Sei sulla pagina 1di 173

25 set/1 ott 2020 n. 1377 • anno 27 internazionale.

it 4,00 €
Ogni settimana Slavoj Žižek Scienza Visti dagli altri
il meglio dei giornali Non dobbiamo abituarci Il corpo Tutti contenti tranne
di tutto il mondo alle catastrofi intelligente i cinquestelle

Come riavviare
l’università È il momento di decidere se
l’istruzione a distanza è un
modo per rendere l’università
più accessibile a tutti
o solo un regalo alle aziende
tecnologiche

ART 1, 1 DCB VR • AUT 8,20 € • BE 7,50 €

D 10,00 € • PTE CONT 7,00 € • E 7,00 €


C H 8 , 2 0 C H F • C H C T 7, 7 0 C H F
SETTIMANALE • PI, SPED IN APDL 353/03
Francesco Recami gioca con i generi letterari e fra humour bri-
tannico e grottesco firma la sua quarta Commedia nera. Una satira
di costume che affonda il coltello con intelligenza e sarcasmo nei
segreti inconfessabili della nostra società.

«Recami mette in scena una commedia all’italiana divertente e pa-


radossale, tingendola di giallo per raccontare i tanti vizi e le poche
virtù italiche. Una sit com letteraria».
Brunella Schisa, IL VENERDÌ DI REPUBBLICA

www.sellerio.it
25 settembre/1 ottobre 2020 • Numero 1377 • Anno 27

Sommario
“Se vogliamo lasciare il mondo così com’è,
dobbiamo cambiarlo radicalmente”
SLAVOJ ŽIŽEK A PAGINA 36

IN COPERTINA
La settimana
Riavviare l’università
Anni La pandemia ha costretto docenti e studenti a sperimentare
l’istruzione a distanza. E ora molte università devono decidere se
proseguire su questa strada. Negli Stati Uniti la scelta avrà
conseguenze enormi (p. 40). Illustrazione di Anna Parini
Giovanni De Mauro
“Non ho trovato il comunismo in casa, ATTUALITÀ INCHIESTA ECONOMIA
questo è certo. E neanche la politica. 20 L’immigrazione 50 Hong Kong E LAVORO

E poi dell’infanzia non ricordo quasi legale conviene ha perso 100 Le banche
a tutti la sua voce non fermano
niente, e poco dei primi sette anni nei
De Correspondent The Atlantic i soldi sporchi
quali – secondo Marina Cvetaeva – tutto
Le Monde
sarebbe già compiuto. Non ho nostalgie
THAILANDIA UNGHERIA
di un’età felice né risentimenti per
24 Gli studenti 58 Una generazione Cultura
lacrime versate nella notte. Dev’essere
sfidano al bivio 80 Schermi, libri,
stata un’infanzia comune, affettuosa,
il re e chiedono Trouw musica
un’anticamera, una crisalide dalla quale
riforme
avevo fretta di uscire per svolazzare a SCIENZA
Asia Sentinel Le opinioni
mo’ di farfalla. Tutti mi sembravano 62 Il corpo
farfalle salvo i bambini. SUDAFRICA intelligente 18 Domenico Starnone
Sono nata negli anni venti a Pola con 28 Non ci sono più New Scientist 80 Giorgio Cappozzo
sconcerto delle anagrafi: nata a Pola clienti nei bar 82 Goffredo Fofi
(Italia), a Pola (Iugoslavia), a Pola di Johannesburg PORTFOLIO
84 Giuliano Milani
(Croazia). Allora era Italia. Sulla punta Le Monde 66 Rompere 88 Pier Andrea Canei
dell’Istria, tra il verde e gli scogli bianchi il silenzio
scavati dai datteri di mare. Poco oltre le STATI UNITI Denis Rouvre
30 Ora il diritto Le rubriche
isole del Carnaro e frammenti di isole,
RITRATTI
come la Fenera e Scoglio Cielo che erano all’aborto è 10 internazionale.it
di mia madre. Non so come si chiamino davvero a rischio 74 Beata Nemcová. 18 Posta
Associated Press La guardiana
adesso, non sono mai tornata. Erano 19 Editoriali
.týždeň
abitate dai conigli selvatici, vi 107 Strisce
VISTI DAGLI ALTRI
approdavamo dal bragozzo, i narcisi 109 L’oroscopo
erano alti come me e profumavano
32 Tutti contenti LIBRI

tranne 78 Filastrocche 110 L’ultima


forte. Mamma mi insegnava a cogliere in America
i cinquestelle
gli asparagi selvatici affondando le dita The New York Times Articoli in formato
Süddeutsche Zeitung
nel muschio. Qualche fotografia di mp3 per gli abbonati
uomini col fucile e signore dalla vita
35 La vita piena di POP
Rossana Rossanda 90 Un paio di scarpe
lunga e calottine fino agli occhi fissa
Le Monde tra noi e il mondo
anche me, ridente e stupidella. Ma mi è
rimasto in mente il serpente nero che LE OPINIONI Randy Laist
traversò la tovaglia stesa sull’erba con le 36 Non dobbiamo SCIENZA
uova sode e il salame, e tutti balzarono abituarci alle
su, e mi sentii dimenticata.
96 Vantaggi
catastrofi e svantaggi
Quell’ondulata creatura sparì Slavoj Žižek dei vaccini
velocemente. Poi cadeva un tramonto 38 Il Giappone per il covid-19
internazionale.it/sommario

rosso e scendendo verso il bragozzo le è schiacciato tra The Conversation


figure diventavano nere contro luce, due giganti in lotta
come nella fotografia di mia madre, le Minxin Pei
braccia cariche di narcisi, di profilo
vicino al barcone dalla vela latina. Ottobre
202
numero 0

Contro ogni probabilità sono certa di Il meglio 13


gio dei
tutto il rnali di

È in arrivo
mo
per bam ndo
bin
e bambine

esser nata quella notte”. Una serie


3,00 €
i

il nuovo tira l'altr


Diar
da Min io
a
Internazionale pubblica in
Rossana Rossanda, La ragazza del secolo Internazionale In cima
al Cerv
in
Il segret
sk
di 8.128
o
esclusiva per l’Italia gli articoli
Esiston o
scorso (Einaudi 2005). Kids animal o
i blu? dell’Economist.

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 9


Online

Internazionale.it
Attualità Video Articoli più letti
ALESSANDRO CALVI
Veri sconfitti e vincitori
a metà
1
A chi giova il taglio
Regionali e referendum della casta
mettono in crisi Matteo
Salvini. Il Pd tira un sospiro
di sollievo, l’M5s si spacca. 2
Guida al referendum sul
ANNALISA CAMILLI taglio dei parlamentari
Sarà davvero abolito il
regolamento di Dublino?
Il sistema di solidarietà
3
Il mondo di QAnon.
sull’immigrazione che lo
sostituirà prevede criteri Seconda parte
In Groenlandia cambia il clima
ancora più problematici.
Uno sguardo nella quotidianità di un cacciatore, del capitano di 4
Tornate, sbrigatevi.
una nave e di un pescatore che vivono e lavorano sul mar Glaciale
SAMEER AL DOUMY (AFP/GETTY)

artico. Di fronte a un clima che cambia rapidamente, i tre uomini Ma per andare dove?

5
riflettono sul futuro incerto che aspetta il loro paese e il resto del
mondo. Il video del Guardian.
Prematuro

Punti di vista
Calais, Francia, agosto 2020
OIZA Q. OBASUYI SCIENCE
Cultura
In Italia il razzismo è Un’opportunità per GIOVANNI ANSALDO
Newsletter strutturale
È riduttivo pensare che tocchi
ripensare il carcere
Per evitare la diffusione del
Kid A dei Radiohead com-
pie vent’anni
Internazionale ha quattro solo certi partiti o gli autori covid-19, negli Stati Uniti sono Resta il miglior disco della band
newsletter. Una quotidiana dell’ennesimo pestaggio. Il state rilasciate migliaia di britannica. Ancora oggi ha
riservata agli abbonati, con le razzismo è approvato anche dai persone. I crimini non sono tante cose da dire.
notizie più importanti “meno sospettabili”. aumentati.
dall’Italia e dal mondo. Una IDA DOMINIJANNI
settimanale, accessibile a I doni di Rossana
tutti, con una selezione di Memorabili Il contrario dell’ideologia,
articoli usciti sul sito. E due l’opposto del conformismo:
nuove newsletter settimanali: questa era Rossana Rossanda.
Americana, con notizie dagli
Stati Uniti, e In Asia, con PORTFOLIO
notizie dall’Asia e il Pacifico. La realtà per Fontanesi
Il mondo diventa un esperimen-
to surreale visto da questo
Questi articoli profilo su Instagram.
DNY59/GETTY IMAGES

CINEMA
Una scena di Non odiare
Una sequenza del film con Ales-
sandro Gassmann, raccontata
dal regista Mauro Mancini.
Gli uomini mi spiegano le cose
DAVID HUTT
Per ritrovare rapidamente Ci sono uomini che credono sempre di saperne molto più delle Nel sudest asiatico
gli articoli di cui si parla in donne. Su qualunque argomento. Anche quando non sanno di si manifesta a ritmo di rap
questa pagina si può usare il che parlano. Nessuno si è mai scusato per le sciocchezze che ha Da Bangkok a Phnom Penh, è
codice qr o andare qui: detto. L’articolo di Rebecca Solnit, dall’archivio di sempre più spesso uno strumen-
intern.az/1Cs9 Internazionale. to di protesta politica.

10 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


Immagini
Il lutto
Guwahati, India
10 settembre 2020

Una donna (in tuta protettiva bianca)


guarda il corpo del marito, vittima del
covid-19, nello stato nordorientale
dell’Assam. L’India, con più di 5,1 mi-
lioni di casi positivi, è il secondo paese
al mondo per contagi. Il numero dei
morti, 83mila, è relativamente conte-
nuto per un paese di 1,3 miliardi di abi-
tanti e solleva molti dubbi sul modo in
cui le autorità raccolgono i dati. Foto di
Anupam Nath (Ap/Lapresse)
Immagini
Guardia armata
Wadda, Rdc
19 settembre 2020

Un gruppo di miliziani sta di guardia


durante l’incontro a Wadda, nell’est
della Repubblica Democratica del
Congo, tra due ex signori della guerra e
i rappresentanti della milizia Coopéra-
tive pour le développement du Congo
(Codeco). Il presidente congolese
Félix Tshisekedi ha incaricato alcuni
ex guerriglieri, tra cui Floribert Ndjabu
e Germain Katanga (già condannato
per crimini di guerra dalla Corte pena-
le internazionale), di negoziare la smo-
bilitazione dei ribelli attivi nella pro-
vincia dell’Ituri. Dal 2017 i loro attac-
chi hanno causato centinaia di morti.
Foto di Alexis Huguet (Afp/Getty Images)
Immagini
Vetta imbiancata
Yamanashi, Giappone
21 settembre 2020

La cima del monte Fuji coperta dalla


prima neve dell’anno. La foto è stata
scattata nella prefettura di Yamanashi
da un elicottero della Kyodo News, la
principale agenzia di stampa giappo-
nese. Il monte Fuji, un vulcano alto
3.776 metri, è la vetta più alta del Giap-
pone ed è considerato una delle tre
montagne sacre del paese insieme al
monte Tate e al monte Haku. Foto Kyo-
do News/Getty Images
Posta@internazionale.it
Seduta alternativa quasi imbarazzante per un set-
timanale della vostra qualità.
Viaggi Parole
u Dopo aver letto l’articolo Vivo e lavoro a Genova, cono- u Mi sono emozionata nel ri-
Domenico Starnone
del popolo hadza in Tanzania sco quindi un po’ la situazione. vedere la sezione “viaggi” nel
(Internazionale 1375) mi sono Sebastiano Bolla Pittaluga settimanale (Internazionale Fuori
messa a ridere per l’increduli-
tà! Possibile che a questi ricer- Mappe
1374). Quanto mi è mancata!
Non avete idea di quanti viag-
schema
catori non sia venuto in mente gi ho programmato grazie ai
che forse la stato di salute otti- u Incontro regolarmente stu- vostri articoli, dalla visita alla
male degli hadza sia dovuto denti, colleghi e amici, e ho la gelateria Coppelia all’Havana,
più che altro alla loro alimen- sgradevole sensazione che la alla Finlandia, al lago salato
tazione per lo più vegetariana geografia stia scomparendo di Uyiuni. Speriamo tutti di
e ricca di fibre e poverissima del tutto dalla nostra perce- tornare a ispirarci ai vostri
di tutti quei grassi saturi e zuc- zione del mondo. Proprio per consigli.
cheri semplici tipici delle die- questo, trovo significativa l’at- Maria Sangermano u Dedico queste righe all’in-
te occidentali? Possibile che, tenzione che dedicate alle telligenza di Rossana Rossan-
secondo il loro ragionamento, mappe, sempre presenti e par- Errata corrige da e alla sua scrittura. Ho co-
per evitare cardiopatie e trigli- te integrante del contenuto minciato a leggerla nei primi
ceridi e colesterolo alti basti degli argomenti trattati. Gra- u A pagina 82 di Internaziona- anni sessanta e non ho smesso
consumare il cibo ricco di zie per le belle mappe. le 1376, le cifre corrette sono mai. Scriveva con l’energia di
grassi tipico delle nostre cul- Sebastiano Brandolini centomila e 180mila. chi si sottopone a un continuo
ture sviluppate non a tavola, sforzo di comprensione e già
ma accovacciati o inginoc- u Vi faccio i complimenti non Errori da segnalare? mentre scrive sente di non
chiati? solo per gli articoli, ma anche correzioni@internazionale.it aver capito abbastanza, che bi-
Salandi Valentina per i bei grafici e le varie map- sogna ricominciare. Era soli-
pe e cartine che inserite. Mi PER CONTATTARE LA REDAZIONE damente ancorata all’idea che
Le prime elezioni da piace “leggere” i grafici, che Telefono 06 441 7301 la verità effettuale delle cose
credo siano più immediati Fax 06 4425 2718 era segnata dalla lotta di classe
quando c’è la pandemia Posta via Volturno 58, 00185 Roma
delle tabelle. Molte volte è un Email posta@internazionale.it e che il futuro, malgrado gli er-
u Penso che l’articolo sulle grafico ad attirare l’attenzione Web internazionale.it rori, andava necessariamente
elezioni in Liguria (Internazio- del lettore e a farlo concentra- immaginato comunista. La
INTERNAZIONALE È SU
nale 1376) sia superficiale, di- re di più sull’articolo a cui è sua parola politica sommava
Facebook.com/internazionale
sinformato, fazioso e infarcito abbinato. Twitter.com/internazionale in sé tanti modi diversi – tutti
di luoghi comuni in un modo Ivano Giova Instagram.com/internazionale alti – di entrare in relazione col
mondo. Rossana aveva una
grande capacità di studio, una
Dear Daddy Claudio Rossi Marcelli straordinaria sensibilità lette-
raria e artistica. Con la sua
Ritorno a scuola prosa ha registrato crolli, scon-
fitte, i nuovi vessilli innalzati
dal capitalismo, non smetten-
do mai di questionare su quali
Ho una figlia di tre anni, so- fidenza. Ma ho qualcosa da ag- terà di crescere e capire molte occhiali avrebbero assicurato
no incinta del secondo e ti giungere: doverti rapportare più cose sul rapporto tra uomo alla sinistra uno sguardo più
scrivo dopo aver scoperto con un figlio di sesso opposto e donna. E poi c’è un’altra co- lucido, le strategie di lotta più
che sarà un maschio. Non è al tuo è un’esperienza che ti sa: nel nostro mondo ancora efficaci. Lo ha fatto sempre
che sia dispiaciuta, ma l’i- rende emotivamente più ricca profondamente maschilista con un di più, un guizzo fuori
dea di avere un maschio mi e allarga i tuoi orizzonti. È solo c’è sempre un disperato biso- schema grazie al quale è stata
sembra stranissima, qual- quando ho avuto due figlie gno di più uomini emotiva- anche narratrice di qualità,
cosa che sento molto poco femmine che io sono diventato mente evoluti e ogni genitore esploratrice del corpo, della
familiare. Ho bisogno di intimamente femminista. An- di un bambino ha l’opportuni- malattia, dell’invecchiamento,
qualche perla di saggezza che se ho sempre sostenuto la tà di insegnargli a battersi per della morte. Quando l’ho co-
per favore. –Susanna parità di genere, prima era un una società più equa dalla sua nosciuta, al Manifesto, la per-
principio più astratto, mentre posizione di vantaggio. Tirare sona si è subito confusa con la
“Avere un figlio maschio risol- ora sento la discriminazione e su un uomo che si senta com- devozione che avevo per le sue
ve per sempre il tuo rapporto la violenza contro le donne pletamente pari alle donne è pagine. Era energica allo stes-
con il genere maschile”, ha non solo sulla mia pelle, ma una sfida entusiasmante, che so modo, e di una raffinatezza
detto un giorno la mia amica proprio fino a dentro le ossa. farà bene a te, a lui e alla so- appena sprezzata dall’ironia.
Silvia, e difficilmente potrei of- Avere un figlio maschio ti farà cietà intera. Le donne avrebbero voluto di-
frirti una perla di saggezza più accedere a una condizione di- ventare come lei, forse anche
efficace per mitigare la tua dif- versa dalla tua, che ti permet- daddy@internazionale.it gli uomini, io sì.

18 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


Editoriali

Un compito difficile per Conte


“Vi sono più cose in cielo e in terra, Orazio,
di quante se ne sognano nella vostra filosofia”
William Shakespeare, Amleto
Direttore Giovanni De Mauro
Vicedirettori Elena Boille, Chiara Nielsen,
Stéphane Bussard, Le Temps, Svizzera
Alberto Notarbartolo, Jacopo Zanchini
Editor Giovanni Ansaldo (opinioni), Daniele
Cassandro (cultura), Carlo Ciurlo (viaggi, visti
La diga ha tenuto. Dopo l’Emilia-Romagna a vittoria gradita, anche se non cancella i gravi
dagli altri), Gabriele Crescente (Europa), Camilla
Desideri (America Latina), Simon Dunaway gennaio, anche il secondo grande bastione della problemi che affliggono il movimento. Il voto
(attualità), Francesca Gnetti (Medio Oriente),
Alessandro Lubello (economia), Alessio sinistra italiana, la Toscana, ha resistito agli as- permetterà al presidente del consiglio di non
Marchionna (Stati Uniti), Andrea Pipino
(Europa), Francesca Sibani (Africa), Junko Terao salti della Lega, partito antieuropeista sostenu- essere troppo debole in vista dei dibattiti parla-
(Asia e Pacifico), Piero Zardo (cultura,
caposervizio) to da un’ampia coalizione di destra ed estrema mentari sul piano di rilancio che l’Italia dovrà
Copy editor Giovanna Chioini (web,
caposervizio), Anna Franchin, Pierfrancesco destra. Una vittoria della formazione di Matteo presentare all’Unione europea.
Romano (coordinamento, caporedattore),
Giulia Zoli Salvini alle elezioni regionali del 20 e 21 settem- Dopo che l’Unione ha adottato un piano da
Photo editor Giovanna D’Ascenzi (web), Mélissa
Jollivet, Maysa Moroni, Rosy Santella (web) bre avrebbe colpito duramente una sinistra già 750 miliardi di euro per contrastare gli effetti
Impaginazione Pasquale Cavorsi (caposervizio),
Marta Russo molto divisa. della pandemia, l’Italia deve stabilire come di-
Web Annalisa Camilli, Stefania Mascetti
(caposervizio), Giuseppe Rizzo, Giulia Testa Il Movimento 5 stelle (M5s) è in una situazio- stribuire i 209 miliardi che riceverà sotto forma
Internazionale Kids Alberto Emiletti, Martina
Recchiuti (caposervizio) ne schizofrenica, perché insiste sul suo status di di prestiti e sovvenzioni. Conte avrà il difficile
Internazionale a Ferrara Luisa Ciffolilli
Segreteria Teresa Censini, Monica Paolucci,
Gabriella Piscitelli, Angelo Sellitto
partito antisistema pur avendo un ruolo all’in- compito di compattare diverse forze centrifu-
Correzione di bozze Lulli Bertini, Sara
Esposito Traduzioni I traduttori sono indicati
terno della coalizione di governo guidata da ghe dietro un piano credibile, che ha già illustra-
dalla sigla alla fine degli articoli. Patrizia Barbieri,
Gigi Cavallo, Francesco Caviglia, Stefania De
Giuseppe Conte. Il nuovo partito dell’ex primo to a grandi linee: cospicui investimenti nella
Franco, Andrea De Ritis, Federico Ferrone,
Valentina Freschi, Stefano Musilli, Giusy
ministro Matteo Renzi sembra condannato digitalizzazione della pubblica amministrazio-
Muzzopappa, Fabrizio Saulini, Andrea
Sparacino, Bruna Tortorella, Nicola Vincenzoni
all’irrilevanza. Il più tradizionale Partito demo- ne e nelle infrastrutture, riforma fiscale, rilan-
Disegni Anna Keen. I ritratti dei columnist sono
di Scott Menchin Progetto grafico Mark Porter cratico (Pd), anche lui al governo, è l’unico a te- cio di una crescita anemica (0,8 per cento
Hanno collaborato Gian Paolo Accardo, Giulia
Ansaldo, Cecilia Attanasio Ghezzi, Gabriele nere in piedi la sinistra. nell’ultimo decennio). La prova sarà dura.
Battaglia, Gaia Berruto, Alessandra Bertuccelli,
Francesco Boille, Giorgio Cappozzo, Catherine Sul piano nazionale gli italiani, colpiti in pri- Roma ha il dovere di riuscirci. Ne va della fi-
Cornet, Sergio Fant, Claudia Grisanti, Ijin Hong,
Anita Joshi, Alberto Riva, Andreana Saint mavera dalla pandemia di covid-19, hanno di- ducia di Bruxelles. Ma è una strada a due sensi.
Amour, Francesca Spinelli, Laura Tonon, Pauline
Valkenet, Francisco Vilalta, Guido Vitiello, mostrato di essere capaci di trasformare il loro Delusi dalla timida solidarietà europea all’ini-
Marco Zappa
Editore Internazionale spa paese accettando la riforma approvata dal par- zio della crisi sanitaria, diffidenti verso l’Unio-
Consiglio di amministrazione Brunetto Tini
(presidente), Giuseppe Cornetto Bourlot lamento per portare il numero di parlamentari ne, gli italiani attendono con impazienza l’ab-
(vicepresidente), Alessandro Spaventa
(amministratore delegato), Giancarlo Abete, da 945 a 600. bandono del regolamento di Dublino e l’adozio-
Emanuele Bevilacqua, Giovanni De Mauro,
Giovanni Lo Storto La stabilità precaria che emerge dal voto ha ne di un meccanismo di solidarietà obbligatorio
Sede legale via Prenestina 685, 00155 Roma
Produzione e diffusione Angelo Sellitto il merito di rassicurare per il momento Bruxel- sull’immigrazione, come gli è stato promesso.
Amministrazione Tommasa Palumbo,
Arianna Castelli, Alessia Salvitti
Concessionaria esclusiva per la pubblicità
les. Per Conte e i cinquestelle, che avevano fatto Per Altiero Spinelli, politico e federalista italia-
Agenzia del marketing editoriale
Tel. 06 6953 9313, 06 6953 9312
della riforma il loro cavallo di battaglia, è una no morto nel 1986, sarebbe stato il minimo. ◆ as
info@ame-online.it
Subconcessionaria Download Pubblicità srl
Stampa Elcograf spa, via Mondadori 15,
37131 Verona
Distribuzione Press Di, Segrate (Mi)
Copyright Tutto il materiale scritto dalla
redazione è disponibile sotto la licenza Creative
Commons Attribuzione - Non commerciale -
Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Significa che può essere riprodotto a patto di
Biodiversità da difendere
citare Internazionale, di non usarlo per fini
commerciali e di condividerlo con la stessa
licenza. Per questioni di diritti non possiamo
applicare questa licenza agli articoli che
compriamo dai giornali stranieri.
Info: posta@internazionale.it
Politiken, Danimarca
Registrazione tribunale di Roma Bocciata in tutte le materie. È la valutazione difendere la biodiversità? Non bisogna dare la
n. 433 del 4 ottobre 1993
Direttore responsabile Giovanni De Mauro espressa dal rapporto pubblicato a metà set- precedenza all’emergenza climatica? La rispo-
Chiuso in redazione alle 19 di mercoledì
23 settembre 2020 tembre dalle Nazioni Unite sull’impegno della sta è no. Non solo perché entrambe sono que-
Pubblicazione a stampa ISSN 1122-2832
Pubblicazione online ISSN 2499-1600 comunità internazionale per fermare la perdita stioni importanti, ma anche perché in prospet-
PER ABBONARSI E PER della biodiversità e degli ecosistemi. Sui venti tiva parliamo della stessa battaglia.
INFORMAZIONI SUL PROPRIO
ABBONAMENTO obiettivi che i paesi dell’Onu si erano dati per il Il rapporto dell’Onu ci ricorda che per un
Numero verde 800 111 103
(lun-ven 9.00-19.00), 2020, non ne è stato raggiunto neanche uno. terzo, l’impegno a ridurre le emissioni di CO2,
dall’estero +39 02 8689 6172
Fax 030 777 23 87 Secondo un rapporto recente del World wide necessario per raggiungere gli obiettivi degli
Email abbonamenti@internazionale.it
Online internazionale.it/abbonati fund for nature (Wwf ) e della Zoological socie- accordi di Parigi, è affidato alla natura. Aumen-
LO SHOP DI INTERNAZIONALE ty di Londra il numero di mammiferi, uccelli, tare la superficie delle foreste e migliorare le
Numero verde 800 321 717
(lun-ven 9.00-18.00)
rettili e pesci è sceso del 68 per cento dal 1970. condizioni di quelle esistenti porta un benefi-
Online shop.internazionale.it
Fax 06 442 52718
Due anni fa il calo rispetto al 1970 era “solo” del cio diretto alla natura.
Imbustato in Mater-Bi
60 per cento. Come specie dominante del pia- In Danimarca un ottimo punto di partenza
neta abbiamo la responsabilità morale di la- sarebbe il graduale abbandono delle coltiva-
sciare posto anche agli altri. Secondo le Nazioni zioni sui terreni poco fertili strappati alle palu-
Unite almeno un milione di specie di piante e di. Non siamo un paese all’avanguardia nella
animali sono in grave pericolo. Ma abbiamo l’e- difesa della biodiversità, ma da qualche parte
nergia per combattere una battaglia seria per dobbiamo cominciare. ◆ fc, pb

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 19


Attualità
EUROPA

L’immigrazione legale
conviene a tutti
Maite Vermeulen, De Correspondent, Paesi Bassi
Concedere più visti di lavoro li di provenienza dei migranti.
ridurrebbe il sovraccarico dei Ma fermi tutti: qualcuno ha detto “più
immigrati”? Questa combinazione di pa-
sistemi d’asilo, limiterebbe il role sembra essere l’unico motivo per cui
traffico di esseri umani e nei Paesi Bassi non può esistere un nor-
aiuterebbe le economie dei paesi male dibattito sull’immigrazione tempo-
di partenza e di destinazione ranea per motivi di lavoro.
Le cose però devono cambiare. Mi oc-
cupo d’immigrazione da anni e ho cercato
aramente mi è capitato di vede- insieme a esperti di tutto il mondo idee

R re una buona idea stroncata così


duramente. Il 12 febbraio, un
paio di settimane prima che la
pandemia di covid-19 raggiungesse i Pae-
si Bassi, il partito progressista olandese
costruttive per una politica dell’immigra-
zione migliore (vale a dire: più umana, più
onesta, più intelligente, più utile dal punto
di vista economico). E ogni volta arrivo
allo stesso risultato: la chiave è consentire
D66 ha presentato in parlamento la sua una maggiore migrazione temporanea OSCAR BRAK (NURPHOTO/GETTY)

proposta di riforma dell’immigrazione. Il per motivi di lavoro. E non sono l’unica a


piano sosteneva che bisognava valorizza- pensarlo: centri studi, commissioni d’in-
re meglio le potenzialità che i lavoratori chiesta e studiosi si dichiarano a favore di
immigrati rappresentano per il paese, isti- questa soluzione ormai da anni.
tuendo una commissione per stabilire Ora che stiamo entrando in una gigan-
quali siano i mestieri di cui c’è carenza nei tesca recessione, dobbiamo prendere sul
Paesi Bassi e partecipando ai progetti eu- serio questa ipotesi.
ropei che offrono un visto a un ristretto
numero di stranieri qualificati per quei Posti vacanti dagli altri paesi europei, come la Polonia e
mestieri. Niente di clamoroso. Ma la pro- Proviamo a elencare i vantaggi. A comin- la Bulgaria, non è sufficiente.
posta è stata sommersa di critiche dagli ciare da quello più evidente: stiamo diven- La recessione causata dalla pandemia
altri partiti, che l’hanno definita “folle”, tando troppo vecchi. Di conseguenza l’e- di covid-19 cambia poco: invecchiamo lo
“pericolosa” e “irrealistica”. conomia olandese e quella europea avran- stesso e i nuovi disoccupati non si ritrova-
La creazione di nuovi canali d’immi- no presto un gran bisogno di lavoratori no all’improvviso con un diploma da elet-
grazione legale è uno dei pilastri della po- extraeuropei. Bastano le cifre per far veni- tricista, infermiere o sviluppatore di soft-
litica del governo olandese sull’immigra- re i capelli bianchi. La Commissione euro- ware in mano. E riqualificarsi in un altro
zione. Ma le reazioni alla proposta dei pea stima che tra il 2015 e il 2035 la popola- settore non è una cosa che tutti vogliono
D66, e i risultati ottenuti finora dall’esecu- zione europea di lavoratori diminuirà di 18 fare e che tutti possono permettersi.
tivo, mostrano che si tratta più di un fregio milioni di unità, più del 7 per cento. Nel Un recente studio del ministero degli
decorativo che di una colonna portante. 2012 nei Paesi Bassi c’erano ancora quat- esteri olandese ha rilevato che negli stessi
Eppure l’immigrazione organizzata e tro potenziali lavoratori per ogni persona ambiti lavorativi in cui i Paesi Bassi hanno
temporanea di lavoratori da paesi a basso sopra i 65 anni, nel 2040 ne rimarranno carenza di personale qualificato, in paesi
reddito sarebbe la soluzione a moltissimi solo due. come la Nigeria, la Giordania e la Tunisia
problemi. Ogni porta sbarrata del dibatti- Nei paesi dell’Unione europea ci sono le persone sono invece disoccupate o for-
to sulla migrazione può essere aperta con milioni di posti di lavoro vacanti, soprat- temente sottopagate.
questa chiave. E sia la destra sia la sinistra tutto nel settore tecnologico, nell’assi- Eppure è praticamente impossibile che
potrebbero rivenderla bene ai propri elet- stenza, nell’edilizia e in mansioni meno ottengano un visto di lavoro per i Paesi
tori, perché offre vantaggi a livello umani- qualificate come quelle di commessi, ad- Bassi, che invece hanno delle norme per
tario ed economico. Può salvare le società detti alle pulizie e autisti. Quasi un quarto favorire l’arrivo dei cosiddetti “migranti
europee dall’invecchiamento e rendere il dei datori di lavoro olandesi lamenta la altamente qualificati”, vale a dire gli espa-
sistema di asilo più accessibile per i profu- carenza di personale adeguato. E per ri- triati che guadagnano più di 4.612 euro
ghi. Converrebbe ai paesi europei e a quel- solvere questa carenza l’immigrazione lordi al mese. Qualcosa di simile esiste

20 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


Manifestazione di solidarietà ai ri-
chiedenti asilo. Utrecht, Paesi Bassi,
20 settembre 2020

cessivo la Germania ha messo a disposi-


zione ventimila nuovi visti di lavoro per
questi paesi. Le richieste d’asilo sono cala-
te di quasi il 90 per cento: da 120mila nel
2015 a 11mila nel 2017.
Il calo non è dovuto solo ai visti. Nello
stesso periodo la Germania ha accelerato
la procedura di richiesta d’asilo per i paesi
della regione e intensificato i controlli ai
confini. Ma tutti concordano sul fatto che
i visti hanno fatto la loro parte.
Una correlazione tra le possibilità di
arrivare in Europa legalmente e i tentativi
di entrarci in modo illegale emerge anche
dalle cifre sulla migrazione attraverso il
Mediterraneo. Quando il numero di visti
destinati ai paesi dell’Africa occidentale
cala, aumenta il numero di migranti che
tentano la traversata.
Nel 2018 la commissione olandese
sull’immigrazione ha affermato che più
visti per motivi di lavoro e di studio sem-
brano essere il “modo migliore per limita-
re l’immigrazione irregolare”. Vale a dire:
per ridurre il numero di morti nel Medi-
terraneo e ostacolare i trafficanti di esseri
umani.

Un’altra possibilità
Forse starete pensando: tutto molto bello,
anche a livello europeo (la Blue card, un ne hanno diritto. Sono i cosiddetti “mi- ma chi garantisce che questa gente un
permesso di lavoro che può ottenere solo granti economici”: persone che fuggono giorno tornerà a casa? Prendete i maroc-
chi guadagna almeno il 50 per cento in più dalla mancanza di prospettive, non dalla chini e i turchi che sono venuti a lavorare
rispetto al salario medio nel paese di desti- guerra. Il sistema di asilo non è pensato nei Paesi Bassi negli anni sessanta e set-
nazione). per loro. Dei 40mila nigeriani che hanno tanta. Più della metà di loro è rimasta.
Ma l’offerta e la domanda riguardano presentato richiesta di asilo nel 2017, il 91 È vero, ma c’è una considerazione in-
soprattutto i lavori pagati un po’ meno. per cento è stato rifiutato. Praticamente teressante. Del primo gruppo di cosiddet-
Tecnici, infermieri, personale di vendita. non hanno possibilità. Ma i nigeriani con- ti lavoratori ospiti arrivati negli anni ses-
È per questi lavoratori che dobbiamo cre- tinuano a fare richiesta di asilo, per il sem- santa, la maggior parte è ripartita. Solo
are visti. plice motivo che non hanno altra scelta. negli anni settanta, quando i Paesi Bassi
Ci sono anche altri vantaggi, che non Non esistono visti di lavoro che possono hanno fermato il reclutamento di lavora-
riguardano l’economia ma la lotta al traffi- richiedere. Così rischiano la vita in una tori stranieri, gli immigrati hanno smesso
co di esseri umani e la prevenzione dei traversata pericolosa e tentano la fortuna, di tornare in patria, perché sapevano che
naufragi nel Mediterraneo. finendo per sovraccaricare il sistema. E i non avrebbero avuto un’altra occasione
Il sistema europeo di asilo è sovracca- nigeriani non sono certo gli unici: da anni per venire. In altre parole, migrare era di-
rico. In Europa quasi mezzo milione di ri- ormai più della metà delle richieste di asi- ventato una partita di poker in cui ci si po-
chiedenti asilo attendono che la loro do- lo in Europa viene respinta. teva giocare solo il tutto per tutto: rimane-
manda venga esaminata. Tutto questo Un esempio che un’alternativa è possi- re o andarsene per sempre.
costa un sacco di soldi (i richiedenti asilo bile è la regolamentazione della Germa- Proprio come succede ora a chi si vede
devono essere alloggiati e sfamati) e fa nia per i Balcani occidentali. Nel 2015 il respingere la domanda di asilo. Molti non
perdere ai profughi anni preziosi (non sistema tedesco ha ricevuto decine di mi- vogliono farsi espellere e scompaiono
possono né lavorare né studiare). gliaia di richieste di asilo da cittadini dei nell’illegalità perché sanno che ripartire
Uno dei più grandi problemi del siste- Balcani occidentali che non avevano nes- significa non avere altre occasioni di tor-
ma di asilo è che molti dei richiedenti non suna possibilità di ottenerlo. L’anno suc- nare in Europa. Chi è riuscito a entrare

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 21


Attualità
nella fortezza Europa ci resta. Il viaggio è Da sapere grazione. Gli altri partiti credono di essere
stato troppo costoso e troppo pericoloso costretti ad accodarsi per non perdere vo-
per tornare indietro. Ma questo cambie- Crescita lenta ti. Controllo dei confini, collaborazione
rebbe se, come per i marocchini negli anni Permessi di soggiorno rilasciati dai paesi con la guardia costiera libica o con il go-
sessanta, ci fosse la possibilità di entrare dell’Unione europea, migliaia verno turco: sono questi i metodi usati og-
di nuovo con un visto di lavoro. 3.500 gi per riprendere il controllo. Ma c’è un
Ci sono diverse soluzioni per incenti- 3.000
altro modo per rispondere a queste paure:
vare il ritorno nei paesi d’origine: offrire Altro più visti di lavoro temporanei. Attraverso
2.500
bonus per il rimpatrio, istituire un sistema l’apertura di più rotte legali per i migranti
obbligatorio di risparmio in base al quale 2.000 possiamo controllare l’immigrazione: de-
una parte delle entrate del lavoratore vie- Lavoro cidere chi può entrare e chi no, rendere le
1.500
ne erogata solo alla partenza, premiare i Istruzione cifre prevedibili e scegliere migranti che
lavoratori che sono tornati in patria dan- 1.000 offrano un contributo alla nostra econo-
FONTE: EUROSTAT

dogli la precedenza per ottenere un nuovo 500


mia. E questo può aumentare il sostegno
visto o sanzionare i paesi dei cittadini che Famiglia dei cittadini all’immigrazione.
0
non rientrano concedendogli meno visti. 2009 2012 2015 2018
Offrire più visti di lavoro renderebbe Lavorare integra
inoltre più semplice rimpatriare chi si è che le rimesse dei migranti possono finan- L’aggettivo “temporaneo” è cruciale: non
visto rifiutare la richiesta di asilo. Attual- ziare la creazione di piccole aziende e l’i- stiamo parlando di profughi che non po-
mente il problema maggiore è la scarsa struzione dei familiari. tranno tornare nel loro paese per decenni
collaborazione dei paesi di provenienza. È Se i vantaggi sono tanti, perché nessun a causa della guerra, ma di persone che
un gioco politico: da anni l’Unione euro- politico sostiene questa soluzione? Dipen- avranno un contratto di qualche anno.
pea cerca di concludere con paesi come la de dal fatto che controllo e limitazione Non ho mai sentito una discussione
Nigeria o l’Etiopia accordi per favorire i dell’immigrazione sono equiparati. “Il sull’integrazione dei ricchi espatriati. E i
rimpatri. Provate a indovinare cosa vo- fattore principale nell’infuocato dibattito migranti economici sono proprio questo:
gliono questi paesi in cambio? Esatto: più sulla migrazione”, scrive l’esperta Katha- espatriati, ma senza stipendi astronomici.
canali d’immigrazione legale. rina Natter, “è la sensazione di perdere il Tutti gli studi confermano che il requisito
controllo”. La gente ha l’impressione di numero uno per un’integrazione riuscita è
Un rimedio per la paura essere invasa dagli immigrati, che il pro- avere un lavoro. E i lavoratori immigrati
Non ho ancora citato il vantaggio più prio “stile di vita” subisca la pressione di un lavoro ce l’hanno per definizione.
grande dell’immigrazione legale: è molto nuove culture, di non essere più padrona Ci sono diversi modelli a cui ispirarsi.
conveniente per i paesi di provenienza. del proprio paese. Sono questi i sentimen- A marzo in Germania è entrata in vigore
Già oggi i migranti mandano a casa 529 ti che i partiti populisti di destra cercano di una legge che favorisce l’immigrazione di
miliardi di euro all’anno. Per l’economia sfruttare proponendo di limitare l’immi- lavoratori specializzati dai paesi extraeu-
dei paesi in via di sviluppo sono cifre im- ropei. In Canada esiste un sistema a punti
portanti: in Gambia o in Liberia le rimesse che coinvolge circa trecentomila immi-
corrispondono a più del 20 per cento del Da sapere grati all’anno. Sono stati proposti dei par-
pil. Se vogliamo eliminare la povertà e la Il nuovo patto sulle migrazioni tenariati per eliminare le discrepanze tra
disuguaglianza, gli aiuti allo sviluppo so- la domanda europea e l’offerta dei paesi in
no solo una goccia nel mare rispetto ai vi- u Il 23 settembre 2020 la Commissione via di sviluppo ed evitare la fuga dei cer-
sti di lavoro temporanei. europea ha presentato la sua proposta per un velli. L’Australia e la Germania hanno ad-
Nel suo libro La globalizzazione intelli- nuovo patto sulle migrazioni. Il piano, dirittura già condotto con successo i primi
sostenuto dalla Germania, non prevede il
gente (Laterza 2015) l’economista Dani esperimenti in questa direzione.
superamento del principio base del
Rodrik ha scritto che se i leader mondiali regolamento di Dublino, in base al quale le
Quello che è certo è che dovremmo de-
volessero davvero combattere la disugua- richieste d’asilo devono essere esaminate nel ciderci ad agire in questo senso. Non sap-
glianza, dovrebbero concentrarsi su un paese d’ingresso nell’Unione europea. La piamo ancora che effetto avrà la pande-
solo obiettivo: riformare le norme che li- proposta raccomanda invece la creazione di un mia sul mercato del lavoro, ma l’invec-
mitano la mobilità internazionale dei la- “meccanismo di solidarietà obbligatoria” tra gli chiamento della popolazione è inevitabi-
voratori. Nessun’altra misura avrebbe un stati dell’Unione per aiutare quelli che ne le. Una recessione globale è l’occasione
effetto paragonabile. faranno richiesta. Anziché accogliere una parte giusta per varare una misura che aiuti
Qualcuno dice che più visti di lavoro dei richiedenti asilo in eccesso nel paese davvero i paesi poveri, colpiti più dura-
causerebbero una fuga di cervelli dai pae- d’arrivo, però, si potrà scegliere di finanziare il mente da questa crisi, e riduca le disugua-
rimpatrio di chi non ha ottenuto lo status di
si poveri: le persone più capaci verrebbero glianze su scala mondiale. Se non dovesse
rifugiato. Il sistema prevede un carico maggiore
tutte a lavorare in Europa invece di restare per i paesi di primo ingresso, che dovranno
funzionare, mi mangio il cappello. u vf
nei loro paesi, dove ce n’è tanto bisogno. adottare delle procedure rapide per individuare
Ma gli studi mostrano che questo non sa- entro cinque giorni dall’arrivo chi può essere Maite Vermeulen si occupa di migra-
rebbe un problema, perché i numeri non rimpatriato. Il piano dovrà essere approvato dal zioni e sviluppo per il sito olandese De
sono così alti. Inoltre bisogna considerare consiglio e dal parlamento europei. Correspondent.

22 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


Europa
REGNO UNITO BIELORUSSIA PORTOGALLO

Il ritorno Cipro blocca Il cassonetto d’Europa


le sanzioni
del lockdown
Le misure annunciate i, Portogallo
dall’Unione europea con-
tro il presidente bielorusso A maggio, in pieno allarme per
l 22 settembre il premier britannico la pandemia di covid-19, il go-

I Boris Johnson ha annunciato la


reintroduzione di alcune misure di
contenimento per fermare l’au-
mento dei casi di covid-19. In Inghilterra
tutti i locali pubblici dovranno chiudere
Aleksandr Lukašenko, ac-
cusato di aver truccato le
elezioni del 9 agosto e di
aver represso le manife-
stazioni di protesta, do-
vranno attendere. Al verti-
verno portoghese aveva annun-
ciato che l’importazione di rifiu-
ti dall’estero sarebbe stata so-
spesa fino alla fine dell’anno per
alle 22, l’obbligo di portare la mascherina ce dei ministri degli esteri ridurre il rischio d’infezione.
sarà esteso e le eccezioni alla regola che del 21 settembre infatti Secondo l’associazione am-
proibisce di incontrare più di sei persone non è stata raggiunta l’u- bientalista Quercus però i rifiuti
per volta saranno ridotte. Misure simili nanimità, perché Cipro ha continuano ad arrivare approfittando di una scappa-
dovrebbero essere adottate anche nel re- posto come condizione toia legale. Il Portogallo è da anni uno dei principali
sto del Regno Unito. Il premier inoltre ha che siano approvate anche paesi di destinazione dell’immondizia prodotta ne-
chiesto a tutti quelli che possono farlo di le sanzioni contro la Tur-
gli altri paesi europei, tra cui l’Italia. Nel paese smal-
lavorare da casa. “Abbiamo raggiunto un chia per le sue recenti pro-
vocazioni nel Mediterra- tire i rifiuti costa meno che nel resto d’Europa, 80
pericoloso punto di svolta”, ha dichiarato
neo orientale. “Tutti han- euro a tonnellata contro una media di cento. Ora pe-
Johnson. Nella settimana precedente i
contagi giornalieri erano quasi raddop- no accusato Cipro di ricat- rò le discariche portoghesi sono vicine al punto di
tare l’Europa, ma nessuno saturazione. Il governo aveva annunciato una serie
piati, arrivando a più di quattromila, e i
sembra scandalizzarsi per- di misure per ridurre le importazioni dall’estero, tra
consulenti scientifici del governo aveva-
ché la maggior parte dei
no avvertito che, in mancanza di provve- cui l’aumento delle tasse sullo smaltimento, ma il
paesi europei vuole bloc-
dimenti, il paese avrebbe potuto raggiun- care le sanzioni contro la
piano è stato rimandato al 2021. u
gere 50mila nuovi casi e duecento morti Turchia”, commenta O
al giorno entro novembre. Johnson ha Phileleftheros.
dichiarato che le misure potrebbero re- SPAGNA Madrid, 20 settembre
stare in vigore per i prossimi sei mesi, e

JAVIER BARBANCHO (REUTERS/CONTRASTO)


che se non basteranno a riportare sotto Quartieri
GRECIA
controllo i contagi saranno introdotte discriminati
“restrizioni significativamente più este- Contagiati
se”. “Questo lockdown parziale può esse- dopo l’incendio Centinaia di persone han-
re considerato da alcuni conservatori no manifestato a Vallecas e
l’antitesi dei valori di libertà individuale, Almeno 243 persone sono in altri quartieri di Madrid
ma è necessario per salvare vite umane risultate positive al co- per protestare contro il
ed è ragionevole”, commenta l’Inde- vid-19 nel campo provviso- lockdown parziale imposto
pendent. “Se il governo fosse riuscito a rio di Kara Tepe, sull’isola a partire dal 21 settembre
mettere in piedi un sistema di traccia- di Lesbo (nella foto). La per fermare la diffusione follata per andare a lavorare
mento dei contagi adeguato, però, non struttura ospita la maggior del covid-19 nella capitale, dall’altra parte della città”,
saremmo arrivati a questo punto”. u parte dei quasi tredicimila dove si concentra quasi un nota InfoLibre. Ayuso è
richiedenti asilo che viveva- terzo dei diecimila contagi stata inoltre criticata per
Media settimanale dei contagi giornalieri da no nel campo profughi di giornalieri registrati in Spa- aver dichiarato che la ripre-
covid-19, scala logaritmica. Fonte: Ecdc Moria, distrutto da un in- gna. Molti considerano di- sa dei contagi nella capitale
cendio l’8 settembre. scriminatorie le misure de- è dovuta anche al “modo di
10.000
Spagna cise dalla presidente con- vivere” degli immigrati. A
Francia servatrice del governo re- Madrid i contagi continua-
5.000
Regno gionale, Isabel Diaz Ayuso: no ad aumentare, e Ayuso
Unito
YARA NARDI (REUTERS/CONTRASTO)

2.000 a essere colpiti sono so- ha già avvertito che le re-


1.000
prattutto i quartieri meri- strizioni potrebbero presto
Italia dionali della città, abitati essere estese a tutto il terri-
500 da lavoratori a basso reddi- torio metropolitano. Il pre-
250 to. “I divieti non impedi- mier Pedro Sánchez per ora
scono agli operai e alle ha escluso che misure simili
100 donne delle pulizie di pren- possano essere imposte in
1 Luglio 1 Agosto 21 Settembre dere una metropolitana af- tutto il paese.

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 23


Asia e Pacifico
I manifestanti si salutano con le tre dita alzate, come nel film Hunger games, Bangkok, Thailandia, 19 settembre 2020
ADAM DEAN (THE NEW YORK TIMES/CONTRASTO)

THAILANDIA camicie rosse, seguaci dell’ex primo mi­

Gli studenti sfidano il re nistro Thaksin Shinawatra, oggi in esilio.


Le camicie rosse hanno rispolverato stri­
scioni, indumenti rossi e manine di pla­
e chiedono riforme stica per far rumore e sostenere gli stu­
denti, facendo prevedere la nascita di un
più ampio movimento di base che i giova­
ni hanno invocato più volte e che il gover­
Asia Sentinel, Hong Kong no teme molto.
Le autorità hanno peccato di eccessi­
Le manifestazioni contro la sembra svanito. Le proteste studentesche va sicurezza a febbraio, quando la corte
monarchia e il governo nato dal che da settimane scuotono le città tailan­ costituzionale ha usato un pretesto per
desi sono diventate un fenomeno sempre ordinare lo scioglimento di Futuro nuo­
golpe militare continuano da più importante. Le imponenti manifesta­ vo, un partito d’opposizione diventato
settimane. Finora le autorità non zioni del 20 settembre davanti all’univer­ molto popolare, guidato dal giovane e ca­
hanno risposto, ma si teme una sità di Thammasat e alla spianata di Sa­ rismatico aristocratico Thanathorn Juan­
repressione violenta nam Luang, vicino al palazzo reale, dimo­ groongruangkit. Il partito, nato solo qual­
strano la forza del movimento contro il che mese prima delle elezioni politiche
governo del primo ministro Prayuth del 2019, ha conquistato il 17 per cento
opo sei anni di governo milita­ Chan­ocha e contro Maha Vajiralon­ dei voti, arrivando terzo. Il governo di

D re scialbo e corrotto, arrivato


al potere con un colpo di stato
nel 2014, e in un clima di cre­
scente disincanto nei confronti di un re
dissoluto e inaffidabile che ha scelto di
gkorn, un sovrano impopolare che non ha
dimostrato alcun interesse per il benesse­
re della popolazione né prima della pan­
demia né oggi, con la crisi economica in
corso.
Prayuth, temendo che Futuro nuovo po­
tesse allearsi con il Pheu Thai, il partito
sostenuto da Thaksin che ha conquistato
molti seggi alla camera dei rappresentan­
ti, ha fatto di tutto per farlo sciogliere.
risiedere in Germania invece che a Bang­ Tra i sessantamila manifestanti radu­ Questa mossa ha provocato il malconten­
kok, il fervore monarchico che aveva nati a Sanam Luang c’erano per la prima to degli studenti, che si erano identificati
aperto la strada al regime autoritario volta molti militanti del movimento delle nel partito e nella sua guerra dichiarata

24 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


anche l’insoddisfazione nei confronti del cere costruito nel palazzo di Thaweewa- più accondiscendente scelto direttamen-
re e la convinzione che il suo status non tana, nella provincia di Nakhon Pathom. te dal re.
sia meritato. Nessuno dubita del fatto che le forze a lui Il popolo tailandese ha messo a fuoco
Le proteste contro Vajiralongkorn so- fedeli siano in grado di attaccare gli stu- chi è veramente Vajiralongkorn e, rite-
no senza precedenti e dimostrano che il denti e i loro alleati o di far sparire perso- nendolo inadeguato, non lo teme più. Il
tentativo dell’esercito di conferirgli un ne, com’è già successo a nove attivisti problema è che il sovrano appare patolo-
carattere semidivino per legittimare il antimonarchici tailandesi rapiti, e proba- gicamente ossessionato dalla necessità di
colpo di stato è fallito. Lo stesso sovrano bilmente uccisi, in Laos, Cambogia e soddisfare ogni suo capriccio e ostenta un
ha contribuito a questo insuccesso con Vietnam. anacronistico atteggiamento da re otto-
azioni e comportamenti bizzarri: la serie La domanda è quanto ancora Vajira- centesco, secondo cui il popolo esiste so-
di matrimoni, divorzi e relazioni con longkorn sopporterà queste proteste e lo perché lui possa usarlo e abusarne a suo
“persone qualunque”, come bariste e as- quale sarà la goccia che farà traboccare il piacimento. Questa protesta dimostra
sistenti di volo, e le foto con capi d’abbi- vaso. Tenuto conto dell’orientamento ul- che un numero crescente di tailandesi
gliamento discutibili, come le canottiere tramonarchico dei comandanti delle for- non ha più intenzione di tollerare questo
corte che gli sono valse il soprannome di ze armate tailandesi e del primo ministro comportamento.
Justin (come il cantante Justin Bieber), Prayuth, di sicuro non saranno loro a Per anni la spianata di Sanam Luang,
sono circolate sui social network intac- ostacolarlo. dove si sono radunati i manife-
candone l’aura regale. Di recente, con I leader studenteschi hanno stanti il 19 e 20 settembre, è sta-
l’economia in gravi difficoltà a causa della chiarito che il movimento è pa- ta chiusa al pubblico e i leader
pandemia e il malgoverno dei militari, si cifico e chiede solo riforme e della protesta hanno chiarito di
è diffusa la notizia che il re avrebbe com- trasparenza, perciò qualsiasi volersene riappropriare per
prato una flotta di 38 aerei ed elicotteri violenza, se ci sarà, sarà provo- conto del popolo. Un obiettivo
per sé e la sua famiglia. Nel frattempo la cata dal potere. Prayuth è preso tra due reso ancora più esplicito da una targa de-
Banca mondiale ha previsto una contra- fuochi perché sa di non essere nelle gra- posta durante la manifestazione con la
zione del 5 per cento per l’economia tai- zie del re – probabilmente Vajiralongkorn scritta: “Questo paese appartiene al po-
landese, uno dei risultati peggiori nella non gli ha mai perdonato il fatto di essere polo e non al re, ci hanno ingannato”. Il
regione dell’Asia orientale e pacifica. il favorito della regina madre quando lei corteo, diretto verso la sede del Consiglio
era in carica – e sta lottando per la sua privato del re per presentare le richieste
Previsioni fosche stessa sopravvivenza. di riforma della monarchia in dieci punti,
Si prevede una drammatica perdita di po- L’ex generale sa che potrebbe essere ha dimostrato che la sfida a Vajiralong­
sti di lavoro, soprattutto nel settore turi- facilmente accusato di qualsiasi violenza korn ha raggiunto un nuovo livello. Resta
stico, anche se nel paese si sono registrati dovesse esplodere ed estromesso per poi da vedere come e quando il regno reagirà.
solo 3.500 casi di covid-19 e 59 morti, ci- essere sostituito da un premier ancora È una domanda insidiosa. Nel maggio
fre tra le più basse della regione. Ma, sot- del 1992, passato alla storia come il mag-
tolinea la Banca mondiale, “è probabile gio di sangue o il maggio nero, circa
che le conseguenze sul benessere delle Da sapere 200mila persone scesero in piazza a
famiglie saranno molto pesanti. Il nume- Le forze dietro il movimento Bang­kok contro il governo del generale
ro di persone che vivono con meno di 5,5 Suchina Kraprayoon, che aveva preso il
dollari al giorno dovrebbe raddoppiare, u Le proteste guidate dagli studenti in potere l’anno prima con un colpo di stato.
passando dai 4,7 milioni del primo trime- Thailandia sono cominciate a febbraio del L’esercito scatenò una repressione vio-
stre del 2020 ai 9,7 milioni nel secondo 2020, dopo che la corte costituzionale ha lenta provocando ufficialmente la morte
ordinato lo scioglimento del partito
trimestre, per poi scendere a 7,8 milioni di 52 manifestanti, ma si stima che il nu-
d’opposizione Futuro nuovo, nato solo pochi
nel terzo trimestre”. mero reale sia molto più alto. Centinaia di
mesi prima. Il 19 settembre i manifestanti
Il governo sa che molte persone stan- hanno presentato dieci richieste di riforma
persone furono ferite e migliaia arrestate.
no soffrendo per la crisi economica e te- della monarchia, tra cui una divisione più La violenza però non placò le proteste.
me la mobilitazione di massa di un fronte chiara tra le proprietà reali e statali, la Con il deteriorarsi della situazione il
comune guidato dagli studenti, che agli riduzione del budget nazionale destinato al re, re Bhumibol convocò a palazzo sia Su-
occhi dell’opinione pubblica sono puri e l’abolizione di vari uffici reali e la revoca delle chinda sia Chamlong Srimuang, uno dei
immacolati e quindi più legittimati di al- leggi che vietano e puniscono le critiche al re. È leader della rivolta. I due furono ripresi
tri movimenti politici a rivendicare una evidente ormai che dietro agli studenti diverse dalle telecamere nell’atto di prostrarsi ai
nuova costituzione e un nuovo governo. forze politiche e istituzionali si preparano ad piedi del re mentre lui gli impartiva una
approfittare del momento e a riempire il vuoto
Il problema è che il governo di Bangkok lezione, chiedendo la fine delle violenze.
lasciato da un eventuale ridimensionamento
non è autosufficiente, ma deve risponde- In effetti le violenze cessarono e tornò al
del potere del re. A partire dai fedeli dell’ex
re a un sovrano sempre più assolutista. primo ministro Thaksin Shinawatra fino a
potere un governo civile. Sembra molto
Nessuno sa cosa farà Vajiralongkorn con Thanathorn Juangroongruangkit, leader improbabile che stavolta il re interverrà
i miliardi di dollari sottratti all’ufficio per di Futuro nuovo, al presidente della corte per calmare le acque, mentre aumentano
le proprietà della corona, una guardia costituzionale che ha sciolto il partito. pericolosamente le probabilità che la vio-
pretoriana di soldati e poliziotti e un car- Asia Times lenza esploda. u gim

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 25


Asia e Pacifico
CINA-UNIONE EUROPEA INDIA COREA DEL SUD

Affari Riapre il Taj Mahal Seoul fa causa


e sorveglianza agli evangelici
Tre aziende europee con sede in Agra, India, 21 settembre 2020 Il comune di Seoul ha chiesto un
Francia, Svezia e Paesi Bassi risarcimento di quattro milioni
hanno venduto sistemi di sorve- di dollari alla chiesa evangelica
glianza ad agenzie di sicurezza di Sarang Jeil del reverendo Jun
cinesi coinvolte nelle violazioni Kwang-hoon, ritenuta responsa-
dei diritti umani, denuncia Am- bili della seconda ondata di con-
nesty international in un rap- tagi di metà agosto. Nonostante
porto pubblicato il 21 settembre. le restrizioni e il divieto di as-
Le telecamere a circuito chiuso, sembramento, alcuni membri
ALASDAIR PAL (REUTERS/CONTRASTO)

i sistemi per il riconoscimento della congregazione il 15 agosto


facciale e per l’analisi delle emo- avevano partecipato a una ma-
zioni prodotti dalle aziende so- nifestazione contro le misure
no usati in Cina per controllare i del governo per contenere i con-
cittadini e reprimere le mino- tagi, scrive il Korea Times. In
ranze etniche, scrive l’Epoch seguito 739 persone, tra cui il re-
Times. “La maggior parte dei verendo Jun, erano risultate po-
paesi dell’Unione europea, in- sitive al covid-19. Secondo l’ac-
clusi Francia e Svezia, finora Il Taj Mahal, chiuso a marzo a causa della pandemia, cusa, la chiesa ha fornito alle au-
non ha accolto gli appelli a ren- torità sanitarie una lista dei pre-
riapre al pubblico con nuove misure di sicurezza.
dere più rigide le regole sulle senti incompleta e centinaia di
L’ingresso sarà concesso a cinquemila persone al giorno, i fedeli si sono rifiutati di sotto-
esportazioni, adottando misure
per la tutela dei diritti umani nel biglietti saranno venduti online e i visitatori non potranno porsi al tampone, ostacolando il
commercio dei sistemi di sorve- fare foto di gruppo. La data di apertura, inizialmente tracciamento dei contagi.
glianza, un settore dominato prevista per il 1 settembre, è stata spostata al 21 a causa di
dalle aziende europee”, dice il un nuovo focolaio vicino al mausoleo, scrive l’Indian
rapporto di Amnesty. Express. I casi totali nel paese hanno superato i cinque
milioni e i morti sono più di 89mila, ma il governo ha
deciso di allentare gradualmente le restrizioni e aprire il
CINA sito turistico, visitato nel 2018 da 6,5 milioni di persone. u
Lavoro forzato
CHINA PHOTOS (GETTY)

in Tibet FILIPPINE vigore, ma ha revocato il divieto


di espatrio per medici e infer-
Le autorità cinesi hanno trasfe- Un altro anno mieri che lavorano all’estero. Le
rito decine di migliaia di conta- di emergenza Filippine sono una fonte impor-
dini tibetani in centri di forma- tante di forza lavoro a livello glo-
IN BREVE
zione “in stile militare” per poi Il presidente della Filippine Ro- bale, incluso il personale medi-
impiegarli nelle fabbriche, in Ti- Cina Ren Zhiqiang (nella foto),
drigo Duterte ha prorogato di un co. L’obbligo di non lasciare il
bet o in altre zone del paese. Lo ex magnate del settore immobi-
anno lo stato di calamità in tutto paese resta valido però per tutti
rivela un’inchiesta della Reu- liare che a marzo aveva dura-
il paese. In questo modo il go- gli altri operatori sanitari, in mo-
ters, che parla di un sistema di mente criticato Xi Jinping per la
verno può gestire più facilmente do da garantire un’adeguata ri-
lavoro forzato simile a quello cattiva gestione della pandemia
i fondi statali per l’emergenza e sposta all’emergenza.
praticato nello Xinjiang. dandogli del “pagliaccio”, è sta-
contenere i prezzi di beni di pri-
to condannato a 18 anni di reclu-
ma necessità come riso e olio.
sione per corruzione, abuso di
EZRA ACAYAN (GETTY)

Lo stato di calamità era stato im-


potere e altri reati legati alla sua
posto a marzo, scrive l’Inqui-
attività imprenditoriale.
rer, quando i casi di covid-19
erano circa duecento e i morti
una decina. Oggi le Filippine,
con più di 290mila casi, sono il In Asia
paese del sudest asiatico con più
contagi, mentre i morti sono sa- È la nuova newsletter setti-
liti a cinquemila. Duterte ha manale di Internazionale con
confermato la quarantena obbli- notizie dall’Asia e dal Pacifico.
gatoria e le restrizioni sociali in Caloocan, 19 agosto 2020 Per iscriversi: intern.az/1CrO

26 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


Africa e Medio Oriente
Un ristorante nel quartiere di Melville, Johannesburg, 1 maggio 2020 ducendo le restrizioni. Soggiornare in al-
bergo è consentito solo dal 30 luglio, e con
alcune limitazioni. I ristoranti sono stati
autorizzati a riaprire il 30 giugno, ma i
clienti scarseggiano.

