Sei sulla pagina 1di 64

Il Carnevale

a Venezia
made in Italy
Il Festival
di Sanremo
Danza in aFiera
Firenze Bilbolbul
Un Po d’Ar te a Bologna
Pubblicazione mensile - Anno XV Num. 148 febbraio 2011- Free Press

a Torino

Milano Moda

Veronafiere
promuove l’Italia
Università dei Sapori
”L’Africa
a Genova
Pitti Taste2011 delle Meraviglie” Era2000 1
2 ERA2000
1 hotel, 2 anime

Gli opposti che attraggono

Catania
Via del Bosco, 62 - tel. +39 095 7335100 - fax: +39 095 7335103
www.hotelvilladelbosco.it - www.hotelvdbnext.it - info@hotelvilladelbosco.it - eventi@hotelvdbnext.it
Era2000 3
RIALE
EDITO

’ arrivato il carnevale! Si aprono le danze

E con il Rubygate, l’ambivalenza del Pre-


sidente della camera che è anche leader
di Futuro e Libertà. I gossip urlati in tv, le ma-
schere “vere” di certi V.I.P, le bugie delle veline,
certe “baruffe chiazzotte”di salotti televisivi che
ci ricordano famose commedie goldoniane. Tut-
to è pronto per festeggiare con clamore il tema
del mese. L’unico dubbio che rimane è tra chiac-
chere e frappe, struffoli e castagnole. Mentre la
politica si diverte, le imprese continuano a lavo-
rare per rendere l’Italia grande ed operosa. Nuo-
ve aziende nascono con la volontà di crescere
e tenere alte le eccellenze italiane. Singoli eroi
affrontano quotidianamente il menage economi-
co familiare e ne escono vincitori. Nell’anno dei
ricordi per l’Italia Unita, italiani contro italia-
ni festeggiano la forza dei padri che in passato
si unirono per liberare la nazione. Bella Italia,
lontana dalla poesia e vicina al turpiloquio, ri-
posa insoddisfatta delle gesta dei tuoi abitanti
e sogna inquilini migliori. E se arriveranno sii
benigna e non matrigna, accoglili nel tuo ventre
e proteggili dal passato.

Il Direttore,
Stefania Legumi

4 ERA2000
SOMMARIO
Num.148 Anno XV febbraio 2011
N A Z I O N A L E

Direttore Editoriale
Carnevale di Venezia pag. 08
Antonio Guerrieri
Direttore Responsabile
L’arte ti fa gli auguri pag. 10
Stefania Legumi CNMI ed i suoi 50 anni pag. 12
Caporedattore Milano Moda pag. 13
Caterina Guerrieri
Milano Sposi pag. 16
Hanno Collaborato:
Sara Paradisi, Renato Rovetta,
Graphic Design Worlds pag. 18
Cassandra Nail, Maria Scoscia, Bilbolbul pag. 19
Cinzia Mortolini, Rossana Furfaro,
Franco Baccarini, Agata Preziosa, Africa delle Meraviglie pag. 24
Francesco Fiumarella, Maria Stella Oddi
Un PO d’Arte pag. 26
Michele De Luca, Umberto Zonin,
Armando Zonin, Sergio Mattioli, L’avventura del vetro pag. 27
Luisa De Salvo, Massimo Casciarri
Sigfrido Bartolini pag. 30
Progetto Grafico/Impaginazione Festival Sanremo pag. 34
Caterina Guerrieri
Micheal Jackson pag. 35
Direzione e Amministrazione
Via Hanoi, 2 Danza in fiera pag. 36
06083 • Bastia Umbra (PG)
Tel. 075 8005389 Teatri della danza pag. 38
Fax.075 8004270 “Se non ci sono altre domande”
redazione@era2000online.net
al Teatro Morlacchi di Perugia pag. 38
Marketing e Pubblicità
Altea Natalino
Vasco Pratolini pag. 40
Aprea Carmela Premio Qualità Italia pag. 44
Editore Veronafiere e il made in Italy pag. 45
E.G.I. s.r.l.
Verona “Cucina e Sapori” pag. 47
Reg. Tribunale di Perugia
N. 24 del 18/07/1996 ASTRA Seriana pag. 50
Stampa Pitti Taste pag. 51
Properzio srl di CioccolaTo pag. 52
Bastia Umbra (PG)
Università dei Sapori pag. 53
Le opinioni espresse impegnano solo la
responsabilità dei singoli autori.
Itinerari storici veneziani pag. 58
Tutto il materiale inviato, anche se non Polo Nord Perugia pag. 59
pubblicato, non sarà restituito e resterà
di proprietà dell’editore. Trotti pag. 60

Era2000 5
domo
spa & resort
12 ampie camere hi-tech
dotate di ogni comfort: climatizzazione,
tvsat, internet, telefono,
frigobar, cassaforte,
arredi vintage e
domotica biocompatibile

straordinario centro benessere

Tel 075.6211600 Fax 075.5055821

A Perugia in Via dell’Ingegneria, 19


- già Via Dei Cappuccinelli -
6 ERA2000
e-mail: domo@domo.bz www.domo.bz
NUN, un esclusivo Relais

ERA 2000 promuove le “Dimore di Charme”


NUN
Assisi Relais nel cuore spirituale di Assisi
& SPA Museum
di Cassandra Nail

L’ antico monastero di Santa Caterina si


trasforma in resort a 5 stelle e in splen-
dida SPA museo. Ai piedi del Monte
Subasio nella città mistica per eccellen-
za, il resort con le sue 18 suite domina
la vallata umbra dall'alto della affasci-
nante cittadina di Assisi. Già nota per
aver dato i natali a San Francesco, nel
1275 ospita il convento delle benedet-
tine, che a distanza di anni, dopo aver
subito un accurato restauro, diventa Il
NUN Relais & Spa Museum. Rispetta-
ti i canoni architettonici dell'epoca nel-
le suite si colgono gli inserti tecnologici
tra affreschi, nicchie e volte a botte. Leit

redazionale pubblicitario
motiv della struttura unica nel suo ge-
nere è il colore candido che avvolge nel
design ogni forma dell'antico monaste-
ro. Il centro benessere del Nun si sposa
magnificamente con le testimonianza
archeologiche di un anfiteatro romano.
Dalla piscina si può ammirare un'anti-
ca scala in calcare rosa, sulla quale sorge
un podio rettangolare porta di accesso
di un tempio dedicato alle acque, opera
di antiche maestranze romane del I se-
colo D.C. Inoltre all'interno del percor-
so termale si incontrano due cisterne
romane con volta a botte che ospitano
sala massaggi e hammam del centro be-
nessere. Per dedicare spazio anche ai sa-
pori il ristorante NUN capitanato dallo
chef Mirko Nocchetti regala piatti pre-
libati e accattivanti legati alla tradizione
del territorio umbro. Il Nun vi aspetta
per ritemprare l'anima e il corpo in un
ambiente elegante e accogliente.

Via Eremo delle Carceri, 1A06081 Assisi (PG)


T.075.8155150 Era2000 7

reception@nunassisi.com
Carnevale
di Venezia 2011:
“Ottocento... d

8 ERA2000
:
. da Senso a Sissi. La città delle donne”
di Stefania Legumi

A
pre così l’atteso Carnevale di Venezia 2011. Lo e meraviglie. Come per incanto si verrà catapultati in un
storico evento che coinvolge non soltanto la splen- regno del sogno, magico e giocoso, tutti interpreteranno
dida città marinara ma anche numerosi turisti il ruolo di protagonisti della scena, romantici e sensuali,
che arrivano da tutto il mondo. Quest’anno la direzione raffinati e eleganti, per un giorno all’anno si recita a sog-
artistica di Davide Rampello propone come tema domi- getto il ruolo che più ci appartiene. Il Casinò di Venezia
nante “l’Ottocento”. Cavalcando l’onda dell’anniversario ospiterà le incredibili serate con cene arricchite da spet-
dell’Unità d’Italia pone l’accento sulle grandi donne che tacoli di burlesque fenomeno che prende forma proprio
hanno animato quel secolo di cambiamenti, e ironizza su- nell’ottocento. “Il Giardino dei Paesi volanti” sarà il titolo
gli scontri tra ufficiali Austriaci e promotori dei Comitati della seconda edizione del carnevale per i ragazzi realizzato
per l’Unità al Regno d’Italia. Dal 19 febbraio all’8 Mar- dalla Biennale di Venezia, le location saranno i Giardini
zo Venezia si vestirà di festa e inviterà tutti alla visione della Biennale. Mostre, attività educative per le scuole,
di spettacoli teatrali, concerti, rappresentazioni storiche, caccia al tesoro, tour guidati caratterizzeranno il carnevale
proiezioni cinematografiche. Il primo appuntamento è l’i- dei ragazzi che coinvolgerà intere famiglie in un percorso
naugurazione del Carnevale che viene fatta in piazza San fantastico e coinvolgente. L’edizione 2011 del Carnevale
Marco con “gran brindisi a Venezia”, un elegante incipit di Venezia raggiungerà il suo climax nella “Vogata del si-
correlato da innumerevoli frac e deliziose arie dell’opera lenzio”. Gondole e imbarcazioni a remi sfileranno lungo
italiana. Successivamente il corteo acqueo del Coordi- il Canal Grande illuminato da padelle e lumini, da Rialto
namento Associazioni Remiere di Venezia navigherà sul al Bacino di San Marco che le accoglierà liberando nell’a-
Canal Grande fino al Sestiere di Cannaregio dove stand
ria centinaia di mongolfiere di carta accese. Le imbarca-
gastronomici aspetteranno le imbarcazioni con succulenti
zioni saranno annunciate dal suono chiaro e brillante di
dolci , frittole e galani, tipici del carnevale di Colombi-
una tromba messa sulla prima imbarcazione. Lo scenario
na. Da non perdere la “Festa delle Marie”e il caratteristico
suggestivo aiutato dalla bellezza della affascinante città
“Volo dell’Angelo”, dove un’ospite della città di Venezia,
renderà la dipartita del Carnevale più dolce e assicurerà ai
indossando un meraviglioso costume a tema con l’evento,
presenti uno spettacolo indimenticabile.
volerà romanticamente dalla cima del Campanile di San
Marco fino al centro della piazza. Sempre in piazza San
Marco l’attesissima premiazione della maschera più bella e www.carnevale.venezia.it
del costume più bello legato al tema del Carnevale 2011.
Tutto lo spazio si riempirà di colori, emozioni, stile, suoni info@veneziamarketingeventi.it

Era2000 9
Nel caso in cui il giorno del compleanno coincida con la chiusura dei luoghi, l’ingresso omaggio sarà valido per il giorno successivo a quello di chi

Da gennaio ad ottobre 2010 visitatori cr e


0,%$&BB9(1(5(;LQGG

E’ partita il 1 gennaio la nuova promozione del Mini- “L’Arte ti fa gli auguri” rappresenta quindi la prima ini-
stero per i Beni e le Attività Culturali, “L’Arte ti fa gli ziativa del MiBAC per un 2011 che punti a conferma-
auguri”, che per il 2011 offrirà a tutti cittadini dell’U- re ed incrementare gli ottimi risultati ottenuti nel 2010
nione Europea un ingresso gratuito in qualunque luo- in termini di aumento di visitatori e di incassi nei luo-
go dell’arte statale, nel giorno del loro compleanno. ghi della cultura statali, dopo anni di trend negativo.
Un regalo che il MiBAC intende offrire quale in- Gli ultimi dati rilevati dall’Ufficio Statistica del Mi-
vito a trascorrere una giornata di festa alla scoper- BAC hanno infatti registrato, da gennaio ad ottobre,
ta del nostro ineguagliabile patrimonio culturale. un incremento del 15,5% dei visitatori e dell’8,73%
La promozione rientra nel quadro delle iniziative messe in degli incassi rispetto allo stesso periodo del 2009 [*].
campo per celebrare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, Risultati, questi, anche frutto di una strategia comu-
con la consapevolezza che il nostro patrimonio culturale sia nicativa e promozionale che ha previsto, lungo tut-
un forte collante nazionale e motivo di orgoglio patriottico. to l’anno, una serie di eventi nazionali che hanno ri-

10 ERA2000
o di chiusura. Le categorie già destinatarie di agevolazioni riceveranno un ingresso omaggio per un accompagnatore che non goda degli stessi benefici.

cr esciuti del 15,5%, gli incassi dell’8,73% 

scosso grande partecipazione ed apprezzamento del gresso gratuito per tutti) 33.69 % rispetto al 2009;
pubblico e che saranno riproposti anche nel 2011: Domenica di Carta (3 ottobre, apertura straordinaria e gra-
San Valentino (ingresso 2x1): 31.02 % di vi- tuita di archivi e biblioteche statali): oltre 25.000 visitatori;
sitatori e 28.54 % di incassi rispetto al 2009; Musei in Musica (20 novembre, concerti gratuiti sera-
Festa della Donna (donne gra- li in oltre 150 musei italiani) oltre 40mila partecipanti;
tis) 1.25 % di visitatori rispetto al 2009; MartedìnArte (dallo scorso settembre, aperture gratuite serali
Settimana della Cultura (16-25 aprile, ingresso gratu- dei principali musei statali gli ultimi martedì del mese): ol-
ito per tutti), 12.87 % di visitatori rispetto al 2009; tre 37mila, in attesa dell’ultimo appuntamento di dicembre.
1° Maggio (biglietti a un 1 euro): 4.43 % visitatori rispetto al 2009;
Notte dei Musei (musei aperti gratuitamen-
Comunicato diffuso da:
te dalle 20.00 alle 2.00) 23.99% rispetto al 2009; Ufficio Stampa MiBAC
Giornate Europee del Patrimonio (25-26 settembre in- Tel. 06.67232261

