Sei sulla pagina 1di 26

Corso Gas Tossici

Formazione 24hh per esame di abilitazione

Brescia - 21 ottobre 2020


Programma corso

2
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27

✓ Il R.D. n. 147 del 9 gennaio 1927 recante ‘” Approvazione del regolamento


speciale per l’ impiego dei gas tossici”, a quasi novanta anni dalla sue
emanazione conserva la sua efficacia, pur con gli impliciti adeguamenti al
contesto normative attuale.

✓ La normative internazionale ha assunto una configurazione specifica per la


disciplina delle merci pericolose, ciò nonostante il Vecchio R.D. n. 147 ha
conservato la sua importanza nella vigente regolamentazione nazionale,
costituendo un importante strumento autorizzativo per l’ utilizzo, la
custodia, la conservazione ed il trasporto di gas tossici.

3
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27

Il valore del R. D. n. 147 è quello di aver anticipato l’ aspetto sistemico della


gestione delle sostanze pericolose, guardando al fattore umano come volano
di una struttura gestionale facente leva sulla prevenzione e quindi sulla
formazione degli operatori.
È necessario però, tener ben presente che in questa sede la definizione GAS
TOSSICO è quella riportata all’ articolo 1 del Regio Decreto:

« Agli effetti dell’ art. 57 del testo unico della legge di pubblica sicurezza,
approvato con il regio decreto 6 novembre 1926, n. 1848, è considerato gas
tossico :
a) Qualsiasi sostanza tossica, che si trova allo stato gassoso, o che per essere
utilizzata deve passare allo stato di gas o vapore , e che è adoperata in
ragione del suo potere tossico e per scopi inerenti al potere tossico stesso;

4
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27

b) Qualsiasi sostanza tossica, che si trova allo stato gassoso o che per essere
utilizzata deve passare allo stato di gas o di vapore, la quale, pur essendo
adoperata per scopi diversi da quelli dipendenti dalle sue proprietà tossiche è
riconosciuta pericolosa per la sicurezza ed incolumità pubblica;
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27

Alla data attuale i gas tossici riconosciuti come tali ai sensi del R.D. n.147/1927
sono:
1. Acido cianidrico
2. Ammoniaca
3. Anidride solforosa
4. Benzina contenente composti organometallici
5. Cianuri di: potassio, sodio, calcio, bario, argento, cadmio, rame e zinco
6. Cloro
7. Cloropicrina
8. Cianogeno: bromuro e cloruro
9. Etere ciano-carbonico
10. Fosgene

6
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27

Alla data attuale i gas tossici riconosciuti come tali ai sensi del R.D. n.147/1927
sono:
11. Isonitrili
12. Ossido di etilene
13. Piombo tetraetile
14. Solfuro di carbonio
15. Idrogeno fosfarato
16. Bromuro di metile
17. Piombo tetrametile
18. Solfato di metile
19. Cloruro di metile
20. Acido fluoridrico

7
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27

Alla data attuale i gas tossici riconosciuti come tali ai sensi del R.D. n.147/1927
sono:
21. Trifluoruro di boro
22. Metilmercaptano
23. Tetraidrotiofene
24. Dimetilsolfuro
25. Etilisopropilsolfuro
26. Etilmercaptano
27. Dietilsolfuro

8
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27
Come si vedrà in seguito, il normale stato fisico di alcune delle sostanze sopra elencate
non è quello gassoso, addirittura alcuni di esse ( i cianuri, bromuro di cianogeno) si
presentano allo stato solido. Potrebbe apparire paradossale, quindi, il mantenimento
in vigore id una norma- il R.D. n. 147appunto- che prevede una classificazione ante
litteram di talune sostanze pericolose- mentre il mondo si prodiga per giungere ad
un’armonizzazione della classificazione delle sostanze chimiche .