Coprifuoco notturno
La Settima strada di Melville mostra bene
quant’è difficile il ritorno alla normalità.
“Le persone non hanno più soldi da spen-
dere e molte hanno paura di uscire. Finché
saranno in vigore le restrizioni, la gente
avrà paura”, dice Sawa Spiri, responsabile
della pasticceria De la crème, che soffre
LUCA SOLA /(AFP/GETTY)

anche per il calo nel settore delle case in


affitto e dei bed and breakfast. In questo
quartiere molto popolare tra i turisti stra-
nieri, varie strutture sono in crisi perché le
frontiere sono ancora chiuse. Molti bar
hanno riaperto solo dopo la fine del divie-
SUDAFRICA to di vendere alcol, il 15 agosto, e devono

Non ci sono più clienti fare i conti con il coprifuoco notturno, che
comincia alle 22.
“Le conseguenze della crisi sono deva-
nei bar di Johannesburg stanti”, si preoccupa Heidi Weldman, una
dei proprietari dello Xai-Xai, un locale che
lavorava soprattutto tra le 22 e le 2 di notte.
Weldman dirige anche un ristorante, che
Mathilde Boussion, Le Monde, Francia è rimasto chiuso: i venti dipendenti sono
disoccupati, e tra loro ci sono alcuni zim-
I sudafricani stanno uscendo mane prima del lockdown (cominciato il 26 babweani che non riescono a ottenere il
dalla fase più critica della marzo). Da allora l’economia, che era già sussidio di disoccupazione anche se han-
in recessione, è stata colpita duramente. no i documenti in regola. “Alcuni hanno
pandemia, con più di 662mila Nel secondo trimestre del 2020 il pil suda- presentato la domanda cinque volte”, dice
persone contagiate e quasi fricano si è ridotto del 51 per cento su base con irritazione Weldman.
sedicimila morti. La ripresa annua: un dato senza precedenti, che su- Di recente il ministro dell’economia
economica sarà lunga e difficile pera le previsioni più pessimistiche della Tito Mboweni ha raccontato in un’intervi-
banca centrale del paese. sta al Sunday Times di aver cercato di de-
Secondo l’economista Isaah Mhlanga, cifrare il complicato meccanismo per ot-
rima dell’arrivo del covid-19, la il pil è tornato ai livelli del 2007. “Sono sta- tenere i sussidi insieme a un amico, pro-

P Settima strada del quartiere di


Melville era considerata una del-
le più vivaci di Johannesburg, la
capitale economica del Sudafrica. Punto
d’incontro per ragazzi, stranieri e persone
ti azzerati tredici anni di crescita”, scrive
Mhlanga, sottolineando che il Sudafrica
sconta “difficoltà preesistenti” alla pan-
demia, tra cui un debito altissimo e un tas-
so di disoccupazione superiore al 40 per
prietario di un albergo, che non riusciva
ad accedere agli aiuti del ministero del
turismo perché è bianco. “Alcuni giovani
ministri pensano che il semplice fatto di
essere neri sia un atto rivoluzionario. Non
che volevano divertirsi, in appena trecen- cento della popolazione attiva. Tra i setto- è così. L’African national congress (il par-
to metri contava una ventina di ristoranti ri più colpiti, l’edilizia, l’industria manifat- tito al potere) e il suo governo non si basa-
e bar. Sei mesi dopo l’introduzione delle turiera e le miniere, le cui attività nel se- no sull’appartenenza etnica”, ha dichiara-
prime misure di contenimento, sei locali condo trimestre si sono ridotte rispettiva- to Mboweni.
hanno chiuso e la strada è deserta. “Ecco mente del 76,6, del 74,9 e del 73,1 per Il 16 settembre, in un discorso molto
le conseguenze della pandemia”, dice il cento su base annua. Solo l’agricoltura è atteso, il presidente Cyril Ramaphosa ha
cameriere di un ristorante indicando la cresciuta, del 15 per cento. I consumi delle annunciato che le frontiere riapriranno il 1
sala vuota all’ora di pranzo. famiglie si sono dimezzati, in alcuni setto- ottobre, anche se saranno mantenute le
“Tengo aperto anche se non guada- ri, come quello degli alberghi e dei risto- restrizioni per i viaggiatori provenienti dai
gno. Per ora pago metà dell’affitto, e ho ri- ranti, si sono addirittura azzerati. Il Suda- paesi più colpiti dal covid-19. Come spera-
dotto l’orario e lo stipendio dei dipenden- frica, che ha adottato alcune delle misure vano i ristoratori di Melville, l’inizio del
ti”, racconta Moritz Cloetz, proprietario più severe al mondo per contenere i con- coprifuoco è stato posticipato dalle 22 a
del Kwoffee, un caffè inaugurato tre setti- tagi, da maggio sta progressivamente ri- mezzanotte. u adr

28 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


MOZAMBICO EGITTO

Omicidi da nascondere Piccole


proteste
The Continent, Sudafrica Decine di persone sono scese in
L’avanzata del gruppo jihadista Al piazza il 19 settembre al Cairo e
in altre città per manifestare
Shabaab nella provincia di Cabo
contro una grande campagna
Delgado, nel nord del Mozambico, si delle autorità per la demolizione
accompagna alle denunce di di migliaia di case popolari co-
violazioni dei diritti umani struite in modo irregolare, so-
STRISCIA DI GAZA commesse da quelle forze che in prattutto nei quartieri poveri,
Dove vivere realtà dovrebbero proteggere la spiega Al Araby al Jadid. Inol-
popolazione. The Continent tre commemoravano l’anniver-
è impossibile sario delle proteste organizzate
racconta la storia di un video
dall’ex attore e imprenditore
Da quando alla fine di agosto è ottenuto da Amnesty international che ha edile Mohamed Ali, che il 20
stato registrato il primo caso di impressionato l’opinione pubblica mozambicana, settembre del 2019 avevano
covid-19 fuori dai centri per la perché mostra un gruppo di soldati in uniforme che portato all’arresto di più di 2.300
quarantena, nella Striscia di Ga- picchia e uccide a sangue freddo, con 36 colpi alla persone. “Quest’anno”, scrive il
za è stato imposto il lockdown. giornale panarabo, “il potere ha
schiena, una donna nuda e disarmata sul ciglio della
“La diffusione del virus ci co- preventivamente arrestato alcu-
stringe a confrontarci con la tra-
strada. Il tutto sarebbe avvenuto ad Awasse, nella
ne figure chiave dell’opposizio-
gica realtà di Gaza”, scrive su provincia di Cabo Delgado. Secondo Amnesty questo
ne e ha chiuso i luoghi di ritrovo,
Haaretz Mohammed Azaiza, sarebbe solo uno dei tanti abusi perpetrati dalle forze ma non è riuscito a impedire le
coordinatore dell’ong Gisha. regolari. Le autorità smentiscono e denunciano un piccole proteste che si sono svol-
“Noi abitanti di Gaza non abbia- tentativo di screditare l’esercito, ma una fonte interna te ovunque nel paese”.
mo alcun controllo sul nostro del ministero della difesa ha rivelato che i soldati sono
destino. Siamo in balia degli in-
stati identificati. L’insurrezione nel Cabo Delgado è
teressi politici”. Le previsioni
contenute in un rapporto pub-
cominciata nel 2017 con attacchi contro la polizia. Da
blicato dalle Nazioni Unite nel allora è cresciuta d’intensità e violenza, tanto che i
2015, in base alle quali la Striscia guerriglieri hanno preso ad agosto il controllo di
sarebbe diventata “inabitabile” Mocímboa da Praia. u
HABIBOU KOUYATE (AFP/GETTY)

entro il 2020, “sono diventate


realtà”, conclude Azaiza.
LIBIA dai mercenari del gruppo russo
Wagner o da altre organizzazio-
SUDAN
Accordo ni armate). La decisione è stata
Sommersi sul petrolio presa dopo che il maresciallo
Khalifa Haftar, l’uomo forte
dall’acqua La compagnia libica National dell’est della Libia, aveva an- IN BREVE
oil corporation (Noc) ha annun- nunciato la fine del blocco im- Mali La giunta militare al pote-
Quest’anno la stagione dei ciato il 19 settembre la ripresa posto dai suoi miliziani alle atti- re dopo il colpo di stato del 18
monsoni è stata particolarmen- della produzione e delle espor- vità di alcuni siti petroliferi sulla agosto ha designato l’ex colon-
te violenta, e ha causato danni tazioni petrolifere dagli impian- costa. Secondo la Noc lo stop nello Bah Ndaw (nella foto) co-
dalla Mauritania all’Etiopia. In ti considerati “sicuri” (quelli, del settore, durato otto mesi, ha me presidente delle autorità di
Sudan le alluvioni d’inizio set- cioè, che non sono controllati causato perdite per più di 9,8 transizione, che resteranno in
tembre hanno causato più di 120 miliardi di dollari. Due giorni carica diciotto mesi.
Zueitina, 3 febbraio 2020
morti, scrive Radio Dabanga, dopo l’Unione europea ha san- Niger Il 17 settembre il gruppo
ESAM OMRAN AL-FETORI (REUTERS/CONTRASTO)

ricordando che le organizzazio- zionato tre aziende, una turca, Stato islamico ha rivendicato
ni umanitarie hanno prestato una giordana e una kazaca, per l’uccisione di sei operatori uma-
soccorso ad almeno 350mila aver violato l’embargo sulle ar- nitari francesi e due nigeriani, il
persone. Milioni di sudanesi so- mi in Libia, scrive Libya 9 agosto, nella riserva di Kouré.
no in difficoltà anche per i rinca- Observer. Alcuni nomi sono fi- Palestina Il 22 settembre la Pa-
ri dei generi alimentari. I prezzi niti sulla lista nera, tra cui quel- lestina ha rinunciato a presiede-
del pane e dello zucchero sono lo di Mahmoud al Werfalli, co- re la Lega araba, per protesta
aumentati del 50 per cento, por- mandante di una milizia fedele contro gli accordi di normalizza-
tando l’inflazione al tasso re- ad Haftar, già ricercato dalla zione con Israele firmati da
cord del 167 per cento. Corte penale internazionale. Emirati Arabi Uniti e Bahrein.

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 29


Americhe
STATI UNITI in Kansas, sostiene che per capire le impli-

Ora il diritto all’aborto cazioni di uno scenario del genere basta


osservare cosa è successo nei primi mesi
di pandemia. In quel periodo i governatori
è davvero a rischio repubblicani di alcuni stati hanno appro-
vato dei decreti per vietare la maggior par-
te degli aborti, sostenendo che non erano
procedure mediche essenziali. In Texas,
David Crary, Associated Press, Stati Uniti dove poi il decreto è stato annullato da un
tribunale, molte donne si sono messe in
Il 18 settembre è morta la giudice Nel 2016 Trump ha vinto le elezioni viaggio verso le cliniche di altri stati, tra
Ruth Bader Ginsburg. La corte anche grazie alla promessa di cambiare gli cui quella gestita da Burkhart a Wichita,
equilibri politici alla corte suprema in mo- dove le pazienti sono quadruplicate. “Ho
suprema degli Stati Uniti do da cancellare la sentenza Roe contro visto cosa succederebbe se Roe contro
potrebbe spostarsi più a destra e Wade, che nel 1973 sancì il diritto costitu- Wade fosse annullata”, racconta
cancellare il diritto costituzionale zionale all’aborto. Se riuscisse a nominare Burkhart.“È stato devastante”.
all’interruzione di gravidanza un’altra giudice conservatrice (la terza Negli Stati Uniti ci sono molte organiz-
dall’inizio del suo mandato) quello scena- zazioni che assistono le donne costrette a
rio potrebbe avverarsi. Resta da capire se spostarsi fuori dal loro stato per abortire.
er anni, durante le campagne il senato, controllato dai repubblicani, vo- Questa rete è destinata ad allargarsi se sa-

P elettorali per le elezioni presi-


denziali statunitensi, i candidati
hanno ripetuto senza troppa
convinzione che in ballo c’era il diritto
all’aborto. Stavolta è davvero così.
terà per confermare la nomina prima del-
le elezioni del 3 novembre.

Blocco granitico
Se la sentenza Roe contro Wade dovesse
ranno introdotti divieti statali. Inoltre po-
trebbero aumentare gli aborti “fai da te”,
sottolinea Jill E. Adams, avvocata di If/
When/How, un’organizzazione che forni-
sce informazioni su questa eventualità e
La morte della giudice della corte su- essere ribaltata, le politiche sull’aborto cerca di convincere le autorità a non cri-
prema Ruth Bader Ginsburg, che aveva cambierebbero da uno stato all’altro. Al- minalizzarla. Già oggi molti sono indotti
sempre difeso questo diritto, apre un’a- cuni continuerebbero a garantire questo in casa con una combinazione di farmaci,
spra battaglia politica sul tema. Il presi- diritto, mentre altri potrebbero imporre sotto la guida di un operatore sanitario.
dente Donald Trump vuole nominare una un divieto quasi totale. Secondo le stime Varie organizzazioni sostengono che l’a-
nuova giudice prima delle elezioni del 3 di Planned parenthood, un’organizzazio- borto casalingo attraverso uno dei farma-
novembre, in modo da mobilitare gli elet- ne che aiuta le donne ad abortire, la can- ci in questione – il misoprostolo – può esse-
tori più conservatori, e questo ha messo cellazione della sentenza del 1973 provo- re fatto in tutta sicurezza senza la presen-
sul piede di guerra chi difende il diritto cherebbe un’ondata di divieti in venti stati za di un operatore.
all’aborto. “Siamo sempre stati preoccu- e riguarderebbe venticinque milioni di Nel 2019 almeno otto stati hanno ap-
pati, ma oggi la situazione è più grave”, donne in età riproduttiva. provato provvedimenti per limitare le in-
sostiene Jennifer Dalven dell’Unione Julie Burkhart, che gestisce cliniche terruzioni di gravidanza, nella maggior
americana per i diritti civili (Aclu). per l’aborto a Oklahoma City e a Wichita, parte dei casi introducendo le cosiddette
leggi “del battito cardiaco”, che potrebbe-
In ricordo della giudice Ruth Bader Ginsburg, New York, 19 settembre 2020 ro proibire l’aborto già dopo la sesta setti-
mana di gravidanza. Tutti i divieti sono
stati temporaneamente bloccati dai tribu-
nali. A giugno del 2020 la corte suprema
ha bocciato una legge della Louisiana
molto restrittiva. Il giudice John Roberts
(un moderato) e i suoi quattro colleghi più
progressisti, tra cui Ginsburg, hanno sta-
bilito (cinque voti a quattro) che la legge
violava i diritti sanciti dalla sentenza Roe
contro Wade. Se Trump riuscisse a nomi-
MICHAEL NAGLE (REDUX/CONTRASTO)

nare un’altra giudice di suo gradimento, in


futuro il blocco conservatore sarebbe in
maggioranza anche se Roberts si dovesse
schierare con i tre progressisti.
A quanto pare Trump potrebbe sce-
gliere Amy Coney Barrett, una fervente
cattolica che sarebbe molto apprezzata
dagli antiabortisti. u as

30 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


BOLIVIA STATI UNITI BRASILE

Jeanine Áñez La battaglia su TikTok Il Pantanal


si ritira brucia
“In un messaggio trasmesso La sede della Byte Dance a Pechino, 16 settembre 2020 “Il Pantanal, la più grande pia-
in tv il 17 settembre la presi- nura alluvionale del pianeta, che
dente ad interim della Boli- si estende tra Brasile, Bolivia e
via, Jeanine Áñez, ha annun- Paraguay, è in fiamme”, scrive la
ciato il suo ritiro dalle elezio- Folha de S.Paulo. “Più di un
ni presidenziali programma- quinto della vegetazione del ter-
te per il 18 ottobre”, scrive La ritorio, ricco di biodiversità, ri-
Razón. Áñez ha spiegato di schia di morire a causa degli in-
non voler alimentare “il ri- cendi. Ma nella maggioranza
schio di disperdere il voto de- dei casi, sia nel Pantanal sia in
mocratico tra più candidati e Amazzonia, la causa principale
far vincere il Movimento al delle fiamme è l’intervento
GREG BAKER (AFP/GETTY)

socialismo (Mas)”, il partito umano”. Lo spiega anche la


dell’ex presidente Evo Mora- giornalista ambientale Cristina
les, in esilio in Argentina. Un Amorim su Piauí: “Gli incendi
recente sondaggio dava ad sono la conseguenza di un am-
Áñez solo il 7 per cento delle biente molto secco, della pre-
intenzioni di voto. Mentre al “Non si sono ancora sbloccate le trattative per la cessione senza di materiale combustibi-
primo posto, con il 29 per le, come foglie e tronchi, e della
del ramo statunitense di TikTok, il popolare social
cento delle preferenze, ci sa- mano che accende la miccia. Se
rebbe il candidato del Mas,
network di proprietà cinese, alle aziende Oracle e manca uno di questi tre elemen-
Luis Arce. Walmart”, scrive il New York Times. Il 19 settembre il ti, le fiamme non divampano o
presidente Donald Trump, che accusa TikTok di si estinguono in fretta”.
raccogliere i dati dei cittadini americani mettendo a Incendi individuati dai satelliti ogni
anno, fino al 16 settembre 2020
COLOMBIA rischio la sicurezza del paese, aveva detto che l’accordo era
Ammissione stato raggiunto. Ma poco dopo la ByteDance, l’azienda Pantanal
Altro
Amazzonia
cinese proprietaria di TikTok, ha scritto in un comunicato
di colpa che manterrà una quota dell’80 per cento della società.
150

FONTE: INPE, FOLHA DE S.PAULO


“Quattro anni dopo la firma Trump ha risposto chiarendo che, se è così, vieterà del 120

degli accordi di pace tra il go- tutto l’app negli Stati Uniti. u 90
verno e la guerriglia delle Farc,
60
gli ex combattenti hanno di-
mostrato di voler riconoscere i 30
crimini commessi e la loro gra- VENEZUELA dell’interno Néstor Reverol e il
0
ministro della difesa Vladimir
vità”, scrive Semana. “Spinti Le accuse Padrino sono considerati diretti
2014 2020
dalla testimonianza di Íngrid
Betancourt (tenuta prigioniera dell’Onu responsabili di questi crimini. Il
dal gruppo guerrigliero per sei ministro degli esteri venezuela- IN BREVE
anni) davanti alla commissio- “Dal 2014 le autorità venezuela- no, Jorge Arreaza, ha definito il Cile Il 15 settembre il presidente
ne per la verità, il 14 settembre ne e le forze di sicurezza hanno rapporto “pieno di falsità ed ela- cileno Sebastián Piñera ha este-
hanno riconosciuto di aver commesso gravi violazioni dei borato senza metodo da una so lo stato d’emergenza nel
usato il sequestro come arma diritti umani. Tra queste, la tor- commissione agli ordini di go- paese per altri novanta giorni.
politica di lotta e hanno am- tura, le detenzioni arbitrarie, le verni subordinati a Washing- Perù Il 18 settembre il parla-
messo ‘che non c’è giustifica- sparizioni forzate, le uccisioni ton”. Le denunce dell’Onu non mento ha respinto una mozione
zione per privare una persona extragiudiziali e le violenze ses- sono nuove, ma secondo El per destituire il presidente
della sua libertà’”. suali sono da considerare crimi- País “la loro durezza è un freno Martín Vizcarra, accusato di
ni contro l’umanità”, scrive il al tentativo recente di Maduro “corruzione e indegnità mora-
Washington Post. È la conclu- di risolvere la crisi istituzionale le”. Il caso riguardava dei pre-
sione del rapporto presentato il del paese e restare al potere at- sunti contratti irregolari stipula-
Americana 16 settembre dalla missione traverso gesti di apertura, come ti dal ministero della cultura al
d’inchiesta sul Venezuela istitui- la liberazione di un centinaio di cantante Richard Cisneros.
È la nuova newsletter settima- ta dalle Nazioni Unite. Il presi- prigionieri politici e l’invito ri- Stati Uniti Il 22 settembre il
nale di Internazionale con le dente Nicolás Maduro, il presi- volto agli osservatori internazio- paese ha superato i 200mila
notizie dagli Stati Uniti. Per dente dell’assemblea costituen- nali per monitorare le elezioni morti per covid-19. I contagi to-
riceverla: intern.az/1Cq5 te Diosdado Cabello, il ministro legislative di dicembre”. tali sono circa sette milioni.

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 31


Visti dagli altri
Firenze, 18 settembre 2020. Un comizio di Eugenio Giani, il candidato del centrosinistra
ANTONIO MASIELLO (GETTY)

Tutti contenti tranne Il campo progressista ha vinto anche


in Campania, dove il presidente della re-
gione Vincenzo De Luca è stato rieletto
i cinquestelle con ampio margine. A dispetto di ogni
previsione, anche il governatore della Pu-
glia, Michele Emiliano, ha nettamente
battuto lo sfidante della destra, mentre le
Oliver Meiler, Süddeutsche Zeitung, Germania Marche, la Liguria e il Veneto sono anda-
te o sono rimaste alla destra, come si pre-
Nelle elezioni regionali il italiane in cui si votava, ottenendo un vedeva prima del voto. In Valle d’Aosta
centrosinistra vince in Toscana, buon risultato: il 48,6 per cento dei voti. invece i governatori non sono stati eletti
La candidata della Lega, Susanna Cec- direttamente.
una sua storica roccaforte. La cardi, si è fermata al 40,4 per cento. Il risultato del voto in Veneto ha susci-
vittoria di Luca Zaia in Veneto tato grande attenzione. Luca Zaia ha ot-
mette in discussione la Il triplo dei voti tenuto con un plebiscito il suo terzo man-
leadership di Matteo Salvini Probabilmente ha giocato un ruolo il fat- dato, superando il 76 per cento delle pre-
to che la sinistra ha presentato l’appunta- ferenze. Zaia è un esponente della vec-
mento alle urne come una resa dei conti chia Lega nord, un rivale interno nel par-
assalto alla Toscana non c’è sta- con Matteo Salvini, il leader della Lega. tito di Salvini, perciò il suo trionfo è stato

L’ to. La tempesta è passata. Il


centrosinistra italiano ha man-
tenuto la sua storica roccaforte
nel cuore del paese, anche se mai, nella
memoria della repubblica, ha tremato
Salvini sperava proprio in una simbolica,
spettacolare vittoria elettorale in Tosca-
na, che per lui avrebbe significato cancel-
lare la macchia della perdita dei consensi
che ormai lo perseguita da quando,
visto anche come un voto di sfiducia nei
confronti del “capitano”. La lista eletto-
rale di Zaia ha raccolto infatti quasi il tri-
plo dei voti della lista della Lega. Improv-
visamente il ruolo di Salvini come leader
tanto. Alla fine Eugenio Giani, il candida- nell’agosto del 2019, è uscito dal governo. del partito è messo in discussione.
to del Partito democratico e di Italia Viva, Ma il suo colpo in Toscana è fallito, come Oltre alle elezioni regionali, c’è stato
il partito guidato da Matteo Renzi, ha vin- il tentativo, il 26 gennaio, di conquistare anche il referendum sulla riforma costi-
to nella più importante delle sette regioni l’Emilia Romagna, altra “fortezza rossa”. tuzionale. Dopo molti tentativi falliti e

32 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


infiniti dibattiti, l’Italia ha ridotto il nu- L’opinione
mero dei propri parlamentari da 945 a
600. Quasi il 70 per cento degli elettori
che hanno votato si è espresso a favore
della riforma, già approvata dal parla-
Il covid non premia i populisti
mento. Il voto è un trionfo per il Movi-
mento 5 stelle, salito alla ribalta come Le Monde, Francia
forza antisistema proprio con proposte
simili, e che da due anni e mezzo governa La destra populista ed estrema tare su di una certa stabilità visto che
il paese insieme ad altri partiti. non è riuscita a convincere gli l’Italia non ha più scadenze importan-
Si sa che gli italiani non hanno molta ti da affrontare prima dell’elezione
fiducia nella capacità d’azione dei loro
elettori. Il governo Conte ne del presidente della repubblica nel
rappresentanti, che considerano anche esce rafforzato 2022.
troppo pagati. Il risultato quindi non è Il primo in Europa a essere colpito
una sorpresa. Può stupire casomai che la n Italia il tanto temuto terremo- dalla pandemia, l’esecutivo italiano si
vittoria del sì non sia stata ancora più cla-
morosa. Prima dell’estate, stando ad al-
cuni sondaggi, fino al 90 per cento degli
italiani si dichiarava a favore del taglio
dei parlamentari.
I to elettorale non c’è stato. L’e-
strema destra non ha conquista-
to la Toscana, roccaforte della
sinistra, e non ha fatto progressi signi-
ficativi alle elezioni regionali, dove
vede di fatto rafforzato dalla sua ge-
stione della crisi, in particolare dal
suo atteggiamento particolarmente
prudente di uscita dal lockdown, che
finora ha permesso di evitare la risali-
era in gioco l’elezione di sei presidenti ta dei contagi registrata invece in Spa-
Una riforma più ampia di regione. gna, in Francia e nel Regno Unito.
Nelle ultime settimane, però, il fronte del Quello del 20 e 21 settembre era il
no, trasversale a tutti i partiti, ha recupe- primo voto dell’era covid-19 nella pe- Strategia giusta
rato terreno con un’offensiva finale. I nisola e rappresentava una sorta di I risultati di questa strategia sono evi-
contrari al taglio dei parlamentari hanno test nazionale per il governo di Giu- denti: da più di tre settimane l’Italia
fatto notare che per un risparmio relati- seppe Conte – coalizione formata un registra tra mille e duemila nuovi casi
vamente esiguo – tra i 57 e i cento milioni anno fa tra il Movimento 5 Stelle al giorno e questo numero rimane ab-
di euro all’anno – la rappresentanza dei (M5S) e il Partito democratico (Pd) – bastanza stabile. Nei sondaggi il livel-
cittadini in parlamento verrà ridotta al in un contesto segnato dalle gravi lo di consensi sull’azione del presi-
punto che l’Italia si ritroverà in futuro con conseguenze sanitarie (35mila morti dente del consiglio italiano è rimasto
la quota più bassa di parlamentari ogni da marzo), economiche e sociali della alto – superiore al 60 per cento dalla
centomila elettori – lo 0,7 – di tutta l’U- pandemia. primavera – e questo rischia di far in-
nione europea. Per i favorevoli al taglio, Solo le Marche, regione poco po- gelosire vari suoi colleghi europei.
un numero ridotto di parlamentari riu- polata, passano da sinistra a destra, A differenza di quanto si poteva
scirà a svolgere il proprio ruolo con più con una coalizione guidata da un rap- immaginare, in Italia la pandemia
serietà ed efficienza. Potrebbe essere un presentante del movimento di estre- non ha affatto favorito il populismo.
primo passo verso una riforma più ampia ma destra Fratelli d’Italia (postfasci- Le elezioni regionali fanno respirare –
del parlamento, e rimettere in discussio- sta). Ma altrove gli elettori hanno pre- e sperare – i partiti moderati preoccu-
ne anche gli elevati stipendi di deputati e ferito confermare i candidati già eletti pati di un’affermazione dell’estrema
senatori. o hanno scelto quelli che garantivano destra. Per l’Unione europea queste
I cinquestelle possono affermare di una continuità con i loro predecesso- elezioni sono un sollievo e smentisco-
aver realizzato una delle loro proposte ri, come Eugenio Giani (Partito de- no i “frugali”, i paesi del nord che te-
fondamentali. Luigi Di Maio, ministro mocratico) in Toscana. Tuttavia la mevano che il piano di rilancio euro-
degli esteri ed ex leader del partito, ha principale avversaria di Giani, Susan- peo adottato a metà settembre avreb-
parlato di giornata “storica”: “Ce l’abbia- na Ceccardi, 33 anni ed eurodeputata be favorito la vittoria elettorale dell’e-
mo fatta”, ha detto. Anche il Partito de- della Lega, ha ottenuto il 40 per cento strema destra in Italia.
mocratico ha esultato, ma con modera- in quella che un tempo era una rocca- In realtà gli elettori sembrano aver
zione. In occasione del referendum si è forte “rossa”. Un risultato che riflette apprezzato la gestione regionale della
schierato per il sì, ma in parlamento ave- la forte presenza locale del partito di sanità e non hanno premiato dei mo-
va votato contro la riforma per ben tre Matteo Salvini, escluso dalla coalizio- vimenti di estrema destra che voleva-
volte. Solo nel voto finale ha cambiato ne di governo nel 2019. no approfittare dello smarrimento e
orientamento, dato che nel frattempo si La conferma della sinistra in To- dei danni economici e sociali provo-
era alleato con i cinquestelle. Uno dei scana, il relativo fallimento dell’estre- cati dalla pandemia. Un utile avverti-
vincitori nell’ombra è il presidente del ma destra e il calo dei sostenitori di mento per i movimenti politici che,
consiglio Giuseppe Conte, vicino ai cin- Salvini anche là dove la destra vince altrove in Europa, potrebbero essere
questelle ma non iscritto al partito. Prima sono dei segnali incoraggianti per il tentati da questo tipo di strategia in-
CONTINUA A PAGINA 34 » governo di Conte, che ormai può con- cendiaria. ◆ adr

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 33


Visti dagli altri
del referendum aveva annunciato pub- L’opinione
blicamente che avrebbe votato sì. Una
dichiarazione a titolo personale, ma con
un certo peso politico.
In generale, il risultato dell’election
Facili entusiasmi
day, come gli italiani hanno chiamato la
doppia chiamata alle urne, ha portato Rosa Gilbert, The Guardian, Regno Unito
grande sollievo a un governo spesso divi-
so. Come succede sempre in Italia, anche La Lega non è riuscita a rischiato di vincere in Toscana.
alla vigilia di queste elezioni è stato evo- conquistare la Toscana. Ma se Da anni le regioni storicamente go-
cato lo spettro della crisi, con analisti po- vernate dalla sinistra si stanno spostan-
litici e giornalisti che si sono divertiti ad
vuole vincere, la sinistra deve do a destra, in alcuni casi perché i parti-
abbozzare ipotetici scenari alternativi. offrire qualcosa di più ti progressisti si sono dimostrati inca-
Ma lo stesso Conte aveva escluso che il paci di difendere i lavoratori dalla crisi
suo esecutivo fosse in discussione. Par- Europa ci sta guardando”, ha dell’industria e del lavoro. Oggi la de-
lando agli studenti, ha detto che il suo
governo dovrà essere giudicato dalla ca-
pacità di usare al meglio i miliardi stan-
“L’ scritto il quotidiano la Na-
zione in Toscana, l’unico ba-
stione in cui la sinistra italiana ha tenu-
stra controlla quattordici regioni su
venti. Nel 2015 ne governava solo tre.
Da allora la coalizione di centrodestra
ziati per superare la crisi causata dalla to alle elezioni europee del 2019. si è compattata, mentre la sinistra non
pandemia di covid-19: “Se noi perdere- Quest’anno, alle regionali del 20 set- ha saputo fare altrettanto.
mo questa sfida, voi avete il diritto di tembre, la Toscana sembrava sul punto
mandarci a casa”. Per una valutazione su di eleggere il suo primo presidente di Gli effetti dell’austerità
come saranno stati spesi i soldi del piano destra. Alla fine la Lega di Matteo Salvi- La battaglia serrata tra sinistra e destra
per la ripresa dell’Europa ci vorrà qualche ni non ce l’ha fatta, ma l’Europa fareb- in Toscana dovrebbe far suonare l’allar-
anno. u nv be meglio a non esultare. Il fatto che la me. Invece di parlare dell’immigrazio-
destra sia arrivata così vicina a vincere ne e della riduzione delle tasse, temi
in una “regione rossa” evidenzia i pro- cari a Salvini, nella regione la Lega ha
Da sapere blemi profondi della politica e della so- promesso di cancellare i tagli alla sani-
La riforma del parlamento cietà italiane. tà e di investire sulle infrastrutture e gli
Cittadini per parlamentare. Fonte: Wall Street Journal Grazie alla decentralizzazione pre- alloggi.
Prima della riforma vista dalla costituzione, le regioni ita- Il governatore in carica Enrico Rossi
liane mantengono un certo potere sulla ha risposto alla pandemia distribuendo
Regno Unito 48.136 spesa pubblica, l’istruzione e la sanità. gratuitamente mascherine, facendo
Le diverse risposte delle amministra- test a tappeto e imponendo misure pro-
Italia 100.599 zioni regionali alla pandemia hanno tettive nelle case di risposo, Però, a
avuto un ruolo chiave in questo voto. In causa dei tagli alla sanità a livello na-
Germania 106.684 Veneto (centrodestra) e Campania zionale, oggi la Toscana ha meno posti
Stati Uniti
(centrosinistra) i presidenti in carica letto in ospedale rispetto a dieci anni fa.
616.217
hanno vinto con un largo margine, in L’austerità imposta dall’Europa è stata
una sorta di plebiscito sulle loro strate- particolarmente dura in Italia, e insie-
Numero di parlamentari. Fonte: Wall Street Journal gie contro il covid-19. Ma la corsa per la me agli alti tassi d’interesse sul debito
Seggi tagliati dalla riforma presidenza della Toscana è un esempio ha provocato una drastica riduzione
Camera bassa Camera alta di un fenomeno nazionale, con una si- degli investimenti nelle infrastrutture.
nistra che a malapena riesce ad argina- Per ora la sinistra può tirare un so-
650
Regno Unito re la Lega. spiro di sollievo. Ma l’ascesa dell’estre-
800 A marzo, mentre il mondo osserva- ma destra non si ferma e le cause del
va lo sforzo dell’Italia per contenere la suo successo restano inalterate. Di si-
400 230 prima ondata di covid-19 in Europa, curo qualcuno raccoglierà il testimone
Italia Salvini ha perso consensi a causa del di Salvini, per esempio Giorgia Meloni,
200 115
suo atteggiamento ambiguo sulla pan- leader di Fratelli d’Italia.
demia, mentre è cresciuta la fiducia Come negli Stati Uniti e nel Regno
709 verso un governo più sobrio e coerente. Unito, anche in Italia se la sinistra aspi-
Germania
69
Molti italiani pensano che la privatizza- ra a qualcosa di più di una difesa a bre-
zione del sistema sanitario lombardo ve termine deve rendersi conto che
favorita dalla Lega sia stata una delle proseguire sulla strada attuale non ba-
435
Stati Uniti cause del disastro provocato dalla pan- sterà a fermare la destra, in un momen-
100 demia nel paese. Quindi è preoccupan- to in cui la popolazione chiede dispera-
te che solo sei mesi dopo la Lega abbia tamente un cambiamento. u as

34 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


Rossana Rossanda, a Roma nel 1987

nel Pci di Palmiro Togliatti, che le aveva


affidato il compito di gestire la Casa della
cultura di Milano. Quest’incarico le per-
mise di stringere legami importanti con
diversi grandi intellettuali europei dell’e-
poca. Fu lei a organizzare l’incontro tra il
leader del Pci e Jean-Paul Sartre, nel 1961
a Roma. Nel 1963 fu eletta deputata nelle
liste del Pci.
Ma all’attività parlamentare Rossan-
da ha sempre preferito il ruolo di agitatri-
BETTINA FLITNER (LAIF/CONTRASTO)

ce e la battaglia delle idee. Il 23 giugno del


1969 uscì il primo numero del Manifesto,
una rivista mensile fondata da Rossanda
insieme a Lucio Magri, Luigi Pintor e Va-
lentino Parlato con l’obiettivo di animare
l’ala sinistra del partito dopo l’afferma-
zione della linea più moderata al con-
gresso del 1968.

La vita piena Nel secondo numero, la rivista pubbli-


cò un editoriale intitolato “Praga è sola”,
che denunciava le esitazioni del Pci e la
di Rossana Rossanda freddezza della sua condanna dell’inva-
sione della Cecoslovacchia da parte dei
carri armati sovietici nell’anno preceden-
te. L’articolo ebbe una enorme risonanza.
Jérôme Gautheret, Le Monde, Francia Un’impronta chiara
Partigiana, parlamentare, po la seconda guerra mondiale sarebbe In quel modo si consumò la rottura: nel
scrittrice e appassionata tornata alla Jugoslavia. Proveniente da novembre del 1969 la redazione del Ma-
una famiglia della borghesia irredentista nifesto fu radiata dal partito. E così ebbe
agitatrice culturale, faceva parte locale, Rossanda era partita per Milano inizio anche una nuova avventura edito-
del gruppo che fondò il agli inizi degli anni trenta, quando la sua riale. Nel 1971 nacque il quotidiano il Ma-
quotidiano il Manifesto. È morta famiglia era stata mandata in rovina dalla nifesto. Comunista senza essere filoso-
a Roma all’età di 96 anni grande depressione. vietico, simpatizzante del maoismo pur
Nel capoluogo lombardo aveva termi- respingendo il totalitarismo, il quotidia-
nato gli studi nei migliori istituti cittadi- no ha avuto un percorso originale, soste-
iornalista, traduttrice, ex depu- ni, come il liceo Manzoni. nendo le lotte sociali e femministe men-

G tata del Partito comunista (Pci)


e fondatrice della rivista il Ma-
nifesto (poi diventata un quoti-
diano), Rossana Rossanda è morta nella
notte tra sabato 19 e domenica 20 settem-
L’impegno nella resistenza
Nel 1940 si era iscritta alla facoltà di let-
tere, dove aveva incontrato il filosofo An-
tonio Banfi, che le aveva fatto scoprire il
tre il paese viveva al ritmo delle convul-
sioni degli anni di piombo.
Senza mai occuparsi della direzione
operativa del quotidiano, Rossanda lo ha
animato intellettualmente, lasciando
bre, nella sua casa di Roma, a 96 anni. De- marxismo in una versione personale pri- un’impronta chiara. Con il passare degli
bilitata da un ictus, la donna che nella sua va di ogni forma di determinismo. Per anni si era progressivamente allontanata
autobiografia si era definita una “ragazza Rossanda, Banfi fu una sorta di mentore, dal Manifesto, senza però lasciarlo uffi-
del secolo scorso” aveva ormai ridotto for- nonché il padre di suo marito Rodolfo. cialmente. Se ne andrà solo nel 2012, a 88
temente la propria attività. Cresciuta in un ambiente borghese e anni, a causa di dissidi interni alla reda-
La sua ultima apparizione pubblica ri- protetto, Rossanda decise di impegnarsi zione.
sale alla primavera del 2019, alla Casa in- attivamente nella resistenza. Nel mondo Qualche mese prima aveva sorpreso
ternazionale delle donne di Roma, per dei partigiani diventò “Miranda”. Quell’e- molti amici aiutando il suo compagno di
sostenere le candidate di sinistra alle ele- sperienza la segnò profondamente, tanto lotte Lucio Magri a raggiungere la Svizze-
zioni europee. che molto tempo dopo ha rimpianto il fat- ra per ottenere il suicidio assistito. A chi
Rossana Rossanda era nata nel 1924 a to di aver conosciuto la guerra tra i 17 e i 21 le rimproverava quella decisione, rispon-
Pola (oggi in Croazia) nel cuore di quell’I- anni e di non aver “ballato neppure una deva che era rimasta accanto a Magri e gli
stria diventata da poco italiana e che do- sola estate”. Nel 1947 entrò ufficialmente aveva tenuto la mano fino alla fine. u as

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 35


Le opinioni

Non dobbiamo abituarci


alle catastrofi
Slavoj Žižek
e ultime parole del moribondo perso- si non deve essere una scusa per trattarle separata-

L naggio Big Boss del videogioco di Hi- mente a spese di altre cose, come vorrebbe chi dice
deo Kojima Metal Gear Solid 4 oggi sono che nella lotta alla pandemia abbiamo il diritto di tra-
più attuali che mai: “Non si tratta di scurare la crisi climatica o che mantenere l’ordine
cambiare il mondo. Si tratta di fare del pubblico è più importante che arginare la pandemia.
nostro meglio per lasciarlo com’è”. So- Le proteste di Black lives matter sono una reazione
no attuali, ma con qualche aggiunta: la siccità, le fore- non solo alla brutalità della polizia ma anche alle in-
ste in fiamme, il coronavirus, la povertà come risulta- giustizie economiche; la pandemia è radicata nel no-
to della nuova ricchezza. Se vogliamo lasciare il mon- stro rapporto distorto con la natura e così via. Secon-
do così com’è, dobbiamo cambiarlo radicalmente. Se da, non dovremmo concludere che serve un qualche
non facciamo nulla, diventerà presto irriconoscibile. tipo di progresso morale solo perché stiamo affron-
E per ora non stiamo facendo quasi tando una crisi complessa. Chi è al po-
niente: gli accordi contro la crisi clima- Se vogliamo lasciare tere invoca sempre una nuova etica co-
tica mascherano questo nulla. il mondo così com’è me via d’uscita. Dopo il crollo finanzia-
Un esempio di questo atteggiamen- dobbiamo rio del 2008, i personaggi pubblici – dal
to sono gli incendi nell’ovest degli Stati cambiarlo papa in giù – ci hanno bombardato con
Uniti. Come spiega lo scrittore Mike radicalmente. Se inviti a combattere la cultura del consu-
Davis: “Alla fine degli anni quaranta le non facciamo nulla, mismo. Anche oggi si sentono voci si-
macerie di Berlino diventarono un la- diventerà presto mili: non bastano interventi economici,
boratorio in cui gli studiosi di scienze irriconoscibile. solo una nuova etica può salvarci.
naturali analizzavano la rinascita delle La terza falsa soluzione è la finta
E per ora non stiamo
piante dopo tre anni di bombardamen- saggezza dei mezzi d’informazione, se-
ti. Si aspettavano che la vegetazione facendo quasi niente condo i quali le pandemie e la crisi cli-
originaria della regione sarebbe presto matica sono fatti della vita e dovremmo
tornata. Ma scoprirono che non era così. A predomi- semplicemente imparare a conviverci, il che significa
nare erano invece piante arrivate da chissà dove. Nac- abituarci alla “nuova natura sinistra “. Questa saggez-
que un dibattito sulla ‘Natura II’. La tesi era che il ca- za è falsa, perché le infezioni, il riscaldamento globa-
lore degli incendi provocati dalle bombe e la polveriz- le, e così via, non sono fatti della vita, nascono dalla
zazione delle strutture di mattoni avessero creato un nostra interazione con la natura e tra noi, basti soltan-
nuovo suolo che favoriva la colonizzazione da parte di to pensare a come è cambiato l’inquinamento atmo-
piante come l’albero del paradiso, che si era evoluto sferico durante il lockdown di marzo e aprile.
nel Pleistocene sulle morene delle calotte glaciali. La quarta falsa soluzione è pensare che quello di
Una guerra nucleare, avvertirono gli scienziati, po- cui abbiamo bisogno oggi è una chiara percezione di
trebbe riprodurre queste condizioni ‘ovunque’”. Da- tutte le dimensioni della crisi che stiamo attraversan-
vis prosegue: “Nel 2009, dopo gli incendi del sabato do, e il radicale cambiamento sociale che questa per-
nero dello stato di Victoria, gli scienziati australiani cezione c’impone. L’azione dovrebbe seguire il pen-
calcolarono che l’energia rilasciata dalle fiamme era siero. Ma anche i nostri nemici pensano, seppure a
pari all’esplosione di 1.500 bombe di Hiroshima. Gli modo loro: per esempio, parallelamente alle “zone
incendi negli stati americani del Pacifico sono più libere dal covid”, i conservatori polacchi parlano di
estesi e la loro potenza è paragonabile a quella di cen- “zone libere da persone lgbt” che sono già state crea-
tinaia di bombe all’idrogeno. Dal fuoco emerge una te in un terzo del paese. Altri associano la pandemia al
nuova natura sinistra”. multiculturalismo, quindi considerano una forte
Noi in quanto “umanità” non stiamo solo “di- identità nazionale una forma di difesa.
struggendo la natura”, stiamo favorendo la nascita di Allora qual è il modo giusto di agire? Se tu, caro
una nuova natura in cui non ci sarà posto per noi. La lettore o cara lettrice, non l’hai indovinato, non c’è SLAVOJ ŽIŽEK
è un filosofo e
pandemia di covid-19 non è forse un caso esemplare? speranza per te. Non dovremmo aspettare un’Azione
studioso di
Quindi non dovremmo preoccuparci troppo della na- globale, ma impegnarci in lotte specifiche e coordi-
psicoanalisi sloveno.
tura: sopravvivrà, sarà solo cambiata al punto da im- narle con altre lotte: per combattere la crisi climatica Il suo ultimo libro
pedirci di riconoscerla. Poniamoci allora la domanda abbiamo bisogno di tanti Assange, per sconfiggere la uscito in Italia è Virus.
di Lenin: che fare? Ci sono quattro false soluzioni da pandemia abbiamo bisogno di un’assistenza sanitaria Catastrofe e
evitare come un vampiro evita l’aglio. Prima, il fatto globale, per eliminare il razzismo e il sessismo abbia- solidarietà (Ponte alle
che siamo davanti a una combinazione di diverse cri- mo bisogno di cambiamenti economici. u bt grazie 2020).

36 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


Le opinioni

Il Giappone è schiacciato
tra due giganti in lotta
Minxin Pei
d agosto le dimissioni a sorpresa del te capitale politico in patria, ma cancellare l’incontro

A primo ministro giapponese Shinzō danneggerebbe i legami con Pechino. La sola cosa
Abe per motivi di salute hanno sol- che il nuovo primo ministro può fare è trovare tutte
levato molte domande sull’eredità le scuse possibili per continuare a rimandare la visita
del premier che ha governato più a il più possibile.
lungo il paese. Una di queste è se il Comunque le tensioni sul vertice sino-giapponese
suo successore, Yoshihide Suga, sarà in grado di as- non saranno niente in confronto al probabile impatto
sumere il ruolo di equilibratore geopolitico svolto da sul Giappone delle due dispute che opporranno Cina
Abe, mentre la tensione tra Cina e Stati Uniti conti- e Stati Uniti nei prossimi anni. In primo luogo gli Stati
nua a salire. Questi due paesi sono fondamentali per Uniti inviteranno il Giappone a rafforzare le limita-
la prosperità e la pace del Giappone: gli Stati Uniti zioni su alcune tecnologie chiave che il paese fornisce
sono i garanti della sicurezza e il secondo partner alla Cina. Ma con più di 38 miliardi di dollari investiti
commerciale di Tokyo, mentre la Cina è il primo in Cina e quasi 14mila aziende attive nel paese, per il
partner commerciale e il suo vicino più Giappone sarebbe economicamente
prossimo. Il nuovo primo rovinoso e nocivo dal punto di vista di-
Dopo la rielezione a primo ministro ministro Yoshihide plomatico rispettare alla lettera le san-
nel dicembre 2012, Abe ha gestito abil- Suga dovrà zioni statunitensi. Nessuno sa in che
mente le relazioni con entrambi. Ha mantenere il ruolo modo Suga, che è stato capo di gabinet-
cercato in tutti i modi di farsi amico di equilibratore to di Abe negli ultimi otto anni, riuscirà
Donald Trump, mentre il presidente geopolitico tenuto ad accontentare Washington senza far
statunitense sosteneva che i rapporti dal suo predecessore infuriare la Cina o viceversa.
commerciali con il Giappone non era- Shinzō Abe, mentre Il nuovo primo ministro si troverà a
no “né equi né aperti”, e pretendeva un fare i conti con una situazione più dura
la tensione tra Cina
contributo maggiore di Tokyo al man- anche nelle questioni di sicurezza. In
tenimento delle truppe americane in
e Stati Uniti sale qualità di membro della cosiddetta
Giappone. Abe ha ulteriormente ac- Quad – un’alleanza che include anche
contentato la Casa Bianca, impedendo al gigante Australia, India e Stati Uniti – il Giappone dovrà ge-
cinese delle comunicazioni Huawei di partecipare stire le richieste di Washington di partecipare più
alla costruzione della rete 5g nell’arcipelago. Al tem- spesso a esercitazioni navali congiunte per rispon-
po stesso ha coltivato i legami con il presidente cine- dere alle rivendicazioni territoriali di Pechino nel
se Xi Jinping, facendo un viaggio diplomatico a Pe- mar Cinese meridionale. Nel 2019, per esempio, una
chino, nell’ottobre 2018, per il primo vertice si- portaerei giapponese si è unita alle esercitazioni na-
no-giapponese in sette anni. Con le relazioni tra Ci- vali coordinate dagli Stati Uniti in acque rivendicate
na e Stati Uniti in caduta libera, Xi aveva progettato dalla Cina. Pechino non ha reagito, dato che le rela-
una visita di stato in Giappone nell’aprile 2020, che zioni bilaterali tra i due paesi erano migliorate. Ma
sarebbe stata la prima di un leader cinese dal 2008. potrebbe farlo in futuro.
L’incontro però è stato rimandato a causa della pan- Una cosa che potrebbe distruggere completa-
demia di covid-19. mente i legami tra Cina e Giappone sarebbe lo spie-
Per Suga però sarà sempre più difficile evitare di gamento di missili statunitensi a medio raggio sul
prendere posizione nello scontro tra Washington e territorio giapponese. Il Pentagono è ansioso di po-
Pechino. A breve dovrà prendere una decisione sizionare armamenti ai confini con la Cina continen-
sull’eventuale visita di stato di Xi. Nel Partito liberal- tale, e il Giappone è un luogo ideale. I missili sono
democratico di Suga molti sono contrari alla visita, a ancora in fase di sviluppo, ma quando Washington
causa della repressiva legge sulla sicurezza naziona- ne avrà prodotto quantità sufficienti, farà pressione MINXIN PEI
le che Pechino ha imposto di recente a Hong Kong. su Tokyo. Se Tokyo dovesse accettare, le relazioni insegna scienze
politiche al
Una visita di stato in Giappone di fronte alle teleca- con Pechino potrebbero conoscere la peggior crisi da
Claremont McKenna
mere sarebbe una vittoria per Xi, ansioso di dimo- quando i due paesi le hanno ripristinate nel 1972.
college, in California.
strare che la strategia di contenimento della Cina Niente di tutto questo è colpa di Abe o di Suga. Il suo ultimo libro è
attuata dall’amministrazione Trump sta fallendo. La Ma i problemi illustrano una volta di più la delicata China’s crony
pressione di Pechino per stabilire una nuova data situazione di un paese schiacciato tra due giganti in capitalism (Harvard
metterà Suga in una situazione difficile. Acconsenti- lotta tra loro e gli ostacoli che dovrà superare il nuo- University Press
re ai desideri della Cina gli costerebbe un importan- vo primo ministro giapponese. u ff 2016).

