Sei sulla pagina 1di 9

Laminam

/ Applicazione di lastra Laminam


in facciata ventilata:
sistema di fresatura in costa >
Indice

1. Il prodotto /................................................................................................................................................. 3

2. Sistemi di fresatura in costa /................................................................................................................ 4

3. Strato di isolamento termico / .............................................................................................................. 5

4. Sottostruttura / ........................................................................................................................................ 6

5. Struttura principale e tamponamento / .............................................................................................. 7

6. Progettazione architettonica / .............................................................................................................. 8

7. Progettazione strutturale /..................................................................................................................... 8

8. Dati tecnici di modellazione /................................................................................................................. 9

Laminam Spa produce e fornisce lastre in gres porcellanato per la realizzazione di facciate
ventilate/continue. L’esecuzione è a carico di aziende specializzate che si occupano di progettazione e
installazione. Il Project Management di Laminam SpA fornisce assistenza tecnica ed i valori di resistenza
della lastra al vento per un corretto dimensionamento ed una corretta installazione.
laminam p3

1. Il prodotto /

Tutti i valori e le indicazioni progettuali riportate nel seguente manuale sono da ritenere validi
esclusivamente per le lastre di gres porcellanato prodotte da LAMINAM SPA. Le variabili connesse alla
produzione delle lastre LAMINAM, quali la scelta delle materie prime, tempi, sistemi e curve di cottura e
applicazione di fibra di vetro, rendono il prodotto unico con caratteristiche tecniche non paragonabili ad
altre lastre. LAMINAM SPA diffida dall’utilizzo dei valori e informazioni riportate nel presente manuale per
il dimensionamento e la progettazione di lastre di gres porcellanato non prodotte presso il proprio
stabilimento.

Laminam 12+
Caratteristiche: Laminam 12+ è costituita dalla lastra di base rinforzata strutturalmente con una stuoia in
fibra di vetro applicata sul retro con apposito collante.
Spessore nominale: 12 mm

Proprietà di adesione della fibra di rinforzo


La presenza del rinforzo in fibra di vetro sul retro di Laminam 12+ permette l’utilizzo di questi prodotti
innovativi come rivestimento di facciate ventilate, in quanto agisce come ritegno per trattenere eventuali
frammenti ceramici in caso di rotture, requisito essenziale per questa destinazione d’uso.
Tale rinforzo viene applicato da Laminam SpA tramite processo industriale automatizzato che garantisce
elevati standard qualitativi, verificati da controlli interni sui singoli lotti di produzione, oltre a ripetibilità e
costanza delle performance del prodotto (processo conforme secondo ISO 9001).
Il mantenimento delle performance di adesione della fibra di rinforzo alla lastra ceramica è stato inoltre
verificato tramite un protocollo di prova studiato ad hoc nella metodologia e supervisionato da Istituto
Giordano SpA, con lo scopo di valutare le caratteristiche di adesione tra gli strati costituenti i prodotti
anche a seguito di numerosi cicli di condizionamento e invecchiamento, atti a simulare le condizioni alle
quali le lastre Laminam 12+ potrebbero trovarsi durante la vita d’uso dell’applicazione finale.

La soluzione proposta nella presente scheda tecnica è puramente indicativa e dovrà essere verificata da parte del Progettista e
dell’Impresa che esegue i lavori sulla base della normativa vigente nel Paese di riferimento.
laminam p4

2. Sistema di fresatura in costa /

Sistema di fresatura in costa con clip metalliche Sistema di fresatura in costa con profilo metallico continuo

Sezione verticale Sezione orizzontale


*I dettagli costruttivi sopra riportati sono da considerarsi solo come esempi e non come dettagli esecutivi, che andranno
sviluppati dal progettista in accordo alle necessità progettuali di ciascuna realizzazione.

Le lastre Laminam possono essere applicate in facciata ventilata mediante fissaggi a scomparsa (clip
metalliche o profili continui) inseriti in apposita fresatura (kerf) sui bordi inferiori e superiori. I sistemi di
supporto delle lastre devono contrastare l'azione del vento e permettere la dilatazione termica del profilo.
Per tale sistema possono essere utilizzate lastre Laminam 12+.