Difatti, il regolamento europeo 1907/2006/CE, noto come regolamento REACH ha


delineato la nuova politica di gestione in ambito comunitario dei prodotti chimici, ed il
GHS, originato dall’ Agenda 21 su Ambiente e Sviluppo sostenibile approvata a Rio de
Janeiro nel 1992, è alla base del regolamento europeo 1272/2008/CE, noto come
regolamento CLP . Il GHS è finalizzato a stabilire una base comune e coerente di
classificazione e comunicazione del pericolo chimico attraverso un processo di
armonizzazione caratterizzato da un approccio globale applicabile a tutte le fasi del
ciclo di vita del prodotto.

9
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27

Tuttavia occuparsi oggi di gas tossisci di cui al R.D. n. 147/1927 necessariamente


vuol dire approcciarsi a tutte le problematiche che si interfacciano con le sostanze
pericolose, indagando ad ampio raggio su aspetti diversi che fanno capo a normative
con differenti campi di applicazione, accomunate da una logica di sicurezza
costituente il collante per un sistema globale.

Per motivi sopra accennati è utile ribadire, ancora una volta, che la dicitura
« GAS TOSSICI» di cui al R.D. n. 147/1927 si discosta dall’accezione moderna di gas
tossici, di cui alla classificazione armonizzata delle sostanze chimiche.

10
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27

11
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27

12
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27

13
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27
Data Oggetto G.U.
9 gennaio 1927 R.D. n. 147 del 9 gennaio 1927. ( G.U. n. 49 dell’ 1/3/1927)
Approvazione del regolamento
speciale per l’ impiego dei gas tossici.
6 febbraio 1935 D.M. 6 febbraio 1935. Approvazione (G.U. n. 65 del 18/3/1935)
del prospetto contenente l’ elenco dei
gas tossici riconosciuti ai sensi del
regolamento 9 gennaio 1927, n. 147
18 febbraio 1939 D.M. 18 febbraio 1939. (G.U. n. 73 del 25/3/1939)
Riconoscimento ufficiale come gas
tossico della sostanza denominata
idrogeno
10 gennaio 1942 D.M. 10 gennaio 1942. Modificazione (G.U. n. 81 del 7/2/1942)
della voce al punto 5 dell’elenco
alfabetico dei gas tossici in « cianuri
alcalini di potassio e di calcio» da solo
o mescolati con altre sostanze
7 febbraio 1952 D.A.C.I.S del 7 febbraio 1952. (G.U. n.73 del 26/3/1952)
Riconoscimento ufficiale come gas
tossico della sostanza denominata
bromuro di metile
14 marzo 1961 D.M. 14 marzo 1961. Riconoscimento (G.U. n.78 del 28/3/1961)
ufficiale come gas tossico della
sostanza denominata piombo
tetrametile

14
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27

Data Oggetto G.U.


24 maggio 1965 D.M. 24 maggio 1965. ( G.U. n. 159 dell’ 30/6/1965)
Riconoscimento ufficiale come gas
tossici di metile e del cloruro di metile
21 luglio 1965 D.M. 21 luglio 1965. Riconoscimento (G.U. n. 207 del 19/8/1965)
ufficiale come gas tossici del cianuro
di bario, di argento, cadmio e di rame,
3 luglio 1966 D.M. 3 luglio 1966. modifica al (G.U. n. 188 del 30/7/1966)
prospetto di gas tossico.
23 settembre 1969 D.M. 23 settembre 1969. (G.U. n. 6 del 8/1/1970)
Riconoscimento ufficiale come gas
tossico della sostanza acido
fluoridrico
4 maggio 1971 D.M. maggio 1971. modifica alla (G.U. n.130 del 24/5/1971)
tabella dei gas tossici allegata al
Regolamento speciale approvato con
R.D. 9 gennaio 1927 n. 147
6 novembre 1972 D.M. 6 novembre 1972. (G.U. n. 308 del 27/11/1972)
Riconoscimento come gas tossico del
trifluoriro di boro

