Sei sulla pagina 1di 9

www.macchineagricoledomani.

it

Edizioni L’Informatore Agrario


Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d’Autore e le sue
sucessive modificazioni. Ogni utilizzo di quest’opera per usi diversi da quello
personale e privato è tassativamente vietato. Edizioni L’Informatore Agrario
S.p.A. non potrà comunque essere ritenuta responsabile per eventuali
malfunzionamenti e/o danni di qualsiasi natura connessi all’uso dell’opera.

© 2009 Copyright Edizioni L’Informatore Agrario S.p.A.


AL LAVORO

Same Iron³ 210 DCR,


non solo potenza
di Romano Demaldè e Alberto Assirelli

I
trattori Same ci sono ormai fa- Buone le impressioni gate ed EGR rispondente alle nor-
migliari (prova Rubin 180 e Iron sul campo per il top mative anti-inquinamento Euro III
200 rispettivamente nel 2000 e stage A; anche se con la piattafor-
2003 su L’Informatore Agrario, di gamma della ma che accorpa tecnologie modu-
Iron 165.7 e Dorado 590 DT nel Same con motore lari, selezionate e integrate nelle
2004, Iron 100 nel 2006 e Same differenti configurazioni dei motori,
Explorer3 100 nel 2007, questi ulti- Deutz a 6 cilindri. Deutz è in grado di soddisfare le fu-
mi su M AD). Bene anche sotto ture norme Stage III B e IV. È com-
Recentemente abbiamo provato il patibile con biodiesel al 100%. Il
top di gamma della serie Iron, il il profilo dei consumi consumo specifico minimo dichia-
modello Iron³ 210 DCR da 213 CV rato è di soli 205 g/kWh di gasolio
(157 kW) di potenza nominale. Motore con 0,835 kg/dm³ di massa volumi-
La prova si è svolta sui terreni tena- Il propulsore Deutz (TDC 2013 L6 ca e a 15°C.
ci di un’azienda zootecnica del Par- 2V) è un moderno 6 cilindri in linea
mense nota anche perché i titolari, con due valvole per cilindro, ale-
“samisti” da ben tre generazioni, ne saggio e corsa rispettivamente di
possiedono una ventina (oltre a una 108 e 130 mm, cilindrata totale di
ricca collezione di Same storici). 7.146 cm³, dotato di turbocompres-
L’Iron³ 210 DCR, progettato per of- sore, intercooler aria-aria, Waste-
frire elevati livelli di produttività e
con una dotazione tecnologica e di
comfort d’avanguardia, si trova a
proprio agio nelle operazioni pe-
santi di lavorazione e preparazione
del terreno su grandi superfici e in
trasporto.
MAD • 9 • Settembre 2009