Fresatura in costa
La fresatura in costa (kerf) della lastra Laminam 12+ deve avvenire mediante l’utilizzo di idonei utensili
diamantati. Tale lavorazione può interessare tutta la lunghezza della lastra o essere interrotta prima della
fine per nascondere il taglio una volta montata.
La fresatura deve essere realizzata al centro del bordo con spessore idoneo per permettere un agevole
fissaggio della lastra.

Sistema di aggancio
Il fissaggio meccanico delle lastre può avvenire mediante clip o profili di diverse sezioni (Ω, Z, o altre
dedicate). Le clip e i profili in acciaio inox devono essere di dimensioni idonee per lo spessore della lastra
e compatibili con le dimensioni della fresatura. Fissaggi di altre leghe metalliche possono essere utilizzate
previa verifica da parte di un tecnico abilitato e ditta fornitrice. L’aggancio alla sottostruttura può avvenire
mediante rivetti, viti mordenti o sistemi speciali di fissaggio. Le sottostrutture metalliche possono essere
semplici T o L in alluminio o acciaio, oppure profili dedicati studiati per questo tipo di aggancio. I fissaggi

La soluzione proposta nella presente scheda tecnica è puramente indicativa e dovrà essere verificata da parte del Progettista e
dell’Impresa che esegue i lavori sulla base della normativa vigente nel Paese di riferimento.
laminam p5

delle clip mediante rivetti, viti o incastri devono essere garantiti dalla ditta fornitrice del sistema, la quale
deve anche provvedere a fornire le istruzioni di corretta installazione della clip. Per conferire solidità al
sistema, evitare lo slittamento laterale e con scopo di antivibrazione si deve posizionare del materiale in
neoprene, EPDM o altro materiale equivalente, tra il retro della lastra e la clip o profilo. Tale materiale può
essere in forma di nastro adesivo da porre sui profili o elemento direttamente incluso o assemblato alla
clip. In alternativa è possibile utilizzare del silicone a punti lungo i profili.

Formati lastra Laminam


La lastra Laminam 12+ con tale sistema di fissaggio può essere applicata con formati massimi pari a
810x3240mm.

Installazione lastra
Le lastre Laminam possono essere installate orizzontalmente, prestando attenzione durante la
movimentazione. Per la corretta movimentazione della lastra si consiglia l’utilizzo di ventose o telai muniti
di ventose e apparecchiature di sollevamento che facilitino le operazioni.
L’applicazione deve avvenire senza pressioni particolari sulla lastra evitando forzature di ogni genere.
Risulta importante l’applicazione di materiale comprimibile antivibrazione tra la lastra e la placca della
clip o inserito lungo i profili di sottostruttura. Tutti i profili della sottostruttura possono avere sezione a L,
T, scatolare o profilo dedicato e con larghezza tale da garantire l’installazione corretta della clip. La fuga
verticale e orizzontale tra le lastre deve essere uguale o maggiore a 5 mm. L’interasse orizzontale delle
clip deve essere determinato in relazione a sito, altezza dell’edificio e pressione del vento.

3. Strato di isolamento termico /

Si possono inserire tutte le tipologie d’isolante termico presenti in commercio poiché la loro applicazione
è totalmente indipendente dal rivestimento in Laminam. Lo spessore dell’isolante può però incidere nella
scelta delle dimensioni delle staffe che devono fuoriuscire dallo strato isolante e rendere agevole il
fissaggio dei profili di sottostruttura alle stesse.
Per ottenere uno sfondo nero o scuro, visibile tra le fughe della facciata, possono essere utilizzati isolanti
aventi finitura superficiale nera. In alternativa disporre tra l’isolante e la lastra un tessuto nero
impermeabile ma traspirante. La verifica termoigrometrica della pacchetto di facciata sarà a carico del
tecnico incaricato.