15
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27
Data Oggetto G.U.
13 agosto 1973 D.M. 13 agosto 1973. Completamento ( G.U. n. 228 dell’ 4/9/1973)
della tabella allegata al Regolamento
speciale per l’ impiego dei gas tossici.
10 giugno 1974 D.M 10 giugno 1974. Riconoscimento (G.U. n. 182 del 12/7/1974)
ufficiale dei gas « metilmercaptano»
come gas tossici
29 luglio 1975 D.M. 29 luglio 1975. Inclusione del (G.U. n. 225 del 25/8/1975)
cianuro di zinco nell’elenco approvato
con D.M. 6 febbraio 1935: agli effetti
del Regolamento speciale per l’
impiego dei gas tossici, approvato con
R.D. 9 gennaio 1927 n.147
20 gennaio 1978 D.M. 20 gennaio 1978. (G.U. n. 43 del 13/2/1978)
Riconoscimento dei gas
tetraidiotrofene,
detisolfuro,dmetisolfuro, ai sensi e
per gli effetti del Regolamento
speciale per l’impiego dei gas tossici.
31 luglio 2012 Modifiche al regio decreto 9 gennaio (G.U. n. 238 del 11/10/2012)
1927 n.147 concernenti le indicazioni
sull’uso dei Sali cianuro nei bagni
galvano
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27

Tra il R.D. 147 del 1927 e i giorni nostri il diritto amministrativo italiano è
molto cambiato: Introduzione delle regioni
Le funzioni amministrative relative ai gas tossici, dal livello statale
(Ministero/Prefetto) sono state delegate al livello Regionale/Comunale.
Il rilascio dell’autorizzazione all’utilizzo/custodia è di competenza del Sindaco
(o del Dirigente comunale competente, alla luce della riforma «Bassanini») che
si avvale di:
• Dipartimenti di sanità pubblica delle Aziende Sanitarie Locali
• Dipartimenti di tutela della salute negli ambienti di lavoro delle Aziende
Sanitarie Locali

Le regioni hanno inoltre legiferato e regolamentato gli aspetti procedurali.

17
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27

Per «impiego del gas tossico» si intende l’utilizzo, la custodia e la


conservazione in magazzini o depositi ed il trasporto dello stesso.
Ognuna delle tre forme è soggetta ad autorizzazione:
1. Autorizzazione ad utilizzare i gas tossici
2. Licenza a trasportare i gas tossici
3. Abilitazione all’impiego dei gas tossici (PATENTE DI ABILITAZIONE)
4. Licenza, volta per volta, ad utilizzare gas tossici in luogo abitato e
nell’ambito del demanio marittimo o in aperta campagna

18
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27

Ogni autorizzazione e/o licenza è riferita ad una determinata:


• Persona
• Gas tossico
• Luogo di impiego / detenzione
• Operazioni di trasporto

→ Ogni variazione deve essere comunicata all’Autorità competente, che dopo


accertamenti, rilascia una NUOVA autorizzazione

19
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27

Custodia e Quantità che è Quantità che è


Utilizzo: Occorre Se occorre
conservazione a consentito custodire o consentito
N. Elenco Alfabetico autorizzazione licenza ( art
qualsiasi scopo in conservare senza l' trasportare senza
prescritta all. art 5 23)
magazzini o depositi autorizzazione ( art 4.) licenza (art 4)

a)Allo stato gassoso. Da solo


mescolato con bromuro o cloruro
A Acido Ciandrico Si Nessuna Nessuna Nessuna Si
di cianogeno o con sostanze
comunque irritanti

b) compresso o liquefatto,
mescolato con sostanze
stabilizzanti e contenuto in
Si Nessuna Nessuna Nessuna Si
recipienti ad alta pressione,
soggetti a bollitura secono il
regolamento speciale

d) allo stato liquido mescolato


con sostanze stabilizzanti o
comqune con sostanze irritanti,
Si Nessuna Nessuna Nessuna si
impastato con sostanze
inerti,contenuto in recipienti a
piccola pressione

Compressa o liquefatta e
contenuta in recipienti ad altra
A Ammoniaca Si Fino a 75 kg fino a 75 kg Qualsiasi no
pressione soggetti a bollitura
secondo il regolamento speciale