38 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


Niall Kishtainy Breve storia dell’economia
per chi non ne sa niente

Ti aspettiamo su
In copertina

Riavviare l’u
Oliver Staley, Quartz, Stati Uniti

La pandemia ha costretto docenti e studenti a


sperimentare l’istruzione a distanza. E ora molte
università devono decidere se proseguire su
questa strada. Negli Stati Uniti la scelta avrà
conseguenze enormi

ome tante altre università l’istruzione online ha smesso di essere un

C statunitensi, la scorsa pri-


mavera anche la Simmons
university di Boston ha do-
vuto adeguarsi in fretta al
covid-19, chiudendo le sa-
le per le conferenze e spostando le lezioni
online. E ora, come molti altri atenei, si sta
preparando a un autunno a distanza.
Ma la Simmons, un’istituzione privata
servizio di nicchia ed è diventata una
componente essenziale dell’esperienza
universitaria.
Alcuni atenei approfitteranno dell’op-
portunità per tagliare le spese di strutture
e didattica e adotteranno un modello ibri-
do, con lezioni sia a distanza sia in aula.
Altre, come la Simmons, lanceranno nuo-
vi programmi aumentando così le loro
femminile fondata nel 1899, vuole spin- entrate e allargando l’istruzione superiore
gersi ancora più in là. Oltre a confermare a nuovi studenti che non metteranno mai
tutti i corsi online per l’autunno, ha deci- piede nel campus. E in alcuni casi nasce-
so di lanciare un nuovo programma a di- ranno modelli di apprendimento comple-
stanza di primo livello che proseguirà tamente inediti che con il tempo divente-
anche dopo la fine della pandemia. Rea- ranno sempre più popolari.
lizzato insieme alla 2U, un’azienda che
offre tecnologie per la didattica, questo Nuovi studenti
programma non si rivolge solo a chi è già In un mondo come quello universitario,
iscritto all’ateneo ma “anche a nuovi tipi con secoli di storia alle spalle, i cambia-
di studenti, persone che altrimenti non menti avvengono lentamente. Ma gli in-
potrebbero partecipare alla esclusiva ed vestimenti degli atenei in tecnologia e
eccellente istruzione garantita dalla Sim- formazione – e il fatto che sono sempre di
mons”, spiegava a maggio la sua presi- più gli studenti, i genitori e i docenti che
ROSSELLA SANTOSUOSSO (SIZIGIA)

dente Helen Drinan. L’esperimento po- sembrano accettare la didattica online –


trebbe anticipare i cambiamenti che ci trasformeranno definitivamente l’istru-
aspettano. zione superiore negli Stati Uniti. E visto
Il covid-19 ha costretto le università di che molte università in altri paesi prendo-
tutti gli Stati Uniti a confrontarsi con l’i- no a modello gli Stati Uniti, alla fine le
struzione a distanza, in molti casi per la conseguenze saranno globali.
prima volta. Studenti e genitori – che in “Le persone pensano al covid-19 co-
passato associavano le lezioni online alle me a un terremoto. Non è una metafora
scuole che sfornano diplomi senza valore sbagliata, ma dobbiamo pensare a un ter- Dall’altra parte del paese rispetto alla
– si sono ritrovati immersi in una nuova remoto al centro dell’oceano Pacifico”, Simmons, i tecnici dell’Arizona state
realtà, mentre docenti e dirigenti scettici sostiene Ben Nelson, imprenditore e fon- university hanno passato gli ultimi mesi a
hanno dovuto frequentare corsi intensivi datore del Minerva, un college online installare migliaia di videocamere e altre
per capire come gestirla. molto selettivo. “È fortissimo, ma nessu- apparecchiature per l’insegnamento a di-
La storia potrebbe ricordare il 2020 co- no se ne accorge fino a quando non diven- stanza in ottocento aule. Non è una misu-
me un punto di svolta, il momento in cui ta uno tsunami”. ra temporanea, spiega il presidente Mi-

40 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


università

Palazzo Poggi, una delle sedi storiche dell’università di Bologna, il 3 marzo 2020

chael Crow. “Non abbiamo speso dieci denti possono frequentare le lezioni a spalancherà le porte del settore, offrendo
milioni di dollari solo per affrontare i pros- distanza o in presenza, un modello ibrido lauree brevi a chiunque voglia studiare.
simi due semestri”. che li aiuta a laurearsi più velocemente e, “Abbiamo bisogno di milioni di persone
Crow è da sempre un grande sosteni- in alcuni casi, ad avere più di una specia- con un’istruzione superiore”, continua.
tore della didattica online. In primavera il lizzazione. “Stiamo facendo tutto il possibile per ren-
suo ateneo ha conferito 42.642 lauree Crow è convinto che la sua università dere accessibile il campus, ma ci rivolgia-
online, contro le 1.582 del 2011. Gli stu- sia l’avanguardia di una rivoluzione che mo anche a chi avrebbe sempre voluto

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 41


In copertina
frequentare l’università e non ha potuto un’esperienza rigida, e l’atmosfera del tenzialità di internet e nel 1993 si buttò
farlo”. Man mano che l’offerta di corsi cre- campus, concepita per incoraggiare il sull’online. Nel 1999 la sua scuola otten-
sce, molti studenti si allontanano dalle pensiero critico, è sostituita da videochia- ne la certificazione ufficiale dalle autori-
università tradizionali – soprattutto da mate su Zoom. Nelle sue varianti peggio- tà, nonostante le obiezioni dei docenti
quelle che non hanno abbassato la retta ri, l’istruzione online consiste semplice- universitari. Sull’esempio di quella fon-
per la didattica a distanza – e s’iscrivono mente nel far laureare gli studenti il più data da Jones (che avrebbe chiuso nel
alle università specializzate nell’insegna- rapidamente possibile, lasciando poco 2016), nacquero altre università a scopo
mento online. E queste sperano di inter- spazio al vero apprendimento. di lucro, mentre alcune trade school (isti-
cettare gli studenti finora legati all’espe- Al centro del dibattito c’è una doman- tuti professionali che offrono corsi di due
rienza del campus offrendo percorsi di da fondamentale: qual è il ruolo delle uni- anni) aggiunsero ai diplomi per meccani-
laurea più veloci ed economici. versità? Servono a garantire la mobilità ci e periti elettronici lauree di primo e se-
sociale e a preparare milioni di persone a condo livello.
Una domanda fondamentale carriere ben retribuite? O a formare le Grazie a pubblicità aggressive – e a
La Western governors university (Wgu), menti al pensiero critico? volte ingannevoli e fraudolente – e a un
un’università privata online fondata nel Per tutta la seconda metà del novecen- uso disinvolto dei prestiti concessi dal go-
1997 da un gruppo di governatori degli to gli Stati Uniti cercarono di verno agli studenti, il settore
stati occidentali, è specializzata in corsi di raggiungere entrambi gli obiet- online a scopo di lucro è esplo-
laurea per adulti che lavorano. Ma ultima- tivi. Le università pubbliche si so. Nel 2010 gli iscritti a questo
mente, spiega la rettrice Marni Baker moltiplicarono e questo permise tipo di corsi erano più di due
Stein, si stanno iscrivendo anche dei gio- di avere un’ampia offerta di qua- milioni – molti lavoratori e sol-
vani, attirati dalla possibilità di prendere lità a costi accessibili. Ma a par- dati dell’esercito –, vale a dire
una laurea e contemporaneamente lavo- tire dal 1990, quando gli stati hanno co- un decimo di tutti gli studenti che
rare. Dal 2016 al 2020 gli iscritti tra i 18 e i minciato a tagliare i fondi, negli atenei quell’anno frequentavano un’università.
24 anni sono aumentati in modo consi- pubblici la retta media per i corsi di laurea Ma non è passato molto tempo prima
stente, passando dall’1 al 12 per cento del di quattro anni è triplicata(da 3.510 a che il settore crollasse: inchieste e azioni
totale. “Sono sempre di più i ragazzi e le 10.440 dollari). Il debito degli studenti è giudiziarie hanno rivelato che i laureati
ragazze di quell’età che non vogliono in- salito alle stelle e la percentuale di diplo- erano pochi, gli studenti erano molto in-
debitarsi per studiare ma allo stesso tem- mati che frequentano corsi quadriennali debitati e i risultati in termini di inseri-
po non vogliono rinunciare all’universi- si è fermata al 44 per cento, dopo essere mento nel mondo del lavoro erano scarsi.
tà”, dice Baker Stein. “Il covid-19 ha sem- cresciuta stabilmente tra il 1970 e il 1990. Nel 2019 la university of Phoenix, che era
plicemente accelerato questo processo”. Ora l’insegnamento online potrebbe in- arrivata ad avere 470mila iscritti, ha rag-
Chi è a favore dell’insegnamento vertire di nuovo la tendenza, ma anche giunto un accordo con la Federal trade
online lo considera un modo per dare più cambiare definitivamente la nostra idea commission (l’agenzia governativa che
opportunità a chi prima considerava la di università. tutela i diritti dei consumatori) dopo esse-
laurea una meta irraggiungibile: adulti La formazione a distanza nacque nel re stata accusata di pubblicità ingannevo-
che lavorano, genitori single, persone con novecento con i corsi per corrispondenza le. Dovrà sborsare 191 milioni di dollari,
disabilità o impegnate a tempo pieno nel (ancora oggi popolari tra i detenuti), ma per lo più destinati a cancellare i debiti
lavoro di cura, e giovani che non potevano la prima istituzione a offrire corsi di lau- degli studenti.
permettersi i costi crescenti delle rette. rea online fu la Jones international
Ma molti altri sostengono che con que- university, una scuola privata fondata da Rivolti agli adulti
sto modello si perde l’essenza dell’istru- Glenn Jones, imprenditore della tv via ca- Le università tradizionali avrebbero potu-
zione universitaria: il processo dell’ap- vo. Jones aveva lanciato il canale Mind to colmare questo vuoto, ma erano impe-
prendimento tra colleghi è sostituito da extension university, ma poi intuì le po- gnate in un’altra avventura online: i Mas-
sive open online courses (Mooc), uno
Da sapere La spesa per l’istruzione degli europei sforzo idealistico per rendere gratuita e
universale l’istruzione superiore. Le mag-
Spesa pubblica per l’istruzione universitaria in Europa, percentuale del pil, 2017 giori università del paese hanno lanciato
2,0 centinaia di corsi, e milioni di studenti si
sono iscritti a piattaforme come edX e
FONTE: ELABORAZIONE OSSERVATORIO CPI SU DATI EUROSTAT

1,8
1,6 Coursera. Ma pochi sono arrivati in fondo,
1,4 e senza la promessa di una laurea non era
1,2 facile per gli atenei fare profitti.
1,0 Il vuoto lasciato dalle università a sco-
0,8 po di lucro è stato invece colmato da un
0,6
eclettico gruppo di istituti privati nonpro-
0,4
fit, che hanno investito nell’online e, cosa
0,2
altrettanto importante, nel marketing.
0
Università come la Western Governors, la
Southern New Hampshire e la Liberty non
Pa ima a
iB a
C si
Po pro
Es nia

Sv ia
C zia
ov a
B ia
ng io
ria
rt lta
er llo

G ia

p. ia
a
Le cia

U ia
Au -28
Bu tria
Li aria

ac a
Sp hia
Fr na
Lu Ir ncia

Re b a
o go

It to
ia
em d
es rc

Ro Cec
i

Sl azi

ov ni
as
an d

en

an

Re uan
U elg

ni
al
gn ur
ss lan
ag
G ga
Po Ma
he
e

re

saranno in cima all’elenco dei migliori


c
D lan

lo
to

tto

Sl ma
i

e
s
lg

U
ro

a
m
o

t
n
Fi

atenei del paese, ma hanno attirato una

42 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


Diego, studente di economia a Bologna, durante una lezione online, il 3 marzo 2020
ROSSELLA SANTOSUOSSO (SIZIGIA)

grossa fetta degli adulti che cercavano vono essere online a orari specifici. Posso- merso nel verde con uno Starbucks.
un’alternativa rispettabile a quei corsi ca- no modificare il carico dei corsi o conce- Avranno un’esperienza di valore in linea
duti in disgrazia. Oggi contano almeno dersi una pausa, a seconda del momento. con i loro obiettivi”.
100mila studenti a testa. E crescendo le università possono am-
Queste università, insieme a una man- mortizzare i costi, in modo da non far au- Come una fabbrica
ciata di atenei pubblici come la Central mentare le rette. Ma per chi critica il modello basato sulle
Florida e l’Arizona State, hanno messo a Una laurea online di istituzioni come competenze – e l’istruzione online più in
punto una formula che sfrutta le potenzia- Southern New Hampshire o la Western generale – gli studenti non rinunciano solo
lità di internet per proporre servizi su va- Governors implica dei compromessi che alle feste e ad altri piacevoli diversivi. Ri-
sta scala. Si rivolgono ad adulti che voglio- gli studenti devono accettare, spiega nunciano a una vera istruzione universita-
no laurearsi e non sono interessati alle fe- Stein, la rettrice della Wgu. “Non avranno ria. Questo tipo di apprendimento “tra-
ste e allo sport. Accettano crediti accumu- una squadra di football e un campus im- sforma i voti, che dovrebbero essere una
lati in altre istituzioni e tengono conto piccola componente dell’esperienza al
delle esperienze di vita degli iscritti, aiu- college, nell’elemento principale”, sostie-
tandoli a raggiungere più rapidamente il Da sapere ne Johann Neem, professore di storia alla
loro obiettivo. Offrono un ventaglio limi- A casa e in aula Western Washington university. “Non
tato di programmi per tenere bassi i costi. Come riprenderanno le lezioni in tremila rende più democratico il sistema universi-
Soprattutto, molti offrono un metodo college statunitensi, settembre 2020 tario. Semmai democratizza le lauree, ma
d’insegnamento basato sulle competen- % le lauree non sono l’elemento principale
ze, che permette agli studenti di procede- Soprattutto online 34,0 dell’università. L’obiettivo dovrebbe esse-
re con il proprio passo, studiando fino a Soprattutto in presenza 23,0 re produrre conoscenza, non velocizzarla
quando ottengono il voto richiesto per an- come in una fabbrica”.
dare avanti. I loro progressi sono monito- In entrambi i modi 21,0 Secondo Neem la componente fisica è
rati da tutor, una figura a metà tra un con- Completamente online 10,0 fondamentale: i docenti e gli studenti de-
sulente e un insegnante. Completamente in presenza 3,9 vono incontrarsi almeno una volta alla
I vantaggi di un modello basato sulle settimana per condividere le loro idee, in
competenze sono evidenti. L’apprendi- Ancora incerti 2,9 uno spazio dedicato all’apprendimento. È
mento è asincrono (l’interazione tra do- Altro 5,0 un po’ come andare in chiesa: i credenti
centi e studenti avviene con un certo ritar- possono pregare a casa, ma continuano a
Fonte: The Chronicle of Higher Education
do di tempo), quindi gli studenti non de- riunirsi in un edificio concepito proprio

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 43


In copertina
per approfondire questa esperienza. C’è Via del Guasto a Bologna, il 3 marzo 2020
un motivo, sostiene Neem, se Apple e
Google costruiscono dei campus per i loro
dipendenti.
Secondo Stein, invece, questa visione
romantica non si adatta alla realtà degli
studenti di oggi. “Funziona solo per un
numero ristretto di persone”, ribatte. “È
un percorso di maturazione molto costoso
e non così efficace”.
La pandemia ha trasformato il dibatti-
to sui vantaggi dell’apprendimento
online: prima era un duello pedagogico,
ALESSANDRO RUGGERI (SIZIGIA)
ora è una questione urgente per milioni di
persone. Molti si sono confrontati per la
prima volta con la didattica a distanza
questa primavera, e l’hanno trovata delu-
dente. Secondo un sondaggio condotto su
più di tremila studenti dalla Top Hat, un’a-
zienda che offre tecnologia per la didatti-
ca, quasi il 70 per cento degli interessati studenti starebbero pensando di trasferir- sono cresciute del 30 per cento rispetto
pensa che l’istruzione ricevuta online sia si o lasciare l’università (in parte perché all’anno scorso. Come alla Western Go-
inferiore rispetto a quella che avrebbero spesso gli atenei hanno aspettato fino vernors, l’età media degli studenti si sta
avuto in presenza, e la metà ha dedicato all’ultimo prima di comunicare i loro piani abbassando e nella sua pubblicità l’ateneo
meno tempo allo studio. Non sorprende, per l’autunno). Ma tanti, soprattutto gli si rivolge espressamente alle ragazze e ai
considerando che la didattica è stata rior- studenti a basso reddito e quelli apparte- ragazzi appena usciti dalle superiori.
ganizzata in gran fretta, dice Jeff Selingo, nenti alle minoranze, hanno detto che
ex direttore del Chronicle of Higher Edu- quest’autunno la loro vita sarà più difficile. Cavalcare l’onda
cation. “Alcune università d’élite hanno Dovranno seguire meno lezioni, lavorare La crisi attuale non è un’opportunità solo
creato ottimi corsi online, ma è un proces- di più e prendersi cura dei familiari malati. per chi offre alternative online ma anche
so costoso che richiede tempo e un com- Ci sono scuole online che hanno visto per le aziende che realizzano i corsi. Come
pleto ripensamento delle lezioni. La mag- aumentare le domande di ammissione. In la 2U, un’azienda del Maryland quotata in
gior parte dei professori ha messo insieme alcuni casi la crisi economica ha fatto tor- borsa. Fino a qualche mese fa aveva svi-
due software come Blackboard e Zoom e nare all’università molti disoccupati, so- luppato solo programmi per lauree di se-
l’ha chiamata istruzione online”. stiene Erika Orris, responsabile dell’uffi- condo livello, tra cui una in infermieristica
Per alcuni studenti l’esperienza è sta- cio iscrizioni e marketing dell’University per la Simmons. L’azienda di solito gesti-
ta talmente deludente da spingerli a ri- of Maryland global campus, un’università sce la tecnologia, il marketing e le iscrizio-
nunciare. Sarai Flores si era appena online statale che conta circa 90mila stu- ni, e in cambio incassa il 60 per cento del-
iscritta alla Penn state university, un ate- denti. Secondo Orris, però, tra i nuovi le rette. Il modello di business della 2U e di
neo della Pennsylvania fondato nel 1855, iscritti non ci sono giovani che hanno la- altre imprese simili, come la Pearson
ma quando il covid-19 ha stravolto l’anno sciato altri atenei. Learning e la Wiley Education Services,
accademico ha deciso di ritirarsi e di se- Alla Southern New Hampshire le iscri- ha attirato l’attenzione anche di Elizabeth
guire i corsi del Coastline college, vicino zioni per il semestre cominciato a giugno Warren, senatrice del Partito democrati-
a dove vive la sua famiglia, in California. co, e di altri parlamentari, che vedono del-
Dal suo punto di vista non c’era un vero le somiglianze con il modello già usato dai
vantaggio nel seguire le lezioni online Da sapere college privati, finiti sotto inchiesta.
della Penn state. Quando si era iscritta Di fatto la pandemia ha cambiato l’o-
Ascesa e declino
pensava che avrebbe passato gli anni se- rizzonte di molte di queste aziende. Chip
guenti nel campus a stringere amicizie e Studenti iscritti alle università online private Paucek, il direttore generale della 2U, so-
negli Stati Uniti, milioni
a creare rapporti con i docenti. Senza Fonte: Quartz
stiene che ora scuole di ogni tipo e di-
quelle opportunità, l’investimento non 2
mensione sono interessate ai loro servizi.
aveva più senso. “Mi sento in difficoltà a 1,8
Inoltre, secondo un sondaggio fatto dalla
spendere 50-60mila dollari per un corso 1,6 2U a luglio su 1.754 studenti, il 73 per cen-
su internet”, dice Flores. E poi è preoccu- 1,4 to potrebbe prendere in considerazione
pata per i rischi sanitari. “Fanno rientrare 1,2 un programma online. “È un cambio di
gli studenti al campus ma non prevedono 1 paradigma. Abbiamo cominciato a ve-
lezioni in presenza”, ha detto. “Vuol dire 0,8 derlo con gli studenti e ora lo vediamo
circa 40mila studenti, tutti nei dormitori, 0,6 con i docenti”, ha detto Paucek. “Sembra
0,4
e non mi sembra sicuro”. il punto di non ritorno”. Se un gran nume-
0,2
Flores appartiene comunque a una mi- ro di studenti deciderà di passare ai corsi
0
noranza: secondo alcuni sondaggi, pochi 1970 1980 1990 2000 2010 2015 CONTINUA A PAGINA 46 »

44 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


L’opinione

Un’istruzione democratica
per una società più giusta
Francesca Coin per Internazionale
Invece di concentrarci sulla quarto della popolazione tra i 18 e i 29 per chiedere di riaprire le università.
didattica online, dovremmo fare anni e in cui la disoccupazione giovani- Ma la preoccupazione che la didat-
le è intorno al 30 per cento. tica digitale possa sostituire quella in
il possibile per ridurre il costo Il rapporto Svimez generava anche presenza è forse eccessiva. Il proble-
dell’università un altro timore: la riduzione del nume- ma si era posto quando i Massive open
ro degli iscritti, e quindi degli studenti online courses (Mooc), corsi gratuiti e
el suo Rapporto sull’istruzio- fuorisede, avrebbe avuto ricadute ne- aperti erogati da piattaforme private

N ne pubblica del 1792, il mar-


chese Nicolas de Condorcet
scriveva che l’istruzione do-
vrebbe essere gratuita dalle scuole pri-
marie fino all’università. Il vantaggio
gative a livello economico, perché i bar
sarebbero rimasti vuoti e molte case
nelle città italiane sarebbero rimaste
sfitte. Anche per questo il ministero
dell’istruzione, dell’università e della
come Coursera, minacciavano di “rot-
tamare” i docenti per sostituirli con
registrazioni online. Non è andata
così. Come hanno spiegato Justin
Reich e José A. Ruipérez-Valiente del
di un sistema del genere, secondo l’il- ricerca ha scelto di ridurre le tasse per Massachusetts institute of technology
luminato politico e filosofo francese, gli studenti con i redditi più bassi. È (Mit), gli studenti non si sentono ne-
era dare anche ai bambini e ai ragazzi stata una scelta giusta che ha già dato cessariamente coinvolti dai corsi
provenienti dalle classi povere la pos- dei frutti: le iscrizioni sono aumentate online: li frequentano in modo irrego-
sibilità di sviluppare capacità e realiz- in tutta Italia, creando le basi per inter- lare e li abbandonano più facilmente.
zare aspirazioni. Questo perché l’ac- rompere la pericolosa tendenza allo I corsi online possono avere suc-
cesso al sapere è uno strumento capa- spopolamento e al definanziamento cesso se la relazione tra distanza vir-
ce di ridurre sia il divario culturale sia degli atenei del sud. tuale e vicinanza emotiva e intellet-
le disuguaglianze economiche della tuale è articolata e ragionata. Come
società. Il problema a monte scrive il giornalista Oliver Staley su
L’importanza dell’istruzione per Anche la scelta di un sistema blended Quartz, il vero pericolo è che la didat-
contrastare le disuguaglianze è stata (basato su una didattica mista, in pre- tica online faccia nascere un mercato
citata di rado nelle proposte di riforma senza e online) nasce dal tentativo di dell’istruzione a basso costo da affian-
dell’università in Italia degli ultimi rispondere ai rischi del covid-19 senza care all’istruzione tradizionale, sem-
vent’anni. E invece va sottolineata, co- perdere l’indotto che i fuorisede gene- pre più spesso rivolta a studenti ricchi
me il fatto che la decisione di abbassa- rano nelle città universitarie. La mag- che possono permettersi di vivere nel-
re le tasse universitarie è stata una del- gior parte degli atenei italiani ha chie- le residenze pensate per loro.
le scelte politiche più importanti prese sto ai docenti di tenere i corsi in aule Il problema, dunque, è a monte.
durante la pandemia di covid-19. A che saranno piene per metà, mentre il L’università continua a costare troppo,
giugno se n’era occupata l’Associazio- resto degli studenti potrà seguire le le- anche in Italia. Per creare una società
ne per lo sviluppo dell’industria nel zioni da casa. democratica e meno disuguale, biso-
mezzogiorno (Svimez), che aveva Proprio perché cerca un equilibrio gna incentivare gli studi ed evitare di
messo in guardia dal rischio di dieci- tra due esigenze diverse, questo mo- vedere i giovani come potenziali con-
mila iscritti in meno negli atenei italia- dello è stato criticato sia da chi voleva sumatori o affittuari. Bisogna conti-
ni per l’anno accademico 2020-2021. Il spostare tutta la didattica online – co- nuare a ridurre le tasse universitarie e
timore era che le crescenti difficoltà me è avvenuto per esempio all’univer- garantire un’istruzione accessibile a
economiche avrebbero impedito a sità di Cambridge – sia da chi voleva ri- tutti, senza distinzioni di reddito, co-
molti studenti di continuare gli studi, prendere le lezioni in presenza. I primi me Condorcet aveva capito nel 1792.
un problema per un paese che è già al temono che le riaperture mettano a ri- In questo contesto la didattica online
penultimo posto in Europa per numero schio la salute dei docenti, alcuni dei non è necessariamente un problema.
di laureati. Questo scenario avrebbe quali saranno costretti a servirsi dei Al contrario, può essere una risorsa,
fatto crescere ulteriormente il divario trasporti pubblici per andare al lavoro, soprattutto finché dura la pandemia. ◆
culturale tra nord e sud e lasciato mol- aumentando la possibilità di contagi
te persone fuori dal sistema dell’istru- nelle università, come sta avvenendo Francesca Coin insegna sociologia
zione, in un contesto in cui il numero negli Stati Uniti. I secondi temono che all’università di Lancaster, nel Regno
dei neet (not in education, employment la didattica online finisca per sostituire Unito. È tra le curatrici di In/disciplina-
or training, giovani che non studiano quella tradizionale; questo spiega l’ap- te: soggettività precarie nell’università
né lavorano) rappresenta circa un pello firmato a giugno da 870 docenti italiana (Edizioni Ca’ Foscari 2017).

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 45


In copertina
Biblioteca universitaria di Bologna, 3 marzo 2020
ALESSANDRO RUGGERI (SIZIGIA)

online, per la 2U e le altre aziende del set- delle maggiori critiche all’istruzione prattutto quelli meno prestigiosi che di-
tore si apriranno enormi opportunità online – può essere superata con attività pendono molto dalle rette. Se hanno diffi-
economiche. Le rette che gli studenti sta- ed eventi online. L’happy hour che la 2U coltà finanziarie, l’istruzione online è
tunitensi pagano ogni anno ammontano organizza per gli studenti della speciali- un’ancora di salvezza, sostiene Trace Ur-
a 80 miliardi di dollari per le lauree spe- stica è molto frequentato, anche se a di- dan, direttore della Tyton Partners, una
cialistiche e 550 miliardi per le lauree di stanza. Dopotutto “quando sei al bar con banca d’investimento che collabora con
primo livello. qualcuno non è che bevi dal suo bicchie- aziende attive nel settore dell’istruzione.
Tra le università che collaborano con la re”. Quello che determina il successo di “Le pressioni economiche sui college
2U c’è l’Amherst college, un ateneo priva- un programma, conclude, è la qualità. costringeranno a sperimentare”, spiega.
to molto selettivo che ha sede in Massa- “Questo è il programma di Amherst, non “Nel lungo periodo dovranno diversifica-
chusetts. Con l’aiuto dell’azienda sta tra- il nostro. Sono i loro docenti, i loro corsi”. re le entrate”. Questo soprattutto se di-
sferendo online i 35 corsi con più iscritti in Epstein spiega che quando non ci sa- minuiranno gli studenti internazionali
modo che le aule possano essere usate per ranno più rischi per la salute l’Amherst (che rappresentano il 5,5 per cento degli
classi più piccole che rispettano il distan- tornerà alle lezioni in aula, ma a quel iscritti alle università statunitensi e spes-
ziamento sociale. Catherine Epstein, pre- punto i docenti avranno a disposizione so pagano la retta piena), per il covid-19,
side di facoltà, spiega che l’Amherst versa nuovi strumenti e tecniche educative. per la difficoltà di procurarsi un visto o
alla 2U una quota fissa e non una percen- Paucek è comunque convinto che nel giro perché pensano che gli Stati Uniti non si-
tuale sui ricavi dalle rette, come fanno al- di qualche anno aumenteranno gli atenei ano più una destinazione accogliente.
tre università. con una vasta scelta di programmi onli- Urdan cita l’esempio della Gran
ne, e più università somiglieranno all’Ari- Canyon university, a Phoenix, dove
Studenti internazionali zona state, offrendo un misto di didattica 80mila studenti iscritti ai corsi online
Paucek sostiene che un corso online, se a distanza e in presenza. “Non credo che aiutano a tenere bassa la retta pagata dai
impostato nel modo giusto, può arricchi- tutti i campus del paese siano destinati a 22mila studenti che frequentano il cam-
re e stimolare come un corso tradiziona- scomparire”, chiarisce. “Ma la distinzio- pus. Ma la maggior parte degli atenei non
le. L’importante è che sia completamente ne tra online e offline sarà molto meno sembra darsi molto da fare per affermarsi
ripensato per sfruttare le potenzialità evidente. Tutto sarà online. Perfino chi è online.
della tecnologia. nel campus sarà online”. “Forse ci sono delle istituzioni, maga-
Secondo lui perfino la mancanza di Anche i college – cioè gli istituti che of- ri non quelle più esclusive, che potrebbe-
quelle esperienze sociali che servono a frono lauree di primo livello – hanno un ro trarre vantaggio da un modello simile
costruire reti di contatti e rapporti – una incentivo a offrire alternative online, so- a quello della Gran Canyon”, dice Urdan.

46 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


“Devi andare incontro al mercato. Non Da sapere Questo piano, che vuole essere selettivo,
puoi limitarti a creare una classe e aspet- coniuga l’attività online con l’esperienza
tare che la gente arrivi. Devi venderla e I piani di Google sul posto, e prevede di far laureare gli stu-
non puoi fare lo schizzinoso”. ◆ “Durante l’estate Google ha fatto un denti in tre anni. La retta per il primo se-
Ma questa impostazione lascia per- annuncio che potrebbe avere effetti importanti mestre è di 5.996 dollari.
plesse molte persone. Da dove arriverà la sul futuro dell’istruzione superiore”, scrive la Nelson pensa che il programma del
domanda? Un possibile mercato ovvia- rivista Inc. L’azienda tecnologica lancerà una Paul Quinn possa mettere in moto un
mente è quello degli adulti che non han- serie di corsi, chiamati Google career cambiamento profondo in tutta l’istru-
no finito l’università (secondo uno studio certificates, per offrire competenze che zione superiore, con nuovi metodi d’inse-
recente, 36 milioni di statunitensi hanno possano essere immediatamente spendibili per gnamento e di apprendimento che stra-
trovare un lavoro. L’aspetto più interessante – e
cominciato un corso d’istruzione supe- volgeranno le vecchie gerarchie basate
allarmante per molte persone che si occupano
riore senza arrivare alla laurea) mentre sulla tradizione e la reputazione. Alla fi-
di istruzione universitaria – è che i corsi sono
raggiungere gli studenti più giovani po- pensati per essere completati nel giro di sei
ne, dice, i datori di lavoro assumeranno i
trebbe essere difficile. mesi e l’iscrizione costerà poche centinaia di laureati migliori, a prescindere da dove
Colin Koproske, responsabile del set- dollari. I corsi previsti al momento dall’azienda hanno ottenuto la laurea, e studenti e fa-
tore ricerche della Eab, una società di con- sono quelli per diventare responsabile di miglie sceglieranno le scuole che offrono
sulenza nel campo dell’istruzione, spiega progetto, analista dei dati e progettatore queste opportunità.
che i neodiplomati sono piuttosto conser- dell’esperienza utente. L’azienda promette di In definitiva, il passaggio all’online è
vatori quando devono scegliere l’universi- aiutare gli studenti a trovare lavoro alla fine del necessario, sostiene Crow dell’Arizona
tà. Insieme all’istruzione, gli studenti corso. Kent Walker, vicepresidente delle state university. Banalmente, non c’è ab-
operazioni internazionali di Google, ha detto
comprano “una lettera di accettazione, bastanza spazio nei campus statunitensi
che “l’azienda metterà questi certificati sullo
una rete di contatti, una serie di pareri che per milioni di futuri studenti. Entro il
stesso piano di una laurea di quattro anni al
la gente darà su di loro e un’esperienza”, momento di valutare eventuali assunzioni”. 2051 gli Stati Uniti dovrebbero superare i
dice Koproske. Tutto questo è difficile da 400 milioni di abitanti e la domanda di
riprodurre online, soprattutto per gli ate- lauree è destinata ad aumentare. “La no-
nei che non hanno una reputazione con- per cento – il Minerva usa un software stra infrastruttura materiale è concepita
solidata. Gli studenti internazionali rap- proprietario, progettato per tenere impe- per un paese che è una frazione di quello
presentano una sfida ancora più difficile, gnati studenti e professori. Il piano di stu- attuale”, dice Crow. “E non mi sembra
perché vogliono vivere negli Stati Uniti e di è strutturato in quattro anni. che si stiano costruendo centinaia di nuo-
sfruttare la possibilità, offerta dal visto, di La retta, relativamente bassa rispetto vi college”.
lavorare nel paese per un anno. a quella delle università d’élite statuni- Per Neem, scettico sulla didattica a
Le università che vogliono lanciarsi tensi (30mila dollari all’anno, con l’80 distanza, la soluzione non è spostare gli
nella didattica online dovranno muoversi per cento degli studenti che riceve un so- studenti online ma tornare a investire nei
con prudenza per competere con la stegno finanziario) suggerisce che sia un campus. Le grandi università statali sta-
Southern New Hampshire e la Western modello replicabile. Ma Nelson non cre- tunitensi sono un riferimento per il resto
Governors, dice Koproske. “Loro hanno de che Minerva sia la soluzione. La chia- del mondo, e sono state costruite con i
programmi enormi, con centomila stu- ve, invece, sta nel sistema e nella tecnolo- soldi dei contribuenti. Ma negli ultimi
denti. Hanno un grande call center che gia che lui vuole distribuire. dieci anni la spesa pubblica destinata
segue il marketing. Un sistema difficile La società a scopo di lucro di Nelson, all’istruzione superiore è diminuita, con
da replicare. È come lanciare un motore la Minerva Project, sta collaborando con un onere sempre maggiore che ricade
di ricerca e cercare di fare concorrenza a il Paul Quinn college – una storica univer- sulle spalle degli studenti. La conseguen-
Google”. sità di Dallas per afroamericani – per of- za è che le università di altri paesi – so-
frire già da questo autunno corsi online prattutto in Cina e in Corea del Sud –
Investire nel futuro attraverso il programma Urban scholars. stanno rapidamente guadagnando terre-
Ma c’è chi pensa che questo schema pos- no. “Altri paesi stanno facendo quello che
sa funzionare anche per istituti più picco- gli Stati Uniti hanno fatto cinquant’anni
li. All’altro estremo rispetto a giganti co- Da sapere fa. Stanno investendo”, afferma Neem.
me la Western Governors e la Southern Frontiere aperte L’alternativa è un divario sempre
New Hampshire c’è Minerva, un piccolo maggiore tra gli studenti ricchi, che pos-
Numero di studenti stranieri iscritti alle
college privato. Fondato come organizza- università di quattro paesi, milioni sono permettersi l’esperienza preziosa e
zione nonprofit da Ben Nelson, impren- Fonti: Hesa, Open doors, Ircc, statistiche nazionali stimolante del campus, e gli studenti che
ditore della Silicon valley, a maggio del 1,2 dovranno accontentarsi di quella che Ne-
2020 il Minerva ha conferito 124 lauree. em chiama “educazione fast-food”. I se-
1
Non ha un campus, e prima della pande- Stati Uniti condi forse non conosceranno mai la vera
mia gli studenti venivano da sette città, 0,8 esperienza dell’università, il suo poten-
da San Francisco a Seoul, vivendo negli 0,6
ziale per costruire un pensiero critico e
studentati ma seguendo le lezioni dai lo- Australia Regno Unito generare conoscenza. “È il pericolo mag-
ro portatili. 0,4 giore”, conclude. “Tanti studenti potreb-
Molto selettivo e volutamente piccolo 0,2 bero credere che quella che stanno rice-
– Nelson dice che su 25mila domande d’i- Canada vendo è un’istruzione universitaria, ma
0
scrizione ne sono state accettate lo 0,08 2001 2005 2010 2015 2019 non è così”. ◆ gc

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 47


Ottobre 2020
numero 13
Il meglio dei
giornali di
tutto il mondo
per bambine
e bambini
3,00 €

Una serie
tira l'altra
Diario
da Minsk
Il segreto
di 8.128

In cima
al Cervino
Esistono
animali blu?

INTERNAZIONALE KIDS - MENSILE


ANNO II N. 13/OTTOBRE 2020
P.I.: 30 SETTEMBRE 2020
È in arrivo il nuovo
Internazionale Kids!
In questo numero: perché le
serie tv hanno tanto successo,
animali blu, diario da Minsk,
a 11 anni in cima al Cervino,
consigli per salvare il pianeta
e molto altro
Ogni mese articoli, In edicola
giochi e fumetti dal 30
se t tembre
dai giornali
di tutto il mondo
per bambine e bambini
Inchiesta

Hong Kong
ha perso
la sua voce
Timothy McLaughlin, The Atlantic, Stati Uniti
Il South China Morning Post è il più importante quotidiano in inglese della città.
Ma la sua indipendenza da Pechino sta diminuendo. Lo dimostra il modo
in cui ha raccontato le proteste degli ultimi mesi
l 31 agosto 2019 un gruppo di poli- c’erano prove evidenti di gravi minacce notizie dell’ultim’ora, che durerà fino

I ziotti armati di maganelli si preci-


pita in una stazione della
metropolitana di Hong Kong per
rincorrere dei presunti manife-
stanti lungo le carrozze di un tre-
no fermo. Sopra le loro teste suona la sire-
na dell’allarme. Come molti momenti
cruciali del movimento di protesta a Hong
Kong, la scena viene ripresa e trasmessa
alla sicurezza.
Quel giorno al South China Morning
Post (Scmp), il più grande quotidiano in
lingua inglese di Hong Kong, la redazione
è impegnata nella consueta rincorsa alle

Da sapere
all’alba. Il modo in cui il giornale alla fine
tratterà la vicenda sarà motivo di tensione
tra i giornalisti, scatenando una discussio-
ne emblematica – così mi hanno racconta-
to molti di quelli che erano lì – del più am-
pio scontro di opinioni sulla libertà d’in-
formazione a Hong Kong in un momento
storico così incerto.
Quando ho chiesto al direttore del
Stampa nel mirino
in streaming da giornalisti e passanti. L’im- South China Morning Post di ripercorrere
magine più famosa mostra un piccolo u Il 10 agosto Jimmy Lai, fondatore e l’episodio, e più in generale di spiegarmi
gruppo di persone accalcate vicino alla proprietario del quotidiano di Hong Kong in come il giornale ha scelto di raccontare il
cantonese Apple Daily, è stato arrestato per
porta della metropolitana. Tra loro c’è un movimento di protesta, mi ha risposto con
aver partecipato a una manifestazione non
uomo accucciato a terra, angosciato e spa- un’appassionata difesa d’ufficio. Chi li cri-
autorizzata contro le autorità. Lai, accusato tra
ventato, che si ripara con una mano men- le altre cose di “collusione con forze straniere”,
ticava, dice, ha cercato di intimidire i gior-
tre i poliziotti gli spruzzano addosso dello è stato ammanettato nella redazione dell’Apple nalisti del quotidiano per “condizionare”
spray urticante. Daily e portato via. È libero su cauzione ma la loro narrazione. “Dovremmo piegarci a
A quel punto le manifestazioni a Hong rischia l’ergastolo in base alla nuova legge sulla questo tipo di pressioni?”, ha chiesto.
Kong vanno avanti ormai da quasi tre me- sicurezza nazionale, imposta a Hong Kong dal Il South China Morning Post non ha lo
si, e la prova di forza della polizia segna governo cinese. “Il mio arresto è solo l’inizio”, stesso numero di lettori delle testate inter-
una svolta importante. I giornalisti locali ha Lai detto poco dopo il suo rilascio. nazionali con cui vorrebbe competere, ma
cercano di dare un senso a ciò che vedono u Il 22 settembre la polizia di Hong Kong ha proprio per la sua singolare posizione – è il
annunciato nuove regole di accreditamento
e di spiegare l’enormità del momento: c’è principale quotidiano in lingua inglese di
per i giornalisti. D’ora in poi solo i giornalisti di
stata un’irruzione in una stazione della una città di grande importanza strategica
testate straniere “internazionalmente
metropolitana, fino a quel momento con- riconosciute e rinomate” o appartenenti a – ha un ruolo fondamentale nell’orientare
siderata uno spazio sicuro per i pendolari; organizzazioni registrate nel sistema il modo in cui il mondo guarda agli eventi
e gli agenti, fino a pochi mesi prima consi- d’informazione del governo saranno di Hong Kong e della Cina.
derati elementi fidati della comunità, accreditati. Escluse le due principali Una prima bozza dell’articolo sui fatti
hanno aggredito dei civili anche se non associazioni della stampa locale. Bbc, Hkfp del 31 agosto 2019, o almeno la versione

50 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


Hong Kong, 6 agosto 2020
ISAAC LAWRENCE (AFP/GETTY IMAGES)

che abbiamo letto, descriveva la “scena ho parlato, ha chiesto di rimanere anoni- Hong Kong ha preso a limitare le libertà
caotica e sconvolgente” dei poliziotti che mo). Gli articoli pubblicati in prima pagi- dei giornalisti. Infastidite dalle ricostru-
se la prendevano con dei “pendolari indi- na “davano l’impressione che il quotidia- zioni obiettive degli abusi commessi dalle
fesi”. Ma non è questa la versione pubbli- no fosse contro i manifestanti. Ma in forze dell’ordine, le autorità hanno cerca-
cata alla fine. Il pezzo modificato, e poi ri- quanto giornalisti, non dovremmo essere to di soffocare alcune delle voci più criti-
petutamente aggiornato, racconta che “i pro o contro”. che della città. Radio Television Hong
corpi d’élite della polizia di Hong Kong” si A Hong Kong c’è una lunga tradizione Kong, l’emittente di stato, ha emesso un
erano gettati all’inseguimento di “mani- di giornalismo aggressivo e vivace, sia in richiamo ufficiale nei confronti di un suo
festanti radicali” con i volti coperti da cantonese (la lingua dominante) sia in in- giornalista, colpevole di aver chiesto a un
“maschere” nella stazione della glese. I giornali sono molto letti e spesso consigliere dell’Organizzazione mondiale
metropolitana. sono molto critici verso l’operato del go- della sanità (Oms) un parere sulla contro-
L’episodio, testimoniato da due fonti verno e della polizia. Queste libertà sono versa questione dell’inclusione di Taiwan
che hanno accettato di parlare a patto di state un caposaldo del paradigma “un pa- nell’Oms e di aver preso di mira la polizia
rimanere anonime, è un tipico esempio ese, due sistemi” che ha permesso alla di Hong Kong durante una trasmissione
della revisione pesante e tendenziosa a città di differenziarsi dalla Cina continen- satirica. La trasmissione in questione, He-
cui sono stati sottoposti gli articoli del tale, dove il giornalismo è pesantemente adliner, è stata poi sospesa. I capi della re-
South China Morning Post durante le pro- censurato e assai meno libero. dazione si sono dimessi e il governo ha
teste. Alcuni giornalisti, magari dopo ore Già prima dell’approvazione della messo l’emittente sotto osservazione. Le
passate in strada in mezzo ai gas lacrimo- nuova severissima legge sulla sicurezza forze dell’ordine, intanto, continuano ad
geni, agli spray urticanti e ai proiettili di nazionale, però, i mezzi d’informazione di attaccare i giornalisti che scrivono delle
gomma, si sono visti riscrivere da capo i Hong Kong erano finiti sotto assedio. Di- proteste, peraltro drasticamente ridimen-
pezzi dai loro superiori prima della pubbli- verse testate tradizionali sono state rileva- sionate dalla pandemia, dalle tattiche del-
cazione sul giornale o sul sito. Negli arti- te da imprenditori appoggiati da Pechino la polizia e dalla legge sulla sicurezza na-
coli i poliziotti erano tipicamente rappre- o da aziende favorevoli all’establishment, zionale.
sentati come eroi e i manifestanti come a scapito del pluralismo. Negli ultimi anni Questa legge ha solo peggiorato il cli-
delinquenti, con poche informazioni sulle ci sono stati vigilantes che hanno picchia- ma. Reporter e direttori di testata s’inter-
motivazioni e le posizioni di ciascuna par- to giornalisti di grandi testate e attacchi di rogano su quali attività giornalistiche pos-
te e poco contesto. “È frustrante”, mi ha Pechino ai danni di responsabili dei gior- sono essere considerate un reato e hanno
detto un giornalista che ha documentato nali in cantonese. Poi, da quando sono ricevuto scarse rassicurazioni in merito
le proteste (anche lui, come altri con cui cominciate le proteste, anche il governo di dalle istituzioni. Diversi opinionisti e

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 51


Inchiesta
Nella sede del South China Morning Post, Hong Kong, 5 giugno 2020
PAUL YEUNG (BLOOMBERG/GETTY IMAGES)

commentatori di quotidiani locali si sono dato che può operare senza le pesanti re- zio per posizioni meno conformiste, di-
dimessi per paura di entrare in contrasto strizioni alla stampa in vigore in altri paesi versi casi hanno sollevato dubbi sulla li-
con la nuova norma. A luglio il New York asiatici come Singapore. Oggi, da una pro- nea del quotidiano e sulla censura al suo
Times ha annunciato che trasferirà parte spettiva globale, è senza dubbio il quoti- interno.
del suo personale in Corea del Sud, e pro- diano più importante della città, sia per Quando è passato ad Alibaba, nel 2015,
babilmente sarà imitato da altre testate dimensioni sia per solidità dell’assetto la nuova proprietà è intervenuta con una
straniere. Almeno tre importanti quoti- proprietario (è controllato dall’Alibaba provvidenziale iniezione di liquidità. Il
diani occidentali, tra cui lo stesso New Group di Jack Ma, una delle aziende tec- giornale ha potenziato il suo staff, si è tra-
York Times e il Wall Street Journal, hanno nologiche più ricche della Cina). sferito in una nuova sede (con tanto di pub
lamentato ritardi nel rilascio di nuovi visti Le proteste del 2019, tuttavia, lo hanno all’interno) e ha ampliato la sua offerta
o nel rinnovo di quelli esistenti, secondo messo a dura prova: i riflettori dell’infor- editoriale con siti come Abacus e Gold-
fonti che hanno chiesto di rimanere ano- mazione internazionale si sono spostati su thread, dedicati rispettivamente alle tec-
nime. “Lo scopo della legge è proprio Hong Kong e i giornalisti dell’Scmp si so- nologie e alla cultura cinese. Oggi l’Scmp
quello di creare un clima di paura tra i cit- no trovati a scontrarsi con caporedattori – già lettura obbligata per gli osservatori
tadini e i residenti”, osserva Kwai-Chueng fin troppo accondiscendenti nei confronti anglofoni della Cina, grazie a una credibi-
Lo, capo del corso di scrittura presso la delle autorità e spesso disposti ad accetta- lità superiore a qualsiasi altra testata cine-
Hong Kong baptist university ed esperto re acriticamente le versioni della polizia, se – ha allargato i suoi orizzonti, con l’o-
di mezzi d’informazione. anche di fronte a prove schiaccianti d’irre- biettivo di conquistare un pubblico inter-
golarità e abusi. nazionale affamato di notizie dalla Cina.
Capi deferenti Proprio a causa dei suoi legami con la Vanno visti sotto questa luce sia l’ab-
L’Scmp è al centro di molte di queste ten- classe dirigente di Hong Kong (sempre bandono del paywall per la versione on-
sioni. Fondato nel 1903, quando Hong più dipendente dai rapporti d’affari con la line sia il rafforzamento della presenza in
Kong era una colonia britannica, è da Cina continentale), l’Scmp è un giornale Cina, con cinquanta reporter sul territo-
sempre il quotidiano delle élite della città, più moderato dei suoi concorrenti in can- rio. Nel 2018 è stata siglata una partner-
“il giornale da leggere sull’autobus o con tonese. Negli anni ottanta e fino alla metà ship con il sito d’informazione statuniten-
cui farsi vedere sulla soglia di casa la mat- degli anni duemila la testata fu prima di se Politico, salutata dall’amministratore
tina”, scrive il giornalista Yuen-ying Chan proprietà di Rupert Murdoch e poi del mi- delegato Gary Liu come un segno della
in un saggio sui mezzi d’informazione in liardario malese Robert Kuok, e anche se “sempre maggiore credibilità e autorevo-
lingua inglese di Hong Kong. Ma è un pun- la vecchia guardia favoleggia di una miti- lezza” del giornale. L’Scmp avrebbe pro-
to di riferimento anche fuori dalla Cina, ca età dell’oro in cui nell’Scmp c’era spa- posto una collaborazione anche all’Atlan-

52 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


tic, secondo un portavoce di quest’ultimo, mazione: “Molti giornalisti che lavorano del Partito comunista cinese. Non a caso,
per coprodurre una serie di eventi negli con i mezzi d’informazione occidentali a il sito web del quotidiano – come quello
Stati Uniti e a Hong Kong, ma il progetto volte non sono d’accordo con il sistema in dell’Atlantic e di altre importanti pubbli-
non si è mai concretizzato. Secondo alcu- vigore in Cina, e questo li porta ad avere cazioni occidentali, tra cui il New York
ne fonti, l’Scmp avrebbe contattato anche una visione distorta degli eventi”, ha di- Times, il Wall Street Journal e altri – è
il Washington Post, che però ha preferito chiarato Joe Tsai, presidente del consiglio bloccato in Cina.
non rilasciare dichiarazioni in merito. di amministrazione dell’Scmp e vicepresi- Una cartina di tornasole è stata la co-
Grazie a questi fattori, oltre al crescen- dente esecutivo di Alibaba, poco dopo pertura delle proteste a Hong Kong, che si
te interesse per la Cina dopo lo scoppio l’acquisto del giornale da parte del grup- sono rivelate un test inaspettato per
della pandemia, l’Scmp ha assistito a una po. “Noi vediamo le cose in modo diverso, l’Scmp. In un’intervista a Recode, Liu
rapida crescita dei lettori. Nonostante una crediamo che i fatti dovrebbero essere spiega che il giornale ha cercato di evitare
tiratura quotidiana relativamente bassa presentati per come sono”. un approccio emotivo. I punti di vista per-
(poco più di centomila copie), il sito del Dopo il passaggio di proprietà sono au- sonali sono ben accetti nelle pagine delle
giornale vanta in media più di cinquanta mentati i timori sull’etica del giornale e opinioni, continua Liu, ma non nella se-
milioni di utenti attivi mensili, decuplicati sulla sua disponibilità a collaborare con zione delle notizie. “Questa separazione
negli ultimi tre anni, e quasi 200 milioni di Pechino. Nel 2018 l’Scmp è stato aspra- per noi è sacra”.
visualizzazioni al mese. Circa un terzo di mente criticato per aver pubblicato un’in- In realtà, come confermano nove di-
questi lettori è negli Stati Uniti, dice Liu in tervista imposta dal governo cinese a Gui pendenti presenti e passati della testata,
un’intervista a Digiday. Nonostante la ge- Minhai – un libraio di Hong Kong e cittadi- spesso i confini sono stati più sfumati. Più
nerosità dei proprietari, però, l’Scmp ri- no svedese di cui si erano perse le tracce di uno mi ha fatto l’esempio di Yonden
mane alla mercé del mercato dell’infor- nel 2015, poi ricomparso in Cina Lhatoo, caporedattore e autore
mazione: il giornale non produce profitti, un anno dopo – all’interno di (insieme ad altri) della revisione
ammette Liu, e la sua dipendenza dalla una struttura carceraria, in pre- dell’articolo sui fatti della
pubblicità ha “fatto suonare un campanel- senza delle guardie. L’ammini- metropolitana del 31 agosto
lo d’allarme”. Ultimamente i dipendenti stratore delegato Gary Liu ha 2019. Lhatoo, ex giornalista te-
sono stati costretti a prendere un congedo difeso la pubblicazione dell’arti- levisivo, è descritto dai colleghi
non retribuito di tre settimane e gli stipen- colo, spiegando che l’Scmp aveva accetta- come una persona intrattabile e lunatica,
di dei dirigenti sono stati tagliati. L’Scmp to di fare l’intervista dopo averne discusso incline a scatti di rabbia e ad alzate di vo-
spera di trovare nuove fonti di ricavi e pre- con i redattori, che non c’era stata alcuna ce, e insieme ad altri due caporedattori è
sto reintrodurrà il paywall. imposizione dall’esterno e che è stato lo accusato di creare un clima insostenibile
stesso giornale a evidenziare la presenza in redazione. Lhatoo scrive spesso sul
Dominio inattaccabile del personale di sicurezza all’incontro. giornale come opinionista o nella sezione
Nel corso della sua storia, il quotidiano si Angela Gui, la figlia del libraio, dice però notizie; ma è stato il suo lavoro di revisio-
è quasi sempre confrontato con concor- di essere rimasta molto delusa della scelta ne a irritare una parte dei redattori, so-
renti in lingua inglese, sia a Hong Kong sia dell’Scmp e dalla sua ripetuta difesa prattutto quelli impegnati in prima linea a
nel resto della regione. Al momento, il suo dell’intervista, che a suo dire era stata or- documentare le proteste. I toni non sono
dominio nel panorama dell’informazione chestrata da Pechino per imporre una ver- sfuggiti ai lettori più attenti del giornale.
in inglese nell’ex colonia britannica è sione distorta della vicenda del padre. “Certe scelte linguistiche e di vocabolario
pressoché inattaccabile, ma la nuova pro- “Dopo anni di detenzione illegale e di tor- sono di per sé il riflesso di pregiudizi”, os-
prietà, con i suoi obiettivi ambiziosi, ha ture, mio padre è stato sottoposto a una serva Louisa Lim, ex corrispondente da
rafforzato i controlli interni, creando non pubblica umiliazione dal governo cinese, Pechino dell’Npr, la radio pubblica statu-
pochi malumori in redazione. In partico- e l’Scmp ne è stato complice diffondendo- nitense, e oggi docente all’università di
lare, il timore è che questa gloriosa testata la e legittimandola come un ‘articolo di Melbourne, in Australia, sottolineando
fondata 117 anni fa possa un giorno somi- cronaca’”, ha detto Gui. l’uso di termini come “sommossa” e “fu-
gliare agli organi di propaganda che Quando si parla della Cina, l’approccio ria devastatrice” riferiti ai manifestanti,
strombazzano la linea del partito al di là giornalistico dell’Scmp è ancora ben lon- che spesso sono finiti nelle versioni defini-
del confine. Liu, arrivato al giornale nel tano da quello di testate come il China tive degli articoli sulle proteste.
2017 dall’azienda tecnologica Digg, ha Daily o il Global Times, di fatto portavoce La redazione si è particolarmente infa-
sempre rispedito queste paure al mittente. stidita per un articolo di Lhatoo pubblica-
“Si dà per scontato che siccome Alibaba è to a ottobre nella sezione notizie, che dava
un’azienda cinese s’intrometta nelle scel- Dopo la pubblicazione credito a una teoria (molto diffusa tra i
te editoriali”, dice Liu. “In realtà non è sostenitori di Pechino) secondo cui a
mai successo”. Per sua stessa ammissio-
dell’articolo alcuni Hong Kong esisterebbe una “maggioran-
ne, però, l’indipendenza editoriale del redattori hanno za silenziosa” contraria alle proteste ma
giornale è molto precaria. “Se le leggi e la che non osa alzare la voce perché ha pau-
magistratura dovessero cambiare al pun-
chiesto un incontro ra. Dopo la pubblicazione dell’articolo al-
to da non garantire più la libertà di stampa con i capi per cuni redattori hanno chiesto un incontro
a Hong Kong, allora anche il South China con i capi per discutere delle loro preoccu-
Morning Post cambierà”, confessa.
discutere delle loro pazioni e più in generale degli interventi di
La proprietà, da parte sua, ha messo preoccupazioni revisione di Lhatoo. Il direttore esecutivo
subito in chiaro qual è la sua idea d’infor- Chow Chung Yan e il vicedirettore esecu-

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 53


Inchiesta
tivo Zuraidah Ibrahim hanno accettato di delle testate che vengono invitate a parte- articoli sono stati cancellati qualche gior-
parlare con i giornalisti, ma “non c’è stato cipare ai tour organizzati dal governo di no dopo che Alex Lo, un opinionista resi-
alcun tentativo di conciliazione”, raccon- Pechino nello Xinjiang, dove la Cina sta dente in Canada, aveva accusato gli Stati
ta una persona presente all’incontro. “In attuando una brutale repressione della Uniti di “aver finanziato le proteste di
pratica ci hanno detto: ‘Questa è la situa- minoranza uigura. Per quanto riguarda Hong Kong del 2019”. Nel suo pezzo dice-
zione; se non vi sta bene, quella è la por- l’articolo sui fatti della metropolitana, ha va di basarsi su un articolo del settimanale
ta’”. Nei mesi successivi diversi giornali- spiegato che il pezzo è stato aggiornato Time. Ma Lo non presentava prove a so-
sti che si erano occupati del movimento più volte per dare un quadro veritiero della stegno delle sue affermazioni, riconduci-
di protesta hanno lasciato il giornale e, situazione e che il risultato finale è un re- bili invece a una teoria diffusa da Pechino
secondo alcune fonti, almeno un altro re- soconto equilibrato degli eventi. e dall’amministrazione Lam. Chow ha ri-
dattore sarebbe prossimo all’addio. In un Nella redazione preoccupa l’atteggia- conosciuto che su Nguyen l’Scmp ha com-
editoriale del 16 maggio, Lhatoo ha invi- mento di sostegno alle autorità, e in par- messo un “errore di valutazione”, mentre
tato Carrie Lam, la governatrice di Hong ticolare alle forze di polizia. Secondo al- sul pezzo di Lo ha precisato che era stato
Kong, a prendere esempio dal presidente cune indiscrezioni, una reporter del quo- pubblicato nella sezione delle opinioni e
statunitense Donald Trump, risponden- tidiano, già autrice di molti scoop sulla che il giornale non aveva modo di verifica-
do a tono ai “giornalisti calunniatori”, polizia e di una serie di interviste impor- re se “l’articolo di Time rispondesse al
“spacciatori di notizie false” e “vergo- tanti, sarebbe stata estromessa da una vero o no”. Kua ha specificato che, in se-
gnosi”. Un ex reporter del giornale ha chat di gruppo con altri giornalisti per ti- guito alle rivelazioni del Daily Beast,
paragonato l’articolo a “una richiesta di more che potesse trasmettere informa- l’Scmp ha rivisto e rafforzato il processo di
attacco alla libertà di stampa”. zioni alle forze dell’ordine. A giugno, un verifica sui contributi esterni.
Contattato per un commento, Liu ha articolo sull’anniversario del movimento
preferito non rispondere. Ad agosto, il di protesta ha raccontato la vicenda di un L’avvertimento
portavoce del giornale Elgen Kua ha dira- agente di polizia ferito dai manifestanti. L’inquietudine, tuttavia, è grande. Con
mato un comunicato e ci ha invitati a visi- Il pezzo era molto simile a un rapporto l’aumento delle restrizioni ai mezzi d’in-
tare la redazione dell’Scmp a sullo stesso fatto pubblicato su formazione internazionali e il rafforza-
Hong Kong una volta passata la OffBeat, la rivista ufficiale delle mento dei controlli sulle testate più pic-
seconda ondata di casi di co- forze di polizia. Chow dice che cole (il fondatore dell’Hong Kong Free
vid-19. In una telefonata suc- la polizia di Hong Kong non è Press, in lingua inglese, ha detto al Guar-
cessiva Kua mi ha detto che le esente da colpe, ma che è stata dian che la confusione creata dalla legge
dichiarazioni dei dipendenti demonizzata dall’opinione sulla sicurezza è “voluta, non casuale” e
dell’Scmp al nostro giornale sono “al- pubblica e che durante le proteste la voce che l’obiettivo è spingere i giornalisti ad
quanto diffamatorie” e che Lhatoo è di- delle forze dell’ordine non ha trovato “auto censurarsi ”), l’imp or tanza
ventato il bersaglio di una “campagna quasi mai spazio sui giornali. “Se si fa un dell’Scmp nella copertura dei fatti nazio-
d’odio”. confronto tra la polizia di Hong Kong e la nali potrà solo crescere. Come il giornale
Poco prima della pubblicazione di polizia negli Stati Uniti o nel Regno Unito riuscirà a conciliare il rispetto di queste
questo articolo e dopo ripetute richieste o in qualsiasi altra parte del mondo”, ha nuove, sfocate linee guida con la libertà e
di commenti, l’Scmp ci ha comunicato detto, “i nostri agenti non sono partico- il pluralismo dell’informazione che han-
che il direttore esecutivo Chow Chung larmente violenti”. Con le sue critiche no sempre caratterizzato Hong Kong è
Yan era disponibile per un’intervista. In all’Scmp, ha aggiunto Chow, l’Atlantic si una questione che va ben oltre i confini
uno scambio piuttosto teso, durato quasi è reso “complice della campagna di bulli- della città.
quaranta minuti, Chow ha accusato l’At- smo” contro i giornalisti che parlavano in Liu, Chow, gli altri caporedattori e al-
lantic di essere prevenuto e ha contestato modo positivo delle forze dell’ordine. cuni reporter non hanno digerito le criti-
le fonti di questo articolo, negando che il L’Scmp ha ritirato dalla pagina delle che al giornale, attaccato secondo loro
suo giornale fosse stato contattato in opinioni cinque articoli firmati da Lin ingiustamente per colpa di una proprietà
tempo per una replica. Chow ha quindi Nguyen, un personaggio inventato da una ingombrante. Quando nel 2018 il New
difeso a spada tratta la linea scelta sulla rete di falsi giornalisti, autori di alcuni edi- York Times pubblicò un articolo molto cri-
copertura delle proteste, gli standard edi- toriali pubblicati in varie testate in tutto il tico nei confronti dell’Scmp, Liu inviò
toriali e la cultura del giornale. “Il vostro mondo, smascherati dal Daily Beast. Gli un’email al giornale dicendosi “deluso,
punto di vista è stato chiaro fin dall’ini- non sorpreso”. Il pezzo, si lamentò Liu,
zio”, ha detto. “Visto il tono delle doman- “travisa completamente la nostra missio-
de temo che l’Scmp non avrà un tratta- La confusione creata ne e rappresenta in modo distorto la no-
mento equo; penso anche che buona stra trasformazione”.
parte del vostro articolo si basi su infor-
dalla legge sulla Alla fine dell’intervista con l’Atlantic,
mazioni incomplete”. sicurezza nazionale è Chow ha lanciato un vago avvertimento:
“Noi ci posizioniamo al centro; ciò si- “Un’ultima cosa. Spero che il tuo articolo
gnifica che alcuni lettori capiscono che le
“voluta, non casuale” si basi su fatti concreti. Se invece ci saran-
loro opinioni non sono le opinioni domi- e l’obiettivo è quello di no contenuti diffamatori nei nostri con-
nanti, e se ne risentono”, ha detto, spie- fronti, ci difenderemo”, ha detto. Quando
gando la posizione del giornale. Quando
spingere i giornalisti gli ho chiesto in che modo, Chow mi ha
gli ho chiesto dell’intervista a Gui, Chow ad “autocensurarsi” risposto: “Non sono tenuto a dirtelo, Tim.
ha paragonato la scelta dell’Scmp a quella Ma ti assicuro che ci difenderemo”. ◆ fas

54 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


#ScelgoBancaEtica e tu?

FINANZA FUORI DAL FOSSILE INQUINAMENTO?


#nonconimieisoldi

SALVIAMO IL CLIMA

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per conoscere le condizioni contrattuali ed economiche, leggi il Foglio Informativo presso la Sede, le Filiali
Diamo credito al pianeta.
e i Banchieri Ambulanti di Banca Etica o sul sito www.bancaetica.it. L’attivazione dei prodotti/servizi presentati è soggetta alla valutazione della Banca
La finanza etica può salvare il pianeta e combattere i cambiamenti climatici. Da
oltre 20 anni Banca Etica esclude le fonti fossili e le attività inquinanti dai propri
finanziamenti e investe esclusivamente in imprese e progetti che rispettano
l’ambiente e i diritti delle persone.

Cambia il mondo, scegli Banca Etica.

