Sei sulla pagina 1di 4

parrocchia san silvestro

Folzano

Canti per i defunti


1. ECCOMI 3. L’eterno riposo
Eccomi, eccomi, Signore io vengo. L’eterno riposo dona loro, Signore,
Eccomi, eccomi, e splenda ad essi la luce perpetua.
si compia in me la tua volontà.
In Sion, Signore, ti si addice la lode,
Nel mio Signore ho sperato in Gerusalemme a te si compia il voto.
e su di me si è chinato Ascolta la preghiera del tuo servo,
ha dato ascolto al mio grido poiché giunge a te ogni vivente.
m’ha liberato dalla morte.
Beato chi scegli e accogli
I miei piedi ha reso saldi, ad abitare nei tuoi atri.
sicuri ha reso i miei passi. Ci sazieremo dei beni della tua casa,
Ha messo sulla mia bocca nella santità del tuo tempio.
un nuovo canto di lode.
4. L’eterno riposo
Il sacrificio non gradisci, L’eterno riposo concedi, o Signor,
ma m’hai aperto l’orecchio, a chi nella vita sperando soffrì:
non hai voluto olocausti, sorrida il tuo volto di mite splendor
allora ho detto: io vengo! nell’alba infinita che ai morti si aprì.
2. Dall’aurora al tramonto
All’anime ansiose che attese nel ciel
Dall’aurora io cerco te,
conforta a certezza il giusto rigor
fino al tramonto ti chiamo,
sia valido aiuto la prece fedel,
ha sete solo di te
sia dolce sollievo, pietoso Signor.
l’anima mia come terra deserta.
Il Cristo risorto che regna nel ciel,
Non mi fermerò un solo istante,
conforto e speranza a chi soffre quaggiù,
sempre canterò la tua lode
sia viatico e via al popol fedel,
perché sei il mio Dio, il mio riparo
sia meta gioiosa per tutti lassù.
mi proteggerai all’ombra delle tue ali.
5. Accoglimi
Non mi fermerò un solo istante, Accoglimi, Signore, secondo la tua parola.
io racconterò le tue opere Accoglimi, Signore, secondo la tua parola.
perché sei il mio Dio, unico bene, Ed io lo so che tu, Signore,
nulla mai potrà la notte contro di me. in ogni tempo sarai con me (2v).

Dall’aurora io cerco te, Ti seguirò, Signore, secondo la tua parola.


fino al tramonto ti chiamo, Ti seguirò, Signore, secondo la tua parola.
ha sete solo di te Ed io lo so che in te, Signore,
l’anima mia come terra deserta. la mia speranza si compirà (2v).
Ha sete solo di te
l’anima mia come terra deserta.
6. Il Signore è il mio pastore 8. Chi ci separerà
Il Signore è il mio pastore Chi ci separerà dal suo amore
nulla manca ad ogni attesa la tribolazione, forse la spada?
in verdissimi prati mi pasce, Né morte o vita ci separerà
mi disseta a placide acque. dall’amore in Cristo Signore.

È il risorto dell’anima mia Chi ci separerà dalla sua pace,


in sentieri diritti mi guida la persecuzione, forse il dolore?
per amore del santo suo nome, Nessun potere ci separerà
dietro lui mi sento sicuro. da Colui che è morto per noi.

Pur se andassi per valle oscura Chi ci separerà dalla nostra gioia,
non avrò a temere alcun male: chi potrà strapparci il suo perdono?
perché sempre mi sei vicino, nessuno al mondo ci allontanerà
mi sostieni col tuo vincastro. dalla vita in Cristo Signore.

