattato non necessita di continui
delle caratteristiche tecniche particolari: lavaggi, dura più a lungo, e aumenta le sue prestazioni
- elevata traspirabilità se essicato o stirato. Dermatologicamente sperimentato,
- resistenza all’acqua è un marchio registrato DuPont.
- antivento.
I tessuti su cui viene applicata sono generalmente tessuti
tecnici. Una volta finito il capo, si invia il prototipo
alla GORETEX che ne testa la qualità dando eventuali
i piumini e la piuma d’oca
consigli e suggerimenti. Una volta ottenuto l’ok, il capo Com’è fatto un piumino?
può essere prodotto . . IL FIOCCO
(o piumino) è un batuffolo molto morbido e leggero, formato da
. LYCRA innumerevoli, sofficissime “barbe”, che lo rendono tridimensionale. Il
E’ un tipo di elastomero, brevettato dalla Invista, con fiocco ha la capacità di trattenere l’aria, creando così un morbido abbraccio
caratteristiche migliori per resistenza ed elasticità. Si isolante attorno al corpo.
mescola a tutte le fibre naturali, artificiali e sintetiche, in
una percentuale che varia a seconda del tasso di estensione Alcuni tipi di fiocco:
ricercato. Non altera né il tocco né l’aspetto della fibra - fiocco originale e vergine “Siberia”, di oca madre bianca.
principale; la sua unica funzione è quella di conferire - fiocco originale e vergine “Polonia”, di oca bianca.
comfort, libertà di movimento, una migliore vestibilità e - fiocco originale e vergine “Artico”, di oca bianca.
di permettere ai capi di mantenere la loro forma originale - fiocco originale e vergine “Ungheria”, di oca bianca.
il più a lungo possibile, nonché di perdere rapidamente le
grinze dopo l’utilizzo. . LA PIUMETTA
è una piuma piccola e soffice, composta da uno “stelo” (detto calamo),
. TACTEL da cui si diramano ordinatamente le “barbe”. Le piumette conferiscono
Marchio registrato della Invista. Trattasi di una poliammide resistenza ed elasticità al capo.
di alta tecnologia in grado di offrire oltre ai vantaggi
pratici di morbidezza, traspirabilità elevata, mano naturale . IL TESSUTO
e resistenza all’usura, solidità, facilità di manutenzione, utilizzato per la confezione del “sacco” che contiene l’imbottitura è detto
asciugatura rapida e mano soffice e naturale, un elevato intima. La sua particolarità è di essere talmente fitto, da non far uscire i
numero di vantaggi estetici quali l’opacità, la brillantezza, fiocchi, ma allo stesso tempo di essere morbidissimo e leggero.
l’iridescenza, gli effetti cangianti, satinati, setosi.

1 15
I PIUMINI E IL THERMORE La qualità di un capo in piuma è determinata soprattutto dalla qualità del
Ove non venga usata la piuma d’oca come imbottitura, una valida alternativa piumino e dalla percentuale piumino/piumette.
è il Thermore. Il Thermore nasce per ricreare la sofficità della piuma, pur Il pregio dell’imbottitura è dato dal volume dei fiocchi e dal fatto che il
conservando i vantaggi di un’ imbottitura termica tecnologica, di origine piumino sia originale e vergine.
sintetica, con la caratteristica di mantenere la temperatura del corpo al suo
naturale calore. Consente la realizzazione di capi con ingombro limitato e . LA PIUMA: i pregi
massima libertà di movimento.
La piuma, tradizionalmente usata nei paesi del nord e nelle zone montane,
Infine, la morbidezza non limita la resistenza del prodotto: il Thermore
negli ultimi anni ha conosciuto un successo diffuso. Questo è dovuto alle
incorpora il finissaggio contro la fuoriuscita delle fibre dai tessuti e può
sue caratteristiche inimitabili:
essere lavato ad acqua e a secco.
- potere isolante e coibente: la piuma ha la capacità di trattenere il calore
corporeo, creando un caldo abbraccio attorno al corpo.
PROGETTO SPECIALE: PIUMINI ‘S SERIE NOVE - igroscopicità: il piumino ha la caratteristica di assorbire molto velocemente
Il progetto SERIE NOVE si caratterizza per l’innovazione dei seguenti l’umidità derivante dalla traspirazione corporea e la lascia evaporare di
aspetti tecnici: giorno.
- la Piuma Siberiana - funzione termoregolatrice: per la grande quantità di aria che trattiene tra
- il Sacco Piuma “NYLON 66 Extra Fine” i suoi fiocchi, diffondendo il calore omogeneamente in tutto il capo.
- il Tessuto - leggerezza: avvolge e protegge il corpo lasciandolo libero di muoversi,
senza opprimerlo.