32
© 2009 Copyright Edizioni L’Informatore Agrario S.p.A.
La potenza omologata al regime distanze tra di loro variabili tra 4 e La famiglia dei
nominale di 2.350 giri/min (norme 9 cm, sono fisse e la ventola a 7 pa-
2000/25/CE) è di 213 CV (157 kW) le è azionata direttamente dal mo- Same Iron DCR
mentre quella massima è di 220 CV tore mediante apposito albero. Du- MODELLI E MOTORE
(162 kW). La coppia massima, co- rante le prove in campo si è assisti- I modelli Same che portano il nome Iron so-
stante tra 1.500 e 1.700 giri/min, è to al rapido imbrattamento dei ra- no ora davvero tanti: 13. Ampiamente cono-
di 836 Nm con una riserva di ben il diatori a causa dello sporco aspira- sciuti dagli utilizzatori, spaziano dai picco-
37%. Anche al minimo (circa 800 to da terra attraverso il grande foro li 100-110-115-125 (100-127 CV) ai me-
giri/min) il motore è corposo e ap- inferiore presente sul supporto an- dio-grandi 130-140-160-175-175 (132-
pena si accelera si avverte l’eroga- teriore. A questo proposito il co- 184 CV), anche con trasmissione a variazio-
zione di abbondante coppia già di- struttore sta già provvedendo al- ne continua 150-170-190 Continuo (165-
203 CV) fino al top di gamma 210 DCR. Cir-
sponibile ai bassi regimi. l’inserimento di una paratia protet- ca i motori, quello a 4 cilindri da 4.038 cm3
Il sistema d’iniezione ad alta pres- tiva sulle macchine in produzione. equipaggia gli Iron 100-110 e 125 con po-
sione common rail (appare anche La manutenzione ordinaria è possi- tenze comprese tra 100 e 127 CV, il 6 cilin-
sul cofano con la sigla DCR che si- bile grazie all’apertura del cofano dri da 6.057 cm3, ad eccezione del 210 DCR,
gnifica Deutz Common Rail), è ge- monolitico. I fianchetti laterali pos- tutti gli altri modelli che con diverse tarature
stito da due pompe d’iniezione Bo- sono essere rimossi con l’utilizzo di eroga potenze comprese tra 121 e 224 CV.
sch lubrificate e immerse nel mono- chiavi. L’Iron 210, di 213 CV, monta invece il 6 cilin-
blocco. Ben 5 sono gli scambiatori Il serbatoio combustibile, come di dri da 7.146 cm3.
di calore posti anteriormente il mo- consueto, è ubicato sotto la cabina TRASMISSIONE
tore: liquido motore, intercooler, e con rifornimento dal lato sinistro. Pressoché complete sono le soluzioni offerte
nella parte inferiore, olio trasmis- Dotato di utile serratura sul tappo e per le trasmissioni: dai cambi a 4 marce con
sione, aria condizionata e gasolio. protetto inferiormente sul lato sini- 3 o 4 rapporti sottocarico e due gamme, con
Le masse radianti, pur prevedendo stro da un robusto tubolare, presenta inversore idraulico o elettroidraulico al volan-
una capacità di 380 litri (2,42 L/kW) te al power shift totale a 9+9 rapporti pas-
adeguata per garantire un’autono- sando attraverso la trasmissione mista mec-
mia più che sufficiente per un turno canica-idrostatica a variazione continua.
di lavoro di 8-10 ore con carico mo- IMPIANTO IDRAULICO
tore medio-alto. A scelta sono disponibili sistemi idraulici a
I consumi istantanei di gasolio, centro aperto oppure a centro chiuso con
rilevati senza carico motore, sono Load Sensing con sollevatore a controllo
compresi tra 0,189 L/ora al minimo meccanico oppure elettronico.
e 11,90-12,60 L/ora al massimo re- PREZZO
gime di giri (2.500 giri/min). Modello Potenza Prezzo
nominale (euro) (2)
(CV/kW) (1)
Iron 115 DCR 119/87 69.470
Iron 125 DCR 127/93 68.380
Iron 130 DCR 132/97 76.590
Iron 140 DCR 143/105 79.410
Iron 150 Continuo 165/121 108.580
Iron 160 DCR 165/121 85.620
Iron 170 Continuo 169/124 112.340
Iron 175 DCR 176/129 105.590
Iron 185 DCR 184/135 110.690
Iron 190 Continuo 203/149 130.830
Iron³ 210 DCR 213/157 119.450
(1) Potenza nominale espressa secondo la normativa
ISO 14396. (2) Prezzo di listino del modello base, Iva e
trasporto esclusi. Il prezzo della macchina in prova è di
127.640 euro.
MAD • 9 • Settembre 2009

ARIA
CCANICA AGR
DELLA ME
L OPTIONAL
IL SITO FUL

nta
Scopri e confro elli su:
tic he de i m od
le caratteris oman i.it
ineagricoled
www.macch

33
© 2009 Copyright Edizioni L’Informatore Agrario S.p.A.
Una volta aperto il cofano centrale si ha un ottimo accesso laterale e frontale per interventi di manutenzione

Per un miglior accesso


ai filtri aria risulta agevole
sterzare completamente
a sinistra le ruote anteriori