Quale mensa per me tu prepari 9. Prendi la mia vita


sotto gli occhi dei miei nemici! Prendi la mia vita, prendila Signor
e di olio mi ungi il capo: e la tua fiamma bruci nel mio cuor
il mio calice è colmo di ebrezza. tutto l’esser mio vibri per te,
sii mio Signore e divino re.
Bontà e grazia mi sono compagne
quanto dura il mio cammino; Fonte di vita, di pace e amor,
io starò nella casa di Dio a te io grido la notte e il dì.
lungo tutto il migrare dei giorni. Sii mio sotegno, guidami tu.
Dammi la vita, tu mio solo ben.
7. SIGNORE DIO
Signore Dio di tutto il creato, Dall’infido male guardami Signor
la provvidenza tua ringraziamo. vieni mia gioia e compitor di fe’.
Fra tutti i doni che all’uomo hai donato Se la notte nera vela gli occhi miei
il pane e il vino a te presentiamo. sii la mia stella, splendi innanzi a me.

E tu Signore, Padre amoroso, Ecco l’aurora del nuovo dì


qual nostro dono il tuo dono riprendi: il cielo splende di un più bel sol
in ammirabile cambio ci rendi Cristo s’avvicina, perché soffrir
Gesù, che regna in cielo glorioso. alziamo il capo, il Signore è qui.

I nostri cuori, le menti gradisci, Quando Signore giunto sarò


le volontà, le gioie, i dolori: nella tua gloria risplenderò
al sacrificio di Cristo li unisci, insieme ai santi, puri di cuor
per noi sorgente dei tuoi favori. per non lasciarti, eterno amor.
10. Quanta sete 12. Tu sei la mia vita
Quanta sete nel mio cuore: Tu sei la mia vita, altro io non ho.
solo in Dio si spegnerà. Tu sei la mia strada, la mia verità.
Quanta attesa di salvezza: Nella tua parola io camminerò
solo in Dio si sazierà. finche avrò respiro, fino a quando tu vorrai.
L’acqua viva che egli dà Non avrò paura, sai, se tu sei con me:
sempre fresca sgorgherà.
io ti prego, resta con me.
Il Signore è la mia vita,
il Signore è la mia gioia. Credo in te, Signore, nato da Maria.
Figlio eterno e santo, uomo come noi.
Se la strada si fa oscura, Morto per amore, vivo in mezzo a noi,
spero in lui: mi guiderà. una cosa sola con il Padre e con i tuoi,
Se l’angoscia mi tormenta, fino a quando, io lo so, tu ritornerai
spero in lui: mi salverà. per aprirci il regno di Dio.
Non si scorda mai di me,
presto a me riapparirà. Tu sei la mia forza, altro io non ho.
Tu sei la mia pace, la mia libertà.
Nel mattino io ti invoco:
Niente nella vita ci separerà,
tu, mio Dio, risponderai.
so che la tua mano forte non mi lascerà,
Nella sera rendo grazie:
tu, mio Dio, ascolterai. so che da ogni male tu mi libererai
Al tuo monte salirò, e nel tuo perdono vivrò.
e vicino ti vedrò.
Padre della vita noi crediamo in te.
11. Signore sei tu il mio pastor Figlio Salvatore noi speriamo in te.
Signore, sei tu il mio pastor, Spirito d’amore vieni in mezzo a noi.
nulla mi può mancar
Tu da mille strade ci raduni in unità
nei tuoi pascoli.
e per mille strade poi, dove tu vorrai,
Tra l’erbe verdeggianti noi saremo il seme di Dio.
mi guidi a riposar;
all’acque tue tranquille 13. DIO DELL’UNIVERSO
mi fai tu dissetar. Dio dell’universo, o fonte di bontà,
il pane che ci doni lo presentiamo a te.
Se in valle tutta oscura È frutto della terra, è frutto del lavor:
io camminar dovrò, diventi sulla mensa il cibo dell’amor.
vicino a Te, Signore,
più nulla temerò.
Dio dell’universo, o fonte di bontà,
Per me hai preparato il vino che ci doni lo presentiamo a te.
il pane tuo immortal; È frutto della vite, è frutto del lavor:
il calice m’hai colmo diventi sulla mensa sorgente d’unità.
di vino celestial.

La luce e la tua grazia


mi guideranno ognor;
da te m’introdurranno
per sempre, o mio Signor.
kyrie

sanctus

agnus dei