Sei sulla pagina 1di 36

GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010 € 1,00 Anno 121 - numero 29

Sant’Andrea Corsini
www.ilcittadino.it POSTE ITALIANE S.P.A. - SPED. IN ABB. POST. - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N° 46) ART. 1, COMMA 1, DCB - MILANO

ECONOMIA SONO TUTTI NEGATIVI I DATI FORNITI DALLA CAMERA DI COMMERCIO DURANTE IL VERTICE DI IERI La lettera
L’Expo,
Crisi, la ripresa è ancora lontana il Lodigiano,
la ceramica
Nel Lodigiano nessun segnale di reazione nel 2009 ANGELO PISATI
CERRO AL LAMBRO
In breve
¢ CASALE
Ufficiale la chiusura
del pronto soccorso
Il Pirellone vota l’eliminazione definitiva
del pronto soccorso a Casale.
a pag. 24

¢ SANT’ANGELO
Un “grande fratello”
n Sono tutti in negativo gli indicatori dell’economia lodi­ per le 15 telecamere
giana snocciolati ieri durante il tavolo anticrisi. Deluso il La centrale operativa della Rossetti
presidente della Camera di commercio Zucchetti, che Group terrà sotto controllo 24 ore su
sperava in una ripresa dopo i segnali del terzo trimestre, 24 le 15 telecamere di S. Angelo.
comune di Lodi e Provincia studiano nuove misure.
a pag. 20

B
a pagina 9 asta sfogliare le pagine
¢ SENNA dei grandi giornali per
Un posto all’Ikea, Sopra, da
sinistra, Foroni
e Zucchetti Bando per la terza cava,
rendersi conto che il di­
battito sull’Expo 2015 a

a San Giuliano seguono con


preoccupazione
la relazione
imminente la riapertura
Un bando per il terzo polo estrattivo di
Un’altra logistica finisce sotto assedio Milano e’ decollato. Dal cielo
dei buoni propositi e delle ma­
novre oscure fra i partiti o i
poteri forti (specialmente eco­
centinaia in lizza sull’economia
lodigiana
Senna, il sindaco Premoli: «Basta con
le buche, servono aziende».
n Un’altra ditta di logistica finisce sotto
assedio da parte dei dipendenti delle coo­
di Cerro al Lambro, bloccata da un centi­
naio di lavoratori, in gran parte africani.
nomici e finanziari) alle solu­
zioni, ai progetti.
durante il tavolo perative, esasperati per le condizioni di
a pagina 14 anticrisi di ieri a pag. 22 a pagina 16 segue a pagina 12
lavoro. L’altra notte è successo alla Gls

LA FESTA PATRONALE

Immigrazione, lavoro e povertà MONTANASO ORE D’ANSIA PER L’UOMO CHE AVEVA MANIFESTATO INTENTI SUICIDI Il commento
Codogno si affida a San Biagio
Ritrovato un 41enne scomparso, Quelle scelte
sulla pelle
era semiassiderato in una grotta dei lavoratori
n Era nascosto in una grotta a 1700 CASELLE LURANI
metri d’altezza sulle montagne del
STEFANO FONTANA
Trentino un 41enne di Montanaso
scomparso da casa martedì sera. I Doppia razzia in un condominio
C
soccorritori lo hanno trovato semi­ he un Papa torni a parla­
congelato e privo di sensi, ma per
fortuna vivo: l’uomo si era allonta­
nato di casa in macchina e succes­
I proprietari stavano dormendo re di disoccupazione non
in generale, ma facendo
esplicito riferimento a
sivamente parlando al telefono con n Neppure la dei casi particolari ha un si­
la sorella aveva manifestato l’in­ presenza in gnificato preciso. All’Angelus
tenzione di togliersi la vita. casa di inte­ di domenica 31 gennaio, Bene­
re famiglie detto XVI ha parlato esplicita­
a pagina 21 ha fermato i mente della situazione della
ladri che di Fiat a Termini Imerese e di
La tradizionale imposizione dei ceri alla gola durante la celebrazione di ieri

n Codogno riflette sui problemi della crisi e si affida alla inter­


Rom a processo: notte hanno
saccheggiato
due abitazio­
quella della multinazionale
dell’alluminio americana Al­
coa in Sardegna. È segno che si
cessione di San Biagio per risolvere le molte urgenze legate alla
difficile situazione economica. Prima del pontificale di monsi­
gnor Baggini, vescovo di Vigevano, sottolineata da parroco e
«Quel bambino ni in un
condominio
di Caselle
tratta di due casi molto gravi,
di forte impatto sulla vita dei
lavoratori, delle famiglie e del
sindaco la necessità di un patto per affrontare le emergenze. non è suo figlio» Lurani. territorio. Segno anche che
sono due casi emblematici:
a pagina 23 a pagina 21 Il condominio preso di mira l’altra notte a Caselle Lurani
a pagina 10 segue a pagina 24

Dopo il “divorzio” da Colizzi


nasce a Lodi la lista in rosa
Strappo tra il Comune e la Provincia
che si schiererà con Guerini sulla nuova tangenziale di Tavazzano
n Prime, importanti novità all’interno dello schiera­
mento di centrosinistra che appoggia il sindaco Gue­
rini nella sfida per palazzo Broletto a Lodi. Nasce una
lista civica al femminile, a guidarla Adele Burinato e
Giuliana Cominetti che hanno così ufficializzato il lo­
ro divorzio dalla formazione del presidente del consi­
glio comunale Giampaolo Colizzi. Le transfughe di
Alleanza per Lodi hanno battezzato ieri “Progetto
Guerini sindaco”, affermando di voler guardare so­
prattutto ai problemi delle donne e dei giovani.
a pagina 11 Continua la protesta antitangenziale

Ospedale, al via Da sinistra


Adele Burinato
e l’assessore
n Tutti contro tutti a Tavazzano,
dove cresce la protesta per il trac­
ciato della tangenziale. A due me­
un cantiere Giuliana
Cominetti
con simbolo
si dall’approvazione del tracciato
un incontro riservato si è trasfor­
mato in un’assemblea pubblica
da 22 milioni e slogan
della loro lista
durante la quale è esploso il con­
trasto tra comune e Provincia.
civica a favore
a pagina 12 di Guerini a pagina 17
2 GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Esteri
GERUSALEMME «Noi liberali di tutto LE REAZIONI
il mondo vi ringraziamo per il fatto
stesso di esistere». Silvio Berlusco­
ni, nell’ultimo giorno della sua visi­ L’Iran irritato dalle frasi del Cavaliere:
ta a Gerusalemme, parla alla Knes­
set e, rivolgendosi commosso ai
«fratelli maggiori» del popolo ebrai­
«Non aiuteranno a risolvere i problemi»
co, conferma in modo solenne tutti n Sono state accolte con un misto di irritazione e stupore a
gli impegni assunti davanti ad Isra­ Teheran le parole di Silvio Berlusconi, che martedì da Geru­
ele. «Il vostro Stato è davvero il sim­ salemme aveva esortato la comunità internazionale ad «aiu­
bolo della possibilità di essere libe­ tare e sostenere l’opposizione» in Iran, invocando «forti san­
ri e di far vivere la democrazia an­ zioni» per impedire agli ayatollah di dotarsi dell’arma nucle­
che al di fuori dei confini dell’Occi­ are. Irritazione che è emersa chiaramente ieri dalle parole
dente. Ed è proprio per questo ­ del portavoce della commissione Affari esteri e sicurezza
scandisce il presidente del Consi­ nazionale del Parlamento iraniano, Kazem Jalali: quelle di
glio ­ che risulta una presenza intol­ Berlusconi «sono dichiarazioni che non potranno aiutare a
lerabile per i fanatici di tutto il risolvere i problemi, ma al contrario li renderanno più com­
mondo». Israele simbolo di demo­ plicati», ha commentato il deputato. E in ogni caso, ha preci­
crazia e libertà, quindi. sato parlando con l’Ansa Jalali, che è su posizioni conserva­
Per questo Berlusconi nel suo di­ trici moderate, le affermazioni del presidente del Consiglio
scorso ­ il primo di un premier ita­ rappresentano «una aperta interferenza negli affari interni
liano alla Knesset ­ promette il suo di un Paese indipendente». La polemica a distanza ha luogo
«impegno quotidiano» per ottenere mentre sono attese nuove manifestazioni dell’opposizione
dalla comunità internazionale l’11 febbraio, anniversario della rivoluzione, dopo quelle
«sanzioni efficaci» e «senza perdita represse il 27 dicembre, ricorrenza sciita dell’Ashura, con
di tempo» contro l’Iran, che vuole un bilancio di almeno otto morti. Ieri uno dei leader dell’op­
l’atomica per distruggerlo. Per que­ posizione, l’ex presidente del Parlamento Mehdi Karrubi, è
sto insiste sul «sogno» di portarla tornato a fare appello ai suoi seguaci perché scendano nuo­
nell’Ue. Per questo, ancora, chiede vamente in piazza, ma li ha invitati a fare sentire la loro
al premier Benjamin Netanyahu di voce «con calma e forza», evitando la violenza e mettendoli
«confermare con coraggio le sue in guardia da eventuali «infiltrazioni» di elementi «stranie­
proposte e le sue offerte per far ri­ ri». Un avvertimento comprensibile dopo che le autorità ne­
partire il dialogo». gli ultimi mesi non hanno perso occasione per dipingere il Alcuni momenti
E al leader palestinese Abu Mazen ­ movimento di protesta come il frutto di una cospirazione di della visita
che vedrà poche ore dopo a Bet­ potenze occidentali. «Fate attenzione che gli stranieri non si di Berlusconi
lemme ­ Berlusconi porterà «un ap­ infiltrino nelle vostre file e possano minare i vostri valori in Israele:
pello che viene dal cuore perché religiosi, morali e nazionali», ha avvertito l’ex presidente del a destra
torni al tavolo del negoziato e con­ Parlamento, che è tornato a chiedere «la restaurazione del durante
segni alla storia un accordo per la diritto di voto, libere elezioni, libertà di stampa e rilascio dei il discorso
pace e lo sviluppo economico del prigionieri politici». Ieri anche l’altro leader della protesta, tenuto
suo popolo». Mir Hossein Mussavi, aveva proclamato che il movimento alla Knesset,
«Speriamo in una svolta che metta non si fermerà perché «la rivoluzione non ha raggiunto i a sinistra
da parte per sempre la cultura della suoi obiettivi» e nel Paese vi sono ancora «le radici della mentre sigla
violenza», auspica Berlusconi pri­ dittatura». «Nel nostro Paese ­ ha detto da parte sua Jalali in il “libro
ma di lasciare Gerusalemme per i risposta a Berlusconi ­ siamo capaci di risolvere da noi i no­ degli ospiti”
Territori. Il premier italiano con­ stri problemi perché la nazione gode di una sviluppata cultu­ e, sopra,
ferma la linea dei “due popoli­due ra politica. Dichiarazioni come quelle del premier italiano durante
Stati”, ma il suo appoggio ad Israele rendono le cose più complicate perché questa nazione ogni il “faccia
é incondizionato. «È il più grande volta che sente la presenza di una mano straniera in una a faccia”
esempio, se non l’unico, di demo­ questione, la respinge». (Ansa) con il presidente
crazia e libertà in Medio Oriente». Shimon Peres
La sua sicurezza
diventa perciò
«scelta etica, im­
perativo mora­
IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO SI FA PRENDERE LA MANO DURANTE IL DISCORSO, IL PRIMO DI UN PREMIER ITALIANO ALLA KNESSET

«Giusta la reazione a Gaza»


le». E sono «inse­
parabili la batta­
glia per l’esisten­
za e la sicurezza
dello stato d’Isra­
ele e quella per la
pace». Non da og­
gi, ma da sempre
l’amicizia del­
l’Italia «non è so­
lo diplomazia, è
un moto dell’ani­
ma e viene dal
Silvio Berlusconi, in visita in Israele, a un passo dall’incidente diplomatico
Poi il colpo di freno all’incontro con Abu Mazen: «Piangere tutte le vittime»
cuore», dice Ber­
lusconi. Forse
anche per que­
sto, a poche ore
dall’incontro con Abu Mazen, agli stare dolore per ciò che si è verifica­
israeliani manda un messaggio to a Gaza».Bibi Netanyahu chiama
chiaro: avete il diritto di difendervi.
«L’Italia si onora di molti gesti di
solidarietà verso Israele», ricorda
l’amico Berlusconi «apostolo» della
pace. E lui promette un «impegno
quotidiano», un instancabile viag­
«“Piombo fuso” fu un’aggressione»: Operazione Piombo fuso
dunque di fronte alla Knesset.
Come «“L’Israel Day” di solidarietà
e di amore quando le bombe umane
giare per convincere il mondo che
sull’Iran urgono «parole chiare,
univoche e unanimi, perché non è
dalla Palestina una risposta piccata Giorni dell'operazione israeliana Piombo fuso,
seminavano morte ad Haifa, Tel accettabile l’armamento atomico a GERUSALEMME Gli israe­ Hammad, uno dei più stretti consiglieri del iniziata il 27 dicembre 2008 per fermare il lancio
Av iv, G e r u s a ­ disposizione di liani dispiegarono a Ga­ presidente Abu Mazen, nonché ex ambasciato­ di razzi palestinesi contro il Neghev
lemme», nella Se­ uno Stato i cui za una «giusta reazione» re in Italia per anni ed anni. «Quella degli isra­
conda Intifada, n Ahmadinejad leader hanno pro­ di fronte ai continui lan­ eliani a Gaza fu un’aggressione: c’è un rappor­
che il premier sotto accusa: clamato aperta­ ci di razzi lanciati da Ha­ to che si chiama Goldstone sui crimini israe­
non esita a defini­ «Inaccettabile mente la volontà mas. Queste poche paro­ liani e qualunque cosa dica il premier Berlu­
re «terroristica». l’atomica di distruggere le pronunciate dal pre­ sconi non cambia la realtà», ha tagliato corto Razzi e mortai palestinesi lanciati verso Israele
Come «il rifiuto Israele ed hanno mier Silvio Berlusconi Hammad. Ma la presa di posizione di Berlusco­
del nostro gover­ in mano negato insieme la nel Parlamento israelia­ ni è stata troppo decisa, anche per i moderati dal 27 dicembre 2008 al 14 gennaio 2009
no di partecipare a chi proclama Shoah e la legitti­ no (Knesset) a Gerusa­ esponenti dell’Anp che tutto sommato all’ini­
alla Conferenza che distruggerà mità dello Stato lemme sono state subito zio non avevano visto così male l’intervento
Durban II di Gi­ questo Stato» Ebraico». Su que­ lette come “sopra le ri­ israeliano contro i radicali di Hamas a Gaza.
nevra, che voleva sto niente «cedi­ ghe” dall’Autorità Nazio­ Il premier e Abu Mazen Nella Striscia ci vivono pur sempre fratelli pa­
sanzionare Israe­ menti» né «perdi­ nale Palestinese (Anp) lestinesi e l’operazione “Piombo fuso” è stata Edifici della Striscia di Gaza distrutti
le con intollerabili accuse di razzi­ te di tempo». «Bisogna esigere ga­ che da Betlemme seguiva il discorso del presi­ criticata dall’Onu e, alcuni eccessi, anche al­ da Israele. 20.000 quelli seriamente
smo e di violenza». ranzie ferree dal governo di Tehe­ dente del Consiglio attraverso le tv satellitari. l’interno stesso di Israele. La reazione dello danneggiati
E come il voto contrario dell’Italia ran», pretendere «sanzioni effica­ Se le autorità israeliane hanno omaggiato Ber­ Stato ebraico ai missili di Hamas fu infatti, se­
al rapporto Onu firmato dal giudice ci». L’Italia «non è indifferente» alla lusconi con tanti applausi ed anche una “stan­ condo le Nazioni Unite, «un’azione riconduci­
Goldstone, «che intendeva crimina­ minaccia che oggi incombe su Isra­ ding ovation”, poco lontano lo stato maggiore bile a crimini di guerra, e possibilmente, per VITTIME PALESTINESI
lizzare Israele per la reazione giu­ ele. E promette di tenere sveglia la palestinese ha comprensibilmente sussultato alcuni aspetti, crimini contro l’umanità». Que­
sta ai missili di Hamas lanciati da coscienza del mondo. «L’efferatezza al passaggio su Gaza. Naturalmente le antenne sto almeno sancì un rapporto redatto da Ri­ 1.400
Gaza». Reazione «giusta», sottoli­
nea Berlusconi senza timidezze, an­
antisemita, a differenza di quanto è
avvenuto alla vigilia e durante la
palestinesi erano puntate sulla Knesset: di lì a
poche ore il premier avrebbe attraversato il fa­
chard Goldstone, un ebreo sudafricano incari­
cato di indagare sugli episodi più raccapric­
1.166
che se più tardi, da Betlemme, cor­ Seconda guerra mondiale ­ promet­ migerato muro fortificato (Berlusconi ha detto cianti dell’operazione Piombo Fuso.
reggerà un po’ il tiro rispondendo te Berlusconi prima di lasciare Ge­ poi di non averlo visto perché impegnato a pre­ Ma l’Anp ha scelto la strada di non alimentare
ad una domanda sulle 500 vittime rusalemme ­, non potrà e non dovrà parare l’incontro con Abu Mazen) che tiene se­ polemiche e nell’incontro con Berlusconi, spie­ Secondo Israele Secondo i palestinesi
palestinesi dell’operazione “Piom­ più nutrirsi della complice indiffe­ parati israeliani e palestinesi per un colloquio gano fonti palestinesi, ha preferito non tirare
bo fuso”: «È giusto piangere le vitti­ renza dei governi». con Abu Mazen nella Mukata di Betlemme. fuori il tema di Gaza forse anche per via dell­ e organismi umanitari
me della Shoah, come lo è manife­ Milena Di Mauro Berlusconi sbaglia, ha subito replicato Nemer l’aiuto finanziario che l’Italia fornisce all’Anp. ANSA-CENTIMETRI

Teheran effettua un nuovo test missilistico QUOTIDIANO DI ISPIRAZIONE


CATTOLICA

e propone una base d’accordo sul nucleare


Direttore responsabile
Ferruccio Pallavera
Vice direttore
Aldo Papagni
Società editrice
TEHERAN L’Iran ha annunciato di aver fatto Omid. Durante una cerimonia alla quale ha stibile a base di uranio arricchito al 20% Editoriale Laudense srl
un altro passo avanti nel suo programma partecipato Ahmadinejad, nell’ambito delle che Paesi stranieri dovrebbero fornire per Amministrazione
missilistico, che preoccupa gli occidentali celebrazioni per il 31esimo anniversario alimentare un reattore con finalità medi­ Via Paolo Gorini, 34 ­ 26900 Lodi ­ Tel. 0371­
544300; fax 544301
tanto quanto quello nucleare. Teheran ha della rivoluzione, l’Iran ha presentato an­ che a Teheran. Ma il presidente non ha Redazione
infatti detto di avere testato con successo che la prima parte di un altro missile spa­ chiarito i dettagli del possibile accordo, in Via Paolo Gorini, 34 ­ 26900 Lodi ­ Tel. 544200;
un vettore capace di mettere in orbita un ziale in fase di assemblaggio, il Simorgh, ol­ particolare la quantità di uranio di cui la fax 544201; e­mail:redazione@ilcittadino.it
satellite, il giorno dopo che il presidente tre a tre satelliti che dice di volere lanciare Repubblica islamica si priverebbe. Sito Internet www.ilcittadino.it
Mahmud Ahmadinejad si è detto pronto ad nei prossimi anni: il Tolu, il Navid e il Me­ In base ad un’intesa proposta nell’ottobre Registrazione Tribunale di Lodi 4­7­1948 n. 2
Registro Stampa ­ Iscrizione al Registro
un accordo sullo scambio di uranio con sbah­2. Esperimenti come quello odierno scorso da Usa, Russia e Francia, Teheran Nazionale della Stampa N. 704 del 5­2­1983
l’estero, con un annuncio conciliante nei to­ hanno suscitato in passato le preoccupazio­ avrebbe dovuto consegnare il 70% del suo Concessionaria esclusiva per la pubblicità
ni ma vago nella sostanza. ni dell’Occidente, che teme il possibile im­ materiale fissile, rinunciando così ad even­ Pubblimedia srl ­ via Cavour, 31 ­ 26900 Lodi ­
L’esperimento ha riguardato il missile Ka­ piego di missili iraniani per il trasporto di tuali progetti di impiegarlo per un arricchi­ Tel. 0371­544300, fax 0371­544348;
voshgar­3 (Ricercatore­3), che ha portato ogive nucleari. Ieri dalla comunità interna­ mento superiore che consentirebbe la co­ www.pubblimediasrl.it e­mail: info@pubblimediasrl.it
Stampa Sigraf spa ­ Treviglio (BG)
nello spazio una “capsula sperimentale” zionale sono venute reazioni diverse all’in­ struzione di ordigni atomici. L’Iran ha ter­
Tel. 0363­300330
con a bordo anche, per la prima volta, alcu­ tervista televisiva di Ahmadinejad andata giversato per mesi, presentando contropro­ Quote abbonamento quotidiano Euro 210,00
ni animali viventi, tra cui ratti, tartarughe in onda ieri sera. Le capitali occidentali si poste che prevedevano la consegna di quan­ un giorno a scelta Euro 47,00
e vermi. La televisione di Stato ha mostrato sono mostrate scettiche, mentre la Cina ha tità inferiori di uranio in scambi simulta­ due giorni a scelta Euro 88,00
anche immagini di questi animali, affer­ detto che è «urgente» continuare i negoziati nei. Ma lo stesso Ahmadinejad nel dicem­ C/C int. a: Editoriale Laudense srl n. 17338203 ­ Via
mando che provenivano dallo spazio. Esat­ con Teheran anziché pensare a nuove san­ bre scorso ha detto che Teheran avrebbe Paolo Gorini 34 ­ Lodi
Copie arretrate Il doppio del prezzo di copertina
tamente un anno fa un altro missile, il Sa­ zioni. Ahmadinejad ha detto che il suo Pae­ proceduto da sola nell’arricchimento del­ La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui al­
fir­2, venne impiegato per mettere in orbita se è pronto a consegnare parte del suo ura­ l’uranio al 20%. Ieri sera, a sorpresa, è arri­ la legge 7 agosto 1990, n. 250
Il missile iraniano testato ieri dal regime di Ahmadinejad il primo satellite iraniano sperimentale, nio arricchito al 3,5% in cambio di combu­ vato il nuovo cambio di rotta.
GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010 3
il Cittadino
Esteri
DOPO LA LITE SUL DALAI LAMA, RIFLETTORI SUL TASSO DI CAMBIO DELLA MONETA ASIATICA IN AFGHANISTAN
Bomba
Nervi tesi fra Cina e Stati Uniti, sugli italiani:
Obama lancia la sfida dello yuan
WASHINGTON Sempre alta la ten­ parte di agenti si sicurezza. Da Il precedente
un ferito
e 4 contusi
sione tra Washington e Pechino.
All’annuncio della Casa Bianca
allora di lui non si hanno notizie.
Il quotidiano ricorda inoltre che,
incontro fra
il Dalai Lama
I punti di tensione
di un imminente incontro tra il ad ogni domanda sulla sorte di e un presidente TIBET
presidente Barack Obama e il Gao Zhisheng, le autorità di Pe­ americano Pechino si oppone con forza all'eventuale
Dalai Lama (che sarà a Washin­ chino svicolino dando risposte (si trattava di
gton il 17 e 18 febbraio), la Cina vaghe e sibilline. L’ultima in una George W. Bush) incontro tra il Dalai Lama, il 16 febbraio
ha reagito manifestando la sua conferenza stampa due settima­ avvenuto in visita negli Stati Uniti, e Obama
«ferma opposizione» a contatti ne fa quando un portavoce del nel 2003
tra l’inquilino della Casa Bianca ministero degli Esteri ha rispo­ non è bastato
e il leader religioso tibetano «con sto: «Onestamente, non so dove si a rasserenare
qualsiasi pretesto e qualsiasi for­ trovi. La Cina ha 1,3 miliardi di i rapporti
ma». Mentre il quotidiano «New abitanti, non posso sapere dove diplomatici
York Times» ha dedicato proprio si trovi ognuno di loro». fra Pechino
ieri ampio spazio alla vicenda del (Ansa) e Washington Un blindato Lince italiano in Afghanistan
più conosciuto
dissidente cine­ ROMA Un militare italiano con un so­
s e , G a o spetto trauma cranico e quattro solo
Zhisheng (i di­ contusi: è andata bene, grazie ancora
ritti umani so­ TAIWAN una volta alla efficace protezione del
no tra i punti di Dopo la decisione degli Stati Uniti superblindato “Lince”, alla pattuglia
tensione, insie­ di bersaglieri saltata su un ordigno
me alla vendita di vendere armi a Taiwan la Cina esplosivo nell’ovest dell’Afghani­
di ar mi a ha annunciato sanzioni alle stan. L’allarme, naturalmente, resta
Taiwan e agli società Usa che effettueranno tali ad altissimi livelli. L’attacco contro
attacchi ciber­ transazioni la pattuglia è avvenuto alle ore 13.20
netici contro (le 9.50 in Italia), al rientro da un in­
Google, nei rap­ INTERNET contro con i leader di alcuni villaggi
p o r t i s e m p re Gli Usa hanno apertamente accusato la finalizzato a raccogliere informazio­
più tesi tra i Cina di "pirateria informatica" dopo che ni sull’area in cui operano le forze di
due paesi) il sicurezza locali ed i militari di Isaf.
presidente Ba­ Google aveva reso noto che hacker cinesi L’esplosione si è verificata a circa
rack Obama è erano entrati nelle caselle postali di quattro chilometri dalla Fob
tornato a parla­ dissidenti cinesi (Forward operating base) di Shin­
re dei rapporti ANSA-CENTIMETRI dand, la base operativa avanzata che
con la Cina. Ri­ ospita i militari italiani della Task
A BETLEMME spondendo alla domanda di un TALIBAN SCATENATI IN PAKISTAN force center, composta dai bersaglie­
senatore democratico, ha sottoli­ In breve ri del primo reggimento di Cosenza.
Anche nella Basilica neto la necessità di «maggiore
fermezza» nel costringere Pechi­ GRECIA
In seguito alla deflagrazione, «un mi­
litare ­ dicono al comando del contin­
c’è l’occasione no a rispettare gli accordi com­
merciali sottoscritti. L’Ue commissaria Atene:
gente ­ ha riportato un sospetto trau­
ma cranico mentre gli altri quattro a
per una barzelletta Obama ha rilevato che il tasso di
cambio non realistico dello yuan «Se serve, nuove misure»
bordo del Lince solo leggere contu­
sioni». Subito trasferiti all’ospedale
n Frati fran­ rispetto al dollaro «gonfia artifi­ da campo della base, i militari hanno
cescani, suo­ cialmente il prezzo dei nostri Atene, come previsto, finisce sotto tu­ potuto parlare personalmente al tele­
re, monache e prodotti mentre riduce altrettan­ tela permanente della Ue, almeno per i fono con i familiari e tranquillizzar­
prelati orto­ to artificialmente» il prezzo dei prossimi mesi. Una sorveglianza così li. Sul luogo dell’incidente è interve­
dossi, persino prodotti cinesi. stretta sui conti pubblici e le politiche nuto un team di artificieri (esperti
il Nunzio «É una situazione che deve esse­ economiche di uno Stato membro non nel riconoscimento e nella bonifica
Apostolico ed re risolta ­ ha detto il primo in­ si era mai vista. Ma per la zona euro la di ordigni esplosivi) per stabilire «la
il Custode di quilino della Casa Bianca ­ per­ partita è troppo delicata per permette­ natura e l’origine dell’esplosione».
Terrasanta: ché crea una situazione di svan­ re che si possano compiere altri errori La notizia dell’attentato è arrivata
tutti si metto­ taggio per i prodotti americani». o che ci possa essere anche il minimo alla Camera mentre era in corso la
no in fila, Il premier Il presidente Usa ha respinto pe­ ritardo sulla strada del risanamento dei seduta dell’Aula. Il Pd ha chiesto al
nella Basilica rò la proposta di un senatore Usa conti greci. La raccomandazione adot­ Governo di riferire e, pochi minuti
della Natività a Betlemme, di «revocare» i rapporti commer­ tata da Bruxelles ­ che ha aperto anche dopo, è intervenuto lo stesso mini­
per una foto ricordo con Sil­ ciali con la Cina. Secondo Obama una procedura di infrazione per i dati stro della Difesa La Russa che ha
vio Berlusconi. Il premier ha sarebbe una cattiva idea perché statistici “fasulli” diffusi dal preceden­ confermato le notizie «tranquilliz­
voglia di leggerezza e non si avrebbe l’effetto di chiudere agli te governo ­ dà un sostanziale via libera zanti» sui militari coinvolti: «Non
nega a nessuno, dopo tre gior­ Usa mercati importanti capaci di al programma di stabilità greco, defi­ hanno riportato ferite degne di rilie­
ni passati tra vertici, bilatera­ creare centinaia di migliaia di nendo gli obiettivi in esso contenuti vo. Vi è un sospetto trauma non com­
li, cerimonie e discorsi, nella posti di lavoro in più negli Stati «ambiziosi, ma realistici». E Joaquin Al­ motivo (in pratica, come una norma­
sua visita in Israele che si Uniti. «Si tratta piuttosto di ap­ munia saluta con soddisfazione le mi­ le botta in testa) per uno di loro,
conclude oggi. «Ecco, io faccio plicare in modo più severo le re­ sure supplementari annunciate nelle mentre gli altri sono già in servizio».
la parte del Bambino Gesù», gole già esistenti ­ ha detto ieri ultime ore da Atene. «L’ordigno esploso per fortuna era di
dice posando in mezzo ad una Obama ­ effettuando una costan­ modesta entità e ha solo danneggiato
coppia di giovani sposi in te pressione sulla Cina e altri pa­ HAITI il mezzo in modo lieve», ha aggiunto,
viaggio di nozze. Berlusconi, esi perché aprano i loro mercati chiedendo a tutto il Parlamento di ri­
che da poco ha lasciato Abu
Mazen, passa per la minusco­
in modo analogo ai nostri».
Mentre Obama non aveva incon­
Morti a quota 200mila, volgere «un ringraziamento ai nostri
ragazzi, che sono sempre nel nostro
la Porta dell’Umiltà e si tra­
scina dietro per la Basilica un
trato il Dalai Lama nel viaggio
fatto in ottobre negli Usa dal lea­
oltre 4mila gli amputati cuore, perché sappiano che siamo a
loro vicini in ogni momento». L’ap­
nugolo di frati, suore e turi­ der religioso, per non irritare i Oltre 200mila morti e circa 4mila per­ plauso è prontamente arrivato da
sti. Procede spedito e sorri­ dirigenti cinesi proprio alla vigi­ sone che hanno subito amputazioni: so­ tutta l’Aula, così come unanimi sono
dente tra le navate ed i mosai­ lia del viaggio in Cina del presi­ no solo due dei dati resi noti ieri ad Hai­ stati i messaggi di solidarietà ai mili­
ci e imbocca la scaletta angu­ ti, che una ventina di giorni dopo il ter­
sta verso la Grotta e la stella
d’argento a 14 punte che, per
la tradizione cristiana, segna
dente Usa, stavolta l’inquilino
della Casa Bianca ha già fatto sa­
pere che incontrerà il Dalai La­
ma. E si parla già della data, che
Killer a scuola: otto vittime remoto cerca di tracciare un bilancio il
più accurato possibile, anche per impo­
stare con efficacia la ricostruzione del
tari feriti, con l’Idv che però è torna­
ta a sollecitare un dibattito «per rive­
dere la strategia militare», mentre il
Pdci ha chiesto il ritiro dei nostri
il punto preciso dove Gesù é dovrebbe avvenire, secondo fonti n Il più importante raggruppamento taliban del Pakistan, il Paese. A fornire una nuova tragica sti­ soldati. Gli attacchi, le bombe e i raz­
nato.Poi non rinuncia raccon­ vicine al leader tibetano, il 17 o il Tehrik­e­Taliban Pakistan (Ttp), ha rivendicato un cruento atten­ ma sul numero dei morti per la scossa zi, comunque non fermano le attività
tare ai frati una barzelletta 18 febbraio a Washington. tato realizzato contro forze di sicurezza pakistane e americane del 12 gennaio è stato il premier Jean di ricostruzione e umanitarie del
su Giuseppe e Maria: «San Ieri, intanto, il «New York Ti­ che ha investito nel nord­ovest pakistano le studentesse di una Max Bellerive. Oltre al numero delle vit­ contingente italiano. Tra gli ultimi
Giuseppe vedeva Maria im­ mes» è tornato su uno dei temi scuola e le loro insegnanti, con un bilancio di otto morti, fra cui time e dei feriti (circa 300mila), Belleri­ progetti realizzati, interventi volti a
bronciata. “Devi dirmi cosa più spinosi nei rapporti e nei col­ tre militari statunitensi, e 65 feriti. La potente carica esplosiva è ve ha dato anche nuove statistiche sul­ migliorare le infrastrutture del co­
hai”, le chiese per due volte. E loqui tra Stati Uniti e Cina, quel­ stata attivata a distanza, ha riferito la polizia del distretto di le distruzioni provocate dalla scossa, e mando della polizia di Herat e un
lei, sempre: “Giuseppe lascia lo dei diritti umani, riproponen­ Lower Dir, all’arrivo nel villaggio di Koto, per l’inaugurazione di cioé 250mila case e circa 30mila nego­ nuovo sistema di videosorveglianza
stare...”. “No Maria, tu devi do la vicenda del dissidente cine­ una scuola femminile, di un veicolo con membri di una ong statu­ zi finiti tra le macerie. «A livello di nu­ per il carcere, mentre lo Stato mag­
dirmelo” insisteva Giuseppe. se Gao Zhishenhg, avvocato atti­ nitense e giornalisti, scortati da militari del Pakistan e degli Usa. meri ­ ha precisato ­ è un disastro mon­ giore della Difesa e la Rai hanno or­
E Maria: “È che avrei preferi­ vista per la difesa dei diritti uma­ Il presidente Asif Ali Zardari, ed il premier Syed Yusuf Raza Gila­ diale. Questo è un disastro che non può ganizzato un workshop, in corso, sul­
to una femminuccia...”». ni scomparso una anno fa dopo ni hanno condannato all’unisono l’attentato, esprimendo dolore e essere gestito solamente da Haiti». la comunicazione sociale destinato
una “visita” nella sua casa da chiedendo una punizione per i colpevoli. ai media locali.

La corte dell’Aia: «In Sudan Al Bashir Nuova strage di pellegrini sciiti in Iraq
potrà essere processato per genocidio» A un mese dal voto il Paese è nel caos
L’AJA Si riaprono le speranze per i fa­ procura per so­ tutto o in parte, i gruppi Fur, Masalit BEIRUT/BAGHDAD Non sono bastati ol­ stato schierato da giorni un massiccio dispositivo di sicu­
miliari dei 35 mila civili di tre etnie stenere l’accusa e Zaghawa». Il 4 marzo scorso, la tre 30mila addetti alla sicurezza a n Almeno rezza proprio a Kerbala, dove stanno affluendo centinaia
sterminati, tra il 2003 e il 2005 duran­ di genocidio. La maggioranza della Camera aveva evitare una ennesima carneficina venti di migliaia di fedeli per le celebrazioni dell’Arbain, che
te la guerra civile del Darfur, di ve­ nuova decisione ­ giudicato che il materiale messo a di­ nella città santa irachena di Kerbala: persone segna la fine dei 40 giorni di lutto osservati ogni anno in
der condannato per genocidio il pre­ ha spiegato il giu­ sposizione dal procuratore Moreno­ almeno 20 pellegrini sciiti diretti al sono rimaste occasione dell’anniversario dell’uccisione dell’imam al
sidente del Sudan, Omar Al Bashir. dice finlandese Ocampo non forniva «ragionevoli mausoleo dell’imam Hussein sono Hussein, nipote di Maometto, nell’anno 681. Dopo gli at­
La Camera d’appello della Corte pe­ Erkki Kourula ­ motivi» per fare propria la tesi del­ stati uccisi e oltre 100 feriti ieri dal­ uccise tentati delle ultime settimane, che hanno già provocato la
nale internazionale dell’Aja ha ac­ dovrà «essere ba­ l’intenzionalità. «É una decisione l’esplosione di una bomba, apparen­ e altre cento morte di centinaia di persone, l’ultimo dei quali (40 mor­
colto l’appello del procuratore Luis sata su un buon importante per le vittime», ha com­ temente celata in una motocicletta. ferite da ti) è stato messo a segno lunedì a Baghdad, il premier Nu­
Moreno Ocampo contro la sentenza uso della norma mentato Moreno­Ocampo, che da an­ Tra le vittime ci sono anche diverse un’autobomba ri al Maliki aveva già alzato il livello di allarme, consape­
del 4 marzo dello scorso anno che della prova». Omar Al Bashir ni lavora ad acquisire prove contro i donne e bambini, hanno riferito fon­ vole di giocarsi proprio sulla sicurezza la sua credibilità
aveva spiccato un mandato di cattu­ Non spettava alla crimini ordinati da Al Bashir duran­ ti ospedaliere, affer mando che politica in vista della consultazione elettorale. E che le
ra contro il leader africano ritenen­ camera d’appello decidere se Al te il conflitto del Darfur, che ha pro­ l’esplosione è avvenuta nel centro di un corteo di fedeli elezioni si svolgano nella calma è interesse primario an­
dolo colpevole di crimini di guerra e Bashir abbia compiuto un genocidio vocato tra i quattro e i cinque milio­ alle porte della città, dove invece il pellegrinaggio conti­ che degli Stati Uniti, che intendono procedere ad un mas­
contro l’umanità, assolvendolo però in Darfur, ma l’accoglimento della ri­ ni di profughi. «Al Bashir sa che il nua nella calma. Da diversi anni, dopo la caduta del regi­ siccio il ritiro delle loro forze militari dall’Iraq entro il
dall’accusa più grave: quella di avere chiesta di Moreno­Ocampo riapre la suo destino è di affrontare le accuse. me di Saddam Hussein, i ricorrenti pellegrinaggi ai luo­ prossimo agosto e completarlo del tutto entro il 2011. An­
perpetrato un genocidio. I giudici possibilità che le prove della procura La migliore soluzione sarebbe quella ghi santi sciiti in Iraq sono stati marcati da attentati che che per questo il 23 gennaio il vice presidente americano
d’appello hanno annullato quella vengano valutate in modo diverso, di arrestarlo in Sudan», ha detto hanno causato la morte o il ferimento di migliaia di per­ Joe Biden è giunto in visita a sorpresa a Baghdad, con
sentenza di assoluzione ritenendo meno rigido. Il punto controverso ri­ Ocampo. Considerato lo status della sone. Sono un obiettivo facile per i terroristi che vogliono l’obiettivo non dichiarato di disinnescare l’esplosiva con­
che siano stati compiuti “errori di guarda la dimostrazione che il go­ Corte, il leader sudanese non potrà alimentare l’odio tra sciiti e sunniti, e quest’anno il ri­ troversia politica nata dopo l’esclusione dalle liste eletto­
diritto” ed hanno ordinato alla Corte verno del Sudan abbia agito con lo essere processato fino al momento schio era ancora più alto, in vista delle cruciali elezioni rali di oltre 500 candidati (su circa 6mila) ritenuti coin­
di riesaminare le prove portate dalla specifico intento «di distruggere, in del suo arresto. legislative in programma per il 7 marzo. In quest’ottica, è volti con il deposto regime o col disciolto partito Baath.
4 GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Cronaca
La vicenda In breve
¢ BRESCIA
P.zza Mazzini
Villa
Borghese
Una “sposa bambina”
VIA CARLO POMA salvata dalla polizia
ROMA Castel Un caso di “sposa bambina” è stato­
Sant'Angelo scoperto a Brescia dagli agenti della
San Pietro
Squadra Mobile.Si tratta di una romena
13enne che a settembre, con rito rom,
si è sposata con un connazionale
21enne. Poi si è rivolta ai medici per­
L'OMICIDIO ché il 21enne è affetto da Aids e la vi­
cenda è quindi stata scoperta. Accusati
7 agosto 1990 di riduzione in schiavitù e violenza ses­
Roma, via Poma: Simonetta Cesaroni suale, sono stati arrestati il romeno e
sua madre.
è trovata senza vita, uccisa con 29 colpi
di tagliacarte nell'ufficio dell'Associazione ¢ VITERBO
alberghi della gioventù. Il cadavere è nudo, non c'è
stata violenza, sulla porta nessun segno di scasso Trovata morta in casa
IERI A ROMA È INIZIATO IL PROCESSO PER IL GIALLO DI VENT’ANNI FA Sopra,
Raniero Busco
nell’aula bunker GLI SVILUPPI vicino alla figlia piccola

Simonetta Cesaroni,
del carcere Trovata morta sul letto, con ferite di ar­
di Rebibbia 5 gennaio 2007 ma da taglio, con accanto la sua bimba
attorniato È isolato un nuovo Dna, che non appartiene di pochi mesi che piangeva disperata. È
dai cronisti a Simonetta, prelevato da tracce di saliva successo a Civita Castellana, in provin­
e, sotto, cia di Viterbo. A trovare il cadavere è
Simonetta trovate sul corpetto e sul reggiseno della ragazza, stato il marito della donna.
Cesaroni che sarebbe stata morsa dall'assassino

un mistero italiano
¢ MAZARA DEL VALLO
6 settembre 2007
Raniero Busco, ex fidanzato Sequestro di Denise,
di Simonetta, è indagato per omicidio un’altra donna indagata
volontario dopo i risultati dell'esame del Dna Indagata per sequestro di persona la

riemerso dall’oblio
madre della sorellastra di Denise Pipi­
9 novembre 2009 tone, la bimba rapita a Mazara del Vallo
Busco è rinviato a giudizio per omicidio nel 2004. Ad Anna Corona è stata noti­
ficata una richiesta di incidente proba­
volontario. Ieri è iniziato il processo torio della Procura di Marsala.
ANSA-CENTIMETRI

ROMA È cominciato ieri nell’aula udienze, a cominciare dal prossimo dell’imputato, si è sfogata: «Sono ar­
bunker di Rebibbia il processo con­ 16 febbraio. Quel giorno saranno in rabbiatissima. E sono anche molto Alberto Arrighi,
tro Raniero Busco, ex fidanzato di
Simonetta Cesaroni, uccisa il 7 ago­
sto di 20 anni fa con 29 colpi di taglia­
aula la madre della Cesaroni, Anna
Di Giambattista, la sorella Paola e
Antonello Barone il fidanzato di
combattiva. Conosco mio marito dal
1991 e nel 1998 ci siamo sposati ­ ha
spiegato ­ abbiamo due figli di 8 an­
Omicidio di Como, l’armaiolo 43enne
fermato
per l’omicidio
carte in un ufficio di via Poma. L’ex
ragazzo della giovane assassinata,
in aula con il suo legale, è accusato
quest’ultima che furono tra i primi
ad accorrere il giorno del delitto.
»Oggi non si parla più di supposizio­
ni, gemelli, che ci hanno spesso fatto
domande su questa vicenda che ci
travolge. Tra le loro richieste ­ rac­
l’orrore in un video di Giacomo
Brambilla

di omicidio volontario aggravato. ni ma di un imputato e di un proces­ conta ­ c’è anche quella del perché la COMO Sono immortalate in un video choc le immagini le con lo spettro di
La terza Corte d’Assise di Roma, do­ so che prende il via alla luce del sole Cesaroni fosse sola in quell’ufficio. dell’atroce delitto avvenuto nel pomeriggio di lunedì in dover chiudere un
po essersi riunita in Camera di Con­ ­ afferma l’avvocato Lucio Molinaro, Sono certa che la verità verrà fuori. centro Como e scoperto soltanto martedì mattina dalla negozio in attività
siglio e aver ammesso la presenza legale della famiglia Cesaroni ­. Nel È la certezza dell’innocenza di mio Squadra mobile. Immagini atroci quelle registrate dal­ dal 1938. Con Bram­
del Comune di Roma nel giudizio, ha corso delle udienze ci sarà una pro­ marito che ci fa andare avanti. Que­ l’impianto di videosorveglianza interno al negozio di ar­ billa aveva iniziato
preso in esame e accettato tutte le ri­ gressiva acquisizione di prove che sti ultimi tre anni sono stati massa­ meria situato in via Garibaldi di proprietà di Alberto Ar­ una trattativa per ce­
chieste del pubblico ministero Ilaria dovranno sostenere o contraddire le cranti ­ continua ­ speriamo ora che righi, 43enne portato martedì sera in carcere al Bassone dere l’attività com­
Calò, delle parti civili e della difesa. accuse. Per quanto ci riguarda ­ ag­ cominci con questo processo la fine insieme al suocero Emanuele La Rosa, 68enne titolare merciale ricevendo
In particolare il pm ha ottenuto di giunge ­ il nostro impegno è quello dell’incubo». Anche a Busco è stato della pizzeria “La Conca d’oro” di Senna Comasco dove è circa 100mila euro
poter riavere in aula documenti, fil­ di contribuire all’accertamento del­ chiesto come si sentisse, se fosse stata rinvenuta, nel forno per le pizze, la testa mozzata di d’anticipo. Poi qual­
mati e ogni genere di materiale rac­ la verità per dare soddisfazione alla tranquillo. E lui ha risposto: «Tran­ Giorgio Brambilla, il cui resto del corpo è stato poi ab­ cosa, forse legato a problemi economici incontrati dal­
colto da quando il corpo di Simonet­ famiglia». Da parte sua l’avvocato quillo è una parola grossa». bandonato a Crevaldossola (Verbania), accanto al greto l’amico acquirente, gestore di numerosi impianti di ben­
ta fu trovato senza vita. La lista com­ Paolo Loria, difensore di Busco, ha Giornalisti, reporter, fotografi e di un fiume che scorre nei pressi della ex statale del Sem­ zina nel Comasco, ha inceppato le trattative fino al tre­
prende anche gli equipaggi delle vo­ espresso ancora una volta certezza troupe televisive sono stati ammessi pione. Arrrighi è accusato di omicidio volontario e di­ mendo epilogo. Quando sono arrivati i poliziotti in nego­
lanti che dopo la scoperta del delitto sull’innocenza dell’ex fidanzato del­ all’udienza. I giudici, presieduti da struzione di cadavere, mentre il suocero deve rispondere zio, all’inizio Arrighi ha retto alle ma poi è crollato nel
accorsero sul luogo. Torneranno in la vittima. «Ci accingiamo a fare Evelina Canale, non hanno infatti di concorso in occultamento di cadavere. L’armaiolo, pro­ momento in cui gli agenti della Mobile hanno notato
aula poi tutte le persone che in 20 an­ questo processo ­ ha detto il penali­ accolto le richieste del pubblico mi­ fessionista stimatissimo in città al punto d’essere spesso schizzi di sangue ripuliti frettolosamente. Accompagna­
ni di indagine sono state chiamate sta ­ con la serenità dell’innocente. nistero e degli avvocati delle parti di chiamato in Procura come consulente, ha confessato tut­ to in Questura ha confessato portando gli investigatori
dai pm che si sono occupati della vi­ Tutto quanto abbiamo sentito oggi estromettere gli organi di informa­ to durante il lungo interrogatorio in Questura davanti al dove era stato abbandonato il cadavere e alla pizzeria del
cenda; saranno sentiti i familiari sia ce lo aspettavamo. Siamo e sono si­ zione dall’aula. Ieri era presente an­ Sostituto procuratore Antonio Nalesso. Nessun dubbio suocero. Stando a quanto si apprende sarebbe stato La
della Cesaroni, sia di Busco. Un curo dell’innocenza di Busco». Men­ che una folla di studenti di giuri­ sulla natura economica del movente: da diversi mesi Ar­ Rosa ad avere l’idea della decapitazione infilando la testa
elenco di persone che determinerà tre la Corte era riunita in Camera di sprudenza. righi aveva notevoli difficoltà economiche al punto da ve­ nel forno usato per cuocere le pizze. Il video choc è ora
la necessità di svolgere numerose Consiglio, Roberta Milletari, moglie (AdnKronos) dersi costretto ­ a novembre ­ a lasciare a casa il persona­ nelle mani degli esperti della Procura.

MILANO//08-09//FEBBRAIO//2010 2010
RETI EUROPEE, INTERMODALITÀ,
TRASPORTO PUBBLICO
Cantieri aperti e aspettative delle Imprese
//08 FEBBRAIO//2010
CONVEGNO IN SESSIONE PLENARIA Assolombarda - Auditorium - Via Pantano 9 CONVEGNO Assolombarda - Sala Camerana - Via Pantano 9 CONVEGNO Assolombarda - Sala Falck - Via Chiaravalle 8
IL CORRIDOIO 24 GENOVA-ROTTERDAM: MALPENSA DUE ANNI DOPO: IL SISTEMA AEROPORTUALE ITALIANO LOGISTICA E GOVERNO DEL TERRITORIO:
L’EUROPA NON ASPETTA E GLI OBIETTIVI PER LA COMPETITIVITÀ NEL CONTESTO INTERNAZIONALE I BISOGNI DELLE IMPRESE MILANESI
10.00 Interventi introduttivi Mauro Moretti Amministratore Delegato 14.30 Saluti di apertura 15.30 Interventi 14.30 Introduce e coordina Claudio De Albertis Sebastiano Grasso Consigliere
Alberto Meomartini Presidente Gruppo Ferrovie dello Stato Francesco Bettoni Presidente Heike Birlenbach Vice Presidente Presidente Assimpredil ANCE, Membro Nazionale Assologistica
Assolombarda Luigi Rossi di Montelera Co-Presidente Unioncamere Lombardia Divisione Milano Lufthansa di Giunta Camera di Commercio Giuseppe Rago Presidente
Carlo Sangalli Presidente Camera Comitato Promotore Transpadana Luigi Lucchetti Presidente Piccola Giorgio Callegari Direttore Centrale di Milano e Amministratore Delegato BNP
di Commercio di Milano Dario Scannapieco Vice Presidente Impresa Assolombarda Alleanze e Strategie Alitalia-Compagnia 14.45 “Territorio, Infrastrutture e Logistica Paribas Real Estate Property
Banca Europea per gli Investimenti Aerea Italiana nella regione milanese” Management Italy
10.30 “Mediterraneo, Alpi e Mare del Nord: 14.45 Relazioni introduttive Mario Rossetti Direttore Generale
integrazione del territorio e del sistema 12.30 Interventi conclusivi “Il ruolo degli aeroporti lombardi: Alessio Quaranta Direttore Generale ENAC Franco Sacchi Direttore Centro
Mario Ratti Presidente S.A.C.B.O. Studi PIM Infrastrutture e Mobilità Regione
produttivo e logistico” Emma Marcegaglia Presidente presentazione degli indicatori 1999-2009” Lombardia
Oliviero Baccelli Vice Direttore CERTeT, Confindustria Roberto Zucchetti Coordinatore Francesco Rebaudo Amministratore
Delegato Cargolux Italia 15.15 Interventi Giorgio Spadoni Amministratore
Università Bocconi Roberto Castelli Vice Ministro Area Economia e politica dei trasporti Mario Castaldo Direttore Divisione Delegato e CEO OMTRA
delle Infrastrutture e dei Trasporti CERTeT, Università Bocconi 17.00 Intervento conclusivo Cargo Trenitalia
11.00 “Il Corridoio 24 come asse portante 17.00 Intervento conclusivo
per il sistema economico italiano” “Il piano industriale di SEA per lo sviluppo Raffaele Cattaneo Assessore Infrastrutture Fabrizio Dallari Direttore C-Log
Coordina del sistema aeroportuale milanese” Carlo Maria Giorgio Masseroli
Adriano Cavadini Presidente Associazione Carlo Secchi Professore di Politica e Mobilità Regione Lombardia Università Carlo Cattaneo
Giuseppe Bonomi Presidente Assessore Sviluppo del Territorio
Svizzera Alta Capacità Gottardo Economica Europea, Università Bocconi Coordina Carlo De Vito Amministratore Comune di Milano
e CEO SEA-Aeroporti di Milano Delegato FS Sistemi Urbani
Luigi Merlo Presidente Autorità Lanfranco Senn Direttore CERTeT,
Portuale di Genova Università Bocconi

//09 FEBBRAIO//2010
CONVEGNO IN SESSIONE PLENARIA Camera di Commercio - Sala Conferenze - Via Meravigli 9B CONVEGNO Assolombarda - Sala Camerana - Via Pantano 9 CONVEGNO Assolombarda - Sala Falck - Via Chiaravalle 8
TRASPORTO PUBBLICO LOCALE: EFFICIENZA E QUALITÀ IN LOMBARDIA LA MOBILITÀ SOSTENIBILE NELL’AREA MILANESE: LE NUOVE AUTOSTRADE LOMBARDE.
09.30 Saluti di apertura Virginio Di Giambattista Direttore Generale RISULTATI E PROSPETTIVE PROGETTI E TERRITORIO, RISORSE E FATTIBILITÀ
Massimo Ferlini Membro di Giunta Trasporto Pubblico Locale Ministero 14.30 Saluto di apertura Marco Mariani Sindaco di Monza 14.30 Intervento introduttivo Giampio Bracchi Presidente Milano
Camera di Commercio di Milano delle Infrastrutture e dei Trasporti Enrico Migliavacca Membro di Giunta Giorgio Oldrini Sindaco di Sesto Giuliano Asperti Vice Presidente Serravalle-Milano Tangenziali
Giuliano Asperti Vice Presidente Massimo Ferrari Responsabile Camera di Commercio di Milano San Giovanni Territorio e Infrastrutture Assolombarda Mario Ciaccia Amministratore
Territorio e Infrastrutture Assolombarda Assoutenti Lombardia Roberto Zucchetti Sindaco di Rho Delegato e Direttore Generale Banca
14.45 Tavola rotonda 14.45 Saluto Infrastrutture, Innovazione e Sviluppo
Giuseppe Biesuz Amministratore
10.00 Intervento introduttivo Delegato Trenitalia-LeNORD Introduce e coordina Cesare Stevan 16.30 Interventi conclusivi Guido Podestà Presidente Massimo Varazzani Amministratore
Morena Pivetti Il Sole 24 Ore Trasporti Presidente Commissione Traffico Paolo Massari Assessore all’Ambiente Provincia di Milano Delegato Cassa Depositi e Prestiti
12.00 Interventi conclusivi Automobile Club Milano Comune di Milano
10.15 Interventi Alberto Barcella Presidente 15.00 Interventi 16.30 Intervento conclusivo
Adriano Alessandrini Sindaco Alessandro Spada Vice Presidente Aldo Bonomi Direttore Consorzio A.A.STER
Elio Catania Presidente Confindustria Lombardia Raffaele Cattaneo Assessore
di Segrate all’Organizzazione Zonale Assolombarda
e Amministratore Delegato ATM Roberto Formigoni Presidente Giovanni Bozzetti Presidente Consiglio Infrastrutture e Mobilità Regione
Sandro Laudi Presidente Mario Antonio Dompè Sindaco di Gestione Infrastrutture Lombarde Lombardia
Regione Lombardia
ANAV Lombardia di San Donato Milanese

//CON IL PATROCINIO DI //CON LA COLLABORAZIONE DI //SEGRETERIA ORGANIZZATIVA MOBILITY CONFERENCE


ASSOLOMBARDA
Presidenza Via Pantano, 9 - 20122 Milano
del Consiglio Tel. 02 58370.431 / 02 58370.398 - Fax 02 58370.326
dei Ministri conferenceexhibition@assolombarda.it
www.mobilityconference.it
GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010 5
il Cittadino
Interni
L’IDV SVENTOLA CARTELLI CONTRO LA MAGGIORANZA, MENTRE L’UDC SI ASTIENE, PER BERSANI (PD) «BERLUSCONI BLOCCA L’ITALIA»

“Sì” dell’Aula allo scudo per il governo


Passa fra le polemiche alla Camera il legittimo impedimento
ROMA Via libera della Camera alla lità» e di lasciare libero il Parlamen­
In breve
proposta di legge sul legittimo impe­
dimento: 316 i voti a favore, 239 i con­
trari, 40 gli astenuti. Su 595 presenti
to di lavorare per il Paese «che ha in
testa ben altre priorità». Ma, ha sot­
tolineato Bersani, «noi non udiremo
Il Guardasigilli PRECARI
e 555 votanti, la maggioranza richie­
sta era di 278 voti. Hanno detto sì
Pdl, Lega, Noi Sud, Mpa e Partito re­
quelle parole da statista. Noi sentire­
mo la solita musica. Ma quale rispet­
to delle regole! Abbiamo il consenso,
sale sul Colle: Brunetta attacca i padri:
pubblicano; no Pd, Idv e Alleanza per
l’Italia. Astenuti Udc, Svp e Liberal­
fateci governare». Tuttavia, prose­
guendo in «questa corsa dissennata» «Niente decreti «Loro sono ipergarantiti»
democratici. Il provvedimento passa si crea «un solco nella coscienza del «La flessibilità è sempre riferita ai figli
ora all’esame del Senato. Bagarre in
aula al momento dell’approvazione. I
Paese». Annunciando il no dell’Idv al
legittimo impedimento, Antonio Di
anti­pentiti» mentre i padri sono ipergarantiti». Lo
ha detto il ministro della Pubblica am­
deputati dell’Ita­ ROMA Il ddl Valentino che, secondo ministrazione Renato Brunetta duran­
lia dei valori han­ l’opposizione, azzererebbe i proces­ te la puntata di “Porta a Porta” di ieri
no tirato fuori dei si di mafia vanificando ogni dichia­ sera. «Spendiamo troppo in cattivo
cartelli con scrit­ razione di pentito, non sarà sostenu­ welfare per i padri e troppo poco per i
te del tono “casta to dal governo in alcun modo. È que­ giovani» ha proseguito il ministro che
di intoccabili”, sta la rassicurazione che il ministro ha aggiunto: «Spendiamo tantissimo
“la casta esulta e della Giustizia Angelino Alfano sa­ per finte pensioni di invalidità e quasi
l’Italia affonda”, rebbe andato a dare al Colle di mat­ nulla per incentivi per gli affitti e borse
“legittimo impe­ tina presto. Il Guardasigilli avrebbe di studio per i giovani». Riguardo la
dimento uguale cercato di tranquillizzare il Quiri­ Pubblica amministrazione, Brunetta
legittima impuni­ nale anche sul complesso di riforme spiega: «Laddove ci sono i fannulloni,
tà”. Qualcuno ha della giustizia che la maggioranza si ci sono dirigenti incapaci che non fan­
fatto anche circo­ appresta a mettere in campo, com­ no il loro lavoro. Dove ci sono dirigenti
lare una riprodu­ preso il processo breve. Un provve­ seri il sistema funziona». «La cattiva
zione della locan­ dimento quest’ultimo che, secondo politica e il cattivo sindacato ­ ha ag­
dina del film ‘Gli quanto reso noto da Michele Vietti giunto il ministro ­ ha prodotto il mo­
intoccabili’ con il (Udc), dovrebbe slittare come esame stro che abbiamo davanti».
volto di Silvio «se tutto va bene, a dopo l’estate».
Berlusconi al po­ Il presidente della Repubblica DUBBI SULLA COPERTURA
sto di quello di avrebbe chiesto, infatti, di conosce­
Robert De Niro
nei panni di Al
re gli orientamenti del governo sul
fronte riforme esprimendo l’esigen­
Dl emergenze al Senato,
Capone. Immediata la reazione dai
banchi della maggioranza. I deputati
Pietro, si è rivolto «al signor presi­ Se volete che il processo sia breve da­
te mezzi e risorse alla giustizia».
si. «C’è sempre qualche moralista”,
ma la legge “andava fatta e l’abbia­
za di una coerenza complessiva del
loro impianto. Alfano avrebbe assi­
lite su “Protezione spa”
dente del Consiglio che non c’è» per
della Lega hanno bersagliato con stigmatizzare una legge «personale» Ma per il Guardasigilli il legittimo mo fatta. Questa è la dimostrazione ­ curato che ci sarà una coerenza di Il decreto sulla fine emergenze ­ i ri­
palline di carta i banchi di Idv men­ che «stabilisce che lei e i suoi mini­ impedimento non è un privilegio. ha osservato ­ che la maggioranza è fondo e non si tratterà di singole leg­ fiuti a Napoli, il terremoto in Abruzzo
tre dal gruppo del Pdl si è levato pri­ stri potete decidere a vostro piaci­ «Resto convinto ­ ha commentato molto forte». Fuori dall’aula di Mon­ gi disorganiche. Il capo dello Stato ­ è arrivato all’esame dell’Aula del
ma il coro “scemi, scemi” e poi “Con­ mento di non presentarsi in un’aula Angelino Alfano ­ che il legittimo im­ tecitorio c’è stato un rapido incontro ha seguito con una certa attenzione Senato ma sulla trasformazione della
trada, Contrada”. di tribunale». «Si vergogni», è sbotta­ pedimento serva ad assicurare il di­ tra Bossi e Bersani e proprio rivolto lo svolgersi dei fatti, esercitando la Protezione civile in società per azioni
Durissimi gli interventi in aula del­ to Di Pietro, per questa «scelta im­ ritto a governare da parte di chi ha al segretario democratico il leader moral suasion, sia per quanto ri­ si è concentrato il fuoco delle opposi­
l’opposizione. Legittimo impedimen­ morale e incostituzionale. Solo in un vinto le elezioni. Non un privilegio, della Lega ha detto «che è un buon guarda il processo breve, sia il legit­ zioni e la battaglia affrontata in Com­
to, Lodo Alfano uno e due, processo Paese barbaro e dittatoriale si può quindi, si tratta, ma di legittimo di­ moralista». In aula c’è stato anche timo impedimento. Questa attenzio­ missione Ambiente minaccia di tra­
breve, «tutte cose complicate ma la immaginare un presidente del Con­ ritto a sottoporsi al processo senza un botta e risposta tra il capogruppo ne del Colle avrebbe portato, tra l’al­ sferirsi in Aula quando, la prossima
gente ha capito cosa c’è dietro tutto siglio che si fa fare una legge apposta che tale processo impedisca di gover­ del Pdl Fabrizio Cicchitto e Massimo tro, i protagonisti della vicenda a co­ settimana, si voterà sull’articolo 16
questo, c’è di mezzo Berlusconi, un per non farsi processare». Di Pietro nare». «È la strada ­ ha aggiunto il D’Alema. «Nel passato lei si è potuto niare il termine «coessenziali» per del provvedimento. Dai banchi del go­
presidente del Consiglio che non ha definito Berlusconi «il peggior ca­ ministro della Giustizia ­ che conci­ avvalere dell’immunità» ha dichia­ restringere il campo di quelle attivi­ verno a Palazzo Madama il sottose­
vuol farsi giudicare e tiene ferma po di governo della storia repubbli­ lia il diritto del cittadino presidente rato tra l’altro l’esponente del cen­ tà di premier e ministri che, collega­ gretario Guido Bertolaso ha provato a
l’Italia su questo punto. Il Paese è in­ cana». «Anche i bambini ­ ha poi ri­ del Consiglio di difendersi nel pro­ trodestra. «Non mi sono mai avvalso te ai compiti primari, si possono rassicurare le opposizioni sulla natu­
cagliato» ha detto il leader del Pd, marcato ­ si rendono conto che il pro­ cesso con il dovere del presidente del di alcuna immunità» ha replicato considerare legittimo impedimento. ra del nuovo organismo: una società
Pier Luigi Bersani. cesso è breve se in breve tempo si fa, Consiglio di svolgere il mandato». D’Alema. «Sono stato indagato e do­ Nel testo originario, invece, si parla­ «piccola, agile e snella», con capita­
Il segretario democratico ha chiesto non se dopo breve tempo non si fa. Soddisfatto il Senatur. «È passata, è po otto anni sono stato prosciolto, va più genericamente di «attività le interamente pubblico.
a Berlusconi «un atto di responsabi­ Così si chiama processo interrotto. andata» ha dichiarato Umberto Bos­ senza alcuna legge di protezione». connesse».

