Sei sulla pagina 1di 27

LUNEDÌ 8 MARZO 2010 € 1,00 Anno 121 - numero 56

San Giovanni di Dio


www.ilcittadino.it POSTE ITALIANE S.P.A. - SPED. IN ABB. POST. - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N° 46) ART. 1, COMMA 1, DCB - MILANO

CRONACA IN 13 ANNI AVEVA ACCUMULATO OLTRE 10MILA ORE DI VOLO LUNGO LE PRINCIPALI LINEE EUROPEE FESTA DELLA DONNA

Otto Marzo

Pilotava aerei senza il brevetto Seida sussurrare


consigli

Un 41enne di San Giuliano arrestato ad Amsterdam alle bambine


CATERINA BELLONI
n Abita a Civesio, frazione di San SCHIANTO A PAULLO SULLA STRADA PER CERVIGNANO E LODI
Giuliano, il 41enne Thomas Salme Panorama

Q
arrestato dalla polizia olandese po­ uando qualche giorno fa il
co prima di sedersi ai comandi di un ¢ PAULLO direttore del Cittadino mi
Boeing 737 con a bordo 101 passeg­ ha chiesto di scrivere un
geri diretti ad Ankara: l’accusa nei
suoi confronti è quella di non aver
Sventata dai carabinieri articolo in occasione della
festa della donna confesso
mai conseguito il brevetto per pilo­
tare aerei di linea. In 13 anni aveva
maxi truffa informatica segue a pagina 10
accumulato oltre 10mila ore di volo. a pag. 11

Morta a 18 anni:
a pagina 11
¢ OMICIDIO PER GELOSIA
L’assassino del romeno
C’è bisogno
folla a S. Angelo catturato a San Donato di questa
a pag. 12
per l’addio a Denise ¢ PANTIGLIATE giornata?
FRANCESCA CERRI
Padre e figlio travolti
dai malviventi in fuga
L’
articolo è mio e me lo ge­
stisco io. Ossia: se devo
a pag. 13 scrivere sulla Festa della

Sbatte contro un muro, salvo per miracolo ¢ OSPEDALETTO


Donna lo faccio a modo
mio, vado fuori tema e spiego
segue a pagina 10
n Distrugge l’auto contro il strada che porta verso Cervi­ costruito dai carabinieri, si Banda dei videopoker
muro di una cascina e resta gnano e Lodi. Alla guida di sarebbe addormentato al vo­
presa con le telecamere
La foto di Denise, morta per un malore

a pagina 14
intrappolato fra le lamiere.
Lo schianto è avvenuto ieri
pomeriggio a Paullo, sulla
una Bmw 320 praticamente
nuova c'era un 30enne di Mi­
lano che, in base a quanto ri­
lante.
a pagina 13 a pag. 15 Non piegarsi
SE NE VA IL PREPARATORE, PROTESTE DEI GIOCATORI di fronte
COMIZIO DEL LEADER DELL’IDV IERI MATTINA IN PIAZZA DELLA VITTORIA
POLITICA
a nessuno
Di Pietro lancia la battaglia di Lodi: GRETA BONI

N
on ci sei più. Eppure sei
qui, ti sento. Non so per­

«Sbagliato il decreto “salva­liste”» ché penso a te, oggi che è


l’8 marzo. Non lo festeg­
giavi, proprio come me. E non

ELEZIONI segue a pagina 10

Lodi verso il voto:


le idee per i giovani Ma in Italia
dei sei candidati
n La città verso il voto si
interroga sui problemi dei
abbiamo fatto
passi indietro
giovani. Arriva alla terza
puntata lo speciale del no­
stro quotidiano in vista
delle elezioni amministrati­
ve del 28 e 29 marzo: ecco le
ricette per i cittadini under CRISTINA VERCELLONE
30 di Lorenzo Guerini, Ste­

Il Fanfulla ancora sconfitto: A


fano Buzzi, Francesco Mila­ nche nel Lodigiano, nel
nesi, Gabriella Gazzola, settore privato, le donne
Gianmario Invernizzi e Ser­ n Il leader dell’IdV Di Pietro sceglie la piazza di Lodi per Il battagliero percepiscono il 25 per cento
gio Tadi. lanciare la sua battaglia sul caso delle liste riammesse alle Di Pietro in meno del salario maschi­
la squadra “in agitazione” a pagina 9
regionali: «Il provvedimento del governo è una sanatoria».
alle pagine 3 e 7
a Lodi
con il braccio
immobilizzato
le. E vengono minacciate. È di
segue a pagina 10
AMATORI E ASSIGECO FERMI n Una domenica difficile per il
Fanfulla. Incassata la sconfitta
Basket e hockey: per 2­0 contro il Verbano esplo­
de la protesta dei giocatori, sul
un fine settimana piede di guerra per il mancato
pagamento dei rimborsi spesa. S A N C O L O M B A N O INCIDENTE AL CIMITERO: UNA LASTRA SI SPEZZA E UNA 60ENNE FA UN VOLO DI TRE METRI
tra riposo e bilanci Intanto si dimette il preparato­

Cade in una tomba, donna resta ferita


re atletico. Pareggiano Sanco­
lombano e Tribiano.
alle pagine 41 e 43
alle pagine 21, 22 e 27

LODI
Pescatori in allarme:
«L’Adda non finisca
come il Lambro»
n Allarme dell’Associazione Impianti
lodigiana pescatori dilettan­
ti di Lodi nel corso della
Fotovoltaici
loro assemblea ordinaria
Scorcio del cimitero di San Colombano tenutasi sabato nel salone
della parrocchia del Borgo:
n Va al cimitero per pregare davanti «Stiamo all’erta perché il
alla tomba di un parente ma una co­ fiume Adda non faccia la
pertura vicina si spezza e lei precipi­ stessa fine del Lambro, an­ Via dei Cascinotti, 9 - Credera Rubbiano (CR)
ta per tre metri. Brutta avventura cora una volta “violentato” Tel. 0373 61412 (r.a.) - Fax 0373 615170 (r.a.)
quella vissuta da una 60enne al cimi­ dallo sversamento di idro­ Via C. Battisti, 1 - Albiate (MB)
tero di San Colombano. Qualche feri­ carburi». Tel. 0362 932409 - Fax 0362 977281
ta e un grosso spavento per la donna.
a pagina 8
a pagina 14 www.gruppoferla.it
2 LUNEDÌ 8 MARZO 2010

il Cittadino
Esteri
PIÙ DI CENTO I FERITI PROVOCATI DALL’OFFENSIVA IN ARMI DEI MILITANTI DI AL QAEDA, DECISI A BOICOTTARE LE ELEZIONI PRESIDENZIALI

Iraq, code ai seggi nonostante le bombe


Paese al voto nel sangue: colpi di mortaio e razzi fanno 38 morti
BAGHDAD In una giornata dal clima mite e piena di sole,
Etnie in Iraq milioni di iracheni sono andati a votare per eleggere i Il Paese al voto
325 deputati del secondo Parlamento del dopo Saddam;
nonostante le forze del terrore abbiano scatenato sin 18,9 6.529 325
dalla prima mattina un’offensiva a colpi di mortaio, raz­ Milioni Candidati Parlamentari
Mosul
Irbil zi katiuscia e bombe artigianali che ha causato la morte di elettori di 86 partiti da eleggere
Kirkuk di 38 persone e il ferimento di altre 110.
Tikrit A Baghdad, i morti sono stati una trentina, 25 dei quali ELETTRICITÀ INFRASTRUTTURE
Samarra
in una palazzina crollata, apparentemente dopo essere Ore medie di Accesso a infrastutture
Akashat stata raggiunta da un razzo. Già prima dell’apertura dei disponibilità al giorno igieniche
seggi, le esplosioni si sono susseguite in modo impres­
Curdi
Ar Rutbah BAGHDAD sionante. Ne sono state contate a decine. Quattro colpi 15,2 20%
della
Sunniti arabi An Nukhayh Karbala di mortaio si sono abbattuti anche sulla superfortificata
4-8 popolazione
Najaf Zona Verde, dove hanno sede le istituzioni irachene e
Sunniti arabi,
molte ambasciate straniere, e dove erano stati allestiti Accesso all'acqua
Curdi misti Nassiriya
due seggi per i “vip’” Alcune fonti hanno riferito anche potabile
Sciiti arabi As Salman
Bassora
di una donna kamikaze che ha provocato quattro morti, 45%
Al Busayyah
Sciiti, Sunniti arabi misti ma l’informazione non ha trovato conferme ufficiali. della
Prima Settembre
Sunniti turchi Verso le 11, il “fuoco di sbarramento” è però andato sce­ popolazione
della guerra 2009
mando e in molti hanno progressiva­
Popolazione varia mente trovato la forza e il coraggio di Sopra due
PIL A PREZZI CORRENTI
andare a votare. Anche grazie alla iracheni al voto
I seggi in Parlamento In miliardi di dollari
decisione delle autorità di revocare il in un seggio
divieto di circolazione alle auto. della capitale;
310
assegnati proporzionalmente
7
assegnati In poco tempo i seggi si sono riempi­ a lato un uomo 55,4 60,9
nei 18 governatorati a livello nazionale seduto
48,5
ti, e si sono formate lunghe code. An­
su base compensatoria che nelle regioni sunnite, dove inve­ fra le rovine 34,5
5 ce alle elezioni del 2005 il voto era sta­ di un palazzo 25,7
riservati alla minoranza 20,5
cristiana
to in massima parte boicottato. In un abbattuto dai 13,6
seggio di un quartiere a maggioran­ miliziani a colpi
3 za sunnita della capitale, la fila nel di mortaio:
Totale riservati ad altre minoranze primo pomeriggio si snodava per le vittime sono
(Shabak, Sabei e Yizidi) 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008
325 seggi molti metri. E le donne erano molte. state 38, un stima
ANSA-CENTIMETRI Un’anziana sulla sedia a rotelle spin­ centinaio i feriti Fonte: Brookings Institute ANSA-CENTIMETRI
ta dal nipote, parlando con l’Ansa si è
detta determinata a partecipare per
LA SITUAZIONE RESTA ANCORA DIFFICILE «dare un futuro migliore ai figli».
Suo nipote, con un gran sorriso, ha
aggiunto che «abbiamo provato la de­
Gli iracheni non si sono fatti
I contractors al lavoro: mocrazia e ci è piaciuta».
E nonostante l’alto numero di vitti­
me, diversi leader hanno espresso
intimidire e hanno preso
il business sicurezza soddisfazione per la significativa af­
fluenza alle urne. Anche le forze di
sicurezza irachene, questa volta to­
d’assalto le urne per votare
è nelle mani dei privati talmente responsabili ­ visto che i
quasi 100 mila soldati americani so­
no rimasti nelle loro basi ­ si sono
BAGHDAD La sicurezza privata in Iraq dette sostanzialmente soddisfatte. Il presidente Jalal Ta­ di giorni solo per avere i risultati preliminari. Altre fon­ no comunque presi “con le molle”, la diffusione del voto
è ancora un grande business. Di co­ n A Baghdad e labani ha dal canto suo parlato di «giorno storico, in cui ti dicono che in tre giorni, il risultato del 30 per cento sarà molto equilibrata tra i protagonisti delle quattro li­
siddetti contractor ce ne sono ancora nelle altre città il vincitore assoluto è il popolo iracheno». Evidente­ dello spoglio delle schede dovrebbe essere noto. I risul­ ste maggiori, ovvero quella del premier uscente Nuri al
oltre 100 mila, mentre le società rego­ del Paese mente in un riferimento anche ai terroristi, in partico­ tati definitivi sono invece previsti per fine mese. Poi, la Maliki, quella dell’ex premier Iyad Allawi, quella di fat­
larmente registrate sono circa 80 e la tutela lare quelli di al Qaeda, che avevano minacciato di usare nuova assemblea si riunirà per eleggere il suo presiden­ to sciita di cui fanno parte anche l’ex beniamino della
operano ogni giorno «sul campo». «i mezzi militari» per far fallire le elezioni e avevano te e quindi procederà all’elezione del nuovo presidente Cia Hamad Chalabi e un altro ex premier Ibrahim al Sa­
Più della metà sono irachene, le altre del territorio «proclamato» per la giornata di ieri il «coprifuoco» in della Repubblica. Talabani si è detto fiducioso di avere fari, nonché quella dell’alleanza curda.
sono un terzo americane, un terzo è stata appaltata tutto il Paese, «in particolare nelle zone sunnite». un nuovo mandato, e se così fosse sarà quindi lui a no­ Le trattative saranno dunque molto lunghe e complica­
britanniche e un terzo ai altri Paesi. quasi in toto Alle 17 i seggi sono stati chiusi ed è quindi iniziato lo minare il nuovo premier, su indicazione dei gruppi poli­ te e prevedibilmente saranno necessarie settimane, se
Lawrence Peter, un passato nella Ma­ a società estere spoglio delle schede. Sarà un processo molto lungo. Se­ tici vincitori. Ma su questo è estremamente difficile fa­ non mesi per vedere insediato il nuovo esecutivo.
rina Usa, è il direttore della Associa­ condo l’Onu a Baghdad, si dovrà aspettare una decina re previsioni, poiché secondo diversi sondaggi, che van­ Stefano de Paolis
zione compagnie private di sicurezza
in Iraq, che ne rappresenta 32, e appare molto pragmati­ NIGERIA
co. «Il nostro lavoro é come quello che si svolge in ogni In breve
Paese. Solo ce qui è più pericoloso. Gestiamo tre tipi di si­
curezza: scorta alle persone, scorta ai convogli e sicurez­
za ‘staticà, cioé ad installazioni di ogni genere, dalle abi­
Ancora scontri fra cristiani e musulmani: almeno 100 vittime ¢ SPAGNA
tazioni agli impianti petroliferi».
Sul giro d’affari non si sbilancia. Parla di cifre che vanno
n Dormivano tutti nel villaggio di
Dogo Nahawa, nel centro della Nige­
Dogo Nahawa abitano soprattutto
contadini stanziali di religione cri­
Aborto, migliaia in piazza
da diverse centinaia di milioni a miliardi di dollari l’an­
no. «Ma è difficile essere più precisi perché le società non
ria, quando dalle colline è sceso l’in­
ferno. Uomini, donne, bambini si sono
stiana e di etnia Berom: ad attaccarli ­
racconta un sopravvissuto ­ sono stati
contro la legge di Zapatero
rivelano i loro contratti, la durata, i rinnovi». Più facile è svegliati di colpo, si sono precipitati i pastori nomadi di religione musul­ Spagna cattolica di nuovo in piazza ieri
conoscere servizi “al dettaglio”. Una giornata con scorta fuori tra le urla e gli spari. Ed è co­ mana dell’etnia Fulani. «Gli assalitori a Madrid contro la depenalizzazione
a Baghdad costa fino a 9mila dollari, gli spostamenti al­ minciato il massacro: i machete han­ sono arrivati all’improvviso sparando dell’aborto voluta dal premier socialista
l’interno della superprotetta Zona Verde fino a 500. no lasciato sul terreno decine di per­ in aria proprio per far uscire la gente José Luis Zapatero. Migliaia di persone
Lawrence è in Iraq dal febbraio 2003 e ne ha viste di tutti sone. Almeno un centinaio i morti, dalle case ­ ha detto il responsabile ­ tante le famiglie con bambini, bandie­
i colori. Mentre parla, arriva l’eco delle esplosioni che sin decine i feriti, molti dei quali ustiona­ della Lega dei diritti umani a Jos, rine e palloncini, molti gli anziani ­ han­
dalla prima mattina hanno scosso Baghdad. Solo rara­ ti o mutilati. L’ennesima strage nel Gad Peter ­ Erano organizzati, hanno no sfilato da Plaza Cibeles a Puerta del
mente si limita a brevi commenti come «questa era ad un tormentato stato nigeriano del Plate­ attaccato simultaneamente da varie Sol, nel cuore della capitale spagnola,
paio di km da qui, o «questa era potente», poi riprende: au é avvenuta la notte scorsa intorno direzioni, hanno incendiato le case e per protestare contro la nuova legge
«l’Associazione si occupa di coordinare le attività delle alle 03:00 in una zona già teatro di ucciso donne e bambini ... Adesso votata in ultima lettura a fine febbraio
compagnie, dello scambio di informazioni, della discus­ scontri e massacri interetnici e inter­ Dogo Nahawa è un villaggio fanta­ dal Senato e chiederne l’abrogazione.
sione de problemi comuni. Un pò come ogni associazione religiosi, crocevia obbligato tra il sma». Secondo Gad Peter poi, altri Gli organizzatori della manifestazione,
di categoria». Per il futuro è ottimista. «In Iraq c’é gente nord a maggioranza musulmano e il Il recupero di alcune vittime della nuova faida due villaggi più piccoli, abitati sem­ convocata da 270 associazioni pro vita,
molto in gamba. La situazione va migliorando costante­ sud a maggioranza cristiano. In gen­ pre da Berom, sono stati presi d’assal­ sono arrivati a parlare di centinaia di
mente. Sono certo che il Paese ce la farà a lasciarsi alle naio a Jos, capoluogo situato non lontano dal villaggio to nello stesso momento: si tratta di Ratsat e Zot, anch’essi migliaia di dimostranti. Molte le ban­
spalle i giorni bui». «É vero l’atmosfera è cambiata molto. attaccato la notte scorsa, i morti erano stati più di 400. situati negli immediati dintorni di Jos, e anche qui ci sono diere spagnole, e quelle rosse ­ colore
Da tempo i ragazzini hanno ripreso a salutarci quando In serata il capo di stato nigeriano ad interim Goodluck stati morti e feriti. «Tra le vittime, c’é chi è stato mutilato della vita ­ dei movimenti anti­abortisti.
passiamo per strada. Non ci sentiamo più un obiettivo Jonathan ha messo in stato d’allarme rosso l’esercito del a colpi di machete ­ ha raccontato Gad Peter ­ Altri sono «Si alla vita, no all’aborto» e «Spagna,
privilegiato come eravamo prima», dice il responsabile Plateau e degli stati confinanti, con l’ordine di «catturare ­ stati bruciati. Come le case». In effetti il responsabile di vita si!» gli slogan principali della ma­
di una di queste società, che non vuole essere identifica­ si legge nel comunicato della presidenza ­ i responsabili uno dei due ospedali dove sono stati ricoverati decine di nifestazione, cui hanno partecipato
to. È arrivato in Iraq nel 2003, nell’esercito americano. delle violenze e contrastarne il propagarsi oltre il confine feriti, parla di persone arrivate con ustioni e lesioni da esponenti del principale movimento di
Nel 2005 è poi tornato per conto suo e ha iniziato questo dello stato». Testimoni e fonti ufficiali riferiscono che a arma da taglio, anche mutilazioni. opposizione a Zapatero, il Partido Po­
lavoro che gli ha provocato varie «situazioni difficili». pular. Il Pp ha fatto sapere che presen­
terà un ricorso contro la legge davanti
alla corte costituzionale, e che la cam­
bierà se tornerà al potere fra due anni.

Traffico d’armi, l’Iran attacca: L'operazione "Sniper"


LE TRIANGOLAZIONI INTERNAZIONALI Punti di passaggio
Il percorso delle armi
Il materiale sequestrato
Giubbotti autorespiratori
¢ STATI UNITI
Botte a impiegati­schiavi:

«L’Italia indecente e infantile» è bufera su Scientology


GRAN Paracaduti
BRETAGNA Caschi da aviatore
Puntatori laser
Londra
Un elicottero Costretti a lavorare come schiavi, sette
7 arresti giorni su sette, dalla mattina presto a
TEHERAN Si fanno sempre più minac­ che Larijani ­ un conservatore mode­ 5 italiani sera tardi per una cinquantina di dollari
ciosi i toni del regime di Teheran rato di solito ben lontano dalle esa­ ROMANIA
Bucarest
2 iraniani la settimana. Inoltre, botte da parte dei
Milano
contro l’Italia per l’arresto del gior­ sperazioni verbali del presidente ITALIA capi e alcune ragazze sono state perfi­
nalista iraniano Hamid Masoumi Mahmud Ahmadinejad ­ ha detto no spinte ad abortire, per non perdere il
Nejad, da anni a Roma come corri­ una frase indicativa del risentimen­ L'imprenditore Alessandro Bon posto. Così i vertici di Scientology, la
Titolare di Antares srl di Varese,
spondente della televisione di Stato to crescente nel regime iraniano nei avrebbe aggirato l'embargo
controversa “Chiesa” fondata da Ron
Irib e ora finito in manette con l’ac­ confronti dell’Italia, considerata fino per la vendita di armi a Teheran IRAN Hubbard ormai mezzo secolo fa, hanno
cusa di essere coinvolto in un traffi­ a poco tempo fa come un possibile in­ Il giornalista Masoumi
Teheran trattato per anni i componenti del suo
co d’armi verso la Repubblica isla­ terlocutore nel campo occidentale, Volto noto della tv iraniana, staff. Il «New York Times», in un artico­
mica. «Il governo italiano deve ri­ anche in virtù dei forti rapporti eco­ avrebbe trattato con un gruppo lo in prima pagina, ha raccolto le de­
spondere del suo comportamento in­ nomici: «Prendiamo atto del fatto Il giornalista di imprenditori italiani l'acquisto nunce di chi ha subito per anni questo
iraniano Hamid di materiale "dual use", tipo di maltrattamenti e ora ha deciso
decente nei confronti di Masoumi che il governo italiano sta mettendo cioè equipaggiamento civile
Nejad», ha tuonato ieri il presidente a repentaglio il suo prestigio sotto il Masoumi Nejad, di lasciare l’organizzazione. Paul Hag­
trasformato da chi lo utilizza EMIRATI Dubai
del Parlamento iraniano Ali Larijani profilo politico, ed è inutile insistere arrestato in materiale bellico ARABI UNITI gis, regista e sceneggiatore, vincitore
in apertura di seduta. «Nelle condi­ perché questi trabocchetti non pos­ dall’Italia ANSA-CENTIMETRI dell’Oscar con “Million Dollar Baby” e
zioni attuali ­ ha aggiunto l’ex capo sono convincere nessuno». “Crash”, appena ha saputo di queste
negoziatore sul dossier nucleare ­ il Teheran aveva infatti già reagito du­ sizione interna in Iran. In un cre­ «inchieste scomode» sugli «scanda­ diritto di sviluppare energia nuclea­ brutte storie ha abbandonato indignato
piano infantile del governo italiano ramente il mese scorso alla visita di scendo di tensione, subito dopo l’ar­ li» che riguardavano direttamente re «a scopi pacifici». In entrambi i la setta, dopo 35 anni. «Non si tratta di
per arrestare il corrispondente del­ Silvio Berlusconi in Israele, durante resto di Masoumi­Nejad mercoledì Berlusconi. Una «messa in scena», casi, comunque, l’ambasciatore ita­ accuse lanciate da gente in cerca di
l’Irib, accompagnato da una messa la quale il premier aveva insistito scorso, la televisione di Stato irania­ insomma, che secondo la Repubblica liano a Teheran Alberto Bradanini è pubblicità ­ ha scritto Haggis ­ ma di
in scena davvero ridicola, riporta in sulla pericolosità del programma na aveva parlato di «intimidazione» islamica farebbe «parte del piano stato convocato per protesta al mini­ persone qualificate che hanno dedicato
mente una scena di satira politica nucleare iraniano, parlando tra l’al­ e «vendetta del regime fascista italia­ americano­sionista di accusare in­ stero degli Esteri iraniano. la loro vita a Scientology».
più che una realtà». È a questo punto tro del «dovere» di sostenere l’oppo­ no» contro un giornalista autore di giustamente l’Iran» per negargli il (Ansa)
LUNEDÌ 8 MARZO 2010 3
il Cittadino
Interni
CAOS LISTE n I DEMOCRATICI DIFENDONO NAPOLITANO, MA SARANNO IN PIAZZA IL 13 CON IL “POPOLO VIOLA”; ANCHE L’UDC BOCCIA IL DECRETO

Il premier attacca Pd e Idv, il Lazio ricorre


Di Pietro contro il Colle, Berlusconi: «Dalla sinistra solo insulti»
ROMA L’Idv non cambia linea e conti­ ruolo istituzionale del capo dello Sta­ delle leggi anche quando ci sembra LOMBARDIA
nua a lanciare strali contro il Quiri­ to. A non aderire alla piazza «per co­ una pagina non bella della democra­
nale, ma Berlusconi contrattacca: stume politico e istituzionale» l’Udc zia quella che si è disegnata».
«dalla sinistra solo insulti» chia­ che con Pier Ferdinando Casini ci Intanto ieri sera la Regione Lazio ha La Bonino: «Penso al ritiro» Formigoni e Penati:
mando ancora una volta gli elettori tiene a precisare: «Non polemizzia­ deciso di ricorrere alla Consulta con­
ancora polemiche
ad una scelta di campo. «La sinistra,
che ormai si è ammanettata a Di Pie­
tro ­ dice il pre­
mo con il Capo dello Stato ­ dice ­ ci
inchiniamo come sempre al rispetto
tro il decreto varatao dall’esecutivo.
R.P. Polverini: «Grazie Quirinale» dopo il “sì'” del Tar
mier in un video ROMA Cittadini «trasformati in spet­ ammonito ­ è capace di fare di tutto. n Spenti per ora i riflettori
diffuso a Torino tatori e sudditi», istituzioni «piega­ Se vincessimo noi ci dovremmo sul Tar, in Lombardia è inizia­
ad un’iniziativa te all’illegalità», soprusi «legalizza­ aspettare un decreto legge interpre­ ta la vera e propria campagna
del Pdl ­ che è il ti» e «potenti che diventano prepo­ tativo» ha aggiunto. Per questo, a elettorale che però non ha
partito dell’odio e tenti». Sono alcune delle immagini chi gli chiedeva se in caso di am­ cambiato i contenuti. Anche
dell’invidia socia­ retoriche utilizzate dalla candidata missione della lista Pdl a Roma ­ la ieri i due maggiori sfidanti,
le, vuole fare del­ alla presidenza della regione Lazio decisione è affidata ai giudici del Roberto Formigoni, presiden­
l’Italia uno Stato per il centrosini­ te uscente ora ricandidato per
di polizia domi­ stra Emma Boni­ il centrodestra, e Filippo Pe­
nato dall’oppres­ no, per spiegare nati, sostenuto dal centrosini­
sione tributaria e ai cittadini della stra, hanno continuato a pole­
dall’oppressione provincia di Fro­ mizzare a distanza sui conte­
giudiziaria. La sinone, durante nuti del decreto legge, sulla
nostra missione un tour elettora­ decisione del Tribunale am­
quindi, ancora le che partito da ministrativo regionale e sulla
una volta ­ ammo­ Sora, passando possibilità di continuare sulla
nisce il premier ­ per Cassino si è via legale rivolgendosi al
è quella di oppor­ concluso a Cec­ Consiglio di Stato. Innanzitut­
ci a questo dise­ cano, la sua «in­ to, i ricorsi. Formigoni ha
gno illiberale per dignazione» per attaccato l’avversario rinfac­
difendere la de­ la decisione del ciandogli di aver cambiato
mocrazia e per di­ gover no di ap­ linea sull’argomento: «Penati
fendere la libertà provare un de­ ­ ha detto il presidente della
nell’interesse di creto legge per la Lombardia ­ ha detto di non
tutti». Un’altra riammissione escludere il ricorso al Consi­
giornata di alta della lista dei glio di Stato. Il che significa
tensione si con­ Una manifestazione del “popolo viola” ieri a Roma contro il decreto salva­liste varato dal governo candidati roma­ Da sinistra Emma Bonino (Pd­Radicali) e Renata Polverini (Pdl) che ha la lingua biforcuta
suma dopo il varo ni del Pdl. Un de­ perché venerdì scorso lo ave­
del decreto salva­liste con l’opposi­ creto che Bonino ha definito «un at­ Tar del Lazio ed è attesa per oggi ­ va escluso, a prescindere dal­
zione che, con toni diversi, attacca la to discriminatorio per tutti i citta­ fosse intenzionata a dimettersi ha la decisione del Tar». «Non ho
scelta del governo ed il Pdl che si dini italiani, in Veneto, in Emilia, risposto con la sua consueta fer­ cambiato idea e non la cam­
schiera a difesa di Napolitano e della in Umbria che non avranno la pos­ mezza: «Io ci sto veramente pensan­ bio ­ ha replicato l’ex presi­
scelta dell’esecutivo. sibilità di votare altre liste, compre­ do se valga la pena di giocare con i dente della Provincia di Mila­
La firma di Giorgio Napolitano al de­ sa la mia ­ ha ricordato ­ che è stata bari». no ­. Ho detto che non avrei
creto del governo è un boccone indi­ esclusa per alcuni cavilli». Perché il Sull’altro fronte, intao, scampato il fatto nessun ricorso contro
geribile per Antonio Di Pietro («de­ Dl «che sana gli abusi di alcuni po­ pericolo, Renata Polverini riprende nessuno e non cambio linea.
creto golpista e inutile») e nel mirino tenti e di alcuni prepotenti è una la sua corsa. «Credo che ora biso­ Stiamo semplicemente valu­
finiscono il presidente e chi lo difen­ metafora dello stato comatoso nel gnerà interrompere da entrambe le tando se contribuire anche da
de («chi mi attacca è pavido e ipocri­ quale si svolge la vita democratica parti questa discussione ­ ha detto Milano e dalla Lombardia a
ta», dice l’ex pm). «Dico no al falso del nostro Paese». Polverini riferendosi al decreto leg­ una battaglia nazionale per il
perbenismo da parte di chi sostiene Ma non solo, per Bonino il decreto ge salva­liste ­ perché ci dobbiamo rispetto della legalità, delle
che la colpa sia solo di chi ha com­ legge potrebbe non diventare defi­ occupare dei problemi della gente. regole e contro la politica dei
messo questo fatto grave lasciando nitivamente legge ed essere quindi La campagna elettorale deve ripar­ bari che cambiano le regole a
fuori le responsabilità di chi doveva usato come «un’arma» per il dopo tire dai temi che avevamo lasciato. partita iniziata. Presentere­
fare il controllore» afferma Di Pie­ elezioni. «Sono sicura che non con­ Da domani la campagna elettorale mo un ricorso solo in questa
tro. Destinatario il Pd, che cerca di vertiranno il decreto legge prima ritornerà alla pari, sarà ad armi pa­ direzione, solo se sarà utile
tenere distinti gli attacchi al Pdl dal delle elezioni ­ ha detto ­ e questo fa­ ri perché non credo che una Regio­ per questa battaglia». Per
giudizio sul comportamento di Na­ rebbe precipitare il Paese in una ne importante come il Lazio potes­ Penati, infatti, le motivazioni
politano. Che, per Di Pietro, invece, crisi istituzionale enorme». Del re­ se andare al voto senza il Pdl». della decisione del Tar, che
sono due facce della stessa medaglia. sto «chi è stato capace di fare quel Ma le polemiche non sono mancate nei fatti ha riammesso la lista
«Siamo di fronte a un governo e una Dl, nelle prossime tre settimane ­ ha e riferendosi al ricorso alla Consul­ di Roberto Formigoni, «sono
maggioranza che modificano le rego­ ta varato in serata dalla Regione derivate in maniera diretta
le a proprio uso e consumo. La stra­ REAZIONI Lazio, la candidata ha commentato: dai contenuti del decreto»
da principale per mandare a casa «Mi meraviglia che la battaglia non varato venerdì dal Governo.
questi golpisti ­ aggiunge Di Pietro ­
è il voto e credo che gli elettori si sia­
no già resi conto che siamo di fronte
Monsignor Mogavero critica il Dl, poi la Cei “frena” sia sui temi elettorali ma semplice­
mente sulla volontà di provare a
vincere espellendo una forza politi­
Formigoni ha poi sostenuto
che fra Lega e Pdl non c’é
stato nei giorni scorsi su que­
a un governo e una maggioranza che n Per il capo degli Affari giuridici della Cei, possa fare una distinzione fra ca, la più importante della città di sta vicenda alcuno screzio e
usano le istituzioni per farsi gli affa­ monsignor Domenico Mogavero, è «altamente ciò che sono le regole e quello Roma. Ed anche sulle manifestazio­ che è sempre stata mantenuta
ri propri e per modificare le regole scorretto cambiare le regole del gioco mentre che è il bene sostanziale. Le ni organizzate dal centrosinistra «una linea comune» e ha spie­
del gioco durante la partita: è stato il gioco è già in atto». Il duro attacco contro il regole non sono un aspetto contro il decreto salva­liste la Pol­ gato di aver parlato in matti­
superato il senso del limite». decreto “salva­liste” non è stato però fatto accidentale del vivere insieme, verini ha polemizzato: «Siamo in nata con Sivio Berlusconi:
Quindi Di Pietro, nel giorno in cui proprio dalla Conferenza Episcopale nel suo ma quelle che dettano il un Paese democratico e quindi la si­ «Gli ho detto che il decreto
anche il Popolo Viola scende in piaz­ complesso, che tramite il suo portavoce, binario attraverso cui nistra può scendere in piazza se lo legge in Lombardia non è
za a «difesa della democrazia e della monsignor Domenico Pompili, ha incamminarci». Mentre le dure ritiene opportuno, ma facendo que­ stato necessario». Penati na­
Costituzione» , chiama alla mobilita­ puntualizzato di «non aver espresso» e di «non affermazioni del vescovo sto sicuramente protesta contro un turalmente non la pensa così
zione di sabato prossimo: «Il 13 mar­ ritenere di dover esprimere valutazioni al Mons. Mogavero cominciavano già a occupare il provvedimento sottoscritto con e anzi ieri ha parlato aperta­
zo ricordatevi che se vogliamo man­ riguardo». Ad accendere la miccia, ieri, è stato campo mediatico, la Cei è grande senso istituzionale dal capo mente del «decreto salva For­
tenere la democrazia è meglio essere un intervento di monsignor Mogavero, vescovo intervenuta con una sostanziale retromarcia. dello Stato e soprattutto lo fa contro migoni». Formigoni è sembra­
tutti a Roma a lanciare questo appel­ di Mazara del Vallo e presidente del Consiglio «Le questioni di procedura elettorale hanno la democrazia». Parole invece di to non preoccupato delle con­
lo e questo allarme, prima che sia Cei per gli Affari giuridici, sul canale Fm della natura squisitamente tecnico­giuridica ­ recita grande ammirazione sono state seguenze che il caos sulle liste
troppo tardi». Radio Vaticana. «Cambiare le regole del gioco la nota del portavoce ­ ed hanno assunto nelle espresse dalla Polverini nei con­ potrebbe causare nell’eletto­
Il Pd riafferma la mobilitazione del mentre il gioco é già in atto è altamente vicende degli ultimi giorni ricadute di tipo fronti di Napolitano, definendolo rato al momento del voto, e
partito promettendo ferro e fuoco in scorretto, perché si legittima ogni intervento politico ed istituzionale. Considerata questa «un grande presidente che crede ha spiegato di essere convinto
Parlamento sicuro del fatto che il de­ arbitrario con la motivazione che ragioni più o connotazione, la Cei non ha espresso e non nella democrazia» e che ha ringra­ che non ci sarà un calo delle
creto si tradurrà in un danno per la meno intrinseche o pertinenti mettono in ritiene di dover esprimere valutazioni al ziato per «l’equilibrio e la saggez­ sue preferenze spiegando che
stessa maggioranza: Rosy Bindi lo gioco il valore della partecipazione», ha detto riguardo». In realtà, interpellato dall’Ansa za». «abbiamo tre settimane di
giudica un «boomerang» e Massimo nell’intervista registrata nei giorni scorsi sul sempre a proposito del decreto “salva­liste”, Infine sul possibile ritiro delle liste campagna per spiegare quello
D’Alema un «autogol». Ma il demo­ decreto varato dal governo per salvare le liste Mogavero ha parlato anche di «brutto Bonino­Pannella dalla competizio­ che è successo». «Temo ha
cratico Giorgio Merlo avverte: «In escluse in Lazio e in Lombardia. «La precedente» e di «atteggiamento arrogante ne elettorale in tutta le Regioni commentato invece Penati ­
piazza, ma contro la destra e non definizione giusta ­ ha aggiunto monsignor della maggioranza». «Cambiare le regole in d’Italia Polverini ha concluso: «Co­ che ci possa essere un ulterio­
contro il Colle» preannunciando il Mogavero ­ è quella data dal presidente della corso d’opera è un fatto giuridicamente sì abbiamo ogni settimana un can­ re abbassamento dell’affluen­
difficile equilibrio che il partito di Repubblica, quando ha parlato di un grave», ha rincarato, mentre la maggioranza didato? Avevamo detto che questa za alle urne anche se vedo
Pierluigi Bersani dovrà raggiungere grandissimo pasticcio». Il battagliero vescovo «ha preteso di aggiustare tutto senza era una campagna elettorale sui ge­ una grande indignazione per
tra la critica all’operato del governo, di Mazara ha negato che «in democrazia si riconoscere le proprie responsabilità». neris, ma così esageriamo». il decreto del governo».
ma salvaguardando nel contempo il R.P.