. LA PIUMA: fiocco e piumetta . LA PIUMA: caratteristica tecnica


Le piumette sono piccole piume complete di calamo,
Filling power: indica la capacità di riempimento del piumino ed è misurato
che assicurano elasticità e durata al capo.
dal rapporto volume/peso (cm3/g) della materia prima utilizzata.
Il test internazionale in uso per determinare questo valore consiste nel
rilevare il volume occupato da una determinata massa di piuma, soggetto
ad una determinata pressione.
Pertanto, a parità di peso, più è alto il filling power, maggiore è il volume
Il piumino è un fiocco leggerissimo proveniente dal occupato dalla piuma utilizzata.
sottopetto dell’oca, formato da un corpo centrale e da Ovvero, più i singoli fiocchi sono voluminosi, meno ne occorrono per
innumerevoli, sofficissime barbe, che conferiscono al ottenere un certo volume e un determinato coefficiente calorico.
capo imbottito volume e leggerezza. Si possono così ottenere capi di inimitabile leggerezza ma al contempo
estremamente caldi.

1 16
. LA PIUMA: confronto Per mantenere intatta la morbidezza della serie dei “Morbidi” abbiamo
utilizzato il top della gamma: il Nylon 66 Extra Fine realizzato con un
La piuma utilizzata nella collezione SERIE NOVE ci permette di offrire il filato sottilissimo (titolo 20 denari) che comporta mediamente - 33% peso
seguente valore aggiunto: al mq.

. IL TESSUTO:
Piumino Ungheria: Piumino Siberia:
Filling power alto: Filling power molto alto
“Top quality” “Top quality”

È stato realizzato utilizzando tecnologie innovative.


il piumino siberiano offre Trattasi di un filato di poliestere che ha la finezza della seta e come tale ne
mediamente + 15% assume le caratteristiche di:
di resa volumetrica - sofficità (morbidezza)
a parità di peso.
- brillantezza
- profondità di colore
- aspetto cangiante.
. IL SACCO PIUMA: un’esclusiva della serie dei “Morbidi”
Il sacco piuma serve a trattenere la piuma per evitare che questa fuoriesca Questo speciale filato ci ha permesso di realizzare un materiale ad
dal capo. altissima densità di fili garantendone un elevato contenuto tecnico con
“performance”:
- antipioggia
- antivento
- effetto termico
- traspirabilità.

1 17
nomenclatura dei tessuti Cady

principali E’un tessuto generalmente di lana, però può essere anche di seta o di
acetato/viscosa. Ha una superficie liscia, semilucida che in alcuni casi
evidenzia piccolissime righe.
E’praticamente un raso-girato a rovescio.

Alpaca Cammello
Pelo dell’animale omonimo della famiglia dei camelidi originario delle Tessuto in pelo di cammello dal caratteristico colore naturale rossiccio,
Ande peruviane, impiegato nella fabbricazione di tessuti e filati che portano solitamente cardato, follato e rifinito a pelo corto e morbido.
tale nome. Indica anche un tessuto di cotone e lana alpaca o lana di pecora
adatto per fodere o abiti leggeri. Cangiante
E’un tessuto il cui colore dà riflessi diversi, per la sua caratteristica
Beaver d’incrocio di fili d’ordito di un colore con fili di trama di un altro colore, a
E’un tessuto di lana o misto lana col pelo corto ma direzionato dall’alto in seconda dell’ angolo di incidenza della luce. E’generalmente più evidente
basso e lievemente schiacciato. sulla seta o sui misti acetato /viscosa molto lucidi.