Scopri di più su www.bancaetica.it


Ungheria
Budapest, 2 agosto 2020
NURPHOTO/GETTY IMAGES

Una generazione
al bivio
Roos van Hennekeler, Trouw, Paesi Bassi. Foto di Michal Fludra
Ogni anno migliaia di giovani lasciano l’Ungheria per sfuggire al governo di Viktor
Orbán. Ora un partito vuole convincerli a restare per cambiare le cose

58 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


Cosa avrei detto se i miei nipoti mi aves­
sero chiesto perché ero fuggita dall’Un­
gheria? Dovevo almeno potergli rispon­
dere che avevo provato a cambiare qual­
cosa, prima di andarmene”.
Quello stesso giorno Németh si è
iscritta a Momentum, un partito che vor­
rebbe trasformare l’Ungheria in un paese
dove gli emigrati vogliano tornare. Negli
ultimi dieci anni più di 500mila unghere­
si, soprattutto giovani, sono emigrati a
ovest. Le destinazioni più comuni sono la
Germania, l’Austria e il Regno Unito, ma
anche i Paesi Bassi e l’Irlanda stanno di­ che potrebbero offrire un contrappeso li­
ventando mete popolari. berale – emigrino.
In Europa occidentale i giovani un­ Kitti Petelen, 25 anni, e János Sze­
gheresi guadagnano di più, vivono più li­ delényi, 27, pensano che molti ungheresi
beramente e spesso in un ambiente più che vivono in Europa occidentale siano di
congeniale ai loro valori. In Ungheria in­ fronte allo stesso dilemma: da un lato
vece il potere del governo Orbán si insi­ provano nostalgia, ma dopo aver studiato
nua sempre di più nelle vite dei cittadini. all’estero è difficile tornare alle strutture
La stragrande maggioranza dei mezzi gerarchiche, ai salari bassi e alle idee con­
d’informazione, le università, la ricerca servatrici dell’Ungheria. Eppure, dopo
scientifica e il mondo della cultura rica­ molte esitazioni, questi due ragazzi han­
dono nella sfera d’influenza dell’esecuti­ no lasciato il loro appartamento all’Aja
vo di destra. per tornare a Budapest.
Gli ungheresi non sono contenti di “Mi sono detta: tornerò a casa, mi por­
questo esodo. Da uno studio terò dietro tutti i miei nuovi va­
dell’European council on fo­ lori e cercherò di cambiare le
reign relations risulta che sono cose”, spiega Petelen in un tor­
due volte più preoccupati rido pomeriggio d’estate a Bu­
dall’emigrazione che dall’im­ dapest. “Ma ho già perso un bel
migrazione nel loro paese. Qua­ po’ di motivazione”. Non vede­
si il 50 per cento degli ungheresi pensa va l’ora di sentirsi di nuovo a casa. In Un­
che sarebbe una buona idea mettere dei gheria, però, si sente più estranea che nei
limiti alla libertà di emigrare. Paesi Bassi. “Mi accorgo di essere consi­
derata un po’ strana per via delle mie idee
Contrappeso liberale politiche, perché non mangio carne e va­
“Personalmente non condanno chi deci­ do dappertutto in bicicletta. Le persone
de di andarsene”, dice Dániel Berg, 31 che mi circondano pensano che siano
anni, che a ottobre è stato eletto presi­ comportamenti elitari. Dicono: belle
dente di un municipio di Budapest con idee, ma noi non abbiamo il tempo o l’e­
Momentum. “È una scelta comprensibi­ nergia per metterli in pratica. Anche que­
le”. Alcuni dei suoi amici emigrati torna­ sto è un problema. Molti ungheresi non si
amma, io no nella capitale quando ci sono le elezio­ rendono conto di quanto si può fare nel

“M emigrerò
e tu verrai
con me”,
aveva det­
to due an­
ni fa Gyöngyvér Németh, 29 anni, parlan­
do al telefono con la madre. Fidesz, il
partito del premier Viktor Orbán, aveva
appena ottenuto di nuovo la maggioran­
ni per votare Momentum. Il loro supporto
è benvenuto, spiega Berg, perché durante
la campagna elettorale si gioca sporco.
Nelle settimane precedenti le ultime am­
ministrative, per esempio, un gruppo di
ignoti strappava ogni giorno i manifesti
del partito di Berg.
L’elettorato ungherese è fortemente
diviso tra città e zone rurali e tra giovani e
proprio piccolo”.
Viktor Mák, 28 anni, cerca di contra­
stare questa mancanza d’impegno politi­
co. È ungherese, ma è cresciuto negli Sta­
ti Uniti e si sente americano. Dopo aver
completato il master in amministrazione
pubblica alla Central european university
(Ceu) di Budapest, l’istituto fondato
dall’imprenditore e filantropo ungherese
za in parlamento. Dopo quella vittoria anziani. “Siamo preoccupati che all’este­ George Soros, ha deciso di rimanere e
schiacciante, Németh era scoppiata in ro ci credano tutti xenofobi e illiberali”, impegnarsi a cambiare il paese dei suoi
lacrime e aveva bevuto un’intera botti­ dice Berg. “In realtà circa la metà degli genitori. “È importantissimo essere pre­
glia di vino. ungheresi non vota Fidesz. Siamo davve­ senti fisicamente”, dice. “Non sono ne­
Ma il giorno dopo, passata la sbornia, ro una società polarizzata”. Ma alla “sua” anche cresciuto qui, ma l’anno scorso mi
aveva cambiato idea. “Mi sono immagi­ metà non conviene che tanti giovani un­ sono ritrovato nella piazza del parlamen­
nata nonna in Inghilterra o in Germania. gheresi di città – cioè proprio gli elettori to insieme ad altre ventimila persone. Si

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 59


Ungheria
erano radunate lì perché io e i miei amici Budapest, 2 agosto 2020
avevamo organizzato una protesta attra-
verso Facebook. In momenti simili ti ren-
di conto di quanto sia importante che ci
sia qualcuno che organizza. Poi gli altri
arrivano”. La protesta di Mák e dei suoi
amici era nata in risposta al tentativo del
governo Orbán di mettere i bastoni tra le
ruote alla Ceu. Nel 2017 l’esecutivo ha
varato una nuova legge sull’istruzione,
che di fatto ha costretto la prestigiosa uni-
versità a interrompere gran parte delle
sue attività in Ungheria.
Così anche la Ceu si è trasferita a
ovest, e più precisamente a Vienna, con
NURPHOTO/GETTY IMAGES

grande delusione dello storico ed ex poli-


tico canadese Michael Ignatieff, che la
dirige dal 2016. “È il paradosso dell’allar-
gamento europeo dopo la caduta del mu-
ro di Berlino”, spiega Ignatieff nel suo
imponente ex ufficio a Budapest. “L’o-
biettivo era favorire la transizione demo- giovani in fuga creano un senso di irre- smettere di votare Fidesz. ‘Se non lo fate,
cratica negli stati post-sovietici: le istitu- quietezza, sostiene Matyas Szabo della me ne vado a Londra’. Mi ha colpito mol-
zioni europee avrebbero potuto tenere Ceu. “Soprattutto nei genitori”. to”, dice Szabo.
d’occhio la situazione”. Szabo dirige un istituto di ricerca ri- Durante la campagna elettorale del
Ma secondo Ignatieff ormai è chiaro masto nel vecchio campus di Budapest, 2019, dopo una partita di calcio, Szabo ha
che l’allargamento ha avuto anche conse- una specie di ultimo bastione. In Unghe- bevuto una birra con un suo compagno di
guenze meno positive: “I fondi struttura- ria le opinioni politiche di nonni, genitori, squadra che sostiene Orbán e con il quale
li dell’Unione danno a questi paesi un’e- figli e nipoti sono spesso molto diverse. I preferisce evitare di parlare di politica.
norme quantità di denaro, che viene usa- giovani studiano nella capitale o in Euro- “Di punto in bianco mi ha detto che
to dai governi per ottenere consensi. pa occidentale, parlano inglese e hanno avrebbe votato Momentum. Non credevo
Nelle zone rurali si vedono molte bandie- un’opinione del governo plasmata anche alle mie orecchie. Poi ho scoperto che il
re dell’Unione europea, ma il denaro im- dagli articoli che criticano Orbán sui figlio diciottenne lo aveva minacciato di
piegato per migliorare le infrastrutture mezzi d’informazione internazionali, andarsene a studiare in Germania se
finisce solo nelle casse delle aziende che mentre i loro nonni e genitori sono più avesse votato Fidesz, ma sarebbe rimasto
hanno buoni rapporti con gli esponenti influenzati dalle fonti ungheresi, che in a Budapest se avesse votato Momentum.
locali di Fidesz”. larga parte subiscono l’influenza del go- Ho pensato: allora funziona!”.
Anche la libera circolazione degli indi- verno e quindi ne danno un’immagine Più di due anni dopo quella sbronza
vidui ha un ruolo importante, spiega Igna- più benevola. Questo divario è ulterior- postelettorale, Gyöngyvér Németh non è
tieff. Paesi come la Bulgaria, la Romania e mente allargato dalle differenze di valori ancora emigrata. È diventata consigliera
l’Ungheria hanno subìto un forte spopola- che esistono in ogni caso tra una genera- comunale per Momentum e lavora nell’a-
mento. “L’aspetto paradossale è che l’e- zione e l’altra. zienda del padre. Ma ha ancora molti
migrazione rafforza il potere del partito Durante una manifestazione, Szabo dubbi. Racconta di un gioco in voga nella
unico. Chi non è d’accordo se ne va”. ha visto una ragazza salire su un palco e scuola elementare dei figli di un’amica:
rivolgersi ai propri coetanei dicendo: “immigrato clandestino”. Somiglia mol-
Acchiappa l’immigrato “Dobbiamo ricattare i nostri genitori e to ad acchiapparella, con la differenza
In Ungheria, da cui fino al 1989 era diffi- nonni. Dobbiamo dirgli che se vogliono che chi scappa è un migrante entrato ille-
cile andarsene, la prospettiva dell’emi- veder crescere i loro figli e nipoti devono galmente in Ungheria. “Un chiaro effetto
grazione appare molto attraente. “Le so- delle campagne del governo Orbán con-
cietà chiuse sono come pentole a pressio- tro gli immigrati”, dice Németh.
ne”, spiega Ignatieff. “Presto o tardi “Dobbiamo ricattare i “Io e il mio compagno vorremmo ave-
esplodono, come è successo nel 1956, re dei figli, ma non so se ho il coraggio di
quando gli ungheresi si sono ribellati
nostri genitori e farli crescere in un ambiente simile. Tra
contro il governo comunista. Ma oggi nonni: se vogliono un po’ si finirà per giocare a immigrato
quella pentola a pressione non esiste più. clandestino anche per strada. Cosa può
I confini aperti fanno sì che chi è sconten-
veder crescere i loro fare un genitore? Ma è anche vero che bi-
to se ne va, soprattutto i giovani. La libera figli e nipoti devono sogna pur offrire un’alternativa”. Per il
circolazione delle persone fa da valvola di momento Németh resterà in Ungheria.
sfogo, impedendo che la pressione cresca
smettere di votare Ma insieme al compagno ha preso una de-
oltre un certo livello e produca un cam- Fidesz” cisione: se si presenterà un’opportunità
biamento”. Al tempo stesso tutti questi all’estero, non se la faranno sfuggire. u sm

60 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


L’opinione
Il mondo della cultura
lotta per l’indipendenza
George Szirtes, The Guardian, Regno Unito
L’Università del cinema e del si è limitata ai teatri. Dopo la vittoria al­ nel consiglio direttivo. Ma alla Szfe è
teatro è l’ultimo bastione della le elezioni del 2010, il nuovo governo stato imposto di completare il processo
guidato da Orbán ha immediatamente nel giro di pochi mesi, entro il gennaio
resistenza contro i tentativi del cercato di mettere le mani sulle istitu­ del 2021.
governo di imporre le sue idee zioni pubbliche, usando sempre lo stes­ A luglio, quando l’università ha chie­
so metodo: creare enti di supervisione sto una proroga, la scadenza è stata ad­
l 2 settembre l’Università del cine­ che potessero assegnare o ritirare i fon­ dirittura anticipata a settembre. Non c’è

I ma e del teatro di Budapest (Szfe)


è stata occupata da studenti e pro­
fessori. È l’ultima battaglia, e pro­
babilmente l’ultima possibilità, per im­
pedire che il governo ungherese prenda
di in base alla disponibilità a seguire la
linea del partito. Questo sistema si è ri­
velato estremamente efficace. La so­
cietà ungherese non ha una tradizione
moderna di resistenza organizzata.
stata alcuna consultazione. Il nuovo
consiglio direttivo, guidato da Vid­
nyánszky, è stato imposto senza tenere
conto delle obiezioni dell’università.
Da un giorno all’altro Vidnyánszky
il controllo di tutte le istituzioni indi­ Quando le persone temono che il gover­ non era più solo a capo della Società te­
pendenti, comprese quelle culturali. no si vendichi facendogli perdere lo sti­ atrale, ma anche della Szfe. Nonostante
Fidesz, il partito di destra del pre­ pendio, la solidarietà diventa impossi­ la sua spettacolare ascesa, Vidnyánszky
mier Viktor Orbán, è al potere ininter­ bile. continua a considerarsi una voce fuori
rottamente dal 2010, quando ha ottenu­ Nel 2008 è stata fondata una nuova dal coro e prova un forte rancore verso
to una schiacciante vittoria elettorale, e organizzazione per la supervisione dei molti colleghi, soprattutto quelli che in­
al momento non sembrano esserci pos­ teatri, la Società teatrale ungherese. Il segnano alla Sfze, la scuola che ha pro­
sibilità di cambiamento. Il governo ha governo gli ha assegnato fondi generosi dotto i più grandi attori e registi unghe­
preso il controllo di quasi tutte le istitu­ e il compito di portare avanti il pro­ resi dell’ultimo secolo.
zioni in settori come l’informazione, il gramma di Fidesz. Alla sua guida è stato Nel frattempo la stampa fedele al
diritto, la finanza, la sanità, la ricerca e nominato Attila Vidnyánszky, un bril­ governo sta conducendo una campagna
l’istruzione. Praticamente tutto, e non è lante regista di provincia. Vidnyánszky denigratoria contro l’università.
ancora finita. incarnava l’entusiasmo del governo per Gli studenti hanno organizzato
Come gran parte degli istituti di il patriottismo e per un cristianesimo di un’occupazione per esprimere il loro
istruzione superiore, soprattutto quelli facciata. Al momento è più o meno il sostegno al senato accademico e ai pro­
che privilegiano le arti e le materie padrone del teatro ungherese. fessori, e per difendere il proprio diritto
umanistiche, la Szfe è considerata vici­ allo studio. Il senato si è dimesso e il
na alla “sinistra liberale” che il sempre Momento cruciale corpo docente sta valutando la possibi­
più autoritario governo ungherese è de­ Fino a poco tempo fa le università un­ lità di uno sciopero. Gli studenti hanno
terminato a sconfiggere. Per Fidesz gheresi erano ancora istituzioni indi­ formato una catena umana nelle strade
questo è un motivo sufficiente per inter­ pendenti finanziate dallo stato, e ta­ di Budapest, dall’università fino alla se­
venire con la forza. gliargli i fondi era molto difficile. La de del parlamento, ricevendo un grande
Sotto questo aspetto l’Ungheria è so­ strategia di Fidesz, in questo caso, è sta­ sostegno dalla popolazione. L’atmosfe­
lo un esempio di un conflitto tra sistemi ta quella di riproporre una manovra che ra della manifestazione era allegra e
di valori e di governo, che ha provocato aveva funzionato in altri settori: priva­ tranquilla, ma allo stesso tempo deter­
aspre divergenze in molti paesi e ha tizzare le università e successivamente minata.
spazzato via ogni disponibilità al com­ nominare un consiglio direttivo a cui af­ Per l’Ungheria è un momento cru­
promesso. fidare il controllo non solo delle spese ciale che coincide con il tentativo di
Fidesz ha lanciato la sua campagna ma di tutte le decisioni, dalle nomine ai chiudere l’ultima stazione radio indi­
contro le arti nel 2006, quando ha vinto corsi di studi, su base esclusivamente pendente del paese, Klubrádió. Le ma­
le elezioni amministrative e ha dichia­ ideologica. nifestazioni di solidarietà sono rare, ma
rato che ne aveva abbastanza del vec­ È quello che sta succedendo alla potrebbero dare il buon esempio. La
chio ordine liberale. I vertici del partito Szfe. Inizialmente le privatizzazioni so­ speranza è che almeno questa non sia
hanno annunciato che ora toccava a lo­ no sembrate una scelta ragionevole, soffocata sotto la sempre più vasta cap­
ro. I registi e i consigli dei teatri provin­ perché avrebbero potuto portare a una pa del governo. u as
ciali sono stati rimossi e sostituiti da maggiore indipendenza. Le università
funzionari locali nominati da Fidesz. sarebbero diventate istituzioni autono­ George Szirtes è un poeta e traduttore
Naturalmente questa manovra non me con una rappresentanza adeguata britannico di origini ungheresi.

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 61


Scienza

Il corpo
intelligente
Laura Spinney, New Scientist, Regno Unito
Foto di Henrik Sorensen
Diversi studi dimostrano che i segnali elettrici
provenienti dal cuore e dagli altri organi
influiscono sul modo in cui percepiamo il mondo,
sull’idea di chi siamo e sulla nostra coscienza
lcune zone di Ann Arbor, gnali interni che provengono dal corpo”,

A con le case di legno e le


staccionate bianche, ri-
cordano il film The Tru-
man show. La città, sede
dell’università del Michi-
gan, trasuda prosperità borghese e sicu-
rezza. Per questo una decina d’anni fa,
mentre lavorava lì come ricercatrice, Sa-
rah Garfinkel rimase stupita quando si
spiega. Ma non c’è solo questo. Garfinkel
e altri stanno arrivando a una conclusione
sorprendente: il corpo contribuisce a ge-
nerare il senso del sé ed è una parte fonda-
mentale della coscienza. Questa idea ha
implicazioni pratiche nella valutazione
delle persone che mostrano pochi segnali
di coscienza. E potrebbe costringerci a ri-
considerare dove tracciamo il confine tra
accorse che i giovani reduci dalle guerre in la vita e la morte e fornirci una nuova vi-
Iraq e in Afghanistan si sentivano terroriz- sione di come si è evoluta la coscienza.
zati perfino ad Ann Arbor. “Mi si spezzò il
cuore”, dice. Questa constatazione cam- Alle origini del sé
biò il corso della sua carriera. È noto da tempo che i nostri organi interni
Garfinkel era nel Michigan per studia- hanno una vita propria. Generano attività
GETTY IMAGES

re i circuiti cerebrali coinvolti nella paura elettrica, che viene trasmessa dai neuroni
persistente. Ma lavorando con i reduci al cervello. Di conseguenza, i segnali del
traumatizzati, si rese conto di due cose. nostro battito cardiaco, del respiro, degli
Innanzitutto che un ambiente sicuro non impulsi lenti e regolari della pancia e dei
li aiutava a essere meno spaventati. Se- muscoli sono tutti rappresentati nell’atti- to a cambiare all’inizio di questo secolo,
condo, che la loro paura era fisica oltre che vità elettrica del cervello. Il cervello, a sua quando il neuroscienziato Antonio Dama-
mentale: i loro cuori battevano costante- volta, regola queste funzioni. In altre pa- sio della University of Southern California
mente, le pupille erano dilatate, le mani role, esiste un ciclo neuronale in cui le cel- ha aperto la strada agli studi sulla coscien-
sudate. “Mi sembrava che quello che sta- lule nervose trasportano le informazioni za incarnata. “Difendo l’idea che il corpo
va facendo il loro corpo fosse significativo, dagli organi al cervello e i comandi dal sia un attore fondamentale in tutto ciò che
mentre io esaminavo solo il loro cervello”, cervello agli organi. ha a che fare con la mente”, afferma Da-
racconta. Così decise di indagare la con- Nel novecento, però, i neuroscienziati masio. Per anni è stato in minoranza, ma
nessione tra corpo e mente. tendevano a ignorare il corpo. Associava- ora alcuni studiosi, tra cui Garfinkel, si so-
Garfinkel, che oggi lavora all’universi- no la vita mentale esclusivamente al cer- no uniti a lui nella ricerca sulle origini cor-
tà del Sussex, nel Regno Unito, ha scoper- vello, un approccio esemplificato dall’e- poree del nostro senso del sé.
to che i nostri corpi influiscono sulla men- sperimento mentale del “cervello in una Il loro punto di partenza è l’interoce-
te più di quanto possiamo immaginare. “I vasca”, in cui un cervello separato dal zione, una sorta di sesto senso che abbia-
nostri pensieri, sentimenti e comporta- corpo continua ad avere normali espe- mo su quello che succede nel corpo. Un
menti sono in parte condizionati dai se- rienze coscienti. Le cose hanno comincia- modo semplice per misurarla è chiedere a

62 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


qualcuno di contare i propri battiti cardia- concentrano su questo perché l’Hep è re- ra, e i suoi colleghi hanno misurato l’Hep
ci per un tempo stabilito e confrontare il lativamente facile da misurare: il battito su persone che stavano vivendo un’illusio-
suo conteggio con quello misurato da un cardiaco non è del tutto regolare, quindi è ne corporea. I volontari indossavano un
elettrocardiogramma. La capacità delle possibile separare l’Hep da tutte le altre visore per la realtà virtuale e guardavano
persone di farlo varia molto. Chi è in grado attività del cervello. L’Hep si può trovare una simulazione di sé stessi mentre gli ve-
di percepire il proprio battito cardiaco con registrando il battito cardiaco di una per- niva accarezzata la schiena, cosa che suc-
più precisione tende a prendere decisioni sona con un elettrocardiogramma, e si- cedeva anche nella realtà. Dopo un po’,
intuitive migliori ed è più capace di coglie- multaneamente scansionando il suo cer- hanno descritto la sensazione di essere
re le emozioni degli altri. vello. È un’attività presente in varie “reti fisicamente più vicini a dove si trovava il
Perché? Per capirlo, i ricercatori aveva- di stato di riposo” del cervello, che sono loro sé virtuale, piuttosto che a dove erano
no bisogno di un modo per leggere l’inte- attive anche quando una persona non sta effettivamente seduti. Più era pronuncia-
rocezione nel cervello. Ne hanno trovato facendo nulla coscientemente. to il loro Hep, più forte era l’illusione. È
uno nella risposta del cervello al battito Un aiuto è arrivato nel 2016, quando il stata la prima prova neurofisiologica di un
cardiaco, noto come potenziale evocato neuroscienziato Hyeongdong Park, del legame tra l’interocezione e la nozione di
dal battito cardiaco (Hep). Molti studi si politecnico federale di Losanna, in Svizze- sé del cervello, secondo i ricercatori.

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 63


Scienza
“L’Hep riflette cambiamenti nell’autoco- rata dal cervello dopo aver integrato le riconoscere. A seconda della risposta,
scienza corporea come quelli nell’identi- informazioni provenienti dall’intero or- l’Hep si verificava in zone diverse del cer-
ficazione di sé con il corpo virtuale e lo ganismo”, dice Tallon-Baudry. E pensa vello: una regione vicino alla parte ante-
spostamento verso di lui”, afferma Olaf che una serie di esperimenti confermi la riore per i pensieri sul “me” e una più in-
Blanke, che dirige il laboratorio di neuro- sua tesi. dietro per quelli sull’“io”. Questo ha pro-
scienze cognitive del politecnico. Nel 2014, Tallon-Baudry e Park (che ha vato per la prima volta che il cervello di-
Il suo gruppo ha continuato la ricerca lavorato nel suo laboratorio prima di pas- stingue davvero i due concetti.
per dimostrare che il nostro io corporeo è sare a quello di Blanke) hanno cercato di Inoltre, in uno studio ancora inedito, il
tutt’altro che passivo: interviene in ogni capire come l’Hep potrebbe influire sulla gruppo di Tallon-Baudry ha dimostrato
decisione che prendiamo. L’équipe di nostra esperienza cosciente delle cose. che il corpo può contribuire alle decisioni
Blanke si è basata sul lavoro del fisiologo Hanno chiesto ai soggetti del loro studio sulle nostre preferenze personali, che per
statunitense Benjamin Libet, che nel 1983 di fissare lo sguardo su un punto e di dire molti aspetti ci definiscono agli occhi de-
rilevò un segnale che compare nel nostro se lo vedevano circondato da un debole gli altri. Ai volontari sono stati mostrati
cervello appena prima di renderci conto cerchio. Più grande era l’Hep appena pri- duecento poster di film famosi, chieden-
della nostra intenzione di agire. ma che venisse mostrato il cer- dogli di valutare quelli che avevano visto.
Nell’interpretazione di Libet si- chio, più era probabile che la Il giorno successivo, davanti a coppie di
gnificava che il libero arbitrio persona lo percepisse. “Il battito poster dei film che avevano indicato, i vo-
non esiste. Il gruppo del politec- cardiaco si comporta come lontari dovevano dire quale preferivano,
nico svizzero ha scoperto che lo un’informazione visiva in più”, mentre veniva tracciato il loro Hep. Come
stesso segnale è collegato a un afferma Tallon-Baudry. Forni- spesso capita in questo tipo di esperimen-
particolare atto corporeo, la respirazione: sce anche la “soggettività” intrinseca ti, le risposte non erano del tutto coerenti.
è più probabile che cominciamo un atto dell’esperienza cosciente. “Nella risposta Ma le persone con un più alto Hep al mo-
volontario durante l’espirazione. Blanke ‘ho visto qualcosa’ c’è la componente mento della scelta fornivano risposte più
definisce la scoperta una chiara indicazio- dell’‘io’”, dice. “Non dovremmo ignorare in linea con le loro valutazioni originali. Le
ne del fatto che “gli atti di libero arbitrio l’elemento dell’‘io’ nella percezione”. scelte che facevano erano più vere per loro
sono ostaggio di una serie di stati del cor- Per Blanke quello studio è una dimo- quando il cervello ascoltava più attenta-
po interiore”. strazione della soglia della coscienza, ma mente il cuore.
Questi esperimenti hanno portato non implica necessariamente che il sé sia La nozione di Blanke di un sé corporeo
Park e Blanke a ipotizzare che i segnali coinvolto. Per affrontare la questione, Tal- e quella di una coscienza corporea di Tal-
provenienti dagli organi, insieme ai se- lon-Baudry e il suo gruppo hanno ideato lon-Baudry potrebbero non essere poi
gnali del mondo esterno, forniscono una un altro studio. Questa volta si sono con- tanto distanti tra loro. Anzi, si può imma-
rappresentazione del sé corporeo al cer- centrati sulla distinzione tra “io” e “me”. ginare un modello generale del sé incar-
vello. Questa rappresentazione include Secondo Tallon-Baudry, l’“io” cattura l’a- nato che concili le loro scoperte. Ma come
l’autoidentificazione e l’autolocalizzazio- spetto più basilare del sé, quello che viene includere la ricerca di Garfinkel?
ne, come nell’illusione corporea. I due prima del pensiero, l’entità unificata che Garfinkel ha esplorato due idee colle-
studiosi credono anche che la natura rit- elabora il pensiero. È fondamentalmente gate: che i segnali corporei influenzano le
mica dei segnali provenienti dagli organi diverso dalla riflessione sul “me”, che im- emozioni, e che le emozioni modellano il
contribuisca a generare una sensazione plica il monitoraggio di diverse funzioni nostro senso del sé attraverso la memoria
del sé continua nel tempo. “Il modello ci- corporee senza quel senso di unità. e l’apprendimento. Lavorando con sog-
clico del battito cardiaco è prevedibile”, Per vedere se poteva dimostrare che getti affetti da autismo, ha concluso che i
dice Blanke, “e questo elemento tempora- anche il cervello tratta questi due concetti problemi spesso incontrati da queste per-
le potrebbe svolgere un ruolo importante in modo diverso, l’équipe di Tallon-Bau- sone nel relazionarsi con gli altri derivano
nella continuità del sé”. dry ha chiesto ai volontari sottoposti alla dal fatto che il loro cervello è sopraffatto
scansione cerebrale di fissare un punto e dagli input viscerali associati alle emozio-
Il cerchio intorno al punto lasciar vagare la mente. Ogni tanto li in- ni proprie e degli altri. Basandosi sull’idea
Catherine Tallon-Baudry, una neuro- terrompeva e gli chiedeva se – in quel pre- di un asse iperattivo corpo-cervello, la ri-
scienziata dell’École normale supérieure ciso momento – stessero pensando al cerca di Garfinkel è tornata a quello che
di Parigi, ha un’idea diversa di come il “me” o all’“io”, che erano stati allenati a aveva riscontrato nei reduci di guerra
corpo contribuisca all’autocoscienza. Il traumatizzati: la paura.
cervello è costantemente bombardato da Nel suo studio più recente, Garfinkel
segnali provenienti dall’interno e dall’e- Il gruppo ha ha adattato un paradigma psicologico
sterno del corpo e dai risultati dei propri classico chiamato condizionamento della
processi cognitivi. I segnali sono elabora-
continuato la ricerca paura, in cui i volontari imparano ad asso-
ti da diversi circuiti cerebrali. Tal- per dimostrare che il ciare stimoli neutri a conseguenze negati-
lon-Baudry pensa che i segnali ritmici ve. Ha misurato i battiti cardiaci dei sog-
provenienti dagli organi impongano al
nostro io corporeo è getti e la conduttività elettrica della pelle,
cervello un quadro di riferimento unifica- tutt’altro che passivo: che aumenta quando abbiamo paura. I
to. Questo ci permette di percepire tutte volontari mostravano più paura quando
le informazioni in arrivo dal punto di vi-
interviene in ogni gli stimoli gli venivano presentati mentre
sta di un unico “io” soggettivo. “Immagi- decisione presa il loro cuore si stava contraendo. Le fasi
no la coscienza come una proprietà gene- del battito cardiaco influivano anche sulla

64 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


GETTY IMAGES

facilità con cui queste reazioni di paura una volta era una mente più distribuita. I alle scelte delle persone con disabilità.
erano evocate in seguito. “Questi segnali cambiamenti dello stato corporeo veniva- Tallon-Baudry sta lavorando con il
del cuore possono davvero determinare e no trasmessi al cervello e vissuti come neurologo Steven Laureys dell’università
scavalcare le reazioni di paura condizio- emozioni o pulsioni: l’emozione della di Liegi, in Belgio, per studiare l’Hep nelle
nata”, dice Garfinkel. paura, per esempio, o il bisogno di man- persone con disturbi della coscienza, co-
Non le piace parlare di coscienza, per- giare. La soggettività si è evoluta di nuovo me il coma. Hanno addestrato un’intelli-
ché ritiene che il concetto sia vago. “La in seguito, sostiene. È stata imposta dal genza artificiale ad apprendere il modo in
coscienza opera su così tanti livelli”, spie- sistema muscolo-scheletrico, che si è evo- cui l’Hep si relaziona con i segni clinici
ga. Ma crede di essere impegnata nella luto come struttura fisica del sistema ner- misurabili in questi pazienti, per verificare
soluzione degli stessi enigmi di Blanke e voso centrale e, così facendo, ha anche se potrebbe fare da strumento diagnostico
Tallon-Baudry. Per Damasio, tutti e tre gli fornito un quadro di riferimento stabile: nelle persone con segni clinici ambigui, in
approcci sono conciliabili se assumiamo l’“io” unificato dell’esperienza cosciente. particolare quelli della zona grigia nota
un punto di vista evolutivo. Mentre Damasio contempla una sinte- come stato minimamente cosciente.
si, gli altri ricercatori pensano alle applica- Queste scoperte hanno anche implica-
Ripensamento della natura zioni delle loro scoperte. Garfinkel inten- zioni filosofiche. Se la coscienza è incar-
Quattro miliardi di anni fa, i primi organi- de testare la sua idea di un asse iperattivo nata, questo potrebbe influire sul modo in
smi monitoravano i cambiamenti del loro cuore-cervello sulle persone colpite da cui pensiamo alla morte, che attualmente
stato corporeo – l’equivalente di fame, se- traumi. I risultati degli studi che ha con- è definita dall’Organizzazione mondiale
te, dolore e così via – e avevano dei mecca- dotto finora supportano l’ipotesi che i far- della sanità come la perdita irreversibile
nismi retroattivi per mantenere l’equili- maci progettati per agire sul sistema car- della funzione cerebrale (ma non di quella
brio. Ciò che resta di quei meccanismi diovascolare possano contribuire a tratta- corporea). Queste ricerche ci fanno riflet-
primitivi è il nostro sistema nervoso auto- re il disturbo da stress post-traumatico, e tere anche sulla coscienza di altre specie
nomo, che controlla funzioni corporee in effetti ora questi farmaci sono in speri- animali e sul modo in cui le trattiamo. E se
come il battito cardiaco e la digestione, e mentazione clinica. la coscienza è incarnata, significa che una
di cui siamo in gran parte inconsapevoli. Blanke e Park hanno depositato un macchina o un robot che non riceve se-
Poi, circa mezzo miliardo di anni fa, il si- brevetto sull’uso degli schemi respiratori gnali dal suo corpo non sarà mai veramen-
stema nervoso centrale, di cui faceva par- per prevedere i comportamenti. Tra le te cosciente. “Quando si comincia a pen-
te il cervello, si è evoluto. “È stato un ri- altre applicazioni, potrebbe servire a sare alle implicazioni del sé incarnato”,
pensamento della natura”, dice Damasio. mettere a punto le interfacce cervel- dice Tallon-Baudry, “ci si accorge che so-
Ma è diventato “l’àncora” di quella che lo-computer per renderle più sensibili no davvero profonde”. u bt

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 65


Portfolio

66 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


Rompere
il silenzio
Con il progetto Unsung heroes il fotografo Denis Rouvre ha
viaggiato in tutto il mondo per incontrare più di cento
donne vittime di violenza. Che hanno accettato di farsi
ritrarre e di raccontare le loro storie
nsung heroes è un progetto sul- ché spesso hanno paura di restare isolate dalla

U la violenza contro le donne


nel mondo. Nel 2019, con il
sostegno della ong Médecins
du monde, per otto mesi il fo-
tografo Denis Rouvre ha visi-
tato più di dieci paesi, dove ha incontrato un
centinaio di donne. Il suo obiettivo era metter-
ne in luce la dignità e la forza. Tutte hanno lot-
tato contro degli abusi, e hanno accettato di
loro comunità, o di essere abbandonate dal
marito o dalla famiglia”.
Secondo Catherine Giboin, vicedirettrice di
Médecins du monde, il lavoro di Rouvre è im-
portante perché ci ricorda fino a che punto i
diritti delle donne sono ancora messi in discus-
sione: il diritto di mostrare il proprio corpo, di
portare avanti una gravidanza con un’assisten-
za sanitaria adeguata, di usare contraccettivi,
mostrare i loro volti e raccontare le loro storie. di avere una stabilità economica.
Chantal è stata violentata da un gruppo di Rouvre ha ritratto le donne negli stessi luo-
soldati nel Sud Kivu, nella Repubblica Demo- ghi in cui le ha intervistate: “Così hanno potuto
cratica del Congo; Basanti, in Nepal, è stata fe- prendere confidenza lentamente con la mac-
rita da un uomo che le ha lanciato dell’acido sul china fotografica. Hanno deciso loro come ve-
viso; Sarah è scappata dalla guerra in Siria e ora stirsi e come posare. Io ho scelto solo la luce e
vive in un campo profughi in Libano. l’inquadratura. La foto era l’ultimo passaggio
“Sono racconti di violenza domestica, fisica di tutto il lavoro”. ◆
e psicologica, ma anche legati alle guerre, alla
discriminazione o alla povertà”, dice Rouvre. Denis Rouvre è un fotografo francese nato a
“Ognuna mi ha confessato quello che ha vissu- Épinay-sur-Seine, nel 1967. Unsung heroes ha
to, rompendo il silenzio con coraggio e sinceri- vinto il secondo posto dei Sony world photo-
tà. Questo aspetto non è affatto scontato, per- graphy awards 2020 per la categoria ritratto.

Nella foto grande: Diana e Dorine,


Londra. “Girava la voce che ero
omosessuale”, dice Diana, originaria del
Kenya. “Un ragazzo della mia classe mi
ha violentata dicendo che era per
‘correggermi’. Quando l’ho raccontato a
mio padre non mi ha creduto. Mi ha
risposto che era meglio essere violentata
che essere gay. Così ho lasciato il Kenya e
sono andata a Londra, dove ho incontrato
Dorine”. Accanto: Sarah in un campo
profughi per siriani in Libano. “Il viaggio
da Homs, in Siria, è stato molto duro. Ma
anche qui la situazione è difficile. A volte
non abbiamo da mangiare, né vestiti per i
bambini o coperte per il freddo”.

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 67


Portfolio

Qui accanto: Chantal, 30 anni, vive nel Sud Kivu, nella Repubblica Democratica
del Congo. “Stavo raccogliendo foglie di manioca quando li ho visti arrivare.
Erano una ventina, vestiti da soldati. Mi hanno violentata uno dopo l’altro, men-
tre alcuni di loro guardavano con le armi in mano. A un certo punto anche se ve-
devo quello che facevano, il mio cervello si era perso, non capivo più niente”.
Sotto: Daily, 15 anni, Colombia. “Ho quattro fratelli e vivo con mia madre. Sono
stata violentata da mio padre e sono rimasta incinta. Ho abortito. Mi piacereb-
be finire gli studi, sono all’ultimo anno. Vorrei studiare medicina o fare l’assi-
stente di volo. Ma vorrei anche aiutare altre ragazze che hanno sofferto come
me, per convincerle a non farsi trattare male da nessuno. Non bisogna restare
in silenzio, non devono fare il mio stesso errore”.

68 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


Qui accanto: Hyam, Territori occupati, Palestina. “Qui viviamo tutti nel
terrore, giorno e notte. Prima avevamo gli ulivi e andavamo a raccogliere le
olive nei campi. Ora non possiamo nemmeno più piantarli altrimenti i coloni
israeliani li distruggono. Organizziamo incontri per donne che hanno subìto
abusi dagli israeliani degli insediamenti. Alcune raccontano che i loro figli
vivono nella paura. Cerchiamo di dare coraggio a queste donne, e per loro è
un sollievo condividere queste difficoltà”.
Sotto: Sanu Nani, Nepal. “Vivo in una casa fatta di lamiere, senza acqua
corrente, in una discarica di Kathmandu. Dovevo ripagare alcuni debiti ma
non avevo abbastanza soldi. Avevo sei figli, anche se ne sono sopravvissuti
cinque. Non sapevo come fare. Avevo un’amica che lavorava nella discarica e
sono andata a cercare lavoro lì. Non è facile, non sai mai cosa può succedere,
è pieno di vetri, aghi e materiali pericolosi. Il rumore dei trattori mi spaventa,
ma riesco a guadagnare abbastanza per sopravvivere”.

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 69


Portfolio
Qui accanto: Basanti, 29 anni, Kathmandu, Nepal. “Ero al mercato quando un
uomo mi ha lanciato dell’acido sul viso. Poi mi ha colpito con un coltello in testa
e sul corpo. Da allora ho paura di tutto. Riesco a fuggire con la mente solo in
sogno. Ma quello che mi fa più male è che i miei figli non vogliono più vedermi
perché li spavento”.
Sotto: Sephora, Kinshasa, Repubblica Democratica del Congo. “Una mattina
un profeta è venuto a casa nostra e mi ha accusato di essere una strega. Alla
chiesa Mama Olangi mia zia mi costringeva a partecipare ai riti di esorcismo
per cui dovevo digiunare ogni giorno. Mi picchiava, ero diventata la sua
schiava. Non potevo nemmeno sedermi accanto ai suoi figli, perché aveva
paura che potessi ‘mangiarli’. Un giorno è diventata improvvisamente gentile e
materna, e mi ha preparato da mangiare. Non mi fidavo, così ho versato
dell’acqua nel piatto. Mi ha guardato e mi ha detto che se avessi mangiato sarei
morta. Così sono scappata e ho cominciato a vivere per strada. Un giorno un
gruppo di ragazzi mi ha violentata. Sono rimasta incinta. Oggi ho due gemelli
di cinque anni”.

70 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


Qui accanto: Furaha, 30 anni, Bukavu, Repubblica Democratica del Congo.
“Ero incinta di sei mesi quando tre uomini mi hanno violentata.
Indossavano cappotti verdi e avevano delle pistole. Dopo alcuni giorni ho
cominciato ad avere dolori alla pancia. Alla fine dell’ottavo mese i dolori
continuavano a preoccuparmi e ho deciso di andare in ospedale, ma ho
partorito mentre ero in strada. Il bambino era già morto. Mio marito ha fatto
le valigie e se n’è andato di casa”.
Sotto: Afifa, Territori occupati, Palestina. “Un giorno mi hanno detto che
mio figlio Ahmad era stato ferito a un posto di blocco. Credevo non fosse
niente di grave, perché era già capitato in passato. Quel giorno doveva
andare a un matrimonio e l’unico modo per arrivarci era passare da lì. Lo
hanno ricoverato in ospedale. Aveva la faccia gonfia, era irriconoscibile. È
morto una settimana dopo. Da tre anni non vado a una festa di matrimonio.
Perdere un figlio è la cosa peggiore che possa succedere a una madre”.

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 71


I buoni propositi

Sei mesi Sei mesi Sei mesi


Internazionale Kids Internazionale Internazionale

49
+ Internazionale Kids

11euro
59 euro euro
si fanno adesso
Fino al 14 ottobre puoi abbonarti per sei mesi
a Internazionale e Internazionale Kids, a un prezzo speciale.

Sei mesi
a un
prezzo
speciale

?
do
on
lm
ne
te
pi
o ca
pr Qu
IL al è
lP l’as
èi p
al
etta
Qu
iva t
i vit d
an
el m
ond
o?

internazionale.it/semestrale
Ritratti

Beata Nemcová
La guardiana
Štefan Chrappa, .týždeň, Slovacchia. Foto di Boris Németh
È la custode volontaria di dietro la piazza del municipio c’è una si- indica un punto e ci racconta di quando
un cimitero ebraico in una città nagoga neologa del 1893. Percorriamo l’autocarro su cui viaggiava si è ribaltato:
poche centinaia di metri su una ripida “Il bordo della strada era franato, fortu-
della Slovacchia. Motociclista scala e arriviamo al castello rinascimen- natamente non è successo niente a nes-
e antifascista, ha trasformato tale, Nový zámok, da cui si può ammirare suno, ma è stato pericoloso”.
un luogo abbandonato in un il panorama di Štiavnica.
monumento alla memoria Tutti questi edifici raccontano delle Senza soluzione
storie: turbolente o gloriose che siano, Da lontano vediamo la cupola della came-
storica della comunità locale hanno lasciato segni che l’occhio del visi- ra mortuaria che domina il cimitero. Ci
tatore può leggere e decifrare. Tuttavia in avviciniamo. Ruckschloss Nemcová fer-
trade tortuose arrivano a questa città mineraria, un tempo molto ma la moto e tocca con la punta delle dita

S Banská Štiavnica, nel centro


della Slovacchia. È una città
dall’atmosfera straordinaria,
che non a caso negli ultimi
anni attira un numero cre-
scente di turisti. È così ambita che la do-
manda di immobili è in costante aumen-
to, e questo a sua volta fa salire le quota-
zioni immobiliari.
ricca e importante, c’è anche un luogo
che è il testimone silenzioso di altri even-
ti. Ed è lì che ci stiamo dirigendo.
La nostra guida, Beata Ruckschloss
Nemcová, interprete in tribunale, custo-
de del cimitero ebraico della città e guida
dell’associazione civica Omnis Terra, ci
sta aspettando nel parcheggio ai piedi del
castello. Gira su un’elegante motocicletta
il muro scrostato. Sull’edificio sfregiato
due cartelli indicano gli artefici di questa
desolazione. “I comunisti provarono a te-
nere insieme la struttura fissandola con il
cemento, ma alla fine è franata sotto al
suo peso. A quell’epoca le cose venivano
sempre fatte in modo provvisorio. Noi ab-
biamo eliminato il cemento e abbiamo
intonacato l’interno. Poi abbiamo ricevu-
C’è davvero qualcosa di particolare nera e sembra l’eroina di un film d’azio- to i finanziamenti dalla fondazione di una
qui. Štiavnica ha i suoi segreti e i suoi ne. Ha un simbolo antifascista stampato banca e abbiamo cominciato a intonacare
traumi sia nel lontano passato sia nel pre- sulla bandana: una svastica barrata di anche l’esterno”.
sente. Il suo misterioso castello è incan- rosso. Si toglie il casco e gli occhiali, ci dà È stato l’inizio di un’esperienza esa-
tevole: costruito attorno a una chiesa me- il benvenuto e ci mostra il percorso che sperante. A volte in Slovacchia sembra
dievale, si dice fosse una roccaforte dei faremo insieme. che niente possa cambiare. Cos’è succes-
templari. Prendiamo degli attrezzi e delle torce so dopo? “L’intonaco all’esterno era stato
Nel quartiere, tra piazza della Santa dalla macchina e saliamo verso il castel- realizzato in modo non professionale, ed
Trinità e piazza Radničné, c’è la chiesa di lo, svoltando a sinistra su una strada non è crollato insieme a quello precedente-
Santa Caterina, che fu costruita dai mina- asfaltata. Ruckschloss Nemcová, la no- mente applicato all’interno”, spiega
tori. Al cantiere parteciparono sia cattoli- stra carismatica guida, ci precede lenta- Nemcová.
ci sia luterani. Alla fine la chiesa rimase mente sulla sua moto chopper. Si ferma, In quel periodo lei aveva rischiato di
cattolica, ma fin dal 1658 in questa città perdere una gamba a causa di un infortu-
multiculturale si predicava in slovacco. nio. Quando è finalmente riuscita a tor-
Di fronte a Santa Caterina sorge una Biografia nare al cimitero, è rimasta inorridita.
chiesa evangelica in stile classicista. “Quattro mesi dopo la fine dei lavori l’in-
◆ 1973 Nasce a Banská Štiavnica, in
Incastonata dentro un edificio, ci la- tonaco stava crollando. Ho trovato un
Slovacchia.
scia di stucco quando, entrando dal fon- grosso calcinaccio qui per terra, non po-
◆ 1998 Si laurea in lingue all’università Matej
do, c’imbattiamo nella sua originale or- Bel e diventa interprete e traduttrice
tete immaginare come mi sono sentita in
ganizzazione dello spazio. Il pilastro della dall’inglese. quel momento”. L’impresa che aveva
Santissima Trinità fu eretto all’inizio del ◆ 2008 Entra per la prima volta nel cimitero eseguito i lavori di restauro sosteneva che
settecento dopo che la città era stata col- ebraico della città e lo trova in stato di nella camera mortuaria era tutto a posto.
pita da un’epidemia di peste. Nel vicolo completo abbandono. E così si è aperto un contenzioso in cui

74 Internazionale 1377 | 25 settembre 202o


Beata Ruckschloss Nemcová, nel 2020

non ci sono stati vincitori, ma solo vinti, o cio cancello in ferro battuto della camera gioso ma ingenuo. Il cimitero era ricoper-
piuttosto beffati: tutti quelli che riposano mortuaria. Ci indica il panorama del to di erba alta e vegetazione spontanea. I
nel cimitero e le persone a cui questo po- cimitero ebraico su un terreno in penden- monumenti erano crollati. “Non sapeva-
sto sta a cuore. za, come tutto in questo angolo del paese. mo neanche cosa fosse esattamente, ma
“Abbiamo cercato in tutti i modi di ot- Da qui si vede anche il panorama di sapevamo che dovevamo fare qualcosa.
tenere giustizia, firmando petizioni, fa- Štiavnica, i tetti delle case e la chiesa Era il 1997. Non avevamo idea di quante
cendo denunce e ricorsi. Abbiamo anche del Calvario, a pochi chilometri in linea fossero le tombe, a cosa servissero quegli
un rapporto di più di cento pagine di un d’aria. edifici fatiscenti. In poche parole, era una
esperto. L’impresa che ha fatto i lavori lo Beata Ruckschloss Nemcová è nata a giungla. Quando abbiamo tagliato l’ede-
aveva commissionato per incolpare noi, Banská Štiavnica. Quando insegnava in- ra e le erbacce, abbiamo scoperto che c’e-
invece le perizie confermano che il re- glese in una scuola superiore della città, i rano molte tombe. Le abbiamo pulite
stauro è stato eseguito in modo sbagliato. suoi studenti lavoravano a un progetto tutte, una per una. Di tutte le pietre tom-
Siamo arrivati al culmine quando l’im- sui luoghi dimenticati. “Una volta com- bali ne erano rimaste in piedi solo quat-
presa è stata venduta e noi siamo rimasti pletato il lavoro, ci siamo resi conto che tordici. Le altre erano state abbattute.
con un palmo di naso”. La camera mor- era rimasto fuori questo cimitero ebraico. Dopo la pulizia, abbiamo dovuto mappa-
tuaria sarà ricostruita quando si troveran- Siamo venuti qui. Siamo rimasti incantati re le tombe, riportare al loro posto le pie-
no i fondi necessari e dei donatori. dal luogo e abbiamo deciso di rimetterlo tre tombali ed erigerle di nuovo. Erano
Ruckschloss Nemcová apre il massic- a posto in un anno”. Era un piano corag- sparse per il cimitero e nell’area circo-

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 75


Ritratti
stante. Molte mancavano, erano state
rubate, prese per farne materiale da co-
Quando i volontari non possono essere usati come prove. Di
solito risolviamo il problema ricostruen-
struzione o da incisione. Un gioco da ra- hanno cominciato do il monumento abbattuto. Non chia-
gazzi: basta cancellare i nomi sulla lapide
per ottenerne una pronta da vendere.
a pulire il cimitero, miamo più la polizia, ci siamo resi conto
che non ha senso”.
Così si fanno affari d’oro, no?”, dice le reazioni dei La guida ha un modo tutto suo di trat-
Ruckschloss Nemcová.
Oggi ogni tomba è localizzabile, ha
residenti non sono tare i delinquenti: “Quei ragazzi, quasi
tutti giovani non troppo istruiti e non
una descrizione e una documentazione state per niente molto consapevoli, sono stracolmi di
fotografica. C’è anche il cimitero virtuale
di Banská Štiavnica, un sito creato anni fa
entusiaste energia e a volte di alcol. Io li ho portati
qui a pulire qualche tomba. Nel frattem-
da alcuni studenti di geodesia come tesi po mi sono messa a raccontargli della co-
di laurea. munità ebraica locale, della tragedia ac-
Attraversiamo il cimitero, fermandoci caduta qui. Molti di loro si sono vergo-
vicino a ogni tomba. La nostra guida indi- gnati di quello che avevano fatto e si sono
ca una lapide rotta: “Questa è la più anti- scusati. C’è un solo modo: informare ed
ca”. Gli esperti hanno confermato che è educare”.
del cinquecento. È stata la prima. “Cosa
c’è scritto? Non lo sappiamo. Abbiamo Il ritorno
inviato una foto ai nostri amici esperti in Per ogni problema che affligge la Slovac-
Israele, ma non hanno saputo darci una ma sepoltura risale agli anni sessanta”, chia, il filo rosso porta sempre alle scuole.
risposta perché manca un pezzo e le lette- Ruckschloss Nemcová indica pesanti “Lì è cominciato tutto. Tengo lezioni an-
re rimaste sono danneggiate”. tombe di marmo nero nella parte supe- che agli insegnanti: non mi metto a elen-
riore del cimitero. “Alcune tombe pur- care date, ma cerco di coinvolgerli con
Pregi e difetti troppo non siamo riusciti a descriverle. l’aiuto di racconti ed emozioni”.
Le pietre tombali nel cimitero ebraico di Non si sono portati via solo le pietre tom- Se il cimitero fosse dichiarato monu-
Štiavnica sono poliglotte. Alcune hanno bali, ma anche i bordi. Tra l’altro abbia- mento nazionale, le sanzioni per gli autori
iscrizioni solo in ebraico, altre in due o mo trovato alcune tombe vuote, depreda- degli atti di vandalismo potrebbero essere
addirittura tre lingue. “Štiavnica ha un te. I ladri credevano che gli ebrei seppel- più severe, anche se non gli impedirebbe-
passato multiculturale: tedeschi, slovac- lissero i propri morti con gioielli e denaro. ro di commetterli. Molto spesso i visitatori
chi, ungheresi, cechi ed ebrei vivevano La comunità ebraica di Štiavnica fu istitu- chiedono a Ruckschloss Nemcová perché
qui fianco a fianco. Queste pietre tombali ita ufficialmente solo nel 1861, quando gli ebrei, a cui appartiene questo cimitero,
mostrano chiaramente quale fosse la lin- cambiarono le leggi, ma gli ebrei erano non se ne occupino. “Perché per il 99 per
gua prevalente in un dato periodo. I più qui da molto prima e avevano già costrui- cento sono stati uccisi! Ma tramite il sito
affascinanti sono gli epitaffi spiritosi. Nei to la camera mortuaria. La prima comu- siamo stati contattati da persone che ave-
cimiteri cristiani una cosa del genere non nità ufficiale contava circa cinquecento vano dei parenti qui. Per esempio, un ca-
sarebbe concepibile. Eppure quelle scrit- appartenenti”. Fino a quel momento nadese che di cognome fa Hell è un di-
te ci dicono chi era realmente la persona Štiavnica, anche se aveva una sinagoga, scendente dei famosi Hellov. La sua fami-
sepolta e che neanche i difetti potranno non aveva mai avuto un rabbino. glia emigrò oltreoceano. Hell è professore
essere dimenticati. In poche parole, qui Quando i volontari hanno cominciato di matematica in Canada. Quando è tor-
giacciono uomini e donne, non immagini a pulire il cimitero, le reazioni dei resi- nato a vedere il posto e poi siamo andati
idealizzate”, osserva la nostra guida. denti non sono state per niente entusia- nella sua vecchia casa è stato un momento
“È tutto più umano”. ste. Per questo terreno c’erano altri pro- magico. Nella sua cameretta c’era ancora
Nel quartiere c’è anche un cimitero getti. “Qui volevano costruire un palazzo. un dipinto che aveva lì da bambino. Oggi è
cristiano. All’interno c’è un monumento D’altra parte il posto è bellissimo, tran- chiusa, sarà ricostruita”.
eretto in memoria delle ultime vittime quillo, soleggiato. È forse un problema se Cosa pensa Ruckschloss Nemcová del
della seconda guerra mondiale. “Qui vi- qualcuno va a vivere sul sito di un ex cimi- fatto che dei politici dichiaratamente fa-
veva anche una comunità tedesca. Nel tero? La gente sembra più infastidita dai scisti hanno incarichi importanti in Slo-
caos della guerra sono usciti allo scoper- furti delle lapidi, ma la costruzione di un vacchia? “Nel 2006 i giornalisti mi hanno
to i lati più oscuri delle persone. Questi palazzo non gli darebbe fastidio. Tutta- chiesto se pensavo che il fascismo sarebbe
tedeschi non erano collaborazionisti. via, se si trattasse della tomba dei loro tornato. Tornare? È già qui! Mi hanno trat-
Erano a tutti gli effetti cittadini di nonni probabilmente non permettereb- tato come un’isterica. Ma oggi i fascisti
Štiavnica. Nonostante questo furono fu- bero uno scempio del genere”. sono in parlamento!”.
cilati vicino alla stazione ferroviaria”. La distruzione dei monumenti ebraici Che ne sarà del cimitero? Le riparazio-
Alcune tombe ebraiche si possono tro- e la profanazione delle tombe è tipica del- ni della camera mortuaria andranno
vare anche nei cimiteri cattolici o evange- lo pseudopatriottismo slovacco e dell’an- avanti, poi ci sarà una mostra sui rituali
lici. Quasi tutti i defunti erano parenti tisemitismo. Se ne sente parlare spesso. funebri ebraici, una rarità in Europa.
acquisiti. Com’è la situazione a Štiavnica? “Ci sono “Tutti dovrebbero trovare un cimitero,
Nel cimitero ci sono 286 tombe, trova- casi anche dalle nostre parti, cinque o sei almeno immaginario, di cui prendersi cu-
te e documentate grazie all’opera con- volte all’anno. Avevamo sia foto sia video ra. È a tutti gli effetti un investimento a
giunta di appassionati ed esperti. “L’ulti- degli atti vandalici, ma questi materiali lungo termine”, dice Nemcová. u ab

76 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


Cultura

Libri
Gianni Rodari a Jaroslavl, Unione Sovietica, 1979
PUBLIFOTO/LAPRESSE

Filastrocche
inglese) è una raccolta di racconti per
bambini abbastanza brevi da poter essere
letti durante una telefonata. Ha anche
uno sfacciato risvolto politico e usa situa-

in America zioni improbabili e mondi immaginari per


indurre i lettori a mettere in discussione
lo status quo.
Una traduzione in inglese ma parziale
era uscita nel Regno Unito negli anni ses-
santa, mentre non arrivò mai negli Stati
Uniti. Ora Favole al telefono viene pubbli-
cato dalla casa editrice Enchanted Lion,
Anna Momigliano, The New York Times, Stati Uniti
tradotto da Antony Shugaar e illustrato
Favole al telefono di Gianni diano comunista L’Unità, nel 1950, seguì da Valerio Vidali. L’anno prossimo lo
Rodari arriva finalmente anche la vicenda di sei uomini disarmati, che stesso editore dovrebbe pubblicare il sag-
protestavano per i diritti dei lavoratori, a gio di Rodari sull’educazione e la narra-
negli Stati Uniti. Resta da cui la polizia aveva sparato, e una delle zione, La grammatica della fantasia (Ei-
capire come sarà accolto sue prime poesie parla di un bambino il naudi 1973), tradotto da Zipes.
cui padre è stato ucciso dalla polizia. Resta da capire come Favole al telefono
no dei racconti di Gianni Roda- sarà accolto negli Stati Uniti. “Ogni sin-

U ri, Il paese senza punta, è am-


bientato in un paese fantastico
in cui le autorità sono talmente
miti che quando uno straniero raccoglie
un fiore proibito, una guardia municipale
Piccole rivoluzioni
Quando pubblicò il suo capolavoro Favole
al telefono, nel 1962 Rodari aveva svilup-
pato un approccio più sottile. “Ha inserito
la politica nei suoi racconti in una manie-
golo racconto è un piccolo atto rivoluzio-
nario”, ha affermato la critica letteraria
italiana Giulia Massini.
Claudia Bedrick, dell’Enchanted
Lion, ha lavorato al libro per cinque anni
vorrebbe essere schiaffeggiata. Il visitato- ra tale che era impossibile dire: ‘Questa è e afferma che la scelta di pubblicarlo non
re rifiuta di pagare quella strana multa: ideologia socialista’. Ma spingeva a inter- è una dichiarazione politica. Aggiunge
semmai, dice, dovrebbe essere la guardia rogarsi su cosa succedeva nel mondo e su però che “il messaggio politico di Rodari
a schiaffeggiare lui. Ma alla fine ci si chie- quanto insensate fossero a volte le perso- è importante e non si pubblica Rodari
de se la realtà sia meno assurda. ne”, dice Jack Zipes, professore di lettera- senza curarsi di questo aspetto”.
Rodari, scrittore per l’infanzia amatis- tura comparata all’università del Minne- Oltre che in Italia, Rodari ebbe succes-
simo in Italia e morto nel 1980, prendeva sota che ha studiato e tradotto Rodari. so anche all’estero, soprattutto in Russia e
molto sul serio la violenza delle autorità. Pubblicata in Italia da Einaudi nel in Europa orientale, e resta l’unico scritto-
Quando faceva il giornalista per il quoti- 1962, Favole al telefono (Telephone tales in re italiano ad aver vinto il premio Hans

78 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


La copertina di Telephone tales Una delle illustrazioni di Valerio Vidali
ENCHANTED LIONS BOOKS

ENCHANTED LIONS BOOKS

Christian Andersen per la letteratura per Rodari lavorò in un momento cruciale scriveva in una lettera del 1971 al suo edi-
l’infanzia. Non ha mai spopolato tra i let- per il sistema educativo italiano, interes- tore, mettendo i capi comunisti accanto
tori in lingua inglese, in parte per i suoi sandosi in modo molto approfondito alla alla squadra di calcio di cui era tifoso.
legami con il partito comunista. Ma in Ita- pedagogia. Negli anni sessanta le scuole Tuttavia non risparmiò critiche all’Unio-
lia Rodari è considerato un autore canoni- italiane venivano riformate per includere ne Sovietica. “Per noi il socialismo signi-
co. I suoi libri sono letti nelle scuole, e al- i bambini delle famiglie povere o operaie. fica più libertà, o non ha alcun significa-
cuni dei suoi versi (“Anche il chiodo ha I libri di Rodari, con il loro stile accessibi- to”, dichiarava in un articolo del 1968,
una testa / però non ci ragiona: la stessa le e i giochi di parole costruiti intorno agli criticando l’invasione della Cecoslovac-
cosa capita / a più d’una persona”) fanno errori grammaticali, tendevano la mano chia. Il messaggio politico nei suoi libri
parte del patrimonio collettivo italiano. ai bambini che in casa non erano abituati per bambini riguardava più lo sviluppo di
Le ristampe dei suoi libri non si contano e a un italiano formale. un atteggiamento critico nei confronti
su di lui sono stati scritti moltissimi libri, “Voleva che i bambini non si sentisse- del mondo così com’è, compreso il capi-
l’ultimo dei quali, Lezioni di Fantastica ro intimiditi, che vedessero negli errori talismo, che l’inculcare ideali socialisti.
(Laterza 2020), è una biografia scritta dal- degli strumenti per crescere e dei mo- “Il suo progetto politico era la libertà,
la storica Vanessa Roghi. menti creativi”, ha sottolineato la sua l’idea che il genere umano potesse libe-
Nato in una famiglia operaia, Rodari biografa Vanessa Roghi. rarsi grazie allo sviluppo di un senso criti-
insegnò per breve tempo in una scuola co”, ha affermato la critica Massini.
elementare. Durante la seconda guerra Libertà di immaginare Per Rodari l’immaginazione era sem-
mondiale entrò nella resistenza, poi nel Le sue idee sono state anche criticate. La pre rivoluzionaria. Era convinto che
Partito comunista italiano (Pci) e nel scrittrice Paola Mastrocola ha dedicato quando i lettori immaginano, smettono
1947 arrivò all’Unità, il quotidiano del un capitolo di uno dei suoi libri a quella di dare per scontate le condizioni esisten-
Pci. Quando cominciò a scrivere nella se- che a suo avviso era stata l’influenza ne- ti e imparano a pensare alle alternative. Il
zione dedicata ai bambini fu perché era gativa di Rodari sulla scolarizzazione. suo mondo, che mette insieme utopia e
l’unico giornalista dell’Unità ad aver mai “L’idea implicita del metodo rodariano, assurdità, rimanda tanto a quello dello
lavorato con loro. l’idea sotterranea (ma poi neanche tanto) scrittore statunitense Dr. Seuss quanto a
Il successo arrivò nel 1960, con la rac- era che la scuola dovesse smettere di fare quello di Antonio Gramsci.
colta Filastrocche in cielo e in terra, che cose noiose”, ha scritto. “La conseguen- In Inventare i numeri, una delle storie
sarebbe stata apprezzata ben oltre il pub- za è stata che di colpo abbiamo ritenuto contenute in Favole al telefono, due bam-
blico politicizzato di sinistra. Favole al te- noiose materie come la grammatica, la bini cominciano a fantasticare su numeri
lefono fu un successo immediato e nel storia, la letteratura, e abbiamo deciso e misure. “Quanto pesa una lacrima?”,
1971 l’editore Einaudi ne pubblicò una quindi di non farle più”. chiede uno. L’altro risponde: “La lacrima
nuova edizione nella prestigiosa collana Rodari era stato entusiasta dell’ideo- di un bambino capriccioso pesa meno del
degli Struzzi, collocando Rodari accanto logia comunista. “Viva Marx! Viva Lenin! vento, quella di un bambino affamato pe-
a Francis Scott Fitzgerald e Italo Calvino. Via Mao Tse-Tung! Viva la Juventus!”, sa più di tutta la terra”. u gim

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 79


Cultura

Schermi
Documentari YouTube
Bajkonur Terra Cineforum
Rai Storia, sabato 26 settembre,
ore 22.50
I nomadi del Kazakistan con-
dividono il territorio con gli Uno dei formati che meglio
scienziati del Cosmodromo funzionano su YouTube è la
internazionale di Bajkonur: “reazione”, in cui lo youtuber
pur vivendo nella stessa regio- si filma mentre commenta un
ne, e scrutando lo stesso cielo, video. Il pubblico osserva il
sono divisi da secoli di svilup- suo volto, oppure vede lo
po tecnologico. schermo doppio, con video
originale e reazione del
Grano amaro beniamino. Ecco perché
Tenk.eu.com Facebook, sempre attento a
Una troupe francese a Predap-
pio segue due candidati sinda-
Serie tv farsi ispirare dai concorrenti,
ha da poco creato la funzione
co con poca esperienza e po-
che speranze, durante una
Ratched Watch Together. Attraverso
Messenger, la sua app per
campagna elettorale inevita- chattare, puoi invitare gli
bilmente dominata dalla que- Netflix, 8 episodi Ryan Murphy, un maestro nel amici a guardare qualcosa con
stione dell’imbarazzante ere- Ratched è sgargiante e ricerca- pescare e campionare elemen- te. Oltre al contenuto scelto
dità di Mussolini. to, orribile e poetico, stilizzato ti della cultura popolare. Ma vedrai nella schermata anche i
fino quasi al ridicolo, sconcer- chi è curioso di sapere come loro volti. “Niente può
Hope frozen tante. La protagonista della se- l’algida infermiera (interpreta- sostituire l’essere nella stessa
Netflix rie, ambientata nel 1947, è ta da Sarah Paulson) è diventa- stanza con chi ami, ma Watch
Una bambina tailandese è di- Mildred Ratched, l’infermiera ta la nemesi di Jack Nicholson Together ci si avvicina molto”,
ventata il più giovane essere cattiva di Qualcuno volò sul ni- potrebbe non avere le risposte scrive Nora Micheva
umano sottoposto a criocon- do del cuculo. Non c’è bisogno che cerca. Nel cast anche Judy presentando lo strumento. Il
servazione: dopo la morte per di aver letto il romanzo o visto Davis e Cynthia Nixon. cineforum ai tempi dei social.
un tumore al cervello, la fami- il film per apprezzare la serie di The Washington Post Gaia Berruto
glia l’ha affidata a un laborato-
rio, dove ora è conservata la
sua testa. Televisione Giorgio Cappozzo
No home movie
Dafilms.com
Commenti
Questo ultimo lavoro autobio-
grafico del 2017, incentrato sul
rapporto con la madre, com- Il nuovo direttore generale il dovere di rappresentare la mentando la notizia dell’ucci-
pleta l’omaggio alla grande re- della Bbc, Tim Davie, appena pluralità di idee senza cedere sione di un parroco di Como
gista Chantal Akerman della insediato nella stanza dei bot- alla tentazione delle fake news. da parte di uno squilibrato di
piattaforma Dafilms. toni ha diffuso una direttiva Buone intenzioni che se da origini tunisine, ha parlato di
che vieta ai dipendenti, in par- una parte servono forse a recu- un immigrato clandestino vio-
Senza bussare. Il racconto ticolare ai giornalisti, di espri- perare terreno in prospettiva lento e mafioso che grazie a
di uno stupro mere pareri divisivi sui social di un drastico ridimensiona- immigrazionisti e buonisti va
Arte.tv network. L’obiettivo è arginare mento dell’azienda dall’altra ancora in giro. E ha invitato chi
Come mettersi nei panni di le accuse di faziosità. Inutile insinuano un lieve sospetto di vuole una società multietnica
una vittima di violenza ses- scrivere nella bio che le opinio- censura: perché i dipendenti ad andarsene a Cuba. Castro-
suale? Quattordici uomini e ni sono personali, “se vuoi fare della Bbc da privati non posso- nerie che pongono lo stesso
donne reinterpretano il rac- propaganda in rete sappi che no scrivere quello che vogliono quesito: non ha forse diritto
conto in prima persona di non dovresti lavorare alla come gli altri cittadini? Nei di esprimere i suoi pensieri?
Ada, 19 anni, intrecciandolo Bbc”. Davie ha articolato la sua giorni scorsi sui social un cro- Prima dateci un Tim Davie,
con le loro esperienze, simili e posizione, sostenendo che una nista del Tg2, di cui omettiamo una bella direttiva, e poi ri-
terribilmente comuni. comunicazione autorevole ha generosamente il nome, com- spondiamo. u

80 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


I consigli Notturno Miss Marx Molecole
della Gianfranco Rosi, Susanna Nicchiarelli, Andrea Segre,
redazione in sala in sala in sala

di Rachel. Ne segue un thriller comiche che si tingono di ma-


di buon livello, teso e lucido linconia e i due protagonisti
su due diversi tipi di rabbia sono una sicurezza. Comme-
che si scontrano. Una univer- dia molto tradizionale dove si
sale, indipendente da sesso, ride e gli attori sono in grande
etnia o età. L’altra, più perico- spolvero, ideale per il sabato
losa, che arriva esclusivamen- sera. François Forestier,
te dal senso di giustizia ava- L’Obs
riato di un uomo. Il film di-
stingue i due tipi di rabbia, ma Sto pensando di finirla qui
sembra quasi indeciso su qua- Di Charlie Kaufman. Con Jessie
le concentrarsi. Clarisse Buckley, Jesse Plemons. Stati
Loughrey, Independent Uniti 2020, 134’. Netflix
Undine ●●●●●
DR

Il meglio deve ancora Se la vita non fosse già abba-


In streaming mente attratti dagli abissi dei venire stanza difficile ecco un nuovo
sentimenti, anche se rischia- Di Matthieu Delaporte e film selvaggio e surreale di
Undine no di annegarci. Alexandre de La Patellière. Con Charlie Kaufman. Con una
Di Christian Petzold. Con Louis Guichard, Télérama Fabrice Luchini, Patrick Bruel. grande maestria nell’umori-
Paula Beer, Franz Rogowski. Francia 2019, 118’. In sala smo cupo e nelle narrazioni a
Germania/Francia 2020, 92’. Il giorno sbagliato ●●●●● dir poco complicate, osserva i
In sala Di Derrick Borte. Con Russell Arthur (Fabrice Luchini) e dettagli più orribili di attività
●●●●● Crowe, Caren Pistorius. Stati César (Patrick Bruel) sono squisitamente umane: vivere,
Il fidanzato di Undine l’ha tra- Uniti 2020, 90’. In sala amici da tanto tempo e sono amare, avere successo, fallire,
dita con un’altra donna. Per ●●●●● anche due persone molto di- respirare. In questo nuovo
lei è inconcepibile, ne morirà. Nel prologo del film di Derrick verse. Arthur è borghese, pu- film si spinge un po’ più in là,
Del resto nella mitologia ger- Borte, Tom (Russell Crowe) sillanime, assennato; César è anche grazie alle splendide in-
manica l’ondina è una creatu- massacra l’ex moglie e il suo affascinante, pieno di debiti, terpretazioni dei due protago-
ra destinata a un’eterna infeli- compagno nella loro casa alla estroverso. César non sa an- nisti, Jesse Plemons e Jessie
cità senza l’amore di un essere periferia di una grande città. È cora che ha il cancro e dovrà Buckley, nei panni di una
umano. Con questa rottura tra una scena di violenza dome- dirglielo proprio Arthur, che (presunta) coppia in viaggio
due trentenni di Berlino, lui stica inquietante anche per- però non ne ha il coraggio. Da verso la casa dei parenti di lui
banalmente incostante, lei ché tragicamente familiare. questa situazione nasce un sperduta in mezzo alla neve.
che sembra uscita da una tra- Nei titoli di testa però radio e grande equivoco che a sua vol- La premessa sembra sempli-
gedia classica, Christian tv presentano tutta una serie ta provoca una serie di avven- ce, ma Kaufman si mette a
Petzold lancia la sua sfida. Se di mali della società contem- ture che divertono molto giocare con il tempo e la verità
accettiamo questo arbitrario poranea: narcisismo, disprez- César e mettono in grande im- e anche con la relazione tra
testa a testa ameremo il film, zo di regole e leggi, rabbia in- barazzo Arthur. Il tandem co- due persone, sospesa tra ro-
il suo mescolare una durezza discriminata. Vediamo video mico di successo Delaporte- manticismo e tragedia.
disincantata con il più folle ro- di persone che si fanno selfie, La Patellière inventa peripezie Dave Calhoun, Time Out
manticismo. Poi Undine in- guidano in modo irresponsa-
contra un altro uomo, molto bile e litigano al supermerca-
diverso dal primo fidanzato, to. E arriviamo alla protagoni-
dolce, comprensivo (ed è an- sta del film, Rachel (Caren Pi-
che un sub). Il loro incontro storius): in pieno divorzio, ha
(scena memorabile) sospende problemi economici, con il la-
il tragico destino di Undine, voro, è in ritardo per la scuola
ma questo amore di scorta del figlio ed è intrappolata nel
sembra comunque minacciato traffico. Quando l’auto davan-
dall’idealismo e dalla vulnera- ti a lei non parte al verde, Ra-
bilità dei due innamorati. I lo- chel perde le staffe. Ma al vo-
ro destini permettono a lante di quell’auto c’è Tom.
Petzold di mettere in scena il Anche il suo umore non è dei
contrasto tra la moltitudine migliori ed è convinto che
contemporanea, senz’anima, spetti a lui correggere in qual-
ed esseri speciali irresistibil- che modo la maleducazione Sto pensando di finirla qui
DR

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 81


Cultura

Libri
Italieni Francia
I libri italiani letti da un
corrispondente straniero.
In cerca della bellezza
Eva-Kristin Urestad
Pedersen è una giornalista
freelance norvegese.