LA DENUNCIA DEL PAPA DAVANTI A CINQUEMILA FEDELI DURANTE L’UDIENZA GENERALE

Benedetto XVI: «Nella Chiesa


c’è chi cerca potere e carriera»
CITTÀ DEL VATICANO­ «Anche tra gli come un privilegio personale, né ITALIA DEI VALORI
uomini di Chiesa, specialmente come l’inizio di una brillante car­
tra chi è investito di responsabili­
tà, allignano i mali del carrieri­
riera ecclesiastica, ma come un
servizio da rendere con dedizione Foto con Contrada,
smo e della ricerca del potere per­ e umiltà».
sonale». Le parole di Benedetto Non è la prima volta che Benedet­ Di Pietro ironizza:
XVI, pur pronunciate con tono to XVI parla chiaramente del car­
quasi sommesso, sono risuonate rierismo e degli altri mali che in­
«Sono il re degli 007»
come una forte denuncia, dinanzi deboliscono la missione della n «Ebbene sì, sono il più
ai circa cinquemila fedeli riuniti Chiesa cattolica: prima ancora grande James Tonino Bond
ieri mattina nell’Aula Paolo VI delle forti parole pronunciate nel della storia». Sullo scoop del
per l’udienza generale. settembre scorso durante la con­ «Corriere della sera» con le
«Non è forse una tentazione quella sacrazione dei nuovi vescovi, in foto della sua cena del ’92 con
della carriera, marzo, in piena Bruno Contrada, Antonio Di
del potere, una tempesta per il Pietro risponde con ironia ai
tentazione da «perdono» con­ giornalisti. Non ci sta a passa­
cui non sono im­ cesso ai vescovi re per agente segreto e per di
muni neppure lefebvriani (tra più “deviato” e passa al con­
coloro che han­ cui il negazioni­ trattacco su diversi fronti.
no un ruolo di sta Richard Wil­ Prima sul suo blog è compar­
animazione e di liamson), aveva so un video spot in cui si fa la
gover no nella scritto una lette­ parodia di Di Pietro nei panni
Chiesa?», si è ra aperta in cui, di James Bond. Il filmato si
chiesto il Papa riprendendo le intitola: ‘Tonino 007 ­ Un film
durante la cate­ parole dell’apo­ del Corriere della Sera ­ Con
chesi dedicata stolo Paolo ai Antonio Di Pietro”. Poi spie­
alla figura di Galati, constata­ ga ai cronisti di Montecitorio
San Domenico va che anche og­ la sua versione dei fatti con
di Guzman, fon­ gi, nella comu­ una buona dose di ironia.
datore dell’ordi­ nità ecclesiasti­ «Non sapevo neanche che
ne dei frati do­ ca, «ci si morde esistessero le foto. Ero in una
menicani. e ci si divora a mensa dei carabinieri non in
Il Papa ha quin­ Il Papa durante l’udienza in aula Paolo VI vicenda». un ristorante o in un night.
di ricordato Nell’udienza di Ma vi rendete conto dove
quanto da lui detto il 12 settembre ieri, tra l’altro, alla denuncia con­ siamo arrivati?», fa osservare
scorso durante la cerimonia di tro chi nella Chiesa cerca solo car­ l’ex magistrato che subito
consacrazione di cinque nuovi ve­ riera e potere, ha fatto da netto traccia un parallelo tra chi a
scovi: «Non cerchiamo potere, contraltare proprio l’accento sul­ Natale va «orgogliosamente»
prestigio, stima per noi stessi. l’alto esempio di San Domenico. a cena con i carabinieri (che
Sappiamo come le cose nella so­ «Questo grande Santo ­ ha osser­ contribuirono ­ ricorda ­ al
cietà civile, e, non di rado nella vato Benedetto XVI ­ ci rammenta successo di Mani Pulite) piut­
Chiesa, soffrono per il fatto che che nel cuore della Chiesa deve tosto che «con le veline di
molti di coloro ai quali è stata con­ sempre bruciare un fuoco missio­ turno». E su tutta la spy­story
ferita una responsabilità, lavora­ nario, il quale spinge incessante­ che gli è stata cucita addosso
no per se stessi e non per la comu­ mente a portare il primo annun­ Di Pietro preferisce scherza­
nità». cio del Vangelo e, dove necessario, re: «Si tratta di un bel film e
Il Pontefice era partito dalla con­ ad una nuova evangelizzazione». invito qualcuno a farlo. Ma­
siderazione che quando il giovane «Ed è consolante vedere come an­ gari collaboro anche io per­
Domenico, appena ordinato sacer­ che nella Chiesa di oggi sono tanti ché so tutte le putt... che han­
dote, fu eletto canonico del capito­ ­ pastori e fedeli laici, membri di no raccontato». Compatto lo
lo della cattedrale della sua dioce­ antichi ordini religiosi e di nuovi schieramento dell’Italia dei
si di origine, Osma, in Spagna, movimenti ecclesiali ­ che con gio­ Valori che fa quadrato attor­
«anche se questa nomina poteva ia spendono la loro vita per questo no al suo leader. “Colpa delle
rappresentare per lui qualche mo­ ideale supremo: annunciare e te­ regionali”, e “del veleno e del
tivo di prestigio nella Chiesa e nel­ stimoniare il Vangelo», ha conclu­ fango” con cui si vuole impo­
la società, egli non la interpretò ­ so. stare la campagna elettorale.
ha sottolineato papa Ratzinger ­ Fausto Gasparroni
6 GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Azionario e titoli di Stato
FTSE MIB GLI INDICI DI IERI NIKKEY
Titolo Riferimento % INDICI Valore Minimo Massimo Variazione %
+0,32
Tokyo
A2A 1,3850 +0,22 FTSE ITALIA ALL SHARE 22.696,96 22.666,82 23.014,58 -1,07 10.404,33
10.414,29
ANSALDO STS 14,4700 +1,90
FTSE MIB 22.169,25 22.128,73 22.502,60 -1,09
ATLANTIA 18,1300 -2,05

10.198,04
AUTOGRILL 8,9900 -1,10 FTSE ITALIA MID CAP 24.721,87 24.692,98 25.007,81 -0,96
BANCA MPS 1,1920 -1,24
FTSE ITALIA SMALL CAP 24.106,09 24.063,71 24.180,42 -0,15 28/1 29/1 1/2 2/2 3/2
BANCA POP. MILANO 4,7625 -1,65
BANCO POPOLARE 4,9300 -2,38 FTSE ITALIA MICRO CAP 22.849,49 22.841,47 23.043,48 -0,66
FTSE
BULGARI 5,8000 -0,68
FTSE ITALIA STAR 11.264,68 11.249,87 11.324,04 +0,19 -0,57
BUZZI UNICEM 10,8900 -0,18 Londra
5.253,15
5.283,31
CAMPARI 7,3400 +0,14 L’ANALISI
CIR 1,7220 -0,81
ENEL 3,9150 -0,82 PIAZZA AFFARI CHIUDE CON IL SEGNO MENO: L’INDICE FTSE ALL SHARE IN CALO DELL’1,07%
5.145,74

Milano in negativo
ENI 16,9600 -0,88
EXOR 11,8600 +1,19 28/1 29/1 1/2 2/2 3/2
FIAT 9,0300 +0,11
FINMECCANICA 10,1200 -0,39 DAX
FONDIARIA - SAI
GENERALI
12,1000
17,3900
+1,00
-0,80
Tonfo pesante di Telecom, male anche i bancari Francoforte -0,66
5.672,09
GEOX 4,6575 -0,69 5.709,66

IMPREGILO 2,3700 -3,46

5.540,33
INTESA SANPAOLO 2,8150 -1,66
ITALCEMENTI 8,9650 -0,22
28/1 29/1 1/2 2/2 3/2
LOTTOMATICA 14,3400 -0,21
LUXOTTICA GROUP 18,8100 -1,10
CAC
MEDIASET 5,6450 -1,31
-0,49
MEDIOBANCA 8,1100 -2,82 Parigi
3.793,47
3.812,13
MEDIOLANUM 4,1275 +0,98
MONDADORI EDITORE 2,8250 -1,05
PARMALAT 1,8680 +0,86
PIRELLI & C 0,4195 +0,24 3.688,79

28/1 29/1 1/2 2/2 3/2


PRYSMIAN 13,6700 +1,41
SAIPEM 24,8000 -0,88 Giornata negativa per Piazza Affari, di 2,09 euro. Tra i titoli a elevata capitaliz- Equita che ha confermato il rating 'buy'
che ha accusato i realizzi su Telecom Ita- zazione della Borsa di Milano, in forte sul titolo dopo la firma di un contratto di
SNAM RETE GAS 3,4075 +0,07 lia e che nel finale è stata appesantita dai
titoli bancari: l'indice Ftse Mib ha chiuso
calo finale anche Impregilo (-3,46% a 2,37
euro) nonostante il gruppo abbia reso
circa 180 milioni di euro con la metropo-
litana di Copenaghen. Bene anche Pry-
IBEX
STMICROELECTRONICS 6,1800 +0,41 in perdita dell'1,09% a 22.169 punti, l'Ftse noto che il Tribunale del Riesame di smian (+1,41% a 13,67 euro), così come
All Share in calo dell'1,07% a quota 22.696. Napoli nell'ambito dell'inchiesta sui Exor, che cresce dell'1,19% a 11,86 euro. -2,27
TELECOM ITALIA 1,1020 -3,84 rifiuti in Campania ha depositato una Rispetto alla controllante ha brillato Madrid
TELECOM PERDE IL 3,8% nuova ordinanza con cui riduce di circa meno Fiat, salita dello 0,11% a 9,03 in una 10.888,40
11.140,90
TENARIS 16,2100 -0,18 TRA FORTI SCAMBI, ANALISTI DIVISI 500 milioni di euro l'ammontare del giornata positiva per i titoli dell'auto in
Telecom Italia, ieri, è stato il peggior tito- sequestro preventivo nei confronti delle Europa. Tra gli assicurativi, 'premiati' a
TERNA 2,9200 -0,26 lo di giornata tra i principali di Piazza società controllate. Nel settore ha invece livello europeo da un report sul settore di
Affari: dopo la crescita del 6% della vigi- tenuto Italcementi, che ha diffuso i risul- Goldman Sachs, Generali ha ceduto lo
UBI BANCA 9,7250 -1,42 lia, il gruppo delle telecomunicazioni ha tati 2009 a mercati chiusi e che ha regi- 0,80% a 17,39 euro, mentre Fondiaria Sai
accusato un calo del 3,84% finale a 1,102 strato una limatura dello 0,22% a 8,96 è cresciuto dell'1% netto a 12,1 euro. In 10.829,30
UNICREDIT 2,0950 -1,41 euro. Ancora forti gli scambi: sono passa- euro. Piazza Affari, infine, da segnalare il
ti di mano 220 milioni di titoli (pari boom di Pramac, in rialzo finale del
UNIPOL 0,8950 -0,28 all'1,6% del capitale), contro una media BENE ANSALDO, FONDIARIA 17,65% a 2,2 euro con la società che affer- 28/1 29/1 1/2 2/2 3/2
quotidiana dell'ultimo mese di Borsa di CRESCE TRA GLI ASSICURATIVI ma di non conoscere ''elementi o novità
109 milioni. Divisi gli analisti delle ban- Nel paniere principale, il titolo migliore che possano giustificare'' la corsa, se non
MATERIE PRIME che d'affari: Sanford C. Bernstein & Co.
afferma che la fusione con Telefonica ''è
della giornata è stato quello di Ansaldo
Sts, cresciuto dell'1,90% a 14,47 euro con
l'avvio di una nuova linea di microturbi-
ne eoliche già comunicata al mercato.
SMI
più facile che si faccia piuttosto che il con-
BRENT trario'', mentre Deutsche Bank, che man- FTSE MIB MAGGIORI RIALZI +0,06
DENARO $ 76,02 tiene il rating 'buy' sul titolo, dice che ''l'af- Zurigo
Titolo Riferimento Variazione
fare non è pronto ed è molto complicato''. 6.553,80
LETTERA $ 76,02
6.553,80
DEBOLI LE BANCHE, MALE ANCHE
ORO IMPREGILO, TIENE ITALCEMENTI ANSALDO STS 14,47 +1,90
DENARO $ 1112,1 Sono state soprattutto le banche, trasci- PRYSMIAN 13,67 +1,41
LETTERA $ 1112,1 nate al ribasso dai dubbi sugli istituti
spagnoli, ad appesantire la chiusura di EXOR 11,86 +1,20 6.440,72
Piazza Affari: Mediobanca ha ceduto il
ARGENTO 2,82% a 8,11 euro, Banco popolare il 2,38% FONDIARIA-SAI 12,10 +1,00
28/1 29/1 1/2 2/2 3/2
DENARO $ 16,430 a 4,93, Intesa SanPaolo l'1,66% a quota
LETTERA $ 16,430 2,81, Unicredit l'1,41% a un prezzo finale MEDIOLANUM 4,1275 +0,98

CAMBI MONETARI FTSE MIB MAGGIORI RIBASSI OBBLIGAZIONI


Euro Dollaro US Sterlina Yen Franco SV Titolo Riferimento Variazione Le più scambiate
1 EURO 1.0000 1.3903 0.87360 126.70 1.4725 TELECOM ITALIA 1,102 -3,84 Nome Ultimo prezzo Variazione
1 DOLLARO STATUNITENSE 0.71890 1.0000 0.62810 91.100 1.0590 IMPREGILO 2,37 -3,46 Bers-98/18 Lifestyle 107,00 -0,46
1 STERLINA INGLESE 1.1442 1.5912 1.0000 144.97 1.6850 MEDIOBANCA 8,11 -2,82 Bim-Imi-98/18 Sd 106,00 +0,09
1 YEN GIAPPONESE 0.0078899 0.010971 0.0068918 1.0000 0.011617
Centrob-98/18 Zc 72,85 +0,20
BANCO POPOLARE 4,93 -2,38
Abn Ge20 Royal 8% - Euribor 101,60 +0,00
1 FRANCO SVIZZERO 0.67870 0.94390 0.59320 86.030 1.0000 ATLANTIA 18,13 -2,05 Abn Ge20 Royal Sicurezza 100,50 +0,05
EURIBOR - QUOTAZIONI (fixing 365) TITOLI DI STATO
EONIA EURIBOR 1M EURIBOR 5M EURIBOR 9M I più scambiati
Nome Ultimo prezzo Variazione
0.327 0.430 0.863 1.115
EURIBOR 1W EURIBOR 2M EURIBOR 6M EURIBOR 10M
0.352 0.532 0.980 1.156 Btp-1Ag21 3,75% 97,50 -0,10
EURIBOR 2W EURIBOR 3M EURIBOR 7M EURIBOR 11M Btp-15Dc12 2% 99,43 -0,01
0.367 0.674 1.019 1.198 Btp-1Mz20 4,25% 101,82 -0,21
EURIBOR 3W EURIBOR 4M EURIBOR 8M EURIBOR 1Y Btp-15Ap15 3% 100,30 -0,12
0.383 0.773 1.067 1.245 Cct-1Lg16 Ind 98,82 -0,04
GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010 7
il Cittadino
Economia
TORINO Nelle stesse ore in cui le tute «PRONTI A INTERVENIRE»
blu del gruppo Fiat scioperano in di­
fesa della fabbrica di Termini Imere­
se e contro il piano del Lingotto, il
ministro dello Sviluppo Economico,
Il governo avvisa l’Alcoa: «Niente azioni unilaterali»
Claudio Scajola, fa vacillare le attese n L’avvertimento del governo è fermo e pesante: come c... vi pare» ha detto all’azienda, «anche noi
dei produttori di auto sul rinnovo de­ l’Alcoa «non compia nessuna azione unilaterale facciamo come c... ci pare; se fate così ve la faremo
gli incentivi. «Stiamo valutando se prima dell’incontro di lunedì 8 febbraio». Insom­ pagare», è sbottato. Sulla stessa lunghezza d’onda
siano ancora utili o un fenomeno di­ ma, nessuna fuga in avanti da parte della multina­ anche il ministro Brunetta, che ha ricordato che
storsivo del mercato», spiega, preci­ zionale americana dell’alluminio sulla vertenza Alcoa deve ancora pagare una multa da 300 milio­
sando che non si può «andare avanti degli stabilimenti di Porto Vesme e Fucina. Un ni di euro. Ed è forse su questa partita che il go­
in maniera disarmonica con l’Euro­ avvertimento che arriva alla vigilia della riunione verno potrebbe pensare di concentrare la sua azio­
pa». «Se procederemo con gli incenti­ dei vertici americani di Alcoa sul futuro degli ne di “suasion”, visto che l’esecutivo è incaricato
vi ­ ribadisce il ministro ­ saranno ri­ impianti italiani, che l’azienda vuole chiudere. Un dall’Ue di recuperare questa somma e che, con
dotti nel tempo e nell’intensità». avvertimento che assume i toni della minaccia molta probabilità, ha in mano una fidejussione da
Il leader della Cgil, Guglielmo Epifa­ nelle prese di posizione dei diversi membri del­ far valere e una richiesta di rateizzazione da valu­
ni, sollecita una decisione: «Bisogna l’esecutivo. A partire dal ministro dello Sviluppo tare. Il presidente della Regione Sardegna, Ugo
fare presto, altrimenti ­ dice ­ parlan­ economico, Claudio Scajola. «Una cosa deve essere Cappellacci, assicura che sarà «al fianco del gover­
do di ‘incentivi sì o nò si finisce che, chiara. Il governo non permetterà una decisione no per tutte le iniziative, fino alla requisizione
oltre al calo stagionale, nessuno più unilaterale. Alcoa subirà tutte le conseguenze di degli impianti». E mentre un presidio dei lavorato­
compra un’auto, in attesa degli in­ una scelta improvvida» ha detto il ministro che ri dei due stabilimenti continua la sua protesta
centivi, quindi parlare meno e deci­ lancia anche una difficile sfida: il governo, dice, è nella capitale, i sindacati fanno muro contro l’ipo­
dere di più». impegnato «a mantenere lo stabilimento anche se tesi di chiusura. Cgil, Cisl e Uil, insieme, defini­
Le adesioni allo sciopero di quattro Alcoa se ne andasse». Il titolare del dicastero del scono l’atteggiamento di Alcoa «inqualificabile» e
ore, indetto da Fim, Fiom, Uilm, Fi­ Lavoro, Maurizio Sacconi, durante l’incontro a chiedono al governo misure straordinarie, fino al
smic e Ugl, sono alte ovunque, secon­ Palazzo Chigi, è stato ancora più duro: «Se voi fate commissariamento dell’azienda.
do i sindacati, anche negli stabili­
menti Ferrari,
Maserati e Ma­
gneti Marelli: to­
tale a Termini,
FIAT EPIFANI: «DECIDERE SUBITO SUGLI AIUTI», DOMANI RIPRENDE IL CONFRONTO FRA LE PARTI RIASSETTO AI NASTRI DI PARTENZA
tra il 50 e il 70% a
Mirafiori e nelle
altre fabbriche,
mentre la Fiat
parla di un’ade­ Le tute blu incrociano le braccia Giorno di attesa
sione media del
14% e del 20% per conoscere
Scajola: «Incentivi da discutere»
nello stabilimen­
to torinese. Il
cuore della prote­
sta è la Sicilia. Al­
la manifestazio­
ne di Ter mini
la futura Telecom
Imerese con i lavoratori c’é il segre­ MILANO La via al riassetto di Telecom
tario generale della Fiom, Gianni Ri­ In breve sembra aperta anche se, secondo le n Indicazioni
naldini: «Non esiste un motivo reale indiscrezioni raccolte in ambienti fi­ emergeranno
­ afferma ­ per chiudere questa fab­ ¢ COSTO DEL DENARO nanziari, bisognerà aspettare l’esta­ dall’incontro
brica. In Italia non esiste una sovra­ te prima di fare qualche ragiona­ di oggi tra
capacità, anzi il nostro Paese, in Eu­
ropa, è l’unico, tra quelli industria­
Oggi la riunione mensile della Bce: mento concreto. Intanto è stato rilan­
ciato il tema della società della Rete l’amministratore
lizzati, ad importare auto perché se tassi di sconto e crisi greca sul tavolo che nell’ipotesi di una fusione tra Te­ Bernabé
ne producono poche rispetto alla ri­ lecom e Telefonica, ha sottolineato il e il ministro
chiesta di mercato». E anche il mini­ I tassi di Eurolandia resteranno fermi all’1% al board della Bce presidente dell’Agcom Corrado Cala­ Claudio Scajola
stro Scajola ribadisce che, secondo il di domani, un appuntamento i cui i banchieri centrali dovranno brò, diventa «ancora più strategica».
governo, nell’ambito del piano di fare il punto sulla fragile ripresa e sulla crisi greca che rischia La Borsa riflette e sul titolo arrivano
riorganizzazione di Fiat per la pro­ Il leader della di allargarsi. Gli economisti si aspettano che il costo del dena­ le prime prese di beneficio (­3,84% a 1,102 euro) anche se
duzione in Italia «c’é spazio anche Fiom Rinaldini ro nei Paesi dell’euro resti inchiodato all’1%. Ed è probabile gli scambi ancora intensi (220 milioni di azioni pari al­
per Termini Imerese». «Dobbiamo con alcuni anzi che la Bce conti di lasciarli a tale livello per tutto il 2010: l’1,6% del capitale ordinario) mostrano che l’attenzione
preservare l’occupazione e lo stabili­ operai che anche la Fed ha promesso tassi fermi ancora a lungo. I ban­ sul titolo resta alta. Qualche indicazione potrebbe arri­
mento ­ dice il ministro ­ ma se la mostrano un chieri dell’Eurotower discuteranno di exit strategy, cioé del vare al termine dell’incontro di oggi tra l’amministrato­
Fiat dovesse confermare la decisio­ cappio a Termini; graduale ritiro delle misure anti­crisi. E poi c’é la crisi della re delegato di Telecom Franco Bernabé e il ministro del­
ne di fermare la produzione di auto sopra Scajola Grecia, che potrebbe allargarsi a Spagna e Portogallo. lo Sviluppo, Claudio Scajola «su diversi temi compresi
nello stabilimento siciliano, ci sarà quelli strategici» come ha sottolineato nel question time
un tavolo per lavorare ad una diver­ nerale della Cisl, Raffaele Bonanni. gamma di prodotti». «A chi licenzia ¢ CONSUMI il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Elio Vito;
sa indicazione industriale che eviti In vista del nuovo incontro al Mini­ e chiude stabilimenti ­ afferma Gian­ ma più probabilmente bisognerà aspettare il 25 febbraio
la chiusura di questo polo importan­
te per l’Italia e la Sicilia». In questo
stero dello Sviluppo economico, pre­
visto per venerdì, Epifani sottolinea
ni Pagliarini, responsabile Lavoro
del Pdci ­ Federazione della sinistra ­
Confcommercio: primi segnali di ripresa quando in consiglio di amministrazione verranno pre­
sentate le linee guida del prossimo triennio.
caso, aggiunge il ministro del Lavo­
ro, Maurizio Sacconi, il governo «é
la necessità «di fare il punto su impe­
gni e investimenti della Fiat» e al­
spostando la produzione all’estero,
nemmeno un euro bucato. Altro che
Bene le spese per la casa, alimentari giù «Ascolteremo nelle prossime ore cosa pensano di fare a
Telecom ed alla luce di questo valuteremo le azioni possi­
pronto con gli ammortizzatori socia­ l’azienda chiede «di accelerare la incentivi! Il ministro Scajola lo capi­ Le famiglie italiane stanno uscendo dalla crisi dei consumi, an­ bili nel rispetto della libertà del mercato» ha detto Scajo­
li per accompagnare le soluzioni che presentazione del piano industriale sca e pretenda nero su bianco da che se lentamente e «senza slancio». Lo certifica la consueta la. Il giorno dopo la presa di posizione di Palazzo Chigi,
verranno individuate». nel suo complesso». Cesare Damia­ Marchionne impegni precisi». indagine di Confcommercio: a dicembre i consumi sono au­ che ha smentito un coinvolgimento del Governo, Scajola
«La protesta legittima e sacrosanta no, capogruppo del Pd in commissio­ Per Fausto Bertinotti, ex leader di mentati dell’1% rispetto allo stesso mese del 2008, mentre so­ ribadisce che «Telecom Italia è una società privata e in
dei lavoratori della Fiat deve indurre ne Lavoro della Camera auspica che Rifondazione, «ci sarebbe bisogno di no rimasti stabili su novembre 2008. Insomma, la luce in fondo Italia c’è libertà di mercato». La partecipazione del mini­
l’azienda a ripensare la sua posizio­ «l’incontro di venerdì consenta di una risposta forte, di una mobilita­ al tunnel della recessione si inizia a intravedere. A guidare la stro Giulio Tremonti non è esclusa ma è improbabile es­
ne sul futuro produttivo di tutti gli definire un piano industriale strate­ zione generale, della costruzione, da “rimonta” dei consumi sono soprattutto le spese per la casa sendo impegnato al mattino con il Consiglio dei ministri
stabilimenti, a cominciare da Termi­ gico che rafforzi la presenza del­ parte delle sinistre e del sindacato». (+1,3%); note ancora dolenti, invece, per gli alimentari e poi in partenza per il G7. Un tavolo a cui invece i sinda­
ni Imerese», afferma il segretario ge­ l’azienda in Italia con una maggiore (Ansa) (­0,9%), e soprattutto per ristoranti e hotel (­0,8%). cati, per ora non invitati, vorrebbero potere sedere.

�������������������

������������
���������

������������������
��������������������������������������������������������������������
������������������������������������������������������������������

�������������������������������������������������

���������������������
�������������������������������������������������

�����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������
��������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������
�������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

#ONCESSIONARIA¬"-7¬-OTORRAD¬&�LLI¬#ARTENI¬�¬6IALE¬-ILANO�¬��¬�¬4EL�¬����¬������¬�¬,/$)¬
8 GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Agenda
INFO CINEMA
Alle famiglie EMERGENZE
il bonus gas POLIZIA
(soccorso pubblico)...............113
per la bolletta CARABINIERI
(pronto intervento).................112
GUARDIA DI FINANZA........ 117
VIGILI DEL FUOCO
SAN GIULIANO Il Bonus Gas è un’age­
(pronto intervento).................115 Ô LODI
volazione che sostiene la spesa ener­ CINEMA DEL VIALE Viale Rimembranze 10, Tel.:
getica delle famiglie in condizione EMERG. SANITARIA............ 118 0371 426028 RIPOSO CINEMA FANFULLA Viale Pa­
di disagio economico garantendo un SOCC. STRADALE ACI.. 803116 via 4, Tel.: 0371 30740 Lo spazio bianco (rassegna),
risparmio sulla spesa annua per il TELEFONO AZZURRO
gas. Fino al 30 aprile 2010, potranno Ore 16.00, 21.15 CINEMA MODERNO Corso Adda
linea gratuita 97, Tel.: 0371 420017 Avatar, Ore 21.15 Tra le nu­
richiederlo le famiglie con indicato­ per minori di 14 anni.........19696
re ISEE non superiore a 7.500 euro, e vole, Ore 20.10, 22.30
magg. di 14 anni....199/151515
quelle numerose (4 o più figli a cari­
co) con ISEE non superiore a 20.000
Ô CASALPUSTERLENGO
LODI (pref. 0371) CINEMA TEATRO COMUNALE piazza del Popolo 15,
euro. Il Bonus Gas potrà essere ri­
chiesto da coloro che, in possesso PREFETTURA.......................4471 Tel.: 0377 460436 RIPOSO
dei requisiti sopra citati, utilizzano QUESTURA.........................4441 Ô CREMA
impianti di riscaldamento centraliz­ CARABINIERI Centralino
.........430497, 430811, 430926 MULTISALA PORTA NOVA Via Indipendenza 44, Tel.:
zati o autonomi. Le famiglie che 0373 218411 ­ SALA 1 ­ Avatar in 3D, Ore 20.45 ­
hanno già usufruito del Bonus Ener­ POLIZIA STRADALE............45001
POLIZIA MUNICIPALE......420449 SALA 3 ­ Baciami ancora, Ore 20.00, 22.40 ­ SALA 4
gia, riceveranno a domicilio una co­
municazione con l’invito a recarsi
­ Alvin superstar 2, Ore 19.50 Avatar 2D, Ore 21.40
in Comune per richiedere la nuova CASALPUSTERLENGO Brothers (cineforum), Ore 21.00 ­ SALA 5 ­ Tra le nu­
agevolazione. Il valore del Bonus sa­ (pref. 0377) vole, Ore 20.20, 22.40
rà differenziato per tipologia d’uti­ POLIZIA MUNICIPALE......830298 Ô LODI VECCHIO
lizzo e per numero dei componenti CINEMA AURORA Piazza Vittorio Emanuele II 17,
del nucleo familiare residenti nella CODOGNO (pref. 0377) Tel.: 0371 464198 RIPOSO
medesima abitazione. Informazioni
POLIZIA MUNICIPALE......431448
e assistenza per la compilazione del Ô MELEGNANO
modulo per il Bonus Gas: ufficio CINEMA AGORA' Via Lodi 17, Tel.: 02 9834107 RI­
Tributi, tel. 02 98207386. GUARDAMIGLIO (pref. 0377)
POLIZIA STRADALE............41561 POSO
Ô PESCHIERA BORROMEO
SANT'ANGELO LODIGIANO CINEMA DE SICA Via don Sturzo 2, Tel.: 02
BORGHETTO LODIGIANO IL SANTO Sebastian Calà e Paolo Bellotti accoglieran­ (pref. 0371) 55604225 RIPOSO
GITA A BRECCIAROLA no i partecipanti in sala presentando breve­ POLIZIA MUNICIPALE.........25011
La Luce di Borghetto Lodigiano organizza un S. ANDREA CORSINI 4 FEBBRAIO mente i film, mettendone in luce gli aspetti Ô PIACENZA
tour a Brecciarola di Chieti per incontrare cinematrografici e illustrando il foglio "guida SAN COLOMBANO (pref. 0371) CINEMA APOLLO Via Giuseppe Garibaldi 79, Tel.:
Madre Vera ed assistere alla toccante sacra Nacque a Firenze da una nobile famiglia nel 1301. alla visione" disponibile su ciascuna sedia, POLIZIA MUNICIPALE......293208 0523 338076 RIPOSO CINEMA CORSO Corso Vitto­
rappresentazione della "Passione". La par­ Dopo aver trascorso una gioventù alquanto dissi- a seguire la visione. rio Emanuele II 81, Tel.: 0523 321985 RIPOSO CINE­
tenza è prevista per la mattina del 27 mar­ pata, Andrea entrò nel convento fiorentino del MA IRIS 2000 Corso Vittorio Emanuele II 49, Tel.:
Carmine e nel 1348 fu nominato superiore della PAULLO (pref. 02)
zo: alle 18 e 30 a Brecciarola tutti in religio­ MELETI POLIZIA MUNICIP.........90626945 0523 334175 RIPOSO CINEMA JOLLY Via Emilia Est
so silenzio a meditare sul Passio rappresen­ provincia toscana quando nella regione dilagava DIBATTITO SULLA VIABILITÀ 7/A, Tel.: 0523 760541 L'uomo che verrà, Ore 21.30
la peste. L'anno dopo papa Clemente VI lo con- POLIZIA STRADALE.......5270222
tato dai volontari di Madre Vera. L'indomani, La società Solana organizza una tavola ro­ CINEMA POLITEAMA Via San Siro 7, Tel.: 0523
sacrò vescovo di Fiesole e in questa sua nuova ve- 328672 RIPOSO CINEMA TEATRO PLAZA Largo
alla mattina, Santa Messa e incontro con ste si prodigò a favore dei derelitti, degli ammala- tonda dal titolo "Il bicchiere mezzo vuoto o MELEGNANO (pref. 02)
Madre Vera. Per le 13 il pranzo in hotel e il ri­ mezzo pieno" dedicato al problema della POLIZIA MUNICIP.........98208238 Giacomo Matteotti 15, Tel.: 0523 326728 RIPOSO
ti e dei pellegrini per oltre 24 anni, non trascuran- CINESTAR C.so Europa Tag. Sud uscita stadio, Tel.:
torno a casa. Il costo del pellegrinaggio è di do la predicazione e la formazione del clero. viabilità. Appuntamento alle 21 presso la POLIZIA STRADALE.........326781
115 euro. Per informazioni, Adriano 338 ­ sala consigliare. Ingresso libero. Con Nan­ 0523 572011 ­ SALA 1 ­ Baciami ancora, Ore 18.30,
Quando morì nel 1374, il suo corpo venne sepolto 21.30 ­ SALA 2 ­ Baciami ancora, Ore 19.20, 22.20
22 91 672. a Fiesole, ma i suoi confratelli del Carmine un cy Capezzera, assessore alla pianificazione SAN GIULIANO MILANESE
e urbanistica della provincia di Lodi, Renato (pref. 02) ­ SALA 3 ­ Alvin superstar 2, Ore 17.30, 20.00, 22.20
mese dopo trafugarono la salma e la tumularono ­ SALA 4 ­ Tra le nuvole, Ore 17.30, 20.00, 22.20 ­
CODOGNO nel loro convento dove le sue reliquie sono tuttora conservate nella cappella Gerevini, sindaco di Crotta d'Adda, Ema­ POLIZIA MUNICIP.........98207211
INCONTRO PER GLI AGRICOLTORI nuele Stefanoni, sindaco di Meleti, Gian­ POLIZIA STRADALE.........326781 SALA 5 ­ Il quarto tipo, Ore 17.35, 20.10, 22.25 ­ SA­
della famiglia Corsini. Il culto del santo ebbe un grande impulso quando LA 6 ­ Avatar, Ore 18.30, 22.10 ­ SALA 7 ­ Avatar,
I divieti di spandimento di reflui agricoli nel­ per sua intercessione i fiorentini sconfissero ad Anghiari i Visconti (1440), franco Rocca, presidente o.p. Apol indu­
le campagne termineranno domenica 7 striale, Antonio Biancardi, presidente della SAN DONATO MILANESE Ore 17.10, 20.30 ­ SALA 8 ­ Avatar in 3D, Ore 18.10,
ma soltanto nel 1724 papa Innocenzo XIII proclamò la sua canonizzazio- 21.30 Io, loro e Lara, Ore 17.20, 20.00, 22.30 ­ SALA
febbraio e Confagricoltura si attiva per valu­ ne. Solana spa, Fabrizio Lucchini, sindaco di (pref. 02)
tare la situazione delle aziende milanesi, Castelnuovo, Piero Giovannetti, sindaco di POLIZIA MUNICIP...........5274336 10 ­ Sherlock Holmes, Ore 17.10, 19.50, 22.30
(Nino Ravenna)
lodigiane e monzesi. Come noto la direttiva Maccastorna, Gianni Brusatassi, presiden­ POLIZIA STRADALE.......5270222 Ô PIEVE FISSIRAGA
nitrati della Comunità Europea, fatta pro­ te naziona Uiapoa, Filippo Arata, presidente MULTIPLEX CINELANDIA Centro Commerciale Pieve,
pria dal nostro Paese, impone precise nor­ Ainpo, e Antonio Casana, direttore di Sola­ MERCATI DI OGGI Tel.: 0371 237012 ­ SALA 2 ­ Avin Superstar 2, Ore
me da seguire anche in questo settore per Gorini 38, si parla di istituzioni pubbliche. A TEATRO A VERONA na. Modera il direttore del Cittadino Ferruc­
L'onorevole Lino Osvaldo Felissari, già pre­ In occasione della Stagione lirica e di ballet­ 20.20, 22.35 ­ SALA 3 ­ Avatar in 3D, Ore 19.50,
evitare casi di eccesso di nitrati in falda. E' cio Pallavera. 22.45 ­ SALA 4 ­ Avatar (versione tradizionale), Ore
per questo che Confagricoltura ha deciso di sidente della Provincia di Lodi, terrà una le­ to del teatro Filarmonico di Verona il gruppo
zione sul tema "Organizzazione e aspetti Amici della Lirica "Giuseppina Strepponi" 21.00 ­ SALA 5 ­ Baciami ancora, Ore 19.50, 22.45
proporre una serie di incontri a carattere in­ SALERANO SUL LAMBRO ­ SALA 6 ­ Il quarto tipo, Ore 20.30, 22.45 Tra le nu­
formativo destinati sia ai tecnici del settore pratici della vita politica oggi nella Provincia propone un'uscita nella città scaligera il ALLA SCOPERTA DELLA ROMANIA vole, Ore 20.15, 22.40
che agli imprenditori agricoli. Oggi giovedì 4 di Lodi." prossimo 14 febbraio per assistere alla rap­ Per la festa della Candelora la biblioteca co­
febbraio alle 15 appuntamento nella sala presentazione dell'Opera da tre soldi di Bre­ munale la parrocchia organizzano una sera­ Ô SAN DONATO
riunioni dell'Ufficio di Zona di SPETTACOLO TEATRALE cht su musiche di Weill. Prezzi: 50 euro per i ta intitolata "Salerano incontra la Romani". TROISI MULTISALA P.zza Dalla Chiesa 6, Tel.: 02
Confagricoltura in via Cavour a Codogno. Alle 21 presso il teatro del Viale, in viale del­ soci, 55 euro per i non soci comprensivi di Alle 21 in biblioteca. Una serata dedicata al­ 55604225 RIPOSO
Nel corso di questi incontri ci si confronterà le Rimembranze 10, va in scena lo spetta­ ingresso e viaggio in pullman. Partenze: alle la conoscenza e al folklore di una Nazione
sulle problematiche applicative della Diret­ colo dal titolo "I vestiti nuovi dell'imperato­ 13.30 da piazza Omegna e alle 14 da piaz­ che vanta con l'Italia comuni origini latine.
AGNADELLO P.zza Castello Ô SAN GIULIANO
re" tratto dall'omonima fiaba di Andersen. za Medaglie d'Oro. Prenotazioni accettate CASALPUSTERLENGO Zorlesco CINEMA ARISTON Via Matteotti 42, Tel.: 02
tiva Nitrati, con particolare riferimento alla Esibizione di Valentina Dimofte. Presenta la CASTIGLIONE D'ADDA P.zza As­ 9846496 Poesia che mi guardi (rassegna), Ore
tenuta del registro concimazioni e del regi­ Sul palco gli studenti delle classi terze della presso la sede di via Callisto Piazza 7/9 il serata Carmelo Signorelli.
scuola secondaria di primo grado "Madda­ giovedì dalle 16.30 alle 17.30 e la domeni­ sunzione 16.00, 21.15
stro fitofarmaci.
lena di Canossa". Ingresso gratuito. ca dalle 10.30 alle 11.30. Informazioni allo SAN DONATO MILANESE CAVENAGO D'ADDA P.zza Carabi­ Ô SPINO D'ADDA
GUARDAMIGLIO 0371­68576 oppure 347­1196116. SCRITTURA CREATIVA nieri d’Italia CINEMA VITTORIA Viale Vittoria 6, Tel.: 0373
ALLA SCOPERTA DEGLI INCA CORSO DI PROTEZIONE CIVILE La Biblioteca comunale presenta "Magiche CREMA Via Verdi 980106 RIPOSO
Nuova iniziativa della Biblioteca Comunale L'assessorato alla protezione civile della MELEGNANO Lettere... Lettere magiche", corso di scrittu­ LODI Piazza della Vittoria
di Guardamiglio “Carlo Vallacchi” per dome­ provincia di Lodi in collaborazione con il co­ CINEMA IN CASTELLO ra creativa per riscoprire il fascino della let­ MELEGNANO P.zza Matteotti
nica 21 marzo. Per gli appassionati dell’arte ordinamento delle organizzazioni di volonta­ Il Castello di Melegnano apre le porte della tera, percorrendo i sentieri tracciati da gran­ ORIO LITTA P.zza Mercato TRENI
antica infatti, prevista visita alla mostra «In­ riato della protezione civile della provincia di Sala delle Battaglie ai giovani in occasione di romanzi epistolari. Dedicato a chi è inte­ SAN DONATO MILANESE Via
ca ­ Origine e misteri delle civiltà dell’oro» Lodi organizza il nono corso base per volon­ della terza edizione del cineforum organizza­ ressato a sperimentare come scrivere sia
to dal gruppo giovani delle parrocchie di Me­ Martiri di Cefalonia
presso il Museo di Santa Giulia a Brescia. Il tari di protezione civile, riconosciuto dalla un "esercizio" in cui memoria, immaginazio­
costo di partecipazione è di 30 euro com­ scuola superiore di protezione civile come legnano e Vizzolo Predabissi e dagli Scout in SAN GIULIANO MILANESE Via
ne e rigore convivono in magica armonia. Il
prendente: il pullman, l’ingresso e la visita conforme agli standard formativi regionali. Il collaborazione con l'Assessorato alla Cultu­ corso, di 10 ore totali, è gratuito, a numero Repubblica
guidata della mostra. La raccolta delle ade­ corso si svolgerà in nove giornate formative ra e all'Identità della cittadina. Quest'anno chiuso ed è necessario iscriversi. Le lezioni
sioni è aperta sino al 18 febbraio presso la nel mese di marzo ed una giornata esercita­ dopo il grande successo degli anni passati si terranno presso la Biblioteca "Simona Or­ FARMACIE DI OGGI LODI Ô MILANO CENTRALE
signora Merli Marika, contattando il numero tivi il 24 aprile presso l'area fieristica del vil­ l'iniziativa, dal titolo "MediaMente" propone landi", Via M. di Cefalonia, 51/B, nelle gior­ 6.43; 7.07; 7.20; 7.27; 8.28; 9.58; 10.13; 11.10; 12.13; 13.11; 14.13;
di telefono 0377­51089. La partenza è pre­ laggio San Biagio di Codogno. La sede delle tre serate di proiezioni dal tema, filo condut­ nate di giovedì 11, 25 febbraio, 11, 25 mar­ 16.08; 16.14; 18..12; 19.10; 20.14; 21.12; 21.29; 22.14; 22.39; 22.46
vista per le ore 14,30 dal piazzale delle lezioni è presso la sala dei comuni della pro­ tore dei film in programma, i Media. La ras­ zo e 15 aprile dalle ore 20.30 alle ore LODI Ô MILANO GARIBALDI
scuole. Sono aperte le iscrizioni. vincia di Lodi in via Fanfulla 12. Le iscrizioni segna cinematografica ha fatto il suo esor­ 22.30. Il corso sarà tenuto da Paola Buona­ 5.51; 6.13; 6.52; 7.38; 7.48; 9.53; 10.23; 17.15; 22.29
dovranno pervenire entro e non oltre il 15 dio nel 2008 grazie a un gruppo di ragazzi casa copywriter, docente di corsi di scrittura LODI Ô MILANO LAMBRATE
LODI febbraio esclusivamente a mezzo e­mail al­ dell'oratorio San Gaetano di Melegnano. creativa presso biblioteche e istituti di scuo­ 5.51; 6.23; 6.43; 6.52; 7.07; 7.13; 7.20; 7.27; 7.37; 7.38; 7.48; 8.12;
LEZIONE ALL'UNITRE la provincia di Lodi all'indirizzo protezioneci­ Oggi 4 febbraio appuntamento con "Be Kind la primaria e secondaria. Per informazioni e 8.28; 9.16; 10.13; 11.10; 12.13; 13.11; 13.41; 14.13; 14.40; 16.08;
Oggi alle 10.15 nella sede dell'Unitre, in via vile@provincia.lodi.it. Rewind". L'ingresso è gratuito e alle ore 21. iscrizioni dal 4 febbraio: 02/52.772.400. 16.14; 16.40; 17.15; 17.22; 17.52; 18.12; 18.53; 19.10; 20.14; 21.12;
21.29; 22.14; 22.29
CASELLE LANDI LODI Ô MILANO ROGOREDO
IL TEMPO FARMACIA CHEVALLARD ­ via Ga­ 5.51; 6.13; 6.43; 6.52; 7.07; 7.13; 7.20; 7.27; 7.37; 7.38; 7.48; 8.12;
OGGI DOMANI METEO LODI retti ­ Tel. 0377/69905 ­ Nottur­ 8.28;9.16;9.53;9.58;10.13;10.23;10.53;11.10;11.23;11.53;12.13;
ZERO ZERO
OGGI no
TERMICO: TERMICO: 12.23; 12.53; 13.11; 13.23; 13.41; 13.53; 14.13; 14.23; 14.40; 14.53;
1650 metri. 1150 metri. 15.23; 15.53; 16.08; 16.14; 16.23; 16.40; 16.53; 17.15; 17.22; 17.23;
Temperatura CAVENAGO D'ADDA 17.52; 18.12; 18.53; 19.10; 20.14; 21.12; 21.29; 22.14; 22.29
FARMACIA GENOCCHI ­ viale Cadu­
ti 3 ­ Tel. 0371/70114 ­ Notturno MILANO CENTRALE Ô LODI
Massima 4 5.15;5.45;6.20;6.45;7.20;8.20;9.20;11.20;12.20;13.20;14.20;15.20;
(alle 13.00) CERRO AL LAMBRO FR.RIOZZO 15.45;16.20;17.20;17.25;18.20;19.15;20.20;21.15
FARMACIA GASPARI ­ via Libertà 2 MILANO ROGOREDO Ô LODI
­ Tel. 02/9834466 ­ Notturno 5.41; 5.28; 5.59; 6.33; 6.58; 7.33; 7.37; 7.59; 8.34;
LODI LODI Minima -1 9.05; 9.33; 9.35; 10.05; 10.29; 10.35; 11.07; 11.34;
(alle 6,00) CODOGNO 11.35; 12.05; 12.33; 12.35; 12.59; 13.05; 13.34; 13.35;
FARMACIA MOCCHI ­ corso Roma 13.59; 14.05; 14.33; 14.35; 14.59; 15.05; 15.34; 15.35;
62 ­ Tel. 0377/32251 ­ Notturno 15.59; 16.05; 16.33; 16.35; 16.40; 17.32; 17.37; 17.39;
17.52; 18.05; 18.13; 18.34; 18.37; 19.02; 19.03; 19.29;
Umidità alle 13.00
LODI 19.37; 20.09; 20.33; 20.37; 21.29; 21.37; 22.37; 23.37
N
FARMACIA COMUNALE 3 ­ Secon­ MILANO GARIBALDI Ô LODI
Evoluzione: Una perturbazione Evoluzione: Una perturbazione 5.15; 7.00; 7.30; 9.15; 9.45; 10.15; 10.45; 11.15; 11.45; 12.15; 12.45;
52% d o C r e m o n e s i 2 7 ­ Te l .
atlantica si avvicina da ovest. Al interessa tutti i nostri settori, 0371/31587 ­ Notturno 13.15; 13.45; 14.15; 14.45; 15.15; 15.45; 16.08; 16.15; 17.05; 17.40;
mattino nubi basse sulle pianure, determinando nubi estese e 19.40; 22.09; 23.10
soleggiato sui monti. In seguito precipitazioni, da deboli a SOLE PAULLO MILANO LAMBRATE Ô LODI
Oggi Domani FARMACIA COMUNALE ­ via Milano 5.20; 5.28; 5.52; 6.27; 7.24; 7.27; 7.43; 8.27; 8.45; 9.27;
nubi in aumento, fino a cieli molto moderate. Nevicate dapprima fin a 07.43 17.34 60 ­ Tel. 02/90634254 ­ Notturno 10.22; 11.27; 12.26; 12.45; 13.27; 13.45; 14.26; 14.45;
nuvolosi in serata, con tendenza a quote collinari, con qualche fiocco 15.27; 15.53; 16.27; 17.26; 17.27; 17.33; 17.40; 17.53;
deboli precipitazioni, che possibile anche su Pavese, SAN DONATO MILANESE 18.02; 18.23; 18.27; 18.50; 19.22; 19.23; 19.59; 20.24;
diverranno estese da ovest in Lomellina e alto Varesotto, in Oggi il sole sorge alle E tramonta alle FARMACIA COMUNALE 1 ­ piazza 20.27; 21.22; 21.23; 22.25; 23.23
nottata. Nevicate oltre i 500/700 progressivo rialzo, fin verso i Tevere 22 ­ Tel. 02/5271113 ­ Fi­ LODI Ô CODOGNO
metri. 700/800 metri.
pioviggine pioggia moderata no ore 21 6.33; 6.48; 7.27; 7.49; 8.10; 8.32; 8.53; 9.49; 10.46; 11.54; 12.49; 13.20;
LUNA 14.20; 14.49; 15.20; 16.20; 16.49; 17.10; 18.09; 17.55; 18.23; 18.29;
Temperature: in lieve calo Temperature: in lieve calo SAN GIULIANO MILANESE 18.41;19.07;19.45;20.09;20.49;21.10;21.45;22.10;23.09;00.10
2010 Mancano 330
Venti: In pianura: deboli da NE; A Venti: In pianura: deboli da NE; A giorni al FARMACIA PELLEGRINI ­ via Fratelli CODOGNO Ô LODI
Giorni Trascorsi
2000 m: moderati da S; A 3000 2000 m: moderati da NE; A 3000 35 2011 Cervi 8 ­ Tel. 02/ 9845588 ­ Not­ 5.31;5.54;6.23;6.34;6.59;7.16;7.21;7.54;9.00;10.53;12.53;13.22;
Calante turno
m: moderati da SO. m: moderati da SE. Fonte: 3BMeteo.com 14.21; 15.53; 15.59; 16.22; 16.55; 17.02; 17.32; 18.32; 18.53; 19.59;
20.53; 21.09; 21.59; 22.09
GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010 9
il Cittadino
Sezione