La soluzione proposta nella presente scheda tecnica è puramente indicativa e dovrà essere verificata da parte del Progettista e
dell’Impresa che esegue i lavori sulla base della normativa vigente nel Paese di riferimento.
laminam p6

4. Sottostruttura /

Profili
Il progetto e dimensionamento della sottostruttura in base al
carico del vento e al peso sono a cura del fornitore della stessa
o di un tecnico abilitato. Il progettista e l’installatore quindi sono
responsabili della progettazione e montaggio di tutte le parti
che la compongono. Le lastre Laminam sono fissate a una
sottostruttura in profili di alluminio o acciaio, a loro volta fissati
alla struttura portante mediante l’utilizzo di staffe regolabili.
Eccezionalmente possono essere utilizzati montanti in legno.
I profili utilizzabili per la realizzazione della sottostruttura sono
molteplici, riassumibili per semplicità in profili a L, T, Ω o
scatolari generici, sufficientemente larghi da permettere
un’agevole applicazione dei fissaggi considerati e un minimo di
tolleranza necessaria. In ogni caso, sezione, spessore e inerzia
del profilo devono essere dimensionate dal tecnico incaricato
della progettazione, secondo le normative di costruzione
nazionali/locali ed in base al calcolo dei carichi, del vento e del
peso da sopportare. I profili verticali possono essere verniciati utilizzando tecniche o processi che non ne
alterino le caratteristiche e che permettano l’applicazione di adesivi strutturali qualora richiesti. In
alternativa, nei casi in cui vengano utilizzati agganci meccanici e non siano richieste particolari prestazioni
superficiali del profilo, è possibile applicare del nastro colorato lungo i profili verticali. È preferibile posare
i profili in posizione verticale per evitare ristagni d’acqua.
È inoltre importante nella progettazione della sottostruttura garantire i movimenti dei profili senza tra-
smettere tensioni alla lastra: il giunto tra i profili deve coincidere con il giunto tra le lastre. La
sottostruttura in alluminio deve essere opportunamente dimensionata dal tecnico incaricato della
progettazione, secondo le normative di costruzione nazionali /locali. Il valore di deflessione della sotto-
struttura deve essere inferiore a 1/200 della luce o 15 mm (secondo la normativa europea) o comunque
inferiore al valore imposto dallo standard locale. Nel caso vi sia contatto tra gli elementi in alluminio e
quelli in acciaio, occorre prevenire i fenomeni di corrosione galvanica mediante l’inserimento di un
elemento in materiale isolante tra le parti.

La soluzione proposta nella presente scheda tecnica è puramente indicativa e dovrà essere verificata da parte del Progettista e
dell’Impresa che esegue i lavori sulla base della normativa vigente nel Paese di riferimento.
laminam p7

Staffe
Le staffe di supporto in alluminio, acciaio o altro materiale
consentono il fissaggio dei profili montanti alla struttura prin-
cipale. Tali staffe, regolabili in altezza e profondità, permettono
l’installazione ottimale della facciata ventilata e consentono di
regolare la distanza tra struttura principale e lastra, creando la
ventilazione necessaria e lasciando spazio all’ applicazione del
materiale isolante. L’interasse tra le staffe varia secondo le
proprietà meccaniche dei profili, del carico del vento e del peso
proprio e della resistenza allo strappo del supporto.
Il fissaggio delle staffe alla struttura principale è garantito
mediante l’utilizzo di elementi adeguati al tipo di struttura
portante, capaci di resistere a forze di estrazione dovute al carico
del vento e forze di taglio dovute al peso proprio. La verifica della
resistenza allo strappo del tassello deve essere eseguita dal
fornitore dello stesso. Per eliminare effetti torsionali sui profili in
alluminio della sottostruttura, le staffe devono essere sistemate
in sequenza alternata a destra e sinistra del profilo. Eventuali
ponti termici possono essere eliminati inserendo materiale
isolante tra staffa e struttura principale.

Fissaggi tra profili di alluminio e staffe


Nel fissaggio dei profili in alluminio alle staffe si deve tenere conto della dilatazione termica differenziale
tra ceramica e alluminio e prevedere sia punti di fissaggio fissi sia punti mobili. Il numero degli ancoraggi
si determina in base ai carichi agenti.