ABDELHAK SENNA (AFP/GETTY)


Les lumières d’Oujda Oujda, Marocco
di Marc Alexandre Oho
Giovanni Robertini Bambe è un poema, un
La solitudine di Matteo romanzo e un minuzioso
Baldini+Castoldi , 128 pagine, lavoro d’inchiesta
15 euro
● ● ● ●● È difficile classificare Les lu-
In poco più di cento pagine mières d’Oujda, l’ultima opera
Giovanni Robertini ha creato del poeta e slameur di origini
un’immagine precisa della so- camerunesi Marc Alexandre
cietà contemporanea. La soli- Oho Bambe. Un romanzo?
tudine di Matteo invita a riflet- Un’odissea? Un lungo poema?
tere sulla politica ma soprat- Forse è tutte queste cose mes-
tutto sul rifiuto della politica e se insieme. Di sicuro Oho
sullo spazio (piccolo o grande Bambe, nato a Douala e nel
che sia) tra questi estremi che 2015 vincitore del premio Paul
ha favorito la crescita del po- Verlaine dell’Académie centri di accoglienza di mezzo gare. In quello che si può defi-
pulismo. Per una volta sono française, ha composto un li- mondo, inchieste svolte in pri- nire un gesto politico salvifico,
senza parole. Di solito leggo, bro magnifico sulle migrazio- ma persona dal poeta cameru- Oho Bambe si ostina a cercare
recensisco libri e mi lamento ni, costruito intorno ai destini nese. Una delle domande a cui un po’ di luce nelle fitte tene-
(quasi) sempre che manca una incrociati di diversi personag- Oho Bambe ha cercato rispo- bre, e lo fa a partire da quel ti-
storia, che la letteratura non gi, ai loro sogni e alle loro pau- ste è quali possono essere le po di umanità decisa, malgra-
dev’essere concepita come re. Ma Les lumières d’Oujda è motivazioni di chi decide di do tutto, a far parte della bel-
una forma avanzata di autote- anche il culmine di un lungo partire, a prescindere da quali lezza del mondo.
rapia, perché è troppo difficile lavoro di documentazione nei siano i salatissimi prezzi da pa- Le Monde
evitare la noia o superare l’in-
differenza. Questa volta sto
zitta. Il primo romanzo di Gio-
vanni Robertini non si basa su
Il libro Goffredo Fofi
una narrativa particolarmente
forte, e parla soprattutto della
Giustiziere ai margini
depressione permanente di un
uomo separato da poco. Se-
condo i miei parametri, sono Alessio Torino la piazza di Foligno, come nel- lezza e di giustizia, ed esplode
tutti fattori per un libro da non Al centro del mondo la leggenda medievale, ma in quando il suo piccolo mondo è
leggere. Invece sono stata Mondadori, 260 pagine, un “buco di c.” dell’Appennino comprato, alla lettera, da un
smentita. Robertini ha scritto 18,50 euro centrale da cui i più sono fug- gruppetto di giovani stranieri
un libro “sull’esercito di nuovi Autore di affettuose e solide giti da tempo. Una “villa dei che sognano un idilliaco rap-
italiani pronti a far la guerra” cronache provinciali (come Matti” con vicino un paesuco- porto con una natura di cui ve-
ma anche su un’élite culturale Tetano, un titolo premonitore, lo che si anima solo nei giorni dono la bellezza e ignorano la
che evita la politica per non e Urbino, Nebraska), Alessio di fiera, dove un ragazzo, Da- forza. Stralunato giustiziere,
danneggiare la propria imma- Torino (Cagli, 1975) finirà for- miano, vive in mezzo a vecchi Damiano è un “centro del
gine, una fuga che spiana la se per affermarsi come il mi- parenti e a sfasati di passaggio, mondo” nel cuore di un oltre-
strada “all’aria contaminata glior scrittore della sua gene- e dove non è successo quasi la-storia arcaico e pre-finale.
che si respira appena aperte le razione, di una scrittura po- niente prima di un fattaccio (di Un mondo che è l’oggi più na-
finestre della camera, un vele- tente e dura più di quella del famiglia). La follia è in aggua- scosto e più duro. Torino si
no tossico che ci è entrato in suo “antenato” marchigiano to nell’irrequietezza di Damia- confronta con la storia da un
circolo come un virus”. Insom- Volponi. Guardando anche no, borderline sotto ogni ri- lontano e un marginale pro-
ma, andate tutti a comprarlo e dalle parti di Faulkner. Il suo guardo nella sua radice di fe- fondo e nascosto, ma tuttavia
leggetelo subito. “centro del mondo” non è nel- deltà e nella sua ansia di bel- ossessivamente presente. u

82 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


I consigli Ta-Nehisi Coates Alia Trabucco Zerán Nick Hornby
della Il danzatore dell’acqua La sottrazione Proprio come te
redazione (Einaudi) (Sur) (Guanda)

Il romanzo Mieko Kawakami


Seni e uova
Santiago H. Amigorena
Il ghetto interiore
Come una battaglia Edizioni e/o, 624 pagine,
19,50 euro
Neri Pozza, 192 pagine, 17 euro
●●●●●
●●●●● L’antisemitismo spinse suo
La capacità di rimanere incin- nonno a lasciare la Polonia al-
ta e allattare un bambino la fine degli anni venti e a ri-
PAUL YOON

Paul Yoon
In un piccolo cielo – cioè il possesso di seno e ova- farsi una vita a Buenos Aires.
Bollati Boringhieri, 224 pagine, ie – determina il destino di un Le dittature latinoamericane
16,50 euro corpo? Per la scrittrice povera costrinsero i suoi genitori a se-
● ● ● ●● Natsuko, protagonista del ro- guire la traiettoria inversa, la-
Gli Stati Uniti non hanno mai manzo di Mieko Kawakami, la sciando l’Argentina e l’Uru-
dichiarato guerra al Laos. La maternità e il sacrificio di sé guay all’inizio degli anni set-
distruzione del paese è stata sembrano incapsulare l’espe- tanta per stabilirsi in Francia.
prima segreta, poi negata e rienza delle donne della classe E proprio come suo nonno,
comunque sempre laterale lavoratrice. Ma lei si chiede: Santiago H. Amigorena pensa
rispetto ai principali obiettivi possono il seno e le uova dare di aver compiuto un tradi-
statunitensi nel sudest origine alla liberazione? Cosa mento. Ha voltato le spalle al
asiatico: un piano da dottor rende libera una persona? Seni suo paese, alla sua lingua e ai
Stranamore per difendere la e uova è diviso in due sezioni. suoi amici. Sceneggiatore e
libertà uccidendo quante più La prima è la riproposizione di regista, Amigorena, nato nel
persone possibile. Durante un Paul Yoon un racconto lungo del 2008; la 1962 a Buenos Aires, ha scelto
lungo periodo di caos dal 1964 seconda ritorna alla stessa come lingua letteraria il fran-
al 1973, la Cia e l’aeronautica vede gli orfani che dormono narratrice, Natsuko, otto anni cese. Il ghetto interiore risale
statunitense sganciarono circa vicino a un fiume e chiede se dopo. La prima sezione è com- alla fonte di una storia di fa-
due milioni di tonnellate di sanno guidare le moto. patta e feroce. Si muove in un miglia che lo perseguita. Nel
ordigni sul minuscolo paese Improvvisamente, lavorando cerchio sempre più stretto 1928, come migliaia di euro-
senza sbocco sul mare, dando come corrieri e inservienti, i mentre la sorella di Natsuko, pei, Wincenty Rosenberg, il
al Laos il primato del paese più tre guadagnano più soldi in un Makiko, un’anziana hostess, le nonno di Amigorena, fugge
bombardato. Quando Paul giorno di quanti ne fa visita a Tokyo: “Stavo pen- dal continente. Si sistema in
Yoon è nato a New York nel guadagnavano in un mese. sando di farmi delle protesi Argentina, trova lavoro in un
1980, gli Stati Uniti avevano “Tutti e tre sempre insieme”, mammarie”. Arriva con Mido- negozio di mobili, impara lo
finito di combattere in Asia, questo è il loro sogno. riko, sua figlia di dodici anni, spagnolo, s’innamora, ha dei
ma negli anni la sua famiglia Sappiamo, ovviamente, che si rifiuta di parlare. Tutte e figli. Prova più volte a convin-
gli avrebbe offerto un portale quanto sia irrealizzabile per tre sono preoccupate dalle lo- cere sua madre a raggiungerlo
attraverso cui scrutare giovani amici che lavorano nel ro vite e dai loro corpi. Per Mi- a Buenos Aires, ma la donna
l’amnesia nazionale. Anche se luogo più pericoloso della doriko, l’odio verso il suo cor- rifiuta sempre. E poi succede
è presentato come un terra. Ma la narrazione di po che cambia minaccia di tra- quello che sappiamo. Il regi-
romanzo, In un piccolo cielo è Yoon è così misurata e priva di sformarsi in odio verso la ma- me nazista, la seconda guerra
una raccolta di sei racconti effetti melodrammatici che dre. La seconda sezione, che mondiale, la terribile realtà
strettamente connessi, e scritti quando la violenza fa a pezzi costituisce la maggior parte del ghetto di Varsavia, che lui
magistralmente. Si apre nel queste vite l’impatto è del libro, è digressiva e riflessi- può misurare leggendo le let-
1969 in una valle laotiana scioccante. In un certo senso, va. Natsuko sta lavorando a un tere – sempre più rare – che
chiamata piana delle Giare, Yoon ha ricreato l’esperienza secondo romanzo. Vuole avere sua madre gli scrive. A dodici-
dove il rumore dei psicologica della battaglia. un figlio ma il suo corpo non mila chilometri di distanza,
bombardamenti è così Dopo questo inizio può tollerare il sesso, che la in- racconta Amigorena, è il sen-
frequente che nessuno ci fa affascinante, il libro va avanti quieta e la addolora. L’insemi- so di colpa a tormentare il fi-
più caso. Il libro si concentra per più di mezzo secolo. nazione artificiale è vietata al- glio, che sceglie di non parlar-
su tre adolescenti – Alisak, Saltando tra decenni e le single giapponesi: deve an- ne a nessuno e diventa pian
Prany e sua sorella Noi – che continenti, i diversi capitoli dare all’estero o farla in modo piano “prigioniero del ghetto
non hanno conosciuto altro delineano le traiettorie di illegale. Una sola idea si river- del suo silenzio”. Il delicato
che la guerra per la maggior queste vite sballottate per il bera in tutte le permutazioni equilibrio del romanzo ci per-
parte della loro vita. I loro mondo. L’effetto complessivo del romanzo: il corpo, che par- mette di misurare la catastro-
genitori sono morti o sono è di una grande intensità torisce e muore, è passato, fe al tempo stesso intima e
stati uccisi. Una speranza poetica. Ron Charles, presente e futuro. Madeleine storica. Christian Desmeu-
arriva quando un’infermiera The Washington Post Thien, The Guardian les, Le Devoir

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 83


Cultura

Libri
Michael Frank
Quello che manca
deboli di questo romanzo so-
no, purtroppo, anche i nodi
traghetto del galiziano Domin-
go Villar, il terzo della serie
Americhe
Einaudi, 368 pagine, 20 euro fondamentali della trama: il sull’ispettore Leo Caldas. Si

RUSSELL WATSON
● ● ●●● rapporto tra Henry e Costanza tratta di un uomo apparente-
Henry e Andrew Weissman, e le cure per la fertilità di mente freddo e distante, ma
padre e figlio, sono in viaggio a quest’ultima. Il romanzo non è che abbiamo imparato ad
Firenze per una conferenza privo di storie interessanti, ma amare grazie alla penna del
universitaria, quando entram- sono sepolte sotto parti deci- suo creatore, comprendendo-
bi, separatamente, s’imbatto- samente meno riuscite. Appe- ne le emozioni. In questa pun-
no in una bellissima traduttri- na la narrazione si sposta dalla tata di più di seicento pagine,
ce per metà italiana di nome trama principale, la prosa di Caldas è alle prese con la Ingrid Persaud
Costanza. Anche se Andrew la Frank diventa stellare. scomparsa della figlia di un fa- Love after love
incontra per primo, è Henry a Johanna Alonso, moso medico. Non ci sono se- One World/Random House
stringere con lei una relazione, Washington Independent gni di effrazione nella casa, né Un’affettuosa famiglia non
che porta la donna a seguire la Review of Books altre indicazioni che si tratti di convenzionale si confronta
famiglia dall’Italia a New un crimine. La disperazione con i segreti del passato. Una
York. La coppia si tuffa nella Domingo Villar del padre preoccupa l’ispetto- storia appassionante scritta
nuova storia d’amore con L’ultimo traghetto re, ma soprattutto il suo capo, nel dialetto di Trinidad. Ingrid
sconsiderata fretta. Ma a get- Ponte alle Grazie, 640 pagine, che a quanto pare ha un debito Persaud è nata in Trinidad e
tare tutti nel caos è il suggeri- 18,50 euro morale con il dottore. Senza la Tobago e ora vive tra le
mento di Henry, che è anche ●●●●● pressione esercitata dal medi- Barbados e il Regno Unito.
un medico della fertilità, di Gli ingredienti di un buon ro- co, il caso sarebbe stato chiuso
creare una nuova famiglia con manzo noir sono personaggi in breve tempo, ma l’intuizio- Lilián López Camberos
Costanza. Andrew comincia a solidi, trame accattivanti e un ne di Caldas e della sua com- Quisiera quedarme quieta
diradare le visite (malgrado delitto da svelare. Tuttavia, se pagna Estévez li spinge a se- Dharma Books
l’insistenza di Henry); Costan- il genere ultimamente ha atti- guire una pista che a poco a Racconti raffinati ed elusivi in
za è turbata dagli effetti dei rato più fan è perché i suoi au- poco li porterà a un serial kil- cui ricorrono temi come la
farmaci che deve prendere; e tori ne hanno rinnovato le con- ler. Con L’ultimo traghetto, Vil- memoria, il viaggio, il ritorno
Henry trova sempre più diffici- venzioni. Un libro che rispec- lar firma un grande romanzo e la scrittura. Lilián López
le tenere nascoste certe storie chia perfettamente questo rin- dal ritmo sostenuto. Camberos è nata a Città del
del suo passato. Le parti più novamento creativo è L’ultimo Jaime Garba, Gatopardo Messico nel 1986.

Jorge Enrique Lage


Non fiction Giuliano Milani Evergladas
Editorial Hypermedia
Imparare dall’India Nell’Avana di un futuro
prossimo seguiamo uno
scrittore eremita e
sociopatico, un cadavere,
Arundhati Roy scorso disponiamo di una rac- quello stesso subcontinente si un’indagine, il “mistero della
Azadi. Libertà, fascismo, colta di questi saggi che tota- conservano e si riproducono, casa coloniale chiusa”. Jorge
fiction all’epoca lizza un migliaio di pagine (Il che costituisce la causa princi- Enrique Lage è nato a L’Avana,
del Coronavirus mio cuore sedizioso, Guanda). pale del suo impegno politico. Cuba, nel 1979.
Guanda, 240 pagine, 18 euro Azadi (“libertà” in urdu) ne co- A legare i due temi è l’attualità
All’indomani della pubblica- stituisce un aggiornamento e degli ultimi anni, segnata dalla Alaide Ventura Medina
zione del Dio delle piccole cose, una chiave d’accesso. Compo- presa di potere del Bharatiya Entre los rotos
i lettori di Arundhati Roy han- sto da conferenze, inchieste Janata Party (che Roy non esita Penguin Random House
no cominciato ad aspettare il e reportage è centrato sui due a definire fascista) e in partico- Attraverso delle vecchie
suo secondo romanzo. Nessu- temi cari alla sua autrice. Il pri- lare del suo leader Narendra fotografie una donna
no immaginava che l’attesa sa- mo è la ricchezza culturale e Modi, che inneggiando alla ricostruisce la storia triste,
rebbe durata ben vent’anni, fi- soprattutto linguistica del sub- tradizione e alla sicurezza im- violenta e complicata della sua
no alla pubblicazione del Mini- continente indiano, forse la piega la violenza per ridurre famiglia. Alaide Ventura
stero della suprema felici- più profonda delle ragioni che l’India a una sola identità, Medina è nata a Xalapa,
tà (2017). In quei due decenni hanno portato Roy a scrivere. quella induista, e per ampliar- Messico, nel 1985.
Roy ha sviluppato il talento di Il secondo è la contestazione ne ulteriormente le disugua- Maria Sepa
una grande saggista. Dall’anno delle ingiustizie sociali che in glianze. u usalibri.blogspot.com

84 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


CASA BIANCA, VITE NERE

La campagna elettorale statunitense per le elezioni generali entra nelle settimane più calde e il paese
si infiamma. Dopo la sconfitta di Bernie Sanders alle primarie, gli Usa sono stati attraversati al grido
di Black Lives Matter dall’insorgenza antirazzista scatenata dagli abusi di polizia, che ha attirato la
furia repressiva di Donald Trump e le violenze suprematiste contro i manifestanti. L’esperienza della
sinistra socialista Usa, la radicalità e la composizione sociale del movimento antirazzista e la parabola
di Trump hanno ripercussioni anche da questa parte dell’oceano.

È in libreria il nuovo numero di Jacobin Italia

jacobinitalia.it @jacobinitalia

Una copia: 12 euro - Abbonamento annuale 4 numeri Cartaceo+digitale: 36euro - Abbonamento annuale digitale: 24 euro
Cultura

Libri
Ragazzi Ricevuti
Dentro Tobias Jones
Ultrà
la lavatrice Newton Compton, 384 pagine,
9,90 euro
Il lato oscuro del tifo
Justyna Bednarek calcistico in Italia, che in
La banda del calzino nero nome di “valori” come senso
Salani, 168 pagine, 15,90 euro di comunità e passione per lo
Tutti noi ci siamo chiesti al­ sport in molti casi si è
meno una volta nella vita che trasformato in un fenomeno
fine fanno i calzini quando criminale.
scompaiono nella lavatrice.
Ognuno ha dato a questa do­ Valeria Cherchi
manda una risposta più o me­ Some of you killed Luisa
no bizzarra e in generale sono The Eriskay Connection,
in molti a considerare la lava­ 240 pagine, 25 euro
trice la colpevole unica di Un diario visivo in cui Valeria
quelle strane e misteriose Cherchi riflette sui rapimenti
sparizioni. Invece leggendo avvenuti in Sardegna tra gli
Justyna Bednarek scopriamo anni sessanta e gli anni
che la lavatrice altro non è che novanta.
una porta verso mondi di cui
davvero non abbiamo idea. È
Fumetti Francesca Leonardi
in questi mondi paralleli che
una moltitudine di calzini e
Vita da favola ’O posto mio
Postcart edizioni, 220 pagine,
calzine si ritrovano a vivere 35 euro
delle avventure fantasmagori­ Per otto anni la fotografa ha
che che ci tengono con il fiato Cinzia Ghigliano ba. Quella narrata è l’infanzia seguito la vita di Claudia, che
sospeso. Tra tutti i calzini, Rudyard. Il bambino di un grande scrittore e poeta insieme alle sue figlie ha
spicca il calzino nero. È lui l’e­ con gli occhiali prima ancora che uno dei più occupato una casa al Parco
roe della storia. È lui che Orecchio acerbo, 44 pagine, grandi scrittori per ragazzi di Saraceno, a Castel Volturno.
quando i genitori del libro 16 euro sempre: Rudyard Kipling. Po­
vanno a dormire ritrova il vec­ Autrice di spicco del fumetto co conosciuta, nella sua se­ Christian Raimo
chio buco sotto la lavatrice, d’autore degli anni settanta e conda parte ha rischiato di es­ Riparare il mondo
che i lettori di Bednarek cono­ primi ottanta (Linus, Alter­ sere un paradigma dell’infan­ Laterza, 144 pagine, 15 euro
scono già da L’incredibile av- alter, Corto Maltese), Cinzia zia rubata, malgrado Kipling Un saggio narrativo contro la
ventura dei dieci calzini fuggiti. Ghigliano è oggi un’illustratri­ fosse figlio di genitori piutto­ perdita di condivisione in cui
Anche questa è una storia di ce affermata, anche se di re­ sto allegri, anticonformisti e l’autore riflette sulla necessità
mare aperto, libertà e colpi di cente è stata ripubblicata la amanti dell’arte come anche di tornare a essere animali
scena. Per chi ha letto il prece­ notevole graphic novel neore­ gli adorati zii. Nato tra i colori politici.
dente libro di Bednarek sarà alista Il mistero dell’Isolina rea­ e gli aromi dell’India, a sei
quasi una rimpatriata, con lizzata insieme a Marco Toma­ anni, insieme alla sorella, è Paco Ignacio Taibo II
tante vecchie conoscenze. Ma tis. La disegnatrice, che man­ spedito a studiare nella grigia Come la vita
per chi si affaccia per la prima tiene del fumetto il senso del e fredda Inghilterra. Si ritro­ La Nuova Frontiera, 192
volta in questo universo dei racconto veloce per immagini, verà in una casa con una don­ pagine, 15 euro
calzini coraggiosi tutto sem­ qui, con poche parole e grandi na severa che ha un figlio cat­ In una cittadina del nord del
brerà meraviglioso. Bednarek tavole evocative, racconta co­ tivo. Non siamo lontani dalle Messico un celebre scrittore
sa dosare bene suspense e iro­ me una fiaba a lieto fine una streghe delle fiabe. Ma le at­ di romanzi gialli viene
nia. Un libro molto diverten­ storia vera dove si scontrano mosfere indiane della casa nominato nuovo capo della
te, che ci strappa più di una ri­ infanzia ed età adulta, sogno e dei genitori vicino alla spiag­ polizia. Con una squadra di
sata, e ha il merito che dopo la realtà, poesia nello sguardo gia non lo lasciano mai. E balordi al suo fianco, dovrà
lettura guarderemo con più ri­ sul mondo e realtà prosaica, a Ghigliano sa come trasmet­ confrontarsi con politici
spetto i nostri calzini. tratti crudele. Del resto la cru­ terle al lettore. corrotti e latifondisti senza
Igiaba Scego deltà fa parte di quasi ogni fia­ Francesco Boille scrupoli.

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 87


Cultura

Musica
Dal Perù Album
Una storia unica Fleet Foxes
Shore
Anti-
●●●●●
ne all’estero e non si prende I Fleet Foxes sembrano la co-
BANDCAMP

La cantante Yanna
è uno dei nomi cura dei bisogni delle comu- lonna sonora dei momenti mi-
più interessanti nità più vulnerabili. Il secon- gliori della vita e ci regalano
della scena rap di Lima do, La vuelta, parla dell’im- una nostalgia al miele che si ri-
portanza di riconoscere da versa direttamente nelle orec-
Yanna, un’artista afro-peru- dove veniamo. Yanna è stata chie. Dopo aver pubblicato due
viana queer, sta facendo ispirata da Ya yo ta cansá, una album importanti come Fleet
scalpore nella scena locale. canzone tradizionale della Foxes (2007) e Helplessness
La sua storia la rende unica: Yanna cultura afroperuviana della blues (2011), la band si è presa
è cresciuta in un quartiere di famosa Victoria Santa Cruz. una pausa fino all’ottimo
Lima chiamato San Martín esplora diversi generi che di- “Credo nell’onorare le per- Crack-up del 2017. Shore, disco
de Porres, una zona che ospi- scendono dalla diaspora sone venute prima di noi, è a sorpresa pubblicato in occa-
ta persone di origine africa- africana come hip hop, un modo per ringraziarle sione dell’equinozio d’autun-
na e indigena. A 25 anni, dancehall, trap, reggaetón, della loro arte”, spiega Yan- no, è stato composto per gran
mentre viveva ancora insie- house, funk e salsa. Nel 2020 na. Nel ritornello canta: “Se parte durante il lockdown. L’al-
me al suo gatto, Eclipse, ha ha già pubblicato due singo- ti perdi per strada, torna alle bum si apre con Wading in
deciso di diventare una mu- li. Prima Marcaperu, dove tue radici e conoscerai la via waist-high water, un brano deli-
sicista a tempo pieno. Oggi è mette in luce le contraddi- giusta”. Ascoltare la musica cato che cresce piano piano e
cantante, beatmaker, dise- zioni dello stato peruviano, è come fare un percorso di conduce alla maestosità del
gnatrice e produttrice. Regi- che secondo lei pensa solo a purificazione. successivo Sunblind. In A long
stra i suoi brani in camera ed promuovere la sua immagi- C. Vasquez, Remezcla way past the past invece il lea-
der Robin Pecknold tira fuori
una delle armonie orecchiabili
Playlist Pier Andrea Canei di cui è capace. Shore però non
è un album perfetto, a partire
Ombre e sassofoni dal numero dei brani, ben
quindici, che per alcuni ascol-
tatori potrebbero essere trop-
pi. Pecknold inoltre ha dichia-
Laurianne Langevin, Tamar Aphek Kublai rato che la band vorrebbe pub-

1 Cyrille Doublet
La bicyclette
“Il y avait Fernand, y’avait Fir-
2 Show me your pretty side
Nemmeno il tempo di di-
re Shana Tova, ricordarsi di
3 Orfano e creatore
Un ostinato giro armoni-
co, l’eco di un basso gutturale
blicare altre nove canzoni nel
2021. Forse sarebbe stato me-
glio far uscire meno materiale.
min, y’avait Francis et Sébas- Rosh haShana, celebrare gri- mongolo tipo canti xöömej, un Shore è un disco figlio delle cir-
tien… et puis Paulette”. No- dando lo Yom Teruah, ed ecco lieve beat elettronico e Marco costanze incerte in cui è stato
stalgie di poliamori adole- colei che fu definita la “guitar Polo il giramondo può passeg- registrato. Anche se non è im-
scenti e di melodie sempre goddess” di Tel Aviv avanzare, giare a piacere con il suo amico peccabile, è proprio quello che
verdi, foglie morte, romanti- marpiona con questo singolo Kublai Khan, imperatore pri- serve per rilassarsi in un mo-
cherie d’autunno senza fron- un poco losco, da infiltrata di gioniero del suo palazzo (il mento del genere. I Fleet
zoli ma fatte a modo? Ci pen- una di quelle serie tv israeli “pleasure dome” di S.T. Cole- Foxes sono sempre stati otti-
sano due artisti francesi, clas- che tanto fanno impazzire, e ridge e dei Frankie Goes to misti, e li sono ancora.
se 1977, lei danseuse e cantan- lei che ancora si raccomanda: Hollywood). Legame forte tra Jack Bray,
te lui letterato, uomo di teatro, “Don’t blow my cover”, non amici mitici, rievocato sotto The Line of Best Fit
pianista: scaraventati in uno far saltare la mia copertura. Un forma di finzione; canzone
studio di Mantova a rielabora- po’ dark lady attorniata da om- enigmatica, psichedelica di un Meridian Brothers
re tutte le loro chanson prefe- bre e sassofoni e da queste sue cantautore (Teo Manzo) con Cumbia siglo XXI
rite per un album che s’intitola chitarre ammaestrate da film un producer (Filippo Slaviero); Bongo Joe
Paris/Piaf (ma la canzone del- noir, aspettando l’alba e l’al- favola orientale illustrata con ●●●●●
la bici è campagnola, e la can- bum All bets are off, in arrivo il video animato, idea di Riccar- I colombiani Meridian
tava Yves Montand). 29 gennaio. do Riccardi, che non c’è più. Brothers sono una band di

88 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


Jazz/
impro Jyoti Quin Kirchner Thelonious Monk
Scelti da Antonia Mama, you can bet! The shadows Palo Alto
Tessitore SomeOthaShip Connect and the light Impulse!
Astral Spirits

culto, famosi per come mesco- Lars Vogt


lano diversi generi della tradi- Brahms: concerto per pia-
zione del loro paese e li ali- no n. 2, op. 83; variazioni e
mentano con tastiere, sintetiz- fuga su un tema di Händel
zatori e un tocco pop-punk ip- Royal Northern Sinfonia;
notico. L’ultimo progetto di Lars Vogt, piano e direzione
Eblis Álvarez, il polistrumenti- Ondine
sta che guida il gruppo, è ●●●●●
un’interpretazione dinamica Leggere il nome di un’orche-
della cumbia in chiave anni ot- stra da camera e quello di un
tanta. Invece che imitare gli concerto di Brahms sulla co-
JUAN CAMILO MONTAÑEZ

originali, Cumbia siglo XXI dà pertina di un disco può far te-


al genere una chiave originale mere una performance ane-
e fa degli accostamenti ina- mica e pseudofilologica, con
spettati, come i ritmi afroca- il trucco del pianista che fa
raibici giustapposti al Meridian Brothers anche il direttore per far ri-
synth-pop. E funziona, ecco- sparmiare un po’ di soldi alla
me. Quasi all’inizio ci s’imbat- dersi una pausa dedicata ai sfornato hit come Feel so real e casa discografica. Non teme-
te in Cumbia del pichamán, progetti solisti dei suoi com- Weak at the knees per poi la- te: questo cd è bellissimo.
versione sghemba di Son of a ponenti. Undici anni dopo sciare la musica e diventare Certo, è un’esecuzione del
preacher man di Dusty Spring- l’ultimo disco in studio, i sacerdote. Down to the lowest concerto op. 83 figlia del no-
field. Pura magia. Ma non è so- Doves tornano con un altro terms è il suo ritorno sulle sce- stro tempo: è un Brahms
lo la musica a essere interes- bell’album, dimostrando di ne vero e proprio e non fatevi snello e trasparente, però ha
sante. I testi di Cumbia siglo avere ancora molto da dire. Il ingannare dall’aspetto rétro anche dei bei muscoli, che
XXI sono profondamente le- singolo Carousels fa capire su- della copertina: qui non c’è non sono sempre in vista, ma
gati allo situazione attuale del- bito di cosa si tratta con nessun revival del soul e nes- quando serve si fanno senti-
la Colombia, a partire dalla po- quell’atmosfera noir tipica del sun finto funk. Tutt’altro: la re. Se lo mettiamo a confron-
litica Cumbia de la igualdad. gruppo. Lo stesso fa la malin- produzione moderna e impec- to con il Brahms che sentiva-
Come dice Álvarez, “le canzo- conica Broken eyes, insieme a cabile non fa che esaltare l’u- mo solo qualche decennio fa,
ni sono una preghiera e un For tomorrow e a Prisoners. La nicità della voce di Arrington. a questo è stato tolto un po’ di
amuleto, la ricerca di qualcosa musica è eclettica, ma alla ba- Le canzoni migliori gli lascia- grasso senza farlo sembrare
che gli esseri umani non sono se c’è sempre quello stile ca- no spazio per esprimere vocal- anoressico. Certo, è difficile
abituati a trovare nella moder- ratteristico dei Doves che uni- mente tutto il suo carisma: metterlo a confronto con le
na società industriale”. Cum- sce melodie indie chitarrose sentite come brilla e cresce innumerevoli, splendide ese-
bia siglo XXI non è solo un al- con influenze soul e qualche lentamente Keep dreamin’. cuzioni già in circolazione.
bum per i fan dei Meridian incursione sperimentale, co- Questo album dà l’idea di un Ma nessun paragone rende
Brothers o per gli amanti della me quella di Cathedrals of the funambolo esperto che dopo Vogt e la sua orchestra meno
musica latinoamericana. È mind. Piacciano o no, ci sono anni d’inattività stupisce il affascinanti. Ai vecchi tempi
una follia fresca, funky e piena poche band come i Doves, e pubblico con la sua spericola- del cd, le variazioni e fuga su
di tastiere. È abbastanza stra- ancora meno band capaci di ta scioltezza. un tema di Händel sarebbero
no da incantare le orecchie e un ritorno così bello. Noah Yoo, Pitchfork state considerate un riempiti-
farci anche divertire un po’. Lauren Murphy, vo. Nella nostra era dello
C. Mackenzie de Urrea, The Irish Times streaming, che ha reso la lun-
Sounds and Colours ghezza del programma irrile-
Steve Arrington vante, potremmo considerar-
Doves Down to the lowest terms: le il pezzo forte. I tocchi più
The universal want the soul sessions dolci e quelli più burberi con-
Heavenly Recordings Stones Throw vivono pacificamente, come i
●●●●● ●●●●● momenti pomposi e quelli
Mentre molta gente litigava Steve Arrington è una vera strapieni di colore. Si ha quasi
ancora sugli Oasis e i Blur, al- leggenda del funk. All’età di l’impressione che ci sia l’ac-
cuni fan più illuminati si spo- 64 anni è al suo terzo giro di compagnamento di un’orche-
ERIC COLEMAN

stavano verso i Doves. Tra il giostra nell’industria musica- stra. È una delle edizioni di
1998 il 2009 la band di Man- le. Dopo essere stato il batteri- riferimento.
chester ha pubblicato quattro sta e cantante degli Slave, ne- Jens F. Laurson,
ottimi album, prima di pren- gli anni ottanta da solista ha Steve Arrington ClassicsToday

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 89


Pop
Un paio di scarpe tra noi
e il mondo
Randy Laist
ono in spiaggia. Mi sto gustando il piacere se avessi ricoperto di cuoio tutta la Terra”.

S elementare di passeggiare a piedi nudi, Il pianeta ricoperto di cuoio, il mondo creato dalle
con i granelli di sabbia che s’infilano tra le scarpe, è diverso dal mondo a piedi nudi. È distacca-
dita, scricchiolando al contatto con la to, astratto, isolato, meno attento alla topografia del
pianta del piede e trasformando l’atto del suolo, ai suoi oggetti e alle sue consistenze. È un mon-
camminare in una specie di comunione do più “sordo” e meno “sensibile”. Allo stesso tempo,
con il mondo fisico. Penso alla commedia di Neil nella sua artificialità ci libera dal giogo delle circo-
Simon A piedi nudi nel parco (1967), in cui camminare stanze fisiche permettendoci di “trascendere” il
scalzi esprime uno stato d’animo turbolento e impul- mondo fisico e di avvicinarci ai nostri desideri.
sivo e la spinta al ritorno alla natura degli anni sessan- Il mio impatto con il parcheggio della spiaggia
ta; o ad Anteo, il semidio greco che chiarisce un aspetto importante di co-
prendeva la sua forza dalla madre Terra Il mondo creato me le scarpe esistono fenomenologica-
ed era invincibile finché rimaneva in dalle scarpe è mente per chi le indossa. Il punto cru-
contatto fisico con il suolo. diverso dal mondo a ciale delle scarpe che porto ai piedi non
In La grandezza di Dio (1877), il poe- piedi nudi. è il loro aspetto o cosa fanno, ma come
ta Gerard Manley Hopkins lamenta il È distaccato, influenzano la mia mobilità, la mia li-
distacco dell’uomo moderno dal divi- astratto, isolato, bertà e, conseguentemente, il mio esse-
no: “Il suolo / è nudo ora, né sente pie- meno attento alla re. Le scarpe agiscono, anche se a un li-
de, perché calzato”. La spiaggia è uno topografia del suolo, vello subconscio, come il fondamento
dei pochi luoghi in cui il piede umano della mia autocomprensione, ed è pro-
ai suoi oggetti e alle
può stabilire un contatto materiale prio da questa che deriva la mia perce-
con gli elementi.
sue consistenze zione di dove posso andare, di quali
Poi, però, sento il richiamo del bar progetti ricadono all’interno della sfera
dall’altra parte del parcheggio. I miei piedi, beata- dei miei futuri possibili. Questa relazione fenomeno-
mente scalzi, si posano sull’asfalto entrando in con- logica tra le calzature e le possibilità che aprono è alla
tatto con una distesa incandescente ricoperta di base del cliché antifemminista secondo cui lo stato
pezzetti di ghiaia e frammenti di bottiglie di birra ideale di una donna è “scalza e incinta”, o dell’antica
rotte. Il mio idillio s’interrompe bruscamente in un pratica cinese di fasciare i piedi, o perfino della mo-
sincero apprezzamento dell’utilità e del potere derna feticizzazione delle scarpe con i tacchi a spillo
dell’umile scarpa. nella moda occidentale. Le scarpe poco pratiche e/o
Potrei arrivare fino al bar, sopportando il disagio dolorose riducono la libertà tattile e spaziale ancor
fisico e concentrando tutta la mia attenzione a sop- più del camminare scalzi, rafforzando il loro significa-
pesare i pericoli. Penso al personaggio di John to come fondamento simbolico dell’identità umana.
McClane in Die hard (1988), che all’inizio del film si La scarpa è una sineddoche di chi la indossa.
toglie le scarpe e affonda le dita nel lussuoso tappeto Quando si dice che qualcuno tiene “il piede in due
del Nakatomi Plaza per poi essere brutalmente ri- scarpe” si contempla che si barcameni tra due iden-
chiamato alla sua responsabilità di eroe d’azione, tità diverse, come se fossero le scarpe e non chi le
resa ancora più ingrata dal fatto di essere a piedi nu- indossa a determinare chi siamo. In Blue suede shoes
di. Mentre me ne sto scalzo nel parcheggio, il mio Elvis Presley cantava: “Puoi buttarmi a terra, calpe-
essere è concentrato sui piedi, preoccupato unica- starmi, calunniare il mio nome dappertutto”, purché
mente dell’autoconservazione e della prevenzione tu stia alla larga dalle mie scarpe, vero luogo dell’in-
RANDY LAIST
del dolore. Se solo avessi le mie fidate scarpe da gin- dividualità. In questo senso sotterraneo, noi siamo
è professore d’inglese
nastica, il suolo del mondo intero sarebbe a mia di- le nostre scarpe.
alla Goodwin
sposizione. Il mezzo centimetro di materiale tra i Forse è proprio questo il messaggio che Vincent
university di East
Hartford, nel
miei piedi e il suolo mi separerebbe fisicamente dal- van Gogh voleva comunicare con i suoi ritratti di
Connecticut. Questo la Terra, ma mi renderebbe accessibile il mondo, vecchie paia di scarpe. Durante il suo periodo parigi-
articolo è uscito su creandone di fatto uno nuovo. Come osservò no, e in vari altri momenti della sua carriera, il pitto-
Aeon con il titolo nell’ottavo secolo il monaco buddista Śāntideva, re rappresentò con la sua caratteristica intensità di-
What do shoes do? “con le suole di cuoio delle mie sole scarpe è come verse paia di calzature lise e dismesse, dando vita a

90 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


CHRISTIAN DELLAVEDOVA

una serie di dipinti che sembrano racchiudere un per rivelare la sintesi di un nuovo mondo.
mondo invisibile e denso di significato. Il filosofo te- Negli anni ottanta, il critico culturale statunitense
desco Martin Heidegger diceva di riuscire a cogliere Fredric Jameson aggiornò la tesi di Heidegger, soste-
nel dipinto Un paio di scarpe di Van Gogh non solo il nendo che, se le scarpe di Van Gogh rappresentavano
mondo della “contadina” che presumibilmente le il mitico umanesimo terrestre della coscienza moder-
indossava, ma il significato dell’arte stessa, la capa- na, le calzature rappresentative dell’era postmoder-
cità di trasportarci da una “banalità noiosamente na, con le sue superfici glamour prodotte in serie, era-
invadente” all’“essenza generale della cosa”. no le Scarpe con polvere di diamante (1980) di Andy
Questo commento al dipinto di Van Gogh suggerisce Warhol, che Jameson usò come immagine di coperti-
un parallelismo tra la tecnologia di riproduzione na del suo saggio Postmodernismo. Ovvero la logica
artistica e la tecnologia di manifattura calzaturiera: culturale del tardo capitalismo (1991). L’intuizione di
in entrambe si mette in atto un distacco dalla Terra Jameson è che le scarpe sono vettori di mobilità che ci

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 91


Pop
portano fuori dal mondo delle apparenze immediate cro. I musulmani, i sikh e gli indù prima di entrare in
e nel mondo umano dei segni e dei significati. un luogo di culto si tolgono le scarpe. Giovanni Batti-
La scarpa, una delle più antiche forme di tecnolo- sta spiega la sua relazione con il Messia dicendo che
gia umana, è il prototipo di tutte le altre tecnologie, un non è degno di allentargli la cinghia dei sandali. Chia-
termine onnicomprensivo per tutti gli strumenti e le ramente, questo è perché le scarpe raccolgono spor-
procedure che ci consentono di rompere “i legami cizia e germi dal suolo: portandole in un ambiente
scontrosi della Terra” e di addentrarci in ambienti in- pulito “si lasciano le impronte”, come diceva mia ma-
naturali o inospitali. In questo senso, i veicoli come le dre. Allo stesso tempo, però, le scarpe sono associate
automobili, le barche e le navi spaziali sono versioni alla sporcizia personale di chi le indossa: la “vecchia
in grande delle calzature. Le tute spaziali, le tute igni- scarpa puzzolente” diventa così una pietra di parago-
fughe e i vaccini sono scarpe per tutto il corpo. Anche ne culturale, un simbolo di tutto ciò che è sudicio nel
i mezzi di comunicazione del linguaggio e dell’arte corpo umano. Nella sitcom statunitense Sposati… con
possono essere pensati come tecnologie, anche loro figli (1987-97) gli autori, dovendo scegliere il mestiere
ci separano dall’esperienza diretta per offrirci una più umiliante possibile per il personaggio di Al Bundy,
nuova realtà “accresciuta”. La mia breve fantastiche- gli fanno fare il venditore di scarpe. Nella psicologia
ria di un’esistenza a piedi nudi mi mette di fronte al popolare delle persone che si eccitano sessualmente
fatto straordinario che le scarpe non sono semplice- per le scarpe, si osserva spesso che l’eccitazione na-
mente una tecnologia che posso adottare o rifiutare a sce proprio dall’autocompiacimento nel prostrarsi
seconda dell’umore, ma un oggetto artificiale che il davanti a un feticcio tanto umile e squallido.
mio corpo si è evoluto per utilizzare. Il fatto che la scarpa sia considerata un oggetto
Il primo esemplare di calzatura che abbiamo è un corrotto, tuttavia, non impedisce al mercato calzatu-
sandalo di diecimila anni fa ritrovato in Oregon. I pa- riero mondiale d’incassare più di 200 miliardi di dol-
leoantropologi, tuttavia, sono in grado di stabilire che lari ogni anno. Qualunque essere umano che viva in
l’uso delle scarpe si è diffuso tra le popolazioni umane una cultura anche lontanamente tecnologizzata pos-
circa 40mila anni fa a causa di un cambiamento visi- siede almeno un paio di scarpe. Naturalmente alcuni
bile della struttura ossea dell’alluce. Insieme al fuoco ne possiedono molte di più, e questo surplus è diven-
e al linguaggio, le calzature sono una di quelle tecno- tato un famigerato simbolo di status. Quando la first
logie elementari che hanno effettivamente interagito lady delle Filippine Imelda Marcos fuggì dal suo pa-
con il nostro dna e sono diventate parte dell’habitat in ese dopo la rivoluzione del 1986, i giornalisti scrisse-
cui ci siamo evoluti per vivere. Il mio bagno di realtà ro increduli che in casa aveva tremila paia di scarpe.
in spiaggia conferma che il rapporto tra me e le mie La cifra è stata successivamente ridimensionata a
scarpe non è semplicemente un rapporto esterno tra poco più di mille, ma la passione di Marcos per le
due entità indipendenti, ma è interno, le scarpe sono scarpe dimostra quanto valore culturale sia attribui-
in un certo senso parte del mio corpo. In questo sen- to a questo oggetto.
so, anche le tecnologie più primitive rivelano lo status Il fascino della scarpa, però, non si discosta mai
bionico della realtà umana. Staccati dalla Terra, guar- troppo dalla sua intrinseca volgarità. I racconti della
diamo alle scarpe come a un tramite, anziché come a collezione di scarpe di Imelda Marcos erano in sinto-
una barriera, tra il suolo fisico e il mondo umano. nia con l’ostentato consumismo yuppie negli anni
Eppure, come tutte le tecnologie, le scarpe ci pre- ottanta, ma apparivano ancora più sordidi perché gli
sentano un patto faustiano: ogni vantaggio è sempre oggetti in questione erano considerati “pedestri”.
accompagnato da un rimorso. Quando vado a ripren- Altre prove dell’oscena ricchezza della famiglia Mar-
dere il mio telo da spiaggia, m’infilo le scarpe da gin- cos – le ville sterminate, gli animali esotici, i vestiti e i
nastica, attraverso il parcheggio e compro una birra al gioielli – non attiravano la stessa indignazione. Quan-
Storie vere bar, la mia sete si placa, ma da qualche parte, nei re- do Carrie Bradshaw, la protagonista della serie tv Sex
Un uomo di circa
cessi del mio inconscio, ribolle un rancore animale. and the city (1998-2004), esce per comprare un paio
ottant’anni di
Amo le mie scarpe. Mi affido a loro. Sono esistenzial- di scarpe come mezzo terapeutico per affrontare le
Parcoul-Chenaud, in
Francia, era molto
mente dipendente da loro. Allo stesso tempo, però, pressioni della città, o quando su YouTube il comico
infastidito da una sono irritato dall’entità di questa dipendenza. Mi statunitense Liam Kyle Sullivan canta di una vita de-
zanzara, così ha preso chiedo se questa vaga insoddisfazione si spieghi con dicata all’acquisto di scarpe, in sottofondo c’è un’iro-
il suo scacciamosche il fatto che pur elevando le scarpe a simboli di sesso, nia analoga: in entrambi i casi, la situazione è comica
elettrico per status e successo, al contempo le disprezziamo: il so- perché avvertiamo un’incongruenza tra l’importanza
ucciderla. Non si sa se spetto è che, mentre altre tecnologie più lucide ed che si attribuisce a questi oggetti e la “banalità noio-
ci sia riuscito, ma di “esternalizzate’’ ci permettono di dominare il nostro samente invadente” associata alle scarpe. C’è un’am-
sicuro ha colpito una ambiente, le scarpe ci ricordano la nostra corporeità bivalenza, una duplicità in cui apprezzamento e di-
tanica di benzina, che
e la nostra incompletezza evolutiva, anche se ci aiuta- sprezzo hanno lo stesso peso e che ha trovato la sua
però perdeva.
no ad alleviare questa condizione. sintesi perfetta nella moda delle “scarpe minimali-
L’esplosione ha
distrutto la cucina e il
C’è un motivo ricorrente in molte tradizioni reli- ste” di metà anni 2000, costosissime calzature high
tetto della casa, giose che identifica nella scarpa un oggetto profano, tech che promettevano di imitare la sensazione di non
costringendo l’uomo perfino empio. Nella Bibbia, quando Mosè scopre il portarle: la scarpa che scompare da sola.
a traslocare in un roveto ardente, la prima cosa che capisce è che deve Questa duplicità emerge anche da un episodio
campeggio. togliersi le scarpe se vuole camminare su un suolo sa- chiave della storia recente. Uno dei momenti più si-

92 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


CHRISTIAN DELLAVEDOVA
gnificativi della storia bellica del ventunesimo secolo gorgone Medusa. Le scarpette di cristallo di Ceneren-
è stato il giorno della “scarpa udita in tutto il mondo’’, tola e le scarpette color rubino che Dorothy indossa
il 14 dicembre 2008, quando il giornalista iracheno nel film Il mago di Oz (1939) non sono altro che rein-
Muntadhar al Zaidi si sfilò entrambe le scarpe e le carnazioni dei talari. Anche qui, però, c’è un’ambiva-
scagliò contro il presidente degli Stati Uniti George lenza sotterranea legata al potere delle calzature. Lo
W. Bush durante una conferenza stampa a Baghdad. status mitico delle scarpette di vetro di Cenerentola
Questo genere di attacco all’arma calzaturiera ha una deriva probabilmente dal fatto che, quando le indos-
lunga tradizione, da Nikita Chruščev che sbatte la sa, la ragazza ha la strana impressione di essere scal-
scarpa sul tavolo all’assemblea delle Nazioni Unite za: in questo senso sono la scarpa minimalista per
nel 1960 al bombardamento di scarpe contro la sta- eccellenza. Nella loro cristallina trasparenza, strap-
tua rovesciata di Saddam Hussein a Baghdad nel pano l’eroina dalla noiosa ordinarietà del suo mondo
2003. Anche se nessuno dei due proiettili di Al Zaidi di cenere, stracci e sporcizia (la sporcizia della Terra)
centrò il bersaglio, l’importanza del suo atto di prote- per trasportarla in un mondo celeste di privilegi e li-
sta stava nell’aver usato uno dei più antichi manufatti bertà. Quando però Cenerentola fugge dal ballo a
della tecnologia umana come strumento di resistenza mezzanotte, una di queste scarpe magiche viene
contro le tecnologie avanzate delle forze armate sta- “smarrita”, quasi a sminuirne il ruolo nel passaggio
tunitensi. Il fatto che un oggetto tanto modesto e ba- tra un regno e l’altro. Una volta smarrita, è restituita al
nale venisse usato per umiliare la persona più potente mondo quotidiano, spogliata della sua magia, con-
del pianeta era in un certo senso il simbolo della pre- sentendo al principe di rivendicare Cenerentola al di
carietà della posizione degli Stati Uniti in Iraq. Ma fuori del mondo incantato in cui l’ha incontrata.
soprattutto, l’episodio mostrava come le tecnologie Nel Mago di Oz, Dorothy riceve le scarpette color
quotidiane usate dalla gente comune possedessero rubino da Glinda, la strega buona del nord, e le indos-
una sorta di resilienza che non aveva eguali nemme- sa durante le sue peripezie cercando di trovare il mo-
no nell’apparato militare più tecnologicamente avan- do per tornare a casa in Kansas. Dorothy le usa per
zato della storia. Nella sua stessa identità di oggetto camminare come farebbe con un normale paio di
umile e insignificante, la scarpa di Al Zaidi esercitava scarpe, ignara dei loro poteri magici fino alla fine del
una potenza devastante. viaggio, quando Glinda le spiega ciò non le aveva det-
Il significato sociopolitico delle calzature emerge to all’inizio: le scarpette color rubino che ha indossato
già da questi esempi della storia recente. Ma è nella per tutto questo tempo hanno il potere di riportarla a
letteratura che la profondità metaforica della scarpa casa. Se Dorothy lo avesse saputo fin dall’inizio, non
viene espressa in modo ancora più articolato. Uno dei avrebbe mai vissuto le avventure sconvolgenti che le
simboli culturali più antichi di maestria e perizia tec- scarpette color rubino le hanno permesso di affronta-
nologica sono talari, i sandali alati indossati dal dio re svolgendo la loro comune funzione quotidiana. Il
messaggero Hermes, forgiati dal fabbro mitologico potere della scarpa, quindi, deriva in parte dal fatto di
Efesto e prestati a Perseo per aiutarlo a sconfiggere le essere un oggetto trascurabile. Sia Cenerentola sia Il
forze della magia della natura rappresentate dalla mago di Oz drammatizzano l’impulso a reprimere la

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 93


Pop
JEAN DAIVE consapevolezza del suo ruolo fondamentale nelle vi- Poesia
è un poeta, cende delle due protagoniste, suggerendo che il vero
romanziere e potere delle calzature è nella loro capacità di Metto in scena delle storie
traduttore francese camuffarsi come oggetti ordinari e non magici. per non
nato nel 1941. Dal
Una variazione più macabra sul tema delle scarpe scrivere la scrittura
2001 è presidente del
magiche è quella della favola Le scarpette rosse (1845) al posto della verità.
Centre international
de poésie Marseille. di Hans Christian Andersen. La storia ha inizio quan-
Questa poesia è tratta do la giovane protagonista, Karen, mostra di non aver
Un letto è anche una foresta oscura
dalla raccolta Crocus capito il loro significato metafisico indossando irri-
(Flammarion 2018). spettosamente il suo nuovo paio di scarpette rosse in
Traduzione di chiesa. Questa si rivela non solo una caduta di stile, si compone
Domenico Brancale. ma una violazione fondamentale dell’ordine cosmi- di un solo albero.
co. Quando Karen, con le scarpette rosse ai piedi, co-
mincia a ballare e non riesce più a smettere, la sua Jean Daive
vanità viene punita. Un angelo le dice che dovrà bal-
lare anche dopo la morte. Karen supplica un boia di
tagliarle i piedi ma questi, una volta amputati, conti-
nuano a danzarle intorno coprendola di vergogna e cruciale del romanzo di Don DeLillo Underworld
precludendole per sempre l’ingresso in chiesa. (1997), un prete gesuita tenta di insegnare a Nick
Quella di Karen è una classica storia di vendetta Shay, un giovane delinquente, ad apprezzare l’inter-
tecnologica, in tutto e per tutto simile a quelle rac- dipendenza tra linguaggio e percezione. Padre Paulus
contate in film come Matrix (1999) o Terminator si lamenta che l’educazione dei giovani si concentra
(1984), in cui la tecnologia si rivolta contro gli esseri troppo sulle idee astratte: “Ti servirebbe di più guar-
umani e li rende schiavi. Nel 1964 il filosofo canade- darti una scarpa e nominarne le parti”. Sfidato a farlo,
se Marshall McLuhan osservò che la tecnologia Nick è in grado di riconoscere le stringhe, la suola e il
estende le facoltà umane (la scarpa è un’estensione tacco, ma il prete lo invita a guardare più da vicino e a
del piede) ma si traduce anche in una “autoamputa- individuare il risvolto, il rinforzo, il dorso, la tomaia,
zione suicida” (attraverso la sostituzione del piede gli occhielli, l’aghetto, l’anellino, la guarnizione, la
biologico con una protesi tecnologica). L’incapacità linguetta e il guardone.
di Karen di capirne il significato la condanna a speri- Padre Paulus presenta l’umile scarpa come un og-
mentare la teoria di McLuhan in modo tanto lettera- getto che sta all’estremo opposto del continuum con
le quanto raccapricciante. il regno delle idee trascendenti di cui i sacerdoti gesu-
Nel film di Michael Powell ed Emeric Pressburger iti come lui, in teoria, dovrebbero occuparsi; quando
Scarpette rosse (1948), tratto dal racconto di Andersen l’oggetto viene esaminato nel dettaglio, tuttavia, rive-
e ambientato in una compagnia di danza moderna, la una complessità nascosta, un universo di linguag-
sono le scarpe stesse a lanciare un monito sugli effetti gio e di storia che abbiamo ogni giorno davanti agli
amputativi della tecnologia. Un famoso regista, Boris occhi ma di cui non riusciamo ad accorgerci. Impara-
Lermontov, è convinto che la dedizione al balletto re ad apprezzare questa complessità è un passo fon-
implichi una totale rinuncia alla propria umanità, e la damentale nell’educazione di Nick. Il tramite è pro-
talentuosa ballerina Vicky Page (Moira Shearer) è co- prio l’oscura, umile scarpa, con la sua capacità di farsi
stretta a scegliere tra la perfezione tecnica della dan- simbolo di un mondo più ampio che filtra sotto la so-
za e il suo coinvolgimento amoroso con il composito- glia della percezione comune.
re delle musiche dello spettacolo. Quando Vicky in- La scarpa si trova su una soglia misteriosa: appar-
dossa le scarpette rosse, la sua scelta la condanna alla tiene alla Terra, ma è anche un pezzo del nostro cor-
stessa sorte di Karen: le scarpe cominciano a muover- po. È un oggetto che ci separa dalla Terra e che, allo
si e a spostarsi da sole, spingendola giù da un balcone stesso tempo, ci apre un mondo. È venerata e banaliz-
e sotto le ruote di un treno in corsa. Dopo la sua mor- zata, e i due aspetti sembrano paradossalmente im-
te, la compagnia mette ugualmente in scena il ballet- perniati l’uno sull’altro. Soprattutto, il modo in cui
to con un riflettore puntato su uno spazio vuoto, come pensiamo le scarpe si ripercuote sulla nostra perce-
se Vicky fosse stata amputata dalla storia. La cinepre- zione di noi stessi, come individui e come specie, in
sa fissa sulle scarpe mentre Vicky salta giù dal balco- quanto (quasi tutti) portatori di scarpe. Queste ambi-
ne segnala al pubblico che sono loro, e non chi le in- valenze sono rivelatrici perché mettono a nudo una
dossa, ad avere il controllo, piegando la vittima ai serie di conflitti elementari sul rapporto che abbiamo
propri scopi imperscrutabili. Gli altri personaggi del con la natura, la tecnologia e il nostro corpo. Senza
film sono probabilmente convinti che Vicky abbia scarpe, sulla spiaggia, mi sono sentito liberato dalle
agito “di propria volontà”. Le scarpe sono al di sopra costrizioni sociali ma anche, stranamente, privato
di ogni sospetto. delle mie possibilità, come se oltre che delle scarpe,
Siamo tutti Cenerentola e Dorothy, Karen e Vicky, mi fossi spogliato del mio io. Ora, di nuovo calzati, i
spinti verso il futuro dal potere magico delle nostre miei piedi e la mia individualità possono tornare al
scarpe, che pure disprezziamo e trascuriamo, a volte loro carapace, protetti, costretti, avvolti dal morbido
dimenticandoci di averle ai piedi. In un passaggio torpore del mondo ricoperto di cuoio. u fas

94 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


Scienza
SALUTE chimiche o radiazioni in modo da attivare

Vantaggi e svantaggi una risposta immunitaria senza replicarsi.