Lodigiano & dintorni


LA DISOCCUPAZIONE SALE A QUOTA 6,2 PER CENTO; A BREVE LE NUOVE INIZIATIVE PER DARE SOLLIEVO ALLE IMPRESE E AI DIPENDENTI

Crisi, nessun segnale di ripresa in vista


La Camera di commercio: «Numeri negativi su tutti i fronti»
n I numeri parlano chiaro: anche
alla fine del 2009 la ripresa ha de­
ciso di restare in un angolo senza
farsi vedere. La disoccupazione ha
raggiunto quota 6,2 per cento, ma
Foroni e Guerini in prima fila
solo se si considera il totale dei re­
sidenti; i sindacati sottolineano
che il dato raggiunge il 10 per cen­
per uscire presto dai guai
to se si prendono come punto di ri­ n Quando si sti mesi mi so­
ferimento i lavoratori. parla di “svi­ no fatto un po’
«Sembrava dovesse esserci uno luppo futuro”, di idee ­ com­
spiraglio di luce, almeno nel terzo comune e pro­ menta ­, nei
trimestre dell’anno scorso ­ affer­ vincia sanno prossimi mesi
ma Alessandro Zucchetti, presi­ benissimo che avvieremo un
dente della Camera di commercio la “patata bol­ confronto con
­, invece i dati sono molto negativi lente” è nelle lo­ tutti gli attori
in tutti i settori, sia dal punto di ro mani. Loren­ in gioco per
vista della produzione e del fattu­ zo Guerini, sin­ c o n f ro n t a rc i
rato sia dal punto di vista degli or­ daco di Lodi, e sulle proposte
dini. Inoltre, si è registrata una Pietro Foroni, Foroni Guerini c o n c r e t e. L e
stretta del credito, soprattutto nei presidente di persone che vo­
confronti delle imprese più che palazzo San Cristoforo, hanno gliono investire ci sono, ma il
delle famiglie. C’è stato poi un au­ già alcune idee in testa e contano progetto deve essere condiviso.
mento dei finanziamenti con i di spenderle nelle prossime setti­ L’idea di sviluppo, però, non sarà
Confidi, le banche intervenivano mane. L’urgenza è quella di atti­ più quella a macchia di leopardo,
solamente se c’erano garanzie. Ri­ rare al più presto nuove aziende e dove ogni sindaco decide che co­
spetto al 2008, però, i finanziamen­ nuovi posti di lavoro sul territo­ sa fare, è necessario ragionare
ti alle grandi imprese sono scesi rio. con una visione d'insieme».
del 4,59 per cento, mentre per tutte Foroni tiene le dita incrociate e Il presidente dovrà fare attenzio­
le altre sono diminuiti del 3 per spera che i risultati possano esse­ ne alle risorse, palazzo San Cri­
cento». Un momento del tavolo anti­crisi che si è riunito nella giornata di ieri nella sede della Camera di commercio di Lodi re portati a casa nel 2011: «In que­ stoforo, infatti, ha già sforato il
Nella giornata di ieri, in via Haus­ patto di stabilità. «La situazione
smann, si è riunito il tavolo anti­ non è delle migliori, però ci im­
crisi, al quale hanno partecipato pegneremo lo stesso. Sul fronte
sindacati e associazioni di catego­ delle politiche passive mettere­
ria, nel tentativo di trovare una
strada per superare le difficoltà I DATI DAL RAPPORTO DELLA CISL REGIONALE: NELL’ULTIMO SEMESTRE 1.1.85 I LODIGIANI ENTRATI IN CASSA mo a disposizione 100mila euro
per il fondo di solidarietà, 50mila
economiche. euro per il progetto con il tribu­
«La Camera di commercio ha pro­
seguito una serie di iniziative per
anticipare le previdenze agli arti­
giani ­ sottolinea Zucchetti ­, in
particolare, fino ad oggi sono stati
liquidati 250 lavoratori di 50 azien­
L’anno più nero per i metalmeccanici nale a favore delle persone in cas­
sa integrazione, mentre una par­
te delle risorse andranno al mon­
do artigiano. Con lo sforamento
del patto ci sarà un taglio del 5
per cento delle spese correnti,
de, per un importo di oltre 181mila
euro. Inoltre, partirà un nuovo
bando dedicato alle nuove impre­
Fra il 2008 e il 2009 in crisi 200mila lavoratori lombardi questo significa che taglieremo
in altri settori».
Per quanto riguarda il capoluo­
se giovanili, grazie a un accordo n Rapporto sul lavoro della Fim­ torio pesano in ter­ denti si può andare a caccia di se­ go, il primo cittadino ha intenzio­
con il ministero delle Attività pro­ Cisl Lombardia, anno ventisette­ mini assoluti per po­ gnali meno neri: il rapporto cas­ ne di seguire due “piste”: «A Lodi
duttive e con la Regione. Presto simo dal 1982. Probabilmente il co più dell’uno per se/abitanti nel Lodigiano è di 0,5 proseguiremo con il Polo univer­
partirà un progetto per garantire più nero di tutti da quando il sin­ cento sul totale di casse ogni cento. A Milano sale sitario e il Business park ­ affer­
l’accesso al credito, a favore delle dacato di via Tadino a Milano addetti al metalmec­ allo 0,6, nel Lecchese si impenna ma Guerini ­, inoltre bisognerà
micro aziende con meno di 10 di­ scruta la Lombardia del settore canico per i quali ne­ addirittura al 3,08. ragionare sull’area dell’ex Polen­
pendenti, sarà realizzato con il so­ metalmeccanico. Presentato ieri gli ultimi sei mesi Secondo il segretario generale Al­ ghi, apriremo un tavolo di con­
stegno della Provincia e in colla­ a riassunto dell’ultimo semestre, del 2009 sono scattati berta e la dirigenza regionale fronto con Parmalat. Più in gene­
borazione con i Confidi». Infine, la il tradizionale documento dei ver­ gli ammortizzatori: Fim la lezione impartita è stata rale si dovranno prendere in con­
Camera di commercio parteciperà tici regionali Fim dice che in il Lodigiano “porta” durissima e deve essere conserva­ siderazione le aree dove è possi­
per la prima volta con un contri­ Lombardia, fra il 2008 e il 2009, è 1.185 unità su 108.537 ta in futuro: «Chiunque vinca in bile avviare un rilancio».
buto al fondo di solidarietà pro­ nata una nuova “città”. Conta più lavoratori entrati in Regione fra un mese e mezzo deve Allo stesso tempo, però, comune
vinciale, con una somma di 40 mi­ o meno duecentomila abitanti e la cassa o mobilità nel fare una legge regionale chiara ­ e provincia cercheranno di spin­
lioni di euro. compongono i lavoratori del me­ secondo semestre. hanno scandito i portavoce sinda­ gere tutti i comuni del Lodigiano
I sindacati hanno avanzato alcune talmeccanico che dai primi venti Esattamente l’1,09 cali ­ che imponga l’applicazione ad aderire al fondo di solidarietà.
richieste, tra cui la continuità del di tempesta a fine 2008 sino al Ca­ per cento del totale. dei contratti di solidarietà anche Non tutti hanno sposato l’inizia­
confronto. «La coesione sociale podanno alle spalle hanno visto il Il Milanese, per raf­ alle aziende medie. In tutta Lom­ tiva, ma le risorse sono fonda­
deve restare il valore fondante ­ loro lavoro diventare cassa inte­ fronto, contribuisce bardia, oggi, solo dieci aziende, mentali per dare sostegno a ai la­
sottolinea Mario Uccellini, segre­ grazione, riduzione dei turni, a da solo al 19,02 per dicesi dieci per 731 addetti, hanno voratori colpiti dalla crisi.
tario della Cisl ­, ognuno deve fare volte cassa straordinaria e infine, cento del totale delle attivato i contratti di solidarie­ «Ciascuno deve fare la sua parte ­
il possibile, anche attraverso in almeno diecimila casi, licen­ “casse” scattate da tà». dice Guerini ­, insieme scrivere­
l’adesione al fondo da parte dei la­ ziamento. Milleduecento sono lo­ agosto in poi (si con­ E il terremoto, se davvero è alle mo ancora una volta una lettera
voratori». Domenico Campagnoli, digiani e sudmilanesi. Duecento­ Secondo la Cisl è tempo di depressione industriale siderano natural­ spalle, ha obbligato i territori an­ alle amministrazioni per invitar­
segretario della Cgil, è d’accordo mila posti, unità più unità meno, mente i soli dipen­ che a “ripensare” se stessi: «Il Lo­ le a partecipare al fondo, con una
con questa proposta solamente a è infatti la stima del segmento no? Nel disastro può forse appi­ denti, senza conteggio degli inte­ digiano ad esempio non può pen­ somma che potrebbe essere quel­
una condizione: «Solo se provin­ critico che dalle Alpi al Po, nel so­ gliarsi ai numeri e alle statisti­ rinali) mentre la Bergamasca ap­ sare di rimettersi in piedi solo la di 2 euro per abitante, pur con­
cia, comuni, banche ed enti danno lo settore metalmeccanico, sta pa­ che, che sembrano meno peggiori pare letteralmente falcidiata dal­ con le infrastrutture a servizio di sapevoli che i comuni stanno fa­
il loro sostegno, allora i lavoratori gando in vari modi l’impatto di degli altri. Anche se forse dicono la depressione industriale: 652 Milano, tipo la tangenziale est cendo molto». Nella speranza che
possono integrare il fondo, ma due anni terribili seguiti da un solo che la provincia di Lodi è pic­ aziende con l’acqua alla gola e il esterna. Le infrastrutture da sole, questa volta il gruppo dei soste­
non devono sostituirsi agli altri albore di ripresa che peraltro ve­ cola. Secondo le stime del sinda­ 21,4 per cento dei lavoratori tota­ senza manifatturiero, portano re­ nitori del fondo anti crisi diventi
soggetti in gioco». de ancora il divorzio fra prodotto cato guidato dal segretario gene­ li. Anche ragionando in termini lativamente poca occupazione». più numeroso.
Greta Boni interno e occupazione. Il Lodigia­ rale Nicola Alberta, Lodi e terri­ ammortizzatori/numero di resi­ Emanuele Dolcini Gr. Bo.

Il Gap, una realtà nuova L’ISTITUTO HA INTENZIONE DI INVESTIRE SUL TERRITORIO DOVE NEL FRATTEMPO HA INGLOBATO SEI SPORTELLI UBI

che fa il pieno di adesioni


n Cinquemila soci, 900 dei quali ogni mese, dalle 17.30 alle 19, a
Banco di Brescia, shopping in provincia
n Il Banco di Brescia punta dritto ma non sola­ Banco di Brescia, Banca Popolare legame tra il territorio, la comu­
solo nel capoluogo. Sono questi i partire da lunedì 1 febbraio 2010, verso il Lodigiano e si “mangia” mente con le di Bergamo, Banca Regionale Eu­ nità e le imprese è molto forte».
risultati del primo anno di attivi­ presso la sede di Rifondazione co­ in un sol boccone tutte le filiali chiacchiere». ropea, Banca Popolare Commer­ Adesso il Banco di Brescia è pre­
tà del Gruppo di acquisto popola­ munista, Federazione della sini­ del gruppo Ubi Banca. A partire In particolare, cio e Industria e Banco di San sente in Italia con 370 sportelli, di
re. Risultati che spingono il grup­ stra di Lodi, in via Lodino 79. Lo dalla fine di gennaio, infatti, le sei dal 25 gennaio il Giorgio. cui 256 in Lombardia. Il suo presi­
po a potenziare ulteriormente sportello legale, invece, rivolto ai sedi di Ubi Banca disseminate sul Banco di Bre­ Il trasferimento degli sportelli si dente, Gino Trombi, commenta
l’attività nel 2010. All’interno del­ problemi legati al diritto del lavo­ territorio sono entrate a far parte scia è diventato è svolto all’insegna della conti­ positivamente l’evoluzione del­
la propria funzione mutualistica, ro e civile, sarà aperto il terzo lu­ del Banco di Brescia: due sono si­ l’istituto di rife­ nuità operativa per non generare l’istituto: «È evidente che nell’am­
infatti, il Gap ha organizzato tre nedì di ogni mese, dalle 17.30 alle tuate a Lodi, due a Codogno, una a rimento del disagi alla clientela e ora il grup­ bito del vasto progetto di ottimiz­
sportelli di informazione, consu­ 19, a partire dal 25 gennaio. Lo Lodi Vecchio e una a Sant’Angelo. Gruppo Ubi po Ubi Banca ha un solo marchio zazione territoriale del Gruppo
lenza e orientamento gratuiti, ri­ sportello urbanistica, destinato a «Già da diverso tempo vogliamo Banca per le di riferimento in 74 delle 78 pro­ Ubi Banca, che prevede la focaliz­
volti ai soci, ma aperti a tutti i chi ha problemi rispetto all’abita­ rafforzare la nostra presenza nel­ province di Bre­ vince in cui è presente. Per il Ban­ zazione di ogni singola banca nei
cittadini di Lodi. Si tratta dello zione, sarà aperto il quarto lune­ la provincia di Lodi ­ spiega il di­ scia, Lodi, Cre­ Costantino Vitali co di Brescia l’operazione ha com­ territori di riferimento, la volon­
sportello anziani non autosuffi­ dì di ogni mese, a partire da lune­ rettore generale dell’istituto bre­ mona, Mantova portato l’acquisizione di 37 spor­ tà del Banco di Brescia è quella di
cienti, di quello legale e dello dì 18 gennaio, sempre dalle 17.30 sciano, Costantino Vitali, un me­ e del Triveneto. Il progetto, appro­ telli e la cessione di 28. aumentare significativamente la
sportello urbanistica. Al primo si alle 19. Agli sportelli si alterne­ legnanese doc che ha studiato ra­ vato da Ubi Banca il 30 settembre «Per il Banco di Brescia la presen­ propria visibilità nelle nuove
possono rivolgere tutte le perso­ ranno esperti e professionisti gioneria all’istituto Bassi di Lodi 2009, prevedeva la specializzazio­ za a Lodi è una novità ­ aggiunge aree di presidio migliorando, al
ne che hanno dubbi o difficoltà in delle singole questioni, in grado ­, si tratta di un territorio interes­ ne di ogni singola banca per zona Vitali ­, ma l’abbiamo fortemente contempo, l’efficacia e l’efficienza
merito all’assistenza, alla cura, di ascoltare i problemi, aiutare i sante per l’economia agricola, il geografica, con una maggiore at­ voluta perchè questa provincia ri­ commerciale e creditizia nei con­
alle dimissioni non protette dal­ soci e i cittadini, e indirizzarli nostro obiettivo è quello di servi­ tenzione verso i territori storici specchia completamente il carat­ fronti della nostra clientela che
l’ospedale e ai diritti in materia nel modo giusto per risolvere i lo­ re al meglio le imprese e le fami­ di radicamento. tere e lo spirito del nostro istituto. potrà essere servita con maggiore
sanitaria. Lo sportello sarà aper­ ro problemi e tutelare i loro dirit­ glie, diventando un punto di rife­ L’operazione ha comportato il tra­ A Lodi, infatti, l’impegno ed il la­ professionalità e tempestività».
to il primo e il secondo lunedì di ti. rimento. Una banca del territorio, sferimento di circa 300 filiali tra voro sono valori importanti ed il G. B.
10 GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Lodi
L’ACCUSA È EMERSA DOPO UN’INCHIESTA SUL MONDO DELL’ACCATTONAGGIO E DELLO SFRUTTAMENTO, LA DIFESA: «C’È MOLTO DA CHIARIRE»

«Mente sulla paternità»: rom a processo


Un 29enne si sarebbe sostituito in ospedale al genitore naturale
n Dichiara di essere il padre di un 29enne e soprattutto sua moglie a
bambino che secondo la procura prendersi cura del bambino. Com­
della Repubblica di Lodi invece
non è suo: per questo un romeno di
etnia rom di 29 anni, L.B., è stato
presa appunto l’incombenza di re­
carsi in ospedale per affrontare le
malattie legate alla tenera età.
Il Pirellone aiuta i pendolari:
rinviato a giudizio per l’ipotesi di
reato di falsa attestazione di stato
civile. Il processo si aprirà il 25
Quando la moglie di L.B. era anda­
ta al Predabissi con il bimbo il ma­
rito non c’era, e questa probabil­
«Nuovi treni in arrivo a marzo»
marzo davanti al tribunale di Lodi mente era stata la circostanza che n Dal Pirellone
in composizione collegiale. l’aveva portata a indicare il pargo­ ar rivano due
La denuncia era scattata tempo do­ lo come figlio proprio e a portare nuovi treni che
po, quando la moglie del romeno si quindi le forze dell’ordine a cerca­ tra un mese
era presentata in ospedale, a Viz­ re una verità che sarebbe ancora correranno sul­
zolo Predabissi, con il bimbo mala­ diversa da quella raccontata dal la linea Mila­
to e aveva chiesto alcune cure: al sedicente padre, che avrebbe com­ n o ­ C re m o n a ­
momento di dichiarare l'identità messo un reato ritenuto molto gra­ Mantova. Il
dell’infante, la donna aveva soste­ ve influendo sul certificato di na­ convoglio en­
nuto di essere la madre. Peccato scita del bambino, e dalla madre trerà in funzio­
che alcuni mesi prima L.B. avesse che si era dovuta inventare una ne a partire
riconosciuto il bambino come fi­ scusa pur di garantire cure al dal primo mar­
glio suo e di un’altra romena, da bambino non suo. zo, ma per il
poco arrivata dal Paese d’origine e La falsa dichiarazione di paternità momento non
portata a partorire al Predabissi. risale al 2004, «ed è quindi applica­ ci sono infor ­
Erano così scattate le indagini, co­ bile l’indulto ­ si limita per ora a mazioni più
ordinate inizialmente dalla procu­ osservare l’avvocato Manuela Mi­ specifiche a ri­
ra della Repubblica di Crema per­ nojetti di Lodi, difensore d’ufficio guardo.
ché erano emerse ulteriori ipotesi di L.B. ­. Ritengo che il processo Allo stesso tem­
di reato, già giudicate separata­ possa permettere di fare chiarez­ po, Re gione
mente e L.B. all’epoca aveva domi­ za». Il ventinovenne, che sembra al Lombardia
cilio a Trescore Cremasco. momento conduca una vita noma­ metterà a di­
Dietro la presunta sostituzione di Il processo incomincerà il prossimo 25 marzo nel palazzo di giustizia di Lodi de cambiando spesso domicilio, sposizione dal 7
paternità c’è quindi una vicenda non è stato rintracciato dagli uffi­ f e bb r a i o u n a
intricata che non vede mossa alcu­ un altro ramo della famiglia B. af­ usato la situazione come strumen­ ciali giudiziari al recapito che ave­ n ave t t a c h e
na accusa alle due donne loro mal­ frontare un’udienza preliminare to di pressione per costringere va indicato in occasione del pro­ consentirà il Dal Pirellone due treni più confortevoli per i pendolari
grado coinvolte: la madre naturale per ipotesi di maltrattamento nei l’amica romena a chiedere la cari­ cesso che lo aveva coinvolto a Cre­ collegamento
del piccolo e la moglie del 29enne, confronti dei figli, il 29enne avreb­ tà, sia nel Cremasco sia in alcuni ma ed è stato rinviato a giudizio in tra Cremona e Piacenza, i viag­ dal presidente di Regione Lom­
che invece finirà sul banco degli be offerto ospitalità a un’amica in centri del Sudmilano. contumacia, senza aver finora for­ giatori diretti a Roma potranno bardia, Roberto Formigoni, in
imputati. Italia, proponendole un incarico Mentre l’ospite cercava soldi in ve­ nito una propria versione dell’ac­ scendere alla stazione per pren­ occasione di una conferenza
Secondo quanto emerso dalle inda­ come baby sitter, e quindi dopo il ste di mendicante oppure con altri caduto. Rischia 5 anni di carcere. dere l’Eurostar. Le novità sono stampa a cui hanno partecipato
gini, che a Crema vedono tuttora parto e il riconoscimento avrebbe espedienti, nel frattempo erano il Carlo Catena state presentate in questi giorni anche il vicepresidente Gianni
Rossoni, l’assessore alle infra­
strutture Raffaele Cattaneo, il
MAXI RISARCIMENTO presidente della Provincia di
Cremona Massimiliano Salini,
Seconda condanna L’EX BANCHIERE O ALTRI LODIGIANI NON RISULTANO INDAGATI MA SI CERCA L’ORIGINE DI CAPITALI SFUGGITI AL FISCO il vicesindaco di Cremona Carlo
Malvezzi, l’assessore ai lavori
a un avvocato pubblici del comune di Cremo­

per la diffamazione
n Otto mesi, pena non sospe­
sa, per un avvocato cinquan­
tenne iscritto all'albo di Lodi
Genova indaga sull’ombra di Fiorani na, Francesco Zanibelli e l’am­
ministratore delegato di Treni­
talia­Lenord, Giuseppe Biesuz.
«Lo abbiamo promesso una set­
timana fa e ogni impegno da noi
assunto è un imperativo catego­
condannato per diffamazio­
ne a seguito di un volanti­
naggio che aveva offeso una
Nuova inchiesta su un’azienda già sfiorata dai pm di Milano rico», commenta For migoni
presentando il nuovo collega­
mento.
sua ex fidanzata. La donna, n Potrebbe puntare anche a fare lu­ Ponente e che secondo altre fonti in­ VIALE TRENTO TRIESTE L’assessore Cattaneo ha annun­
insegnante, aveva presentato ce sull’eventuale ruolo passato di vece potrebbe essere ricondotta a ciato l’arrivo di due convogli
denuncia per diffamazione
aggravata e i carabinieri
Gianpiero Fiorani l'inchiesta aperta
dalla procura della Repubblica di
un’indebita agevolazione Iva con­
cessa per una nuova costruzione. Inchiesta sull’aggressione alla 14enne: sulla linea utilizzata anche dai
viaggiatori lodigiani: «Dal pri­
avevano individuato nell’av­ Genova su politici liguri e su alcuni La guardia di finanza, prendendo mo marzo verranno immessi
vocato il presunto autore
della stampa e della diffusio­
dei soci della Ligurcelle, immobilia­
re che nel 2005 compariva negli atti
spunto dalle attività immobiliari in
Liguria di società che poi anche in
dai filmati non appare niente di anormale sulla linea Milano­Cremona­
Mantova anche due Tsr da otto
ne dei volantini. Un’accusa delle indagini milanesi sulla fallita atti giudiziari sono risultate avere n Le telecamere nel sottopasso di via Nino Dall’Oro erano accese carrozze a doppio piano con mil­
che l'interessato, a voce del scalata ad Antonveneta «ma che nel­ partecipazioni di imprenditori vici­ sabato mattina, quando una ragazzina di 14 anni è stata rapinata e le posti di capacità (200 in più
suo difensore avvocato Ange­ l’ambito dei processi e delle azioni ni a Fiorani, aveva avviato nel 2006 aggredita da uno sconosciuto. Le immagini sono state controllate del convoglio ora in servizio,
lo Colucci di Milano, respin­ civilistiche non si è più sentita no­ accertamenti su alcune ditte del dalla polizia locale subito dopo l’aggressione e successivamente ndr) ­ afferma l’assessore ­. Ab­
ge: «In questo caso non ci minare», chiarisce subito il difenso­ gruppo di Pietro Pesce, titolare an­ sono state “girate” alla questura, impegnata nelle indagini, che a biamo inoltre mantenuto l’im­
sono stati neppure accerta­ re di Fiorani, avvocato Michele Api­ che della Ligurcelle e impegnato in sua volta le ha fatte scorrere più volte alla ricerca di qualche ele­ pegno della riqualificazione,
menti tali da indicare il mio cella di Lodi. progetti con società ritenute vicine mento utile. Ma sembra che, nonostante fossero accese, non abbia­ dentro e fuori, dei quattro treni
assistito come autore dei Almeno tre anni sembrano effettiva­ a Fiorani, controlli che erano appro­ no ripreso nulla che fosse riconducibile all’episodio di violenza: attualmente in servizio, compre­
volantini e l'intenzione è di mente separare le vecchie ipotesi dati a un concordato fiscale e quindi nessuna aggressione, nessuno che fugge fra la gente, nessuna sce­ so il cambio delle foderine dei
ricorrere in appello». Il lega­ dei pm milanesi, che avevano voluto a una condanna a otto mesi, pena so­ na di panico. Queste almeno sono le notizie trapelate nei giorni sedili. Stiamo inoltre lavorando
le sotto accusa è stato con­ ricostruire lo scenario di società in spesa, a carico del costruttore ligu­ scorsi, anche se le forze dell’ordine mantengono il massimo riservo per introdurre, un orario caden­
dannato anche a un risarci­ qualche modo influenzate o parteci­ re. sulla vicenda. La ragazza, di 14 anni, aveva raccontato alla questu­ zato che migliorerà il servizio di
mento provvisionale di pate da Fiorani, e quelle nuove della Poi, il ritrovamento dei 273mila euro ra di essere stata rapinata intorno alle 11.30 di sabato, un orario in questa linea che rimane tra le
20mila euro a favore della pm genovese Paola Calleri, che inda­ e la nuova indagine che ipotizza a cui nel passaggio pedonale fra via Nino Dall’Oro e viale Pavia più difficili della Lombardia».
donna indicata nei volantini ga per riciclaggio e che risulta non vario titolo anche la corruzione e c’erano diverse persone. Si trovava vicino alla rampa che porta in Ormai da mesi i pendolari sono
e al pagamento di spese di abbia iscritto alcun lodigiano sul re­ che risulta veder indagati, oltre al viale Trento Trieste quando all’improvviso è stata avvicinata e costretti a sopportare soppres­
giudizio per altri 3mila euro. gistro degli indagati. Le sue piste costruttore e a due sue figlie, un av­ spinta da una parte da un uomo di circa 30 anni, a volto scoperto e sioni e ritardi, una situazione
I volantinaggi sotto accusa portano per ora solo a Montecarlo, vocato, un dirigente dell’Agenzia italiano, che si è fatto consegnare il suo cellulare prima di fuggire. ormai insostenibile.
sono avvenuti tra il settem­ dove una figlia del costruttore Gio­ delle entrate, un commercialista di Lei è corsa in questura a fare denuncia, poi sono scattate le indagi­ I problemi sono iniziati quanto
bre del 2003 e il novembre vanni Pesce era diretta un anno e Savona, il presidente del consiglio ni. La sua versione dei fatti non è stata messa in discussione e le l’orario è stato modificato, per
del 2004 e i carabinieri ave­ mezzo fa con 273mila euro in contan­ provinciale di Savona Stefano Paro­ indagini sono ancora in corso per catturare il presunto aggressore. permettere l’entrata in funzione
vano anche recuperato un ti nascosti tra gli abiti. A Ventimi­ di e un consigliere comunale di Cel­ In ogni caso le immagini delle telecamere (installate dall’ammini­ della S1, la metropolitana legge­
filmato nel quale un uomo, glia l’aveva fermata la guardia di fi­ le Ligure: Parodi nega legami di co­ strazione e solo il giorno precedente) potrebbero risultare utili in ra che collega Lodi a Saronno.
non riconoscibile, con un’au­ nanza e subito era partita la caccia noscenza personale con il costrutto­ una fase successiva delle indagini. Intanto l’amministrazione pro­ Nonostante le lamentele e i ripe­
to simile a quella della mo­ all’origine di quel denaro. Che se­ re Pesce e le passate frequentazioni segue l’accensione delle telecamere (19 in tutto) nei punti critici tuti appelli, fino a questo mo­
glie del legale si fermava condo quanto riportato da alcune te­ lodigiane del costruttore sembrano della città. Martedì sono entrate in funzione quelle al sottopasso mento dal loro punto di vista
nottetempo di fronte alla state potrebbe venir cercata nella per ora del tutto estranee all’inchie­ pedonale fra via Lodivecchio e via San Fereolo, mentre sono inizia­ non ci sono speranze all’oriz­
sede della Banca Popolare di vendita “in nero” di parte di un com­ sta. ti i lavori al parco Martiri della Libertà, dietro la “Muraglia”. zonte.
via Cavour per depositare un plesso immobiliare nella Riviera di Car. Cat. Gr. Bo.
pacco di volantini e quindi
ripartiva. Le missive “mole­
ste” erano state recapitate
anche ai vicini di casa del­
l’insegnante e depositate nei
pressi di luoghi frequentati
da familiari e conoscenti,
scuole comprese, sempre in
Si staccano pezzi di intonaco
occasione di festività e ricor­
renze. Lo stesso avvocato era
già stato condannato, nel
2006, a oltre un anno di car­
Transenne al “Continentale”
cere, pena sospesa, e 50mila n Pioggia di calcinacci davanti al bar non è stato necessario chiamare i vi­
euro di risarcimento, per appena inaugurato. Ieri mattina dal gili del fuoco, che sarebbero saliti fino
episodi in parte analoghi tetto di un edificio in piazza Vittoria, al tetto con un’autoscala per effettua­
avvenuti tra il settembre del nei pressi del caffè Continentale (ex re una sistemazione di emergenza e
2002 e il maggio del 2003. Il Nazionale), si sono staccati dei pezzi per evitare altre cadute. In ogni caso
verdetto è stato appellato e il di intonaco che sono caduti al suolo, tutta il selciato intorno ai calcinacci e
giudizio di secondo grado rischiando di colpire in testa e ferire i alla zona interessata dello stabile è
potrebbe aprirsi entro lu­ passanti che si trovavano in quel pun­ stato transennato con il nastro bianco
glio. Parte offesa la stessa to. Per fortuna alla fine nessuno è ri­ e rosso, per impedire ad altre persone
donna, più pesanti in quel masto ferito e così non è stato neces­ di passare in quel punto e correre dei
caso le accuse, che compren­ sario l’intervento di un’ambulanza. pericoli.
devano anche un’ipotesi di Subito è stata contattata la polizia lo­ La caduta dei calcinacci è avvenuta
minaccia. Le indagini erano cale, che ha mandato sul posto una intorno alle 11, sul lato sinistro della
state effettuate dalla squa­ propria pattuglia per effettuare un so­ piazza guardando il duomo: sono stati
dra mobile della questura di pralluogo e capire come intervenire. gli stessi passanti, che per primi si
Lodi e avevano compreso Nel giro di pochissimi minuti dopo il erano accorti del crollo, a contattare
anche una perizia informati­ crollo è stato rintracciato quindi il la polizia locale. Gli agenti si trovava­
ca su un computer in uso proprietario dello stabile (della fami­ no già in zona per un normale servi­
all’avvocato. La vittima si è glia Zoncada), contattato e subito in­ zio di controllo in centro storico e dal­
costituita parte civile con tervenuto sul posto per verificare l’ac­ la centrale operativa sono stati “dirot­
l'avvocato Massimo Schirò di caduto. Proprio lui ha garantito un tati” in piazza Vittoria per questo in­
Milano. intervento tempestivo di ripristino e tervento.
Le transenne poste davanti al caffè Continentale, inaugurato pochi giorni fa in piazza della Vittoria messa in sicurezza. Anche per questo D. C.
GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010 11
il Cittadino
Lodi
L’ASSESSORE GIULIANA COMINETTI E ADELE BURINATO PROMUOVONO UNA FORMAZIONE CHE SARÀ APERTA ANCHE ALL’ALTRO SESSO

Nasce la lista delle donne per Guerini


Le promotrici sono due ex figure di spicco di “Alleanza per Lodi”
n Mesi di lavoro e trattative ser­
rate, per arrivare ieri alla presen­
tazione ufficiale. Esce allo sco­
perto quella che qualcuno chia­
ma la “lista civica delle donne”.
Accordo elettorale per sostenere il sindaco:
Si chiamerà “Progetto Guerini
sindaco” ed è una nuova forma­
zione in vista delle comunali di
patto di ferro tra Colizzi, Minojetti e Corsano
Lodi. n Nel panorama del centrosini­ delle liste civi­ Angelo Antoniazzi, hanno spiega­
Le promotrici sono l’assessore co­ stra appare un’altra lista civica, che che andran­ to le ragioni di un accordo per da­
munale Giuliana Cominetti e la che si chiamerà “Lodi con Gueri­ no a sostenere il re vita a “Lodi con Guerini”.
consigliera del Pd di palazzo Bro­ ni”. È il risultato di un accordo candidato del «Nessuna fusione e nemmeno an­
letto Adele Burinato. Già appar­ tra “Alleanza per Lodi”, che ha da centro sinistra diamo a confluire in altre liste ­
tenenti alla lista “Alleanza per anni come punto di riferimento il in città. Alla fi­ precisano i rappresentanti di
Lodi”, le due protagoniste hanno presidente del consiglio comuna­ ne dovrebbero “Uniti per Lodi” ­, il nostro obiet­
deciso di voltare pagina rispetto a le Gianpaolo Colizzi, e il circolo essere due quel­ tivo è quello di dare un contributo
quell’esperienza, sviluppata a “Uniti per Lodi” che vede tra i le che si andran­ ulteriore, con un’importante col­
fianco dell’attuale presidente del suoi promotori l’ex esponente di no ad apparen­ laborazione, alla campagna elet­
consiglio comunale Giampaolo Forza Italia Italo Minojetti e An­ tare per suppor­ torale per le comunali di Lodi».
Colizzi. Un “divorzio”, più volte tonio Corsano, attualmente nel tare la corsa di Gianpaolo Colizzi Infine, rispetto alla perdita di al­
discusso e ora anche dichiarato, gruppo del Pd in consiglio comu­ Guerini. Da una cuni pezzi dalla lista di “Alleanza
per dare vita a un nuovo soggetto nale, dopo anni trascorsi nelle file parte la “lista civica delle donne” per Lodi”, con l’abbandono ormai
politico all’interno della coalizio­ berlusconiane. L’intesa è stata re­ e dall’altra un nuovo soggetto che ufficiali di alcuni fedelissimi, Co­
ne di centrosinistra. sa pubblica solo ieri, dopo un con­ nasce dalla collaborazione di lizzi ha dichiarato: «La lista già
Già diffuso il simbolo che richia­ fronto che prosegue da giorni. esperienze differenti, che punta “Alleanza per Lodi” non è mai sta­
ma lo slogan scelto per la campa­ «Le due formazioni hanno fatto ad essere la lista del sindaco Gue­ ta Guantanamo. E poi, come in
gna elettorale. “Un cuore che bat­ percorsi autonomi e hanno con­ rini. «Abbiamo già organizzato tutte le cose della vita, il nido è
te per la tua città” sarà questo sa­ tribuito a fornire importanti pun­ delle iniziative come circolo di fatto anche per produrre uova e
rà il claim che accompagnerà la ti programmatici ­ spiega Colizzi “Uniti per Lodi” e, nella distinzio­ pulcini. Spero che i pulcini sap­
presentazione del logo e l’inizio ­, ora insieme si sono dette d’ac­ ne, abbiamo deciso di collaborare piano interpretare al meglio
della nostra avventura ­ si legge cordo ad assicurare il più totale per creare questa nuova forma­ quanto hanno imparato. E se
in una nota diffusa ieri dalle pro­ appoggio al sindaco Lorenzo Gue­ zione con il gruppo di “Alleanza qualcuno pensa che ci sarà una
motrici della lista ­ perché la Lodi rini e hanno deciso di unire le for­ per Lodi”», spiegano Italo Mi­ competizione di carattere perso­
che sogniamo e vogliamo contri­ ze in vista dell’importante appun­ nojetti e Antonio Corsano. Nel po­ nale tra le liste, posso rassicurare
buire a costruire dovrà essere tamento elettorale». meriggio di ieri, alla presenza an­ che non ci sarà».
una città impegnata a valorizzare Adele Burinato, a sinistra, con Giuliana Cominetti e il simbolo della loro lista Si fa dunque più chiaro il quadro che dell’ex assessore provinciale Ma. Bru.
le sue peculiarità e la sue eccel­
lenze materiali e umane, senza di­
menticare la sua vocazione di cit­
tà solidale e ragionevolmente In breve
protagonista del cambiamento».
La nuova lista si aggiunge alle I GIOVANI GUIDATI DA FRANCESCO MILANESI: «SI TRATTA DI UN INVESTIMENTO SOSTENIBILE PER IL COMUNE» n ALLIEVO DI DON MILANI
compagini che supportano la can­
didatura per la riconferma nel
ruolo di sindaco di Lorenzo Gue­
rini. Come trapelato ieri, non sa­
rà una lista di sole donne, ma
metterà al centro proprio le figu­
re femminile e i giovani. E tra le
«Collegamenti senza fili a Internet» Arriva Gesualdi al Verri,
per un’economia critica
Lunedì 8 febbraio, alle 21, presso l’au­
la magna del liceo Verri di Lodi (in via
maggiori priorità in programma
ci saranno soprattutto le politi­
che per le nuove generazioni e le
Il mondo del web nel programma di Primavera lodigiana San Francesco 9), interverrà France­
sco Gesualdi, una delle voci più profe­
tiche e rappresentative del movimento
pari opportunità. «Le tematiche A PIEVE EMANUELE n Collegamen­ cili al web, i sostenitori di Pri­ italiano per un’economia alternativa,
sulle quali intendiamo focalizzar­ ti senza fili a mavera lodigiana hanno anche più sobria e più giusta. Allievo di don
ci maggiormente sono quelle col­
legate al mondo delle donne e dei Negata la cittadinanza onoraria a Cavalli Internet in
ogni parte del­
sottolineato che tramite la rete
«c’è l’opportunità di fruire di
Lorenzo Milani nella scuola di Barbia­
na, con il centro nuovo modello di svi­
giovani ­ viene precisato nel co­ la città. E sen­ servizi di telefonia basati su luppo (www.cnms.it), che ha fondato a
municato di presentazione ­ si
tratta di categorie sociali per le
«Fa soltanto business alle nostre spalle» za spese per le
connessioni.
protocolli VoIp per chiamare
via Internet quasi gratuitamen­
Vecchiano (Pisa) nel 1985, da tempo
Gesualdi lavora e si batte per la pro­
quali abbiamo lavorato con impe­ n Pieve Emanuele rifiuta di dare la cittadinanza È questa una te con notevole risparmio dei mozione e la diffusione di nuovi stili di
gno e passione in questi anni, tut­ onoraria a Giulio Cavalli e Roberto Saviano, impe­ delle proposte costi sia per le imprese che per i vita, più equi, più giusti e rispettosi
tavia, l’adesione al programma gnati contro la lotta alla mafia e per questo sotto che Primavera privati cittadini, rendendo così dell’ambiente, e per sostenere il con­
politico della coalizione che so­ scorta. La maggioranza di centrodestra (Pdl e Udc) lodigiana met­ il comune di Lodi più competiti­ sumo critico (La “Guida al consumo
stiene Lorenzo Guerini vedrà il nei giorni scorsi ha bocciato una mozione presen­ t e s u l t avo l o vo e attrattivo rispetto ad altre critico” è giunta alla quinta edizione,
nostro contributo a 360 gradi, an­ tata dal Partito democratico e condivisa dagli altri per le elezioni città e capoluoghi limitrofi», ar­ e sarà disponibile per l’acquisto, insie­
che su temi di differente natura gruppi d’opposizione, per conferire il riconosci­ c o m u n a l i i n Milanesi gomenta Lucio Toma, uno dei me ad altri testi, durante la serata).
quali, per esempio, la sicurezza, mento all’attore lodigiano e all’autore di “Gomor­ programma candidati consiglieri della lista
l’innovazione e l’ambiente: prio­ ra”. «Saviano attraverso la sua attività di scrittore per la fine di marzo. «Il progetto civica. In più sono state presen­ n AL CONSULTORIO
rità di oggi e impegni irrinuncia­ e giornalista ci ha regalato e continua a regalarci ­ spiega il candidato sindaco tate altre proposte, tra cui la
bili nella costruzione di un futuro
possibile per i nostri figli».
degli spaccati drammatici della realtà camorristi­
ca, mentre Cavalli nei suoi spettacoli si impegna Cavalli
della formazione di giovanissi­
mi, Francesco Milanesi ­ consi­
raccolta differenziata porta a
porta. «Vogliamo inaugurare
Allattamento, incontro
Inoltre l’obiettivo dichiarato è
quello di «andare al di là dei tra­
soprattutto nella denuncia delle infiltrazioni della
‘ndrangheta nell’edilizia lombarda», spiega il consigliere Pd Mari­
ste nel distribuire a tutti i citta­
dini la tecnologica wireless, ba­
un nuovo modo di fare politica,
lontano dagli interessi privati e
per mamme e piccoli
dizionali schemi di partito, rivol­ ca Andreotti. «Con la nostra mozione chiedevamo che il nostro sata sulla trasmissione di dati dalle logiche di partito, vicino “Allattamento e maternità: confidare
gendosi, in particolar modo, alle comune, come hanno già fatto molte altre amministrazioni, ricono­ per mezzo di onde radio, senza ai bisogni concreti della gente», nelle proprie capacità di essere mam­
persone che sceglieranno di rico­ scesse il merito di questi due uomini che, mettendo quotidiana­ il ricorso ai fili. L’idea è quella dice in conclusione Francesco ma”. È questo il titolo del prossimo in­
noscersi in un progetto politico e mente a rischio la propria vita e a costo della propria libertà, han­ di partire da edifici pubblici Milanesi. contro organizzato dalla Leche league,
amministrativo che non vuole es­ no coraggiosamente denunciato le attività criminali della malavita quale scuole, biblioteca, giardi­ Per favorire un confronto sulle la Lega per l’allattamento materno, l’8
sere monocolore, ma piuttosto un organizzata, senza tralasciare le sue infiltrazioni nello Stato e nel ni ad esempio, per poi coprire proposte avanzate, il gruppo di febbraio, a Lodi. L’incontro, rivolto ai
arcobaleno che rispetta le diffe­ mondo della politica». La cittadinanza onoraria avrebbe dovuto l’intera area del capoluogo». Primavera lodigiana si troverà genitori con i loro piccolini, si svolgerà
renze cercando di trasformarle essere un segno di solidarietà. «La maggioranza ha votato contro Secondo la lista formata da gio­ in piazza della Vittoria sabato 6 dalle 10.30 alle 12.30, presso il con­
da motivo di diffidenza a occasio­ la mozione, adducendo motivazioni imbarazzanti e vergognose: il vani, il piano di investimento è febbraio (mattina a pomerig­ sultorio familiare “Centro per la fami­
ne di confronto e crescita». capogruppo del Pdl per Forza Italia ha sostenuto che Pieve contro sostenibile per le casse del co­ gio), domenica 7 in viale Europa glia”, in via Roma 100, a Lodi. Per in­
Come da accordi all’interno della la mafia ha fatto molto, visto che abbiamo una piazza intitolata a mune di Lodi, visto che anche in zona San Fereolo. formazioni contattare la consulente
coalizione, quella lanciata da Co­ Peppino Impastato, per iniziativa della scorsa amministrazione, altre città hanno dato vita a È inoltre attivo il sito www.pri­ responsabile Rita Perduca: tel. 329­
minetti e Burinato, è una delle peraltro, mentre il capogruppo del Pdl per An ha affermato che questa iniziativa. L’esempio ci­ maveralodigiana.it e una pagi­ 4367012; ritaxduca@yahoo.it. È gra­
due formazioni civiche che corre­ Saviano e Cavalli fanno business a spese nostre, visto che la scorta tato è quello della città di Porde­ na sul social forum Facebook dita la conferma via sms o e­mail.
ranno per le elezioni amministra­ è pagata dai contribuenti», sostiene Paolo Festa, capogruppo Pd. none, che ha avviato una cam­ per interagire con i protagoni­
tive di marzo a Lodi all’interno «È stata una pagina desolante della politica pievese ­ conclude An­ pagna specifica per realizzazio­ sti. La politica è sempre più in n SABATO 6
del centrosinistra, a sostegno del­ dreotti ­, proprio gli atteggiamenti di tacita connivenza prestano il ne e potenziamento della rete rete, anche se con i fili, per
la candidatura di Guerini.
Matteo Brunello 
fianco all’accrescimento del potere mafioso». wireless.
Accanto poi agli accessi più fa­
adesso.
Ma. Br.
Congresso Arci studenti,
l’associazione si allarga
Congresso di Arci studenti in vista.
Per far crescere sempre più la neona­

Gli insegnanti a scuola Riaprono i cantieri lungo viale Milano: ta associazione coordinata da Roberto
Gazzonis. L’appuntamento è per saba­
to 6 febbraio, alle ore 14.30, al cicrco­
lo Arci Ghezzi di via della Maddalena

per battere il bullismo la pista ciclabile non è più un miraggio 39. «Si tratta del primo congresso co­
stituente ­ spiega Gazzonis ­. Questo è
un passo importante: Arci studenti Lo­
di è cresciuta fino a diventare una re­
n Essere felici a scuola. Ultima le famiglie, contro tutte le de­ n Si riparte dopo la metà di feb­ essere portate a termine molte tro lungo l’itinerario ciclabile altà importante nel panorama asso­
puntata del percorso formativo vianze giovanili. La partecipa­ braio con i lavori per la pista ci­ delle opere previste dal piano. alternativo (via Cavezzali e via ciazionistico lodigiano e, come in tutte
rivolto agli insegnanti, con zione per i docenti è gratuita. clabile di viale Milano. Ad assi­ Il progetto, che era anche stato Bocconi; intersezione tra via Ca­ le associazioni democratiche, prima o
l’obiettivo di aiutarli a combat­ I laboratori sono guidati da for­ curarlo è l’assessore alla mobili­ discusso con i residenti della zo­ damosto, via Sforza, via Bocco­ poi si giunge ad un punto di svolta. È
tere il bullismo tra i banchi. matori professionisti, ma segui­ tà sostenibile del comune di Lo­ na in una serie d’incontri, pre­ ni, via del Pulignano e via Ve­ tempo che tutti i membri si riuniscano
L’iniziativa si svolgerà dal 2 al 5 rà un percorso di affiancamento di, Simone Uggetti che ha an­ vede due percorsi alternativi spucci; piazza Sommariva e Tor­ e si confrontino su alcuni temi crucia­
marzo a Druogno (provincia del di 6 mesi, durante il quale gli in­ nunciato la ripresa delle opera­ per ciclisti. Uno lungo viale Mi­ retta; San Gualtero). Al momen­ li, da cui dipende il nostro futuro come
Verbano­Cusio­Ossola). Il pro­ segnanti saranno supportati zioni per la messa in sicurezza lano, con la realizzazione di per­ to le bici sono ancora dunque co­ gruppo e come associazione. È tempo
getto totalmente finanziato nello sviluppo del progetto che dei percorsi per le bici e pedoni corsi per le bici e attraversa­ strette ad andare in strada, per di riunirci e fare quello che di solito si
coinvolge docenti delle elemen­ la singola scuola riterrà più ap­ lungo la grande arteria. Il can­ menti più sicuri; l’altro da via superare molte delle auto par­ definisce un congresso, cioè una riu­
tari, medie inferiori e superiori propriato alla specifica realtà. tiere è ora in una fase di stallo, Cavezzali a San Grato, dando co­ cheggiate e proseguire verso nione, in cui si scambino idee e si
delle province di Milano, Lodi, Un periodo formativo per poter dopo che la previsione del via sì la possibilità di scegliere an­ San Grato. E all’appello manca­ prendono decisioni a lungo termine».
Pavia, Como e Bergamo. Infor­ diventare veri e propri “agenti dei lavori era stata fissata per la che tracciati meno frequentati no ancora segnaletica e diverse L’assemblea congressuale discuterà
mazioni e iscrizioni all’Ismo: di relazione”. Anche le spese di terza settimana del settembre dalle auto. I lavori sono articola­ altre opere previste dal progetto. dei seguenti punti: stesura definitiva
via mail a: elena.mene guz­ vitto e alloggio sono sostenute scorso, per un investimento ti in tredici zone, di cui nove Un piano di messa in sicurezza della carta dei valori. In valutazione
z o @ i s m o. o r g ; t e l e f o n o 0 2 ­ dai finanziatori, a carico delle complessivo di 365mila euro. Gli lungo l’asse di viale Milano varato dal comune di Lodi, che anche la proposta di estensione del­
72000497. Il laboratorio ha la fi­ scuole o dei partecipanti sono interventi sono iniziati qualche (piazzale 3 Agosto; incrocio con aveva inserito la sistemazione l’associazione in altre sezioni, all’in­
nalità di portare i docenti ad ot­ solo le spese di viaggio ed even­ tempo dopo, ma sono andati in­ via Tondini; incrocio con via Ca­ dell’asse viabilistico tra le prio­ terno del territorio provinciale e coo­
timizzare la loro capacità edu­ tuali extra in albergo. contro ad uno stop nei mesi più damosto; incrocio con via Mino­ rità del 2009. Ma per la ripresa perazione con altri movimenti già esi­
cativa attraverso una qualità re­ È possibile scaricare la scheda freddi. Da quanto risulta, è già ia; incrocio con via Torretta; in­ dei lavori dovrebbe essere que­ stenti. Durante il congresso gli stu­
lazionale e comunicativa che li di iscrizione ed il progetto com­ stato attuato un intervento nella crocio con via San Gualtero; stione di giorni: è già stata fissa­ denti eleggeranno il nuovo segretario.
renda sempre più riferimenti pleto dal sito: http:// seconda parte di viale Milano, piazzale del cimitero Maggiore; ta la data del 18 febbraio. Solamente chi è tesserato all’Arci stu­
affidabili per gli studenti e per www.ismo.org. verso San Grato, mentre devono viale Milano, San Grato) e quat­ M. B. denti Lodi, però, ha diritto di voto.
12 GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Lodi
TRA I LAVORI APPALTATI ANCHE LA RISTRUTTURAZIONE DELLA TERAPIA INTENSIVA, CHE VERRÀ TRASFERITA DAL SECONDO AL SETTIMO PIANO

Ospedale, un maquillage da 22 milioni


Una nuova sala operatoria risolverà molti problemi in chirurgia
n Lavori da ol­
tre 22 milioni
per l’ospedale
di Lodi. Tra
Un assegno
questi anche la
realizzazione
di una nuova
per il pulmino
sala operatoria.
Che cancellerà che trasporta
in parte le at­
tuali sovrappo­
sizioni dei chi­
gli ammalati
rurghi. n Tremila euro dalla Fondazione
L’Azienda ospe­ Marazzina all’associazione lodigia­
daliera ha ap­ na amici di oncologia (Alao) guida­
paltato, infatti, ta da Carla Allegri. Per far funzio­
al consorzio nare il pulmino che trasporta gli
stabile Litta di ammalati di tumore all’Humanitas
Milano, la ri­ per la radioterapia. «L’attività di
strutturazione trasporto è partita ad ottobre e sta
generale del funzionando bene ­ spiega Allegri
Maggiore, per ­, ma il costo giornaliero è notevo­
un totale di 22 le. In tutti questi 15 anni di attività Il momento della consegna dei tremila euro a Carla Allegri dell’Alao (al centro)
milioni e 800 abbiamo sempre contato sulla
mila euro. provvidenza e ancora adesso è co­ preventivo annuale di spesa però è ne da Lodi a Casale. Per questo rin­
«Il cantiere sì. Il gruppo Marazzina ci ha dona­ di 15mila euro l’anno: ci sono i co­ graziamo tutti quelli che ci stanno
partirà a marzo to 3 mila euro e altri 3 mila sono ar­ sti dell’assicurazione, del taglian­ aiutando. Mi piace quello che dice­
e i lavori dure­ rivati dalle amiche di Marina. La do, dell’autostrada, poi la benzina e va sempre madre Teresa di Calcut­
ranno 4 anni ­ cooperativa il Tetto, invece, ci ha il parcheggio. «Quando, a breve ar­ ta: “Quello che facciamo è come
spiega il re­ donato 2mila 500 euro. 4mila sono i riveranno gli acceleratori lineari ­ una goccia nell’oceano, ma se que­
sponsabile del­ soldi arrivati dal comune di Lodi e spiega la presidente ­ utilizzeremo sta goccia non ci fosse, all’oceano
l’ufficio tecnico Una sala operatoria dell’ospedale Maggiore di Lodi: al lavoro sul paziente ci sono due cardiologi 2mila 300 quelli della provincia». Il il pulmino per trasportare le perso­ mancherebbe”».
Maurizio Brac­
chi ­. Nel cantiere è prevista an­ INDAGINE DELL’ASL
che la realizzazione, al settimo
piano, della sala operatoria per
Tumori del colon, U N GRUPPO SI SPECIALISTI SI OCCUPERÀ SOLO DI QUESTA PATOLOGIA, SEGUENDO IL CAMMINO DELLE DONNE
l’otorino e l’oculistica. Le sale
chirurgiche passeranno così da
6 a 7».
Per il responsabile del diparti­
mento chirurgico Angelo Argen­
teri quello della sala operatoria
è un vantaggio importante per
boom di diagnosi
negli ultimi 4 anni
n Tumori del colon, diagno­
sticate nel Lodigiano 506 le­
Cancro al seno, bisogna fare presto
l’ospedale.
«Attualmente ­ commenta il diri­
gente medico ­, in alcuni mo­
sioni in quattro anni. Grazie
allo screening gratuito rivolto
alle persone tra i 50 e i 69
In arrivo l’unità per ridurre i ritardi di visite e interventi
menti, può capitare che ci siano anni, avviato dall’Asl a parti­ n Tumori al seno, cento donne sottopongono allo screening. La
dei ritardi nelle attività. Se il pa­ re dal 2005, centinaia di per­ vanno a farsi curare altrove. De­ percentuale delle assistite tra i
ziente sotto i ferri ha delle com­ sone hanno scoperto di essere vono aspettare 16 giorni per es­ 50 e i 70 anni chiamate dall’Asl a
plicazioni e il chirurgo che deve ammalate. In 59 casi si è trat­ sere visitate e circa un mese per fare la mammografia, sono in­
terminare alle 14 ritarda, il col­ tato di un tumore conclama­ essere operate. Una situazione fatti il 49 per cento. Il direttore
lega del pomeriggio è costretto a to, in 166 di un adenoma che non è accettabile, per questo generale Emilio Triaca vuole
fermarsi. Con una sala in più le avanzato e in 281 di un adeno­ l’Azienda ospedaliera sta lavo­ portare la percentuale al 60, en­
difficoltà, invece, si ridurran­ ma iniziale. Nel 2005 le lesio­ rando alla creazione di una bre­ tro l’anno.
no». ni diagnosticate sono state 8 ast unit, unità di patologia mam­ «Prima ­ spiega Vajani ­ c’era
Tra i nuovi lavori aggiudicati (1 tumore, 2 adenomi avanzati maria. l’ambulatorio della dottoressa
anche la ristrutturazione della e uno a basso rischio), nel Il servizio, tanto invocato dalla Boni che si prendeva in carico i
terapia intensiva che passa dal 2006, invece, l’Asl ha scoperto senologa Ermenegilda Boni pri­ pazienti dall’inizio alla fine del
secondo al settimo piano, di 234 lesioni (30 tumori, 72 ma di traslocare dall’ospedale di percorso di cura. Oggi, invece,
fianco alle sale operatorie. «Poi ­ adenomi avanzati e 132 a Lodi in quello di Cremona, è in siamo di fronte a una sorta di di­
aggiunge Bracchi ­ sistemiamo basso rischio), scese a 166 nel via di realizzazione. L’annuncio sorganizzazione nel servizio e le
il reparto di ortopedia al sesto 2007 e a 98 l’anno successivo. arriva dal responsabile del di­ risposte non sono proprio rapi­
piano, e al quinto, di fianco al­ «Nei primi passaggi di scree­ par timento oncolo gico del­ de. Insieme ad Ucci stiamo stu­
l’ostetricia, la pediatria e la pa­ ning ­ spiegano i medici del­ l’Azienda ospedaliera Giovanni diando anche un percorso analo­
tologia neonatale, attualmente l’Asl ­ si riscontra un aumen­ Ucci, all’indomani dell’allarme go a quello del seno per il mela­
collocate all’ex maternità. In to dei tumori o delle lesioni lanciato dall’Asl sulla pigrizia noma».
quest’ultimo padiglione, allo pre­cancerose, in quanto si delle donne lodigiane a sottopor­ Quest’ultimo, infatti, è un altro
stesso livello del laboratorio effettua un esame in una po­ si allo screening. dei punti critici dell’Azienda
analisi della terza ala, sorgerà il polazione in parte mai testata «Stiamo lavorando con l’Azien­ ospedaliera. «Siamo consapevoli
laboratori microbiologico. Nel in precedenza. Nei passaggi da sanitaria locale ad un percor­ delle difficoltà ­ aggiunge Ucci ­,
seminterrato, invece, colloche­ successivi i tumori diminui­ so per la realizzazione della bre­ stiamo lavorando per risolver­
remo gli spogliatoi centralizzati scono in quanto quelli in ast unit ­ spiega il medico ­. Si le». I motivi ci sono. Nel 2008 il
per gli infermieri di tutto l’ospe­ eccesso sono già stati trovati tratta di istituire un gruppo di Lodigiano contava ben 4.136
dale». nel primo passaggio. Ovvia­ specialisti che lavori unicamen­ donne, con un’età media di 62
A buon punto, intanto, sono an­ mente, quest’ultima parte te su questa patologia. Il percor­ anni, ammalate di tumore. Il
che i lavori per la realizzazione interessa solo la quota di so parte dal momento in cui una cancro al seno è, tra le patologie
del dipartimento di emergenza popolazione che continua ad donna viene inviata alla radiolo­ neoplastiche, quello prevalente
urgenza: «Entro la fine dell’anno aderire allo screening, non gia per un sospetto nodulo. È già Una donna si sottopone a un esame al seno: a Lodi tempi d’attesa troppo lunghi tra il sesso femminile. Tra poco
­ ribadisce Bracchi ­ terminiamo chi entra per la prima volta o in quel reparto che la paziente arriveranno anche i dati del re­
la parte che ci consente di instal­ chi non aderisce». Partecipa­ deve trovarsi di fronte dei medi­ a decidere cosa fare e dove anda­ che vanno fuori a farsi curare. gistro tumori sui nuovi casi.
lare la seconda Tac. Visto che è re allo screening per l’Asl è ci che si occupano solo di tumo­ re. Per mettere in pista un per­ Anche i tempi di attesa per le vi­ «Tempo per aspettare quando si
una necessità assoluta abbiamo vantaggioso sia per il singolo re. Saranno loro che la invieran­ corso così strutturato, però, ci site e gli interventi chirurgici ­ parla di malattie ­ commenta
deciso di dare la precedenza a che per la collettività: «Deci­ no a un gruppo preciso di onco­ vuole del tempo. Spero di riusci­ dice il medico ­ si ridurranno. l’associazione amici di oncolo­
questa operazione. Oggi (ieri per ne di studi scientifici ­ spiega logi dedicati al seno, i quali a lo­ re a completare il progetto entro Questo è il nostro impegno. Bi­ gia ­ non ce n’è. La direzione e il
chi legge, ndr) poi stanno mon­ l’Asl in una nota ­ hanno or­ ro volta la manderanno diretta­ l’anno. Tra poco avremo anche sogna dire però che la percen­ dipartimento si stanno dando da
tando il primo acceleratore line­ mai decretato da tempo che lo mente dai chirurghi specialisti e la radioterapia di Casale e l’of­ tuale di donne, colpite dal can­ fare per risolvere le criticità. È
are a Casale. L’altro verrà mon­ screening del tumore del co­ dai fisioterapisti, o dallo psicolo­ ferta sarà completa». cro al seno, che guariscono, è così che si va incontro alle ansie
tato la prossima settimana. A fi­ lon retto, della mammella e go e dai volontari che troveran­ Attualmente, spiega Ucci, «negli elevata». Il presidente dell’ordi­ e alle esigenze delle persone. Ci
ne marzo i lavori saranno termi­ del collo dell’utero sono gli no spazio in questo progetto. In­ ambulatori oncologici lodigiani ne dei medici Massimo Vajani, auguriamo che i nuovi progetti
nati, poi toccherà ai collaudi tec­ unici in grado di ridurre l’in­ somma, un gruppo di esperti so­ visitiamo due donne con un nuo­ invece, sta lavorando con l’Asl e siano un incentivo per far rima­
nici. Ai primi di giugno parti­ cidenza, cioè i nuovi casi di lo per questo problema. Ora, in­ vo tumore a settimana, circa con lo stesso dipartimento ospe­ nere le pazienti nella struttura
ranno le prime terapie». tumore e la sua gravità» vece, dopo il referto mammogra­ cento nuovi casi all’anno, ma daliero di oncologia per aumen­ lodigiana».
Cristina Vercellone fico, la donna viene lasciata sola quasi altrettanto sono le donne tare il numero delle donne che si Cri. Ver.