QUOTIDIANO DI ISPIRAZIONE
BENEDETTO XVI IN VISITA A UNA PARROCCHIA ROMANA, POI L’INVITO A RIFLETTERE SUL DOLORE
CATTOLICA
Direttore responsabile
Ferruccio Pallavera
Vice direttore
Aldo Papagni
Società editrice
Editoriale Laudense srl
Il Papa chiama i laici alla missione
ROMA Una mattinata in parrocchia, nella Pontefice, c’era l’edificio fatto costruire nità ecclesiali, sperimentando nuove for­
Amministrazione
Via Paolo Gorini, 34 ­ 26900 Lodi ­ Tel. 0371­ periferia nord di Roma, tra una folla di nel 2001 ed inaugurato dal cardinale Ca­ me di evangelizzazione» e ha quindi invi­
544300; fax 544301 fedeli festanti. Benedetto XVI, si è allon­ millo Ruini. Ma c’erano soprattutto un tato «le famiglie cristiane e i carissimi
Redazione tanato per qualche ora dal clima di ten­ grande striscione con la scritta «W il Pa­ giovani della comunità» ad avere un ruo­
Via Paolo Gorini, 34 ­ 26900 Lodi ­ Tel. 544200; sione provocato dall’emergere di episodi pa», esposto all’ingresso, e il calore di lo attivo nell’annuncio del Vangelo. Si­
fax 544201; e­mail:redazione@ilcittadino.it
Sito Internet www.ilcittadino.it
di pedofilia nel clero tedesco, anche a Ra­ centinaia di fedeli, accalcati dentro e fuo­ gnificativo anche il richiamo a una mag­
Registrazione Tribunale di Lodi 4­7­1948 n. 2 tisbona, e ha trovato l’affetto di coloro ri la chiesa e pronti ad acclamarlo. E Be­ giore responsabilità dei laici nell’operato
Registro Stampa ­ Iscrizione al Registro che, numerosi e raggianti, lo hanno ac­ nedetto XVI, apparso sorridente ma col della Chiesa, per la quale servirebbe an­
Nazionale della Stampa N. 704 del 5­2­1983 colto nella chiesa di San Giovanni della volto che mostrava qualche segno di che «un cambiamento di mentalità» da
Concessionaria esclusiva per la pubblicità
Pubblimedia srl ­ via Cavour, 31 ­ 26900 Lodi ­
Croce, a Castel Giubileo, dove il Pontefi­ stanchezza, si è intrattenuto a lungo tra parte del clero.
Tel. 0371­544300, fax 0371­544348; ce ieri ha presieduto la messa prima di le due ali di fedeli, salutando soprattutto La mattinata del Pontefice si è conclusa
www.pubblimediasrl.it e­mail: info@pubblimediasrl.it tornare in Vaticano puntuale per la tra­ i più piccoli. Per poi incontrare, al termi­ con la preghiera dell’Angelus, durante la
Stampa Sigraf spa ­ Treviglio (BG) dizionale recita dell’Angelus in Piazza ne della liturgia, il consiglio pastorale. quale, commentando il brano evangelico
Tel. 0363­300330 San Pietro. Nell’omelia della messa il Papa ha sotto­ di oggi, Ratzinger ha affermato «che le
Quote abbonamento quotidiano Euro 210,00
un giorno a scelta Euro 47,00
La parrocchia situata nella zona di Colle lineato che i credenti devono «farsi mis­ sventure, gli eventi luttuosi, non devono
due giorni a scelta Euro 88,00 Salario, la nona visitata da Ratzinger dal­ sionari» nell’ambito sociale, senza aspet­ suscitare in noi curiosità o ricerca di
C/C int. a: Editoriale Laudense srl n. 17338203 ­ Via l’inizio del pontificato, ha una storia tra­ tare che «altri vengano a portare altri presunti colpevoli, ma devono rappresen­
Paolo Gorini 34 ­ Lodi vagliata: fu infatti istituita nel 1989, ma messaggi, che non conducono alla vita». tare occasioni per riflettere, per vincere
Copie arretrate Il doppio del prezzo di copertina fino al 2001 a fungere da chiesa era un lo­ Il Pontefice ha lodato la giovane parroc­ l’illusione di poter vivere senza Dio, e per
La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui al­
la legge 7 agosto 1990, n. 250 cale commerciale posto proprio di fronte chia perché «sin dal suo nascere si è rafforzare, con l’aiuto del Signore, l’im­
all’attuale struttura. Ieri, ad accogliere il aperta ai movimenti ed alle nuove comu­ pegno di cambiare vita». Papa Benedetto XVI in visita a una parrocchia romana
4 LUNEDÌ 8 MARZO 2010

il Cittadino
Economia
FIUMICINO SECONDA SOLO ALLO SCALO DI LAS PALMAS NELLE CANARIE PREZZI

Il “made in China”

Trasporto aereo: frena i rincari:


­ 0,5% nel 2009
n Lo slancio economico
della Cina che tanto spaven­

Roma “maglia nera”


ta il Vecchio Continente e
che sfida sempre più da
vicino il primato statuni­
tense, dà, però, una mano ai
consumatori: almeno in
Italia il “made in China” è
un vero e proprio freno alla

per i ritardi nei voli


corsa dei prezzi. A certifi­
carlo è uno studio di tre
economisti della Banca
d’Italia, che sottolinea co­
me negli ultimi anni l’au­
mento delle importazioni
dal colosso asiatico abbia
ROMA Solo nel piccolo aeroporto di Las Palmas sa il caos estivo, ed è colpa ­ emerge anche dal Persone in determinato un raffredda­
alle Canarie i voli in partenza hanno registrato, rapporto di Eurocontrol oltre che dalle sanzioni attesa mento dei prezzi di circa
in media nel 2009, ritardi maggiori di quelli de­ dell’Enac ­ soprattutto dei servizi delle compa­ all’aeroporto di mezzo punto percentuale
gli aerei in partenza da Roma Fiumicino. gnie aeree e degli handler: fattori che, complice Las Palmas nelle all’anno. La Penisola è uno
Pesano i difficili tre mesi estivi, quando i disser­ anche il rodaggio della nuova Alitalia (che du­ Canarie, il dei Paesi più esposti all’ag­
vizi delle società di handling, sanzionate con rante il suo primo ano ha integrato le società per peggiore per i gressività dell’import pro­
una raffica di multe dall’Enac, hanno creato non i servizi di terra che facevano capo alla vecchia ritardi nell’Ue veniente da Pechino. Infat­
pochi disagi a ti, come ricorda Via Nazio­
Fiumicino, a par­ nale, il boom di beni manu­
tire dal caos baga­
gli. Così per una
manciata di se­
condi, una media
Crisi, “no” islandese ai rimborsi fatti Made in China, la cui
quota é quadruplicata dal
1990 a oggi, ha avuto riper­
cussioni «rilevanti per l’in­
di 18,8 minuti di
ritardo per ogni
volo dell’anno
contro i 18,9 di
per i truffati del crack di Icesave dustria italiana», proprio
perché le sue punte di dia­
mante, il tessile, l’abbiglia­
mento le calzature e i mobi­
Las Palmas, lo BRUXELLES Tutto come pre­ tento di gran parte della popolazione, non ha li sono settori «particolar­
scalo di Roma visto. La vittoria dei “no” n Schiacciante firmato la legge varata dal governo del primo mente esposti alla concor­
Fiumicino è al se­ al referendum islandese sconfitta al ministro, Johanna Sigurdardottir, convocando renza cinese». Nel paper
condo posto nel sulla legge Icesave è stata referendum: il referendum. Con tutti i rischi che la vittoria messo a punto da Matteo
rapporto annuale schiacciante. A respingere i cittadini non del “no” comporta. Innanzitutto per quel che Bugamelli, Silvia Fabiani e
sui ritardi di Eu­ il provvedimento che pre­ riguarda i rapporti col Fondo monetario inter­ Enrico Sette, intitolato
rocontrol, l’orga­ vede il rimborso di 3,9 mi­ vogliono pagare nazionale, il cui sostegno per Reykjavik è più “L’effetto pro­competitivo
nizzazione euro­ liardi di euro ai circa per errori altrui che mai fondamentale per uscire dalla crisi. delle importazioni dalla
pea per la sicurez­ 300mila risparmiatori bri­ Si allontana Tutta in salita, poi, appare la strada verso Cina”, si stima «che l’au­
za del traffico ae­ tannici e olandesi colpiti l’ingresso nell’Ue l’adesione all’Unione europea, prevista per il mento della quota delle
reo che monitora dal crack della banca on­li­ 2012 insieme a quella della Croazia. importazioni cinesi sul to­
i voli europei e quelli con l’Europa di grandi ae­ Alitalia e ad Air One), hanno pesato a Roma più ne è stato oltre il 90% dei Le speranze sono legate ai negoziati con Lon­ tale di quelle italiane, pari
roporti intercontinentali come New York Jfk che in tutti gli altri aeroporti ai primi posti per votanti. Lo stesso governo di Reykjavik, poco dra e L’Aja che il governo Sigurdardottir è riu­ in media al 15% all’anno
(settimo nella classifica). In Europa tra le rotte ritardi in partenza. Nella “top 50” di Eurocon­ dopo la diffusione dei primi risultati, ha rico­ scito a tenere in piedi nonostante il referen­ tra il 2000 e il 2005, avrebbe
più trafficate Madrid­Barcellona (prima con trol figurano altri 9 aeroporti italiani: gli scali di nosciuto il risultato delle urne. dum. Tanto che la diplomazia islandese sareb­ determinato una riduzione
32.418 voli l’anno) batte Fiumicino­Linate (se­ Catania (diciannovesimo), Malpensa (20), Paler­ Un risultato sul quale non esistevano dubbi. La be già riuscita a strappare condizioni di rim­ di quasi mezzo punto per­
conda con 21.507). Ma a pesare sui ritardi in par­ mo (26), Cagliari (27), Napoli (29), Bologna (30), maggioranza dell’opinione pubblica islandese, borso migliori rispetto a quelle della legge Ice­ centuale del tasso di cresci­
tenza a Fiumicino non é il volo di punta del Venezia (31), Torino (32), Linate (50). Nel con­ infatti, fin dal primo momento si è mostrata save. Il referendum, dunque, paradossalmente ta medio annuo dei prezzi
network di Alitalia, la navetta Roma­Milano. So­ fronto con l’anno precedente la media dei ritardi contraria a una legge che prevede il rimborso si sarebbe svolto su un provvedimento già su­ praticati dalle imprese».
no invece i voli da Roma per Bari (al secondo po­ al decollo nel 2009 è aumentata a Fiumicino del di una somma pari a circa il 40% del Pil del­ perato. Come ammesso anche dallo stesso pre­ Infatti, laddove Pechino ha
sto per ritardi ), Roma­Palermo (al quarto), Ro­ 13%. Nel rapporto su dicembre, invece, Fiumici­ l’isola, vale a dire 12mila euro a testa per i suoi sidente Grimsson che così ha difeso l’ostina­ visto crescere la sua fetta di
ma­Catania (quinto), Roma Madrid (al sesto), no (che, per esempio, per Eurocontrol era al pri­ 317.000 abitanti. Un fardello da molti giudicato zione di voler andare alle urne: «Il referendum mercato oltre il 10% gli
Roma Malpensa (al nono). Così tra i dieci voli mo posto per ritardi a giugno) scompare dalla insostenibile in un Paese che fino al 2007 era ha già avuto un effetto molto positivo: ha spin­ economisti di Palazzo Koch
che in Europa cumulano più ritardi (il peggiore classifica dei venti scali con maggiori ritardi e considerato dall’Onu «il più vivibile» e che ora to Regno Unito e Paesi Bassi verso un accordo hanno registrato una ridu­
è il Ginevra­Londra) ben la metà, cinque, sono viene indicato tra gli unici cinque ad aver mi­ sta vivendo la peggiore recessione della sua più giusto». Perché gli islandesi, ha spiegato, zione dei rincari di 0,3­0,35
in partenza dallo scalo romano. E diventano no­ gliorato la media. Il confronto è con l’ultimo me­ storia, con una disoccupazione all’8,1%, un de­ «sono d’accordo sulla necessità di rimborsare i punti percentuali all’anno,
ve nei peggiori venti con i voli Roma­Londra se della vecchia Alitalia ormai in agonia ma il bito esterno pari al 300% e la corona islandese risparmiatori colpiti dal fallimento di Icesave, quando il tasso medio an­
(tredicesimo in classifica), Roma­Torino (quat­ dato in assoluto conferma comunque i risultati che in due anni ha perso la metà del suo valore. ma non sono disposti a pagare un tasso di inte­ nuo d’inflazione si è attesta­
tordicesimo), Roma­Venezia (quindicesimo) e raggiunti in un anno dalla nuova compagnia. Per questo il presidente islandese, Olafur Ra­ resse troppo elevato». to al 2,0%.
Roma Cagliari (diciottesimo). Su Fiumicino pe­ Paolo Rubino gnar Grimsson, fattosi portavoce del malcon­ (Ansa)

I Lunedì del Meic


IDEE PER IL FUTURo · 2009-2010

8 Marzo 2010 • Ore 21


Teatro “San Francesco”
Lodi · Via San Francesco 21

Il posto
delle Regole
Giustizia, legalità e coesione sociale:
prospettive per il futuro dell’Italia
incontro con

Piercamillo
DAVIGO
Magistrato · già componente del “pool mani pulite”
giudice presso la corte suprema di cassazione
IL MEIC ringrazia diretta radio e web SU:

COLLEGIO
SAN FRANCESCO
LODI www.radiolodi.it
LUNEDÌ 8 MARZO 2010 5
il Cittadino
Cronaca
L’AQUILA n IL MINISTRO PRESTIGIACOMO ASSICURA: «A BREVE AVVIEREMO LA RIMOZIONE DELLE MACERIE» MALTEMPO

Torna la protesta delle carriole


Gli abitanti in piazza per invocare lo sgombero
PROIETTILI AI PM L’AQUILA I cittadini dell’Aquila sono tor­ dividuata una soluzio­ sma, è sostanzialmente superata dai
nati in piazza ieri, armati di carriole, ne che si sta attuando. fatti. Il governo, attraverso il ministero
Magistrati nel mirino per protestare contro il mancato sgom­
bero delle macerie dal centro storico
Nei prossimi giorni ­
sottolinea ­.comince­
dell’Ambiente, ha risposto senza indugi
all’appello del commissario straordina­
della ’ndrangheta, della città, colpita il 6 aprile scorso dal
terremoto. Secondo le stime della Que­
rà, se necessario con
l’ausilio dei mezzi del­
rio Chiodi».
Assieme alla struttura commissariale,
tensione in Calabria stura i manifestanti, che si sono spinti
oltre la zona rossa, la cui apertura era
l’esercito e dei vigili
del fuoco la delicata
la Protezione civile, e gli enti locali, ag­
giunge il ministro, «abbiamo nei giorni
n Proiettili e minacce da Reg­
gio Calabria a Vibo Valentia.
In Calabria non si ferma la
spirale di intimidazioni per i
stata autorizzata dal sindaco proprio
per la manifestazione, erano circa
2mila. Parte dei partecipanti alla prote­
sta ha raggiunto piazza Palazzo, per
operazione di traspor­
to dei materiali nei
tre siti di stoccaggio
temporaneo già indi­ La protesta
scorsi definito una nuova strategia per
affrontare il problema ed elaborato un
crono­programma per gli interventi.
Credo che a questo punto sulla passio­
Al Nord riecco la neve
magistrati in prima linea manifestare davanti alla sede comuna­ viduati ed in un quar­ ne della denuncia debba prevalere la fi­ n Domenica di freddo e neve al Nord, specie in
contro le cosche della ‘ndran­ le, tra le aree normalmente non agibili. to che si sta definendo». Oggi, annun­ ducia in uno Stato che per il sisma del­ Piemente e per martedì una nuova perturbazione
gheta. Una preoccupante “li­ Sempre all’Aquila si è svolta ieri un’al­ cia il ministro, «dieci tecnici del mini­ l’Aquila ha dimostrato efficienza e ra­ porterà maltempo diffuso in tutta Italia. Fin dal
nea d’azione” che pare non tra manifestazione, circa 150­200 perso­ stero dell’Ambiente saranno in Abruz­ pidità di intervento senza precedenti. primo mattino fiocchi bianchi sono caduti su ol­
risparmiare parlamentari e ne, secondo le stime della Questura, so­ zo per un sopralluogo nei siti per svol­ Entro pochi mesi le macerie ­ conclude tre 300 chilometri di autostrade nelle regioni set­
giornalisti, in questi mesi no scese in piazza per partecipare a un gere una serie di accertamenti e con­ Prestigiacomo ­ saranno solo un ricor­ tentrionali. I tratti sono rimasti comunque per­
oggetto di una sequela di epi­ corteo in favore del Capo della Protezio­ trolli in vista dell’allestimento delle do e anche per il centro dell’Aquila po­ corribili. Torino si è svegliata imbiancata, così
sodi. A Reggio Calabria, dove ne Civile Guido Bertolaso. aree». La manifestazione all’Aquila « se tranno avviarsi i restauri e riprendere come gran parte del Piemonte, ma non sono stati
il 2010 è iniziato nel segno A rassicurare gli aquilani è il ministro è giustificabile – continua ­ per il com­ quelle attività socio­economiche che so­ segnalati problemi al traffico automobilistico o
dell’attentato dinamitardo dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, prensibile desiderio di ritorno alla nor­ no parte integrante della vita e della ferroviario. Dal Nord­Ovest al Nord­Est lo scena­
davanti all’ingresso della che in una nota spiega: “Per la rimozio­ malità da parte della gente del capoluo­ storia della città». rio non cambia. In Trentino Alto Adige le tempe­
Procura generale, gli “avverti­ ne delle macerie dell’Aquila è stata in­ go abruzzese, duramente colpita dal si­ (Adnkronos) rature sono tornate decisamente sotto zero.
menti” ormai si susseguono.
L’ultimo è di queste ore: una
busta, con all’interno un pro­
iettile calibro 9, è stata indi­
rizzata al pm della Dda di
Reggio Calabria, Antonio De SI CELEBRA LA GIORNATA DELL’8 MARZO Le date dell'8 marzo
Bernardo. Il plico è stato in­
tercettato, in fase di smista­
mento della corrispondenza in
una realtà, nella fascia ionica,
che il magistrato conosce bene
per avere portato alla sbarra
Donne in festa, L'8 marzo 15mila operaie tessili Cento donne Il 25 marzo a Le donne russe Per molti anni
esponenti delle principali
cosche locali, come i vertici
del clan Iamonte di Melito
Porto Salvo. Solidarietà al pm
«meglio da sole» sfilano per le strade di New York
per chiedere il suffragio femminile,
migliori condizioni di lavoro,
parità nel trattamento salariale
in rappresentanza
di 17 Paesi
votano
a Copenhagen
New York,
145 operaie
della Triangle
Shirtwaist
scendono
in sciopero
per chiedere
"pane e pace".
le Nazioni Unite
hanno tenuto
una conferenza
annuale
reggino è stata espressa dal ROMA È una donna autarchica, che e centri dove lasciare i figli per istituire muoiono Lo zar abdica per coordinare
ministro della Giustizia Ange­ non rinuncia ai suoi desideri, tanto quando vanno a lavorare una Giornata in un incendio dopo quattro gli sforzi
lino Alfano. «Solidarietà e meno per tenersi stretto un uomo, la internazionale scoppiato nella giorni per la
vicinanza ­ ha detto il Guarda­ donna che festeggia l’8 marzo alla fi­ della donna. fabbrica. e il governo promozione
sigilli ­ che si traducono, da ne del primo decennio degli anni
La ricorrenza Il proprietario provvisorio dei diritti
parte del governo, in un per­ 2000. Le mimose sono ancora bene
corso di coerenza e di operati­ accette, come anche le manifestazio­ viene osservata aveva sbarrato concede delle donne.
vità, mirato ad assicurare, ni di “cortesia” e di attenzione che gli per la prima volta le porte il diritto di voto Dall'8 marzo
agli uffici giudiziari calabresi, uomini vorranno manifestare all’al­ in Austria, per impedire alle donne. 1975, l'Onu
quelle risorse umane e mate­ tra metà del cielo, ma la donna attua­ Danimarca, che le donne Secondo celebra
riali necessarie a proseguire, le ha capito che può contare solo su Germania uscissero il calendario la Giornata
con determinazione e forza, stessa, e non aspetta più il “principe Una donna con e Svizzera per una pausa gregoriano mondiale
nell’azione di contrasto alla azzurro”. Almeno secondo l’analisi una rosa e un il 19 marzo 1911 durante il lavoro era l'8 di marzo della donna
criminalità organizzata. Il dell’osservatorio Mauri Lab, che ha mazzo di mimose
presidente della Regione Cala­ studiato la rappresentazione della ieri a Roma ANSA-CENTIMETRI
bria, Agazio Loiero, esprimen­ donna sui media
do solidarietà ai magistrati, e nel sociale attra­
ha parlato di «clima di imbar­ verso 1600 tra ri­
barimento che, secondo me, viste e siti di life­
non è estraneo alle elezioni».
Ma il rosario di episodi oscuri
style e 180 inter­
viste a esperti tra Recenti indagini
che hanno avuto come teatro sociologi, psicolo­
la città di Reggio Calabria è
lungo. Dopo la bomba di gen­
naio e l’auto imbottita di
gi ed esperti di co­
municazione. Il
67% degli esperti
fotografano un mondo
esplosivo scoperta a poca di­ consultati defini­
stanza dal tragitto del corteo
del presidente della Repubbli­
rebbe la donna di
oggi appunto co­
“rosa” ormai autarchico
ca Giorgio Napolitano in visi­ me “autarchica”,
ta ai magistrati sotto attacco, ovvero in grado di badare e bastare a propria categoria sociale, quella del­
ci sono stati anche il proiettile se stessa (52%), capace di vestire an­ la donne, con una consapevolezza di
di fucile e la lettera di minac­ che i panni che l’uomo ormai “fem­ sé da far ipotizzare, in un articolo di
ce recapitata al pm della Dda minilizzato” o ‘eternamente bambi­ Caterina Soffici pubblicato oggi sul
Giuseppe Lombardo. Insom­ nò ha abbandonato (46%), con la vo­ Corriere della Sera, uno sciopero del­
ma, quanto basta per fare dire glia di realizzarsi, ma senza abdicare le donne, moderne “lisistrate”. Idea
al procuratore Giuseppe Pi­ al carrierismo esasperato (41%). E subito condivisa da Lella Costa, pre­
gnatone che «la situazione a l’uomo riconosce alla donna qualità miata insieme a Luciana Serra e Li­
Reggio Calabria continua a migliori, e la vorrebbe addirittura liana Cosi con il tradizionale «pre­
essere estremamente pesante come capoufficio, almeno in Lombar­ mio donna 8 marzo». E anche dall’ex
e questo episodio è la confer­ dia, secondo l’indagine “Donna e Im­ ministro per le Pari Opportunità
ma di uno stato di tensione presa”, dell’ufficio studio della Ca­ Barbara Pollastrini. Va bene le mi­
all’interno delle cosche della mera di commercio di Monza e mose, ma «scegliamocele noi, perché
‘ndrangheta che sfocia in at­ Brianza: intervistati 850 lombardi, il molte sono avvelenate ­ avverte la
tentati e intimidazioni a magi­ 15 per cento ha risposto che vorreb­ parlamentare del Pd ­ perché queste
strati, forze dell’ordine e gior­ bero una donna come capo. Ma la re­ destre e questo governo rappresenta­
nalisti». La situazione non altà è diversa, almeno in campo sani­ no una continuità con la storia peg­
cambia a Vibo Valentia, dove tario: secondo la Cgil, nonostante le giore dell’Italia anche sul punto cen­
ignoti hanno vergato su un donne siano sempre più presenti fra i trale del rispetto delle donne. Per
muro la scritta “Spagnuolo medici (dal 2005 al 2008 nel Servizio questo, mi piace l’idea di trovare una
vattene o muori” messaggio sanitario nazionale sono aumentate data in cui tutte le donne incrocino le
inequivocabile diretto al pro­ dal 30% al 35%), soltanto una su dieci braccia. Sarebbe il collasso immedia­
curatore già aggiunto della occupa un posto di dirigente medico to per il Paese e una scossa per le pi­
Dda di Catanzaro. di struttura complessa, ossia il vec­ grizie della politica e i molti egoismi
chio ruolo di primario. Una vera e maschili».

In breve
UN 19ENNE NAPOLETANO CARCERI INCHIESTA G8
Donna anziana ammazzata Detenuto suicida a Padova, Oggi l’interrogatorio
Il killer: «Pensavo ai miei» è il tredicesimo nel 2010 per Balducci e Piscitelli
Oggi compirà venti anni, sabato notte è Si è impiccato alle sbarre della finestra L’ex presidente del Consiglio superiore
stato fermato per omicidio. Gianluca Fo­ del bagno della sua cella nella casa cir­ dei Lavori pubblici, Angelo Balducci e
ti, lo scorso 28 febbraio, voleva cercare condariale di Padova. Anche l’ultimo atto l’imprenditore Francesco De Vito Pisci­
di trovare una soluzione per aiutare la della sua vita porta un numero, il tredici. celli ­ personaggi chiave della cosiddetta
sua famiglia assediata da problemi eco­ Giuseppe Sorrentino è il tredicesimo de­ “cricca” che aveva allungato le mani su­
nomici. E quando ha visto che non ce tenuto suicida dall’inizio dell’anno. «Un gli appalti per i Grandi eventi ­ saranno
l’aveva fatta, ha perso la testa e ha ucci­ bollettino di guerra» dichiara il Sindaca­ interrogati domani nel carcere romano di
so chi sperava, invece, gli potesse dare to autonomo polizia penitenziaria, fatto Regina Coeli nell’ambito dell’inchiesta
una mano. Si è risolto così il giallo della di suicidi e tentativi di suicidio ormai avviata dalla magistratura fiorentina. Nei
morte della 76enne Annunziata Valente, quotidiani. La sua è la cronaca di «una confronti dei due sono state emesse ordi­
uccisa nella sua casa, alla periferia di morte annunciata», racconta Bianca De nanze di custodia cautelare venerdì scor­
Napoli. Gianluca si è presentato a testa Concilio, il legale che assisteva Sorrenti­ so. Gli interrogatori si terranno tramite
bassa ai carabinieri della compagnia del no dal 2001. Condannato a venticinque rogatoria e saranno quindi condotti da un
Rione Traiano. Sapeva che erano sulle anni per omicidio volontario, 35 anni, sa­ magistrato della Capitale. Per entrambi
sue tracce e che sarebbe stata solo que­ lernitano, era in carcere per i suoi tra­ l’accusa è di concorso in corruzione con­
stione di ore. Tra le lacrime, Gianluca ha scorsi di criminalità organizzata. «Aveva­ tinuata e aggravata, con riferimento, in
ammesso tutto. Ha raccontato gli attimi mo fatto numerose istanze di sospensio­ particolare, all’appalto per la Scuola ma­
di follia, ha descritto come ha massacra­ ne della pena ­ racconta l’avvocato ­ rescialli dei carabinieri a Firenze. Pisci­
to l’anziana, con un martello, nella sua chiesto il ricovero in ospedale, il trasferi­ celli è difeso dall’avvocato Marcello Me­
abitazione del quartiere Pianura. E poi di mento ad un carcere più vicino alla fami­ landri, mentre Balducci è assistito da
come l’ha soffocata con due buste. glia, ma nessuno ci ha ascoltato». Franco Coppi e Roberto Borgogno.
6 LUNEDÌ 8 MARZO 2010

il Cittadino
Agenda
INFO CINEMA
Maccastorna EMERGENZE
in festa POLIZIA
(soccorso pubblico)............113
per un nuovo CARABINIERI
(pronto intervento)..............112
GUARDIA DI FINANZA...... 117
ministrante VIGILI DEL FUOCO
(pronto intervento)..............115 Ô LODI
n In occasione della messa do­ CINEMA DEL VIALE Viale Rimembranze 10, Tel.:
EMERG. SANITARIA......... 118 0371 426028 Shutter island, Ore 21.00 CINEMA
menicale del 28 febbraio a Mac­
castorna, l’Amministratore par­
SOCC. STRADALE ACI 803116 FANFULLA Viale Pavia 4, Tel.: 0371 30740 Genitori e
rocchiale monsignor Virginio TELEFONO AZZURRO figli, Ore 21.15 CINEMA MODERNO Corso Adda 97,
Fogliazza ha voluto inserire due linea gratuita Tel.: 0371 420017 RIPOSO
avvenimenti molto importanti per minori di 14 anni......19696
per la comunità: il ricordo del magg. di 14 anni.199/151515 Ô CREMA
parroco don Carlo Monfredini MULTISALA PORTA NOVA Via Indipendenza 44, Tel.:
scomparso da un anno e l’arrivo LODI (pref. 0371) 0373 218411 ­ SALA 1 ­ Invictus, Ore 20.10, 22.40
in parrocchia di un nuovo chie­ PREFETTURA....................4471 ­ SALA 2 ­ Alice in the wonderland in 3D, Ore 20.20,
richetto. Don Carlo Monfredini QUESTURA......................4441 22.40 ­ SALA 3 ­ Shutter island, Ore 20.00, 22.40 ­
ha preceduto monsignor Fogliaz­ CARABINIERI Centralino SALA 4 ­ Codice genesi, Ore 22.20 Il missionario
za nel ministero a Maccastorna ......430497, 430811, 430926 (rassegna), Ore 21.00 ­ SALA 5 ­ Genitori e figli, Ore
e si è sempre occupato, oltre che POLIZIA STRADALE.........45001 20.10
in maniera profondamente cri­ POLIZIA MUNICIPALE....420449
stiana della sua parrochia, di as­ Ô PESCHIERA BORROMEO
sistere i carcerati a Cremona e i CASALPUSTERLENGO CINEMA DE SICA Via don Sturzo 2, Tel.: 02
tossicodipendenti in una locale
(pref. 0377) 55604225 Il concerto, Ore 21.15
comunità. Monsignor Fogliazza,
alla fine della Messa, ha voluto POLIZIA MUNICIPALE....830298 Ô PIACENZA
usare queste toccanti parole: «La CINEMA APOLLO Via Giuseppe Garibaldi 79, Tel.:
benedizione, caro don Carlo, ora CODOGNO (pref. 0377) 0523 338076 RIPOSO CINEMA CORSO Corso Vitto­
toccante è stato quello di acco­ li 64 abitanti, annovera ben cin­ canti della Schola Cantorum di
ce la darai tu. Assistici, guardaci gliere un nuovo chierichetto fra que ministranti. Da oggi anche Meleti. Nella foto il gruppo com­
POLIZIA MUNICIPALE....431448 rio Emanuele II 81, Tel.: 0523 321985 ­ SALA MIL­
dalla tua finestra del paradiso i ragazzini che aiutano il sacer­ Giulio, di soli 6 anni, ha espresso pleto dei ministranti: da sinistra LENNIUM ­ Lourdes, Ore 21.00 ­ SALA SPAZIO ­ Il
durante il nostro cammino cri­ dote durante la messa. É così il suo desiderio di servire Dio. La Cristian, Pierangelo, Giulio, An­ GUARDAMIGLIO (pref. 0377) missionario, Ore 21.00 CINEMA IRIS 2000 Corso Vit­
stiano». Un secondo momento che Maccastorna, paesino di so­ celebrazione è stata allietata dai gelo e Carlo. POLIZIA STRADALE.........41561 torio Emanuele II 49, Tel.: 0523 334175 ­ SALA 1 ­ In­
victus, Ore 21.15 ­ SALA 2 ­ Shutter island, Ore
SANT'ANGELO LODIGIANO 21.30 ­ SALA 3 ­ Alice in wonderland in 3D, Ore
(pref. 0371) 20.15, 22.30 CINEMA JOLLY Via Emilia Est 7/A, Tel.:
CASALPUSTERLENGO IL SANTO dell'Associazione Cuore Fratello. La can­ POLIZIA MUNICIPALE......25011 0523 760541 Il concerto, Ore 21.30 CINEMA POLI­
DOTE SCUOLA tante, che si è stretta intorno alla solida re­ TEAMA Via San Siro 7, Tel.: 0523 328672 ­ SALA 1 ­
Il comune di Casalpusterlengo ha attivato SAN GIOVANNI DI DIO 8 MARZO altà di non profit del territorio, nel corso del­ SAN COLOMBANO (pref. 0371) Genitori e figli ­ Agitare bene prima dell'uso, Ore
un servizio di assistenza per la compilazio­ la serata che si terrà a Cascina Roma a POLIZIA MUNICIPALE....293208 18.00, 20.30, 22.30 ­ SALA 2 ­ Il figlio più piccolo,
ne della domanda per la cosiddetta "Dote Il fondatore dei Fatebenefratelli nacque presso Evo- partire dalle 21 sarà accompagnata al pia­ Ore 18.00, 20.15 Wolfman, Ore 22.30 ­ SALA 3 ­ Co­
scuola" un contributo destinato agli studen­ ra in Portogallo nel 1495. All'età di dieci anni, per noforte dal Ugo Belluschi. All'evento segui­ dice genesi, Ore 18.00, 20.15, 22.30 CINEMA TEA­
motivi sconosciuti, fu rapito di casa e condotto a fare PAULLO (pref. 02)
ti residenti in Lombardia iscritti e frequen­ rà un piccolo rinfresco che fornirà una nuo­ POLIZIA MUNICIP......90626945 TRO PLAZA Largo Giacomo Matteotti 15, Tel.: 0523
tanti scuole primarie, secondarie di 1° gra­ il pastore in Spagna. Dopo alcuni anni si arruolò va occasione ai partecipanti per aggiornar­ 326728 RIPOSO CINESTAR C.so Europa Tag. Sud
nell'esercito spagnolo ma non ebbe fortuna nella POLIZIA STRADALE....5270222
do (ex medie inferiori) e secondarie superio­ si sulle tante iniziative promosse dal soda­ uscita stadio, Tel.: 0523 572011 ­ SALA 1 ­ Shutter
carriera militare; decise allora di lasciare le armi e si island, Ore 18.30, 21.30 ­ SALA 2 ­ Shutter island,
ri. Due le modalità previste "Sostegno al recò a Granada a fare il venditore ambulante di libri. lizio locale. MELEGNANO (pref. 02)
reddito" per famiglie con una attestazione POLIZIA MUNICIP......98208238 Ore 19.30, 22.25 ­ SALA 3 ­ Alice in wonderland, Ore
E qui, una predica di S. Giovanni d'Avila, nel 1539, 17.45, 20.10, 22.30 ­ SALA 4 ­ Alice in wonderland
ISEE inferiore o uguale a 15.458 euro e per produsse nel suo animo una fortissima impressione COMUNICARE CON LA FOTOGRAFIA POLIZIA STRADALE......326781
"Merito" con una attestazione ISEE inferio­ Comincia domani un corso per la lettura e in 3D, Ore 17.30, 20.00, 22.20 ­ SALA 5 ­ Wolfman,
tanto da renderlo una specie di folle per Cristo. Do- Ore 17.30, 20.00, 22.25 ­ SALA 6 ­ Genitori e figli ­
re o uguale a 20mila euro. Chi fosse interes­ po un drammatico periodo trascorso in manicomio, l'interpretazione delle immagini fotografiche SAN GIULIANO MILANESE
sato all'assistenza nella compilazione della proposto dall'Agenzia per la formazione, (pref. 02) Agitare bene prima dell'uso, Ore 17.30, 20.00,
uscì animato dal proposito di assistere i poveri e gli 22.20 ­ SALA 7 ­ Codice genesi, Ore 17.20, 19.50,
domanda deve concordare un appuntamen­ emarginati di Granada. Al proprio nome, Giovanni l'orientamento e il lavoro Sudmilano. Orari POLIZIA MUNICIP......98207211
to presso il municipio Ufficio Pubblica Istru­ delle lezioni (3) dalle 18.30 alle 21.30. Se­ POLIZIA STRADALE......326781 22.20 ­ SALA 8 ­ Alvin superstar 2, Ore 17.20 ­ SALA
aggiunse la qualifica "di Dio", chiedendo aiuto ai passanti con la frase che sa- 9 ­ Che fine hanno fatto i Morgan?, Ore 17.40, 22.20
zione (2° piano)di piazza del Popolo, telefo­ rebbe divenuta l'emblema di una benemerita istituzione: "Fate (del) bene fra- de delle lezioni in via Parri 12, presso l'Afol.
no 0377/9233242­ 241 e­mail: istruzio­ Per informazioni 02­5230255. SAN DONATO MILANESE Scusa ma ti voglio sposare, Ore 20.00 ­ SALA 10 ­
telli". Morì 1'8 marzo del 1550 e fu canonizzato da papa Alessandro VIII nel Avatar in 3D, Ore 18.10, 21.30
ne@comune.casalpusterlengo.lo.it. 1690. Nel 1886 Leone XIII proclamò S. Giovanni di Dio patrono degli ospedali (pref. 02)
e di quanti si prendono cura degli infermi. SAN MARTINO IN STRADA POLIZIA MUNICIP........5274336 Ô PIEVE FISSIRAGA
CERRO AL LAMBRO (Nino Ravenna) FESTA DELLA DONNA POLIZIA STRADALE....5270222 MULTIPLEX CINELANDIA Centro Commerciale Pieve,
FESTA DELLA DONNA La biblioteca comunale propone la rasse­ Tel.: 0371 237012 ­ SALA 1 ­ Alice in wonderland in
In occasione della festa della donna alle 21 gna "Il mese della donna". Alle 20.45 pres­ MERCATI DI OGGI 3D, Ore 20.00, 22.30 ­ SALA 2 ­ Shutter island, Ore
al centro civico si tiene lo spettacolo di ca­ so il bar Elda presentazione del libro "Tu che 19.50, 22.40 ­ SALA 3 ­ Avatar in 3D, Ore 21.00 ­ SA­
baret con il duo "Il gomitolo". Ingresso gra­ dalle 10.30 alle 12.30 si parla di "Il ritorno titolo "La condizione femminile e minorile te ne andrai ovunque" di Ilaria Rossetti.
della fertilità in allattamento". nel Lodigiano durante il secolo XX: il nove­ LA 4 ­ Alice in wonderland (versione tradizionale),
tuito. Un simpatico omaggio a tutte le parte­ Ore 20.15 Wolfman, Ore 22.40 ­ SALA 5 ­ Genitori e
cipanti. L'evento è promosso dal comune. cento delle donne e dei bambini" dell'autri­ SANTO STEFANO LODIGIANO
A TEATRO A VERONA ce Alice Vergnaghi. Aperta dalle 8.30 alle figli ­ Agitare bene prima dell'uso, Ore 20.10, 22.40 ­
CORSO PER ASPIRANTI CACCIATORI SALA 6 ­ Amelia (cinema di qualità), Ore 21.15
GUARDAMIGLIO In occasione della Stagione lirica e di ballet­ 12.30 e dalle 14 alle 18.30. Le Associazioni Venatorie Italcaccia e Cac­
BORSA DI STUDIO to del teatro Filarmonico di Verona il gruppo cia e Cinofilia organizzano un corso per aspi­ Ô SAN DONATO
A Guardamiglio torna la storica borsa di stu­ Amici della Lirica "Giuseppina Strepponi" MERLINO ranti cacciatori che inizierà oggi lunedì 8 TROISI MULTISALA P.zza Dalla Chiesa 6, Tel.: 02
dio "Ferdinando Piccioli", voluta proprio dal propone un'uscita nella città scaligera il ASSOCIAZIONE DI DONNE marzo alle ore 21 presso il Bar L'Antica 55604225 ­ SALA 1 ­ Invictus, Ore 21.15 ­ SALA 2 ­
noto professore guardamigliese scomparso prossimo 28 marzo per assistere alla rap­ C'è una data migliore dell'8 marzo per far Osteria del Vapore a Santo Stefano Lodigia­ Shutter island, Ore 21.30
presentazione di Romeo et Juliette, musi­ nascere un'associazione di donne? Proba­ BAGNOLO CREMASCO P.zza Al­
diversi anni fa. Un riconoscimento voluto dal no. Chi fosse interessato può presentarsi
professor Piccioli ancora in vita, per soste­ che di Charles Gounod. Prezzi: 50 euro per i bilmente no, e con questa motivazione oggi direttamente presso il bar o rivolgersi a Enri­ do Moro Ô SAN GIULIANO
nere gli studenti più meritevoli del paese at­ soci, 55 euro per i non soci comprensivi di a Merlino verrà lanciata una proposta: costi­ co Passerini (335­7523926) o Angelo Cam­ CASALPUSTERLENGO Centrale CINEMA ARISTON Via Matteotti 42, Tel.: 02
traverso un buono studio, erogato con un ingresso e viaggio in pullman. Partenze: alle tuire anche nel comune alto Lodigiano una pagnoli (328­9081839). CAVACURTA P.zza della Pace 9846496 L'uomo che verrà, Ore 21.15
fondo cassa messo a disposizione dalla 12 da piazza Omegna e alle 12.30 da piaz­ nuova associazione, un punto di ritrovo do­ DOVERA Via Farinoli Ô SPINO D'ADDA
stessa famiglia Piccioli. Un concorso che za Medaglie d'Oro. Prenotazioni accettate ve le donne possano scambiare esperien­ SOMAGLIA SAN DONATO MILANESE Via CINEMA VITTORIA Viale Vittoria 6, Tel.: 0373
negli ultimi due anni però era scomparso presso la sede di via Callisto Piazza 7/9 il ze, avviare corsi di creatività, organizzare ALLA SCOPERTA DELLA LIRICA Martiri di Cefalonia 980106 Scusa ma ti voglio sposare, Ore 21.00
dalla comunità di Guardamiglio proprio con giovedì dalle 16.30 alle 17.30 e la domeni­ escursioni collettive e altri progetti. Fra i pro­ La biblioteca comunale di Somaglia organiz­
la morte di Rosa Santi, moglie del professor ca dalle 10.30 alle 11.30. Informazioni allo motori c'è Graziella Ferrario, che arriva da za una trasferta programmata per sabato FARMACIE DI OGGI
Piccioli, da sempre sostenitrice del bando 0371­68576 oppure 347­1196116. Peschiera Borromeo. Per gettare le basi del 17 luglio per assistere alla rappresentazio­ TRENI
dedicato al marito. Una triste scomparsa nuovo circolo di donne lodigiane l'appunta­ ne, all'Arena di Verona, della Madama But­
che negli ultimi ha poi portato la famiglia Pic­ INCONTRO CON DAVIGO mento è alle 21 presso il circolo anziani di terfly, tragedia giapponese in tre atti di Giu­
cioli a riorganizzare anche la nota borsa di Per la rassegna "I lunedì del Meic ­ Idee per via Libertà. seppe Giacosa e Luigi Illica con musica di
studio annuale, sostenuta dall'amministra­ il futuro" questa sera alle 21 al teatro del Giacomo Puccini e la regia di Franco Zeffirel­
zione comunale. Una commissione valuterà San Francesco in via San Francesco 21 in­ SAN DONATO MILANESE li. Il costo dei biglietti d'ingresso è il seguen­
tutte le domande pervenute all'ufficio proto­ terviene Piercamillo Davigo, magistrato, già CONCERTO te: poltrona numerata di gradinata 104 eu­
collo del comune entro il 27 marzo. componente del pool di Mani pulite e giudi­ La voce del soprano Graziella Merrino nella ro, poltrona numerata laterale 84 euro, gra­ LODI Ô MILANO CENTRALE
ce presso la Corte suprema di Cassazione serata dell'8 marzo, in occasione della Fe­ dinata 27,50 euro. Il costo del pullman sarà 6.43; 7.07; 7.20; 7.27; 8.28; 9.58; 10.13; 11.10; 12.13; 13.11; 14.13;
LODI sul tema "Il posto delle regole. Giustizia, le­ sta della donna, oltre a regalare ai sando­ calcolato in base al numero dei partecipan­ CODOGNO 16.08; 16.14; 18..12; 19.10; 20.14; 21.12; 21.29; 22.14; 22.39; 22.46
CORSO DI ALLATTAMENTO galità e coesione sociale: prospettive per il natesi l'opportunità di trascorrere una ti. Il ritrovo e la partenza è fissato alle ore FARMACIA SAN BIAGIO ­ viale dei LODI Ô MILANO GARIBALDI
Nuovo appuntamento con il corso di allatta­ futuro dell'Italia". spiacevole serata, all'insegna delle più bel­ 14.30 da piazza del Popolo di Somaglia. Le Mille ­ Tel. 0377/35090 ­ Not­ 5.51; 6.13; 6.52; 7.38; 7.48; 9.53; 10.23; 17.15; 22.29
mento per neo mamme o donne in dolce at­ le arie di Donizetti, Bellini, Verdi, lungo un adesioni si ricevono presso Luigi Cremonesi turno LODI Ô MILANO LAMBRATE
tesa presso il Consultorio familiare "Centro MOSTRA SULLE DONNE ricco repertorio che ruota intorno al tema (telefono 0377.57.391) e Marilena Fonta­ 5.51; 6.23; 6.43; 6.52; 7.07; 7.13; 7.20; 7.27; 7.37; 7.38; 7.48; 8.12;
per la famiglia" in via Roma 100 promosso Fino al 13 marzo presso la sede della Cgil, "Ritratti femminili nel melodramma", an­ nella (telefono 0377.57.351 ­ LODI 8.28; 9.16; 10.13; 11.10; 12.13; 13.11; 13.41; 14.13; 14.40; 16.08;
dalla Lega per l'allattamento materno. Oggi in via Lodivecchio 31, si tiene la mostra dal drà a sostenere le iniziative benefiche 339.30.61.090). FARMACIA MANFRINI DI RICCA­ 16.14; 16.40; 17.15; 17.22; 17.52; 18.12; 18.53; 19.10; 20.14; 21.12;
BONI ­ piazza Vittoria 6 ­ Tel. 21.29; 22.14; 22.29
0371/420023 ­ Notturno LODI Ô MILANO ROGOREDO
IL TEMPO 5.51; 6.13; 6.43; 6.52; 7.07; 7.13; 7.20; 7.27; 7.37; 7.38; 7.48; 8.12;
OGGI DOMANI OGGI METEO LODI PESCHIERA BORROMEO 8.28;9.16;9.53;9.58;10.13;10.23;10.53;11.10;11.23;11.53;12.13;
ZERO ZERO
TERMICO: TERMICO:
FARMACIA COMUNALE 1 ­ Libe­ 12.23; 12.53; 13.11; 13.23; 13.41; 13.53; 14.13; 14.23; 14.40; 14.53;
950 metri. 900 metri. razione 25 ­ Tel. 02/ 5471353 ­ 15.23; 15.53; 16.08; 16.14; 16.23; 16.40; 16.53; 17.15; 17.22; 17.23;
Temperatura Notturno 17.52; 18.12; 18.53; 19.10; 20.14; 21.12; 21.29; 22.14; 22.29
MILANO CENTRALE Ô LODI
Massima 5 SAN DONATO MILANESE 5.15;5.45;6.20;6.45;7.20;8.20;9.20;11.20;12.20;13.20;14.20;15.20;
FARMACIA COMUNALE 1 ­ piazza 15.45;16.20;17.20;17.25;18.20;19.15;20.20;21.15
(alle 13.00)
Tevere 22 ­ Tel. 02/5271113 ­ MILANO ROGOREDO Ô LODI
Fino ore 21 5.41; 5.28; 5.59; 6.33; 6.58; 7.33; 7.37; 7.59; 8.34;
LODI LODI Minima -4 9.05; 9.33; 9.35; 10.05; 10.29; 10.35; 11.07; 11.34;
SAN GIULIANO MILANESE 11.35; 12.05; 12.33; 12.35; 12.59; 13.05; 13.34; 13.35;
(alle 6,00) FARMACIA PELLEGRINI ­ via Fra­ 13.59; 14.05; 14.33; 14.35; 14.59; 15.05; 15.34; 15.35;
telli Cervi 8 ­ Tel. 02/ 9845588 15.59; 16.05; 16.33; 16.35; 16.40; 17.32; 17.37; 17.39;
­ Notturno 17.52; 18.05; 18.13; 18.34; 18.37; 19.02; 19.03; 19.29;
Umidità alle 13.00 19.37; 20.09; 20.33; 20.37; 21.29; 21.37; 22.37; 23.37
N SENNA LODIGIANA
FARMACIA CACCIALANZA ­ via MILANO GARIBALDI Ô LODI
Evoluzione: Iniziali condizioni di bel Evoluzione: Nubi sparse in 5.15; 7.00; 7.30; 9.15; 9.45; 10.15; 10.45; 11.15; 11.45; 12.15; 12.45;
40% Dante 5 ­ Tel. 0377/802003 ­
tempo, salvo modesti estensione dalle Prealpi alle pianure, 13.15; 13.45; 14.15; 14.45; 15.15; 15.45; 16.08; 16.15; 17.05; 17.40;
Notturno
addensamenti sui rilievi alpini. Tra con possibile sterile nevischio sui 19.40; 22.09; 23.10
la sera e la notte tendenza a rapido settori prealpini. Dalla sera nubi in SOLE TAVAZZANO CON VILLAVESCO MILANO LAMBRATE Ô LODI
Oggi Domani 5.20; 5.28; 5.52; 6.27; 7.24; 7.27; 7.43; 8.27; 8.45; 9.27;
aumento della nuvolosità, associata addensamento da SE, fino a cieli FARMACIA BORSA ­ V. Emilia 44
06.52 18.19 ­ Tel. 0371761934 ­ Notturno 10.22; 11.27; 12.26; 12.45; 13.27; 13.45; 14.26; 14.45;
a nevischio lungo la fascia molto nuvolosi sulle pianure, con 15.27; 15.53; 16.27; 17.26; 17.27; 17.33; 17.40; 17.53;
prealpina. Freddo al mattino con possibili lievi nevicate sui settori VIZZOLO PREDABISSI 18.02; 18.23; 18.27; 18.50; 19.22; 19.23; 19.59; 20.24;
forti ed estese gelate in pianura; meridionali, più consistenti nella Oggi il sole sorge alle E tramonta alle 20.27; 21.22; 21.23; 22.25; 23.23
FARMACIA COMUNALE ­ via Ver­
massime non superiori ai 5-6 gradi. notte sul Mantovano. di 9 ­ Tel. 02/9830779 ­ Nottur­ LODI Ô CODOGNO
sereno nubi sparse no 6.33; 6.48; 7.27; 7.49; 8.10; 8.32; 8.53; 9.49; 10.46; 11.54; 12.49; 13.20;
Temperature: stabili Temperature: stabili LUNA 14.20; 14.49; 15.20; 16.20; 16.49; 17.10; 18.09; 17.55; 18.23; 18.29;
Venti: In pianura: moderati da E; A Venti: In pianura: forti da ENE; A 18.41;19.07;19.45;20.09;20.49;21.10;21.45;22.10;23.09;00.10
2010 Mancano 298 ZORLESCO
2000 m: deboli da SO; A 3000 m: 2000 m: deboli da ESE; A 3000 m: giorni al FARMACIA MADIA ­ piazza della CODOGNO Ô LODI
Giorni Trascorsi
deboli da N. deboli da NE. 67 2011 Vittoria 1 ­ Tel. 0377 89131 ­ 5.31;5.54;6.23;6.34;6.59;7.16;7.21;7.54;9.00;10.53;12.53;13.22;
Calante
Fonte: 3BMeteo.com Notturno 14.21; 15.53; 15.59; 16.22; 16.55; 17.02; 17.32; 18.32; 18.53; 19.59;
20.53; 21.09; 21.59; 22.09
LUNEDÌ 8 MARZO 2010 7
il Cittadino
Sezione

Lodigiano & dintorni


ANCHE GUERINI POLEMICO SULLA RIAMMISSIONE DELLE LISTE ESCLUSE: «IL PROVVEDIMENTO VARATO DAL GOVERNO ASSOMIGLIA A UNA SANATORIA»

Elezioni: «Che ci azzecca quel decreto?»