Era2000 11
CNMI FESTEGGIA
AL QUIRINALE
I SUOI PRIMI
50 ANNI
25 gennaio 2011 - in occasione della “giornata qualità italia”,
davanti al presidente della repubblica Giorgio Napolitano, ai
ministri dello sviluppo economico Paolo Romani e delle po-
litiche agricole Giancarlo Galan, al sottosegretario alla Presi-
denza del Consiglio Gianni Letta e a qualificate presenze di
stiliti, imprenditori ed esponenti della società civile, il Pre-
sidente della Camera Nazionale della Moda Italiana Mario
Boselli, accompagnato dal presidente onorario Beppe Mode-
nese, dal vice Presidente Vicario Saverio Moschillo, dal vice
Presidente Giovanna Gentile Ferragamo, dal consigliere La-
vinia Biagiotti e dal direttore Giulia Pirovano è intervenuto
ricordando la credibilità e la considerazione che nell’ultimo
decennio CNMI ha acquisito nel mondo delle consorelle isti-
tuzioni rappresentanti la moda e di come sia diventata punto
di riferimento del sistema e interlocutore privilegiato. L’evento
per festeggiare i 50 anni di vita dell’associazione è stato anche
l’occasione per celebrare il successo, unanimemente ricono-
sciuto, riscosso dall’edizione di Milano Moda Donna di set-
tembre e da quella di Milano Moda Uomo appena conclu-
sasi. Il Presidente Boselli, pur dichiarandosi d’accordo con il
presidente di Confindustria Marcegalia circa la situazione di
moderato ottimismo dell’economia e dei mercati, ha precisato
come a fronte delle esportazioni nei confronti dei paesi bric,
che crescono a più di due cifre ma rappresentano meno del
10% delle nostre esportazioni totali, i mercati nostri tradizio-
nali del nord del mondo, paesi ocse etc, costituiscono oltre
il 90% del nostro export, ma presentano consumi statici e a
volte in regressione.Rivolgendosi al Presidente Della Repub-
blica Giorgio Napolitano, Mario Boselli ha ribadito il ruolo di
CNMI nel “rappresentare i più alti valori della moda e dello stile
italiani e di tutelare, coordinare, diffondere, controllare e poten-
ziare l’immagine della moda italiana sia in Italia che all’estero”,
in coerenza con il dettato statutario dell’art. 5 dell’associazio-
ne. In conclusione, Mario Boselli ha consegnato al Presidente
Napolitano una targa con la riproduzione di una foto che risa-
le al 25 luglio 1986, scattata su uno sfondo tricolore al termine
di una storica edizione di ‘donna sotto le stelle’ nella quale
sono rappresentati i protagonisti di allora della moda italiana.
Sulla targa è stato inciso il ringraziamento degli stilisti nei con-
fronti del Presidente della Repubblica per l’attenzione che ha
sempre riservato alla moda italiana.

www.cameramoda.it - info@cameramoda.it
12 ERA2000
in ATTESA
di Milano
Donna2011/12
di Caterina Guerrieri
MODA

al prossimo 23 febbraio

D fino al 1 marzo prossimi,


la bella Milano tornerà
protagonista di una delle kermes-
se più attese a livello mondiale:
Milano Moda Donna 2011/2012.
Celebrati - in occasione della
“Giornata Qualità Italia” - i 50
anni della Camera Nazionale del-
la Moda e ribadito il suo prestigio
come interlocutore privilegiato
tra le rappresentanze della moda,
restiamo dunque in attesa di quel-
li che saranno in nuovi trend del
pret-à-porter femminile per la
prossima stagione fredda. Dall’eco
di recenti rassegne stampa, sembre-
rebbe che, nell’impossibilità di al-
lestire Piazza dei Mercanti, questa
prossima edizione della settimana
della moda verrà organizzata in
Piazza Duomo, all’interno di una
tensostruttura trasparente che - rea-
lizzata per l’occasione - permetterà
anche al fortuito pubblico di pas-
santi di godersi, per quanto possi-
bile, le sfilate. Il cuore, o “fashion
hub”, dell’evento sarà riconferma-
to Palazzo Giureconsulti. Atteso
anche per questa edizione di Mila-
no Moda Donna, un fitto calenda-
rio con oltre 230 eventi tra sfilate e
presentazioni... e la presenza di cir-
ca 2500 giornalisti e di oltre 15000
buyers nazionali ed internazionali.

Era2000 13
Era2000 15
16 ERA2000
Milano Sposi
Il 5 e 6 febbraio la 35° edizione
del festival del matrimonio
di Agata Preziosa

L
a città della moda ospita al Forum di Assago Mi-
lano Sposi. Chi ha deciso, anche in epoca di crisi,
di convolare a nozze non può perdersi questo
evento. In esposizione 170 aziende con i loro stand, abiti
da sposa, sposo e cerimonia, bomboniere, partecipazio-
ni, foto-video, ristoranti, catering, ville d’epoca, viaggi
di nozze, organizzazione cerimonie, noleggio auto e car-
rozze, liste nozze, musicisti, addobbi floreali, acconciatu-
ra e estetica e tutto quello che concerne l’interior design
e l’arredo della nuova casa. Oltre che visitare il percorso
fieristico sarà possibile anche chiedere preziosi consigli
ai consulenti presenti dei vari settori per organizzare un
matrimonio davvero da favola. Un appuntamento impor-
tante che offre innumerevoli soluzioni, dal matrimonio da
sogno e romantico a quello tradizionale alle nuovissime
idee, originali e alla moda per un evento sempre all’in-
segna dell’unicità. Il successo della scorsa edizione, quasi
20.000 visitatori, promette un ottimo risultato di pubbli-
co, l’eleganza dello spazio e la accuratezza dei particolari
rispecchia le aspettative dei futuri sposi, che si trovano a
costruire il loro sogno d’amore in un ambiente da favola.
L’ingresso alla fiera è gratuito per tutti i visitatori che inol-
tre potranno partecipare anche ai piacevoli Happy hour
messi a disposizione da Milano Sposi. Grandi firme del
design sposi, dimore d’epoca, location di prestigio , stu-
di fotografici di fama sono ingredienti importanti per la
riuscita della fiera che ogni anno si arricchisce di stand
e di sorprese che coinvolgono attivamente gli operatori
ma soprattutto i futuri sposi che possono così preparare il
giorno più importante della loro vita in grande stile. Era2000 17
di Caterina Guerrieri

Triennale Design Museum di Milano e la prima mostra di Graphic Design


I
l Triennale Design Museum di Milano
presenta la prima grande mostra dedi-
cata al graphic design internazionale:
Graphic Design Worlds. Per graphic design
si intende una forma d’arte o di produzio-
ne artistica orientata verso la progettazione
di immagini, di una comunicazione visiva
ricercata, esclusiva, d’effetto. L’immagine,
soprattutto nella società globale, è assoluta-
mente determinante ed indicativa... si tro-
va al principio di quello che è lo sviluppo
commerciale ed imprenditoriale odierno, è
veicolo di valori e significati. Il graphic de-
sign interessa un pò tutti gli ambiti, da quel-
lo pubblicitario a quello artistico di moda,
architettura, musica, cinema e quant’altro;
offre prospettive molto interessanti per la
società contemporanea, fatte di approc-
ci, interpretazioni e linguaggi in continua
evoluzione. Il graphic designer è grande
interprete della vita culturale, economica e
sociale contemporanea ed attraverso il suo
genio creatore, diventa il primo regista del
cambiamento globale. La mostra proposta
al Triennale Design Museum intende con-
durre l’attenzione del grande pubblico “...
sui molteplici percorsi che conducono al
graphic design e che da questo si diparto-
no verso il mondo”. Nel termine “worlds”
(mondi), una pluralità di punti di vista, di
modus operandi, di relazioni e di contesti
che contraddistinguono le diverse realtà dei
graphic designer... identificandone ed ap-
profondendone la cultura visiva e materiale
a cui si riferiscono. In rassegna al Graphic
Design Worlds una selezione di esperienze
significative di oltre 30 personalità. Allesti-
menti ed istallazioni - ideati dagli stessi desi-
gner - verranno collocati nei 1500 mq della
Galleria dell’Architettura della Triennale e
resteranno esposti dal 26 gennaio al pros-
simo 27 marzo. Un paesaggio multiforme
ed originale, un percorso ricco di suggestio-
ni sensoriali capace di offrire agli spettatori
nuove prospettive e “lenti” con cui tornare a
guardare la vita quotidiana. Si tratta di un’i-
niziativa molto importante per l’Italia; nel
nostro paese infatti la cultura del progetto
sembra aver maturato esperienze interessan-
ti, tali da sostenere il confronto con quelle
del panorama internazionale. Il Graphic
Design Worlds propone anche una serie
iniziative collaterali finalizzate alla valorizza-
zione dei contenuti della rassegna: incontri,
interviste workshop ed attività didattiche di
cui potrete trovare il programma all’indiriz-
18 ERA2000 zo web www.triennaledesignmuseum.it.
Bologna
in fermento per
l’edizione 2011
di Caterina Guerrieri

A
cura dell’Associazione Cul-
turale Hamelin, Bilbolbul è
il festival dedicato al fumet-
to d’autore che coinvolgerà la città
di Bologna tra il 2 ed il 6 marzo
prossimi. L’iniziativa culturale passa
in rassegna le opere di grandi artisti
e di giovani talenti appartenenti alla
scena nazionale ed internazionale e,
attraverso ulteriori focus, incontri,
performance, proiezioni, concorsi
e laboratori vari, va ad integrare
una programmazione che valorizza
le prerogative dell’evento stesso: la
celebrazione degli autori, il fumetto
nella sua contaminazione delle arti,
la divulgazione del fumetto come
linguaggio. Per questa quinta edi-
zione Bilbolbul allestisce, presso il
Museo Archeologico di Bologna (dal
5 marzo al 10 aprile prossimi), due
grandi esposizioni che - illustrando
i passi più importanti dei rispettivi
percorsi di crescita artistica - omag-
gia due acclamati maestri del fumet-
to contemporaneo: l’italiana Vanna
Vinci e l’argentino Josè Munoz. Tra
gli eventi di rilevanza, quello relati-
vo alla collaborazione con la Facoltà
di Lettere e Filosofia dell’Università
di Bologna, il focus Fumetto e Let-
teratura: indagine sul dialogo e sulle
potenzialità dell’incontro tra questi
due ambiti letterari. Il titolo della

Era2000 19
www.bilbolbul.net

20 ERA2000
“mostra guida” di questa sezio- Bilbolbul nella sede dell’Uni-
ne è “Questi grandi amori” ed credit (promotrice del concor-
è dedicata all’opera di Grazia so in collaborazione con Ha-
Nidasio, una delle nostre più melin Associazione Culturale)
grandi autrici... il cui lavoro si presente nella zona universi-
distingue per il personalissimo taria. Grande attenzione verrà
stile e per la grande capacità concessa poi alla produzione
narrativa. Da lì, l’incontro con emergente, passando in rasse-
diversi autori internazionali la gna (dal 3 al 13 marzo) l’opera
cui opera attinge alla letteratu- di alcuni tra i nomi più signifi-
ra. Grande spazio verrà dedica- cativi della nuova generazione
to anche al Bilbolbul Bambini,
di disegnatori raccolti dalla ri-
che - con il supporto di giovani
vista amatoriale Papier Gachè.
talenti nazionali ed internazio-
Numerose altre le iniziative
nali - organizzerà mostre, visite
dedicate alla promozione degli
guidate, concorsi e laboratori
creativi di ricerca grafica e nar- artisti del genere, esordienti e
rativa per avvicinare un’età così professionisti. www.flashfu-
incredibilmente prolifica ad un metto.it - portale del comune
linguaggio tra i più comunica- di Bologna - promuove un
tivi ed immediati. Moltissimi ulteriore concorso nazionale
gli ospiti internazionali che per i giovani tra i 15 ed i 35
presenteranno la loro opera; anni e consolida il suo lega-
nomi come lo svizzero Luca me con il festival attraverso la
Schenardi, l’argentina Mariana conseguente esposizione delle
Chiesa Mateos, il belga Brecht opere candidate. “Coop for
Evens e ancora quelli del duo words” è un ulteriore «premio
francese Ruppert&Mulot, con- letterario» destinato ai giova-
siderati come gli autori più ni illustratori fumettisti fino
all’avanguardia della scena della ai 35 anni d›età, a cui viene
sperimentazione della narrazio- chiesto di presentare una breve
ne e del linguaggio a fumetti. storia di due tavole a tema li-
Ruppert&Mulot firmeranno bero. L’opera vincitrice sarà la
“Il teatrino dell’ebbrezza” (Mu- protagonista della mostra alla
seo della Musica dal 4 marzo Libreria Coop Ambasciatori
al 3 aprile), un’esposizione in- presentata durante Bilbolbul.
centrata sulla magia dell’imma-
Il programma festivaliero
gine in movimento, ottenuta
coinvolgerà quindi l’intera cit-
attraverso la realizzazione di
tà, estendendosi ai musei, alle
dispositivi ottici su cui gli au-
gallerie, alle biblioteche, alle
tori sviluppano narrazioni as-
librerie, ai locali. Centro ne-
surde e grottesche. Quest’anno
Bilbolbul dedica uno spazio al vralgico dell’evento sarà Piaz-
tema della migrazione, coinvol- za Coperta di Salaborsa, dove
gendo con un concorso l’opera sarà possibile incontrare gli ar-
di molti giovani artisti nazio- tisti ospiti intenti a disegnare
nali, studenti e neodiplomati e a fare dediche per il nume-
del Corso Triennale di Fumetto roso pubblico di presenti. Per
e Illustrazione e del Biennio di qualsiasi genere di informazio-
Linguaggi del Fumetto dell’Ac- ne, contattate pure Hamelin
cademia di Belle Arti di Bolo- Associazione Culturale allo
gna. Le opere concorrenti ver- 051.233401 oppure visitate il
ranno esposte in occasione del sito www.bilbolbul.net

Era2000 21
Roseto Degli Abruzzi
Lungomare Trento, 49 - Roseto Degli Abruzzi (TE) - Tel. (+39)085.8996278 Era2000 23
e-mail: info@residencemarechiaro.it www.residencemarechiaro.it
in mostra a Gen o
di Cassandra Nail

A
Palazzo Ducale fino a giugno si può ammirare gi, ai modi di vivere delle tribù. Insieme alle maschere
l’evento dell’anno sull’arte africana tradiziona- e ai feticci troveremo anche dei tappetti che ricordano
le.350 opere in esposizione grazie alla collabo- i colori della tradizione africana, bianco, rosso e nero.
razione di collezionisti privati che hanno donato per Creati da Stefano Arienti, spiccano tra le mura bianche
l’evento maschere, feticci, e sculture che adornano il dello spazio espositivo. Per chi vuole fare un tuffo nel
percorso con un tocco di fascino e meraviglia. I cura- “continente nero” video, istallazioni e oggetti domestici
tori della mostra sono Ivan Bargna, Giovanni Parodi da ci conducono negli appassionati viaggi e storie dei cul-
Passano, con la collaborazione di Marc Augè, famoso et- tori della tradizione africana, ponendo l’accento anche
nologo e antropologo francese. Attraverso l’esposizione sul rapporto tra continente Africano e Italia. Dal Mali
delle opere d’arte è possibile codificare la cultura africa- al Congo, dalla Liberia al Camerun, maschere caratteri-
na in modo esteticamente piacevole, aldilà delle infor- stiche e spaventose, feticci che fanno sognare e rendono
mazioni negative e piene di pregiudizi che si apprendo- più forti, l’iter della mostra diventa sempre più coin-
no dai media . Il fine di “Africa delle meraviglie” è quello volgente fino a sentire il respiro della natura africana, il
del racconto di una cultura viva, piena di sorprese, che rumore coinvolgente dei tam tam, il sapore delle spezie
affascina da secoli l’occidente con le sue leggende e riti acuto e pungente. L’Africa si presenta in tutto il suo mi-
magici. Cultura legata alla natura, e alla vita dei villag- stero, Palazzo Ducale vi attende.

