Sei sulla pagina 1di 3

SISTEMA INFORMATIVO PER

LA GESTIONE DEI DATI RELATIVI AD UN’IMPRESA NEL SETTORE FITNESS

1. TEMATICA PROGETTUALE
La progettazione del sistema informatico in esame riguarda all’impresa NUOVA STATION
FITNESS ASD operante nel campo dei centri benessere e fitness.

2. RACCOLTA E ANALISI DEI REQUISITI


L’impresa NUOVA STATION FITNESS ASD è proprietaria di diversi centri benessere e sportivi
dislocati sul territorio nazionale. Ciascun centro è dotato di sale benessere o per fare degli sport o in
cui si tengono corsi, equipaggiate da attrezzi di vario genere. I centri sono anche dotati di aree per
praticare diversi sport, quali tennis, pallavolo, calcetto eccetera, e anche di piscine.
Ogni centro benessere o sportivo è caratterizzato da un indirizzo, da numero telefonico, una
dimensione in metri quadrati, un numero massimo di clienti che vi possono accedere
contemporaneamente e un orario di servizio costituito dai giorni di apertura con le relative fasce
orarie. Ogni centro ha poi al suo interno varie apparecchiature, ciascuna dedicata a una particolare
attività. Ogni apparecchiatura è situata in una sala.
Ciascuna sala ha un nome (unico nell’ambito dei nomi di uno stesso centro), un responsabile
(dipendente dell’azienda) e una dotazione di apparecchiature. Nella stessa sala possono essere
presenti più apparecchiature della stessa tipologia. Per ogni tipologia bisogna mantenere
l’informazione sul nome (tapis roulant, ellittiche, etc.), sulla funzione e sull’uso orario giornaliero
massimo. Per esempio, la sala cardio-fitness di uno specifico centro può avere al suo interno 20 tapis
roulant, 20 cyclette e 5 stazioni multifunzione. Ciascun esemplare in una sala è caratterizzato da un
codice identificativo, da una tipologia, da un consumo energetico e da un livello di usura espresso da
una percentuale.
Ciascun centro è infine dotato di una o più piscine interne e/o esterne presso le quali è possibile
praticare nuoto libero, seguire corsi per principianti o di perfezionamento, nonché praticare sport
come i tuffi e pallanuoto. Inoltre può essere dotato di aree esterne in cui praticare sport. Le piscine e
le aree hanno un codice univoco nell’ambito delle piscine e aree di uno stesso centro.
Ogni volta che un nuovo cliente sottoscrive un contratto con uno dei centri di proprietà dell’azienda,
viene registrato. Le informazioni con cui è descritto un cliente sono il codice fiscale, il nome, il
cognome, la data di nascita, l’indirizzo di residenza, il codice di un documento di riconoscimento e
la prefettura che lo ha rilasciato. Al cliente viene anche associata una scheda di allenamento.
Anche i dipendenti dell’azienda possiedono una scheda con le stesse informazioni anagrafiche
memorizzate per i clienti. I dipendenti non hanno una scheda di allenamento.
Oltre alle informazioni anagrafiche, per i dipendenti è necessario memorizzare anche il centro o i
centri presso i quali svolgono la loro attività e la tipologia di tali attività. Non è detto che lo stesso
dipendente svolga la stessa tipologia di attività presso tutti i centri presso i quali lavora. Per esempio,
un dipendente potrebbe svolgere l’attività di istruttore di cardio-fitness presso un centro, ma prestare
servizio come istruttore di nuoto in un altro centro.
All’interno di un centro, ogni dipendente ha un unico responsabile. In ogni centro ci sono quindi più
responsabili e un unico direttore.
I nuovi clienti di un centro fitness sottoscrivono un contratto. Se un cliente non sottoscrive contratti
può comunque utilizzare i servizi di un centro pagando il singolo ingresso. Un contratto è
caratterizzato dalla data in cui è stato firmato, dal codice del cliente che ne è titolare, dalla durata,
dalla modalità di pagamento e da una tipologia di contratto.
I contratti sono di due tipi: standard e gold. Ogni tipo è caratterizzata da un massimo numero di
ingressi settimanali al centro fitness e ha un costo mensile. Un cliente può accedere solo al centro
fitness presso il quale sottoscrive il contratto e non è detto che possa accedere a tutte le sale di tale
centro. In particolare, alcune sale sono riservate solo ai titolari dei contratti gold.
Se un cliente desidera accedere a più centri fitness, deve sottoscrivere un contratto a più-sedi che
consente l’accesso a più centri fitness o benessere, scelti al momento di sottoscrizione del contratto.
Una volta sottoscritto il contratto, al cliente è assegnato un tutor (che è un dipendente del centro) che
lo seguirà nella sua attività. Il tutor stabilirà la scheda di allenamento del cliente sulla base dei risultati
che quest’ultimo vuole conseguire.