Di Pietro a Lodi contesta Napolitano e invita a scendere in piazza
n «Basta con questa ipocrisia, que­
sto falso perbenismo. La colpa è an­
che di chi doveva controllare e non
ha controllato». Da Lodi il leader
dell’Italia dei Valori va all’attacco
del Capo dello Stato, ritenuto colpe­
vole di aver avallato «un decreto gol­
pista, inutile e dannoso». Da piazza
della Vittoria, in un appuntamento
organizzato ieri mattina, Antonio
Di Pietro torna sul caos delle liste. E
contesta il provvedimento d’urgen­
za del governo. Nei giorni scorsi
aveva parlato di ipotesi d’impeach­
ment per Napolitano. E ora non ri­
sparmia accuse al presidente della
Repubblica. «Tutti dicono che quel
decreto è incostituzionale, è sba­
gliato, è immorale. Ma il mondo cul­
turale, la cosiddetta intellighenzia
del Paese si è riempita la bocca so­
stenendo che Napolitano non pote­
va fare diversamente ­ sostiene l’ex
magistrato ­. Certo che poteva fare
diversamente. Poteva evitare que­
sto sfregio alla legalità e strappo al­
la Costituzione».
Circondato da candidati e militanti
dell’Idv, Di Pietro arriva in città per
sostenere il sindaco Lorenzo Gueri­
ni, in corsa per una riconferma a
palazzo Broletto, e per supportare il
candidato Idv alle regionali lombar­
de, Luigi Sibilio. Ma il tema di fondo A sinistra, il leader dell'Italia del valori Antonio Di Pietro ieri mattina in piazza
è la misura approvata dal governo della Vittoria per sostenere Guerini, sopra la gente assiepata attorno al gazebo
per risolvere il nodo delle liste elet­
torali escluse in Lombardia e Lazio.
«Lo dico in diepietrese: Ma che c’az­
zecca quel decreto? ­ esordisce, con
la consueta verve, l’esponente del­
l’Italia dei Valori ­. Quell’azione non SEGRETARI DEL CENTROSINISTRA E QUATTRO SINDACI IN PREFETTURA
è servita e non serve a nulla, ha con­
dotto soltanto a schiacciare la Carta
costituzionale. La questione è stata
infatti risolta dai giudici, a prescin­
dere dal decreto, tanto è vero che le
liste sono state riammesse dai giu­
«È come ai tempi del fascio,
dici senza bisogno di quel provvedi­
mento». Poi non manca di alzare il
tiro su Napolitano: le motivazioni
addotte sono «una coperta troppo
il governo riscrive le regole»
corta per giustificare il comporta­ n Centro sinistra in rivolta dopo il decreto sal­ quanto successo apre una questione democra­
mento del presidente della Repub­ va­liste. Forze politiche e cittadini scendono in tica e di rispetto delle regole. Principi sanciti
blica». E anche la lettera che ha in­ piazza contro il provvedimento d’urgenza del dalla Costituzione che sono stati calpestati», ri­
viato per spiegare le ragioni della Governo. Dopo l’esclusione dalle elezioni re­ marca il capogruppo del Pd in comune, Enrico
sua decisione ­ continua Di Pietro ­ gionali di Formigoni e Polverini, e il decreto Brunetti. E Rifondazione distribuisce un vo­
mette in luce «la mancanza di tem­ varato dall’esecutivo Berlusconi, esplode la lantino che evoca il Ventennio. Nel testo si leg­
pismo» della scelta, visto che non protesta anche nel territorio. Davanti alla pre­ ge: «Come ai tempi del fascio. Il governo riscri­
c’era bisogno di quell’intervento. fettura di Lodi si riuniscono militanti del Pd, ve le regole elettorali». L’Idv con il suo segreta­
Infine invita alla mobilitazione di dell’Italia dei Valori, della Federazione della si­ rio provinciale, Giambattista Pera va invece al­
piazza, per mandare a «casa i golpi­ nistra e persino alcuni sindaci. «Con quello l’attacco del Capo dello stato: «Non doveva fir­
sti»: «La strada è quella degli eletto­ che è successo, vien quasi voglia di restituire mare quel provvedimento. A convocazione del­
ri, anzitutto che si rendano conto la fascia tricolore. Qui si pone un problema de­ le elezioni in corso doveva evitare. Anche per­
che abbiamo di fronte un governo e mocratico», lancia una provocazione il primo ché il suo ruolo è di essere un baluardo di
una maggioranza parlamentare che cittadino di San Martino, Luca Marini. E il sin­ democrazia». Poi viene chiesa udienza al pre­
usano le istituzioni della Repubbli­ daco di Ossago, Angelo Taravella: «Non è giu­ fetto di Lodi, Peg Strano Materia, per manife­
ca per farsi gli affari propri e modi­ sto che a partita in corso si cambino le regole». stare «preoccupazione» per quanto avvenuto,
ficare le regole del gioco durante la Mentre il segretario cittadino di Rifondazione, dopo il caos liste in Regione e la misura d’ur­
partita». Enrico Bosani parla di situazione molto grave: genza del Governo. Vengono ricevuti dal rap­
Infine prende la parola il sindaco di «Qui si sta scivolando verso il regime. Il diritto presentante del governo sul territorio quattro
Lodi, Guerini: «È necessario rilan­ non è più uguale per tutti. È stato emanato un sindaci (Luca Marini di San Martino, Angelo
ciare le ragioni della politica, intesa decreto per sistemare alcune liste». Taravella di Ossago, Sergio Rancati di Caselle
come servizio ai cittadini, ragioni Il presidio è organizzato sabato pomeriggio, di Lurani e Giancarlo Cordoni di Lodi vecchio),
che in questa vicenda sono state fronte al palazzo del Governo. Un’affluenza di oltre a tre segretari provinciali di partito
mortificate. Il provvedimento vara­ bandiere e simboli di partiti, che si danno ap­ (Mauro Soldati del Pd, Andrea Viani di Rifon­
to dal governo assomiglia molto a puntamento in corso Umberto a Lodi. Decine dazione e Giambattista Pera dell’Idv). Riferi­
una sanatoria e considera le regole di persone che per più di un’ora rimangono scono poi che il prefetto si è assunto l’impegno
come semplici orpelli». sotto la della prefettura. «Lo ha detto anche li di trasmettere a Roma le rimostranze.
Matteo Brunello Militanti e sostenitori del centrosinistra hanno tenuto un presidio per un’ora sotto la prefettura segretario Bersani nel suo intervento a Lodi, M. B.

«PRIMA I PENDOLARI» SABATO SERA

Uggetti all’attacco di Trenitalia ­ LeNord:


«Il treno per Malpensa è una pagliacciata»
Vandalismi all’ascensore Un blitz dei vigili nel club di via Dall’Oro
Nel mirino le iscrizioni sul libro dei soci
n «I vagoni dei pendolari sono spesso sporchi, poco curati e i
convogli n ritardo. E l’amministratore di Trenitalia­LeNord
cosa ci propone? Una direttissima di collegamento a Malpen­
davanti all’Isola Carolina n Ancora controlli al Copacabana Club di Lodi. Diverse macchine
dei vigili urbani si sono fermate sabato sera davanti al locale di
via Biancardi. Gli agenti hanno identificato 30 persone e hanno
sa. Che interesserà qualche decina di passeggeri in anno. n Vandalismi di polizia locale che ha provvedu­ chiesto al titolare di mostrare il registro dei soci. Da qui sarebbe
Dico che questa è una presa in giro per i cittadini del Lodigia­ a due passi dal­ n Ieri mattina to a mandare sul posto una pattu­ anche emerso che alcuni degli avventori presenti non risultavano
no». Così l’assessore alla mobilità sostenibile del comune di la questura. Le la scoperta dei glia. Gli agenti hanno effettuato iscritti. Al momento non sono stati presi provvedimenti ma il
Lodi, nonché candidato in consiglio comunale per il Pd, Si­ bande di teppi­ danneggiamenti un sopralluogo e hanno verifica­ responsabile dell’associazione che gestisce il circolo è stato invita­
mone Uggetti giudica le promesse di Giuseppe Biesuz, ammi­ sti che di notte in piazza to i danni che erano stati fatti al­ to nei prossimi giorni a consegnare ulteriore documentazione agli
nistratore di Trenitalia­LeNord. Nei giorni scorsi il dirigente si aggirano in l’ascensore, dopo di che hanno uffici competenti dell’amministrazione municipale. I primi accer­
del colosso dei trasporti ferroviari era intervenuto a Lodi, città non cono­ Matteotti, segnalato quanto accaduto agli tamenti delle forze dell’ordine erano scattati venerdì sera, quando
nella sede del Popolo delle Libertà. E aveva annunciato un scono limiti: la la struttura uffici competenti del comune per però il locale era chiuso. Mentre sabato sera sono stati compiuti
collegamento rapido dal Lodigiano per l’aeroporto di Mal­ s c o r s a n o t t e è alle porte sollecitare un intervento. Al par­ controlli accurati, per appurare che tutto fosse in regola. «Già
pensa. Dopo quell’incontro le reazioni non si sono fatte atten­ infatti hanno del centro cheggio custodito si accede con eravamo intervenuti per indicare che, viste le autorizzazioni in
dere. «Tutti i giorni i pendolari vivono sulla loro pelle i disa­ d a n n e g g i at o l’auto da viale Dalmazia, subito mano ai titolari del locale, non è possibile organizzare iniziative
gi di un sistema ferroviario che fa acqua da tutte le parti. l’ascensore del dopo il Torrione (da qui il nome di pubblico spettacolo in quello spazio. Risulta infatti che è il loca­
Quindi credo che priorità sia quella di annunciare un miglio­ parcheggio “Torre” che collega di parcheggio “Torre”, mentre le è gestito da un’associazione di promozione sociale, dunque è
ramento di queste condizioni, non progetti che possono ri­ piazzale Matteotti con il sotterra­ l’ascensore permette agli auto­ prevista una specifica disciplina di legge che deve essere rispetta­
guardare solo una fetta limitata di passeggeri ­ ha detto l'as­ neo riservato alle auto. La sco­ mobilisti di sbucare direttamen­ ta ­ precisa il sindaco di Lodi, Lorenzo Guerini ­. Non è questione
sessore Uggetti ­. Puntare sulla mobilità sostenibile è fonda­ perta dei vandalismi, che avreb­ te in piazza Matteotti. In prece­ di pregiudizio dei residenti, come è stato detto, ma semplicemente
mentale, anche per il livello d’inquinamento in Lombardia. E bero potuto mettere a repenta­ denza altri vandalismi erano sta­ di osservanze delle norme che devono valere per tutti. E i control­
sul tema dei trasporti la politica del centro destra in Regione glio l'incolumità di qualche pas­ ti fatti anche nel sottopasso di li non si fermeranno». Il locale, a due passi da piazzale Medaglie
è stata del tutto fallimentare. E ora, invece che tentare di sante, è avvenuta ieri mattina, via Nino dall’Oro (con il danneg­ d’Oro e solitamente frequentato da latinoamericani, era già stato
risolvere i problemi, ci vengono a proporre misure che inte­ non è chiaro se da parte del cu­ giamento di una telecamera volu­ colpito settimana scorsa da un provvedimento emanato da palazzo
ressano pochi. Il territorio non ha bisogno di queste pagliac­ stode o dei primi automobilisti ta dal comune), davanti all’ospe­ Broletto, per mettere uno stop a ritrovi non autorizzati. Non una
ciate». che lo hanno utilizzato, così la se­ dale Maggiore e in altre zone del­ chiusura, ma un richiamo a rimanere nell’alveo delle regole.
gnalazione è arrivata al comando la città.
8 LUNEDÌ 8 MARZO 2010

il Cittadino
Lodi
L’ “OPEN DAY” CHE HA REGISTRATO LA VISITA DI NUMEROSE FAMIGLIE DEI DEGENTI E DELLE AUTORITÀ È STATO L’OCCASIONE PER FARE UN BILANCIO

Santa Chiara, in 380 attendono un posto


Ieri porte aperte nella struttura: «Cantiere ultimato entro ottobre»
n Visite guidate e filmati per
stare al fianco degli anziani. È il
“porte aperte” di Santa Chiara,
iniziativa che ha visto ieri l'or­
ganizzazione di momenti per
«Stiamo all’erta perché l’Adda
conoscere da vicino la casa di
riposo di via Paolo Gorini: i la­
vori di ristrutturazione che
non faccia la fine del Lambro»
vanno avanti, le corsie per l'as­
sistenza e tutti i servizi per dare
agio agli ospiti. Un itinerario
nei reparti, al centro diurno e al
nucleo Alzheimer, con la guida
di medici e infermieri.
Ad accogliere i visitatori anche
i vertici del consiglio di ammi­
nistrazione dell’azienda servizi
alla persona: il presidente Lu­
ciano Bertoli e la direttrice Ma­
ria Rosa Bruno. In una sala è
stata quindi allestita una galle­
ria fotografica, con una serie di
scatti che raffigurano i cambia­
menti dell’edificio dedicato alla
lunga degenza degli anziani.
In un filmato sono state anche
proiettate le immagini che rac­
contano la casa di riposo di un
tempo, con le grandi camerate e
i letti uno vicino all’altro. E poi
gli interventi messi in campo, Il sindaco Lorenzo Guerini e i vertici dell’amministrazione della casa di riposo durante la visita nei reparti e nel cantiere
con le impegnative ristruttura­
zioni e i recenti lavori dell’ala Due momenti
Marzagalli. «Con le diverse au­ dell'assem­
torità che sono intervenute, ver­ blea dell'
so mezzogiorno, abbiamo anche
fatto un sopralluogo nel cantie­ OMAGGIO AL DIRIGENTE SPIRATO ALCUNI MESI FA, «UN ESEMPIO PER TUTTI I RAGAZZI» Associazione
lodigiana
re ­ ha informato il presidente pescatori
Bertoli ­: qui il cronoprogram­ dilettanti
ma delle opere è del tutto rispet­
tato e contiamo di terminare i
lavori entro la fine di ottobre,
per poi rendere operativa verso
L’Edelweiss ricorda Simone Dorino: tenutasi
nell'oratorio
del Borgo:
sporcizia
la fine dell’anno la Marzagalli.
Devo dire comunque che la gior­
nata di apertura al pubblico è
andata molto bene. Contiamo di
il suo nome al campo della Faustina e scarichi
fanno sempre
più paura

ripeterla». n Bandierine tricolori, tanti allie­ n «Bisogna fa­ compiuti i nostri “primi” qua­
Inoltre, le foto affisse a una se­ vi e dirigenti per l’intitolazione re g rande at­ n Ennesima rant’anni ed è giunto il momento
rie di pannelli davano anche del campo Edelweiss. La cerimo­ tenzione ed es­ denuncia che dagli oltre 2.500 soci iscritti
conto delle tante proposte di nia si è tenuta sabato pomeriggio sere molto vi­ dei pescatori, ci possa essere un apporto mag­
animazione messe in atto dal alla Faustina, di fronte a diverse gili, quanto ac­ annunciata giore nell’organizzazione e negli
centro: i vari laboratori, le feste autorità e giovani atleti. Il momen­ caduto al Lam­ eventi, anche per favorire un ri­
e le iniziative che si tengono to clou è stato la scoperta della tar­ bro non deve per il 21 marzo cambio alla guida dell’associazio­
nello splendido chiostro. Un ga che riporta il nome di Simone succedere alla una giornata ne».
viaggio dunque per toccare con Dorino, all’ingresso del terreno di nostra Adda». di pulizie Nel corso della serata sono stati
mano l’attenzione e la vicinan­ gioco di piazzale degli sport a Lo­ Il richiamo è lungo il fiume quindi esaminati e votati il bilan­
za che personale e amministra­ di. «Abbiamo voluto dedicare que­ del presidente cio consuntivo e il preventivo del
zione della casa di riposo pre­ sto impianto al ricordo di un ami­ dell’Associa­ 2010. Poi si è tornati sul ricco ca­
stano nei confronti degli ospiti. co, a una persona che ha dato mol­ zione pescatori dilettanti, Gian­ lendario di eventi promosso per
Sono stati organizzati anche di­ to per lo sport e ha dimostrato carlo Magli, che a margine del­ l’anno. In aprile si entrerà nel vi­
versi giri all’interno dei reparti grande sensibilità nei confronti l’assemblea dei soci di sabato se­ vo delle gare, con la sfida con la
per verificare l’applicazione dei nostri ragazzi­ è intervenuto il ra ricorda l’impegno del suo bilancia da riva e dalla barca: ri­
della carta dei servizi a favore presidente Edelweiss, Antonio gruppo per la pulizia del fiume. trovo il 18, alle 7 presso il The Ri­
dell’utenza. Prima tappa, all’in­ Scaramuzza ­; è stata una persona «Noi compiamo costanti pulizie, ver, in via del Capanno 32 a Lodi.
terno della palestra di riabilita­ eccezionale, purtroppo scompar­ ma ogni volta che usciamo non Un altro appuntamento è quello
zione, con tutti gli attrezzi e sa, un esempio per i ragazzi, nei mancano le sorprese. L’ultima di pesca a mosca. Il raduno per
strumenti per fare in modo che confronti del qualche la società volta siamo tornati a casa con tre coloro che intenderanno iscriver­
gli anziani possano non perdere aveva un debito personale». sacchi di bottiglie di vetro abban­ si è il 9 maggio alle 8, presso la lo­
quella indispensabile capacità Alla memoria di Dorino, dirigente donate», spiega la storica guida calità denominata Due Acque. E
di mobilità. Infine, passo dopo sportivo che è scomparso alcuni I discorsi delle autorità prima dell’inaugurazione del campo al dirigente scomparso dei pescatori lodigiani, che an­ a seguire, il 6 giugno, la manife­
passo, sono stati esplorati i mesi fa, è stato dunque dedicato il nuncia una giornata ecologica stazione che solitamente fa il tut­
principali reparti con gli sva­ quadrilatero di gioco in gestione e benedizione del parroco di San­ momento che arriva dopo pochi lungo le rive del fiume, in pro­ to esaurito, ovvero l’iniziativa
riati servizi offerti e i suoi oltre alla gloriosa Edelweiss, la società t’Alberto, don Giarcarlo Marchesi: mesi dal “battesimo” di un nuovo gramma dalle 9 di domenica 21 dei cosiddetti pierini (bambini
250 posti letto a disposizione, di lodigiana che da oltre cinquan­ «Esprimiamo vicinanza ai fami­ campo da calcio per i bambini del­ marzo, presso le località Marti­ dai 6 ai 12 anni). Si parte alle 8 del
cui di cui 17 per il nucleo Alzhe­ t’anni mette passione ed entusia­ gliari di Dorino, che ha sempre l’Edelweiss. La struttura sorge netta e Due Acque. mattino, presso la Mortizza della
imer, e in più 20 spazi disponibi­ smo al servizio dei giovani calcia­ mostrato impegno per i ragazzi e proprio a ridosso del terreno di Di fronte a una quarantina di so­ Martinetta. Infine il 20 giugno si
li per il servizio di centro diur­ tori. «È stata una figura che ha da­ per lo sport. Che dal cielo Dorino gioco ufficiale del club e ospiterà ci, riuniti nel salone della parroc­ alzerà il sipario sulla pesca “a
no integrato. to molto allo sport della nostra cit­ ci accompagni e ci sostenga». Infi­ gli allenamenti e le partite delle chia del Borgo a Lodi, il presiden­ spinning”, con appuntamento al­
E una lista di attesa che conti­ tà, la sua presenza rimarrà viva ne dalla società sono stati conse­ categorie Piccoli amici e Pulcini. te Magli bacchetta i membri del le 6, presso la pizzeria Magnani
nua a essere molto lunga, «circa nel nostro ricordo», ha detto pub­ gnati degli omaggi ricordo ai pa­ È stata realizzata grazie a un con­ gruppo. «È necessario che ci sia di via del Capanno a Lodi. E il 4
380 ­ 390 le persone iscritte», ha blicamente il sindaco di Lodi, Lo­ renti dell’ex dirigente Edelweiss tributo della Fondazione della anche l’impegno di tutti e la spe­ luglio è il turno della “passata”,
fatto sapere ieri il presidente renzo Guerini che ha partecipato scomparso, prima di esprimere Banca Popolare di Lodi e del co­ ranza è che ci possa essere il con­ con il ritrovo alle 6.30, presso la
della struttura, Luciano Berto­ alla manifestazione con l’assesso­ dei ringraziamenti ai vertici del­ mune, che ha sostenuto le spese tributo nell’associazione anche paninoteca Al Faro di via del Ca­
li. re comunale Simone Uggetti. E al l’amministrazione municipale, per l’impianto di illuminazione. delle nuove generazioni ­ sostie­ panno, alle porte del capoluogo.
Matteo Brunello termine è arrivata una preghiera per la vicinanza all’iniziativa. Un Matt. Brun. ne il presidente ­. Ormai abbiamo M. B.

LUTTO di non inviare fiori, ma di devolvere Bargano di Villanova del Sillaro lu­ no con Lorena ed Anna con Gior­

Il Braille non ha segreti È mancata all’affetto dei suoi cari


l’equivalente in offerte alla Casa di
Riposo. Il corteo dalla Chiesa al Cimi­
tero si svolgerà in automobile. Un
nedì 8 marzo alle ore 10,00 parten­
do dall’abitazione in via S. Leone n.
6 per la chiesa parrocchiale, indi la
gio, gli adorati nipoti Alessandro,
Fabio, Federico, Alessia e Sara, il
fratello Carluccio e parenti tutti.
particolare ringraziamento alle Suo­ cara salma sarà tumulata nella cap­ I funerali avranno luogo oggi, lu­
grazie al corso del Mac re e a tutto il personale per le cure e
l’assistenza prestate.
Sant’Angelo Lodigiano, 8 marzo 2010
pella di famiglia del cimitero locale.
Si ringrazia anticipatamente tutti
coloro che parteciperanno alla ceri­
nedì 8 marzo, alle ore 14.30 in
Paullo partendo dall'abitazione
in via Milano n. 151, per la Chiesa
n Un corso per imparare a scrivere volesse iscrivere lo deve fare entro monia. Parrocchiale, indi al Cimitero lo­
senza penna e a leggere senza occhi. mercoledì 10 marzo telefonando al­ LUTTO Bargano di Vilanova del Sillaro,
È quello che stanno organizzando il l’Unione ciechi al numero 0371­ cale. Si ringraziano anticipata­
Movimento apostolico ciechi e 56312, dalle 16 alle 18 dal lunedì al ve­ È mancato all’affetto dei suoi cari 8 marzo 2010 mente quanti parteciperanno al­
l’Unione italiana ciechi e ipovedenti, nerdì. La quota da versare è di 30 eu­ la cerimonia.
che dal prossimo 20 marzo daranno ro, necessari fra l’altro per il mate­
PARTECIPAZIONE Paullo, 8 marzo 2010
vita la 13esimo “corso di scrittura e riale didattico. Il Consiglio di Amministrazione, il
lettura braille”. In cinque sabati con­ L’iniziativa è rivolta in particolare a Collegio Sindacale e tutti i dipenden­ LUTTO
secutivi, fino al 24 aprile, verranno persone vedenti: insegnanti (di so­ ti della Banca di Credito Cooperativo
svelati agli iscritti i segreti di questo stegno ma non solo) che hanno nelle È mancato all’affetto dei suoi cari
sistema di scrittura basato su un al­ loro classi bambini e ragazzi con dif­ di Borghetto Lodigiano partecipano
fabeto di 63 segni composti da un ficoltà visiva, ma anche studenti e CATERINA BONINI al dolore dei famigliari e dei parenti LUIGI CARELLI
massimo di sei puntini in rilievo, volontari che hanno a che fare con i ved. CORBELLINI per l’improvvisa scomparsa di di anni 80
con i quali è possibile coprire ogni non vedenti. Al termine tutti do­ di anni 86
forma di linguaggio scritto, da quel­ vranno affrontare un dettato che ARMANDO GUARNIERI Ne danno il triste annuncio il fra­
lo letterario a quello musicale pas­ consentirà, se superato, di ricevere Ne danno il triste annuncio: le figlie tello Angelo con la moglie Stella,
sando per quello matematico. l’attestato di frequenza. Una delle papà del vice presidente della banca. il cognato Angelo e gli adorati ni­
Maria e Rosanna, i generi Lindoro
Il Mac propone questo corso dal ‘98 e principali difficoltà che i partecipan­ Bargano di Villanova del Sillaro, poti. I funerali avranno luogo og­
in tutti questi anni vi hanno parteci­ ti dovranno superare sarà lo scrive­ Sergio e Giuseppe, i cari nipoti, i pro­
8 marzo 2010 gi, lunedì 8 marzo, alle ore 14.30
pato centinaia di persone. Quest’an­ re da destra a sinistra: il braille in­ nipoti, la cognata Maria Teresa e i
no saranno accettati un massimo di fatti è un sistema di scrittura a parenti tutti. La cara Salma è espo­ LUTTO partendo dall'abitazione in Zelo
ARMANDO GUARNIERI Buon Persico, via Giussana n. 2,
25 iscritti, per consentire all’inse­ “specchio”, che si scrive da destra a sta nella camera mortuaria della Ca­ di anni 87
gnante Ivano Pioli di seguirli nel mo­ sinistra attraverso una tavoletta e un È mancato all'affetto dei suoi cari per la Chiesa Parrocchiale indi al
sa di Riposo. I funerali si svolgeranno
do adeguato. Le lezioni si svolgeran­ punteruolo e che si legge normal­ Addolorati ne danno il triste annun­ cimitero locale. Si ringraziano an­
no dalle 15 alle 17 presso la scuola mente voltando il foglio. Si tratta di a Sant’Angelo Lodigiano oggi, lune­ ALESSANDRO CANDIANI
dì 8 marzo, alle ore 10.30, partendo cio i figli Antonio, Mariapia, Leone, ticipatamente tutti coloro che
elementare Arcobaleno di via Torti­ una particolarità che ne rende diffi­ di anni 86
ni, in zona San Fereolo, tutti i sabati coltoso l’apprendimento anche ai dalla camera mortuaria della Casa di Jesse e Matteo, i generi, le nuore, i parteciperanno alle esequie fu­
dal 20 marzo al 24 aprile con eccezio­ non vedenti. Riposo per la Chiesa di S. Maria Re­ nipoti, i cognati, le cognate e paren­ Lo annunciano con dolore la mo­ nebri.
ne del sabato Santo il 3 aprile. Chi si D. C. gina indi al Cimitero locale. Si prega ti tutti. I funerali si svolgeranno in glia Zita, i figli Ferdinando, Luigi­ Zelo Buon Persico, 8 marzo 2010
LUNEDÌ 8 MARZO 2010 9
il Cittadino
Lodi

IL VOTO A LODI ­ 3 I TEMPI SUGGERISCONO L’OPPORTUNITÀ DI UN COINVOLGIMENTO DEGLI UNDER 30 NELLE SCELTE AMMINISTRATIVE

I giovani e la città, le idee per il futuro


I candidati al Broletto esplorano i bisogni delle nuove generazioni
P
iù spazi, strutture e opportunità per i gio­ ruolo importante nella proposta educativa e ri­
vani lodigiani. È questo il “refrain” più o creativa dei giovani. Sullo sfondo, ma neanche
meno condiviso che accompagna i sei aspi­ troppo, restano l’obbligo di lavorare per preve­
ranti alla guida di palazzo Broletto nel­ nire i fenomeni di disagio più diffusi, dagli
l’affrontare la complessa questione delle poli­ abusi di sostanze nocive all’intolleranza verso
tiche giovanili del futuro. Complessa e artico­ deboli e coetanei, ma anche quello di rendere il
lata, sì, perché parlare di giovani significa af­ capoluogo sufficientemente appetibile non so­
frontarne il fenomeno partendo dalle scuole lo per i giovani cittadini, ma anche per i loro
dell’obbligo fino ad arrivare al bivio tra una coetanei che risiedono nel resto o fuori dalla
carriera sui banchi di un’università e l’ingres­ provincia; sfide che richiamano a una più cele­
so nel mondo nel lavoro, con gli inevitabili in­ re “modernizzazione” della città, da internet
croci del caso tra problematiche educazionali, alla (ri)scoperta della misconosciuta realtà
formative e, ovviamente, anche economico­oc­ universitaria di cascina Codazza, passando per
cupazionali. Nel mezzo, emerge la necessità di un cartellone di eventi stimolante e per un
esplorare i bisogni e le potenzialità di una mag­ maggiore coinvolgimento dei ragazzi nelle
giore aggregazione, da risolversi in un’offerta scelte amministrative. In corsa, non a caso, c’è
di luoghi dedicati che implementino l’attuale anche una lista di giovani, Primavera Lodigia­
offerta del nuovo Clam di piazzale Forni; ma na; un segnale sulla voglia di incidere della
anche di provare a riscoprire, e sostenere, “categoria” il cui peso sulle urne andrà osser­
quelle realtà quali oratori, scuole e associazio­ vato con grande attenzione.
ni (sportive e non) che da sempre svolgono un Alberto Belloni

Si avverte la richiesta Lotta al disagio e aiuti


di luoghi di aggregazione per “diventare grandi”
LORENZO GUERINI STEFANO BUZZI FRANCESCO MILANESI

«Aree attrezzate, «Aiutiamo «La nostra


spazi d’incontro i nostri studenti partecipazione
e un progetto a iscriversi è la migliore
per internet wi­fi» all’università» delle proposte»
n Un futuro an­ n “Lodigianizza­ n «La migliore
cora più... gio­ re” con incentivi politica giovani­
vane. Il sindaco agli studenti le siamo noi!».
uscente Loren­ un’università an­ Lo spot è calzan­
zo Guerini giu­ cora estranea al­ te per la “Pri­
dica «estrema­ la città, e rendere mavera Lodigia­
mente positive» appetibile il ca­ na” di France­
le politiche gio­ poluogo a chi og­ sco Milanesi,
vanili condotte gi cerca soddisfa­ candidato sin­
assieme all’as­ zioni altrove. Ec­ daco di una li­
sessore Comi­ cole le cose che la sta il cui pro ­
netti e promette lista civica di g ramma, ana­
altre novità: Sergio Buzzi in­ grafe dei com­ Il centro di aggregazione giovanile gestito dal Clam in piazzale Forni, uno dei luoghi di aggregazione presenti in città
«L’approccio, anche grazie al con­ tende fare per i giovani lodigiani: ponenti alla mano, è costituzio­
fronto con realtà e agenzie quali «La situazione attuale? Pensate alle nalmente “verde”. La ricetta? GABRIELLA GAZZOLA GIANMARIO INVERNIZZI SERGIO TADI
la scuola, le associazioni e l’uffi­ piscine: è devastante, la gente di Lo­ Partecipare alla vita amministra­
cio pastorale della diocesi, è stato
di chiamare i giovani al protago­
nismo, come risorsa e non proble­
di è costretta ad andare a nuotare a
Pandino, manco fosse l’olimpionica
di Roma. Le politiche nei confronti
tiva per incidervi direttamente:
«Si dice sempre che bisogna coin­
volgere maggiormente i giovani ­
«Sosteniamo «Sfruttiamo «Una Consulta
ma per la crescita della città. So­
no orgoglioso soprattutto del cen­
tro di partecipazione giovanile di
dei giovani e dello sport, che spesso
coincidono, non sono state per nulla
brillanti. Detto ciò, dobbiamo avere
spiega Milanesi ­ e noi non abbia­
mo un capitolo specifico sulle po­
litiche giovanili perché siamo
gli oratori le aree dismesse dei giovani
piazzale Forni, uno spazio di crea­
tività e incontro che rispecchia
una visione sociale; credo inoltre
ben chiara la situazione economica
in cui versiamo: non dobbiamo fare
programmi irrealizzabili, ma sfrut­
una lista giovane. Entriamo in
gioco per cambiare un mondo un
po’ arrugginito: è chiaro poi che
e la formazione per fare nuovi e un progetto
sia stato positivo anche discorso
legato a “Lodi ai giovani”, dove
sono loro i protagonisti degli
tare le poche risorse che avremo e
che mi lascerà Guerini». Sulla «mo­
dernizzazione della città» a misura
in ogni iniziativa del nostro pro­
gramma traspaia questa filosofia.
Sul piano pratico, pensiamo che
professionale» centri sociali» educativo»
eventi: e il Centro Informazioni dei giovani Buzzi pensa all’offerta si possa fare molto di più: sono n Sostenere i gio­ n Tutti possono n Lavorare con
Giovani, un punto di eccellenza gratuita di internet nel centro, alla stati fatti alcuni interventi azzec­ vani senza astrar­ cambiare idea. oratori, scuole,
apprezzato anche a livello regio­ nascita di nuove attrazioni e alla ri­ cati come il Clam, che è una buo­ li dal contesto Così capita che, club sportivi e
nale». Il punto di contatto tra l’og­ vitalizzazione dei luoghi pubblici na iniziativa, ma molto isolati e economico, socia­ per proteggere i associazioni per
gi e il domani sono i riqualificati come per gli eventi del progetto che andrebbero estesi ad altre as­ le e culturale che nostri giovani, educare al bene
giardini di via IV Novembre, da “Piazze Pazze”: «Quest’ultimo mi sociazioni». Oltre al progetto di li circonda. Così anche uno stori­ le nuove genera­
dove partirà il progetto per forni­ piace, è un’idea dei nostri giovani: fare rivivere quel punto di incon­ Gabriella Gazzo­ co “nemico pub­ zioni. In attesa
re ai cittadini spazi internet wi­fi: ma penso anche all’apertura di tro cruciale qual’è piazza Duomo, la, candidata blico numero di aiutare con
«Ma ci sono anche il progetto sul qualche locale giovane, integrati Milanesi sogna più spazi e più Udc, inquadra il uno” dei centri incentivi per la
parco Isolabella, lo spazio “Lodi nel tessuto sociale attuale, che non strutture: «Andrebbero creati complesso tema sociali faccia un casa coloro che
Beach” presso area ex Sicc, l’Isola disturbino ma attirino flusso di gio­ punti di ritrovo dove scambiarsi delle politiche passo indietro e si affacciano al
Carolina; il tutto senza dimenti­ vani e meno giovani verso nostra idee e opinioni: oggi è difficile giovanili: «Il co­ sogni il prolife­ “mondo dei
care il centro civico di piazza città, invertendo il trend verso Cre­ coinvolgere i giovani in un pro­ mune ha f atto rare di luoghi di grandi”, Sergio
Martiri della Libertà, con spazi ma». Ma Buzzi, docente universita­ getto di gruppo, sarebbe bella una qualcosa, ma non mi sembra che nel aggregazione in tutta la città, «do­ Tadi punta sul “patto sociale” per
dedicati ai giovani, per il quale rio a Parma, ha a cuore soprattutto struttura comunale dove interfac­ loro complesso gli interventi abbia­ ve giovani dall’estrema destra al­ migliorare quelle politiche giova­
abbiamo portato già a casa un fi­ lo sviluppo della “nostra” universi­ ciarsi. Il Cag va bene, ma serve no avuto la necessaria incisività». E l’estrema sinistra possano ritro­ nili che oggi giudica «incomplete
nanziamento di 200mila euro. An­ tà: «Allo stato attuale, Lodi è come una vera e propria “casa delle as­ i bisogni, in tal senso, abbondano: varsi, convivere e confrontarsi e insufficienti»: «Non basta uno
che nell’ex Atm al quartiere delle se non l’avesse: è di difficile rag­ sociazioni”: ora si fa fatica a tro­ «Partiamo dai più giovani: come il pacificamente». A puntare forte spazio dove concentrare i giovani
Fanfani ci sarà uno spazio poli­ giungimento, quasi una “depandan­ vare una sede, ma metterebbe a comune sostiene giustamente asso­ su nuovi spazi per i giovani è e dove si autogestiscano: occorre
funzionale; ma oltre all’universi­ ce” di altri atenei, avulsa dal conte­ contatto tutte le associazioni. In­ ciazioni di ogni tipo, non vedo per­ Gianmario Invernizzi, candidato un fondamento di educazione e
tà, non voglio dimenticare l’im­ sto sociale. Occorre saldare le due fine, su eventi come l’organizza­ ché non debba farlo economicamen­ sindaco della lista civica “Sos Lo­ formazione, che sono parte inte­
plementazione delle strutture realtà, portarla a conoscenza di tutti zione di concerti e manifestazio­ te anche con gli oratori, che in una di”: «In questo inizio di terzo mil­ grante del nostro programma e
sportive, sulle quali molto si è fat­ e facilitarne l’accesso, anche econo­ ni, il comune potrebbe e dovrebbe società ad impronta cattolica come lennio stiamo assistendo sempre che prevedono attenzione ad altri
to e molto vogliamo ancora fare». micamente, agli studenti lodigiani». coinvolgerci di più». la nostra hanno sempre svolto una più a un incremento nel ricorso a aspetti. Penso a quella fondamen­
importante e capillare funzione ri­ droghe e alcol: c’è un 10 per cento tale e imprescindibile da dedicare
creativa, associativa ed educativa. E in Italia che beve in maniera smo­ agli oratori e alle parrocchie, che
perché non attivare dei “dopo scuo­ data, soprattutto nel mondo gio­ meglio di tutti conoscono i valori
la” dove le strutture già esistono e vanile, e questo è un grande se­ che è necessario inculcare: ma an­
vanno solo sostenute?». La seconda gnale d’allarme. Io quando sba­ che alle società sportive e alle as­
cosa «è il lavoro, che da un lato com­ glio l’ammetto: così, se 15 anni fa sociazioni, altri tasselli fonda­
porta la formazione, perché con i mi schierai apertamente contro i mentali con i quali vogliamo asso­
contratti a termine diffusi oggi oc­ centri giovanili, oggi con il venire lutamente interagire per costrui­
corre una flessibilità che solo la for­ meno di strutture importanti per re insieme quanto delineato nel
mazione può dare e che può essere la formazione dei ragazzi, come programma». Sulla questione edu­
sostenuta anche attraverso incentivi gli oratori e le società sportive, cativa Tadi spiega che «dovremo
ai centri di formazione professiona­ credo sia doveroso mettere a di­ fare una grande prevenzione con­
le, in stretto collegamento con le sposizione punti di aggregazio­ tro alcol, fumo e droga, ovvero
aziende del territorio. In proiezione ne». Lo stesso Leoncavallo mila­ quell’aspetto negativo del mondo
più ampia, invece, penso al definiti­ nese, spiega Invernizzi «ha i suoi giovanile che sta entrando anche
vo insediamento di università e busi­ aspetti negativi, ma anche dei ri­ nelle scuole: ci vorrà un grosso
ness park, che saranno uno straordi­ svolti positivi». Quindi? «A Lodi sforzo collettivo per far capire ai
nario elemento di impulso». Il con­ un centro di aggregazione c’è, ma ragazzi i limiti tra bene e male».
nubio economia­giovani potrebbe credo si debba andare nelle dire­ Sul piano del coinvolgimento atti­
trovare linfa anche con incentivi per zione di averne uno in ogni quar­ vo nelle vicende cittadine, l’accen­
gli aspiranti imprenditori; una filo­ tiere. Certo: dovranno essere to è invece su quella Consulta per
sofia da estendere «anche ai nuovi aperti a tutti, non solo alla sini­ i giovani tra i 16 e i 29 anni: «Do­
giovani artisti e lavorando affinché stre, e avere regole certe, ferree e vrà essere assolutamente attiva
il Teatro alle Vigne diventi non solo sane, che non inneggino alla rivo­ con l’amministrazione, perché po­
un luogo di rappresentazione, ma luzione. Ma penso proprio che va­ trà dare un riscontro immediato
anche di produzione», chiosa Gazzo­ dano fatti, e che alcune aree di­ su come costruire una Lodi a mi­
la che punta anche a collaborare con smesse potrebbero esservi dedica­ sura dei giovani: cosa che oggi la
Una recente manifestazione studentesca nel centro di Lodi: i giovani vogliono far emergere i propri bisogni e le proprie idee i rappresentanti degli studenti. te». città non è».
10 LUNEDÌ 8 MARZO 2010

il Cittadino
Primo Piano
PREVISTI ANCHE UNA MOSTRA ALLA CAMERA DEL LAVORO E UNA NUOVA ASSOCIAZIONE A MERLINO

L’8 marzo non ci si può annoiare:


tante idee per l’altra metà del cielo
n Spettacoli, presentazione di li­ della donna»: questa sera, alle tante sono le iniziative promosse saggi gratis di shiatsu che si svol­
bri e persino sedute di massaggi. 20.45 presso il bar Elda, si terrà la da enti e locali per celebrare il geranno mercoledì 10 marzo, dal­
Sono questi gli ingredienti della presentazione del libro «Tu che te giorno dedicato «all’altra metà le 14.30 alle 19, in via delle Orfane
festa della donna nel Lodigiano, ne andrai ovunque» della scrittri­ del cielo». presso il Centro donna. Per tre
in programma per oggi e che con­ ce lodigiana Ilaria Rossetti. E nel La festa della donna però «non è venerdì, invece, a partire dal 12
tinua con appuntamenti anche paese di Merlino, proprio oggi, solo 8 marzo», come recita il tito­ marzo, si terrà un corso sull’as­
nei prossimi giorni. Un’occasio­ verrà lanciata la proposta di co­ lo del progetto presentato dal co­ sertività, l’arte di essere se stesse
ne per ricordare tutte le lotte al stituire una nuova associazione, mune di Lodi. In città sono già imparando a far valere i propri
femminile. E per non dimentica­ un punto di ritrovo dove le donne stati diversi i momenti promossi diritti e rispettando quelli altrui.
re la data di una grande tragedia: E all’interno della ricca rasse­
uno sciopero delle lavoratrici in gna, sabato 13 marzo, alle ore 16,
una fabbrica, avvenuto oltre un si svolgerà la finale del concorso
secolo fa, che si è trasformato in Monodialoghiamo curato dal re­
dramma. Da allora è diventato
simbolo di tante battaglie di E mercoledì al Centro donna gista di «Lavori in corso» Lucia­
no Allegri. Il ciclo d’incontri si
emancipazione. chiuderà il 20 marzo, alle 21, con
In nome di quella gloriosa tradi­
zione, fino al 13 marzo nella sede
della Cgil di Lodi, in via Lodivec­
un pomeriggio di shiatsu il concerto di musica classica, al­
la Gaffurio di via Solferino: al
flauto Flavio Ferrandi e al piano­
chio si tiene la mostra dal titolo forte Pietro De Luigi. Infine l’uni­
«La condizione femminile e mi­ possano scambiare esperienze, e il calendario proseguirà sino al­ verso continua a tingersi di rosa
norile nel Lodigiano durante il avviare corsi di creatività, orga­ la fine di marzo: dieci appunta­ a Borghetto Lodigiano, con la
secolo XX: il Novecento delle don­ nizzare escursioni collettive. Per menti tra cultura, salute e benes­ proposta d’iniziative per la festa
ne e dei bambini» dell’autrice gettare le basi del nuovo circolo sere psicofisico, solo per il mondo della donna: alle 21 presso l’audi­
Alice Vergnaghi. Poi a San Marti­ di donne lodigiane l’appunta­ femminile. Chi avesse bisogno di torium proiezione del film «Erin
no in strada, la biblioteca comu­ mento è alle 21 presso il circolo un vero e proprio relax può ap­ Brokovic» con Julia Roberts.
nale propone la rassegna «Il mese anziani di via Libertà. Inoltre profittare, ad esempio, dei mas­ M. B. Una giovane donna con un bel mazzo di mimose, gesto gentile ricco di significato