24 ERA2000
n ova i misteri della cultura africana
Appuntamenti a Palazzo Ducale: “Libera la voce” 12 e 13 marzo 2011, ore 15.30
a cura di Nando Citarella, Laura Parodi e Emma Gar-
“Suoni interiori, laboratorio di percussioni africane” zoglio A partire dal canto africano e dalla sua essenziali-
9, 16, 23 febbraio, 2 marzo 2011, ore 18.30 tà uno studio sulla voce e sull’utilizzo delle corde vocali.
4 incontri per avvicinarsi e approfondire A pagamento e su prenotazione.
lo studio delle percussioni africane.
A pagamento e su prenotazione Info:Palazzo Ducale www.palazzoducale.genova.it

31 al V icario
ristorante
Piazza Montecitorio, 131 • 00186 Rome (Italy)
Ph: +39 06.695001 Fax: +39 06.6786677
E-mail: info@hotelnazionale.it

Era2000 25
a Torino

di Caterina Guerrieri


Art At Work è un collettivo nato nel 2009; com- lo scorso dicembre. Artisti nazionali ed internazionali
missiona e sviluppa progetti di arte contempora- - attraverso la realizzazione di specifiche istallazioni in
nea intessendo e coltivando diverse relazioni nel esterno - andranno ad interagire vividamente con il pa-
sistema dell’arte. AAW non possiede una specifica sede esaggio urbano... impreziosendolo e coinvolgendo nella
espositiva e ogni progetto è pensato, prodotto e realiz- fruizione dell’arte contemporanea i quanti lo pratiche-
zato in luoghi sempre differenti. Attraverso un costan- ranno passeggiando, pedalando o facendo jogging. Le
te dialogo con gli artisti AAW si prefigge di creare una opere arricchiscono il contesto in cui sorgono, dialoga-
piattaforma innovativa che permetta la realizzazione di no con questo e danno vita ad un percorso che stimola
opere fuori dall’ordinario. Grazie alla flessibilità della l’immaginazione, la riflessione, la ricreazione o ancora
struttura e alle diverse competenze del gruppo, AAW si il divertimento e la suggestione di spettatori fortuiti e
prefigge di lavorare sia con istituzioni pubbliche e priva- visitatori. Lo spirito innovatore che anima questo nuovo
te, sia con collezionisti e società al fine di poter utilizzare progetto di arte pubblica è lo stesso che da anni anima
vari ed efficaci meccanismi di diffusione e di promozio- l’appuntamento con le “luci d’artista” a Torino: si tratta
ne dei progetti all’interno del sistema dell’arte contem- di un’arte che si esprime per le strade, che si avvicina alla
poranea.” “Un Po d’Arte” è un progetto firmato Art at gente…  più vicino alle persone, “dove assolve a quello
Work che coinvolge la città di Torino, trasformando il che è il suo nobile ufficio, lambendo le altrui coscienze”.
lungo Po Moncalieri e Corso Unità d’Italia in un nuo- Le opere attualmente visibili sono Black Villa di Flavio
vo museo a cielo aperto. Si tratta di un’iniziativa che si Favelli - un assemblaggio di vecchie cancellate in ferro
svilupperà in modo progressivo nell’arco di cinque anni battuto che formano una sorta di gazebo - e Billboard di
e che già dalla primavera 2011 vanterà numerose nuove Giuseppe Pietroniro - uno schermo magico che molti-
opere rispetto alle primissime due visibili dalla fine del- plica le visioni - .

San Marco
26 ERA2000
Calle dei Fabbri 4680
Tel: 041.2963111
di Caterina Guerrieri

D
all’11 dicembre al 25 aprile 2011 negli spazi più disparati lidi... non più come mero oggetto d’uso, ma
espositivi del Museo Correr di Venezia è allestita come opera d’arte apprezzata per forme e colori. Le opere
la mostra “L’Avventura del Vetro”, rassegna senza esposte in occasione della mostra provengono da celebri
eguali che celebra l’ultramillenaria storia del vetro a Vene- collezioni ed, in concomitanza con il Carnevale di Venezia
zia e in Laguna. Articolata in quattro sezioni, la mostra 2011, verrà aggiunta un’ulteriore selezione della Maschiet-
propone oltre trecento opere e - attraverso questi ricchis- to, mai presentata a Venezia: figurine di vetro con masche-
simi capolavori di manifattura vetraria - ripercorre la loro re veneziane e della Commedia dell’Arte, nudi femminili,
storica avventura. Dal 1400 - momento in cui l’arte del costumi e soggetti di fantasia verranno esposti - con una
vetro si consolida rendendo gli stessi artigiani molto ricchi selezione di disegni ottocenteschi della collezione Correr
e ben visti - si sofferma sulle grandi evoluzioni che tra - al primo piano dello stesso Museo. Il vetro di Murano
il 1600 ed il 1700 diedero vita a lavorazioni sempre più è senza dubbio una delle più importanti griffe del nostro
complesse e stimate, ne racconta la successiva “decaden- Made in Italy e la sua lunga storia è da annoverare come
za” del mercato dovuta a vicissitudini di natura politica l’indelebile traccia di quel savoir faire che contraddistingue
ed economica fino ad annunciarne la rinascita ottocente- l’artigianato italiano nel mondo. Questa mostra rappre-
sca dovuta alla nascita di nuove aziende, alla riscoperta di senta la più ampia rassegna sul tema dal 1982. L’iniziativa
alcune tipologie di vetro, alla fondazione - simbolo della è firmata dalla Fondazione Musei Civici di Venezia ed è
ripresa - del Museo del Vetro e a quella di una vera e pro- curata da Aldo Bova e Chiara Squarcina. Per qualsiasi ulte-
pria scuola che impartiva un’educazione teorica e pratica riore informazione circa il percorso espositivo o l’ingresso
specifica ai quanti intendevano avvicinarsi all’arte vetraria. alla mostra scrivete a info@fmcvenezia.it o contattate il
Ultima sezione della rassegna, il XX secolo... momento in call center della Fondazione Musei Civici di Venezia all’
cui il vetro diventa vera e propria opera d’arte e si assiste ad 848082000.
una rivoluzione innovativa fatta del diretto coinvolgimen-
to di molti artisti del novecento e di estrose collaborazioni
tra maestri vetrai e designer, scultori, direttori artistici ecc.
Il Museo Correr si sofferma con molta attenzione nel trac-
ciare le linee identificative di quest’ultimo secolo perchè è
proprio nel novecento che si assiste al raggiungimento di
quella perfezione tecnica che è al principio della produ-
zione contemporanea; è proprio nel novecento che i ma-
estri vetrai si dedicano ad un artigianato sofisticato e alle
sperimentazioni proprie dell’arte che hanno reso il vetro
di Murano un prodotto unico, prestigioso ed inimitabile;
è proprio nel novecento che la contaminazione innova-
tiva del “design” indirizza la produzione del vetro verso i

Era2000 27
28 ERA2000
Era2000 29
L’arte poliedrica di
Sigfrido Bartolini
di Michele De Luca

30 ERA2000
Una mostra e il catalogo dei “monotipi” ricordano il grande artista pistoiese

I
n uno scritto datato 1961, Ardengo Soffici annotava: di Sesto), danno ora modo di approfondire aspetti particolari
“L’anno scorso Sigfrido Bartolini fu per alcune settimane del lavoro di Bartolini, arricchendo così di nuovi contributi
al Forte dei Marmi, dove mi fece vedere parecchi suoi l’approfondimento dell’opera del maestro pistoiese. In parti-
dipinti eseguiti in riva a quel mare e per quella felice campa- colare la doppia sede espositiva della mostra vuol sottolineare
gna, i quali confermavano la mia idea e il mio giudizio. Gli due diversi aspetti della complessa produzione dell’artista; in
procurai un incontro col mio vecchio collega ed amico Car- una sede, infatti, viene riproposto un significativo campio-
rà, ed anche questi fu del mio stesso parere, circa quei lavori, nario della sua opera grafica dedicata a Pinocchio, mentre
non senza accompagnare, naturalmente – come ho sempre nell’altra vengono esposte le quattordici “Vetrate moderne
fatto anch’io – la sua approvazione ed il suo incoraggiamen- istoriate” realizzate, per la Chiesa dell’Immacolata a Pistoia,
to con avvertenze, restrizioni e consigli, utili ed adeguati alla proprio nel laboratorio sestese “Vetrate Artistiche Fiorentine”
ulteriore formazione di un giovane ben disposto ed avviato tra il 2005 e il 2006; il catalogo dei “monotipi”, che furono
… nel caso presente, dirò solo che confido nella perseverante molto apprezzati da Soffici, rappresentano per l’artista una
sincerità del Bartolini; che in questi suoi lavori è sensibile il originale partecipazione a quello che, specie negli anni ‘40
suo spontaneo amore della natura, la valida capacità di espri- e ‘50, fu un vitalissimo e singolare episodio dell’arte italia-
mere la sua visione del vero; e, che, infine, i suffragi da lui già
na, in cui rifulge una studiata immediatezza, insieme colta
ottenuti mi sembrano una abbastanza promettente garanzia
e popolare. Come ci dice la Pontiggia, i fogli di Bartolini ci
per il suo prevedibile avvenire”. Quel “prevedibile avvenire”
appaiono nel loro insieme come “il frutto di una raffinatezza
è ora “passato”, essendosi ormai conclusa la vicenda umana
popolaresca, di una tradizione che ha il sapore di una nascita,
ed artistica di Bartolini, scomparso a Firenze il 24 aprile del
di una fedeltà al passato che non si traduce nel formalismo di
2007; era nato a Pistoia il 21 gennaio del 1932. Un passa-
rituali estinti, ma nell’immediatezza di cose vive. Per questo
to fatto di quasi mezzo secolo di intensa attività, storicizzato
dalla critica più autorevole e coronata da un successo espo- dalla loro felicità malinconica, e dalla loro facilità difficile, ab-
sitivo di grandi soddisfazioni, che trovò un momento par- biamo molto da imparare”. Nato, come si è detto, a Pistoia,
ticolarmente importante di riconsiderazione dell’intera sua Bartolini ha compiuto gli studi sotto la guida, fra gli altri, di
produzione nella mostra curata da Carlo Fabrizio Carli, nel Pietro Bugiani; durante la prima giovinezza può dedicare alla
2000, alla Triennale di Milano. Ad un anno dalla sua scom- ricerca espressiva solo le ore notturne (“preso dalla necessità
parsa giunse l’omaggio di un bel volume-catalogo curato da di guadagnarsi il pane – ricordava Soffici – il giovinetto era
Elena Pontiggia, edito da Mazzotta ed occasionato dalla enco- costretto ad alternare il suo lavoro di disegnatore e di pittore
miabile mostra promossa ed organizzata dalla città di Acqui con quello artigiano; ma già nei saggi che via via andava mo-
Terme; una importante e singolare mostra curata da Giulia strando era palese l’inizio d’un reale talento e di una vera vo-
Ballerini a Sesto Fiorentino, articolata in due esposizioni, cazione ad esprimere poeticamente la sua visione delle cose”)
riunite dal titolo (“Sigfrido Bartolini. Nel segno del vetro”) e pratica soprattutto il monotipo, una delle poche tecniche
ma dislocate in due sedi espositive (La Soffitta Spazio delle per cui è sufficiente la luce artificiale. A partire dai primi anni
Arti e il Centro Antonio Berti) e la pubblicazione del catalogo Cinquanta si dedica completamente alla pittura, alternandola
generale dei “monotipi” a cura della Pontiggia per i tipi di a una profonda passione per l’incisione e a un’incessante atti-
Polistampa (che ha pubblicato anche il catalogo della mostra vità di scrittore, critico e polemista.

Era2000 31
U na suggestiva ed aristocratica dimora
dove riposare e vivere bene,
godendo il lusso della discrezione

Gubbio (PG) in Via Galeotti, 19 Tel: 075 9220157 Fax: 075 9220159 info@relaisducale.com
32 ERA2000
ERA 2000 promuove le “Dimore di Charme”
Relais Ducale
Il fascino del tempo
di Stefania Legumi

A Gubbio una dimora d'altri


tempi alberga in piazza della Signo-

redazionale pubblicitario
ria. Nel centro storico del “libero
comune” prende forma la magnifi-
cenza del Relais Ducale; struttura-
to in un edificio del'300, offre una
splendida vista sulla vallata, servizi
e comfort di alto livello quali came-
re arredate con cura, un giardino,
un ottimo snack bar, 3 sale riunio-
ni dotate delle ultime novità tecno-
logiche, un internet point ADSL e
una deliziosa terrazza panoramica.
Tra i palazzi gotici senza tempo e le
strette vie medievali si respira un'at-
mosfera magica e sognante. Le suites
e le camere del Relais sono arreda-
te con gusto e rispettano i parame-
tri storici e architettonici dell'epo-
ca. Le volte maestose accolgono con
dolcezza l'ospite che coglie fin dalla
prima occhiata la bellezza dell'arre-
do. Per un soggiorno di charme e re-
lax. Per chi ama le dimore d'epoca
accoglienti e lussuose. Per un tuffo
nel morbido sapore del passato che
risveglia l'animo e riscalda il cuore.
Era2000 33
Festival di Sanremo
Ma che musica maestro!
di Stefania Legumi

C
he Festival sarà? Torna con ‘La mia anima d’uomo’
dal 15 al 19 febbraio Max Pezzali con ‘Il mio secon-
la maratona canora do tempo’ Roberto Vecchioni
di Sanremo. L’importante ve- con ‘Chiamami ancora amore’
trina musicale regalerà anche Tricarico con ‘3 colori’ Albano
quest’anno sorprese e scoop Carrisi con ‘Amanda è libera’
dell’ultimo minuto. Gianni Nathalie con ‘Vivo sospesa’
Morandi sarà il presentatore, Emma e i Modà con ‘Arriverà’
protagonista indiscusso della Davide Van De Sfroos con ‘Ya-
passerella di Sanremo.Si voci- nez’ Patty Pravo con ‘Il vento
fera tra i camerini, che avreb- e le rose’ Giusy Ferreri con ‘Il
be dovuto essere affiancato dal mare immenso’Anna Tatange-
bravissimo Massimo Ranieri lo con ‘Bastardo’ La Crus con
ma per motivi ignoti ai più il ‘Io confesso’Luca Barbarossa e
sodalizio artistico non avverrà. Raquel Del Rosario con ‘Fino
Da cornice, al bravo cantan- in fondo’. Attesissimo il.cameo
te, due bellissime, Belen Ro- di Fiorello che sconquasserà il
driguez e Elisabetta Canalis.
pubblico con le sue artistiche
Entrambe le showgirl condi-
gags.,L’amato Morandi ci an-
vidono la “fortuna” di avere
nuncia online dal sito ufficiale
un fidanzato molto gossippato
del Festival che a lui interessa
tantoché spesso George Clo-
soltanto la musica e niente al-
ney per Elisabetta e Corona
tro. Staremo a vedere. Riuscirà
per Belen ne offuscano la fama.
a resistere alle provocazioni dei
Da non perdere il siparietto co-
mico assicurato dalla presenza critici e giornalisti che in con-
dei due grandi mattatori Luca ferenza stampa affilano le già
e Paolo. Asssicurata la presenza agguerrite unghiette? Sarà in
degli “everyoung” Thake That grado di focalizzare l’attenzio-
che arrivano quest’anno nel ne sulle qualità dei cantanti e
palco del Festival uniti e sem- sulle caratteristiche specifiche
pre in forma insieme a Robbie delle canzoni e non sulle gam-
Williams .Altro ospite d’ecce- be stralunghe di Belen e sul fa-
zione il sedicenne Justin Bieber scino mediterraneo di Elisabet-
, idolo delle adolescenti. Per la ta? Spazzerà via il pregiudizio
lady d’eccezione si sta pensan- che “Sanremo” prima di tutto
do appunto all’eclettica Lady è teatro di gossip e non pal-
Gaga o alla super star Madon- coscenico di note?Aspettiamo
na. Ecco i big del Festival che l’esito della prima serata, augu-
allieteranno per 4 girorni il randoci che Gianni possa gesti-
pubblico della kermesse canora re il suo Festival senza stress o
:Luca Madonia con Franco Bat- “strattonamenti”, noi in fondo
tiato con ‘L’Alieno’; Anna Oxa ci crediamo...