20
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27

La patente di abilitazione attesta:


• L’idoneità fisica, psichica e morale
• Il superamento di una prova della prova orale di esame
• Il superamento di una prova della prova pratica di esame
Prima occorre ottenere :
Certificato di idoneità (dalla Regione o dalla Azienda Sanitaria Locale
solitamente del capoluogo di Prov.)
• Atto di nascita
• Certificato di studi elementari
• Certificato generale del casellario giudiziario
• Certificato di un medico militare o d un ufficiale sanitario comunale
• Fotografia

21
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27

Il programma della prova di esame è stabilito nel D.M. del 9 maggio del 1927.
L’esame verte sul/sui gas per i quali viene richiesta l’abilitazione.
La prova orale:
• Nozioni elementari sulla preparazione e utilizzo industriale del gas,
• Sorgenti di intossicazione durante la fabbricazione e l’utilizzo
• Azione tossica di questo
• Modi per rilevarne la presenza
• Norme cautelative
• Soccorsi d’urgenza
La prova pratica:
• Tecnica di manipolazione, conservazione e trasporto connesse con l’utilizzo
• impiego di maschere e apparecchi contro il gas

22
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27
Per le prove pratiche, ciascuna commissione esaminatrice stabilisce l’ istituto o lo stabilimento in
cui esse dovranno svolgersi.

• Per ciascun aspirante la commissione esaminatrice formula il tema da svolgere, determina gli
elementi che possono essergli messi a disposizione e stabilisce il tempo massimo di durata
della prova.
• Alle prove pratiche devono presenziare costantemente tre membri della commissione
esaminatrice delegati a riferire sulla capacità ed abilità di ciascun aspirante alla commissione
stessa, che darà sul loro rapporto, il voto. La prova orale dovrà durare non meno di venti
minuti e non più di trenta minuti.
• Ogni commissario dispone di dieci punti per il complesso delle prive pratiche e di dieci punti
per la prova orale.
• Ottengono il certificato di idoneità gli aspiranti che abbaiano conseguito sette decimi nel
complesso delle prove pratiche ed orale, purché abbiano conseguito non meno di sei decimi in
ciascuna di esse.
• «Delle operazioni degli esami viene redatto giorno per giorno un processo verbale che deve
essere sottoscritto da tutti i commissari e dal segretario»

23
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27

La commissione esaminatrice è generalmente costituita da:


◦ Un funzionario di Pubblica Sicurezza
◦ Un chimico dell’Agenzia Regionale di Protezione Ambientale
◦ Un ufficiale superiore del corpo Nazionale dei VVF
◦ Un dirigente del Servizio Sanitario Territoriale

→ Esito favorevole esame


→ certificato di idoneità
→Patente di abilitazione

24
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27

La patente è soggetta a revisione periodica (5 anni) per accertare la


sussistenza dei requisiti di idoneità fisica, psichica e morale.

La patente può essere revocata:


1. Mancanza dei requisiti di cui sopra
2. Assenza senza giustificato motivo alla visita individuale, revisione
collettiva e continui nell’impiego dei gas tossici
3. Casi di «indegnità» al codice penale

La patente può essere sospesa (e la sospensione revocata) quando sia cessata


la causa che ebbe a determinarla.

25
Aspetti legislativi
Regolamento dei gas tossici secondo R.D. n. 147/27

Le aziende che producano, impegano o hanno in deposito gas tossici sono


soggette alla normativa riguardante le «industrie insalubri» comprese nel DM
5 settembre 1994.

Art. 216 del RD 27 Luglio 1934 suddivide in :


1. Aziende che debbono essere isolate nelle campagne e tenute lontano
dalle abitazioni
2. Aziende che esigono cautele speciali per l’incolumità del vicinato

Il ministero della salute emana l’elenco:


• DM 12 luglio 1912
• DM 2 marzo 1987
• DM 5 settembre 1994

26