3. SPECIFICA DELLE OPERAZIONI SUI DATI PREVISTE


1. Fornire le istruzioni per la creazione del DB e degli oggetti che lo costituiscono
2. Per ogni relazione individuata, fornire le istruzioni di inserimento, modifica ed eliminazione
delle istanze.
3. Eliminare i dati relativi ad un centro che ha dipendenti e clienti iscritti, utilizzando
opportune politiche di rimedio.
4. Per ogni città visualizzare il centro che ha un numero massimo di clienti iscritti, con
l’indicazione delle sale presenti in tale centro.
5. Visualizzare i dipendenti che non sono tutor di nessun cliente.
6. Visualizzare, per ogni tipologia il numero di apparecchiature possedute da centri di Roma.
Se per una specifica tipologia non c’è nessuna apparecchiatura posseduta da un centro di
Roma, a tale tipologia si deve associare il valore 0.
7. Visualizzare i clienti che hanno sottoscritto un contratto che consente l’accesso ad un centro
che si trova in una città diversa da quella della loro residenza.
8. Visualizzare i centri che hanno almeno 15 stazioni multifunzione, ma non sono dotati di aree
esterne in cui praticare degli sport.
9. Visualizzare i clienti che hanno sottoscritto un contratto a più-sedi che consente l’accesso a
tutti i centri di Roma

TUTTE LE OPERAZIONI DI MANIPOLAZIONE DEI DATI (punti 1-3) devono essere scritte e
valutate sulla base di dati il cui schema è definitivo, ovvero sulla base di dati su cui sono già state
effettuate le operazioni di definizione dei dati stessi.

4. INDICAZIONI GENERALI
Le specifiche fornite sono da considerarsi specifiche minime. Laddove lo studente lo reputi
necessario, è possibile ampliarle, in modo che la base di dati mantenga anche informazioni
attualmente non previste.
Il progetto dovrà prevedere le seguenti fasi.
1. Progettare uno schema ER comprensivo di:
(a) Nomi di entità e associazioni
(b) Elenco di attributi di entità e associazioni
(c) Identificatori primari delle entità
(d) Cardinalità delle associazioni
(e) Eventuali generalizzazioni
2. Produrre lo schema ER derivante dalla eliminazione delle eventuali generalizzazioni.
3. Tradurre lo schema ER ottenuto al punto precedente nel modello relazionale, specificando per
ciascuna tabella ottenuta
Nome - Attributi (con relativo tipo) - Identificatori primari – Vincoli di integrità.
La traduzione deve essere fedele allo schema ER progettato.
4. Specificare dettagliatamente dei vincoli di integrità referenziale che devono essere inseriti
all’interno della base di dati al fine di garantirne la consistenza.
5. Indicare se devono essere inseriti vincoli aggiuntivi non previsti dal modello.
6. Produrre il database in Mysql. Il database deve contenere tutte le tabelle individuate nella fase
di progetto. Per poter controllare il buon funzionamento dell’applicazione è necessario che in
ogni tabella siano presenti circa 5/6 tuple. LA STRUTTURA DEL DATABASE VA COMPLETAMENTE
SPECIFICATA PRIMA DELL’INSERZIONE, CANCELLAZIONE E AGGIORNAMENTO DELLE TUPLE. IN
PARTICOLARE DEVONO ESSERE DEFINITI TUTTI I VINCOLI DI INTEGRITÀ NECESSARI AFFINCHÉ LA
BASE DI DATI MODELLI CORRETTAMENTE LA REALTÀ E PER I VINCOLI DI INTEGRITÀ
REFERENZIALE VANNO DEFINITE OPPORTUNE POLITICHE DI RIMEDIO ALLE VIOLAZIONI. Il
database va consegnato sotto forma di un unico file di testo contenente tutti i comandi SQL
necessari per formare le tabelle, inserire i dati in queste ultime ed effettuare tutte le operazioni
richieste. NEL CASO IN CUI LA COMPILAZIONE DEL FILE DIA LUOGO AD ERRORE,
IL PROGETTO NON VERRA’ CORRETTO.
7. Le interrogazioni vanno scritte in un file separato. Si verifichi che le interrogazioni
restituiscano i risultati aspettati. NEL CASO IN CUI LA COMPILAZIONE DEL FILE DIA
LUOGO AD ERRORE, IL PROGETTO NON VERRA’ CORRETTO. In particolare
dovranno essere restituiti tutti i risultati delle interrogazioni sul database realizzato. Ci dovrà
quindi essere uno o più file che contengono il risultato dell’esecuzione delle istruzioni select.
Nomi di tabelle, campi, etc. possono essere scelti a piacere, ma senza usare caratteri accentati
che potrebbero creare problemi dovuti alla differente codifica in sistemi diversi.