34 ERA2000
A VOLTE RITORNANO:

L’ ALBUM POSTUMO DI MICHAEL JACKSON

di Rossana Furfaro

S
i chiama Michael, è nato il 10 dicembre e chie- ritorno del loro idolo dopo l’annuncio del 5 Marzo
de solo di essere ascoltato. E’ la nuova creatura 2009 all’arena 02 di Londra. A luglio dello stesso anno
prodotta dalla Sony music che molti avrebbero sarebbe cominciata la nuova avventura per il cinquan-
gradito trovare sotto l’albero di Natale.L’ultimo album tenne Jacko, cinquanta concerti, tutto esaurito, forse
del defunto e compianto Michael Jackson, che viene l’ultima occasione di vederlo dal vivo. Ma un arresto
raffigurato in copertina (l’immagine è un dipinto ad cardiaco ha troncato improvvisamente la vita dell’ar-
olio su tela creato nel 2009 dall’artista Kadir Nelson) tista in una villa di Beverly Hill lasciando tutti impie-
in procinto di essere incoronato da due angioletti, uno triti. Da quel fatidico 25 giugno 2009 le polemiche
bianco e uno nero, ha scalato le vette delle classifiche non si sono mai placate. L’ultima riguarda proprio
di inizio anno. E’ stato certificato Platino in 14 Pae- questo album. Secondo il fratello, Randy Jackson, che
si tra cui Stati Uniti, UK, Germania, Francia, Italia, ha affidato a Twitter la sua denuncia, “In qualche can-
Spagna, Portogallo, Polonia, Russia, Belgio, Repubbli- zone è lui, in qualcun’altra no: potrei giocarci la mia
ca Ceca, Canada, Corea e Medio Oriente. Ha debut- vita”. “Michael” contiene dieci inediti tratti dai suoi
tato alla n°1 in Germania, Italia, Paesi Bassi e Svezia.Il archivi di cui tre duetti virtuali con Lenny Kravitz,
Natale è diventata una festività così consumistica che 50 Cent e Akon. “Best of joy” è il brano più recente,
non ci stupiremmo se venissimo a sapere che al posto scritto prima della morte. Se alcune tracce sono inter-
delle canzoncine classiche come “ Adeste fideles”, pretate da imitatori o no è difficile da stabilire. Resta
“Tu scendi dalle stelle” o “Bianco Natale” ci sia stato il comunque il fascino della sua presenza/assenza tra le
re del pop a scandire le ore più festose. Se non altro i note di Monster, il duetto con 50 Cent e (I Can’t Make
suoi passi di danza hanno permesso e aiutato a digerire It) Another Day, duetto con Lenny Kravitz che vede
i pasti più succulenti. Di sicuro si sono leccati i baffi anche la partecipazione dell’ex batterista dei Nirva-
i milioni di fans che famelici attendevano il grande na Dave Grohl. Personaggio carismatico e fragile allo

Era2000 35
www.danzainfiera.it
stesso tempo, cantante, ballerino, attore (nel 1978 nel
film “The Wiz” per cui incide anche la colonna sonora
partecipando a quattro canzoni), Michael ha venduto
centinaia di milioni di dischi, ha avuto 13 singoli al
numero uno ed ha pubblicato l’album più venduto al
mondo, Thriller, che, con oltre 100 milioni di copie,
rimane l’icona della cultura pop. Celebre il moonwalk,
passo con cui il suo stile di danza verrà fissato per
sempre nell’immaginario collettivo.

www.danzainfiera.it
di Umberto Zonin

T
utto è iniziato il 23 marzo 2006 con l'inau-
gurazione della prima edizione di Danza in
Fiera. Quel giorno più di mille tra visitatori
e appassionati di danza hanno calcato lo spazio della
Fortezza da Basso per assistere alla prima kermesse na-
zionale di danza della città di Firenze. Da allora i visi-
Molti considerano Michael come l’inventore della tatori sono decisamente aumentati come è aumentato
mossa, anche se, come ha affermato lo stesso Jackson, l'interesse per questo grande evento che coinvolge vari
esso prende spunto da una tecnica usata dal mimo settori dell'arte della danza e non solo. A febbraio si
francese Marcel Marceau (al cantante, dunque, va aspettano oltre 240.000 persone, questo il numero
solamente il merito di averla perfezionata e resa raggiunto nell'ultima edizione, tra cultori della danza
famosa nel mondo). Chissà quali altre sorprese aveva e ballerini. Quattro giorni per un evento sempre più
preparato per il suo pubblico che nel bene e nel male grande: 14 padiglioni, 65 mila mq di spazi comples-
lo ha sempre sostenuto fino alla tragica morte. Morte sivi e 13 mila mq di area commerciale, 5 palchi e 2
www.danzainfiera.it
che evidentemente non segna la fine dell’artista per la piste. Se ami la danza c'è solo l'imbarazzo della scelta
gioia di fans, eredi e impresari di ogni tipo. La Sony, fra centinaia di eventi, spettacoli, lezioni con mae-
secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, ha stri da tutto il mondo, gare, campionati, concorsi ed
firmato con l’avvocato John Branca e l’impresario ospiti famosi. Il carnè di Danzainfiera è stracolmo di
musicale John McClain, amministratori dei beni appuntamenti, “Made in Cuba Festival”, ritmi, cul-
del cantante, un contratto da 250 milioni di dollari. tura, musica dell'isola caraibica,” Expression 2011”,
Questo accordo, descritto come il più lucroso della il più grande concorso di danza in Italia, workshop
storia della musica, prevede la distribuzione fino al di canto e ballo della scuola professionale Musical di
2017 di almeno 10 nuovi progetti legati a Jackson Parma, “Musical Day 5”, gara tra le più talentuose
tra cui la pubblicazione di brani inediti, film e scuole di musical italiane. “On stage” e “Concorsi in
videogiochi. Della serie: morte (del povero Jackson) e scena” dimostreranno il talento di chi vuol fare della
resurrezione ( di chi? per chi?).

36 ERA2000
www.danzainfiera.it

danza il suo mestiere. Campionati di


Salsa, Valzer e Tango. lezioni di Che-
erleading con la Federazione Italiana
Cheerleading Acrobatico e Dance.
Novità assoluta della quinta edizio-
ne saranno le lezioni di Burlesque,
che divertiranno e coinvolgeranno
ballerini e pubblico presente. Le
iscrizioni agli stage sono già aperte,
info@danzainfiera.it.Per il Classico
quest'anno a Danzainfiera: Eugenio
Scigliano, Cirylle Atanassoff, Anna
Maria Prina. Per il Modern: Roberta
Fontana, Raffaele Casuccio e Maura
Paparo. Per il Contemporaneo: Lara
Martelli e Goyo Montero. Per l'HIP
HOP: Karim Belharch (House), Pe-
pito Bad Dogz (Poppin'), Gemini
(Lockin'), David Bellay (Hip Hop).
La passione per la danza accomuna
www.danzainfiera.it

milioni di ragazzi che scelgono di


intraprendere la carriera di ballerini.
Nonostante i sacrifici, le delusioni, le
sconfitte, un esercito di adolescenti
e non arricchisce i palchi di danza
in fiera mostrando e dimostrando le
loro qualità, alla ricerca di un sogno,
la possibilità di danzare un giorno da
professionisti. Molti di loro non ce la
fanno ma solamente l'esperienza af-
frontata li rende migliori e più forti.
Alcuni riescono nell'obiettivo e spo-
sano la danza per la vita. Il successo
enorme di Danzainfiera ci ricorda
quanta forza hanno i nostri ragazzi
nel perorare una causa, coraggio e
umiltà, e questo ci fa ben sperare sul
futuro della nostra società. All'evento
parteciperanno i talenti di Amici che
scenderanno in campo per dimostra-
re tutta la loro bravura.
www.danzainfiera.it

NYALA SUITE HOTEL


Via Solaro, 134 · 18038 Sanremo · Riviera dei Fiori
Tel: 0184 667 668 · Fax: 0184 666 059

www.nyalahotel.comEra2000 37
UN PROGETTO PER AVVICINARE
“Se non ci sono

www.danzainfiera.it
I GIOVANI AL GRANDE SPETTACOLO
DEL TEATRO DELLA DANZA

L'idea
L'iniziativa prevede di assegnare biglietti di in-
altre domande...”
gresso gratuiti per spettacoli di danza in teatro
programmati nel periodo compreso fra gennaio
in scena al Morlacchi di Perugia
2011 e dicembre 2011, in modo da coinvolgere
e far conoscere la danza di eccellenza ai giovani dal 23 al 27 febbraio
di tutta Italia.
Chi può partecipare
Giovani di età compresa fra i 15 e i 25 anni, di di Rossana Furfaro
tutto il territorio nazionale.

L
Promotori e Partner dell'iniziativa
’erede della commedia all’italiana, Paolo Virzì, de-
Il progetto è organizzato da Danzainfiera in col-
butta in teatro. Non come attore, non esageriamo,
laborazione con i suoi media partner e coinvolge
ma come regista e autore di un testo teatrale innova-
i principali teatri nazionali della danza, insieme
tivo. La sfida è annunciata e fin dal titolo ,“Se non ci sono
alle Fondazioni Lirico Sinfoniche e ai Teatri di
altre domande”, si preannuncia una incalzante “conferenza
Tradizione. L'iniziativa, per il suo rilievo cultu-
www.danzainfiera.it

stampa” che vede coinvolto un intenso Silvio Orlando nel


rale e sociale, ha il patrocinio del Ministero per
ruolo del signor Michele Cozzolino. Michele è una persona
i Beni e le Attività Culturali.
apparentemente comune, dimessa. Impiegato di medio li-
Come saranno assegnati i biglietti
vello in una grande azienda, sposato con figli, conduce una
Periodicamente, da gennaio a dicembre 2011,
vita serena, senza grosse pretese. Improvvisamente il destino
sul sito danzainfiera.it saranno proposti sempre
decide che è giunta l’ora di tracciare un bilancio di questa
nuovi spettacoli offerti dai teatri italiani aderen-
mediocre esistenza. Un processo pubblico lo attende e lo
ti al progetto. Tutti i giovani interessati a parte-
costringe a specchiarsi. E così, come vinto e impotente di
cipare dovranno compilare il formulario indi-
fronte a questa imposizione, si arrende alle domande inso-
cando i propri dati, la preferenza per il teatro/
lenti. Fantasmi del passato, che evidentemente non sono
spettacolo e, per i minorenni, anche l'autorizza-
mai stati sepolti, riemergono a ricordargli i suoi errori, i
zione dei genitori. I biglietti, proposti progres-
suoi segreti, i suoi amori e i suoi tradimenti, le sue aspetta-
sivamente, saranno assegnati ai primi che invie-
tive e le sue delusioni. A condurre una schiera di ben ven-
ranno il formulario completo per lo spettacolo
tidue attori (anche in questo sta la sfida, non si fa quasi più
desiderato; i vincitori saranno avvisati tramite
in teatro e certamente il regista Virzì, temprato dal mon-
una e-mail di conferma. Ogni vincitore ha di-
do del cinema da cui proviene, non si scoraggia) troviamo,
ritto ad un ingresso per due persone e non può
appunto, Silvio Orlando, garante dell’auspicabile successo.
partecipare a più di uno spettacolo.
L’attore napoletano si adatta perfettamente al cinema e al
Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari teatro con la stessa facilità con cui un anfibio sta in acqua
Bari - www.fondazionepetruzzelli.it e sulla terraferma e Virzì questo lo sa bene. Lo aveva volu-
to in Ferie d’agosto, film vincitore del David di Donatello
"Grand Soirée Roland Petit"
Data: 10/01/2011 nel 1996 per apprezzarlo poi, lontano dalla sua regia, in
www.danzainfiera.it

POSTI DISPONIBILI: 4 magistrali interpretazioni. Da Preferisco il rumore del mare