Accessibile e di facile controllo risulta Trasmissione rapporti, senza utilizzare il pedale


la collocazione del compressore L’Iron³ 210 DCR ha la trasmissione della frizione ma non sottocarico
per l’impianto di frenatura APS (Automatic Power Shift) pro- dato che l’elettronica prevede un
grammabile con 18 AV e 18 RM tempo breve in cui la trasmissione
suddivise in due gamme (9+9). si trova in folle.
Same, che da qualche tempo ha Di serie è offerto un superriduttore
realizzato questo tipo di trasmis- con ulteriori 9 AV e 9 RM per un to-
sione, ha ora eliminato i “difetti di tale di 27+27 velocità. L’inserimento
gioventù” presenti sui modelli pre- di quest’ultimo, da farsi rigorosa-
cedenti. L’inversore idraulico al vo- mente a trattore fermo e con cambio
lante, ad esempio, è stato sensibil- in prima gamma, avviene tramite
mente migliorato consentendo in- l’apposita leva dall’impugnatura di
versioni rapide e dolci anche in colore arancio posta a destra sul pa-
pendenza fi no a 13 km/ora di velo- vimento della cabina in prossimità
cità. I passaggi sottocarico dal 3° del parafango. Anche se utilizzata
MAD • 9 • Settembre 2009

al 4° rapporto e dal 6° al 7° e vice- sporadicamente non è però facil-


versa, sull’esemplare in prova, si mente raggiungibile a causa dell’in-
sono rivelati leggermente bruschi. gombro dell’imponente bracciolo e
Il cambio gamma normale-veloce della distanza dall’operatore. Con il
dal 9° al 10° rapporto (quest’ultimo superriduttore inserito sono dispo-
giustamente più corto del prece- nibili soltanto le 9 marce di gamma
Il gruppo dei radiatori, pur presentando dente) avviene premendo contem- SR (super ridotte) sia in avanti che in
maggior distanza fra i singoli scambiatori, poraneamente il pulsante posto an- retro (velocità comprese tra 0,62 e
risulta fisso senza sistemi articolati teriormente all’impugnatura multi- 2,68 km/ora).
di agevolazione per la pulizia funzione e la levetta di incremento La prima gamma è destinata prin-
34
© 2009 Copyright Edizioni L’Informatore Agrario S.p.A.
cipalmente alle operazioni di cam- Dimensioni e masse del Same Iron3 210 DCR
po, dove le velocità sono comprese
tra 2,7 e 11,7 km/ora mentre la se-
conda, che copre velocità tra 10,21
e 40 km/ora, è più consona agli im-
pieghi stradali.
La gestione elettronica della tra- C
smissione presenta anche veri e
propri programmi di funzionamen-
to automatico che prediligono il
E
contenimento dei consumi (Auto-
Eco) oppure la massima potenza a A
beneficio della migliore resa possi- B D
bile (Auto-Power).
Con modalità Eco il compito per A: 2.985 mm Massa totale (versione in prova,
l’operatore si semplifica notevol- B: 5.555 mm senza zavorra anteriore): 8.120 kg
mente e anche durante i trasporti C: 3.020 mm assale anteriore: 3.530 kg (43,47%)
stradali il cambio inserisce auto- D: 1.960 mm assale posteriore: 4.590 kg (56,53%)
maticamente il rapporto sempre ot- E: 594 mm Massa massima consentita per legge:
timale garantendo il regime di giri totale 12.000 kg
motore nella fascia più opportuna. Diametri assale anteriore: 4.800 kg
In modalità PWR (Auto-Power), che
e angolo di svolta assale posteriore: 7.400 kg
si attiva premendo il pulsante Au-
to/Man posto sotto il coperchio del
bracciolo, durante una decelerazio-
ne la gestione della trasmissione
provvede a scalare il rapporto per Rumorosità misurata
(2.200 giri/min)
ottenere una più rapida ripresa e
accelerazione non appena si inter-
viene sul pedale dell’acceleratore. 78,6 dB(A)

Sterzo e assali Diametro di sterzata (misurato durante la prova):