DALLA PRIMA PAGINA problemi endemici della fame, perduto, cementificato, che vede di rogge, di nebbie e di platani, prodotti locali, iniziative di tute­ zione.
della nutrizione, della coopera­ nella marginalità il suo futuro. di sapori ed odor4 di fatiche con­ la e di promozione. La Ceramica Terra dei sapori, dei colori, della

L’Expo, zione. È un po’ quello che stanno


pensando a Londra per le Olim­
piadi. Saranno i primi giochi
Gli incontri avvenuti in questi
giorni col governatore della
Lombardia Roberto Formigoni e
tadine. Il “brand” del Lodigiano,
il marchio è legato alle eccellen­
ze. E sono, soprattutto, eccellen­
Artistica Lodigiana “Vecchia
Lodi” è diventata ormai un pun­
to di riferimento per migliaia di
manualità artistica, terra di Ada
Negri e di Santa Cabrini, del
Barbarossa e dei grandi cerami­

il Lodigiano, senza automobili (“No car ga­


mes”). Chi vorrà andare a vedere
le gare dovrà andarci con i mezzi
con la società che gestisce l’Expo
sono un primo passo positivo.
È bene però che la questione
ze impastate di terra. Pensiamo
al formaggio, al latte con le sue
infinite variazioni, alla tortiona­
studenti delle scuole primarie.
Poi ci sono gli stages universita­
ri, il Politecnico, con un Master
sti, dei Piazza e del Fanfulla, del
mascarpone e del panerone e
anche dell’informatica,del Parco

la ceramica pubblici perché non ci saranno


altri modi per accedere all’area.
Sembrano eventi lontani, in real­
diventi una questione condivisa.
Come intendono presentarsi Lodi
e il Lodigiano in vista dell’Expo?
ta, al vino doc e perché no alla
ceramica di qualità.
Se ne è accorto l’assessorato
del Design di livello Mondiale, in
funzione dell’Expo 2015, l’Uni­
versità per le Scienze Gastrono­
Tecnologico Padano, della futura
facoltà di veterinaria, delle es­
senze che diventano profumi
“Nutrire il pianeta, energia per tà, se facciamo riferimento al­ Nella campagna elettorale per all’artigianato della Regione miche, l’interessamento dell’Uni­ apprezzati in ogni parte del mon­
la vita”, l’affascinante tema che l’Expo, non lo sono. l’elezione del nuovo sindaco e Lombardia che ha pubblicato, versità di Kyoto, ma una grande do. Ce ne sono di spunti attorno
verrà sviluppato nella metropoli Milano è a pochi chilometri da giunta della città capoluogo, due settimane fa, un sontuoso bottega di ceramica è fatta per cui lavorare.
ambrosiana su un’area vastissi­ Lodi e dal Lodigiano; il tema questo non è forse un tema che volume, con una prefazione del­ produrre non solo per insegnare! Ma il peggio sarebbe stare con le
ma che sarà messa a disposizione della esposizione universale inve­ dovrebbe indurre a qualche pro­ l’assessore regionale Domenico E produrre eccellenze significa mani in mano, confidando sulla
di 25/30 milioni di visitatori. ste direttamente il nostro territo­ posta operativa, oppure a cam­ Zambetti, dal titolo: “Eccellenze anche posti di lavoro, competen­ “buona indole dei Lodigiani”
L’idea è di ospitare tutte le coltu­ rio, accende la sua vocazione biare completamente la politica Artigiane. Espressioni ed emo­ ze, giovani che si avvicinano ad Buona indole che nasconde qual­
re del mondo. Ed ecco le tende, le ecologista, che è tipica di una di uso del territorio? zioni artistiche nella cultura un mestiere antico e innovativo, che pigrizia di troppo, mancanza
serre, l’acqua, che circonda una agricoltura che per secoli ha Ma che ne sanno questi che si tradizionale ed innovativa del­ semplice e creativo. di iniziative e di fantasia. Al­
immensa isola dei sapori. L’in­ fatto da presidio, ha salvaguar­ occupano di ceramica artistica!, l’Artigianato Lombardo”. Ben 12 L’Expo 2015 è una occasione l’Expo noi dobbiamo essere pre­
tervento sul suolo pubblico sarà dato le impronte digitali di un potrebbe dire qualcuno. In verità pagine sono dedicate alla nostra imperdibile per l’intero Lodigia­ senti da protagonisti avendo il
all’insegna della sobrietà. territorio lavorato dalle mani siamo preoccupati, avendo, noi, bottega di ceramica di Lodi. no purché si cominci ora a discu­ coraggio di ridisegnare un terri­
Non è necessario costruire nuovi dell’uomo. un legame fortissimo con questa Ciò ci ha fatto riflettere sul fatto, tere sul da farsi e ci si prepari a torio “eco­compatibile”, innamo­
palazzi, il verde agricolo diventa A meno che noi lodigiani non ci terra. Una terra lavorata dalle del tutto gratificante, che il Lodi­ questo appuntamento mondiale. rato della terra (con i suoi pro­
una risorsa e una ricchezza, un rassegniamo a diventare la peri­ mani dell’uomo, come è la cera­ giano attraverso i suoi prodotti Come? Cominciamo dal gradino dotti) e della bellezza con i suoi
valore in sè. Una Expo eco­soste­ feria di Milano, una sorta di mica che trasfigura la materia e ha un’immagine prestigiosa e più basso: dal creare a Lodi un manufatti in ceramica.
nibile, come di dice oggi soft, di “parcheggio per grandi eventi” da opaca le infonde l’iridescenza non soffre complessi di inferiori­ luogo permanente per le eccel­ Angelo Pisati
grande impatto anche emotivo. (la “logistica” ne è un effetto dei colori, quasi una epifania di tà, dall’altro che mancano inizia­ lenze lodigiane, di esposizione di Ceramica Artistica Lodigiana “Vecchia
Efficace nell’offrire soluzioni ai perverso), un territorio ormai una regione benedetta di acque e tive concrete che sostengano i vendita, di assaggio e di degusta­ Lodi”
GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010 13
il Cittadino
San Donato
I LAVORI STANNO FINALMENTE RISPETTANDO LA TABELLA DI MARCIA: LA RINNOVATA SEDE SARÀ ALL’AVANGUARDIA E RICCA DI NOVITÀ

Poste, entro giugno l’addio ai container


Procede la ristrutturazione degli uffici di piazza Dalla Chiesa
n Per la riapertura dei battenti
delle poste di piazza Dalla Chiesa
scatta il conto alla rovescia: il ta­
glio del nastro è previsto entro
Dipendenti Eni,
giugno. Dopo il susseguirsi di ri­
tardi rispetto alle previsioni ini­
ziali legati al fallimento della so­
raccolta firme
cietà a cui erano stati appaltati in
un primo tempo i lavori (iniziati
nel dicembre 2008), fonti ufficiali
per migliorare
confermano che le opere stanno
procedendo secondo la tabella di
marcia. Pertanto, il cantiere che
il servizio bus
dovrebbe restituire ai sandonatesi n Tra i dieci­
un punto di riferimento all'avan­ mila lavoratori n Appoggiati
guardia, con una serie di disposi­ dell'Eni è ini­ dai sindacati,
tivi moderni a vantaggio della si­ ziata a circola­ i colletti bianchi
curezza e della privacy, nei prossi­ re nei gior ni chiedono
mi mesi dovrebbe finalmente con­ scorsi la rac­
cludersi. Seguirà quindi un nuovo colta firme per tra le altre cose
trasloco degli uffici dai container s o s t e n e re l a più navette
di Bolgiano, che stanno ancora proposta, for­ e un servizio
svolgendo il ruolo di sede tempo­ mulata dalla “a chiamata”
ranea, alla struttura storica sulla Cisl, per il po­
quale si è concentrato un piano di tenziamento
opere per adeguare i locali agli delle navette interne per fare
standard più moderni. fronte alle esigenze dei pendola­
L'insegna di piazza Dalla Chiesa ri. L'iniziativa è stata lanciata al
tornerà così a svolgere una strate­ fine di sopperire temporanea­
gica funzione per un territorio co­ mente ai disagi dei “colletti bian­
stellato di terziario che proprio chi”, in attesa che parta il piano
per l'elevata affluenza agli sportel­ che vedrà alleate quindici azien­
li è entrato a far parte della rosa di de in un ambizioso progetto di
filiali su cui sono stati concentrati mobilità aziendale. Dal momento
investimenti. Gli sviluppi sono te­ che, se tutto filasse liscio, il piano
nuti costantemente sotto control­ da oltre un milione di euro per di­
lo dai cittadini, ma anche dalle at­ ventare operativo richiederebbe
tività commerciali della zona, che comunque ancora circa un anno
attendono il ripristino delle vec­ I container della frazione Bolgiano stanno sostituendo da ormai parecchio tempo gli uffici postali di piazza Dalla Chiesa: quest’ultimi saranno pronti per giugno di tempo (in parte assorbito per il
chie abitudini soprattutto per il bando di appalto), nel frattempo
passaggio della gente davanti alle all'azienda viene sostanzialmen­
loro botteghe, con annesso indotto te avanzate alcune richieste.
economico. Nei mesi scorsi le la­ Quali? Potenziare le attuali linee
mentele di alcuni sandonatesi,
preoccupati per le lungaggini dei CHIESTA AL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA UNA DELIBERA CHE MANTENGA LA VOCAZIONE A VERDE DELL’AREA per ridurre i tempi di attesa, in­
nanzitutto; istituire un nuovo
lavori, erano sbarcate anche su collegamento tra gli uffici e sta­
Rai Tre in un servizio televisivo
nel quale, tra gli altri, aveva preso
la parola il consigliere del gruppo
misto Antonio Marino, che sotto­
lineando i disagi a cui erano co­
stretti gli utenti aveva avanzato la
«Podestà difenda la Campagnetta» zione di Rogoredo; adeguare le
partenze agli orari dei lavoratori;
istituire, infine, un servizio di
“mini bus” a chiamata. Istanze
che recentemente le Rsu dell’Eni
hanno anche già posto sul tappe­
proposta di potenziare gli orari
l'apertura della sede distaccata in
via Di Vittorio. Ma adesso, final­
L’appello lanciato da Massimo Gatti, consigliere del Prc­Pdci to del confronto con i rappresen­
tanti del colosso petrolifero. Del
resto, già da tempo dai palazzi di
mente, si intravede un traguardo n «Podestà si impegni a mante­ destinazione d’uso della Campa­ vetro si alzano decisi segnali sul­
che, oltre a ripristinare le vecchie nere a verde e a parco la Campa­ gnetta per la sua importanza so­ la necessità di rivedere il sistema
abitudini, alzerà il sipario su una gnetta». L’appello si è alzato ieri vracomunale. Mi auguro che dal­ di collegamenti che fanno spola
serie di novità, sulle quali per il dal “porta bandiera” in provin­ la maggioranza e dal presidente tra le diverse sedi contrassegnate
momento sono state svelate sol­ cia della lista di opposizione Podestà venga un’assunzione di dal marchio Eni e i luoghi di tra­
tanto alcune anticipazioni. “Un’altra provincia Prc­Pdci”, responsabilità in questo senso, sporto “strategici”, come la me­
In base alle migliorie, sulla carta, Massimo Gatti, nel corso della rispettoso della grande mobilita­ tropolitana e le stazioni. Una bat­
le vetrate dovrebbe diventare tra­ riunione congiunta delle com­ zione, delle competenze e degli taglia, quella dei “colletti bian­
sparenti, mentre le casse interne missioni impegnate rispettiva­ sforzi fatti dalla cittadinanza e chi”, nella quale sono scese in
saranno a scomparsa e per chi uti­ mente nel settore Ambiente e in dal comitato». campo anche le altre sigle sinda­
lizza i servizi banco­posta verran­ quello Agricoltura e parchi , alla Del resto, la difficile partita gio­ cali. In particolare la Cgil ieri ha
no garantiti spazi idonei a vantag­ quale ha preso parte anche il co­ cata contro la colata di mattoni dato conferma che «l'argomento
gio della riservatezza. La piccola mitato sandonatese “Giù le mani sulla Campagnetta ha già dato trasporti è in prima fila», mo­
rivoluzione di carattere struttura­ dalla Campagnetta”. La delega­ segnali di godere di un consenso strandosi «pronta a porre in cam­
le passa da un progetto che avreb­ zione locale ha portato in primo “bipartisan”. Anche l’assessore po iniziative a sostegno di questi
be dovuto concludersi nell'autun­ piano il progetto che punta a tra­ provinciale Luca Squeri, in veste obiettivi, prediligendo ovvia­
no scorso, ma che nei prossimi sformare l’ex canale navigabile di coordinatore del Pdl di San mente azioni unitarie». In attesa
mesi troverà sbocchi definitivi. in un una cornice rigorosamente Donato, nei mesi scorsi aveva di conoscere gli esiti della cam­
Prima dell'evento verrà comuni­ verde di rilievo sovracomunale. sfoderato l’ idea di utilizzare la pagna di raccolta firme, che vie­
cata la data del taglio nastro, in­ Una prospettiva, quest’ultima, Campagnetta per valorizzare il ne portata avanti attraverso dei
sieme ad altre notizie legate al tra­ fortemente condivisa tra gli abi­ L’ex sindaco di Paullo, Massimo Gatti, vuole salvare il verde della Campagnetta percorso tra le abbazie di Chiara­ banchetti posti nei punti “chia­
sloco del servizio, che abbandone­ tanti di via Di Vittorio, e che valle e Viboldone, attraverso un ve” del comparto aziendale, il co­
rà definitivamente i container vanta a suo sostegno anche due­ presidenti delle commissioni di sta la comunanza di vedute tragitto ciclabile lungo la roggia mune di San Donato sta nel frat­
temporanei di Bolgiano per torna­ mila firme. trasmettere al presidente della espressa da tutti i consiglieri e Vettabbia. Sulla stessa scia si era tempo svolgendo la funzione di
re in pianta stabile nei tradiziona­ La mobilitazione sostenuta dalla provincia di Milano, Guido Pode­ dagli assessori presenti alla com­ espressa la Lega Nord, che an­ regìa per il piano di più ampia
li locali che si affacciano su piazza sinistra, ma che ha diviso anche stà, il progetto caldeggiato dai missione di oggi, si valuti l’op­ dando in controtendenza rispet­ portata, perseguendo l'obiettivo
Dalla Chiesa, dove nel frattempo la coalizione di centrodestra del cittadini «al fine di coinvolgerlo portunità che il consiglio provin­ to al resto della maggioranza ha di togliere traffico dalle strade at­
si sono conclusi anche gli inter­ comune di San Donato, dopo la in questa importante battaglia ciale deliberi subito con un docu­ appoggiato l’istanza dei cittadini traverso uno schema che possa
venti per la realizzazione dei box bocciatura in consiglio comuna­ in difesa del Parco». Gatti lo ha mento votato all’unanimità, nel lanciando con gazebo e altre ini­ puntare alla razionalizzazione e
sotterranei. le ha così raggiunto palazzo dichiarato a fine lavori con una quale si esprima la volontà di ziative la propria proposta. al miglioramento del servizio.
Giulia Cerboni Isimbardi. Gatti ha sollecitato ai nota stampa: «Ho chiesto che, vi­ mantenere a verde e a parco la Giu. Cer. G. C.

QUANDO
L’Atm rassicura i disabili: SI TRATTA
«Adegueremo il metrò» DI SITUAZIONI
PARTICOLARI
n «Non è vero che Atm si è dimenti­ zione di come, per una persona pri­
cata dei disabili. Nel 2010 rifaremo va della vista, quei cento metri e po­
tutte le righe zigrinate per l'accesso
dei non vedenti alle carrozze. È pre­
co più che vanno dall'imbocco della
stazione sandonatese alla salita sui
MEGLIO
visto dal piano generale di adegua­
mento delle linee di metropolitana.
convogli rappresentino un “campo
minato”. Troppe le merci esposte
FIDARSI
I commercianti abusivi? Nel 2009 ne dagli abusivi sui loro teli; troppo ca­
abbiamo allontanati non cinquan­ os attorno e troppo vecchie infine DI CHI SA
ta, ma cinquemila su tutta la rete (tracciate ormai vent'anni fa, ndr) le
sotterranea e dalle stazioni». Pun­
zecchiato anche dalle critiche di un
guide tattili sul pavimento per indi­
care al bastone del non vedente la
COME FARE
non vedente sangiulianese, Tom­ corsia giusta per imboccare i tor­
maso Di Pilato, il colosso milanese nelli e timbrare il biglietto. Secon­
dei trasporti si difende dalle accuse do Di Pilato, troppe volte la sua av­
di lassismo in materia di barriere ventura nella metropolitana mila­
architettoniche: «Dire che la stazio­ nese si è conclusa allo stesso modo:
ne di San Donato è ostile ai portato­ «Travolgendo inevitabilmente gli Tommaso Di Pilato, il non vedente di San Giuliano che ha elencato tutti i disagi dei disabili nella metrò di San Donato
ri di handicap ­ sostiene l’azienda ­ abusivi con le loro mercanzie ­ ha UFFICI DI LODI
non rende giustizia alla realtà dei spiegato ­ e finendo per chiedere al mo, le righe zigrinate, o pavimenta­ cisano anche come il sistema modu­ borse, giocattoli e altro che accom­ Via Colle Eghezzone, 1
fatti e dei progetti in cantiere». personale dei trasporti di accompa­ zioni speciali per bastoni: «Nel 2010 lare di orientamento ai varchi di in­ pagna la salita e la discesa dei viag­ Viale Savoia, 9
Alcune settimane or sono, Tomma­ gnarmi al treno, cosa che vorrei rifaremo tutte le guide per non ve­ gresso (in pratica, la "pista" dalla giatori dal mezzanino alla banchi­
so Di Pilato, 44enne residente a San evitare di fare finchè mi sarà possi­ denti, al piano banchina, sulla linea scala mobile ai binari, ndr) non si na. Qui però Atm punta il dito sulla tel. 0371 421806 - 421807
Giuliano, utente assolutamente au­ bile». gialla M3. È un punto importante perda prima delle obliteratrici di recidività e rivendica la sua parte: diurno e notturno
tonomo (non accompagnato, in altri Oggi però l'ufficio comunicazione del piano di rinnovo della tratta biglietti: «Arriva regolarmente dal­ «Assieme alla polizia municipale di
termini) di bus, metro e tram Atm, del gruppo trasporti ambrosiano San Donato­Maciachini, che la scala mobile alla zona interna, Milano, nel solo 209 abbiamo rimos­
aveva condotto una sorta di esperi­ interviene per dipingere un quadro quest'anno sarà al centro di un'ope­ quindi consente a tutti gli effetti di so, su tutte le linee della rete, 5625 ONORANZE FUNEBRI
mento. Scendendo dalle scale mobi­ meno fosco e per annunciare novità razione di ammodernamento al pa­ raggiungere i treni». postazioni non autorizzate elevan­
li del terminal della M3 di San Do­
nato­Milano aveva dato dimostra­
importanti in arrivo sul fronte delle
barriere architettoniche. Punto pri­
ri delle altre linee della compa­
gnia». I portavoce dell'azienda pre­
Infine, dolente nota, il “mercato
permanente” di abbigliamento,
do 125 sanzioni».
Emanuele Dolcini
F.lli Vismara s.n.c.
14 GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
San Giuliano
SONO CENTINAIA GLI ASPIRANTI DIPENDENTI CHE ATTENDONO LE SELEZIONI: IL COLOSSO DEL MOBILE METTE A DISPOSIZIONE 300 POSTI

L’Ikea “frena” la sua voglia di allargarsi


Passo indietro dell’azienda sulla richiesta di più spazi espositivi
n Mentre è scattata la corsa al posto
di lavoro per gli aspiranti dipenden­
ti Ikea, con centinaia di richieste
inoltrate allo sportello per l'occupa­
zione del comune, la nota catena ha
Detenzione illegale di fucili,
messo in atto il tentativo di amplia­
re lo spazio vendita. Nei mesi scorsi
era stato infatti innescato l'iter per
denunciati due sangiulianesi
portare l'allestimento espositivo di n Denunciato di detenzione, allo stesso tempo
arredi per la casa dai circa 15 mila insieme al co­ n Nel “blitz” senza segnalare alcuna cessione
metri quadrati previsti a 21 mila gnato per de­ dei carabinieri dell’arma a terzi. I carabinieri in­
metri quadrati: la conferenza di ser­ tenzione illega­ di martedì vece hanno constatato come il fu­
vizi si dovrebbe tenere martedì le di ar ma da sequestrate cile fosse stato dato in consegna
prossimo, ma per il momento fuoco. A finire al cognato, anch’egli residente a
l'azienda ha fatto un passo indietro. nei guai sono alla coppia San Giuliano. E durante il con­
La variazione in ogni caso coinvolge stati due san­ una doppietta trollo è emerso come quest’ultimo
solo la distribuzione interna degli giulianesi, en­ calibro 9 (C.P. le sue iniziali, classe 1957)
spazi, parte dedicati a magazzino e trambi con più e una calibro 12 detenesse senza averne fatto de­
parte ad area vendita, senza alcuna di cinquant’an­ nuncia anche una seconda dop­
modifica alla superficie e ai volumi ni e un comune pietta, una calibro 12.
della struttura, ormai di fatto edifi­ amore per la caccia che li aveva Le armi sono state poste sotto se­
cata; probabilmente questo iter ver­ portato a collezionare le due questro e i due uomini sono stati
rà ripreso una volta che il magazzi­ “doppiette” sequestrate. I control­ denunciati a piede libero alla Pro­
no avrà aperto i battenti. Del resto il li eseguiti martedì sera dai cara­ cura della Repubblica di Lodi:
conto alla rovescia è già scattato: in binieri della tenenza di San Giu­ M.C. per aver acquistato e detenu­
base alle ultime anticipazioni che liano Milanese hanno permesso to le armi senza permesso di por­
sono emerse, l'inaugurazione è pre­ di appurare i reati scoperti a se­ to d’armi né nulla osta all’acqui­
vista prima dell'estate. guito di una segnalazione giunta sito (reato contemplato agli arti­
In realtà, sebbene molti sangiulia­ della questura di Milano. Tutto è coli 58, 38 e 35 del testo unico delle
nesi ambiscano ad entrare nell'or­ scaturito dall’acquisto di un fuci­ leggi di pubblica sicurezza); il co­
ganico di addetti Ikea, per il mo­ le Flobert calibro 9 comperato re­ gnato invece per aver detenuto ar­
mento al comune di San Giuliano golarmente nel 1974 da M.C., clas­ mi senza averne formalizzato la
non è pervenuto alcun annuncio uf­ se 1951, quando ancora era resi­ denuncia all’autorità di pubblica
ficiale riguardo l'avvio delle selezio­ dente a Chiaravalle. Solo che, a sicurezza (articolo 697 del codice
ni, che in ogni caso verrà inserito seguito del trasferimento a San penale e 38 Tulps), oltre che per i
sul sito Internet del “colosso” che Giuliano, l’uomo aveva tralascia­ reati contestati all’amico e paren­
ha concentrato un massiccio inve­ to di provvedere alla prescritta te.
stimento in questo tratto di Sudmi­ Il cantiere del nuovo maxi centro Ikea a Sesto Ulteriano: la struttura dovrebbe essere inaugurata entro l’estate denuncia di variazione del luogo Emiliano Cuti
lano. L'azienda
già nei mesi scor­ della società svedese (che si è impe­ FALSO ALLARME
si aveva chiesto gnata a investire in un "pacchetto"
la disponibilità
dei locali della
Intanto i lavori a Sesto Ulteriano
di migliorie viabilistiche), l'atten­
zione è concentrata soprattutto sul Accende l’auto nel garage per scaldarla
parrocchia di Ci­ tasto occupazionale.
ve s i o, ch e d o­ Nel frattempo, a colpo d'occhio si e i vicini di casa credono voglia suicidarsi
vrebbero ospita­
re i colloqui, ma procedono con ritmi sostenuti: nota come il centro, dove i cantieri
sono filati a ritmo ininterrotto, ab­ n Dal garage usciva del fumo e i condomini del palazzo di via Ri­
per il momento il bia ormai acquisito geometrie defi­ sorgimento hanno lanciato subito l’allarme. Si pensava infatti
reclutamento di
personale ha ri­ oltre al centro vendita nitive, mentre sembra che all'inter­
no siano ancora in corso i lavori per
all’ennesimo tentativo di suicidio a San Giuliano attraverso l’inala­
zione del monossido di carbonio sprigionato dal tubo di scappa­
guardato solo i l'allestimento. I prossimi mesi sa­ mento dell’auto: tanto che, sul posto, sono arrivati per primi i ca­
profili dei “col­
letti bianchi” che
sono a carico del gruppo svedese ranno decisivi su più fronti. Soprat­
tutto per quanto riguarda le strade
rabinieri e poi anche i vigili del fuoco e l’ambulanza, per scoprire
che per fortuna non era successo nulla. L’episodio, che ha richia­
dovrebbero com­ della frazione, con l'apertura del sot­ mato anche l’amministratore del condominio, è avvenuto martedì
porre la squadra
di dirigenti.
anche le opere viabilistiche topasso carrabile alla tangenziale, e
per la composizione di un nuovo or­
intorno alle 21. Il garage era chiuso e ogni istante avrebbe potuto
essere fatale per la vita della presunta vittima. Ma mentre i carabi­
In ogni caso, in ganico che entrerà nell'ingranaggio nieri si apprestavano a fare irruzione è sopraggiunto il proprieta­
base ad un accordo stretto con l'ente aperture 7 giorni su 7 e con punte di personale potrebbe arrivare attra­ dai grandi numeri targato Ikea. Tut­ rio del box, un cittadino di nazionalità filippina, che ha spiegato
locale al momento della convenzio­ visitatori fino a 5 mila clienti con­ verso trasferimenti interni da altri te partite che dovranno andare a che dentro l’auto non c’era nessuno. Interrogato sulle ragioni per
ne, per una parte di personale l'Ikea temporaneamente, potrebbero esse­ centri della stessa catena. Certo è buon fine prima del taglio del nastro cui aveva lasciato l’autovettura accesa in un luogo chiuso, si è giu­
dovrà attingere dal territorio. In ba­ re impiegate circa 300 persone. Non che in questa fase, nella quale stan­ della nuova maxi scommessa com­ stificato dicendo che voleva scaldare l’auto un’ora prima di parti­
se a un calcolo di massima, che at­ è detto però che debbano tutti parti­ no procedendo gli interventi sulle merciale giocata su San Giuliano. re, nonostante il divieto imposto dal regolamento condominiale.
tende conferme, nell'ingranaggio di re “da zero”, in quanto una parte del strade di Sesto Ulteriano a carico Giulia Cerboni

Cinquanta - Lodi s.r.l.


Concessionario ufficiale
Viale Piacenza, 39 - 26900 Lodi - Tel. 0371 46891
www.cinquantalodi.com
GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010 15
il Cittadino
Melegnano
L’HOBBISTA MELEGNANESE AVEVA SCRITTO UNA LETTERA AL SINDACO DEL COMUNE CAMPANO, IL QUALE LO HA INVITATO PER UNA CERIMONIA

«A 30 anni dal sisma torno in Irpinia»


Luigi Generani, fra i volontari nel 1980, sarà premiato a Teora
n «Io, giovane melegnanese, in
Irpinia durante il terremoto del
1980». Inizia così la lettera che il
63enne Luigi Generani ha inviato
al sindaco di Teora (paese dell’Ir­
«Caos sul futuro della Mea»:
pinia) Salvatore Gerardo, che a
novembre lo premierà con una
medaglia. «In questi giorni ­ ha
la lista civica va all’attacco
raccontato Generani, noto hobby­ n «Caos alla cuparsi delle at­
sta locale ­ tutto il mondo ha negli Mea, tramonta tività di pubbli­
occhi il dramma di Haiti, e prima la società “in c o i n t e r e s s e,
ancora quello dell’Aquila in house”». La li­ m e n t re l a s e ­
Abruzzo. E mi è tornato alla men­ sta civica parte conda sarebbe
te un evento simile accaduto tanti all’attacco e la stata partecipa­
anni fa, il terremoto a Teora in Ir­ Spa a maggio­ ta anche dal so­
pinia, che ho vissuto sulla mia ranza comunale cio privato e si
pelle». tor na nell’oc­ sarebbe occupa­
Così, dopo aver preso carta e pen­ chio del ciclone. ta di gas e calo­
na, Generani ha scritto una lunga «Una recente re. Ma ora ecco
lettera, che ha inviato al primo n o r m a t i v a ­ Tessarin Vertola il nuovo colpo
cittadino di Teora. «Allora ero un hanno tuo­ di scena.
dipendente della ditta Innocenti nato gli «In altre
di Milano ­ il 63enne scava nei ri­ esponenti parole ­
cordi di un passato ormai lontano della lista ci­ hanno ri­
­. Il sisma sorprese tutti una do­
menica, il 23 novembre 1980 alle
vica “Dalle
periferie al L’atto di accusa: preso Ver­
tola e Tes­
19.35. La notizia data dai telegior­ centro in si­ sarin ­, la
nali e dai giornali mi impressionò
profondamente, sebbene la Lom­
bardia fosse distante dalle zone
curezza”
Ivana Verto­
la e Luigi
«Mai affrontati Mea rimar­
rà così co­
me è, con
colpite dal sisma. Dopo lo scon­ Tessarin ­ ha la presenza
certo iniziale, quindi, con altri
nove volontari decisi di partire,
reso di fatto
impraticabi­
i problemi aperti» cioè di un
socio pri­
attrezzato con camper e tenda». le il ritorno vato in una
Lo spettacolo che si presentò agli della Mea in mani pubbliche». La posizione di minoranza. Ma a
occhi dei dieci volontari fu terri­ vicenda risale al febbraio 2009, questo punto vogliamo conoscere
bile. «In un colpo solo, infatti ­ ha quando il consiglio comunale di le strategie future della Spa, su
ripreso Generani ­, vedemmo feri­ Melegnano ha approvato gli indi­ cui palazzo Broletto continua a
ti, morti, anziani che scappavano rizzi futuri della società, che pre­ mantenere un silenzio assordan­
e giovani che piangevano i propri vedevano per Mea il completo ri­ te».
cari uccisi da quella calamità. La­ torno in mani pubbliche. Attual­ A Melegnano la Mea si occupa
vorammo incessantemente in mente la Spa con sede in viale dell’igiene ambientale, delle reti
mezzo alla neve, alla pioggia e al Un gruppo di volontari impegnati trent’anni fa in Irpinia in occasione del terremoto che ha distrutto interi paesi della Repubblica è partecipata del gas e dell’acqua, della gestio­
freddo, che rendevano tutto più per il 60 per cento dal comune di ne calore e dell’illuminazione vo­
difficile. Di sera andavamo a con­ SOLIDARIETÀ Melegnano e per il restante 40 per tiva. «La verità ­ hanno affermato
fortare gli anziani, a far sorridere cento dal socio privato Alcargas. i leader della lista civica ­ è che
i bambini, per rendere meno dolo­
I Fratelli dimenticati Concetti ribaditi a fine ottobre sulla Mea l’amministrazione ha
rosa la loro disperazione». Ma c’è
soprattutto un episodio che è ri­ «Allora scendono in campo
2009 dal presidente di Mea, Gra­
ziano Musella: «Ci siamo mossi
perso ormai tre anni senza aver
mai affrontato i nodi critici della
masto impresso nella mente di per dare concreta attuazione al­ società. Basti pensare alla confu­
Generani. «Se non lo avessi vissu­
to sulla mia pelle ­ ha affermato il rimasi colpito per sostenere Haiti l’indirizzo del consiglio comuna­
le ­ ha detto Musella durante una
sione in tema all’Iva sulla Tia (ta­
riffa di igiene ambientale, ndr) o
63enne ­, sembrerebbe davvero lo n È la Fondazione Padre commissione consiliare ­, che lo alle “bollette pazze” dello scorso
spezzone di un film. In mezzo agli Alessi­Fratelli dimentica­ scorso inverno ha optato per la maggio, che a quanto ci risulta
edifici sventrati, infatti, mi im­
battei in una chiesa demolita. In
dalle notizie ti, l’importante realtà
collegata alle missioni
società “in house”, con il ritorno
del cento per cento dell’azienda
non sono state ancora totalmente
rimborsate». Ma Vertola e Tessa­
una zona appartata, però, c’era un salesiane nel Terzo Mon­ in mani pubbliche. D’accordo con rin hanno colto l’occasione per
giovane che piangeva e pregava
una statua rimasta miracolosa­
e partii do, la prima associazione
melegnanese a mobilitar­
Alcargas, quindi, abbiamo pensa­
to a una divisione in due della so­
sollevare un’altra questione. «Vo­
gliamo sapere la verità sull’im­
mente in piedi su una mensola. si per il catastrofico si­ cietà, una sorta di Mea 1 e Mea 2 pianto di compostaggio a Vizzolo
Mi inginocchiai accanto a lui: era­
vamo uniti nella silenziosa pre­
con altri nove sma che ha colpito il già
martoriato paese di Haiti,
per intendersi». La prima, che sa­
rebbe appartenuta in toto al co­
­ hanno ribadito in conclusione ­,
su cui noi non siamo d’accordo».
ghiera. Scambiando qualche pa­ nell’America centrale. mune di Melegnano, doveva oc­ S. C. 
rola, poi, venni a sapere che era
un frate. Molto ancora si potrebbe Il melegnanese Luigi Generani volontari» Nelle ore immediatamen­
te successive al disastro
raccontare, di episodi dolorosi, la onlus presente da quasi
ma anche di tanti atti di umani­ vent’anni anche a Mele­
tà». gnano ha reso noti i rife­
Poi, però, Generani si è rivolto al rimenti per contribuire
sindaco Gerardo. «Vorrei ricevere concretamente alla soli­
copia del materiale di quei giorni: darietà internazionale. I
articoli, libri pubblicati sull’acca­ fondi raccolti, anche in
duto e tutto ciò che è possibile re­ città, saranno gestiti in
perire su quel fatidico 1980 ­ ha stretta collaborazione con
continuato il 63enne appassionato l’Ispettoria Salesiana di
di storia ­. Ma vorrei anche sapere Port­au­Prince, capitale
come è cambiato il paese dopo dello stato caraibico mar­
tanti anni». E la risposta del sin­ toriato dal sisma. I versa­
daco di Teora, che all’epoca dei menti possono essere ef­
fatti aveva 16 anni, è giunta dav­ fettuati sui conti: postale
vero a stretto giro di posta. «Il pri­ numero 11482353 e banca­
mo cittadino mi ha infatti inviato rio Iban
una lettera ­ ha fatto sapere in IT92E051643338000000020
questi giorni Generani ­, con cui 2061 (sempre indicando la
mi ha invitato ufficialmente a Te­ causale «terremoto Hai­
ora il prossimo 23 novembre. In ti»). È possibile inoltre
quella data, infatti, a 30 anni di di­ effettuare versamenti
stanza sarà ricordato il tragico privati anche presso la
terremoto. Sarà un momento par­ filiale di via Zuavi 11,
ticolarmente toccante ­ ha conclu­ numeri telefonici
so il 63enne ­. Perché, nonostante 02/9832583­ 02/98231630,
vi abbia trascorso solo pochi gior­ e­mail melegnano@fratel­
ni, Teora mi è rimasta nel cuore». lidimenticati.it.
Stefano Cornalba Un’altra fotografia, scattata da Generani, che illustra la tragedia dell’Irpinia

DOPO L’INCENDIO SCOPPIATO IN UN APPARTAMENTO DELL’ALER, PARLA IL 43ENNE COINVOLTO NELLA VICENDA

«Volevo soltanto salvare il mio gatto»


n «Io volevo soltanto salvare il gatto». A ad accendere la luce di casa. Il resto è cro­
parlare è Paolo Mercantini, il 43enne coin­ naca di questi giorni, con il sofà che ha pre­
volto nell’incendio scoppiato all’interno so rapidamente fuoco bruciando il soggior­
della sua abitazione, in una palazzina Aler no e gran parte dell’abitazione, dove il
in via Toscana. «Sono sempre stato un am­ 43enne vive con la madre di 73 anni. L’in­
bientalista convinto e un grande amante cendio si è poi propagato all’appartamento
degli animali ­ ha premesso Mercantini ­. al piano di sopra e alle parti comuni della
Nei giorni scorsi ho quindi adottato un se­ palazzina. «Ad ogni modo ­ ci ha tenuto a
condo gatto, che ho aggiunto a quello che precisare Mercantini ­, all’interno dell’abi­
avevo già». Quello di sabato, insomma, è tazione dove risiedo solo un locale è com­
stato il primo giorno per il felino nella sua pletamente inagibile. Chiedo comunque
nuova casa. «Mi sembrava piuttosto spa­ scusa a tutti gli inquilini per i disagi loro
ventato ­ ha ripreso nel racconto Mercatini arrecati ­ ha proseguito ­. La mia è stata
­. Così, quando non l’ho visto più, senza una leggerezza pagata purtroppo a caro
pensarci due volte mi sono messo a cercar­ prezzo». In queste ore, intanto, c’è un altro
lo affannosamente. Il mio timore, infatti, problema che sta assillando Mercantini.
era che gli fosse successo qualcosa in quel «So che probabilmente si trovano in buone
nuovo ambiente che ancora non conosce­ mani ­ ha ribadito in conclusione il 43enne
va». Di qui la decisione quasi automatica di ­, ma vorrei rivedere al più presto i miei
servirsi dell’accendino per cercarlo sotto il due gattini».
divano del soggiorno senza perder tempo St. Co.  Vigili del fuoco impegnati a recuperare il gatto dopo il rogo
16 GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Sudmilano
CERRO n UN CENTINAIO DI DIPENDENTI IMPEDISCE L’ACCESSO AI CAMION: «DIFENDIAMO I NOSTRI DIRITTI». FORZE DELL’ORDINE IN MASSA

Ore 20, esplode la rabbia: tir bloccati


Lavoratori della coop Papavero protestano davanti alla logistica Gls
CERRO Lavoratori in presidio da­
vanti alla Gls, notte agitata nella
zona industriale di Cerro. Arriva­
no una quarantina tra carabinieri
e poliziotti, ma la manifestazione
va avanti per tutta la notte. Marte­
dì sera attorno alle 20 un centina­
io di dipendenti della cooperativa
Papavero (che lavorano per la dit­
ta di logistica Gls) si sono raduna­
ti davanti all’azienda nella zona
industriale di Cerro, dove hanno
organizzato una manifestazione
di protesta. «Vogliamo il paga­
mento di tutte le ore ordinarie e
straordinarie lavorate ­ ha detto
Aldo Milani, coordinatore provin­
ciale Slai Cobas ­, ma anche una
distribuzione più equa dei carichi
di lavoro, delle turnazioni, del­
l’orario e degli straordinari».
Alla cooperativa Papavero lavora­
no soprattutto giovani extracomu­
nitari, in particolare eritrei, sene­
galesi e nordafricani, residenti
per la maggior parte nella zona Un sindacalista si rivolge ai lavoratori, che bloccano l’entrata dei camion
del Sudmilano. Ma con loro mar­
tedì a manifestare c’erano anche
lavoratori di Turate, Origgio, Set­
tala e Brembio. «Senza contare ­
ha incalzato Milani ­ la necessità
di un’infermeria nel magazzino
attrezzata per il primo soccorso, la
Tra i manifestanti di Cerro
sistemazione immediata e adegua­
ta dei bagni per i lavoratori e un
corso per i carrellisti sprovvisti Il presidio dei lavoratori davanti alla logistica di Cerro: per riscaldarsi i dipendenti africani hanno acceso un fuoco
soprattutto giovani africani
del relativo patentino». Di qui lo
stato di agitazione proclamato
l’altra sera, con i dipendenti che IERI MATTINA A CERRO
dalle 20 in poi hanno impedito In breve
l’ingresso in azienda ai camion
della Gls in arrivo nella zona in­ I DUE POLI DEVONO ANCORA SVELARE I NOMI IN CORSA QUESTA SERA
dustriale di Cerro.
Attorno alle 21, dopo un breve La sfida a Formigoni:
conciliabolo con i rappresentanti
sindacali, il maggiore Giuliano
Gerbo (comandante della compa­
gnia dei carabinieri di San Dona­
Vizzolo verso il voto: a Cerro c’è Mirabelli
Al via nel Sudmilano la volata
to) ha varcato i cancelli della Gls,
dove ha tenuto un vertice con i re­
sponsabili dell’azienda, seguito di
lì a breve dal luogotenente Fran­
è giallo sui candidati elettorale del centrosinistra per
la regione Lombardia: si parte da
Cerro al Lambro dove oggi arrive­
rà Franco Mirabelli, nome di lun­
cesco Grittani, responsabile dei VIZZOLO Voto comunale a Vizzolo: tante voci in piazza. Tutti chiedo­ ga esperienza nell’area milanese.
militari dell’Arma di Melegnano. è duro a comporsi il quadro che no ancora tempo, anche se poco. L’arco di forze che sostiene la sfi­
Nella zona industriale è arrivato porterà a votare il 28 e 29 marzo Per Partito democratico e alleati, da di Filippo Penati a Roberto
anche il sindaco di Cerro, Dario l’unico comune sudmilanese che Aldo Di Francescantonio, porta­ Formigoni, governatore uscente
Signorini. metterà due schede nell’urna. voce del circolo democratico loca­ ricandidato per la quarta volta,
Nel frattempo, davanti ai cancelli Una per la Re­ le, parla di «ri­ porterà nel Sudmilano il 50enne
della ditta i dipendenti hanno ac­ gione e l’altra sposte che devo­ Mirabelli, che vanta diversi anni
ceso un paio di falò per scaldarsi, per sindaco e no arrivare nel di segreteria provinciale con i
dal momento che faceva un gran consiglio comu­ g i ro d i p o ch e Democratici di sinistra, prima
freddo. «Sarà uno sciopero ad ol­ nale, in carica ore». A ore della nascita del Partito demo­
tranza ­ hanno avvertito i sindaca­ fino al 2015. A quindi il cer­ cratico e del passaggio in Regio­
listi ­, per cui il nostro obiettivo è una manciata di chio potrebbe ne come consigliere regionale
star qui tutta notte». I camion del­ giorni dall’ulti­ chiudersi. Su Pd. L’appuntamento per conosce­
la Gls che a decine arrivavano a ma data valida un nome solo, o re le strategie e il programma del
Cerro, intanto, erano costretti a per presentare sulla sancita centrosinistra che punta a ribal­
fermarsi davanti ai cancelli della candidati e liste spaccatura fra tare i pronostici è per oggi, con
logistica. Dopo l’arrivo di una nessuno ha bru­ Partito demo­ inizio alle 21, presso il centro ci­
quarantina tra carabinieri e poli­ ciato gli altri cratico e area di vico di piazza Roma a Cerro al
ziotti, attorno alle 2 di notte si è sul filo di lana. Mario Mazza Virginio Bordoni sinistra radica­ Lambro.
aperto il confronto tra i vertici Tutti però giu­ le, che si è ad­
della Gls e i rappresentanti sinda­
cali.
«Abbiamo avuto un incontro con i
responsabili aziendali ­ ha confer­
Un suv rubato e smontato rano che la svolta è questione di
ore. Di nomi sinora ne sono circo­
lati almeno tre: Mario Mazza, vice
di Enrico Ceriani, e Virginio Bor­
densata attorno a “Sinistra, eco­
logia e libertà”? Due aree magari
ciascuna con il suo candidato,
Mazza al centro e Bordoni a sini­
NEL SUDMILANO
Tutti gli uomini del Pd
mato Milani ­, ma non abbiamo
raggiunto alcuna soluzione». Ecco
n Rubano una Bmw X5 e la
smontano in mille pezzi. Quel
mattina gli agenti della poli­
zia locale hanno recuperato
doni, ex sindaco di San Giuliano
Milanese, nel centrosinistra; Da­
stra? «Ritengo molto improbabile
una divisione, le indicazioni devo­
nominati dai congressi
perché il presidio davanti alla Gls che resta del suv è stato ritro­ un furgone Nissan regolar­ rio Del Fabbro, già coordinatore no arrivare in merito a un’accor­ Con i congressi cittadini, i circoli
è proseguito sino alle 5 del matti­ vato ieri mattina nelle campa­ mente parcheggiato nel centro del Popolo delle libertà, per l’area do di coalizione», rivela Di Fran­ del Partito democratico nei tre
no, quando anche gli ultimi irri­ gne di Cerro dagli agenti della abitato di Riozzo, frazione di di centrodestra. cescantonio. centri principali del Sudmilano
ducibili hanno lasciato la zona in­ polizia locale. Dopo averlo ru­ Cerro. Dopo una serie di con­ Sempre che il voto vizzolese del Anche nel centrodestra spuntano (San Donato, San Giuliano e Me­
dustriale di Cerro. «Se l’azienda bato, infatti, i ladri si sono trolli, infatti, i vigili urbani 2010 sia semplice e bipolare, cosa precisazioni interessanti. Daniele legnano) non solo hanno indicato
non darà ascolto alle nostre ri­ portati via le parti essenziali hanno verificato che anche in che in passato non è mai stato: Finotti, nuovo coordinatore Pdl i rispettivi segretari (o portavo­
chieste ­ ha messo in guardia Mi­ del fuoristrada. In particola­ questo caso si trattava di un l’ultima volta, a maggio del 2005, assieme ad Angelo Moliterno, in­ ce) fino al 2013, ma hanno pro­
lani ­, siamo pronti a ripetere azio­ re, hanno asportato il motore, mezzo rubato. Una volta com­ allorchè si affermò “Valorizzare vita alla cautela sull’alleanza fat­ ceduto anche al rinnovo di tutte
ni di questo tipo. Perché ai lavora­ il cambio, il navigatore e per­ pletati gli accertamenti di ri­ Vizzolo”, guidata da Ceriani, ta sia con la Lega nord che con il le cariche interne, con validità
tori devono essere garantiti i di­ sino portiere e ruote. Poi han­ to, infine, gli agenti hanno al­ c’erano addirittura cinque aspi­ gruppo civico “Con Vizzolo Demo­ triennale. Ecco nel dettaglio i
ritti». In queste ore, intanto, i ca­ no abbandonato ciò che resta­ lertato il soccorso stradale ranti sindaci per 3.500 cittadini cratica”: «Si sono date per certe nuovi organigrammi. San Donato
rabinieri hanno intensificato i va del suv nelle campagne, in Clerici di Melegnano, che ha con diritto di voto. Sinora dunque cose che ancora non lo sono. Ci so­ Milanese: coordinatore Andrea
presidi nella zona. prossimità della provinciale prontamente rimosso i due nessun volto sulle bacheche, solo no ancora dei punti da discutere». Pasqualini, tesoriere Alberto Re,
Stefano Cornalba Santangiolina. Sempre ieri mezzi. lunghe trattative ai tavoli locali e Emanuele Dolcini nel comitato di garanzia Luciano
Ardemagni, Giovanna Carrara,
Walter Flospergher, Giovanni Bat­
tista Garibaldo, Corrado Mora.
Nel direttivo: Francesca Ingian­
PAULLO n SOTTO IL SEDILE DELLA SUA MACCHINA I CARABINIERI HANNO TROVATO UN PUGNALE CON UNA LAMA LUNGA 25 CENTIMETRI na, Silvana Fabrizio, Isolina For­
tini, Serenella Natella, Donatella
Passerini, Lucilla Pifferi, Rita

Nella retata finisce il cliente di una prostituta


Ubertini; Andrea Battocchio, An­
gelo Bigagnoli, Luca Biglino, An­
drea Checchi, Gianfranco Ginelli,
Gianluigi Possanzini, Matteo Sar­
genti. San Giuliano: coordinatore
PAULLO Dopo l’ennesima retata contro la prostituzione ro” in una mappa di tornasole variegata per zona. I Liberato Ciccarelli, tesoriere Ro­
in strada, nella notte tra martedì e mercoledì a finire militari di Paullo hanno fermato diverse persone e berto Manca, nel collegio dei ga­
nei guai non sono state le lucciole. A essere fermato è identificato anche alcuni clienti lungo il territorio di ranti Eugenio Zanicotti, Ugo In­
stato invece un operaio di 37 anni ­ N. G., residente a competenza. Di per sé vendere il proprio corpo nel­ troini e Mario Oro. Direttivo: Lu­
Melzo ­ che i carabinieri della stazione di Paullo han­ l’ordinamento italiano non è reato. E molte sono colo­ cia Salvato, Gina Greco, Anna
no denunciato in stato di libertà. Tentava di abborda­ ro che lo fanno, senza essere inserite in contesti orga­ Pietrini, Luisa Belotti, Cristina
re una donna sulla Paullese, salvo poi nascondere in nizzati gerarchicamente con protettori e sfruttatori. Tosi, Morena Lucà, Antonietta
macchina un pugnale con una lama lunga 25 centime­ C’è insomma chi si prostituisce per motivi economi­ Borciu, Giusy Fazio, Marco Toni,
tri che forse sarebbe servito a minacciare la malcapi­ ci, arrivando da Milano (dove generalmente c’è la re­ Simone Greco, Mauro Rossi, Ales­
tata ed estorcerle un rapporto. L’arma bianca è stata sidenza) fino alla Paullese. Un quadro che hanno po­ sandro Lorenzano, Carmine Scor­
sequestrata e ora sono in corso ulteriori indagini da tuto stimare i carabinieri che all’alba di ieri, allo ziello, Iginio Granata, Roberto
parte delle forze dell’ordine. svincolo del semaforo di Conterico, sono dovuti inter­ Licciardo, Luca Porreca. Così le
Durante la nottata i carabinieri di Paullo, ai comandi venire però per un altro motivo. Erano le 5.30 quando nuove cariche a Melegnano: coor­
del comandante Sabato Covone, hanno effettuato una hanno notato una Fiat Marea. A bordo c’era un opera­ dinatore Dario Ninfo; tesoriere
larga operazione di controllo del territorio, lungo le io che tentava di attirare una giovane in abiti succin­ Alberto Manara, compongono il
aree periferiche ma soprattutto sull’ex statale 425, al­ ti. Bloccato e perquisito, gli è stato trovato un coltel­ collegio di garanzia Alberto Cor­
lo scopo di scoraggiare i furti e monitorare il fenome­ laccio che era stato nascosto sotto il sedile anteriore bellini, Chiara Basile e Davide Re­
no della prostituzione. Da Spino fino a San Donato, della macchina. La detenzione illegale gli è costata la ati. Nel direttivo: Maria Grazia
agli incroci, si trovano di notte sempre più falò acce­ denuncia, mentre la prostituta, visibilmente spaven­ Tralli, Graziella Zanoni, Monica
si. Una luce che indica la presenza di qualche signori­ tata, si è potuta allontanare. Tra l’altro il 37enne di Vajna de Pava, Elettra Sabella,
na che pratica il mestiere più antico del mondo. Nige­ Melzo, che non è sposato, ha una lunga lista di prece­ Rosaria Arioldi, Vito Penta, Nico­
riane, romene, albanesi a volte giovanissime e pure denti penali. la Borzi, Davide Possenti, Silverio
I carabinieri hanno denunciato in stato di libertà il cittadino di Melzo qualche travestito che si ricavano il loro posto “sicu­ Em. Cu. Pavesi, Maurizio Lambri.
GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010 17
il Cittadino
Centro Lodigiano
TAVAZZANO n MENTRE I RESIDENTI CHIEDONO CHE IL TRACCIATO CAMBI È POLEMICA TRA IL SINDACO RUSSO E IL VICEPRESIDENTE PEDRAZZINI

Tangenziale, siamo al “tutti contro tutti”


