Sei sulla pagina 1di 1

CN0803@070.

qxd 6-02-2008 9:36 Pagina 70

notizie di benessere di Francesco Bottaccioli www.simaiss.it

Con una risata il latte materno è ancora più salutare


Hajime Kimata, un immunologo giapponese, ha recentemente pubblicato un lavoro realizza-
to su donne che allattano, dimostrando che la visione di un film comico causa un incremen-
to della produzione dell’ormone melatonina nel latte materno.
Sono stati studiati 48 bambini di 5-6 mesi di età, tutti affetti da dermatite atopica (malattia
allergica della pelle conosciuta anche come eczema), e le loro madri, di cui la metà affetta dallo
stesso disturbo. Alle donne è stato fatto vedere Tempi Moderni e un film di lunghezza equi-
valente, ma non esilarante come quello di Charlie Chaplin. Successivamente, dalle 20 alle 6 del
mattino, sono stati fatti sei prelievi di latte misurando il livello di melatonina in esso contenuto.
La conclusione è stata che le donne che avevano visto il film di Chaplin avevano livelli di mela-
tonina più alti e i loro figli hanno presentato anche una minore reattività cutanea, probabilmen-
te a causa dell’assunzione di melatonina con il latte, ormone dotato di attività antiallergica. Altri
studi hanno indagato gli effetti del buon umore e delle risate anche in caso di tumori e patolo-
gie autoimmuni, malattie che implicano comunque uno squilibrio immunitario. Su The Oncologi-
st, un gruppo di oncologi di Boston, ha concluso che un “rispettoso e intelligente uso dell’umori-
smo nei reparti di oncologia è un fattore positivo sia per i pazienti sia per gli operatori”.

Cibi giusti da piccoli, buona salute da grandi


Ormai c’è un interesse crescente per lo di altri dal punto di vista psichico. Ma anche ricercatori delle Università di Birmingham e
studio di quelle che potremmo definire le il cibo può lasciare segni negativi. di Bristol ha portato altri dati rilevanti. Un la-
impostazioni iniziali della vita di una perso- Un gruppo dell’Università di Bonn ha pubbli- voro che ha interessato 5000 persone, segui-
na. Infatti si è scoperto che le emozioni e cato sul numero di dicembre dell’American te nella loro dieta fin da quando erano pic-
i cibi di cui ci nutriamo nella prima fase Journal of Clinical Nutrition uno studio realiz- cole, esattamente dal 1937, ha concluso che
della vita (fino a 5-6 anni di età) lasciano zato su bambini tedeschi seguiti dalla nasci- una “dieta in famiglia ricca di latte e formag-
segni robusti, che possono diventare anche ta fino all’età di 7 anni, dimostrando che una gi durante l’infanzia è associata a un mag-
permanenti, nella personalità e nella struttu- dieta eccessivamente ricca di proteine del gior rischio di cancro al colon retto nell’età
ra fisica del bambino e dell’adulto. Per esem- latte e derivati all’età di 12 mesi, aumenta adulta”. Secondo i calcoli dei medici inglesi i
pio, si è visto che un trauma psichico subito la probabilità di trovare quei bambini all’età bambini con il più alto livello di assunzione
dalla madre in gravidanza causa nascite di di 7 anni in forte sovrappeso. Nello stesso di latticini avevano da adulti un rischio tripli-
bambini che da adulti avranno più problemi numero della rivista medica, un gruppo di cato di tumore intestinale.

La pelle scura ostacola la produzione di vitamina D È meglio il pesce


I terapeuti che hanno come pazienti persone di colore dovrebbero aggiornarsi sulle loro ca- o il suo olio in pillole?
ratteristiche biologiche. Cominciando proprio dalla pelle, così scura per l’eccesso di mela- Su American Journal of Clinical Nutrition di
nina che è il loro scudo protettivo verso il sole equatoriale. Qui da dicembre è stato pubblicato il primo studio
noi però questa barriera diventa una corazza che non fa pas- per verificare se mangiare pesce o prendere
sare i più timidi raggi di sole. Per questo, le persone di pillole di olio di pesce sia la stessa cosa per
colore che vivono alle nostre latitudini hanno in gran quanto riguarda l’assunzione di acidi grassi
parte una carenza di vitamina D, che viene sintetiz- della serie Omega 3, sostanze protettive del
zata proprio esponendo la pelle al sole. Uno studio sistema cardiovascolare. Effettivamente man-
recente ha dimostrato che oltre il 40% dei bam- giare pesce grasso (salmone, tonno) due volte
bini di origine africana che vive in America sof- a settimana o assumere una pillola di olio di
fre di questa carenza. Ma anche gli adulti, in par- pesce tutti i giorni dà gli stessi risultati in
ticolare le donne in menopausa, hanno bisogno termini di Omega 3. Personalmente, di fronte
di forti dosi di vitamina D soprattutto d’inverno. alla domanda a cui oggi risponde in modo
Secondo uno studio controllato di un gruppo di ri- chiaro lo studio, il mio parere non cambia: la
cercatori di New York, per colmare la carenza di vita- ricchezza e la complessità nutrizionale e, non
mina D in donne afroamericane è stata necessaria una di minor importanza, il piacere che regala un
supplementazione della vitamina a dosi di 2000 Unità buon alimento come il pesce, non sono certo
Internazionali al giorno per tre anni. paragonabili a una pillola.

70 marzo 2008