Il modello in prova presentava una anteriore esterno, antiorario (senza DT): 13,05 m 81,7 81,2
anteriore esterno, antiorario (con DT): 13,64 m dB(A)
zavorra anteriore (opzionale) di
anteriore esterno, orario (senza DT): 12,83 m
dB(A)
1.000 kg costituita da un monolite anteriore esterno, orario (con DT): 13,69 m
di ghisa collegato all’atp (attacco a Angolo di svolta: 55°
tre punti). Il carico massimo am- Pneumatici:
messo per legge è pari a 4.800 kg - posteriori: 650/65 R42
per il ponte anteriore e a 7.400 kg - anteriori: 540/65 R34
per quello posteriore.
Anche se il costruttore dichiara un
angolo di sterzo di 55° e un raggio
minimo di svolta di 5.650 mm, le no-
stre misurazioni, dopo aver regolato
lo sterzo per consentire il massimo
della sterzata (gli pneumatici entra-
vano a volte in leggero contatto con i
fianchetti laterali), hanno dato come
risultato 6.415 mm (76,5 cm in più).
Dotato di sospensione anteriore
sull’assale, l’Iron³ 210 offre un ele-
vato comfort durante la circolazio-
MAD • 9 • Settembre 2009

ne stradale mentre in campo è pre-


feribile utilizzare il blocco del ponte
e quindi mantenere l’assale rigido.
Due martinetti idraulici verticali
consentono la completa escursione
dell’assale (90 mm), mentre tre am-
mortizzatori ad azoto, grazie al con-
trollo elettronico, mantengono sem-
pre inalterata l’escursione degli ste- L’elevata luce libera da terra e le robuste protezioni inferiori al serbatoio del combustibile
li con ogni condizione di carico. consentono maggior tranquillità in caso di contatto a terra con zolle o residui colturali
35
© 2009 Copyright Edizioni L’Informatore Agrario S.p.A.
STRATEGIE ADOTTATE NELLE Diagramma delle velocità del Same Iron3 210 DCR
PROVE DI ACCELERAZIONE (con superriduttore)
CON TRATTORE A VUOTO 50
(SENZA CARICO) (*)
40
Giri/min 30
Tempi Modalità motore

Velocità (km/ora)
(s) al via (n.) 20
10
0-40 12 15a-16a-17a-18a 2.300 0
km/ora marcia in manuale -10
15a-16a-17a -20
0-60 m 9 2.300 -30
marcia in manuale
-40
(*) Il test è stato eseguito su pavimentazione stradale rettilinea -50
impiegando il trattore nella configurazione di prova. I risultati
ottenuti sono frutto della media di 4 rilevazioni. Al fine di uni- SR SR SR SR SR SR SR SR SR N N N N N N N N N V V V V V V V V V
formare la prova stessa è stato impiegato sempre lo stesso 1 2 3 4 5 6 7 8 9 1 2 3 4 5 6 7 8 9 1 2 3 4 5 6 7 8 9
operatore.

Rapporti (27 AV+27 RM)


AV RM

Al sollevatore anteriore sono applicate Nonostante la superficie posteriore vetrata della cabina si spinga fino al vertice inferiore
anche due connessioni idrauliche dedicate la visibilità al gancio risulta piuttosto limitata

L’assale anteriore è collegato al te- di avere rapporti di trasmissione tra Prese di potenza
laio tramite un apposito supporto assale anteriore e posteriore piutto- Due sono i regimi disponibili: 540
(culla) incernierato nella parte po- sto contenuti (1,25 giri ruota ante- Eco e 1.000 giri/min con albero a
steriore in modo da compiere, ri- riore rispetto a 1 giro della ruota 21 scanalature di 35 mm di diame-
spetto al senso di marcia, un movi- posteriore). Ciò consente l’adozione tro oppure, a richiesta, quello a 6
mento longitudinale. di pneumatici anteriori di grandi scanalature sempre da 35 mm ri-
Anche il sistema frenante è all’al- dimensioni e riduce ovviamente le muovendo le 8 viti a testa esago-
tezza delle prestazioni richieste al- sollecitazioni alla trasmissione e nale. La leva posta a sinistra dietro
MAD • 9 • Settembre 2009