5. Struttura principale e tamponamento /

E` possibile applicare la facciata ventilata con lastre Laminam a qualsiasi supporto idoneo a sostenerne i
carichi propri e accidentali. La particolare leggerezza della lastra Laminam rispetto alla ceramica tradizio-
nale o alle pietre naturali, ne agevola notevolmente l’applicazione. Le staffe sono ancorate tramite l’uso
di tasselli chimici o meccanici in base alla resistenza allo strappo garantita dal supporto e verificata dalla
ditta fornitrice dei tasselli.
Nel caso di tamponamenti non portanti o installazione di pareti continue, in assenza di strutture verticali,
l’aggancio della sottostruttura metallica alla struttura portante dell’edificio avviene da interpiano a
interpiano: deve essere progettato il montante verticale in modo da sostenere carichi verticali e
orizzontali con luce libera d’inflessione pari alla luce di interpiano. Eventuali fuori-piombo della struttura
portante si correggono mediante l’utilizzo di sottostrutture regolabili in altezza e profondità.

La soluzione proposta nella presente scheda tecnica è puramente indicativa e dovrà essere verificata da parte del Progettista e
dell’Impresa che esegue i lavori sulla base della normativa vigente nel Paese di riferimento.
laminam p8

6. Progettazione architettonica /

La parete ventilata è progettata per rispondere alle esigenze architettoniche e funzionali del fabbricato
su cui è installata. Per la progettazione di facciate ventilate realizzate con lastre Laminam è importante
gestire correttamente il formato della lastra, esaltandone le dimensioni (1000x3000mm e
1620x3240mm), e limitando al massimo lo sfrido. Grazie alla facilità di lavorazione delle lastre Laminam
è possibile, con l’utilizzo del formato massimo, ottenere qualsiasi forma e dimensione. La scelta della
tipologia di fissaggio deve essere valutata anche in base dell’abaco della facciata. In presenza di aperture
o elementi non modulari (molto frequenti in caso di ristrutturazioni di edifici) è consigliato evitare la
realizzazione di tagli ad “L”.

7. Progettazione strutturale /

Determinazione dei valori di resistenza a rottura


I valori di resistenza al vento delle lastre Laminam sono stati calcolati tramite un software agli elementi
finiti FEM, utilizzando tutti i valori caratteristici riportati nelle schede tecniche e di prodotto. Per fare ciò
sono state considerare le caratteristiche meccaniche della lastra e i vincoli sono stati schematizzate in
modo più coerente possibile in base alla reale natura dei fissaggi.

Stato deformativo

Stato tensionale

La soluzione proposta nella presente scheda tecnica è puramente indicativa e dovrà essere verificata da parte del Progettista e
dell’Impresa che esegue i lavori sulla base della normativa vigente nel Paese di riferimento.
laminam p9

Tutti i valori sono stati validati da ricerche e verifiche sperimentali condotte presso l’Istituto Giordano,
durante le quali le lastre Laminam 12+ sono state testate nelle diverse configurazioni di fissaggio e passo
di sottostruttura. Durante le prove sono state monitorate e registrate le deformazioni della lastra in
relazione alla depressione esercitata in modo da calibrare correttamente il relativo modello di calcolo.
I test sono stati effettuati con il vento in depressione in quanto questa condizione rappresenta la più
gravosa, poiché non tiene conto della fibra di vetro incollata sul retro della lastra. Infatti, la fibra di vetro
garantisce esclusivamente il ritegno del materiale in caso di danneggiamento e rottura della lastra
provocata da urto accidentale.

Per ogni lastra, sottoposta a pressioni crescenti, le deformazioni sono state rilevate mediante l’utilizzo
di comparatori.
Per richiedere i valori di resistenza al vento potete contattare il Project Management di Laminam SpA al
seguente indirizzo: infobim@laminam.it

8. Dati tecnici di modellazione /

La soluzione proposta nella presente scheda tecnica è puramente indicativa e dovrà essere verificata da parte del Progettista e
dell’Impresa che esegue i lavori sulla base della normativa vigente nel Paese di riferimento.