DALLA PRIMA PAGINA che quando non ne avresti vo­ “animebelle” e pedanti fessi che nei campi, le avventure in casci­ fronto il nostro paese con il spetta alla Scozia, ma prima di
glia e la situazione non ti invite­ non hanno capito che il mondo na e lo stomaco che brontolava resto d’Europa. In Italia non noi ci sono persino il Congo, il

Sei consigli rebbe a farlo. Solo così farai


sorridere chi ti sta vicino e ren­
derai la sua vita più lieve, assol­
va da un’altra parte. Il che pe­
raltro è vero: il mondo va vera­
mente da un’altra parte, ma il
per la fame: l’essenziale, sempre
e comunque.
Oggi è la festa della donna e io
esiste nemmeno una legge che
vincola le aziende a concedere il
part time (l’unico obbligo ri­
Mozambico e il Laos. In Italia la
legge delle quote approvata nel
1994 è stata abolita nel 2001, poi

da sussurrare vendo il desiderio, tutto mulie­


bre, di regalare gioia.
Quinto: non cercare la strada
guaio è che la nostra società
superevoluta e superveloce ri­
schia di arrivare alla conclusio­
penso a te che mi dicevi “sei un
maschiaccio”. Che di fronte alle
lacrime e ai problemi scuotevi la
guarda le donne colpite da tu­
more). La questione è lasciata ai
singoli contratti di categoria.
reinserita e definitivamente
affossata nel 2005. Emblematica,
in quest’ultima occasione fu la

alle bambine più facile. Punta in alto, insegui


i tuoi sogni: può costare fatica
ma alla fine il risultato ti ripa­
ne che non c’è posto per quei
grandi temi, che il mondo reale
non può che essere così com’è, il
testa, “vedrai che passa”. E se
insistevo con i miei guai, ci vole­
va poco per spiegare. Non c’è
Per quanto riguarda le questioni
di parità siamo il fanalino di
coda. In Canada, Gran Breta­
bocciatura del senatore forzista
Luigi Malan: «È difficile dire a
un senatore su tre che ha lavora­
di aver avuto una tentazione gherà con gli interessi. mondo dei furbi. bisogno che qualcuno ti dia tem­ gna, Norvegia e Stati Uniti, di to bene, vai a casa solo per ra­
tutta maschile: fuggire. Sesto: ricordati che uomini e Quindi? C’è ancora bisogno di po e spazio, puoi prenderteli fronte a una discriminazione sul gioni di sesso. Io, uomo, dovrei
Poi, visto che noi ragazze i donne sono diversi. Non tentare un giorno in cui affermare i quando vuoi. Anche se sei una luogo di lavoro non è necessaria votare una legge contro di me».
“guai” siamo abituate ad affron­ di imitare i maschi, perché fini­ diritti delle donne? La prima donna. Non c’è bisogno di chie­ la querela individuale per avvia­ D’accordo con lui anche le mini­
tarli a testa alta, ho cercato resti per sembrare una mac­ risposta, banale ma non falsa, è dere sempre il permesso. Non re le indagini e l’impresa, rico­ stre Mara Carfagna («Io sono un
qualche idea. All’inizio volevo chietta; non rinnegare il tuo che ovviamente dipende dai casi c’è mai bisogno di abbassare la nosciuta colpevole, viene sanzio­ piccolo, ma eloquente esempio
fare un pezzo per protestare essere femminile perché arrive­ e dal contesto. Nella mia espe­ testa. nata aldilà della compensazione vivente che le quote non servo­
contro la mercificazione del resti a perdere ogni equilibrio. rienza personale posso dire di Avevi ragione tu. Si può essere economica dovuta alla vittima. no») e Maria Stella Gelmini («Le
corpo femminile, contro la so­ Uomini e donne sono stati creati non sentirmi discriminata in donne e pensare che solo con la Anche nel belpaese esiste una quote non contano, conta solo
cietà che invita le ragazze a per stare insieme proprio per­ quanto appartenente al sesso maternità si tocchi il cielo con legge che esclude dai contratti l’intelligenza»).
investire tutto sull’aspetto fisico ché le loro differenze li rendono femminile, però questo non vale un dito. Si può essere donne e pubblici le aziende colpevoli di Se le quote falliscono, ad avere
e l’atteggiamento provocante reciprocamente necessari l’uno per tutte le donne. Allora forse non volere niente di tutto que­ soprusi, ma non è mai stata un posto assicurato sono le veli­
anziché a conquistare una lau­ all’altra. non è un problema di sesso, o sto, felici con il vento sulla fac­ applicata. ne e le donne “d’immagine”. «Il
rea in ingegneria e contro chi L’ultimo consiglio non ha nume­ almeno non solo. Ecco, penso cia, senza figli e famiglia o cate­ Nei colloqui di lavoro, in Ameri­ cavaliere ha capito che il Pdl
giudica il valore di una donna in ro, perché non è rivolto alle che il problema non sia decidere ne. Si può essere donne e fregar­ ca, basta la frase “Hai intenzio­ non avrebbe fatto brutta figura
campo politico guardando al suo donne che verranno ma ad un chi ha più bisogno di chiedere sene dell’8 marzo, infischiando­ ne di avere figli?” ad innescare con me a Bruxelles – ha dichia­
profilo fisico anziché alla sua uomo: il mio direttore. rispetto, se siano le donne, gli sene di quote rosa e parità senza la denuncia e la richiesta di rato la parlamentare europea
statura morale. Il prossimo anno l’articolo di stranieri, i poveri, i disabili... per questo dover chiedere scusa. risarcimento danni. In Italia, Barbara Matera ai giornalisti ­.
Poi mi è venuto in mente di cri­ fondo per l’otto marzo proviamo Non penso neanche che abbiamo Il segreto delle donne forse sta invece, molte donne, nemmeno In fondo non sono l’unica a dire
ticare le donne che per sentirsi a chiederlo ad un maschio. Noi bisogno di un giorno speciale nella capacità di provare sulla sanno che domande simili sono che anche l’occhio vuole la sua
emancipate assumono i compor­ signore sappiamo chi siamo, per far notare quante cose sap­ pelle tutta la disperazione dei illegali. Ai maschi quesiti così parte». L’Italia fa brutta figura
tamenti peggiori dei maschi e cosa vogliamo e dove possiamo piamo fare come gli uomini o sentimenti. non si pongono: si sa che anche anche per quanto riguarda le
accantonano quelli propri del arrivare: siete voi signori che, meglio di loro: lo dimostriamo Ti tengo qui, vicina. Ti ricordo se diventassero padri questo pubblicità sessiste. In Francia,
loro genere. troppo spesso, non ne avete la tutti i giorni, o anche no (dipen­ con quel tuo carattere così osti­ non inciderebbe sulla loro capa­ Germania, Ungheria, Svezia e
Ancora ho pensato di raccontare minima idea. de dalla donna). nato e combattivo, che ti ha cità lavorativa. Negli ultimi Irlanda, ma anche in Polonia e
l’otto marzo dal punto di vista Caterina Belloni E allora? Allora scusatemi don­ permesso di non piegarti mai di anni l’Italia ha fatto passi indie­ Olanda la donna non può essere
di una delle tante prostitute che ne se proprio oggi che è la no­ fronte a niente e nessuno. tro. Contestualmente alla lette­ ridotta a un oggetto. In Gran
si incrociano lungo le nostre DALLA PRIMA PAGINA stra festa considero la questione Alla mia nonna, persa lungo la ra d’assunzione i datori di lavo­ Bretagna esistono tre enti per il
strade. Donne che sono costrette femminile come parte di una strada prima che riuscissimo a ro fanno firmare un foglio con controllo della pubblicità, men­
a ostentare la loro femminilità e
a violarla di continuo; che ven­
gono maltrattate da uomini che
C’è bisogno questione più ampia. Oggi non
parlo da donna per le donne,
parlo da essere umano. Perché
raccontarci tutti i segreti.
Greta Boni
le dimissioni volontarie in bian­
co. In caso di maternità o malat­
tia prolungata lo fanno valere.
tre in Spagna la pubblicità sessi­
sta è addirittura illegale ed è
inserita nella legislazione con­
si fanno chiamare protettori e in
realtà sono degli aguzzini; che di questa l’ambito “rispetto degli esseri
umani”... non gode di ottima
DALLA PRIMA PAGINA Per evitare questa prassi, spesso
denunciata anche in provincia
tro la violenza di genere.
L’Italia è ultima, in Europa,
probabilmente quando in televi­
sione vedono celebrare le donne
a suon di fiori, gioielli e ciocco­ giornata?
salute.
Francesca Cerri Ma in Italia di Lodi, il governo Prodi aveva
studiato una norma, entrata in
vigore il 5 marzo 2008, secondo
anche per quanto riguarda la
differenza di tempo libero tra
donne e uomini. Secondo la ri­
latini, soffrono pensando che a
loro basterebbe ricevere talvolta qual è secondo me il punto.
DALLA PRIMA PAGINA
abbiamo fatto la quale le dimissioni dovevano
essere registrate con un numero
cerca sull’evoluzione delle socie­
tà contemporanee dell’Ocse,
un po’ di ascolto e di compren­
sione o qualche parola sincera.
Ma mi sono resa conto di aver
Perché, diciamocelo, su questa
ricorrenza si può dire tutto e il
contrario di tutto e qualsiasi
Non piegarsi passi indietro
progressivo, su un modulo in­
formatico, non retrodatabile. La
norma è rimasta in vigore meno
l’Organizzazione per la coopera­
zione e lo sviluppo economico,
81 minuti e mezzo è la quantità
già affrontato tutti questi temi
in altri articoli scritti nel corso
degli ultimi anni e, soprattutto,
cosa rischia di sembrare insipi­
da e già sentita. È più un cliché
festeggiare l’8 marzo oppure
di fronte pochi giorni fa la testimonianza
di una donna­mamma del terri­
di 3 mesi. Uno dei primi provve­
dimenti dell’ultimo governo
Berlusconi è stata la sua cancel­
di tempo libero che un uomo
italiano ha in più ogni giorno
rispetto alla donna. Persino in
di non essere stata la sola a far­
lo.
Allora ho fissato lo sguardo
snobbarlo? Uno comincia a leg­
gere un pezzo dedicato a questo
tema e si chiede “in che filone si
a nessuno torio che si è sentita dire dal
padrone, al momento del licen­
ziamento: «Non le ho chiesto io
lazione.Se sul lavoro le donne
sono discriminate, in politica
sono completamente assenti,
Giappone, Messico, Turchia e
Corea il gap è inferiore. Nella
Spagna di Zapatero l’obbligo di
sulle mie bambine che giocava­ inserirà questa?”. Sarà l’arrab­ per chi lo sa quale filosofia, di fare figli». Ecco perché alme­ nonostante rappresentino il 52 lavori domestici per gli uomini è
no sedute sul tappeto. E ho pen­ biata con gli uomini (perché la semplicemente era un giorno no il 10 per cento delle donne, per cento della popolazione na­ stato addirittura inserito nella
sato alle donne che verranno: apprezzano poco), l’impegnata come un altro. Da vivere. Come dopo il primo bambino, abban­ zionale. I comuni lodigiani han­ lista dei doveri coniugali ed è
alle mie figlie che sono ancora che difende le donne che vivono una canzone di Vasco Rossi, un dona il posto di lavoro. no delle rappresentanti, ma stato votato al congresso dei
piccole, alle loro compagne di un disagio, una a cui alla fine libro di Oriana Fallaci, una poe­ I casi di mobbing, soprusi e vio­ basta salire un po’ più su e guar­ deputati. C’è addirittura un
scuola, alle figlie delle amiche, a non dispiace lo spogliarello di sia di Charles Bukowski. lenze, raccolti in questi anni da dare alla giunta regionale di fondo statale di garanzia per gli
mia nipote che è già una ragazza un bel fusto, la donna che non si Mi ricordo il giorno del tuo Ornella Veglio, prima come Roberto Formigoni per accor­ alimenti a favore delle madri
piena di talento. E ho escogitato sente femminista (e quindi è 86esimo compleanno. Con le consigliera provinciale di pari­ gersi che è completamente al sole nel caso in cui il padre non
sei consigli per l’uso da sussur­ maschilista) o quella che rifiuta candeline sulla torta coperta di tà, ora come referente dello maschile. Persino il Rwanda è rispetti l’obbligo fissato dal giu­
rare in un orecchio alle piccole sdegnosamente il mazzolino di panna montata. Attorno al tavo­ sportello d’ascolto della neonata più progredito dell’Italia. Qui dice rispetto ai figli minori.
donne destinate a districarsi in mimose? Una frettolosa etichet­ lo c’eri tu, senza calzini d’inver­ associazione Giuseppe Di Vitto­ abbiamo un parlamentare ma­ Ha ragione la Soffici, probabil­
un mondo pieno di insidie. Sug­ ta è già pronta per ogni riflessio­ no perché non sentivi freddo, e rio, sono troppi per non indigna­ schio ogni 30mila cittadini e una mente, quando dice che se, an­
gerimenti pratici, s’intenda, che ne, con relativa spiegazione la mamma indaffarata come al re. Eppure sembra che gli episo­ parlamentare femmina ogni 306 che in Italia, le quote, il part
in una società che guarda la spiccia e malevola. solito con piatti e coltelli. Poi di negativi siano diventati nor­ mila cittadine, là le donne sono time e la paternità diventassero
donna stando ben attenta solo Insomma, la Festa della Donna ­ c’eravamo io e Cristina, con i malità anche per le donne. Per­ il 48 per cento del Parlamento. obbligatorie la parità sarebbe
alla superficie, forse potrebbero con il suo senso ­ non gode di nostri sogni di rock’n’roll e la sino a scuola, gli studenti ma­ Siamo il fanalino di coda, a li­ più reale. Così come lo sarebbe
tornare utili. ottima salute. C’è da dire che voglia di ridere. schi danno per scontato che le vello europeo, però ci rasserena­ se fossero vietate le pubblicità e
Primo: considera lo specchio non è sola: a farle compagnia Non me ne sono accorta subito, donne, in quanto tali, non possa­ no le battute di Berlusconi che gli spettacoli sessisti e le pene
come uno strumento per con­ tante ricorrenze, anche di antica ma quel giorno c’erano tre gene­ no far altro che venire discrimi­ accusa Rosi Bindi di essere «più per i reati sessuali fossero più
trollare l’abbinamento dei colo­ tradizione e di profondo signifi­ razioni in una sola stanza. Tre nate. «Io mi metto nei panni del bella che intelligente», sostiene rigide.
ri dei tuoi vestiti e non come cato, ridotte nel sentire comune modi di vivere che per un attimo datore di lavoro che deve assu­ di essere «il primo a volere la Nel Lodigiano si è lavorato mol­
l’oracolo cui chiedere quale sia all’ombra di se stesse, a miscu­ si incrociano sulla linea del mere una donna», ha detto l’al­ presenza delle donne carine e to su questi temi e tre anni fa,
la tua identità. gli poco significativi di buoni tempo, tre sguardi sul mondo tro giorno uno studente, duran­ anche brave in Parlamento» e ci dopo tanti sforzi, si è costituita,
Secondo: ascolta i palpiti del sentimenti, cose quasi risibili. che si intrecciano e finiscono in te una discussione sul tema, in conforta ulteriormente quando a livello provinciale, la rete
cuore. La ragione guida la scien­ Colpa di queste ricorrenze e dei panna montata. Eppure era così una scuola superiore e le sue dice che «tra le mura domesti­ antiviolenza, per l’aiuto alle
za; la vita ha bisogno di senti­ principi che celebrano? No. La facile annullare le distanze, così compagne non hanno protesta­ che le padrone siamo noi». La donne maltrattate. Mi auguro
menti, intuizioni e rischi che mia sensazione è che ormai dia­ semplice capirsi: tu che non to. Francia è stato il primo paese al che si continui sempre di più su
spesso solo l’istinto (soprattutto mo per scontati molti grandi volevi invecchiare ma facevi Molte sono le donne che tornano mondo a varare una legge che questa strada. Nei giorni scorsi
quello femminile…) sa suscitare. temi ­ a partire dagli uguali spallucce alla morte, mamma dalla maternità e si trovano prevede la parità di genere tra i si è aperto lo sportello d’ascolto,
Terzo: ricorda a quanti vorreb­ diritti di tutti gli esseri umani ­ che pensava al lavoro ai figli sostituite da maschi o donne più candidati. Stesse norme in Bel­ all’interno della Camera del
bero farti credere che la femmi­ e li consideriamo con il cinismo alla casa e non chiedeva mai giovani e avvenenti di loro. Nel gio e in Spagna, dove addirittura lavoro, mentre il ministero, da
nilità rende fragili, che di fronte di chi ha già visto tutto, sa già aiuto, noi che facevamo di tutto Lodigiano, come nel resto d’Ita­ nessun sesso può essere rappre­ tre mesi, deve nominare la nuo­
ai dolori più acuti del parto tutto e si è già stufato di tutto. E per far prevalere la fantasia al lia. sentato oltre il 60 per cento. In va consigliera provinciale di
alcuni uomini svengono, mentre questo atteggiamento è il primo resto. Illuminante l’analisi della gior­ Germania, alle ultime consulta­ parità e non l’ha ancora fatto. I
le donne trovano sempre la for­ passo per considerare tutti que­ Si sentiva il peso dei tuoi anni e nalista Caterina Soffici nel volu­ zioni, è stato eletto il 32 per compiti che le spettano non sono
za di soffrire ancora. sti valori come le noiose predi­ dei tuoi ricordi, una guerra me “Ma le donne no”, edito da cento delle donne. Da noi la certo poco importanti.
Quarto: impara a sorridere an­ che dei soliti rompiscatole, di mondiale alle spalle e il lavoro Feltrinelli, la quale mette a con­ percentuale è del 10,4. Il record Cristina Vercellone
LUNEDÌ 8 MARZO 2010 11
il Cittadino
Sudmilano
NATO IN SVEZIA, DA OLTRE DIECI ANNI AVEVA RESIDENZA A CIVESIO. SUPERAVA I TEST MA LE AUTORITÀ RITENGONO CHE USASSE UN BREVETTO FALSO

Pilota da anni senza avere il brevetto


Quarantunenne di San Giuliano arrestato ai comandi di un 737
SAN GIULIANO Il quarantunenne svedese Tho­
mas Salme ha pilotato per tredici anni gros­
si aerei di linea senza averne il previsto bre­
vetto. Nato a Stoccolma il 18 febbraio 1969,
separato e con due figli, risiedeva in frazio­
Paullo, truffa da 10mila euro
ne Civesio di San Giuliano dal 13 febbraio
1999 insieme all’anziano padre. Prima di
abitare a San Giuliano era stato residente
scoperta dall’Arma alle Poste
nel comune di San Donato. È stato bloccato PAULLO Gli avevano rubato l’identità piuta grazie al phishing, il noto e
dalla polizia olandese, avvisata dalle autori­ e ora una banda specializzata in truf­ perverso sistema delle frodi infor­
tà svedesi, all’aeroporto di Amsterdam po­ fe telematiche era pronta a svuotar­ matiche che permette di rubare i co­
co prima di sedersi ai comandi di un grosso gli anche il conto corrente. E così è dici personali di accesso a banche e
Boeing 737 con a bordo 101 passeggeri diret­ stato fatto nei giorni scorsi, quando istituti di credito tramite mail fasul­
ti ad Ankara. 10mila euro sono transitati dal conto le alle quali gli utenti danno riposta.
Thomas Salme aveva conseguito regolar­ dell’ignaro cittadino a quello di un In questo caso i carabinieri hanno
mente solo il brevetto, peraltro ormai sca­ altro italiano, che si è presentato però sventato in flagranza la truffa
duto, per la guida di piccoli aerei da turi­ presso la filiale paullese di Poste Ita­ telematica e denunciato i tre autori.
smo, che non è ovviamente titolo sufficien­ liane, insieme a due complici rome­ I militari stavano effettuando un ser­
te per entrare nella cabina di pilotaggio di ni, per prelevare il denaro. Un colpo vizio antirapina. Proprio per questo
grossi aerei di linea. Incredibilmente aveva semplice, andato nel migliore dei motivo, intorno alle 15.30, sono arri­
accumulato, utilizzando una licenza falsifi­ modi, se non fosse che intascato il vati in via Carso e qui hanno notato
cata, oltre diecimila ore di volo lavorando contante sono intervenuti i carabi­ vicino all’agenzia due giovani stra­
per diverse importanti compagnie aeree eu­ nieri di Paullo. All’inizio i militari nieri. Sembravano ansiosi, guardin­
ropee. Fra queste, oltre alla svedese Air pensavano a una rapina, ma dopo gli ghi, così col sospetto che stessero fa­
Sweden ed alla turca Corendon, anche l’ita­ accertamenti in collaborazione con cendo da “palo” per una rapina, i ca­
liana Air One. Chi lo conosce a San Giulia­ la polizia postale hanno scoperto rabinieri li hanno identificati. I due
no lo definisce un ragazzo simpatico e bril­ una grossa truffa ai danni di un rumeni, proprio in quel momento,
lante, appassionato di fotografia e molto Nel riquadro Thomas Salme, appassionato di viaggi e fotografia, qui sopra i comandi di un aereo in volo ignaro correntista. Era stata com­ sono stati raggiunti da un italiano
partecipe, nei pochi momenti di permanen­ che era uscito dall’ufficio postale.
za, alla vita sociale del paese. Lo si vedeva Controllato pure lui è stato trovato
girare spesso con una grossa macchina fo­ in possesso di 10mila euro in contan­
tografica reflex professionale con la quale ti. Così i militari hanno deciso di im­
immortalava le situazioni che più lo inte­
ressavano. Amava vantarsi con gli amici
delle sue innumerevoli conquiste galanti
collezionate con le ragazze incontrate nelle
Cerro, «adesso la battaglia mobilizzare i tre, precipitarsi nelle
Poste e verificare se fosse stata com­
piuta una rapina. In realtà la somma
proveniva proprio da un conto inte­
molte città dove si recava per lavoro. Soste­
neva, parafrasando i marinai, di avere una
fidanzata in ogni aeroporto.
L’indagine sul “pilota” era stata già avviata
sarà anche contro la Gls» stato all’italiano appena bloccato.
Una cosa che ha ancor di più inso­
spettito i militari, che hanno notato
la fedina penale non certo immacola­
da tempo. Adesso si trova nelle carceri CERRO Tensione alla Gls di Cerro al la Gls continua a rimanere piuttosto ta del fermato. Sono state disposte
olandesi e rischia fino a sei anni di deten­ Lambro, lo Slai Cobas non si arrende: alta. «Rivendichiamo quanto è rima­ ulteriori verifiche con il direttore
zione per aver falsificato il brevetto di abili­ «La nostra lotta continua». Nella se­ sto in sospeso rispetto alla piattafor­ delle Poste, che hanno permesso di
tazione al pilotaggio e aver messo irrespon­ rata di venerdì, per la terza volta nel ma iniziale ­ ha avuto modo di ribadi­ appurare che la somma prelevata
sabilmente a repentaglio la vita delle mi­ giro di neppure un mese, i lavoratori re Aldo Milani, responsabile provin­ era stata “girata” appena 7 minuti
gliaia di passeggeri trasportati in tutti que­ della cooperativa Papavero (che lavo­ ciale dello Slai Cobas ­: indennità di prima sul conto corrente dell’italia­
sti anni, sostiene l'accusa. Al momento del­ rano nella logistica Gls) hanno orga­ mensa (5,16 euro al giorno), reintegro no. Era stato fatto tramite un accre­
l’arresto, con aria sollevata, si è tolto da so­ nizzato l’ennesima manifestazione di dei licenziati, maggiore sicurezza sul dito, effettuato in Romania, prenden­
lo i gradi dalla divisa da pilota come se si protesta nella zona industriale di lavoro e il riconoscimento della no­ do il denaro dal conto di un milanese
sentisse ormai prigioniero di quel ruolo Cerro. Con loro c’erano gli operai di stra organizzazione sindacale. E, si­ 59enne, il quale, immediatamente
che non gli apparteneva. Turate, Origgio, Corte Olona, Brem­ no a quando non avremo ottenuto contattato, ha confermato di essere
Rimane da chiedersi come poteva lo svede­ bio e diversi attivisti dei centri socia­ quanto ci spetta, continueremo nella all’oscuro dell’operazione.
se aggirare i severi test attitudinali delle li milanesi, che però sono stati bloc­ lotta con altri scioperi e proteste, che Così i tre sono stati denunciati: B. A.,
compagnie aeree superando brillantemen­ cati da decine tra carabinieri e poli­ d’ora in poi coinvolgeranno anche la romeno di 25 anni, in Italia senza fis­
te, con cadenza semestrale, l’esame di ac­ ziotti in tenuta antisommossa. Di qui Gls. Contando sull’appoggio dei sin­ sa dimora e lavoro; V. I., connaziona­
certamento della propria competenza effet­ la decisione dei manifestanti di spo­ dacati confederali, infatti ­ ha prose­ le di 22 anni, pure lui disoccupato e
tuato sul simulatore di volo sotto l’occhio stare il corteo nel centro abitato di guito il leader provinciale dello Slai vicenda, intanto, ha preso posizione Una delle fasi senza dimora fissa; T. P. M, italiano
attento dell’ esaminatore ufficiale che dove­ Cerro, rimasto di fatto bloccato per Cobas ­, il colosso della logistica vuo­ anche Dario Signorini, sindaco di del corteo di 36 enne, residente ad Ancona, ma do­
va stilare il rapporto da inviare alle autori­ oltre un’ora. Le forze dell’ordine han­ le piegare la lotta dei lavoratori, che Cerro al Lambro: «Siamo sempre venerdì sera, miciliato presso un indirizzo fittizio
tà aeronautiche preposte al controllo. Que­ no circondato i lavoratori e seguito combattono solo per ottenere condi­ pronti al dialogo ­ ha fatto sapere il con polizia e in un dormitorio alla stazione cen­
st’ultima circostanza desta molto stupore attentamente i loro movimenti, men­ zioni migliori. Ma ovviamente ­ ha primo cittadino ­, purché giungano carabinieri trale di Milano, con precedenti per
anche fra gli stessi addetti ai lavori. tre attorno alle 22.30 il corteo si è di­ concluso Aldo Milani ­ noi a questi proposte concrete». in tenuta truffa. Le indagini proseguono.
Aldo Caruso sperso. Sta di fatto che la tensione al­ gioco non ci stiamo». Sulla delicata Stefano Cornalba antisommossa Emiliano Cuti
LUNEDÌ 8 MARZO 2010 13
il Cittadino
Sudmilano
I MALVIVENTI, LADRI O SPACCIATORI, HANNO FORZATO UN POSTO DI BLOCCO, IMBOCCATO UNA ROTONDA CONTROMANO E SONO FUGGITI NEI CAMPI

Papà e bimbo investiti da criminali in fuga


Due feriti sabato sera sulla Paullese fra Mediglia e Pantigliate
n Padre e bambino di 10 anni
travolti da un’auto in fuga che
attraversa contromano una ro­
tonda. Attimi di paura sabato
sera sulla Paullese, fra Medi­
Paullo, trentenne su una Bmw
glia e Pantigliate, quando una
banda di spacciatori o ladri (sa­
ranno le indagini dei carabi­
si schianta contro il cascinale
nieri a chiarirlo) ha forzato un PAULLO Distrugge l’auto contro il cidente, ma un automobilista arri­
posto di blocco e si è lanciata a muro di una cascina e resta intrap­ vato subito dopo ha chiamato per
folle velocità verso Milano: una polato fra le lamiere. Lo schianto è primo il “118”. Così sul posto sono
fuga che ha rischiato di finire avvenuto ieri pomeriggio a Paullo, arrivate le ambulanze della Croce
davvero male, ma che fortuna­ sulla strada che porta verso Cervi­ bianca di Paullo e un’automedica
tamente ha procurato solo feri­ gnano e Lodi. Alla guida di una di Lodi, che hanno soccorso il feri­
te alle persone coinvolte. Bmw 320 praticamente nuova c'era to e poi lo hanno portato al pronto
Padre e figlio, quest’ultimo di un 30enne di Milano che, in base a soccorso. «Questa strada è vera­
soli dieci anni, alla fine sono quanto per ora ipotizzato dai cara­ mente pericolosa ­ aggiungono i re­
stati portati in ospedale per ac­ binieri, si sarebbe addormentato sidenti ­, è stretta e non si vede chi
certamenti, mentre i malviven­ al volante. L’impatto è stato terribi­ arriva dalla parte opposta».
ti sono usciti dall’auto e si sono le e ha demolito la parte anteriore L’allarme è scattato intorno alle 16.
dileguati nei campi sfruttando del veicolo, intrappolando il con­ L’auto era appena uscita da Paullo
l’oscurità di quell’ora. Le ricer­ ducente fra le lamiere: per liberar­ e stava attraversando via Matteot­
che successive, svolte dai cara­ lo sono dovuti intervenire i vigili ti, in direzione Lodi. Si trovava
binieri con l’aiuto della polizia del fuoco di Milano. Le sue condi­ praticamente di fronte alla cascina
locale, non hanno dato nessun zioni non erano giudicate “gravi” Cossago quando all’improvviso ha
esito. dai sanitari, anche se è stato neces­ sbandato, a velocità sostenuta, ed è
Tutto è successo intorno alle sario portarlo all’ospedale San Raf­ andata a sbattere contro il muro
21.30 sulla provinciale 415, nel­ faele per chiarire il quadro clinico. dell’edificio. Spetterà in ogni caso
l’ambito dei controlli messi in «Abbiamo sentito un botto molto ai carabinieri di Paullo, intervenu­
campo dai carabinieri della forte ­ spiegano i residenti della ca­ ti per i rilievi, chiarire la dinamica
compagnia di San Donato per scina Cossago ­. Noi eravamo in dell’episodio e le sue cause. Effet­
mettere un freno all’ondata di cortile e siamo subito usciti dal tuate analisi sul sangue del condu­
furti nelle case che da settima­ cancello per vedere cosa fosse suc­ cente.
ne si sta registrando nel Sud­ L’auto uscita da poco dal concessionario dopo lo schianto contro un muro; il conducente è rimasto incastrato tra le lamiere cesso». Nessuno ha assistito all’in­ D. C.
milano.
La gazzella era ferma nei pres­
si di Mediglia e fermava le auto
in transito (naturalmente non
tutte, solo quelle sospette) per
effettuare un controllo su con­ SECONDO IL CANDIDATO ALLE REGIONALI LA RICETTA PER USCIRE DALLA CRISI ECONOMICA È L’AIUTO ALLE FAMIGLIE MEDIGLIA, NUOVO “CASO”
ducenti e passe g g eri. Così
quando la Passat familiare con
a bordo almeno due persone si
è avvicinata, i militari si sono
subito insospettiti e così hanno
sollevato la paletta. Ma l’auto
non si è fermata, anzi è passata
«La Lombardia deve seguire la Chiesa» «Incompatibile
l’assessore
oltre la pattuglia e a forte velo­
cità si è diretta verso Milano. I
militari a quel punto sono sali­
Marcora dell’Udc richiama la politica alla dottrina sociale all'urbanistica»
ti sulla auto di servizio e si so­ n «L’Italia e la Lombardia devono Enrico Marcora, che applicano il cosiddetto “quo­
no messi al suo inseguimento. ripartire dalla Costituzione e dal­ candidato ziente familiare” per capire quan­ n Il membro
Alla rotonda di Pantigliate pe­ la dottrina sociale della Chiesa. dell'Unione di to far pagare i servizi scolastici e della giunta
rò la Passat è entrata contro­ Devono fare una politica familiare centro per le altri? Senza queste cose, non usci­ di Carla Andena
mano e si è scontrata con una vera per le famiglie vere, quelle elezioni remo mai dalla crisi». Adesso, a aveva
Fiat Marea con a bordo padre e fondate sul matrimonio. I bonus regionali,e il rendere l’Udc ancora più autono­
figlio residenti nel Sudmilano che danno qualche spicciolo si coordinatore di ma ci si è messo il pasticcio delle progettato
che proveniva da Pantigliate e perdono per strada, le riforme zona del partito liste Pdl, con tutte le convulsioni un intervento
si stava immettendo sulla pro­ no». Parole di Enrico Marcora, di Casini della scorsa settimana. «Non è sta­ di edilizia
vinciale. I due fortunatamente 47enne portacolori dell’Unione di Pierantonio to il “divorzio” definitivo fra noi e in paese
sono rimasti feriti solo in modo centro in corsa per la Regione nel Rossi sabato il centrodestra ­ ha rimarcato
lieve, anche se subito dopo sono collegio provinciale di Milano, do­ a Melegnano l’ospite melegnanese ­, l’Udc è
stati medicati dai sanitari del po essere stato un anno fa presi­ per la campagna sempre aperta a chi dimostra di MEDIGLIA Per il gruppo del Pdl in
“118” e portati in ospedale. Do­ dente di Provincia proposto dal elettorale: avere a cuore le sue istanze. Però è consiglio comunale a Mediglia
po lo schianto però le portiere partito di Casini. E oggi unico Marcora dice stato un episodio che ha rivelato (l’ex maggioranza consigliare)
della station wagon investitrice rappresentante dello Scudo cro­ di essersi approssimazione, e che i cittadini non solo era incompatibile con
si sono spalancate e i fuggitivi ciato a palazzo Isimbardi. Due tor­ battuto valuteranno col loro voto». l’incarico l’assessore Monica
si sono lanciati nei campi cir­ nate elettorali e due volte Udc au­ per il castello Infine, a Melegnano (dove si è bre­ Bellini (dimissionaria quattro
costanti: l’oscurità ha giocato a tonoma in Lombardia: anche fra e contro vemente intrattenuto col sindaco giorni dopo la nomina), ma an­
loro favore e gli ha permesso di tre settimane Savino Pezzotta gli ipermercati Vito Bellomo), Marcora ha ricor­ che Laura Fausta Bassanello,
dileguarsi velocemente. punterà al Pirellone da solo. dato il suo impegno più vicino alla tuttora in carica insieme a Ma­
L’auto è stata posta sotto seque­ A Melegnano, assieme al coordi­ l’imposizione di un bipolarismo ti a pane e fantasia. Come dapper­ città: «In Provincia mi sono battu­ ria Rosa Osio.
stro. All’interno non è stata tro­ natore di zona Pierantonio Rossi e che qui al nord si rivela partico­ tutto. «Quante famiglie hanno be­ to, con successo direi, perché fos­ La giunta in gonnella, ha anche
vata droga né refurtiva, ma il a Gianmario Fogliazza, delegato larmente inefficace. A destra si neficiato davvero del bonus casa se ribadita la spesa di oltre 3 mi­ precisato l’ex assessore al­
sospetto dei militari è che a all’assemblea nazionale del Fo­ agita l’estremismo della Lega, a della Regione? ­ si è chiesto Mar­ lioni di euro per la riqualificazio­ l’istruzione Antonio Arrigoni,
bordo ci fosse una banda di rum delle associazioni familiari, sinistra i cattolici sono a disagio cora ­. Il Piano casa di Regione e ne del castello Mediceo. Inoltre, «è stata scelta senza nessun con­
spacciatori o ladri. Sono in cor­ Marcora ha rispiegato perché in con Di Pietro e movimenti radica­ Comune di Milano serve davvero ho insistito per mettere un freno fronto con noi, senza alcuna no­
so invece gli accertamenti per Lombardia è improponibile ora li». Seconda: nella regione che a qualcosa? Quanto è sostenuto al agli ipermercati di cui ormai sia­ stra indicazione, ma di qualcun
chiarire se fosse rubata. come ora la sinergia con Pdl o Pd: produce il 30 per cento del reddito Nord il part time delle donne in mo saturi». altro e non sappiamo con che ri­
Davide Cagnola «La prima motivazione sta nel­ nazionale, le famiglie vanno avan­ maternità? Quali sono i comuni Emanuele Dolcini sultati».
Con due interrogazioni, presen­
tate in consiglio comunale gio­
vedì sera, firmate da Pasquale
Porcelli, pure lui ex assessore ai
VENERDÌ SERA GLI SCHIERAMENTI DI CENTRODESTRA E CENTROSINISTRA SI SONO PRESENTATI IN CONTEMPORANEA, È SCONTRO SUL PGT lavori pubblici, sono state chie­
ste spiegazioni rispetto alle po­
sizioni sia di Bellini sia di Bas­

A Vizzolo va in scena il duello tra le due liste


sanello. È stata data una rispo­
sta parziale da parte del sindaco
Carla Andena, che però ha riba­
dito che «ogni verifica sulla
compatibilità è stata compiuta e
VIZZOLO Presentazione “sincronizza­ comunque nella prossima sedu­
ta” venerdì scorso a Vizzolo per cen­ ta del consiglio verranno date
trosinistra e centrodestra alla con­ risposte puntuali».
quista del municipio, l’unico in tutto Ma è lo stesso assessore Laura
il Sudmilano che si rinnova il 28­29 Bassanello che ribadisce la sua
marzo. Alcuni cittadini, con un po’ perfetta compatibilità con il
di pendolarismo, hanno seguito am­ ruolo ricoperto: «Mi sarei di­
bedue gli appuntamenti. messa se non fosse stato così»,
Introdurre Dario Del Fabbro, 59 an­ dice l’architetto che ha ottenuto
ni, medico Asl 2 Milano e candidato le deleghe all’urbanistica, al­
di “Vizzolo Futura” (Pdl,Lega Nord, l’edilizia pubblica e privata.
Udc e “Con Vizzolo Democratica”) è Il dubbio sollevato dai consi­
spettato a Stefano Maullu, assessore glieri del Pdl riguardano appun­
a protezione civile e polizia locale in to le deleghe a lei affidate. Que­
regione: «Il Sudmilano ha bisogno di sto perché l’architetto è proget­
centrodestra», ha detto Maullu con tista e direttore dei lavori di
riferimento al carattere politico “on­ una realizzazione abitativa in
divago” della zona. Daniele Finotti, Roma a Mediglia. Come tra l’al­
coordinatore Pdl locale, ha invitato i tro è testimoniato da una de­
presenti a non trascurare un detta­ nuncia di inizio attività del 2008
glio: «Questa volta “Vizzolo Futura” per la società cooperativa e abi­
è molto più unita che nel 2005; abbia­ tativa Rosella. Sebbene quasi ul­
mo con noi la Lega, l’Unione di cen­ La serata della lista Mazza di centrosinistra: in piedi il sindaco uscente Ceriani L'assessore regionale Maullu, al microfono, mentre sostiene la lista Del Fabbro timato, l’intervento è tuttora in
tro e Vizzolo democratica». Ha ag­ corso. Se così fosse, l’assessore
giunto Fabio Altitonante, assessore anni in maggioranza. È logico quin­ nio: opere da 3 milioni di euro nella Pdl e alleati ­ perché strangola trop­ anche anagrafiche. La lista Del Fab­ sarebbe potenzialmente incom­
al territorio in Provincia: «In questo di che Mario Mazza, assieme ad En­ nuova scuola media, compimento po l’edilizia privata. E in 5 anni gli bro ha un’età media di 46 anni, quel­ patibile. «In realtà ­ spiega Bas­
territorio si proiettano molte sfide rico Ceriani, sindaco dal 2005, abbia della nuova farmacia comunale, edifici degradati come le ex cascine la Mazza di 59. Secondo Pdl e alleati sanello ­ non ci sono cause d’in­
nel nuovo quinquennio: tangenziale puntato molto sull’illustrazione de­ nuove ciclopedonali Calvenzano­ Sarmazzano e Legorina sono rima­ «è la dimostrazione che la nostra compatibilità perché ho rinun­
esterna, recupero della discarica, gli obiettivi raggiunti. «I fatti sono la centro, impianti fotovoltaici, Casa ste come erano: fonte di insicurez­ non è la “solita” lista della solita gen­ ciato all’incarico presso la coo­
Expo dei territori. Votare centrode­ nostra credibilità», recita del resto lo dell’acqua, approvazione del Pgt. za». Sul Pgt si è incaricato di replica­ te che vuole amministrare». Replica perativa Rosella. Ma non l’ho
stra significa mettere in buone mani slogan che supporta la lista con Pd, Ma dall’altra parte Del Fabbro, pren­ re indirettamente il sindaco Ceriani: Mazza: «I giovani li abbiamo contat­ fatto ora, ma molti mesi fa, cer­
lo sviluppo». Sinistra ecologia e libertà, Partito dendo la parola, faceva intendere «Il piano è passato qualche settima­ tati, ma il lavoro regala loro pochis­ tamente ben prima che si venti­
Nel frattempo in municipio si era av­ Socialista e Sinistra europea. Ecco che su molti aspetti Ceriani & C. so­ na fa senza voti contrari, anche da simo tempo. Non vogliamo “arruo­ lasse l’ipotesi di una mia nomi­
viata la passerella del centrosini­ quindi scorrere le immagini delle no stati latitanti: «Il Pgt va modifica­ Pdl e Lega. Cosa fanno, smentiscono larli” a forza». na».
stra, “Vivere Vizzolo”, che esce da 5 “punte di diamante” del quinquen­ to ­ dichiarava infatti il candidato se stessi?». Infine punzecchiature Em. Dolc. Emiliano Cuti
12 LUNEDÌ 8 MARZO 2010

il Cittadino
Sudmilano
IL 22 FEBBRAIO SCORSO UN 25ENNE ROMENO ERA STATO TRAFITTO DA 17 COLTELLATE DOPO UNA RISSA PER GELOSIA: IL COLPEVOLE ERA FUGGITO