Teatro delle Celebrazioni
(2000) di Mimmo Calopresti, che gli vale il Nastro d’ar-
Bologna - www.teatrocelebrazioni.it gento come migliore attore protagonista a La stanza del fi-
glio (2001), film vincitore della Palma d’oro a Cannes e Il
"Evolution Theatre"
Date: 28/01/2011 e 29/01/2011 Caimano(2006), grazie al quale vince il David di Donatello
POSTI DISPONIBILI: 2 come miglior attore protagonista, quest’ultimi entrambi di
Nanni Moretti. Ma la consacrazione nell’Olimpo del Ci-
Fondazione Teatro San Carlo
Napoli - www.teatrosancarlo.it nema avviene nel 2008 quando riceve la Coppa Volpi alla
65ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia
"La Bella Addormentata nel Bosco"
Date: dal 9/02/2011 al 15/02/2011
come miglior attore, per il film Il papà di Giovanna di Pupi
POSTI DISPONIBILI: 8 Avati. Giusto per non farsi mancare nulla, nel 1998, si era
improvvisato regista, con buoni risultati, anche in due ope-
"Romeo et Juliette"
Date: dal 22/03/2011 al 29/03/2011 re teatrali dell’immenso Peppino De Filippo: Don Rafele'o
POSTI DISPONIBILI: 2 trumbone e Cupido scherza e spazza. L’esperienza televisiva
38 ERA2000
www.teatrostabile.umbria.it

lo ha coinvolto in diverse serie tv come Zanzibar, Emilio,


Vicini di casa (con Teo Teocoli e Gene Gnocchi) e Padri e
figli (a fianco di Vittoria Belvedere e Rocco Papaleo). L’ul-
tima apparizione in tv qualche mese fa, nella trasmissione
Rai di Fabio Fazio, Vieni via con me, lo ha visto impegnato
nella lettura di un elenco dei luoghi definiti “degli orrori”
a dalla cronaca nera dei giornali e di “quelle cose che non
avevamo previsto e che invece sono accadute”. Se Orlando
bazzica egregiamente nel mondo del teatro, il suo primo
amore, e nel mondo del cinema (esordisce nel 1987 con un
piccolo ruolo nel film Kamikazen - Ultima notte a Milano
di Gabriele Salvadores), Paolo Virzì si confronterà a febbra-
io per la prima volta con un pubblico da sipario. Il regista
livornese ha esordito con successo nel ‘94 con La bella vita.
Nel ’95 è stata la volta di Ferie d’agosto. Ovosodo nel ’97 ,
che riprende il nome di un quartiere popolare di Livorno,
è forse la sua opera più personale e toccante. Il suo lavoro
più recente è La prima cosa bella (2009), ambientato in
una Livorno anni ’70 che vede impegnata, tra gli altri, la
bella Micaela Ramazzotti divenuta sua moglie il 17 feb-
braio 2009. Se c’è una cosa che lega tutti i suoi prodotti è
la costante ricerca e messa in campo della fragilità umana.
Personaggi che conducono una vita semplice, comuni e fa-
cilmente rintracciabili nella società civile. Non sono eroi
o per lo meno non lo sono nel senso “alto” del termine.
La loro eroicità si svolge nel quotidiano e riguarda il loro
universo interiore. Debolezza e complessità sono i cardini
attorno a cui ruotano i caratteri dei suoi personaggi. Se il
Cinema dunque rappresenta per Virzì la propria amorevole
“casa natale” il Teatro potrebbe rappresentare la casa di un
amico, magari proprio Silvio Orlando che il teatro ce l’ha
nel sangue. Imparerà a conoscere e a frequentare quest’altra
dimora quando la sua sarà troppo fredda e non saprà dargli
una adeguata accoglienza. O più semplicemente se ne in-
namorerà e non vorrà più lasciarla. La platea di un teatro
infatti sa essere calorosa negli applausi ma anche impietosa
nei fischi in virtù di un rapporto più diretto e immediato
rispetto a quello che si instaura tra il pubblico di un cinema
e gli attori del grande schermo.
Sarà l’alba di un nuovo grande amore per Virzì? E, nel caso,
sarà ricambiato? Al pubblico l’ardua sentenza.





Era2000 39

VASCO PRATOLINI SU L
di Franco Baccarini

U
na recente rassegna di film tratti da opere lettera-
rie di Vasco Pratolini è l’occasione per raccontare
in breve il rapporto del celebre romanziere con il
cinema. Innanzitutto, ricordiamo tutti questi film, scor-
rendoli in ordine cronologico secondo l’anno di uscita
nelle sale italiane. “Cronache di poveri amanti” (1953) di
Carlo Lizzani, con Antonella Lualdi, Marcello Mastroi-
anni, Anna Maria Ferrero, Cosetta Greco, Giuliano Mon-
taldo, Gabriele Tinti. Storia, o - per dirla come il titolo
- “cronaca”, di amore, amicizia ed antifascismo negli anni
Venti a Firenze, in quel di Via del Corno, presso Palaz-
zo Vecchio. E’ uno dei migliori film di Lizzani, che ha
trasposto l’omonimo romanzo di Pratolini solo sei anni
dopo l’uscita dello stesso. L’adattamento cinematografico
appare meno “privato” rispetto alla visione d’insieme del
narratore, ma resta fedele sulle tematiche di base. Ottimi
riscontri a Cannes, tanto da far preoccupare il governo
democristiano che, è cosa risaputa, si adoperò affinché
il film non conquistasse la Palma d’Oro. “Le ragazze di
Sanfrediano” (1954) di Valerio Zurlini, con Antonio Ci- anche l’esordio, giudicato molto positivamente dalla cri-
fariello, Rossana Podestà, Giovanna Ralli, Marcella Ma- tica, del regista Valerio Zurlini, uno dei più affezionati
riani, Corinne Calvet, Giulia Rubini, Giuliano Montal- lettori di Pratolini. Molto buono anche il consenso del
do. Un solo cenno personale, dedicato al mio compianto pubblico, per un’opera che non è certo di così facile ed
insegnante dei corsi di sceneggiatura dell’Associazione accattivante richiamo “di cassetta”. Il successo cinemato-
Nazionale Autori Cinematografici, Leo Benvenuti, che in grafico, del 1954, allunga quello letterario del romanzo di
questo film esordiva in quella che poi sarebbe diventata Pratolini, del 1952. Sempre nel 1954, esce un film ad epi-
una lunga e fortunata carriera. Il film, come il romanzo sodi, alquanto modesto a dir la verità, dal titolo “Tempi
omonimo da cui è tratto, racconta la storia sentimentale, nostri (Zibaldone n. 2)”, firmato da Alessandro Blasetti,
complessa e scombinata, di un giovane meccanico fio- e composto da un soggetto originale e da otto racconti
rentino, Antonio Sernesi detto “Bob”, che fa il playboy pubblicati da Marino Moretti, Alberto Moravia, Achille
con cinque ragazze del quartiere. Questa pellicola segna Campanile, Ercole Patti, D’Arzo Silvio, Giuseppe Marot-

40 ERA2000
U L GRANDE SCHERMO
giunge piuttosto tardivo, oltre vent’anni dopo il diplo-
ma al Centro Sperimentale di Cinematografia. Inoltre, il
regista non avrà un grande futuro, ed anche l’occasione
di presentarsi al Festival di Venezia con quest’opera viene
sprecata con uno dei film meno validi ed incisivi tratti
dai romanzi di Pratolini. Il film racconta la storia di una
drammatica passione tra una vedova di un fascista ucciso
da un partigiano ed un ragazzo assai più giovane (oggi
farebbe molto meno scandalo), e lascia talmente poco il
segno a Venezia, che esce sugli schermi nazionali solo due
anni dopo. “Cronaca familiare” (1962) di Valerio Zurlini,
con Marcello Mastroianni, Jacques Perrin, Salvo Rando-
ne, Sylvie, Valeria Ciangottini. Zurlini torna sul grande
schermo con Pratolini, facendo segnare - con ogni proba-
bilità - il punto più alto di tutti gli adattamenti cinemato-
grafici da romanzi dell’autore fiorentino, con la storia del
tenero rapporto tra due fratelli - Enrico e Lorenzo - uno
dei quali malato. E’ Enrico, giornalista, che alla morte del
fratello minore compie un personale amarcord sulla vita
ta, Anton Germano Rossi, più “Mara” di Vasco Pratolini. trascorsa insieme a lui. Grande l’impatto visivo, grazie an-
Proprio quest’ultimo episodio risulta tra i due o tre più che alla bellissima fotografia di Rotunno, ed emozionan-
efficaci del film, e racconta la storia di una prostituta che, ti le dei protagonisti. Leone d’oro al Festival di Venezia.
per amore, cambia la propria vita. Il fatto che l’episodio sia Critica unanime nel considerare questo film come uno
interpretato da Yves Montand e Daniéle Delorme, contri- dei capolavori della brillante carriera di Zurlini, fattosi
buisce al successo letterario oltralpe di Vasco Pratolini. apprezzare anche all’estero con “Cronaca familiare”, cosa
Questo film è rintracciabile in videocassetta in una se- che non gli era mai riuscita allo stesso modo. “La costanza
conda versione, privata - fortunatamente - dei tre episodi della ragione” (1965) di Pasquale Festa Campanile, con
più inutili e bersagliati (giustamente) dalla critica. “Mara” Catherine Deneuve, Samy Frey, Enrico Maria Salerno,
resta tra i più efficaci. “Un eroe del nostro tempo” (1960) Norma Bengell, Andrea Checchi, Sergio Tofano. Film
di Sergio Capogna, con Massimo Tonna, Marina Berti, girato da Festa Campanile, amico di Pratolini, solo due
Giulio Paradisi. Segna l’esordio alla regia di Capogna, che anni dopo l’uscita del romanzo; ne rispetta pienamente

Era2000 41
il testo che racconta la storia di un ragazzo di Firenze, un’altra (Ersilia), finendo con il tradire quest’ultima con
Bruno, alla sua iniziazione amorosa e politica. Forse la Idina; il tutto sullo sfondo delle lotte politico-sindacali
pellicola, supinamente devota all’opera letteraria (che da nel periodo della nascita del partito socialista. Ancora una
solo non rappresenta sempre una qualità assoluta), resta volta il trinomio preferito da Pratolini: amore, politica e
appiattita e non porta spunti ulteriori. Firenze; tutti gli ingredienti sono molto ben mixati sia nel
romanzo che nel film. Piuttosto forte il riscontro di critica
e spettatori. La giovane Ottavia Piccolo ottiene ricono-
scimenti assai importanti, ed inattesa dal grande pubbli-
co l’affermazione di Massimo Ranieri (fin lì conosciuto
come grande protagonista canoro di “Canzonissima” e di
“Sanremo”) che - di lì in poi - avrà un futuro importante
da attore, soprattutto in teatro.Vasco Pratolini, dallo stile
narrativo semplice, nella sua cronaca realista della gente
dei quartieri di Firenze, con i suoi sogni, le sue lotte, i
tanti motivi per disperarsi ed i pochi appigli per conti-
nuare a sperare. Lo scrittore fiorentino vicino al popo-
lo, al suo popolo, essendo egli nato a Firenze nel 1913,
in una famiglia povera, con la sfortuna di aver perso la
madre quando era ancora molto piccolo, e la necessità
di lasciare gli studi (si formerà da solo con tante svariate
letture) per intraprendere il lavoro in tipografia, uno dei
tanti lavori da lui svolti. Inizia a scrivere di politica su “Il
Bargello”, fino a che il grande Elio Vittorini lo aiuta a
realizzare il sogno di diventare narratore, cominciando da
racconti brevi pubblicati sulla rivista “Campo di Marte”.
Divenuto poi il celebre scrittore che tutti conosciamo, il
suo rapporto con il cinema non passa solo per la passio-
ne che tanti registi hanno messo nella trasposizione sul

N
on segna certamente uno dei punti più alti della grande schermo di suoi libri, come fin qui ricordato; di-
carriera di Festa Campanile (più apprezzato in fatti, Pratolini è anche co-sceneggiatore, sia di talune delle
qualità di grande scrittore che non come regi- pellicole citate, sia di altri film, tra i quali ricordiamo, in
sta), così come non risulta tra i migliori adattamenti per il conclusione, alcuni titoli di assoluto prestigio: “Paisà” (re-
grande schermo di Pratolini.“Metello” (1970) di Mauro gia di Roberto Rossellini), “Rocco e i suoi fratelli” (regia
Bolognini, con Massimo Ranieri, Ottavia Piccolo, Lucia di Luchino Visconti) e “Le quattro giornate di Napoli”
Bosé, Frank Wolff, Tina Aumont, Renzo Montagnani, (regia di Nanni Loy). Pratolini è scomparso nel gennaio
Luigi Diberti. Adattamento cinematografico fedele (ma del 1991, ed un amico del calibro di Mario Luzi, prima
ben più efficace di quello appena citato) dell’omonimo di lasciarci nel 2005, lamentava giustamente il fatto che
romanzo di Pratolini del 1955, nel quale si racconta la non fosse ricordato a dovere. Ben vengano, quindi, anche
storia del muratore Metello, ambientata nella Firenze d’i- rassegne cinematografiche in ricordo di scrittori del cali-
nizio Novecento, che ama una donna (Viola), ne sposa bro di Vasco Pratolini.

Qualità, eleganza e professionalità a Bari, in Via Lombardi 13


rendono il Palace Hotel l’albergo Tel 080.521.65.51
più prestigioso di Bari e-mail: info@palacehotelbari.it

Via Francesco Lombardi 13


70122 Bari
Tel. +39 080 52 165 51 Fax. +39 080 52 114 99
info@palacehotelbari.it
www.palacehotelbari.it

42 ERA2000
U S T
J

S
Era2000 43
PREMIO LEONARDO E PREMI
Lo scorso 25 gennaio,
nel Palazzo del
Quirinale a Roma,
LEONARDO QUALITA’ ITALIA
sono stati conferiti -
come ogni anno -
i Premi Leonardo

U
n appuntamento ormai
consolidato e atteso, che
quest’anno è giunto alla
sua 16° edizione. Anche questa
volta il Premio Leonardo e i Premi
Leonardo Qualità Italia - promossi
dal Comitato Leonardo - sono stati
consegnati direttamente dal Pre-
sidente della Repubblica Giorgio
Napolitano a imprenditori di spic-
co del Sistema Italia che hanno sa-
puto affermare, con il loro impegno
e con le loro attività, l’immagine te Rummo SpA). Consegnato inol- Marcegaglia e il Presidente dell’ICE
vincente del nostro Paese nel mon- tre il Premio alla Carriera al Maestro Umberto Vattani.
do. Quest’anno il Premio Leonardo Ennio Morricone e il Premio Leo-
è stato assegnato a Laura Biagiotti
nardo International all’imprendito- RSVP Ufficio Stampa:
(Presidente Biagiotti Group), men-
re cinese Zhan Chunxin, Presiden- INC Istituto Nazionale per la
tre i Premi Leonardo Qualità Ita-
te della Zoomlion. Nel corso della Comunicazione
lia sono andati a Pier Luigi Foschi
(Presidente e A.D. Costa Crociere manifestazione sono stati conferiti, Angela La Terra
SpA), Gianpietro Benedetti (Presi- infine, Premi di Laurea promossi Tel 06 44160844 / 334 6788707
dente e A.D. Danieli & c. Offici- da alcuni Associati. Alla cerimonia a.laterra@inc-comunicazione.it
ne Meccaniche), Sonia Bonfiglioli hanno preso parte il Ministro dello Simone Silvi
(Presidente e A.D Gruppo Bonfi- Sviluppo Economico Paolo Romani, Tel 06 44190881 / 347 5967201
glioli), Cosimo Rummo (Presiden- il Presidente di Confindustria Emma s.silvi@inc-comunicazione.it

Hotel Colombo**** Hotel Brioni**** Hotel Cesare Augustus**** Hotel Christian***S

44 ERA2000
Menazza Hotels Group - Venezia Jesolo - Tel: 0421.370906 - info@menazzahotels.it - www.menazzahotels.it
I Le rassegne “made in Italy”
di
di Caterina Guerrieri