la macchina; condividiamo la scel- l’usura degli pneumatici anteriori il sedile di guida, in posizione nor-
ta di adottare il sistema di frenatu- ma non massimizza la pur buona male consente la selezione del re-
ra a dischi in bagno d’olio su ogni trattività. gime a 1.000 giri/min (indicato
ruota. Infatti, durante le prove di aratura il mediante spia sul cruscotto) men-
Il sistema “Powerbrake” attiva la disinserimento della doppia trazio- tre se sollevata e ruotata verso de-
frenatura integrale sulle quattro ne in lavoro non ha causato partico- stra quello a 540 Eco segnalato
ruote. Un minimo sforzo dell’opera- lari rallentamenti o slittamenti del- con l’accensione di due spie con-
tore sul pedale corrisponde a una le ruote posteriori e i diametri di temporaneamente 540 ed Eco. Per
frenata pronta. sterzata non sono stati molto diver- avviare il moto della pdp occorre
La caratteristica dei trattori Same è si con o senza DT inserita. agire sulla frizione a dischi multi-
36
© 2009 Copyright Edizioni L’Informatore Agrario S.p.A.
CONCORRENTI A CONFRONTO

PUMA 210
MULTI POWERMASTER
IRON3 210 DCR CONTROLLER 7530 PREMIUM 230 6499 DYNA-6 T7060

MOTORE
Agco
Marca Deutz FPT John Deere FPT Sisu Power Iveco FPT
Potenza nominale (CV/kW) 213/157 (1) 213/157 (1) 180/132 (2) 210/154 (1) 215/158 213/157 (1)
Potenza massima (CV) 220 244 203 225 245 244
Cilindrata (dm3)/cilindri (n.) 7,1/6 6,8/6 6,68/6 6,73/6 7,4/6 6,73/6
Tipo di iniezione/aspirazione c. rail/turbo c. rail/turbo c. rail/turbo c. rail/turbo c. rail/turbo c. rail/turbo
Riserva di coppia (%) 37 30 38 42 39 30
Normativa emissione IIIa IIIa IIIa IIIa IIIa IIIa
TRASMISSIONE
Powershift
Tipo di cambio full powershift full powershift PowerQuad full powershift a gamme full powershift
Numero rapporti (AV + RM) 27+27 18+6 20+20 32+24 24+24 18+6
Velocità min (m/ora) -
max (km/ora) 620-40 290-40 2.500-40 330-40 400-40 288-40
Inversore tipo idraulico elettroidraulico elettroidraulico idraulico elettroidraulico elettroidraulico
PDP E SOLLEVATORE,
IMPIANTO IDRAULICO
540E/1.000/ 540/1.000-
Regimi pdp (giri/min) 540E/1.000 540E/1.000 1.000E 540/1.000 540/1.000 750/1.000
Capacità massima
di sollevamento (kg) 10.000 8.650 9.200 11.000 9.100 8.647
Portata pompa (L/min) 113 120 110 130 150 166
DIMENSIONI E PESI
Lunghezza (mm) 4.800 5.020 4.798 4.875 5.000 4.816
Altezza (mm) 3.020 3.040 3.045 3.050 3.100 3.165
Carreggiata min-max (mm) 1.900-2.060 1.520-2.430 – 1.830-2.450 1.720-2.320 1.530-2.230
Raggio di sterzata (mm) 5.650 6.100 5.900 5.400 5.150 5.705
Peso (kg) 7.520 8.618 6.620 7.700 7.000 7.160
PREZZI
Prezzo listino Iva esclusa (euro) 119.450 124.359 123.754 116.325 127.538 123.579
Prezzo specifico (euro/kW) 761 792 937 755 807 787
Prezzo specifico (euro/CV) 561 584 687 554 593 580
(1) Secondo la normativa ISO TR 14396. (2) Secondo la normativa 97/68/EC.