Duro “strappo” sul progetto tra il comune e la provincia di Lodi
CASTIRAGA VIDARDO TAVAZZANO Momenti di tensione
martedì sera a Tavazzano per la tan­
Serata targata Pd genziale. Toni alti, esasperazione e
uno “strappo” istituzionale tra co­ La gente promette battaglia:
per riflettere mune e provincia. La variante alla

sull’immigrazione
via Emilia, a due mesi dall'approva­
zione del progetto definitivo, conti­
nua a far discutere. La tempistica
«Difenderemo il nostro paese»
n La serata di domani sarà della società Teem (tangenziale est TAVA Z Z A N O cittadina ­. Se i primi progetti per
tutta dedicata al tema dell’in­ esterna di Milano, in cui è compresa «Crediamo nel­ n La paura una tangenziale in quel punto ri­
tegrazione. I circoli del Parti­ anche la tangenziale di Tavazzano) le manifesta­ per i possibili salgono alla seconda metà degli
to democratico che fanno per il progetto da 1.700 miliardi di z i o n i c o m e effetti dell’opera anni Ottanta, chi ha dato il via li­
parte del Nord­Ovest Lodigia­ euro è serrata: aprile 2010 per l'ap­ unione di forze resta grande: bera a costruire? Tutte quelle ca­
no hanno organizzato un provazione del progetto definitivo, per far prevale­ se sono state costruite alla fine
dibattito intitolato “La possi­ luglio per la conferenza dei servizi, re il buonsen­ «Cercheremo degli anni Novanta: ed è ovvio
bile convivenza”. L’appunta­ settembre per il passaggio definitivo so. Siamo riu­ in ogni modo che tutti i residenti denunceran­
mento si terrà alle 20.45 pres­ al Cipe (Comitato interministeriale sciti a cancella­ di fermare no il comune se la tangenziale sa­
so la sala civica “Luigia Ca­ di programmazione economica, che re il progetto i lavoro» rà davvero costruita in quel pun­
stelli”, in viale Roma a Casti­ di fato stanzia le risorse) fino al gen­ della centrale a to». I membri dei comitati storici
raga Vidardo. Per l’occasione naio 2011 per l'apertura dei cantieri, carbone, ora di cittadini hanno ricordato le
interverranno Mauro Soldati, che dovrebbero chiudersi tassativa­ combattiamo per la tangenziale. mosse dei movimenti spontanei,
segretario provinciale del Pd, mente entro novembre 2014 per con­ Chi ha fatto quella lotta non si ti­ dalle lotte alle raccolte di firme.
Giuseppe Civati, consigliere segnare l'opera nell'anno dell'Expo ra certo indietro ora. I sindaci ri­ «Abbiamo protestato, fatto propo­
regionale Pd e autore del di Milano. coprono una carica pro tempore, ste alternativa, raccolto più di
libro “Regione straniera” che Martedì, intanto, il nuovo atto della La “variante” sulla via Emilia tra Tavazzano e Villavesco ha spesso fatto discutere i cittadini sono cittadini tutta la 500 firme, ma nessuno ci ha mai
affronta i diversi aspetti del­ storica querelle tra residenti della vita. E combattono per difendere ascoltato ­ spiegano ­ : da cinque
l’immigrazione, Vittorio Mai­ zona dove è previsto il passaggio del «cattivo modo di procedere», che di glior soluzione praticabile», conti al­ la propria casa». È un discorso anni a questa parte ci sentiamo
sano dell’Osservatorio dioce­ tracciato, tra l'abitato di Tavazzano fatto ha scavalcato le volontà la mano. pacato e forte al tempo stesso dire che non c'è più tempo, che il
sano per la carità della Dioce­ e quello della frazione di Villavesco. dell'amministrazione, che aveva già Ad alzare la tensione è però arrivato quello attraverso il quale le don­ progetto è ormai in fase avanzata
si di Lodi e Caterina Santa­ L'amministrazione comunale, acco­ intenzione di programmare un'as­ il braccio di ferro tra comune e pro­ ne di Tavazzano fanno sentire la e che non si può fermare. E inve­
chiara, responsabile di for­ gliendo la richiesta di una rappre­ semblea pubblica estendendo l'invi­ vincia. Il sindaco, che ha sottolinea­ loro voce. Sono loro ad aver chie­ ce avremmo potuto fare molto».
mazione politica e diritti sentanza di quei cittadini, sette per­ to a tutta la cittadinanza. to con dispiacere l'assenza di palaz­ sto l'incontro, dopo aver già bus­ E pensando alla realtà del proget­
civili dei Giovani democratici sone al massimo, aveva organizzato Pare che a vincere sia stato il passa­ zo San Cristoforo alla riunione dello sato alla porta di palazzo San Cri­ to, i cittadini non hanno nascosto
della Lombardia. I giovani un incontro, chiedendo la presenza parola tra i residenti, decisi a modi­ scorso venerdì con Teem nella quale stoforo qualche giorno fa, ricevu­ la paura che in fase di costruzio­
del Pd da tempo sono sbucati dell'assessore alla viabilità e all'ur­ ficare a tutti i costi un progetto in è stata comunicata la tempistica dei te dallo stesso vice presidente ne la società incontri ostacoli al­
anche sulla rete: non solo sul banistica Nancy Capezzera, poi as­ corsa e di fatto «irreversibile» se­ lavori, ha chiesto spiegazioni al vi­ della provincia di Lodi, Claudio la costruzione del tratto interra­
sito http://pdnwlodigia­ sente per impegni istituzionali. condo il sindaco. Tra i presenti, mol­ cepresidente riguardo all'«atteggia­ Predazzini. Non vogliono parlare to, che potrebbero portarla a rea­
no.wordpress.com, ma anche All'arrivo in municipio, però, la sor­ ti membri del "Comitato Variante mento che sta assumendo l'ente: pri­ di opere di mitigazione, non vo­ lizzare il percorso “a raso”: «Una
su Facebook. I ragazzi e le presa. Ad aspettare il sindaco, Giu­ Nord" e un gruppo di donne agguer­ ma annunciando una prescrizione gliono sapere quanto sarà lungo catastrofe che creerebbe solo al­
ragazze si sono ritagliati uno seppe Russo, e il vicepresidente del­ rite, «decise a difendere la nostra ca­ al Pgt per ridiscutere il progetto tan­ con esattezza il tratto interrato di tri disagi ­ ha commentato un al­
spazio dove segnalare eventi la provincia, Claudio Pedrazzini, sa da un mostro». Nell'agenda dei genziale, mai attuata, poi chieden­ arteria (nella scheda di progetto tro cittadino ­ e troppo vicina
e riflessioni: «Il lavoro di c'erano trentacinque persone, tra cittadini c'era la volontà di capire domi un incontro a cui ho dato di­ annunciato come di “almeno 100­ all'attuale via Emilia per essere
gruppo ci ha dimostrato che cui il parroco di Tavazzano, don con certezza se fosse ancora possibi­ sponibilità, ma per cui non sono mai 120 metri”); vogliono semplice­ considerata una vera soluzione».
porta spesso risultati eccel­ Gianfranco Pizzamiglio, che nelle le proporre modifiche al tracciato stato chiamato» ha chiarito Russo. mente sentirsi dire che qualcosa I cittadini, in questi giorni, si so­
lenti e in questa ottica voglia­ settimane scorse aveva anche pub­ alla società Teem, che sta definendo «Se un amministratore crede davve­ ancora si può fare per spostare no anche mobilitati per un so­
mo lavorare per questo terri­ blicato un editoriale sul bollettino i dettagli di tutti i 33 chilometri del ro che quella sia la scelta sbagliata quel tracciato che taglia in due la pralluogo dell'area: «Non ci fer­
torio, troppo spesso terreno parrocchiale "La stella", «non come nuovo asse viario che collegherà insiste, chiama il presidente, cerca comunità, dopo che «molto in meremo qui, chiameremo la
fertile per pensieri e azioni parroco ma come cittadino, racco­ l'A4 all'altezza di Agrate, la strada l'incontro ­ ha detto Pedrazzini al­ questi anni è stato fatto per unir­ stampa, la televisione, cerchere­
amministrative lontane anni gliendo i motivi della gente», soste­ provinciale Cassanese, la strada zando i toni della discussione ­ : for­ la, soprattutto con la costruzione mo in ogni modo di fermare i la­
luce dal buonsenso e dai valo­ nendo la necessità di rivedere il pro­ provinciale Rivoltana, la Paullese e se Teem non ha rivisto il percorso di una zona residenziale». vori ­ hanno spiegato ancora sul
ri nei quali crediamo. Se vuoi getto pensando a una soluzione a l'A1 allo svincolo di Melegnano. Cir­ perché nessuno glielo ha chiesto. E Case che adesso temono di vedere piede di guerra ­ : abbiamo sem­
contattarci, siamo sempre nord dell'abitato di Villavesco. ca 20,6 sono i milioni di euro neces­ la scelta deve arrivare dall'ente loca­ soccombere sotto le vibrazioni pre protetto la nostra Tavazzano
alla ricerca di nuovi volti e di Aprendo le porte dell'aula consiliare sari a Tavazzano per la variante alla le, non dalla provincia, che può solo delle migliaia di veicoli in transi­ e non ce la faremo distruggere
gente volenterosa e attiva». a tutti i cittadini, il sindaco non ha via Emilia che, secondo il sindaco, offrire sostegno e disponibilità». to, «lì dove sorge anche una scuo­ ora».
lesinato un commento amaro sul così com'è concepita «rimane la mi­ Rossella Mungiello la elementare ­ spiega un'altra Ros. Mun.
18 GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Sezione

L’ISTITUTO HA GIÀ PROPOSTO OCCASIONI DI INCONTRO CON I GENITORI, DUE OPEN DAY SONO POI IN PROGRAMMA IL 20 E 27 FEBBRAIO

Un liceo dove crescere come persone


Lo scientifico San Carlo di Lodi fa parte del polo scolastico diocesano
n Un liceo scientifico per di- diocesane don Carlo Patti linguaggi multimediali delle
ventare grandi senza essere spiega: «A novembre e a fine nuove comunicazioni. Pur ri-
considerati semplicemente un gennaio la scuola ha incontra- spettando la riforma intendia-
numero. In via Legnano a Lodi to le famiglie dei nuovi poten- mo mantenerci su questa li-
sorge il liceo scientifico San ziali iscritti per introdurre in nea sfruttando eventualmen-
Carlo. L’istituto è paritario e fa generale il servizio offerto fi- te il monte orario lasciato a di-
parte delle scuole diocesane no ad ora. Questo perché, in sposizione dei singoli istituti
del capoluogo che compren- vista della riforma scolastica, per scelte individuali».
dono un intero ciclo di studi a il quadro orario subirà delle Il vantaggio di questo liceo
partire dall’istruzione prima- variazioni e si dovranno at- sta nei numeri piccoli che per-
ria. tendere gli open day del 20 e mettono di seguire ogni sin-
In questo ambiente la propo- 27 febbraio per poter dare golo studente: «Abbiamo solo
sta di studio e di crescita per- agli interessati maggiori det- 5 classi, 99 studenti e sedici
sonale è integrata dall’assi- tagli. Le iscrizioni saranno insegnanti, quindi se qualche
stenza del Collegio vescovile possibili fino al 26 marzo». Poi ragazzo ha un problema lo va-
che consente, su richiesta, di il sacerdote prosegue: «Fino lutiamo insieme a lui e alla fa-
ricevere affiancamento quali- ad oggi abbiamo garantito miglia e cerchiamo di risolver-
ficato nell’apprendimento, un l’insegnamento delle materie lo immediatamente».
servizio mensa, attività ricre- previste nell’ordinamento per Don Carlo Patti spiega: «Per
ative e sportive e un cammino il liceo scientifico tradizionale, svolgere al meglio il ruolo di
di riflessione spirituale in con l’aggiunta di una seconda educatori e formatori siamo
un’ottica di fede cristiana. lingua a scelta tra francese e seguiti da anni dall’Università rizza sia per quanto riguarda
Il responsabile delle scuole spagnolo e l’introduzione ai Cattolica di Milano che ci indi- la didattica che dal punto di
vista psicopedagogico. Si oc-
cupa di noi il pro rettore Maria
Luisa De Natale. Questa scel-
ta va vista anche nella pro-
spettiva di un eventuale pro-
seguimento di studi dopo il di-
ploma che, in ambito liceale,
è fortemente auspicato ma
non necessario. Infatti talvol-
ta i giovani trovano lavori di
vario genere anche dopo il
q u i n q u e n n i o. C o m u n q u e
l’università resta la scelta più
consigliata» prosegue.
Il San Carlo è certificato cen-
tro Trinity per la lingua ingle-
se, offre la possibilità di con-
seguire la patente europea
del computer Ecdl, insegna ad
occuparsi dell’anziano e dei
bisognosi in collaborazione
con la casa di riposo Santa
Chiara di Lodi e la Caritas, fa
avvicinare all’arte del teatro e Studenti impegnati in un laboratorio, sopra il responsabile don Carlo Patti
da quest’anno organizza “set-
timane filosofiche” seguite ci e profondi: «Un progetto vita di ogni giorno si vivono
dalla professoressa Chiara che, benché al suo esordio, ha difficilmente. I giovani hanno
Baldini. Si tratta di giornate di subito riscosso grande suc- moltissimo dentro di loro
convivenza in cui si allontana- cesso e include anche una se- quindi bisogna spronarli a
no i ragazzi dagli svaghi quo- rie di attività ricreative, pia- condividere questa ricchezza
tidiani per portarli a riflettere cevoli passeggiate all’aria con gli altri» conclude don
su loro stessi, su temi filosofi- aperta e momenti che nella Patti.

LICEO GANDINI - VERRI


La licealità classica e scientifica offre la garanzia di una formazione ampia, ricca
di stimoli, aggiornata, che concili contenuti umanistici e scientifici e modelli diversi di
sapere, nella quale si sviluppino apprendimenti non estemporanei, ma organicamente
integrati. L’obiettivo formativo principale è l’assunzione di atteggiamenti di duttilità intel-
lettuale e di costante apertura al nuovo frutto di una solida formazione culturale.

INCONTRI AL LICEO GANDINI


sabato 13-02 ore 15-17,30 mercoledì 24-02 ore 14,30 - 16,00
(incontro per il Liceo Scientifico (sportello informazioni per
e per il Liceo Classico) il Liceo Scientifico e per il Liceo Classico)

Liceo Classico “Pietro Verri” Liceo Scientifico “Giovanni Gandini”


Il Liceo Classico della riforma, oltre ad aver Il Liceo Scientifico della riforma ha mantenuto
mantenuto una robusta impronta formativa la positiva traccia delle sperimentazioni PNI e
che trae origini dalla Cultura Classica, Brocca basate sull’Innovazione Scientifica senza
ha conservato, in gran parte, l’impianto rinunciare alla forte Cultura Umanistica necessaria
curricolare della sperimentazione PNI che per un produttivo confronto di pensieri.
prevedeva un congruo numero di ore di In questo contesto formativo assume grande
Matematica per tutti i 5 anni. Inoltre, anche importanza l’insegnamento del Latino come
l’insegnamento della lingua straniera è indispensabile struttura logica che favorisce
programmato per tutti gli anni di corso. autonomi approfondimenti.

Le nostre prerogative (per entrambi i Licei):


.consolidata tradizione di serietà e rigore formativo;
.misure di accompagnamento per chi si trova in difficoltà (recuperi pomeridiani, sportelli didattici e
metodologici, tutor di classe);
.particolare cura nell’insegnamento delle lingue straniere e nella preparazione ai vari livelli delle
Certificazioni Linguistiche;
. attività pomeridiane: Culturali, Sportive, approfondimenti disciplinari;
.studio autogestito, da soli o in gruppo, anche in laboratorio fino alle ore 18.
Liceo “G. Gandini” - Via Giovanni XXIII, 1 - tel. 0371.33 521/2/3
Liceo “P. Verri” - Via S. Francesco, 11 - tel. 0371.420 327
Sito internet: www.liceogandini.it
GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010 19
il Cittadino
Speciale Scuole
SCADENZE IN AGENDA UNA RACCOLTA DELLE ESPERIENZE TRA I BANCHI DI SCUOLA DI IMPORTANTI PERSONAGGI
Le date
per ragazzi
e bambini
Come i Vip ricordano i maestri
di Lodi
n Tempo di iscrizioni per gli
Gli insegnanti aiutano a diventare “grandi”
n Il primo maestro non si scor- vita». Commenta l’associazio- proprio loro che mancano alla
studenti di tutto lo Stivale, e da mai: potrebbe sintetizzarsi ne Italia Futura: «É una galleria scuola italiana, che appare pri-
se per le superiori la riforma così l’iniziativa voluta dall’as- simbolica, per sottolineare co- va di un centro, sprovvista di
ha fatto slittare il termine di sociazione Italia Futura guidata me la chiave della soluzione dei un’identità forte, in grado di
un mese, per scuola dell'in- da Luca Cordero di Monteze- problemi della scuola sta da sostenere il suo ruolo di fronte
fanzia, la scuola primaria e la molo e dedicata proprio ai «Ma- sempre nelle mani dei maestri. alle sfide dell’Italia che cam-
secondaria di primo grado la estri d’Italia: dalla parte di chi Ma oggi - si sottolinea - sono bia».
data comincia ad avvicinarsi. cresce gli italiani di domani»,
Si apriranno infatti tra pochi presentata recentemente al
giorni, il 6 febbraio, e si chiu- Presidente della Repubblica,
deranno il 27 febbraio i termini Giorgio Napolitano. Al sito del-
per procedere alle iscrizioni l’associazione sono giunti oltre
alla prima classe della scuola cento messaggi, da gente co-
primaria ed alla scuola dell’in- mune e da ‘vip’ del mondo del-
fanzia per l’anno scolastico l’economia e dello sport, della
2010-2011. cultura e dello spettacolo.
Ecco in particolare le indica- »Il maestro Baldini aveva una
zioni per i genitori dei bambini passione per me, che ero indi-
e i ragazzi della città di Lodi sciplinato, furbo e bugiardo -
che si devono iscrivere alla confessa ad esempio Lucio Dal-
scuola dell'infanzia o alla la - Mi diceva sempre che da
scuola primaria. grande avrei fatto l’attore. So-
Le domande devono essere no passati più di cinquant’anni,
presentate presso le Direzioni ma non sarei diventato così se
Didattiche degli istituti statali non avessi avuto con me quello
della città, dalle ore 10.00 alle strano mago che era il maestro
17.00 dal lunedì al venerdì e Baldini». Paolo Virzì ricorda che
dalle ore 08.00 alle 12.00 nel- la sua maestra «si chiamava
la giornata di sabato, compi- Laura Merana, era dolce, buo-
lando gli appositi moduli, di- nissima, un pò d’altri tempi,
sponibili presso gli uffici di se- gentile e incline a commuoversi
greteria delle varie Direzioni quando leggeva certi passaggi
Didattiche. di narrativa e di poesia. Alla
Per quanto riguarda la scuola maestra Merana e al maestro
primaria, hanno l’obbligo di Nicotra devo aver voluto molto
iscrizione le bambine ed i bene se poi, più avanti, ho pen-
bambini che compiono i 6 anni sato anch’io di fare l’insegnan-
di età entro il 31 dicembre te».
2010; possono iscriversi an- Riconoscimenti anche dal set-
che coloro che compiranno il tore dell’imprenditoria. «Ho
sesto anno di età entro il 30 fatto le scuole elementari nel
aprile 2011. paese dove sono nato: Agira, in
Nelle scuole dell’infanzia sta- provincia di Enna. La scuola
tali potranno invece essere rappresentava per me l’am-
accolti i bambini nati entro il biente in cui si arricchiva l’edu-
31 dicembre 2007 e, solo in cazione che mi veniva data in ESAME DI STATO
presenza delle condizioni pre- famiglia», sottolinea Pasquale
viste dalla legge, i nati entro il
30 aprile 2008; a tale proposi-
Pistorio. E Guido Barilla rievo-
ca: «La mia maestra è stata La maturità, tra novità e conferme
to, si segnala che la possibilità un’oasi di protezione al mattino
di accoglimento dei nati dopo
il 31 dicembre 2007 dovrà es-
della vita. Era una signora
grande con un grembiule nero,
ecco le materie della seconda prova
sere accertata presso le istitu- i capelli bianchi con un leggero n Greco al Liceo classico; matematica al Liceo scientifico;
zioni scolastiche ad iscrizioni alone azzurro; mi affezionai lingua straniera al Liceo linguistico; pedagogia al Liceo pe-
concluse. profondamente a lei che mi dagogico; figura disegnata al Liceo artistico: sono queste
Ferma restando, in base alla coccolò a lungo». Il campione alcune delle materie scelte per la seconda prova scritta de-
normativa vigente, la possibi- sportivo Dino Zoff riconosce gli esami di Stato 2010. Le prove scritte dell’esame di matu-
lità d’iscrizione a qualsiasi che «il maestro è stato per me rità si terranno il 22 giugno con la prima prova e il 23 giu-
scuola della città, il territorio un proseguimento dei valori gno con la seconda. In particolare per la seconda prova
comunale è comunque suddi- dell’educazione della famiglia e scritta sono state selezionate, per i licei: al liceo classico il
viso in circoscrizioni, con l’in- quindi l’ho sempre considerato greco; al liceo scientifico la matematica; al liceo linguistico
dicazione delle scuole di riferi- un’istituzione. La parola stessa la lingua straniera; al liceo pedagogico, pedagogia; al liceo
m e n t o p e r l a va r i e z o n e : ‘maestrò ha per me un valore artistico, figura disegnata. Per gli istituti tecnici e professio-
l’elenco delle vie che compon- enorme: è il più grande compli- nali sono state scelte materie che, oltre a caratterizzare i
gono ogni anno è contenuto in mento che si può fare a qualcu- diversi indirizzi di studio, hanno una dimensione tecnico-
apposite note informative, no, più di professore, più di pratico-laboratoriale. Per questa ragione la seconda prova
che possono essere consulta- ogni altro titolo. Maestro di vi- può essere svolta, come per il passato, in forma scritta o
te anche su internet, all’indi- ta». grafica o scritto-grafica o scritto-pratica, utilizzando anche i
rizzo www.comune.lodi.it. E il giornalista Gianni Riotta os- laboratori dell’istituto. Le materie scelte per alcuni indirizzi
Per ulteriori informazione, gli serva: «La grazia tenera della sono: istituto tecnico commerciale (ragionieri), economia
interessati possono rivolgersi maestra Pumo simboleggia il aziendale; istituto tecnico per geometri, estimo; istituto
all’Ufficio Pubblica Istruzione premio che il sapere sempre tecnico per il turismo, lingua straniera; istituto professiona-
del Comune di Lodi, ai se- concede, raffinato, etico, sen- le per i servizi alberghieri e della ristorazione, economia e
guenti recapiti: telefonica- suale, politico, di fede o di cul- gestione delle aziende ristorative; istituto professionale per
mente al numero 0371 to, ma vero piacere. La grazia i servizi sociali, tecnica amministrativa.
409355, via fax al numero tenera della maestra Pumo Il decreto individua, inoltre, le materie affidate ai membri
0371 409453, oppuce con una simboleggia il premio che il sa- esterni. Quest’anno, per la prima volta, è stata affidata al
email all’indirizzo istruzio- pere sempre concede. Giorni commissario esterno la lingua straniera nei licei scientifici.
ne@comune.lodi.it. da scolaro che sono valsi una

Dopo la Ter za Media


10065683 pmp.Ap

ISTITUTO TECNICO AGRARIO STATALE


“A. TOSI”

SISTEMA
DI GESTIONE

“A. BASSI”
CERTIFICATO

DIPLOMA DI PERITO AGRARIO


ITALCERT
UNI EN ISO 9001

Durata degli studi: cinque anni


ISTITUTO TECNICO STATALE
L’unico Istituto Tecnico ad indirizzo agrario
NOVITÀ E QUALITÀ del Lodigiano
L’Istituto risponde alle esigenze del Territorio, coniugando la
formazione tecnica degli studenti alla loro preparazione prati-
SETTORE SETTORE ca. Una lunga tradizione scolastica e strutture efficienti con-
ECONOMICO TECNOLOGICO sentono di proporre un’Offerta Formativa valida e aggiornata
INDIRIZZI nei settori:
● Agro-zootecnico

● Agro-industriale

Amministrazione, Costruzioni, ● Agro-ambientale


10065515 pmp.Ap

Finanza e Marketing Ambiente e Territorio ● Florovivaistico

(ex IGEA) Sbocchi professionali:


Sistemi Informativi ISTITUTO TECNICO ● Accesso a tutte le facoltà universitarie
● Inserimento nel mondo del lavoro:
Gestionali
(ex MERCURIO)
STATALE – dirigere aziende agrarie, strutture trasformative, vivai-

TURISTICO “AGOSTINO stiche, allevamenti zootecnici;


– consulenza tecnica, economica ed ambientale;
(ex ITER) BASSI” – impiego in enti pubblici, assicurazioni ed industrie.

Relazioni Via di Porta Regale, 2 CONVITTO MASCHILE E FEMMINILE


Internazionali (Piazza Castello) La scuola e l’azienda agraria saranno aperte a studenti
(ex ERICA) 26900 LODI e genitori che desiderano visitarla
a 150 mt. dalla Stazione FS SABATO 13 FEBBRAIO 2010
Telefono 0371 420502 dalle ore 9.00 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 17.30
Fax 0371 421352 26845 CODOGNO (LO) - Viale Marconi, 60
e-mail: sede@bassilo.it Tel. 0377/32733 - 0377/32250 - Fax 0377/37265
www.bassilo.it www.agrariotosi.it - e-mail: segreteria@agrariotosi.it
20 GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Sant'Angelo
IL COMUNE HA AFFIDATO ALL’ISTITUTO DI VIGILANZA ROSSETTI GROUP LA VISIONE COSTANTE DELLE IMMAGINI “COLPO” IN CASCINA

Sicurezza, via al “Grande fratello” Un cacciavite


per rapinare
il contadino:
Controllate 24 ore al giorno le 15 telecamere attive a processo
n Ventiquattr'ore su ventiquattro, per tre­ va, e gli stessi si preoccupano anche degli
centossessantacinque giorni all'anno. allarmi anti incendio. Il telecontrollo della
Sant'Angelo si affida ancor di più all'oc­ città rientrerà in questi servizi senza ulte­
chio vigile delle telecamere per garantire riori esborsi da parte del comune di
la sicurezza ai propri cittadini. È stata rag­ Sant'Angelo. Affidarsi alla Rossetti Group
Cena al buio assieme ai non vedenti,
giunta proprio a fine gennaio l'intesa fra i
membri della giunta comunale per collega­
re le quindici telecamere presenti sul ter­
ci è dunque sembrata la scelta più idonea,
in modo da avere un solo interlocutore
quando si parla di sistemi di sicurezza
quando il suono diventa un’immagine
ritorio santangiolino a una centrale opera­ elettronici». n Nero il purè, nero il sugo delle lasagne, luto sembra enorme, larghissimo, pieno
tiva privata che possa tenere sotto control­ L'unico costo che palazzo Delmati si dovrà nera anche la panna montata su cui gal­ di angoli inesplorati e bocconi nascosti.
lo costantemente la situazione in città. accollare è quello dell'installazione di una leggia una fetta di torta al cioccolato: tutto Parlare è difficile, sia per il vociare della
«Abbiamo scelto di dare una sorveglianza rete Mpls, una speciale linea di trasferi­ era nero nei piatti e negli occhi delle circa sala, sia per l'impossibilità di guardare
continuativa e costante agli obiettivi ripre­ mento dati che darà la possibilità di invia­ 50 persone che, martedì 2 febbraio, hanno negli occhi il proprio interlocutore, di ca­
si dalle nostre partecipato alla “Cena al buio” organizza­ pire se è proprio a noi che intendeva rivol­
telecamere ­ ta dal Rotaract Belgioioso di Sant'Angelo gersi: «Mi sembra di essere sorda, scusate, I carabinieri hanno identificato l’imputato
spiega il sinda­ Lodigiano in collaborazione con l'Unione sento cosa stanno dicendo al tavolo dietro
co Domenico italiana dei ciechi e degli ipovedenti (Uici) ma non capisco quello che mi dite voi», di­ n Nomade a processo per aver ru­
Crespi ­. Abbia­ di Lodi. Tutto nero per tutti, eccetto che ce Alessandra Roberti, segretario del Ro­ bato il libretto di circolazione
mo dato ordine per Ennio, cieco da molti anni, che dice es­ taract Belgioioso e curatrice dell'iniziati­ dell'auto di un agricoltore di San­
così ai respon­ sere il bianco il colore dominante. Le de­ va. «È normale, non preoccuparti ­ le ri­ t’Angelo, dopo averlo minacciato
sabili comunali scrizioni cromatiche, qui, lasciano co­ sponde Giovanni Vangi, presidente della con un cacciavite: l’accusa è di rapi­
di procedere munque il tem­ na e il processo si aprirà il 22 aprile,
con tutte le veri­ po che trovano, davanti a tre giudici. L’imputato,
fiche del caso e basta varcare però, è irreperibile. Sotto accusa,
per predisporre la soglia della dopo il rinvio a giudizio disposto ie­
l'allacciamen­
to». Attualmen­
te i dispositivi
sala da pranzo
del ristorante
San Rocco, tra­
«Spero che questa esperienza ri dal giudice per le udienze preli­
minari di Lodi, Luigi Gargiulo, è fi­
nito B.M., 40 anni, italiano senza
di videosorve­
glianza sono
collegati sola­
sfor mata nel
pomeriggio in
una camera
aiuti a comprendere i problemi fissa dimora, ritenuto l'autore di un
episodio che non ha causato gravi
danni ma che per la legge è una ra­
mente con l'uffi­ oscura dai soci pina aggravata a tutti gli effetti, vi­
cio della polizia
locale.
Rotaract, per
rendersi conto
che noi ciechi affrontiamo sto che la vittima è stata minacciata
con un oggetto (il cacciavite) atto ad
«Bisogna consi­ che i colori, offendere. Il 3 gennaio del 2007 un
derare ovvia­
mente che il
quando manca
la vista, hanno
nella vita di tutti i giorni» agricoltore aveva sorpreso un uo­
mo che si aggirava nella corte della
personale della Gli “occhi elettronici” di Sant’Angelo saranno controllati 24 ore al giorno la consistenza sua cascina e lo aveva redarguito,
polizia locale dei suoni. Raggiungere il proprio posto a sezione lodigiana Uici ­, ora puoi capire ritenendo che potesse trattarsi di
non può essere presente negli uffici per 24 re le immagini in tempo reale da Sant'An­ sedere è già un impresa, anche se si cam­ anche tu come si sente un cieco in mezzo un ladro. E l’impressione si era ri­
ore al giorno ­ spiega nel dettaglio il re­ gelo alla sede operativa della Rossetti a mina in fila indiana guidati dal passo si­ al caos di una strada trafficata, esatta­ velata fondata, visto che lo scono­
sponsabile del procedimento, Giovanni Montanaso, che garantirà all’azienda pri­ curo di Giovanni, uno dei camerieri non mente come te adesso: senza punti di rife­ sciuto aveva affrontato l'agricoltore
Battista Scarioni ­. Al fine di avere un con­ vata la visione delle immagini.«In questo vedenti che, arruolati tra i soci della sezio­ rimento, senza poter sentire il rumore dei impugnando l'oggetto appuntito e
trollo continuativo abbiamo così optato caso abbiamo accettato il preventivo che ci ne Uici di Trento, hanno servito cena e be­ propri passi, perduto». quindi era fuggito, portando con sè
per un collegamento con la centrale opera­ è stato sottoposto da parte di Telecom Ita­ vande agli ospiti del Rotaract. C'è una «Io spero che l'esperienza di questa sera ­ i documenti della vettura dell’agri­
tiva dell'istituto di vigilanza Rossetti lia spa ­ continua Giovanni Battista Sca­ gran confusione ­ o almeno così pare ­, le ha aggiunto Giovanni Vangi nel breve di­ coltore. I carabinieri avevano subi­
Group, che già effettua alcuni servizi sugli rioni ­. L'allacciamento alla rete Mpls co­ voci si accavallano l'una all'altra e diso­ scorso che ha concluso la cena al ristoran­ to raccolto la denuncia di quanto
immobili comunali». Lo stesso istituto in­ sterà circa 470 euro al mese. C'erano altri rientano, come raffiche di flash sonori che te ­ non vi faccia pensare a quanto possa accaduto e sulla base di alcuni indi­
fatti opera già da tempo sul territorio ba­ modi e altri mezzi per garantire lo stesso fanno perdere l'equilibrio. Sedersi al tavo­ essere divertente essere cieco, ma piutto­ zi avevano identificato B.M., denun­
rasino, per cui non ci sarà bisogno di ridi­ servizio, ma dopo accurate indagini abbia­ lo è un grande sollievo. Ma il bello arriva sto vi faccia capire qualcosa di più sul mo­ ciandolo a piede libero. L’imputato
scutere eventuali convenzioni con il forni­ mo appurato che questo è il migliore come adesso, quando ci sono i bicchieri da riem­ do con cui noi ciechi percepiamo il mon­ è difeso dall’avvocato Claudio Fer­
tore del servizio: «La Rossetti Group ­ pre­ prestazioni: sia per quanto riguarda la ve­ pire e il pane da passare al vicino, l'arro­ do, sui problemi che incontriamo quando rari di Lodi, ma ieri davanti al gup
cisa Scarioni ­ è già attiva in città, visto locità di trasmissione che per quanto ri­ sto da tagliare e la panna da raccogliere ci muoviamo in città e nella nostra vita non si è “potuto” difendere, perché
che tutti gli allarmi di proprietà comunale guarda la nitidezza delle immagini». con la forchettina, persa chissà dove lungo quotidiana». non si è presentato all’udienza. Ri­
sono collegati con la loro centrale operati­ Aldo Negri il perimetro di un piatto che nel buio asso­ Silvia Canevara schia almeno 3 anni di carcere.
GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010 21
il Cittadino
Centro Lodigiano
Caselle Lurani, un’altra notte di razzie:
svuotate dai ladri due abitazioni vicine
CASELLE LURANI Due apparta­ arrivati a Caselle Lurani con le rebbero stati scoperti. In una
menti svaligiati nello stesso pattuglie di Sant’Angelo (com­ delle due case hanno rubato
condominio. Dopo i ripetuti petente per territorio) e Lodi, gioielli e soldi per un valore di
furti consumati nei mesi scor­ ma ormai era troppo tardi per circa mille euro, oltre a una
si a Caselle Lurani e nella fra­ dare la caccia ai malviventi. In borsa con all’inter no alcuni
zione di Calvenzano, i ladri so­ ogni caso sono iniziate subito documenti che più tardi è stata
no tor nati in paese e questa le indagini. Le case svaligiate ritrovata nel cortile, abbando­
volta hanno colpito di notte, sono due; nel mirino, nello spe­ nata per terra. Nell’altra casa
mentre le vittime dormivano cifico, è finita una palazzina di hanno razziato ancora soldi e
tranquillamente nei loro letti. tre piani in via Matteotti, a due gioielli, più o meno per lo stes­
Sono passati dalla porta, forse passi da un intero quartiere di so valore.
sfruttando la presenza della nuova costruzione con villette, Dopo questi colpi, hanno prefe­
chiave nella serratura, e hanno palazzine e una piazza. rito andarsene per non correre
frugato ovunque riuscendo a I ladri sono entrati nello stabi­ altri rischi e hanno lasciato
razziare soldi e gioielli; poi so­ le dalla porta di ingresso e poi Caselle. Nella zona nessuno si
no fuggiti con il bottino, senza sono riusciti ad aprire due por­ è accorto di nulla. Non è chiaro
che nessuno si accorgesse del te blindate. Ancora non è chia­ invece se le vittime siano state
loro passaggio. ro come abbiano fatto, ma il so­ narcotizzate o meno: fatto sta
L’allarme è scattato solo ieri spetto è che si siano fatti stra­ che hanno continuato a dormi­
mattina, quando le famiglie de­ da girando la chiave nella ser­ re tranquillamente nel loro let­
rubate si sono svegliate e han­ ratura con una speciale attrez­ to, mentre i ladri frugavano
no trovato le rispettive case zatura da scasso: se avessero ovunque per ripulirne le abita­
sottosopra. Solo a quel punto forzato la porta, infatti, avreb­ zioni.
Le palazzine di via Giacomo Matteotti dove la scorsa notte ignoti “topi di appartamento” hanno ripulito due abitazioni hanno contattato i carabinieri, bero fatto troppo rumore e sa­ D. C.

MONTANASO n L’UOMO ERA FUGGITO MARTEDÌ IN AUTO MINACCIANDO UN INSANO GESTO: I CARABINIERI LO TROVANO GRAZIE AL CELLULARE

Scappa e rischia di morire congelato


Salvato 41enne: era dentro una grotta a 1700 metri in Trentino
MONTANASO Si allontana da ca­
sa con l’auto e svanisce nel nul­ In breve
la; poi telefona alla sorella da
chissà dove, dice di volersi to­ ¢ MASSALENGO ¢ BOFFALORA ¢ GRAFFIGNANA
gliere la vita ma viene salvato
prima che muoia di freddo su
una montagna. Ore d’ansia ieri
Piede fratturato in ditta, Operaio cade da mulino, Infortunio in fabbrica,
mattina per un 41enne di Mon­
tanaso, scomparso dalla sera
pena di 3 mesi al titolare cavatore condannato un ferito all’ospedale
precedente: solo la rapidità con Un 60enne di Busto Arsizio, A.L., al­ Un imprenditore 79enne impegnato Incidente sul lavoro ieri mattina a
cui i carabinieri si sono messi l’epoca dei fatti legale rappresentante nel settore delle escavazioni, P.B. di Graffignana all’interno della “Metal­
sulle sue tracce ha permesso di della Michele Solbiati Sasil della Mot­ San Colombano al Lambro, è stato lurgica Graffignana Spa”, in località
salvarlo. Alla fine l’uomo è sta­ ta Vigana di Massalengo, ha patteg­ condannato a tre mesi di reclusione a Cesolone. L’allarme è scattato intorno
to trovato sulle cime del Trenti­ giato tre mesi di carcere innanzi al tri­ seguito della rovinosa caduta del di­ alle 9 e sul posto è subito intervenuta
no, nascosto in una grotta a bunale di Lodi per “lesioni colpose”, pendente di una sua azienda da un un’ambulanza del “118” con i sanitari
1700 metri di alte zza, già in con pena sospesa. Il 13 ottobre del “mulino” per la selezione degli inerti a bordo: sembra che un operaio si sia
parte assiderato e privo di sen­ 2005 un lavoratore nordafricano tren­ a Boffalora d’Adda. Quattro anni fa un ferito a un piede mentre era impegna­
si. Il 41enne è ormai fuori peri­ tenne, S.Z., aveva riportato numerose operaio esperto, mentre era impegna­ to a svolgere il suo lavoro. Le sue con­
colo, anche se le sue condizioni fratture a un piede finito schiacciato to nel lavaggio del macchinario, si sa­ dizioni non sono comunque apparse
sono ancora molto critiche e dalla ruota di un pesante carrello cari­ rebbe appoggiato a una ringhiera me­ gravi: l’uomo è così è stato portato al
per questo è stato ricoverato in co di bobine di filati. Secondo la pro­ tallica che improvvisamente aveva ce­ pronto soccorso in “codice verde” per
osservazione all’ospedale di cura della Repubblica di Lodi l’im­ duto. L’uomo era caduto da un’altezza accertamenti. L’episodio non ha ri­
Tione. Determinante, per capi­ prenditore è da ritenere responsabile, di circa due metri ed era finito in chiesto nemmeno l’intervento degli
re dove si trovasse, si è rivelato per colpa, nella misura in cui non ha ospedale. La procura ha ritenuto che ispettori dell’Asl. L’azienda si occupa
il cellulare: seguendo le tracce adottato o imposto le necessarie pre­ il titolare non si fosse assicurato delle della lavorazione a freddo di nastri di
lasciate dal telefono infatti i cauzioni antinfortunistiche. All'opera­ condizioni di manutenzione delle scale acciaio, di ferro e di prodotti siderur­
militari sono riusciti a localiz­ io ferito erano state diagnosticate le­ per l’accesso al “mulino” e sia quindi gici in genere, e della fabbricazione di
zare la zona in cui si era nasco­ I carabinieri hanno risolto il “giallo” della scomparsa nel giro di poche ore sioni guaribili in 77 giorni. colpevole di lesioni. tubi di acciaio.
sto e a permettere di ritrovarlo.
La vicenda era iniziata marte­
dì sera, quando l’uomo si era
allontanato da casa con la sua
auto. I familiari lo avevano ce­
rato ovunque, ma invano. Ieri LA CONVENZIONE TRA I DUE COMANDI VIENE APPROVATA, MA ANCHE PARTE DELLA MAGGIORANZA SI MOSTRA PERPLESSA SULLA QUESTIONE
mattina, quindi, la situazione è
precipitata: intorno alle 10, in­
fatti, la sorella ha ricevuto una
telefonata nella quale il 41enne
le diceva di volersi suicidare
assumendo dei farmaci. A quel
punto i familiari dell’uomo si
Lodi Vecchio, il consiglio si spacca sui vigili
sono rivolti ai carabinieri rac­
contandogli tutto, dalla fuga al­
la telefonata. Le ricerche sono
Dall’opposizione feroci critiche sulla “alleanza” con la polizia di Lodi
scattate subito. A tutte le pattu­ LODI VECCHIO La convenzione tra la
glie della provincia e alle com­ polizia locale di Lodi Vecchio e quel­
pagnie vicine a quella di Lodi è
stato comunicato il modello
dell’auto da cercare e il nume­
la di Lodi è stata approvata martedì
sera dal consiglio comunale. Una
“rivoluzione” passata tra le polemi­
Trasporto anziani, è polemica:
ro di targa. Ma soprattutto si è
deciso di utilizzare gli stru­
menti tecnologici in dotazione
che e tra i sospetti della minoranza,
che ha paventato la possibilità di
una “convenzione ad personam”, e il
«Perché solo gli ultra 70enni?»
all’Arma per rintracciare il se­ voto con riserva di alcuni consiglie­ LODI VECCHIO accompagnamento? Quali ga­
gnale del cellulare. Grazie a ri di maggioranza. «Si tratta di crea­ Nella seduta n Via libera ranzie può offrire?». Domande
questi, infatti, i carabinieri re un corpo di polizia locale interco­ di martedì se­ più sofferto alle quali l’assessore alla parti­
hanno scoperto come la telefo­ munale, in grado di andare incontro ra il consiglio del previsto ta, Giovanna Uggeri, ha rispo­
nata alla sorella fosse partita alle sempre più numerose esigenze c o m u n a l e d i per il nuovo sto dicendo nell’ordine che il
dalla zona di Pieve di Bono, in della cittadinanza e alle sempre più Lodi Vecchio servizio si rivolge a ultra settan­
provincia di Trento. numerose responsabilità dei vigili, ha approvato regolamento, tenni e non ultra sessantacin­
A quel punto sono stati contat­ ai quali si vuole garantire di poter il nuovo rego­ dubbi anche quenni perché «si tratta di un
tati i militari di quella località, avere un settore di specializzazione­ lamento per il su chi gestirà progetto in fase di avvio e non
che sono subito piombati in ha spiegato l’assessore Caterina servizio al tra­ il servizio abbiamo voluto estendere trop­
mezzo alle montagne coadiuva­ Bersani introducendo il progetto ­. sporto sociale, po il bacino di utenza ­ ha preci­
ti dai vigili del fuoco, dal soc­ La convenzione , inoltre, ottempera rivolto in par­ sato l’assessore ­ prima di esse­
corso alpino e dall’unità cinofi­ alla legge regionale in materia di po­ ticolare ai cittadini ultra settan­ re sicuri di poter fare fronte a
la della Finanza. Le frenetiche lizia locale recentemente approva­ tenni. Seppure nella condivisio­ tutti i problemi legati al servi­
ricerche hanno coperto ta”. ne della validità del servizio, le zio».
un’area di parecchi chilometri Ma il dibattito è stato molto acceso. polemiche sull’argomento non Il sindaco Gian Carlo Cordoni è
quadrati nella Valle Daone, fi­ Sia per il merito stesso della conven­ sono mancate. Dai banchi del­ successivamente intervenuto
no a quando, intor no alle tre zione, ovvero l’unificazione delle l’opposizione, guidata dal consi­ per spiegare l’impossibilità di
del pomeriggio, l’uomo è stato due polizie, sia per la forma con la Il dibattito sulla polizia locale ha infuocato la sala consiliare del municipio gliere Giuseppe Nicoletti, che redigere un catalogo puntuale
trovato a circa 1700 metri di al­ quale l’accordo è stato presentato al pure ha ribadito più volte di delle attività di socializzazione
tezza all’interno di una grotta consiglio. «Nessuno ne sapeva nien­ contestato anche dal consigliere di tratta solo di una riorganizzazione non aver nulla in contrario ri­ ammissibili “a priori”: «Se per
in località Pracul, già in stato te ­ è intervenuto il consigliere di mi­ opposizione Ambrogio Locatelli: della struttura, in modo che i vigili spetto al servizio in sé, sono in­ esempio accompagnassimo un
di semi incoscienza e semi assi­ noranza Pier Paolo Zanaboni­: ben­ «La giunta sta andando a pezzi. Non siano usati nel migliore dei modi, fatti partite alcune domande: gruppo di anziani a giocare a
derato. È stata contattata subi­ ché la convenzione fosse nelle inten­ ho mai visto un pubblico così nume­ consentendo loro di lavorare in una «Perché gli utenti devono essere bocce ­ ha domandato il primo
to l’ambulanza, che ha portato zioni dell’amministrazione da un roso, in tanti anni di attività consi­ struttura più ampia e solida, ove ultra settantenni e non anche cittadino di Lodi Vecchio ­ fa­
l’uomo all’ospedale di Tione: le anno, il consiglio è stato tenuto al­ liare, neppure per il bilancio. Cosa specializzarsi e avere maggiori mez­ ultra sessantacinquenni? E qua­ remmo una bella cosa, no?».
sue condizioni sono giudicate l’oscuro di tutto. Non solo: non ne sta succedendo? Cosa si è rotto?». zi». Dopo il voto e l’approvazione del­ li sono, di preciso, le attività di Quanto all’assegnazione dell’in­
gravi, anche se non è più in pe­ vediamo l’urgenza, dal momento che Il sindaco Gian Carlo Cordoni ha re­ le convenzione la sala si è svuotata, socializzazione citate cui si fa carico all’associazione Lodivec­
ricolo di vita. La vicenda ha te­ il comune di Lodi è sotto elezioni». plicato assicurando che la conven­ come se al pubblico non interessasse riferimento?». chio Solidale, dall’amministra­
nuto con il fiato sospeso tutta Una posizione condivisa anche dal zione sarà migliorativa per l’ammi­ altro. Anche il comandante dei vigili E chiarimenti sono stati chiesti zione comunale stato ribadito
la comunità di Montanaso e i consigliere di maggioranza Dario nistrazione, per i vigili e per i citta­ Susanna Guidotti ha lascia con i soprattutto in merito all’asse­ che “l’associazione ha dimostra­
familiari dell’uomo. Alla fine si Zanoncelli: «Questa discussione ha dini: «Mi sono impegnato, in campa­ suoi colleghi la sala: «Spero solo co­ gnazione del servizio alla giova­ to di avere i requisiti necessari.
è conclusa con un sospiro di assunto una valenza che va al di là gna elettorale, a riorganizzare la me è stato detto che l’amministra­ nissima Associazione Lodivec­ Si tratta, inoltre, di un gruppo
sollievo grazie soprattutto alla del voto stesso. Pur rinnovando il macchina amministrativa e questa zione voglia tenere conto del valore chio Solidale: «Perché è stata di volontariato, apolitico, che
rapidità con cui i carabinieri nostro sostegno e la nostra fiducia convenzione si muove in questo sen­ della polizia municipale, che quoti­ scelta, tra le pur numerose asso­ ha come fine ultimo la solidarie­
di Lodi, agli ordini del capitano alla giunta, esprimiamo una fortissi­ so. Per i cittadini non cambierà dianamente si impegna per il comu­ ciazioni di volontariato esisten­ tà sociale e la socializzazione e
Giuseppe Marinelli, lo hanno ma riserva e la pretesa di un mag­ niente. A loro il servizio sarà co­ ne e per i cittadini», si è limitata a ti, un gruppo senza storia prece­ che non ha nessuno scopo di lu­
rintracciato. giore dialogo tra giunta e consiglio». munque garantito in termini di ac­ dire; ora la parola passa a Lodi. dente, nato praticamente in cro».
Davide Cagnola Il provvedimento è stato duramente cresciuta efficacia ed efficienza. Si Luciana Grosso coincidenza con il servizio di Lu. Gr.
22 GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Basso Lodigiano

BERTONICO
In breve
SECUGNAGO
Guardamiglio, documenti incompleti
Prognosi ancora riservata per il 70enne
ferito martedì nello schianto all’incrocio
Migliorano le condizioni della donna
finita con l’auto contro il guard rail
ed è bagarre sul bilancio pluriennale
GUARDAMIGLIO Documenti incomple­ Tondini che ha dichiarato: «Al di là Così, rimandando al 2011 gli inter­
Sono stazionarie, ma ancora preoccupanti le condizioni di salu­ A distanza di giorni dall’incidente resta ricoverata ma migliora ti: a Guardamiglio la minoranza ab­ del fatto che all'intero consiglio co­ venti più consistenti come la riqua­
te del 70enne M.P. di Volpiano (To) che martedì ha avuto in inci­ lentamente la 52enne R.A., residente a Secugnago, che lunedì bandona l'aula e non vota bilancio munale sia stato presentato questo lificazione della Torretta, nel 2010
dente all’incrocio tra la strada provinciale 26 che da Lodi porta 25 gennaio era stata ricoverata in prognosi riservata al San annuale e bilancio pluriennale. Ca­ documento inesatto, per cui noi ci la giunta Tondini ha stabilito la ri­
a Cremona e la strada provinciale 192 che collega Casalpuster­ Raffaele di Milano. La donna aveva avuto un rovinoso incidente sus belli, la consegna a dicembre di scusiamo, stasera comunque met­ qualificazione della viabilità guar­
lengo a Bertonico. Nell’impatto erano coinvolte la Nissan mentre viaggiava sola lungo la provinciale 168 nei pressi di un esercizio finanziario plurienna­ tiamo al voto la proposta approvata damigliese, investendo 270 mila eu­
Qashqai condotta dal 49enne C.A. e una Peugeot 207 sulla Brembio. Poco lontano dal cavalcavia dell’autostrada A1 la sua le che non corrisponde a quello con­ con delibera 3 dicembre 2009 e con­ ro (di cui 149 mila derivanti da un
quale viaggiavano il conducente M.P. di 70 anni residente a Vol­ Ford Fiesta era finita contro il guard rail metallico che protegge segnato pochi giorni prima del con­ segnata a tutti sempre a dicembre». avanzo di bilancio, ndr) per siste­
piano (To) e il 57enne S.F.. Oltre al 70enne anche le altre due i mezzi dalla caduta nella scarpata erbosa sottostante: la strut­ siglio di lunedì sera, dove la polemi­ Niente imprevisti invece per il bi­ mare le vie e realizzare tratti cicla­
persone si erano ferite ma per loro le dimissioni dagli ospedali tura metallica era penetrata nell’abitacolo procurandole lesioni ca ha subito infuocato l'aula. lancio previsionale 2010, illustrato bili e nuove aree verdi, prevedendo
di Lodi e Codogno erano arrivate qualche ora dopo la carambo­ e fratture. Erano dovuti intervenire i vigili del fuoco del distac­ «In questi documenti che ci sono con dovizia di particolari dall'asses­ poi un’ulteriore spesa di 149 mila
la con pochi giorni di prognosi. M.P. si trova invece all’ospedale camento volontario di Casalpusterlengo per liberarla dalle la­ stati consegnati in vista del consi­ sore al bilancio Patrizia Artioli at­ euro nel 2011 quando l'amministra­
Maggiore in condizioni serie: l’uomo ha subìto un intervento miere, tagliando la portiera sul lato guida. R.A. era sempre ri­ glio infatti mancano diverse pagine traverso l'ausilio di un videoproiet­ zione metterà in atto il progetto
chirurgico e ora si trova ricoverato nel reparto di rianimazione masta cosciente ma, per la gravità delle sue condizioni, il 118 ­ ha tuonato Mario Roverselli, con­ tore. Esercizio finanziario di circa 3 preparato nel 2010 per ridisegnare
in prognosi riservata, anche se, considerate le condizioni sta­ di Lodi aveva ritenuto necessario un trasferimento al San Raffa­ sigliere di minoranza ­ per cui mi milioni e 75 mila euro che rispetto Guardamiglio: dalla larghezza delle
zionarie, non sarebbe in pericolo di vita. Nel frattempo i carabi­ ele in elisoccorso. Oggi le condizioni della secugnaghese sono domando quale documento in effet­ al bilancio previsionale 2009 chiude strade, ai parcheggi fino ai parchi,
nieri della stazione di Castiglione d’Adda, intervenuti a Bertoni­ stazionarie, anzi sono stati segnalati dei miglioramenti. La di­ ti sia stato pubblicizzato per tutto con un ribasso pari a circa il 20%. nell'ottica globale di un paese bello,
co per i rilievi, stanno cercando di ricostruire la dinamica sen­ namica invece resta quella chiarita poco dopo lo schianto: una dicembre alla cittadinanza». Una «Questo scarto è dovuto alle minori funzionale e accogliente. Investi­
tendo anche i testimoni. I mezzi coinvolti nell’incidente sono fuoriuscita autonoma con l’esclusione di guasti all’auto, di re­ questione spinosa dovuta probabil­ entrate previste dagli oneri di urba­ menti su cui la minoranza avrebbe
stati dichiarati sotto sequestro in attesa di stabilire eventuali cente annata e una probabile scivolata dei pneumatici dovuta mente a un semplice errore di stam­ nizzazione ­ ha spiegato l'Artioli ­ preferito maggiori dettagli all'in­
responsabilità. I due mezzi si sono scontrati a un incrocio finen­ all’asfalto bagnato. Di conseguenza il veicolo non è stato se­ pa, costato però al consiglio comu­ che sono stati calcolati in maniera terno dei bilanci messi in votazio­
do in un campo vicino. La più distrutta era la Peugeot 207 che questrato ma è sempre rimasto a disposizione dei familiari del­ nale una sospensione momentanea, realistica e senza fare come nel bi­ ne, sempre a favore di una migliore
aveva la portiera lato guida sfondata e ammaccature ovunque. la signora. per riprendere più tardi col chiari­ lancio 2009 dove furono previste en­ trasparenza.
mento del sindaco Maria Grazia trate ingenti ma mai acquisite». Sara Gambarini

SENNA n È IL TERZO POLO ESTRATTIVO, AUTORIZZATO ANNI FA DA PROVINCIA E REGIONE. IL SINDACO: «BASTA BUCHE, AL PAESE SERVONO AZIENDE»