V
eronafiere, con il suo poker di manifestazioni il Taste Italy e alle delegazioni straniere). La risposta del-
dedicate al vino, all’olio e all’agroalimentare di le aziende o di alcune rappresentanze di aziende riunite in
qualità ed alle relative tecnologie di produzione, consorzi, province o altre aggregazioni di imprese, è quella di
ha saputo rivelarsi come una delle più importanti realtà scegliere Vinitaly per evidenziare particolari ricorrenze cele-
di promozione del Made in Italy nel mondo... e questo brative della propria attività e di cercare una propria iden-
nonostante la devastante crisi economica da cui sta len- tità distintiva, autonoma rispetto alle collettive regionali,
tamente uscendo l’Italia. A dimostrarlo, il tutto esaurito per meglio cogliere le occasioni d’affari che la rassegna offre.
delle disponibilità di spazi espositivi per gli operatori di Una formula fieristica che piace anche all’estero, tanto che
settore ed il forte incremento di presenze straniere de- sta aumentando l’interesse a partecipare come espositori da
gli ultimi anni. In questo periodo infatti, considerando parte dei produttori di altri Paesi, in particolare francesi.
l’andamento dei consumi nazionali, si è reso necessario Tra le novità in programma per l’edizione 2011, vi è an-
che un nuovo logo sotto il quale verranno proposte le ini-
puntare soprattutto sull’export e sull’incremento degli
ziative legate alla ristorazione, che vedrà coinvolti i 5000
operatori provenienti dall’estero perchè questa è sembrata
locali top italiani segnalati dalle principali guide. Dal 1°
essere la migliore alternativa per dare impulso alle imprese
dicembre, inoltre, sono aperte le iscrizioni ai grandi con-
nazionali. Il grande lavoro promozionale ed organizzati- corsi di Vinitaly: il Concorso Enologico Internazionale,
vo svolto negli anni per incrementare il numero di buyer in programma dal 28 marzo al 1 aprile 2011 e il Con-
ed operatori, l’impegno profuso per offrire innovazione corso Internazionale Packaging, in calendario il 15 marzo.
nei servizi, la serietà e la solerzia nel rappresentare e pro- Nell’anno del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, infine,
muovere la qualità italiana, fanno della realtà Veronafiere il Salone del vino e dei distillati si prepara ai festeggiamen-
un polo di promozione commerciale le cui rassegne non ti con “La Bottiglia dell’Unità d’Italia”, progetto lanciato
possono che avere valide e reali incidenze sul business del da Veronafiere nel corso dell’ultima edizione nell’ambito
paese. della storica visita del Presidente della Repubblica italia-
na, Giorgio Napolitano, e l’unica ad avere ottenuto nel
settore di riferimento il logo ufficiale delle celebrazio-
ni proprio in accordo con la Presidenza della Repubblica.

“ Vi n i t a l y ( w w w. v i n i t a l y. c o m ) S o l ( w w w . s o l - v e r o n a . i t )
Sold out per l’edizione 45 della sua storia: la rassegna più Il Salone internazionale dell’olio extravergine di oliva di
grande del mondo dedicata al vino e ai distillati punta decisa qualità, punto di riferimento del settore nel mondo è arri-
sugli strumenti innovativi che in questi ultimi anni hanno vato alla 17^ edizione. Dalle richieste di partecipazione per
favorito sempre di più l’incontro tra produttori e buyer ( ad il prossimo anno, emerge l’interesse di molte aziende a non a
esempio, dal matching online preventivo all’inizio della fiera aderire alle collettive per mettersi in gioco autonomamente,
su piattaforma web riservata a operatori ed espositori, alle così da sfruttare al massimo i contatti che si realizzano nei
varie iniziative espressamente dedicate ai buyer esteri, come cinque giorni dell’evento. La tendenza che aveva iniziato a

Era2000 45
manifestarsi già nella scorsa edizione, si conferma per l’edi-
zione 2011, insieme ad un incremento della partecipazione
di collettive estere. Per agevolare questi nuovi espositori, è
stata studiata la formula all inclusive: spazio espositivo e al-
lestimento in un unico pacchetto. Anteprima di Sol è Sol
d’Oro, il più importante concorso internazionale dedicato ai
migliori oli extravergine di oliva in programma dal 7 al 12
marzo 2011 e per il quale sono allo studio importanti novità.

E n o l i t e c h ( w w w. e n o l i t e c h . i t )
La qualità della tradizione enogastronomica italiana è frut-
to anche del un know-how tecnologico che trova a Enolitech,
Salone internazionale delle tecniche per la viticoltura, l’eno-
logia e le tecnologie olivicole e olearie, giunto alla 14^ edi-
zione, il suo appuntamento di elezione. L’ampiezza dell’of-
ferta merceologica permette alle filiere enologica e olearia di
ottenere tramite questa fiera risposte innovative a qualsiasi
necessità, dal campo al consumatore finale. Non solo, Eno-
litech si configura come una vera e propria fiera di servizio
per i molti operatori professionali – degustatori, sommelier,
tecnici di cantina e frantoio – che possono trovare strumenti
AgrifoodClub( w w w. a g r i f o o d c l u b. i t )
altamente specializzati per la loro attività. Per migliorare la
Per gli operatori del settore enologico e oleario che voglio-
visibilità degli espositori e la fruibilità da parte dei visitato-
no ampliare la conoscenza dell’italian food, la rassegna è
ri, per Enolitech è previsto una nuova disposizione interna
un’importante occasione per entrare in contatto con l’a-
del padiglione dedicato.”
groalimentare made in Italy. Agrifood Club cresce di anno
in anno per qualità del prodotto e varietà di merceologia,
continuando però a mantenere la sua caratteristica di club
dedicato alle migliori produzioni agroalimentari. La rasse-
gna ha conquistato operatori ed espositori, grazie anche alle
degustazioni distribuite nell’arco della giornata e per i cin-
que giorni di manifestazione, presentate con professionalità
e passione dagli stessi espositori, sommate alla presenza co-
stante di buyer internazionali che incontrano i produttori
presso l’International Meeting Point o presso i singoli stand.
Il successo del salone delle eccellenze alimentari italiane è
confermato dalle richieste di partecipazione superiori agli
spazi disponibili e dalle nuove importanti presenze regionali.

46 ERA2000
la scuola veronese propone un corso di “avvicinamento al vino”

di Caterina Guerrieri

T
ra gli eventi segnalati dal sito cittàdiverona.it ab- Vino” che avrà inizio questo febbraio... e questo proprio
biamo il piacere di porre in evidenza degli inte- perchè il Veneto - ed in particolare la zona del Valpolicella
ressanti corsi di cucina organizzati dalla scuola - vanta la produzione di vini rossi tra i più pregiati del terri-
Cucina e Sapori di Verona, nella nota zona del Valpoli- torio, basti pensare al Valpolicella, all’Amarone, al Recioto.
cella. Si tratta di un’iniziativa destinata ai quanti vogliono Le lezioni saranno tenute da enologi ed agronomi che con
imparare o affinare le proprie abilità culinarie, acquisendo le loro conoscenze e competenze guideranno i partecipanti
basi, tecnica, creatività ed una certa competenza nella alla scoperta del mondo legato alla produzione del vino,
scelta delle materie prime; conoscendo quelle che sono partendo dai vari aspetti della viticoltura fino ad arrivare
le ricette tipiche della tradizione veronese... come pure le agli abbinamenti in cucina. Sono 6 incontri con cadenza
nuove tendenze gastronomiche più attuali. settimanale della durata di 2 ore e mezzo.

S
i tratta di corsi personalizzabili che possono tenersi
anche in mezza giornata... possibili anche a coloro
che a Verona stanno semplicemente soggiornando.
Di fatto, ancora più interessanti per il turista sono gli iti-
nerari enogastronomici organizzati dalla scuola Cucina e
Sapori, visite guidate con degustazioni a rinomate cantine
della Valpolicella e del Garda, a frantoi e caseifici dove sco-
prire prodotti dalle caratteristiche tipiche ricercatissime e

O
fare incontri interessanti con esperti che ne illustrano i gni sera vengono degustate 4 tipologie di vino di
processi di produzione. Tutto questo non solo per educa- cui uno in abbinamento con un piatto proposto e
re alla consapevolezza del buon mangiare come culto, ma preparato dalla scuola di cucina Cucina e Sapori.
per trasmettere che l’arte culinaria e le tradizioni che la Il corso si attiverà con un minimo di 10 iscrizioni ed avrà
valorizzano sono prima di tutto una ricchezza del nostro un numero massimo di 20 partecipanti. Le lezioni possono
bagaglio, del nostro patrimonio culturale. Tra i numerosi tenersi nell’abitazione stessa dell’insegnante Chiara Bene-
corsi del ricco e dettagliato programma - che vi invitiamo detti, in via Conca d’oro a San Giorgio di Valpolicella, o in
a consultare per intero all’indirizzo www.cucinaesapori. altra sede prestabilita. Per informazioni circa tariffe, orari,
it - vogliamo segnalarvi il “Corso di Avvicinamento al contatti diretti www.cucinaesapori.it

Era2000 47
Tel 0732.21965

48 ERA2000

a Fabriano, nella provincia di Ancona


ROMA
www.mencarelligroup.com

Catering
&Banqueting
in tutta Italia

Carlo Repetto
Cell. 335.737.15.91
Tel. 06.669.26.88 • FAX 06.661.83.757
carlorepetto@hotmail.it

Mencarelli Group
www.mencarelligroup.com
catering@mencarelligroup.com
Era2000 49
mencarelli@mencarelligroup.com
A.S.T.R.A. Associazione Seriana
Turismo e Ristorazione Alberghiera
Non solo promozione turistica ma un’amicizia consolidata oltralpe

di Renato Rovetta

S
ono letteralmente volati i giorni trascorsi a La Ville
du Raincy in Francia, un grazioso villaggio appena
fuori Parigi, con le case basse i giardini ordinati, e
le auto, tutte francesi naturalmente. Quando si tratta di
Prodotti Tipici i francesi sono sempre molto nazionalisti,
soprattutto per quanto riguarda l’eno-gastronomia. Ma
in quel fine settimana, qualcosa è cambiato, non abbiamo
sentito le solite frasi come “ Il nostro Formaggio”, oppure
“La nostra Cucina”, o ancora di più “Il nostro Vino” ma
tutti insieme seduti ad un tavolo per assaporare e godere
dei prodotti della provincia di Bergamo, per l’esattezza
della Valle Seriana, con l’Associazione Seriana Turismo
e Ristorazione Alberghiera A.S.T.R.A., e i vini della Bru-
gherata, l’Azienda di Scanzorosciate che da 25 anni ci
propone quelle gemme vinicole come il suo Moscato di
Scanzo “Doge”. Pensate, da Clusone sono partiti due ca-
mion carichi di provviste e una cucina attrezzatissima, e
posso confermarvi ad onor di cronaca, di aver visto perso-
nalmente dalle bottiglie di acqua minerale rigorosamente
Made in Clusone, alle Formagelle di Malga della Valle
Seriana, per non parlare dei salumi, e di tutti i nostri in-
saccati, del tovagliato e della posateria. Ed un pullman di
persone, che hanno messo a disposizione il loro tempo e
la voglia di presentare il loro Territorio. Insomma un Ho-
tel viaggiante arrivato alla Ville du Raincy, sotto una neve
che pareva inverno, e con l’aiuto dei ragazzi della Scuola
Alberghiera di Clusone, si è potuto dare inizio ad un ge-
mellaggio Eno-gastronomico culminato con un pranzo a
base di prodotti della nostra terra. Sergio Lazzaretti è in-
tervenuto nelle vesti di Responsabile del gemellaggio, rin-
graziando Giovanni Balduzzi Presidente dell’ A.S.T.R.A.
e tutti i responsabili francesi, che hanno sicuramente fat-
to il possibile per la riuscita dell’intera giornata. A ben
guardare dobbiamo assolutamente ringraziare anche tutte
quelle persone che hanno veramente contribuito alla mes-
sa in opera della festa, ad iniziare da Lorenzo Balduzzi,
segretario dell’ A.S.T.R.A. e Assessore al Turismo del Co-
mune di Clusone, e la presenza di Matteo Teli dell’ Hotel
Vecchio Mulino, e ancora di Cristian Benussi, proprie-
tario dell’ Hotel La Bussola di Clusone, per non parlare

50 ERA2000
www.sommelierfriend.it
dello Chef dell’Hotel Ambra Matteo Balduzzi, insomma anno in anno, ancora una volta insieme. E presentare i
vi assicuro, organizzazione perfetta, e servizio impeccabile nostri Prodotti Tipici, non solo è significato esportare la
ma non solo, perché A.S.T.R.A. ha voluto coinvolgere an- nostra qualità nella filiera agro-alimentare, ma legare il
che l’Istituto Fantoni per il Turismo e così due splendide territorio alla gente bergamasca. Da sottolineare il mo-
rappresentanti della scuola hanno presentato all’interno mento dei Vini della Brugherata che con il Vescovado
del salone un banco sul quale spiccavano tutti i nostri Bianco Doc ha dato inizio agli aperitivi con la “Polenti-
Frutti della Terra, per non parlare di Giada Beccarelli na i Funghi Porcini e il Formaggio di Monte”, per con-
della PromoSerio, che ha curato la parte promozionale tinuare con il Vescovado Rosso Doc, abbinato ai nostri
dei prodotti della Valle Seriana e l’aspetto turistico delle “Scarpinocc” e allo “Stracotto di Manzo con le patate di
nostre zone. Ma il momento più toccante è stato quando Rovetta” per poi passare al “Rollè di Coniglio glassato al
Massimo Percassi il nostro musicista, ha suonato gli inni, Forno”. Ma il Gran Finale è arrivato con il Moscato di
allora tutti insieme, Italiani e Francesi con una mano sul Scanzo “Doge” Docg, in quel momento i francesi alzan-
cuore ad intonarli, e poi un lungo abbraccio, che stava dosi hanno sussurrato “Chapeau”, ed io come sempre ho
a dimostrare quanto sia stato importante il ritrovarsi, di suggerito … “In Alto i Calici”.