Brillantina Cambri/Chambray
E’un tessuto generalmente di cotone o seta dove sono evidenziati dei Tessuto in puro cotone. Caratteristica è l’armatura a tela, con fili colorati
motivi lucidi su un fondo più opaco. in ordito e fili bianchi in trama. Morbido e cascante, è un tessuto molto
fresco, indicato nella confezione di camicie, abiti e bluse.
Bouclè
Filato fantasia caratterizzato da nodini e piccoli occhielli. Viene usato in Chevron
maglieria o tessuto. Generalmente è un tessuto tweed fatto con lana ordinaria; la sua caratteristica
è nel disegno a spiga o spina di pesce.
Cachemire
Pelo della capra di Kashmir e del Tibet allevata anche negli altipiani Chiffon
dell’Asia Centrale, nel Turkestan Russo e Cinese, in Mongolia e in India. E’ un tessuto generalmente di seta con armatura a tela. E’ molto leggero.
E’ la fibra più ricercata e stimata per la sua morbidezza e finezza che
genera calore solo al tatto. Il pelo viene ricavato mediante la pettinatura Chiné
dell’animale e, al naturale, ha un colore che va dal bianco al giallo bruno E’ un tessuto che può essere di qualsiasi materiale ma generalmente di
chiaro. Viene usato per giacche, cappotti, maglie e sciarpe, puro o in lana; la sua caratteristica è di essere composto con filato ritorto a due capi:
mischia con altre fibre come la lana. uno chiaro ed uno scuro.

1 18
e diagonale da destra verso sinistra. Il colore classico è blu non regolare,
Cinz anche se raramente compare in altri colori. Trattamenti di finissaggio
E’ un tessuto raso (generalmente raso di cotone), molto lucido a causa possono modificarne l’aspetto come nello stone washed o nel delavé.
dell’operazione di calandratura. La calandratura si ottiene attraverso Anticamente era realizzato con un ordito in lino e la trama in cotone, oggi
un cilindro di rame ad alta temperatura che, schiacciando il tessuto, lo interamente in cotone. Le sue caratteristiche sono la robustezza e resistenza
lucida. (per il materiale usato) unite a una certa adattabilità (per l’armatura a saia).
Questo tessuto era fabbricato originariamente in Francia, a Nìmes: il Serge
de Nìmes diventato poi denim.
Cordellino
E’ un tessuto con diagonale fatta in rilievo.
Covert
Double-face
E’ un tessuto con armatura diagonale in rilievo con effetto screziato.
E’ un tessuto generalmente di lana. Sono due tessuti legati assieme da un
filo interno.
Crepe de chine
E’ un tessuto di seta o misto con filato più ritorto.
Drap
Tessuto di lana o misto lana con pelo liscio, molto corto e direzionato
Crepe Marocaine dall’alto in basso, molto schiacciato.
(crespo marocchino)
E’ più pesante e a grana più grossa del crepe de chine, caratterizzato
Drapperie
soprattutto dalla trama più grossa dell’ordito. Presenta quasi delle costine
Tessuti utilizzati nelle confezioni maschili.
trasversali.

Drill
Crepon
E’ un tessuto di cotone con diagonale evidente ed in rilievo.
E’un tessuto con filato crepe dove, mediante la lavorazione di finissaggio,
vengono realizzate delle arricciature in rilievo.
Duvetina
E’ un tessuto di lana con pelo cortissimo e senza direzione.
Crespo o Crepe
Tessuto generalmente di lana fatta con filato molto ritorto. Più il filato
è ritorto, più si ottengono tessuti scattanti e secchi. Meno è ritorto, più i Envers Satin
tessuti sono morbidi. Tessuto di aspetto cady, al diritto.

Denim Etamine
Il denim è il tessuto che si usa per confezionare i blue-jeans. Si presenta E’ una tela a fili radi.
con un ordito tinto in blu indigo e la trama in greggio per un effetto bicolore

1 19
Faille Georgette
E’ un tessuto con fili d’ordito sottili e trame grosse. Può essere di cotone, E’ un tessuto generalmente di seta leggera o di lana fatto con una armatura
di lana, di seta. di molto movimento di filati.