La “cava cimitero” è pronta a riaprire


La Fondazione Grossi cerca imprenditori cui affittare il terreno
SENNA Potrebbero riprendere nei
prossimi mesi le escavazioni in
zona “cimitero” a Senna Lodigia­
na: avvalendosi dell’autorizzazio­
ne di Provincia di Lodi e Regione
Slitta il vertice sulla vertenza dei postini:
Lombardia, che avevano inserito
l’area nel piano cave del 2005 co­
me polo estrattivo Pg2c1, la pro­
appuntamento tra una settimana a Milano
prietà, che è la Fondazione sena­ n Occasione bruciata ieri in via del territorio «Sono un po' dispiaciuto perché si
tore Grossi­Franzini Onlus, in­ Fascetti a Lodi: la vertenza aperta lodigiano si me­ n Svanisce potevano discutere su Lodi queste
tende affittare i terreni a operato­ dal sindacato Slp­Cisl con Poste scoleranno a l’occasione problematiche, tanto più che
ri interessati ad avviare l’attività Italiane che aveva ottenuto il pla­ quelle delle due di affrontare l'azienda aveva accettato di venire
estrattiva. La modalità di asse­ cet dell'azienda a discutere a livel­ province di Cre­ i problemi al tavolo ­ spiega ­, e poi il pensiero
gnazione è quella del bando pub­ lo provinciale dei disagi legati alla mona e Pavia, va ai postini perché il fatto di po­
blico, con un’offerta di base di riorganizzazione dei recapiti ­ alle perché è questo lodigiani sticipare il confronto non fa che ri­
500mila euro per acquisire il di­ 14.30 di ieri presso il palazzo delle che l'ordine del separatamente tardarne la soluzione». Il mandato
ritto di scavare 500mila metri cu­ Poste a Lodi appunto ­, si è vista in­ giorno prevede, da quelli ricevuto dai lavoratori in assem­
bi di inerti (secondo il piano cave ghiottita dall'instaurazione della f i n e n d o c o s ì di altre zone blea «è sacro» ripete, quasi fosse
il sottosuolo contiene sabbia e medesima procedura su base re­ dentro un cal­ lui stesso il depositario di una mis­
ghiaia) nell’arco di quattro anni, gionale da parte dei sindacati con­ derone indi­ siva importante cui hanno soffiato
con un’ulteriore compensazione a federali Cgil e Uil insieme agli au­ stinto che la partita giocata in casa la consegna. Senza piagnistei pe­
favore della Fondazione di 1,5 eu­ tonomi Failp e Sailp. A comunica­ avrebbe potuto convenientemente rò. «Alla fine ­ aggiunge ­ si tratta
ro per ogni metro cubo in supera­ re la notizia ai delegati Cisl sono evitare. Non nasconde il rammari­ di aspettare domattina (oggi per
mento. L’ente rimane quindi pro­ stati i vertici aziendali stessi scesi co per l'opportunità andata in fu­ chi legge, ndr); non potrò fare il gi­
prietario dell’area e lascia ai ca­ comunque a Lodi, un incontro du­ mo il segretario territoriale di Slp­ ro degli uffici per dare ai lavorato­
vatori lo sfruttamento “minera­ rato una mezz'ora appena per dirsi Cisl Giovanni Martorana, colui ri il riscontro delle decisioni prese
rio”; molte altri importanti poli arrivederci al prossimo 9 febbraio che nei giorni scorsi aveva presta­ come avevo sperato, ma non man­
estrattivi nel Lodigiano , ad esem­ a Milano in piazzale Cordusio, do­ to orecchio al malessere dei porta­ cherò di denunciare la situazione
pio la cava Belgiardino di Monta­ ve è la sede di Poste Lombardia. lettere e materializzato in una let­ lodigiana con uguale forza in Re­
naso, vengono “coltivati”, questo Tutto rinviato quindi. Peccato solo tera di convocazione inviata a Po­ gione». Resta l'odore di bruciato.
il termine tecnico, da società che Il municipio di Senna: il comune controllerà lo sviluppo dell’attività estrattiva che in quella occasione le criticità ste Italiane l'avvio della vertenza: Laura Gozzini
non sono proprietarie dei terreni.
Il bando per l'affitto della superfi­
cie è stato pubblicato in questi
giorni dall’ente, che a Senna ge­
stisce la casa di riposo, ed è già
prevista per le prossime settima­ RICONOSCIMENTI ANCHE ALLA COMMERCIANTE ROSA LOSI E AGLI STUDENTI PIÙ BRAVI
ne la visita alla zona da parte dei
tecnici delle imprese interessate.
L’aggiudicazione, al soggetto che
offrirà l'affitto più elevato, avver­
rà il 10 marzo, e il bando è già sta­
to trasmesso anche all’Unione eu­
Corno Giovine celebra San Biagio
ropea.
In zona “cimitero” si era già sca­
vato nei due anni passati a titolo
di cava di prestito per opere pub­
e il «devoto servizio» di don Raggi
bliche, comprese alcune arginatu­
re del Po, in un ambito che ha una
capacità complessiva di 800mila
metri cubi, ricavabili ribassando
la quota di campagna da 62 a 51
metri sul livello del mare. Il ripri­
stino ambientale è vincolato alla
destinazione agricola.
«Le cave nascono da autorizzazio­
ni di enti superiori e il comune
deve adeguarsi, dotandosi però di
funzionari capaci per garantire
l’attività di controlli ­ commenta
il sindaco di Senna Franco Pre­
moli ­. Per questa ulteriore esca­
vazione, se partirà, formuleremo
una convenzione. Ma il problema
è che le cave forniscono ai comuni
entrate che si esauriscono in bre­
ve tempo e offrono un numero li­
mitato di posti di lavoro: come
amministrazione preferiremmo
che si insediassero nuove azien­ CORNO GIOVINE La ricorrenza del patrono San
de, che garantiscono occupazione Biagio a Corno Giovine raccoglie applausi da
ed entrate tributarie che durano tutta la comunità alla consegna della civica be­
nel tempo, piuttosto che nuovi po­
li estrattivi. E ovviamente non
siamo per nulla favorevoli a chi
nemerenza nella mani del concittadino don Ma­
rio Raggi dopo ben 55 anni di servizio alla Chie­
sa. Al suo fianco, Rosa Losi, da quasi 30 anni
Ospite monsignor Volta,
sogna di poter poi riempire le ca­
ve con rifiuti o quant’altro, devo­
nella "Mini boutique" nel centro di Corno: un
impegno costante premiato proprio ieri matti­ vescovo emerito di Pavia Da sinistra i benemeriti, la benedizione della gola e il pranzo degli anziani
no tornare a essere un pezzo di na dall'amministrazione comunale con un rico­
territorio agricolo». noscimento ufficiale, assegnato anche a quattro ni. Un paese che successivamente ha voluto rin­ Corno Giovine dove non sono volute mancare tante, commentato nell'omelia da monsignor
A Senna già sono aperte la storica brillanti studenti di terza media. Classe 1929 e graziare anche la signora Rosa Losi «che da an­ neppure autorità militari, religiose e civili tra Volta con queste parole: «La gola ha due grandi
cava di Bellaguarda, bloccata dal originario di Corno, don Mario quindi ha pre­ ni con il suo negozio di abbigliamento non offre cui i rappresentati dei comuni di San Fiorano, funzioni: ricevere e parlare». Movimenti fonda­
2007 a seguito di un’ordinanza co­ stato servizio per circa mezzo secolo in tantissi­ soltanto qualità, ma anche cortesia, onestà e Caselle Landi, Maccastorna, Casalmaiocco e mentali che secondo monsignor Volta parlano
munale dopo la contestazione di me parrocchie del Lodigiano, spostandosi così grande spirito di servizio», ha concluso il sinda­ Santo Stefano, uniti nei festeggiamenti per la ri­ di una vita fatta di accoglienza e di dono. Un of­
escavazioni in eccesso (impugna­ da Turano, a Codogno, Spino e Miradolo, per co , stringendo la mano subito dopo anche ad correnza di San Biagio celebrata in chiesa par­ frirsi tipico anche dei martiri come San Biagio
ta dai cavatori in tribunale), e una approdare nella comunità di San Gualtero a Lo­ Andrea Contardi, Annapaola Fraschini, Ilaria rocchiale con la solenne messa presieduta dal che morirono per salvare la vita degli altri sulla
seconda attività più ridotta, sem­ di dove don Raggi opera ancora. «A lui deside­ Salvini e, più affettuosamente, a sua figlia Mar­ vescovo emerito di Pavia monsignor Giovanni base di una scelta dettata dall'amore.
pre in zona Bellaguarda, che inve­ riamo assegnare la benemerenza civica per il ta Belloni: i giovanissimi che hanno ricevuto Volta accolto dal parroco di Corno Giovine don Piatti gustosi infine alla trattoria "La Locanda
ce è in attività. Quella del “cimite­ devoto servizio svolto in varie località della un riconoscimento per essersi distinti ottenen­ Giancarlo Borromeo che ha accompagnato le del sole" dove l'amministrazione ha offerto a
ro”, detta anche cava “Senna di Lombardia da dove don Mario però ha sempre do risultati eccellenti. Soddisfazione e gioia per­ autorità nella tradizionale offerta dei ceri all'al­ tutti gli anziani il tradizionale pranzo di San
sotto”, è la terza. avuto un pensiero anche per la sua cara Corno tanto sono i sentimenti che hanno riscaldato il tare dove una lunga fila di fedeli si è accostata Biagio aperto a tutti.
Carlo Catena Giovine», ha dichiarato il sindaco Paolo Bello­ nuovissimo salone polifunzionale "Europa" di per la benedizione della gola. Un gesto impor­ Sara Gambarini
GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010 23
il Cittadino
Codogno
I DISCORSI ISTITUZIONALI HANNO ANTICIPATO IL PONTIFICALE DELLA FESTA PATRONALE DI SAN BIAGIO, PRESIEDUTO DAL VESCOVO BAGGINI

«Crisi e lavoro le emergenze della città»


L’allarme di monsignor Furiosi, il sindaco contro le multinazionali
n L’intercessione di San Biagio
per affrontare con equilibrio e
giusta determinazione le urgen­
ze che investono anche la città di
Codogno: la crisi del lavoro, l’im­
migrazione e la povertà. Ha pun­
tato i riflettori sulle più attuali
tematiche socioeconomiche il
pontificale che ieri mattina, in
occasione della giornata patro­
nale dedicata al vescovo di Seba­
ste, ha affollato di fedeli la colle­
giata di piazza XX Settembre: di
fronte all’altare, a trovare ricon­
ferma è così stato quel “patto” di
comunità necessario per affron­
tare al meglio gli ostacoli più in­
sidiosi.
E non è stato un caso se, nel loro
saluto ai fedeli, il parroco mon­
signor Diego Furiosi e il sindaco
Emanuele Dossena abbiano so­
stanzialmente toccato gli stessi
temi. Una cosa, infatti, è certa:
se la crisi ha parzialmente allen­
tato la “morso”, è solo unendo
sforzi ed impegno che la rotta
potrà davvero essere invertita. Il
parroco di questo si è detto con­
vinto: «È solo con la convergen­
za di attenzione e sostegno da
parte di parrocchia e ammini­
strazione civica che va affronta­
ta la gravità della situazione so­ Il vescovo di Vigevano, monsignor Baggini, durante il solenne pontificale Molte le autorità presenti in chiesa in occasione della festa di San Biagio, aperta con i discorsi di sindaco e parroco
cioeconomica
della città». La
loro par te, le
parrocchie del­ LA PIANISTA PROFESSIONISTA È STATA PREMIATA IERI ALLA FONDAZIONE LAMBERTI
la città conti­
nueranno a far­
la, «in stretto
contatto con la
Caritas e il mu­
nicipio ­ ha det­
La benemerenza a Maria Petrali:
to monsignor
Furiosi­, conti­
nuando a soste­
nere il fondo di
«Devo ringraziare i miei genitori»
solidarietà dio­ n È una pianista pro­ zia ha ora una catte­
cesano e il pro­ fessionista, Maria dra di pianoforte
getto vicariale Grazia Petrali, a me­ presso il conservato­
“Famiglie in re­ ritare la trentesima rio “Bonporti” di Ri­
te” che grande benemerenza civica va del Garda. A un
risposta ha tro­ della città di Codo­ cur riculum di così
vato nella cit­ gno. Nella sfarzosa grande rispetto ­ la
tà». Il parroco sala Pietrasanta della cui lettura integrale,
ha poi virato fondazione Lamberti, durata svariati minu­
sui temi del­ la musicista ha rice­ ti, ha lasciato a bocca
l’immigrazione vuto ieri dalle mani aperta i presenti ­ si
e della povertà. del sindaco Emanuele aggiunge dunque la
Qui monsignor Dossena il riconosci­ benemerenza civica
Furiosi ha par­ mento che, ogni anno, della città: è la secon­
lato chiaro. «La Il presidente della provincia di Lodi, Foroni, si sottopone di buon grado al tradizionale rito dei ceri omaggia il codognese da volta che una don­
povertà non è che più ha reso onore na viene premiata (la
una colpa, non è un’onta», ha al nome della città nel prima volta, nel 1993,
detto il sacerdote che ha messo mondo. Quarantaset­ fu Franca Susani ad
in guardia dal farsi «suggestio­ te anni e una vita de­ aggiudicarsi il pub­
nare da idee e scelte che nell’im­ dicata alla musica, blico encomio).
mediato sembrano vincenti ma Maria Grazia ha con­ «Quando la Pro loco
che, invece, altro non fanno che seguito il diploma di mi propose il suo no­
impoverire il nostro tessuto so­ pianoforte presso il me, non ho avuto dub­
ciale e culturale, fondato sui va­ conservatorio “Ver­ b i . I l s u o t a l e n t o,
lori della tradizione cristiana». di” di Milano; ha fre­ grandissimo, andava
Riflessioni dai riferimenti gene­ q u e n t a t o i l c o r s o Il sindaco Dossena consegna la benemerenza a Maria Grazia Petrali riconosciuto ufficial­
rali, certo, in cui però qualcuno triennale di alto per­ mente», ha chiosato
non ha escluso anche l’aggancio fezionamento presso l’Accademmia musicale pe­ sinteticamente il sindaco Emanuele Dossena, la­
con la recente ordinanza anti­ac­ scarese (licenziata con il massimo dei voti); succes­ sciando poi spazio alle parole della protagonista:
cattonaggio del comune. sivamente la sua vita è un succedersi inarrestabile «Se sono qui in mezzo a voi ricevere un simile ono­
Anche il sindaco Dossena non di vittorie nei concorsi nazionali di Stresa, Alben­ re è solo grazie ai miei genitori ­ ha affermato la Pe­
ha lesinato parole incisive nel ga, Macugnaga, Moncalieri, Acqui Terme e Ragusa trali ­ l’educazione alla musica è sempre stata fon­
suo intervento. Sferzante l’ag­ Ibla. damentale nella cultura della mia famiglia. Mio pa­
gettivo «scellerate» scelto per de­ Nutrito l’elenco delle sale dove la Petrali si è esibi­ dre suonava la fisarmonica da autodidatta, mia
finire le «strategie di multina­ ta, riscuotendo successo e consensi. Tra le tante, il madre ha voluto che prendessi lezioni di pianofor­
zionali che poco hanno avuto a teatro nazionale di Milano, il tempio di Antas a Ca­ te. Se oggi la mia vita è la musica, è per merito dei
che fare con la crisi»: chiaro in gliari, l’istituto nazionale di cultura di Amster­ miei genitori».
questo caso il riferimento ai ta­ Il primo cittadino con Rosa Perini, dipendente comunale, in pensione nel 2009 dam. Dopo una carriera da giramondo, Maria Gra­ Carlo Cerutti
gli attuati dalla Lever di Casal­
pusterlengo e dall’Akzo Nobel di
Fombio. MARTEDÌ
Di fronte a numerose autorità ci­
vili e militari (in prima fila an­
che il presidente della Provin­ Dichiarano false generalità ai carabinieri:
cia, Pietro Foroni), il sindaco ha
ribadito la volontà dell’ammini­
strazione comunale di trovare
arriva la denuncia per due donne romene
soluzioni ai bisogni socioecono­ n Dichiarano false identità ai carabinieri, denunciate due
mici della comunità, «con parti­ mendicanti. Martedì pomeriggio i carabinieri della stazione
colare sostegno alle famiglie e di Codogno hanno fatto un giro di pattuglia nel parcheggio
alle giovani coppie, anche trami­ dell’ipermercato Famila di Codogno. Durante il controllo i
te la realizzazione di abitazioni militari hanno notato due donne impegnate a chiedere denaro
in edilizia convenzionata». con insistenza ai clienti in entrata e uscita dall’esercizio com­
E per l’immigrazione? Dossena merciale. Il loro atteggiamento era talmente invadente da
non ha avuto dubbi: «Se salda è importunare i passanti che, esasperati, facevano di tutto per
la nostra identità cristiana, l’im­ evitare le pressanti richieste. Così i militari si sono avvicinati
migrazione non spaventa. Nel ri­ per identificare le due donne, che hanno tenuto però un atteg­
spetto di diritti e doveri, lavoria­ giamento sfrontato e hanno dichiarato false generalità. A
mo per una accoglienza respon­ quel punto le donne sono state portate in caserma per il foto­
sabile e possibile». La figura di segnalamento. Le indagini hanno permesso di scoprire che si
San Biagio è poi stata ripercorsa trattava della 40enne V.D. e della 23enne L.C. di origine rome­
dal vescovo di Vigevano, monsi­ na. Entrambe residenti in provincia di Cremona. Se V.D. non
gnor Claudio Baggini, che ha aveva alle spalle alcun precedente, L.C. era invece già stata
presieduto il pontificale. fermata a Crema il 27 gennaio dell’anno scorso per rapina
L’immancabile rito di San Bia­ impropria. Questo perché, dopo aver rubato alcuni articoli in
gio ha concluso le celebrazioni: un supermercato, la donna aveva aggredito un vigilante. A
tutti in fila verso l’altare per la quel punto invece di rispondere di un semplice furto, la sua
tradizionale posa alla gola di posizione si era aggravata. All’epoca la straniera aveva evita­
candele benedette, a protezione to il carcere soltanto perché aspettava un bambino. Invece
dei mali di stagione e delle soffe­ martedì i carabinieri codognesi hanno denunciato le due ro­
renze dello spirito. La mattina di mene alla procura della Repubblica di Lodi per aver dichiara­
festa si è poi conclusa in munici­ to false generalità. Inoltre i militari hanno avviato l’iter per
pio, con sindaco, assessori e di­ impedire alle mendicanti il ritorno nel comune di Codogno
pendenti comunali a premiare per i prossimi tre anni. Provvedimento possibile grazie al
Rosa Perini, per 18 anni dipen­ “foglio di via”, strumento che negli ultimi tempi si è rivelato
dente comunale presso l’asilo ni­ molto utile per prevenire reati minori nella Bassa e nel 2009 è
do, andata in pensione lo scorso stato applicato ben 211 volte: il 43 per cento in più rispetto al
anno. 2008, quando erano state allontanate solo 148 persone.
Luisa Luccini
24 GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Casale
ACCESA DISCUSSIONE MARTEDÌ SERA IN CONSIGLIO DI FRAZIONE, PRESENTI ANCHE IL SINDACO PARMESANI E GLI AUTISTI DEI MEZZI PESANTI

Zorlesco si ribella all’assedio dei camion


I bisonti della strada dovranno lasciare il parcheggio di via Verdi
n Zorlesco si ribella all’assedio dei
Tir: via dal parcheggio di via Verdi i
bisonti della strada e nuove misure
per contrastare il passaggio dell’abi­
tato ai camion.
Il pronto soccorso chiude,
È l’esito della discussione che si è te­
nuta in consiglio di frazione marte­
dì sera, presente anche il sindaco
“sì” del consiglio regionale
Flavio Parmesani. n Punto di primo sindaco Flavio Parmesani non abbia
All’incontro erano stati invitati i ca­ intervento addio. opposto resistenza, anzi sembra che
mionisti del posto che parcheggiano Il consiglio regio­ sia d’accordo ­ commenta Pagani ­.
i loro mezzi in via Verdi per un con­ nale ha approvato Daremo battaglia su questo punto,
fronto con i residenti. Gli abitanti la delibera che cercheremo di coinvolgere altre forze
della zona residenziale si lamentano prevede di elimi­ politiche se ci vengono dietro. Non
per i gas di scarico, il rumore e le vi­ nare totalmente il accetteremo supinamente una deci­
brazioni che sono costretti a subire pronto soccorso sione di questo genere. Il sindaco ave­
ogni mattina quando i camion sono dall’ospedale di va detto che prima di chiuderlo
messi in moto e riscaldati. Casale. È passato, avrebbero concordato con il comune,
«I motivi dei residenti sono validi: infatti, l’emenda­ Sanitari al lavoro tempi e modi, invece ci siamo trovati
non si possono lasciare parcheggiati mento presentato davanti al fatto compiuto. Non è una
in una zona residenziale i Tir, per­ dal relatore Vanni Ligasacchi (An­ soluzione accettabile». «Il pronto soc­
ché ci sono troppi problemi di convi­ Pdl). In aula è stato respinto, invece, corso nella Bassa è a Codogno, è giu­
venza ­ spiega Lina Ressegotti ­. D’al­ un ordine del giorno di Gianfranco sto che sia lì perché lì ci sono le con­
tra parte, la proposta che siano uti­ Concordati (Pd) che chiedeva alla dizioni per intervenire a fronte del­
lizzati i parcheggi di via Maggi, nel­ giunta di «assicurare alla popolazio­ l’emergenza ­ commenta Concordati
l’area industriale di là dalla via ne la continuità di un servizio di pri­ ­. Ciò che viene chiuso a Casale è il
Emilia, trova le resistenze dei ca­ mo intervento almeno per le 12 ore punto di primo intervento e non è ac­
mionisti perché temono che, isolati, diurne sinora garantite». La maggio­ cettabile. Sono 1.500, infatti, i cittadi­
i camion siano preda dei ladri». ranza però non ha voluto sentire ra­ ni che nel 2009 si sono rivolti al servi­
La soluzione, però, può arrivare da­ gione: «La struttura ­ si legge nella zio, in funzione 12 ore, e 7mila le pre­
gli occhi elettronici con cui l’ammi­ delibera ­, ha sviluppato negli ultimi stazioni erogate. Per questo noi ci
nistrazione intende videosorveglia­ anni una vocazione sempre più im­ siamo opposti. Nella delibera era sta­
re tutto il territorio. prontata a polo oncologico/riabilita­ to inserito anche lo spostamento del­
«I camionisti potranno lasciare i tivo ed è situata a soli 4,5 chilometri la sede operativa del 118, ma un
mezzi aldilà della di distanza dal presidio di Codogno, emendamento del relatore di allean­
via Emilia, a cin­ La frazione sede di ampio e moderno pronto soc­ za nazionale l’ha cancellato. È stato
que minuti a pie­ Zorlesco è corso idoneo a garantire i servizi es­ approvato, invece, un nostro odg alla
di da casa, in invasa da molto senziali dell’emergenza urgenza, an­ delibera che chiedeva il completa­
un’area ben espo­
sta, illuminata e
videosorvegliata,
Gli abitanti della zona Il comune pensa tempo da
innumerevoli e
sgraditi “bisonti
che la più impegnativa». La decisio­
ne del consiglio arriva a pochi giorni
di distanza dall’approvazione del
mento dei lavori al polo oncologico, il
potenziamento della guardia medica
e il ripristino del primo intervento 12
con tutte le ga­
ranzie del caso ­
si lamentano per i gas di videosorvegliare della strada”:
ora il quartiere
provvedimento in commissione sani­
tà. L’ex sindaco Angelo Pagani si era
ore. Si tratta però di un ordine del
giorno che, soprattutto a fine legisla­
aggiunge il pri­ si ribella mosso con una raccolta firme che tura, ha un effetto limitato. Ciò che
mo cittadino Fla­
vio Parmesani ­. I
di scarico e il rumore tutto il territorio e chiede dei
provvedimenti
aveva riscontrato numerose adesioni
nella popolazione: «Mi dispiace che il
conta è la delibera».
Cri. Ver.
residenti di via
Verdi così si libereranno della pre­
senza scomoda dei Tir sotto le pro­ DA DOMANI SERA
prie finestre. Mi sembra una solu­
zione che possa accontentare tutti».
Per un paio di mesi ancora, i resi­ “Operazione pace“: GRAZIE ALL’ASSOCIAZIONE PER LE ARTI VISIVE DI CODOGNO CHE RACCOGLIE ANCHE I 300 TESTI DI MALEO
denti dovranno portare pazienza.
incontri all’oratorio
Alla fine di marzo o aprile dovrebbe­
ro però arrivare le telecamere del
progetto di videosorveglianza, e una
di esse sarà posata in via Maggi. Al­
lora sarà emanato il divieto di par­
cheggio dei Tir su altre aree diverse
di via Battisti
n All’oratorio scatta l’“Ope­
razione Pace”. La Casa del
Giovane di Casalpusterlengo
Tremila i volumi salvati dal macero
da quelle della zona industriale. Il
provvedimento ha avuto l’ok del
consiglio di frazione, anche se è pas­
organizza per il quinto anno
consecutivo un mini corso
formativo dedicato ad adole­
Donati alla Casa del popolo i libri destinati alla distruzione
sato solo per l’astensione della mag­ scenti e giovani Il primo ap­ n Dovevano an­ hanno previsto anche l’apertura
gior parte dei consiglieri, non del puntamento domani, venerdì dare al macero. di una vera e propria biblioteca di
tutto convinti della soluzione. 5 febbraio, alle 21 presso Tremila volumi quartiere». La presidente Ottobel­
E sempre a proposito di Tir, nel con­ l’oratorio di via Battisti, dove della biblioteca li però non ha ancora un’idea dei
siglio si è parlato anche del proble­ interverrà il direttore dell’Uf­ di Casale e altri tempi. «Ci piacerebbe mettere in
ma del passaggio per la frazione dei ficio missionario della diocesi 300 di quella di piedi questo progetto ­ spiega ­,
camion. Nonostante il divieto di di Lodi don Luca Maisano, Maleo. Grazie anche se come priorità, in questo
transito nell’abitato, molti camioni­ interrogandosi e domandan­ all’impegno del­ momento, abbiamo i lavori di ade­
sti sono indirizzati dai propri navi­ do a tutti: “Pace: dono o impe­ l’Acav, l’Asso­ guamento dell’edificio. Tra i volu­
gatori a passare per Zorlesco per ab­ gno? Oggi la pace è possibi­ ciazione cultu­ mi donati ci sono testi di narrati­
breviare il tragitto tra la strada le?”. Una testimonianza che rale per le arti Emma Azzi va contemporanea, saggi di storia
Mantovana e la via Emilia, e di certo venerdì 12 febbraio lascerà visive guidata e filosofia e autori classici. Si po­
non si fermano alle porte della fra­ spazio all’autorevole inter­ da Emma Azzi, invece, i volumi trebbe effettivamente pensare al­
zione per mezzo chilometro di divie­ vento di monsignor Giuseppe potranno essere letti ancora da l’ipotesi di una biblioteca di quar­
to. In un paio di casi, alcuni balconi Merisi, vescovo di Lodi, che centinaia di lodigiani, giovani e tiere. Negli scaffali abbiamo mol­
della centrale via Mazzini hanno fat­ dialogherà con adolescenti e adulti. Appena ha saputo la fine to materiale di ricerca interessan­
to le spese del transito dei camion. giovani sul tema della pace che stavano per fare i libri di Ca­ te, anche sulla storia degli ultimi
«L’idea è di coinvolgere la provincia come frutto di giustizia e sale e Maleo, Azzi si è data da fare 50 anni. Siamo disponibili anche
per apportare il blocco del transito carità, approfondendo così il per salvarli. Da tempo l’artista alle collaborazioni se interessa.
giù sulle strade provinciali che con­ tema nella dottrina sociale svolge azione di recupero dei libri Adesso stiamo catalogando tutto,
ducono a Zorlesco, in modo che i ca­ della Chiesa. Nell’ultimo in­ delle biblioteche che non servono è un lavoro molto lungo e faticoso.
mionisti sappiano di non poter pas­ contro di venerdì 19 febbraio più e li dona ad enti o associazio­ Poi non sappiamo ancora quanto
sare ­ spiega il sindaco ­. Tuttavia, la interverranno le psicologhe ni locali. «Anche questa volta ­ dureranno i lavori, siamo in fase
scelta deve essere ben ragionata e lodigiane Elisa Forvi Bianchi, commenta la donna ora soddisfat­ di programmazione».
valutata nel complesso della viabili­ Chiara Galmozzi e Elena Ger­ ta ­ ci siamo presi a cuore la situa­ Una foto d’archivio di libri: 3mila volumi a Casale saranno salvati dal macero I volumi di Maleo, invece, sono
tà della Bassa, perché quando ci so­ mani che aiuteranno adole­ zione. È stata dura, ma ce l’abbia­ andati, in parte all’ex psichiatrico
no di mezzo le attività produttive scenti e giovani a mettere in mo fatta. Già un anno fa, infatti, bile della biblioteca di casale Ni­ coordina anche la biblioteca del femminile di Codogno e in parte a
non si possono prendere decisioni relazione la pace col proprio avevo fatto richiesta al comune di coletta Riboldi mi ha contattata. Maffeo Vegio, da tempo si occupa Giuseppe Meazza del centro lin­
affrettate, soprattutto in questo mo­ cuore, mentre lo psicologo avere i libri sdemanializzati, an­ Volevano donarci i 3 mila libri, della salvaguardia del patrimonio gue straniere di Codogno. I libri a
mento in cui le imprese sono da so­ Dario Arcari affronterà lo che al municipio di Codogno. La che a mia volta ho pensato di do­ librario del Lodigiano. Nell’ambi­ sfondo artistico, invece, sono stati
stenere con ogni sforzo». stesso tema con gli adulti. mia richiesta era stata respinta. Il nare alla Casa del popolo. La pre­ to dei lavori di ristrutturazione distribuiti tra i soci dell’Acav.
Andrea Bagatta mese scorso, invece, la responsa­ sidente Isa Ottobelli, infatti, che della struttura di via Selvagreca, Cristina Vercellone

DALLA PRIMA PAGINA politica e del sindacato di fron­ Alcoa minacciano di smantel­ con la disoccupazione. La crisi L’appello del Papa ricorda che gli ammortizzatori sociali e,
te a soggetti economici tran­ lare la produzione siciliana e è finita o sta finendo, certo, sulle persone non è lecito fare dall’altro, offrire un contesto

Quelle scelte snazionali che ragionano in


termini globali. Alla fine, se
Fiat ed Alcoa decidessero di
sarda sono connessi con la
ristrutturazione mondiale
“dopo” la crisi, non con la cri­
ma siamo ancora pienamente
dentro la disoccupazione che,
dice qualche esperto, aumente­
di questi giochi.
Si vuole delocalizzare? Prima
si discuta con il governo e i
infrastrutturale che permetta
alle due fabbriche di essere
competitive rispetto ad altri

sulla pelle delocalizzare altrove le loro


strutture produttive, nessuno
degli altri interlocutori potreb­
si.
Sono anche connessi, così dico­
no le due società, con fenome­
rà quando saranno finiti i sol­
di per la cassa integrazione.
Del resto le aziende sono potu­
sindacati. Può essere trovata
una soluzione. Si vuole sempli­
cemente chiudere per finanzia­
contesti.
Queste due cose però le faccia.
I sindacati promettano opero­

dei lavoratori be farci nulla.


Né il governo né i sindacati
hanno infatti effettivo potere
ni locali come l’alto costo di
produzione della Ypsilon a
Termini Imerese (mille euro in
te uscire dalla crisi anche ri­
ducendo l’occupazione, e una
volta uscite non riaprono le
re la ripresa con i risparmi sul
lavoro. Lo si dica chiaro e se
ne discuta con governo e sin­
sità e riduzioni dell’eventuale
assenteismo.
Ma alla fine, inutile negarlo,
ambedue riguardano il rappor­ di intervenire se non sul piano più, si dice in Fiat) e l’alto assunzioni per poter mantene­ dacati. La priorità del lavoro la responsabilità maggiore ce
to tra le imprese multinaziona­ delle proposte, ma non certo costo dell’energia in Sardegna re il vantaggio raggiunto in sul capitale non vuol dire che l’hanno le imprese, i cui diri­
li, che per definizione non fan­ con i veti. Scioperi e violenze come dicono all’Alcoa. concorrenza. bisogna tenere a forza aperte genti non devono ragionare,
no riferimento a nessun terri­ in questi casi sono ancor meno Può anche darsi che sia così Ecco perché, nonostante dalla delle fabbriche che sono total­ come dice la “Caritas in verita­
torio particolare, e appunto un utili che in altri. Molto più (ma il governo italiano ha af­ crisi si stia uscendo, la disoc­ mente in rosso. te”, con la mentalità di una
territorio particolare. Due importante è cercare un accor­ fermato di aver allineato le cupazione non diminuisce, Vuol dire che prima di produr­ classe cosmopolita di mana­
tipici casi, in altre parole, di do sedendosi ad un tavolo, tariffe dell’energia a quelle come hanno confermato i dati re decisioni così dolorose biso­ gers che non ha nessuna patria
globalizzazione economica a come appunto si farà durante degli altri Paesi) ma con mag­ Istat del mese di dicembre gna pensarci bene, e poi pen­ e non deve rendere conto a
cui non corrisponde una ugua­ tutta la settimana. Ma seduti giori probabilità ci sono altri scorso. sarci ancora, ascoltare le pro­ nessuno, ma con l’idea che
le globalizzazione sindacale e attorno al tavolo che cosa di giochi da giocare. Per la Fiat il La chiusura degli stabilimenti poste di tutti e verificare l’aiu­ l’impresa ha un radicamento
politica. concreto si potrà fare e che primo è la famosa produzione siciliani e sardi aggraverà la to di tutti. sociale ed ha una vocazione
Sulle parole dal Papa hanno ruolo devono giocare i diversi di 6 milioni di macchine all’an­ situazione di disoccupazione Bisognerà anche ricordare che sociale.
espresso pareri positivi sia il soggetti? no che sembra essere al giorno del dopo­crisi, ma forse la ri­ ai tavoli della discussione Nel luogo in cui fino a ieri si
governo, per bocca del mini­ La prima cosa da fare è di d’oggi la soglia necessaria per duzione del personale è pro­ ognuno farà la propria parte, sono fatti profitti si può rima­
stro dell’Industria, Claudio sgombrare ogni equivoco su poter sopravvivere in quel prio uno degli obiettivi delle senza sostituirsi all’altro. nere per pianificare insieme il
Scajola, sia i responsabili sin­ un punto: qui la crisi non c’en­ mercato. due aziende le quali non inten­ Ha ragione il ministro Scajola: futuro anche se da oggi i pro­
dacali, ma è emersa comunque tra o c’entra solo marginal­ Poche le connessioni con la dono delocalizzare ma sempli­ lo Stato può fare due cose, da fitti sono inferiori.
una certa inadeguatezza della mente. I motivi per cui Fiat ed crisi, quindi, ma tante quelle cemente chiudere. un lato, procurare i soldi per Stefano Fontana
GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010 25
il Cittadino
Speciale
Battere
la mafia?
Un sogno
possibile
ROBERTO

A
i primi di dicembre ha
fatto tappa nel territorio
lodigiano la carovana
antimafia, che si propone
di diffondere sul territorio e Numero 1 - Febbraio 2010
soprattutto fra le istituzioni
scolastiche e sociali la grande
tematica della legalità. Del team Periodico di attualità, informazione e cultura della casa circondariale di Lodi
faceva parte lo scrittore Carlo
Barbieri che è venuto a farci
visita alla Casa Circondariale
per parlarci del suo libro intito­
lato Le mani in pasta, un libro
che ci fa scoprire che la mafia
si può battere.
«Questo non è un libro sulla
mafia. È il racconto di un so­
gno, di un’esperienza recente
che ha trasformato il sogno in
realtà». Con queste parole in
prefazione comincia il libro di
Carlo Barbieri che racconta
l’esperienza delle cooperative
che gestiscono in Sicilia le terre
confiscate ai mafiosi.
Barbieri lavora da più di tren­
t’anni in Coop Italia e si è occu­
pato di introdurre nei punti
vendita Coop i prodotti, come la
pasta Libera Terra, che associa­
no alla qualità anche significati
etici, morali, civili.
Il sogno raccontato da Barbieri,
prende il via nel 1995 a Corleo­
ne, quando Libera, l’Associazio­
ne presieduta da Don Luigi
Ciotti, inizia una raccolta di
firme per sollecitare l’approva­
zione di una legge che preveda
l’utilizzo sociale dei beni confi­
scati ai boss mafiosi. L’iniziati­
va si estende a tutta l’Italia e le
firme raccolte arrivano a un
milione. Nel 1996 viene final­
mente approvata la legge 109; da
allora alcune centinaia di ettari
di terreno confiscati alla crimi­
nalità organizzata sono stati
recuperati da uno stato di com­
pleto abbandono e assegnati a
cooperative sociali che li lavora­
no producendo pasta, vino, olio,
passata di pomodoro, farina,
frutta, ortaggi e legumi.
La legge 109 ha dato forte im­
pulso sia alle confische dei beni
che alla loro successiva destina­
zione; dal 1996 alla fine del 2003
sono più di 2.200 i soli beni im­
mobili destinati allo Stato o ai
comuni: nei 12 anni precedenti
la legge erano stati solo 34.
Le mani in pasta ripercorre il
cammino delle cooperative che
da qualche anno lavorano que­
sti terreni, ottenendo prodotti
che hanno un valore aggiunto
particolare, che sono portatori
di un valore immateriale, di un
importante messaggio sociale,
culturale e civile che li trasfor­
ma in prodotti simbolo: la lega­
lità organizzata in contrasto e
in alternativa alla criminalità
organizzata.

Lezioni di legalità
Essere contro le mafie non è
sufficiente: occorre anche “fa­
re”, contro le mafie; e antimafia
del fare è uno dei concetti che
Libera sta cercando di diffonde­
re e affermare, perché la lotta
alla criminalità non sia soltanto
delegata alle forze dell’ordine e
alla magistratura, non sia sola­
mente opera di repressione ma

La carovana antimafie entra in carcere


sia interpretata dal singolo cit­
tadino come superamento quoti­
diano, a partire dalle piccole
cose, contro una cultura distor­
ta che assegna alle mafie un
potere prima ancora che esse
stesse se lo prendano.
«Frequentemente ­ scrive anco­
ra Barbieri ­ sono i nostri occhi
che non vogliono vedere, le no­
stre orecchie che non vogliono
sentire, la nostra testa che non
vuole fermarsi un momento a IN UN LIBRO DI GHERARDO COLOMBO LA RISPOSTA AD UN INTERROGATIVO DI GRANDE ATTUALITÀ
riflettere, perché altrimenti la

Ecco perché rispettare le regole


nostra vita potrebbe essere
scossa dal sussulto della consa­
pevolezza, e un po’ di timore
potremmo provarlo anche noi.
Non può essere la lontananza da

Q
questi luoghi che ci dà la certez­ uando parliamo di legalità, parliamo di regole, È per questo che la discussione sulle regole coinvolge
za della tranquillità; semmai è parliamo di giustizia. Non sempre nella storia anche i modelli di società a cui le regole si ispirano.
la consapevolezza che in quei rispettare le leggi ha significato comportarsi in Modelli verticali, basati sulla gerarchia e la competizio­
luoghi c’è ancora chi sta com­ modo giusto. Gherardo Colombo nel suo libro ne. Modelli orizzontali, più rispettosi della persona e
battendo una dura battaglia per Sulle regole racconta per esempio che nella Costi­ orientati al riconoscimento dell’altro. Una strada, que­
affermare la legalità, ed è a tuzione americana era legale che una persona fosse st’ultima tracciata proprio sessant’anni fa dalla dichia­
questa battaglia che dobbiamo proprietà di un’altra; dopo il 1865, quando venne di­ razione universale dei diritti umani e dalla costituzione
sentirci, almeno idealmente, chiarata la fine della schiavitù, divenne legale il con­ italiana. Sono sempre di più i paesi e i luoghi del nostro
vicini. Si parla anche di speran­ trario. Quindi la legalità è qualcosa di più complesso. pianeta, nei quali la giustizia si fa sentire e viene messa
za, in questo libro; e ciò che Dovrebbe essere un riferimento ideale dei valori di ba­ in atto, anche se la strada è lunga e tortuosa. Ma faccia­
provo, ora che sono giunto al se, a cui si ispira la distribuzione dei diritti e dei dove­ mo un passo indietro: per quel che sappiamo anche le
termine della sua stesura, è ri, delle opportunità e degli obblighi. Quando parliamo antiche civiltà vivevano con regole ben precise, le rego­
proprio la speranza che chi lo di legalità dovremmo parlare di giustizia e non parlia­ le servono per vivere meglio e per far funzionare le
vorrà leggere ne possa trarre mo solo della sua ammistrazione quotidiana, quel com­ piccole e le grandi cose. È una necessità che l’uomo ha
elementi di riflessione, e possa plesso istituzionale che riguarda i giudici, i tribunali, sempre sentito, giuste o sbagliate che siano le regole
gioire, come me, per questo le corti, gli avvocati, i pubblici ministeri, le prigioni. Se sono sempre state la spina dorsale del singolo e della
sogno fatto ad occhi aperti». si smarrisce questo concetto ideale, anche l’ammini­ società. Anche in guerra vi erano regole, così come
Speriamo che questo sogno, strazione della giustizia soffre. Senza rispetto delle nelle associazioni criminali piccole o grandi che siano,
trasformato in parte in realtà, regole, infatti, non potremmo vivere in società. Ma sen­ così come nella famiglia ed anche in natura, animali e
possa essere esteso su tutto il za una discussione pubblica sulle ragioni delle regole, vegetali. Anche le grandi religioni hanno la funzione di
territorio italiano e possa esse­ la vita in società non saprebbe proiettarsi verso il futu­ dare delle regole. L’universo stesso è sostenuto da rego­
re protetto da eventuali riper­ ro, né riuscirebbe a immaginare forme migliori di con­ le ben precise.
cussioni mafiose. Il giudice Gherardo Colombo, autore del libro Sulle regole vivenza. Moreno & Giuseppe 
26 GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Speciale
Mensile di attualità,

informazione e cultura

della Casa Circondariale di Lodi

Anno VII ­ Numero 1 ­ Febbraio 2010

I DATI 2008 DELL’OSSERVATORIO EUROPEO SULLE TOSSICODIPENDENZE EVIDENZIANO UNA CRESCITA DELL’UTILIZZO DI STUPEFACENTI

Droghe, cocaina “regina” del mercato


Consumi raddoppiati in cinque anni, stabili cannabis ed eroina
S
econdo la Relazione annuale 30­45 euro al grammo. Nel periodo mondo dei giovani, non solo tra i ra­
2008 (Evoluzione del fenomeno 2001­2006 il prezzo è comunque dimi­ gazzi, ma sempre di più anche tra le
della droga in Europa), dell’Os­ nuito nella maggior parte dei 13 pae­ ragazze. Dopo l’Inghilterra, l’Italia è
servatorio Europeo sulle droghe si europei che hanno trasmesso dati il secondo mercato dell’eroina ed
e tossicodipendenze, pubblicata dal­ comparabili. uno dei primi per la cocaina. Oltre
l’agenzia della Ue con sede a Lisbo­ l’8% dei ragazzi ne fa uso, circa
na, in Europa il consumo di canna­ n COCAINA La cocaina, in gergo “regi­ 40.000 persone l’hanno consumata
bis si stabilizza, anzi tende a diminu­ na”, resta sempre la droga più popo­ abitualmente in Italia nel 2007. L’Ita­
ire, così come diminuiscono i consu­ lare. La crescita della produzione e i lia è la prima nazione per consumi di
mi di hashish e marijuana; mentre consumi negli ultimi 5 anni sono cannabis (in declino altrove) dopo la
ritorna l’eroina, che si pensava vi­ raddoppiati. Circa 12 milioni di eu­ Spagna, e una delle prime per consu­
vesse un momento di declino. Questi ropei tra i 15 e i 64 anni ne hanno fat­ mi di cocaina. Secondo la Relazione
sono gli elementi di maggior rilievo to uso almeno una volta nella vita annuale al Parlamento sullo stato
emersi dal rapporto relativo ai 27 contro gli 11 milioni circa per le an­ delle tossicodipendenze in Italia per
Stati membri più Croazia, Turchia e fetamine e 9,5 milioni per l’ecstasy e l’anno 2007 tra i giovani c’è un au­
Norvegia. circa 3,5 milioni di giovani europei mento dell’uso di allucinogeni e so­
tra i 15 e i 34 anni l’hanno consumata stanze stimolanti. Una pericolosa as­
n CANNABIS La cannabis rimane la nell’ultimo anno, 1,5 milioni nell’ul­ sociazione tra sesso ed utilizzo di so­
sostanza più usata, circa 4 milioni di timo mese. Ben sette paesi segnalano stanze stupefacenti serpeggia tra gli
adulti europei la consumano quoti­ una tendenza in aumento del consu­ adolescenti, ancora prima dei 16 an­
dianamente o quasi, e un quarto del­ mo nell’ultimo anno. Si conferma ni e l’uso di alcol, cannabis, cocaina
la popolazione europea afferma di inoltre la tendenza all’aumento delle e ecstasy appare collegato a un inizio
averne fatto uso nell’arco della vita. richieste di trattamento per proble­ precoce dei rapporti sessuali, soprat­
Tra le 160.000 nuove richieste di trat­ mi di tossicodipendenza legati alla tutto tra le ragazze. I dati forniti dal
tamento nel 2006, i consumatori di cocaina, con i nuovi pazienti passati ministero degli Interni evidenziano
cannabis sono stati il secondo grup­ tra il 2002 e il 2006 da 13 mila a quasi che nel nostro Paese sarebbe stabile
po, il 28%, dopo quelli di eroina, 35%. 30 mila; 500 i decessi associati all’uso il numero delle persone che fanno
Tuttavia in alcuni grandi mercati si di cocaina rilevati nel 2006. uso di eroina, 40.000 i consumatori
vanno rafforzando i segnali di un ca­ abituali nel 2007, in costante diminu­
lo della sua diffusione. Si stima co­ n ANFETAMINE ED ECSTASY Situazione zione dal 2001. Sempre secondo l’ulti­
munque che circa 17,5 milioni di gio­ invariata negli ultimi anni per que­ mo rapporto curato dal ministero de­
vani europei tra i 15 e i 34 anni, abbia­ ste sostanze psicoattive, con 2 milio­ gli Interni, in 171.000 hanno ricevuto
no fatto uso di cannabis nell’ultimo ni di giovani europei tra i 15 e i 34 an­ un trattamento ai Sert, mentre
anno. Un elemento nuovo riguarda ni che hanno provato le anfetamine 16.433 hanno fatto ricorso alle comu­
invece la produzione, un tempo pre­ nell’ultimo anno e circa 2,5 milioni nità. La sostanza percepita come
valentemente nordafricana o dell’Eu­ l’ecstasy. maggiormente accessibile dai giova­
ropa dell’Est: la “produzione interna ni è la cannabis, seguita da cocaina,
di cannabis”, afferma il documento, n IL MERCATO Il mercato europeo è stimolanti, eroina e allucinogeni. La
“non è più marginale” come confer­ molto frammentato. Ad esempio, co­ discoteca, sempre secondo la relazio­
ma il rilevato aumento di coltivazio­
ni della pianta in vari stati europei.
caina e amfetamine possono conside­
rarsi “prodotti concorrenti’’ e se non In Italia sono oltre 170mila coloro ne, si conferma come il luogo più in­
dicato dagli studenti per reperire
si sviluppa una strategia d’insieme si con facilità tutte le sostanze. Anche
n EROINA Il consumo di eroina è un
fenomeno stabile, ma non più decre­
scente, dice l’osservatorio di Lisbo­
rischia che combattendo una sostan­
za si orientino i consumatori verso
l’altra. Riguardo alla cocaina si con­
che si sono rivolti per un aiuto ai Sert, la scuola viene indicata come luogo
di possibile spaccio, in maniera dif­
ferente per le singole sostanze. A Na­
na, che si spinge ad avvalorare una ferma come sia diventato sempre più poli e in Campania si confermano i
ripartenza del consumo di questa so­
stanza a livello continentale. I seque­
importante lo snodo dell’Africa occi­
dentale, dove transita almeno un
oltre 16mila sono entrati in comunità trend nazionali: altissima la percen­
tuale di consumatori di cocaina tra i
stri sono aumentati di oltre il 10% quarto della cocaina spacciata in Eu­ giovani e gli adolescenti. La Campa­
tra il 2003 e il 2006 e in circa metà dei ropa, e come si siano affermati nuovi Il consumo delle droghe in Italia nia ha anche il triste primato di esse­
Paesi europei crescono le richieste movimenti nell’Europa orientale è un fenomeno sempre più diffuso re la regione che ha fatto registrare
di terapia per dipendenza da eroina (Bulgaria, Estonia, Lettonia, Litua­ nel mondo dei giovani: la sostanza quest’anno più decessi per abuso di
come droga principale. Cresce inol­ nia, Romania e Russia) che fanno par­ percepita come più accessibile droga. Nel 2007, secondo il rapporto
tre la produzione, 733 tonnellate, e lare dello sviluppo di nuovi canali di è la cannabis, seguita da cocaina, annuale della direzione centrale per
calano i prezzi sul mercato: nel 2006 traffico. La produzione nostrana del­ stimolanti, eroina e allucinogeni. i servizi antidroga, Campania e Pu­
il costo al dettaglio della “brown” è la cannabis è sempre più diffusa. In ambito europeo la cannabis glia sono state le due regioni più col­
oscillato tra i 14,5 euro al grammo in è sempre la droga più usata pite: prima la Campania con 112 ca­
Turchia e i 110 euro al grammo in n LA SITUAZIONE IN ITALIA ma la più “popolare” negli ultimi si, seguita poi dal Lazio con 105 mor­
Svezia, anche se la maggior parte dei Il consumo delle droghe in Italia è anni è la cocaina che ha visto ti.
paesi ha riferito un prezzo medio di un fenomeno sempre più diffuso nel un’impennata dei consumi Moreno e Giuseppe

IN ITALIA IL FENOMENO È FUORI CONTROLLO, PER LA MALAVITA È FONTE DI REDDITO Il fenomeno della prostituzione
sulle strade italiane non accenna
a diminuire, con la malavita
che controlla con metodi

Sfruttamento della prostituzione, spesso brutali lo sfruttamento


di giovani donne provenienti
dal Sud del mondo o dai paesi
dell’Est europeo; le sanzioni

una moderna forma di schiavitù non bastano, occorre affrontare


il problema in termini sociali

L
a prostituzione è un’attività che privato sociale, nell’ambito laico e già ammalata di Aids: un incontro “Eros Center” possono addirittura
veniva praticata fin dai tempi cattolico, grazie a servizi messi a di­ che commosse profondamente l’an­ farsi pubblicità, la Svezia e la Dani­
remoti. Ci sono giunte numero­ sposizione con interventi di promo­ ziano pontefice e l’opinione pubblica. marca, dove esistono servizi di aiuto
se testimonianze dagli scavi ar­ zione della salute, unità di strada, Tra il 2000 e il 2007 gli enti impegnati ed assistenza per coloro che desidera­
cheologici, dalle scritture bibliche ed sportelli di ascolto, accoglienza, con­ nel settore hanno contattato più di no cambiare attività e stile di vita.
anche dai Vangeli. Nel Medioevo, ai sulenza ed assistenza legale, si sono 54.500 persone coinvolte nella prosti­ In Turchia, invece, la prostituzione
tempi dell’Inquisizione, molte donne ottenuti ottimi risultati dal punto di tuzione, di cui più di 900 minori. di strada è legalizzata e così pure
accusate di essere meretrici, veniva­ vista assistenziale. Nel 1958, in base al decreto legge Mer­ quella nei bordelli regolati dal gover­
no condannate addirittura al rogo e Tra le associazioni più impegnate in lin, in Italia venne decisa la soppres­ no. Questi devono avere una licenza,
bruciate vive. Oggi la prostituzione è favore delle prostitute, per toglierle sione della case di tolleranza e l’abo­ così come la devono avere tutte le la­
diventato un grave fenomeno sociale. dalla strada e soprattutto sottrarle lizione della regolamentazione della voratrici. In diversi paesi a legisla­
La maggior parte delle donne che alle minacce dei loro aguzzini, è prostituzione in Italia. Ma a partire zione islamica, invece, seppur esi­
praticano questo mestiere, spesso so­ quella fondata negli anni ’70 da don dagli anni ’80, a causa del diffonder­ stente, la prostituzione è completa­
no costrette a farlo, sfruttate da per­ Oreste Benzi, un sacerdote nato a si del triste fenomeno sulle strade, as­ mente illegale e punibile addirittura
sone senza scrupoli che le riducono Cattolica da una famiglia popolare, solutamente fuori da ogni controllo, con la pena di morte.
in uno stato di moderna schiavitù. morto nel 2007 all’età di 82 anni. Fi­ il problema è rientrato in discussione Particolarmente diffusa è la prosti­
La loro è una lotta per la sopravvi­ no all’ultimo don Benzi dedicò la sua nel dibattito politico. La legge del tamente legale e l’attività è organiz­ minando le proteste dei cittadini che tuzione in Albania. Qui le ragazze
venza, per il mantenimento dei pro­ vita alle grandi missioni di emergen­ 1958 non ha cancellato il fenomeno e zata in club denominati “Eros Cen­ non gradiscono vedere le prostitute , più belle, spesso studentesse o laurea­
pri figli o della famiglia. Altre donne, za sociale, prima occupandosi di tos­ non è stata in grado di gestirlo: pri­ ter”, simili ad alberghi con stanze mettendole in grado di lavorare in te, lavorano negli hotel in particolare
più disinvoltamente, attirate dai ba­ sicodipendenze e poi, dagli anni ’90, ma dell’entrata in vigore della legge, moderne e pulite, con servizi come il piena legalità e con grande sicurezza con la clientela straniera. Lavorano
gliori della società del benessere, con­ di prostituzione. Con i suoi collabo­ la prostituzione nelle strade era poco rigoverno e la pulizia delle stanze, personale. da sole, in proprio, pagando una per­
cedono il loro corpo per godere di agi ratori organizzò dei veri e propri diffusa, mentre con l’entrata in vigo­ condizioni igieniche sanitarie attra­ Tra i paesi europei, la Germania è centuale al proprietario dell’albergo.
e lussi che diversamente sarebbero ir­ tour lungo i viali del vizio di Rimini re è aumentata notevolmente. Così, verso controlli medici. Molti “Eros uno di quelli con il maggior numero Altre lavorano nelle case pubbliche, o
raggiungibili o per tentare di percor­ e di tutto il nord Italia per “liberare dopo 50 anni, precisamente nel set­ Center” si trovano lungo le strade di prostitute e produce un gran giro in strada, nelle caffetterie e nei risto­
rere strade agevolate nel mondo dello le schiave del sesso”. Raccolse prosti­ tembre 2008, il consiglio dei ministri statali, fuori dai centri abitati, iden­ d’affari. Dal 2002 è in corso la regola­ ranti o in appartamento, nelle città
spettacolo, della moda e della mon­ tute e drogati per convincerli a cam­ ha modificato il decreto legge Merlin, tificandosi con una semplice insegna mentazione di questa attività, che la degli studenti o nelle istituzioni sta­
danità. biare vita. All’inizio le ragazze dei introducendo il reato di esercizio del­ “Club”. I più moderni e curati non riconosce come occupazione legitti­ tali o aziendali. La prostituzione in
Al giorno d’oggi, riscontriamo che la viali guardavano come un folle gen­ la prostituzione in luogo pubblico o solo rivaleggiano, ma anche supera­ ma: ciò consente alle prostitute di fa­ Albania di norma non è forzata, per­
prostituzione ha un grande sviluppo tile quel prete con i capelli bianchi, aperto al pubblico, applicando pene no, in pulizia e razionalità quelli te­ re causa al cliente che si rifiuta di pa­ ché la mafia ne controlla soltanto
e diffusione ovunque. In molti Stati, che prometteva una vita diversa, ma con arresto e ammende pecuniarie in­ deschi e olandesi. gare la prestazione, ma le obbliga a una parte. Ma ben diversa e più
anche nell’ambito europeo, è legaliz­ poi sempre più numerose accoglieva­ distintamente tra prostitute e clienti. Prostitute per le strade praticamente registrarsi al fisco e a pagare le tasse drammatica è la situazione delle pro­
zata. no il suo invito. Un evento storico di­ Sulle strade italiane ogni anno si non se ne vedono, tranne rarissime ottenendo in cambio benefici, come stitute albanesi all’estero. Qui la ma­
In Italia, da una capillare collabora­ ventò l’incontro che don Benzi orga­ prostituiscono circa 30 mila persone, eccezioni. Questa regolamentazione pensione, assistenza sociale e assi­ fia la fa da padrona e controlla tutto
zione fra enti, associazioni, organiz­ nizzò nel 2003 tra Papa Woytila e di cui il 20 per cento sono minorenni. ha ridotto veramente ai minimi ter­ stenza sanitaria. la loro attività con metodi brutali.
zazioni del servizio pubblico e del una giovane prostituta nigeriana In Spagna la prostituzione è comple­ mini la prostituzione di strada, eli­ Così pure è per l’Olanda, dove gli Roberto
GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010 27
il Cittadino
Speciale
Mensile di attualità,

informazione e cultura

della Casa Circondariale di Lodi

Anno VII ­ Numero 1 ­ Febbraio 2010

C
on il termine ’ndràngheta si IN PRIMA LINEA
indica la criminalità orga­
nizzata calabrese. Questa si è
sviluppata a partire da orga­ Il coraggio di Libera
nizzazioni criminali operanti nel­
la provincia di Reggio Calabria, è l’arma migliore
dove oggi è fortemente radicata,
anche se il potere mafioso è in for­
per battere la mafia
te espansione nelle province di Vi­ n Le associazioni criminali
bo Valentia, Catanzaro e Crotone. hanno un’antica e solidissi­
Oggi la ’ndrangheta è una tra le ma tradizione nelle infiltra­
più forti e pericolose organizzazio­ zioni degli appalti, in parti­
ni criminali in Italia con una diffu­ colare la mafia siciliana.
sione anche all’estero. Secondo le Talvolta la realtà supera la
forze dell’ordine, in Calabria sono fantasia. Il giornale La Re­
attualmente operanti circa 150 pubblica qualche anno fa
clan locali, definiti cosche o ’ndri­ denunciò un fatto incredibile
ne. La ’ndrangheta svolge un pro­ ed allo stesso tempo inquie­
fondo condizionamento sociale tante: la mafia aveva messo
fondato sia sulla forza delle armi le mani sulla costruzione del
che sul ruolo economico attual­ palazzo antimafia di Palermo
mente raggiunto attraverso il rici­ e il progetto sarebbe stato
claggio del denaro sporco (dalle in­ visionato da Totò Rina in
dustrie al commercio e all’agricol­ persona! Secondo la ricostru­
tura), spesso con una forte conni­ zione, il calcestruzzo per “la
venza di aree della pubblica ammi­ cittadella della giustizia”
nistrazione. La più probabile deri­ sarebbe venuto dalle cave di
vazione del termine ’ndrangheta è Biliemi ed era stato portato
quella dal greco andragathía, tra­ dai fratelli Buscemi, mentre
ducibile con “virilità”, “coraggio”. altri appalti sarebbero stati
gestiti dal consuocero di Vito
n LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA Ciancimino, ex sindaco di
A differenza di Cosa Nostra, la
struttura interna ad ogni cosca
della ’ndrangheta poggia sui mem­
Palermo (nel 2001 venne
condannato a 13 anni di re­
clusione). Molte trame mafio­
QUELLA CALABRESE È FORSE LA PIÙ AGGUERRITA TRA LE ORGANIZZAZIONI CRIMINALI ITALIANE