Pro
1) La tecnologia è considerata sicura.
dei vaccini per il covid-19 2) Si può somministrare anche a chi ha il
sistema immunitario indebolito.
Contro
1) Ha una bassa immunogenicità e richie-
Suresh Mahalingam e Adam Taylor, de alcuni richiami.
The Conversation, Australia Il governo cinese ha approvato l’impie-
go limitato di un vaccino inattivato messo
Nel mondo sono in fase di a punto dalla Sinovac Biotech.
sviluppo circa 180 vaccini, di
Vaccini vivi attenuati Usati contro il
cinque tipi, che usano tecnologie morbillo e la poliomielite, sono considera-
diverse. Questa varietà è una ti molto efficaci. Contengono il virus inde-
buona notizia, scrive The bolito in laboratorio che, pur essendo an-
Conversation cora vivo, non causa la malattia.
Pro
1) Garantiscono una forte copertura per-
econdo l’Organizzazione mondia- ché imitano il processo infettivo naturale.

S le della sanità, nel mondo si stan-


no sviluppando circa 180 vaccini
contro il covid-19. Si possono sud-
dividere in cinque gruppi, ognuno con i
suoi pro e i suoi contro.
2) La produzione su vasta scala ha costi li-
mitati.
3) Basta un’unica somministrazione.
Contro
1) In casi rari possono causare la malattia.
ANGELO MONNE

2) Vanno somministrati con prudenza a


Vaccini a dna-rna Usano frammenti di chi ha il sistema immunitario indebolito.
materiale genetico prodotto in laboratorio 3) La necessità di refrigerazione potrebbe
che codificano una parte del virus sars- limitarne la distribuzione.
cov-2 (per esempio la proteina spike). Una so indebolito e incapace di causare la ma-
volta assunto il vaccino, il corpo segue le lattia, per diffondere un antigene nel cor- Vaccini a subunità Non contengono
istruzioni del dna-rna per creare copie di po. La capacità del virus d’innescare una componenti vive del virus, ma sono rica-
quella parte del virus (o antigene), ricono- forte risposta immunitaria li rende pro- vati da pezzi purificati (antigeni) che atti-
scerle e attivare la risposta immunitaria. mettenti. Tra i virus impiegati come vetto- vano l’immunoreazione. La tecnologia è
Pro ri ci sono il Vaccinia virus (usato contro il usata contro l’epatite B.
1) Si producono rapidamente perché si ba- vaiolo) e l’adenovirus del raffreddore. Pro
sano sul sequenziamento del dna. Pro 1) Non avendo componenti vive, sono
2) I costi di produzione sono limitati. 1) Garantiscono una diffusione altamente considerati sicuri.
3) I frammenti di dna-rna non causano il specifica di antigeni. 2) Si possono somministrare anche alle
covid-19. 2) Un’unica somministrazione potrebbe persone vulnerabili.
Contro essere sufficiente per una copertura a lun- Contro
1) Sono definiti di “prossima generazio- go termine. 1) Gli antigeni che stimolano la migliore
ne” perché non sono mai stati usati negli Contro risposta immunitaria vanno studiati a fon-
esseri umani. L’approvazione potrebbe 1) Alcune persone potrebbero essere im- do.
incontrare ostacoli normativi. muni al vettore virale (il corpo potrebbe 2) La risposta immunitaria potrebbe esse-
2) Dato che riproducono solo una parte del attivare l’immunoreazione contro il vetto- re insufficiente e rendere necessari alcuni
virus, la reazione immunitaria potrebbe re invece che contro l’antigene). richiami o la somministrazione di uno sti-
essere modesta e potrebbero servire alcu- 2) La modesta produzione di alcuni vacci- molante del sistema immunitario.
ni richiami. ni di questo tipo dipende dai costi elevati.
3) In teoria il dna vaccinale potrebbe unir- Un esempio è il vaccino di Oxford- In conclusione, non tutti i vaccini con-
si al nostro genoma. AstraZeneca, basato su un adenovirus tro il covid-19 si riveleranno efficaci: alcu-
Un vaccino a rna dell’azienda biotech modificato di scimpanzé. ni saranno bocciati per problemi di sicu-
Moderna e dell’istituto statunitense per le rezza o perché inducono una risposta im-
allergie e le malattie infettive è entrato ra- Vaccini inattivati Sfruttano la tecnolo- munitaria insufficiente. Ma il fatto che si
pidamente nella fase finale dei test clinici. gia del vaccino contro il poliovirus e di al- stiano sviluppando tecnologie diverse è
cuni vaccini contro l’influenza. Conten- una buona notizia: meglio non puntare
Vettori virali Usano un altro virus, spes- gono virus trattati con calore, sostanze tutto su un’unica carta. u sdf

96 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


CABI
IGNOBEL SALUTE

Le ricerche I neuroni della dissociazione


più strane
Un racconto popolare narra di Nature, Regno Unito
un anziano inuit che usava le
La dissociazione, uno stato
proprie feci congelate come
coltello per macellare la carne. comportamentale caratterizzato dal
Alcuni ricercatori hanno prova- distacco dalla realtà, potrebbe
to a verificare se un coltello del dipendere dall’attività di un piccolo IN BREVE
genere potesse funzionare (non gruppo di neuroni nel cervello. Questi Salute È stato analizzato il dna
funziona): un esperimento che episodi possono manifestarsi in del fungo Penicillium notatum,
ha vinto il premio IgNobel 2020 seguito a un trauma o all’assunzione da cui si estrae la penicillina. Il
per la scienza dei materiali. I microrganismo (nella foto) è lo
di alcuni farmaci, come la ketamina,
premi IgNobel, organizzati dal- stesso su cui Alexander Fleming
la rivista scientifica satirica An- o prima di una crisi epilettica. In uno condusse le sue ricerche, fino al-
nals of Improbable Rese- studio sui topi, basato su tecniche di visualizzazione dei la scoperta dell’antibiotico nel
arch e annunciati all’università neuroni molto avanzate, i ricercatori hanno scoperto che 1928. Il dna mostra differenze
di Harvard, sono assegnati ogni durante uno stato simile alla dissociazione si attiva uno con il fungo attualmente usato
anno alle ricerche che “prima strato di neuroni in un punto profondo della corteccia per la produzione industriale
fanno ridere e poi fanno pensa- cerebrale. L’attività delle cellule nervose è caratterizzata dell’antibiotico. Secondo Scien-
re”. Per l’acustica ha vinto uno tific Reports, la scoperta potreb-
da un’oscillazione con una frequenza bassa. Non è ancora
studio in cui un alligatore è sta- be essere utile per combattere la
to rinchiuso in una camera er- chiaro se il risultato possa essere applicato anche agli resistenza agli antibiotici.
metica arricchita di elio per ca- esseri umani. Allo studio ha partecipato un paziente con Psicologia Vivere l’esperienza
pire come i rettili comunicano problemi di epilessia, e a quanto pare la stimolazione della disuguaglianza può spin-
tra loro. Per la fisica è stato pre- elettrica in un’area equivalente del cervello umano ha gere le persone all’azione. In un
miato un esperimento in cui un prodotto un’oscillazione simile dell’attività nervosa. In esperimento che si è svolto nella
lombrico è stato fatto vibrare ad seguito alla stimolazione il paziente ha vissuto un episodio township di Soweto, in Sudafri-
alte frequenze per studiare le ca, è stato chiesto ai passanti se
di dissociazione. Il meccanismo di difesa potrebbe quindi
alterazioni della sua forma, e fossero d’accordo su un aumen-
per l’entomologia la scoperta essersi mantenuto durante l’evoluzione. I risultati dello to delle tasse per i ricchi. In al-
che gli scienziati che studiano studio, che potrebbe essere applicato nel campo dello cuni casi era stata parcheggiata
gli insetti sono terrorizzati dai sviluppo dei farmaci contro il dolore, devono ancora nelle vicinanze un’automobile
ragni (che non sono insetti, ma essere confermati. ◆ di lusso. La vista dell’auto raf-
aracnidi). L’IgNobel per l’eco- forzava il sostegno all’aumento
nomia è andato invece a una delle tasse. Lo studio, scrive Na-
STEWART ET AL., 2020

ricerca sul valore del bacio alla ture, ha però molti limiti.
francese nei paesi in cui le disu-
guaglianze sono maggiori, e
quello per la psicologia a uno ASTRONOMIA
studio sul rapporto tra la forma
delle sopracciglia e il narcisi-
La nana bianca
smo. Per la medicina ha vinto e il pianeta
una ricerca sulla misofonia do-
vuta al rumore degli altri che La scoperta di un pianeta gigan-
masticano, un disturbo sottova- te in orbita intorno a una stella
lutato. Infine, l’IgNobel per l’e- morta ha spinto gli astronomi a
ducazione medica è andato rivedere alcune ipotesi sull’evo-
ad alcuni leader mondiali, “che PALEOANTROPOLOGIA luzione dei sistemi solari. Il pia-
durante la pandemia di co-
vid-19 hanno insegnato al mon-
Impronte vicino al lago neta ha dimensioni simili a
quelle di Giove e si muove mol-
do che i politici possono avere In Arabia Saudita sono state trovate delle impronte umane che ri- to vicino a una nana bianca, una
un effetto più decisivo sulla vita salgono a 120mila anni fa (nell’immagine, anche in elaborazione digi- stella alla fine della sua evolu-
e sulla morte delle persone ri- tale). Le impronte, individuate nel deserto del Nefud, vicino a un zione. Secondo Nature, la sco-
spetto agli scienziati e ai medi- lago inaridito, potrebbero essere il più antico indizio della presenza perta sembra indicare che i pia-
ci”: un riconoscimento merita- umana nella regione, scrive Science Advances. Complessiva- neti possono sopravvivere alla
to, tra gli altri, da Donald mente sono state trovate 376 impronte, tra cui quelle di cammelli, morte della loro stella. Non è
Trump, Boris Johnson, Vladi- elefanti e bufali. Probabilmente l’antico lago era una tappa per ab- chiaro perché il pianeta si trovi
mir Putin e Jair Bolsonaro. beverarsi durante lunghi spostamenti nella penisola arabica. così vicino alla nana bianca.

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 97


Il diario della Terra
Morti premature legate all’esposizione alle polveri sottili PM2,5 in Cina e a Taiwan
Il nostro clima
2000 2010
Le emissioni
dei ricchi
u Negli ultimi vent’anni nel
dibattito sulla crisi climatica
ci si è soffermati spesso sull’e-
spansione della classe media
in paesi molto popolosi come
Cina e India. Tuttavia, secon-
YANG LIU

do l’ong Oxfam America,


non bisogna sottovalutare il
Morti, centinaia contributo alla crisi dato dalla
1 2 3 4 5 6 8 10 12 14 16 20 25 30 parte più ricca della popola-
zione.
Inquinamento Secondo uno studio pubblicato sui Proceedings of the National Academy of
Secondo il rapporto Con-
Sciences, l’inquinamento atmosferico in Cina causa tra 1,5 e 2,2 milioni di vittime all’anno. I
fronting carbon inequality, tra
ricercatori hanno analizzato la concentrazione tra il 2000 e il 2016 delle polveri sottili PM2,5, oltre
alle condizioni meteorologiche e altri parametri. Le aree più inquinate sono risultate quelle di il 1990 e il 2015 l’umanità ha
Pechino e di Tianjin, e la parte meridionale della provincia dell’Hebei. Quelle meno inquinate emesso 722 gigatonnellate di
sono invece la Mongolia Interna, il sudest del Tibet e l’ovest del Sichuan. Complessivamente le gas serra nell’atmosfera, una
polveri sottili PM2,5 avrebbero causato più di 30 milioni di morti premature tra gli adulti. cifra di poco inferiore a quella
del periodo dal 1850 al 1989.
Circa metà delle emissioni
Radar nal snow and ice data center
statunitense.
nel nord del paese, sarebbe sta-
ta causata da un batterio. Se-
globali del periodo più recente
è dovuta ai consumi del 10 per
Il batterio Malaria Una zanzara di origi-
condo Mmadi Reuben, veteri-
nario presso il ministero della
cento più ricco della popola-
zione mondiale (630 milioni
che uccide ne asiatica portatrice della ma-
laria, la Anopheles stephensi, che
fauna selvatica e dei parchi na-
zionali, le neurotossine ciano-
di persone). Si tratta soprat-
tutto di cittadini degli Stati
gli elefanti si è adattata alla vita urbana, batteriche tossiche sarebbero Uniti, dell’Unione europea,
potrebbe diffondersi in decine state prodotte da un’alga che della Cina e dell’India con un
di città africane mettendo a ri- prolifera nelle acque stagnanti. reddito netto di almeno 38mi-
Cicloni Almeno tre persone schio cento milioni di persone. la dollari all’anno. L’1 per cen-
sono morte nel passaggio del La zanzara ha raggiunto il cor- Cetacei Circa 380 globicefali to più ricco della popolazione
ciclone mediterraneo Ianos, no d’Africa intorno al 2012, so- (Globicephala melas) sono mor- mondiale, circa 63 milioni di
con venti fino a 120 chilometri stiene uno studio pubblicato ti dopo essersi arenati nella ba- persone, è invece responsabi-
all’ora, sulla regione della Tes- sui Proceedings of the National ia di Macquarie, nell’isola au- le del 15 per cento delle emis-
saglia, in Grecia. Un’altra per- Academy of Sciences. straliana della Tasmania (nella sioni. Queste persone hanno
sona risulta dispersa. Più di foto). I soccorritori stanno cer- un reddito netto di almeno
cinquemila case sono state Elefanti Il governo del Bot- cando di salvare trenta esem- 109mila dollari all’anno e vi-
danneggiate negli allagamenti swana ha dichiarato che la plari ancora in vita, mentre al- vono soprattutto negli Stati
nella città di Karditsa. morte di 330 elefanti nella re- tri cinquanta sono stati aiutati Uniti, in Medio Oriente e in
gione del delta dell’Okavango, a tornare al largo. Cina. La classe media, com-
Piogge Le alluvioni senza pre- posta da due miliardi e mezzo
cedenti che hanno colpito cin- di persone, è responsabile di
que delle dieci regioni dell’E- circa il 40 per cento delle
tiopia hanno lasciato 200mila emissioni, mentre la metà più
persone senza casa. povera della popolazione del 7
per cento delle emissioni. Se-
THE ADVOCATE/GETTY IMAGES

Ghiaccio Nel 2020 lo sciogli- condo Oxfam America, il tra-


mento della banchisa artica sporto aereo fa aumentare di
estiva ha registrato il livello più molto le emissioni dei più ric-
alto dal 2012. Lo rivela uno stu- chi. Potrebbe essere utile,
dio basato sulle osservazioni quindi, introdurre una tassa
satellitari presentato dal Natio- sull’uso degli aerei privati.

98 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


Il pianeta visto dallo spazio 16.03.2020
L’aurora boreale incontra la luminescenza notturna

Aurora boreale

Luminescenza notturna
EARTHOBSERVATORY/NASA

u Quest’immagine, scattata da giunge all’immagine una fascia L’aurora boreale e la te superiore dell’atmosfera. È un
un astronauta a bordo della Sta- dal colore blu intenso lungo l’o- luminescenza notturna fenomeno che si verifica sempre
zione spaziale internazionale rizzonte. Le luci delle città nelle sono visibili ad altitudini e ovunque nel mondo, ma è più
durante il sorvolo della penisola province canadesi della Colum- simili, e a volte producono facile da osservare nelle ore not-
dell’Alaska, mostra un incontro bia Britannica e dell’Alberta si gli stessi colori, ma sono il turne.
avvenuto poco prima dell’alba uniscono alle stelle per “decora- risultato di processi fisici L’aurora boreale, invece, na-
tra due fenomeni atmosferici, re” ulteriormente il paesaggio. diversi. sce dall’interazione tra l’energia
l’aurora boreale e la lumine- L’aurora boreale e la lumine- solare e il campo magnetico ter-
scenza notturna (airglow). L’au- scenza notturna sono visibili ad restre. Quest’ultimo convoglia
rora boreale, riconoscibile dal altitudini simili, ma sono il risul- l’energia nella parte alta dell’at-
colore verde, sembra interseca- tato di processi fisici diversi. La mosfera, dove interagisce con
re la fascia più sottile della lumi- luminescenza notturna è un tipo u gli stessi atomi della lumine-
nescenza notturna, che ha varie di chemiluminescenza: l’emis- scenza (soprattutto ossigeno e
sfumature dal giallo al rosso. Il sione di luce dipende dalle inte- azoto). È per questo che a volte i
Sole che sorgerà presto, ma è razioni chimiche tra ossigeno, due fenomeni producono colori
ancora nascosto dalla Terra, ag- azoto e altre molecole nella par- simili.–Nasa

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 99


Economia e lavoro
TIM ROBBERTS (GETTY)

FINANZA barghi (in Italia vengono fatte alla Banca

Le banche non fermano d’Italia). Si tratta di documenti riservati


che riguardano operazioni per quasi 2.100
miliardi di dollari realizzate dal 1999 al
i soldi sporchi 2017. Evidenziano come le banche, che
garantiscono gran parte delle transazioni
finanziarie internazionali, facciano circo-
lare in modo passivo – attraverso conti
A. Michel, M. Vaudano e J. Baruch, Le Monde, Francia bancari di persone o società che non sono
in grado di identificare – denaro legato al
Un’inchiesta del Consorzio va inchiesta condotta dal Consorzio inter- riciclaggio di denaro guadagnato con atti-
internazionale dei giornalisti nazionale dei giornalisti investigativi vità illegali (per esempio frodi fiscali o
(Icij) in collaborazione con il sito d’infor- traffico di droga, armi e opere d’arte).
investigativi (Icij) rivela che il mazione statunitense BuzzFeed News e I documenti ottenuti da BuzzFeed
settore bancario non fa nulla per altre 108 testate di tutto il mondo. News sono in larga misura frutto di una
contrastare il riciclaggio di L’inchiesta si basa sull’esame di più di fuga d’informazioni dai dossier della
capitali frutto di attività illegali 2.100 segnalazioni di operazioni sospette commissione d’inchiesta del congresso
(suspicious activity reports, sar) trasmesse statunitense sulle presunte ingerenze del-
dalle banche di tutto il mondo alla Finan- la Russia nella campagna per le elezioni
trategiche e vitali per l’economia, cial crimes enforcement network (Fin- presidenziali del 2016, che si conclusero

S dopo le ultime crisi finanziarie le


banche sono diventate uno dei
settori più regolamentati. Eppure,
nonostante regole e controlli, la finanza
mondiale continua a essere permeabile al
cen), l’autorità statunitense che si occupa
del riciclaggio di denaro sporco. Queste
segnalazioni sono l’equivalente statuni-
tense delle comunicazioni che le banche
francesi devono trasmettere all’autorità
con la vittoria di Donald Trump. Queste
segnalazioni di operazioni sospette, che
rappresentano solo lo 0,02 per cento di
quelle ricevute dalla Fincen tra il 2011 e il
2017, si limitano quindi a persone, azien-
riciclaggio e non riesce a contrastare la antiriciclaggio Tracfin quando sospetta- de e banche legate in modo diretto o indi-
circolazione di denaro sporco. È quanto no attività di riciclaggio, finanziamento al retto alla vicenda delle ingerenze russe.
emerge dai cosiddetti Fincen files, la nuo- terrorismo o elusione di sanzioni ed em- Tuttavia svelano la portata dei movi-

100 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


menti sospetti di denaro nelle più grandi ti. La frode seguiva uno schema Ponzi (un controlli interni della banca: 200mila dol-
banche del mondo. Offrono informazioni meccanismo a piramide che consiste lari ricevuti da un’azienda con sede nelle
sul modo in cui le banche identificano e nell’attirare gli investitori promettendo Isole Vergini Britanniche per della “bian-
segnalano (o non segnalano) i flussi finan- alti rendimenti, che in realtà vengono pa- cheria intima”, 34mila dollari inviati a
ziari sospetti che si spostano da un capo gati con i soldi via via versati dai nuovi Hong Kong per “autoadesivi per tastiere”,
all’altro del pianeta attraverso i loro “ca- clienti; lo schema s’interrompe quando le 400mila dollari per degli “stivali”. Il tutto
nali”. Come ricorda Graham Barrow, ex richieste di rimborso superano i nuovi dichiarando meno di 2.500 dollari di spe-
responsabile del controllo finanziario del- versamenti). Questa truffa ha colpito de- se nei suoi rapporti finanziari. “Se fossi
la Deutsche Bank ed esperto di antirici- cine di migliaia di risparmiatori nelle co- alla JPMorgan e vedessi una cosa del ge-
claggio, “i criminali non riciclano diretta- munità asiatiche e latinoamericane con nere, direi: ‘È spaventoso’”, commenta
mente il loro denaro. Lo inviano in posti un danno finanziario globale di 80 milioni l’ex funzionario di polizia britannico Mar-
sicuri grazie alle banche”. In altri termini, di euro. Eppure l’azienda coinvolta, la tin Woods, specialista nella lotta contro il
“la banca svolge il ruolo della vettura in Wcm, era nel mirino delle autorità di tre riciclaggio. “Quale azienda normale com-
cui gli scassinatori scappano dopo il fur- paesi e i servizi di controllo della banca pra contemporaneamente computer,
to”, afferma sferzante Thomas Creal, sapevano di avere a che fare con una pro- biancheria intima e secchi?”.
esperto statunitense di crimini finanziari. babile fregatura. L’Hsbc ha perfino lascia- Eppure è stato solo dopo che i giornali-
Nell’epoca della globalizzazione fi- sti statunitensi hanno rivelato i rapporti
nanziaria ci troviamo davanti all’inappel- La Hsbc ha trasferito tra Manafort e il governo ucraino che la
labile dato di fatto che, nonostante il re- JPMorgan ha finalmente deciso d’inviare
cente inasprimento delle norme antirici- denaro per conto di delle segnalazioni di operazioni sospette
claggio, le banche continuano a essere un’azienda coinvolta alle autorità. Nel marzo del 2019 l’ex lob-
fortemente vulnerabili da questo punto di bista è stato condannato a quasi quattro
vista. Se è vero che la regolamentazione in una truffa anni di prigione per frode bancaria e fisca-
del settore bancario mondiale è uno dei le. Il processo ha dimostrato che aveva ri-
grandi temi dei prossimi decenni, i Fincen to aperto il conto della società dopo che le cevuto 40 milioni di dollari dalla Novirex,
files evidenziano il ruolo centrale delle autorità statunitensi hanno deciso di con- proprietà del braccio destro dell’ex presi-
grandi banche nella circolazione di flussi gelare i suoi beni nel marzo del 2014. dente ucraino Viktor Janukovyč.
di denaro sporco legati alla frode, alla cor- La JPMorgan, la principale banca sta- La JPMorgan, inoltre, ha permesso al
ruzione, al crimine organizzato e al terro- tunitense, ha fatto transitare più di 50 mi- finanziere miliardario malese Jho Low di
rismo. lioni di dollari sul conto di Paul Manafort, trasferire quasi 1,25 miliardi di dollari di
ex capo della campagna elettorale di fondi sospetti nel giro di tre anni. Come
Cinque grandi istituti Trump. Il denaro proveniva da un’opaca rivela una segnalazione del gennaio 2017,
I documenti svelano che almeno cinque azienda britannica, la Novirex, che con il la banca ha approvato 33 versamenti che
grandi banche – JPMorgan, Hsbc, Stan- suo strano comportamento avrebbe do- avrebbero consentito l’acquisto di quote
dard Chartered Bank, Deutsche Bank e vuto far scattare già molto tempo prima i in un albergo di lusso a Manhattan anche
Bank of New York Mellon – non sono riu- se Low era stato identificato già dal 2015
scite ad arginare alcuni trasferimenti ille- come personaggio chiave nello scandalo
citi di capitali, a volte neanche dopo esse- Da sapere esploso intorno al fondo sovrano malese
re state sanzionate ed essersi impegnate La Deutsche Bank 1Mdb, il più grave caso di corruzione in-
davanti alla giustizia a rafforzare i loro ternazionale degli ultimi dieci anni.
controlli. È il caso del gigante britannico u La Deutsche Bank è stata coinvolta in tutte
Hsbc, che nel 2012 aveva ammesso di aver le inchieste del Consorzio internazionale dei Semplici ricerche su Google
giornalisti investigativi (Icij). Non fa eccezione
riciclato quasi 900 milioni di dollari per Un altro colosso finanziario statunitense
l’inchiesta Fincen files, da cui emerge “una
conto di alcuni cartelli della droga suda- condotta in Russia da far rizzare i capelli in
coinvolto è la Citibank. L’istituto si è mo-
mericani. All’epoca la banca si era sottrat- testa, ma anche la negligenza di Christian strato compiacente con il senegalese La-
ta a una condanna in tribunale pagando Sewing, in passato capo dei controlli interni e mine Diack, ex presidente della Federa-
una multa di 1,9 miliardi di dollari e pro- oggi amministratore delegato della banca”, zione internazionale di atletica. Condan-
mettendo d’impegnarsi nella lotta contro scrive la Süddeutsche Zeitung. “Nel 2014 la nato il 16 settembre 2020 a Parigi a quat-
il riciclaggio. In realtà, come emerge dai sua divisione avviò delle indagini su una serie tro anni di prigione, due dei quali con la
Fincen files, tra il 2012 e il 2017, quando la di scambi azionari dietro ai quali si condizionale, e a una multa di 500mila
giustizia statunitense le aveva accordato nascondevano operazioni di riciclaggio di euro, Diack aveva insabbiato casi di do-
la sospensione condizionale della con- denaro sporco proveniente dalla Russia. ping nell’atletica russa in cambio di tan-
Sewing aveva detto che era tutto in ordine. Ma
danna, ha gestito i capitali di riciclatori di genti. I Fincen files dimostrano che la
alcuni esperti, incaricati in seguito dalla
denaro russo o di noti criminali finanziari. Deutsche Bank di controllare quelle
banca statunitense ha aspettato fino al
Tra il 2013 e il 2014 la Hsbc ha conti- operazioni, affermarono che il lavoro della 2016, quasi un anno dopo l’arresto di
nuato a trasferire denaro per conto di divisione di Sewing presentava gravi lacune e Diack, per dichiarare alle autorità 112 pa-
un’azienda coinvolta in una truffa finan- insufficienze. Il loro rapporto, però, non fu mai gamenti sospetti legati all’ex presidente
ziaria di vaste proporzioni negli Stati Uni- reso noto”. della federazione: significa che 55,7 mi-

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 101


Economia e lavoro
lioni di dollari sono stati lasciati transita- Securities tra il 2010 e il 2015, per poi ap- preso dai giornali il ruolo giocato dal suo
re per anni senza alcun problema, anche prendere dai mezzi d’informazione che cliente Aras Agalarov, un magnate del
in presenza di elementi sconcertanti che apparteneva a Semen Mohylevyč, da settore immobiliare vicino a Vladimir
indicavano il carattere poco chiaro dei molti definito il “boss dei boss” della ma- Putin, nelle possibili interferenze della
bonifici. lavita russa. Mohylevyč ha negato di ave- Russia nella campagna per le elezioni
Per quanto riguarda la Standard Char- re a che fare con l’azienda cipriota. presidenziali statunitensi del 2016. A
tered, non solo la banca ha mantenuto La banca francese Société générale quel punto il ramo newyorchese della
rapporti con la giordana Arab Bank, accu- non è da meno. Solo dopo le rivelazioni banca si è interrogato sulle numerose
sata dagli Stati Uniti di finanziare il terro- dei Panama papers (un’altra inchiesta transazioni approvate, tra cui un trasferi-
rismo, ma la sua filiale di Hong Kong ha dell’Icij sui documenti riservati dello stu- mento di 19,5 milioni di dollari tra due
mantenuto aperti i conti correnti su cui dio legale panamense che fornivano in- conti di Agalarov il 20 giugno del 2016,
sono transitati milioni di dollari per conto formazioni dettagliate su 214mila società cioè dieci giorni dopo il suo incontro se-
di un’azienda che rivendeva reperti ar- offshore), la succursale newyorchese greto con la squadra di Donald Trump.
cheologici trafugati in Afghanistan, in dell’istituto ha risposto alle domande con Per sapere da dove veniva quel denaro la
India e in Nepal. I mercanti d’arte al cen- cui la Fincen chiedeva informazioni su filiale si è rivolta alla Sgpb, in Svizzera.
tro di questo traffico, Subhash Kapoor e decine di milioni di dollari transitati su Ma l’inchiesta si è fermata qui. “Dopo nu-
Nancy Wiener, sono stati indagati a New conti correnti di società con sede alle Iso- merosi solleciti, la Sgpb non ha potuto
York nel 2019. I Fincen files dimostrano le Vergini Britanniche. Questi conti erano rispondere alle nostre domande”: con
che la banca ha ignorato le finalità di stati aperti presso la filiale svizzera della queste parole nell’ottobre del 2017 la So-
quest’azienda o il posto in cui era regi- Société générale, la Sgpb, che aveva rifiu- ciété générale di New York si è giustifica-
strata. tato di divulgare alla filiale di New York il ta con la Fincen.
nome dei loro veri titolari appellandosi al Comunque le autorità di controllo
Procedure rigide segreto bancario. francesi non hanno ignorato una questio-
Tutti questi sono solo casi isolati? Non Quindi sono stati necessari i Panama ne così delicata. In un documento del set-
per le Nazioni Unite, secondo cui le auto- papers perché la banca scoprisse final- tembre del 2019 dedicato al “pilotaggio
rità riescono a individuare appena l’1 per mente che aveva a che fare con esponenti consolidato” dei meccanismi antirici-
cento dei 2.400 miliardi di dollari ricicla- della famiglia Rotenberg, clienti a rischio claggio di banche e compagnie di assicu-
ti ogni anno. La stima sembra essere con- ritenuti vicini al presidente russo Vladi- razione, l’Autorité de contrôle prudentiel
fermata dai documenti riservati della mir Putin. Solo allora quest’informazio- et de résolution (Acpr), che controlla le
Fincen, pieni di transazioni realizzate da ne è arrivata alla Fincen. I problemi però banche francesi, ha scritto che sono stati
società offshore con sede in paradisi fi- sono proseguiti anche dopo quest’episo- fatti degli sforzi importanti. Nello stesso
scali opachi come Cipro, le Isole Vergini dio. Nel 2017 la Société générale ha ap- documento si punta il dito contro le “in-
Britanniche, Hong Kong o gli Emirati sufficienze” in materia di “scambi d’in-
Arabi Uniti, società di cui le stesse ban- formazioni sui clienti all’interno dello
che non conoscono i veri proprietari. Da sapere stesso gruppo”, e si fa appello alle banche
In teoria le banche sono obbligate ad Cali in borsa perché mettano in campo “meccanismi
attuare rigide procedure di verifica delle che consentano una condivisione fluida
operazioni dei loro clienti: la procedura u Il 21 settembre 2020, in seguito alle ed efficace delle informazioni”.
Kyc (Know your customer, conosci il tuo rivelazioni dell’inchiesta Fincen files realizzata Scorrendo le migliaia di pagine dei
cliente) gli impone di sapere chi è la per- dal Consorzio internazionale dei giornalisti Fincen files, emerge un dato evidente: le
sona fisica beneficiaria di conti aperti a investigativi (Icij), le azioni delle più importanti grandi banche non si dotano degli stru-
nome di una società. Tuttavia nella metà banche del mondo hanno registrato forti menti necessari per combattere in modo
perdite. Il titolo della Deutsche Bank ha perso
delle 2.100 segnalazioni di operazioni so- efficace il riciclaggio bloccando la circola-
più del 9 per cento, mentre quello della
spette esaminate dall’Icij le banche igno- JPMorgan Chase è sceso del 4 per cento. Le
zione del denaro sporco al minimo sospet-
ravano chi fosse il loro cliente. azioni della Hsbc e della Standard Chartered to. Secondo John Cassera, un esperto di
In diverse occasioni i controllori inter- hanno toccato il livello più basso degli ultimi 25 crimini finanziari che ha lavorato alla Fin-
ni delle banche si sono accontentati di anni. In diversi paesi, intanto, i politici e le cen tra il 1996 e il 2002, le sanzioni impo-
semplici ricerche su Google per racco- autorità di controllo dei mercati finanziari ste in caso di trasgressione sono semplice-
gliere informazioni sull’identità dei hanno chiesto l’introduzione di riforme. mente troppo deboli. Le ammende di po-
clienti. Spesso hanno depositato le se- “Migliaia di miliardi di dollari di denaro sporco che centinaia di milioni di dollari non pe-
gnalazioni di operazioni sospette solo tengono in piedi una rete tossica di attività sano molto sui profitti realizzati dalle
dopo le rivelazioni della stampa o l’aper- illegali. La banche devono mettere l’integrità al grandi banche. Secondo l’avvocato statu-
centro della loro attività. È ora di agire,” ha
tura di inchieste giudiziarie sui clienti, nitense James S. Henry, per cambiare dav-
dichiarato Linda Lacewell, dirigente del New
quando in molti casi il denaro era già vo- York state department of financial services. “È
vero le cose “i più importanti dirigenti del
lato via da tempo. uno scandalo che le grandi banche permettano settore bancario devono sentirsi in perico-
La JPMorgan, per esempio, avrebbe il riciclaggio di denaro sporco su larga scala lo” ed essere chiamati a rispondere in mo-
fatto transitare più di un miliardo di dol- perfino dopo la crisi finanziaria,” ha detto do diretto, pena il pagamento di “multe o
lari per conto dell’azienda cipriota Abdi l’europarlamentare verde Sven Giegold. Icij il carcere”. u gim

102 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


Annunci

Vuoi pubblicare un annuncio su queste pagine? Per informazioni e costi contatta Anita Joshi • annunci@internazionale.it • 06 4417 301
i seminAri di AFRICA

17-18 ottobre 27-28 marzo


Golfo di Guinea L’Africa delle città
Marco Aime Federico Monica

21-22 novembre 17-18 aprile


Memorie coloniali: L’Africa in Italia
l’Italia in Africa Igiaba Scego
Uoldelul Chelati Dirar
8-9 maggio
27-28 febbraio I prodigi del
Il cinema africano continente vero
Annamaria Gallone Marco Trovato

A MILANO E IN STREAMING
Programmi e iscrizioni: www.africarivista.it

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 103


Economia e lavoro
AMBIENTE INFORMAZIONE UNIONE EUROPEA

La nuova battaglia Pagare Si può limitare Airbnb


per la libertà
è l’allevamento
Alla fine di luglio la reda-
Parigi, Francia
zione di Index, il princi-
pale sito d’informazione
li attivisti che si battono

“G contro il cambiamento
climatico chiedono da an-
ni che si smetta di finan-
ungherese, si è dimessa in
massa per protestare con-
tro il licenziamento della

EDUARDO FONSECA ARRAES (GETTY)


sua direttrice, Veronika
ziare il settore dei combustibili fossili. Munk. Oggi una sessanti-
Ora che la loro battaglia sta guadagnando na di giornalisti di Index
consensi, hanno individuato un altro sta lavorando al lancio di
obiettivo: gli allevatori e le aziende che un nuovo sito a pagamen-
producono carne, responsabili di grandi to, Telex. “È un fatto uni-
emissioni di anidride carbonica”, scrive il co nel mondo dell’infor-
Financial Times. Secondo l’Intergo- mazione ungherese, te-
vernmental panel on climate change nuto costantemente sotto Il 22 settembre la corte di giustizia dell’Unione
(Ipcc) delle Nazioni Unite, i settori legati pressione dal primo mini-
europea ha emesso una sentenza “a sostegno delle
alla produzione di alimenti contribuisco- stro nazionalista Viktor
Orbán”, scrive Le Mon-
misure con cui le amministrazioni di diverse città
no al 37 per cento delle emissioni globali.
de. Un esperimento simi- europee cercano di frenare l’affitto a breve termine
“Alcuni investitori cominciano a tenerne
le è il sito Denník N in di appartamenti attraverso l’app Airbnb, una
conto”, continua il quotidiano britannico.
Hanno capito che devono correggere il Slovacchia, un altro paese pratica accusata di aggravare la carenza di alloggi
dove il governo soffoca per i residenti”, scrive la Reuters. I giudici si sono
valore assegnato alle aziende del settore
l’informazione indipen- pronunciati su un caso che coinvolge i proprietari
agroalimentare perché bisogna tener
dente. Denník N è con-
conto dei danni causati dall’emergenza di due appartamenti di Parigi, multati per aver
trollato al 49 per cento
climatica alla qualità del suolo, alla biodi- dalla redazione e al 51 per
messo in affitto le loro seconde case su Airbnb
versità e alle risorse idriche. “Arisaig Part- cento da investitori priva- senza dichiararlo alle autorità, come previsto dalla
ners, un fondo che gestisce capitali per ti che non possono inter- legge. Secondo la corte, le regole stabilite dal
quattro miliardi di euro, ha disinvestito da ferire nelle scelte edito- comune di Parigi sono giustificate perché si
alcuni caseifici in Vietnam e nel Messico riali. Nell’Europa centrale applicano solo al territorio comunale e non
dopo aver stimato che i profitti di queste e orientale, osserva il riguardano l’affitto delle prime case. Le autorità
aziende si sarebbero dimezzati a causa quotidiano francese, il
parigine, inoltre, hanno limitato l’affitto a breve
dei costi legati alle emissioni”. Il fondo modello del sito d’infor-
d’investimenti scandinavo Nordea Asset mazione a pagamento si
termine a un massimo di 120 giorni all’anno.
Management ha annunciato che venderà sta imponendo come l’u- Airbnb ha dichiarato che la sentenza non avrà
la sua quota da 40 milioni di euro nella nica via per salvare il gior- particolari ripercussioni sul suo giro d’affari in
brasiliana Jbs, il più grande produttore nalismo indipendente. Francia, che è il suo secondo mercato dopo quello
mondiale di carne. “Dopo un periodo di “Ormai anche grandi statunitense. u
collaborazione con l’azienda sulle temati- giornali tradizionali co-
che ambientali, la Nordea Asset Manage- minciano ad adottarlo per
ment ha capito che non avrebbe avuto le resistere. Il quotidiano ENERGIA più costoso della sua storia
risposte che si aspettava”. u polacco Gazeta Addio pagando circa dieci miliar-
Wyborcza, nato nel 1989, di di euro un’azienda che
ha difficoltà a contrastare al carbone produce turbine alimentate
le pressioni dei nazionali- con il carbone. In un comu-
sti al governo a Varsavia, Il colosso industriale statu- nicato la General Electric
che da tempo gli impedi- nitense General Electric ha avvertito che la sua deci-
scono di raccogliere in- ha annunciato che chiude- sione potrebbe costare dei
serzioni pubblicitarie. In- rà o venderà tutte le sue posti di lavoro. “In seguito
vece la versione a paga- centrali elettriche alimen- alla crisi dovuta alla pande-
mento del suo sito, tate con il carbone per con- mia di covid-19, l’azienda
DAG SUNDBERG (GETTY)

Wyborcza.pl, lanciata nel centrarsi sul settore delle aveva già deciso di licenzia-
2014, può contare su fonti di energia rinnovabi- re tredicimila dipendenti
245mila abbonati, una ci- li, scrive la Bbc. Appena alla Ge Aviation, la sua con-
fra enorme per un paese cinque anni fa il gruppo trollata che produce motori
di 37 milioni di abitanti”. aveva concluso l’accordo per aerei”.

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 105


IL NUOVO ROMANZO DELL’AUTORE DI
ALTA FEDELTÀ:
UNA FRIZZANTE LOVE STORY
SULLO SFONDO DELLA LONDRA DELLA BREXIT
2 EDIZIONI IN UNA SETTIMANA

«Hornby è uno scrittore che sa essere


al tempo stesso brillante, arguto
ed emotivamente generoso.»
The New York Times
Buni War and Peas Arctic Circle Laerte
Ryan Pagelow, Stati Uniti E. Pich e J. Kunz, Germania Alex Hallatt, Nuova Zelanda Laerte, Brasile
Strisce

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


107
montura.it
Foto: Mauro Melandri
L’oroscopo

Rob Brezsny
COMPITI A CASA
Immagina una versione alternativa di te
con un altro nome e una vita diversa.

BILANCIA utili è seguire ciò che diverte la “innamorato dell’amore, sempre


Il poeta Robert Pinsky, 79 anni, della Bilancia, ha avuto tua mente. alla ricerca dell’assoluto e dell’ir-
una vita ricca di soddisfazioni. Ha pubblicato molti libri raggiungibile”. Sentimenti come
VERGINE questi sono il motivo per cui il tuo
tra romanzi, poesie e saggi, oltre a traduzioni di poesie
“Dobbiamo amare il no- simbolo astrologico è la capra di
italiane e polacche. Per quattro anni è stato il poeta laureato degli stro prossimo come noi montagna, che si arrampica sem-
Stati Uniti. A quali fattori attribuisce il suo successo? Eccone uno: stessi, e credo che amare noi stes- pre più in alto conquistando una
“Qualunque sia la cosa che spinge un bambino a incollare mac- si significhi estendere ai vari sé cima dopo l’altra. Quando sei al
cheroni su un foglio è sempre stata molto forte in me”. Si riferisce che siamo stati lungo la strada lo tuo meglio, sei determinato a lot-
ai progetti artistici a cui si dedicava da bambino. In conformità stesso grado di compassione che tare per essere il più brillante, il
con i presagi astrali, t’invito a entrare in comunione con le radici avremmo per chiunque altro”, di- più forte, il più autentico. A volte
primordiali delle cose che ami fare. Riprendi contatto con le ce lo scrittore e teologo Frederick esageri con questo ammirevole
Buechner. Ti propongo questo imperativo, ma in genere è una
espressioni originali della tua passione per la vita.
pensiero come nota dominante bella qualità. Nelle prossime setti-
per le prossime due settimane. È mane sei autorizzato a esprimerla
un ottimo momento per fare un con la massima saggezza e il mas-
ARIETE teva a ballare sui tavoli? In confor- viaggio nel passato e visitare tutte simo entusiasmo.
“Ci vuole molto coraggio mità con i presagi astrali, Gemelli, le persone che sei stata. Mentre
per essere all’esterno la t’invito a riflettere su quali in- svolgi questo compito, sii genero- ACQUARIO
stessa persona che sei dentro”, di- fluenze potrebbero volerti più do- sa con ognuno dei tuoi vecchi sé. “Va’, prendi una stella ca-
ce la scrittrice Barbara De Ange- cile e mite. E poi a meditare su co- Perdonali per i loro errori e ringra- dente”, scriveva il poeta
lis. Ti offro questa riflessione co- me esprimere in modo sano la tua ziali per aver reso possibile la tua John Donne (1572–1631) nella sua
me una sfida. Durante le prossime natura selvaggia. vita attuale. poesia Canzone. “Dimmi chi fen-
settimane potresti essere tentato dette del diavolo il piede”, conti-
di apparire diverso da come sei. CANCRO SCORPIONE nua. “Insegnami a udire il canto
Ma avrai anche l’intelligenza e il Nel culto yoruba di Ifà il “Un singolo io è un punto delle sirene”. Tutto questo non va
coraggio necessari per rimanere concetto di “cuore” ha due davvero angusto da cui os- preso alla lettera. Donne si stava
una cosa sola. Anzi, alla fine il tuo significati, espressi da parole di- servare il mondo”, diceva l’esote- abbandonando alla sua fantasia
interno e il tuo esterno potrebbero verse. Il primo cuore, spiega il sa- rista britannico Aleister Crowley. poetica per stimolare l’immagina-
essere più coerenti di quanto non cerdote yoruba Awó Falokun Fa- Lo scrittore statunitense Gore Vi- zione dei lettori. Ti offro lo spirito
siano da molto tempo. tunmbi, è l’organo che pompa il dal era d’accordo con lui: “Dato della poesia di Donne, Acquario,
sangue nel nostro corpo e si chia- che nessuno può avere la certezza perché sei pronto per trascendere
TORO ma okàn. All’interno c’è un secon- che la sua visione della vita sia le tue idee limitate su ciò che è
“Le persone che negano l’e- do cuore che regola il flusso delle quella giusta, non si può neanche plausibile e ciò che non lo è. Se
sistenza dei draghi vengono emozioni e si chiama ègbè. Sospet- avere la certezza che quella di permetti a te stesso di coltivare
spesso mangiate dai draghi. to che nelle prossime settimane il qualcun altro sia sbagliata”. È una fantasie stravaganti e indiscipli-
Dall’interno”. Ti trasmetto questa tuo ègbè sarà particolarmente for- riflessione che vale per tutti, ma nate, potresti andare oltre le tue
riflessione dell’autrice di lettera- te, chiaro e generoso, Cancerino. che nelle prossime quattro setti- aspettative e irrompere in un va-
tura fantastica Ursula K. Le Guin La tua capacità di sentire profon- mane ti sarà particolarmente uti- sto regno di possibilità.
perché penso che potrebbe esserti damente sarà un dono per tutte le le, Scorpione. L’umiltà sarà un su-
utile presto. Non dico che sarai di- persone con cui la condividerai. perpotere. Se rinuncerai ad avere PESCI
vorato dai draghi, ma vorrei che Potresti anche comprendere me- sempre ragione, sarai inondato di Non ti consiglio di conce-
facessi quattro cose. 1) Riconosci glio il mistero della tua vita. Eser- benedizioni. derti audaci piaceri sensua-
l’esistenza dei draghi metaforici. cita con gioia il tuo ègbè! li, catartici scambi di energia e
2) Individuali nel tuo regno inte- SAGITTARIO inebrianti ricerche di sollievo. La
riore. 3) Studiali e conoscili me- LEONE “È un dono raro sapere do- pandemia ci impone di essere
glio. 4) Metti a punto una strategia Il filosofo dell’antica Gre- ve devi essere prima di es- cauti nel cercare la beatitudine,
per disinnescarli. cia Platone diceva: “Non sere stato in tutti i posti in cui non anche se i presagi astrali fanno
costringete i bambini a imparare devi essere”. Ti trasmetto questa pensare che, se fossimo in tempi
GEMELLI con la forza o la severità. Indiriz- riflessione della scrittrice Ursula normali, varrebbe la pena di pro-
“Non lasciatevi addome- zateli verso ciò che diverte la loro K. Le Guin perché sospetto che in varci. Come risolvere questo di-
ILLUSTRAZIONI DI FRANCESCA GHERMANDI

sticare da loro”, consiglia- mente, in modo da poter scoprire questa fase si applichi a te perfet- lemma? Ecco cinque possibili so-
internazionale.it/oroscopo

va l’esuberante danzatrice Isadora le inclinazioni di ciascuno”. Lo tamente. Nei prossimi giorni non luzioni. 1) Fai piacevoli esperi-
Duncan, dei Gemelli. Chi inten- stesso principio si applica anche a dovrai perdere tempo a valutare menti con il tuo convivente o co-
deva con “loro”? I critici tradizio- noi adulti che puntiamo all’ap- mille possibilità. Il tuo intuito ti niuge. 2) Sottoponiti a un tampone
nalisti, che le rimproveravano uno prendimento permanente. Secon- dirà esattamente dove devi essere con un potenziale compagno di
stile anticonformista? I suoi ma- do la mia analisi astrologica, Leo- e come arrivarci. giochi e, se entrambi risultate ne-
nager, che forse avrebbero voluto ne, nelle prossime settimane do- gativi, festeggiate allegramente.
che abbassasse i toni per evitare vresti tenerlo a mente. È ora di ri- CAPRICORNO 3) Trova una persona affascinante
problemi e guadagnare di più? I dare energia alla tua istruzione! E Lo scrittore Henry Miller è con cui andare in estasi su Zoom.
suoi amici, che s’imbarazzavano il modo migliore per imparare co- stato per molti aspetti un ti- 4) Immagina deliziosi momenti di
quando durante una festa si met- se nuove che potrebbero esserti pico Capricorno. Diceva di essere dissolutezza. 5) Fai da solo.

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 109


L’ultima
KROLL, BELGIO

Germania e Belgio pronti ad accogliere i migranti di Lesbo.


Angela Merkel: “Ne prendo 1.500”. “E per lei signora?”. Maggie
De Block: “Me ne metta una dozzina. Piccoli”.

PIRARO, STATI UNITI


“Due Matematica per principianti a 16,99 dollari l’uno.
CHAPPATTE, SVIZZERA

Fanno cinquanta dollari”.

Israele di nuovo in lockdown. “Come va ragazzi?


Vi state deprimendo?”.

LEIGHTON, THE NEW YORKER


EL ROTO, SPAGNA

“Non funzionerà mai, Tom. Siamo agli estremi opposti della


“Dico di sì a tutto, così non mi danno del negazionista”. stessa corrente dello stesso partito”.

Le regole Un nuovo hobby


1 Se vuoi qualcosa dal sapore antico vai di scacchi o parole crociate. 2 La collezione di farfalle è il male.
3 Guardare programmi di cucina non basta: prendi la farina e sporcati le mani. 4 Gli hobby che fanno
bene al fisico vanno bene, quelli che fanno bene al pianeta anche meglio. 5 Fai un corso di ceramica
prima di Natale e risolvi la questione regali per tutti. regole@internazionale.it

110 Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


n o v i t à

La voce
degli antichi
La voce degli antichi
risuona nelle parole
degli autori di oggi: libri
che restituiscono
il fascino potente dei
grandi testi del passato

La nostra società Trasformare Tra confessione e


ha bisogno di la paura in forza memoria pubblica,
rigenerarsi: l’occasione positiva per aprirsi l’autobiografia
è davanti a noi alla speranza di un grande storico

www.mulino.it
Trova il refuso.

orrado si è dimesso. Quando l’abbiamo serirlo troppo presto, il refuso, l’avresti trovato
fermato era già in ascensore, scatola in subito e fine dei giochi, ma ormai sei quasi in
mano e dito sul pulsante. Corrado fa il fondo e ancora niente; allora stai pensando che
correttore di bozze e non poteva accet- il refuso non esiste, che è tutta una fregatura e
tare questa campagna. Gli abbiamo det- che stai sprecando la tua vita. Non buttarti giù
to: usciremo con un’altra pubblicità scandalosa- così. Parlando di cose che non esistono, dobbia-
mente lunga, una specie di flusso di coscienza mo confessarti che Corrado è una figura narrati-
con cambi di ritmo, variazioni sul tema, e fin qui va: ci serviva per impostare il discorso, ma forse
era quasi contento. Poi abbiamo aggiunto: da l’avevi capito dal fatto che si chiamava Corrado
qualche parte ci sarà un refuso. Duemila carat- e faceva il correttore. Noi vendiamo luce e gas:
teri, un errore di battitura, i lettori e le lettrici che non abbiamo correttori di bozze, proprio come
lo devono trovare. Si trattava di deontologia, ca- non abbiamo cauzioni, agenti di vendita, moduli
pisci? Abbiamo dovuto dargli un aumento. Forse da stampare e rimandare firmati, operatori che ti
ce la stiamo raccontando, ma ci piace pensare chiamano mentre mangi per dirti quanto potresti
che, oltre ai soldi, l’abbia convinto il meccani- risparmiare. Abbiamo invece questa folle idea di
smo: l’idea era replicare l’esperienza della lettura rendere il nostro settore un po’ più comprensi-
di una bolletta. Costringerti a strizzare gli occhi. bile. Se vuoi provare un’esperienza diversa, o se
Disorientarti; farti venire l’emicrania e le zampe hai scoperto che la tua bollletta ha qualcosa di
di gallina. Pare che per entrambe la papaya fac- troppo, concedici un altro paio di minuti. Visita
cia miracoli. Quante volte hai riletto le stesse fra- nen.it e scopri la rata fissa, tutto incluso, che pa-
si sperando di venirne a capo? Ecco, ora sai cosa gherai una volta al mese per un anno di energia.
si prova a decifrare una bolletta. Gente animata
dal desiderio di conoscenza che si scontra con
espressioni come “oneri di gradualità” o “prezzo
di perequazione”. Prima che canti vittoria, queste
sono parole vere. Non c’è da stupirsi che molti
scelgano di pagare e basta. Non potevamo in-

Scegli chi non ha paura di farsi capire.


Paga la luce e il gas in modo più consapevole. Vieni a trovarci su nen.it.
EDIZIONE STRAORDINARIA
3-4 ottobre
Parigi, giugno 2020. Assa Traoré (al centro) durante una manifestazione contro la violenza della polizia
SIMON LAMBERT (HAYTHAM-REA/CONTRASTO)

Un festival
lungo un anno
Un fine settimana
al mese con incontri,
presentazioni, proiezioni,
mostre e workshop.

Lotta per la verità La prenotazione


è obbligatoria!
intern.az/1CrH

Dopo che suo fratello è morto dalla polizia. George Floyd, un afroame- Assa Traoré, ha invitato i cittadini di Pa-
durante un fermo della polizia ricano di 46 anni, è invece morto a Min- rigi a protestare e migliaia di persone so-
neapolis, in Minnesota, il 25 maggio no scese in piazza. La manifestazione ha
ha deciso di battersi contro il 2020 dopo che un poliziotto gli ha tenuto denunciato il razzismo della polizia ma
razzismo. La battaglia di Assa il ginocchio premuto sul collo per alcuni ha anche dimostrato che una parte am-
Traoré oggi è globale minuti. Le sue ultime parole, “non riesco pia della società francese chiede che le
a respirare”, hanno scatenato le rivolte forze dell’ordine siano ritenute respon-

“G
eorge Floyd e mio fratel- che per settimane hanno attraversato gli sabili delle loro azioni violente. u
lo sono morti nello stesso Stati Uniti e raggiunto l’Europa. Anche
modo”: dice Assa Traoré. Adama è morto quando tre poliziotti gli Assa Traoré sarà a Ferrara il 3 ottobre al
Suo fratello Adama, un sono saliti sopra per tenerlo fermo, dopo teatro Comunale con Djarah Kan, Oiza
francese di origini maliane di 24 anni, è che era fuggito a un controllo dei docu- QueensDay Obasuyi, Espérance Hakuzwi-
morto alla periferia di Parigi nel luglio menti. Nel giugno del 2020 il Comitato mana Ripanti, Gary Younge e Claudia Du-
del 2016 mentre era sotto la custodia verità e giustizia per Adama, fondato da rastanti.