Preso a San Donato il killer del romeno


Un 22enne uruguaiano arrestato per l’omicidio del “Club 71”
In breve
Sudmilano “blindato” per il progetto Smart: ¢ SAN GIULIANO

decine di vigili sulle strade fino alle 2 di notte «Incrocio pericoloso


nel centro storico»
n Scatta l’operazione Smart anche
nel Sudmilano, controlli a tappeto in A San Giuliano Milanese, nel cuo­
tutto il territorio. Dopo l’esperienza re del centro storico, i residenti
dei giorni scorsi nel Lodigiano, sa­ lamentano uno “stop” pericoloso.
bato pomeriggio da Melegnano è ri­ L’incrocio incriminato sembrereb­
preso il progetto Servizio di monito­ be causare, abbastanza spesso,
raggio aree e rischi del territorio , degli incidenti. Si trova nella via
operazione promossa dalla Regione Fratelli Rizzi, strada che s’immet­
Lombardia con il coinvolgimento di te in via Costituzione. Entrambe le
12 comuni tra Sudmilano e Alto Lo­ vie sono a senso unico e, arrivan­
digiano. Oltre a Melegnano (capofi­ do da via Fratelli Rizzi, l’automo­
la), c’erano Vizzolo, Dresano, San bilista non ha molta visibilità sulle
Zenone, Colturano, Paullo, Tribia­ automobili che arrivano dall’altra
no, Rodano, Pantigliate, San Donato, strada. «Sicuramente uno spec­
Mediglia e Mulazzano. Attorno alle chio aiuterebbe a vedere le auto­
18 in piazza della Vittoria si sono ra­ mobili che arrivano ­ spiega Ales­
dunati una cinquantina di agenti sandro M., commerciante della
delle polizie locali dei comuni inte­ via ­. Qui ogni giorno vedo un inci­
Nella foto di repertorio i carabinieri impegnati in un arresto. Il 22enne è a S.Vittore ressati dal progetto, cui hanno par­ dente diverso. Inoltre, se lascio la
tecipato anche da carabinieri e dalla mia macchina davanti al mio ne­
SAN DONATO Era il 22 febbraio, alla di­ militari ci sono pochi dubbi sulle re­ polizia di Stato. Le forze dell’ordine gozio mentre sto scaricando la
scoteca Club 71 di Milano, quando sponsabilità dell’agguato. Tra vitti­ sono poi partite ciascuna per il pro­ merce, mi ritrovo una multa da
l’ennesimo scontro tra etnie costò la ma e aggressore, prima dell’omici­ prio comune di competenza dove, at­ pagare e ben due punti decurtati
vita a un romeno di 25 anni, colpevo­ dio, il 22 febbraio c’era già stata una traverso posti di blocco e controlli di dalla mia patente. Al comune di ri­
le di aver osato “ammiccare” a una lite all’interno del locale di via Tof­ vario tipo, hanno chieste ne abbiamo fatta tante,
coetanea sudamericana con un ballo fetti, l’ex Mosquito. Erano passate le presidiato il ter­ Qui sopra lo ma lo specchietto non si è mai vi­
e qualche parola di troppo. A rimet­ 5: il gruppo di sudamericani aveva ritorio sino alle 2 schieramento sto. Qui poi le auto parcheggiano
tere le “cose” al loro posto ci aveva fatto il suo ingresso. H. era arrivato di notte. Con loro delle polizie tutte a ridosso dell’incrocio» ha
pensato H.A.B.A., prendendolo a cal­ con una ragazza sudamericana che è a Melegnano locali di concluso il commerciante.
ci e pugni. Il personale della sicurez­ subito scesa in pista a ballare. Le si è c’erano anche Melegnano,
za li aveva divisi, ma A. ha inseguito avvicinato un romeno, Mihai Buzdu­ Stefano Maullu, Vizzolo, Rodano, ¢ SAN DONATO
fuori dal locale il suo rivale accoltel­ ca, che le aveva fatto degli apprezza­ assessore regio­ Dresano,
landolo 17 volte alla schiena e ucci­
dendolo. Le testimonianze hanno
menti, ballandole vicino. Quando,
come una furia, era arrivato H.: così
nale a Protezione
civile, prevenzio­
San Zenone,
Colturano,
Un 30enne ricoverato
permesso ai carabinieri di Milano di
ricostruire quel che era successo e
era cominciata una rissa sedata dal
personale interno, con i due che era­
ne e polizia loca­
le, e diversi sin­
Paullo, Tribiano,
Pantigliate,
per allergia ai farmaci
alla fine di rintracciare sabato matti­ no stati buttati fuori dal club. Il ro­ daci, che non San Donato, Un uomo di circa 30 anni di San
na l’aggressore in un appartamento meno aveva commesso l’errore di hanno nascosto Mediglia e Donato è stato portato al pronto
in via Monte Bianco a San Donato. non allontanarsi. Il sudamericano la propria soddi­ Mulazzano soccorso ieri mattina per una in­
Nell’ambiente era conosciuto come infatti non aveva deposto l’ascia di sfazione. «Si trat­ davanti al tossicazione dovuta ai farmaci. In­
un “duro”, incensurato ma già noto guerra. Era andato a un chiosco per ta di un ottimo castello, torno alle otto l’uomo ha chiama­
alle forze dell’ordine per qualche epi­ ordinare un panino e quando l’am­ progetto ­ hanno a sinistra Maullu to il “118”, che ha mandato sul
sodio di furto e per il carattere vio­ bulante si era girato per prepararlo, detto il primo cit­ saluta gli agenti posto un’ambulanza e lo ha medi­
lento e aggressivo. H., così viene aveva preso il coltello dal bancone. Il tadino di Mele­ cato. Il timore per un tentativo di
chiamato dagli amici l’italiano di romeno aveva capito il pericolo ed gnano Vito Bellomo e l’assessore al­ rio». Se Sergio Fedeli (San Zenone) invece seguito in presa diretta i con­ suicidio, però, è stato subito
origine uruguaiana, è stato arrestato era scappato, ma 100 metri dopo la la polizia locale Marco Lanzani ­, si è augurato che «progetti del gene­ trolli a tappeto, mentre l’ultima bat­ scongiurato e alla fine si è scoper­
e tra una settimana festeggerà nel sua fuga s’interruppe. Era stato rag­ che ancora una volta conferma l’at­ re si ripetano», Mario Valesi (Dresa­ tuta è toccata a Maullu. «Si tratta di to che era stata una “semplice”
carcere di San Vittore a Milano il giunto in via Sulmona e colpito alle tenzione della nostra amministra­ no) ne ha sottolineato «la rilevanza un progetto che ha ottenuto un gran­ reazione allergica a un farmaco
suo 23esimo compleanno. Viene da spalle, 17 volte quante testimonia un zione in tema di sicurezza». Claudio per garantire un maggior control­ de successo ­ ha affermato ­, per cui che l’uomo aveva assunto per cu­
una famiglia che è stata definita dif­ raptus omicida. I carabinieri dopo Mazzola (Paullo) ha rimarcato «la lo». D’accordo Lidia Rozzoni (Panti­ in futuro contiamo di ripeterlo con rarsi. Con l’ambulanza della Croce
ficile e da una cultura di bande che aver sentito decine di testimoni sono necessità di un reale coordinamento gliate), secondo cui comunque «sono scadenza periodica». Toccherà infi­ rossa di Peschiera è stato portato
hanno fama di non essere certo trop­ andati in via Monte Bianco per pre­ tra le varie polizie locali», mentre anche altri i metodi per rafforzare la ne al comandante della polizia loca­ all’ospedale di Vizzolo per accer­
po ligie alle regole. Di fronte alle con­ levare il ragazzo, figlio di due uru­ per Franco Lucente (Tribiano) «è in­ sicurezza. Noi ad esempio puntiamo le di Melegnano Davide Volpato sti­ tamenti, anche se le sue condizio­
testazioni però non ha ammesso col­ guaiani. H. non ha battuto ciglio. dispensabile ottimizzare l’azione molto sull’educazione dei giovani». lare il bilancio dell'iniziativa. ni non sembravano particolar­
pe, sebbene stando ai riscontri dei Emiliano Cuti delle forze dell’ordine sul territo­ Giovanni Carriello (Colturano) ha Stefano Cornalba mente gravi.

NUOVA CONCESSIONARIA SEAT PER LA PROVINCIA DI LODI E SUD MILANO

Lazzari Auto
Cornegliano Laudense (Lo) - Strada Provinciale 235, Km 31,500 - Tel. 0371 69711 - www.lazzariauto.it
14 LUNEDÌ 8 MARZO 2010

il Cittadino
Centro Lodigiano
SAN COLOMBANO n L’INCIDENTE SABATO: LA DONNA È STATA TRAVOLTA DAI DETRITI, SOCCORSA DA “118” E POMPIERI HA DOLORI A UN RENE

Va al cimitero e precipita in una tomba


Si spezza una vecchia lapide, volo di tre metri per una 60enne
Graffignana, in tre tentano Sant’Angelo,
di rapinare l’ufficio postale 500 persone
per dare l’addio
GRAFFIGNANA «Entrate, presto, qui Lodi e ha proseguito verso il campo
fuori sta succedendo qualcosa che sportivo, per poi sbucare sulla pro­
non vi deve interessare». È iniziata
con queste parole la rapina tentata
vinciale che collega Graffignana a
Borghetto e scomparire nel nulla. I
a Denise Daccò
sabato mattina nell’ufficio postale carabinieri di Borghetto sono arri­ SANT’ANGELO Più di 500 persone,
di Graffignana. A urlare era un uo­ vati subito dopo e hanno sfiorato la fra cui tanti giovani, hanno gre­
mo con accento meridionale e a vi­ cattura solo di pochi minuti, a nulla mito la Basilica di Sant’Angelo
so scoperto, che per spingere i clien­ sono servite le ricerche successive. sabato mattina per dare l’ulti­
ti del bar­trattoria a cento metri dal­ Erano anni che l’ufficio postale mo addio a Denise Daccò, la ra­
le Poste ha finto di avere una pistola graffignanino non veniva preso di gazza di 18 anni morta dopo un
sotto gli abiti. Nel frattempo due mira. Ma l’ultima volta, circa cin­ malore improvviso mercoledì
complici, disar­ que anni fa, le notte. Tutte le panche erano oc­
mati, sono entrati modalità dell’in­ cupate, tanti amici e conoscenti
ne gli uf fici di n Due banditi trusione erano erano rimasti in piedi e altri so­
piazza Mazzini, a sono entrati state molto simi­ no stati costretti a restare fuori
lato della chiesa disarmati, il terzo li: un uomo che sul sagrato. La funzione è stata
parrocchiale, e ha minacciato gridava alle per­ celebrata dal parroco don Gian­
hanno tentato un sone in strada di franco Fogliazza, che ha cercato
colpo. Tutto sen­ chi era in strada; entrare nei bar con le sue parole di fare corag­
za però calcolare ma la cassa della piazza, un gio ai genitori e di dargli la for­
i “limiti” dell’ora­ non si è aperta, altro che disar­ za di andare avanti nonostante
rio, dato che era­ così sono fuggiti mava la guardia questa disgrazia. Fra i presenti
Il cimitero di San Colombano, in via San Giovanni di Dio: sabato pomeriggio si è sfiorata la tragedia, la vittima non è grave no circa le 8.20 e giurata all’in­ anche il sindaco Domenico Cre­
l’apertura al pub­ gresso (presente spi, che ha salutato la bara e al­
SAN COLOMBANO Va al cimitero per santo, alla destra della chiesa in­ Un vigile del fuoco di Sant’Angelo blico era prevista soltanto dopo al­ perché era giorno di pensioni), un cuni familiari della ragazza, ma
pregare davanti alla tomba di un terna e alle spalle di una cappella. e un operatore del “118” sono scesi cuni minuti. Circostanza che avreb­ altro ancora che, armato di pistola, non i genitori. «In questi mo­
parente, ma una lapide vicina si Era andata lì per pregare davanti nella fossa, hanno verificato le sue be fatto andare male la razzia, vista aveva scavalcato il bancone, preso menti di dolore è meglio restare
spezza e lei precipita in un vecchi alla tomba di un familiare e per condizioni (soprattutto che non l’impossibilità di aprire la cassafor­ in ostaggio personale e clienti e infi­ defilati» dice. La morte di Deni­
sepolcro profondo almeno tre me­ pulire la lapide. Ma nel farlo ha fat­ fosse stata trafitta da quei ferri ap­ te temporizzata o trovare contanti ne arraffato tutto il bottino disponi­ se è ancora avvolta dal mistero.
tri. Brutta avventura quella vissu­ to qualche passo indietro, ha pog­ puntiti) e poi l’hanno fissata alla in cassa. bile. Tutto quasi nello stesso orario Mercoledì mattina infatti si è
ta sabato pomeriggio da una donna giato il piede sulla lastra in cemen­ barella per portarla in superficie. Il magro bottino di questo colpo, di sabato. Anche se è difficile pensa­ sentita male al risveglio, barcol­
di 60 anni al cimitero di San Co­ to di una tomba vicina e questa si è Non sembrava avere niente di gra­ che sarà ricostruito dai carabinieri re un collegamento fra i due episo­ lava e faticava a parlare, mentre
lombano. Per tirarla fuori sono do­ spezzata, facendola sprofondare ve, ma le sue condizioni sono state di Lodi anche grazie alle telecamere di. Gli esercenti del centro comun­ di notte è deceduta all’ospedale:
vuti intervenire i vigili del fuoco e nel vuoto. Sotto la lastra, lì da pa­ verificate solo in ospedale. della struttura, sarebbe quindi co­ que ricordano: «Quella volta i mal­ le tac e la risonanza magnetica
i sanitari del “118”, scesi nella fos­ recchi anni, c’era infatti un buco Intanto al posto della lastra che si è stituito da due cellulari e qualche viventi avevano agito a volto sco­ che le avevano fatto al suo in­
sa per immobilizzarla e metterla di almeno tre metri. La donna è spezzata, vecchia di parecchi anni, valore bollato. Resta il fatto che po­ perto, spaventando a morte un’an­ gresso in ospedale non avevano
sulla barella. La donna si è spaven­ precipitata fino in fondo, mentre forse più di 50, sono state messe al­ co dopo è apparso all’ingresso il tra­ ziana che stava pagando un bolletti­ mostrato niente che potesse
tata, ma non sembrava avere nien­ un attimo dopo è stata travolta da cune assi di legno per evitare altri dizionale cartello “Chiuso per rapi­ no alle casse e che ha rischiato di spiegare il suo malessere. In
te di rotto e voleva addirittura al­ tutti i detriti e dai molti pezzi di incidenti. «Sabato non ero presen­ na” e i servizi sono stati sospesi fi­ sentirsi male, nonostante il rapina­ precedenza non c’era stata nes­
zarsi da sola, ma è stata comunque ferro appuntiti che facevano parte te e non so cosa sia successo e per no a questa mattina. tore le ripetesse “Signora stia tran­ suna avvisaglia, solo un forte
portata al pronto soccorso di Codo­ della tomba, anche se questi ultimi quale motivo ­ spiegava ieri sera il Al momento non si conosce l’identi­ quilla perché se collaborate si risol­ mal di testa a metà gennaio e al­
gno per accertamenti. fortunatamente non l’hanno colpi­ sindaco di San Colombano Gigi Pa­ tà dei rapinatori, ma potrebbe trat­ ve tutto a breve”. Poi la fuga iniziale la fine di febbraio, in entrambi i
L’incidente si è verificato intorno ta. nigada ­. Domani mattina (oggi, tarsi di italiani. Alcuni testimoni a bordo di una Fiat Punto verde e casi “trattato” con un antidolo­
alle 16.30, poco prima che il cimite­ Quando i soccorritori sono arriva­ ndr) mi informerò con la polizia lo­ hanno riferito che la banda sarebbe infine in sella a moto tatticamente rifico. In un caso la ragazza era
ro chiudesse. La donna, sembra re­ ti sul posto l’hanno trovata sveglia, cale e l’ufficio tecnico, poi decide­ fuggita a bordo di un fuoristrada parcheggiate in via Matteotti». andata anche al pronto soccor­
sidente proprio a San Colombano, con forti dolori alla schiena e a un remo come intervenire». scuro parcheggiato nei pressi della P. A. so. Solo il responso dell’autop­
si trovava nel campo N del campo­ rene e con il volto rivolto all’insù. Davide Cagnola piazza: il mezzo ha attraversato via D. C. sia potrà chiarire questa morte.
LUNEDÌ 8 MARZO 2010 15
il Cittadino
Basso Lodigiano
SONO ACCUSATI DI TRENTA COLPI MESSI A SEGNO IN TUTTO IL NORD ITALIA, NELLA BASSA COLPITO IL DEA CAFÉ CHIESTI 100MILA EURO

In manette la banda “delle slot” Terre del Po,


un’alleanza
per puntare
Cinque romeni arrestati per un furto a Ospedaletto sui giovani
OSPEDALETTO Presa la banda “delle SANTO STEFANO
In breve slot machine”. I carabinieri di Alleanza a cin­ n Fiere storiche,
Cles, in Trentino, hanno arrestato que per valo­ musica e musei
CONTROLLI DELL’ARMA infatti cinque romeni responsabi­ r i z z a r e i l nei progetti
li, fra l’altro, del furto notturno Grande Fiume che l’alleanza
Autisti senza patente messo a segno nell’ottobre scorso
a Ospedaletto Lodigiano, al Dea
e l’identità del­
la Bassa. È un tra 5 comuni
e con mazze e tirapugni Café. Avevano sfondato la vetrina vero e proprio rivieraschi
con un’auto per fare razzia di mac­ protocollo vuole proporre
Controlli stradali nel fine settimana, chinette, due slot più un cambia­ d’intesa quello al governo
automobilisti sotto controllo: vener­ monete, e si erano portati via an­ stipulato tra i
dì alle 16.30 i militari della Bassa lo­ che il registratore di cassa. Questo comuni di San­
digiana hanno predisposto una serie comunque è soltanto uno degli ol­ to Stefano Lodigiano (ente capo­
di posti di blocco lungo le principali tre 30 furti avvenuti in tutto il fila), Caselle Landi, Castelnuovo
arterie. Verifiche che hanno portato nord Italia per i quali la banda è Bocca D’Adda, Corno Giovine e
a due denunce per guida senza pa­ indagata, anche se le indagini so­ San Rocco al Porto per dare fiato
tente e per possesso ingiustificato di no ancora in corso e la lista potreb­ a un’iniziativa territoriale che
armi improprie. I carabinieri del be allungarsi ancora. nel coinvolgimento dei giovani
Norm di Codogno hanno trovato sul­ I romeni in cella, quattro uomini e ha la sua finalità primaria: il
la via Emilia a Guardamiglio, alla una ragazza di 19 anni, abitavano progetto si chiama “Terre lodi­
guida di una Bmw di sua proprietà tutti nel milanese fra Opera, Cor­ giane solcate dai fiumi Adda e
ma senza patente valida, il 64enne sico e Pieve Emanuele. Po: scoperta e valorizzazione
Z.P. di Verolanuova (Brescia), pre­ A far scattare le indagini “decisi­ della loro identità” ed è pronto
giudicato e segnalato in passato alle ve” erano stati alcuni furti avve­ ad andare a caccia dei finanzia­
forze dell’ordine per episodi che nuti nel luglio scorso in Val di menti messi a disposizione dal
vanno dal furto all’appropriazione Non, tutti compiuti con le stesse ministero per le Politiche giova­
indebita. Invece i carabinieri di Ca­ modalità. I sopralluoghi nei locali nili a sostegno di idee che veda­
salpusterlengo hanno denunciato al­ e l’analisi delle immagini registra­ no i giovani protagonisti della
la procura della Repubblica di Lodi il te dalla videosorveglianza hanno valorizzazione della propria ter­
28enne cremonese R.P. per posses­ permesso ai militari di stringere il ra. «Chiediamo al ministero un
so ingiustificato di armi improprie: cerchio poco alla volta su un grup­ finanziamento di 100mila euro,
fermato su un’utilitaria mentre per­ po di romeni residenti nel Milane­ budget a cui ognuno dei cinque
correva la statale 9 a Casalpuster­ se. Erano in Italia da molto tempo, comuni aggiungerà poi una quo­
lengo, è stato trovato in possesso di disoccupati e già noti alle forze ta di cinquemila euro ­ ha detto
una mazza e di un tirapugni. Anche dell’ordine per reati specifici: la lo­ La spaccata messa a segno nel Basso Lodigiano dalla “banda dei videopoker”: cinque sospettati per colpi simili sono in cella sabato in consiglio comunale il
giovedì sera una pattuglia dei cara­ ro unità attività per mantenersi in sindaco di Santo Stefano Massi­
binieri di Casalpusterlengo aveva altre parole erano i furti. 19enne P.R.F.) sono stati concessi i no andati senza quasi lasciare il vince di Bolzano, Verona, Parma, miliano Lodigiani ­. Non voglia­
fermato una serie di veicoli, sorpren­ Nel loro mirino sono finiti di volta domiciliari. tempo ai vicini di capire cosa stes­ Lucca, Lecco, Alessandria, Mila­ mo lasciarci scappare questa op­
dendo all’altezza del cimitero di Ca­ in volta bar e locali pubblici in ge­ Nel Lodigiano per il momento se succedendo. Poco dopo si sono no, Cremona e Pavia. Spesso si so­ portunità, volta a far vivere il
sale un ivoriano, K.A.E., 39 anni, al nere, cantieri edili e autovetture. sembra che abbiano colpito solo a fermati in una zona isolata, hanno no serviti di cacciaviti modificati nostro territorio attraverso il
volante di un’utilitaria ma senza aver Ora si trovano tutti agli arresti nel Ospedaletto. I responsabili del col­ aperto le macchinette e le hanno “ad hoc”, che non lasciavano nes­ coinvolgimento dei giovani e dei
mao conseguito la patente. Il feno­ carcere di San Vittore (S.C.G. di 22 po avevano caricato tutta la refur­ gettate in un campo dopo aver pre­ suna traccia di effrazione e rende­ nostri anziani».
meno, particolarmente preoccupan­ anni, M.I.C. di 29, S.A. di 20, V.S. di tiva nel furgone utilizzato per so la cassetta con i soldi. Altri furti vano le indagini più complicate. Ogni comune ha già individuato
te, nella Bassa Lodigiana è in au­ 38), mentre solo alla ragazza (la sfondare la vetrata e poi se ne era­ contestati sono avvenuti nelle pro­ Davide Cagnola la sua realizzazione. Corno Gio­
mento e soprattutto tra cittadini vine, ad esempio, intende realiz­
stranieri: molti di loro, in Italia rego­ zare la “piazzetta delle tradizio­
larmente, conducono mezzi pensan­ ni”, piazzale in cui esporre gli
do di poter utilizzare la patente con­ strumenti agricoli ed artigiana­
seguita nei Paesi d’origine senza
averla convertita. CASALE n SECONDO MOLTE FORZE DI OPPOSIZIONE LA VARIANTE PORTERÀ AL DECLINO DI ZORLESCO li di una volta. Sede della Fiera
autunnale del bestiame istituita
nel 1864, Caselle Landi non po­
A OSPEDALETTO
Camion fuori strada,
Mantovana nel caos
La Sinistra va all’attacco di Parmesani teva non pensare proprio alla
sua storica kermesse: in questo
caso i fondi servirebbero per ri­
lanciare l’evento con spazi più
ampi e confortevoli.
Tra le iniziative proposte dal co­
Il rimorchio di un bilico scivola nel
fosso e sulla Mantovana si formano
tre chilometri di coda. Venerdì sera
Riunione con le minoranze, sotto attacco la nuova via Emilia mune di Castelnuovo c’è invece
quella di percorsi naturalistici
ciclo­pedonali da realizzare at­
alle 18 il traffico lungo l’ex strada CASALE L’associazione politico­cultu­ l’ambito della variegata opposizione traverso l’abitato e la campagna
statale 234 all’altezza di Ospedalet­ rale “La Sinistra” di Zorlesco, guida­ di sinistra, sottolineata dai diversi circostante. San Rocco al Porto
to è andato il tilt. A provocare i disa­ ta dall’ex sindaco di Casalpusterlen­ interventi del consigliere regionale utilizzerà invece la musica per
gi è stato un camion Mercedes in go Massimo Rebughini ha riunito le Gianfranco Concordati, dell’ex as­ coinvolgere i giovani, che do­
viaggio senza carico da Pavia verso forze storiche dell’ opposizione di si­ sessore ai lavori pubblici Ferdinan­ vranno ricercare antichi canti
Codogno. Secondo una prima rico­ nistra per dichiarare “guerra” alla do Fanchiotti, del segretario del Pd di lavoro, ninne nanne, canzoni
struzione il rimorchio sarebbe scivo­ giunta municipale di centro destra zorleschino Giuseppe Riboni e di d’amore e di protesta sociale,
lato in un fosso. Questo poco prima guidata dal sindaco Flavio Parmesa­ esponenti del Pcl e cittadini zorle­ canti d’osteria, tutti da registra­
dell’incrocio semaforico per Casal­ ni. Nel corso di un’assemblea pubbli­ schini. «Occorre ­ ha detto Fanchiot­ re in un Dvd e da esibire in un
pusterlengo e a Livraga. Nonostante ca per raccogliere proposte e iniziati­ ti­ una iniziativa forte per presenta­ evento pubblico finale. E Santo
l’inconveniente la cabina del mezzo ve di opposizione l’ex primo cittadi­ re le opportune modifiche al proget­ Stefano? L’ente capofila del pro­
pesante è rimasta sull’asfalto con no Rebughini ha spiegato che «non to di variante in sede di conferenza getto ha messo in campo l’alle­
una ruota sollevata. Illeso il condu­ si tratta di creare un cartello eletto­ regionale di servizi» mentre Concor­ stimento del museo etnografico
cente. Ma le operazioni di soccorso rale ma di partire da posizioni e in­ dati, dopo un’analisi politica sulle da insediare sotto il porticato
hanno mandato il tilt la circolazione. terventi concreti condivisi per con­ motivazioni della sconfitta elettorale della cascina Santa Maria, edifi­
Infatti, essendo orario di rientro dal trastare l’operato dell’amministra­ in sede locale ha sottolineato come cio sotto tutela delle Belle Arti
lavoro, in quel tratto i veicoli inco­ zione, una maggioranza che appare «il sindaco Parmesani debba portare che il municipio intende trasfor­
lonnati, in arrivo dalle arterie limi­ granitica e arrogante e procede sen­ un cappello ben più grosso di quello mare in un centro di informa­
trofe e dall’A1, erano centinaia. La za confrontarsi con i cittadini». di cui é capace» e l’ex consigliere co­ zione turistica della Bassa.
viabilità è stata gestita dai carabi­ La Sinistra ha così riunito le forze di munale Riboni ha sottolineato «la «L’idea è di attivare una museo
nieri della compagnia di Codogno opposizione: dal Partito Democrati­ preoccupazione della cittadinanza della cultura contadina, invitan­
che hanno fatto procedere i mezzi a co ai socialisti fino al Partito comu­ per il futuro del paese in un momen­ do i nostri giovani a reperire, so­
senso unico alternato sul lato oppo­ nista dei lavoratori per poter fare to in cui manca il minimo dialogo prattutto tra gli anziani, docu­
sto della carreggiata. Così si sono fronte comune su alcuni obbiettivi tra maggioranza e minoranza». Pre­ menti storici ed attrezzature
formati circa tre chilometri di coda concreti a partire dalla variante alla senti anche gli ex assessori Nicola della vita agricola del tempo che
in entrambe le direzioni, anche a strada statale numero 9 via Emilia, Frustace, Giancarlo Tortato e Stefa­ fu ­ ha spiegato Lodigiani ­. Il
causa del vicino semaforo che non è che isolerebbe Zorlesco dalle vie di no Padovani, il consigliere comunale Museo del giocattolo attira già
stato spento. Intanto i vigili del fuo­ comunicazione con Somaglia e Federico Moro, gli ex consiglieri co­ tante scolaresche in paese: abbi­
co del distaccamento di Casalpu­ Brembio, ghettizzando di fatto la co­ munali Oscar Croce, Fabio Pozzoli, narvi anche il museo etnografi­
sterlengo, intervenuti con un’auto­ munità con gravi ripercussioni sulla Giuseppe Boiocchi e Christian Cano­ co sarebbe di incentivo allo svi­
pompa e il soccorso stradale Goi Car vita dei cittadini. Proprio sull’oppo­ va, gli ex presidenti del consiglio di luppo di quel turismo sostenibi­
hanno rimesso in strada il rimorchio sizione al progetto di variante nella frazione Ausonio Boriani e Angelo le su cui punta il nostro territo­
con una gru. Tutto è tornato alla nor­ forma attuale si è registrata una Bignami. rio».
malità solo alle 19.45. L’incontro promosso a zorlesco da La Sinistra: è intervenuto anche Concordati del Pd “confluenza»”di pareri positivi nel­ Francesco Dionigi Luisa Luccini

TRA CASALE E BORGHETTO


A1: scoppia la gomma,
medico sfigurato
Tamponamento tra auto e furgone,
Orio, borse di studio e libro sul turismo
intervengono i mezzi di soccorso del­
la Bassa. Venerdì pomeriggio alle 15
si è verificato un incidente lungo
l’A1 all’altezza di Borghetto, al chilo­
perché la Bassa vuol diventare grande
metro 29 direzione Milano. Dalle pri­ ORIO LITTA Omonime ma non pa­ al bilancio Cristiano De Vecchi ha possibile intervento di ristruttu­
me ricostruzioni dell’accaduto una renti, frequentanti due ordini di­ presentato il suo libro “Lo svilup­ razione della grangia benedetti­
Mini Bmw avrebbe tamponato un versi di scuola. Così le due stu­ po del turismo nel Lodigiano”. Il na. In merito, Cappelletti ha ac­
furgone, presumibilmente per lo dentesse premiate venerdì sera tema è stato introdotto proprio da compagnato De Vecchi a visitare
scoppio di una gomma. Illeso l’auti­ con altrettante borse di studio al Cappelletti che ha sottolineato co­ proprio le due artistiche stanze
sta del secondo mezzo mentre il con­ merito scolastico assegnate ad me il piccolo borgo oriese sia da ricavate nell’antica torre, dove
ducente della macchina, il medico Orio Litta: entrambe le alunne, tempo soggetto attivo del turismo quattro letti sono a disposizione
cremasco Z.F.di 54 anni residente a infatti, si chiamano Francesca nella Bassa. «Non solo per la pre­ dei pellegrini.
Milano, inizialmente ha destato mol­ Ferrari, la più giovane è stata senza di Villa Litta Carini ­ ha det­ Copia del libro è stata donata ai
ta preoccupazione nei soccorritori brillantemente licenziata lo scor­ to il sindaco ­ ma anche per l’acco­ presenti. «La Provincia di Lodi
presenti perché appariva piuttosto so anno dalla scuola media, la più glienza di oltre 1.200 pellegrini crede molto nel turismo come fat­
confuso e accusava un serio trauma “anziana” si è diplomata con della via Francigena, ospitati in tore di crescita economica, veico­
al viso, tagli in testa e una sospetta 100/100esimi in ragioneria e ora dieci anni nell’ostello comunale lata anche dal sostegno ai prodot­
frattura a un braccio. Fortunata­ studia lingue all’università. di Cascina San Pietro, un’acco­ ti tipici del marchio “Lodigiano
mente dopo le prime cure e passato A consegnare diploma e assegni glienza resa possibile grazie al Terra Buona”», ha concluso De
lo spavento si è ripreso. L’automedi­ (rispettivamente da 500 e 350 eu­ contributo di tanti cittadini vo­ Vecchi.
ca di Sant’Angelo e gli operatori del­ ro) è stato il sindaco di Orio Pier lontari». Proprio il tema della via In merito, Cappelletti ha garanti­
la Croce rossa di Codogno lo hanno Luigi Cappelletti coadiuvato dal­ Francigena è stato dibattuto am­ to interesse per l’uso dei cibi tipi­
lo hanno trasferito all’Humanitas di l’assessore all’istruzione Domeni­ piamente, con l’assessore Devec­ ci del Lodigiano nella mensa sco­
Rozzano, struttura specializzata in co Orlandi. Applaudito ospite del­ chi che ha ufficializzato l’interes­ lastica.
questo genere di traumi. la serata, l’assessore provinciale se della Provincia in vista di un Lu. Lu. Gli assessori Orlandi e De Vecchi con le studentesse premiate e il sindaco Cappelletti
16 LUNEDÌ 8 MARZO 2010

il Cittadino
Lettere & Opinioni
Le lettere al direttore (che posso­ DONNE ­ 1 portava i soliti 5’ di ritardo!!! Perso­
nale di bordo assolutamente assente
no essere inviate anche all’indiriz­ e pendolari imbestialiti!!! Qualche
minuto dopo il nostro arrivo, anche
zo mail posta@ilcittadino.it) devo­ il treno ESCity è sbarcato a Rogore­
do, confermando la sensazione de­
no portare in calce il nome, l’indi­ scritta prima… Grazie ancora Fs
per i disagi immotivati di cui ci fai
rizzo e il numero di telefono del dono quotidianamente! Arrivare in
ritardo in ufficio è il nostro diverti­
mittente altrimenti non verranno mento preferito!
Massimiliano Davoli
pubblicate. La direzione si riserva
PENDOLARI ­ 2
il giudizio sulla pubblicazione e
ogni possibilità di intervento sui te­ Foroni spieghi
sti che vengono inviati.

DONNE ­ 2
a che punto
Iniziative è la trattativa
n Lunedì 1 Marzo, presso il Centro

da condividere Diurno di Graffignana, si è riunito il


Comitato Pendolari Utenti Sila di
Sant’Angelo, Graffignana, S. Colom­

con tutte voi bano e Miradolo, nelle persone di


Roberto Milani, Costantino Callega­
ri, Lorenzo Marinoni, Jenni Ma­
n Non poteva mancare nel giorno scherini, Daniela Silvagna, Marco
della ricorrenza dell’8 marzo, il no­ Samarati, Elena Busca e Nilla
stro sostegno alle donne attraverso Dehò. Durante l’incontro, è stato
l’impegno politico che, all’interno di fatto il punto della situazione dopo
un partito rinnovato e sempre più un anno di attività. Lo scorso genna­
impegnato al raggiungimento di io 2009, infatti, si era spontaneamen­
obiettivi sociali, contempla la valo­ te costituito questo Comitato a causa
rizzazione delle politiche di pari op­ dei continui ritardi delle corse da e
portunità come elemento di ricchez­ per S. Donato, durante l’ora di pun­
za e di diversità al servizio del terri­ ta. In febbraio 2009, era stato orga­
torio. Per non dimenticare, ma per
celebrare nuove conquiste sociali:
questo è il pensiero che fa del nostro
impegno quotidiano una pluralità di
Dignità e dolcezza nel sorriso di chi è felice nonostante tutto nizzato un incontro con l’allora Ass.
Provinciale ai Trasporti, Piero Luigi
Bianchi, a cui si era chiesto ufficial­
mente di istituire delle corse dirette
azioni condivise che saranno, nel n Una persona qualche metro avanti a me che è una ragazza. Lei nota la mia sorpresa settimana della moda. Fanno veder le soli­ per S. Donato che passassero dal ca­
prossimo periodo, fonte di ricerche e richiama la mia attenzione distratta a e accenna ad un sorriso. E tutti i miei pen­ te indossatrici senza anima ed in particola­ sello dell’Autostrada di Lodi, per evi­
di iniziative rivolte alle necessità ed quell’ora del mattino: un operatore ecolo­ sieri se ne vanno. re un modello di scarpe dai tacchi vertigi­ tare lo snodo di Melegnano.
ai bisogni delle donne creando una gico. Di spalle, pettorina arancione, panta­ La saluto con un “ciao”, mi risponde con la nosi e dalla forma improbabile. Un pensie­ A distanza di un anno, la giunta pro­
rete di sostegno e di aiuto che, attra­ loni grigi intento a raccogliere la carta da stessa grazia e con quel sorriso dolce usati ro improvviso occupa la mia mente. vinciale è cambiata e le criticità di
verso le istituzioni locali, siano strada con un attrezzo con una pinza sulla prima con la sua amica. Poi, non senza scu­ Immagino quella operatrice ecologica su traffico che ci portarono uniti a fare
pronte a dare risposte certe. punta. sarmi per la domanda che stavo per farle,le quella passerella incurante di tutto e di quella richiesta sembrano superate
Siamo impegnate per voi, ma abbia­ Svolge il suo lavoro con cura non trala­ chiedo …“ma quanti anni hai?”.“28, fra po­ tutti, vestita con un paio di jeans, una ma­ (i tempi di percorrenza sono stabil­
mo bisogno del vostro supporto per sciando neanche i piccoli pezzi . Ma più che chi giorni 29”mi risponde. E lo fa con una glietta, un paio di mocassini comprati al mente rientrati nella normalità), tut­
far crescere sempre più la nostra re­ altro e la sua struttura fisica minuta e i punta di tristezza quasi sentisse già il tem­ mercato rionale con un trucco appena ap­ tavia, alla luce dell’impegno preciso
altà. Il nostro impegno sarà ripagato suoi movimenti che mi colpiscono: un gio­ po che passa. O forse pensava a quello che pena accennato, sfilare guardando avanti preso dal Presidente della Provincia
soltanto attraverso le idee e le propo­ vane. Mentre mi avvicino sento che saluta avrebbe potuto essere nella sua vita e non è con atteggiamento dignitoso e con quel suo di Lodi, Pietro Foroni, durante la
ste raccolte: solo in questo modo po­ un’altra ragazza anch’ella intenta al suo stato. Quella immagine intensa nelle sue sorriso dolce. E immagino le indossatrici scorsa campagna elettorale (lettera
tremo dare impulso ad iniziative lavoro, e mentre lo fa scorgo una parte del sfumature così contrastate, quel pensiero sedute ai lati e i burattinai/ burattini che su «il Cittadino» del 25 Maggio 2009),
prioritarie per realizzare obiettivi suo viso: “Ciao A…” dice con una voce gen­ triste letto nelle sue parole, mi accompa­ le circondano e che ne parlano con tanta e in vista dei futuri cantieri che inte­
che vorremmo, prima di scrivere un tile e con un sorriso dolce. Mi sorprendono gnano per il resto della mattinata. enfasi vestiti di stracci guardare stupiti resseranno la Sp17, siamo a chieder­
programma politico, condividere il vocino e la grazia che mette nel suo salu­ All’ora di pranzo sintonizzo la tv su quella quella ragazza orgogliosa del suo essere, gli, a nome di tutti i pendolari inte­
con voi. Per questo Vi invitiamo a to, una grazia in aperto contrasto con quel fiera della vanità e del nulla dell’informa­ felice nonostante tutto. Il suo nome è Gia­ ressati, di chiarire pubblicamente a
contattarci inviando il vostro contri­ lavoro. Arrivo alla sua altezza, ci guardia­ zione chiamata Studio Aperto al termine da. che punto siano le trattative su que­
buto collegandovi al sito del Partito mo, e rimango stupefatto dallo scoprire del quale viene trasmesso un servizio sulla Lettera firmata sto tema e se la nostra richiesta sia
democratico Lodigiano www.pdlodi­ ancora parte del suo programma
giano.it. amministrativo.
Maddalena De Stefani PROVINCIA DI MILANO ro”, anche se resta aperta la “picco­ migliaia di banchetti per la raccolta to penalista Giuliano Pisapia, uomo Altro tema dell’incontro è stato lo
responsabile Pari Opportunità la” questione di chi aiuterà gli italia­ firme contro la sentenza stessa, ban­ vicino alla sinistra, riconosce che lo standard di servizio offerto dalla
PD Lodigiano
maddalena.destefani@pdlodigiano.it 150 anni, ni a mantenere il proprio tenore di
vita, dato che di bambini ne nascono
pochi e siamo sempre più vecchi,
chetti presi d’assalto che hanno per­
messo di raccogliere un numero
enorme di firme. Lega che ha pre­
scontro tra pm ha ormai raggiunto li­
velli sorprendenti. Sondaggi d’opinio­
ne dicono che la Magistratura ha per­
Società Autotrasporti Sila, duran­
te l’ultimo anno. Oltre agli annosi
discorsi sul parco mezzi (livelli di
DONNE ­ 3
Podestà è stato con bisogni crescenti di assistenza.
Merlini fa un po’ di confusione, dice
sentato mozioni in ogni consiglio co­
munale, trovandosi di fronte, in al­
so credibilità. Singolare è l’inchiesta
“Why Not”. Dopo tre anni di indagine
pulizia, sedili rotti ­ che invitiamo
le autorità a verificare, dato che