Sale il pericolo ’ndrangheta


bri di un nucleo familiare legati se sono state via via svelate
tra loro da vincoli di sangue, le da alcuni pentiti: il primo fu
’ndrine. Non sono rari i matrimoni Tommaso Buscetta, che spie­
tra le varie cosche per saldare i gò la spartizione degli appal­
rapporti tra le famiglie mafiose. I ti in Sicilia. Per sollecitare le
matrimoni hanno un alto valore coscienze a ribellarsi al siste­
simbolico e possono anche servire ma malavitoso, ai racket, alle
a sancire la fine di una faida. Inol­ estorsioni, al pizzo, alle ves­
tre spesso i banchetti nuziali sono
stati occasione per veri e propri
summit ’ndranghetisti.
Si entra nella ’ndrangheta, o si vie­
ne battezzati, sotto un preciso pro­
sazioni e alle minacce di po­
chi nei confronti di molti, per
lottare contro tutte le mafie
sono nate diverse associazio­
ni. Tra queste Libera, fonda­
Al Nord le filiali delle “cosche­madre”
cesso evolutivo. Finché il bambino ta nel 1995 da don Ciotti. Da LETTURE
non raggiungerà i quattordici an­ sempre impegnata a costrui­
ni, età minima per entrare nella
’ndrangheta, si dirà che il piccolo è
re sinergie politico­culturali
e a diffondere la cultura del­ Viaggio a “Gomorra” secondo Saviano:
“mezzo dentro e mezzo fuori”, op­ la legalità, Libera attualmen­
pure con un giuramento (per il
quale garantisce con la vita), il ma­
te opera anche nella gestione
dei beni confiscati alle mafie,
tuffo nel mondo criminale della camorra
fioso presenta il novizio, con una lotta contro la corruzione e a n In occasione del passaggio da Lodi della
specie di cerimonia esoterica, du­ favore dell’educazione, per il carovana antimafia, durante il corso di lettu­
rante la quale il nuovo affiliato è progressivo diffondersi della ra che si svolge ogni giovedì pomeriggio pres­
chiamato a giurare nel nome di no­ legalità contro le associazio­ so la biblioteca della casa circondariale, si è
stro Signore Gesù Cristo. ni criminali. Libera è ricono­ approfondito il tema della camorra, racconta­
Più ’ndrine nella stessa zona for­ sciuta come associazione di ta nel libro Gomorra, scritto da Roberto Sa­
mano un’entità detta “locale”. promozione sociale dal mini­ viano. Si tratta di un viaggio nel mondo affa­
Ogni locale ha un proprio capo, stero della Solidarietà Socia­ ristico e criminale della camorra, che si apre
che ha potere di vita e di morte su le e nel 2008 è stata inserita e si chiude nel segno delle merci e del loro
tutti, un contabile, che gestisce le dall’Eurispes tra le eccellen­ ciclo di vita. Le merci fresche (pezzi di plasti­
finanze (una specie di ministro ze italiane. Il suo fondatore, ca, abiti griffati, videogiochi, orologi e molto
dell’economia) e un altro perso­ Don Ciotti, dichiara: «Nel altro) arrivano tutte al porto di Napoli per Roberto Saviano
naggio, una sorta di ministro della nostro paese le mafie tolgono essere stoccate e occultate, si riversano fuori
guerra, che governa le modalità di diritti, dignità e vita non solo dai giganteschi container per invadere interi palazzi svuotati e
regolamento dei conti con le co­ con le armi ma svuotano le adibiti a magazzino, per poi essere smistate in tutta Italia ed
sche rivali, organizzando omicidi, nostre anime e uccidono le Europa. Per non parlare delle merci ormai morte che da tutta
estorsioni ed agguati. speranze. La costrizione a Italia e da mezza Europa, sotto forma di scorie chimiche, tossi­
In origine non esisteva nulla di si­ rinunciare alla propria coe­ che e fanghi, addirittura scheletri umani, vengono abusiva­
mile alla cupola di Cosa Nostra, renza è ancor più irrimedia­ mente sversate nelle campagne campane, dove tutto viene av­
mentre successivamente le cosche bile della fine fisica». velenato. Su quei terreni, gli stessi boss edificano le loro dimo­
della provincia di Reggio Calabria Cristian re fastose ed assurde, sembrano dacie russe, ville hollywoodia­
si sono dotate di un organismo La ’ndrangheta non esita a ricorrere alla violenza per affermare il suo potere ne, cattedrali di cemento e marmi preziosi che non servono
analogo detto “Santa” che presen­ solo a certificare un raggiunto potere, ma a definire l’egemo­
ta però differenze significative. A dono quindi i capi cosca col più al­ nizzare le attività mafiose della re­ ti in Lombardia, Liguria e Piemon­ nia del territorio. Questa è oggi la camorra, anzi il “sistema”,
questa riunione, che si tiene una to potere. gione con quelle dei “locali”. te. Nel 1995 venne sciolto per mafia visto che la parola camorra non la usa più nessuno. È un’orga­
volta all’anno, partecipano tutti i È negli anni Ottanta che si inizia il consiglio comunale di Bardonec­ nizzazione affaristica con ramificazioni impressionanti su
capifamiglia delle varie aree con­ n LE INFILTRAZIONI NEL SETTENTRIONE ad investire al Nord i proventi ille­ chia, unico caso al Nord. Sempre tutto il pianeta ed una zona grigia sempre più estesa, in cui
trollate, ma solo i capi zona del reg­ L’insediamento della ’ndrangheta citi e a controllare i mercati illega­ in questo periodo vi furono le ope­ diventa difficile distinguere quanta ricchezza è prodotta diret­
gino possono eleggere e designare nel Nord Italia ha tutta una sua pe­ li. I mafiosi acquistarono immobi­ razioni Wall Street, Count Down, tamente dal sangue e quanta da semplici operazioni finanzia­
il capo dei capi, detto ’U Zianu. culiarità rispetto alle altre orga­ li, alberghi, discoteche, imprese Hoca Tuca, Nord ­ Sud, Belgio e Fi­ rie. Un fenomeno criminale profondamente influenzato dalla
La struttura gerarchica di una co­ nizzazioni mafiose. Al Nord vi so­ commerciali. Penetrano nelle im­ ne che arrestarono in Lombardia spettacolarizzazione mediatica, per cui i boss si ispirano negli
sca è composta così, a partire dal no delle vere e proprie filiali fisse prese che falliscono e successiva­ oltre 3.000 persone . Le ’ndrine col­ abiti e nelle movenze ai divi del cinema e a creature dell’im­
grado più basso: giovane d’onore, delle cosche­madre della Calabria. mente se ne impossessano. Nel pite furono: Flachi, Coco Trovato, maginario, dai gangster di Tarantino a figure come Gennarino
picciotto d’onore, drangheta, ca­ Esse si stabiliscono al Nord solo 1985 a Buccinasco (Milano) si svol­ Papalia, Sergi e Morabito e Pavi­ Mckay, Sandokan Schiavone, Cicciotto di mezzanotte, Ciruzzo
morrista, sgarrista o camorrista per il periodo dell’affare da stipu­ se un incontro fra Sergi e Papalia glianiti. A seguito delle operazioni o’ milionario. Se non avessero provocato decine di morti am­
di sgarro, vangelista, quintino. lare. Esiste anche una struttura per il controllo del traffico di eroi­ nel 1995 si avviò il maxiprocesso mazzati, potrebbero sembrare in tutto e per tutto dei perso­
A questo grado si prende parte del­ della ’ndrangheta di enorme rilie­ na. La ’ndrangheta inoltre ha in­ conclusosi nel 1997 con condanne naggi inventati da uno sceneggiatore con troppa fantasia.
le decisioni più importanti delle vo: la “camera di compensazione”, trecci con la politica al Nord, come pesanti verso numerosi imputati. Moreno e Attilio
cosche in forma collegiale. Vi acce­ che ha il compito di gestire e orga­ dimostrano alcuni episodi avvenu­ Davide R.

SANZIONI INASPRITE CON LA CONFISCA DEI PATRIMONI MAFIOSI, MA IL NUMERO DI CHI SI RIBELLA È IN DIMINUZIONE

Racket e usura, ora denunciare si può


I
l racket (o “pizzo”) è un’atti­ organizzata, in particolare la negli ultimi anni, il numero io.
vità criminale generalmente mafia. Le minacce aumentano delle denunce è addirittura in Il 6 novembre 2009 il ministro
volta ad ottenere da un ope­ di intensità a seconda della diminuzione. dell’interno Roberto Maroni ha
ratore economico il paga­ minore o maggiore resistenza Per troppo tempo l’usura non è sottolineato questo approccio
mento periodico di una certa della vittima, e puntano a im­ stata percepita come un perico­ vincente che consente alla Stato
somma di denaro in cambio paurirla, facendole capire quan­ lo sociale. Basti pensare che, di confiscare i patrimoni mafio­
della cosiddetta “protezione”. to sia “insicura” e in pericolo. fino al 1992, in caso di flagran­ si. Un dato significativo riguar­
Protezione da cosa? Da tutta Raggiunto lo scopo, è lo stesso za, non era obbligatorio l’arre­ da proprio il sequestro dei beni
una serie di intimidazioni e estorsore a manifestarsi chiara­ sto. Questo atteggiamento risale che ha raggiunto la cifra di 5,6
violenze, bombe, incendi, furti mente per “offrire” esplicita­ al tempo in cui l’usura era eser­ miliardi di euro con un incre­
che lo stesso autore “protetto­ mente la protezione. citata dal “cravattaro” di quar­ mento, rispetto ai 17 mesi pre­
re” mette in atto per costringere L’usura è diffusa in tutta Italia, tiere, che svolgeva la propria cedenti, del 56%. Per vincere
l’altro a pagare. Questa forma anche se il fenomeno risulta più attività in un ambiente ristret­ definitivamente la guerra con­
di estorsione è un fenomeno marcato nel Mezzogiorno, come to. Di fronte all’aggravarsi della tro la criminalità organizzata,
sommerso che per molto tempo indica il numero di denunce pericolosità del fenomeno, il Maroni ha annunciato un piano
è stato sottovalutato, ma è così presentate all’autorità giudizia­ Parlamento ha approvato la articolato che sarà presto pre­
diffuso da essere considerato un ria che, tuttavia, non dà una legge 108/96 che ha meglio defi­ sentato in Parlamento. E il Go­
fatto quasi normale, un rappor­ misura attendibile della reale nito il reato di usura ed inaspri­ verno ha assicurato tutto il suo
to “privato” e quasi inevitabile entità del problema. La maggior to le pene per chi lo commette, impegno per assegnare maggio­
delle vittime oppure un’attività parte dei casi di usura continua prevedendo anche il sequestro e ri risorse al comparto sicurezza.
I fenomeni criminali del racket e dell’usura muovono consistenti somme di denaro secondaria della criminalità a rimanere sommersa. Anzi, la confisca dei beni dell’usura­ D.P e A.C
28 GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Speciale
Mensile di attualità,

informazione e cultura

della Casa Circondariale di Lodi

Anno VII ­ Numero 1 ­ Febbraio 2010

F
in dal primo mattino, si era
prospettata una giornata cupa,
con cielo grigio, nuvoloso, che Quattro pellicole
prometteva anche pioggia. Ma
Paraplegico
fortunatamente, nella nostra pena,
non siamo stati ulteriormente pena­ per non dimenticare
lizzati. Tra le attività della giornata
c’era in programma un incontro con
un giovane scrittore, Alessio Tavec­
per una caduta gli “eroi normali”
chio.
Con superficialità avevo considera­
to l’incontro un diversivo, comun­
in moto, D.R.

ha reagito
I
que adatto a spezzare la giornata ap­ n occasione della visita a Lodi della caro­
parsa dall’inizio grigia e cupa. Ci vana antimafia abbiamo visionato alcu­
era stata fornita con largo anticipo ni film ispirati a fatti realmente accadu­
una spiegazione sul libro, il tema di
cui trattava, le iniziative e gli obbiet­
tivi che l’autore si prefissava di rag­
creando nel ’98 ti, in tempi e luoghi diversi, dedicati ai
principali protagonisti della lotta contro la
mafia. Uomini veri, normali, che con il loro
giungere, una sua autobiografia,
breve data la giovane età, e le moti­
vazioni che lo animavano. Il volanti­
una fondazione esempio e il loro eroismo hanno lasciato
segni indelebili nella coscienza civile. Il loro
sacrificio non va dimenticato, è questo il
no spiegava che si trattava di una
persona disabile, che in seguito a un
banale incidente stradale, una cadu­
che gestisce punto da cogliere. Non dimenticare è già
una vittoria, non dimenticare è una verità
che si ripropone davanti agli occhi di tutti,
ta in moto, ha riportato una invalidi­ principalmente di coloro che vogliono seppel­
tà permanente.
L’incontro si è svolto nel locale della
a Monza lire sotto una palata di terra le proprie re­
sponsabilità, condivise tra criminalità e
palestra e al suo ingresso, in carroz­ connivenze più o meno manifeste. Ognuno
zina, accompagnato da alcuni com­
ponenti della direzione del carcere,
un centro dovrebbe pensare e non dimenticare.
Il 6 novembre abbiamo visto “I cento passi”
ho avuto l’impressione di riscontra­ di Marco Tullio Giordana, dedicato alla
re un senso di disagio fra i presenti,
come per rispetto verso chi presenta Qui sopra Tavecchio in compagnia di Valentino Rossi: lo scrittore è costretto da 16 anni su una sedia a rotelle
per disabili figura di Peppino Impastato, un giovane di
Cinisi (Palermo) che dai microfoni della sua
sofferenze dovu­ radio si mise a fustigare con l’arma dell’iro­
te a menomazio­
ni. Ma dopo po­
che parole di pre­
INCONTRO CON UNO SCRITTORE CHE HA SAPUTO RIELABORARE IL SUO DRAMMA PERSONALE nia i potenti locali tra i quali Zio Tano Ba­
dalamenti. Peppino Impastato fu ucciso
dalla mafia e la sua morte fu fatta passare
sentazione, un per un suicidio.
breve discorso, si
è creata un’atmo­
sfera familiare e
la situazione si è
completamente
capovolta. Pensa­
La missione di Alessio Tavecchio, Il 20 novembre abbiamo potuto assistere alla
proiezione di “Alla luce del sole”, un film di
denuncia sociale diretto da Roberto Faenza,
dedicato alla figura di don Pino Puglisi,
interpretato da Luca Zingaretti. Don Puglisi
è un sacerdote palermitano che viene man­

un uomo con una marcia in più


vo che il contatto dato a gestire una parrocchia nel quartiere
con una persona di Brancaccio. Lì però trova una drammati­
che aveva tanto ca realtà: ragazzini in motorino che inneg­
sofferto avrebbe giano alla mafia e altri, ancora più piccoli,
creato un clima usati come manovalanza della criminalità e
di abbattimento e in alcuni casi addirittura come killer. Don
di compassione umana, ma ben pre­ to, il desiderio di accettare la vita PALLAVOLO Puglisi crea punti di incontro per togliere i
sto mi sono ricreduto. per quel che è, di non considerare la bambini dalla strada, proprio dove la mafia
Dopo essersi presentato Alessio Ta­
vecchio ha raccontato e descritto la
disgrazia come tale, ma un mezzo da
sfruttare per poter fare del bene agli Doppia sfida sotto rete alla Cagnola: li recluta. Ad aiutarlo un gruppo di suore e
un amico. Il coraggioso sacerdote verrà pri­
dinamica dell’incidente che, all’età
di 23 anni, nel fior fiore della sua gio­
altri. Non si rifugia nell’autocom­
piangimento, a causa del suo handi­ sconfitti gli studenti del “Volta”, ma intimidito e picchiato dai mafiosi del
luogo, e infine ucciso.
ventù, lo ha reso paraplegico: una
disgrazia (almeno così la considero
cap, come forse farebbe ogni comu­
ne mortale, ma sprigiona tutta la
San Francesco la spunta al tie break Il 4 dicembre abbiamo assistito a “Romanzo
criminale” di Michele Placido. I fatti e i
io, ma non mi sembra che questa pa­ sua forza d’animo che supera ogni li­ n Qualche settimana fa alla Cagnola sono venuti nomi dei personaggi narrati nel libro e nel
rola sia stata mai pronunciata da mite di sopportazione, che permette a trovarci, e soprattutto a sfidarci in una partita film sono stati cambiati per esigenze di nar­
lui) che lo ha bloccato sulla sedia a di superare situazioni apparente­ di pallavolo, alcuni studenti della scuola superio­ razione, ma la vicenda, tratta da un libro
rotelle. Oggi Alessio ha 39 anni e mente invalicabili, di scoprire che re Alessandro Volta. Una sfida che tutti abbiamo dell’ex magistrato Giancarlo De Cataldo,
tanta speranza: «Ora sono così ­ dice tutti abbiamo a disposizione una preso molto seriamente, anche Vittorio, il nostro rispecchia comunque i fatti reali. È la storia
­ ma in futuro si vedrà». Alessio è marcia in più. E ci incita a farne allenatore esterno: così abbiamo cercato di dargli della famigerata banda della Magliana, la
pieno di fiducia nel futuro, è una uso. subito soddisfazione, vincendo il primo set piutto­ più nota e potente organizzazione criminale
persona piena di fede, e lui non ha Conoscendo Alessio Tavecchio, ho sto nettamente: 25­12. Durante il primo cambio di che abbia mai operato a Roma. Alla banda
mai perso la speranza di poter tor­ quasi avuto la sensazione di aver in­ campo, mi è venuto da pensare che pur essendo io sono stati attribuiti legami non solo con i
nare a camminare sulle sue gambe. contrato uno degli apostoli di Gesù, il più vecchio della compagnia, sono del 1962, ed diversi rami della criminalità, ma anche
Di speranza ne ha da vendere, anzi, capace di fare miracoli su altri, ma avendo fatto una vita dura “da mediano” ­ come si con importanti esponenti politici, con la
da regalare, perché le sue iniziative non su se stesso. E di esserne felice. dice ­ posso ritenermi soddisfatto. Con i miei com­ loggia P2 di Licio Gelli, con i movimenti
sono tutte finalizzate a scopo benefi­ Quando è giunto il momento di salu­ pagni riesco ancora a “fumarmi” dei ragazzi di 16 dell’estrema destra eversiva, con i servizi
co. tarlo, non sono stato capace di ma­ anni! Detto ciò, vinciamo anche il secondo set . segreti.
Si è assunto l’impegno di rivolgersi Alessio Tavecchio oggi ha 39 anni scherare la mia commozione, non Una pausa per tirare il fiato nel terzo, che giusta­ Il 18 dicembre, infine, abbiamo assistito a
ai giovani per trasmettere loro l’im­ per pietà, ma per la straordinarietà mente lasciamo agli studenti, e via con grinta per “Fortapàsc” di Marco Risi. Il film narra
portanza della vita, di andare alla ri­ sta costruendo un centro polifunzio­ del suo pensiero, delle opere e dei vincere infine l’ultimo. Risultato finale: 3­ 1 per della storia di Giancarlo Siani, un giovane
cerca dei valori che essa ci offre, di nale integrato di accoglienza, for­ progetti che contava di realizzare in noi ristretti d i ragazzini a casa con le pive nel giornalista napoletano che lavorava presso
non prenderla con superficialità, ma mazione e sport per disabili, aperto futuro, pur trovandosi nelle sue con­ sacco. Finita la sfida, abbiamo consolato un po’ la redazione del “Mattino” a Torre Annun­
di considerarla un dono importante. a tutti. Si trova in prossimità del­ dizioni. Alessio ci ha trasmesso un gli avversari e dopo abbiamo mescolato le squadre ziata. Siani era un cronista di nera e i suoi
Ogni anno, Alessio incontra più di l’autodromo di Monza, città dove lui messaggio importante: anche noi per un’altra partita amichevole. Sono state due articoli forti e appassionati sulle manovre in
7.000 giovani nelle scuole, tiene dei vive, ha un’estensione di circa 12.000 potremo, a fine pena, reinserirci nel­ ore d’aria diverse, divertenti. Qualche giorno do­ corso tra criminalità organizzata e politica
corsi di prevenzione stradale basan­ metri quadrati. Il progetto attuale è la società, utilizzando quella prezio­ po è arrivata un’altra scuola, il Collegio San avevano particolarmente infastidito i boss
dosi sulla sua esperienza personale, di ampliarlo con la costruzione di sa dote, quella marcia in più che pos­ Francesco, per sfidare la nostra squadra. Li ab­ camorristi della zona. Così dopo essere stato
ha partecipato a conferenze e dibat­ una piscina. siamo tirar fuori dal nostro cuore. biamo incontrati. Anche loro sono sbarbati, ma trasferito a Napoli, Giancarlo finì nel miri­
titi anche con Maurizio Costanzo. Una persona eccezionale, Alessio, Se saremo capaci di utilizzarla, se giovani e forti. Vi dirò: quella mattina sono rima­ no della camorra. Nonostante le minacce
Dopo l’incidente motociclistico si è dotato di talento e di voglia di af­ saremo in grado di non perderci sto in cella febbricitante, quindi la squadra ha subite, il giovane giornalista continuò co­
sottoposto a parecchi interventi chi­ frontare i problemi della vita, capa­ d’animo, potremo sperare in un fu­ potuto contare solo su sette giocatori, per di più raggiosamente a svolgere il suo lavoro. Ma
rurgici e terapie di riabilitazione, ha ce di infondere entusiasmo, emozio­ turo migliore. La giornata, che ini­ mancava il Principe, cioè il sottoscritto! Infatti la camorra non perdona chi si mette sulla
iniziato a praticare nuoto a livello ne, fiducia nel futuro, fede in Dio. zialmente si era prospettata vuota e abbiamo perso 3­2, ma chi ha assistito e mi ha sua strada: Giancarlo Siani venne ucciso
agonistico e nel 1996 ha partecipato Dotato di una forte personalità, rie­ scialba, con questo incontro ha as­ riferito dice che la partita è stata comunque equi­ all’età di 26 anni nel settembre 1985. Un
con successo alle Paraolimpiadi di sce a trasmettere a chiunque, spe­ sunto una svolta entusiasmante e librata. Abbiamo perso, ma onorevolmente. delitto annunciato, in una Napoli in preda
Atlanta. Nel 1998 ha creato una fon­ cialmente agli afflitti che si trovano piena di incoraggiamento. Attilio all’isteria collettiva per le imprese di Mara­
dazione, che porta il suo nome. Ora nelle sue stesse condizioni, lo spiri­ Roberto dona.

ACCUDITI IN CARCERE I CUCCIOLI CUSTER E CLEO, DESTINATI A DIVENTARE CANI GUIDA PER CIECHI

Due nuovi amici a quattro zampe


A
fine novembre nella casa circon­ le 8.30 primo pasto, pulizia del box, la­ che ha partecipato alla cerimonia di
dariale di Lodi ha preso il via un vaggio delle ciotole. Le attività sono consegna dei cuccioli in rappresentan­
nuovo progetto, voluto dalla dire­ previste dalle 9 alle 11: socializzazione za del dottor Luigi Pagano, provvedito­
zione, su suggerimento del Lions negli spazi interni dell’istituto, fatta ec­ re regionale per la Lombardia dell’am­
Club Lodi Torrione e con la collabora­ cezione per la cucina dei detenuti, l’in­ ministrazione penitenziaria. La dotto­
zione del servizio nazionale cani guida. fermeria, le celle detentive, e in tutte le ressa Valenzi ha rimarcato la reciproci­
L’iniziativa consiste nell’allevare ed ac­ zone in cui il personale di polizia peni­ tà di valori positivi che l’iniziativa com­
cudire fino al compimento di un anno di tenziaria ritiene opportuno non consen­ porta, valori di cui potranno beneficia­
vita due bellissimi cuccioli di Labrador, tire l’accesso per ragioni di sicurezza o re sia i non vedenti in futuro, quando
Custer e Cleo. Quando avranno compiu­ per questioni di servizio; abitudine al Custer e Cleo termineranno il loro per­
to un anno, i due labrador saranno pre­ guinzaglio, abitudine all’ambiente, sca­ corso di addestramento, sia i detenuti
si in consegna dall’associazione cani le, griglie e pavimentazioni. Al pome­ oggi. Alle sue parole ha fatto eco il diret­
guida dei Lions ed addestrati a compie­ riggio, dalle 15.30 alle 16.30: attività di tore della Casa circondariale Stefania
re una nobile missione, quella di guida­ gioco nelle zone riservate, con gli at­ Mussio: «I detenuti hanno aderito con
re con i loro occhi le persone non veden­ trezzi messi a disposizione, passeggiata grande entusiasmo all’iniziativa, non
ti. Durante la loro permanenza con noi, al guinzaglio negli spazi interni del­ solo alla prospettiva di sentirsi utili, ma
i due cuccioli si abitueranno a ricono­ l’istituto fatta eccezione per la cucina proprio nella consapevolezza di poter
scere tutti i nostri rumori ed i nostri detenuti, l’infermeria e le celle detenti­ trarre un grande beneficio della presen­
odori e ad affinare quelle sensibilità ve. za degli animali. Questa iniziativa è un
che potranno essere loro utili in futuro. L’importanza dell’iniziativa in atto nel­ progetto unico in Italia ed è assoluta­
Da quando sono arrivati Custer e Cleo la nostra Casa circondariale è stata ben mente esportabile in ogni altro contesto
vengono seguiti da quattro detenuti nei sottolineata anche dalle parole della carcerario. Ci auguriamo che altri ci se­
seguenti orari. Al mattino, dalle 7.30 al­ dottoressa Francesca Romana Valenzi guano». I cuccioli Custer e Cleo al loro ingresso nel carcere di Lodi; a destra la direttrice Stefania Mussio
GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010 29
il Cittadino
Lettere & Opinioni
Le lettere al direttore (che posso­ LODI ziani. Ci credo, sono fiducioso, anche
perché il direttore mi è sembrato
no essere inviate anche all’indiriz­ persona, a mio giudizio, affidabile.
Caro direttore, sto sentendo e leg­
zo mail posta@ilcittadino.it) devo­ gendo tante, tante discordanze su
questo argomento che francamente
no portare in calce il nome, l’indi­ non credo più a nulla. La politica,
purtroppo, ne avrà il sopravvento (e
rizzo e il numero di telefono del la mancata risposta del sindaco alle
mie richieste, ne è la controprova),
mittente altrimenti non verranno però non voglio (e lo dico dal profon­
do del mio cuore) che un giorno uno
pubblicate. La direzione si riserva dei miei cari debba essere, per uno e
più motivi, essere ricoverato altrove
il giudizio sulla pubblicazione e da Casale e non poterne dare assi­
stenza, perché lontani. Al pensiero, i
ogni possibilità di intervento sui te­ vengono i brividi, anche se comun­
que.... è la vita.
sti che vengono inviati. L’ospedale di Casale può avere un po­
tenzialità organizzativa che nulla ha
LODIGIANO da invidiare a nessuna delle cittadi­
ne vicine. È sicuramente dislocata

Tante grazie male o le cittadine vicine, politica­


mente, sono più forti. Questa è un’ul­
teriore analisi che nel 2010 o anche

per l’operato nel 2009, 2008, 2007 (non cambia nul­


la) la società costa tanto, direi la sa­
nità costa tanto, e che gli anziani o

di Anna Galbiati meglio gli ammalati costano troppo


con le loro pretese di star bene, po­
trebbero invece rassegnarsi e cerca­
n Il Gruppo Intesa Associazioni Di­ re di morire!
sabili del Lodigiano riunito in data Sono stato cattivo e crudele, ma di
30 gennaio a Lodi, ha preso atto con fronte a queste notizie e la spietatez­
rammarico della decisione della za della politica, cosa dire?
Sig.ra Anna Rosa Galbiati de Vecchi Ultima riflessione: chissà se dopodo­
di non continuare nello svolgimento mani, per caso, mi presentassi al­
della funzione di Coordinatrice del l’ospedale di Casale con mio padre o
Gruppo, attività che ha svolto nel mia madre che stiano male, mi dices­
corso di questi anni con impegno e sero: guardi deve andare a Cremona,
dedizione. perché non abbiamo un posto letto.
Il Gruppo Intesa Disabili del Lodi­
giano ritiene comunque necessario
proseguire nella funzione svolta nel­
l’intera Provincia di Lodi, soprattut­
La chiesetta ha il pavimento coperto da ogni genere di lordume Direttore, come reagirò? Accetterò
di buon grado o mi metterò a urlare?
Non lo so.
Lei può rispondermi, contro chi?
to in questo momento in cui, con n Egregio direttore, pur non riconoscendomi bano incappo in una chiesetta scalcinata, che to di vista della viabilità. E mi piacerebbe sa­ Forse contro la società, o contro la
l’approvazione del Piano di Zona e nella linea (me lo lasci dire: troppo clericale!) sembra stia in piedi per miracolo e non si rie­ pere il perché nessuno muova un dito per politica? Non lo so, ma guardi che
l’adesione da parte di tutti i Comuni del «Cittadino», devo riconoscere alla Vostra sce a capire per quale sorte arcana nessuno metterla a posto. In questo Lodigiano che tut­ potrei non essere «un caso isolato» e
della nostra Provincia al Consorzio testata una discreta obiettività di giudizio e degli automezzi pesanti che la sfiorano ogni ti mi descrivono pieno di gente “timorata di se così fosse all’ora ci sarebbe da ri­
Lodigiano Servizi alla Persona, si soprattutto il fatto di essere una delle poche giorno ad alta velocità non l’abbia ancora fat­ Dio” il tenere in piedi quella chiesetta in tota­ dere. Mi creda non sono, non lo sono
aprono prospettive importanti di la­ voci libere nel panorama di una stampa sem­ ta crollare. le abbandono è scandaloso. mai stato un’estremista, anzi da gio­
voro a sostegno dei disabili e delle lo­ pre più asservita. Apprezzo anche il vostro La chiesetta si trova quasi dirimpetto alla Ba­ O la si restaura creandole anche un piccola vane ho persino votato Dc, ma c’è
ro famiglie. tentativo (non sempre riuscito) di cercare di erlocher, sul filo della strada, e guardandovi protezione per impedire che il traffico la le­ qualcosa che a pelle non mi quadra,
Per questa ha chiesto ad Alessandro erigervi a difensori di un territorio che da dentro si nota un’immagine di Madonna con sioni per sempre, oppure la si abbatte del tut­ forse perché porto male i miei 56 an­
Manfredi, già Assessore ai Servizi qualche tempo ho scelto come mia tempora­ bambino di epoca indefinita, due inginocchia­ to. Ritengo (da persona non credente ma ap­ ni, forse perché sono tradizionalista,
alla Persona della Provincia di Lodi, nea residenza. toi malconci e un pavimento coperto da ogni passionata della storia e dell’arte) che sia una retorico, non lo so, ma certe attualità
che partecipa all’attività di Coordi­ Dopo questa scaramellata la faccio breve e genere di lordume. vergogna lasciarla in questo abbandono. non mi piacciono più.
namento in rappresentanza del vengo al dunque. Mi piacerebbe conoscere l’epoca della costru­ Lei, cosa ne pensa, egregio direttore del Citta­ Concludo con un’ulteriore sassolino
Gruppo Volontari Amicizia di Codo­ Ogni volta che entro in Lodi percorrendo la zione, le sue origini, chi l’ha voluta far edifi­ dino? che ho nella scarpa da tempo: il co­
gno, di subentrare nelle funzioni di strada che arriva dalle colline di San Colom­ care proprio in quel posto maledetto dal pun­ Maria Iaquinta mune di Casale (e qui caro sindaco
coordinatore fino qui esercitate dal­ “chiederei” una sua spiegazione,
la Sig.ra de Vecchi, a cui va il ringra­ “che comunque, ne sono sicuro» non
ziamento di tutte le Associazioni per voro, rispetto e continuo aggiorna­ Ecco perché, come CISL, chiediamo locità, totalmente gratis la pista, più do. Leggo con stupore che il governo mi darà”) ha creato un ospizio a «X»
l’attività svolta, assieme all’augurio mento dei protocolli di intervento sa­ all’A.O e all’Asl della Provincia di nessuno che regoli la circolazione e Berlusconi intende indirizzare que­ lire giornaliere e dopo 15 giorni si
di buon lavoro al nuovo Coordinato­ nitario e comportamentale dei di­ Lodi di verificare e valutare non solo la sorveglianza: gli abitanti di serie ste risorse ad altre finalità, nel detta­ accorge che non ci sta dentro, e deve
re. pendenti e volontari con corsi speci­ l’aspetto economico delle proposte, B della zona periferica, inizio paese, glio “verranno dirottati verso il co­ aumentare le rette. Ma chi decide
La decisione assunta verrà comuni­ fici mirati, rispetto delle normative ma l’effettivo rispetto dei lavoratori confinanti della strada 235, ringra­ mune di Palermo in gravi difficoltà queste situazioni?, L’immobile non è
cata nei prossimi giorni ad Enti ed che impongono i minimi Standard e delle leggi che regolano i servizi di zieranno per lo spettacolo offerto, se sulla questione rifiuti”, non bastava stato costruito in 2 giorni, i costi di
Istituzioni del Territorio. degli automezzi ed autoambulanze questo tipo. Sicuramente rivedreb­ in caso si verificheranno stragi l’am­ Napoli prima e Catania poi, per non gestione sono stati preventivati, i
Gruppo Intesa Associazioni Disabili del utilizzate, rigorosa verifica delle ap­ bero le loro decisioni e posizioni, ministrazione comunale ringrazierà parlare dei fondi destinati a “Roma servizi pure.
Lodigiano (Lodi, Crespiatica, Tavazzano, propriate capacità relazionali con il concordando con noi quando affer­ anticipatamente, visto i solleciti da capitale” a detta di molti “Roma La­ Caro direttore, mi ripeto, a mio giu­
Lodi Vecchio, Sant’Angelo Lodigiano, pubblico di chi è impiegato in questi miamo che a volte l’equazione “costa parte dei residenti ad evitare conse­ drona”. dizio, c’è qualcosa che non funziona.
caselle Lurani, Casalpusterlengo, San servizi. meno, conviene di più” viene appli­ guenze spiacevoli. Certo, ormai, è Caro Presidente Foroni non è più il Se qualcuno ha il giudizio di rispon­
Colombano, Codogno) Ora appare evidente, ed è stato an­ cata a scapito e sempre a sfavore dei cattiva abitudine attendere la di­ momento degli slogan e non basta di­ dermi il mio indirizzo di posta è: ore­
che oggetto di numerose denunce da cittadini in situazione di bisogno: e sgrazia prima di agire! re “noi ci crediamo e continuiamo a ste.fraschini@tele2.it. Per chi ha in­
IMMIGRATI parte dei sindacati anche sulla stam­ la politica locale deve tenerne conto 2. Guardare le arterie sulla statale, crederci”, servono azioni concrete ternet, la risposta non costa nulla.
pa, che dovrebbe essere avviata una rendendosi partecipe del manteni­ vedi via Pascoli per intero, dopo set­ per avere al più presto la disponibili­ Direttore, ancora grazie e cordiali

Non fare attenta e scrupolosa verifica delle


condizioni lavorative che spesso in
ambito regionale in talune coopera­
mento morale di quelle associazioni
che hanno costruito la storia del tes­
suto socio assistenziale del lodigia­
te anni la groviera è servita, a dispet­
to delle strade di residenza dei vari
amministratori.
tà dei fondi e quindi la possibilità di
partire con le opere.
L’omogeneità politica tanto decanta­
saluti.
Oreste Fraschini
oreste.fraschini@tele2.it

di tutta l’erba tive (in questo caso di ambulanze)


vengono applicate. Diverse segnala­
zioni ci giungono proprio in merito
no.
Mauro Tresoldi
Coordinatore regionale Fps Cisl Cri Lom­
Dimenticati da tutti, noi residenti
ringraziamo per quanto offerto.
Lettera firmata
ta in campagna elettorale rispetto al
governo regionale e nazionale se
davvero ha un senso, deve dare i frut­
IL CITTADINO

un fascio al trattamento economico, ai riposi


diurni e settimanali, alla gestione
delle ore lavorative, alle ferie: tutti MADRE CABRINI
bardia ed Rsu
BASSO LODIGIANO
ti che avete promesso.
Andrea Tantardini
Partito Democratico
Centovent’anni:
n Caro Direttore, vorrei fare una po­
stilla alla lettera di martedi 2 febbra­
io sul calcolo delle percentuali di de­
istituti che in troppe occasioni ven­
gono mal considerati o addirittura
nemmeno contemplati. E ciò ha por­ Visitate le Case I soldi per il Po CASALPUSTERLENGO grazie, e
linquenza tra italici e non italici.
Innanzitutto non ho capito perché
vengono tolti gli under 15 dagli ita­
tato anche a diversi provvedimenti
con cause sindacali contro talune di
queste cooperative, seguite in ambi­ di Codogno dirottati Interrogativi continuate così
liani e non dagli immigrati. Ma non
è fondamentale: il risultato numeri­
co non cambierebbe molto.
to territoriale dalle diverse sedi sin­
dacali di competenza.
Certo in questi casi è onere anche e e Sant’Angelo tutti su Palermo sul servizio n Egregio Dott. Pallavera, in occa­
sione dei 120 anni di vita del «Citta­
dino», vorrei congratularmi con Lei
Vorrei però chiedere al redattore del
messaggio di non fare di tutta l’erba
un fascio.
soprattutto dell’Azienda Ospedalie­
ra e dell’Asl quello di verificare con­
tinuamente il sussistere del rispetto
n Vorrei rispondere alla gentile Sig.
Silvana Arcuri. È bello sapere che ci
n Gentile Direttore, approfitto della
sua rubrica per portare all’attenzio­
ne di tutti i Lodigiani quanto già ri­
ospedaliero per il lavoro magistralmente svolto e
per il successo ottenuto.
Le vorrei dimostrare inoltre, la mia
È vero che esperienze estremamente delle norme vigenti da parte dei sin­ sia qualcuno che vorrebbe sapere di portato dal Suo giornale in data 30 n Caro direttore, “La regione can­ gratitudine per la collaborazione che
negative (rapinatori in casa) plasma­ goli datori di lavoro. Appare dunque più su Santa Francesca Cabrini e gennaio 2010 nell’articolo di Alberto cella il pronto soccorso”: questo è il da anni offre regolarmente alle As­
no le opinioni, ma cerchiamo di non quanto meno illogico ridurre ad una vorrebbe che più persone si interes­ Belloni. titolo del suo quotidiano venerdì 29 sociazioni Combattentistiche, pub­
commettere errori che altri hanno mera valutazione economica l’attri­ sassero a tutto quello che ha fatto, Mi riferisco ai fondi FAS stanziati gennaio nella prima pagina e nella blicando gli eventi che le riguarda­
sperimentato prima di noi. Segnalo buzione o meno di un servizio a que­ ma anche di quello che le sue figlie, dal governo Prodi per la realizzazio­ pagina di Casale. no, portandoli così a conoscenza an­
un paio di opere di Gian Antonio sta o quella associazione, stilando ancora stanno facendo in giro per il ne del progetto “Valle del Po”, stia­ Ebbene, l’intenzione era chiaramen­ che ai cittadini che non abitano a
Stella: “L’orda: quando gli albanesi graduatorie del tutto opinabili. mondo. mo parlando di circa 180 milioni di te nell’aria, e nella mie lettere a Lei Sant’Angelo ed aiutandole così a
eravamo noi; Negri, froci, giudei% Ci si dimentica che i trasportati non Invito la Signora e chi volesse saper­ euro da dividere tra 13 provincie ri­ indirizzate dal settembre scorso si mantenersi vive.
co”. “L’eterna guerra contro l’altro”. sono “merce” ma persone in stato di ne di più a visitare la Casa Natale a vierasche firmatarie nel gennaio evinceva, purtroppo, una decisione Le porgo i miei più cordiali saluti, Le
Possono essere davvero illuminanti. difficoltà fisica che necessitano di Sant’Angelo e il Museo Cabriniano a 2007 del “Protocollo di intesa per la di questo genere. Già gli stessi dipen­ auguro un buon lavoro e la sprono a
Un saluto professionalità e di sensibilità. Cro­ Codogno. Alcune notizie si possono tutela e la valorizzazione del territo­ denti, nonostante qualche forzatura continuare così. Grazie di cuore,
Davide Oltolini ce Rossa Italiana impronta da sem­ trovare sul sito dell’Associazione Fa­ rio e la promozione della sicurezza medica personale, ne erano piena­ Domenico Cordoni
davideoltolini@gmail.com pre la sua opera nel rispetto prima di miglia Cabriniana “una Santa per delle popolazioni della valle del Po” mente convinti. presidente Associazione Nazionale Ex
tutto della persona in stato di neces­ Amica” www.casanatalecabrini.com che hanno delineato una serie di pro­ Cosa dire? Nel mio animo «speravo» Combattenti e Reduci
LODIGIANO sità e questo concetto e principio oppure www.msccabrini.com sito getti prioritari per la valle del Po. che tutto potesse rimanere in piedi, delegato Ispettore XXVI Zona
fondamentale l’ha portata ad investi­ della congregazione o anche rivol­ Nello specifico per la Provincia di d’altro canto dopo la mia esperienza presidente Associazione Nazionale Genie­

Il patrimonio re ogni anno in corsi di aggiorna­


mento ai suoi dipendenti e volontari.
Certo una strutturazione impostata
gendosi alle sue figlie, sparse per tut­
ta Italia, vera memoria storica di
questa grande figura. Grazie a tutti
Lodi erano previsti una serie di pro­
getti prioritari tra cui:
• fruizione e realizzazione di percor­
dell’agosto scorso, di botto dicevo:
no, no. L’analisi serena, dopo 6 mesi,
a questo punto porta come al solito LODIGIANO
ri e trasmettitori

storico sul rispetto e sulla continua verifica


di standard superiori di efficienza
porta ad essere forse meno competi­
coloro che vorranno aiutarci a valo­
rizzare questa grande donna.
Luisa Rusconi
si ambientali e naturalistici lungo
sponda Po lodigiana;
• Progetto di tutela e gestione delle
al dubbio: giusto, sbagliato?
Dal punto egoistico dico: ma i miei
genitori e parenti, anziani, ora da Sono troppe
delle “Croci” tivi economicamente di chi non con­
sidera questa una priorità. Non si
trasportano nemmeno più di due pa­ CRESPIATICA
volontaria cabriniana aree di interesse naturalistico esi­
stenti nell’area golenale di Po e ri­
connessione ambientale delle aree
chi vanno?, il comune o l’organizza­
zione come tale, garantisce che tutti
saranno assistiti, ma mi domando: le discariche
n In merito alla situazione venutasi zienti per volta (così come previsto naturali se dopodomani chiamassi un’ambu­
a creare e già denunciata circa la ge­
stione dei servizi secondari di tra­
sporto intra­ospedalieri della Pro­
anche per il servizio dialisi) e non si
possono trasportare più pazienti fat­
turando poi e magari tre o quattro
Volete • Incremento delle superfici forestali
e di nuovi sistemi verdi;
• Progettazione Plis del Po;
lanza perché uno dei miei genitori
sta male per una patologia che non
sia «oncologica», visto, la tanto de­
abusive
vincia di Lodi, posso affermare come
coordinatore regionale fps Cisl CRo­
ce Rossa Italiana Lombardia ed RSU
viaggi: questo è un palese illecito a
scapito della comunità. Ma sappia­
mo bene che è accaduto e forse acca­
provare • Coinvolgimento delle scuole dei va­
ri livelli sulla conoscenza e appro­
fondimento dei progetti provinciali
clamata e comunque, eccellente, vi­
sta con i miei occhi con il direttore
sanitario, (tanto cara all’attuale sin­
n Da persona che ha molto a cuore
le bellezze del Lodigiano desidero
ringraziare Ferruccio Pallavera per
quanto di seguito.
La professionalità dei dipendenti e
dei volontari della Croce Rossa Ita­
de tutt’ora. Bisognerebbe che gli or­
gani preposti verificassero con at­
tenzione e con periodicità l’attenersi
l’autodromo? sul sistema del Po;
• Completamento percorsi ciclabili
anche con sponda piacentina e inter­
daco che a tutt’ora non ha ancora ri­
sposto a nessuna delle mie richieste,
e sto scrivendo dal settembre 2009.
i contenuti del suo articolo pubblica­
to sul “Cittadino” di sabato scorso.
Mi sono interamente ritrovata in ciò
liana così come quelli delle associa­ alla legge in vigore. n Gent.mo direttore de «il Cittadi­ connessioni con la linea ferrata e Non ha una segretaria che riesce a che è stato scritto, condivido anche
zioni Croce Casalese e Croce Bianca La parte politica, infine, non deve no», oltre a ringraziarla anticipata­ con gli attracchi fluviali; leggere le mie lettere, anche via le virgole, e credo che altri sindaci
sono evidenti e note a tutti a partire poi dimenticarsi del patrimonio sto­ mente per la sua concessione all0 • Ristrutturazione Castello di Soma­ mail!) cosa posso sperare che venga­ concorderanno con ciò che hanno di­
proprio da chi nelle strutture ospe­ rico delle associazioni del nostro ter­ spazio che mi riserverà, vorrei de­ glia. no dirottati a 5 chilometri da casa, chiarato alcuni loro colleghi.
daliere lavora quotidianamente in ritorio Croce Rossa Italiana, Croce nunciare pubblicamente quanto se­ Progetti che avrebbero messo in Codogno, (abitano a 200 metri dal­ Attraverso “Il Cittadino” chiedo pe­
stretto lavoro e sinergia con essi. Casalese e Croce Bianca: equivar­ gue: campo una serie di risorse quantifi­ l’ospedale) o a Cremona, S. Angelo, rò una maggiore cura per il territo­
Non è poi da sottovalutare il rispetto rebbe a rinnegare l’operato che in 1. Invito tutti a testare i vostri mezzi cabili in circa 13 milioni di euro, oppure Pavia, o che ne so a Lodi? rio.
dei contratti di lavoro delle succitate tanti anni ha distinto questi sodalizi al nuovo autodromo di Crespiatica. un’opportunità per l’economia lodi­ Il direttore sanitario nel nostro in­ Sono troppe le discariche abusive
associazioni: rispetto delle norme vi­ per abnegazione e spirito di servizio Infatti la strada provinciale che at­ giana soprattutto considerato il peri­ contro a settembre, disse che a Casa­ che proliferano ovunque.
genti in termini di sicurezza sul la­ ai cittadini, sempre e comunque. traversa il paese è adibita all’alta ve­ odo di crisi che stiamo attraversan­ le sarà potenziato un servizio per an­ Marta Roveda
30 GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Lettere & Opinioni
BAMBOCCIONI ­ 2 BAMBOCCIONI ­ 1 sposta sta in quell’albero della gom­
ma nelle foreste pluviali: tagliando

Vivere ancora la corteccia a spirale, raccoglierne


in un secchio la resina.
Così occorre raccogliere nelle pagi­

con i genitori ne che si scrivono con cuore leale, i


propri tagli, affinché non diventi
una pratica consumistica la scorcia­

a 46 anni toia, l’ammenda più repentina e fa­


cile da ripararsi.
Cos’è la libertà? Persino dentro una
n Vorrei ringraziare il signor Gior­ cella, un uomo detenuto, una perso­
gio Baratto che con la sua lettera di na costretta dalla costrizione, ap­
ieri ha spezzato una lancia a favore prende questo valore, al prezzo di un
di un «bamboccione» come me. In­ lungo e doveroso viaggio di ritorno,
fatti, nonostante la mia veneranda lento e sottocarico, perché davvero il
età di 46 anni e mezzo, vivo (anco­ rischio di perderla è sempre incom­
ra?!) con i miei genitori: mio papà ha bente, c’è sempre qualcuno che af­
88 anni e mia mamma (gravemente fonda il limite a suo favore per otte­
ammalata) 87. Grazie signor Barat­ nere di più. Forse non è più suffi­
to, la ringrazio veramente tanto, ciente affidare il mantenimento del­
perché dopo le critiche e le derisio­ la libertà individuale e collettiva, al­
ni, un tantino di incoraggiamento le sole istituzioni statuali, alla giu­
mi ci voleva proprio. Grazie infinite stizia, forse occorre investire di più,
e tante belle cose. dare di più, confidare maggiormen­
Gianpaolo Reguzzi te nel compito della scuola, fin dai
Ps: ci ho pensato un po’ su, prima di primi passi che incrociano la ragio­
firmare questa mia lettera, ma poi ne e i sentimenti, per recuperare un
ho ritenuto che non ci fosse niente senso ancora più umano al rispetto
di cui vergognarsi in ciò che ho degli altri.
scritto. Quando c’è di mezzo la libertà per
chi l’ha sempre avuta, per chi l’ha
LODI perduta, per chi l’ha riconquistata,
c’è la necessità di mantenerla e

Un taxi in città, quindi imparare a rispettarla, nella


consapevolezza di difenderla senza
umiliare la libertà altrui. In questo

sia chiaro, non senso Martin Luther King ci soccor­


re in ogni nostra azione ed eventua­
le dubbio: la mia libertà finisce dove

lo prendo più comincia la tua.