pli in bagno d’olio premendo con- to all’attrezzatura. All’accensione Sollevatore


temporaneamente i due pulsanti del motore il freno è inserito e la spia e impianto idraulico
affi ancati di attivazione e consen- sul pulsante è spenta mentre con la Il sollevatore idraulico a controllo
so posti sul bracciolo comandi rotazione dell’albero si disattiva au- elettronico, con radar per la rileva-
MAD • 9 • Settembre 2009

mentre per la sua disattivazione il tomaticamente e si accende la spia zione dello slittamento, adottato da
solo pulsante di attivazione. ma non è facilmente visibile a causa Same si caratterizza per l’elevata ca-
Le stesse operazioni sono possibili della luce. pacità di sollevamento: 10.000 kg
da terra utilizzando il pulsante po- È prevista anche la funzione di pdp (63,69 kg/kW). Durante le lavorazio-
sto però solo sul parafango sinistro. automatica con disinserimento ni pesanti cui è stato sottoposto
Il freno pdp (pto Brake), da inserire quando i bracci del sollevatore rag- l’Iron³ DCR (aratura entro solco a 40-
ad albero fermo mediante un pul- giungono l’altezza impostata dal- 45 cm di profondità con aratro trivo-
sante basculante dotato di blocco l’operatore. mere reversibile regolato alla massi-
di sicurezza, evita la continua rota- A richiesta, come di consueto, è la ma larghezza di lavoro di 2,10 m di
zione dell’albero cardanico collega- pdp anteriore a 1.000 giri/min. un terreno particolarmente argilloso
37
© 2009 Copyright Edizioni L’Informatore Agrario S.p.A.
Il cruscotto centrale si presenta nella classica versione mista analogico-digitale con agevole
icona di individuazione di alcune funzionalità monitorate

AL LAVORO CON...
Aratro trivomere reversibile a larghezza varia- di illuminazione, bandelle laterali ammortizza-
bile linea Warrior 3 mod. TRV 20AV della Moro te, massa totale 2.320 kg, indicato per potenze
Aratri di Fontanella (Bergamo) (www.moroaratri. trattore comprese tra 160 e 300 CV.
com). Avanvomeri di serie, ruota pneumatica di
profondità, versoi cilindrici rivestiti di teflon, di-
stanza corpi 110-120 cm, larghezza di lavoro
variabile idraulicamente compresa tra 25 e 70
cm per corpo, profondità di lavoro 40-50 cm, La cabina si è rivelata ampia e abitabile
altezza totale 197 cm, massa 1.900 kg, indi- da due persone, la rampa di accesso
cato per potenze trattore comprese tra 200 e si presenta piuttosto ripida
230 CV (massima 240 CV).
e tenace), abbiamo potuto valutare il
Dumper ribaltabile posteriormente mod. SC suo buon funzionamento, in modo
614 Inox della Pagliari Aldo & C. di Squarzanella particolare la reazione e il controllo.
di Viadana (Mantova) (www.pagliari.eu). Rimor- È possibile impostare una profondi-
chio con cassone di acciaio inox a due assi rav- tà minima e una massima, aprendo
vicinati con sospensione meccanica a balestre il coperchio che richiuso funge da
paraboliche coniugate a bilanciere, portellone a bracciolo, per ottenere l’efficacia to-
chiusura idraulica, frenatura idraulica, scaletta tale del sistema. Di serie è presente
d’ispezione. Dimensioni: lunghezza 8,10 m, lar- il compensatore delle oscillazioni
ghezza 2,55 m, altezza 3,10 m, capacità tota- che permette di rendere confortevo-
Erpice rotativo pieghevole mod. Aquila del- le 21 m (14 t).
3
li e sicuri i trasferimenti a elevate ve-
la Maschio Gaspardo di Campodarsego (Pado- locità su capezzagne accidentate o
va) (www.maschionet.com). Larghezza di lavo-
MAD • 9 • Settembre 2009