A mia moglie: sconveniente


che voglio il voto degli immigrati,
che però non votano, non ci rispar­
mia le consuete frasi sulla sinistra
cuni paesi amministrati da maggio­
ranze di sinistra, un vero e proprio
muro di gomma che trovava le sue
e cinque mesi di udienze è arrivata la
sentenza sui presunti illeciti nella ge­
stione dei fondi pubblici con il coin­
sottraggono molti posti a sedere ­,
etc.), vorremmo porre l’attenzione
sull’elevato numero di corse che,

grazie n Il 150° anniversario della nascita


della Provincia di Milano è un’occa­
buonista, quasi complice dei crimi­
nali. Il candidato, però, si scorda che
la legge “Bossi­Fini” regola da ben 8
giustificazioni nelle accuse alla Lega
di voler strumentalizzare la vicenda
politicamente.
volgimento di politici nazionali e lo
scontro tra le Procure di Catanzaro e
di Salerno. Un caso nazionale che ha
durante la scorsa estate (in parti­
colare nel mese di luglio 2009) e da
gennaio 2010 ad oggi, sono saltate,

di esistere sione importante per promuovere la


partecipazione delle cittadine e dei
cittadini, nonché dei Comuni e delle
anni i flussi migratori, e ha portato
ad una mega sanatoria di oltre un
milione di persone; dimentica che
In realtà la Lega si è mossa in difesa
di un simbolo che non è solo religio­
so, ma è testimonianza di valori
fatto intervenire perfino il Presidente
della Repubblica.
La sentenza di primo grado ha posto
lasciando letteralmente a piedi
molti pendolari dotati di regolare
abbonamento.
n Egregio direttore, in occasione del­ Associazioni sociali ed economiche per quanto riguarda la cooperazione umani universali e fa parte della no­ la parola fine al «calvario» di molti Si tratta di dati di fatto, non di opi­
l’otto marzo il pensiero va, a quel lon­ alla vita e alle attività del nostro en­ internazionale, ossia quei famosi stra cultura, della nostra storia, del­ tra cui il presidente della Regione nioni o giudizi. Se da un lato chie­
tano 1908 quando a New York le 129 te. La conoscenza, l’approfondimen­ aiuti da dare agli immigrati a casa la ns identità . Calabria che è stato assolto. Oggi il diamo, ufficialmente, a tutti i colle­
operaie dell’industria tessile Cotton, to culturale e il confronto con varie loro, l’Italia, tra paesi industrializza­ Tutti i firmatari devono sentirsi par­ pm di quella onerosa inchiesta è in ghi pendolari di continuare a colla­
mentre scioperavano contro le terri­ epoche storiche contribuiscono ad ti, si classifica agli ultimi posti. Di­ tecipi di una vittoria contro i buro­ politica ed è Europarlamentare. borare con la Provincia nel monito­
bili condizioni in cui erano costrette affrontare, in un’epoca di grandi e mentica che la Lega governa a Ro­ crati di Strasburgo. Il cittadino ha l’impressione che rare il fenomeno, segnalando via
a lavorare, perirono arse dalle fiam­ veloci trasformazioni, i gravissimi ma, a Milano e in Lombardia da an­ Una vittoria sulla quale in pochi molte risorse vengano incanalate mail (all’indirizzo: eleonora.bersa­
me perché furono rinchiuse all’inter­ problemi odierni causati dalla crisi ni, e sarebbe ora che scegliesse tra scommettevano, qualcuno passando verso ambienti che possono dare vi­ ni@provincia.lodi.it) le corse (ora e
no della fabbrica dal proprietario Mr. economica, sociale e morale. l’essere un partito di lotta o un parti­ dai banchetti faceva affermazioni di sibilità mediatica a chi indaga men­ tratta) che dovessero eventualmen­
Johnson. Questo accenno storico un Non a caso il mio intervento si è con­ to di governo. rassegnazione tipo: “Tanto non ser­ tre altri procedimenti meno appari­ te saltare ancora, dall’altro chiedia­
po’ dimenticato, non toglie niente a cluso con la lettura integrale dell’ar­ Con quel “padroni a casa nostra”, di­ ve a niente”. Ebbene, abbiamo dimo­ scenti languono per anni. mo alla stessa società Sila e alle Isti­
questa piacevole ricorrenza attuale, ticolo 54 della nostra Costituzione mentica che il governo ha cancellato strato che in democrazia, decide il Magistratura da riformare? Parla­ tuzioni preposte a difendere noi cit­
ma rammenta del ruolo che ha avuto sulla necessità di adempiere “con di­ 180 milioni per il Po, risorse destina­ popolo. Si tratta di una vittoria di po­ mentari di opposte tendenze dicono tadini (Comuni, Provincia, Regio­
la donna nella nostra società. Però, sciplina ed onore le funzioni pubbli­ te da Bersani per progetti predispo­ polo, della gente, quella che la Lega che è giunta l’ora di innovare la Giu­ ne, Prefettura) di chiarire pubblica­
secondo me, oggi se ne sta facendo un che”, così come ci ha invitato a fare sti dalla Province fra le quali Lodi ascolta e per la quale si fa interprete stizia. mente i motivi di questo disservi­
uso troppo strumentalizzato dalla l’Anpi Provinciale. (80 milioni sono finiti a Palermo, go­ Marzio Merlini Nando Mascherpa zio. Riteniamo che non sia corretto,
«macchina commerciale». L’unica nota stonata della giornata vernata dal centrodestra, per i rifiu­ candidato della Lega Nord del Lodigiano a fronte del regolare pagamento
E a tal proposito ho notato un manife­ di venerdì scorso 5 marzo 2010 è stato ti). Dimentica che una legge illibera­ al consiglio regionale di Lombardia PENDOLARI ­ 1 dell’abbonamento, non ottenere il
sto su una vetrina che mi ha fatto sor­ l’intervento del Presidente della Pro­ le toglie alle Regioni poteri in campo relativo servizio e nemmeno sapere
ridere, perché, un centro dimagrante
pubblicizzava, limitatamente a que­
vincia di Milano, Podestà, che, pur­
troppo, è andato fuori tema interve­
energetico, pur di compiere la scelta
nucleare, tra l’altro a Caorso, a casa
POLITICA ­ 3
Nuovo record perché.
In conclusione, sia sul tema delle
sto giorno, una prestazione gratuita
alle donne che volessero aderire, per­
ché, come citato sul manifesto «meno
nendo più come coordinatore regio­
nale del PDL che come Presidente di
tutti i cittadini della Provincia.
nostra.
Dimentica persino che il Governo di
Roma, dove loro siedono, ha votato al
È il momento del treno
corse dirette in autostrada a Lodi,
sia su quello delle “corse saltate”,
c’è un forte bisogno di informazio­
centimetri più femminilità». Premet­
to che l’idea, per chi ne avesse biso­
gno potrebbe essere anche gradita,
Sconveniente, infatti, la strumenta­
lizzazione della prestigiosa platea
istituzionale per dilungarsi, in modo
Senato una legge che permette di ag­
girare l’art.18: licenziare sarà più fa­
cile e la giusta causa non serve più.
di riformare più scassato
ne. A tal fine, auspichiamo che le
Istituzioni compiano interventi a
mezzo stampa o organizzino serate
ma credo c he la donna, oltre al­
l’aspetto gradevole sia ben altra cosa.
Le donne non hanno più bisogno di
indiretto ma plateale, sulle depri­
menti vicende legate alla presenta­
zione delle liste elettorali del centro­
Gli operai e gli impiegati della Lom­
bardia e della Padania ringrazieran­
no anche per questo?
la magistratura n Stamattina siamo stati vittime del­
l’ennesima, quotidiana, performan­
pubbliche a tema, in modo da arri­
vare al maggior numero possibile di
cittadini­utenti. E tutto ciò è ancor
dimostrare la loro capacità e qualità, destra. Cordialmente. n “Quer pasticciaccio brutto de…le ce inorridente del treno R2274: stia­ più vero in previsione della riforma
ma necessitano dell’aiuto concreto Massimo Gatti Fabrizio Santantonio liste elettorali della Lombardia e del mo parlando naturalmente del treno del Trasporto Pubblico Locale, su
dello Stato, che permetta a loro di Capogruppo in Provincia di Milano per candidato del Pd del Lodigiano Lazio” assomiglia ad un giallo senza più scassato del mondo! Il treno par­ cui fare il punto della situazione
svolgere meglio i ruoli, che per natu­ Lista un’Altra Provincia­Prc­Pdci al consiglio regionale di Lombardia una soluzione e si chiuderà certa­ te puntuale (e riposato) da Piacenza (tempi e modi) sarebbe oltremodo
ra rivestono ogni giorno: penso all’es­ mente senza che si conoscano i col­ grazie all’orario che gli “consente” opportuno. Noi, come Comitato, sia­
sere lavoratrice, madre, moglie e fi­ POLITICA ­ 1 POLITICA ­ 2 pevoli. una sosta di 17 minuti in stazione! mo pronti a fare la nostra parte, nel
glia. Anche in questo caso la vicenda è Il convoglio è partito lentamente rispetto dei ruoli. In attesa di graditi
Penso anche che le donne per celebra­
re veramente una giornata dedicata a
loro, sarebbe necessario che, chi ne
I lavoratori Vittoria contro troppo complessa e caleidoscopica
per essere spiegata agli elettori e
non è riconducibile ad una logica ra­
verso la Lombardia ed è riuscito ad
accumulare subito ritardo: spinto
dalle imprecazioni dei pendolari ha
riscontri, poniamo cordiali saluti.
Comitato Pendolari Sila
Sant’Angelo Lodigiano, Graffignana, San
ha responsabilità in tal senso, si atti­
vi ad affrontare i ruoli della donna
che aspetta in questa società.
della Padania i burocrati zionale. La vita politica italiana as­
somiglia sempre di più ad un caos di­
sordinato, ad un vero “pasticciac­
raggiunto faticosamente la stazione
di Codogno già con 10 minuti di ri­
tardo! LODI
Colombano e Miradolo

Festeggiare le donne significa, quin­


di, riconoscere quel «valore aggiun­
to», che con il lavoro, fatto di mente,
ringraziano di Strasburgo cio” di cose e di persone incompeten­
ti. Veri dilettanti allo sbaraglio che
si propongono però per gestire la co­
Tra Codogno e Casale a passo di lu­
maca; abbiamo raggiunto Lodi alle
h.8,38! Siamo quindi a 12’ di ritardo. Riaccendete
ma soprattutto di cuore, ha permesso n Il candidato Consigliere Regionale n È di pochi giorni fa la notizia che sa pubblica. Nelle fasi pre­elettorali A questo punto, mi sono detto: «Il
alla nostra collettività di evolversi e
progredire.
Per terminare, vorrei suggerire che
per la Lega Nord, con una lettera dal
titolo “Santantonio vuole il voto de­
gli immigrati”, contesta la mia ade­
la Corte Europea dei diritti dell’uo­
mo di Strasburgo ha accolto il ricor­
so presentato lo scorso 29 gennaio
succede di tutto e di più e il malco­
stume coinvolge ormai tutti i partiti.
Superata questa fase, sarebbe oppor­
treno EScity 9802 in partenza da
Piacenza alle 8.24 ci starà già mor­
dendo le “chiappe” e tra poco ci sor­
il limitatore
per ricompensare il vero ruolo della
donna oggi, è tener conto che l’ 8 mar­
zo è quello di tutti giorni. Questo vor­
sione alla manifestazione di lunedì
scorso. Mi fa piacere che lo stesso
convenga con me che in questo Paese
dal governo italiano contro la sen­
tenza che, il 3 novembre 2009, aveva
ritenuto lesiva della libertà religiosa
tuno pensare ad una soluzione politi­
ca che esoneri dalla raccolta firme le
formazioni già presenti nelle Istitu­
passerà!»
Per pietà non è successo! Il nostro
carrozzone ha mantenuto qualche
di velocità
rei sottolinearlo, perché nonostante vi è la necessità di maggiore legalità e della libertà di educazione la pre­ zioni. Avremo meno burocrazia e metro di vantaggio! I minuti di ri­ n Signor comandante dei Vigili ur­
tutto, spesso dico a mia moglie quan­ e di ordine. Penso anche io, come lui, senza del crocifisso nelle aule delle meno spreco di risorse. tardo accumulati senza motivi appa­ bani di Lodi, faccia rimettere in fun­
do mi sveglio « Grazie di esistere» , che gli immigrati che lavorano e vi­ scuole pubbliche. “Taci… il nemico ti ascolta”. In Italia renti sono rimasti 12 anche a Rogore­ zione il limitatore luminoso di velo­
specialmente rimarcandola per que­ vono nella legalità sono i benvenuti, Ricordo che la Lega è stata la prima ormai sono saltati i riferimenti comu­ do: naturalmente nessuna motiva­ cità che c’è all’ingresso di Lodi, dalle
sta ricorrenza. e non solo nella fantomatica “Pada­ a muoversi, nei giorni successivi al­ ni. Tutti intercettano tutti e tutti inda­ zione, nessuna scusa dall’altoparlan­ parti dell’Otto Blues, perché è spento
Mario Garioni nia”. Condivido il pensiero che è me­ la sentenza, mobilitando militanti e gano su tutti. Assistiamo con preoc­ te ed ennesima beffa a Rogoredo do­ da tre mesi esatti.
Codogno glio aiutare gli immigrati “a casa lo­ sostenitori che hanno organizzato cupazione alle lotte fra procure. Il no­ ve sul tabellone del binario il treno Luciana Crotti
LUNEDÌ 8 MARZO 2010 17
il Cittadino
Lettere & Opinioni
LODI TAVAZZANO cosa di tenero, di intimamente inte­
riorizzato. Qualcosa di diverso dalla

Sedici multe pericolosa sguaiatezza di sguazzare


­ se mi consente il bisticcio ­ in una
pozza scivolosa, senza il conforto di

nello spazio sicurezza dell’ergonomia e dell’igie­


ne.
Lo sa, caro direttore, che mi perito

dei residenti verificare, prima di parlare. Ed allo­


ra non addivengo alle conclusioni,
rispetto a quello che mi hanno rife­
n Io sottoscritto Lambarella Lino rito: che a Varazze c’è una fontana
residente dal 2008 a Lodi a lamenta­ dello stesso tipo, e non ci fanno il ba­
re certi comportamenti della “poli­ gno. E che al Lecco, altrettanto, con
zia locale”. in più un sensore che interrompe i
Da quando sono abitante e residen­ getti, se una persona pericolosa­
te qui ho già preso 16 verbali dalla mente vi transita sopra. Come con
polizia locale nonostante l’esposi­ le biblioteche, mi recherò di perso­
zione del permesso per parcheggia­ na nei summentovati siti. Solo allo­
re nello spazio dei residenti. ra darò per accertate le condizioni
Domenica 28/02/2010 nonostante il che mi hanno prospettato.
blocco totale delle auto ma facendo Cordialmente
il medesimo lavoro degli stessi, Claudio Trezzani
mentre rientravo dal servizio mi ve­
niva fatto un verbale di Euro 78.00 SECUGNAGO
nonostante qualche minuto prima
un vigile mi aveva lasciato andare
dicendomi che gli avrebbe decurta­
to la giornata perchè è lui che co­
Governino
manda i vigili. Dopo cinque minuti
mentre cercavo un parcheggio lo
stesso mi fermava nuovamente co­
nell’interesse
me se mi volesse redigere un altro
verbale.
Bisognerebbe tenere conto invece di
di tutti
quello che ha fatto il sindaco di Mi­ n Caro Direttore, alcuni recenti ar­
lano sig.ra Moratti che ha concesso ticoli apparsi sul «Cittadino» sicu­
6.000 permessi per poter circolare ramente ispirati dall’amministra­
anche ai tifosi della partita. zione di centro­destra di Secugnago
Secondo me è scandaloso un simile mi portano a fare alcune considera­
comportamento da parte di questo zioni per dare una corretta informa­
“ente” che invece di preoccuparsi di
altre cose molto più importanti a
Lodi si diverte a redigere multe in
modo sproporzionato (evidente­
È così difficile avvisare i passeggeri sul transito dei treni? zione ai cittadini Secugnaghesi in
particolare a coloro che credevano
che la giunta Salvalaglio rappresen­
tasse il “ nuovo”.
mente si avvicina la giornata dello n Ormai da tempo mi chiedo cosa impe­ risorsa, da dedicare a un lavoro sempli­ re (8 e 18 in direzione Milano) non è sta­ Recentemente l’assessore al bilan­
stipendio e quindi di conseguenza disca al personale della stazione di Ta­ ce e che richiede tutto sommato poco to annunciato. Sì, non è la prima volta. cio dopo l’approvazione dell’asse­
devono fare le multe) e sempre alle vazzano di annunciare i treni, con il do­ impegno: avvisare i passeggeri, con il A volte non vengono nemmeno annun­ stamento di bilancio, dimostrando
stesse persone. vuto anticipo. L’unica spie g azione dovuto anticipo, dell’arrivo del treno. ciati i treni in transito, che sfrecciano tutta la sua inesperienza in merito,
Il sig. sindaco dovrebbe avere un plausibile è che l’organico sia così ri­ È mai possibile che si debba correre veloci. ha affermato che le previsioni di bi­
maggiore controllo di queste cose e dotto all’osso da non poter svolgere dalla sala d’aspetto fino al binario? O Carissimi dipendenti della stazione di lancio , a suo dire sbagliate, avevano
prendere gli opportuni provvedi­ questa mansione. Mi auguro, con il do­ tendere l’orecchio per sentire se il con­ Tavazzano, almeno voi che un impiego creato un ulteriore buco di bilancio.
menti in merito siccome anche io vuto sarcasmo, che Trenitalia provveda voglio sta arrivando? Anche questa sicuro ce l’avete, lavorate! Voglio solo rammentare che le pre­
faccio un lavoro similare al loro. Nel subito a dotare la stazione di una nuova mattina il treno che sono solito utilizza­ Luca Acquistapace visioni di bilancio, la parola stessa
momento che mi è stato fatto il ver­ lo dice, sono le enunciazioni di una
bale indossavo la divisa da lavoro. volontà politica di affrontare i pro­
Dovrebbero finirla di usare un com­ sinistra infatti è evidente ed è la Pdl? E se sono state altre, possono to nel panorama politico. Il fatto con la maggioranza di centro destra blemi nell’anno di riferimento e che
portamento arrogante e prepotente stessa che ha connotato in passato essere almeno conosciute? Difatti non viene considerato da Pierluigi rimasta compatta; assente la capo­ compito degli amministratori è fare
nei confronti dei cittadini. altre proposte, questa volta di de­ nessuna discussione in merito è av­ Bersani ed evidenzia una tendenza gruppo Sabella, il consigliere Pavesi il possibile che si concretizzino. For­
Cordialmente saluto. stra, come quelle della Lega Nord venuta prima del voto sulla mozio­ prevalente nel Partito Democratico ha passato curiosamente nell’anti­ se sarebbe stato opportuno soffer­
Lino Lambarella sull’esposizione del Crocefisso. Ma ne (nonostante questa sia rimasta verso la laicità dello stesso. camera dell’aula consiliare l’intera marsi a riflettere sulle motivazioni
è altrettanto vero che un simile te­ pendente per ben 3 mesi!) nel Diret­ Certo, è innegabile poi come la can­ discussione, forse per nascondere per cui non sono entrate risorse: un
LODIGIANO ma non avrebbe dovuto essere la­ tivo della sezione locale o in altro didatura di Emma Bonino del Lazio l’imbarazzo di dover votare diversa­ esempio su tutti potrebbe essere il
sciato nelle mani di politici non al­ luogo. Quindi la posizione dal Grup­ abbia creato grande imbarazzo nei mente dagli altri due colleghi di mancato introito derivante dal con­

Tre Capezzera l’altezza della questione.


Personalmente, come cattolico ma
anche come componente del Diretti­
po consigliare del PD Melegnanese
è e resta espressa a titolo puramen­
te personale (e come tale, solo come
cattolici (quelli rimasti) del Partito
Democratico. Non dobbiamo certo
spiegare noi come la Bonino sia po­
partito presenti. È evidente come
laico e cattolico nel Partito Demo­
cratico anche cittadino non possano
trollo del traffico. È stato appurato
perché , a fronte di una previsione,
non si è operato per far sì che si che

per quattro vo della sezione di Melegnano del


PD, trovo politicamente sbagliata e
assolutamente fuori luogo la posi­
tale, la rispetto).
Si pone però un problema politico:
su questioni rilevanti come il testa­
co accostabile ai valori cattolici.
Dall’altro lato, Silvio Berlusconi so­
stiene che i cattolici devono neces­
convivere. Davvero imbarazzante.
Ma forse non sono gli unici proble­
mi di convivenza. Non si dimentichi
si realizzasse? Dire che si è creato
un altro buco perché queste risorse
non sono entrate è un’inesattezza:

poltrone zione assunta dai consiglieri comu­


nali del PD melegnanese che hanno
votato insieme a Pdl, Lega Nord,
mento biologico, che non attengono
alla mera sfera amministrativa, la
posizione del PD va cercata nell’as­
sariamente guardare al Pdl, perché
nel Pd non hanno più spazio. È una
considerazione del tutto condivisi­
poi come l’ultima “elezione” del se­
gretario cittadino sia stata definita
dagli ex assessori Poggi e Santi co­
volendo, dopo 6 mesi di amministra­
zione si poteva fare sicuramente di
più.
n Egregio direttore, credo che il gruppo indipendente contro l’istitu­ semblea degli iscritti e formalizzata bile. Il presidente del consiglio, in­ me “antidemocratica”. Strano per Leggo sempre sul «Cittadino», che
centrodestra del Lodigiano sia dav­ zione del registro comunale dei te­ in direttivo. tervenendo al convegno di Rete Ita­ un partito che si definisce “demo­ gli attuali amministratori, con en­
vero alla frutta. Leggendo infatti Il stamenti biologici. Se qualcuno ha dei distinguo o delle lia, ha attaccato: «Il Pd è sempre più cratico”. fasi, hanno comunicato di aver ri­
Cittadino di venerdì 5 marzo scorso Dal punto di vista etico, infatti, per obiezioni di ordine personale ed eti­ estremista e laicista, al traino politi­ Ma quella è altra storia. nunciato alle indennità. Voglio
ho scoperto che la Provincia di Lodi un cattolico non è un problema co se ne dovrebbe far carico singo­ co di un movimento eversivo come Vediamo piuttosto come i cattolici semplicemente dire che dal 2007,
ha nominato la commissione Pari l’espressione e il deposito in forma larmente ma senza le fughe in avan­ l’Idv e culturale come i radicali». Al del PD usciranno dall’imbarazzo, o ossia dal momento in cui si è venu­
Opportunità. scritta della proprie volontà riguar­ ti e la mancanza di comunicazione e Pd il premier ha rivolto l’accusa di se, addirittura, usciranno non dal­ ti a conoscenza dei problemi di bi­
Ho appreso dunque, come scrivete do l’esercizio delle cure e l’accani­ di condivisione che hanno caratte­ essere succube del «superpartito di l’imbarazzo, bensì dal partito stesso. lancio anche gli amministratori
voi, che le componenti sono tutte mento terapeutico. rizzato tutta questa vicenda (ma Repubblica». Come si può negare ta­ Indipendentemente da tutto, resta precedenti avevano rinunciato alle
senza gettone di presenza, e che la Lo dimostra il fatto che già da oltre purtroppo non solo questa). Infatti i le fatto? Anche Formigoni poi ha un’ultima considerazione: la politi­ loro indennità. Solo il Sindaco ave­
commissione è presieduta dalla si­ 10 anni l’Episcopato della Chiesa tempi per discutere di questa mo­ sottolineato come nel Pdl ci sia ri­ ca, specie quella dei giovani politici, va mantenuto un rimborso di 500
gnora o signorina Cinzia Capezze­ Cattolica in Germania, nella perso­ zione c’erano, e ci sarebbero stati spetto per i valori cattolici, dove «la non può prescindere dai valori cat­ euro lorde mensili.
ra, che è la sorella di Nancy Capez­ na del Cardinale Karl Lehmann, ha anche i modi. Questo voto ha sem­ cultura prevalente è naturalmente tolici. E la nostra politica, quella del Faccio queste semplici considera­
zera, assessore provinciale alla via­ approvato insieme alla Confedera­ plicemente «saltato» la discussione cristiana, basti pensare all’atteggia­ Popolo della Libertà, non lo farà. zioni perché a otto mesi dall’inse­
bilità. zione delle Chiese Evangeliche tede­ interna al PD. mento di Berlusconi nei confronti Anzi, li sosterrà con forza e vigore. diamento della giunta di centro­de­
L’assessore Nancy Capezzera, tra sche una dichiarazione congiunta Pare purtroppo dunque che, ad ap­ all’eutanasia». Pdl Melegnano stra ai Secugnaghesi non è dato sa­
l’altro, è anche vice coordinatore sulla formulazione e l’utilizzo cor­ pena un mese e mezzo dal congresso È innegabile tuttavia come la politi­ pere, malgrado le altisonanti di­
provinciale del Pdl del Lodigiano. retto del «testamento biologico cri­ di sezione del 16 gennaio, si sia tor­ ca oggi abbia bisogno di riafferma­ GIARDINI A LODI chiarazioni in campagna elettora­
Qualche giorno addietro sempre Il stiano» («Disposizioni sanitarie del nati al brutto andazzo precedente in re con vigore i valori cattolici, spe­ le, quali sono le scelte significative
Cittadino, pubblicando le liste dei
candidati sindaci della città di Lodi,
aveva riportato che a sostenere il
paziente cristiano», Duesseldorf,
1999) . Da allora il documento è stato
sottoscritto da quasi 2 milioni di cri­
base al quale il Gruppo Consigliare
del PD si ritiene unico titolare del
diritto di autonomia nell’impostare
cie per la formazione di nuove gene­
razioni, come affermato dal Santo
Padre e da altre altissime autorità
Esternazione che intendono fare in merito allo
sviluppo del territorio; alla viabili­
tà; all’informazione quella vera
dottor Sergio Tadi, contro il sindaco
uscente Lorenzo Guerini, era sceso
in campo il signor Giuseppe Capez­
stiani tedeschi di tutte le confessio­
ni. Questo documento non è mai sta­
to rinnegato dalla Gerarchia, in
la discussione politica e nel portarla
al compimento dentro il Broletto.
Con il direttivo della sezione locale
religiose. A tal proposito, il 12 feb­
braio scorso si è tenuto a Roma un
convegno dal titolo “Valori laici e
dettata non quella dei supporter.
Non è dato sapere cosa ha fatto il
Sindaco in merito alla scelta della
zera di 64 anni, di professione im­
prenditore e... papà di Nancy Capez­
zera e di Cinzia Capezzera.
quanto perfettamente rispondente a
tutta la teologia cattolica in materia
morale sul «fine vita».
relegato al ruolo marginale di comi­
tato elettorale.
Di certo io non condivido questi
cattolici in politica: per una nuova
generazione di politici”, nel quale
sono intervenuti i ministri Sandro
da demagogia provincia, sempre di centro­destra,
di togliere il finanziamento di
250.000,00 euro che avrebbe consen­
Complimenti. Tre Capezzera per Ne discuteva quasi un anno fa il comportamenti né ritengo che sia Bondi e Mariastella Gelmini, oltre a n Caro direttore, Le muovo un ami­ tito di realizzare la nuova strada
quattro poltrone. quotidiano Il Foglio (che sulla mate­ questo il modo di far valere la (sa­ Paolo Del Debbio. chevole appunto. Con tutti i limiti ­ con la sistemazione dell’incrocio
Pierino Sangalli ria in questione non è certo taccia­ crosanta) autonomia del Gruppo All’evento sono stati invitati anche da parte mia ­ di una osservazione con la via Emilia. Non è dato sapere
bile di sostenere le posizioni laici­ Consigliare. il Sindaco di Melegnano Vito Bello­ soggettiva. Vengo al punto. In que­ se l’assessore ai Lavori pubblici, in­
MELEGNANO ­ 1 ste). Chi vuole saperne di più trove­ Questi atteggiamenti ricordano mo ed il Presidente del Consiglio sta rubrica di corrispondenza con i tende far approvare definitivamen­
rà qui l’articolo http://rassegna­ quelli dell’Unto del Signore e dei Comunale Pier Antonio Rossetti, i lettori ha ospitato ­ con l’evidenza te il percorso della nuova strada già

Fuori luogo stampa.mef.gov.it/mefnazionale/


PDF/2009/2009­03­
18/2009031812136131.pdf
suoi seguaci: forse i nostri Consi­
glieri si ritengono «legibus soluti»
per il tramite del «lavacro» del voto
quali, ospiti del Sottosegretario
Sen. Mario Mantovani, non hanno
voluto mancare ad un evento di tale
del grassetto e del corredo di foto ­
intervento intonato a crassa im­
prontitudine. Intervento di chi ha
adottato dalla precedente ammini­
strazione comunale e dalla Provin­
cia in modo definitivo.

la posizione dei Questo è invece il dossier del “testa­


mento biologico cristiano” sul sito
della Conferenza Episcopale Tede­
popolare?
Queste azioni dimostrano il comple­
to disprezzo della mozione congres­
importanza. Questo perché il Popo­
lo della Libertà, anche cittadino,
opera quotidianamente nel rispetto
chiesto monetario risarcimento ri­
spetto a generica chiamata in causa
(»•«lavatoio per marmocchi») di chi
Non è dato sapere le condizioni del
rinnovo dell’appalto della raccolta
differenziata dei rifiuti.

consiglieri sca (www.katholisch.de/22327.html


, in tedesco) dove c’è il link al Testa­
mento biologico del cristiano (il sito
suale del 16 gennaio. Se è così, qual­
cuno si prenda la briga di farlo sape­
re al Direttivo e a tutti gli iscritti del
dei valori cattolici, che riteniamo
debbano fondare la cultura delle at­
tuali e la formazione delle nuove ge­
porta progenie ad intermittente­
mente bagnarsi presso scivolosa in­
sidiosa lastra (la fontana dei giardi­
Sono solo alcuni esempi che eviden­
ziano il venir meno dell’impegno as­
sunto con i propri elettori e con il
n Signor Direttore, nel consiglio co­ della Conferenza episcopale tedesca PD di Melegnano. I quali si regole­ nerazioni di politici, nazionali e lo­ ni di Viale IV Novembre / Viale paese : è bene ricordare infatti “ai
munale di Melegnano del 25 febbra­ rimanda al sito della Confederazio­ ranno di conseguenza. cali. Siamo coscienti del fatto che è Agnelli). portatori del nuovo”che chi governa
io è stata discussa la mozione pre­ ne delle Chiese evangeliche di Ger­ Dal canto mio non ci sto: con questa un cammino tortuoso, ma inevitabi­ Dubito chi ha agitato lo spettro del­ ha il dovere di farlo nell’interesse di
sentata il 30 novembre 2009 dal Con­ mania: www.ekd.de/download/pa­ lettera riaffermo la stessa dignità e le, specie in questi tempi in cui i cit­ l’intervento legale si renda conto si­ tutti, anche di coloro che non li han­
sigliere di Sinistra Ecologia e Liber­ tientenverfuegung_formular.pdf ) lo stesso diritto all’autonomia di tadini mostrano alta disaffezione no in fondo delle implicazioni lessi­ no votati (la maggioranza del pae­
tà, Sergio Goglio, che chiedeva l’isti­ Poiché anche i cristiani e i cattolici iniziativa politica cui si è rifatto il verso la politica e ne mettono quoti­ co/giuridiche del caso di specie (per se).
tuzione di un pubblico registro co­ possono sottoscrivere un testamen­ Gruppo consiliare del PD. dianamente in dubbio i valori. manifesta infondatezza, intendo). Antonio Betti
munale per la raccolta e conserva­ to biologico senza andare contro i Distinti saluti, E a Melegnano? il rapporto tra i cat­ Lei, però, no. Lei non può non aver Portavoce circolo PD Secugnago
zione dei «testamenti biologici». La dettami di Santa Madre Chiesa ­ ov­ Nicola Borzi tolici ed il Partito Democratico cit­ colto l’insostenibilità della richie­
mozione è stata respinta con i voti viamente seguendo le disposizioni, Componente del Direttivo PD tadino? Bella domanda, specie con­ sta. Più sotto il profilo etico, che re­ PRECISAZIONE
contrari di Popolo della Libertà, Le­ la forma e le intenzioni approvate di Melegnano siderando come al PD cittadino si lativamente a quello procedurale.
ga Nord, gruppo indipendente e
Partito Democratico. A favore han­
no votato i consiglieri di Sinistra,
dalla Gerarchia ­ ché in Germania
vigono e valgono le stesse Encicli­
che valide in Italia, come ci insegna
MELEGNANO ­ 2
avvicinino sempre più esponenti
provenienti dalla sinistra vera e
propria, in primis l’ex sindaco Mez­
Le attribuisco dunque la responsa­
bilità di aver avallato con il tono
stentoreo del grassetto una esterna­
Grazie mille,
Ecologia e Libertà e Melegnano.
La demagogia ha dunque prevalso,
come sempre accade quando la poli­
il Pontefice tedesco ­, non possono
essere state dunque considerazioni
di carattere etico/religioso a vietare
È evidente zi. Tuttavia, le distanze rimangono
e sono evidenti: basti pensare a co­
me il centro sinistra si sia schierato
zione dettata da demagogia proba­
bilmente inconsapevole dell’accen­
to. E rispetto alla foto che ha ampli­
ma il nome è
tica si allontana dalla conoscenza
dei problemi, dalla competenza nel­
le risposte e soprattutto dall’eserci­
ai consiglieri del PD di votare a fa­
vore di un registro di raccolta e con­
servazione di testamenti biologici.
l’imbarazzo sulla mozione avente ad oggetto il
testamento biologico, discussa nello
scorso consiglio comunale del 25
ficato l’effetto, idealmente ne pro­
pongo un’altra, da me or ora scatta­
ta.
Giacomo Rossi
zio dell’umanità nella ricerca del
bene comune.
È vero che un tema così carico di
Sempre che i nostri valenti consi­
glieri lo sapessero.
Mi domando allora: sono state forse
da parte del Pd febbraio. La sinistra, si sapeva, a fa­
vore dell’eutanasia. Il Partito Demo­
cratico? Non lo sappiamo. O meglio
È quello che ho visto: una mamma,
un bambino, un getto. Pioveva: il
bambino assistito dalla mamma, en­
n Egregio Direttore, La ringrazio
per lo spazio dedicatomi sul suo
giornale. Volevo segnalare che è sta­
profonde implicazioni etiche non altre le motivazioni che hanno spin­ n La decisione di Paola Binetti di la­ lo immaginiamo perché erano pre­ trambe riparati da un ombrello. to erroneamente scritto Giacomo
avrebbe dovuto essere oggetto di to il Gruppo consigliare melegnane­ sciare il Partito Democratico non è senti alla votazione due soli espo­ Contemplavano i getti della fonta­ Bassi anziché Giacomo Rossi.
proposta strumentale. La strumen­ se del PD, compresi i consiglieri di isolata. La fuga di cattolici dal Pd nenti che hanno espresso voto con­ na, dalle espressioni azzardo l’ipote­ Grazie. Buona giornata
talità della mozione avanzata dalla area cattolica, a votare come Lega e ormai rappresenta un fenomeno no­ trario alla mozione della sinistra si che se ne ritenessero paghi. Qual­ Clara Garbelli
18 LUNEDÌ 8 MARZO 2010

il Cittadino
Lettere & Opinioni
BORGO SAN GIOVANNI SMOG ri da sindaco, sem’a post!)
Io intanto voto Sergio Tadi sindaco di

Sindaco Lodi, certo che il Cimitero Maggiore


torni ad essere un luogo di degna se­
poltura per tutti, dove il dolore possa

Bonsante, essere per lo meno alleviato da uno


stato decente di manutenzione dei
vialetti di accesso alle tombe, dove

che papocchio! una regolare pavimentazione con­


senta alle persone, specialmente
quelle anziane, di non correre il ri­
n Il pasticcio delle liste per le ele­ schio di cadere. Un luogo pulito e cu­
zioni regionali, porta, senza grandi rato e finalmente rispettoso. Quando
sorprese, la «firma» del Sindaco di facciamo il segno della croce entran­
Borgo San Giovanni, nonché capo­ do in un luogo sacro, non dobbiamo
gruppo del Pdl in Provincia di Lodi, vederlo infangato e trascurato: mai
il Sig. Buonsante. nessuna amministrazione con tutti
Nessun sorpresa, quindi, dopotutto coloro che ne fanno parte, deve esse­
lo sanno bene i cittadini di Borgo re tenuta in considerazione quando
San Giovanni, e adesso anche i cit­ tutti hanno modo di vedere e di giudi­
tadini lodigiani e lombardi: si tratta care in che modo, alla fine, viene ri­
dell’ennesima prova d’improvvisa­ compensata la fiducia riposta in un
zione. voto.
La solidarietà umana nei confronti Andrea Luzzi
di chi rischia di aver contribuito a
combinarla proprio grossa è since­ VOTO A LODI ­ 4
ra, ma essa si intreccia con la criti­
ca politica, che è altra cosa, ma che
non può non tener conto di quanto
avviene nel nostro Paese.
Compagni
Il Sindaco di Borgo, come detto, è
anche consigliere provinciale, non­
ché tecnico comunale nel comune
di merende
da lui stesso amministrato, nonché
amministratore di diverse realtà
condominiali, nel comune da lui
dei comunisti
stesso amministrato, nonché libero n Cari Aldo Caserini e gentile Signo­
professionista, e ora, ciliegina sulla ra Marchini Felisi (se siete un po’ più
torta, raccoglitore di firme per la attenti riuscirete anche voi a non sba­
presentazione di liste elettorali. gliare il mio cognome) approfitto e
Troppi intrecci, troppi interessi, con la presente rispondo a entrambi;
troppa confusione che alla fine ge­
nera errori.
Il papocchio delle firme per la Lista
Formigoni sono il naturale e conse­
Serve un reale cambiamento dei nostri comportamenti proprio non volete rassegnarvi, ed
ammettere che sì, siete parte dei de­
mocristiani «suonati» dai comunisti
e con i quali invece oggi siete allegra­
guente risultato di chi ritiene di es­ n Saranno le elezioni regionali alle porte, inquinanti in atmosfera. problemi dell’inquinamento, della mobilità mente assieme?
sere superiore a tutto e a tutti. sarà la mancata proroga degli incentivi per Molto meglio lavorare sulla partecipazione cittadina e della salubrità dell’ambiente. Ci avreste mai creduto?
Nella nostra comunità si avvertono le auto meno inquinanti, fatto sta che dome­ attiva della cittadinanza per sviluppare I cittadini interessati sono diventati a tutti È così bello ammettere, anziché fare
chiaramente i segnali di insofferen­ nica 28 febbraio sono tornati i blocchi del consapevolezza e realizzare iniziative di gli effetti famiglie BiciClima impegnandosi inutili giri di parole quindi ditelo! Co­
za verso tali atteggiamenti, ed traffico domenicali in 80 comuni della Pia­ lungo corso, non estemporanee, che adotti­ a limitare l’uso dell’automobile per sei mesi sì come fate voi, fa anche l’uscente
emerge chiara il disagio dei cittadi­ nura Padana. Aprendo un nuovo capitolo al­ no misure di carattere strutturale. Come e privilegiare mezzi di trasporto meno in­ sindaco Guerini che è appoggiato
ni di Borgo di fronte alle scelte am­ le aspre discussioni tra i partigiani della lo­ quella avviata da maggio 2009 a Lodi, Co­ quinanti, quali bicicletta, treni, mezzi pub­ (quindi prende voti) da rifondazione,
ministrative che questo sindaco ha ro efficacia e chi sostiene che “ci vorrebbe mune anch’esso sotto la cappa delle polveri. blici e, naturalmente, le proprie gambe. A sinistre e comunisti vari, di avere fi­
messo in campo nel corso del suo ben altro”. Qui la locale associazione Ciclodi ­ Fiab, in maggio 2010, quando terminerà il concorso, nalmente raggiunto il sogno (!?) di
mandato. Spetta sicuramente a noi L’invito dei Sindaci di Milano e Torino è sta­ collaborazione con Fiab (la Federazione Ita­ le famiglie in gara che avranno maggior­ Dossettiana memoria di portare il
il compito di controllare ed appro­ to accolto con favore dai primi cittadini del­ liana Amici della Bicicletta), con il coordi­ mente ridotto le loro emissioni per la loro cattolicesimo democratico (o Dosset­
fondire certe scelte del Sindaco, l’hinterland padano che hanno definito una namento de La Lumaca soc. coop. per Con­ mobilità e avranno partecipato al maggior tismo) laddove il suo stesso fautore
molto più complesse e impegnative piattaforma di lavoro unitaria “necessaria sorzio Concerto (rete nazionale Achab numero d’eventi ambientali organizzati in appunto anelava approdare, e cioè
del raccogliere firme, tenendo pre­ per combattere l’inquinamento atmosferico Group), ha avviato un progetto per promuo­ questi mesi a Lodi, verranno premiati con verso l’ala estrema della sinistra, ver­
sente che in alcuni casi egli si è po­ in tutta la pianura padana”. vere la mobilità sostenibile, premiando chi eco­viaggi in Italia e all’estero. Da ottobre so l’allora Pci. Sarebbe esercizio di
sto persino come controllore di se Peccato che da quest’alleanza restino esclu­ usa quotidianamente la bicicletta e altri 2009 le 72 famiglie BiciClima hanno parte­ correttezza morale prima di tutto, an­
stesso. Spetta ai cittadini valutare si, almeno per il momento, gli “specialisti” mezzi di trasporto sostenibile. È questa cipato a 4 serate informative, 3 incontri di ziché stare li a fare demagogia sui ge­
quanto sta avvenendo e come l’am­ della materia, come scienziati e studiosi del l’idea da cui è nato il concorso a premi Bici­ gruppo per suggerire proposte e idee relati­ neris.e guardando in casa d’altri pe­
ministrazione di un comune, così traffico. Altrimenti sarebbe emerso che si­ Clima, allo scopo di diminuire le emissioni ve alla mobilità cittadina e 6 proiezioni ci­ sando parole e termini. Ci dica, Case­
come la raccolta delle firme, richie­ mili misure urgenti e straordinarie ­ quali di CO2 e migliorare la qualità della vita dei nematografiche su ambiente e sostenibilità. rini, lei è stato o non è stato un demo­
da tutt’altra attenzione e umiltà. il blocco del traffico e/o targhe alterne ­ so­ cittadini. Questo nuovo programma vuole Il progetto Biciclima si realizza anche gra­ cristiano?
Cordiali saluti. no molto utili a sensibilizzare la popolazio­ accompagnare le famiglie lungo un percor­ zie al contributo di Fondazione Cariplo, Co­ E così come la Signora Marchini Feli­
Angelo Bosisio ne, ma non possono costituire le sole rispo­ so reale di cambiamento dei comportamenti op Lombardia, Comune di Lodi, Provincia si, oggi, lei vota o non vota (diretta­
portavoce del PD ste per affrontare il problema del preoccu­ quotidiani ed essere promotore di un nuovo di Lodi, Astem e alcuni sponsor locali. mente o indirettamente non conta)
di Borgo San Giovanni pante superamento dei limiti di emissioni approccio alla vita urbana, più attenta ai Ciclodi ­ Fiab per quella sinistra che ha fagocitato
l’ex Dc e attraverso vari (ma inutili)
VOTO A LODI ­ 1 maquillage e cambi nome si è trasfor­
buto convinto e motivato alla campa­ socio­assistenziali siano ampiamente comunità, in una società sempre più tale da richiedere uno straordinario mata in Pds, poi Ds prima. e infine nel

Guerini e Tadi gna elettorale di Guerini, la cui con­


ferma per un secondo mandato rap­
presenterebbe per la città la garanzia
inadeguati rispetto all’effettiva do­
manda di prestazioni.
In questo contesto il ruolo del Comu­
improntata a modelli di dinamismo,
efficientismo e malinteso giovanili­
smo.
intervento atto a garantire una de­
gna sepoltura , eccetera, ricalcando
uno stile tipico assunto dall’ammini­
Partito Democratico?
Non capisco quale sia il problema se
io altro non ho fatto che riportare ciò

devono salvare della continuità di un lavoro svolto


con impegno, competenza e apprezza­
bili risultati.
ne di Lodi deve svilupparsi in due di­
rezioni: approfondire sempre più la
conoscenza delle necessità di servizi
Ciò considerato il Partito Pensionati
si impegna affinché la futura ammini­
strazione della città assicuri il diritto
strazione Guerini, ovvero quello di
spulciare dati, costi, leggi, futuri pro­
getti, interventi sostenibili (parola
che penso, ma anche cio’ che è a tutti
evidente. I vecchi Dc sono assieme ai
vecchi comunisti!