La città di Firenze ed il : PITTI TASTE 2011


in viaggio con le diversità del gusto!
Taste, “Firenze si conferma così internazionalmente come uno dei luoghi fondamentali della tradizione, della produzione e
dell’esperienza più contemporanea del gusto, del cibo e del vivere di qualità “

di Caterina Guerrieri


Pitti Immagine organizza alcune tra le mani- oltre 100 appuntamenti - ristoranti, alberghi, bouti-
festazioni di moda più importanti del mondo: que, botteghe artigiane, negozi di delicatessen , gal-
fiere internazionali del tessile-abbigliamento di lerie d’arte, teatri e musei. La location d’eccezione di
qualità, esposizioni, eventi di comunicazione, iniziati- Taste 2011 sarà la Stazione Leopolda di Firenze. Un
ve culturali e di ricerca riferiti al sistema-moda e alla originale percorso alla scoperta delle ricchezze enogastro-
moda come espressione estetica ed evoluzione globale nomiche della produzione italiana tra cibi, vini e idee,
del gusto”. Giunte al termine le prime edizioni 2011 tendenze e scuole di pensiero, attrezzature e tecniche
dei due grandi eventi Pitti Uomo e Pitti Filati, dal professionali, food & kitchen dsign. Nato dalla collabo-
12 al 14 marzo sarà la volta di Taste: tre giorni in-
razione di Pitti Immagine con Davide Paolini e giun-
teramente dedicati alle eccellenze enogastronomiche
to alla sua sesta edizione, Taste gode del patrocinio del
Made in Italy, alla pluralità del patrimonio culturale
Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali
da cui derivano, al gusto come valore, al Lifestyle con-
temporaneo italiano, ma anche all’estetica e al design ed è un vero e proprio «salotto del gusto» aperto al pub-
relativo. Un appuntamento per gli operatori di set- blico, punto di incontro per i migliori operatori italiani
tore, ma anche per i sempre più numerosi cultori del ed internazionali di settore ed i più attenti gourmet in
cibo di qualità. Le aziende presenti saranno centinaia; circolazione: oltre 10.000 visitatori e grande attenzio-
degustazioni, “ Taste Shop” per l’acquisto dei prodot- ne da parte di stampa e televisioni. Per il programma
ti esposti, curiosi talk show con maestri dell’ambito dettagliato dell’evento, restiamo anche noi in attesa
sulla cultura contemporanea della tavola, promozione del comunicato stampa ufficiale di apertura. Intanto,
di realtà editoriali impegnate nell’enogastronomia ed per informazioni Vi segnaliamo gli indirizzi web www.
il fitto calendario “Fuoriditaste” che coinvolge - con tastefirenze.it e www.fuoriditaste.it

Era2000 51
Torino ed

I MILLE DI CIOCCOLATÒ
Il 17 Marzo 2011 prenderà il via l’edizione straordinaria di
CioccolaTò che celebrerà i 150 anni dell’Unità d’Italia.

U
na grande Italia interamente in cioccolato: sarà all’Unità d’Italia la mostra Gli Italiani e il Cioccolato
attraverso questa maxi installazione, lunga oltre che ripercorre gli ultimi 150 anni della storia del ciocco-
13 metri e dal peso di 14 tonnellate che Cioc- lato nel nostro Paese e la sua evoluzione da cibo di lusso
colatò festeggerà il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, disponibile solo per l’élite a prodotto di massa e di auto
anticipando, con un’edizione straordinaria, l’apertura del- consumo, con un focus particolare sulla tradizione cioc-
la manifestazione torinese dedicata al cibo degli dei, in colatiera di Torino e del Piemonte.
programma dal 25 Marzo al 3 Aprile prossimi con il pa-
trocinio del Comune di Torino. A Torino, dal 17 Marzo
2011, giornata ufficiale dell’inizio dei festeggiamenti e
fino al 3 Aprile, il pubblico che gremirà Piazza Vittorio
Veneto potrà ammirare l’originale quanto golosa riprodu-
zione in scala della penisola e alcuni fra i suoi principali
monumenti, vanto dell’arte e dell’architettura italiana nel
mondo, fra cui la Mole Antonelliana, il Duomo di Mi-
lano, il campanile di San Marco a Venezia, la Lanterna
di Genova, la Fontana Maggiore a Perugia, il Colosseo,
il Maschio Angioino di Napoli ed altri ancora. Lo staff
artistico di Cioccolatò –con la collaborazione tecnica
dell’Italia in miniatura, partner d’eccezione dell’iniziati-
va- si sostituirà simbolicamente a Garibaldi e ai suoi Mille
per dare vita a questa Italia unita, tutta rigorosamente in
cioccolato fondente 60%. A far da cornice alla grande
Italia saranno i Mille di Cioccolatò, l’area espositiva e di
vendita in cui si potranno trovare mille tipologie di pro-
dotti al cioccolato Made in Italy, rappresentativi di tutti i

D
distretti italiani del cioccolato, dal Gianduja District del al 25 marzo avrà invece inizio la vera e propria
Piemonte ai distretti del cioccolato di Varese e Belluno, edizione 2011 di Cioccolatò il cui claim sarà
dalla Tuscan Chocolate Valley alla tradizione cioccola- La Capitale del Cioccolato e riconfermerà il
tiera dell’Umbria fino al Polo Sud del Cioccolato rap- ruolo di Torino come città simbolo del piu’ importan-
presentato dal cioccolato di Modica, toccando anche le te Distretto del Cioccolato Made in Italy; storici caffè,
specialità al cioccolato di altre regioni italiane, tutti in- antiche cioccolaterie e tante aziende industriali ed arti-
discussi protagonisti di apposite degustazioni guidate per gianali, a richiameranno la sua storia di capitale d’Italia,
scoprirne caratteristiche e piacere. Nell’esclusiva boutique proprio mentre ricorrono i 150 anni dell’Unità del Paese.
de I Mille di Cioccolatò si potranno trovare anche i curiosi Cioccolatò si svilupperà nel centro storico del capoluogo
gadget a tema.Completerà il percorso “goloso” dedicato piemontese,ed in particolare in Piazza Vittorio Veneto.

52 ERA2000
Qui, oltre alla grande area commerciale di Cioccolatò in
cui si potranno trovare oltre 6mila referenze di cioccola-
to, suddivise tra prodotti piemontesi –ai quali sarà de-
dicata una speciale sezione-, del resto d’Italia e stranieri,
saranno dislocate tutte le attività di animazione e cultu-
rali legate al tema del cacao e del cioccolato, dalle mostre
agli incontri internazionali che vedranno protagonisti i
produttori, i consumatori e le diverse esperienze fatte in
tutto il mondo a qualsiasi livello della filiera produttiva;
dalle degustazioni guidate ai corsi finalizzati a favorire
una maggiore consapevolezza del consumatore, fino ai
laboratori ludico-didattici per bambini e gli spettacoli.

L
’Università dei Sapori, promossa dalla
Confcommercio della Provincia di Perugia,
nasce in Umbria, dove si incontrano arte, natu-
ra, spiritualità, cultura e tradizione enogastronomica.
La sede, un suggestivo monastero del XIII secolo nel
cuore dell'antica città medioevale di Perugia, è espres-
sione di un progetto ambizioso divenuto ormai con-
solidata realtà nel panorama della formazione profes-

N
el cuore del cosiddetto Gianduja District, il sionale. Le attività formative si svolgono anche presso
Distretto del Cioccolato Piemontese, non la sede distaccata di Narni, all'interno dell'imperiosa
mancheranno le Merende Reali, proposte da Rocca Albornoziana. Caratterizzata da una dialettica
Ascom Torino per ripercorrere il tradizionale rito del- costante e approfondita con il mondo imprenditoria-
la merenda di Casa Savoia che vedeva tra i protagonisti le, l’Università dei Sapori si propone oggi come luogo
indiscussi proprio il cioccolato sia in tazza che come pre- di formazione nel quale acquisire, al fianco di quali-
giato cioccolatino artigianale. I tantissimi golosi che arri- ficati professionisti del settore, le tecniche di lavoro
veranno a Torino per Cioccolatò, inoltre, potranno avere più coerenti con le prassi professionali. Formazione,
a disposizione un importante strumento di promozione, dunque, ma anche promozione della cultura dell’ali-
il Chocopass, che –attivo tutto l’anno in città- in occa- mentazione, valorizzazione delle produzioni tipiche e
sione della kermesse sarà ancora più ricco e vantaggio- di qualità, per fornire al vasto pubblico degli addetti ai
so, proponendo un imperdibile circuito degustativo tra lavori e degli appassionati le giuste chiavi di interpre-
le numerose e rinomate cioccolaterie storiche della città tazione del pianeta food.
e un’accurata selezione di ristoranti in cui, per tutta la
durata della manifestazione, si potrà ordinare un goloso
quanto originale Menù tutto cacao, dall’antipasto al dol- Tra i soggetti che hanno aderito all'Università dei
ce. Inoltre, perchè i golosi amanti del cibo degli dei pos- Sapori:
sano unire al gusto del cioccolato tutto il piacere di una - Confcommercio della Provincia di Perugia
visita a Torino, città magica e ricca di tradizioni, saranno www.confcommercio.pg.it
ideati –in collaborazione con Turismo Torino e Provin- - Provincia di Perugia
cia- speciali pacchetti week end che permetteranno di www.provincia.perugia.it
conoscere non solo il cioccolato ma anche la straordinaria - Provincia di Terni
bellezza della città. www.provincia.terni.it

Era2000 53
- Comune di Perugia ri professionali, consulenti aziendali ed esponenti
www.comune.perugia.it del mondo accademico. Con quest'ultimi pun-
tiamo a stabilire una vera e propria sinergia basata
- Camera di Commercio di Perugia su una comune finalità: realizzare interventi for-
www.pg.camcom.it mativi che risultino rispondenti alle aspettative
dei formandi e alle esigenze del mercato.
- Centro Agroalimentare dell'Umbria
www.umbriadoc.com
CONSULENZA
- Iter s.c. a r.l. - Perugia La nostra attività di consulenza è rivolta alle
www.innovazioneterziario.it aziende della Distribuzione Organizzata (DO) e
della Grande Distribuzione Organizzata (GDO)
FORMAZIONE del settore alimentare. I consulenti dell'Universi-
Action learning tà dei Sapori sono a disposizione delle aziende e
Comune a tutti i nostri corsi di formazione è una degli operatori che hanno l'obiettivo di:
metodologia didattica che, senza trascurare il sape- • attivare processi di riposizionamento sul
re, è prevalentemente centrata sul saper fare. L'ap- mercato del reparto/punto vendita
proccio assolutamente pratico all'apprendimento • eliminare eventuali criticità presenti
è reso possibile dai moderni laboratori didattici all'interno del reparto
(laboratorio di cucina e pasticceria, laboratorio di • elevare il livello dei servizi offerti ai clien-
macelleria, laboratorio di pizzeria-panetteria, labo- ti
ratorio caffè bar, negozio scuola) concepiti come • riqualificare le proprie competenze e
ambienti di lavoro funzionali alla sperimentazione. quelle del proprio personale
Disponendo di tali strutture e basando il proprio
credo sull'action learning, l'Università dei Sapori si I nostri consulenti analizzano i problemi specifici
propone come "palestra gastronomica" nella quale dell'azienda o del punto vendita, valutano i tuoi
acquisire, al fianco di qualificati professionisti del progetti e ti propongono la soluzione in funzio-
settore, le tecniche di lavoro più coerenti con la ne alle tue richieste.
prassi professionale, inserendo tali conoscenze in
un contesto in cui trova posto la storia del prodotto Università dei Sapori
e la cultura dell'alimentazione. email: uds@universitadeisapori.it
La formazione oltre l'aula
Attraverso l'alternanza formazione/lavoro (stage) Sedi operative e corsuali
facilitiamo l'inserimento sociale e professionale dei
giovani nelle aziende. Questo periodo "oltre l'aula" Perugia
consente loro di mettersi in gioco in una reale situa- Via Tornetta, 1 - 06123
zione lavorativa, di misurare direttamente sul cam- Tel. 075.5729935
po le abilità acquisite durante il percorso formativo, Fax 075.5734611
facendo emergere punti di forza ed eventuali punti Terni
di miglioramento. Via Mentana 54/H - 05100
Lo stage è il risultato di una sistematica collabora- Tel. 0744 1948007
zione tra noi e le imprese, basata sulla condivisione Fax 0744 1948034
chiara delle finalità-traguardi e delle caratteristiche
del percorso formativo e sull'attenzione rivolta alle Sedi corsuali
aspettative e alle inclinazioni dei formandi
Qualità Narni
La ricerca continua della qualità del processo for- Rocca Albornoziana
mativo è ciò che caratterizza il nostro modo di la- Via Feronia 05035 Narni (TR)
vorare. L' obiettivo di qualità viene perseguito nella Tel. 0744 760187
fase di ricerca e monitoraggio orientata al territo-
CFP di Narni
rio e alle imprese, con l'utilizzo di metodi rigorosi
Via Flaminia ternana, 37/39 - 05035 Narni (TR)
nella progettazione dei corsi e nella fase realizzativa
Tel 0744 722085
dell'intervento formativo. Basata su un criterio di
Fax 0744 762144
qualità è infatti, la scelta di coordinatori e tutors
Orvieto
esperti nella gestione dell'attività formativa capaci
Centro Servizi Formativi Orvieto
di relazionarsi positivamente con i partecipanti,
Via dei Tigli 33 - 05018 Orvieto (TR)
nonché di docenti selezionati tra i migliori operato-
54 ERA2000
Tel. e Fax 0763 300171
“Le nuove professionalità per risolvere
la crisi del mercato del vino.
Dalla formazione all’intervento:
il recupero dell’esperienza, individuale
e sociale”

O
ramai da molti anni il turismo enogastronomico aula, con preparazione di un Project Work, e 6 mesi di
rappresenta una risorsa dalle grandi potenziali- esperienza pratica con borsa lavoro presso aziende del set-
tà per il nostro territorio. Un settore sempre più tore. Se è vero che il vino rappresenta per l’Umbria una
in espansione, rappresentato sia da un insieme ricco e va- risorsa di grande valore economico e culturale, esso deve
riegato di prodotti alimentari tipici di elevata qualità, sia essere veicolato da professionisti con competenze tecni-
anche da una straordinaria presenza di beni storico-arti- che, relazionali e comunicative che lo valorizzino come
stici, di artigianato e di cultura locale. La sfida che l’Um- prodotto di alta qualità ed eccellenza locale; professionisti
bria ed il suo territorio hanno affrontato in questi anni è che sappiano innovare le strategie commerciali al fine di
quella di riuscire sempre di più a promuovere questi beni pianificare e programmare piani di offerte turistiche inte-
con politiche integrate che necessitano di elevate profes- grate con l’insieme delle offerte turistiche del territorio.
sionalità. La stessa Legge Regionale 268/1999 Disciplina Questa è una grande sfida del nostro sistema regionale al
delle strade del vino cogliendo questo aspetto ha dato il servizio della quale l’UdS mette a disposizione la propria
forte input alle aziende agricole a passare da una visione storia ricca di competenze nel settore della ristorazione,
e gestione delle risorse umane e materiale di tipo tradi- della valorizzazione dei prodotti tipici locali e appunto
zionale ad un’ottica di stampo turistico – manageriale. delle migliori produzioni enologiche umbre.
Il progetto formativo dell’Università dei Sapori “Esperto
nella promozione e commercializzazione del vino” ha
voluto creare queste nuove figure professionali in grado
di valorizzare e “vendere” il prodotto vino, ma anche tutti
quei prodotti che per caratteristiche proprie sono ad esso
affini o collegati; figure in grado anche di organizzare
in modo strategico più tipi di azioni promozionali per
sostenere evoluzioni e cambiamenti del mercato enoga-
stronomico. Il progetto, realizzato con finanziamenti
del Fondo Sociale Europeo, attraverso la programmazio-
ne POR FSE della Regione Umbria 2007/2013, Bando
“Cultura e occupazione”, ha dimostrato che l’investimen-
to in giovani disoccupati, con alto livello di scolarizza-
zione, motivati e formati da esperti e docenti di settore
può dare risultati importanti a partire dalla acquisizione
della consapevolezza che è necessario, in questo settore,
fornire una formazione con contenuti specifici e plurali, Università dei Sapori
capace di contestualizzare competenze tecniche magari Via Tornetta, 1
già possedute. In questo modo, come sul versante delle 06123 Perugia
imprese, il progetto è servito a far comprendere alle azien- Tel 075 5729935
de vitivinicole e di promozione del prodotto vino che si Fax 075 5734611
possano reperire tali professionalità su un vasta platea di www.universitadeisapori.it
domanda di lavoro. Nello specifico il progetto dell’Uni- uds@universitadeisapori.it
versità dei Sapori ha previsto 300 ore di formazione in Uds.ufficiostampa@virgilio.it