su strada.
ro 5 m (ingombro 5,12 m), di trasporto 2,45 m, Il sollevatore anteriore, a richiesta,
due sezioni ripiegabili verticalmente con 10 ro-
escludibile agendo sui due rubinet-
tori ciascuno munito di 2 coltelli, rulli posterio-
ri a spuntoni con regolazione profondità di la- ti sistemati posteriormente a lato
voro mediante martinetti idraulici, lame livella- dei distributori idraulici, presenta
trici a regolazione meccanica, profondità di la- una capacità massima di solleva-
voro in condizioni ottimali del terreno 28 cm, mento di 4.000 kg.
coppia ancore rompitraccia, ganci di bloccag- L’impianto idraulico a centro chiuso
gio per trasporto, telaio posteriore con impianto Load Sensing è alimentato da una
pompa Bosch a cilindrata variabile.
38
© 2009 Copyright Edizioni L’Informatore Agrario S.p.A.
È PIACIUTO N ON È PIACIUTO

Il funzionamento dell’inversore elet- Il raggiungimento e l’azionamento


troidraulico della leva del superriduttore

La spaziosità della cabina La scarsa visibilità sul gancio di tra-


zione
Il pratico ed efficiente freno di sta-
zionamento a pulsante EPB I radiatori fissi

I comandi sulla consolle di destra risultano facilmente individuabili ed ergonomicamente


ben collocati sulla leva multifunzioni principale

trata, così da renderne non proprio co e appare la scritta che invita a


La portata d’olio è buona, 113 L/min agevole la chiusura direttamente inserire il Park Brake.
a regime nominale motore. dal posto di guida. L’accesso al po- Il nuovo Iron³ 210 DCR è equipag-
Di serie sono disponibili 4 distribu- sto di guida, assicurato da scalette giato con l’Electronic Parking Brake
tori idraulici a doppio effetto (2 vie) a 4 gradini antisdrucciolo, di cui il (EPB), l’innovativo ed efficace siste-
con regolatori di flusso, leva joystick, più basso regolabile in altezza o ma di frenatura di stazionamento
comando elettroidraulico con porta- asportabile, è possibile da entram- che spingendo verso il basso il pul-
ta proporzionale per un distributore. bi i lati, anche se è più agevole su sante posto a destra della consolle
quello sinistro. laterale, sostituisce la classica leva
Cabina e comandi I vetri inferiori del parabrezza sono del freno a mano. Quando si aziona-
La cabina dell’Iron³ 210 DCR è quel- ora con camera d’aria per isolare no i pedali dei freni oppure il pul-
la che equipaggia tutta la gamma maggiormente la cabina dal motore. sante EPB, si inserisce automatica-
di medio-alta potenza del gruppo. Il cruscotto presenta un quadro mente la doppia trazione.
Stiamo parlando di una cella di si- strumenti completo. Oltre ai classi- Da potenziare sono le spie dei pul-
curezza dotata di una superficie ve- ci indicatori è presente il Perfor- santi freno pdp e sospensione del
trata tra le più ampie della catego- mance monitor sul cui display ap- ponte anteriore scarsamente visibi-
 82
MAD • 9 • Settembre 2009

ria (circa 3 m3) con un’abitabilità in- paiono 3 indicazioni: velocità di li durante il giorno.
terna esemplare, dove sia il condu- avanzamento, ore di lavoro e a scel-
cente che il passeggero godono di ta, utilizzando i pulsanti posti sotto Romano Demaldè
una libertà di movimento eccezio- il coperchio del bracciolo, una delle r.demalde@macchineagricoledomani.it
nale; anche il sedile di quest’ultimo seguenti informazioni: potenza mo-
ha lo schienale molto basso. tore, consumo istantaneo motore, Alberto Assirelli
Le ampie porte, completamente ve- ore lavoro, distanza, area lavorata, a.assirelli@macchineagricoledomani.it
trate, offrono ottima visibilità, sono tempo di lavoro, profondità di lavo-
incernierate sul montante laterale razione. Quando l’operatore lascia il Si ringrazia la Società agricola Zerbini e Dal-
l’Aglio di Chiusa Ferranda di Fidenza (Parma)
posto in posizione piuttosto arre- sedile, si attiva l’avvisatore acusti- per l’ospitalità e la collaborazione fornite.

39
© 2009 Copyright Edizioni L’Informatore Agrario S.p.A.