l’area verde Per quanto riguarda gli obiettivi di


programma per i prossimi anni, i
Pensionati considerano i servizi so­
sociali della città, per investire in mo­
do mirato sulle aree di bisogno priori­
tarie; quindi, esercitare una funzione
degli anziani/pensionati alla preven­
zione, alla cura e alla riabilitazione; la
priorità degli interventi domiciliari
tanto di moda) e di suonare sempre
la stessa musica di “stand by”: sem­
bra di sentire la musica di sottofondo
Solo che si cerca il pelo nell’uovo sem­
pre e anzi, vedi Guerini, addirittura
si cerca di nascondere le alleanze di
n L’ex campo sportivo dei Padri Bar­ ciali un aspetto fondamentale per una di forte stimolo nei confronti dell’AS­ rispetto all’ospedalizzazione o al rico­ di Madrid Barajas, ma non vorrei of­ prodiana memoria non uscendo coi
nabiti di via Serravalle era stato de­ comunità civile, chiamata a promuo­ sl, degli altri Comuni, della Provincia vero in Rsa; l’assistenza per la gestio­ fendere la Pastorale paragonandola simboli «comunisti» su manifesti,
stinato a cambio d’uso, non più un vere il rispetto della vita, la solidarie­ e del Consorzio Servizi alla Persona ne di pratiche sanitarie e amministra­ alla politica. Naturalmente non es­ santini e volantini. Ma come mai?
posto verdeggiante usato dai colle­ tà fra le persone, la partecipazione ed per coordinare al meglio l’utilizzo del­ tive; la qualità dei servizi. Tra gli in­ sendo assolutamente soddisfatto e ri­ Sono io che mi chiedo a questo punto
gianli ma in un enorme parcheggio. il soddisfacimento delle basilari esi­ le risorse. terventi necessari si segnalano il deci­ tenendo del tutto evasiva la risposta come si fa, da ex dc a diventare «com­
Sono state tagliate piante secolari, genze della quotidianità di ognuno. Un altro tema a cui i Pensionati asse­ so potenziamento dell’assistenza do­ datami in merito dall’Assessore Co­ pagni di merende» e ferrei alleati dei
installata una casotta metallica e va­ Così come avvenuto in questi anni, il gnano priorità è quella dell’assisten­ miciliare e del servizio pasti a domici­ minetti, mi sono fatto delle ulteriori comunisti senza avere con questi ulti­
ri attrezzi di un’impresa costruttrice. punto di riferimento delle politiche za ai disabili. Troppo spesso nella no­ lio (anche attraverso convenzioni con domande per cercare di capire dove mi alcun fondamento comune, senza
Oggi fine febbraio tutto è sparito, si­ sociali della futura amministrazione stra società gli handicap fisici, psichi­ le cooperative sociali), il sostegno alle avevo sbagliato e mi sono chiesto: ma avere alcun convincimento comune,
gnor sindaco mi auguro che la sud­ sarà la famiglia, intesa come nucleo ci e sensoriali diventano causa di gra­ famiglie con anziani non autosuffi­ Lodi non è passata una tromba senza avere alcuna storia comune e
detta superficie non venga più usata portante della nostra comunità e co­ ve svantaggio sociale e di emargina­ cienti coordinato con l’assistenza sa­ d’aria, e nemmeno un’alluvione per quindi con un modo di intendere la
come parcheggio bensì adibita ad me istituzione che più di ogni altra zione. Questo problema si manifesta nitaria ed il potenziamento dei servizi far sì che il Cimitero Maggiore fosse vita e il mondo che sono spesso se non
area verde molto necessaria alla città sostiene e tutela i soggetti più deboli, in forme particolarmente acute dopo di trasporto per visite mediche, pre­ in quelle disastrose condizioni il 9 quasi sempre diametralmente oppo­
di Lodi invasa dall’inquinamento. prendendosi cura degli anziani non la scuola dell’obbligo, quando i disabi­ stazioni socio­assistenziali ed altre Novembre, una settimana dopo la sti!
Fra un mese ci saranno le elezioni autosufficienti, dei bambini in età li faticano a costruire soddisfacenti esigenze degli anziani». Commemorazione dei Defunti. I padri storici della Dc si rivolteran­
comunali voterò e voteranno lei e i prescolare, garantendo l’assistenza ai percorsi di inserimento lavorativo e Domenico Ossino È inutile affermare il fatto che il lu­ no, come ho scritto, e Moro, Dossetti,
suoi assessori di sinistra se si ravve­ malati e ogni altro tipo di funzione so­ sociale, nonostante l’amorevole sup­ referente locale del partito e consigliere nedì successivo gli addetti hanno im­ Scoppola, e più recentemente De Mita
derà sull’uso del campo sportivo di­ cio­sanitaria e socio­assistenziale non porto delle loro famiglie. In questi an­ comunale di maggioranza tra il 2005 ed il mediatamente provveduto. Non si hanno raggiunto il loro scopo, se il lo­
versamente opteremo per la destra. presidiata dai servizi pubblici. ni l’amministrazione comunale ha 2010 ­ Lista Partito pensionati Lodi può votare un’amministrazione co­ ro scopo era quello di finire fagocitati
È assolutamente falso che il parcheg­ Dobbiamo fare in modo che nella no­ promosso alcune importanti iniziati­ munale che dopo 5 anni di vetrina ha dal Partito Democratico, composto, lo
gio porti commercio ai negozi del stra città le famiglie non debbano es­ ve, anche a carattere fortemente inno­ VOTO A LODI ­ 3 permesso che un tale scempio potes­ ripeto, da ex cattolici ed ex, post e ve­
centro città, gli acquirenti possono sere costrette a supplire a un deficit di vativo, come l’esperienza del Condo­ se accadere: voi non potete immagi­ tero comunisti.Tutti assieme, allegra­
arrivare a piedi diversamente “i ghe
port un sü tutti in un paltò de legn”.
Sarebbe bello trasformarlo in un ver­
servizi pubblici e possano invece con­
tare sul sostegno di adeguate politi­
che sociali. In tempi di grandi procla­
minio Solidale di via delle Orfane ed
il programma per il censimento e
l’abbattimento delle barriere archi­
Un cimitero nare che stretta allo stomaco ho pro­
vato nel vedere quello stato di totale
abbandono di un luogo sacro, quel
mente pur distanti anni luce e divisi
da idee, storia e progetti praticamen­
te su tutto.
de giardino disponibile a tutti in par­
ticolare a quelli della “bassa”, è un
grossolano errore costruire sotto ter­
mi sulle riforme, bisognerebbe ricor­
darsi di quei principi fissati dalla Co­
stituzione che non sono ancora stati
tettoniche sui percorsi di vita quoti­
diani dei disabili delle varie zone del­
la città.
infangato luogo dove purtroppo molti di noi vi­
vono delle profonde emozioni, quel
luogo che (ahimè è inutile nascon­
Caro Caserini, il sottoscritto non scri­
ve per farsi bello nell’imminenza del­
la consultazione elettorale, così, sen­
ra. Un accorato appello a Sergio Ta­
di: non trasformi un’area verde in ce­
mento. Anticipatamente ringrazio
del tutto attuati. Penso, per esempio,
all’articolo 31, nel cui testo si sostiene
che “la Repubblica agevola con misu­
In questo ambito si può però fare an­
cora di più e meglio, potenziando l’as­
sistenza domiciliare, proseguendo
e trascurato derlo) un lontanissimo giorno ci toc­
cherà. Non è possibile infangare in
quel modo la dignità di ognuno di noi
za sapere né conoscere, tanto per il
gusto di farlo, bensì dichiara ed espri­
me il suo pensiero, che è fin qui stato
l’attuale sindaco e il nuovo sindaco. re economiche ed altre provvidenze nell’azione di abbattimento delle bar­ n Gentile Direttore, ho letto con inte­ e nemmeno è immaginabile permet­ più volte nuovamente espresso.
Tarcisio Papetti la formazione della famiglia e l’adem­ riere architettoniche, potenziando i resse nel forum la lettera della Signo­ tere che tutto ciò succeda. Lei Signo­ Nelle scelte elettorali amministrative
ccologista pimento dei compiti relativi”. In real­ servizi di trasporto a chiamata, pro­ ra Laura Braghi nella quale sostiene ra Braghi ha perfettamente ragione: contano la lucida valutazione delle
tà, sappiamo che l’intero settore so­ muovendo il ruolo del privato sociale la fiducia alla lista delle donne. fa bene nel credere alle donne. Ma io cose, quelle fatte o al contrario quelle
VOTO A LODI ­ 2 cio­sanitario e previdenziale attraver­ anche attraverso apposite convenzio­ Io sono assolutamente favorevole alla credo invece che non valga più la pe­ non fatte, la serietà e l’impegno mo­
sa enormi difficoltà. ni con i servizi pubblici, completando presenza delle donne ovunque, spe­ na votare ancora chi, non come don­ strato (o, al contrario,mancato), i ri­

I pensionati Sul piano locale, i Pensionati segnala­


no tra l’altro come la separazione tra
Azienda Sanitaria e Azienda Ospeda­
la dotazione di dispositivi acustici di
azionamento dei semafori per i non
vedenti e studiando modalità speri­
cialmente in politica e a questo pro­
posito sono stato particolarmente
colpito dalla signora Cominetti, tra
na, ma come facente parte di una co­
alizione di partiti, in 5 anni nulla ha
fatto all’interno di quelle mura. Un
sultati ottenuti (interamente o par­
zialmente), e infine la selezione e quo­
tazione (severa, fin dove possibile)

si schierano liera non abbia portato alcun miglio­


ramento concreto e come le quote di
compartecipazione a carico delle fa­
mentali per facilitare l’accesso ai ser­
vizi dei disabili sensoriali, per esem­
pio i sordomuti, con l’assistenza di
Novembre e Dicembre 2009, quando
chiesi lumi sullo stato di totale ab­
bandono nel quale visibilmente ver­
luogo Sacro è stato fatto diventare un
cantiere eterno, dove due giornate di
normalissima pioggerellina autun­
delle cose che vengono annunciate da
fare.
Nessun intransigentismo da parte del

con Guerini miglie per il pagamento delle rette


delle Case di Riposo siano eccessive.
In una società ideale i ricoveri nelle
personale specializzato e qualificato.
La condizione di lavoratore a riposo
si associa poi nella maggior parte dei
sava il Cimitero Maggiore di Lodi e
per in particolare il campo 10 dove,
in una foto scattata da me, evidenzia­
nale rendono le visite ai defunti inac­
cessibili, a meno che uno non si pre­
senti munito di stivali. Suvvia, non
sottoscritto ma una lucida e persona­
le (sarà anche fiammeggiante? Mah)
presa di posizione; io rispetto le Sue
n Anche il Partito Pensionati sarà a strutture pubbliche per gli anziani casi ad una condizione anagrafica di vo una recentissima inumazione e sarà stata di certo colpa dell’assesso­ posizioni, lei rispetti le mie idee e
fianco delle forze politiche di centrosi­ dovrebbero essere a costo zero men­ avanzato stato di età. Nella nostra so­ un cofano di fiori galleggiare in una re Cominetti: d’altronde appartiene quanto riaffermo ancora su Giuseppe
nistra e delle liste civiche che in occa­ tre invece le famiglie sono costrette cietà, gli anziani sono in costante au­ pozzanghera di acqua e fango. ad una operazione di facciata che du­ Dossetti: per il sottoscritto, il cattoli­
sione delle elezioni amministrative ad accollarsi mediamente il 60 per mento: a Lodi, in modo specifico, gli Inoltre era possibile notare lo stato di ra da 15 anni nella nostra città ed i ri­ cesimo democratico, quello che ha
del 28 e 29 marzo appoggeranno la cento delle rette, a causa degli insuffi­ ultrasessantenni rappresentano il tutto il campo 10, assolutamente ina­ sultati si vedono. Poi che adesso si spostato a sinistra i cattolici e i demo­
candidatura a sindaco di Lorenzo cienti contributi della Regione. E per 24% del totale della popolazione resi­ datto a ricevere nuove inumazioni dia al sociale, al giovanile ed al mon­ cristiani in un coacervo inestricabile
Guerini, primo cittadino uscente di fortuna che a Lodi il Comune inter­ dente. per l’evidente presenza di uno strato do femminile, beh fa molto “trendy”: e inspiegabile per molti aspetti,
Lodi. Si tratta di una scelta coerente viene integrando i versamenti delle In questo contesto molto variegato di fango impraticabile. ci si riempie la bocca di paroloni e avrebbe voluto fondere le due filosofie
con i valori e i principi che ispirano famiglie con minor disponibilità di non va commesso l’errore di identifi­ Bene: la Signora Cominetti, in quan­ via, mica tutti stanno lì a vedere il ve­ (quella occidentale e quella marxista
l’azione politica dei Pensionati in li­ reddito, oltre a stanziare da tre anni care tutta la categoria degli anziani to responsabile dell’assessorato allo ro significato della singola parola (se sovietica), e ha portato poi piano pia­
nea con la grande attenzione ai temi un contributo straordinario di 100.000 come un problema di servizi sociali. Stato Civile, rispondeva elencando la va la g’ha le gambe). Be’ forse è de­ no alla dispersione in «mille rivoli»
sociali dimostrata costantemente dal­ euro a favore della casa di Riposo in Parimenti, non bisogna trascurare il una serie di regole cimiteriali, dicen­ cisamente meglio, perché quel che del suo popolo.
l’amministrazione che ha guidato la conto abbattimento rette. “disagio sociale” vissuto da molti an­ do che è prassi comune riempire con ha fatto in questi 5 anni in parte è vi­ Giuseppe Sagliocco
città negli ultimi cinque anni. I Pen­ Più in generale, i Pensionati fanno ri­ ziani, vale a dire il senso di inutilità, nuova terra qualora le condizioni sibile al Cimitero Maggiore di Lodi Componente Pdl Lodi
sionati porteranno quindi un contri­ levare come i servizi socio­sanitari e se non persino di essere un peso per la meteo dovessero arrecare un danno ed in parte nei futuri progetti (maga­ Candidato al Consiglio Comunale
LUNEDÌ 8 MARZO 2010 19
il Cittadino
Sezione

Cultura&Spettacoli
n «Pensare alla Chiesa non soltan­ ziali di monsignor Acerbi «nobil­
to come una casa da abitare ma co­ mente buono senza essere inge­
C O N C E R T O A L L A B P L
me una Chiesa che anche noi co­ nuo» e «studioso capace di avvici­
struiamo con la grazia di Dio. Una
Chiesa che parla e ascolta; insegna
e impara». Per il parroco di Maleo
don Enzo Raimondi è questo il
nare la storia alla teologia. «Uno
storico e studioso che prima di tut­
to seppe rimanere un sacerdote ­
ha precisato Zambarbieri ­ offren­
Bando alle polemiche,
messaggio cen­ do una delle le­
trale del suo li­
b ro L a C h i e s a
nella storia.
n Il parroco
di Maleo ha
zioni di vita più
importanti e ren­
dendo la verità e
Morgan sceglie la musica
L’esercizio storico voluto così il cristianesimo
teologico di Anto­
nio Acerbi nel sol­
co del Vaticano II
(edito daa Citta­
rendere
omaggio
a tutta
amabili».
Un insegnamen­
to risuonato an­
cora grazie al li­
e strappa gli applausi
H
della di Assisi) la nostra bro di don Enzo, a lasciato parlare la musica,
presentato saba­ Chiesa presentato a Ma­ con le parole dei suoi mae­
to a Villa Trec­ leo fra gli eccel­ stri. Ferré, Ciampi, Endri­
chi. Un testo rea­ lenti intermezzi go, Battiato, De André, Ten­
lizzato da don Raimondi partendo musicali dei violinisti Michele co. Sull’esclusione da Sanremo e
dalla sua tesi di laurea alla Facoltà Raggi e Chiara Polenghi della sulle relative polemiche nemmeno
teologica dell’Italia Settentrionale scuola Giuseppe Ricca di Codogno, un accenno. Caso mai se l’è presa
sulla figura di monsignor Antonio fra gli applausi di un pubblico nu­ con i nostri governanti. Perché per
Acerbi, scomparso nel 2004, e svi­ merosissimo. Morgan sabato è stato «l’ultimo
luppato da don Enzo «per valoriz­ Sara Gambarini Da sinistra monsignor Ambrosio, don Raimondi e Zambarbieri al tavolo dei relatori giorno di libertà», giudizio esplici­
z a re u n p re t e tamente rivolto ai recenti fatti elet­
confratello della
Chiesa di Lodi,
avendo l’occa­
ILLUSTRATO A MALEO IL VOLUME, PRESENTE ANCHE IL VESCOVO DI PIACENZA torali: si è acceso la sua «sigaretta
di prammatica» e ha attaccato Né
Dio né padrone, il brano di Leo Fer­
sione di riordi­ ré nella traduzione italiana di En­
nare i suoi pre­
ziosi contributi
e riscoprire il
valore del Conci­
lio Vaticano II
che ha ancora
Monsignor Acerbi e il Concilio rico Medail. Una canzone “contro
tutto”, sfogo non solo politico ma
anche personale dopo le settimane
di gogna mediatica a causa dell’or­
mai famosa intervista rilasciata al
mensile «Max». Per il resto del

nella ricerca di don Raimondi


molto da dire». concerto Morgan ha giocato e si è
Un lavoro inten­ divertito, proponendo una scaletta Il cantante in un momento del
so diventato un “schizofrenica”, saltabeccando dai concerto; sotto il folto pubblico
libro anche gra­ cantautori alla pop­dance degli an­ che ha assiepato le poltrone
zie al sostegno ni Ottanta. E il pubblico dell’Audi­ dell’auditorium Bpl di Lodi
della Banca Cen­ torium Bipielle,
tropadana presieduta dal malerino praticamente
Serafino Bassanetti, che sabato esaurito in ogni
non ha fatto mancare la propria ordine di posti,
ammirazione per l’opera di don
Enzo Raimondi, a cui un grazie
sincero è giunto anche dal sindaco
Il libro valorizza ha gradito, elar­
gendo a più ri­
prese applausi e
di Maleo e presidente della Provin­
cia Pietro Foroni, che ha dichiara­
to: «Questo è un appuntamento im­
il pensiero ovazioni. Bello e
strano vedere
ragazzine emo­
portante per tutto il nostro territo­ zionarsi quando
rio che ha bisogno di cultura e di
identità, per cui occorre essere or­
del sacerdote l’ex giudice di X­
Factor, solo sul
gogliosi di figure come monsignor palco con il suo
Acerbi che vanno sempre valoriz­
zate».
lodigiano pianofor te e i
suoi “alambic­
Un apporto lodigiano di alto profi­ chi” elettronici,
lo storico e teologico sottolineato
anche dal moderatore e direttore
nel segno ha interpretato
alla sua maniera
del quotidiano «Il Cittadino» Fer­ alcuni brani sto­
ruccio Pallavera che, recuperando
alcuni contributi giornalistici di Il pubblico intervenuto sabato sera a Maleo per la presentazione del volume del Vaticano II rici e forse di­
menticati del no­
don Acerbi, ha sottolineato anche stro patrimonio
la sua attenzione verso il tema del­ musicale. Come
la pace e l’ammirazione di don Lontano dagli
Acerbi per Papa Paolo VI e il suo occhi, struggen­
pensiero: «Il nostro compito è quel­
lo di rendere la verità amabile».
Obiettivo che monsignor Acerbi e
don Enzo non hanno disatteso nei
Il ruggito di Leone un solo tocco la
gamma timbrica
di un’intera or­
chestra. La stessa
te canzone d’amore firmata da Ser­
gio Endrigo, oppure Albergo a ore,
storia noir resa celebre da Herbert
Pagani e Ornella Vanoni. Un’inter­
e poi reinterpreta suonando Pove­
ra patria, canzone che purtroppo
non passa mai di moda, Come un
cammello in una grondaia e L’ani­
loro studi commentati anche dal
vescovo di Piacenza monsignor
Gianni Ambrosio, che ha definito
il lavoro di don Enzo articolato e
ai fan della Gerundia capacità espressi­
va è visibile an­
che negli altri
pezzi in program­
pretazione sui generis di Amico
fragile, forse la vetta massima del­
l’ispirazione di Fabrizio De André,
ha chiuso la parte più intimistica
male. Umberto Bindi (Arrivederci),
Pino Donaggio (Io che non vivo) e
un tuffo nella produzione dei suoi
vecchi Bluvertigo (Altre forme di
coraggioso. «In questo libro don n Tutto esaurito all’accademia Gerundia per il concerto ma, a cominciare del concerto, lasciando poi spazio vita) fanno scivolare il concerto
Enzo si avventura da solo nella ri­ di Enea Leone, il chitarrista milanese che sabato pome­ da Invocation et a un Morgan istrionico e diverten­ verso la conclusione. Ma tra la sor­
cerca di un filo rosso nella multi­ riggio si è esibito sul palco di via Besana di fronte a un dance di Rodrigo, te. Prima un medley tra la strofe di presa generale, Morgan evita di
forme riflessione di don Acerbi pubblico composto, oltre che da numerosi lodigiani, da scritta prendendo Nel blu dipinto di blu e Altrove, cantare La sera, il brano escluso
che nessuno prima d’ora aveva ragazzi provenienti da Perugia, Alessandria e dalle altre spunto da una una delle canzoni più famose della dall’ultimo Sanremo. Preferendo
mai studiato ­ ha spiegato il vesco­ città italiane in cui questo giovane musicista ha avuto vecchia leggenda produzione “morgana”; e poi, bas­ concludere con Lontano lontano di
vo ­ problematizzandone le rifles­ modo di far conoscere il proprio talento. Perché di talento che narra la sfor­ so elettrico in mano e campionato­ Luigi Tenco: il perché è facilmente
sioni e esaminando con coraggio i si deve parlare se un compositore del calibro di Ennio tunata storia ri a fare da sezione ritmica, ecco i comprensibile.
pensieri teologici di uno studioso Morricone ha scelto di donare proprio a lui una serie di d’amore tra una ritmi pop di Wild Boys dei Duran Alla fine sono solo applausi, con lo
che non è un teologo e che esamina manoscritti non ancora editi, consentendogli di eseguirli fanciulla, pro­ Duran, brano simbolo della gene­ stesso Morgan che una volta in ca­
l’istituzione ecclesiastica in dialo­ in pubblico e inciderli in un disco: «Si tratta delle trascri­ messa sposa a un razione degli anni Ottanta, e altre merino ringrazia sentitamente Vi­
go con le altre istituzioni». Un’ana­ zioni di alcune celebri colonne sonore» spiega Leone, «ri­ Enea Leone, di scena alla Gerundia potente re, e uno chicche del decennio dei paninari. chy Management, la società che ha
lisi che secondo il vescovo è con­ scritte appositamente per chitarra dallo stesso Morricone zingaro. La prin­ Morgan ammette che la «musica organizzato il concerto, per la
dotta da don Enzo con «quell’ affet­ in collaborazione con Carlo Marchione. Il programma di cipessa tenta la fuga, ma incappa nelle ire del re che, acce­ contemporanea lo butta giù», e al­ splendida accoglienza e il pubblico
to e quella stima verso don Acerbi sala non lo prevede, ma ho deciso ugualmente di farvene cato dalla gelosia, la uccide; da quel momento, ogni volta lora, prima della pausa, parte un lodigiano, definito «caldo e compe­
che non gli impediscono di non se­ ascoltare tre: C’era una volta il west, The Mission, Il buo­ che in cielo sorgerà la luna piena, il giovane zingaro va­ altro omaggio ai cantautori d’an­ tente». E in grado di fargli cambia­
guirlo in quei sentieri che a don no, il brutto e il cattivo». Gli arrangiamenti sono splendidi gherà nella notte invocando la sua amata perduta, pre­ tan: questa volta tocca al livornese re umore, dopo le tante polemiche
Enzo paiono poco convincenti». e, grazie anche all’abilità tecnica di Leone, riescono a gandola di concedergli un’ultima danza. Le note con cui Piero Ciampi e alla sua splendida dei giorni scorsi e permettendogli
Umiltà, devozione e preghiera pe­ mantenere intatta la profondità della versione originale, si apre il brano sembrano palpitare proprio come langui­ Qualcuno tornerà. La seconda par­ di divertirsi e improvvisare mo­
rò restano per lo storico malerino guadagnandone semmai in levità ed eleganza. Leone le af­ de stelle e il pubblico, stregato dal tocco di Leone, se ne sta te dell’esibizione è un’ode a Battia­ strando soltanto il suo lato miglio­
dell’università di Pavia Annibale fronta con il dovuto coinvolgimento e le sue dita, morbide in silenzio, commosso, ad ascoltare. to, che Morgan imita a lungo ricor­ re: quello di musicista.
Zambarbieri i tratti più confiden­ o pungenti a seconda del brano, riescono a sintetizzare in Silvia Canevara dando una conversazione tra i due Fabio Ravera

n Accompagnata dal regista e con­ L O S P E T T A C O L O vare il coraggio di raccontare, di


duttore Pascal La Delfa, Eugenia sa­ spiegare a degli estranei il proprio
le sul palco e si apre al pubblico, un
pubblico di giovani come lei, raccon­
tando la sua esperienza. Eugenia, 23
anni, è una ragazza della Comunità
Sul palco per dire “no” a tutte le droghe percorso di vita, le proprie dramma­
tiche esperienze.
In Fughe da fermi lo fa Eugenia, una
giovane che ha vissuto e superato il
di San Patrignano che domani e do­ problema della tossicodipendenza: è
podomani, all’Auditorium della Bpl, Maurizio Cavatorta entrata in comunità quando aveva
porta in scena Fughe da fermi, uno quindi necessarie due rappresenta­ ra del racconto, stimolato a seguire zioni e ricerche sull’efficacia delle 18 anni e ora che ne ha 23 è giunta al­
spettacolo teatrale dedicato al mon­ zioni. Oltre al Lions Club Lodi Tor­ ogni capitolo della rappresentazio­ attività di prevenzione, svolte da San la fine del suo percorso. Proprio per
do della scuola e dei ragazzi come rione collaborano all’iniziativa an­ ne. Dal 2005 a oggi gli spettacoli di Patrignano dal 2002 ad oggi. questo può offrire ai suoi coetanei in
lei. Uno spettacolo semplice, fatto di che la Provincia di Lodi, la ditta prevenzione che San Patrignano sta «Otteniamo questi risultati perché sala una testimonianza diretta delle
canzoni e parole, qualche riferimen­ Anelli srl, l’AgeSC (Associazione ge­ portando in giro per l’Italia hanno operiamo su forme di comunicazio­ motivazioni che l’hanno portata ad
to letterario, filmati e musiche. Ra­ nitori della scuole cattoliche) e la toccato oltre 200 tappe e incontrato ne innovative ed apriamo una rela­ assumere sostanze e delle difficoltà
gazzi che parlano ai ragazzi e aprono Banca Popolare, che ha messo gene­ quasi 150mila ragazzi. Spettacolo e zione empatica ed emozionale con i incontrate nel reinserimento sociale
con loro un filo di comunicazione rosamente a disposizione l’Audito­ racconto, parole e musica, ma non ragazzi che seguono gli spettacoli», una volta recuperata. Eugenia ce la
per introdurre, da una prospettiva rium. solo. Anche informazioni scientifi­ dice il dottor Gianpaolo Brusini, tos­ fa, riesce a superare le barriere e a
insolita, un problema che conoscono Fughe da fermi è un format teatrale che: le droghe e i danni che esse pro­ sicologo e responsabile scientifico di stabilire con gli spettatori un lega­
bene avendolo vissuto in prima per­ inserito nel progetto nazionale di co­ vocano ai diversi equilibri fisiologi­ San Patrignano, che nei giorni scor­ Eugenia, attrice ex tossicodipendente me che prosegue dopo lo spettacolo.
sona: la droga. municazione e prevenzione del disa­ ci, psicologici e sociali delle persone si è stato a Lodi per presentare l’ini­ Ad ogni rappresentazione emerge
Organizzata dal Lions club Lodi Tor­ gio giovanile “Wefree” che si pone coinvolte sono raccontati in una ziativa. «Ai giovani mancano senti­ attuali, serie, piacevoli». Mentre, con forza il bisogno dei ragazzi di es­
rione, presieduto da Luisa Zanelli, come l’obiettivo di contribuire alla struttura narrativa veloce e leggera menti ed emozioni positive, che noi una ricerca condotta dall’Università sere ascoltati, di trovare altri ragaz­
l’iniziativa ha incontrato subito il diffusione di un messaggio chiaro e che consegna al pubblico immagini, adulti, la famiglia, la scuola, offria­ d’Urbino su 1180 studenti riminesi, zi o adulti attenti e disponibili, per­
sostegno di Giuseppe Bonelli, diret­ trasversale per l’educazione e la pre­ informazioni ed emozioni sul com­ mo loro sempre più di rado. Ed è in interrogati prima e dopo aver assi­ sone con cui sia possibile instaurare
tore dell’Ufficio scolastico provin­ venzione dell’uso delle droghe. È il plesso tema della tossicodipendenza. questo vuoto affettivo ed educativo stito a Fughe da fermi, afferma che il un dialogo consapevole e profondo.
ciale, che ha coinvolto presidi ed in­ diario di un viaggio alla ricerca di se Obiettivo dello spettacolo è quello di che la droga trova il suo spazio». campione inizialmente favorevole Il proseguimento naturale delle
segnani di tutte le scuole superiori stessi narrato dalla viva voce di chi portare i ragazzi ad aprirsi e raccon­ Secondo la società di ricerca Mil­ all’uso di droghe o che considera lo emozioni generate dagli spettacoli
del Lodigiano. Sono così 1.300 gli stu­ racconta la propria esperienza di vi­ tarsi e, nello stesso tempo, di fornire lward Brown, i ragazzi tra i 14/20 an­ “sballo” in grado di conciliarsi con trova così sfogo nell’ambiente giova­
denti che assisteranno alla perfor­ ta. Grazie a un percorso narrativo ti­ strumenti utili di discussione e di ri­ ni d’età che hanno assistito alle rap­ la vita di tutti i giorni, dopo la rap­ nile per eccellenza, la rete, in uno
mance, così tanti da superare la ca­ picamente teatrale, lo spettatore vie­ flessione. I risultati di questa inizia­ presentazioni le hanno considerate presentazione si è ridotto del 50%. spazio multimediale dedicato alla
pienza dell’Auditorium e da rendere ne pian piano coinvolto dall’atmosfe­ tiva? Ottimi. Lo confermano valuta­ dall’80 al 98% dei casi, «coinvolgenti, Non è facile salire su un palco e tro­ prevenzione: www.wefree.it.
20 LUNEDÌ 8 MARZO 2010

il Cittadino
Televisione
SEGNAFILM PER I 200ANNI DELLA NASCITA DEL GRANDE PIANISTA POLONIA E MONDO INTERO SI MOBILITANO
L’esordio Usa di Muccino su Canale Cinque
n LUNEDÌ 8 ­ Italia 1 ore 21,10
“Mission: Impossible 2”, di John Woo
con Tom Cruise, Thandie Newton e Ving
Rhames. L’agente speciale Ethan Hunt è
trascorrere dei giorni....
GIOVEDÌ 11 ­ Canale 5 ore 21,10 “La
ricerca della felicità” di Gabriele
Muccino con Will e Jaden Smith. È dura,
Chopin, un anno nel segno del genio
n La sua città è immersa nei festeggia­ si vede ovunque il la propria visita, lasciando alcuni dati
richiamato di gran carriera all’ordine. molto dura negli States sbarcare il menti dal 16 di dicembre scorso, ma la ritratto di Chopin, e fondamentali affinché sia possibile co­
Una banda di criminali si appresta a lunario quando non hai un lavoro, la “festa” proseguirà per tutto il 2010, due­ persino le panchine struire per ciascuno un percorso specifi­
diffondere sulla terra il virus Chimera. moglie ti molla e hai un figlio piccolo da centesimo anniversario della nascita. suonano le sue com­ co. In base ai dati raccolti, sarà creata
Come fare a fermarli? tenere a bada. Esordio americano per il Fryderyk Chopin (1810­1849), il composi­ posizioni: basta se­ una speciale card, che ogni visitatore
MARTEDÌ 9 ­ Retequattro ore 21,10 nostro Muccino senior. tore e pianista polacco, che nacque a Ze­ dersi, toccare un ta­ porterà con sé e inserirà nelle postazioni
“Nemiche amiche”, di Chris Columbus VENERDÌ 12 ­ Premium emotion ore 21 lazowa Wola, un paese a pochi chilometri sto speciale, e subi­ durante il percorso visita: di volta in vol­
con Julia Roberts e Susan Sarandon. “Un bacio appassionato”, di Ken Loach da Varsavia, e visse nella capitale polac­ to il suono del pia­ ta l’elettronica gli sarà così d’aiuto per
Due donne si contendono l’amore di due con Atta Yqub e Eva Birthistle. Nella ca fino al 1830, anno in cui dovette scap­ noforte si diffonde. creare precisi approfondimenti. Si po­
bambini. Solo che la prima è la nuova Scozia più evoluta, quella di Glaslow, le pare a causa della Rivolta di novembre, Il culmine di queste tranno sentire brani musicali, sarà pos­
compagna del padre dei pargoli e la unione miste sono sistematicamente ebbe sempre nel cuore la sua patria, e, a giornate, a Varsa­ Fryderyk Chopin sibile venire a conoscenza di notizie nuo­
seconda la madre naturale. Il bisticcio si messe al bando e ostacolate. Allora per due secoli dalla nascita, la Polonia vuole via, è stato toccato ve sulla vita di Chopin, oltre a vedere i
risoverà in maniera inattesa... una ragazza del luogo e un pakistano le ricordare degnamente il nome di uno dei proprio lo scorso 1 marzo, con l’apertura suoi oggetti personali, libri, appunti e
MERCOLEDÌ 10 ­ Raisat Cinema ore 21 cose si complicano maledettamente. pianisti che ha segnato la storia della dello Chopin Museum, il cui allestimen­ diari, fino all’ultima sala:
“Le chiavi di casa”, di Gianni Amelio SABATO 13 ­ La7 ore 18 “Superman III”, musica: «L’anno di Chopin sarà quello to è stato affidato ad uno studio italiano, In occasione dell’Anno di Chopin, sarà a
con Charlotte Rampling, Kim Rossi di Richard Lester con Christopher Reeve della cultura polacca –ha dichiarato Bo­ Migliore­Servetto, in Palazzo Ostrogski, breve risistemata completamente l’orga­
Stuart e Andrea Rossi. Un adolescente e Richard Pryor. Il più beatlesiano dei gdan Zdrojewski, ministro della Cultura e il Gran Gala Concert al Teatr Wiekli­ nizzazione degli spazi del primo museo
gravemente disabile dalla nascita è registi inglese alle prese con il terzo ­ nel miglior senso della parola». Ben det­ Polish National Opera, dove diversi mu­ per Chopin, quello nella sua città natale,
accompagnato per delle importanti cure episodio della saga del superoe più to: se Varsavia può essere un termine di sicisti internazionali hanno interpretato ricavato in quella che era la sua casa,
a Berlino dal padre che anni prima lo popolare del mondo. Stavolta il pericolo confronto su come stiano andando le ce­ le musiche di Chopin. mentre sono già finiti i restauri della
aveva abbandonato. La ricongiunzione è gravissimo per l’umanità: c’è chi vuole lebrazioni in tutto il mondo, certamente Si tratta di un progetto unico in Europa e chiesa di Zelazowa Wola, dove Chopin
tra genitore e figlio sulle prime è rubare tutto il petrolio del mondo. Come non si può fare a meno di notare la cura l’unicità sta nel tipo di interazione che si era stato battezzato. Info.
alquanto complicata, ma con il impedirlo? (Fabio Francione) assoluta che sta guidando l’organizzazio­ vuole creare con il visitatore: ogni perso­ www.chopin2010.pl
ne di ogni piccolo dettaglio. Per le strade na, infatti, dovrà registrarsi e prenotare Marta Calcagno Baldini

RAIUNO RAIDUE RAITRE RETE 4 CANALE 5 ITALIA 1 LA7


GIORNO
06.00 ATTUALITÀ Euronews 06.00 VIDEOFRAMMENTI 06.30 RUBRICA Il caffè 05.50 TELEFILM Boston legal 06.00 06.10 SITCOM Hot Properties 06.00 Tg La 7
06.10 RUBRICA Bontà sua 06.35 TELEVENDITA 07.55 NEWS Traffico 06.40 CARTONI
Prima pagina

conduce Maurizio Costanzo 06.10 RUBRICA Tg2 Medicina 33 06.45 RUBRICA Italia, istruzioni 07.57 NEWS Meteo 5
Scanzonatissima di Corradino Mineo - Meteo

06.30 Tg 1 06.25 REALITY SHOW L'isola 07.05 TELEFILM Bianca 07.58 NEWS Borse e monete
Mediashopping - Rascal il mio amico orsetto - Oroscopo

06.45 ATTUALITÀ Unomattina 07.30 TGR Buongiorno Regione 07.35 TELEFILM Vita da strega 08.00 07.00 RUBRICA Omnibus
per l'uso - Shizuku - Traffico

07.00 Tg 1 06.55 RUBRICA Quasi le sette 08.00 NEWS Rai News 24 08.05 TELEFILM Nash bridges 08.40 SHOW Mattino cinque 09.15 ATTUALITÀ Omnibus Life
dei famosi Tg5 - Mattina - Le avventure

07.30 Tg 1 L.I.S. 07.00 RUBRICA Cartoon Flakes 08.15 RUBRICA La Storia siamo noi 09.00 TELEFILM Hunter con Federica Panicucci Rotocalco di approfondimento
di Piggley Winks

07.35 TG Parlamento 07.25 CARTONI 09.15 RUBRICA Figu 10.12 RUBRICA Ieri e oggi in Tv e Claudio Brachino dinamico e pungente
- Scooby Doo

08.00 Tg 1 10.20 TELEFILM Carabinieri 09.57 REALITY SHOW Grande 10.10 ATTUALITÀ Punto Tg
- Heidi

08.20 TG 1 Focus 09.20 RUBRICA Cominciamo Bene 11.25 Anteprima Tg4 10.15 RUBRICA Due minuti
- La casa di Topolino - Album di persone notevoli - Willcoyote

09.00 Tg 1 11.30 Tg4 10.00


e Pippo fratello - Pillole - Tom & Jerry

09.05 Tg della Storia 10.00 RUBRICA Cominciamo Bene 11.54 NEWS Meteo 11.00 RUBRICA Forum 08.40 SITCOM Friends 10.20 RUBRICA Movie Flash
- Tom E Jerry - Prima Tg5 - Ore 10 - Bugs Bunny un libro

09.30 Tg 1 Flash 11.00 EVENTO Celebrazione 11.58 Tg4 con Rita Dalla Chiesa 09.10 SHOW Polpette 10.25 TELEFILM Matlock
- Agente speciale Oso

10.00 RUBRICA Verdetto Finale 12.00 NEWS Vie d'italia 13.00 10.40 SHOW Capogiro - L'amica di Julie
- La famiglia Passiflora

con Veronica Maya 13.39 NEWS Meteo 5 11.45 RUBRICA Jekyll - Polizza sulla vita
- Miss Spider's della Giornata Tg5

10.50 RUBRICA Appuntamento 09.30 RUBRICA Sorgente di vita 12.00 Tg 3 12.02 TELEFILM Er - Medici 13.41 SOAP Beautiful 12.15 RUBRICA Nella rete di Jekyll 12.30 Tg La7
- I Lunnis Internazionale della Donna - Notizie sul traffico

10.00 Tg2punto.it 12.25 Tg3 Shukran 14.07 REALITY SHOW Grande 12.25 Studio aperto 12.55 NEWS Sport 7
11.00 RUBRICA Occhio alla spesa 11.00 SHOW I Fatti Vostri 12.45 RUBRICA Le storie 12.55 TELEFILM Detective 13.00 NEWS Studio sport 13.00 RUBRICA Movie Flash
al cinema in prima linea

conduce Alessandro Di Pietro 13.00 Tg 2 Giorno 14.10 SOAP Centovetrine 13.05 TELEFILM Jag
fratello - Pillole

11.25 Che tempo fa 13.30 Tg2 13.10 TELEFILM Julia 13.50 RUBRICA Il tribunale di Forum 14.45 TALK SHOW Uomini 13.02 NEWS Studio sport
- Diario Italiano in corsia - Anticipazioni

11.30 Tg 1 14.00 Tg Regione 13.40 CARTONI - Imboscata


Avvocati in divisa

12.00 SHOW La prova del cuoco 13.50 Tg 2 Medicina 33 14.20 Tg 3 14.05 RUBRICA Sessione con Maria De Filippi 14.05 FILM Speriamo
Costume e società - Anteprima e donne

conduce Elisa Isoardi 14.00 RUBRICA Il fatto del giorno 14.50 TGR Leonardo 16.15 REALITY SHOW Amici
- American dad

13.30 Tg 1 con Monica Setta 15.00 TGR Neapolis 16.55 ATTUALITÀ Pomeriggio con Catherine Deneuve,
pomeridiana - Il tribunale - I Griffin che sia femmina

14.00 Tg 1 Economia 14.45 RUBRICA Italia sul due 15.10 TG3 Flash L.I.S. 15.10 TELEFILM Wolff un poliziotto 15.00 TELEFILM Smallville Giuliano Gemma,
di Forum - I Simpson

14.10 RUBRICA Bontà sua 16.10 TELEFILM La Signora 15.15 RUBRICA Trebisonda con Barbara D’Urso 16.00 SITCOM Zack & Cody Stefania Sandrelli
cinque

14.30 SHOW Festa Italiana 15.20 CARTONI Lazy Town 16.15 SOAP Sentieri 18.00 - regia di Mario Monicelli
a Berlino

conduce Caterina Balivo 16.55 RUBRICA Cuore di mamma 15.40 RUBRICA Melevisione 16.30 FILM Airport '77 18.50 GIOCO Chi vuol essere 16.50 MINISERIE Zoey 101 16.00 RUBRICA Atlantide
del West Tg5 - 5 minuti al grand hotel

16.15 SHOW La vita in diretta con Amadeus 16.00 TG3 GT Ragazzi con Jack Lemmon 17.25 CARTONI
16.50 Tg Parlamento 18.05 Tg 2 Flash L.I.S. 16.10 RUBRICA Trebisonda - regia di Jerry Jameson con Gerry Scotti conduce Greta Mauro
milionario - Storie di uomini e mondi

17.00 Tg 1 18.10 SPORT Rai TG 17.00 RUBRICA Cose dell'altro Geo (USA) - 1977 19.44 18.00 TELEFILM Relic Hunter
- Kilari

17.10 Che tempo fa 18.30 NEWS TG 2 17.50 RUBRICA Geo & Geo 18.55 Tg4 20.00 - Sfida mortale
Tg5 - Anticipazione - Ben 10

18.50 QUIZ L'eredità 19.00 REALITY SHOW L'isola 19.00 Tg 3 19.19 NEWS Meteo 20.30 NEWS Meteo 5 18.30 Studio aperto 19.00 TELEFILM Crossing Jordan
Tg5 - I pinguini di Madagascar

Conduce Carlo Conti 19.30 Tg Regione 19.23 Tg4 20.31 SHOW Striscia la notizia 19.00 Studio sport - Segreti e bugie (1a parte)
20.00 Tg 1 19.40 TELEFILM Squadra Speciale 20.00 ATTUALITÀ Blob 19.35 SOAP Tempesta d'amore 19.30 SITCOM La Vita secondo Jim 20.00 Tg La7
dei famosi

20.30 GIOCO Affari tuoi 20.15 SOAP Un posto al sole 20.30 TELEFILM Walker Texas con Michelle Hunziker 20.05 CARTONI I Simpson 20.30 RUBRICA Otto e mezzo
- La voce dell’influenza