Fil a fil Giavanese


E’ un tessuto con fili d’ordito e trama di diverso colore con alternanza 1 -1. Tessuto su armatura tela realizzato in viscosa.
La più tradizionale è la grisaglia di lana.
Granite’
Fiammato o Flammé Tessuto molto compatto, con armatura in raso modificato, caratterizzato
E’ un tessuto dall’aspetto movimentato. Si ottiene da filati trattati con vere dalla superficie granulosa, liscio invece sul rovescio.
fiamme; dopo il trattamento il filato si presenta per alcuni tratti regolare,
per altri irregolare e grosso. Grisaglia
Vedi Fil a Fil.
Flanella
Può essere fatto con filato pettinato o con filato cardato. E’ un tessuto Harris
melange e follato, generalmente nei vari toni di grigio. E’ un tessuto di origine inglese con superficie leggermente pelosa fatta
generalmente con lana ordinaria (cioè più dura).
Foulé
E’ come la flanella, però in tinta unita. Jacquard
Sono tessuti in cui si possono ottenere mediante telai Jacquard (dal nome
Frisé dell’inventore) disegni molto complessi come le stampe.
E’ un tessuto composto da filato fantasia tipo il bouclé, però senza anelli.
Laccato/resinato/gommato/oleato/impermeabilizzato
Fustagno Con questi termini si intendono tutti quei tessuti che hanno subito
E’un tessuto di cotone infeltrito come il panno di lana. procedimenti di spalmatura (pellicola applicata sopra al tessuto) o
impregnatura di resine naturali o sintetiche. Generalmente il processo è
impermeabilizzante e può essere più o meno resistente alla manutenzione.
Gabardina
L’effetto può essere sia lucido (ciré, laccato) che opaco (resinato, cerato).
E’ un tessuto con armatura batavia caratterizzato da costine diagonali
Precisiamo che il trattamento antigoccia serve per fare scivolare la goccia
(con diagonale superiore a 45°, determinato da un numero di fili superiore
d’acqua sul tessuto e quindi rallentarne l’impregnatura, ma non è un
rispetto alla trama; generalmente è in leggero rilievo).
trattamento impermeabilizzante.

Garza
E’ un tessuto di cotone con armatura a tela molto rada.

1 20
Levantina Occhio di pernice
E’ un tessuto similare alla Gabardina fatto con armatura saia anziché E’ un tessuto con un disegno a piccolissimi pois chiari con contorno
batavia. Per riconoscere la gabardina dalla levantina si gira il tessuto a scuro.
rovescio: se ha la diagonale, è gabardina, se non ce 1’ha, è levantina.
Organza
Madras E’ un tessuto generalmente di seta o cotone con armatura tela o raso con
E’un tessuto fantasia (scozzese) dove il disegno risulta piuttosto mano “incartata”.
rettangolare; è formato da una sequenza di fili di diversi colori in ordito e
la stessa sequenza di colori, ma con il n° doppio di fili in trama. Orsetto
E’ un tessuto di lana o misto lana dove il pelo non ha una direzione ben
Matelassé definita ed è dritto.
Tessuto jacquard di differenti disegni dall’aspetto imbottito. L’effetto
si ottiene su tessuti doppi usando armature diverse, opportunamente Ottoman
intrecciate tra di loro. Tessuto di peso medio a struttura serrata su armatura tela con coste
orizzontali, di vario spessore e nettamente marcate. Quando le coste sono
Moiré piu’ sottili e fitte prende il nome di faille.
E’ un tessuto che forma riflessi a forma di onda irregolare.
Oxford
Mouliné E’ un tessuto generalmente di cotone, serve per la camiceria. Ha armatura
E’ un tessuto ottenuto da filati ritorti a 2 colori (es.: bianco/nero è il più natté (tela a fili doppi) con fili di ordito di colore diverso da quelli di
classico). trama.

Mouflon Panama
E’ un tessuto di lana fatto con filato cardato con pelo abbastanza lungo, Tessuto generalmente di cotone, lino o canapa su armatura natté (derivata
fitto, non direzionato ma scomposto. dalla armatura tela). Ha struttura aperta e differisce dalla tela per la
granatura più grossa.
Mussola
E’ un tessuto di cotone molto leggero con armatura a tela. Panno
Tessuto di lana con filato cardato molto infeltrito (follato), non si intravede
Natté l’armatura. Ha un pelo molto corto e schiacciato.
E’ un tessuto creato con l’armatura a tela con fili doppi 2 - 2.
Pelle d’uovo
Tessuto di cotone con armatura a tela, molto fitto di fili e con mano scivolosa
e semilucida.