n Gentile Direttore, dopo qualche


giorno, in cui ho voluto far smaltire
A 34 anni mi vergogno a chiedere 10 euro a mio padre Quante volte ho sentito parlare di li­
bertà in famiglia, nella scuola, per la
strada, anche lo studente che mi sta
intervistando, ne parla come si fa
la mia rabbia, ho pensato che fosse n Sì, signor direttore, sono “una bamboc­ in casa viviamo (in tre) con lo stipendio di mio indirizzo. Mi vergogno a considerarmi con un’abitudine, con una proprietà
mio dovere scrivere al Suo giornale, ciona” e mi vergogno di essere definita in mio padre che fa l’operaio, e grazie a Dio una “mantenuta”, e adesso che ci penso non acquisita, una linea banale e sonno­
con la preghiera di pubblicazione. questa maniera. Ho 34 anni, e dopo essermi talvolta una mia zia mi allunga dieci euro so neppure perché Le ho indirizzato questa lenta, invece non mi pare così scon­
E’ tempo ormai che si parla dell’ina­ laureata ho trovato solo occupazioni saltua­ per comprarmi una rivista o lo smalto per lettera, forse per sfogarmi un po’, forse per tata, non lo è per chi sta in carcere
deguatezza di questa «cittadina» ad rie. Adesso sono di nuovo senza lavoro. le unghie. Io quei dieci euro non ho il corag­ ringraziare il signor Baratto per le sue pa­ privato della libertà personale ma
assumersi il ruolo di Provincia, e co­ Ho letto la lettera del signor Baratto, e le gio di domandarli a mio padre. role. tenta di riguadagnarne la frontiera
me si potrà immaginare, l’arretra­ sue parole mi hanno illuminato la giornata. Così come non ho il coraggio di firmare Non sempre si riesce a essere capiti. con dignità, non è così per chi non
tezza di un posto, passa per il grado Una giornata sempre più pesante, visto che questa lettera, e neppure voglio lasciarLe il Lettera non firmata vede riconosciuti i diritti fondamen­
di efficienza dei suoi servizi al citta­ tali, non lo è certamente per chi è ca­
dino. Si è spesso parlato del traspor­ pace di donare la propria vita per es­
to pubblico lodigiano e delle sue li­ sono arrivate anche dopo 10 ­ 15 gior­ maggiori emissioni atmosferiche, a per cento nel caso rispettivamente notazioni simultanee ma per fortu­ sere parte di una società libera.
mitazioni: orari, numero di corse, ni. Sono abbonato ad un settimanale livello nazionale, negli anni 1990­ del PM10 e del PM2,5) e, limitata­ na , almeno in questo caso, la profes­ Forse basterebbe accogliere la spe­
percorsi irragionevoli. che viene ricevuto regolarmente il 2007. A rilevarlo è l’Istat che ha dif­ mente al trasporto su strada, del ra­ sionalità di un medico ha sopperito ranza di queste parole troppo spesso
Ma del trasporto privato? Dei taxi in giovedì anche a Lodi Vecchio e Lodi fuso i dati calcolati attraverso il con­ me (13 per cento). alle lacune del nostro sistema sani­ dimenticate “la mia libertà corri­
particolar modo? Perchè ho proprio , mentre a me arriva , se tutto va be­ to satellite Namea. Diciannove gli Infine dalle attività di smaltimento tario e questo non capita certo tutti i sponde ai miei diritti, la libertà de­
il dente avvelenato! Non solo dobbia­ ne, il martedì della settimana suc­ inquinanti presi in esame dall’Istat dei rifiuti solidi, delle acque di scari­ giorni. Anzi. gli altri corrisponde ai miei doveri.”
mo sottostare ad un servizio limita­ cessiva. per la sua rilevazione, quali anidri­ co e simili, attraverso l’inceneri­ Luciano Bellocchio Vincenzo Andraous
to che termina a mezzanotte (ma in Ho scritto tutto ciò al Direttore delle de carbonica (CO2), protossido di mento dei rifiuti, arriva un contri­ Lodi
quale altra città?); un giorno sono poste di Lodi il 12 novembre con rac­ azoto (N2O), metano (CH4), ossidi di buto in maniera rilevante non solo SINDACATO
stata costretta a sborsare ben 25 eu­ comandata A.R. ma a me non ha ne­ azoto (NOx), ossidi di zolfo (SOx), alle emissioni di nichel (53 per cen­ CONSUMISMO
ro di Croce Rossa per tornare dal
Pronto soccorso dell’Ospedale a casa
(San Fereolo), perchè a mezzanotte e
anche risposto «c’aggia a fa» come
alla signora Gnasso.
Attendo ancora. Mi ha invece gentil­
ammoniaca (NH3), composti organi­
ci volatili non metanici (COVNM),
monossido di carbonio (CO), parti­
to) e di cadmio (23 per cento), ma an­
che di mercurio (15 per cento) e
piombo (14 per cento). El debit Il decadimento
mezza non si può chiamare ovvia­
mente un taxi a Lodi, ed anche se
non sei moribondo, ma appiedato,
mente risposto la Dssa Marcolin,
Sindaco di Salerano, che non era te­
nuta a farlo in quanto solo «in co­
colato (PM10), particolato fine
(PM2,5), arsenico (As), cadmio (Cd),
cromo (Cr), rame (Cu), mercurio
Sergio Alessi
Lodi
el fa molta degli ospedali
chiami la Croce Rossa!
Ma quello che è capitato 10 giorni fa,
pia», che è anche intervenuta telefo­
nicamente presso le poste, fino ad
(Hg), nichel (Ni), piombo (Pb), sele­
nio (Se) e zinco (Zn).
SANITÀ
sura molta del Lodigiano
è davvero esagerato! Non un disser­
vizio, ma una truffa bella e buona!
Era mezzogiorno e ricevo dalla
ora, ahimè, con risultati nulli.
Concludo con una perla (di cui non
credo siano responsabili le poste lo­
In particolare, rileva l’Istat, nel set­
tore agricoltura, caccia e silvicol­
tura, le emissioni sono state pari al
Un medico, n Il commercio, l’industria, l’agri­
n L’azienda ospedaliera ha pro­
grammato un incontro sindacale
scuola media di mio figlio una tele­
fonata in cui mi si chiede di andarlo
a prendere perchè in preda ad un
cali): un pacco postale «celere» par­
tito da Salerano il 30 dicembre è ar­
rivato in quel di Venezia il 14 genna­
42 per cento e relative a sostanze aci­
dificanti, soprattutto ammoniaca
dovuta all’uso di concimi a base di
un’infermiera e coltura, tutte le attività si sono inde­
bitate troppo. La causa primaria è la
mancanza di liquidità “bisogna no
per le 8,30 di lunedì primo febbraio,
ma non vede i rappresentanti Conf­
sal entrati in sala e quelli presenti
malessere. Sono a piedi e decido che
un taxi sia più rapido delle mie gam­
be, sono preoccupata e voglio arriva­
io, dopo essere transitato per Napo­
li!
Egregio Dr. Pallavera, preferirei non
composti organici. Il settore, prose­
gue l’Istat, è anche una delle princi­
pali fonti di particolato (25 per cento
due ambulatori fal el pas puse lung dela gamba”.
La grande distribuzione lavora con i
soldi dei consumatori perché le ditte
nel corridoio in attesa di iniziare
l’incontro. Alle 8,47 la delegazione
aziendale ha abbandonato la sala.
re presto. avere il mio nome in calce a questa nel caso del particolato PM10 e 20 n Sono appena tornato dall’aver ac­ produttrici vengono pagate a novan­ L’azienda evita il confronto sulle
Da via F.lli Baggi alla scuola Don Mi­ mia: ho dei buoni motivi per temere per cento per il particolato fine compagnato una persona della mia ta e anche a centoventi giorni. Il ba­ turnazioni perché non vuole ade­
lani, sapete quanto è costato? delle sciocche ritorsioni. Se crede PM2,5) , dovuto all’uso di concimi famiglia ad una visita ortopedica ratto era uno scambio di prodotti og­ guare il contingente di personale
10,00 euro! È giunto sotto casa dopo posso chiarirle la cosa anche telefo­ organici, all’incenerimento di rifiu­ presso i locali poliambulatori situati gi lo scambio dovrebbe essere: mer­ senza il quale il multiperiodo non
20 minuti con il tassametro già ad 8 nicamente. ti agricoli e all’uso di combustibili al piano terra dell’ala nuova del­ ce e soldi contanti. Si è creato un gi­ può funzionare..
euro! Lettera firmata per le macchine agricole. l’ospedale. ro vizioso che grava sui lavoratori, Da questo si comprende che non c’è
Percorso durato un minuto e mezzo, Le attività manifatturiere, continua L’unico commento è: esilarante. le aziende piccole abbassano le ser­ più spazio per chiacchiere sulle tur­
mi lascia a scuola e dopo 10 minuti SCUOLA l’Istat, sono la principale fonte di Premesso che il medico impegnato rande, le aziende medie falliscono, le nazioni, ma anche per chiacchiere
richiamo per tornare. emissione per i gas ad effetto serra, nelle visite, prime e di controllo, il gandi vengono sovvenzionate dallo sulle progressioni economiche, sul
Nemmeno 5 minuti dopo torna lo
stesso tassista e provate ad immagi­
nare? Tassametro di nuovo già ad
Mio figlio con il 28 per cento delle emissioni
(soprattutto CO2 emessa da alcuni
processi tipici della produzione di
Dott. Marciano, è un professionista
stimato e da tutti riconosciuto come
figura di riferimento del locale re­
Stato (da noi).
Anche la pubblicità invita a indebi­
tarci, tutto viene proposto a rate sen­
computo del tempo per la vestizio­
ne/svestizione divisa, per le 35 ore
settimanali dei turnisti e per discu­
8,00 euro!
Gli chiedo spiegazioni, ben sapendo
che più che tornare dalla stazione o
ha i pidocchi: cemento e della raffinazione del pe­
trolio e da processi di combustione
che riguardano tutta l’industria ma­
parto di ortopedia, anni fa anch’io
necessitai di prestazioni ortopedi­
che ed il medico in questione fu
za interessi in particolare le autovet­
ture sembra che te le regalino a pa­
role però quando contatti il conces­
tere di tanti altri diritti dei lavorato­
ri tuttora negati.
Da mesi l’azienda ospedaliera adot­
essere rimasto appostato dietro l’an­
golo, non può aver fatto in 10 minuti!
Mi dice candidamente: «Signora, la
sono disperata nifatturiera), e per il particolato,
con quote del 28 per cento per il
PM10 e del 27 per cento per il PM2,5.
l’unico in grado di stabilire una cor­
retta diagnosi ed una altrettanto
corretta terapia poi confermata an­
sionario il prezzo cambia, gli acces­
sori incidono il trenta­quaranta per
cento sul prezzo proposto. “Debit fa
ta un atteggiamento ostile di fronte
ad ogni richiesta dei lavoratori ed
aumenta i carichi di lavoro.
chiamata è 3 euro, ma ovviamente n Sono una mamma del Lodigiano. Il settore manifatturiero, inoltre, che presso un centro di Milano dove debit”. “El debit el fa molta sura Il dialogo rappresenta solo una per­
dipende da dove arrivo!». Ho iniziato una battaglia contro i pi­ prosegue l’Istat, fornisce un contri­ la diagnosi e le terapie proposte molta”. dita di tempo ed il negoziato non dà
Vorrei urlargli contro e chiamare il docchi nella scuola... ma è possibile buto rilevante al fenomeno della aci­ combaciavano appieno con quelle Tarcisio Papetti frutto. Anziché assumere personale
117, ma vedo mio figlio sofferente che in quest’epoca una mamma deve dificazione e della formazione del­ del Dott. Marciano, poi purtroppo in si preferisce imporre turnazioni
per il mal di pancia e per la situazio­ essere disperata per una situazione l’ozono troposferico, rispettivamen­ altre due occasioni sempre per lo SOCIETÀ squinternate.
ne che comincia ad agitare anche del genere? Una volta quando a scuo­ te con il 18 e il 24 per cento delle stesso problema due medici diversi Le progressioni economiche sono di­
lui.
Ovviamente, anche il ritorno mi è
costato esattamente 10,00 euro! via
la c’era il problema usciva la asl di
competenza e il problema era presto
risolto. Adesso non abbiamo soldi
emissioni complessive.
Due specifiche attivita’ del settore,
la Fabbricazione di prodotti della la­
ma dello stesso reparto, a Lodi , en­
trarono in conflitto sia sulla diagno­
si che sulle terapie , uno scontro epo­
La libertà ventate un lusso per pochi poiché i
fondi sono stati prosciugati dal­
l’idrovora dello straordinario.
Baggi­via Salvemini andata e ritor­
no: totale 20,00 euro! Minimo doveva
arrivare in limousine a prendermi!
per questo servizio. Il risultato?
Alex Mariani
vorazione di minerali non metallife­
ri, che comprende la produzione di
vetro, di prodotti in vetro, di cerami­
cale tra due luminari della medicina
,comunque considerando lo stato in
cui versa la nostra sanità , un medi­
questa La vestizione/svestizione della divi­
sa non viene presa in considerazio­
ne alcune nonostante ciò che la Re­
Io spero che il signore il questione
legga quanto da me scritto e si ver­
INQUINAMENTO ca, di cemento, calce, gesso e altri, e
la Metallurgia, costituiscono le prin­
co bravo su tre equivale al 33% e
quindi ad un ottima percentuale. sconosciuta gione raccomanda e così via dicen­
do.
gogni per questa vistosa truffa. Sia
ben chiaro, un taxi a Lodi non lo
prendo più!
Le colpe sono cipali cause di emissione per quasi
tutti i metalli pesanti.
Dal settore ‘Produzione e distribu­
Tornando a noi , qualcuno ha pre­
sente Alberto Sordi nel film «Il Dot­
tor Guido Tersilli medico della mu­
n Collaborando a una tesi di laurea
in sociologia, lo studente mi ha chie­
Tutto ciò vale anche per i dirigenti
medici, per gli incarichi distribuiti
o non distribuiti, per le guardie, lo

DISSERVIZI POSTALI
Teresa Cirone
dell’agricoltura, zione di energia elettrica, di gas e di
calore’, rileva ancora l’Istat, deriva
il 26 per cento delle emissioni com­
tua»?, quando ad inizio carriera cor­
re tra un ambulatorio e l’altro, atti­
gui, passando da un paziente all’al­
sto: cos’è la libertà?
Sarebbe facile intendere la libertà
nell’esser sempre me stesso ( a paro­
stipendio di risultato, ecc.
Si rende necessario passare dalle pa­
role ai fatti per ottenere nuovi tra­

Da Salerano non delle auto plessive di gas ad effetto serra (so­


prattutto CO2 emessa dai processi ti­
pici della generazione di energia
tro con una spallata alla porta divi­
soria, bene, il nostro «povero» Dott.
Marciano, in caso di remake del film
le è facilissimo, assai meno nei com­
portamenti quotidiani ), nel rifiuto
degli interessi che soffocano gli al­
guardi, ma soprattutto per afferma­
re il diritto ad una vita decorosa
dentro e fuori dall’ospedale.
n Da uno studio Istat, l’inquina­ elettrica e metano emesso per le per­ sarebbe il protagonista perfetto data tri, nel non tradire gli altri, e soprat­ Dobbiamo difendere i diritti dei de­

a Venezia mento deriverebbe da agricoltura e


produzione energia e in misura mi­
nore dal traffico, ma l’unico provve­
dite nella distribuzione del gas) ed
anche una quota significativa delle
emissioni di cromo (37 per cento) e
l’esperienza acquisita nel saltare
dall’ambulatorio delle prime visite a
quelle delle visite di controllo e a ge­
tutto me stesso.
Tanti anni sono trascorsi per com­
prendere che essere una persona li­
legati per cure ed assistenza miglio­
ri perché in questo modo si tutelano
gli stessi diritti e professionalità de­

in 14 giorni dimento, come al solito, viene adot­


tato contro le automobili.
Lo rivela un’indagine dell’Istat su
di selenio (29 per cento) generate dai
processi tipici della produzione di
energia elettrica.
stire con professionalità come sem­
pre una situazione che avrebbe por­
tato al collasso nervoso qualsiasi ad­
bera, significa vivere una parte di
vita nuova, nuovamente mia, affin­
ché il gioco delle maschere indossa­
gli operatori della sanità.
Pretendere di curare ed assistere
nei migliori dei modi i degenti signi­
n Raccolgo l’invito della signora dati 1990­2007. Sul fronte del trasporto, l’Istat rileva detto ai lavori. te e esibite solamente per celarsi ab­ fica ottenere condizioni di lavoro ri­
Gnasso che si lamenta del servizio Clima: le maggiori emissioni nocive invece quote significative delle Un medico ed una infermiera per bia a cessare, prerequisito per ogni spettose della professionalità e dei
postale a Mulazzano, per proporre da agricoltura, manifatturiero ed emissioni di sostanze acidificanti due ambulatori! futura scelta di qualunque possibile diritti contrattuali.
un gemellaggio con Salerano sul energia ultimo aggiornamento: 02 (13 per cento), dovute principalmen­ Ma aldilà di qualsiasi ironia appare libertà. All’inverso, scaricando sui pazienti
Lambro. febbraio, ore 12:21 Diciannove gli in­ te al trasporto su strada (per gli ossi­ buffo che un solo medico possa gesti­ Lo studente non molla la presa, mi le disfunzioni, senza agire contro il
Qui la posta arriva (per lo meno nel­ quinanti presi in esame, tra i quali di di azoto) e al trasporto marittimo re una situazione del genere, con chiede ancora: cos’è la libertà, come decadimento fin troppo evidente de­
la zona dove abito io) una o al massi­ anidride carbonica, metano, ammo­ (per l’azoto e per gli ossidi di zolfo). una folla, il termine è appropriato, definirla, e come agguantarla? Esse­ gli ospedali lodigiani, si commette­
mo due volte alla settimana, al pun­ niaca, monossido di carbonio, parti­ Le attività di trasporto in conto ter­ una folla aspettava fuori, ad attende­ re una persona con in mano il senso rebbe un errore gravissimo. Confsal
to che ho dovuto sostituire la casset­ colati, metalli pesanti Roma, 2 feb. zi, aggiunge l’Istituto di statistica, re diligentemente il proprio turno, della libertà, presuppone un lavoro e continua la lotta dopo aver verifica­
ta con una più grande, atta a conte­ (Adnkronos). Sono l’agricoltura, il sono anche all’origine degli inqui­ l’unico problema è che quando si un impegno che non è quantificabile to che è la sola modalità di confron­
nere il raggruppamento della corri­ manifatturiero, l’energia, il traspor­ nanti che determinano la formazio­ parla di sanità di buffo non dovreb­ negli anni che uno si porta appresso, to. Degenti ed operatori sanitari de­
spondenza. Lettere partite da Lodi e to e lo smaltimento dei rifiuti i setto­ ne dell’ozono troposferico (per il 12 be esserci nulla e nulla dovrebbe es­ nelle spalle ricurve, nelle cicatrici vono godere die loro diritti.
Milano (fa fede il timbro postale) mi ri produttivi che hanno generato le per cento), del particolato (11 e 13 sere lasciato al caso, neppure le pre­ che segnano la carne, piuttosto la ri­ Confsal Lodi
GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010 31
il Cittadino
Lettere & Opinioni
PENDOLARI ­ 2 PENDOLARI ­ 1 Repubblica di oggi, lo Stato ha ac­
cumulato un indebitamento per

Devono essere circa 430 miliardi, più o meno


7.500 euro per ciascun cittadino
italiano. I dati BanKitalia riporta­

al servizio ti nell’inchiesta rivelano infatti


che, i governi Berlusconi hanno
creato un enorme debito pubbli­

dei cittadini co, mentre quelli di centrosini­


stra sono stati più virtuosi. Dini,
Prodi I, D’Alema e Amato, hanno
n Sabato 23 Gennaio 2010 siamo ridotto di 13 punti percentuali il
stati, come al solito, presenti al­ debito pubblico in sei anni, por­
la riunione presso il comune di tandolo nel 2001 al 108,8%. Prodi,
San Zenone al Lambro. che successe a Berlusconi nel
Cogliamo l’occasione per comu­ 2006, in appena un anno, lo ridus­
nicare la nostra felicità per se di ulteriori 3 punti. Con Berlu­
l’adesione di alcuni nuovi co­ sconi al governo, dunque, gli ita­
muni della zona e dell’assessore liani ci stanno rimettendo e di
Fabio Altitonante della provin­ brutto.
cia di Milano. Proprio Brunetta, ex­socialista,
Dobbiamo però, nuovamente, dovrebbe intendere bene questo
evidenziare le assenze come parallelismo.
quelle della Regione Lombardia Silvio Berlusconi è l’erede natu­
di Trenitalia e di RFI che sono rale di Bettino Craxi: indifferenza
proprio i soggetti che dovrebbe­ verso la buona amministrazione,
ro operare sulle questioni da consenso conquistato spendendo
noi sollevate. soldi che non ci sono, nessuna po­
Durante la riunione è emersa la litica di contenimento della spesa
necessità, che noi appoggiamo pubblica, delegazioni faraoniche
caldamente, di creare una sorta inviate all’estero. Qualche anno
di consorzio di comuni che pos­ fa, furono in mille ad accompa­
sano parlare con una voce sola gnare Ghino di Tacco nell’ormai
sulla questione trasporti. celebre viaggio in Cina. Oggi, so­
Infatti il territorio che gravita no in 100 ad accompagnare Silvio
attorno alla stazione di San Ze­ nel suo viaggio in Israele. Un po’
none è abbastanza vasto e com­ troppi per celebrare la tre giorni
prende diversi comuni. d’amicizia tra il premier e Netan­
Dagli ovvi San Zenone al Lam­ yahu.
bro e Sordio, ci sono anche altri La verità è che a Berlusconi non
che per comodità o praticità sa­ frega niente delle generazioni fu­
rebbero intenzionati a puntare
sulla nostra fermata per i loro
cittadini. L’unione infatti con­
sente di “comunicare” con un
Viaggio con il treno più lento dell’universo, grazie Fs! ture e alla pesante eredità che la­
scia. A lui interessa solo il facile
consenso. E tenere inchiodato il
parlamento a risolvere i suoi guai
peso maggiore verso le istitu­ n Lunedì 1 febbraio: Viaggio sul treno Stamattina, ennesima o consueta per­ 36 minuti per percorrere ben 37 chilo­ giudiziari. E tutto il resto è noia.
zioni e/o le società che attual­ più lento dell’Universo! formance vergognosa del treno R2274: è metri! Nel frattempo, durante (ma non Quindi, ministro Brunetta, quan­
mente latitano! Innanzitutto,di nuovo grazie a Trenita­ una cosa inaudita, inorridente, inaccet­ solo) queste soste immotivate, abbiamo do comincerete, lei e il governo di
Da qui si sono aperti vari punti lia per aver offerto l’ennesima occasione tabile, in poche parole il viaggio a bordo dovuto «sopportare» un «personaggio» cui fa parte, a pensare davvero al
di discussione tra cui l’inter­ ai colleghi di lavoro per prendersi sim­ del treno più lento dell’Universo! che probabilmente aveva ingoiato una futuro di questo Paese?
scambio tra gomma e ferro. paticamente giuoco di me al momento Il treno parte abbastanza puntuale da radio, che ha continuato a parlare ad al­ Noi giovani, per quanto “bamboc­
Infatti le linee dei bus della zo­ del mio arrivo ritardato quotidiano in Piacenza ( e ci mancherebbe altro.... ta voce al telefono (e non), destando nel­ cioni”, siamo già in marcia.
na sono gestite dalla provincia ufficio! l’orario prevede una sosta di 17 minuti la maggior parte dei presenti insofferen­ Cordialmente.
di Milano, mentre quelle ferro­ Per l’ennesima volta, al mio arrivo in in stazione! Allucinante) e tutto ciò za e occhiate di disperazione tipiche del Luigi Sibilio
viarie sub­urbane dalla Regio­ quel di Lampugnano sono stato accolto riempie di gioia i pendolari di Bologna lunedì: che gioia!!! Responsabile del Dipartimento Politi­
ne. da frasi sibilline, battute spiritose e dal­ che si alzano alle 4:30 per essere a Mila­ I 14 minuti di ritardo accumulati “fati­ che Giovanili di Italia dei Valori della
La passata amministrazione le domande rituali: «Oggi ha bucato il no Rogoredo alle 9.00!!!!! (quando va be­ cosamente” tra Piacenza e Lodi sono di­ provincia di Lodi
provinciale non ha brillato per treno?», «Il locomotore scivolava sul ne....) ventati 17 a Rogoredo: peggioramento
attenzione nei confronti del no­ ghiaccio?», «Il capotreno non riusciva a Il convoglio ha viaggiato col «freno tira­ esponenziale quotidiano! SECUGNAGO
stro territorio e, da quanto ab­ chiudere le porte?», «Sono gelati i cavi to» fino a Lodi, effettuando fermata stra­ Grazie ancora Fs!
biamo appreso dal nuovo asses­
sore, d’ora in poi ci sarà una di­
versa attenzione.
dell’alta tensione a Tavazzano?» (feno­
meno peraltro tipico dei paesi equato­
riali ma quasi mai delle nostre... latitu­
ordinaria (non comunicata) a Codogno
per servizio passeggeri, altre fermate
immotivate nelle campagne di Casale e
Ringraziandovi per la pazienza, per la
consueta disponibilità e per la diffusio­
ne di queste segnalazioni che state effet­
Un bel gesto
Come al solito noi meri consu­
matori dei servizi non possiamo
fare altro che stare alla porta ad
dini!!!!!!)
Perché devo farmi prendere per il....
quotidianamente per colpa delle FFSS??
Secugnago per farci ammirare il mera­
viglioso paesaggio innevato e illumina­
to dal sole , impiegando «la bellezza» di
tuando in varie forme, saluto cordial­
mente
Massimiliano Davoli
di altruismo
aspettare facendoci però porta­
voce di azioni propositive non­
ché segnalare le mancanze. POLITICA digiano e recuperando una serie di ne sempre in prima fila nell’acqui­ Lui sempre era con loro a prepa­
e onestà
La principale mancanza di si­ contraddittorie analisi sull’origine sire contributi a vario titolo ( ov­ rare questo piatto gustoso e ben n Il rione/via San Gaudenzio di
nergia è che le linee dei bus at­
tualmente non sono sincroniz­
zate con i treni.
Foroni segua di questo triste primato riportate
dai quotidiani nell’arco di una 15
d’anni mi porta a collegare questo
viamente anche per tue capacità),
quindi da catalogare fra quelle vir­
tuose .
augurale.
Nel cielo Dio l’ha voluto portare,
stringendolo a Sé nel Suo Amore
Secugnago intende segnalare il si­
gnor Francesco Garistina (porta­
lettere in Secugnago) che recente­
Le linee “private” pagate dal co­
mune di San Zenone al Lambro,
avendone un contatto diretto,
l’esempio problema alla gestione ed alla re­
sponsabilità di Amministrazioni
Comunali che per far cassa hanno
Sono certo e te lo auguro, perché
sono convinto della tua sensibilità
e disponibilità, che tu possa con­
totale.
Giuseppe ora è lì su una nuvola
bianca, riposa sereno.
mente passando in quella via per
la normale consegna della posta,
ha trovato in strada una busta ano­
hanno apportato le modifiche
degli orari e, come espresso da
alcuni di noi presenti in sala, il
di Guerini favorito e permesso, se non addirit­
tura premiato, insediamenti a ri­
schio sul nostro territorio e per an­
quistare quel prestigio che Lorenzo
Guerini ha acquisito come Presi­
dente della Provincia e Sindaco di
Dal cielo coccolato, dalle stelle il­
luminato.
La luna splendente lo abbraccia
nima contenente 160 euro; France­
sco prontamente l’ha consegnata
presso gli uffici del palazzo comu­
servizio è all’altezza, se pur per­ n Lettera aperta al presidente della ni hanno taciuto sui problemi che Lodi, però dovresti perlomeno va­ dolcemente. nale permettendone così la restitu­
f e t t i b i l e ov v i a m e n t e, d e l l e Provincia Forini. questi procuravano. Amministra­ lutare la necessità di dar avvio ad Un sorriso ci manda dall’Infinito zione ai legittimi proprietari.
aspettative. Presidente l’articolo, a tutta pagi­ zioni che anziché investire su scre­ un percorso che porti ad una parte­ Mistero, l’amore ci unisce con Il rione ed i proprietari della bu­
C o m e p r i m o at t o e s o r t i a m o na, che annunciava la firma in Pro­ ening epidemiologici hanno prefe­ cipazione più equa, per tutti i co­ cuore sincero. sta sentitamente ringraziano que­
quindi Fabio Altitonante ad agi­ vincia della convenzione con Sor­ rito sperperare in mega edifici muni, dei benefici derivati dall’uti­ Con infinito affetto a Giuseppe sto giovane per il bel gesto di al­
re verso chi di dovere per ap­ genia , pubblicato il 29 gennaio u.s. pubblici. lizzo complessivo del territorio lo­ Grazie truismo e onestà
portare le modifiche del caso su “il Cittadino” mi spinge a mani­ Per ottenere il riconoscimento di digiano, cosi come potresti pro­ Anna Castagna Pietro Boles
agli orari dei bus (ricordiamo festare, attraverso il giornale, per­ Presidente di tutti i Lodigiani, pe­ muovere con Terna una più razio­ Anna.castagna@hotmail.it
allo stesso tempo che non esiste plessità e preoccupazione e propor­ rò, oltre alle enunciazioni politico nale distribuzione delle risorse e CASTIGLIONE
nessun abbonamento integrato ti alcune riflessioni. partitiche occorre che tu avvii una l’eliminazione/sostituzione di tutti GIOVANI
che consenta un biglietto unico)
Nella prospettiva del futuro av­
vio completo della linea S1, ac­
La volontà e la determinazione che
hai manifestato e profuso nell’af­
frontare i problemi del territorio, e
campagna in controtendenza con
quegli amministratori comunali
che hanno, pur di far cassa ed au­
quei mega tralicci che danneggia­
no i campi del lodigiano.
Spero, quindi, tu possa accogliere Ma Brunetta L’assessore
clamato ed atteso a gran voce da
tutti i relatori, il piano del tra­
sporto territoriale deve essere
perché no anche l’esuberanza che
ti deriva dalla giovane età, in que­
sti sei mesi di Presidenza della Pro­
mentare il loro prestigio sociale ed
economico (tradotto significa voti)
permesso lo scempio del territorio,
questa mia lettera come un mes­
saggio di stima, considerazione e di
speranza che tu possa emulare il si rende conto si è accorto
radicalmente modificato facen­
done come punto stella proprio
la stazione.
vincia di Lodi mi ha portato a rivi­
vere i momenti e le sensazioni vis­
sute con la prima Presidenza di Lo­
promuovendo l’insediamento di en­
tità stravolgenti e comunque non
compatibili con l’ambiente lodigia­
proficuo percorso di Guerini.
Ivano Zilli
Meleti di cosa spara? di noi
Durante la giornata si è ragio­ renzo Guerini, però con alcune so­ no (paese dei colori), a scapito delle n Ieri Mario , un nostro volonta­
nato molto in prospettiva futu­ stanziali differenze. Guerini non ri­ produzioni agricole ( quindi con LODI n Egregio Direttore, c’è poco da rio, mi ha portato a conoscenza
ra, ma durante il nostro inter­ copriva anche l’incarico di Sindaco conseguente perdita di occupazio­ dire, ha ragione il ministro Bru­ che sul «Cittadino», la settimana
vento abbiamo sollevato un
nuovo livello di discussione che
non è per nulla in antitesi con il
di un paese ed era meno soggetto
all’imposizione politica di un parti­
to (anche perché ne era leader indi­
ne) e di posti di lavoro certi e dura­
turi anche in altre realtà produtti­
ve (10.000 disoccupati e circa 6000
Un sorriso netta quando, intervistato dal Se­
colo d’Italia, parla di un «patto le­
onino» che toglie ai figli per dare
scorsa, è stato pubblicato un arti­
colo in cui l’assessore dei servizi
sociali del comune di Castiglione
resto.
Alcune condizioni attuali non
sono «moralmente» ed «econo­
scusso). Elementi che gli hanno
permesso di acquisire la considera­
zione di Presidente di tutti i lodi­
mobilità) .
Purtroppo però, leggendo i giorna­
li, mi preoccupa l’enfatizzato tuo
ci manda ai padri, quando parla di cattivo
welfare, quando parla di forma­
zione universitaria illusoria,
d’Adda, Fiorenzo Bernocchi, ha
ringraziato l’associazione Auser
«Rosa Camuna» elencando il lavo­
micamente» accettabili.
­ non esiste nessuna corsa di re­
gionali per il ritorno da Milano
giani, tant’è che venne riconferma­
to, non per debolezza politica del
candidato avversario, ma per meri­
impegno di far ottenere maggiori
risarcimenti (centrale) solo per
quei comuni virtuosi su cui, o con­
dall’Infinito quando parla di mancanza di hou­
sing sociale, quando parla di fa­
milismo, di conservatorismo, di
ro svolto nell’ultimo anno appena
trascorso. Mi spiace che tutto que­
sto sia avvenuto attraverso un
dalle 18.38 alle 19.38. ti conquistati con un azione politi­ finanti, verrà realizzata la centrale n Dedicato a Giuseppe mancanza della cultura del ri­ giornale, e non semplicemente a
­ le linee bus non sincronizzate co amministrativa equa ed impar­ di Turano Bertonico. Centrale che La trippa è buona e profumata. schio. Quando parla di quella fles­ voce. È dal lontano ottobre 2008
con i treni, comunque pagate ziale anche nella distribuzione del­ nessuno ha proposto??? Nessuno Ogni anno in Piazza Broletto a Lo­ sibilità tanto decantata e poi sca­ che l’assessore non ha contatti con
dalla collettività, sono un inuti­ le risorse e solo per il limite dei due ha voluto??? Ma di cui i virtuosi ne di viene gustata. ricata violentemente, come un la nostra associazione e non sem­
le spreco. mandati non ha più potuto ricon­ trarranno benefici economici con­ La gente in fila sta paziente macigno, sulle spalle dei giovani. bra molto interessato di ciò che
­ i continui ritardi e i disservizi fermarsi. Anche oggi Guerini vie­ sistenti. Questo meccanismo se e con gioia e allegria il suo turno Quando parla dell’esigenza inne­ noi svolgiamo né ci chiede mai
devono cessare quanto prima e ne considerato non solo il l Sindaco non corretto darà avvio all’ennesi­ attende. gabile e urgente di un nuovo patto niente.
solo la leva economica può in­ dei cittadini di Lodi “ma di Lodi ca­ ma corsa a cercar risorse con nuovi “Uhm che buona!Che specialità!” generazionale. Ha ragione. Si è comunque dimenticato che,
vertire la tendenza (rimborsi e poluogo di Provincia”. insediamenti (tipo logistica ­ indu­ Nella notte del 19 gennaio tutto Però mi domando: nel momento oltre al trasporto, che facciamo già
multe alle società) Ho fatto queste premesse perché so­ strie insalubri ­ cave eccetera) da inizia.. in cui dice queste cose sacrosante, da più di cinque anni, delle perso­
­ a fronte dei ritardi storici del­ no convinto che anche tu possa ac­ parte, anche, di altre Amministra­ I cuochi sono pronti a preparare il ministro si rende conto di verso ne non fortunate presso i centri
l’avvio della linea S1, si richie­ quisire il riconoscimento di Presi­ zioni comunali. la trippa così chi sta sparando?!? specialistici e riabilitativi, tutti i
dere la frequenza di 15 minuti dente di tutti i lodigiani, però, per­ D’altra parte, Presidente, vorrei ri­ amata e deliziata. Partiamo da quello che più gli sta sabati, e spesso anche la domeni­
negli orari pendolari. mettimi, dovresti considerare se è cordarti che il Comune di Maleo si Essa viene lavata e sbollettata, le a cuore, gli sprechi della pubblica ca, il nostro D.J. Nico, il volontario
Il sindaco Fedeli ha mostrato giusto perseverare in una logica è sviluppato ( ma forse eri troppo cipolle, le carote, il sedano amministrazione, e tracciamo un Luigi, intrattengono tutti i soci
una bozza di lettera da inviare che premia i soliti comuni virtuosi. giovane per ricordarlo) con l’inse­ si tuffano nel pentolone e insieme parallelismo con i governi Craxi, dalle ore 20:30 alle ore 24:00 con
alle varie istituzioni del quale, Vale dire quei comuni che in questi diamento di una discarica per ri­ alla pancetta, fagioli e patate,si campioni negativi in tal senso. balli e musica. Quest’anno abbia­
se pur ovviamente perfettibile, anni hanno beneficiato e benefice­ fiuti (poi bonificata con soldi al­ uniscono in un’allegra brigata. I due governi Craxi (1983 – 1987), mo raggiunto un traguardo consi­
ne condividiamo lo spirito e ranno di entrate derivate da inse­ trui). Amministrazione comunale L’olio d’oliva ne esalta il sapore, in soli quattro anni, raddoppiaro­ derevole, oltre ottanta soci, e alle
sproniamo i vari comuni a sot­ diamenti vari (centrali, Tav ­ Terna che incasserà circa un milione da così che ogni palato gioisca nel no il debito pubblico. In quegli an­ serate danzanti, iniziate dall’otto­
toscrivere e migliorare. cave . discariche ­ industrie insalu­ Terna (quindi non è vero che ha ri­ cuore. ni, infatti, l’indebitamento passò, bre dell’anno 2008, partecipano
Concludiamo dicendo che vor­ bri) a scapito di quei comuni che nunciato ai soldi) per un impianto La trippa viene spesso mescolata in termini assoluti, da 234 a 522 numerosi.
remmo che questa nuova «coali­ invece da queste entità subiscono i elettrico da collocare all’interno di e a cottura ultimata un trito di miliardi di euro e il rapporto tra Oltre al movimento del ballo, che
zione» di comuni si facesse ga­ disagi, i rischi ed i pericoli. Ammi­ quella cava di 3.000.000 metri cubi a aromi (prezzemolo, aglio, rosma­ debito pubblico e Pil passò dal 70 fa molto bene al corpo, si rassere­
rante dei cittadini tutti e che fa­ nistrazioni comunali, queste ulti­ confine ( anzi molto più vicina) con rino, salvia), esalterà questa bon­ al 90%. Gli anni del craxismo più na anche la mente, passando mo­
cesse valere il nostro status. me, che hanno ritenuto di interpre­ un comune (Cornovecchio) che tà prelibata. esasperato e della Milano da bere menti di allegria e contatto uma­
I servizi (trasporto eccetera) so­ tare una politica di salvaguardia non gode né godrà di alcun benefi­ Quanta fatica, stanchezza e ope­ portarono l’Italia sull’orlo della no. Spero che in seguito si possa
no e devono essere al servizio ambientale, quindi bene di tutti!!!!! cio economici, ma solo traffico e di­ rato! bancarotta. collaborare, in modo serenamente
dei cittadini, non il contrario!! Per cui potrei dire: “oltre il danno sagio. Cava che ha portato e porte­ Molte mani in condivisione han­ Oggi ci risiamo. La Milano da be­ e anche concretamente, per mi­
Fabio Spagnuolo la beffa”!!! rà altre risorse al comune di Maleo no lavorato! re è tornata. Nei sette anni e due gliorare il nostro servizio.
http://sanzenonependolari.blo­ D’altra parte l’ennesimo articolo (spero che non prosegua via via per I cuochi al mattino son pronti a mesi dei tre governi del Cavalie­ Luigi Borghi
gspot.com/2010/01/altri­comu­ apparso nei giorni scorsi su «il Cit­ raggiungere le dimensioni di quel­ partire, nel cuore è rimasto un re, dal ’94 al 2009, lo rivela un’in­ Presidente Auser
ni­si­sono­aggiunti.html tadino» dei morti per tumore nel lo­ la di Montanaso). Amministrazio­ amico speciale. chiesta su Affari e Finanza de la Castiglione d’Adda
32 GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Sezione

[ LAVORO ]
Pubblichiamo l’elenco settimanale delle offerte di lavoro segnalate da enti pubblici
e aziende private al Centro provinciale per l’impiego di Lodi
e all’Agenzia Formazione Orientamento Lavoro Sud Milano di San Donato Milanese

di San Donato Milanese. Requisiti:


esperienza pregressa nella creazio­
ne di applicazioni gestionali sul
web. In particolare il candidato si
dovrà occupare della gestione di da­
tabase, quali SQL server, in ambiti
UFFICIO LODI ad alta interattività con tutto ciò
che ne consegue: protezione dei da­
ti, bilanciamento carichi, accesso
q N. 5 INFERMIERI/E Automuniti. concorrenziale, reportistica, gestio­
Si richiedono: precedente esperienza ne degli errori, ecc. Capacità di co­
nel ruolo e relative abilitazioni alla struire interfacce web che interagi­
professione; disponibilità al lavoro su scano dal lato server/database con
turni diurni, notturni, festivi e dispo­ tecnologie assolutamente standard
nibilità all’assistenza domiciliare; ot­ quali HTML, CSS, javascript, crean­
time capacità relazionali. Sede di la­ do un proprio framework grafico
voro: Lodi­ Codogno­Crema­Milano qualora fosse necessario. Requisito
sud. Possibilità di contratto part/time fondamentale è il portare a termine
o full/time; collaborazioni con liberi gli obiettivi velocemente attraverso
professionisti. Durata del contratto: l’utilizzo di ambienti RAD.Il con­
6 mesi più proroghe. 0371/429250. tratto verrà stipulato direttamente
n CENTRO PER L’IMPIEGO DI LODI q N. 2 FARMACISTI da inserire in con l’azienda cliente. Tel 02/5274528
Via Gorini, 21 ­ Lodi farmacie della Lombardia. Si richiede: q N.1 INGEGNERE ELETTRICO
Telefono: 0371.423762 Laurea in Farmacia e relativa iscrizio­ per importante azienda operante nel
ne all’Albo. Esperienza precedente nel­ settore delle telecomunicazioni sita
giuseppe.quazzoli@provincia.lodi.it la mansione, disponibilità ai turni e al a San Giuliano Milanese. Requisiti:
nicoletta.cattaneo@provincia.lodi.it lavoro festivo. Si offre inserimento di­ Laurea in Ingegneria Elettrica Vec­
Gli orari di apertura retto in azienda. Sede di lavoro: Lodi, chio Ordinamento, iscrizione all’Al­
al pubblico sono: da lunedì a Milano e hinterland. 0371/429250. bo degli Ingegneri, esperienza pre­
venerdì dalle 8.45 alle 13.00, e q N. 5 AUSILIARI SOCIO ASSI­ gressa nella progettazione di grossi
il martedì, mercoledì e giovedì STENZIALI (A.S.A) per Casa di Ripo­ impianti fotovoltaici, ottima cono­
dalle 14.45 alle 16.15 so. Si richiede diploma/attestato di scenza di AUTOCAD. Completano il
qualifica, pluriennale esperienza nella profilo predisposizione al lavoro in
mansione, disponibilità a lavorare su team, affidabilità e flessibilità.
turni e nei giorni festivi anche per bre­ Il contratto verrà stipulato diretta­
n ENTI PUBBLICI vi periodi. Sede di lavoro Lodi. Dura­ mente con l’azienda cliente. TEL
ta del contratto 3 mesi prorogabi­ 02/5274528
Gli interessati possono presentare li.0371/429250 q N. 1 I M P I E G AT O A M M I N I ­
il curriculum negli orari di aper­ q N. 2 OPERAI ADDETTI ALLA STRATIVO per azienda operante
tura al pubblico. Per informazioni PRODUZIONE con precedente signifi­ nel settore farmaceutico sita a Se­
contattare: tel. 0371.442505 Giu­ cativa esperienza nel settore della grate. Requisiti: Diploma scuola su­
seppe Quazzoli oppure tel. gomma plastica e/o della metalmecca­ periore, esperienza pregressa in
0371.442506 Nicoletta Cattaneo. nica, automuniti, massima disponibi­ ambito amministrativo e in partico­
lità ai turni ed al ciclo continuo. Dura­ lare nella gestione dei rapporti con
ta contratto: 1 mese prorogabile. Sede le banche, buona conoscenza del
n Comune di Ospedaletto Lodigia­ ma di scuola alberghiera o attestato CALDAIE (per candidarsi inviare + CQC in mobilità per lavori di di lavoro: vicinanze Lodi. 0371/429250
CV a: selezione@provincia.lodi.it) consegne prodotti surgelati ai bar pacchetto Office, ottima predisposi­
no cerca N.1 ESECUTORE AMMI­ similare, età: 18­24) per la zona di lo­ q N.1 IMPIEGATA AMMINISTRA­
(Rif: 483 BIS ­ Pulizie e manutenzione di Milano e provincia. Requisiti: li­ zione al lavoro in team. Contratto
NISTRATIVO titolo studio: In pos­ di. tipo rapporto: stage di 6 mesi (15 TIVA Si richiedono: diploma di Perito
caldaie c/o clienti ­ requisiti richie­ cenza media e iscrizione nelle liste iniziale di 2 mesi con possibilità di
sesso dei requisiti necessari per l'ac­ ore settimanali con possibilità di tur­ aziendale corrispondente in lingue
sti: Diploma di Perito Elettrotecnico di mobilità. Sede di lavoro: San Giu­ proroghe. TEL 02/5274528
cesso al pubblico impiego (buona ca­ ni serali e festivi). estere;buona conoscenza dell’inglese
n N.1 CAPO TURNO (per candi­ o Elettromeccanica, patente B, età: liano Milanese. Contratto a tempo q N.2 ADDETTI AL TELE­
pacità di utilizzo del Pc. (Prevista ed utilizzo pc; esperienza pregressa MARKETING per azienda operante
darsi inviare CV a: selezione@pro­ 18/23) per la zona di Crespiatica. Ti­ d e t e r m i n at o d a l 0 1 / 0 4 / 2 0 1 0 a l pluriennale nella gestione clienti e
una prova pratica consistente nella vincia.lodi.it) (Rif: 506 BIS ­ gestione po rapporto: Determinato un anno 31/10/2010. (Rif. 6955, scadenza 28 nel settore alimentare sita a Tribia­
nella fatturazione; orario part­time po­ no. Requisiti: Diploma scuola supe­
copiatura di un testo al personal com­ turno e conduzione impianti ­ requi­ (full­time 08,00­12,00 14,00­18,00). febbraio 2010) meridiano. Durata del contratto 2
puter). In possesso di patente B. (li­ siti richiesti: Indispensabile espe­ n N.2 EDUCATORE PROFESSIO­ riferimenti: d.deluca@provin­ riore, esperienza pregressa in ana­
mesi più proroghe. Sede di lavoro: vi­ loga mansione preferibilmente nel
vello CAT. B). Sede di lavoro: Ospe­ rienza almeno quinquennale come NALE AD PERSONAM (per candi­ cia.milano.it cinanze Lodi 0371/429250
Capo Turno, conoscenza det seguenti darsi inviare CV a: selezione@pro­ n Società di assicurazione cerca 10 settore alimentare, buona cono­
daletto Lodigiano. Durata: Determi­ scenza del pacchetto Office. Com­
materiali e loro lavorazione: HDPE­ vincia.lodi.it) (Rif: 480 BIS ­ assi­ junior sales professional (vendi­
nato fino al 29/04/2010.
PP­PET, Diploma di Perito Tecnico, stenza educativa scolastica e domici­ tore) client assistant per la gestio­ UFFICIO SAN DONATO pletano il profilo ottime doti rela­
La raccolta delle candidature avverrà zionali, flessibilità e motivazione.
la mattina di martedì 9 febbraio 2010. patente B. Possibili periodi di forma­ liare ­ requisiti richiesti: Indispen­ ne del portafoglio clienti e colloca­
zione c/o altri stabilimenti in Pie­ sabile Laurea in Scienze dell'Educa­ mento prodotti assicurativi e di ri­ q N.1 INFORMATICO PER CREA­ Durata: 1 mese tramite agenzia con
monte e Veneto, età: 28­40) per la zona zione, patente B, indispensabile resi­ sparmio. Requisiti: diploma scuola ZIONE DI APPLICAZIONI GE­ p o s s i b i l i t à d i p r o r o g h e. T E L
n AZIENDE PRIVATE di Lodi Vecchio. Tipo rapporto: De­ denza in comuni limitrofi a Codogno, media superiore e automuniti. Sede STIONALI SUL WEB per azienda 02/5274528
Gli interessati possono presentare terminato (full­time su tre turni, di­ età: 23­40) per la zona di Codogno. Ti­ di lavoro: Milano. Contratto di inse­
il curriculum negli orari di aper­ sponibilità a lavorare su ciclo conti­ po rapporto: Determinato (part­time rimento. (Rif. 6956, scadenza 28 feb­
tura al pubblico. nuo). 15 ore settimanali). braio 2010)
n N.1 ESPERTA CONTABILE (per n N.3 CONDUTTORI IMPIANTI riferimenti: d.deluca@provin­
candidarsi inviare CV a: selezio­ MATERIE PLASTICHE (per candi­ cia.milano.it
n N.1 ACCETTATORE DI AUTO­
MOBILI PER OFFICINA (per can­
didarsi inviare CV a: sele zio­
ne@provincia.lodi.it) (Rif: 497 BIS ­
ne@provincia.lodi.it) (Rif: 488 BIS ­
Tenuta contabilità generale e sempli­
ficata, dichiarazioni fiscali, bilancio,
inserimento dati contabili, fatture at­
darsi inviare CV a: selezione@pro­
vincia.lodi.it) (Rif: 502 BIS ­ Condu­
zione impianti lavorazioni materie
plastiche ­ requisiti richiesti: indi­
n Società di impianti idrotermosa­
nitari cerca 2 idraulico saldatore
per la realizzazione di impianti in­
dustriali, centrali termiche e linee
12 IMPIEGO
OFFERTE 14 LAVORO
OFFERTE
Accoglienza telefonica e in officina tive e passive ­ requisiti richiesti: spensabile esperienza nella qualifica, staffate . Requisiti: saldatura a ossi­
del cliente, organizzazione lavoro de­ Indispensabile comprovata esperien­ indispensabile appartenza alle liste geno e acetilene e automuniti. Sede
gli operai, collaborazione in stretto za in studi professionali al fine di di mobilità della regione, patente B, di lavoro: Vizzolo Predabissi. Con­
un'autonoma gestione della contabi­ età: 25­40) per la zona di Pieve Fissi­ tratto a tempo indeterminato. (Rif.
contatto con il capo officina e il ma­ lità semplificata, bilanci e fiscale, Di­ raga. Tipo rapporto: determinato 6 6967, scadenza 28 febbraio 2010)
gazziniere ­ requisiti richiesti: indi­ ploma (preferibile Ragioneria), Ingle­ mesi (con orario su tre turni sabato e riferimenti: d.deluca@provin­
spensabile profonda esperienza nel se, Office, patente B, indispensabile domenica inclusi). cia.milano.it
campo con conoscenza specifica nel appartenenza alle liste di mobilita' n N.5 A.S.A./O.S.S. (Rif: 494 BIS ­ As­ n Società di costruzioni cerca 2 ad­
settore auto, buona conoscenza delle della regione) per la zona di Melegna­ sistenza domiciliare ad anziani e disa­ detti alla contabilità industriale e
parti meccaniche delle automobili, no. Tipo rapporto: Deter minato bili ­ requisiti richiesti: indispensa­ controllo costi per la verifica stato
(full­time (09,00­13,00 e 14,30­18,30)). bili esperienze maturate nel servizio avanzamento lavori, verifica sal for­ SOCIETA' elaborazione dati ricer­ CONCESSIONARIA auto con sede in
USO PC, patente B, età: 30­50) per la Lodi cerca meccanico con esperienza
zona di Melegnano. Tipo rapporto:
n N.1 MAGAZZINIERE/CARREL­ di assistenza ad anziani e disabili, In­ nitori con relativi contratti, control­ ca contabile esperta/o. Per info te­
LISTA (per candidarsi inviare CV dispensabile titolo di qualifica A.S.A. lo costi fatture, contabilità indu­ lefonare al n.02.48002763 e conoscenza elettronica / elet­
Determinato finalizzato all'assunzio­ a: selezione@provincia.lodi.it) o O.S.S., patente B automuniti, dispo­ striale e controllo di gestione . Re­ tromeccanica. Ottima retribuzione
ne (Full ­ time dal Lunedì al Venerdì (Rif: 505 BIS ­ movimentazione del nibilità nella fascia oraria dalle 07,00 quisiti: geometra o laurea ingegne­ adeguata alle effettive conoscenze e
(08,30­12,30 e 14,30­18,30)). materiale utile alla produzione e del alle 19,00) per la zona di Melegnano, ria gestionale. Sede di lavoro: Pe­ DITTA ALIMENTARE capacità. Telefonare per informazioni
n N.1 ADDETTO MACCHINE MA­ prodotto finito ­ requisiti richiesti: San Donato Milanese e limitrofi. Tipo schiera Borromeo. Contratto a tem­ RICERCA 0371.30755 ­ 35237
TERIE PLASTICHE (per candidar­ Indispensabile esperienza nella qua­ rapporto: Determinato (Part­time/ po indeterminato. (Rif. 6965, scaden­ MAGAZZINIERI
si inviare CV a: selezione@provin­ lifica, indispensabile patentino del Full ­time nella fascia oraria dalle za 28 febbraio 2010) Anche pensionati, con contratto
cia.lodi.it) (Rif: 507 BIS ­ utilizzo sof­ muletto, patente B, conoscenza Word, 07,00 alle 19,00). riferimenti: l.santini@afolsudmila­ part-time, automuniti per sede
fiatrici e presse ad iniezione plastica ­ Excel. Possibili periodi di formazio­ no.it Lodi. Spedire curriculum vitae LE OFFERTE
requisiti richiesti: preferibile espe­
rienza maturata nella qualifica, pa­
ne c/o altri stabilimenti in Piemonte
e Veneto) per la zona di Lodi Vecchio.
n Ristorante cerca 2 apprendista
aiuto cuoco per assistenza al cuoco
al n. 02.48013599 DI LAVORO
tente B, possibili periodi di formazio­ Tipo rapporto: Determinato (Deter­ per la preparazione dei cibi. Requisi­ E DI IMPIEGO
ne c/o altri stabilimenti in Piemonte minato full­time su tre turni, disponi­ ti: attestato di qualifica o precedente
e Veneto, età: 20­30) per la zona di Lo­ bilità a lavorare su ciclo continuo). lavorativo. Sede di lavoro: San Dona­ DITTA SI INTENDONO RIVOLTE
di Vecchio. Tipo rapporto: Determi­ n N.1 OPERAIO/A ADDETTO/A to Milanese. Contratto di apprendi­ operante con estero AD AMBOSESSI
nato (full­time su tre turni, disponibi­ ALLE PULIZIE (per candidarsi in­ stato. (Rif. 6973, scadenza 28 febbraio
lità a lavorare su ciclo continuo). viare CV a: selezione@provin­ 2010) CERCA DUE FIGURE: (Legge N. 903 9-12-77
n N.1 ADDETTO MANUTENZIO­ cia.lodi.it) (Rif: 498 BIS ­ Servizio pu­ riferimenti: d.deluca@provin­ n.1 RAGIONIERE e N. 125 10.04.91)
NE IMPIANTI MATERIE PLASTI­ lizia. Facchinaggio, movimentazione cia.milano.it
CHE (per candidarsi inviare CV a : carrelli ­ requisiti richiesti: indi­ n Studio tecnico cerca 1 tecnico di per tenuta contabilità;
selezione@provincia.lodi.it) (Rif: spensabile esperienza nella qualifica, cantiere per la gestione, raccolta,
504 BIS ­ manutenzione ordinaria del­ Patente B, età: 18­40) per la zona di valutazione e archiviazione della do­ n.1 TECNICO per assistenza. PER QUESTI ANNUNCI
le attrezzature e degli impianti oltre San Rocco al Porto. Tipo rapporto: cumentazione inerente la sicurezza Inglese e/o tedesco RIVOLGETEVI
ai cambi stampo quotidiani ­ requisi­ Deter minato 3 mesi prorogabili presentata dalle imprese esecutrici. PRESSO
ti richiesti: indispensabile esperien­ (part­time orizzontale su turni (an­ Requisiti: geometra e attestato di sarà nota preferenziale.
za in aziende di lavorazione materie che festivi e notturni)). abilitazione alla sicurezza di cantie­ I NOSTRI UFFICI
plastiche, conoscenza word, excel, pa­ n N.1 SERRAMENTISTA FABBRO re. Sede di lavoro: Carugate. Contrat­ Inviare curriculum a: DI VIA CAVOUR 31
tente b. Possibilità di attività di for­ (per candidarsi inviare CV a: sele­ to da concordare. (Rif. 7016, scaden­ info@sirioanalitix.com TEL. 0371/544300
mazione c/o altri stabilimenti in Ve­ zione@provincia.lodi.it) (Rif: 499 za 06 febbraio 2010)
neto o Piemonte.) per la zona di Lodi BIS ­ Costruzione ed assemblaggio riferimenti: d.deluca@provin­
Vecchio. Tipo rapporto: determina­ serramenti metallici e carpenteria
n AGENZIA FORMAZIONE ORIEN­ cia.milano.it
to 3 mesi (con orario su tre turni lavo­ leggera ­ requisiti richiesti: Indi­ TAMENTO LAVORO SUD MILANO n Impresa di pulizie cerca 15 addet­
rativi con possibile ampliamento si­ spensabili esperienze nella qualifica, Via Parri, 12 te alle pulizie per servizi di pulizia
no al ciclo continuo). conoscenza tipologie di saldatura, San Donato Milanese in genere. Requisiti: automuniti. Se­
n N.1 AIUTO CUOCA STAGISTA Preferibile Diploma (Perito Meccani­ Tel. 02.55607152 de di lavoro: San Colombano al Lam­
(per candidarsi inviare CV a: sele­ co), patente B, età: 20­40) per la zona Fax 02. 5231439 bro. Contratto tempo determinato 3
zione@provincia.lodi.it) (Rif: 500 di Lodi Vecchio. Tipo rapporto: De­ mesi part time 15/20 ore settimanali
BIS ­ Assistenza alla cuoca nelle man­ terminato 1 anno (Full ­ time (08,00­ con turni. (Rif. 6973, scadenza 28 feb­
sioni generiche di cucina, uso robot, 12,00 e 13,30­17,30) con possibili stra­ braio 2010)
affettatrice, forno, servizio bar ­ re­ ordinari). n Società di commercio prodotti riferimenti: d.deluca@provin­
quisiti richiesti: preferibile diplo­ n N.1 TECNICO ASSISTENZA surgelati cerca 1 autista patente C cia.milano.it

FILIALE DI LODI FILIALE S. DONATO MILANESE


Via Volturno, 35 tel. 0371.429250 - fax 0371.429329 Via Europa, 7 tel. 02.5274528 - fax 02.55607001
lodi@obiettivolavoro.it caterinaiacovella@obiettivolavoro.it
N. 1 GEOMETRA anche neo-diplomato. Automunito. Si richiedono:conoscenza ed utilizzo Auto- N.1 PERITO ELETTRONICO per azienda sita a Peschiera Borromeo. Requisiti: Diploma/
cad e Office. Durata del contratto due mesi prorogabili. Sede di lavoro Lodi. Laurea in Elettronica, buona manualità nei lavori di montaggio/smontaggio/saldatura, buo-
N. 5 OPERATORI/TRICI SOCIO SANITARI/E (O.S.S.) Si richiedono:disponibilità immediata, pa- na conoscenza Excell e Access, gradita conoscenza lingua inglese. Durata: si offre assun-
tente B, auto, attestato di qualifica; esperienza pluriennale nella mansione e disponibilità al servi- zione diretta a tempo indeterminato o determinato a seconda dell’esperienza.
zio domiciliare. Possibilità di contratto part/time o full/time;collaborazioni con liberi professionisti.
Durata del contratto: 6 mesi più proroghe. Sede di lavoro Lodi-Crema-Milano sud. N.1 ADDETTA ALLA RECEPTION per centro sportivo sito a San Donato. Requisiti: Diplo-
N. 1 ADVISOR-CONSULENTE COMMERCIALE Settore agenzie per il lavoro o servizi alle im- ma scuola superiore, ottima predisposizione al contatto con il pubblico, buona conoscenza
prese. Si richiedono esperienza pregressa;diploma e/o Laurea;conoscenza del tessuto imprendi- del pacchetto Office, disponibilità al lavoro nel fine settimana. Completano il profilo flessi-
toriale locale;attitudine al lavoro in team e forti doti di negoziazione ed ascolto;conoscenza del bilità e affidabilità. Il contratto verrà stipulato direttamente con il cliente.
pacchetto Office; pat. B; auto. Sede di lavoro Lodi-Crema.
N. 1 ADDETTO/A VENDITA settore arredo casa/reparto mobili. Si richiede esperienza minima: N.1 IMPIEGATA AMMINISTRATIVA per azienda sita a San Donato Mil. Requisiti: Diploma
2/3 anni nella vendita (oggettistica, arredamento, telefonia, servizi, soluzioni informatiche). Si offre scuola superiore, esperienza pregressa in ambito amministrativo e in particolare: nel-
un periodo di formazione retribuito e contratto diretto con l’azienda. Sede di lavoro: Lodi sud. l’emissione di bolle, contatto con i clienti e corrieri, attività di centralino e archivio. Comple-
N. 20 CANDIDATI DISOCCUPATI/INOCCUPATI/LAVORATORI IN MOBILITA’ O CIGS da inseri- tano il profilo una buona conoscenza del pacchetto Office, discreta conoscenza dell’ingle-