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 i


Venezia, aprile 2020
Focus
Il virus delle
disuguaglianze
Il covid ci ha fatto scoprire più
fragili: ora è il tempo delle
proposte concrete per vincere
gli effetti della pandemia
opo i mesi di lockdown l’Italia (in-

D
NICOLA ZOLIN (REDUX/CONTRASTO)

sieme al resto del mondo) ha av-


viato una graduale ripresa delle
attività: in questa fase, però, ci si accorge
che la pandemia ha agito come un grande
acceleratore delle disuguaglianze, sve-
lando i punti di frattura di una società
sempre più divisa. Ne parleranno il 4 ot-
tobre a Ferrara Fabrizio Barca, Alessia
Mosca, Pieluigi Stefanini, Paola Vacchina
e Roberta Carlini: un incontro, in collabo-
razione con la Fondazione Unipolis, per
Pagine sul futuro
capire quali disuguaglianze sono state
create o accentuate dalla pandemia, ma
anche per fare delle proposte concrete
per combatterle. Le disuguaglianze nel Scrittori e giornalisti sacchi di sabbia, alla Sicilia che rein-
mondo del lavoro (quali sono i lavoratori racconteranno come hanno venta produzioni agricole. L’inchiesta
più colpiti per settore, territorio e tipo di di Olivier Van Beemen Heineken in
contratto), il divario di genere (le donne provato a spiegare il mondo Africa (Add editore 2020) si occupa
sono più penalizzate, perché svolgono sia che cambia nei loro libri della multinazionale europea che ha
il lavoro retribuito sia il lavoro di cura dei più di quaranta birrifici in Africa e che
figli e degli anziani), le spaccature gene- a pandemia è il tema che ha ispi- sostiene di favorire lo sviluppo econo-
razionali (le conseguenze sull’occupazio-
ne giovanile e sull’istruzione): l’analisi
delle tendenze che erano in atto già da
L rato più riflessioni: ha svelato la
complessità del mondo che abi-
tiamo, le sue logiche sociali, politiche,
mico nel continente. Ma è davvero
così?
Virginie Raisson racconterà com’è
tempo sarà la premessa per spiegare cosa economiche, interpersonali e psicolo- nato 2038. Atlante sui futuri del mondo
è successo durante e dopo il lockdown. La giche. E combatterla richiede uno sfor- (Slow food 2020), che con mappe, gra-
sfida non è solo demolire un modello eco- zo di fantasia. A Ferrara ne parlerà Pao- fici e collage cerca di illustrare il desti-
nomico e sociale ma soprattutto costruir- lo Giordano presentando il suo libro no del pianeta. In Storia di un figlio
ne uno nuovo: cosa possiamo fare subito, Nel contagio (Einaudi 2020). (Baldini+Castoldi 2020) Fabio Geda
con i fondi del piano per la ripresa Annamaria Testa, con il libro Il col- racconta, insieme al protagonista, il
dell'Europa, per combattere le disugua- tellino svizzero (Garzanti 2020), offrirà viaggio di Enaiatollah Akbari, un rifu-
glianze? u uno strumento per leggere il presente. giato afgano che, dodici anni dopo il
Spiegherà perché abbiamo bisogno di suo arrivo in Italia, parte alla ricerca
un nuovo, ideale coltellino svizzero per della famiglia. Infine Joe Sacco presen-
poter di volta in volta avvitare un pen- terà Tributo alla terra (Rizzoli Lizard
siero, limare una percezione, “stappa- 2020), il suo reportage a fumetti dedi-
re” un punto di vista originale, perché cato al popolo dei dene, che vive nel
esplorare nuovi orizzonti è diventata Canada nordoccidentale da tempo im-
una necessità. Stefano Liberti raccon- memorabile. Per generazioni i dene
FRANCESCA LEONARDI

terà Terra bruciata (Rizzoli 2020), un hanno vissuto seguendo le leggi della
viaggio nell’Italia colpita dagli effetti natura, sentendosi sempre figli della
del riscaldamento globale: dalle spiag- terra e mai suoi padroni. Fino a quando
ge del litorale laziale, dove si cerca di sono arrivate le industrie minerarie e
Fabrizio Barca resistere all'avanzata del mare con i petrolifere a sfruttare i loro territori. u

ii Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


Documentari e spettacoli Focus

Schermi senza confini

FRANCESCO ALESI
Dalle Filippine di Duterte al ci saranno Oeconomia della regista tede-
sessismo verso le scienziate sca Carmen Losmann, che svela le regole
del gioco capitalistico contemporaneo, e
una rassegna di documentari Hong Kong moments di Zhou Bing, la vita Zerocalcare
in anteprima a Ferrara di sette abitanti di Hong Kong durante le

l festival di Internazionale si apre con


proteste a favore della democrazia. Nei
giorni seguenti saranno proiettati anche
In giro per il
I un giorno di anticipo: già dal 2 ottobre
saranno infatti proiettati alcuni docu-
mentari della rassegna Mondovisioni. Si
Picture a scientist di Ian Cheney e Sharon
Shattuck, in cui ricercatrici e scienziate
raccontano le molestie e le mille forme di
festival
comincia con We hold the line di Marc discriminazione sessista che subiscono le Alcuni appuntamenti da non
Wiese. Ambientato nelle Filippine, rac- donne nel campo della scienza; Reunited perdere: feste, incontri,
conta la lotta della giornalista Maria Res- di Mira Jargil, storia di una famiglia fuggi-
sa e della redazione del sito Rappler per ta dalla Siria e sparsa nel mondo, separa-
presentazioni ed esperienze
denunciare le azioni del presidente Ro- ta prima dalla guerra e poi dalla burocra- multimediali per tutte le età
drigo Duterte, accusato di aver lasciato zia; e The fever di Katharina Weingartner,
campo libero agli squadroni della morte che racconta come, mentre il covid-19 alla periferia romana al Rojava,
che, in nome della guerra alla droga, han-
no ucciso trentamila persone. A seguire
metteva in ginocchio il mondo, in Africa
la malaria continuava a provocare più vit-
time di tutte le altre malattie e guerre
D nel nord della Siria, con sosta a
Ferrara: il 4 ottobre il disegnatore
romano Zerocalcare sarà all’ex teatro
messe insieme. E se si scoprisse che una Verdi. Insieme al direttore di
semplice pianta è in grado di sconfigger- Internazionale Giovanni De Mauro
la? Non tutti ne sarebbero felici. u racconterà le sue piccole e grandi
resistenze a fumetti e presenterà il suo
Info La rassegna Mondovisioni è a cura di ultimo libro, Scheletri.
CineAgenzia. I documentari saranno pro- u Per i lettori più giovani l’appuntamento
iettati al cinema Boldini. è il 3 ottobre alla biblioteca Casa Niccolini
info@cineagenzia.it per festeggiare il primo anno di Kids.
Hong Kong moments internazionale.it/festival/mondovisioni u Sempre sabato 3 ottobre, a concludere
la giornata di incontri, Francesca Sibani,
editor di Africa di Internazionale,
Non dimenticare nessuno incontra i lettori al Circolo Arci Bolognesi
per condividere i libri, i film, le serie tv e
le riviste che l’hanno fatta innamorare
del continente.
u Quando scoppia un’epidemia, uno dei prende nuovi interventi e l’adattamento u Il 4 ottobre comincia sfogliando i
primi problemi è la crisi dei sistemi sani- di progetti esistenti. La mostra fotografi- giornali insieme a Jacopo Zanchini,
tari scatenata dal rapido aumento dei casi ca Dont’ leave me alone, con gli scatti di vicedirettore di Internazionale, che farà
in un breve lasso di tempo. Per questo Alessio Romenzi, sarà esposta al Padi- una rassegna stampa al ridotto del
Medici senza frontiere (Msf ) – che in glione di arte contemporanea e sarà pos- teatro Comunale insieme ad alcuni
quasi cinquant'anni di attività ha svilup- sibile visitarla con la guida del fotografo, ospiti.
pato importanti competenze nel campo che ha voluto raccontare questa missione u Esperienze immersive di realtà
delle malattie infettive – ha offerto subito in Italia a partire dagli ospedali del lodi- virtuale per il cinema con il Laboratorio
il proprio supporto alle autorità sanitarie giano (i primi a individuare il virus in Ita- Aperto, all’ex teatro Verdi: il 3 ottobre,
nazionali, mettendo in campo, a partire lia e in Europa), le strutture per anziani, dalle 10 alle 20, e il 4 ottobre dalle 10 alle
dall’Italia, numerose attività, dalla pre- gli insediamenti informali e le carceri. Ne 18. Ingresso 10 euro.
venzione del contagio alla formazione parlerà il 3 ottobre al teatro Comunale u Sempre all’ex teatro Verdi si potrà
del personale fino alla telemedicina. L’in- con Jason Horowitz del New York Times, visitare la videoinstallazione Nelle
tervento di Msf in risposta al covid-19 si Claudia Lodesani di Msf e Annalisa Ca- nostre mani sulla salvaguardia
estende in più di settanta paesi e com- milli di Internazionale. dell’ambiente e la sostenibilità.

Internazionale 1377 | 25 settembre 2020 iii


I LUOGHI DEL FESTIVAL
Gli indirizzi dei luoghi in cui si svolge
il festival sono su: Pac Padiglione
di arte contemporanea
internazionale.it/festival/luoghi

INGRESSI
Per tutti gli incontri la prenotazione è
obbligatoria e bisognerà rispettare le
norme anti covid-19 su Cinema Boldini
distanziamento, posti limitati, uso
delle mascherine e aerazione dei Teatro comunale Ridotto del teatro
locali dove possibile. Per ogni evento Circolo Arci Bolognesi
si possono prenotare al massimo due
posti. Dato che i posti disponibili Caffè Leon d’Oro
saranno in numero ridotto, chi si è
prenotato ma non riuscirà a
partecipare è invitato ad annullare il
proprio biglietto con lo stesso sistema
usato per prenotarlo. Per accedere a
tutti gli eventi è necessario stampare Casa Niccolini
5 minuti
e portare compilato all’ingresso il Ex teatro Verdi
modulo di autocertificazione dal sito
del festival (internazionale.it/
festival/programma). Donne incinte
e persone con disabilità avranno un
Un giro in città
accesso prioritario ma dovranno
comunque prenotare il posto per sé e
Ottobre a Ferrara
per un eventuale accompagnatore.
u Il primo appuntamento dell'anno di In- tenario della morte di Gaetano Previati
COME ARRIVARE E SPOSTARSI ternazionale a Ferrara troverà una città dedica una mostra alle sue opere. L’offerta
Ferrara si trova a mezz’ora da ricca di eventi, aspettando l’arrivo di Ric- culturale non finisce qui: la Pinacoteca, al
Bologna e a meno di un’ora dalla cardo Muti al teatro Comunale, il 10 otto- piano nobile di palazzo dei Diamanti, fa da
costa adriatica, da Modena, Mantova bre, e l’apertura della mostra di Antonio cornice ai grandi cicli degli affreschi me-
o Ravenna. Sul sito ferrarainfo.com Ligabue, dal 30 ottobre a palazzo dei Dia- dievali, al salone d’onore e all’apparta-
ci sono informazioni su come manti. Nel fine settimana del festival si po- mento di Virginia de’ Medici. Palazzina
raggiungere la città e muoversi alla tranno visitare palazzo Schifanoia, che si Marfisa d’Este accoglie le opere di 13 foto-
scoperta del territorio, oltre alla mostra ai visitatori con la nuova illumina- grafe italiane e internazionali, nell’ambito
mappa dei parcheggi più vicini al zione nella sala dei Mesi; l’antica delizia della 18a edizione della Biennale Donna.
centro storico, che è chiuso al degli Este, che ospita anche una raccolta di Questi luoghi, insieme al museo della Cat-
traffico. Sullo stesso sito è possibile opere connesse alla figura del duca Borso tedrale, aderiscono a un’iniziativa di pro-
cercare un alloggio per i giorni del e una selezione di artisti legati all’Officina mozione turistica che prevede una riduzio-
festival. ferrarese; il castello Estense, che nel cen- ne del 30 per cento sul biglietto.

Promotori Charity partner In collaborazione con


Internazionale, Comune
di Ferrara, Ferrara Arte,
Regione Emilia-Romagna,
Università degli studi Grazie a
di Ferrara, Fondazione
Teatro Comunale,
Ferrara feel the festival,
Comune di Portomaggiore,
Arci Ferrara, Main media partner Media partner
Progetto Polimero,
Radio
Associazione IF. Radicale

iv Internazionale 1377 | 25 settembre 2020


Settembre 2020 COPIA OMAGGIO

Una grande saga famigliare,


una storia epica e intima insieme:
La casa sull’argine
di Daniela Raimondi
Torna il maestro dell’avventura
Marco Buticchi con un nuovo,
trascinante romanzo
ambientato nell’Antico Egitto,
L’ombra di Iside
Puoi amare qualcuno anche se
non è Proprio come te?
Ce lo racconta Nick Hornby
Simona Siri racconta l’America:
Mai Stati così Uniti
Uno straordinario giallo d’autore:
Domingo Villar,
L’ultimo traghetto
Un inno alla gentilezza
e alla speranza: Il bambino,
la talpa, la volpe e il cavallo
di Charlie Mackesy
Ricette e ricordi: Benedetta Parodi,
Una poltrona in cucina
Ti aspetterò tutta la vita: un libro
di grande intensità di Nadia Toffa

Enrico Galiano, il prof più amato d’Italia,


Anno XVII numero 3

ci spiega L’arte di sbagliare alla grande


SETTEMBRE 2020

25
36 44

16 12
NARRATIVA 34 Renk VARIA E RAGAZZI 48 Per affermarsi nel mondo
34 Bernard del lavoro
2 Morrey 37 Ginzburg 6 I misteri dei libri svelati 48 L’equilibrio tra vita privata
4 Caboni da una librovaga e lavorativa
39 Ragucci
5 Dalton 8 L’appello del prof più amato 48 Elogio dell’interdipendenza
43 Roma
5 Bocca d’Italia
47 Taylor 22 La Divina Commedia
5 Gregorin
6 Amar al tempo dei social SAGGI, BIOGRAFIE
7 Ricolfi
AVVENTURA, 23 Dieci giorni nel silenzio E TESTIMONIANZE
7 Celani AZIONE, GIALLI per capire chi sei
10 Hastings e Meyer
23 Il Trilussa del web
7 Tilli E THRILLER 30 Un sorprendente viaggio 21 I segreti di Cambridge Analytica
11 Colombani in America 23 Romano Montroni, una vita per i libri
6 Grangé
12 Raimondi 30 La poesia delle parole 29 Roy
15 Berry
14 Landragin 37 La più giovane scrittrice d’Italia 35 Le domande dei ragazzi sulla Shoah
16 Buticchi
15 Moreau 38 Il mondo dalla cruna di un ago 27 Recalcati
18 Kealey
21 See 39 Storia e curiosità sul mandarino 32 L’amore secondo Nadia Toffa
20 Patterson
24 Bosco 40 Un libro per ritrovare 33 Una nuova collana per pensare
20 Cussler
25 Hornby la speranza con la propria testa
21 McNab
26 Doyle 41 Alverà 38 Al-Khalili
24 Strukul
28 Handke 41 Un viaggio nei capolavori 39 Quintarelli
27 Indriðason
28 Magnus dell’arte 42 Il numero 1 dei videogame
27 Nesser
42 Ohlsson 43 Michael Jordan, la leggenda
28 Martinoni 31 Simoni
44 Benedetta Parodi, ricette della pallacanestro
29 Grandes 35 Lioni
e ricordi 46 Roman Dial
29 Lanza 36 Villar
45 In Giappone con La Pina 47 Un ragazzo e il suo cane,
31 Collura una storia d’amicizia
46 Hancock

› VAI SUL SITO, CERCA I LIBRI DI QUESTO NUMERO › LEGGI SUBITO LE PRIME PAGINE WWW.ILLIBRAIO.IT

ISCRIVITI SUL SITO


WWW.ILLIBRAIO.IT/REGISTRAZIONE
POTRAI
SCARICARE GLI SPECIALI ONLINE IN PDF
ACCEDERE A CONSIGLI DI LETTURA PERSONALIZZATI
ISCRIVERTI ALLE NEWSLETTER PERSONALIZZATE
ABBONARTI ALLA RIVISTA E RICEVERLA GRATIS A CASA
AGGIORNARE I DATI DELL’ABBONAMENTO
DIVERTIRTI CON SFIDE E QUIZ LETTERARI

GESTISCI IL TUO ABBONAMENTO


RICEVI LA NOSTRA RIVISTA A DOMICILIO MA VUOI CAMBIARE INDIRIZZO DI RICEZIONE,
NOMINATIVO O ANNULLARE L’ABBONAMENTO? È SEMPLICE E VELOCE!
VAI SU: WWW.ILLIBRAIO.IT/LA-RIVISTA

Periodico registrato presso il Tribunale di Milano il 23/06/2003 al n. 399 • Anno XVII numero 3 • In copertina: Enrico Galiano © Basso Cannarsa • Direttore responsabile: Stefano Mauri •
Coordinamento: Elena Pavanetto • Redazione: Lucia Tomelleri • Progetto grafico e impaginazione: Elisa Zampaglione DUDOTdesign • Finito di stampare per conto del Gruppo editoriale Mauri
Spagnol nel mese di settembre 2020 da Grafica Veneta S.p.A. di Trebaseleghe (PD) © Gruppo editoriale Mauri Spagnol, 2020
L’editoriale
SETTEMBRE 2020
LA RISCOPERTA DELLA MISURA
di Stefano Mauri

C OVID-19 è un nemico, un virus che preferiremmo non Fiore di roccia e fa Daniela Raimondi in La casa sull’argine,
aver visto in azione e che ha fatto tanti danni, reciso tante una saga famigliare nel solco dello straordinario successo di
vite che ancora avevano molto da dare e, in molti casi, anche Stefania Auci (ormai sopra il mezzo milione di copie con I
accentuato le diseguaglianze. La sua presenza ci ha costretti leoni di Sicilia). Nell’avventura si lancia Marco Buticchi, con
a una vita più intima e riflessiva. Molti hanno pensato che il una storia egizia L’ombra di Iside; notevole anche Liberazione
mondo potrebbe avere la sua occasione per redimersi, come di Imogen Kealey, un romanzo sulle imprese di Nancy Wake,
ci dice Arundhati Roy in Azadi, ma in tanti casi il morbo ha eroina straordinaria della Seconda guerra mondiale. In mo-
invece rivitalizzato i nazionalismi. Si legga in proposito Mai menti così particolari, in cui accade qualcosa di incredibil-
Stati così Uniti di Simona Siri sull’America di Trump. È evidente mente forte, abbiamo bisogno di un contatto con l’assoluto e
che se siamo su questa Terra per una qualche missione siamo la Storia ci è di conforto, relativizza il presente. Il libro non è
così lontani dal realizzarla che non sappiamo nemmeno esat- un animale in via di estinzione, è un bene capace in ogni era
tamente qual è. Nell’ipotesi che IL MONDO CHE LEGGE di adattarsi come un camaleonte
non sia distruggerla per ignoti Anais, Firenze, Santa Maria Novella, gennaio 2020 e veicolare il nuovo, oltre che
motivi, il virus ci suggerisce riproporci ciò che da una feroce
che sarebbe bene quantomeno selezione è sopravvissuto con la
conservarla per i posteri, il che dignità di un classico. Il tutto
presuppone un forte coordi- senza corrente elettrica o wi-fi.
namento mondiale che ancora Cerchiamo libri con passione e
non si vede. Internet potrebbe convinzione, dobbiamo cesti-
essere un prezioso aiuto, ma narne molti per trovarne uno
l’anonimato purtroppo finisce che ci sembri degno di voi, li
per favorirne l’uso strumentale vestiamo con amore artigianale
attraverso la diffusione di fake e questi trovano sempre dei
news il cui scopo principale lettori affezionati, ma a volte
è proprio quello di creare non abbastanza. Se volessimo
© Yuma Martellanz
conflitto e caos, come spiega essere infallibili non faremmo gli
Christopher Wylie, che ha de- editori. Se non osassimo battere
nunciato le tecniche di Cambridge Analytica in Il mercato del continuamente strade nuove e originali non sbaglieremmo
consenso. Intanto, però, ognuno di noi può fare la differenza, mai, ma non troveremmo il nuovo. Sperimentare vuol dire
con il proprio comportamento, mettendo a frutto quello che sbagliare. È così che Luigi Spagnol, editore capace di exploit
questa esperienza ci ha insegnato: il senso della misura. Nel straordinari, purtroppo scomparso di recente, ha trovato la
lockdown siamo stati più attenti a cosa mangiavamo, questa pietra filosofale più volte. «Un inquieto cercatore della propria
estate invece delle feste e dei grossi assembramenti abbiamo verità» lo ha definito Roberto Mussapi. Come editori siamo
incontrato gli amici un poco alla volta, abbiamo dovuto ri- tutti più alchimisti che scienziati, e questo è il senso della
formulare l’impiego del tempo libero e la lettura è entrata o lezione che Enrico Galiano (in copertina), con la sua caratte-
rientrata di prepotenza nella vita di molti italiani. Leggere un ristica schiettezza, alla luce delle esperienze vissute, cerca di
libro è il modo più sicuro, comodo ed economico di viaggiare. impartirci in L’arte di sbagliare alla grande. Sbagliare è vitale
In molti Paesi, tra cui il nostro, i libri si vendono oggi meglio e necessario. L’importante è capirlo.
di prima, e posso assicurare che gli autori hanno impiegato Ps. Bentornata a Benedetta Parodi, e grazie di aver regalato
molto bene il tempo che è stato loro restituito dal lockdown questa gioia a Luigi Spagnol, il suo primo editore, che ha fatto
per scrivere storie formidabili. E sempre più spesso scavando in tempo a riaccoglierla nella sua casa editrice.
nella Storia con la ‘S’ maiuscola, come ha fatto Ilaria Tuti in Stefano Mauri

1
GARZANTI LIBRI

«Il miglior debutto dell’anno, scardina


qualsiasi luogo comune. La voce della
protagonista è unica e la ricorderete
per molto tempo.» The Guardian
Un romanzo sorprendente che ha conquistato le classifiche
e il cuore dei lettori
La mia casa è grande. Troppo grande. Ma io non sento la passeggiate sono diventate più lunghe se fatte con accan-
solitudine. La mia vita mi piace così. Uguale, giorno dopo to qualcuno. Ho aperto uno spiraglio nel guscio in cui mi
giorno. Non ho bisogno degli altri. La maggior parte ero rifugiata. Ma all’inizio l’ho richiuso subito per
di loro comunque non si accorge di me. E io non Così la paura che qualcuno potesse conoscere i segreti
faccio nulla perché questo accada. Eppure
una mattina al parco qualcuno si è avvici-
giornata terminò che non ho mai confessato a nessuno. Sono
sempre stata brava a nasconderli. A poco a
nato. Due donne mi hanno vista persa nei triste com’era poco, però, ho scoperto la magia del fidarsi
miei pensieri e mi hanno offerto un caffè.
Niente di che.
cominciata. e del lasciare andare. Anche gli sbagli.
Anche il dolore. Perché le persone non so-
Un piccolo gesto. Qualcosa che nessuno Però la sentivo no sole pronte a giudicare ma anche a star-
faceva per me da tanto tempo. Una piccola
gentilezza dopo la quale nulla è stato come
ancora, quella ti vicino. Basta lasciarglielo fare. Una pro-
tagonista come non ne avete mai conosciute.
prima. La mia seconda vita ha avuto inizio. La scintilla. Un esordio con un successo planetario come non
mia casa ha smesso di essere così grande se intorno al succedeva da anni. Una storia pronta a cambiarvi la vi-
tavolo della cucina siamo in tanti. Com’era una volta. Le mie ta come non vi è mai accaduto finora.

Beth Morrey DICONO DEL LIBRO


rard Gethings

è una produttrice televisiva. La seconda vita di Missy «Beth Morrey è riuscita a dare forma a una storia
Carmichael è il suo romanzo d’esordio. Lo ha scritto universale e a consegnarci uno splendido ritratto di tutte
durante il congedo di maternità e si è ispirata alle
G er

persone realmente incontrate al parco durante le le forme dell’amore.»


©

lunghe passeggiate con il suo cane. Nel tempo libero Kirkus Reviews
le piace correre, cucinare curry. Come i bambini, ama
la magia del Natale.
«Un esordio toccante in cui l’autrice, con grande maestria,
ci ricorda l’importanza della gentilezza e la forza
dell’altruismo.»
Sunday Times

«Erano anni che non si vedevano così tanti editori pronti


ad aggiudicarsi un esordio straordinario come questo.
Un caso davvero unico.»
Daily Telegraph

2
GARZANTI LIBRI

L’atteso seguito di un libro amatissimo,


Il sentiero dei profumi
Per Elena i profumi sono tutto. Da sempre legge il
mondo che la circonda attraverso di loro. A Parigi
le sue creazioni sono richiestissime, perché solo
lei sa guardare a fondo nelle persone per trova-
re l’essenza giusta. Quello è il suo destino e lei è
felice che sia così. Per questo, quando all’improv-
viso non riesce più a preparare le sue fragranze,
le sembra un incubo. La magia dei profumi sem-
bra svanita. Ma proprio allora arriva una propo-
sta dall’ultima persona da cui se la sarebbe mai
aspettata: Susanna, sua madre, che non è mai ri-
uscita a volerle bene davvero. La donna vuole che
vada con lei in viaggio, partendo da Firenze e dai
campi delle Rossini da cui Elena discende. Vuole
portarla in Giappone fino a Ta’if. Una strada alla
ricerca del dono che Elena teme di aver smarri-
to. Una strada che sa di legno, di fiori, di incensi,
di natura. Ma per lei significa qualcosa di più: la
porta finalmente vicino a una risposta che cerca
da anni. Una risposta che può cambiare ogni cosa.
Perché il profumo è il sentiero da seguire, ma sola-
mente quando capiamo chi siamo davvero possia-
mo approdare alla nostra meta, quella vera, quella
che ha a che fare con la nostra essenza.

DICONO DI LEI

«Una narratrice sorprendente.»


Vanity Fair

Cristina Caboni vive con il marito e i tre figli in provincia di Cagliari, dove si occupa dell’azienda
apistica di famiglia. È l’autrice dei romanzi Il sentiero dei profumi, La custode del miele e delle api, Il
giardino dei fiori segreti, La rilegatrice di storie perdute, La stanza della tessitrice e La casa degli specchi.

4
«Una storia di giovani – non solo per giovani –
intelligente e non convenzionale.» Alessia Gazzola
Per raggiungere la meta basta superare gli ultimi esami al Longjoy Anna Dalton è nata ad
College. Diventare giornalista è per Andrea il più grande sogno, per- Arzignano. Laureata in lettere,
si è specializzata in editoria e
ché significa seguire le orme della madre che le manca ogni giorno scrittura all’università La Sa-
di più. E, proprio ora che tutta la sua concentrazione dovrebbe essere pienza di Roma e fa l’attrice.
sullo studio, continua a pensare a quella lettera in cui la donna le dice Garzanti ha pubblicato due
di averle lasciato qualcosa di importante. Andrea sa che c’è un unico suoi romanzi.
luogo da cui partire: Dublino, dove ci sono le sue radici. È lì che decide di andare per la sua
ricerca di laurea, anche se non sono ragioni di studio a spingerla. È un azzardo: sa bene che la
competizione tra i suoi compagni è altissima. Ma capire cosa voleva dirle sua madre è troppo
importante… Per fortuna non è sola: carta e penna sono sempre con lei. Il suo scudo, la sua
forza. La sua vita.

Un’autrice sempre in classifica,


pubblicata in tutto il mondo
Lena conosce ogni anfratto di quel paese e delle montagne intorno. Fioly Bocca vive in Mon-
Perché lì si sente a casa. Lì dove è cresciuta con una madre distante ferrato con i figli e il compa-
gno e lavora in un Consorzio
e un padre affettuoso. Lì dove negli anni ha accumulato tutti i suoi informatico a Torino. Ama la
ricordi, quelli che sono una carezza lieve sul cuore e quelli che invece montagna, i viaggi, lo yoga,
pesano come un macigno. Ma ora proprio lei che ha messo in pausa e le lunghe camminate nella
la sua vita in una solitudine sempre uguale, avverte come una piccola natura.
frana che dalla cima fa sentire la sua eco fin nella valle. Perché Corrado, che molti anni prima è
andato via senza un addio, è tornato. Lui con cui Lena ha condiviso l’amore per le sue montagne
come con nessun altro. Non si rivedono da tempo, ma questo al cuore non interessa. E quando
Corrado vorrebbe spiegare le ragioni delle sue scelte, Lena non sa se ha la forza di sostenere il
peso di quei segreti…

Una storia sul potere dei segreti e sull’importanza


del passato per capire chi si è davvero
«Cercate Francesca perché solo lei conosce la verità.» Sono le ultime Cristina Gregorin è nata
parole di un uomo anziano che sta morendo. Una frase semplice, ma a Trieste ma vive a Venezia,
dove per molti anni si è impe-
capace di stravolgere la routine che la donna si è costruita con diffi- gnata nella salvaguardia del
coltà negli anni. Una routine in cui non c’è spazio per il passato. Ma patrimonio culturale collabo-
troppe domande attendono da tempo una risposta e ora la costringo- rando con un’associazione di
no a tornare a Trieste. Lì, da ragazzina, ha assistito a qualcosa che ha cittadinanza.
cercato con tutte le forze di dimenticare. Qualcosa che ha a che fare con gli amici di sua nonna,
i loro misteriosi contatti e un passato oscuro legato a vicende della seconda guerra mondiale:
soldati di opposte fazioni, delazioni, vendette in una città sospesa tra frontiere contese. Una
storia di scelte che è meglio dimenticare. Ma ora tutto ricade su Francesca. Perché qualcuno l’ha
chiamata a ricordare. Perché la storia più sembra lontana più è a un passo…

5
GARZANTI LIBRI

Il mondo dei libri è davvero magico…


Parola di librovaga!
Pochi amano i libri più dell’undicenne Tilly Pages. È nei volumi polve- Anna James, scrittrice e
rosi della libreria di famiglia che ha trovato conforto dopo che la mam- giornalista, ha lavorato come
editor per The Bookseller e Elle
ma se n’è andata. E non passa minuto senza stare con il naso infilato Uk. Organizza eventi in librerie
nella carta. Quando un giorno, all’improvviso, in libreria entrano Alice e diversi festival letterari in tut-
nel paese delle meraviglie e Anna dai capelli rossi, Tilly è sicura si tratti to il Regno Unito. Vive a nord
di un sogno. Ma non è così. E nessuno meglio dei nonni che l’hanno di Londra.
cresciuta può confermarle che è tutto vero. Perché Tilly ha un dono eccezionale: è una librovaga e
può entrare e uscire dalle storie per vivere straordinarie avventure. Un dono che ha ereditato dalla
madre e che le dà il diritto di accedere a una biblioteca molto speciale, riservata ai librovaghi co-
me lei, che lì vengono istruiti e protetti. Librovagare, infatti, può anche rivelarsi molto pericoloso
e servono i giusti trucchi per affrontare le insidie che si nascondo dietro ogni pagina…

È il cuore a scegliere la persona capace di regalarci


la felicità

C’è un desiderio che accomuna tutti i bambini del mondo: avere una Philippe Amar ha lavora-
mamma e un papà. È così anche per Victor, che vorrebbe capire se to come giornalista e sceneg-
giatore per numerose serie tv
avere una mamma sia diverso dall’affetto che gli ha regalato l’anziana e film francesi. Questo è il suo
Tatie, che ora non può più occuparsi di lui. Il dodicenne dovrebbe fi- romanzo d’esordio.
darsi dei servizi sociali, ma decide che a trovare una mamma ci pen-
serà da sé. È convinto che Lily, la pasticcera che incrocia per strada ogni mattina, possa essere
quella giusta. Non ha però messo in conto un possibile rifiuto da parte di Lily. Pur affascinata da
Victor, la giovane pasticcera non ha nessuna intenzione di fargli da madre. L’amore, la materni-
tà, la stabilità lavorativa restano per lei un orizzonte a cui tendere, a patto che trovi il coraggio di
dare retta alla voce del passato da cui continua a essere tormentata. Ma Victor non si arrende…

«Una storia scritta a regola d’arte.» Le Figaro

Nel cuore della Foresta Nera il buio non ha confini e non perdona i Jean-Christophe Grangé
passi falsi come quelli commessi dal giovane Jürgen von Geyersber, è autore di romanzi di gran-
dissimo successo che hanno
rampollo di una nobile dinastia. Quando il suo corpo viene rinvenuto ampliato i confini del thriller
mutilato, è subito chiaro che si tratta di un efferato omicidio di cui tradizionale. I suoi libri, tradotti
può occuparsi solo il detective Pierre Niémans, l’uomo perfetto per in tutto il mondo e venduti in
risolvere casi che richiedono sangue freddo e riservatezza. Perché milioni di copie, sono pubblicati
in Italia da Garzanti.
bisogna impedire alla stampa di ricamare sopra le vicende di una
famiglia tanto rispettabile. Niémans individua, grazie a un intuito infallibile, una pista: è quella
della pirsch, un misterioso rituale venatorio che sembra risalire ai cacciatori neri, un gruppo di
criminali assoldati da Himmler durante la seconda guerra mondiale per eliminare ebrei. Ma
più il tempo passa, più questa pista si dirama in sentieri che sviano la polizia rischiando di far
naufragare le indagini…

6
Una storia di mare, di amicizia, di vita

Matias vive sull’isola di Noss, uno scoglio deserto nel gelido mare Andrea Ricolfi ha studia-
della Norvegia. Il mare che, quando era solo un bambino, gli ha to matematica a Torino, Pado-
va e Bordeaux, conseguendo il
portato via il padre per sempre. L’unica eredità che ha ricevuto è il dottorato di ricerca in Norve-
Marlin, una barca di legno costruita a mano. È da qui che nasce il gia. Vive a Trieste ed è titolare
suo sogno: dare vita a una scuola di vela, per insegnare, attraverso di un assegno di ricerca presso
i segreti del navigare, i segreti della vita. È così che Matias incontra larioreScuola Internazionale Supe-
di Studi Avanzati.
Tomas, arrivato a Noss per insegnare quello che ha appreso na-
vigando per tutto il mondo: il mare è pericoloso e per quante tempeste si siano affrontate,
quella successiva mette la stessa paura. Tomas è un uomo silenzioso, solitario, che rivela
un’anima pura, capace di forza, ma anche della tenerezza più inaspettata. Virata dopo virata,
diventa non solo un maestro, ma un amico. Perché far parte di un equipaggio insegna che il
vento non si deve affrontare da soli. Mai.

Il ritorno di un’autrice bestseller

Solo un passo divide Giulia da quella vetrina, ma è quasi impossibile Silvia Celani è nata a
da fare. Perché dietro quel vetro c’è un oggetto che non vede da tanto Roma, ma da sempre vive in
provincia, in una casa immer-
tempo, ma la cui immagine è impressa dentro di lei come un tatuag- sa nel verde. Con Garzanti
gio sulla pelle. Per tutti è una semplice trottola, per lei rappresenta ha pubblicato il suo romanzo
l’attimo in cui il mondo si è inceppato lasciandola in bilico. Ma ora è d’esordio Ogni piccola cosa
di nuovo davanti ai suoi occhi. E così all’improvviso Giulia intravede interrotta.
la sé stessa giovane che mentre Roma nel 1943 era sotto il giogo dell’orrore nazista, correva im-
pugnando una pistola per colpire gli artefici di tutta quella sofferenza. Accanto a lei Leo e il loro
amore nato nei rifugi. Leo che una notte le disse che qualunque cosa fosse successa lei doveva
solo tenere con sé la trottola, che significava moltissimo per lui. Ma quando non si seppe più
nulla di lui dopo un attacco nemico Giulia non riuscì più a ritrovarla. E adesso eccola in quella
vetrina. Bisogna scoprire com’ è finita lì…

Due amiche, sette promesse, un segreto…

Alle porte di Milano c’è un quartiere lontano anni luce dallo sfarzo Michela Tilli dopo gli stu-
della città. È qui che crescono due ragazze che hanno in comune solo di in filosofia ha intrapreso la
carriera di giornalista, per poi
i loro dodici anni: Imma, taciturna e fuori moda, è felice solo con il dedicarsi alla narrativa. È stata
naso in un libro. Al contrario, Agata odia l’invisibilità e aspetta con autrice per la TV e attualmente
ansia il giorno in cui smetterà di essere la figlia del meccanico. Due lavora per il teatro. Con Gar-
zanti ha pubblicato Ogni gior-
mondi così diversi non dovrebbero incontrarsi. E, invece, tra i banchi no come fossi bambina e Basta
di scuola, bastano poche parole, un consiglio di lettura e una genti- un attimo.
lezza inattesa, perché Imma e Agata si scoprano più simili di quanto
credano e decidano di sugellare la loro amicizia con sette promesse. Sette cose belle che piac-
ciono a entrambe e che non smetteranno mai di condividere, qualunque cosa accada: il mare, la
libertà, la musica, il cioccolato, leggere di nascosto, l’amore e l’amicizia. Ma spesso le promesse
sono destinate a essere infrante…

7
GARZANTI LIBRI

Gli errori ci arricchiscono: l’appello


appassionato e liberatorio
per ragazzi e insegnanti del professore
più amato d’Italia
Qualcuno ha detto che nella nostra vita non commettiamo sare ferite che impiegano anni a rimarginarsi e può lascia-
tanti errori ma sempre lo stesso, ripetuto infinite volte. Per- re segni indelebili nella nostra anima. Ma è necessario per
ché i nostri sbagli raccontano di noi molto più di quanto capire chi siamo, per vivere una vita piena, per trovare
non crediamo: della nostra storia, di come erava- davvero la nostra strada.
mo, di cosa siamo diventati. Eppure, soprattutto Non Enrico Galiano è uno dei professori più letti e
quando si è ragazzi – a scuola, in casa, persino preoccupatevi amati d’Italia. Con la sua straordinaria sen-
con gli amici – sbagliare è diventato un tabù. se fate sibilità, e grazie a una presenza online di
Enrico Galiano, con sincerità e coraggio, ha un sacco di errori. enorme successo, è in grado di dare voce ai
deciso per la prima volta di sfatare il mito Preoccupatevi sogni e alle aspettative degli adolescenti di
della perfezione e svelare tutti i suoi errori e oggi come nessun altro. E con questo nuovo
le scelte azzardate. Da quelli apparentemente
se vi sembra libro offre sia ai ragazzi sia a tutti coloro –
più piccoli, come quando ha buttato via l’oc- di non farne genitori, educatori, insegnanti – che hanno a
casione di uscire con la ragazza dei suoi sogni, a mai. cuore il loro futuro la rinnovata consapevolezza
quelli più terribili, come quella notte in cui per poco che ogni errore altro non è che una tappa di quell’av-
non è stato arrestato; i brutti voti presi, quelli dati, gli sbagli venturosa e appassionante ricerca di sé stessi che è la vita.
perdonabili e imperdonabili, e come tutto questo l’abbia reso Ricordandoci che, se si vuole davvero crescere, allora occorre
l’uomo che è oggi. Perché non c’è dubbio: sbagliare può cau- soprattutto imparare a sbagliare.

Enrico Galiano DICONO DI LUI


so Can rsa

è nato a Pordenone nel 1977. Insegnante in una


«Un professore stile Attimo fuggente.»
na

scuola di periferia, ha creato la webserie Cose da


prof, che ha superato i venti milioni di visualizzazioni Massimo Gramellini
Bas

su Facebook. Ha dato il via al movimento dei #poe-


©

teppisti, flashmob di studenti che imbrattano le città «Un professore d’italiano e scrittore che sa parlare
di poesie. Nel 2015 è stato inserito nella lista dei 100
migliori insegnanti d’Italia dal sito Masterprof.it. Con ai ragazzi, perché vive con loro, in mezzo a loro.»
le sue lezioni divertenti e un po’ fuori dal comune, è Federico Taddia, Tuttolibri – La Stampa
uno dei professori della trasmissione La Banda dei
FuoriClasse, trasmessa da Rai Gulp. Il segreto di un
buon insegnante per lui è: «Non ti ascoltano, se tu
per primo non li ascolti». Ogni tanto prende la sua
bicicletta e se ne va in giro per il mondo con uno
zaino, una penna e tanta voglia di stupore. Il suo ro-
manzo d’esordio, Eppure cadiamo felici, in corso di
traduzione in tutta Europa, è stato il libro rivelazione
del 2017 e ha vinto il Premio internazionale Città di
Como come migliore opera prima e il Premio cultu-
ra mediterranea. Con Garzanti ha pubblicato anche
Tutta la vita che vuoi (2018), Più forte di ogni addio
(2019) e Dormi stanotte sul mio cuore (2020).

8
9
GARZANTI LIBRI

Il libro rivelazione del fondatore


di Netflix
La storia affascinante e i segreti di un’azienda unica al mondo
che sta rivoluzionando le nostre vite
Non è mai esistita, prima d’ora, un’azienda come
Netflix. E non solo perché ha rivoluzionato l’indu-
stria dello spettacolo, o perché è in grado di fat-
turare miliardi di dollari l’anno, o perché le sue
produzioni sono viste da centinaia di milioni di
persone in quasi 200 paesi. Quando Reed Hastings
ha avviato la sua attività, che nel 1997 consisteva
nel vendere e noleggiare DVD per corrispondenza,
ha infatti sviluppato principi radicalmente nuovi e
controintuitivi: a Netflix, gli stipendi sono sempre
più alti dei concorrenti. A Netflix, il punto non è
lavorare tanto. A Netflix, i dipendenti non cercano
di accontentare il capo. Questa originale cultura
della libertà e della responsabilità ha permesso di
crescere costantemente e di innovare fino a crea-
re il colosso di oggi. In questo libro per la prima
volta Reed Hastings, con l’autrice bestseller Erin
Meyer, descrive la geniale filosofia alla base del
suo progetto e della sua vita, e narra storie inedite
su tentativi, passi falsi ed errori compiuti, offrendo
l’affascinante e completa immagine di un sogno
che non smette mai di reinventarsi.

Reed Hastings ha co-fondato Netflix nel 1997. È un filantropo attivo nel settore Erin Meyer è l’autrice di The Culture Map: Breaking Through the Invisible
educativo, membro dal 2000 al 2004 del California State Board of Education e di varie Boundaries of Global Business. Insegna all’INSEAD, una delle più rinomate business
organizzazioni in ambito didattico tra cui DreamBox Learning, KIPP e Pahara, oltre school al mondo. I suoi contributi sono apparsi su Harvard Business Review, Singapore
che dei consigli di amministrazione di Facebook e di Microsoft dal 2007 al 2012. Si è Business Times e Forbes.com. Nel 2013 è stata selezionata da Thinkers50 come una
laureato presso il Bowdoin College nel 1983 e ha conseguito un master in Intelligenza delle voci più influenti al mondo nel campo del business. Ha ricevuto nel 2015 il Thin-
artificiale presso la Stanford University nel 1988. kers50 RADAR Award.

10
NORD

Il grande ritorno dell’autrice della Treccia


«Il meraviglioso ritratto di due eroine ingiustamente dimenticate.»
Le Figaro
È il coraggio a spingere la giovane Blanche a volta-
re le spalle a una vita di agi per lanciarsi nella più
logorante delle battaglie: quella contro la povertà,
la fame e l’umiliazione. A sette anni dalla fine della
Grande Guerra, Parigi è ancora in ginocchio. Ep-
pure Blanche si rende conto che alla metà dei bi-
sognosi è negato ogni aiuto: tutti gli sforzi, infatti,
sono rivolti agli uomini; nessuno tende la mano
alle centinaia di donne che ogni giorno mendica-
no agli angoli delle strade, si privano del cibo per
sfamare i propri bambini e dormono all’addiaccio
per sfuggire ai mariti violenti. Per Blanche, quella
è un’ingiustizia intollerabile. E, quando viene a sa-
pere che in rue de Charonne è in vendita un intero
palazzo, combatterà fino all’ultimo per regalare
un luogo sicuro a tutte le donne in difficoltà…
È la disperazione a portare Solène al Palazzo delle
Donne. Avvocato di successo, Solène è crollata il
giorno in cui un suo cliente si è gettato dalla fine-
stra del tribunale. Come parte della terapia, lo psi-
cologo le ha suggerito il volontariato, così Solène
ha scelto di aiutare le donne che hanno trovato
rifugio tra le mura di quel grande edificio in rue
de Charonne. Qui, Solène entra in contatto con
un mondo lontanissimo da lei, fatto di miseria, di
sfruttamento, di perdita. Ma anche di condivisio-
ne, di resilienza e di riscatto. A poco a poco, Solène
capisce di non essere tanto diversa dalle ospiti del
Palazzo: come lei, pure loro sono state sconfitte
dalla vita. Però non si arrendono. Loro continuano
a lottare per un futuro migliore, traendo forza l’u-
na dall’altra, come legate da un filo invisibile di so-
lidarietà e comprensione. E sarà proprio quel filo
ad avvolgere anche il cuore di Solène e a cambiare
Laetitia Colombani per sempre la sua esistenza.
e N ies za w er

è nata a Bordeaux nel 1976. Ha studiato cinema all’École Louis-Lu-


mière e ha diretto il suo primo film a soli venticinque anni. In breve
tempo, si è imposta come regista e sceneggiatrice, lavorando con attrici
Elin

del calibro di Audrey Tautou, Emmanuelle Béart e Catherine Deneuve. Il


©

suo romanzo d’esordio, La treccia, è subito diventato un caso editoriale,


venduto in 26 Paesi ancora prima della pubblicazione.

11
NORD

La saga famigliare più attesa dell’anno


«Vitale, poetico e pieno di passione: grazie a un coro
di voci autentiche, trascinanti, questo romanzo racconta
una storia indimenticabile.»
Stefania Auci, autrice del bestseller I leoni di Sicilia

La famiglia Casadio vive da sempre nel borgo di Stellata, i Casadio vivono sospesi tra l’irrefrenabile desiderio di sfida-
all’incrocio tra Lombardia, Emilia e Veneto. Gente sem- re il destino e la pericolosa abitudine di inseguire i loro
plice, schietta, lavoratrice. Poi, all’inizio dell’Otto- sogni. E portano ogni scelta sino in fondo, non
cento, qualcosa cambia per sempre: Giacomo Stellata, importa se dettata dall’amore o dalla ribellio-
Casadio s’innamora di Viollca Toska, una ne, dalla sete di giustizia o dalla volontà di
zingara, e la sposa. Da quel momento, i
un borgo raccolto cambiare il mondo. Ma soprattutto a onta
discendenti della famiglia si dividono in tra la strada e il fiume, della terribile profezia che Viollca ha letto
due ceppi: i sognatori dagli occhi azzurri un paese povero nei tarocchi in una notte di tempesta…
e dai capelli biondi, che raccolgono l’ere- La saga di una famiglia che si dipana at-
dità di Giacomo, e i sensitivi, che hanno ma con un nome traverso due secoli di Storia, percorrendo
gli occhi e i capelli neri di Viollca, la veg- così bello da non gli eventi che hanno segnato l’Italia: dai
gente. sembrare vero. moti rivoluzionari che portarono all’Unità
Da Achille, deciso a scoprire quanto pesa un fino agli Anni di Piombo.
respiro, a Edvige, che gioca a briscola con lo zio Una storia epica e intima insieme, un romanzo in
morto due secoli prima; da Adele, che si spinge fino in cui immergersi per recuperare la magia dei sogni e ritro-
Brasile, a Neve, che emana un dolce profumo quando è felice, vare tutto ciò che ci rende davvero vivi.

Daniela Raimondi DAL LIBRO


olas Taylor

è nata in provincia di Mantova e ha trascorso la mag-


gior parte della sua vita in Inghilterra. Ora si divide Molti hanno gli occhi neri, la stessa espressione
Nich

tra Londra e la Sardegna. Ha pubblicato dieci libri di inquieta nello sguardo; altri gli occhi chiari e lo sguardo
inconfondibile dei sognatori. Ma in ognuno vedo la stessa
©

poesia che hanno ottenuto importanti riconoscimen-


ti nazionali. Suoi racconti sono presenti in antologie
e riviste letterarie. La casa sull’argine è il suo primo
storia: una storia di terra… Per generazioni abbiamo
romanzo. provato a rinunciare ai sogni, lasciando perdere l’amore, la
musica, l’intima gioia della creatività e della fantasia. Ma
non c’era bisogno di un’antica favola di zingare e serpenti
per capire che quella profezia era stata travisata: perché la
felicità è fatta della stessa materia di cui son fatti i sogni e
il male della vita, per tutti noi, non è stato correre dietro ai
sogni, ma rinunciarvi.

12
13
NORD

Un’avventura letteraria unica


Una storia iniziata più di due secoli fa.
Tre manoscritti «impossibili». Un assassino.
A Parigi, una ricca collezionista incarica un uomo
di rilegare insieme tre manoscritti, composti in
epoche diverse e da mani diverse. A una condizio-
ne: non leggerli. Ma quando viene a sapere che la
donna è morta – qualcuno dice assassinata – il ri-
legatore rompe la promessa. Rimane così turbato
dalla lettura dei manoscritti che decide di pubbli-
carli col titolo di Storia di due anime.
L’educazione di un mostro. Dopo essere stato in-
vestito da una carrozza, Charles Baudelaire viene
soccorso e portato in una villa subito fuori Bruxel-
les. Anche se lui non l’ha mai vista, la misteriosa
padrona di casa dimostra di conoscere il suo pas-
sato fin troppo bene. E gli fa una proposta inquie-
tante…
La città fantasma. A Parigi, davanti alla tomba di
Baudelaire, un uomo e una donna s’incontrano
per la prima volta. Lui è un rifugiato tedesco, lei –
Madeleine –, un’enigmatica appassionata di poe-
sia. Con l’esercito nazista ormai alle porte, la città
viene evacuata, ma i due decidono di restare. E,
in quei giorni di passione, Madeleine gli racconta
una storia incredibile: la storia di due anime che si
perdono e si ritrovano da quasi due secoli. E poi gli
chiede di partecipare a un’asta, dove si venderà il
manoscritto di un racconto inedito di Charles Bau-
delaire, L’educazione di un mostro. L’uomo l’as-
seconda, rimanendo così invischiato in una serie
di brutali omicidi che sembrano portare la firma
dell’esclusiva – ed elusiva – Société Baudelaire…
Il racconto dell’Albatro. È la storia di Alula, colei
che ricorda, e di Koahu, colui che dimentica. Una
storia che comincia al tramonto del XVIII secolo,
Alex Landragin è nato in Francia da una famiglia di produttori di champagne, ma si è trasferito in in una sperduta isola del Pacifico, e si dipana fino
Australia da bambino. Dopo aver conseguito un master in Scrittura Creativa, è diventato autore di guide ad arrivare a Parigi, nel 1940, davanti alla tomba
turistiche per Lonely Planet, prima di iniziare a lavorare a tempo pieno come copywriter. Ha vissuto a
Washington, Parigi, New Orleans, Los Angeles, Alice Springs e Marsiglia, per poi stabilirsi definitivamente
di Charles Baudelaire, dove il cerchio si chiude. O
a Melbourne. forse no.
Un romanzo nel romanzo, in cui le tre storie pos-
sono essere lette una dopo l’altra oppure seguen-
do una sequenza alternativa di capitoli.

14
Sette reliquie. Un’asta esclusiva.
Un segreto da cui dipendono le
sorti del mondo… Una nuova
avventura di Cotton Malone
Doveva essere un semplice viaggio di lavoro. Acquistare alcuni volumi antichi
alla fiera del libro di Bruges per conto di un cliente. Invece, nel giro di poche
ore, Cotton Malone si ritrova testimone del furto di una reliquia e protago-
nista di un folle inseguimento dei ladri tra i canali della città. Inseguimento
che si conclude con un incidente e il conseguente arresto di Malone. A pagare
la cauzione è Stephanie Nell, il suo ex capo del dipartimento di Giustizia, che
in cambio ha bisogno del suo aiuto per risolvere una questione delicatissima,
di cui quel furto è un tassello. Negli ultimi giorni, infatti, diverse cattedrali
sono state il bersaglio di rapine. E non si tratta di chiese qualsiasi. Ciascuna di
esse custodiva uno strumento della Passione, ovvero gli oggetti usati durante
la crocifissione di Cristo. E pare che quelle reliquie serviranno come bigliet-
to d’accesso a un’asta clandestina, il cui pezzo d’onore è un’informazione per
cui vale la pena correre qualsiasi rischio. Stephanie chiede quindi a Malone di Dopo aver esercitato per oltre vent’anni la professione di av-
procurarsi un lasciapassare e infiltrarsi all’asta. Pur sapendo di entrare in un vocato, Steve Berry ha deciso di dedicare gran parte del suo
tempo alla stesura di romanzi. È diventato un autore di bestseller
nido di vipere, lui accetta, perché è l’unico che può sventare un complotto che internazionali grazie al successo della serie dedicata a Cotton
rischia di sovvertire per sempre l’ordine mondiale… Malone, un ex agente operativo del dipartimento di Giustizia
americano che si è trasferito a Copenaghen per gestire una li-
breria antiquaria.

Due donne, due destini intrecciati


come fili rosso cachemire
Nel caleidoscopio di colori del mercato di Ordos, in Cina, ce n’è uno che spicca
su tutti. È il rosso, brillante e purissimo, di un maglione di cachemire. Alessan-
dra se ne innamora subito: è quella la perla rara che le permetterà di risollevare
le sorti della sua boutique di Firenze. A venderglielo è una ragazza di nome
Bolormaa, e lo fa a malincuore. Perché per lei quel maglione è casa. Lo ha infatti
realizzato con l’ultima lana del suo allevamento, prima che l’estate troppo tor-
rida e l’inverno eccezionalmente rigido sterminassero il gregge e la costringes-
sero a lasciare la Mongolia. È un incontro fugace, eppure l’immagine di quella
signora, libera ed elegante, rimane scolpita nella mente di Bolormaa. A poco a
poco, quel ricordo fa maturare in lei il sogno di una nuova vita in Italia. Armata
solo del biglietto da visita che Alessandra le ha lasciato, Bolormaa s’imbarca
allora in un viaggio rischiosissimo, che la porterà da Pechino a Oulan-Oude,
in Mongolia, poi a Mosca lungo la Transiberiana e da lì in Italia, là dove il filo
rosso del suo coraggio si ricongiungerà con quello di Alessandra, che ormai sta
perdendo la speranza di salvare il suo negozio. E sarà proprio Bolormaa a darle
la forza di cambiare un destino che sembra segnato…
Christiana Moreau vive a Seraing, in provincia di Liegi. Pittrice e scultrice autodidatta, è alla costante
ricerca di nuovi modi per esprimere la sua creatività. Ha esordito con una raccolta di poesie nel 2014, per poi
passare alla narrativa. Cachemire rosso è il suo primo romanzo pubblicato in Italia.

15
LONGANESI

L’atteso ritorno di Marco Buticchi


all’eterno fascino dell’antico Egitto
Una nuova, grande avventura con un’ambientazione unica
e personaggi leggendari da un autore da oltre un milione e mezzo
di copie vendute

Oggi. Ci sono enigmi che una sola persona al mondo può del mondo. E la vedrà morire, diventando la sola testimone e
sciogliere: Sara Terracini, esperta archeologa e moglie dell’i- custode dell’ultimo segreto di Cleopatra.
nafferrabile Oswald Breil. Proprio lei, infatti, riceve l’incarico 9 giugno 1815. Un uomo dalle fattezze di un gigante arriva ad
di tradurre le decine di tavolette d’argilla affiorate Alessandria d’Egitto, ma non sa ancora che quella
dalle sabbie d’Egitto, rivelatrici di una storia terra e i suoi misteri gli entreranno nel cuore e
rimasta fino a ora piena di enigmi. Ma i due Sarò la tua nell’anima, come un dolce veleno. Giovanni
coniugi ben sanno che dietro ogni enig- ombra, mia regina. Battista Belzoni, di origini italiane ma con
ma si nasconde una minaccia, stavolta cittadinanza inglese, è a caccia di tesori,
più subdola e infernale di quanto fosse Nelle tue vene scorre di testimonianze del passato, di scoper-
immaginabile… il sangue di Alessandro te. Il suo ingegno lo porta a compiere
Primo secolo avanti Cristo. Teie è la imprese incredibili che gli procurano
guardia del corpo assegnata a Cleopatra. il Grande, la tua ricchezze e riconoscimenti, ma anche
La sua ombra, anzi. È la donna responsa- discendenza è crescenti rivalità, antipatie e numerosi ne-
bile dell’incolumità della regina sin dalla
sua nascita. Teie osserverà la sovrana d’Egitto
divina. mici, pronti a tutto pur di appropriarsi del
più prezioso dei tesori rinvenuti da Belzoni: una
crescere, sfidare gli intrighi di corte, conquistare il tavoletta d’argilla che probabilmente indica il luogo
trono, innamorarsi pericolosamente di un condottiero ro- di sepoltura della leggendaria regina d’Egitto, Cleopatra, e
mano, recarsi nell’insidiosa capitale dell’Impero più potente del suo grande amore, il condottiero romano Antonio.

Marco Buticchi DICONO DI LUI

il maestro italiano dell’avventura, è nato alla Spezia nel 1957 e ha «Ogni libro di Marco Buticchi vale per due,
viaggiato moltissimo per lavoro, nutrendo così anche la sua curiosi- intrighi e avventure raddoppiano.»
tà, il suo gusto per l’avventura e la sua attenzione per la storia e il
particolare fascino dei tanti luoghi che ha visitato. È il primo autore il Venerdì di repubblica
italiano pubblicato da Longanesi nella collana «I maestri dell’avven-
tura» (accanto a Wilbur Smith, Clive Cussler e Patrick O’Brian), in cui «Con Marco Buticchi
sono apparsi con grande successo di pubblico e di critica Le Pietre
della Luna (1997), Menorah (1998), Profezia (2000), La nave d’oro l’avventura unisce secoli lontani.»
(2003), L’anello dei re (2005), Il vento dei demoni (2007), Il respiro del Corriere della Sera
deserto (2009), La voce del destino (2011), La stella di pietra (2013),
Il segno dell’aquila (2015), La luce dell’impero (2017), Il segreto del
faraone nero (2018), Stirpe di navigatori (2019) disponibili anche in
edizione TEA, oltre a Scusi bagnino, l’ombrellone non funziona (2006)
e a Casa di mare (2016), un appassionato ritratto del padre, Albino
Buticchi. Marco Buticchi è stato nominato Commendatore dal Presi-
dente della Repubblica per aver contribuito alla diffusione della lingua
e della letteratura

16
LONGANESI

Il bestseller internazionale ispirato


alla sensazionale storia vera della donna
simbolo della Resistenza
Un romanzo epico e coraggioso che presto diventerà un grande film
prodotto e interpretato da Anne Hathaway
Agli occhi degli Alleati è un’impavida combattente per la turano per avere sue notizie, Nancy fugge in Gran Bretagna.
libertà, una leggenda delle operazioni speciali, una donna Qui si unisce agli agenti segreti inglesi con cui pianifica il
completamente fuori dagli schemi. Per la Gestapo, un fanta- ritorno in Francia per unirsi ai combattenti della Resistenza
sma, un’ombra, la persona più ricercata al mondo. nell’Alvernia. E sarà un ritorno degno di un per-
Ma all’inizio, Nancy Wake non è altro che una sonaggio memorabile. Perché lei è pronta a
giovane donna arrivata a Marsiglia dopo tutto pur di sconfiggere i tedeschi e liberare
un’infanzia difficile in Australia. Nel cuore Spia, la Francia. Ed è pronta a dare la vita pur
più antico della città affacciata sul Medi- di salvare il marito… Romanzo storico
terraneo ha conosciuto e sposato Henri, moglie, emozionante e avventuroso, Liberazione
l’uomo che ama perdutamente. Ma non è ispirato alle vicende di un personaggio
appena la Francia entra in guerra, il suo soldato, realmente esistito. Emancipata, indoma-
sprezzo del pericolo e la fede nei valori
della democrazia e della libertà la spingo-
leggenda. bile, in anticipo sui tempi, la pluridecora-
ta donna simbolo della Resistenza rivive in
no a prendere parte alla Resistenza contro i queste pagine che narrano senza un attimo
nazisti. Diventa così la temibile spia nota come di tregua le dure battaglie per vincere i pregiu-
il Topo Bianco. Con una taglia di centomila franchi dizi, le fughe nei boschi sotto i colpi dei mitra, il di-
sulla testa, è fra i principali ricercati della Gestapo. Quando sperato tentativo di capovolgere le sorti della guerra sino a
i tedeschi che le danno la caccia arrestano il marito e lo tor- un epilogo capace di sorprendere e di commuovere.

Imogen Kealey DICONO DEL LIBRO

è uno pseudonimo dietro il quale si celano Darby Kealey, scrittore e produttore «Emozionante e magnificamente scritto.»
per il cinema e le serie tv residente a Los Angeles, e Imogen Robertson, scrittrice The Times
londinese e autrice di romanzi storici che ha fra i suoi titoli una collaborazione con
Wilbur Smith per un romanzo scritto a quattro mani. Da Liberazione, bestseller inter-
nazionale uscito in più di venti Paesi, sarà presto tratto un film prodotto e interpretato
da Anne Hathaway.
DAL LIBRO

«Una donna? Impossibile» rifletté il maggiore della


Gestapo. «Le donne non combattono con gli uomini. Fanno
le marconiste, ogni tanto qualche studentessa scrive slogan
sui muri, ma certo la Resistenza non può essere caduta così
in basso da far impugnare le armi alle donne. Eppure… E
se la spia più ricercata del momento fosse una donna? È
pensabile che i francesi prendano ordini da una… da una
femmina?»

18
LONGANESI

Un’indagine in coppia
per Alex Cross
Washington, D.C. non è mai stata più pericolosa. Il rumore degli spari infrange
la quiete notturna dei sobborghi della città. Quando torna il silenzio un uomo
giace a terra, morto. Ma quello che inizialmente sembra essere un regolamen-
to di conti fra criminali di strada potrebbe nascondere qualcosa di molto più
sinistro. Alex Cross ha appena iniziato a indagare quando una nuova telefo-
nata gli impone di correre dall’altra parte della città. Un’altra sparatoria. Un
altro morto. Stavolta la vittima è una sua conoscenza: il suo ex capo e l’adorato
mentore di Bree, la moglie di Alex. Senza il suo comandante, la polizia rischia
di andare alla deriva, mentre i cittadini di Washington si fanno prendere dal
panico e la lista di possibili sospetti si allunga. In una situazione di estrema
crisi, il Dipartimento seleziona proprio Bree per sostituire il capo della polizia.
La donna deve riuscire a chiudere i casi, consegnando i responsabili alla legge
e riportando l’ordine. Alex decide di aiutare la moglie, ma quando l’istinto di
ciascuno li porterà a considerare piste opposte, la loro relazione rischia di rag-
giungere il punto di rottura…

James Patterson è uno dei più grandi fenomeni editoriali dei nostri tempi. Famoso tra gli adulti come autore delle amatissime serie thriller «Alex Cross», «Michael Bennett»,
«Private» e «Le donne del club omicidi» è conosciutissimo anche tra i ragazzi per le fortunate serie «Scuola media» e «Cacciatori di tesori». I suoi libri hanno venduto più di 400
milioni di copie rendendolo l’autore di thriller più venduto della storia. È, inoltre, entrato nel Guinness World Records per essere arrivato per 59 volte al primo posto della Bestseller
List del New York Times. Da tempo è impegnato per promuovere la lettura nelle scuole. Vive in Florida con la moglie e i figli.

Azione e suspense sullo sfondo


dell’America proibizionista degli
anni Venti nel nuovo inedito
del maestro dell’avventura
È il 1920, un anno d’oro per il Proibizionismo, e per il contrabbando. E proprio
inseguendo una barca che trasporta illegalmente rum, Isaac Bell e Joseph «Joe»
Van Dorn si trovano al centro di una sparatoria. Joe, l’amico di una vita nonché
il capo dell’agenzia lavorativa per cui lavora Bell, viene colpito e muore, mentre
Bell, distrutto dalla perdita, giura di catturare il responsabile per vendicarlo. Ma
non può immaginare in che guaio si stia cacciando. Quando un testimone della
sparatoria di Van Dorn viene trovato barbaramente giustiziato, diventa chiaro
a Bell che quelli con cui ha a che fare non sono criminali ordinari. La scia di
sangue, soldi e alcol che lo porterà a visitare il vecchio e il nuovo mondo svelerà
infatti l’esistenza di un’organizzazione segreta internazionale con progetti molto
più ambiziosi e terribili del fare qualche soldo con un po’ di contrabbando. Isaac
Bell dovrà intraprendere un nuovo viaggio ad altissimo rischio per sventare i
piani criminali di chi cerca di distruggere l’America dall’interno…
Clive Cussler (1931-2020), uno dei rari scrittori in cui vita e fiction risultano indissolubilmente intrecciate, è stato il fondatore della NUMA (National Underwater and Marine
Agency), società dedicata al recupero di navi e aerei scomparsi in circostanze misteriose, e ha trasposto nei suoi romanzi – tutti bestseller nella classifica del New York Times – la
propria straordinaria esperienza di cacciatore di emozioni.