Era2000 55
56 ERA2000
Alimentha s.r.l.
Zona Industriale via Danimarca,
3
64026 Roseto degli Abruzzi (TE)

Tel: +39.085.89.95.240
Fax +39.085.89.32.398

e-mail: info@alimentha.it
amministrazione@alimentha.it
ordini@alimentha.it

Sistema di gestione per la quali-


tà.
Certificato UNI EN ISO
9001:2000

Era2000 57
Venezia: Dimore storiche per gli amanti dell’amore

di Luisa De Salvo

A
ll’“amore” sono dedicati trattati e prose, poesie e nali d’epoca e immersi in un silenzio quasi irreale. Per gli
canzoni, strade e monumenti, miliardi di parole edonisti alla ricerca di un’emozione sensoriale, è possibile
e gesti che si perdono nella notte dei tempi. An- alloggiare in dimore dove maestosi lampadari in vetro di
che oggi, in un mondo in cui i mezzi di comunicazio- Murano illuminano linee essenziali e minimaliste.Titola-
ne viaggiano più veloci del pensiero umano, èpossibile ri e personale altamente specializzato offrono sempre un
trovare spicchi inaspettati di romanticismo oscillanti tra servizio impeccabile nel rispetto della riservatezza, ma
sentimento e sensualità.Venezia, pur avendo imboccato anche dell’attenzione ad una clientela internazionale (in
la più proficua strada del profitto derivante dal turismo, prevalenza francesi,inglesi e americani) che ama viziarsi,
non ha dimenticato la sua innata vocazione di “città ma anche farsi coccolare.
dell’Amore”. Tiziano Scarpa nel suo originale “Venezia è
un pesce” non ha dubbi: “a Venezia ci si innamora più
facilmente e il cuore batte più forte”. Così accanto alle RESIDENZE D’EPOCA per TURISMO ROMANTICO
arcinote “calli sconte” immerse nel silenzio, frequentate 1. Le Suites di Giulietta e Romeo –– San Cassian –
dagli innamorati per concedersi momenti di intimità e +39.041.0994053 – www.bertoliresort.com (Palazzo
celebrate dal maestro del fumetto italiano Hugo Pratt, Donà del ‘700) – Responsabile: Bertoli Resort srl: Alessia
compaiono sempre più spesso antichi palazzi prestigiosi Giorgino 338.8637167(apertura prevista per le feste na-
pronti ad ospitare turisti amanti del romanticismo. Sono talizie)
le cosiddette “residenze d’epoca”, che restaurate e arric-
chite di arredi preziosi, sono formalmente inserite tra gli 2. Affittacamere “Ca’ Priuli” – +39.041.2770834 –
affittacamere o i B&B, ma in realtà rappresentano lussuo- www.capriuli.com (Palazzo Priuli del 1350)
se locations, di un turismo romantico sempre crescente.
4. Affittacamere ”Ca’ Maria Adele” - +39.041.5203078
Se è suggestivo perdersi tra calli e campi, lo è altrettanto
– www.camariaadele.it (Antica Casa del 1500)
abbandonarsi ad un’atmosfera assolutamente magica, in-
corniciata da soffitti affrescati e drappi arabeggianti, in 5. B&B “Casa Kirsch“ - +39.041.5286127 - www.casa-
camere profumate di gardenia e stecche di cannella, tra kirsch.com (moderna) Hotel Casa Verardo www.casave-
mobili rinascimentali ed oggetti di antiquariato. Questi rardo.it (Palazzo Verardo del XV secolo)
palazzi storici, ieri residenze di dogi e nobili veneziani,
oggi veri e propri nidi d’amore, risalgono per lo più al 6. Affittacamere “Abadessa” – +39.041.2413784 –
1500, ma ci sono anche preziose strutture del 1300, re- www.abadessa.com (Palazzo Abadessa della fine del 1500)
stituite al loro originario splendore grazie a lunghi e mi-
7. B&B Ca’ Furlan alla Croce di Malta -
nuziosi restauri, finalizzati a valorizzare la storia, l’arte e la
+39.041.2410338 - www.cafurlan.com (Palazzo Ca’ Fur-
cultura di un glorioso passato. Ci sono appartamenti af-
lan, edificio del 1400 un tempo usato come scuderia per i
facciati sul Canal Grande, arricchiti di mobili in stile o in cavalli dei cavalieri di Malta)
legno africano, e sale di ricevimento con divani che sem-
brano galleggiare in un’insolita vasca d’acqua. Agli amanti 8. Appartamenti - Palazzo Contarini dalla Porta di
della naturalezza sono dedicati i palazzi ristrutturati nel Ferro - +39.041.2770991 -www.palazzocontarini.com
pieno rispetto dell’ambiente, impreziositi da mobili origi- (Palazzo Contarini dallaPorta di Ferro del 1300)

58 ERA2000
ll PoloNord
a
Perugia
di Massimo Casciarri

Q
uesto Natale ha visto re-
alizzarsi a Perugia un'i-
dea nuova di negozio di
giocattoli e abbigliamento per i
bambini, un'idea in pieno stile fia-
besco, un'idea che esprime la pro-
pria sintesi all'interno di un luogo
stimolante, ricco di sorprese e in-
trattenimento coinvolgenti e ben
rappresentati, fatti di semplicità e
di “magia” e nel rispetto dei loro
contenuti originali. Il suo nome è
PoloNord, ma è anche conosciuto
come “La casa di Babbo Natale”
e si trova a Perugia in via Curta-
tone Montanara, zona stazione (
accanto a ferramenta Valeri). Ogni
occasione è buona e propizia per
visitarlo, esplorando tutti i suoi
itinerari interni che incantano i
bambini e affascinano gli adulti.
In determinati periodi si può an-
che avere la fortuna di incontrare
e conoscere “personalmente” bab-
bo Natale, oppure la Befana, per
Carnevale Arlecchino o Pulcinella,
ma questa per il momento rimarrà
una sorpresa che soltanto voi, visi-
tando il negozio, potrete svelare...
Tutti al PoloNord per il piacere dei
bambini e la serenità degli adulti.

Era2000 59
Trotti, una risposta all'infinito.

L'artista di Monte Urano in una bella mostra antologica a Civitanova Marche


di Michele De Luca

I
n una lontana intervista rilasciata da Alberto Moravia 2000. A Roma stringe una lunga ed intensa amicizia con
a Costanzo Costantini, che fugeva da presentazione Luigi Montanarini e frequenta gli artisti come Domenico
al catalogo della mostra di Sandro Trotti alla galle- Purificato e u suoi “grandi” conterranei Sante Monachesi,
ria romana Schema Z nel 1981, il celebre autore degli Corrado Cagli e Pericle Fazzini, che lo presentò nel ca-
Indifferenti e della Noia, diceva tra l’altro: “E’ un segno talogo della mostra alla galleria L’Indiano di Firenze nel
continuo, come se l’ispirazione fosse una matassa, e, se 1961, consacrandolo, con grande intuito e preveggenza,
si tira, il filo della matassa si srotola e immediatamen- come sicura promessa (allora il pittore di Monte Urano
te disegna nello spazio l’oggetto che trotti intende rap- era appena ventisettenne) nel firmamento artistico con-
presentare”. Giusto dieci anni prima, recensendo su “Il temporaneo: “La pittura di Alessandro Trotti si muove
Tempo”, recensendo la sua persinale alla Galleria della sul piano di apparizioni cromatiche: ogni colore è in fun-
Balduina, sempre nella capitale, Virgilio Guzzi aveva sot- zione del colore vicino, e il tutto forma un’immagine che
tolineato come il “segno” dell’artista evocasse “un ricordo potrebbe essere surrealista, ma non lo è, e se ne rimane
vago di eleganze secessionistiche e modiglianesche”; cui l’odore, è anche per quegli intrichi di segni che appaiono
faceva eco Franco Solmi, che, in un approfondito testo sempre da una parte o dall’altra, o nel mezzo dello sfondo
critico, annotava: “Nessuna analisi del lavoro di Trotti dei suoi quadri; egli esprime così, con questa sua pittura,
può prescindere dal dato di esperienza che conduce l’ar- un’ansia, una domanda, una risposta all’infinito, condu-
tista marchigiano a una continua verifica delle proprie cendo il pensiero di chi guarda alla poetica interpretazio-
nostalgie di memorie. L’apprensione di un reale, concreto ne del dipinto, che, in questo modo acquista consistenza
e immaginario insieme, si esprime nella forma più diret- e valore di arte. La pittura di Trotti, che è marchigiano,
ta, quella dell’espressionismo”. Trotti nasce il 25 gennaio nato in un paesino vicino al mio, è piena di talento per-
1934 a Monte Urano (Ascoli Piceno), ma Roma diviene chè rispecchia l’atmosfera delle nostre parti, sa di barche,
presto centro dei suoi interessi artistici; qui si diploma al di mare e di cielo, dove finisce e comincia l’orizzonte e da
Liceo Artristico nel 1953 e dove poi duventerà titolare dove ogni giorno, all’alba, appare il sole come un’immen-
della cattedra di Pittura all’Accademia di Belle Arti in Via sa arancia”. A Trotti, con il suggestivo titolo “Pittura in-
di Ripetta per circa trent’anni, ed esattamente dal 1973 al finita poesia”, viene dedicata una bella mostra antologica,

60 ERA2000
.
curata, insieme al bel catalogo realizzato dalle Grafiche di evocare e non di descrivere”, nei ritratti come in assor-
Fioroni, da Enrica Bruni Stronati e Sandro Pazzi, all’Au- te contemplazioni del paesaggio marchigiano che ricor-
ditorium Sant’Agostino di Civitanova Marche Alta, nella dano il grande civitanovese Arnoldo Ciarrocchi; facendo
raffinata cornice degli stucchi settecenteschi della ex chie- rivivere la lezione del grande Baudelaire, il quale scriveva:
sa vicinissima alla casa dove ebbe i natali Annibal Caro, il “La natura esteriore non e che un ammasso incoerente di
celebrato traduttore dell’Eneide, ormai da tempo sede di materiali che I’artista e invitato ad associare e a mettere
importanti ed apprezzate mostre promosse ed organizzate in ordine, un incitamentum, un risveglio per le facoltà
dal Comune di Civitanova, dalla Pinacoteca “Marco Mo- assopite”. Fino a giungere all’ultimo decennio della sua
retti” e dall’Azienda Speciale Teatri di Civitanova. attività, connotata da un elemento decisamente nuovo
rispetto ai primi quarant’anni di lavoro, e cioè dall’in-
contro con la civiltà cinese, ancora poco conosciuuta e
“frequentata” dai nostri artisti; un incontro in cui l’artista
ha attinto con curiosità e rispetto, ma nel quale a sua vol-
ta ha profuso la sua esperienza pittorica, tanto da essere
considerato uno fra i maggiori testimoni della nostra cul-
tura artistica, specie nel ruolo didattico quale professore
di Storia dell’Arte presso l’Accademia Centrale di Pechi-
no e presso l’Accademia di Belle Arti di Canton. E’ una
nuova stagione nell’arricchimento culturale e nella creati-

N
el catalogo, per un consuntivo storico-critico vità pittorica, che Trotti così racconta: “Ho avuto l’onore
sull’artista, è di grande interesse il testo di pre-
sentazione di Lucio Del Gobbo, attento studio-
so e profondo conoscitore del Novecento marchigiano,
il quale aiuta a “concludere” come “pur nella scansione
dei periodi, siamo di fronte ad un’arte molto umana e
condivisibile, per quella sorta di apparente spontaneità
che la caratterizza; una naturalezza immediatamente leg-
gibile che la rende vicina e comunicativa anche là dove
il pensiero che ne è origine è tutt’altro che semplice”. La
mostra è rappresentativa dell’intero arco creativo del ma-
estro, dalla sua prima attività pittorica, che si concentra
sulla sperimentazione di nuovi materiali e sulla ricerca
dell’astrattismo (è il periodo delle “strisce” e dei “crates”)
alle indagini (anni ‘70) sul nudo femminile in una serie
di disegni e dipinti il cui monocromatismo li fa battez- di insegnare Arte in oriente. Ma anche l’oriente mi ha
zare “nudi bianchi”. Scorrono attraverso una bella scelta rivelato sorprendenti prospettive, una di queste riguarda
di opere i decenni successivi, in cui si riflette l’originale il paesaggio. Il nostro paesaggio ha un solo punto di vista:
rapporto dell’artista con il mondo esterno che, come ha l’uomo! Il paesaggio orientale invece ha un altro punto di
sottolineato Gabriele Simongini, nella sua pittura ariosa vista: la natura! La foglia, il fiume, l’uccello, la montahna,
ed istintiva si è tradotto sempre in una originale “capacità hanno un’unica misura e convivono in un unico piano”.

Tel: 070 658206

Era2000 61
P.zza Costituzione, 10 Cagliari
La pietra possiede un fascino
particolare dovuto alla sua
origine antichissima databile
in termini di ere geologiche. Il
suo uso risale a tempi remo-
ti. Nel corso dei secoli è stata
decisamente preferita, in ogni
nazione, agli altri materiali da
costruzione. La pietra, infatti
oltre ad essere “naturale” e
con un aspetto estetico grade-
vole, ha delle qualità intrinse-
che che la rendono eccezionale
da unpunto di vista tecnico.

Dal 1955 l’estrazione e la la-


vorazione della PIETRA DI PIA-
NELLO è il costante impegno
di tre generazioni. Passione e
tradizione, insieme ad espe-
rienza ed innovazione tecno-
logica, ci introducono ogni
giorno in un percorso faticoso
quanto gratificante che af-
frontiamo con l’intento di mi-
gliorarci per soddisfare tutte le
richieste di una Clientela sem-
pre più attenta ed esigente.

62 ERA2000
Tel: 075.602147/602863

Era2000 63
ERA2000

promuove il “Made in Italy”

64 ERA2000

www.era2000online.net