Conduce Max Giusti 20.30 Tg 2 21.05 Tg3 ed Ezio Greggio 20.30 GIOCO Cento x cento con Lilli Gruber
Cobra 11
Ranger

SERA
21.10 SERIE TV Il Commissario 21.05 TELEFILM Cold Case 21.10 RUBRICA Chi l’ha visto? 21.10 FILM Lo chiamavano 21.10 SHOW Grande fratello 21.10 FILM Mission Impossible 2 21.10 ATTUALITÀ L'infedele
23.15 RUBRICA Replay 00.20 SHOW Mai dire Grande 23.35 FILM Giochi di potere 23.40 RUBRICA Senza tituli
23.00 23.25 NEWS TG 2 conduce Simona Rolandi 23.45 FILM Forza d'urto con Gregory Harrison, 00.40
Montalbano - Delitti irrisolti Bulldozer

23.05 FILM The Hunted - La preda 23.40 RUBRICA La Storia siamo noi e Alessandro Antinelli con William Forsythe, 01.00 Tg5 notte Daryl Hannah, 01.00 RUBRICA Movie Flash
Tg 1 fratello Tg La7

00.40 00.40 RUBRICA Secondo canale 00.00 Tg3 Linea Notte Lance Henriksen 01.29 NEWS Meteo 5 Doug Savant 01.05 FILM Le motorizzate
01.10 01.20 RUBRICA Protestantesimo 00.10 Tg Regione - regia di Craig R. 01.30 SHOW Striscia la notizia - regia di Armand Mastroianni con Totò,
TG 1 Notte

01.20 RUBRICA Appuntamento 01.50 RUBRICA Almanacco 01.00 RUBRICA Appuntamento Baxley (Canada / USA) - 2000 Ave Ninchi,
Che tempo fa

02.00 Meteo 2 (USA) 1991 con Michelle Hunziker 01.35 SHOW Poker1mania Bice Valori,
- La voce dell’influenza

01.25 RUBRICA Sottovoce 02.10 RUBRICA Rainotte 01.10 RUBRICA Fuori orario 01.30 ed Ezio Greggio 02.30 NEWS Studio aperto Walter Chiari
al cinema al cinema

01.55 RUBRICA Rewind 02.30 FILM TV Senza scampo 01.45 RUBRICA Pianeta mare (replica) - regia di Marino Girolami
Tg4 - Rassegna stampa

02.30 CONTENITORE Rainotte 03.20 DOCUMENTARIO Borneo, 02.15 RUBRICA Rainotte 02.32 RUBRICA Vivere meglio 01.57 TELEVENDITA 02.45 TELEFILM 24 (Italia) - 1963
Cose (mai) viste - La giornata

02.31 VIDEOFRAMMENTI 03.35 TELEFILM Law & Order 03.30 TELEVENDITA 03.10 RUBRICA Otto e mezzo
03.00 ATTUALITÀ Rai News 24 02.10 REALITY SHOW Amici 03.50 RUBRICA Due minuti
nella terra dei tagliatori - Inconscio magia e psiche Mediashopping

03.00 FILM Bonnie e Clyde 03.35 RUBRICA Videocomic - Prendersi cura (replica) 03.50 FILM Delitti e profumi
SuperStar di testa Unità speciale Mediashopping

04.10 RUBRICA Tempo reale 03.40 RUBRICA Riflettendo con... 04.25 TELEFILM Alfred Hitchcock 02.40 TELEFILM Cinque in famiglia con Jerry Calà, Invito alla lettura
- Meteo un libro

con Paolo Villaggio, 04.15 RUBRICA NET.T.UN.O. 03.45 NEWS USA 24H - La vendetta - Un salto nel passato Umberto Smaila, e proposte editoriali,
all'italiana

Ornella Muti, 04.10 ATTUALITÀ Dentro la notizia 04.52 SHOW Peste e corna 04.15 TELEFILM Silvia Annichiarico, in compagnia
- regia di Steno 04.15 ATTUALITÀ Magazine Mara Venier. di Alain Elkann
- Network per l'Università

(Italia) - 1983 05.00 Classici della psicologia 04.59 SHOW Come eravamo - La scommessa regia di Vittorio De Sisti. 03.55 ATTUALITÀ CNN News
Ovunque e gocce di storia Una nuova vita per Zoe

04.35 FILM TV Poliziotti d'Europa 05.45 Tg2 Costume e società 05.10 ATTUALITÀ America Today 05.25 più importante - Italia 1988. Collegamento in diretta
tematico

- Il Bruto di Bisamberg 06.00 VIDEOFRAMMENTI 05.15 VIDEOFRAMMENTI 05.45 SHOW Peste e corna 05.31 Tg5 notte (replica) 05.25 TELEVENDITA con la rete televisiva
Tg4 - Rassegna stampa

05.45 ATTUALITÀ Euronews Scanzonatissima Superzap e gocce di storia 06.00 Prima pagina Mediashopping americana

CANALE TV. 10 (H), 13 (A),


TELEPACE 18 (F), 21, 29, 47, 53, 58, 68 SKY CINEMA 1 SKY SPORT 1 SAT2000 RADIO LODI
06.00 16.25 RUBRICA Preghiera Per 06.00 FILM The Horsemen 06.00 Fiorentina - Juventus 12.00 Notiziari nazionali. ogni .24
06.35
Itinerari D'arte
07.40 FILM Milk 21.00 06.30 Bologna - Napoli 21.00 12.05
Tg2000
Notiziari locali. ogni .01 dalle
dell’ora dalle 7.24 alle 19.24
07.00 16.25 09.50 EVENTO La notte degli 07.00 I Signori del Calcio 13.09
Appunti Di Viaggio L'anno Sacerdotale Formato famiglia

07.25 17.00 RUBRICA 14.00


La Voce Delle Donne Adorazione Eucaristica Daniel Boone
Appuntamenti del Lodigiano.
9.01 alle 20.01
08.00 Euro Calcio Show 14.10
Programmazione Oscar 2010 - Vialli Tg Ecclesia

08.45 17.05 RUBRICA Il Servo Di Dio 10.10 FILM The wrestler 08.30 Fiorentina - Juventus 14.30
Telepace Gocce Di Spirito - I vincitori Detto tra noi - 7.48 - 8.48 - 10.48 - 12.48 -

17.35 12.00 FILM Questo piccolo 09.00 Preview 16.00 Lodi in linea - Rubriche
Apostolato Della 1x1 Giovani in diretta 16.48

08.50 RUBRICA Il Volto Dei 16.15 di informazione, cultura


Preghiera Gesù Cristo Portatore Tg 2000
e intrattenimento. - ogni .18
18.00 regia di Riccardo Donna 09.30 Gnok Calcio Show 16.49
Dell'acqua Viva grande amore Champions League Tesori di Arte Sacra

09.00 18.20 13.55 FILM Ballare conduce Gene Gnocchi 17.10


Santi Telepace Armenia Detto tra noi
Passaporte Latino. alle 12.30
dell’ora dalle 7.18 alle 19.18
09.45 RUBRICA Preghiera Per 18.35 10.30 Roma - Milan 17.30
Santa Messa Dalle Tenebre Una Luce Missioni Don Bosco
Happy Hour. dalle 19.00
19.00 15.30 FILM Un matrimonio 11.00 Euro Calcio Show 18.00
I Grandi Veneti Dell'800 Per Un Sogno Mosaico

09.45 19.15 11.30 Inter - Genoa 18.30 Cinema. - 9.48 - 11.48 - 13.48
L'anno Sacerdotale Notiziario Santo Rosario alle 20.00

10.00 19.30 17.10 FILM Incinta o...quasi 12.00 I Signori del Calcio 19.32
Perché Abbiano Vita Tg Regionale all'inglese Formato Famiglia
MEP - Musica e Parole.
I LOVE SHOPPING WIGAN ATH. - LIVERPOOL - 15.48 - 18.48 - 19.48
12.00 20.00 18.45 FILM The Women 22.50 FILM Sex and the city 21.00 Wigan Ath. - Liverpool 19.40
Lettere a Don Guido Recita Del S.Rosario Detto tra noi

12.40 20.05 20.40 SKY Cine News 01.20 FILM Un matrimonio 13.00 Euro Calcio Show 23.00 SPECIALE 20.00
Il Servo Di Dio Giovanni Gocce Di Spirito - Vialli Pomeriggio Tg2000 - Lun - Ven 18.00 - 19.00
13.25 SPECIALE Il Fatto 20.30 21.00 FILM I love shopping 13.30 Highlights Serie A 21.00
Santa Messa Doctor Book Retro scena

13.35 20.55 SPECIALE Ci Fu Un Uomo regia di P.J. Hogan con Jessica Biel, 14.00 Gnok Calcio Show 00.00 Mondo Gol 21.25
Quaresima In Famiglia all'inglese Calciomercato... Tg
Frequenze d’ascolto.
14.00 RUBRICA Telepace Sette con Isla Fisher, Colin Firth 15.00 Serie A Review 01.00 Euro Calcio Show 21.32
Appunti Di Viaggio Il GrandeTalk Oggi

14.30 RUBRICA Passio 2010 21.00 RUBRICA Saul 2000 Hugh Dancy, 03.00 FILM Questo piccolo 18.00 Gnok Calcio Show 01.30 Numeri Serie A 21.40 88.850 Mhz,
Mandato Da Dio Detto tra noi Nord Lodigiano e SudMilano.
Lodi città. 100.500 Mhz,
15.30 SPECIALE 21.50 Joan Cusack, 19.00 Euro Calcio Show 02.00 Futbol Mundial 22.10
Documentario
Provincia di Lodi. 89.00 Mhz
22.20 SPECIALE Fadi John Goodman 04.55 FILM Ballare 19.30 Numeri Serie A 02.30 Serie A Review
L'anno che Verrà grande amore 1x1 Giovani in
Internet. www.radiolodi.it
16.00 22.45 USA - 2009 20.00 Mondo Gol 05.30 Euro Calcio Show 23.40 Formato famiglia
Parigi - Valdocco diretta

SMS 338-4237105
Santo Rosario Tg Regionale Per Un Sogno Richieste brani musicali.
LUNEDÌ 8 MARZO 2010 21
il Cittadino
Sezione

Sport
Lo sport 13.00
15.15
Italia 1
Eurosport
Notiziario: Studio Sport
Ciclismo: Parigi
19.00 Italia 1 Notiziario:
Studio Sport
1.00
3.00
Sport Italia Rubrica: NBA TV
Sky Sport 2 Wrestling: WWE Domestic
-Nizza (Tappa 1) 20.00 Sport Italia Rubrica: Solo Calcio Raw
18.00 Eurosport Salto con gli sci: CdM (HS 21.00 Sky Sport 1 Calcio:
127 Qualifiche) Wigan-Liverpool (Premier
18.00 Sport Italia Rubrica: Road League)
to London 23.15 Rai Tre Rubrica: Replay
18.10 Rai Due Notiziario: Rai 23.30 Sport Italia Rubrica: Solo Calcio
TG Sport 23.40 La7 Rubrica: Senza tituli

27ª GIORNATA ECCELLENZA GIRONE A CLASSIFICA


Totale In casa Fuori casa Reti Media
INSUBRIA ­ CAIRATE 0 ­ 1 Squadre Pt. Gioc. Vinte Pareg. Perse Gioc. Vinte Pareg. Perse Gioc. Vinte Pareg. Perse Fatte Subite Inglese
BAREGGIO ­ SARONNO 0­2
SARONNO 55 26 16 7 3 13 8 2 3 13 8 5 0 56 23 3
SETTIMO MIL. ­ RONCALLI 1­3
VERBANO 50 26 13 11 2 13 6 6 1 13 7 5 1 49 32 ­2
FANFULLA ­ VERBANO 0­2
GAVIRATE ­ VILLANTERIO 1 ­ 0 INVERUNO 49 26 15 4 7 13 6 4 3 13 9 0 4 42 23 ­3
INVERUNO ­ SANCOLOMBANO 1 ­ 1 GAVIRATE 43 26 12 7 7 13 7 4 2 13 5 3 5 37 28 ­9
LUINO ­ MAGENTA 2 ­ 1 INSUBRIA 43 26 12 7 7 13 9 2 2 13 3 5 5 37 30 ­9
SOMMESE ­ NAVIGLIO TREZZ. 0 ­ 0 FANFULLA 38 26 10 8 8 13 5 5 3 13 5 3 5 37 31 ­14
TRIBIANO ­ CRESCENZAGO 0 ­ 0 CRESCENZAGO 38 26 10 8 8 13 5 4 4 13 5 4 4 32 30 ­14
VILLANTERIO 36 26 8 12 6 14 5 7 2 12 3 5 4 34 32 ­18
NAVIGLIO TREZZ. 36 26 10 6 10 13 8 1 4 13 2 5 6 28 26 ­16
PROSSIMO TURNO SANCOLOMBANO 35 26 8 11 7 13 8 4 1 13 0 7 6 32 27 ­17
RONCALLI ­ SOMMESE CAIRATE 33 26 9 6 11 12 4 4 4 14 5 2 7 22 30 ­17
CRESCENZAGO ­ FANFULLA SOMMESE 32 26 8 8 10 14 6 3 5 12 2 5 5 32 34 ­22
SARONNO ­ GAVIRATE RONCALLI 31 26 8 7 11 13 3 5 5 13 5 2 6 29 37 ­21
MAGENTA ­ INSUBRIA
LUINO 30 26 6 12 8 12 4 4 4 14 2 8 4 29 31 ­20
NAVIGLIO TREZZ. ­ LUINO
SETTIMO MIL. 22 26 5 7 14 14 2 5 7 12 3 2 7 24 48 ­32
VILLANTERIO ­ INVERUNO
SANCOLOMBANO ­ SETTIMO MIL. MAGENTA 21 26 4 9 13 12 3 4 5 14 1 5 8 25 39 ­29
CAIRATE ­ TRIBIANO BAREGGIO 21 26 5 6 15 13 3 4 6 13 2 2 9 28 50 ­31
Attimi di paura in campo per l’infortunio a Barbazza, colpito duro da Egbedi VERBANO ­ BAREGGIO TRIBIANO 18 26 4 6 16 13 2 3 8 13 2 3 8 25 47 ­34

CALCIO ­ ECCELLENZA/GIRONE A n ALLA SQUADRA BIANCONERA, IN EMERGENZA PER SQUALIFICHE E INFORTUNI, NON BASTA LA GENEROSITÀ

Fanfulla, una giornata da dimenticare


Sconfitta pesante contro il Verbano, a cui basta il primo tempo
FANFULLA 0 LE PAGELLE DEI BIANCONERI
VERBANO 2 Ä RIPAMONTI 6,5
FANFULLA: Ripamonti, Orsini, Ennor, Rus­ Ancora una volta il portiere lecchese classe '90 si dimostra reattivo, al
so (1' st Oddone), Cataldo (13' st Demiche­ punto da evitare al Fanfulla di subire almeno un paio di reti quando, nel­
le), Barbazza, Trabatti, Misso, Campagnoli, la ripresa, gli spazi a disposizione degli attaccanti del Verbano aumenta­
Grego, Mariani (35' pt Rizzo). All.: Polizzotto no. Non ha responsabilità in occasione dei due gol segnati da Micheli e
Gasparri.
VERBANO: Pettoel, Tersigni, Burraschini,
Marzio, Roncato, Garbero, Gasparri (43' st
Ä ORSINI 6
Torna titolare dopo il turno di riposo che gli ha concesso Polizzotto mer­
Beretta A.), Mavilla, Beretta G.(24' st Egbe­ coledì a Gavirate. Fatica ad entrare in partita, tanto che nell'azione della
di), Andriulo, Micheli (34' st Lazzarini). All.: prima rete del Verbano si fa superare troppo facilmente. Si rinfranca stra­
Cavicchia (squalificato, in panchina Borghi) da facendo, ritrovando autorità nella ripresa. Dopo l'uscita di Cataldo, si
cimenta nell'inedito ruolo di difensore centrale con risultati interessanti.
ARBITRO: Marini di Messina
Ä ENNOR 6+
RETI: 14' pt Micheli, 25' pt Gasparri Inizia nel ruolo di terzino sinistro, man mano che il Fanfulla perde i pez­
zi alza la sua posizione. Dopo l'espulsione di Grego gioco da ala destra,
NOTE: spettatori 300 circa, calci d'angolo provando generosamente in un paio di circostanze l'incursione nell'affol­
2­1 per il Verbano. Espulso Grego per prote­ lata area varesina.
ste al 22' della ripresa, ammoniti Barbazza
e Beretta G. Ä RUSSO 6
Impegnato a fare da supporto a Misso, più volte "ringhia" sulle avanzate
LODI Giornata nera per il Fanfulla. di Mavilla. Generoso a rimanere in campo dopo la mezz'ora quando
Tra infortuni, espulsioni e contesta­ stringe i denti nonostante un affaticamento muscolare (dall’1’ st ODDO­
zioni degli ultras ("Tirate fuori la NE 6+ ­ Rientra in maniera convinta dopo aver saltato la gara infrasetti­
grana" cantano verso la tribuna vi­ manale di Gavirate. Non si limita a coprire, visto che nel finale effettua
sta l'enigmatica situazione societa­ Ripamonti, tra i bianconeri più positivi contro il Verbano, salva di piede su conclusione di Gasparri (foto Vistarini) un paio di azioni personali che lo portano al cross dal fondo).
ria) arriva una
sconfitta pesan­ Ä CATALDO 6­
te. Almeno l'im­ Non è impeccabile in occasione delle
pegno non man­ reti ospiti, ma non si scoraggia e accet­
ca ai quasi tutti ta di buon grado il ruolo di "chioccia"
under giocoforza della sempre più giovane difesa fan­
schierati. In pro­ fullina. Esce a causa di un infortunio
spettiva l'espul­ (dal 13’ st DEMICHELE 6 ­ Gioca da
sione di Grego terzino sinistro, badando a mantenere
aggrava la situa­ la posizione).
zione, già pesan­
te per gli infortu­ Ä BARBAZZA 6­
ni di Mariani, Riscatta un avvio di gara non memo­
Russo e Catal­ rabile lottando con coraggio anche
do.La prima oc­ nella ripresa. Ad un certo punto, l'89
casione capita ai lodigiano si ritrova ad essere il vetera­
lodigiani (in ine­ no della difesa....
dita tenuta bian­
cazzur ra stile
Ä TRABATTI 6+
Brescia) al 5': Il 16enne centrocampista è un diesel:
Grego da destra parte un po' lento, complice l'evidente
tocca al centro emozione per il debutto casalingo da
dove Campagno­ titolare, poi acquista autorevolezza.
li fa da sponda Nella ripresa vince tanti contrasti, ma
all'indietro per l'inferiorità numerica ne limita le
Misso, autore di avanzate.
un tiro di poco a Orsini al cross: non è mancato l’impegno dei più giovani
lato a posizione
Ä MISSO 6
Butta in campo tutto quello che può
centrale. Rispon­
dare. Pressato in avvio di azione da
de all'11' il Verba­
Micheli e Mavilla, tenta comunque di
no con un'incur­
fare da sponda ai compagni. Nella ri­
sione sulla sini­
stra di Gasparri,
contrato con suc­
Mariani, Cataldo presa mantiene le distanze in una
squadra di cui, insieme a Rizzo, è
l'unico senior rimasto in campo dal
cesso in uscita di
piede da Ripa­
monti. Gran
e Russo si fanno male, 22' del secondo tempo.
Ä CAMPAGNOLI 6+
pressing a cen­
trocampo dei va­
re s i n i , G re g o
Grego si fa espellere La deviazione di testa al 14’ del primo tempo di De Micheli che, anticipando i difensori, regala il vantaggio agli ospiti
Schierato nel ruolo di centravanti, ri­
paga la fiducia di Polizzotto con due
belle sponde per Misso nel primo tem­
svaria da una fa­ po. Corre tantissimo, alla fine è stre­
scia all'altra. Al 14' il Verbano se­ raddoppio ospite. Al 25' Andriulo sviluppi di un corner. Perde un al­ dal limite, sul rimpallo l'arbitro ne mato.
gna. Merito, certo, di Andriulo e Mi­ appoggia al centro per Micheli; sul tro pezzo Polizzotto in avvio di ri­ ostruisce involontariamente la cor­
cheli, rispettivamente protagonisti rimpallo non arriva nessun fanful­ presa visto che il dolorante Russo è sa . Il capitano ha un breve collo­ Ä GREGO 5,5
un preciso cross e di un preciso toc­ lino, la palla va sul palo destro dove costretto a cedere il posto ad Oddo­ quio con il direttore di gara che su­ Mezzo punto in meno per l'espulsione. Ma ad onore di Grego va l'onesta
co di testa da posizione centrale: ma Gasparri, tutto solo, appoggia con il ne: salgono così a sette gli under del bito lo espelle. Entra Egbedi, che al ammissione a fine gara di aver proferito una bestemmia, di cui ha chiesto
la difesa fanfullina non è reattiva. più facile dei tocchi alle spalle di Ri­ Fanfulla in campo. Si salva d'istinto 26' travolge impunemente Barbazza, subito scusa.
La gara riparte, Campagnoli appog­ pamonti. Primo tiro nello specchio Ripamonti al 3' sul diagonale di Ga­ soccorso dall'unico massaggiatore
gia a Misso che dall'altezza del rigo­ della porta di Grego, al 31', centrale sparri; al 13' anche Cataldo si fa ma­ presente, cioè quello del Verbano. Si Ä MARIANI 6
re si vede il tiro deviato sul fondo da dal limite; è l'emblema di una squa­ le ed entra l'ottavo under, Demiche­ salva in tuffo Ripamonti al 36' sul ti­ Gioca per poco più di mezz'ora, mettendo in difficoltà Garbero con un pa­
Roncato in scivolata. Per fortuna di dra che crea più gioco, ma non occa­ le, posizionato a destra in una dife­ ro ravvicinato di Lazzarini, lo imita io di slalom in posizione centrale (dal 35 ‘ pt RIZZO 6 ­ Il centravanti co­
Ripamonti è debole il tocco al 17' di sioni da gol. Entra Rizzo per Maria­ sa con Barbazza e Orsini inedita al 38' Pettoel su punizione di Rizzo. masco è, per caratteristiche tecniche, il giocatore che più soffre la mancan­
Beretta Giovanni, ben lanciato a re­ ni (dolorante al quadricipite) al 35', coppia centrale. "Telefona" un tiro Finale in attacco per gli otto under e za di palloni giocabili. Prova generosamente a procurarseli arretrando
te da Micheli. Reclama invano il ri­ il centravanti affianca Campagnoli. dal limite Oddone al 19', bloccato da due soli senior del Fanfulla, cui non tante volte nella ripresa sulla propria trequarti).
gore Mariani al 20' sul tocco di ma­ Non succede nulla sino al 45', quan­ Pettoel. Diluvia sul bagnato al 22' si può contestare la generosità.
no di Roncato, e afreddo arriva il do Micheli in girata calcia alto sugli quando Grego batte una punizione Daniele Passamonti Dan. Pas.
22 LUNEDÌ 8 MARZO 2010

il Cittadino
Sport
CALCIO ­ ECCELLENZA/GIRONE A n CONVULSO DOPOPARTITA CON I TIFOSI CHE CONTESTANO E I GIOCATORI CHE CHIEDONO SOLDI

Fanfulla, all’orizzonte solo nuvole nere


L’amarezza di Grego: «La situazione è sotto gli occhi di tutti»
LODI È stata una partita particola­
re, è un dopopartita particolare.
La mancata presenza del massag­
giatore sulla panchina biancone­
ra, ad onor del vero già successo
in altre gare quest’anno, viene
compresa dal pubblico a metà ri­
presa al momento dell'infortunio
di Barbazza ed è probabilmente la
goccia che fa traboccare il vaso
della strana situazione che si vive
nel Fanfulla. Assente da tredici
mesi dalla “Dossenina” il proprie­
tario del 90 per cento del pacchet­
to azionario Pietro Bono, da alcu­
ne settimane l’imprenditore mila­
nese Umberto Sozzi è presenza co­
stante allo stadio. Ma nulla è stato
ufficializzato, quindi la sensazio­
ne è che giocatori e collaboratori
abbiano perso i riferimenti. Al­
meno questo è ciò che emerge da
tante parole “a mezza bocca”, dai
tanti malumori e dalle tante voci
di disimpegno che si succedono
nello staff. Domenica a Saronno il
massaggiatore, a sua volta sosti­
tuto di quello che aveva iniziato la
stagione, ha salutato tutti. Ieri, a occhi di tutti, se ne sentono di tut­ l'aspetto tecnico passa in secondo Sopra
fine gara, il preparatore atletico ti i colori». Poi il fantasista di Pie­ piano. Dopo 15' Grego esce dalla il momento
si è accomiatato da giocatori e col­ ve si reca in sede, dove parla con segreteria, con Misso e Mariani dell’espulsione
laboratori. Questi ultimi lamenta­ Sozzi, il presidente Minojetti, il parla con i due Minojetti, padre e di Luca Grego
no lunghi arretrati nei rimborsi direttore sportivo Limetti e l'ex figlio (che lascia poi lo stadio ri­ nel match
spese e già da alcune settimane si presidente Angelo Antoniazzi, mandando le sue dichiarazioni al­ con il Verbano
susseguono incontri per discute­ bersaglio di cori e urla di un grup­ la settimana). Analogo appunta­ e a destra
re la situazione finanziaria. L'ipo­ po di una ventina di tifosi assiepa­ mento dà Grego, mentre Sozzi ri­ (in una foto
tesi di "sciopero" della squadra si ti all'esterno. Nell'attesa, passa sponde così: «Stiamo cercando di d’archivio)
affaccia costantemente, tra i col­ l'allenatore Alessandro Polizzot­ mettere alcune cose a posto, ma la l’imprenditore
laboratori abbondano i malumori to: «Mi prendo le mie responsabi­ gestione fino al 30 giugno è di Mi­ milanese Sozzi,
e la voglia di mollare. Finora lità ­ premette ­ ma la situazione è nojetti. Noi abbiamo un accordo a che dice
l'amore per la maglia ha avuto la difficile. La partita? Siamo stati voce per subentrare dopo. Fino al­ che gestirà
meglio. Ma fino a quando? «Siamo jellati per gli infortuni. Comun­ l’1 luglio non è a me che ci si deve il Fanfulla
in una situazione ­ spiega il capi­ que non dobbiamo mollare, è giu­ rivolgere». a partire
tano Luca Grego ­ che è sotto gli sto credere ancora ai play off». Ma Daniele Passamonti dall’1 luglio

LO 0­0 INTERROMPE LA SERIE DI SCONFITTE CONSECUTIVE MA PER LA CLASSIFICA IN REALTÀ CAMBIA POCO

Tribiano, è soltanto un brodino


I gialloblu non subiscono gol dal Crescenzago: è già una buona notizia
Sopra Beretta dice noi con i pugni a
TRIBIANO 0 Zorz e a destra esce di piede su
CRESCENZAGO 0 Cangelosi; a sinistra Ciceri cerca di
liberarsi di Rossi (foto Sala)
TRIBIANO: Beretta, Piccini, Bolzoni, Greco,
Vagliani, Severgnini, Comi S. (1' st Lorenti), IL DOPOPARTITA
Ciceri, Bianchi L. (15' st Conca), Giuliano,
Bonizzi (19' st Castaldo). All.: Gandini

CRESCENZAGO: Taddonio, Zorz, Bianchi,


Gandini ha due parole d’ordine: «Orgoglio e dignità»
Rossi (17' st Comi), Papa, Solenne, Cange­ n Un punto che serve a poco per la classifica, ma Tribiano. Io lavorerò con professionalità e metodo
losi (36' st Ippolito), Bevilacqua, Cresci, Al­ che porta di nuovo il Tribiano in Eccellenza e non come ho sempre fatto, sperando che serva». Un
bamonte, Tchetchoua. All.: Seveso prematuramente in Promozione: «Obiettivamente punto può essere utile, ma con poche partite
la gara l’ha fatta solo il Crescenzago ­ ammette ormai ne servono sempre di più: «Puntavamo
RETI: Terreno di gioco in accettabili condi­ Virginio Gandini ­. In avanti abbiamo fatto fatica, moltissimo su questa gara ­ conclude Gandini ­,
zioni. Angoli: 9­2 per il Crescenzago. Ammo­ la difesa ha lavorato bene contro attaccanti rapidi ma la stanchezza c’è stata. È vero che tutti hanno
niti: Greco, Ciceri, Conca, Albamonte, Cre­ come quelli che ha la squadra di Seveso. Hanno giocato tre partite in sette giorni e non può essere
sci. Recupero: 1' + 4' pesato parecchio le due trasferte giocate sui campi una scusa, ma che ci siano differenti condizioni
impossibili di Besozzo e Inveruno e anche in tra noi e altre squadre è innegabile. Fino a quando
TRIBIANO Un punto per ritrovare il questa circostanza abbiamo giocato con 14 io sarò l’allenatore di questa squadra si lavorerà
sorriso anche se in termini di clas­ effettivi. Ormai a Tribiano si lavora e si prosegue fino alla fine e fino a quando la matematica non
sifica serve solo a riaccendere una nella precarietà sperando di riuscire sempre a dirà che il Tribiano non è stato in grado di evitare
flebile fiammella di speranza nella fare qualcosa in settimana per salvare onore e la retrocessione. Sto mettendo la mia personalità
rincorsa a una difficile salvezza. Il dignità. L’orgoglio e la dignità devono essere per portare fuori il Tribiano da questa situazione
Tribiano comunque conferma la parole importanti per dei giocatori di calcio e mi questo è il mio atteggiamento e i giocatori mi
tradizione positiva nelle sfide inter­ auguro che la cosa riguardi tutti gli effettivi del seguono perché non hanno alternative».
ne contro il Crescenzago e dopo una
vittoria e un pareggio nei campio­
nati di Promozione salva l'imbatti­ secondo, inizialmente tenuto in sist per Giuliano che in area di sini­ ma poi conclude centralmente e golo la sua punizione. Sull'angolo tempismo nelle uscite dell'ex por­
bilità interna anche nel campiona­ panchin,a è successivamente entra­ stro impatta la sfera strozzando pe­ Taddonio controlla. Tre minuti più battuto dalla sinistra Rossi da due tiere del Carugate. Nel finale anche
to di Eccellenza al cospetto di un av­ to in campo. rò troppo la conclusione. Capitan tardi risposta di Cangelosi che ap­ metri non riesce a impattare la sfe­ il neo entrato Ippolito va vicino al
versario 20 punti più avanti. Buona Gandini schiera Stefano Comi, Bol­ Solenne chiuso in angolo al 20' è pena dentro l'area in diagonale di ra e Beretta si salva. Giuliano toglie gol: prima mette alto da buona posi­
notizia anche le minime conse­ zoni e Greco dall'inizio in un 4­4­2 di l'unica opportunità creata dalla sinistro sfiora il palo alla sinistra di palla a Taddonio all'11', ma sul zione al 43' invece si vede negare da
guenze di un incidente stradale in contenimento, cosa che riesce bene squadra di Seveso nei primi venti Beretta. Nella ripresa è il Crescen­ cross nessuno riesce ad arrivare. un riflesso di Beretta il gol partita.
macchina capitato nel fine settima­ nel primo quarto d'ora. Il Tribiano minuti. Al 34' Bonizzi (prova inco­ zago a creare gioco e occasioni Inizia il periodo peggiore per i gial­ Poi, nei minuti di recupero, nessu­
na a Spaccarotella e Castaldo. Il pri­ al 12' crea anche una discreta op­ raggiante viste le difficoltà finora mente il Tribiano è costretto a di­ loblu. Cangelosi, Cresci e di nuovo na rete ospite e anche questa è una
mo, che ha avutola peggio, ha su­ portunità per segnare: Piccini (otti­ incontrate) recupera palla, serve fendersi. Bevilacqua al 5' mette alto Cangelosi in cinque minuti si pre­ notizia positiva per un Tribiano
bìto un colpo di frusta che lo ha co­ ma prova la sua, errori sui fuorigio­ Ciceri, buon corridoio trovato per di pochissimo, mentre tre minuti sentano soli davanti al portiere, ma che chiude con un nulla di fatto.
stretto a un collare rigido, mentre il co a parte) scende sulla destra, as­ Giuliano che salta un avversario, più tardi vede Beretta alzare in an­ falliscono per imprecisione o per il Maurizio Magenes
LUNEDÌ 8 MARZO 2010 23
il Cittadino
Sezione

KOMMA
SPECIAL EDITION

QUANTO COSTA
UNA SCAVOLINI?
Probabilmente meno di quanto pensi.

40 MODELLI
385 FINITURE
Scegliere la tua cucina è più facile.

In una Scavolini
QUALITÀ VERA
E SOSTENIBILE
nella foto: Scenery design King & Miranda

Sistema di Gestione della Qualità Per le strutture delle proprie cucine, 30.000 tecnici a tua disposizione,
UNI EN ISO 9001 Scavolini utilizza esclusivamente 365 giorni all’anno, 24 ore al giorno.
Sistema di Gestione Ambientale Idroleb: il pannello idrorepellente Elettricisti, falegnami, idraulici. Scavolini
UNI EN ISO 14001 V100 con le emissioni di formaldeide ti offre la sicurezza di un’assistenza
Sistema di Gestione della Salute più basse al mondo. Inferiori anche tempestiva in caso di emergenza.
e della Sicurezza dei Lavoratori al severissimo standard giapponese In qualsiasi momento. Per 10 anni.
OHSAS 18001 F**** (4 stars). www.scavolini.it/noproblem

Scopri l’impegno di Scavolini per un mondo più pulito su www.scavolinigreenmind.it


24 LUNEDÌ 8 MARZO 2010

il Cittadino
Sezione
LUNEDÌ 8 MARZO 2010 25
il Cittadino
Sezione

3,60 mt
26 LUNEDÌ 8 MARZO 2010

il Cittadino
Sezione

DAL TUO
RIVENDITORE
SCAVOLINI
ASPETTATI La cucina più amata dagli italiani

SEMPRE
QUALCOSA
IN PIU’.
Scegli la cucina a colpo sicuro o preferisci farti consigliare? Pianifichi l’acquisto
con largo anticipo o segui l’impulso del momento? Comunque tu sia, troverai nel
rivenditore Scavolini un consulente attento, competente e disponibile, pronto a fornirti
utili suggerimenti e informazioni preziose. E ad assisterti in ogni fase dell’acquisto.
Innanzitutto, nella scelta del modello: ascoltando le tue esigenze e le tue priorità per
indirizzarti verso la cucina più adatta. Poi, nell’elaborazione del progetto, individuando
le soluzioni più idonee a seconda sia dei metri quadrati a tua disposizione, sia degli
eventuali ostacoli e difficoltà creati dall’architettura di casa tua, come pilastri, irregolarità,
soffitti inclinati. Sarà al tuo fianco anche nella consegna e nel montaggio. E infine,
anche dopo l’acquisto, per qualsiasi necessità dovessi riscontrare. Perché nei punti
vendita Scavolini ad essere speciali non sono solo le cucine. Ma anche le persone.

ARREDAMENTI BARONI LIVRAGHI ARREDAMENTI


V. PREMOLI, 68 V. GUIDO ROSSA, 10
MASSALENGO LODI
0371.480716 0371.431296

ARREDAMENTI GOVI SARTORI ARREDAMENTI


V. DE GASPERI, 20 V. RONCO MARZO, S.N.
GUARDAMIGLIO MULAZZANO
0377.51168 02.989590
LUNEDÌ 8 MARZO 2010 27
il Cittadino
Sport
CALCIO ­ ECCELLENZA/GIRONE A n QUINTO RISULTATO UTILE CONSECUTIVO PER I COLLINARI CHE CHUIDONO BENE IL “CICLO DI FERRO”

Il Bano mette la museruola all’Inveruno


Rossoblu in dieci dal 24’ e in nove dall’88’, ma Ghizzinardi resiste
INVERUNO 1
SANCOLOMBANO 1
INVERUNO: Rampoldi, Garavaglia G., Lom­
bardi, Zambarbieri, Cozzi, Vita (35' st Man­
tegazza), Bordoni (17' st Cerri), Mosti (30'
st Laudicina), Calandrino, Bergamaschi,
Beretta. All.: Garavaglia A

SANCOLOMBANO: Ghizzinardi, Dalcerri,


Colombi, Scietti, Raggini,Pagani, Albertini
(10' pt Sommariva), Meda, Perna (43' st
Pecorini), Zanaboni (26' pt Oppedisano),
Ferrari. All.: Tassi

ARBITRO: Curti di Milano

RETI: 15' pt Meda, 25' pt Bergamaschi su


rigore

NOTE: spettatori 200 circa; ammoniti


Scietti, Lombardi, Beretta, Cozzi, Ghizzinar­
di; espulsi: Colombi e Dalcerri.

INVERUNO La maledizione della vit­


toria in trasferta continua, ma que­
sto Sancolombano ha dato dimo­
strazione di non temere niente e
nessuno. A Inveruno finisce 1­1 do­
po che i collinari giocano più di un Fabio Perna circondato da avversari: il centravanti ha giocato una grande gara
tempo in inferiorità numerica a
causa dell'espulsione di Colombi e
nel finale resistono all'assalto gial­
loblu in nove uomini per la cacciata
di Dalcerri. E dire che i primi 20' di
gara giocati 11 contro 11 vedono Meda in avvio illude i rossoblu,
sempre gli ospiti fare la partita; poi
una leggerezza, quella di Colombi,
allontana ancora una volta il mirag­
gio della prima vittoria in trasferta La contenuta esultanza di Federico Meda dopo il suo gol dell'ex, mentre dietro Tassi dà indicazioni a Osman Raggini
ma la vittoria esterna non arriva
di questa stagione. Tassi manda ini­
zialmente in campo una squadra di Meda che dalla tre quarti sulla si­ poggia all'indietro di testa per Ghiz­ spostando Dalcerri al centro. Sul fi­ va sui piedi una respinta corta in garre: al 43’ entrataccia dello stesso
piuttosto prudente, lasciando in nistra disegna una parabola im­ zinardi ma il suggerimento è troppo nire ancora pericolosa la squadra area di Oppedisano ma calcia mala­ Mantegazza su Dalcerri, ch ecolori­
panchina Pisati (Loprieno è ancora prendibile che inganna Rampoldi e debole e il difensore si tocca con Be­ di casa al 30' quando Calandrino su­ mente alto. Bravi gli ospiti a tenere sce l'urlo di dolore con qualche epi­
out) e optando per Zanaboni come si insacca nell'angolino alto alla sua retta che si lascia cadere: il contatto gli sviluppi di un corner ha lo spec­ gli avanti gialloblu lontani dalla teto eccessivo e l'arbitro gli sventola
mezza punta a sostegno di un im­ sinistra. Qualche minuto dopo peri­ è lieve ma c'è e il direttore di gara chio della porta completamente li­ propria area, anzi è ancora Meda sotto il naso il cartellino rosso su
menso Perna. Prova encomiabile colo per il Sancolombano quando opta per la massima punizione. Sul bero ma spara alto. Al ritorno dagli dopo la mezz’ora a essere pericolo­ suggerimento del proprio assisten­
dell'ex Atletico Cvs che per tutta la Lombardi crossa dalla sinistra, Be­ dischetto va Bergamaschi che dagli spogliatoi ci si aspetterebbe un In­ so con un bolide dalla distanza che te. In nove uomini il Sancolombano
gara sorregge da solo l'intero peso retta è solo in mezzo all'area ma undici metri spiazza l'estremo di­ veruno arrembante, pronto a tutto finisce fuori di poco. Occasione per si rintana nella propria area e lotta
dell'attacco, andando a lottare come non si fa trovare pronto colpendo fensore del Sancolombano. Tassi a per andare in rete, invece il Sanco­ l'Inveruno al 37' quando Zambarbie­ con il cuore, riuscendo a difendere
un leone su ogni palla. L'avvio è tut­ malamente con il ginocchio. Per questo punto corre ai ripari toglien­ lombano entra in campo determi­ ri va sul fondo e tocca all'indietro con le unghie il sesto risultato utile
to di marca banina, perchè già al Dalcerri e compagni le cose si com­ do Zanaboni fra le linee, inserendo nato e concede davvero poco. Primo per Mantegazza, che alza incredi­ consecutivo.
quarto d'ora si registra il gran gol plicano al 24' quando Colombi ap­ Oppedisano sull'esterno basso e sussulto al 7' con Beretta che si tro­ bilmente la mira. Poi nel finale è ba­ Aldo Negri

IL DOPOPARTITA n L’ALLENATORE DÀ UN VOTO ALTISSIMO AI SUOI PER LA PARTITA


Tassi rimanda il blitz in trasferta:
«Ma con me sei pareggi e due ko»

Marco Dalcerri dolorante a terra dopo il brutto fallo subìto: poi però è stato espulso per aver bestemmiato (foto Negri)

INVERUNO È soddisfatto l'allenatore dei collinari Mau­ rezioni tattiche, ma una volta rientrati in campo nel
rizio Tassi all'uscita degli spogliatoi dopo il pareggio secondo tempo tutto è andato alla perfezione».
di Inveruno. I suoi non saranno riusciti a conquista­ Sull'espulsione di Dalcerri per bestemmia Tassi dice
re la piena posta in palio, ma hanno sfoderato una la sua: «C'è un regolamento e va rispettato ­ sottoli­
gran prova di carattere. Nonostante la caratura nea ­, sono il primo a sostenere che la bestemmia è
dell'avversario e le difficoltà che si sono prodotte una cosa sgradevole e maleducata. Nel caso di Dal­
lungo l'arco dei 90 minuti, il Sancolombano non ha cerri però è arrivata dopo un'entrataccia dell'avver­
mai mollato: «Mi sento davvero di dare un voto altis­ sario che gli ha praticamente ferito tutto un polpac­
simo a questa squadra ­ il commento a caldo di Tassi cio, a volte forse un po’ di buon senso non guastereb­
­: i ragazzi sono stati bravissimi in una partita non be». Grande gioia per l'ex Federico Meda che si è tol­
facile contro un avversario di tutto rispetto. Dispia­ to qualche sassolino dalla scarpa: «Sono contento
ce che non sia arrivata la vittoria, ma vorrei anche per il gol perché è servito alla mia squadra ­ le parole
sottolineare che le mie otto trasferte vadano lette co­ di Meda, che aveva iniziato questa stagione proprio
me sei pareggi e due sconfitte». Sono in molti a pen­ nell'Inveruno ­. Qualcuno oggi in tribuna mi rim­
sare che in parità numerica per tutti i 90 minuti for­ piangeva? Non so neanch'io perché sono stato allon­
se la partita non sarebbe finita 1­1: «Sinceramente tanato dall'Inveruno, ma sinceramente non mi inte­
non so come sarebbe andata se avessimo giocato tut­ ressa più di tanto, è stato un dispiacere più che altro
ta la partita in undici ­ prosegue il mister del Bano ­, a livello personale e umano. Adesso sto bene al San­
perché nei primi venti minuti c'è stato un netto pre­ colombano e voglio pensare solo a questa squadra:
dominio nostro. Abbiamo avuto un leggero calo a un oggi in undici contro undici non avremmo pareggia­
certo punto perché dopo essere rimasti in dieci non to».
sono riuscito a trasmettere alla squadra le mie cor­ Al.Ne.