20
Una madre, una figlia, un rito millenario.
Una storia di perdita e di amore
Nel loro villaggio di montagna, Li-yan e la sua famiglia, appartenenti Lisa See, collaboratrice
al popolo akha, allineano la vita al susseguirsi delle stagioni e alla di varie testate importanti, ha
raggiunto il grande successo
coltivazione del tè. Ma quando sopraggiunge uno sconosciuto su con il bestseller internaziona-
una jeep, la prima automobile mai vista, tutto cambia. Soprattutto le Fiore di Neve e il ventaglio
per Li-yan, una delle poche ragazze istruite, che comincia a mettere segreto, pubblicato in Italia
da Longanesi. Sempre presso
in discussione le tradizioni, finché non resta incinta di un uomo che Longanesi sono usciti i ro-
i suoi genitori disprezzano. Per salvare la piccola dalla morte a cui la manzi In una rete di fiori di
condanna la tradizione, Li-yan fugge e l’abbandona davanti a un or- loto, La ragazza di giada, Le
ragazze di Shanghai, Le perle
fanotrofio, nascondendo una tea cake nella coperta. Mentre Li-yan
del drago verde e Come i fiori
cerca di rifarsi una vita, sua figlia viene cresciuta da un’amorevole di notte.
coppia californiana. Ma vuole scoprire le proprie origini…

Storia e retroscena dello scandalo


più scottante dei nostri giorni
Il racconto dello scandalo mondiale di Cambridge Analytica, società Christopher Wylie (1989)
inglese oggi al centro delle polemiche anche in Italia per il suo pre- è un millennial cresciuto a ba-
gno nella Rete. Bullizzato a
sunto appoggio a Salvini e Meloni. La racconta Christopher Wylie, il scuola, a 16 anni abbandona gli
genio informatico che ne ha realizzato il sistema di analisi dei dati. studi. Lavora poi nello staff del
L’idea è semplice: rivoluzionare il marketing politico raccogliendo Partito liberaldemocratico cana-
dese, studia programmazione da
i profili, analizzandoli secondo la griglia di Wylie per confezionare autodidatta e partecipa come
un messaggio su misura. Dopo lo scioccante voto pro Brexit, Wylie volontario alla campagna di
decide di svelare come Cambridge Analytica abbia usato i dati otte- Obama. Nel 2010 si laurea alla
London School of Economics e
nuti illegalmente da Facebook per una profilazione su 86 milioni di prende un PhD in Machine Le-
utenti, manipolando la campagna elettorale americana e il voto sulla arning.
Brexit. Ma quello che è successo potrebbe essere stato solo un test…

Il nuovo military action dello scrittore-spia


dall’identità segreta
Nelle terre ghiacciate del Polo Nord, il freddo non è l’unico killer. E Andy McNab, pseudonimo
Nick Stone sta soffrendo, perché le due persone a lui più care sono dietro il quale l’autore si nascon-
de per motivi di sicurezza, è en-
scomparse. A centinaia di chilometri, cinque ex militari feriti duran- trato nel SAS nel 1984 e da al-
te una missione in Afghanistan stanno per affrontare una spedizione lora ha partecipato a operazioni
al Polo con l’obiettivo di risanare i loro corpi e le loro menti. Quando in ogni parte del mondo, fino al
1993, quando ha cominciato a
Stone riceve l’incarico da un vecchio ufficiale del SAS di proteggere il
scrivere, dapprima raccontando
gruppo, accetta senza riserve pur di distrarsi dal suo dolore. Stone e le sue esperienze di soldato in
gli ex militari si incontrano nell’aeroporto più a nord del mondo, do- Pattuglia Bravo Two Zero e Azio-
ve le persone viaggiano armate per far fronte alla minaccia degli orsi ne immediata, poi dedicandosi
alla narrativa di azione creando
polari. Ma non ci vuole molto perché Stone e i suoi uomini scoprano un nuovo eroe: Nick Stone. Tutti i
che i predatori più pericolosi in quella parte del mondo camminano suoi libri sono pubblicati in Italia
su due gambe, non su quattro… da Longanesi.

21
LONGANESI

Dalla irresistibile pagina Facebook


Se i social network fossero sempre
esistiti, una versione «remastered»
della (sempre più) Divina Commedia
«Fatti non foste a viver come bruti, ma di certo vi ci
siete impegnati parecchio.» Questo e altro direbbe
oggi il caro vecchio Dante Alighieri, se solo potesse
parlare e magari riscrivere il suo immortale capola-
voro. Perché l’arte sarà pure immutabile, ma i poeti
no e la loro pazienza ha un limite. Lo sanno bene i
numerosissimi affezionati lettori della pagina Se i
social network fossero sempre esistiti, dove da anni
va in scena quotidianamente un creativo, surreale,
esilarante battibecco tra i grandi della cultura di ogni
tempo. Capitanati dal tostissimo Dante Alighieri,
Sommo Poeta toscano che non ne manda a dire a
nessuno e che, con l’occasione delle celebrazioni
per il settimo centenario della morte, ci offre una
versione «remastered» della sua (sempre più) Divina
Commedia. Da Ulisse a Francesca, passando per
Ugolino, Cavalcanti,Virgilio e naturalmente Beatrice,
incontreremo tutti i più famosi personaggi danteschi
e li ascolteremo declamare la loro storia. Ma sarà,
ebbene sì, un po’ diversa da come ce la ricordavamo.

DICONO DEL LIBRO

«Ho preso la versione “riveduta e scorretta”


sperando che almeno qui Dante concludesse
con Bea. Invece anche stavolta è andato fino a
casa di Dio per niente. Dilettante.»
Gabriele d’Annunzio

«Finalmente qualcuno racconta la verità:


Dante sveniva, si lamentava, non voleva
camminare… non lo sopportavo più! Bravi.»
Publio Virgilio Marone
Se i social network fossero sempre esisti è una delle pagine Facebook (diventata poi account
Twitter e anche Instagram) più apprezzata d’Italia. Dietro il marchio c’è un duo inseparabile composto
«Libro decisamente brutto, ma comunque da Francesco Dominelli e Alessandro Locatelli. Francesco è un grande appassionato di libri e cinema, ha
meglio dell’originale scritto da quel nasone lavorato come autore per Facebook Italia e ora si occupa di digital marketing. Alessandro dice di aver
assistito alla nascita dell’era dei meme e oltre alla letteratura coltiva una grande passione per la storia.
diffamatore. Dante TI TRASCINO DA FORUM!» Attualmente lavora per una web agency di Milano. Insieme, a suon di battute, di meme e di remake di
Bonifacio VIII grandi capolavori hanno sfatato il paradigma secondo cui la cultura è sinonimo di noia. Per Longanesi
hanno pubblicato I grandi classici riveduti e scorretti e Storie di sfigati che hanno spaccato il mondo.

22
La pace interiore, un’abilità da allenare
giorno per giorno
Niels è un poeta, un giornalista, le parole non sono mai state un proble- Niels Lyngsø, poeta e
ma per lui. Improvvisamente, però, cominciano a sfuggirgli e Niels si traduttore danese, è autore di
raccolte di poesie e di due ro-
trova alle prese con un completo blocco dello scrittore. Deciso a risol- manzi e collabora con diversi
vere la crisi e armato di una buona dose di scetticismo, si iscrive a un giornali e riviste.
«ritiro del silenzio», dieci giorni dedicati alla meditazione nella foresta
svedese. Sembrerebbe facile, invece non lo è affatto. Sin dal primo giorno nel campo buddhista,
Lyngsø si scontra con una difficoltà insormontabile a cui nulla lo aveva preparato: svuotare la te-
sta dai pensieri. Nel campo sono banditi telefonini e computer, libri, strumenti musicali, perfino
carta e penna. Stare in completo silenzio, senza poter scrivere e comunicare con nessuno, non
sembra uno stato naturale per un essere umano ma si rivelerà, in realtà, il punto di partenza per
un viaggio incredibile all’interno di sé, un’esperienza potente che lo condurrà a scoperte radicali.

Una vita per i libri


Cinquant’anni con i libri, sui libri, nei libri. Cinquant’anni per i libri. Romano Montroni, pro-
Romano Montroni è nato in una casa in cui non si leggeva, ma da fessore a contratto del master in
Editoria cartacea e multimediale
ragazzo è stato assunto per caso come fattorino alla libreria Rizzoli di di Umberto Eco presso l’Uni-
Bologna ed è stata la cosa più bella che potesse capitargli: diventato versità di Bologna, dal 2001 è
libraio, ha conosciuto moltissimi scrittori e lettori e poi ha lavorato docente della Scuola per Librai
tutta la vita per formare nuove generazioni di librai che amino i libri Umberto e Elisabetta Mauri. Ha
collaborato alla realizzazione
quanto lui, librai capaci di accendere entusiasmi, nutrire sogni e della catena Librerie-Coop. Ha
«sussurrare ai lettori» i libri giusti, quelli che riempiono la vita e a selezionato e formato oltre ot-
volte la cambiano. In queste pagine Montroni tira le somme della tocento librai e inaugurato circa
sua esperienza come presidente del Centro per il libro e la lettura e ottanta librerie. Per Longanesi ha
curato I libri ti cambiano la vita.
lo fa guardando al futuro: parla di giovani lettori, di scuola, di lettura
ad alta voce, di librerie, di biblioteche e naturalmente di librai, di come formarli e appassionarli.
Una testimonianza che ha il fascino di una storia vera e il profumo dei libri nuovi.

L’Italia dei nostri giorni cantata


dal «Trilussa del web»
Sostiene Marazico che il mestiere del poeta sia riordinare le parole Andrea Reali (1961) vive e
che sono già nel cuore di tutti quando nasciamo, ma che con il tem- lavora a Roma e fa il poeta per
po si sono sparpagliate, come le tesserine dello Scarabeo. Usando la diletto da sempre. Nel 2015 ha
creato la pagina Facebook Ma-
potenza della rima il poeta prova solo a rimetterle al posto giusto, razico, che è diventa virale già
dando loro nuovamente colore, vita e senso. O, magari, trovandone con il secondo post dedicato al
uno nuovo. Andrea Reali, in arte Marazico, è il Trilussa di Facebook. sindaco Marino. Oggi ha più di
15.000 follower. Questo è il suo
Con le sue poesie in un romanesco molto potente, messo in rima primo libro.
con metrica perfetta, dialoga ogni giorno dal web con migliaia di
lettori e ogni giorno si rinnova esattamente quella magia: quella corrispondenza di sentimenti
e immagini, quel riconoscersi nei protagonisti incontrati per le strade impolverate dei suoi ver-
si, gente comune stritolata dalla crisi, lavoratori, sognatori, amanti infelici, genitori affannati.

23
NEWTON COMPTON NEWTON COMPTON

Quando l’amore, anche


a distanza di anni, fa volare:
la favola continua
Sono passati sette anni dall’incidente che l’ha coinvolta. Mia ha ormai venti-
quattro anni, balla con l’American Ballet Theatre di New York e vive con Adam.
Ma il loro iniziale idillio pare essersi trasformato in ben altro: si vedono poco,
quando sono insieme spesso litigano, le reciproche carriere li hanno messi di
fronte a molte difficoltà. Adam non è riuscito a sfondare davvero, mentre Mia,
che ha lavorato duramente, è prossima a un traguardo. Ecco però che quando
l’obiettivo sembra a portata di mano, un imprevisto ferma i suoi piani e la getta
nello sconforto più nero. Ma a volte la vita offre inattese opportunità e apre
porte che non si credeva esistessero: quella che sembrava una battuta d’arre-
sto può trasformarsi in un’occasione per pensare, per allentare la tensione che
la stritola, per riflettere sulla strada che ha scelto di percorrere e magari per
riscrivere il proprio futuro. Tanto più se il destino ha deciso di riservarle un
incontro molto speciale. Con qualcuno che le ricorda in tutto e per tutto una
persona che appartiene a un passato lontano, molto lontano…
Federica Bosco è nata a Milano e si è poi trasferita a Firenze all’età di quattro anni. Il suo esordio, Mi piaci da morire, viene pubblicato dalla Newton Compton nel 2005,
e arriva, nel giro di due anni, a diciotto ristampe. Nel 2009 è finalista al Premio Bancarella con S.O.S. amore. La Serie dell’Angelo, composta da Innamorata di un angelo, Il mio
angelo segreto, Un amore di angelo, uscita per Newton Compton tra il 2011 e il 2012, ottiene un successo clamoroso. Un angelo per sempre è il quarto, atteso capitolo della
fortunatissima serie. Per saperne di più: federicabosco.com

Passioni e intrighi sullo sfondo


del Rinascimento italiano:
un grande romanzo storico
1494. L’ombra di Carlo VIII si allunga come una maledizione sulla penisola
italica. Intanto Ludovico il Moro ha da tempo usurpato il ducato di Milano. A
Roma Rodrigo Borgia, eletto papa, alimenta un nepotismo sfrenato e colleziona
amanti. Venezia osserva tutto grazie a una fitta rete di informatori, mentre il re
francese valica le Alpi e, complice l’alleanza con Ludovico il Moro, giunge con
l’esercito alle porte di Firenze. Piero de’ Medici, figlio del Magnifico, lascia pas-
sare l’invasore, accettandone le condizioni umilianti e la città si offre, prostra-
ta, ai sermoni apocalittici di Girolamo Savonarola. Mentre il papa si rinchiude
a Castel Sant’Angelo, Carlo marcia su Roma, per poi mettere a ferro e fuoco
Napoli e reclamare il regno nel nome della sua casata, gli Angiò. In un’Italia
sbranata dal «mal francese», convivono lo splendore del Cenacolo di Leonardo
da Vinci e l’orrore della battaglia di Fornovo; le passioni e la depravazione del
papa più immorale della Storia e le prediche apocalittiche di un frate ferrarese
che finirà bruciato sul rogo…
Matteo Strukul, laureato in giurisprudenza e dottore di ricerca in diritto europeo, ha scritto Una dinastia al potere, primo romanzo della serie sui Medici, vincitore del Pre-
mio Bancarella 2017. La serie (che comprende anche Un uomo al potere, Una regina al potere e Decadenza di una famiglia) è in corso di traduzione in più di 25 Paesi. Newton
Compton ha pubblicato anche Inquisizione Michelangelo e Le sette dinastie, il primo romanzo di una nuova, entusiasmante serie.

24
GUANDA

Una frizzante love story sullo sfondo


della Londra della Brexit
Il nuovo romanzo di un autore da oltre 2 milioni di copie
vendute in Italia
Lucy è un’insegnante di lettere, quarantaduenne,
con due figli e un ex marito che con molta diffi-
coltà cerca di essere almeno un padre decente. L’a-
mica Emma le invidia la sua condizione di single,
che – immagina – le consentirà ben presto di fare
sesso con una persona con cui non l’ha mai fatto
prima, e si impegna instancabilmente nel darle
consigli non richiesti. Ma Lucy non è pronta per
una nuova storia, o forse non ha nessuna voglia
di cominciarne una con un uomo che, sulla carta,
sarebbe perfetto per lei: divorziato, bianco, colto,
di mezza età. Passa senza convinzione da un de-
primente appuntamento al buio a una cena con
uno scrittore un po’ troppo pieno di sé. Finché nel-
la sua vita entra Joseph. È il ragazzo che lavora al
banco della macelleria, ma fa anche il babysitter e
l’allenatore di calcio. Però il suo sogno è diventare
deejay. È troppo giovane per Lucy. È di colore. Ah, e
forse voterà a favore della Brexit. Insomma, Joseph
e Lucy non potrebbero essere più diversi, quindi
tra loro non funzionerà mai. O invece sì?
Sullo sfondo di una storia d’amore piena di col-
pi di scena, arricchita da personaggi irresistibili
perché incredibilmente veri, c’è la Londra divisa
dalla scelta sull’Europa, che sembra spaccare il
mondo in due: in famiglia, sul lavoro e in tutte le
relazioni. Nick Hornby ci racconta, con la sua iro-
nia sempre carica di profondità, che c’è un modo
per vivere nelle differenze, per superare i pregiu-
dizi, in amore come in politica. E che per fare un
pezzo di strada insieme forse non è necessario, e
nemmeno desiderabile, trovare qualcuno che sia
proprio come te.

Nick Hornby
è nato nel 1957 e vive a Londra. I suoi libri sono pubblicati in Italia da Guanda: Alta fedeltà, Un ragazzo, Febbre a 90’, 31 canzoni, Non buttiamoci
giù, Una vita da lettore, Tutto per una ragazza, Shakespeare scriveva per soldi, Tutta un’altra musica, È nata una star?, Sono tutte storie, Tutti mi
danno del bastardo, Funny Girl e Lo stato dell’unione. Sempre da Guanda sono usciti tre volumi da lui curati: i racconti di Le parole per dirlo, la
raccolta di scritti sulla musica Rock, pop, jazz & altro e quella sul calcio Il mio anno preferito, oltre allo script cinematografico An Education. Nick
Hornby collabora anche con varie testate, fra cui Internazionale.

25
GUANDA

Dall’autore di Paddy Clarke ah ah ah!,


una struggente riflessione su ciò che
diventa l’amore nel tempo
Grandi amici fin dall’adolescenza, Davy e Joe han-
no ormai quasi sessant’anni e si vedono di rado.
Le loro vite hanno preso strade diverse, letteral-
mente: Davy infatti vive in Inghilterra da molto
tempo e torna a Dublino solo per far visita all’an-
ziano padre, mentre Joe è rimasto nella sua città
d’origine. Ma questa sera il loro incontro ha un
sapore particolare, e insieme alla birra scorrono
ricordi e segreti mai confessati... Davy ha ritrovato
Jessica, la «ragazza con il violoncello» di cui i due
amici poco più che ventenni si erano invaghiti, e
per lei ha lasciato la famiglia. Pinta dopo pinta,
pub dopo pub, nel corso di una lunga conversazio-
ne in cui il passato si intreccia al presente, anche
Joe si confida: l’amore per sua moglie Faye, così
disinibita e ribelle, ha suscitato nel padre, che per
il figlio avrebbe voluto un altro destino, una sottile
ma costante disapprovazione; quel padre che for-
se, ora, lascerà molte domande senza risposta…
Questa serata segnerà la fine dell’amicizia di Davy
e Joe? O sarà l’occasione per parlare sinceramente
del loro rapporto, di quello che è stato, di quello
che può ancora essere? Con una straordinaria abi-
lità narrativa e una capacità unica di coinvolgere
il lettore, Roddy Doyle riesce a raccontare con iro-
nia e commozione anche le pieghe più recondite e
buie dell’esistenza. E a celebrare l’amore in tutte le
sue forme, anche quelle che non credevamo potes-
sero esistere.

DICONO DI LUI

Roddy Doyle è nato a Dublino nel 1958. Tra i suoi libri, pubblicati in Italia da Guanda, ricordia- «Roddy Doyle è un genio.»
mo: Paddy Clarke ah ah ah! (vincitore del Booker Prize), I Commitments, Bella famiglia! (The Snapper), J.K. Rowling
Due sulla strada (The Van), La donna che sbatteva nelle porte, Una stella di nome Henry, La trilogia di
Barrytown, Rory & Ita, Una faccia già vista, Paula Spencer, Dentro la foresta, Irlandese al 57%, Una
vita da eroe, Bullfighting, Non solo a Natale, Pazzo weekend, Due pinte di birra, La musica è cambiata, «Roddy Doyle è un indagatore delle
All’inseguimento del cane nero, la biografia Il secondo tempo (con Roy Keane), L’amico di una vita, La profondità più nascoste del cuore: dell’amore,
gita di mezzanotte, Smile e Un anno alla grande. della sofferenza e della sconfitta.»
Joseph O’Connor

26
Un noir teso sul destino delle
donne, vittime innocenti della
violenza degli uomini
Un’anziana coppia è preoccupata per la nipote. Sanno che ultimamente Danní
si è messa a frequentare brutti giri legati alla droga e non avendo sue notizie
da qualche giorno temono le sia successo qualcosa. Per questo decidono di
chiedere aiuto a Konráð: la nonna di Danní, che era un’amica di sua moglie,
ha rivestito importanti incarichi pubblici e non vuole dare nell’occhio rivol-
gendosi alla polizia. Konráð è un ex poliziotto in pensione, e a Reykjavík la
sua fama lo precede; il fiuto non gli manca, ma è distratto e da molti anni ri-
mugina sulla sorte del padre, accoltellato da un assassino tuttora sconosciuto.
Questa volta, però, scavare nel passato e concentrarsi su dettagli all’apparenza
irrilevanti lo condurrà alla verità: la triste vicenda di una ragazzina annegata
nel laghetto della Tjörnin quasi cinquant’anni prima potrebbe essere la pista
giusta da seguire per risolvere anche il caso di Danní, che nel frattempo viene
ritrovata cadavere nell’appartamento del fidanzato. Un incidente o qualcuno
voleva farla tacere per sempre?

Arnaldur Indriðason si è dedicato alla scrittura, sia di romanzi sia di sceneggiature, dopo aver lavorato come giornalista e critico cinematografico per la maggior testata
islandese, il Morgunblaðið. Tradotto in quaranta lingue, ha vinto numerosi premi, fra cui due Glasnyckeln e un Gold Dagger. Guanda ha pubblicato tutti i suoi romanzi.

«Il Camilleri della Svezia.»


Corriere della Sera
Tarda estate del 1995. Leon Berger, insegnante, lascia Stoccolma per la cittadi-
na di K., nel nord del paese. Sette mesi prima la sua vita è stata sconvolta dalla
morte della moglie e della figlia in un incidente, e ora Leon vuole cercare di la-
sciarsi alle spalle la tragedia e di seguire il suggerimento di una vecchia amica,
psicologa scolastica a K., prendendo il posto di insegnante rimasto vacante nel
locale ginnasio dopo la morte del professor Kallmann, avvenuta in circostanze
poco chiare verso la fine del precedente anno scolastico. Venti inquieti agitano
la scuola: episodi di razzismo, minacce, una tensione che sembra sul punto di
esplodere mettendo a nudo i lati oscuri di una comunità provinciale all’appa-
renza tranquilla. È proprio Leon a far saltare il tappo di questa quiete apparen-
te, trovando per caso i diari del defunto professor Kallmann: da essi emergono
infatti i suoi sospetti verso alcuni membri della sonnacchiosa comunità, uno
dei quali in passato aveva commesso un omicidio. Kallmann lo sa, a suo dire,
perché ha la sgradita facoltà di leggere negli occhi degli assassini, essendosi
egli stesso macchiato di matricidio da bambino. Scosso dalla scoperta, Leon
comincia a indagare…

Håkan Nesser dopo aver insegnato lettere in un liceo, da anni si dedica alla scrittura. Guanda ha pubblicato i romanzi della serie che ha per protagonista il commissario Van
Veeteren e quelli della serie dedicata all’ispettore italo-svedese Gunnar Barbarotti. Nel suo ultimo romanzo, La confraternita dei mancini, i due investigatori si sono incontrati per
la prima volta. Nel catalogo Guanda sono presenti anche Il ragazzo che sognava Kim Novak, Morte di uno scrittore e La nemica del cuore.

27
GUANDA

Il nuovo romanzo del premio Nobel


per la letteratura
Parte per una vendetta postuma da lavare nel sangue il protago- Peter Handke è roman-
nista di questo romanzo. Vuole vendicare la sua «santa» madre, ziere, drammaturgo e poeta.
Nel 2019 gli è stato conferito
calunniata da una giornalista in un vecchio articolo che, parlando il Premio Nobel per la Lette-
del figlio autore, insinuava che la donna fosse una simpatizzante ratura. Guanda ha in catalogo
del Terzo Reich. Per affrontare la sua missione, l’io narrante - in molti dei suoi libri.
cui è ben riconoscibile lo stesso Handke - parte alla ricerca di complici per il suo piano. Gli
scambi di battute con i possibili esecutori del suo delitto creano una suspense curiosa: è la
parodia di un poliziesco da parte di Handke che detesta i polizieschi? È un gioco per lui che
è dotato di un sottile, spiazzante, sense of humour? O è una questione molto seria, come
seria è da sempre per Handke l’evocazione della madre adorata? Trarrà le sue conclusioni il
lettore, chiamato in causa come un amico.

Il romanzo nero che ricostruisce gli ultimi anni


di Eichmann, «l’architetto dell’Olocausto»
Nel 1950, dopo la fine della guerra, il nazista Adolf Eichmann si stabi- Ariel Magnus è roman-
lisce nell’Argentina peronista sotto il falso nome di Ricardo Klement e ziere, traduttore e giornalista.
Collabora con varie testate
qui trova lavoro con l’aiuto del governo e della comunità tedesca. Dopo giornalistiche latinoamericane
due anni, la moglie e i figli lo raggiungono e qui il cosiddetto «architetto ed è traduttore dal tedesco. Ha
dell’Olocausto», responsabile delle deportazioni di massa degli ebrei, pubblicato numerosi romanzi,
premiati in Argentina. Questo è
comincia una vita serena come padre di famiglia, fino alla cattura da il suo primo romanzo pubblicato
parte del Mossad nel 1960. Questo eccezionale romanzo ricostruisce gli in Italia.
ultimi due anni di libertà di uno dei criminali nazisti più enigmatici,
ritraendolo nella realtà quotidiana del suo ultimo rifugio e presentandoci il suo stesso punto di
vista. E, così facendo, restituisce l’architetto della soluzione finale alla sua credibilità narrativa, spo-
gliandolo degli abiti del mero esecutore e ponendolo in una luce più ambigua e sinistra.

Antonio Ligabue: ritratto dell’artista da giovane


«Mi chiamano Antonio Laccabue. Ma non sono nessuno. Non perché Renato Martinoni è pro-
non esisto, ho un corpo che sta crescendo, seppure a fatica, ma per- fessore emerito di Letteratura
italiana all’Università di San
ché non c’è niente dentro di me. Del mio passato non ho memoria. Se Gallo. Fra i suoi libri l’edizione
chiudo gli occhi non vedo nulla. C’è solo un cielo nero come la pece. delle poesie di Ernesto Ragazzo-
A volte, di notte, mi sembra di udire dei suoni. Ma sono così distan- ni (Buchi nella sabbia e pagine
invisibili), quella dei Canti Orfici
ti che, quando provo a rincorrerli, fuggono ancora più lontano. Nella di Dino Campana e quella delle
mia vita non ci sono ricordi. E se anche ci fossero, faccio tanta fatica Rime milanesi di Carl’Antonio
a mettere in ordine i miei pensieri. Quando apro gli occhi, e guardo il Tanzi, pubblicato da Guanda.
il romanzo Sentieri di vetro
presente, non vedo nulla. Ho una madre e un padre, ma a scuola, già il Con
ha vinto il Premio Schiller.
primo giorno, mi hanno spiegato che non sono i miei veri genitori. Un
compagno mi ha detto: «bastardo». Non so che differenza c’è fra veri e falsi genitori. Non capisco
perché mio padre si chiami Johannes Valentin Göbel e mia madre Elise Göbel-Hanselmann. For-
se, quando si è diventati grandi, si cambia il cognome.»

28
Libertà, fascismo, fiction all’epoca del Coronavirus

«Azadi» – libertà in urdu – è il grido che ha invaso le strade del Arundhati Roy è l’autrice
Kashmir, ripetuto da migliaia di persone che reclamavano la libe- dei romanzi Il dio delle piccole
cose (Booker Prize, tradotto in
razione dall’occupazione indiana. E, ironia della sorte, è diventato 40 lingue), e Il ministero della
anche il grido di migliaia di indiani contro il nazionalismo indù. suprema felicità. Ha scritto
Nel momento in cui Roy ha iniziato a chiedersi se ci fosse un col- inoltre numerosi libri di non
fiction, tutti pubblicati in Italia
legamento tra queste due richieste di libertà, le strade e le piazze di da Guanda.
tutto il mondo si sono zittite e tutti i Paesi si sono fermati, di fronte a
un nemico invisibile e potentissimo, il Covid19. In questa terribile angoscia, secondo l’autrice,
abbiamo un’opportunità per ripensare la macchina apocalittica che ci siamo costruiti. La pan-
demia è un passaggio da un mondo a un altro. Possiamo scegliere di attraversarlo, trascinan-
doci le carcasse dei nostri pregiudizi, gli ideali ormai morti, i fiumi e i cieli inquinati. Oppure
possiamo attraversarlo alleggeriti, pronti a immaginare un nuovo mondo. E a lottare per esso.

«Una delle più grandi scrittrici contemporanee.»


Mario Vargas Llosa
Nel 1954 Germán Velazquez Martín decide di tornare a casa, dopo la Almudena Grandes è
fuga in Svizzera prima della caduta della Repubblica grazie all’aiuto autrice di numerosi romanzi,
tutti bestseller internazionali,
del padre, illustre psichiatra perseguitato dai franchisti. Negli anni pubblicati in Italia da Guanda.
dell’esilio, Germán ha condotto un’importante sperimentazione su
un nuovo farmaco. Per questo gli hanno offerto un posto nel manicomio femminile di Ciem-
pozuelos, dove ritrova Aurora, ex paziente di suo padre, affetta da una grave forma di paranoia
che l’aveva spinta a uccidere la figlia. La donna ora vive da anni in uno stato di apatia, inter-
rotto solo per fabbricare inquietanti pupazzi di stoffa… Scardinare le difese di una mente così
intricata sarebbe impossibile senza un alleato, María, giovane infermiera. Uno squarcio sul
periodo più buio della storia spagnola attraverso la storia di un uomo e di una donna che han-
no avuto il coraggio di opporsi alla dittatura – anche dei sentimenti – che strangolava il paese.

ASTORIA
Irriverente e vitale, ecco Ciccina,
una protagonista indimenticabile
Donna Francesca Savasta, detta Ciccina è una donna del popolo, Laura Lanza è capo re-
dattore della rivista Accademie
semplice, ma rivoluzionaria nella sua infinita saggezza. Fa la levatri- & Biblioteche d’Italia e autrice
ce di uno sperduto paesino dei monti Iblei, e interpreta il suo ruolo di numerosi contributi sulla vita
in modo molto personale, prodigandosi per «sistemare» al meglio la culturale romana.
vita di inesperte puerpere e dei bambini abbandonati nella ruota che finiscono magicamente
tra le accoglienti braccia di giovani donne che altrimenti non potrebbero essere madri, tutto
questo secondo una perfetta legge morale, la sua, spesso difforme da quella comune. Ciccina, nel
suo ruolo, non ha paura di tener testa al sindaco per fargli togliere quel lampione che impedisce
alle donne di abbandonare di nascosto il frutto dei loro amori illeciti. Certo, alcuni maligni po-
trebbero far notare che il lampione incriminato illumina anche l’uscio di casa di Ciccina e il pas-
saggio del suo amante, il parroco Peppino, ma si sa che le malelingue sono sempre in agguato…

29
TEA

Te la raccontiamo noi l’America.


Scoprire gli Stati Uniti giorno
per giorno, nella vita di coppia
«Simona Siri si innamora presto dell’America presto, immaginando il mondo
dei film di Woody Allen, delle serie tv e, più avanti, quello degli Obama. Va negli
Stati Uniti sempre più spesso, soprattutto come corrispondente. Un giorno si
innamora anche di un americano, Dan, che condivide con lei la passione per la
scrittura e per la politica, e decide di stabilirsi a New York. Dopo un mese esatto
di matrimonio, Trump, inaspettatamente, vince le elezioni, e il sogno americano
di Simona Siri è sul punto di trasformarsi nel peggiore degli incubi. Sognare
l’America, viaggiarci, passarci lunghi periodi sono un cosa, viverci e lavorarci
è tutta un’altra storia, e forse non c’è “luogo” più decisivo della coppia per sco-
prire le differenze culturali più profonde e resistenti tra due mondi. Con le loro
discussioni, e i loro litigi, Dan e Simona ci accompagnano in un sorprendente
viaggio americano, nel Paese del pragmatismo esagerato, dove ci si indebita per
studiare e per curarsi, dove esiste un consulente per ogni cosa, dove tutti sono
imprenditori di se stessi e dove sulla pizza si può mettere qualsiasi cosa, ananas
compreso…»
Simona Siri vive negli Usa da sette anni. Racconta l’America agli italiani scrivendo per diverse testate (Vanity Fair, La Stampa, Il Foglio) e cerca di spiegare l’Italia agli americani
con articoli e servizi su Washington Post, CNN, New York Daily News. Mai Stati così Uniti è il suo terzo libro, scritto in collaborazione con il marito Dan Gerstein con cui
condivide l’amore per il cane Ugo (italianissimo), per New York e per la politica americana, ma non quello per il burro di arachidi.

Il tesoro nascosto nelle parole


di ogni giorno. Un viaggio
poetico ed emozionante alla
scoperta della nostra interiorità
Ogni parola racchiude un mondo di sensazioni e sentimenti, anche quelle di
maggior uso quotidiano e che ci sembrano ormai quasi banali. Questo piccolo
libro ispirato ci conduce proprio all’esplorazione di questo tesoro nascosto, per
affrontare con serenità e coraggio il lato in ombra della nostra vita. Cinquanta
brevi meditazioni, semplici e poetiche al tempo stesso, che prendono spunto
da parole come ombra, appunto, oppure riposo, onestà, vicinanza, crisi, gioia,
amicizia, e così via: piccoli viaggi alla scoperta degli angoli della propria inte-
riorità, quelli dove possiamo trovare, inaspettatamente, quella consolazione che
cerchiamo in mezzo alla frenesia e agli urti della quotidianità.
Poeta acclamato dalla critica di tutto il mondo, David Whyte vive lungo la costa pacifica settentrionale
degli Stati Uniti, dove la pioggia e il continuo cambiamento del cielo gli ricordano gli altri luoghi delle sue
origini: lo Yorkshire, il Galles, l’Irlanda. Ha conseguito una laurea in Zoologia marina prima di riceverne altre
honoris causa da università americane e canadesi. Questo è il suo primo libro pubblicato in Italia, Paese nel
quale viaggia spesso.

30
Tra commedia sentimentale e
legal thriller, un romanzo dal
finale sconcertante e inaspettato
Ex magistrato ritiratosi dalla professione e da tempo separato, Paolo Campo-
resi ha ripreso a fare l’avvocato. Piccoli casi, lo studio in una stanza del suo
appartamento, una vicina di casa che gli tiene l’amministrazione: una vita ap-
partata, un po’ malinconica. Fino a quando l’arrivo di una nuova dirimpettaia,
Laura Giusti, riapre una stagione che sembrava passata per sempre. Mentre
proseguono le indagini sui pochi casi presenti al momento sulla sua scrivania
– tra cui quello di una donna, Luisa Trivulzi, convinta di essere perseguita-
ta dal marito – a poco a poco l’avvocato Camporesi si avvicina a Laura. Ma
la relazione che prende corpo, il fantasma di un amore, deve fare i conti col
disinganno di Paolo e col passato di Laura, che nasconde un trauma che non
può essere dimenticato. E quando, per puro caso, emerge che Laura e Luisa si
conoscono, la situazione cambia: Laura fugge, per evitare nuove ferite, e Paolo
decide di seguirla, buttandosi in un viaggio assurdo che lo porterà fino a un’i-
sola del Pacifico, in cerca della verità e di una ragione per tornare alla sua vita.
Gianni Simoni, ex magistrato, ha condotto quale giudice istruttore indagini in materia di criminalità organizzata, di eversione nera e di terrorismo. È l’autore dei casi dell’ex
giudice Petri e del commissario Miceli e delle indagini del commissario Lucchesi, due serie pubblicate con crescente successo presso TEA.

Un atto d’amore letterario


verso una terra bellissima
e terribile
«Questo libro», scrive l’autore, «è nato dalla richiesta di alcuni miei lettori.
Perché non scrivi un altro libro sulla Sicilia? Pressappoco questa, la domanda.
Un altro libro sulla Sicilia? Dopo tutti quelli che ho già pubblicato, mi è sem-
brato troppo. Così ho pensato di mettere insieme, nella maniera più ordinata e
leggibile quanto ne ho scritto sinora, togliendo qualcosa e aggiungendo qual-
cos’altro. Del resto, l’età che mi ritrovo autorizza una simile presunzione. Col
vantaggio di avere accontentato coloro i quali mi hanno chiesto, appunto, un
altro libro sulla Sicilia. Cosa sono i «baci a occhi aperti»? Sono i tanti baci che
ho dato alla Sicilia sempre costringendomi a non chiudere gli occhi, assaporan-
done il piacere. In ogni parte di questo libro appare evidente (o dovrebbe appa-
rire, perché questa è stata la mia costante intenzione) lo sforzo di descrivere la
Sicilia per quello che è, tenendo a freno l’orgoglio d’esservi nato e l’amore che si
ha – specie se siciliani – per la terra d’origine. Provo a dirlo così: è come se nel
baciarla, la Sicilia, mi fossi sforzato di tenere gli occhi aperti, continuando, pur
nella voluttà, a notarne guasti e difetti.»
Matteo Collura (Agrigento, 1945) è l’autore della più importante biografia di Leonardo Sciascia, Il Maestro di Regalpetra e della biografia romanzata di Luigi Pirandello, Il
gioco delle parti. Da anni dedica alla Sicilia inchieste, articoli, saggi e libri come Sicilia sconosciuta, bestseller più volte ristampato.

31
CHIARELETTERE

L’amore come lo vedeva Nadia


Un nuovo appuntamento con tutti coloro che hanno letto
Non fate i bravi e amano Nadia come un’amica del cuore
In questi pensieri, lasciati alla mamma Margherita
da pubblicare, c’è tutto il cuore di Nadia, il suo tem-
peramento forte, la sua dolcezza e bellezza interiore.
Le sue parole sono sincere, a volte anche dure. Come
la malattia anche l’amore va guardato in faccia
e vissuto per quello che può dare, qualsiasi fine
potrà avere. Completa il libro una testimonianza di
Margherita Toffa sulla neonata fondazione dedicata
alla figlia, i cui fondi saranno devoluti alla ricerca sul
cancro e alla terra dei fuochi. I diritti d’autore tratti
dalla vendita del libro e le iniziative promozionali a
esso legate saranno destinate alla fondazione, come
da volontà di Nadia.

DAL LIBRO

Dico grazie a noi; a quello che siamo stati e


viva la vita sempre; qualsiasi direzione prenda.

Se sarà destino ci reincontreremo. In questa


o in un’altra vita. Un abisso profondissimo
quello che abbiamo esplorato senza mai aver
paura; abbiamo affrontato correnti oceaniche
e gorghi sempre con le mani strette; senza la-
sciarci nemmeno per un istante.

Quello che abbiamo condiviso è scritto nel li-


bro del tempo.

Un’ebrezza incontrollabile; un brivido caldo


dietro la schiena. Il nostro amore ci ha reso
migliori e più coraggiosi. Abbiamo plasmato il
Inviata e conduttrice della trasmissione Le Iene, Nadia Toffa (Brescia, 1979-2019) per anni ha
condotto inchieste coraggiose su temi difficili e scabrosi, senza mai tirarsi indietro. Famose le puntate marmo della vita creando un’opera di burro,
dedicate alle truffe compiute ai danni del servizio sanitario nazionale, alla proliferazione delle slot machi- soffice e candida.
ne, allo smaltimento illegale dei rifiuti in Campania per mano della camorra, al crescente tasso di tumori
nel “triangolo della morte” tra Napoli e Caserta e nella “terra dei veleni” a Crotone, alla prostituzione
minorile. Chiarelettere ha pubblicato con grande successo Non fate i bravi.
Non mi chiuderò in me stessa e non perderò la
fiducia; anche se ci vuole tanta forza per do-
narsi a qualcuno.

32
Una nuova collana pensata per studenti e
insegnanti: ri-creazioni, i libri per pensare
con la propria testa
La grande avventura della Costituzione

Siamo convinti che le regole siano state inventate per limitare la nostra libertà,
ma Anche per giocare servono le regole. A cominciare dalla sua lunga esperien-
za come magistrato e dopo anni dedicati a incontrare migliaia di studenti in
tutta Italia, in queste pagine Colombo racconta la grande avventura della Co-
stituzione: il contesto storico in cui è nata; le resistenze alla sopraffazione e alla
diseguaglianza che ha dovuto abbattere; il principio che la anima (la dignità
di ogni persona); come funziona e perché è stata scritta; chi sono gli uomini
e le donne che sono riusciti nell’impresa dopo un lungo lavoro di mediazione,
affinché gli scempi della storia non si ripetessero più. Un libro che parla di noi,
animato da un’idea di cultura che è esperienza diretta, nelle istituzioni e anche
con i ragazzi, con una sezione finale ricca di approfondimenti. Un libro da usa-
re, con attività presentate in un sito dedicato (www.ricreazioni.eu).
Gherardo Colombo, ex magistrato, è noto per aver condotto, o contribuito a condurre, inchieste
importanti sul crimine organizzato, la corruzione, il terrorismo e la mafia, tra le quali quella sulla Loggia P2
e Mani pulite. Dal 2007 si dedica all’educazione alla legalità nelle scuole, attraverso incontri con studenti di
tutta Italia. È autore di molti libri, tra i quali ricordiamo: La tua giustizia non è la mia (Longanesi 2016, con
Piercamillo Davigo); Il legno storto della giustizia (Garzanti 2017, con Gustavo Zagrebelsky); La bambina
tutta verde (Salani 2019).

Un messaggio appassionato per la lealtà


nello sport e nella vita dell’ex campione
della Juventus
Nel calcio come nella vita valgono le stesse regole: l’avversario non è un nemico
da odiare, ma un rivale con cui confrontarsi e da rispettare. Sempre. Il calcio ha il
fantastico potere di rendere la solidarietà, la collaborazione, l’aiuto reciproco e il
supporto elementi imprescindibili, che uno respira insieme all’aria. Senza colla-
borazione e condivisione non si ottiene nulla. In questo libro l’ex campione della
Juventus rivolge un messaggio appassionato per la lealtà nello sport e nella vita,
rivolto ai giovani e ai tifosi di tutte le età e ci regala una bellissima testimonianza
con episodi inediti su altri calciatori e partite importanti che hanno segnato la
sua vita e la sua carriera. Oltre il racconto in prima persona, il libro offre un pun-
to di vista sui grandi temi di interesse generale: il razzismo, il bullismo, le tos-
sicodipendenze, la rivalità, il rapporto con chi è diverso, il rispetto delle regole.
Claudio Marchisio (1986) ha legato gran parte della carriera alla Juventus, club con cui ha vinto
sette campionati di serie A consecutivi (dal 2011-12 al 2017-18), uno di serie B (2006-07), tre Supercoppe
italiane (2012, 2013 e 2015), quattro Coppe Italia (dal 2014-15 al 2017-18). Da calciatore ha preso po-
sizioni molto coraggiose nei confronti di episodi di razzismo e ingiustizia sociale. Collabora con il Corriere
della sera (edizione torinese).
33
TRE60

Una toccante saga familiare


ispirata a una storia vera
Germania, 1926. Ruth Meyer vive una giovinezza
Nata nel 1967 a Det-
mold, Ulrike Renk ha spensierata a Krefeld, una cittadina della Renania,
studiato Letteratura e So-
insieme ai genitori e alla sorella Ilse. Trascorre molto
ciologia negli Stati Uniti e
tempo a casa dei vicini Merländer, commercianti di
in Germania. Oggi vive con
seta, e, affascinata da stoffe e tessuti colorati, impara
il marito in Renania insie-
me ai figli e ai suoi adorati
a disegnare modelli e a realizzare borse e indumenti.
animali: due cani, tre gatti e
Lì incontra Kurt, il suo primo, grande amore, con il
due anatre indiane. La saga
quale condivide sogni e progetti. Ma con l’arrivo dei
Gli Anni della Seta, in quat-
tro volumi, ha venduto oltre
nazisti, il loro futuro di giovane coppia di ebrei è com-
300.000 copie in Germania
promesso. La paura si diffonde nella piccola comu-
ed è rimasta in vetta alle
nità, la famiglia di Kurt vuole lasciare il Paese, Ruth
classifiche per settimane.
potrebbe essere costretta ad abbandonare tutto ciò
che ama. Finché arriva il giorno in cui il destino della sua famiglia sembra
dipendere proprio da lei...
Una toccante saga familiare ispirata a una storia vera, per ricordare sempre
ciò che non deve mai essere dimenticato.

Un romanzo che racconta la


vita e gli amori di Frida Kahlo,
l’artista icona del Novecento
Caroline Bernard Messico, 1925. La giovane Frida Kahlo sogna di di-
è lo pseudonimo di Tania ventare medico, ma un terribile incidente sconvolge
Schile. Lavora in campo i suoi piani. Costretta a letto per tre anni, la ragazza
editoriale da vent’anni, e
inizia a dipingere, scegliendo come soggetto privi-
ama scrivere storie di gran-
di donne. Vive ad Amburgo. legiato proprio se stessa. In cerca di un giudizio sui
propri quadri, conosce il pittore Diego Rivera: è l’ini-
zio di una storia d’amore travolgente e tormentata, che segnerà anche la sua
carriera di artista. Diego, infatti, la incoraggia, ma nondimeno la schiaccia, col
suo carattere impossibile, il protagonismo esasperato e i continui tradimenti.
Grazie a lui, Frida fa il suo ingresso nel mondo artistico e politico dell’epoca,
ma allo stesso tempo soffre la sua condizione di donna in un ambiente ancora
dominato dai maschi. Nella lotta per affermare il proprio talento, avrà contatti
fecondi, e a volte burrascosi, con molti protagonisti dell’arte europea tra le
due guerre – Duchamp, Breton, Picasso, Kandinskij, tra gli altri – lasciando
a tutti il ricordo di un’artista tormentata e inconfondibile, di una personalità
straziata e indimenticabile.

34
Un investigatore d’eccezione,
per un giallo storico originale
e convincente
Isola della Maddalena, 1864. Mentre l’anarchico Bakunin approda al porto
di Caprera, accolto da Garibaldi in persona e dalla sua corte di fedelissimi,
nell’unica osteria dell’isola il vecchio capitano inglese Daniel Roberts ap-
prende dell’improvvisa morte di Loriga, proprietario dell’emporio del paese.
Solo pochi giorni prima, il commerciante aveva raccontato di aver visto la
Réula, la macabra processione di fantasmi che, secondo una leggenda po-
polare, sarebbe presagio di sventure. Ma il maresciallo Bachisio Tanchis e
il giovane brigadiere De Rosas non possono dar retta alle superstizioni e
si mettono alla ricerca di un colpevole. Daniel Roberts, intanto, inizia a in-
dagare per conto proprio assistito dal parroco, l’energico e anticonformista
don Mamia... Non ci vuole molto per far emergere i loschi e pericolosi ma-
neggi elaborati da Loriga nel corso degli anni. Ma il mistero è più profon-
do, e affonda le sue radici nei rapporti tra il commerciante e la composita
popolazione dell’isola. Tra pescatori napoletani, scalpellini liguri e militari
piemontesi, tra interessi del giovane Regno d’Italia e antichi segreti locali,
ci vorrà tutto l’acume degli investigatori – e l’intervento di Garibaldi – per Nato a Sassari nel 1981, Gianluca Lioni vive tra Roma e La
Maddalena. Giornalista professionista, laureato in Scienze della
sbrogliare la matassa. Comunicazione, è Portavoce del Ministro dei Beni e delle attività
culturali e del Turismo. Ha pubblicato, con Michele Fina, I grandi
discorsi che hanno cambiato la storia.

Le risposte alle domande


più frequenti che i ragazzi
si pongono sulla Shoah
Hédi Fried aveva diciannove anni quando i nazisti deportarono lei e la sua fa-
miglia. Ad Auschwitz, i suoi genitori furono assassinati, mentre lei e sua sorel-
la Livi riuscirono a sopravvivere. Oggi Hédi ha più di novant’anni e ha passato
l’ultima parte della sua vita in giro per le scuole a testimoniare e a rispondere
alle domande dei ragazzi sull’Olocausto, da quelle più ovvie a quelle più dif-
ficili o sorprendenti: «Avevi sempre fame?», «Perché non vi siete ribellati?»,
«Sognavi, la notte?», «Che lingue si parlavano ad Auschwitz?», «Provi odio nei
confronti dei tedeschi?», «Hai mai conosciuto uno dei tuoi aguzzini?», «Sei
riuscita a perdonare?» Hédi Fried risponde a ogni domanda, in maniera sem-
plice e diretta: le sue parole sincere, lucide e profondamente umane rappre-
sentano una insostituibile lezione di memoria, perché nulla sia dimenticato.
Hédi Fried è nata a Sighet, in Romania, nel 1924. È stata deportata ad Auschwitz nel 1944 e successi-
vamente a Bergen-Belsen. Dopo la liberazione si è stabilita in Svezia con la sorella. Psicologa e scrittrice, si
è impegnata a lungo in attività di difesa dei diritti umani. Ha pubblicato la sua testimonianza di deportata,
apparsa anche in inglese col titolo di Fragments of a Life: The Road to Auschwitz.

35
PONTE ALLE GRAZIE

Finalmente in Italia il giallo


che ha dominato le classifiche spagnole
Mónica Andrade è sparita da qualche giorno, e
il caso non meriterebbe particolari attenzioni se
non si trattasse della figlia di un celebre cardiochi-
rurgo con cui mezza città (incluso il commissario
Soto, diretto superiore dell’ispettore Leo Caldas)
pare sentirsi in debito. Così Caldas, dapprima con
un certo distacco poi sempre più coinvolto, si ad-
dentra nella vita della giovane scomparsa, tra la
Scuola di arti e mestieri dove lei insegna e il vil-
laggio di Tirán in cui si è ritirata a vivere, al di là
della ría sulla cui sponda meridionale sorge Vigo:
un mondo antico e isolato, collegato alla grande
città da un traghetto che lei prendeva quotidia-
namente... Una galleria di personaggi memora-
bili e un’ambientazione che a lungo resterà «negli
occhi» del lettore sono le armi in più di questo
straordinario giallo d’autore, in cui un intreccio
narrativo magistrale e un ritmo costantemente in
crescendo ci imprigionano dalla prima all’ultima
pagina. Atteso da anni in Spagna e accolto trion-
falmente alla sua uscita, il nuovo romanzo di Do-
mingo Villar è una conferma: siamo di fronte a un
maestro del noir e a una delle voci più interessanti
della letteratura contemporanea.

DICONO DEL LIBRO

«Un giallo eccellente, concepito, strutturato e


scritto col marchio genuino dell’autore, nella
stirpe delle migliori creazioni poliziesche di
Vázquez Montalbán e di Andrea Camilleri.»
El Cultural

Domingo Villar
(Vigo, 1971) scrive i propri romanzi in gallego e in spagnolo. L’ultimo traghetto è il terzo libro dedicato alle indagini dell’ispettore Leo Caldas
dopo Occhi di acqua (2006, trad. it. Ponte alle Grazie 2008) e La spiaggia degli affogati (2009). Con questo nuovo giallo, la sua fama in Spagna
è esplosa e le sue vendite si sono moltiplicate.

36
Se ha gradito questa rivista e se la ha trovata altrove, la preghiamo di sostenerci venendo a
scaricare almeno volta al giorno dove è stato creata, cioè su:

www.eurekaddl.club

Senza il suo aiuto, purtroppo,presto potrebbe non trovarla più. Troverà anche quotidiani, libri,
audiolibri, fumetti, riviste straniere, fumetti e riviste per adulti, tutto gratis, senza registrazioni e
prima di tutti gli altri, nel sito più fornito ed aggiornato d'Italia, quello da cui tutti gli altri siti rubano
soltanto. Trova inoltre tutte le novità musicali un giorno prima dell'uscita ufficiale in Italia,
software, apps, giochi per tutte le console, tutti i film al cinema e migliaia di titoli in DVDRip, e tutte
le serie che può desiderare sempre online dalla prima all'ultima puntata.
Trova sempre il nuovo indirizzo sulla nostra pagina Facebook. Cerchi "eurekaddl" su Facebook,
oppure clicchi sull'immagine qui sotto.
Grazie da parte di tutto lo staff di eurekaddl.club

Grazie da parte di tutto lo staff di www.eurekaddl.site

N.B.: se il sito è stato oscurato per l'Italia, trovate sempre il nuovo indirizzo digitando eurekaddl.eu5.org nella
barra degli indirizzi di qualsiasi browser, salvatelo nei vostri preferiti! Vi preghiamo di salvare tutti i nostri social,
perchè anche qualcuno di essi potrebbe essere chiuso, tutti avranno sempre il nuovo indirizzo sempre aggiornato
in tempo reale!

Facebook (EUREKAddl nuovo indirizzo sempre aggiornato)


Telegram (Eurekaddlofficial)
Instagram (eurekaddlofficial)
Twitter (@eurekaddl)
In alternativa, pagina di Filecrypt con il nuovo indirizzo sempre aggiornato
«Racconta con abilità estrosa la fatica
femminile di crescere proteggendo e
proteggendosi.» Domenico Starnone
Maddalena, la maggiore, è timida e riservata. Nina, di poco minore, Lisa Ginzburg vive e lavora
è bella e capricciosa, prigioniera del proprio egocentrismo. Le due a Parigi. Tra le sue pubblicazioni
ricordiamo Pura invenzione. Dodici
sorelle, legate dal filo di un’intima indistinzione, sono cresciute in- variazioni su Frankenstein di Mary
torno a un’assenza difficile da accettare. Ancora adesso, trent’anni Shelley.
dopo, cercano di colmarla con lunghe camminate, cascate di parole e messaggi whatsapp che,
da Parigi a New York, le riportano sempre a Roma, in una casa affacciata su Villa Pamphili,
dove la loro strana vita, simbiotica e selvatica, ha preso forma. È proprio a Roma che Maddi,
da sempre chiusa nel suo carapace, decide di tornare, fuggendo dai ruoli che la sorella, prima,
e la famiglia poi, le hanno imposto, contenendo ma anche incatenandola alla sua sofferenza. E
proprio a Roma, finalmente sola con i suoi ricordi, riuscirà ad aprirsi alla vita…

Ritratto di Elvio Facchinelli,


uno psicanalista sovversivo
Elvio Fachinelli è stato un grande psicoanalista italiano, un intellet- Massimo Recalcati è psi-
tuale fuori dal coro e impegnato nella vita della città, uno scrittore coanalista e scrittore, laureato in
Filosofia con la cattedra di Franco
incisivo e brillante. In questo libro Massimo Recalcati ci restituisce Fergnani, nel 1989 si specializza
la forza e l’originalità del suo pensiero libero da conformismi e da presso la Scuola di Psicologia di
dogmatismi. La ragione psicoanalitica classica viene sottoposta a un Milano diretta da Enzo Funari.
Scrive per la Repubblica e insegna
nuovo tribunale. Non quello austero della critica kantiana, ma quello presso l’Università di Pavia e di
dell’aperto del mare. Può la pratica della psicoanalisi liberare l’esistenza Verona. Ha pubblicato numerosi
umana dalla sua passione difensiva per il chiuso? Può interrompere il libri, tradotti in diverse lingue.
carattere inesorabile della ripetizione? Può aprire la vita all’incontro
estatico con l’illimitatezza della vita?

I sorprendenti pensieri sulla vita


della più giovane scrittrice d’Italia
«Ma chi mi ha messo a posto tutta la mia stanza?! Uffa pelò... Io non Alessandro Magrini, ex edu-
la voglio oldinata... Si avevo messo tanto tempo a falla disoldinata, catore di asilo nido, programmato-
re informatico, antichista sfegatato
adesso mi tocca licominsale tutto da capo...» E poi sottovoce: «Devo e guida turistica patentata, lavora
chiudele bene la polta quando esco, qui entlano tutti come li pale...» perlopiù come redattore editoriale
Alessandro, papà di Elena, che oggi non ha ancora quattro anni, rac- e si diverte a organizzare cacce al
tesoro in latino per le scuole. È il
coglie su Facebook da tempo i memorabili detti della sua bambina. papà che è toccato in sorte a Elena.
Il risultato è una impresa senza precedenti: il documento unico,
commovente, esilarante, illuminante di un’età d’incanto e saggezza,
che tutti abbiamo attraversato, di cui non ricordiamo nulla e che è
invece, per Elena, per i nostri figli, per tutti noi, per chi leggerà questo
libro, una fonte di speranza, gioia, amore e divertimento.

37
BOLLATI BORINGHIERI

«Bellissimo… Mescola
privato e politico con risultati
sorprendenti.» Tracy Chevalier
Una riflessione straordinaria sull’importanza del ricamo, un’arte consi-
derata minore, ma con la peculiarità di essere stata molto diffusa e asso-
lutamente trasversale, presente nell’educazione di tutte le donne di tutti i
ceti sociali. Il ricamo, solo in apparenza uno strumento espressivo del tutto
«candido», si è rivelato un linguaggio efficace per comunicare in mancan-
za di altri mezzi, per passare informazioni oltre la censura, per esprimere
ciò che le circostanze non permettevano. Con un excursus storico che copre
tutto il millennio scorso, Hunter ci accompagna dunque tra le storie di chi
ha comunicato tramite ago e filo. A partire dall’arazzo di Bayeux – in appa-
renza una celebrazione dei conquistatori normanni, e in realtà pieno di lodi
indirizzate allo spodestato re Alfred –, ai ricami della regina di Scozia Maria
Stuarda – dove lei è un topo e la rivale Elisabetta I un gatto rosso –, ai lavo-
ri di cucito imposti come rieducazione alle carcerate inglesi dell’Ottocento,
fino ai foulard e agli scialli delle madri di Plaza de Mayo, su cui era ricamato
il nome del figlio desaparecido. Una cronaca di identità, proteste, memorie,
potere e politica raccontati attraverso le storie di uomini e donne, nei secoli
Clare Hunter, artista e curatrice tessile, è la fondatrice di
NeedleWorks, impresa comunitaria dedicata al ricamo con sede a e attraverso i continenti, che hanno usato il linguaggio del ricamo per far
Glasgow. Questo è il suo primo libro. sentire la loro voce, anche nelle circostanze più disperate.

L’avvincente racconto del


meraviglioso mondo della fisica
Con questo libro snello, ma profondo e documentato, Jim Al-Khalili espone
l’intera concezione del mondo secondo la fisica attuale. Per farlo, parte dalle
fondamenta stesse della trama di cui è fatta la realtà, chiarendo nel dettaglio,
per iniziare, i concetti di spazio, tempo, energia e materia. Preparato così il
palcoscenico del mondo, alzato il sipario sul racconto, l’autore espone i tre
pilastri su cui poggia la fisica moderna: la relatività, la meccanica quantistica
e la termodinamica. Questo treppiede è oggi la base più solida che ci sia per
capire l’universo in cui abitiamo, ma ancora ci manca il filo che leghi questi tre
settori della ricerca scientifica; un filo da trovare assolutamente se vogliamo
avere una comprensione piena e completa della realtà. Con la brillantezza della
sua scrittura Al-Khalili ci conduce dall’enorme scala cosmica alla minuscola
dimensione quantistica, dai dati consolidati alle speculazioni più audaci, dalle
tecnologie più avveniristiche ai fenomeni fisici di tutti i giorni, illuminando con
metafore rivelatorie l’affascinante mondo che si nasconde dietro la complessa
matematica delle pubblicazioni specialistiche.
Jim Al-Khalili (Baghdad, 1962) è docente di Fisica teorica alla University of Surrey, in Gran Breta-
gna, dove tiene anche una cattedra di Comunicazione scientifica. È spesso presente nei canali televisivi
e radiofonici britannici, dove ha curato alcuni dei più apprezzati documentari scientifici inglesi, oltre a
scrivere per il Guardian e l’Observer. I suoi libri sono pubblicati in Italia da Bollati Boringhieri.

38
Siamo pronti a vivere la nuova era tecnologica?
Salvifica, terrorizzante, creativa, problematica. Oggi di Intelligenza Stefano Quintarelli, im-
Artificiale parlano tutti, tra speranze e paure: ma cosa ne sappiamo prenditore, esperto di comuni-
cazioni e informatica e pioniere
veramente? Di cosa parliamo davvero quando abbiamo a che fare di Internet, per qualche anno
con l’Intelligenza Artificiale? Questa è la domanda; lo scopo del libro è stato prestato alla politica,
è darle una risposta semplice e informata, illustrando i diversi ap- dando il suo contributo alla
modernizzazione del paese in
procci e le possibili declinazioni tecniche di questa disciplina, man-
particolare attraverso l’ideazio-
tenendo però sempre un carattere divulgativo. L’approccio adottato ne dello SPID e della strategia
entra in modo specifico su alcuni temi cruciali, tocca diversi rife- informatica della PA. Per Bollati
rimenti culturali, le speranze e le paure, avendo però sempre cura Boringhieri ha pubblicato Capi-
talismo immateriale.
di assicurare l’ancoraggio ai dati reali. Così, nel testo l’IA è cinema,
letteratura, nuove professioni, ma anche riconoscimento facciale,
guida autonoma, app, fino a toccare la scottante e molto dibattuta
questione etica.

«Un inaudito, feroce controcanto agli anni


del “miracolo economico”.» Helena Janeczek
Un destino implacabile segna la famiglia Mogliano, a partire dal ca- Sabrina Ragucci, artista
postipite Pietro, ricco proprietario di terre andato in rovina durante visiva e scrittrice, scrive di foto-
grafia e arte su il manifest