1 21
alternarsi di 4 fili chiari con 4 fili scuri per un tratto, dove forma il pied
Pettinato
poule, e poi un alternarsi di 2 fili chiari con 2 fili scuri per l’altro tratto,
E’ un tessuto di qualsiasi genere ottenuto da filati fini e con lane lunghe.
dove forma il bastonetto.

Pile
Satin
E’ un tessuto di aspetto peloso e morbido, composto al 100% di fibra
E’ un tessuto generalmente lucido con una faccia lucida ed il rovescio
poliestere (PL). Stabile al lavaggio, leggero perchè costituito dall’85%
opaco.
di aria, è caldo perchè l’aria riscaldata dal corpo vi circola liberamente
all’interno.
Seer Sucker (pron. sir sacher)
Tessuto originariamente indiano di grosso lino o cotone, a rigature verticali
Piquet
arricciate, ottenute tessendo in ordito fili tesi alternati a fili molto lenti.
Tessuto che presenta sul diritto un motivo geometrico o fitte righine a
rilievo. E’ ottenuto mediante l’uso di più fili di cui una parte fortemente
tesa, che permette la formazione dei rilievi. E’ praticamente un goffrato. Shantung
E’ un tessuto generalmente di seta dove per trama c’è sono l’alternarsi di
trame regolari con trame grosse /fini.
Pied de Poule
E’ il classico disegno chiamato così perché ricorda il piede del pollo.
E’ottenuto da armatura batavia a 4 fili scuri con 4 fili chiari. Scozzese
E’ un tessuto fantasia dove il disegno risulta abbastanza quadrato; è formato
da una sequenza di fili di diversi colori in ordito e la stessa sequenza di
Plissè
colori e di n° fili in trama.
Tessuto trattato per assumere un aspetto a piegoline regolari, viene ricoperto
di resina nei punti richiesti dal disegno e trattato con soda caustica che,
facendo raggrinzire le zone libere del tessuto, lascia immutate le zone Shetland
resinate; nel caso di fibre termoplastiche basta intervenire con il calore. E’ un tessuto di lana inglese; generalmente è melange con armatura
diagonale.
Popeline
Tessuto su armatura tela compatto, leggermente granuloso al tatto per le Spalmato
finissime coste trasversali che si notano sulla superficie. Un buon popeline Tessuto generalmente di cotone che viene trattato con resine spalmate in
è fabbricato con filati di titolo fine (ben ritorti) e mercerizzati. Fabbricato superficie. Queste resine rendono il tessuto impermeabile.
in diversi materiali con pesi variabili, permette di ottenere articoli sia estivi
che invernali. Stampato
Il tessuto di base su cui viene effettuata la stampa può essere di qualsiasi
Principe di galles genere, normalmente si tratta di tessuti battuti. La stampa si ottiene tramite
E’ un tessuto scozzese, armatura batavia, il disegno è composto da un l’incisione di quadri oppure l’incisione di cilindri. I disegni possono essere
di ogni genere.

1 22
Voile
Taffetà Tessuto molto leggero di cotone.
Tessuto generalmente di seta con mano volutamente rigida.

Tricotina
E’ un tessuto generalmente di lana o cotone in diagonale.

Twill
E’ la saia che sul cotone viene chiamata twill.

Tweed
E’ un tessuto generalmente fatto con filati cardati e alcuni “bottoni” attaccati
mediante una particolare lavorazione sul filato.

Velour
E’ un tessuto di lana o misto di medio pelo (corto) fitto e imita la superficie
del velluto liscio.

Velluto
Questa tessuto è generalmente di cotone, ma può essere ottenuto da quasi
tutte le fibre naturali e artificiali.
Può essere liscio, a coste oppure a coste francesi.
Velluto Liscio: è tessuto a pelo direzionato regolare, lucido e liscio.
Solitamente da noi è utilizzato con direzione dal basso verso l’alto.
Velluto a coste: si presenta con righe dritte di tessuto rasato (tessuto di
legatura) alternato con righe di tessuto a pelo tutte della stessa dimensione.
La dicitura del velluto a righe è sempre preceduta da un numero (es.: 500
righe; 1000 righe; 2000 righe etc...) che esprime la quantità di righe di
tessuto a pelo presenti in un metro di tessuto.
Velluto a coste francesi: è un’alternanza di righe di tessuto a pelo grosse,
con righe di tessuto a pelo più piccole.

1 23

Potrebbero piacerti anche